Anatomia Patologica Policlinico Universitario di Udine CELL SORTING. Puppato Elisa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anatomia Patologica Policlinico Universitario di Udine CELL SORTING. Puppato Elisa"

Transcript

1 Anatomia Patologica Policlinico Universitario di Udine CELL SORTING Puppato Elisa

2 Cosa si intende per sorting? Possibilità di selezionare e di isolare fisicamente una determinata sottopopolazione di cellule con caratteristiche ben definite If a cell can be identified by cytometry,then then it can be sorted

3 Metodi di separazione Aderenza alla plastica Centrifugazione Biglie immunomagnetiche Deplezione CELL SORTING tramite citofluorimetro

4 Tutti i citofluorimetri permettono il sorting? Citofluorimetri Circuito idraulico chiuso Circuito idraulico aperto FACScan Becton Dickinson MoFlo Dako CyAn Dako

5 Storia 1 st prototipo sviluppato nel 1965 da Mack J Fulwyler a Los Alamos National Laboratory (LANL): separazione in base al volume elettronico 1981 : FACSIII 1884 : FACS : FACScans 1996 : FACSCalibur : FACS Vantage :Cytomation: MoFlo cell sorter ad alta velocità

6 MoFlo (Modular Flow) Strumento di ricerca che permette analisi di precisione ed alte prestazione di sorting di cellule, batteri ed altre particelle di simili dimensioni. Consente all operatore di modificare, riconfigurare e migliorare il sistema

7 Cell Sorting Criteri: 10 4 Livello/i di uno/tutti marker/s analizzati Correlazione tra più parametri (fisici o di fluorescenza) Numeri: FINO A 9!! Another Parameter Molte cellule; ~ 70,000 cells/sec Molte popolazioni; ; 4 simultaneamente One Parameter Una cellula

8 Sorting by Flow Cytometry I punti preliminari del sorting sono come quelli per l analisi : 1) FOCALIZZAZIONE IDRODINAMICA 2) INTERROGAZIONE 3) APPLICAZIONI DI REGIONI ( gates ) per definire la sottopopolazione di interesse.

9 Condizioni essenziali per il sorting: Stabilità del flusso NO OSTRUZIONI NO BOLLE T ideale di C Un buon allineamento del flusso e dei laser Cellule monodisperse,risospese risospese in un appropriato terreno (es. RPMI 10% di FBS) [ ] 3-4 milioni/ml

10

11 Jet-in-Air quarzo Elettrodo Nozzle Freq. (Hz) Laser Ottica, elettronica decisionale Ampiezza (v)

12 Jet-in-Air quarzo Elettrodo Nozzle Freq. (Hz) Laser Ottica, elettronica decisionale Ampiezza (v)

13 Jet-in-Air quarzo Elettrodo +/- 190 V Freq. (Hz) Laser Fluorescenza Ottica, elettronica decisionale Ampiezza (v) Nozzle Delay Time Punto di break-off

14 Jet-in-Air quarzo Elettrodo Nozzle Freq. (Hz) Laser Ottica, elettronica decisionale Ampiezza (v) +

15 Jet-in-Air V V

16 Jet-in-Air + _ V V + _

17 Controllo digitale della carica Digital Drop Charging elimina il fanning incrementa la purezza 4Way Sort V V

18 MoFlo Con un apposito test ( test pattern ) si controlla la deflezione dello stream principale in quelli laterali (per il sorting) e centrale (scarto)

19 Le cellule sortate sono pure quando vengono caricate SOLO le gcc contenenti le cellule d interessed per questo motivo L operatore calcola il Drop Delay empiricamente (testando vari tempi di DD con test sort con biglie)

20

21 SortMaster Monitor automatico per il drop delay Sistema di controllo Ha il compito di mantenere un accurato Drop Delay durante il processo di sorting Un accurato DD è CRITICO per ottenere un sorting ad alta purezza E caratterizzato da un immagine video dello stream e delle gcc; controlla che non ci siano cambiamenti di essi durante il sorting altrimenti esegue gli opportuni aggiustamenti del DD senza dover bloccare il sorting

22

23 Esempio di single cell sorting in mw da 96

24 Monitoraggio durante il sorting

25 Modalità di sorting

26 RIANALISI DELLE CELLULE SORTATE PUREZZA Num di eventi+ sortati Num tot di eventi sortati RESA Num di eventi+ sortati Num di eventi+nel campione originale RECUPERO Eventi sortati contati da emocitometro Eventi sortati contati dalla CSU * 100

27 Applicazioni del Cell Sorting Cloning tramite single cell sorting produzione di Ab monoclonali Test clonogenico - per le Cellule Staminali. Studi Biochimici e funzionali su linee purificate - immunologia e ematologia. Cromosomi - generazione di librerie genetiche e paints cromosomici.

28 Applicazioni del Cell Sorting Isolamento di cellule leucemiche per analisi citogenetiche. Isolamento di cellule successivo a trapianto per studi di chimerismo e attecchimento Isolamento di cellule geneticamente modificate marcate con proteine fluorescenti (GFP etc).

29 Single cell cloning GFAP NSE CFSE ASA vwf SMA CFSE HUMAN LAMIN

30 ISOALMENTO PROSPETTICO STABILIRE QUALE SIANO LE CARATTERISTICHE IMMUNOFENOTIPICHE/FISICHE DI UNA POPOLAZIONE CHE PRESENTA UNA DETERMINATA PROPRIETA, IN MODO DA POTERLA POI ISOLARE A PRIORI, O STUDIARLA IN SITU, ETC ES. QUAL E L IMMUNOFENOTIPO DELLE CELLULE STAMINALI DELL ADENOCARCINOMA DELLA MAMMELLA?

