Esperimento RASTA Radiosensibilizzazione di cellule tumorali per adroterapia (Sezioni di Milano e Napoli, )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esperimento RASTA Radiosensibilizzazione di cellule tumorali per adroterapia (Sezioni di Milano e Napoli, 2009-2011)"

Transcript

1 Esperimento RASTA Radiosensibilizzazione di cellule tumorali per adroterapia (Sezioni di Milano e Napoli, ) 1

2 Motivazioni scientifiche - 1 Glioblastoma multiforme (GBM): - la più frequente (25%) neoplasia primaria del cervello; - incidenza annua: 2-3 nuovi casi ogni persone; - bassa curabilità: 10% di sopravvissuti dopo due anni. - radioresistenza, dovuta anche all elevata frazione di cellule ipossiche o necrotiche (proliferazione cellulare troppo rapida rispetto alla neo-vascolarizzazione). Risultati significativi ottenuti con RT tramite: - nuove modalità (RT stereotassica, iperfrazionata e accelerata, brachiterapia, radioimmunoterapia, radiochirurgia e BNTC) che consentono l incremento della dose al tumore fino a Gy [1]; Regione necrotica - agenti sistemici (radiosensibilizzanti) somministrati con varie modalità [2]. 1 - Pytel, P., Spectrum of pediatric gliomas: inplications for the dvolpement of future therapies. Expert Rev Anticancer Theor 7, S51- S60 (2007) 2 - Chang JE, et al.. Radiotherapy and radiosensitizers in the Treatment of glioblastoma multiforme. Clinical Advances in Hematology & Oncology 5, (2007) 2

3 Temozolomide (TMZ) Motivazioni scientifiche - 2 Questo agente alchilante, agendo direttamente sul DNA delle cellule tumorali attraverso metilazione delle basi, può aumentare la loro radiosensibilità impedendo la riparazione dei danni indotti dalle radiazioni. Studi in vitro [3, 4] e preclinici [5] in gliomi primari e ricorrenti hanno dimostrato attività additiva o sinergica in combinazione con la radioterapia convenzionale. 3 - van Rijn J, et al., Survival of human glioma cells treated with various combination of temozolomide and X-rays. Int J Radiation Oncology Biol Phys 47, (2000) 4 - Combs SE, et al., In vitro responsiveness of glioma cell lines to multimodality treatment with radiotherapy, temozolomide, and epidermal growth factor receptor inhibition with cetuximab. Int J Radiation Oncology Biol Phys 68, (2007) 5 - Stupp R, et al. Radiotherapy plus concomitant and adjuvant Temozolomide for glioblastoma. N Engl J Med 352, (2005) Date le caratteristiche radiobiologiche dei GBM (radioresistenza, alta percentuale di cellule ipossiche, localizzazione, ), l adroterapia potrebbe aumentarne la curabilità, specialmente in combinazione con radiosensibilizzanti. 3

4 Obiettivi Scopo del progetto è valutare in vitro l eventuale incremento della radiosensibilità di gliomi radioresistenti esposti a particelle cariche in presenza di radiosensibilizzanti. In particolare, linee cellulari di glioblastomi multiformi umani di differente radiosensibilità ai fotoni saranno esposte a protoni, ioni carbonio ed ossigeno nella regione del picco di Bragg, ed a raggi X come radiazione di riferimento. In parallelo, verranno saggiati gli effetti dei vari tipi di radiazioni associate al trattamento con dosi opportune di Temozolomide somministrate a e per tempi diversi prima e dopo l'irraggiamento. A tale scopo, saranno realizzate curve di inattivazione cellulare per calcolare i rapporti α/β (indice di radiosensibilità) delle varie linee cellulari, e saranno misurati gli RBE per l induzione d inattivazione cellulare, apoptosi e ritardo della crescita per i differenti ioni, in funzione del LET e della dose assorbita in combinazione con Temozolomide. 4

