COMMENTARIO V CONTO ENERGIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMMENTARIO V CONTO ENERGIA"

Transcript

1 COMMENTARIO V CONTO ENERGIA Premesse a) Incremento del costo indicativo cumulato annuo a milioni di euro (il V C.E. termina 30 gg dopo il raggiungimento); b) Il V C.E. parte dopo 45 giorni dalla pubblicazione della delibera dell AEEG del raggiungimento di un costo indicativo cumulato annuo di 6 mld di euro + priorita di accesso al primo registro agli impianti che rispondono ai requisiti del DM 5 maggio 2011 e non del presente decreto; N.B. il 12 luglio l AEEG ha pubblicato la delibera di raggiungimento del costo indicativo cumulato annuo di 6 miliardi di euro, quindi il V C.E. partirà il 27 agosto c) Esenzione dal registro per: - per gli impianti fotovoltaici integrati innovativi; - gli impianti a concentrazione; - gli impianti fotovoltaici realizzati da Amministrazioni pubbliche; - impianti fotovoltaici di potenza fino a 50 kw con completa rimozione dell amianto. Commento [e1]: PROGETTI CON I COMUNI COME SOGGETTI RESPONSABILI e) Gli impianti realizzati da pubbliche Amministrazioni, oltre all esenzione dal registro citata al punto c), viene concesso l accesso alle tariffe del 4 C.E. qualora entrino in esercizio entro il 31 dicembre 2012; f) Incentivi anche ai fabbricati rurali, alle cave, alle miniere, agli edifici produttivi non soggetti all obbligo di certificazione energetica; g) Specifici premi per impianti in sostituzione di amianto, nonche per impianti con componenti europei; h) Tariffe speciali per impianti innovativi e a concentrazione.

2 Art. 1 Finalità e ambito di applicazione 2) L AEEG, su comunicazione del GSE, entro 3 gg dalla comunicazione, pubblica una delibera con la data di raggiungimento dei 6 miliardi di costo cumulativo annuo degli incentivi. 3) Decorsi 45 gg dalla data di pubblicazione della delibera di cui al punto 1) si applica il V C.E. 4) Il IV C.E. continua ad applicarsi: a. ai piccoli impianti, agli impianti titolo III (imp.innovativi), agli impianti titolo IV (imp.concentrazione), che entrano in esercizio prima della data di cui al comma precedente (45 gg dalla data di pubblicazione della delibera AEEG di raggiungimento dei 6 miliardi) b. ai grandi impianti iscritti in posizione utile nei registri (ovviamente nei registri del IV conto) e che producono la certificazione di fine lavori nei termini previsti c. agli impianti realizzati su edifici pubblici e su aree delle amministrazioni pubbliche che entrano in esercizio entro il 31 dicembre ) Il presente decreto cessa di applicarsi dopo 30 gg dal raggiungimento dei 6,7 miliardi di costo cumulativo annuo degli incentivi. Art. 2 definizioni b) Data di entrata in esercizio è la data in cui si effettua il primo funzionamento dell'impianto in parallelo con il sistema elettrico c) produzione netta di un impianto è: (produzione lorda impianto) (energia assorbita dai serv. ausil.) (perdite nei trasformatori principali) (perdite sui cavi fino al punto di consegna) d) produzione lorda di un impianto è quella misurata immediatamente a valle degli inverter Art. 3 Accesso ai meccanismi di incentivazione 1) i seguenti impianti accedono direttamente alle tariffe incentivanti: a. impianti fino a 50 kw realizzati su edifici con moduli installati con completa sostituzione di coperture contenenti amianto; b. impianti fino a 12 kw; c. potenziamento di impianti con un incremento fino a 12 kw; d. impianti integrati innovativi (fino al raggiungimento di 50 milioni di costo cumulativo annuo) e. impianti a concentrazione (fino al raggiungimento di 50 milioni di costo cumulativo annuo) f. impianti realizzati da Amministrazioni Pubbliche mediante gare d appalto (fino al raggiungimento di 50 milioni di costo cumulativo annuo) g. impianti con 12 kw<p 20 kw che richiedono una tariffa ridotta del 20% rispetto a quella spettante agli impianti di pari potenza

3 2) Gli impianti non ricadenti nel comma 1) accedono alle tariffe previa iscrizione ai registri in posizione tale da rientrare nei seguenti limiti di spesa annua: a. 1 registro: 140 mil b. 2 registro: 120 mil c. successivi registri: 80 milioni di euro fino al raggiungimento dei 6,7 mld di spesa cumulativa annua. 3) In ciascun registro vengono messe a disposizione le somme di cui al comma 2) sommando eventuali residui dei registri precedenti o da impianti con iscrizioni scadute. A partire dal secondo registro vengono sottratte le somme assegnate nel semestre precedente agli impianti impianti e potenziamento di impianti fino a 12 kw e a quelli con rimozione amianto fino a 50 kw); inoltre, limitatamente al secondo registro, vengono sottratte le somme spese per gli impianti su aree pubbliche che entrano in esercizio entro il 31/12/2011 (in caso di insufficiente compensazione si procede a ulteriore detrazione nei registri successivi) Art. 4 Procedura per gli impianti a registro 2) Entro 30 gg dalla pubblicazione del V conto il GSE pubblica le regole applicative; entro 20 gg dalla pubblicazione delle regole applicative il GSE pubblica il bando per l iscrizione al 1 registro, e prevede la presentazione delle domande di iscrizione al primo registro per 30 gg successivi alla data di pubblicazione del bando. 3) I registri successivi si apriranno per 60 gg con cadenza semestrale. 4) Entro 20 gg dalla data di chiusura del registro, il GSE forma la graduatoria degli impianti iscritti al medesimo registro. 5) Criteri di priorità per l iscrizione al registro: a) impianti su edifici dal cui attestato di certificazione energetica risulti la miglior classe energetica, che comunque deve risultare D o superiore, con sostituzione di amianto; Commento [e2]: CRITERI DI PRIORITA IN ORDINE DECRESCENTE b) impianti su edifici dal cui attestato di certificazione energetica risulti la miglior classe energetica, che comunque deve risultare D o superiore; c) impianti su edifici con moduli installati in sostituzione di coperture con completa rimozione dell amianto; d) impianti con componenti principali (moduli+inverter) realizzati unicamente all interno di un Paese che risulti membro dell UE/SEE (Spazio Economico Europeo = Islanda, Liechtenstein e Norvegia); e) impianti ubicati, nell ordine, su: siti contaminati ovvero i moduli siano collocati sui tetti degli edifici insistenti sul sito medesimo; su terreni del demanio militare; discariche esaurite; cave dismesse; miniere esaurite; f) impianti di potenza non superiore a 200 kw asserviti ad attivita produttive;