31 ISOALMENTO PROSPETTICO POPOLAZIONE DA STUDIARE TEST PER VALUTARE PROPRIETA IN STUDIO PARAMETRI FISICI O IMMUNOFENOTIPICI O ALTRE PROPRIETA VALUTABILI MEDIANTE CITOFLUORIMETRIA SORTING

32 EX 1: CLONOGENICITY TEST MoFlo, DakoCytomation Neuroectodermic diff. Hepatocyte differentiation Endothelium differentiation Myocyte differentiation Pluripotency assay FACS analysis 96wells 48wells 24wells 6wells 6cm Soft agar Array MULTIPARAMETER SELECTION HIGH PURITY LESS EFFORT (TIME SPARING)

33 EX 1: CLONOGENICITY TEST A + A - NF % CELLULE CLONOGENICHE NELLE DIVERSE FRAZIONI % DELLE DIVERSE FRAZIONI ARRICCHIMENTO SE (% CELLULE CLONOGENICHE IN A+* % CELL A+) > NF > (% CELLULE CLONOGENICHE IN A- * % CELL A)

34 % POP % CLONI CONTRIBU TO ALLA POP A + 10% 1% 0,1% A - 90% 1% 0,9% NF 100% 1% 1% A NON ARRICHISCE

35 2 X % POP % CLONI CONTRIBU TO ALLA POP A + 10% 6% 0,6% (18%) A - 90% 3% 2,7% (72%) NF 100% 3,3% 3,3 % (100%) A E ARRICCHITO DI 2 VOLTE IN CELLULE CLONOGENICHE, MA NON RICONOSCE 4/5 DELLE CELLULE CLONOGENICHE RICERCA MARCATORI DIVERSI DA A!!

36 % POP % CLONI CONTRIBU TO ALLA POP A + 10% 20% 2% (100%) A - 90% 0% 0% (0%) NF 100% 2% 2% (100%) A CONTIENE TUTTE LE CELLULE CLONOGENICHE, MA SOLO 1/5 DELLE CELLULE A E VERAMENTE CLONOGENICA RICERCA ALTRI MARCATORI PER DISCRIMINARE ALL INTERNO DELLE CELLULE A POSITIVE!!

37 PROSPECTIVE ISOLATION OF CANCER STEM CELLS

38 To define distinct populations of cells within tumours based on surface immunophenotypic or functional characteristics => FACS To purify these populations to homogeneity => High-speed multiparameter flow-cytometry and cell sorter To develop long term assays of their functional ability (ability( to form new tumour that recapitulate precisely the phenotype of the initial disease) => IMMUNODEFICIENT mice

39 IN VITRO TUMORIGENICITY ASSAY: SOFT AGAR ASSAY Ose 19N 20days

40 Functional assays for normal and malignant stem cells Brian J. P. Huntly and D. Gary Gilliland, NATURE REVIEWS CANCER, VOLUME 5, APRIL 2005

41 Prospective identification and isolation of the tumorigenic cells as (ESA + )CD44 + CD24 - /lowlineage -. (lineage markers: endothelial cell, mesothelial cell, leukocyte and fibroblast markers) As few as 100 cells with this phenotype were able to form tumors in mice, whereas tens of thousands of cells with alternate phenotypes failed to form tumors. The tumorigenic subpopulation could be serially passaged.

42

43

44

45

46

47

APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA QUALCHE ESEMPIO

APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA QUALCHE ESEMPIO APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA QUALCHE ESEMPIO STUDIO DEL SISTEMA IMMUNITARIO Una delle maggiori applicazioni della citofluorimetria e rappresentata dall analisi (e sorting) delle diverse popolazioni

Dettagli

Donatella Nava Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno

Donatella Nava Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno Donatella Nava Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno Definizione La citrometria a flusso è un metodo di conteggio, ed eventualmente di selezione e isolamento, di elementi corpuscolati (cellule)

Dettagli

Misurazione e uso di anticorpi. Misurazione delle funzioni dei linfociti T

Misurazione e uso di anticorpi. Misurazione delle funzioni dei linfociti T Misurazione e uso di anticorpi Misurazione delle funzioni dei linfociti T Misurazione e uso di Abs Saggio ELISA ELISPOT Cromatografia d affinità Western Blotting Microscopia ad immunofluorescenza Citometria

Dettagli

Principi di Citofluorimetria di flusso

Principi di Citofluorimetria di flusso Principi di Citofluorimetria di flusso Il citofluorimetro è un microscopio modificato Definizioni Flow Cytometry (Citofluorimetria di Flusso) Misurazione delle proprietà di cellule in flusso Flow Sorting

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI MASI SERENA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PER IL CURRICULUM VITAE. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI MASI SERENA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PER IL CURRICULUM VITAE. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail MASI SERENA Nazionalità Italiana Data di nascita ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date 2002 2007 (data conseguimento:

Dettagli

Nome FRANCESCO VERRENGIA Indirizzo PIAZZALE CANTORE N 2-MILANO (MI) Telefono 3292950381. Collaboratore Biologo analista

Nome FRANCESCO VERRENGIA Indirizzo PIAZZALE CANTORE N 2-MILANO (MI) Telefono 3292950381. Collaboratore Biologo analista F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome FRANCESCO VERRENGIA Indirizzo PIAZZALE CANTORE N 2-MILANO (MI) Telefono 3292950381 E-mail verrengia@hotmail.it

Dettagli

ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori

ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori Venerdì 12 giugno 2009 ore 08.30 14.00 COMUNE DI ROMA Palazzo Senatorio- Aula Giulio Cesare P.zza del Campidoglio - Roma CELLULE STAMINALI TUMORALI

Dettagli

Metodi biochimici che utilizzano anticorpi

Metodi biochimici che utilizzano anticorpi Metodi biochimici che utilizzano anticorpi Produzione di anticorpi policlonali 1. Si inietta nel topo (o coniglio) l antigene X purificato 2. Si preleva il siero, che contiene anticorpi contro X 3. Eventualmente