5 Attività prevista per il triennio Caratterizzazione delle linee cellulari ed analisi dell interazione con TMZ Quattro linee cellulari, tre (U87 MG, LN18 e LN 229) radioresistenti e una (U251 MG) radiosensibile ai fotoni, saranno caratterizzate tramite: - curve di crescita per stabilirne i parametri essenziali (tempo di duplicazione, densità di saturazione, ) realizzate con metodologie standard, - analisi di ciclo cellulare mediante citofluorimetria (FACS: Fluorescence Activated Cell Sorting) 0 cgy 200 cgy FL2-PI FL2-PI 5

6 Attività prevista per il triennio Analisi dell interazione con TMZ La tossicità al TMZ sarà analizzata a differenti dosi (5 30 µm), tempi di aggiunta e incubazione (24-96 ore) di TMZ tramite: - saggio clonogenico, - saggio MTT (metodo colorimetrico che utilizza un sale [3-(4,5-Dimethylthiazol-2-yl)-2,5- diphenyltetrazolium-bromide] che fa assumere alle cellule vive una colorazione gialla quando viene metabolizzato dai loro mitocondri. 6

7 Attività prevista per il triennio Irraggiamenti con raggi X, protoni, ioni carbonio, ioni ossigeno e fotoni ± TMZ Monostrati cellulari saranno esposti a dosi di Gy di raggi X e dei vari ioni e alle dosi e tempi di trattamento con TMZ che si sono rivelate più efficaci presso: - DSF-NA Macchina a raggi X da 300 kvp - INT-MI Acceleratore da15 MeV - LNS Ciclotrone Superconduttore: - H fino a 62 MeV (LET 1 kev/ µm) - 12 C fino a 80 MeV/amu (LET 40 kev/ µm) - 16 O fino a 80 MeV/amu (LET 50 kev/ µm) - LNL Van de Graaff CN da 7 MV: - H da 1 5 MeV (LET 25-8 kev/µm) - LNL Tandem e ALPI: - 12 C da 4 20 MeV/amu (LET kev/ µm) - CNAO Sincrotrone: - H da 270 MeV nel SOBP, - 12 C da 400 MeV/amu nel SOBP 7

8 Attività prevista per il triennio Analisi della radiosensibilità cellulare - Morte clonogenica radioindotta (NA + MI) misurata tramite saggio clonogenico - Apoptosi radioindotta (NA) misurata tramite: - analisi al citofluorimetro, - saggio dell Annexina V, - misura dell attività delle caspasi tramite Western blotting. - Ritardo della crescita (MI) misurata tramite: - analisi citofluorimetrica del ciclo cellulare, - incorporazione della bromodeossiuridina.

9 1 semestre Caratterizzazione delle linee cellulari. Milestones per il Analisi della tossicità del TMZ ed ottimizzazione delle dosi e dei tempi di esposizione. - Messa a punto dei protocolli di irraggiamento e delle facilitiy c/o LNL e LNS. - Scelta delle condizioni di crescita in cui effettuare gli irraggiamenti con ioni. - Primi irraggiamenti con raggi X a Napoli e a Milano per morte clonogenica ± TMZ. 2 semestre Irraggiamenti con raggi X a Napoli e a Milano per morte clonogenica, apoptosi, ritardo della crescita ± TMZ - Analisi dati irraggiamenti con raggi X - Due turni di irraggiamento con ioni 12 C c/o LNL per morte clonogenica ± TMZ. 9

10 Richieste finanziarie Napoli per il Consumo Materiale monouso e terreni per colture cellulari fiasche, capsule, provette, pipette, puntali, sistemi filtrazione, terreni per colture cellulari, soluzioni saline, reagenti chimici, kit filtri per sistema purificazione acqua, bombole CO2. Prodotti chimici per saggi funzionali TMZ, soluzioni per FACS, anticorpi per Western blotting. - Missioni interne Totale Due persone per due turni (~7 giorni/turno) per anno (c/o LNL) Due persone per due turni (~7 giorni/turno) per anno (c/o LNS) Un congresso nazionale, riunioni della collaborazione Missioni estere Totale Un congresso internazionale (per 2 persone) Totale Napoli