4 g) impianti realizzati, nell ordine, su edifici, serre, pergole, tettoie, pensiline, barriere acustiche; h) altri impianti che rispettino i requisiti di cui all art. 7 del decreto (componenti nuovi, 10 anni di garanzia, adesione a consorzio per il riciclo dei moduli, ISO 9001:2008, OHSAS 18001, ISO 14000, ispezione di fabbrica qualità processo produttivo e materiali utilizzati) ricadenti in una delle tipologie d impianto ammessa al V conto. Qualora le risorse disponibili non coprano integralmente tutti gli impianti ricadenti in una delle categorie precedenti, all interno di tale categoria sono applicati i seguenti ulteriori criteri di priorita: i. impianti per i quali il soggetto interessato richiede una tariffa ridotta del 5% rispetto a quella vigente alla data di entrata in esercizio; ii. iii. iv. precedenza della data del titolo autorizzativo; minore potenza dell impianto; precedenza della data della richiesta di iscrizione al registro. 7) Solo per il primo registro il primo criterio di selezione è la data di entrata in esercizio, inoltre non si applicano i requisiti e le tipologie di impianto ammesse al V conto ma i requisiti del IV conto (DM 5 maggio 2011 art.11) fermo restando il rispetto dell art.65 della Legge 24 marzo ) Sono ammessi alle tariffe incentivanti gli impianti iscritti nel registro purche entrino in esercizio entro un anno dalla data di pubblicazione della graduatoria. Art. 5 Tariffe incentivanti 1) Il tipo di tariffe varia a seconda della taglia d impianto nel seguente modo: - Impianti di potenza nominale fino a 1 MW: il GSE eroga, per la produzione netta immessa in rete, una tariffa omnicomprensiva (incentivo+vendita), determinata sulla base della potenza e della tipologia di impianto (impianto fotovoltaico, innovativo, a concentrazione) Commento [e3]: VIENE INCENTIVATA LA PRODUZIONE NETTA (DEFINITA COME (PRODUZIONE LORDA) (CONSUMI E PERDITE CONVENZIONALI DI CUI ALL ART.6) - Per tutti gli impianti di potenza nominale superiore a 1 MW: il GSE eroga, per la produzione netta immessa in rete, la differenza, se positiva, fra la tariffa omnicomprensiva e il prezzo zonale orario 1 ; tale differenza non puo essere superiore alle tariffe omnicomprensive; l energia prodotta dagli impianti di potenza nominale superiore a 1 MW resta nella disponibilita del produttore. 1 Il prezzo di vendita zonale è il prezzo di equilibrio del mercato elettrico in ciascuna zona (geografica o virtuale) rappresentativa di una porzione della rete nazionale. Attualmente le zone geografiche di mercato sono: Nord, Centro Nord, Centro Sud, Sud, Calabria, Sicilia, Sardegna. Le zone virtuali nazionali sono invece relative a poli di produzione limitata definite da Terna (operatore di reti per la trasmissione dell'energia). Ai produttori viene riconosciuto il prezzo zonale orario, variabile in base alla zona geografica dell'impianto. Il prezzo zonale viene corrisposto sulla base del profilo orario di immissione del singolo produttore. Il profilo orario è determinato dal gestore di rete. Commento [e4]: COME NOTA [e4] Commento [e5]: CAPOVERSO DI DIFFICILE INTERPRETAZIONE: SEMBREREBBE INTENDERE CHE IL GSE EROGA UNA TARIFFA PARI A: (OMNICOMPRENSIVA) (PREZZO ZONALE VENDITA) SE LA DIFFERENZA È >0. E EVIDENTE CHE TALE DIFFERENZA È SEMPRE INFERIORE ALLE TARIFFE OMNICOMPRENSIVE

5 In entrambe i casi, sulla quota della produzione netta consumata in sito è attribuita una tariffa premio 2) Le tariffe omnicomprensive e le tariffe premio sull energia consumata sono incrementate, limitatamente agli impianti fotovoltaici e agli impianti integrati con caratteristiche innovative, dei seguenti premi, tra loro cumulabili: a) Premio per gli impianti con componenti europei: i. 20 /MWh (2 c /kwh) se entrano in esercizio entro il 31 dicembre 2013; Commento [e6]: NO QUELLI A CONCENTRAZIONE, NE SERRE, TETTOIE, ECC. Commento [e7]: VANTAGGIOSO INSTALLARE PRODOTTI EUROPEI ANCHE IN SOSTITUZIONE DI AMIANTO ii. 10 /MWh (1 c /kwh) se entrano in esercizio entro il 31 dicembre 2014; iii. 5 /MWh (0,5 c /kwh) se entrano in esercizio successivamente al 31 dicembre b) Premio per gli impianti realizzati su edifici con moduli installati in sostituzione di coperture su cui è operata la completa rimozione dell eternit o dell amianto: i. 30 /MWh (3 c /kwh) se P 20 kw 20 /MWh se P>20 kw, qualora entrino in esercizio entro il 31 dicembre 2013; ii. 20 /MWh (2 c /kwh) se P 20 kw 10 /MWh se P>20 kw, qualora entrino in esercizio entro il 31 dicembre 2014; iii. 10 /MWh (1 c /kwh) se P 20 kw 5 /MWh se P>20 kw, qualora entrino in esercizio dopo il 31 dicembre ) Pergole, serre, barriere acustiche, tettoie, pensiline e fabbricati rurali (accatastati prima dell entrata in esercizio dell'impianto) hanno diritto a una tariffa pari alla media fra la tariffa spettante per impianti su edifici e altri impianti. Le serre devono presentare un rapporto superficie moduli/ copertura della serra non superiore al 30%. Il predetto limite è incrementato al 50% per le serre per le quali l autorizzazione sia stata rilasciata in data antecedente alla data di entrata in vigore del decreto. Qualora la serra non rispetti i predetti requisiti, l impianto ricade nella categoria altri impianti. 5) La tariffa spettante e quella vigente alla data di entrata in esercizio dell impianto. Agli impianti iscritti a registro in posizione utile che risultino entrati in esercizio prima della chiusura del periodo di presentazione delle domande di iscrizione, viene attribuita la tariffa vigente alla data di chiusura del predetto periodo di iscrizione. Commento [e8]: NON E PIU CONSIDERATA UN PREMIO MA UNA TARIFFA A SE STANTE; NONOSTANTE CIO NON HA DIRITTO AI PREMI DI CUI AL COMMA PRECEDENTE Commento [e9]: CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE DELLE SERRE Per i soli impianti iscritti al primo registro che risultino entrati in esercizio prima dell avvio del V conto (ovvero prima del 45 giorno dalla pubblicazione della delibera dell AEEG di raggiungimento dei 6 mld), viene applicata la tariffa incentivante spettante agli impianti che entrano in esercizio nel primo semestre di applicazione del decreto. Art. 6 Richiesta ed erogazione delle tariffe incentivanti