Dettagli

Caratterizzazione Molecolare di Cellule Staminali di Leucemia Mieloide Acuta

Caratterizzazione Molecolare di Cellule Staminali di Leucemia Mieloide Acuta 2 Workshop Nazionale SIES Ematologia Traslazionale Verona, 21-22 Maggio 2009 Caratterizzazione Molecolare di Cellule Staminali di Leucemia Mieloide Acuta Simona Salati Universita di Modena and Reggio Emilia

Dettagli

ANALISI CITOFLUORIMETRICA E SUE APPLICAZIONI IN AMBITO BIOMEDICO

ANALISI CITOFLUORIMETRICA E SUE APPLICAZIONI IN AMBITO BIOMEDICO ANALISI CITOFLUORIMETRICA E SUE APPLICAZIONI IN AMBITO BIOMEDICO Cos è la CITOMETRIA A FLUSSO? Citometria si riferisce alla misura di caratteristiche chimico-fisiche di cellule o di altre particelle biologiche.

Dettagli

LE SOLUZIONI MACS. Cover Story LAB. Vicino al ricercatore dalla preparazione del campione all analisi cellulare. 22 maggio 2010 DEL LABORATORIO

LE SOLUZIONI MACS. Cover Story LAB. Vicino al ricercatore dalla preparazione del campione all analisi cellulare. 22 maggio 2010 DEL LABORATORIO Cover Story LE SOLUZIONI MACS Vicino al ricercatore dalla preparazione del campione all analisi cellulare Dalla sua fondazione nel 1989, Miltenyi Biotec ha sviluppato prodotti innovativi e di alta qualità

Dettagli

F ORMATO INFORMAZIONI PERSONALI MICHIELOTTO BARBARA ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana

F ORMATO INFORMAZIONI PERSONALI MICHIELOTTO BARBARA ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail MICHIELOTTO BARBARA 0498213523 0498211452 Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale Italiana 15/06/1972

Dettagli

Tecniche basate sull impiego degli anticorpi

Tecniche basate sull impiego degli anticorpi Tecniche basate sull impiego degli anticorpi Il materiale presente in questo documento viene distribuito solamente per uso interno ed esclusivamente a scopo didattico. Anticorpo o immunoglobulina! IL legame

Dettagli

Pamela Magini Journal Club, Scuola di Specializzazione in Genetica Medica 12 Febbraio 2013, Torino

Pamela Magini Journal Club, Scuola di Specializzazione in Genetica Medica 12 Febbraio 2013, Torino Pamela Magini Journal Club, Scuola di Specializzazione in Genetica Medica 12 Febbraio 2013, Torino Congenital erythropoietic porphyria (CEP) Patologia AR Mutazioni nel gene UROS (uroporfirinogeno III sintasi)

Dettagli

Paola Foladori, Laura Bruni, Giuliano Ziglio Potenzialità della citometria a flusso nell analisi di matrici ambientali

Paola Foladori, Laura Bruni, Giuliano Ziglio Potenzialità della citometria a flusso nell analisi di matrici ambientali Quaderni del Dipartimento SAN 2 Paola Foladori, Laura Bruni, Giuliano Ziglio Potenzialità della citometria a flusso nell analisi di matrici ambientali INDICE PRESENTAZIONE...7 1 INTRODUZIONE...9 2 PRINCIPI

Dettagli

ExoNanoDi. Giorgia Radano Researcher

ExoNanoDi. Giorgia Radano Researcher ExoNanoDi Studio per l Identificazione di Nanomateriali Funzionalizzati idonei alla Purificazione, Quantificazione e Caratterizzazione degli Exosomi dai Fluidi Biologici: Approccio Innovativo nella Diagnostica

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Centro di Riferimento Oncologico di Basilicata Rionero in Vulture (PZ)

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Centro di Riferimento Oncologico di Basilicata Rionero in Vulture (PZ) I.R.C.C.S. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Centro di Riferimento Oncologico di Basilicata Rionero in Vulture (PZ) C.R.O.B. 85028 Rionero in Vulture (PZ) Via Padre Pio n. 1 - Partita

Dettagli

IL CITOFLUORIMETRO. - quantificare e memorizzare contemporaneamente più parametri per ogni cellula che compone la popolazione

IL CITOFLUORIMETRO. - quantificare e memorizzare contemporaneamente più parametri per ogni cellula che compone la popolazione IL CITOFLUORIMETRO E uno strumento di laboratorio che permette un analisi veloce ed automatica di popolazioni cellulari in sospensione misurandone le caratteristiche fisiche e/o biochimiche (volume, granulosita,

Dettagli

EZIOPATOGENESI DELLE LEUCEMIE ACUTE

EZIOPATOGENESI DELLE LEUCEMIE ACUTE EZIOPATOGENESI DELLE LEUCEMIE ACUTE Fattori ambientali HSC X? Alterazione genetica progenitore mieloide/linfoide Condizioni ereditarie? altro evento trasformante cellule leucemiche Cellule mature LEUCEMIE

Dettagli

Simposio Educazionale Aspetti Normativi in Citometria a Flusso

Simposio Educazionale Aspetti Normativi in Citometria a Flusso Simposio Educazionale Aspetti Normativi in Citometria a Flusso Procedure per il Controllo di Qualità e la Standardizzazione in Citometria Clinica M. Valentini Laboratorio di Patologia Clinica AO San Salvatore

Dettagli

Apprendimento Automatico

Apprendimento Automatico Metodologie per Sistemi Intelligenti Apprendimento Automatico Prof. Pier Luca Lanzi Laurea in Ingegneria Informatica Politecnico di Milano Polo regionale di Como Intelligenza Artificiale "making a machine