11 - Consumo Richieste finanziarie Milano per il 2009 Materiale monouso e terreni per colture cellulari fiasche, capsule, provette, pipette, puntali, sistemi filtrazione, terreni per colture cellulari, soluzioni saline, reagenti chimici, kit filtri per sistema purificazione acqua, bombole CO2. Prodotti chimici per saggi funzionali TMZ, soluzioni per FACS, bromodeossiuridina. Totale Missioni interne Due persone per due turni (~7 giorni/turno) per anno (c/o LNL) Due persone per due turni (~7 giorni/turno) per anno (c/o LNS) Un congresso nazionale, riunioni della collaborazione Missioni estere Totale Un congresso internazionale (per 2 persone) Totale Milano Totale esperimento (NA + MI)

12 Dettaglio materiale di consumo NA - Materiale monouso e terreni per colture cellulari Esperimenti di inattivazione cellulare con e senza chemioterapico per 4 linee cellulari 240 fiasche T25 (6 curve dose-effetto con raggi X) x 4 linee cellulari 600 x ml terreno completo (siero fetale, antibiotici, ecc.ecc) x 4 linee cellulari 600 x Reagenti (tripsina-edta, PBS, alcol etilico 70%, colorante GIEMSA) x 4 linee cellulari 200 x fiasche T75, tubi Falcon 15 ml, pipette 1, 2, 0, 25 ml, puntali Gilson 100 µl e 1 ml sistemi filtrazione, kit filtri per sistema purificazione acqua bombole CO Prodotti chimici per saggi funzionali TMZ Saggio MTT (Spettrofotometro tipo FLX800 Biotek Instruments Cell titre EPUS aqueus one solution Promega 96 well plates (circa circa 100 euro /100 pezzi/ 100 experiments) Esperimenti di Analisi al Citofluorimetro BD FACSCalibur Provette BD Falcon cat n , Soluzioni: BD FACS f low cat n BD Facs Rinse cat n SIGMA Propidium iodide P mg Saggio dell Annexina V Soluzioni e coloranti Saggio Western blotting per misurare l attività delle caspasi Caspase Detection Kit FITC-VAD-FMK (Calbiochem, Merk) per 100 assays Anticorpi anti PARP-1 - Cell signaling, Anticorpi anti Caspase 3 - Cell signaling Anticorpi Caspase 7 Santa Cruz Anticorpi anti cleaved Caspase 3 - Cell signaling Anticorpi anti cleaved Caspase 7 - Cell signaling Anti rabbit polyclonal antibody Acrilammide/Bis acrilamide

13 Dettaglio materiale di consumo MI - Materiale monouso e terreni per colture cellulari Esperimenti di inattivazione cellulare con e senza chemioterapico per 4 linee cellulari 240 fiasche T25 (6 curve dose-effetto con raggi X) x 4 linee cellulari 600 x ml terreno completo (siero fetale, antibiotici, ecc.ecc) x 4 linee cellulari 600 x Reagenti (tripsina-edta, PBS, alcol etilico 70%, colorante GIEMSA) x 4 linee cellulari 200 x fiasche T75, tubi Falcon 15 ml, pipette 1, 2, 0, 25 ml, puntali Gilson 100 ml e 1 ml sistemi filtrazione, kit filtri per sistema purificazione acqua bombole CO Prodotti chimici per saggi funzionali TMZ Analisi citofluortimetricvadel ciclo cellulare (FACS) Soluzioni, coloranti Saggio della bromodeoxiuridina Coloranti vari

14 Dettaglio missioni (NA e MI) - Missioni interne Due persone per due turni (~7 giorni/turno) per anno (c/o LNL) Attività turno 1 giorno: viaggio andata, semina cellule nei portac ampioni 2 giorno: messa a punto facility, dosimetria del fa scio, 3 giorno: irraggiamento, preparazione campioni per morte clonogenica 4 giorno: preparazione campioni per apoptosi e rita rdo della crescita 5 giorno: preparazione campioni per apoptosi e rita rdo della crescita 6 giorno: preparazione campioni per apoptosi e rita rdo della crescita 7 giorno: viaggio ritorno Costo Turno Viaggio per persona 250 Mangiare al giorno per persona 70 Pernottamento 0 Turno di 7 giorni per persona persone per 7 giorni (per Sezione) turni / anno Due persone per due turni (~7 giorni/turno) per anno (c/o LNS) Come sopra Un congresso nazionale, riunioni della collaborazione Totale Missioni estere Un congresso internazionale (per 2 persone) 4.000