6 5) I consumi attribuibili ai servizi ausiliari, alle perdite nei trasformatori principali e alle perdite di linea fino al punto di consegna dell energia alla rete elettrica sono definiti su base convenzionale e sono espressi in termini di percentuale dell energia elettrica prodotta lorda. A tal fine: a. nel caso di impianti con potenza non superiore a 1 MW l energia elettrica assorbita dai servizi ausiliari di centrale è forfettariamente posta pari all 1%, per impianti su edifici, e al 2%, per impianti a terra, della produzione lorda; Commento [e10]: CALCOLO DELLE PERDITE SU BASE CONVENZIONALE b. per tutti gli altri impianti, il GSE definisce e aggiorna, per ogni impianto, il valore percentuale da utilizzare, sulla base delle definizioni e dei principi adottati dall Autorita per l energia elettrica e il gas con proprio provvedimento. Art. 7 Impianti fotovoltaici: requisiti dei soggetti e degli impianti 1) Possono beneficiare delle tariffe incentivanti: a. persone fisiche; b. persone giuridiche; c. soggetti pubblici; d. condomini di unita immobiliari ovvero di edifici. 2) I componenti d impianto devono avere le caratteristiche dei seguenti commi. 3) Componenti nuovi. 4) Moduli con 10 anni di garanzia. 5) Costruttore dei moduli dotato di adesione a consorzio per il riciclo dei moduli, ISO 9001:2008, OHSAS 18001, ISO 14000, ispezione di fabbrica qualità processo produttivo e materiali utilizzati. 8) Gli impianti ricadono in una delle seguenti tipologie: a. impianti fotovoltaici realizzati su un edificio, dotati di un attestato di certificazione energetica comprendente anche l'indicazione di possibili interventi migliorativi delle prestazioni energetiche dell'edificio; Commento [e11]: CARATTERISTICHE NECESSARIE PER OTTENERE LE TARIFFE INCENTIVANTI b. impianti realizzati su edifici con completa rimozione dell amianto; c. impianti realizzati su pergole, serre, fabbricati rurali, edifici a destinazione produttiva non soggetti all obbligo di certificazione energetica, barriere acustiche, tettoie e pensiline; d. impianti ubicati in discariche esaurite, area di pertinenza di discariche o di siti contaminati, cave dismesse, miniere, aree non agricole in concessione al gestore del servizio idrico integrato, impianti su terreni nella disponibilita del demanio militare; e. impianti realizzati nei tempi e in conformita a quanto previsto dall articolo 65; f. altri impianti, diversi da quelli di cui alle lettere precedenti, che hanno ottenuto il titolo autorizzativo per la costruzione e l esercizio entro la data di entrata in vigore del presente decreto, fermo restando i limiti cui all articolo 65. Commento [e12]: N.B.: SONO STATI ELIMINATI TUTTI GLI IMPIANTI A TERRA, ANCHE SU TERRENO INDUSTRIALE O DI QUALUNQUE ALTRO TIPO.

7 Art. 8 Impianti fotovoltaici con caratteristiche innovative: requisiti dei soggetti e degli impianti 1) Possono beneficiare delle tariffe incentivanti: a. persone fisiche; b. persone giuridiche; c. soggetti pubblici; d. condomini di unita immobiliari ovvero di edifici. 2) I componenti d impianto devono avere le caratteristiche seguenti: a. Potenza installata massima pari a 5 MW; b. moduli e componenti in sostituzione di elementi architettonici secondo Allegato 4; c. Componenti nuovi. 3) Costruttore dei moduli dotato di ISO 9001:2008, OHSAS 18001, ISO 14000, ispezione di fabbrica qualità processo produttivo e materiali utilizzati. Art. 9 Impianti fotovoltaici a concentrazione: requisiti dei soggetti e degli impianti Commento [e13]: MANCA L ADESIONE AL CONSORZIO DI RICICLO 1) Possono beneficiare delle tariffe incentivanti: a. persone giuridiche; b. soggetti pubblici; 2) I componenti d impianto devono avere le caratteristiche seguenti: Commento [e14]: NON CI SONO PERSONE FISICHE E CONDOMINI a. Potenza installata massima pari a 5 MW; b. i moduli fotovoltaici dovranno essere certificati in accordo con la norma CEI EN 62108; c. il fattore di concentrazione e pari almeno a 10 soli; per fattori di concentrazione compresi fra 3 e 10 soli le tariffe sono ridotte del 10%; gli impianti con fattore di concentrazione inferiore a 3 soli sono equiparati agli impianti fotovoltaici (con relativa iscrizione al registro). Art. 10 Gestione del sistema di incentivazione e regole applicative 1) I soggetti che richiedono le tariffe corrispondono al GSE un contributo pari a: - 0 <P 20 kw :. 3 per ogni kw - P > 20 kw :. 3 per i primi 20 kw + 2 per ogni kw di potenza eccedente i 20 kw. 2) Il contributo è dovuto: Commento [e15]: ESEMPIO: IMPIANTO DA 1 MW VERSA AL GSE all atto della richiesta delle tariffe per gli impianti senza obbligo di iscrizione al registro; - all atto della richiesta di iscrizione al registro per gli altri impianti.

8 3) In caso di impianti iscritti nel registro in posizione non utile, il contributo non è dovuto per l iscrizione a successivi registri dello stesso impianto. 4) I soggetti responsabili che accedono alle tariffe incentivanti (relative a tutti i C.E.), a decorrere dal 1 gennaio 2013 sono tenuti a corrispondere al GSE, anche mediante compensazione degli incentivi spettanti, un contributo di 0,05 c per ogni kwh di energia incentivata. Art. 11 Ulteriori compiti dell Autorità per l energia elettrica e il gas 1) L AEEG provvederà a definire: a. Modalita e tempi, eventualmente ulteriori rispetto a quelle gia definiti con la deliberazione n. 84/2012/R/eel, entro i quali tutti gli inverter degli impianti entrati in esercizio entro il 30 giugno 2012 vengono adeguati. In caso contrario il GSE sospende l erogazione degli incentivi fino all avvenuto adeguamento degli impianti; Commento [e16]: PROBABILE PROROGA DEI TERMINI PREVISTI DALLA DELIBERA 84 (31/3/2013) c. Le modalita di utilizzo dei dispositivi di accumulo, anche integrati con gli inverter, per migliorare la gestione dell energia prodotta, nonche per immagazzinare la produzione degli impianti nei casi in cui siano inviati segnali di distacco o modulazione della potenza; d. Le modalita con le quali i gestori di rete possono mettere a disposizione, eventualmente in alternativa alla soluzione precedente, capacita di accumulo presso cabine primarie; f. I casi e le modalita con le quali il GSE provvede a richiede l installazione, presso gli impianti, dei dispositivi di misurazione e trasmissione satellitare dei dati di energia prodotta ed energia primaria. 4) L AEEG aggiorna se necessario i propri provvedimenti relativi all erogazione del servizio di misura dell energia elettrica prodotta: Commento [e17]: PREVISIONE DI PUBBLICAZIONE DI NORMATIVE SULL ACCUMULO DI ENERGIA Commento [e18]: REGOLAMENTAZION E DELLE ATTIVITA CHE ERANO STATE AVVIATE DA DIGITARIA PRESSO GLI IMPIANTI a. definisce le caratteristiche dei misuratori dell energia elettrica prodotta lorda prevedendo che siano teleleggibili dal gestore di rete con cadenza mensile e, almeno per gli impianti di potenza superiore a 1 MW, con un dettaglio orario; b. prevede che la responsabilita del servizio di misura dell energia elettrica prodotta, sia posta, anche ai fini del successivo riconoscimento degli incentivi e delle tariffe incentivanti, in capo ai gestori di rete e che i medesimi, con cadenza mensile, siano tenuti a trasmettere al GSE le misure di cui alla lettera a1) nonche quelle relative all energia elettrica immessa in rete Art. 12 Cumulabilità degli incentivi e dei meccanismi di valorizzazione dell'energia elettrica prodotta 5) Le tariffe incentivanti di cui al presente decreto sono alternative ai seguenti benefici: a. il meccanismo dello scambio sul posto; Tale disciplina trova applicazione, su richiesta del produttore, in alternativa alle tariffe incentivanti, prima del termine del periodo di diritto alle medesime tariffe incentivanti, e dopo il termine del periodo di diritto alle tariffe incentivanti. Commento [e19]: CHI SCEGLIE LO SCAMBIO SUL POSTO NON HA DIRITTO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI (NE OMNICOMPRENSIVA NE PREMIO SULL AUTOCONSUMO)