Dettagli

Palazzo Ducale Lucca 22-25 settembre 2015. Programma Preliminare

Palazzo Ducale Lucca 22-25 settembre 2015. Programma Preliminare XXXIII CONFERENZA NAZIONALE DI CITOMETRIA Aggiornamenti e Innovazioni della Citometria in Applicazioni Cliniche e di Ricerca Palazzo Ducale Lucca 22-25 settembre 2015 Programma Preliminare Martedì 22 settembre

Dettagli

Cellule staminali una nuova speranza per molte malattie

Cellule staminali una nuova speranza per molte malattie Cellule staminali una nuova speranza per molte malattie UTILIZZO DELLE POTENZIALITÀ DELLE CELLULE STAMINALI SOMATICHE COME NUOVO APPROCCIO TERAPEUTICO ALLE PATOLOGIE NEURODEGENERATIVE PROF. NEREO BRESOLIN

Dettagli

Web-App con. Relatore: Leonardo Buscemi

Web-App con. Relatore: Leonardo Buscemi Web-App con Relatore: Leonardo Buscemi Presentazioni Lavoro sulla prototipazione di apparecchiature biomedicali Collaboro con diversi web developers professionisti Sviluppo algoritmi e software con diversi

Dettagli

Cellule Staminali. Arti Ahluwalia

Cellule Staminali. Arti Ahluwalia Cellule Staminali Arti Ahluwalia Le Proprietà di cellule staminali Capacita di auto rinnovarsi (self-renewal) Capacità di differenziarsi lungo almeno una linea (potency) The cell which results from the

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Dott.ssa Luciana Possidente

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Dott.ssa Luciana Possidente CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Dott.ssa Luciana Possidente (Ai sensi dell art. 47 del D.P.R. 445/2000) INFORMAZIONI PERSONALI Nome Luciana Possidente Luogo e data di nascita Potenza 01/07/1979 Residenza

Dettagli

valentinagaliazzo@gmail.com

valentinagaliazzo@gmail.com F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 19/05/1982 Indirizzo Nazionalità GALIAZZO VALENTINA VIA CAVALIERI, 8 73010ARNESANO (LE) Italiana

Dettagli

DATI PERSONALI. Elisa Muscarella

DATI PERSONALI. Elisa Muscarella CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI Elisa Muscarella nata a Firenze il 27-05-76 residente a Firenze cell.: +393394119776 e-mail: elisa.muscarella@gmail.com nickname skype: elisir76 nubile PERCORSO DI STUDI

Dettagli

GIE - Gruppo Italiano di studio di Ematopatologia

GIE - Gruppo Italiano di studio di Ematopatologia INDAGINI DI CARATTERIZZAZIONE CITOFLUORIMETRICA E GENETICO- MOLECOLARE PREFAZIONE La diagnosi delle malattie linfoproliferative si basa sull integrazioni delle informazioni istomorfologiche con i dati

Dettagli

CARTA INTESTATA DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA

CARTA INTESTATA DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA CARTA INTESTATA DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA Domanda n. [a cura dell Ufficio] ALLEGATO 1 Al Preside della Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio S E D E IL/LA SOTTOSCRITT NAT A IL / / E

Dettagli

AlphaReal BREAST Scheda Tecnica

AlphaReal BREAST Scheda Tecnica AlphaReal BREAST Scheda Tecnica A3 DS RT 607 ARBreast_01_2015.doc Pag. 1 di 5 Rev. 01 del Gennaio 2015 Prodotto: AlphaReal BREAST Codice prodotto: RT-607.05.20 / RT-607.10.20 N Tests: 5/10 tests Destinazione

Dettagli

ATTI III Congresso Nazionale

ATTI III Congresso Nazionale AIPVet Associazione Italiana di Patologia Veterinaria ATTI III Congresso Nazionale ISSN 1825-2265 con la partecipazione della Società Italiana di Patologia Tossicologica e Sperimentale del Gruppo di Patologia

Dettagli

Tutti i sistemi sono aggiornabili sino alla configurazione a tre laser.

Tutti i sistemi sono aggiornabili sino alla configurazione a tre laser. Puoi iniziare con un laser e aggiungere gli altri quando serviranno. NovoCyte TM, la nuova frontiera della citofluorimetria in ricerca. E con i reagenti ebioscience Affymetrix, completiamo l offerta facendoti

Dettagli

Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri

Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri Metodi immunologici ELISA classici ELISA modificati Agglutinazione su vetrino Turbidimetrici/nefelometri Su sangue in toto Fonti di variabilità tra metodi per il dosaggio

Dettagli

COLTURE DI CELLULE LEUCEMICHE ESPOSTE A CAMPI ELETTROMAGNETICI, VALUTAZIONE DEGLI INDICI DI PROLIFERAZIONE E DEI PROFILI DI ESPRESSIONE GENICA

COLTURE DI CELLULE LEUCEMICHE ESPOSTE A CAMPI ELETTROMAGNETICI, VALUTAZIONE DEGLI INDICI DI PROLIFERAZIONE E DEI PROFILI DI ESPRESSIONE GENICA PROGETTO ISPESL/CNR: COLTURE DI CELLULE LEUCEMICHE ESPOSTE A CAMPI ELETTROMAGNETICI, VALUTAZIONE DEGLI INDICI DI PROLIFERAZIONE E DEI PROFILI DI ESPRESSIONE GENICA - INTRODUZIONE 2 - MATERIALI E METODI:..