15 Sezione di Napoli Partecipanti FTE 2009: 5.1 anni Grossi Gianfranco, PO Università Federico II, Napoli (Responsabile) 60% Gialanella Giancarlo, PO - Università Federico II, Napoli 30% Indovina Pietro Luigi, PO - Università Federico II, Napoli 20% Manti Lorenzo, RU - Università Federico II, Napoli 40% Massa Rita, PA - Università Federico II, Napoli 50% Scampoli Paola, PA - Università Federico II, Napoli 20% de Franciscis Vittorio, DR - CNR, Napoli 40% La Mantia Girolama, PO - Università Federico II, Napoli 40% Vivo Maria, Tecnico laureato - Università Federico II, Napoli 40% Pollice Alessandra, RU - Università Federico II, Napoli 40% Famà Lia, specializzanda - Università Federico II, Napoli 100% Santini Maria Teresa, R - Istituto Superiore di Sanità, Roma 30% Sezione di Milano FTE 2009: 3.6 anni Bettega Daniela, PA - Università, Milano (Responsabile) 100% Calzolari Paola, EP - Università, Milano 100% Catalano Maddalena, assegnista - Università, Milano 100% Ubezio Paolo, R - Istituto Mario Negri, Milano 30% Lupi Monica, R - Istituto Mario Negri, Milano 30% 15

16 Metodiche ed altro 16

17 L efficacia biologica relativa di una data radiazione è data dal rapporto tra la dose assorbita di una radiazione di riferimento D X (raggi X o γ) e quella D particle di una particolare radiazione sotto esame che è richiesta per avere lo stesso livello di effetto. Efficacia biologica relativa (RBE) 17

18 Definizione di OER Se durante l irraggiamento, o entro pochi millisecondi dalla sua fine, è presente ossigeno nelle cellule irraggiate, si ha un aumento dell efficacia della radiazione definito OER (Oxygen Enhancement Ratio) e fornito dalla relazione: OER = (Dose in condizioni ipossiche / Dose in aria)isoeffetto 18

19 Molecular interpretation of Oxygen Effec Effetto ossigeno vs. LET In figure, measurements were made with cultured cells of human origin. Closed circles refer to monoenergetic charged particles, the open triangle to 250-kVp X-rays with an assumed track average linear energy transfer of 1.3 kev/µm. 19

20 Curva di crescita Semilog plot of the increase in cell concentration (left axis) and cell density (right axis) following subculture, from cultures sampled daily and counted. It should be possible to draw a straight line through the partof the plot that represents the exponential phase and derive the population-doubling time (PDT) from the middle region of this best-fit line. (Freshney, Fig. 20.4) 20

21 Morte clonogenica: un esempio In figure, examples of pedigrees of EMT6 mouse cells. (a) In the absence of irradiation, the cell divides giving rise to a clone. The length of each cell cycle is indicated, about 10 h. (b) After irradiation (in this example: 8 Gy), the cells are killed, that is to say they have lost their reproductive capacity. In certain cases (near the bottom) pyknosis and lysis of the cell occurs at the first mitosis. In other cases (above) the daughter cells are still able to divide a few times before lysis. In a few cases fusion of cells occurs before disintegration ( ). These pedigrees were obtained by microcinematography. (M. Tubiana, An Introduction to Radiobiology, p. 87) 21

22 Curve di inattivazione (SV) Andamento lineare-quadratico del tipo: SF = exp( (αd + βd 2 )) La curvatura iniziale è determinata da α, la componente quadratica β causa invece la curvatura ad alte dosi Il rapporto α/β rappresenta la dose per cui sono uguali le componenti lineare e quadratica. (.. Tubiana, An Introduction to Radiobiology, p...)???