9 b. il ritiro con le modalita e alle condizioni fissate dall AEEG ai sensi dell'art. 13, comma 3, del D.Lgs. 387/2003 ( essa è ritirata, su richiesta del produttore, dal gestore di rete alla quale l'impianto è collegato facendo riferimento a condizioni economiche di mercato ), ovvero la cessione al mercato per i soli impianti di potenza fino a 1 MW Art. 18 Impianti fotovoltaici con innovazione tecnologica 1) Entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto sono definite le caratteristiche di innovazione tecnologica e i requisiti tecnici degli impianti con innovazione tecnologica e le relative tariffe Commento [e20]: SI RIMANDA ANCORA A UN FUTURO DECRETO LA DEFINIZIONE DEI REQUISITI PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA

10

Il Quinto Conto Energia

Il Quinto Conto Energia Nota di approfondimento Il Quinto Conto Energia E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012, n. 159, il decreto 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, che ridefinisce le modalità

Dettagli

V Conto Energia. Sintesi e novità

V Conto Energia. Sintesi e novità V Conto Energia Una sintesi del Decreto Ministeriale (c.d. V Conto Energia) che indica quali sono e potranno essere i criteri e le modalità di incentivazione attuali e futuri della produzione di energia

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA Entrata in vigore: Il nuovo regime di incentivazione previsto dal V conto energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo

Dettagli

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Il DM 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, ridefinisce le modalità di incentivazione per la produzione di energia

Dettagli

V Conto Energia Le principali novità in 15 FAQ

V Conto Energia Le principali novità in 15 FAQ 1. Quando entra in vigore il DM 5 Luglio 2012, ovvero il Quinto Conto Energia? Il Quinto Conto Energia (il Decreto ) è entrato in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale,

Dettagli

Arriva il V Conto Energia

Arriva il V Conto Energia Arriva il V Conto Energia ecco le risposte alle domande più frequenti BibLus-net 11 luglio 2012 Decreto 5 luglio 2012 V Conto Energia Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012 il Decreto Ministeriale

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA Entrata in vigore: Il nuovo regime di incentivazione previsto dal V conto energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo

Dettagli

Il 5 Conto Energia in breve

Il 5 Conto Energia in breve Il 5 Conto Energia in breve 1 Il 5 Conto Energia è ufficiale In vista all avvicinarsi del tetto dei 6/7miliardi di euro annui fissato dal Decreto 5 maggio 2011, dopo circa tre mesi dalle prime voci di

Dettagli

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 presenta Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici FAQ _ domande frequenti Quando entra in vigore il

Dettagli

Guida al IV Conto Energia. DM 5 maggio 2011 2011-2016

Guida al IV Conto Energia. DM 5 maggio 2011 2011-2016 Guida al IV Conto Energia DM 5 maggio 2011 2011-2016 Periodo di applicazione dal 1 giugno 2011 al 31 dicembre 2016 Criteri del regime di sostegno Il regime di sostegno è assicurato secondo : obiettivi

Dettagli

GUIDA al V CONTO ENERGIA

GUIDA al V CONTO ENERGIA GUIDA al V CONTO ENERGIA Introduzione Decreto Ministeriale 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. Il 5 Conto Energia stabilisce le regole di

Dettagli

Guida alla lettura del V Conto Energia

Guida alla lettura del V Conto Energia Guida alla lettura del V Conto Energia Manuale pratico per l applicazione del decreto ministeriale 5 luglio 2012 (aggiornata al 5/9/2012) Sommario Finalità del decreto... 3 Disciplina transitoria... 4

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE N. 5 LUGLIO 2012. detto anche Quinto conto energia. Guida alla lettura

DECRETO MINISTERIALE N. 5 LUGLIO 2012. detto anche Quinto conto energia. Guida alla lettura DECRETO MINISTERIALE N. 5 LUGLIO 2012 detto anche Quinto conto energia Guida alla lettura Premessa Il V Conto Energia aggiorna lo schema di incentivi previsti per incentivare la produzione di energia elettrica

Dettagli

Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici.

Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici. Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici. Premessa Dal 27 Agosto entra pienamente in funzione il il DM 5 luglio 2012 definito (Quinto Conto Energia), le tariffe incentivanti

Dettagli

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici 1 FAQ _ domande frequenti Quando entra in vigore il 5 Conto

Dettagli

Arosio Luce srl. Il 5 Conto Energia in breve

Arosio Luce srl. Il 5 Conto Energia in breve Il 5 Conto Energia in breve Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. Quando entra in vigore il 5 Conto Energia? La data

Dettagli

5 CONTO ENERGIA FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE FREQUENTI

5 CONTO ENERGIA FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE FREQUENTI 27 AGOSTO 2012 Entra in vigore il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici FAQ domande frequenti Per quali

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI ENERGIE RINNOVABILI: PRESENTE E FUTURO NEL TERRITORIO LODIGIANO IMPIANTI FOTOVOLTAICI Dott. Ing. Andrea Locatelli Cos'è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico costituito

Dettagli

Cosa è il Conto energia? Come funziona il quarto Conto energia? Cosa devo fare per ottenere la tariffa incentivante del Conto energia?

Cosa è il Conto energia? Come funziona il quarto Conto energia? Cosa devo fare per ottenere la tariffa incentivante del Conto energia? FAQ Cosa è il Conto energia? Con il Decreto Ministeriale del 05 Maggio 2011 è stato introdotto il nuovo Quarto Conto Energia per il riconoscimento degli incentivi Statali ai proprietari di impianti fotovoltaici.