Dettagli

La citometria a flusso con...... BD FACSCalibur

La citometria a flusso con...... BD FACSCalibur La citometria a flusso con...... BD FACSCalibur Citometria a Flusso (CFM) La CFM è una tecnica che consente la misurazione e la caratterizzazione di cellule sospese in un mezzo fluido. SOSPENSIONI CELLULARI

Dettagli

Microscopio convenzionale

Microscopio convenzionale Microscopio convenzionale 160 mm 195 mm 45 mm Midollo osseo normale Anti-kappa vs. Anti-lambda DEFINIZIONI Citometria a flusso Metodologia per misurare le proprietà di cellule in flusso Cell Sorting Separazione

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

La terapia in utero delle malattie genetiche: cellule staminali, terapia genica

La terapia in utero delle malattie genetiche: cellule staminali, terapia genica La terapia in utero delle malattie genetiche: cellule staminali, terapia genica Prof. M.Seri: U.O. Genetica Clin ica Dipartimento per la Salute della Donna, del Bambin o e dell Adolescente Geni e malattie

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Responsabile: Dott.ssa Arnalda Lanfranchi

GUIDA PER L UTENTE. Responsabile: Dott.ssa Arnalda Lanfranchi Pagina 1 di 11 Dipartimento di Diagnostica di Laboratorio Responsabile: Prof. Arnaldo Caruso Sezione Specializzata di Ematologia e Coagulazione Responsabile: Dott.ssa Arnalda Lanfranchi Pagina 2 di 11

Dettagli

Sequenziamento e analisi di genomi completi

Sequenziamento e analisi di genomi completi Sequenziamento e analisi di genomi completi Genoma L'insieme del materiale genetico di un organismo o cellula. (Hans Winkler, 1920) Un genoma è sequenziato quando viene stabilita interamente la successione

Dettagli

Le colture cellulari. L isolamento virale: aspetti innovativi. Le colture cellulari. Le colture cellulari. A.Azzi

Le colture cellulari. L isolamento virale: aspetti innovativi. Le colture cellulari. Le colture cellulari. A.Azzi Le Le colture colture cellulari cellulari L isolamento virale: aspetti innovativi A.Azzi Colture primarie Colture primarie Linee continue In monostrato In sospensione Primo passaggio di cellule ottenute

Dettagli

Stem Cells. Medicine Biology. Bioethics

Stem Cells. Medicine Biology. Bioethics Stem Cells Medicine Biology Bioethics Dal DNA all organismo complesso Organismo (uomo) Il corpo umano è composto damiliardi di cellule Ogni nucleo cellulare è dotato di un identico corredo cromosomico

Dettagli

Cenni storici. Tale tecnica trova largo impiego in tutte le aree di ricerca biologica:

Cenni storici. Tale tecnica trova largo impiego in tutte le aree di ricerca biologica: DNA Microarray: griglia di DNA costruita artificialmente, in cui ogni elemento della griglia riconosce una specifica sequenza target di RNA o cdna. Tale tecnica trova largo impiego in tutte le aree di

Dettagli

De Leo - Fasano - Ginelli Biologia e Genetica, II Ed. Capitolo 7

De Leo - Fasano - Ginelli Biologia e Genetica, II Ed. Capitolo 7 LIFE & DEATH The term life describes a combination of phenotypes such as metabolic activity, its restriction to complex structures, growth, and the potential to identically self-reproduce. Death, of course,

Dettagli

Sinossi dei disegni di studio

Sinossi dei disegni di studio Sinossi dei disegni di studio di intervento osservazionali serie di casi trasversale ecologici individuali quasisperimentali sperimentali (RCT) coorte caso-controllo Studi caso-controllo Il punto di partenza

Dettagli

XXX CONFERENZA SCUOLA NAZIONALE DI CITOMETRIA CORSI RESIDENZIALI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO. Programma Preliminare

XXX CONFERENZA SCUOLA NAZIONALE DI CITOMETRIA CORSI RESIDENZIALI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO. Programma Preliminare XXX CONFERENZA SCUOLA NAZIONALE DI CITOMETRIA CORSI RESIDENZIALI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO Campus Scientifico Enrico Mattei Università degli Studi di Urbino Carlo Bo 25-28 settembre 2012 Programma

Dettagli

Tecniche Immunologiche

Tecniche Immunologiche Tecniche Immunologiche Reazioni Antigene (Ag)/Anticorpo (Ab) Modello Chiave-Serratura Legami non covalenti: Ag Interazione Lisozima/Anti-Lisozima Legami Idrogeno Legami Elettrostatici Legami Idrofobici

Dettagli

CORSO DI GENETICA. Roberto Piergentili. Università di Urbino Carlo Bo INGEGNERIA GENETICA

CORSO DI GENETICA. Roberto Piergentili. Università di Urbino Carlo Bo INGEGNERIA GENETICA CORSO DI GENETICA INGEGNERIA GENETICA Tecniche di DNA ricombinante: gli enzimi di restrizione Le tecniche di base del DNA ricombinante fanno prevalentemente uso degli enzimi di restrizione. Gli enzimi

Dettagli

Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series

Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series La serie di Volti in trappola nasce da una lunga procedura. Dopo avere emulsionato col nerofumo una serie di lastrine di vetro e aver preso con queste

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Responsabile: Dott.ssa Arnalda Lanfranchi

GUIDA PER L UTENTE. Responsabile: Dott.ssa Arnalda Lanfranchi Pagina 1 di 11 Dipartimento di Diagnostica di Laboratorio Responsabile: Prof. Arnaldo Caruso Sezione Specializzata di Ematologia e Coagulazione Responsabile: Dott.ssa Arnalda Lanfranchi Pagina 2 di 11

Dettagli

I PROGETTI OMICI. Studiano gli elementi biologici nel loro insieme TRASCRITTOMICA PROTEOMICA

I PROGETTI OMICI. Studiano gli elementi biologici nel loro insieme TRASCRITTOMICA PROTEOMICA 1 I PROGETTI OMICI Studiano gli elementi biologici nel loro insieme TRASCRITTOMICA PROTEOMICA Studia il contenuto in mrna di una cellula (in differenti fasi di sviluppo, in risposta a vari stimoli o a