23 Radiosensibilità cellulare vs. LET (Tubiana, An Introduction to Radiobiology,) 23

24 MTT assay This test is a quantitative colorimetric method to determine cell proliferation. It utilizes the yellow tetrazolium salt [3-(4,5-Dimethylthiazol-2-yl)-2,5- diphenyltetrazolium-bromide] which is metabolized by mitochondrial succinic dehydrogenase activity of proliferating cells to yield a purple formazan reaction product. Cells do not require functional mitochondria as demonstrated by the observation that no differences are observed in formazan production by normal cells or respiratory-defective cells in which mitochondria have been poisoned by the nucleic acid toxin, ethidium bromide. Both serum and plasma from a variety of species, non-specifically reduce both MTT and XTT tetrazolium salts to a colored formazan product. This effect appears to be particularly pronounced with fetal bovine serum. 24

25 Fluorescence Activated Cell Sorting (FACS) To separate a subpopulation of cells, you could do so by tagging those of interest with an antibody linked to a fluorescent dye. The antibody is bound to a protein that is uniquely expressed in the cells you want to separate. The laser light excites the dye which emits a color of light that is detected by the photomultiplier tube, or light detector. By collecting the information from the light (scatter and fluorescence) a computer can determine which cells are to be separated and collected. Diagram of FACS machine. Cells have been fluorescently tagged with either red or green antibodies, though not every cell expresses the epitope and therefore 25some are not tagged either color.

26 Annexin V Assay Il saggio della annessina fluoresceinata serve per quantificare la percentuale di cellule apoptotiche in una data popolazione cellulare, sfruttando il verificarsi di cambiamenti nella struttura della membrana cellulare nei primissimi stadi del processo apoptotico: sulla superficie della membrana diventa accessibile la fosfatidilserina, a causa del flipflop del doppio strato lipidico. L annescina vi si lega rendendo possibile la identificazione delle cellule apoptotiche se analizzate mediante citometria di flusso (FACScan), mentre l aggiunta di propidio di ioduro, che si incorpora nelle cellule necrotiche ma non nelle apoptotiche, ne rende possibile la distinzione. Sotto è riportato un esempio di output di analisi: sulle ordinate vi è la fluorescenza dovuta all incorporazione del propidio, mentre sulle ascisse quella dovuta all annessina. Il primo quadrante (in basso a sinistra) rappresentando le cellule vitali. Il quadrante in basso a destra mostra le cellule positive all annessina ma negative al propidio, pertanto in fase apoptotica, mentre quello in alto a sinistra rappresenta la frazione di cellule necrotiche. Alla fine, cellule in tarda apoptosi diventano positive per entrambi i marcatori (quadrante in alto a destra). 26

27 Come si studia l apoptosi: attivazione delle caspasi Synthetic fluorogenic substrates Western blots of pro-caspases/caspases Western blots of caspase substrates PARP, DNA-PKcs, etc. CAD/DFF45 BCL-2 lamins In figure, caspase-9 activation by 1 GeV/amu Fe ions Time dependence Fluence dependence Relative Fluorescence Caspase-9 Activity BNL-8 TK6 1 GeV Fe 0 cgy 94.5 cgy 189 cgy Hour Post Irradiation

28 Dopo il taglio enzimatico del peptide substrato da parte della caspasi-3/7, la rodamina 110 sviluppa fluorescenza quando viene eccitata ad una lunghezza d onda di 499 nm e la quantità di fluorescenza prodotta è proporzionale alla quantità di caspasi-3/7 presente nel campione. I campioni di partenza possono essere frazioni enzimatiche, estratti cellulari o cellule in coltura. Il saggio è sensibile (bastano poche centinaia di cellule per pozzetto di micropiastra dopo una sola ora di reazione) e la sensibilità inoltre aumenta all aumentare del tempo di incubazione. Saggio delle caspasi 28

29 Curve di Bragg per alcuni ioni

30 Bromodeossiurudina (BrdU) assay L incorporazione differenziata della BrdU è dovuta alla replicazione semi-conservativa della doppia elica del DNA per cui è possibile differenziare le cellule che sono in prima, seconda o terza mitosi. Le cellule vengono incubate in presenza di questo analogo delle basi del DNA e lasciate proliferare fino a 72 h. Le cellule in prima mitosi mostreranno cromosomi i cui bracci appaiono della stessa intensità di fluorescenza se osservati al microscopio dopo opportuno trattamento che prevede, tra l altro, quencing con raggi UV del fluorocromo coniugato alla BrdU; quelle in seconda presenteranno cromosomi i cui bracci sono uno più brillante dell altro, mentre quelle in terza o successive mitosi esibiranno una colorazione mista (harlequin staining). In questo modo è possibile avere informazioni sull eventuale ritardo nella crescita di una popolazione cellulare di cui si conosca il tempo medio di duplicazione. 30