Dettagli

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende il fotovoltaico quanto costa e quanto rende gli incentivi /1 In Italia, da settembre 2005, è attivo un meccanismo di incentivazione, definito Conto Energia, per la produzione di energia elettrica mediante

Dettagli

Le principali novità del V Conto Energia

Le principali novità del V Conto Energia Vittorio Chiesa L entrata in vigore Le modalità di accesso all incentivazione Lo scambio sul posto Le principali novità del V Conto Energia Il limite ai volumi incentivabili Le tariffe incentivanti www.energystrategy.it

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO E ENERGIE RINNOVABILI SOLARE FOTOVOLTAICO SOLARE TRERMICO E FOTOVOLTAICO. MADE IN Italy

RISPARMIO ENERGETICO E ENERGIE RINNOVABILI SOLARE FOTOVOLTAICO SOLARE TRERMICO E FOTOVOLTAICO. MADE IN Italy SOLARE FOTOVOLTAICO MADE IN Italy SOLARE TRERMICO E FOTOVOLTAICO 8. COGLIERE L OPPORTUNITÀ DEL FOTOVOLTAICO RICAVI INCENTIVANTE CONTO ENERGIA Il Quinto Conto Energia, con il Decreto 12 Luglio 2012, stabilisce

Dettagli

Conto energia: qualche numero

Conto energia: qualche numero INCONTRO TECNICO DI APPROFONDIMENTO Giornata dell solare Bari, 24 maggio 2012 Realizzazione di un impianto fotovoltaico Analisi della convenienza economico/finanziaria Intervento a cura di Massimo Leone

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO il decreto legislativo n. 28 del 2011; CONSIDERATO che l Italia ha pienamente

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 e, in particolare, gli articoli

Dettagli

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende il fotovoltaico quanto costa e quanto rende gli incentivi /1 In Italia, da settembre 2005, è attivo un meccanismo di incentivazione, definito Conto Energia, per la produzione di energia elettrica mediante

Dettagli

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende il fotovoltaico quanto costa e quanto rende gli incentivi /1 In Italia, da settembre 2005, è attivo un meccanismo di incentivazione, definito Conto Energia, per la produzione di energia elettrica da fonte

Dettagli

INFORMATIVA 02/2010. Il terzo Conto Energia: 2011-2013

INFORMATIVA 02/2010. Il terzo Conto Energia: 2011-2013 INFORMATIVA 02/2010 Il terzo Conto Energia: 2011-2013 Realizzato da: TIS Area Energia & Ambiente Data: Bolzano, 08/10/2010 TIS AREA ENERGIA & AMBIENTE 2 Indice 1 L attuale Conto Energia... 4 1.1 Introduzione...

Dettagli

PREMESSE VISTO il Piano d Azione Nazionale per le energie rinnovabili, PAN, adottato dal Governo nel giugno 2010, nel quale il predetto obiettivo del

PREMESSE VISTO il Piano d Azione Nazionale per le energie rinnovabili, PAN, adottato dal Governo nel giugno 2010, nel quale il predetto obiettivo del PREMESSE VISTO il Piano d Azione Nazionale per le energie rinnovabili, PAN, adottato dal Governo nel giugno 2010, nel quale il predetto obiettivo del 17% è scomposto nei tre settori principali calore,

Dettagli

Il Quinto conto energia e il nuovo sistema di incentivi alle energie rinnovabili

Il Quinto conto energia e il nuovo sistema di incentivi alle energie rinnovabili Unioncamere Lombardia Il Quinto conto energia e il nuovo sistema di incentivi alle energie rinnovabili 4 giugno 2012 Avv. Stefania Gorgoglione 1 Quadro normativo generale FR D.Lgs. 16 marzo 1999, n. 79,

Dettagli

4 CONTO ENERGIA: INCENTIVI PER IMPIANTI SU SERRE, PENSILINE, ETC.

4 CONTO ENERGIA: INCENTIVI PER IMPIANTI SU SERRE, PENSILINE, ETC. 1) INCENTIVI 2011-2012 PER GLI Anche il "Quarto Conto Energia" per gli impianti fotovoltaici su serre, pensiline, tettoie o pergole stabilisce degli incentivi riconosciuti e costanti per 20 anni, a decorrere

Dettagli

Polo Territoriale di Cremona Il supporto offerto all azienda dal fotovoltaico

Polo Territoriale di Cremona Il supporto offerto all azienda dal fotovoltaico Polo Territoriale di Cremona Il supporto offerto all azienda dal fotovoltaico Quarto e Quinto Conto Energia 2 Il Quarto Conto Energia, istituito dal DM 5 maggio 2011, introduce un tetto di spesa per il

Dettagli

5 Conto Energia: novità e prospettive. Gert Gremes, Consigliere ANIE/GIFI Bolzano, 25 luglio 2012

5 Conto Energia: novità e prospettive. Gert Gremes, Consigliere ANIE/GIFI Bolzano, 25 luglio 2012 5 Conto Energia: novità e prospettive Gert Gremes, Consigliere ANIE/GIFI Bolzano, 25 luglio 2012 Citazioni Il contributo del fotovoltaico in Italia influisce sul sistema dei prezzi: se prima il differenziale

Dettagli

ii. è caratterizzato da uno o più impianti fotovoltaici che hanno una potenza nominale complessiva 200 kw <P<10 MW;

ii. è caratterizzato da uno o più impianti fotovoltaici che hanno una potenza nominale complessiva 200 kw <P<10 MW; A. DEFINIZIONI DELLE TIPOLOGIE DI IMPIANTO 1. Impianto fotovoltaico realizzato su un o: è l impianto i cui moduli sono posizionati sugli secondo le modalità individuate nell allegato 2. 2. Impianto fotovoltaico

Dettagli

IL NUOVO CONTO ENERGIA PER IL FOVOLTAICO. Maurizio Cuppone

IL NUOVO CONTO ENERGIA PER IL FOVOLTAICO. Maurizio Cuppone IL NUOVO CONTO ENERGIA PER IL FOVOLTAICO Maurizio Cuppone I risultati del Conto Energia Numerosità e potenza degli impianti in esercizio 45.000 40.000 35.000 30.000 25.000 20.000 15.000 10.000 5.000 -

Dettagli

La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007.