Dettagli

GENETICA MOLECOLARE LA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO INTEGRATA ALLA PRATICA CLINICA Parte II. Coordinamento scientifico Prof. Maurizio Margaglione

GENETICA MOLECOLARE LA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO INTEGRATA ALLA PRATICA CLINICA Parte II. Coordinamento scientifico Prof. Maurizio Margaglione Corso di aggiornamento PROVIDER REGIONALE PUGLIA n. 10 GENETICA MOLECOLARE LA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO INTEGRATA ALLA PRATICA CLINICA Parte II Coordinamento scientifico Prof. Maurizio Margaglione Crediti

Dettagli

Differenziamento cellulare

Differenziamento cellulare Differenziamento cellulare Differenziamento: acquisizione progressiva di nuove caratteristiche che porta a tipi cellulari specifici (es cell muscolari, neuroni,.) Dopo la fecondazione lo zigote va incontro

Dettagli

La standardizzazione nella pratica quotidiana della citometria a flusso: limiti e vantaggi di un approccio leggero

La standardizzazione nella pratica quotidiana della citometria a flusso: limiti e vantaggi di un approccio leggero La standardizzazione nella pratica quotidiana della citometria a flusso: limiti e vantaggi di un approccio leggero C. Ortolani (Venezia), M.C. Sanzari (Padova) 1 QUANTI SONO I MODELLI APPLICATIVI DI CITOMETRIA

Dettagli

Capitolato Tecnico Allegato C.1 Sistema completo d analisi in citometria a flusso. Giancarlo Salomone. Timbro e firma per accettazione

Capitolato Tecnico Allegato C.1 Sistema completo d analisi in citometria a flusso. Giancarlo Salomone. Timbro e firma per accettazione I R C C S I s t i t u t o T u m o r i " G i o v a n n i P a o l o I I " A r e a G e s t i o n e T e c n i c a V i a l e O r a z i o F l a c c o, 6 5-7 0 1 2 4 B a r i t e l. 0 8 0. 5 5 5 5 1 2 3 F a x

Dettagli

Cellule staminali e cellule staminali tumorali. Da quali cellule origina il tumore?

Cellule staminali e cellule staminali tumorali. Da quali cellule origina il tumore? Cellule staminali e cellule staminali tumorali Da quali cellule origina il tumore? Cellule staminali Sono cellule che hanno la capacitá di perpetuarsi indefinitamente ( self-renewal ) Attraverso il differenziamento,

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

RUOLO DEL TRAPIANTO NEL PAZIENTE CON MIELOMA MULTIPLO

RUOLO DEL TRAPIANTO NEL PAZIENTE CON MIELOMA MULTIPLO RUOLO DEL TRAPIANTO NEL PAZIENTE CON MIELOMA MULTIPLO Nicola Giuliani U. O. Ematologia e CTMO, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma MM-EPIDEMIOLOGIA 10% di tutti i tumori del sangue Malattia dell

Dettagli

Monoclonal antibodies (mabs)

Monoclonal antibodies (mabs) Monoclonal antibodies (mabs) mabs = insieme di anticorpi identici fra loro in quanto prodotti da un solo tipo di cellule B (cloni cellulari) Use of monoclonal antibodies (mabs) Diagnostics: quantitation

Dettagli

DIPARTIMENTO DI GENETICA Sezione di Genetica BIOLOGIA E BIOCHIMICA

DIPARTIMENTO DI GENETICA Sezione di Genetica BIOLOGIA E BIOCHIMICA Associazione Gli amici di Valentina via C.L.N. 42/A 10095 - Grugliasco (TO) Gent.li famiglie dell Associazione, Come per l anno in corso, anche per il prossimo anno la nostra attivita di laboratorio procedera

Dettagli

TUBO PIUMA 100 Presa d aria silenziata per fori di ventilazione nelle facciate degli edifici Air intake silencer for air intakes of building façades

TUBO PIUMA 100 Presa d aria silenziata per fori di ventilazione nelle facciate degli edifici Air intake silencer for air intakes of building façades ISOLAMENTI ACUSTICI DEI SILENZIATORI ACUSTICI DI FACCIATA PER ENTRATA ED ESPULSIONE ARIA CERTIFICATI DAL CSI Modello: TUBO PIUMA 100 L = 300 mm L = 400 mm Dn,e,w = 41 db Dn,e,w = 47 db L Passaggio aria

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Maria del Carmen RODRIGUEZ PEREZ Telefono 0303996295 Fax 0303995036 E-mail rodricarmen@alice.it Nazionalità

Dettagli

Conoscenza delle tecniche per studiare le cellule in coltura

Conoscenza delle tecniche per studiare le cellule in coltura Corso di Laurea in Biotecnologie Tecnologie per linee cellulari e staminali Docente: Grazyna Ptak Ricevimento: per appuntamento; contatto: e-mail: gptak@unite.it Obiettivo del corso: Conoscenza delle tecniche

Dettagli

L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI

L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI XXXIII CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI Marina BERTOLLINI 1, Antonietta ZULLO 2, SOMMARIO Il largo impiego delle informazioni geografiche

Dettagli

LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA

LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA Associazione Culturale Micene 1 Congresso Nazionale Evoluzione della Scienza e della Tecnica LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA Dr. Federico Selvaggi Università degli Studi G. d Annunzio Chieti/Pescara

Dettagli

Can virtual reality help losing weight?