La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007. 1. GENERALITA Tariffe incentivanti e periodo di diritto (DM 19/02/207 art.6) La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007. L impianto

Dettagli

Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico. Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012

Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico. Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012 Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012 Contenuti Il 5 Conto Energia I punti principali Genesi Opportunità

Dettagli

4 Conto Energia: opportunità e prospettive per l industria l. e le. banche. Paolo Zavatta, Consiglio Direttivo ANIE GIFI Roma 17 Giugno 2011

4 Conto Energia: opportunità e prospettive per l industria l. e le. banche. Paolo Zavatta, Consiglio Direttivo ANIE GIFI Roma 17 Giugno 2011 4 Conto Energia: opportunità e prospettive per l industria l e le banche Paolo Zavatta, Consiglio Direttivo ANIE GIFI Roma 17 Giugno 2011 1 Indice Introduzione Considerazioni generali Regime transitorio:

Dettagli

IL NUOVO CONTO ENERGIA Presentazione del 27/02/2007

IL NUOVO CONTO ENERGIA Presentazione del 27/02/2007 IL NUOVO CONTO ENERGIA Presentazione del 27/02/2007 AUTOMAZIONE 2000 Prendi il controllo! www.automazione2000.it 1 Chi può beneficiare del Conto Energia? Persone fisiche Persone giuridiche Soggetti pubblici

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO V CONTO ENERGIA Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta energia-ambiente-agricoltura

SCHEMA DI DECRETO V CONTO ENERGIA Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta energia-ambiente-agricoltura SCHEMA DI DECRETO V CONTO ENERGIA Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta energia-ambiente-agricoltura Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 5 luglio 2012. Attuazione dell art. 25 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante incentivazione della produzione

Dettagli

Incentivi e Agevolazioni Solare. Fotovoltaico

Incentivi e Agevolazioni Solare. Fotovoltaico Incentivi e Agevolazioni Solare Fotovoltaico Conto Energia 2007 Il Decreto Tariffe Incentivanti Procedure e documentazione IL DECRETO Decreto Ministeriale 19 Febbraio 2007 - G.U. n n 43-21/02/07. Ministero

Dettagli

Il 4 Conto Energia in breve

Il 4 Conto Energia in breve Il 4 Conto Energia in breve DECRETO 5 maggio 2011 Gazzetta n. 109 del 12 maggio 2011 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. www.campisano.it 1 Premessa Con

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA

ENERGIA FOTOVOLTAICA ENERGIA FOTOVOLTAICA Quinto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.07.2012 - G.U. 10.07.2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici 3 Meccanismo di finanziamento

Dettagli

Il 4 Conto Energia in breve

Il 4 Conto Energia in breve Il 4 Conto Energia in breve DECRETO 5 maggio 2011 Gazzetta n. 109 del 12 maggio 2011 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. 1 1 Premessa: La breve vita del

Dettagli

Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale

Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale Giovanni Pisu pisu@sardegnaricerche.it 1 1 Come è fatto un Impianto Fotovoltaico? 2 2 DECRETO 19 FEBBRAIO 2007. Che cosa è il Nuovo Conto

Dettagli

AREA CLIENTI. Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi

AREA CLIENTI. Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi A A A English AREA CLIENTI Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi Contatti FAQ CONTO ENERGIA RITIRO E SCAMBIO QUALIFICHE E CERTIFICATI GAS, CO2

Dettagli

TERZO CONTO ENERGIA: www.riabitalia.it. infonord@riabitalia.it 02 47950601 infocentro@riabitalia.it 06 91712093 infosud@riabitalia.

TERZO CONTO ENERGIA: www.riabitalia.it. infonord@riabitalia.it 02 47950601 infocentro@riabitalia.it 06 91712093 infosud@riabitalia. TERZO CONTO ENERGIA: Possono usufruire degli incentivi definiti nel Decreto tutti gli impianti che entrano in esercizio dopo il 31/12/2010 a seguito di interventi di nuova costruzione, rifacimento totale

Dettagli

Averaldo Farri, Consigliere ANIE/GIFI Reggio Emilia, 25 luglio 2012

Averaldo Farri, Consigliere ANIE/GIFI Reggio Emilia, 25 luglio 2012 5 Conto Energia: opportunità e criticità introdotte dal nuovo Decreto Averaldo Farri, Consigliere ANIE/GIFI Reggio Emilia, 25 luglio 2012 Obbiettivi raggiunti Il contributo del fotovoltaico in Italia influisce

Dettagli

Conto Energia per il fotovoltaico: Il ruolo del GSE e modalità per l accesso agli incentivi

Conto Energia per il fotovoltaico: Il ruolo del GSE e modalità per l accesso agli incentivi Conto Energia per il fotovoltaico: Il ruolo del GSE e modalità per l accesso agli incentivi Francesco Trezza GSE - Direzione Operativa - Unità Ingegneria Seminario Assolombarda Milano, 20-02- 2007 www.gsel.it

Dettagli

LE NUOVE TARIFFE INCENTIVANTI (C.D. CONTO ENERGIA ) PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

LE NUOVE TARIFFE INCENTIVANTI (C.D. CONTO ENERGIA ) PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI LE NUOVE TARIFFE INCENTIVANTI (C.D. CONTO ENERGIA ) PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Il Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell Ambiente e della Tutela del territorio e del mare

Dettagli

IV CONTO ENERGIA 2011/2016 D.M. 05 MAGGIO 2011

IV CONTO ENERGIA 2011/2016 D.M. 05 MAGGIO 2011 MAIM ENGINEERING srl Incentivi per il Fotovoltaico IV IV CONTO ENERGIA 2011/2016 D.M. 05 MAGGIO 2011 Beneficiari del Conto Energia Persone fisiche Persone giuridiche Soggetti Pubblici Condomini di unità

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO di concerto con IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO di concerto con IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE Decreto del Ministero dello sviluppo economico 5 maggio 2011 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. (pubblicato nella G.U. n. 109 del 12/05/2011 - in vigore

Dettagli

Il punto sul Fotovoltaico in Italia

Il punto sul Fotovoltaico in Italia Il punto sul Fotovoltaico in Italia Gerardo Montanino Direttore Operativo GSE, 22 novembre 2012 Il Fotovoltaico in Italia senza incentivi Hfv Agenda I risultati del Conto Energia Il Quinto Conto Energia

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 ed, in particolare, gli articoli

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 159 del 10 luglio 2012 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

NEWSLETTER n. 18 del 18 gennaio 2013

NEWSLETTER n. 18 del 18 gennaio 2013 SOMMARIO Pag. 2. CONTRIBUTI PER L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: MODIFICATO IL BANDO E LE MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO Pag. 3. RINNOVABILI TERMICHE: PUBBLICATO IL DECRETO IN GAZZETTA

Dettagli

Incontro di aggiornamento professionale su. Conto Energia. aspetti tecnici ed evoluzione normativa

Incontro di aggiornamento professionale su. Conto Energia. aspetti tecnici ed evoluzione normativa Incontro di aggiornamento professionale su Conto Energia aspetti tecnici ed evoluzione normativa sintesi a cura di Novembre 2014 Giuseppe Caggegi Conto energia - sintesi a cura di Giuseppe Caggegi 1 Conto

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

INCENTIVAZIONE DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI

INCENTIVAZIONE DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI DECRETO 5 maggio 2011 Gazzetta n. 109 del 12 maggio 2011 INCENTIVAZIONE DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI PUNTI CHIAVE OBIETTIVO Capienza incentivata di 23.000 MW ripartita

Dettagli

Novità e chiarimenti sul Conto Energia

Novità e chiarimenti sul Conto Energia Novità e chiarimenti sul Conto Energia Maurizio Cuppone - Direzione Operativa www.gsel.it 2 Indice Il nuovo conto energia Il riconoscimento dell integrazione architettonica Il ritiro dedicato e lo scambio

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr Definizione delle modalità per il ritiro, da parte del Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. - GSE, dell energia elettrica immessa in

Dettagli

Parzialmente integrati Integrati A 1 kw < P < 3 kw 0,40 0,44 0,49 B 3 kw < P < 20 kw 0,38 0,42 0,46 C P > 20 kw 0,36 0,40 0,44

Parzialmente integrati Integrati A 1 kw < P < 3 kw 0,40 0,44 0,49 B 3 kw < P < 20 kw 0,38 0,42 0,46 C P > 20 kw 0,36 0,40 0,44 Incentivi: il Conto Energia Il Conto energia arriva in Italia attraverso la Direttiva comunitaria per le fonti rinnovabili (Direttiva 2001/77/CE), che viene recepita con l'approvazione da parte del Parlamento

Dettagli

Claudio Lambertini UNAE Emilia Romagna 10/01/2013. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. Bologna, 5 novembre 2012

Claudio Lambertini UNAE Emilia Romagna 10/01/2013. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. Bologna, 5 novembre 2012 Progetto 2-2-2 Traguardo Condomini Con il contributo di: Sponsor dell iniziativa: Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Bologna, 5 novembre 212 Claudio Lambertini UNAE

Dettagli

Incentivazione degli impianti fotovoltaici

Incentivazione degli impianti fotovoltaici Incentivazione degli impianti fotovoltaici Relazione delle attività 2013 1 Premessa... 3 2 L incentivazione degli impianti fotovoltaici con il Conto Energia... 4 2.1 Il primo Conto Energia... 5 2.2 Il

Dettagli

Incentivazione degli impianti fotovoltaici. Relazione delle attività 2012

Incentivazione degli impianti fotovoltaici. Relazione delle attività 2012 Incentivazione degli impianti fotovoltaici Relazione delle attività 2012 Giugno 2013 1 1 Premessa... 3 2 L incentivazione degli impianti fotovoltaici con il Conto Energia... 4 2.1 Il primo Conto Energia...

Dettagli

IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO

IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO convegno nazionale & question time IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO Evoluzione del Conto Energia. Risultati e prospettive Gerardo Montanino, Direttore Divisione Operativa, GSE Fiera

Dettagli

Centro per lo sviluppo del polo di Cremona Aspetti normativi di incentivazione al fotovoltaico

Centro per lo sviluppo del polo di Cremona Aspetti normativi di incentivazione al fotovoltaico Centro per lo sviluppo del polo di Cremona Aspetti normativi di incentivazione al fotovoltaico Normativa 4 Conto Energia 2 Il Conto Energia 2011 per impianti fotovoltaici è stato istituito dal D.M. 06.08.2010

Dettagli

ESSEZETA fotovoltaico - pag. 1

ESSEZETA fotovoltaico - pag. 1 IMPIANTO FOTOVOLTAICO Un impianto fotovoltaico è un impianto di produzione di energia elettrica che utilizza come fonte primaria l energia solare. Il cuore dell impianto è costituito essenzialmente dai

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/48/CU1/C5

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/48/CU1/C5 CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/48/CU1/C5 PARERE SULLO SCHEMA DI DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO, DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL MARE DI

Dettagli

18 Maggio 2011. Energy & Strategy Group. www.energystrategy.it. www.energystrategy.it

18 Maggio 2011. Energy & Strategy Group. www.energystrategy.it. www.energystrategy.it 18 Maggio 2011 Energy & Strategy Group ll decreto si applica agli impianti fotovoltaici che entrano in esercizio in data successiva al 31 maggio 2011 fino al 31 dicembre 2016 L obiettivo indicativo di

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante attuazione della direttiva

Dettagli

- Alle Imprese in indirizzo - Agli Aderenti ex Art.5 Statuto e p.c. - Ai Consiglieri dell Albo - Ai Componenti del C.T.A.

- Alle Imprese in indirizzo - Agli Aderenti ex Art.5 Statuto e p.c. - Ai Consiglieri dell Albo - Ai Componenti del C.T.A. CIRCOLARE n. 07/10 UNAE Emilia - Romagna (già AIEER) Albo delle Imprese Installatrici Elettriche Qualificate dell Emilia Romagna c/o ENEL S.p.A. - Via C. Darwin,4 40131 Bologna Tel. 051 6347139 - Fax 051

Dettagli

PRODUCIBILITÀ IMPIANTO

PRODUCIBILITÀ IMPIANTO PRODUCIBILITÀ IMPIANTO Descrizione dell'impianto Impianto BRUNELLESCHI AG L impianto, denominato Impianto BRUNELLESCHI AG, è di tipo grid-connected, la tipologia di allaccio è: trifase in media tensione.

Dettagli

L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE. www.gsel.it

L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE. www.gsel.it L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE www.gsel.it 2 Indice II GSE Gestore dei Servizi Elettrici L incentivazione del Fotovoltaico: : il conto energia Il Decreto 19 febbraio 2007 3 Il GSE

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA. Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011

ENERGIA FOTOVOLTAICA. Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011 ENERGIA FOTOVOLTAICA Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011 3 Meccanismo di finanziamento per il fotovoltaico Collana prodotta dal Servizio Pianificazione

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 5 luglio 2012 Attuazione dell'art. 25 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari

Dettagli

PRODUCIBILITÀ IMPIANTO

PRODUCIBILITÀ IMPIANTO PRODUCIBILITÀ IMPIANTO Descrizione dell'impianto Impianto KING - FAVARA L impianto, denominato Impianto KING - FAVARA, è di tipo grid-connected, la tipologia di allaccio è: trifase in media tensione. Ha

Dettagli

I contratti con il GSE: aspetti gestionali ed economici

I contratti con il GSE: aspetti gestionali ed economici IL FOTOVOLTAICO PER LE IMPRESE I contratti con il GSE: aspetti gestionali ed economici Workshop CERSAA 18 dicembre 2009 INDICE Il Conto Energia: incentivi per gli impianti fotovoltaici Modalità di cessione

Dettagli

NUOVE REGOLE SUL FOTOVOLTAICO

NUOVE REGOLE SUL FOTOVOLTAICO NUOVE REGOLE SUL FOTOVOLTAICO Studio Masella Dottori Commercialisti Associati 1 D.M. 3/3/2011 IV Conto Energia Il decreto si applica agli impianti fotovoltaici che entrano in esercizio in data successiva

Dettagli

PRODUCIBILITÀ IMPIANTO

PRODUCIBILITÀ IMPIANTO PRODUCIBILITÀ IMPIANTO Descrizione dell'impianto Impianto GALLO - SCIASCIA P. EMPEDOCLE L impianto, denominato Impianto GALLO - SCIASCIA P. EMPEDOCLE, è di tipo grid-connected, la tipologia di allaccio

Dettagli

Installazione di un impianto fotovoltaico oggi in Italia: dall autorizzazione al conto economico

Installazione di un impianto fotovoltaico oggi in Italia: dall autorizzazione al conto economico Installazione di un impianto fotovoltaico oggi in Italia: dall autorizzazione al conto economico Stefano Ristuccia Ravenna, 8 Ottobre 2008 Percorso 3 Energia Lab meeting M: Conto Energia e dintorni Prospettive