Can virtual reality help losing weight? Can virtual reality help losing weight? Can an avatar in a virtual environment contribute to weight loss in the real world? Virtual reality is a powerful computer simulation of real situations in which

Dettagli

Un nuovo approccio per lo studio delle cellule tumorali circolanti

Un nuovo approccio per lo studio delle cellule tumorali circolanti Un nuovo approccio per lo studio delle cellule tumorali circolanti Gallerani Giulia 1, Fabbri Francesco 2, Carloni Silvia 2, Fici Pietro 3, Zoli Wainer 2 e Amadori Dino 2 1Dipartimento di Morfologia e

Dettagli

ANALISI POST-GENOMICHE TRASCRITTOMA: CONTENUTO DI RNA DI UNA CELLULA.

ANALISI POST-GENOMICHE TRASCRITTOMA: CONTENUTO DI RNA DI UNA CELLULA. TECNICHE PER L ANALISI DELL ESPRESSIONE GENICA RT-PCR REAL TIME PCR NORTHERN BLOTTING ANALISI POST-GENOMICHE Conoscere la sequenza genomica di un organismo non è che l inizio di una serie di esperimenti

Dettagli

Tecnologie per lo studio. delle cellule staminali

Tecnologie per lo studio. delle cellule staminali Tecnologie per lo studio delle cellule staminali Dr.ssa Annalisa Buffo Università degli Studi di Torino Dipartimento di Neuroscienze Introduzione: come smascherare le cellule staminali Le cellule staminali

Dettagli

WORKSHOP MIELOFIBROSI IL TRAPIANTO. Stefano Guidi TMO AOU Careggi Firenze

WORKSHOP MIELOFIBROSI IL TRAPIANTO. Stefano Guidi TMO AOU Careggi Firenze WORKSHOP MIELOFIBROSI IL TRAPIANTO Stefano Guidi TMO AOU Careggi Firenze Mielofibrosi: Storia naturale Decorso da indolente ad aggressivo MF primitiva 1 per 100.000 secondarie 0.1 per 100.000 Il quadro

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome VALENTINA GORI Nazionalità ITALIANA Data di nascita 28 NOVEMBRE 1985 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) 07

Dettagli

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 I requisiti per la gestione del rischio presenti nel DIS della nuova ISO 9001:2015 Alessandra Peverini Perugia 9/09/2014 ISO

Dettagli

METODI GENETICI NELLA IDENTIFICAZIONE DI

METODI GENETICI NELLA IDENTIFICAZIONE DI METODI GENETICI NELLA IDENTIFICAZIONE DI CIANOBATTERI Susanna Vichi, Simonetta Gemma, Emanuela Testai Dip. Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria Istituto Superiore di Sanità, Roma Convegno Cianobatteri

Dettagli

"Sotto l'azzurro fitto del cielo qualche uccello di mare se ne va, nè sosta mai perchè tutte le immagini portano scritto più in là".

Sotto l'azzurro fitto del cielo qualche uccello di mare se ne va, nè sosta mai perchè tutte le immagini portano scritto più in là. Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce. Muore

Dettagli

Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla clinica

Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla clinica Corso postcongressuale XV congresso SIGU Come refertare e comunicare varianti genomiche Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla

Dettagli

Progetto scuola-lavoro Consiglio Nazionale delle Ricerche. Chiara Cuccodoro L.s.s. Francesco d Assisi Classe VE A.s. 2014/2015

Progetto scuola-lavoro Consiglio Nazionale delle Ricerche. Chiara Cuccodoro L.s.s. Francesco d Assisi Classe VE A.s. 2014/2015 Progetto scuola-lavoro Consiglio Nazionale delle Ricerche Chiara Cuccodoro L.s.s. Francesco d Assisi Classe VE A.s. 2014/2015 1 Vaccini a Dna Sono costituiti da un plasmide, cioè un anello di dna, di origine

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA

REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA per l assegnazione di una borsa di studio a favore di candidati in possesso del Diploma di laurea specialistica o magistrale

Dettagli

up date basic medium plus UPDATE

up date basic medium plus UPDATE up date basic medium plus UPDATE Se si potesse racchiudere il senso del XXI secolo in una parola, questa sarebbe AGGIORNAMENTO, continuo, costante, veloce. Con UpDate abbiamo connesso questa parola all

Dettagli

LA PAROLA AI GIOVANI

LA PAROLA AI GIOVANI PROGRAMMA DELL EVENTO FORMATIVO AGGIORNAMENTI DI EMATO-ONCOLOGIA: LA PAROLA AI GIOVANI FORMAZIONE STRATEGICA Responsabile Coordinatore Area Formazione Interna Rappresentante Legale: LUISA BISSOLI a cura

Dettagli

Personale coinvolto: Prof. A. Arcangeli, Dr. A Fortunato, Dr. A Gurriero, Dr. M. Ristori. Riassunto

Personale coinvolto: Prof. A. Arcangeli, Dr. A Fortunato, Dr. A Gurriero, Dr. M. Ristori. Riassunto Relazione progetto dal titolo Uso di vettori lentivirali per il silenziamento genico del complesso CXCR4/hERG1: una nuova strategia terapeutica nei tumori pediatrici chemio resistenti Personale coinvolto:

Dettagli

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza AVIS NAZIONALE/REGIONALE MARCHE Ancona, 31 Ottobre 2008 Il Sistema Trasfusionale tra necessità e disponibilità Le cellule staminali: una risorsa..una speranza Prof.ssa Gabriella Girelli Sapienza Università

Dettagli

ID4452/2007 PROGETTO R&S PISTA: Piattaforma Interdisciplinare Staminali e Terapia Antitumorale.