Dettagli

Forme di incentivazione e finanziamento degli impianti fotovoltaici

Forme di incentivazione e finanziamento degli impianti fotovoltaici Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni Università degli Studi di Palermo Forme di incentivazione e finanziamento degli impianti fotovoltaici Ing. Salvatore Favuzza

Dettagli

Aggiornamenti normativi in materia di produzione da fonti rinnovabili e fotovoltaico - DM 5 e 6 luglio 2012. Gerardo Montanino Direttore Operativo

Aggiornamenti normativi in materia di produzione da fonti rinnovabili e fotovoltaico - DM 5 e 6 luglio 2012. Gerardo Montanino Direttore Operativo Aggiornamenti normativi in materia di produzione da fonti rinnovabili e fotovoltaico - DM 5 e 6 luglio 2012 Gerardo Montanino Direttore Operativo Incontro col GSE, AU e PAT AEIT Trento, 26 ottobre 2012-1

Dettagli

Impianti Fotovoltaici. Opportunità offerte dal Conto Energia. ing. Piergabriele Andreoli ing Gian Carlo Picotti

Impianti Fotovoltaici. Opportunità offerte dal Conto Energia. ing. Piergabriele Andreoli ing Gian Carlo Picotti Impianti Fotovoltaici Opportunità offerte dal Conto Energia ing. Piergabriele Andreoli ing Gian Carlo Picotti Il Conto Energia Viene introdotto dal Dm 28/07/2005 (Ministero dell'ambiente e delle Attività

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI NEL PERIODO 2012-2016. ing. Luciano Tricarico Responsabile Area Commerciale IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE AZIENDE DI TPL

IMPIANTI FOTOVOLTAICI NEL PERIODO 2012-2016. ing. Luciano Tricarico Responsabile Area Commerciale IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE AZIENDE DI TPL LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI NEL PERIODO 2012-2016 2016 IL RISPARMIO ENERGETICO NELLE AZIENDE DI TPL ing. Luciano Tricarico Responsabile Area Commerciale Sala Aulo Vibenna ASSTRA

Dettagli

IL NUOVO CONTO ENERGIA PRESENTA IL NUOVO CONTO ENERGIA

IL NUOVO CONTO ENERGIA PRESENTA IL NUOVO CONTO ENERGIA PRESENTA IL NUOVO CONTO ENERGIA 1 PREMESSA MGS SOLAR TECHNOLOGY ha costruito questo opuscolo estrapolando il contenuto da varie fonti d informazioni del settore fotovoltaico, ritenendole affidabili e comprensibili.

Dettagli

Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005)

Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005) Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005) lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i loro propri

Dettagli

FAQ. Si precisa che nel seguito non vengono fornite risposte alle domande che riguardano i criteri per la valutazione delle domande di ammissione.

FAQ. Si precisa che nel seguito non vengono fornite risposte alle domande che riguardano i criteri per la valutazione delle domande di ammissione. Studio RUSSORESEARCH FAQ QUESITI FREQUENTI SULLA PROCEDURA DI AMMISSIONE ALLE TARIFFE INCENTIVANTI PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI CUI AL DM 28.7.2005 E ALLA DELIBERA AEEG N. 188/05 Aggiornamento al 23

Dettagli

Sunny Days SMA 2014. Gli aspetti regolatori della disciplina sui Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) e sui Sistemi di Accumulo. Ing.

Sunny Days SMA 2014. Gli aspetti regolatori della disciplina sui Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) e sui Sistemi di Accumulo. Ing. Sunny Days SMA 2014 Gli aspetti regolatori della disciplina sui Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) e sui Sistemi di Accumulo Ing. Alessandro Arena Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti rinnovabili

Dettagli

I PRIMI TRE CONTI ENERGIA

I PRIMI TRE CONTI ENERGIA I PRIMI TRE CONTI ENERGIA Camera dei deputati Servizio studi, 11 marzo 2013 Il Primo Conto energia (D.M. 28 luglio 2005, modificato dal D.M. 6 febbraio 2006) In sostituzione del precedente sistema di incentivazione

Dettagli

3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici

3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici Aosta, 09 Dicembre 2010 3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici Rosalia Guglielminotti Parleremo di : IL TERZO CONTO ENERGIA COME FUNZIONA E PRINCIPALI NOVITA INSTALLARE UN IMPIANTO

Dettagli

Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare. Francesco De Mango

Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare. Francesco De Mango Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare Francesco De Mango Direzione operativa Trento, 17 aprile 2008 www.gsel.it 2 Il

Dettagli

NORMATIVA IMPIANTI FOTOVOLTAICI

NORMATIVA IMPIANTI FOTOVOLTAICI NORMATIVA IMPIANTI FOTOVOLTAICI Arch. Antonella Musci I.S.S. CHIARULLI - 16-19.05.2010 1 INDICAZIONI EUROPEE l pacchetto energia e clima ci vincola a ridurre le emissioni di CO2 e aumentare la quota di

Dettagli

Misure e incentivi per l efficienza energetica

Misure e incentivi per l efficienza energetica Misure e incentivi per l efficienza energetica Docente incaricato in Economia e Gestione delle Imprese Dipartimento B.E.S.T. - Politecnico di Milano Indice 1. Finanziaria 2007. Agevolazioni per il risparmio

Dettagli

FOTOVOLTAICO FACILE. ASSEMBLEA PUBBLICA 5 marzo 2010

FOTOVOLTAICO FACILE. ASSEMBLEA PUBBLICA 5 marzo 2010 FOTOVOLTAICO FACILE ASSEMBLEA PUBBLICA 5 marzo 2010 L'INCENTIVAZIONE IN CONTO ENERGIA (secondo il Decreto del 19 Febbraio 2007) Gli impianti fotovoltaici possono godere delle incentivazioni previste dal

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA. Potenza = 690.000 kw. Relazione economica

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA. Potenza = 690.000 kw. Relazione economica IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA Potenza = 690.000 kw Relazione economica Impianto: Impianto1 Committente: MOTTURA S.p.a - Rappresentante

Dettagli

1. Cenni sul Nuovo Conto Energia. Incentivazione. Premi incentivanti

1. Cenni sul Nuovo Conto Energia. Incentivazione. Premi incentivanti Impianti fotovoltaici su immobili pubblici e risparmio energetico nella pubblica amministrazione: Un opportunità per il riequilibrio dei conti (A cura dell Ing. Gianluca Toso) 1. Cenni sul Nuovo Conto

Dettagli

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1;

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1; Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO l articolo 26, comma 2, del decreto-legge n. 91 del 2014, convertito dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, (di seguito: decreto-legge n. 91 del 2014) il quale dispone

Dettagli

Ing. Michele Lauritano

Ing. Michele Lauritano Ing. Michele Lauritano Prima Conto Capitale Programma Tetti fotovoltaici (2001) Oggi Conto Energia Vecchio Conto Energia (DM 28/07/2005 e integrazione con DM 6/02/2006) Nuovo Conto Energia (DM 19/02/2007)

Dettagli