ID4452/2007 PROGETTO R&S PISTA: Piattaforma Interdisciplinare Staminali e Terapia Antitumorale. DG Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI STEMGEN - STEMGEN Spa Milano - ISB Ion Source & Biotechnologies Srl Milano - BioRep Srl Milano - ISE Integrated

Dettagli

LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni

LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni Perché ci troviamo oggi a parlare delle cellule staminali? Driesch (fine 800) dimostra la totipotenza dei blastomeri dell embrione embrione

Dettagli

Carcinoma basaloide della mammella: definizioni ed implicazioni cliniche. Luca Mazzucchelli SenoForum 2009, Lugano

Carcinoma basaloide della mammella: definizioni ed implicazioni cliniche. Luca Mazzucchelli SenoForum 2009, Lugano Carcinoma basaloide della mammella: definizioni ed implicazioni cliniche Luca Mazzucchelli SenoForum 2009, Lugano L inizio della storia... Perou CM et al. Molecular portraits of human breast tumors. Nature

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più.

I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più. Piante transgeniche prive di geni marker I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più. Possibili problemi una volta in

Dettagli

MASTER DEGREE IN MOLECULAR AA 2015/16

MASTER DEGREE IN MOLECULAR AA 2015/16 MASTER DEGREE IN MOLECULAR AND MEDICAL BIOTECHNOLOGY AA 2015/16 Classe LM-9 - Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche Come iscriversi Il Corso di Studio è ad accesso non programmato Accesso

Dettagli

SUMMER SCHOOL 2013 EFFETTO DELL ACIDO RETINOICO SU CELLULE PROMIELOCITICHE UMANE

SUMMER SCHOOL 2013 EFFETTO DELL ACIDO RETINOICO SU CELLULE PROMIELOCITICHE UMANE SUMMER SCHOOL 2013 EFFETTO DELL ACIDO RETINOICO SU CELLULE PROMIELOCITICHE UMANE HANNO PARTECIPATO ALL ESPERIMENTO: M. Ascari¹; N. Bucalossi²; F. Drocco³; L. Lombardino 4 ; V. Macarelli 5 ; M. Maddii 6

Dettagli

CITOMETRIA A FLUSSO. E una tecnica che permette la misurazione e la caratterizzazione di cellule sospese in un mezzo fluido.

CITOMETRIA A FLUSSO. E una tecnica che permette la misurazione e la caratterizzazione di cellule sospese in un mezzo fluido. CITOMETRIA A FLUSSO E una tecnica che permette la misurazione e la caratterizzazione di cellule sospese in un mezzo fluido. Rende possibile la misurazione di proprieta multiple di singole cellule ad una

Dettagli

Cellule staminali. Emanuele Nasole

Cellule staminali. Emanuele Nasole Cellule staminali Emanuele Nasole Società Italiana di Medicina Subacquea e Iperbarica Docente Master di II Livello in Medicina Subacquea e Iperbarica - Univ-Palermo - Sede di Trapani Servizio di VUNOLOGIA

Dettagli

Prima parte. Prof. Leonardo Della Salda

Prima parte. Prof. Leonardo Della Salda Prima parte Prof. Leonardo Della Salda Modalità di difesa dell organismo Aspetti essenziali della risposta immunitaria Fattori che influenzano l antigenicità Antigeni Apteni Penicillina-albumina (ipersensibilità

Dettagli

Comunicazione ex artt. 23/24 del Provvedimento Banca d Italia/Consob del 22 febbraio 2008 modificato il 24 dicembre 2010

Comunicazione ex artt. 23/24 del Provvedimento Banca d Italia/Consob del 22 febbraio 2008 modificato il 24 dicembre 2010 Allegato B1 Comunicazione ex artt. 23/24 del Provvedimento Banca d Italia/Consob del 22 febbraio 2008 modificato il 24 dicembre 2010 1. Intermediario che effettua la comunicazione ABI 03239 CAB 1601 INTESA

Dettagli

UNI EN ISO 12944-6. Corrosion protection of steel structures by protective paint systems. Laboratory performance test for

UNI EN ISO 12944-6. Corrosion protection of steel structures by protective paint systems. Laboratory performance test for via di Marmiceto, 6/C-56016 Ospeetto PISA P.IVA 01115340505 CCIAA Pi 101169 Report n 2050451/5 UNI EN ISO 12944-6 Corrosion protection of steel structures by protective paint systems Laboratory performance

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DI CITOMETRIA XXVI INCONTRO DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE

SCUOLA NAZIONALE DI CITOMETRIA XXVI INCONTRO DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE Società Italiana di Citometria SCUOLA NAZIONALE DI CITOMETRIA XXVI INCONTRO DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE La Citometria nella Clinica e nella Biologia: metodologie di base e protocolli applicativi PROGRAMMA

Dettagli

Quali sono gli argomenti contro la ricerca sugli embrioni umani e le staminali embrionali? In che misura questi argomenti sono davero validi?

Quali sono gli argomenti contro la ricerca sugli embrioni umani e le staminali embrionali? In che misura questi argomenti sono davero validi? Per quali motivi la ricerca sulle staminali è oggetto di controversie etiche? Ha senso la contrapposizione tra staminali adulte ed embrionali sul piano strettamente empirico? Fino a che punto il dibattito

Dettagli

Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org

Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org Le domande sulla PCR rivolte con maggior frequenza Autore: Dott. Michael Mauro, Professore di Medicina della Divisione di Ematologia e Oncologia medica;

Dettagli

Amministrazione Dirigente biologo con incarico a tempo determinato Numero telefonico dell'ufficio 02 55034255 / 6311 Fax dell'ufficio 02 55034183

Amministrazione Dirigente biologo con incarico a tempo determinato Numero telefonico dell'ufficio 02 55034255 / 6311 Fax dell'ufficio 02 55034183 CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cattaneo Alessandra Data di nascita 20/09/1977 Qualifica Biologo Amministrazione Incarico attuale Dirigente biologo con incarico a tempo determinato Numero

Dettagli

LEAN MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI Corso base

LEAN MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI Corso base Corso di formazione LEAN MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI Corso base Value Perfection Value stream mapping Pull Flow Montecchio Precalcino (VI), novembre - dicembre 2015 2 Lean Thinking: a way to do more

Dettagli