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Laurea Magistrale in Fisica Tesi sperimentale in Fisica Biomedica Studio degli effetti subletali indotti

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Dottorato in Biologia Avanzata - 22 ciclo -

Università degli Studi di Napoli Federico II Dottorato in Biologia Avanzata - 22 ciclo - Università degli Studi di Napoli Federico II Dottorato in Biologia Avanzata - 22 ciclo - Effetti citogenetici indotti in cellule umane da ioni pesanti relativistici Candidata: Diana Pignalosa Tutor: Prof.

Dettagli

LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia

LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia Particelle alfa Le particelle alfa interagiscono intensamente con la materia attraverso collisioni/interazioni che producono lungo la traccia una elevata

Dettagli

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Il clonaggio molecolare è una delle basi dell ingegneria genetica. Esso consiste nell inserire un frammento di DNA (chiamato inserto) in un vettore appropriato

Dettagli

ma: serve a qualcosa?

ma: serve a qualcosa? ma: serve a qualcosa? ma: serve a qualcosa? Michael Faraday (1791-67): a proposito dei suoi studi sull induzione elettromagnetica, rispose al Primo Ministro Sir Robert Peel: I know not, but I wager that

Dettagli

1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit

1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit 1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit Per la determinazione in vitro della 1,25 (OH) 2 Vitamina D in plasma e siero Gültig ab/valid from 17.03.2008 +8 C IMM-K 2112 +2 C 48 1. APPLICAZIONE Il kit ELISA (Enzyme-Linked-Immuno-Sorbent-Assay)

Dettagli

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI Premessa La presente relazione fornisce i criteri e le modalità mediante i quali verranno valutate le dosi efficaci per lavoratori dipendenti,

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Esercizio 1 Il 24 10 Ne (T 1/2 =3.38 min) decade β - in 24 11 Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Mg. Dire quali livelli sono raggiungibili dal decadimento beta e indicare lo schema di

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

SeroCP Quant IgA. Applicazioni. Introduzione - 2 -

SeroCP Quant IgA. Applicazioni. Introduzione - 2 - SeroCP Quant IgA I Applicazioni SeroCP Quant IgA è un Enzyme Linked Immunosorbent Assay (ELISA) per la determinazione semiquantitativa di anticorpi IgA specie specifici anti Chlamydia pneumoniae nel siero

Dettagli

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico.

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. Elettroforesi su gel L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. La mobilità della particella dipende dalla forza elettrostatica netta che agisce

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Radiodays. Elio e le Storie Tese

Radiodays. Elio e le Storie Tese Radiodays Elio e le Storie Tese EFFETTI DELLE RADIAZIONI IONIZZANTI SULL UOMO Elio Giroletti Dip. Fisica nucleare e teorica, Università di Pavia Ist. Naz. di Fisica Nucleare Sez. Pavia elio.giroletti@pv.infn.it

Dettagli

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza?

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Con ALLIANCE Uvitec di Eppendorf Italia risparmi tempo e materiale di consumo, ottieni immagini quantificabili e ci guadagni anche in salute.

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O:

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA)

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA Il DNA cellulare contiene porzioni geniche e intergeniche, entrambe necessarie per le funzioni vitali della

Dettagli

Esposizioni in condizioni complesse. Gian Marco Contessa grazie a Rosaria Falsaperla gianmarco.contessa@ispesl.it

Esposizioni in condizioni complesse. Gian Marco Contessa grazie a Rosaria Falsaperla gianmarco.contessa@ispesl.it Esposizioni in condizioni complesse Gian Marco Contessa grazie a Rosaria Falsaperla gianmarco.contessa@ispesl.it Valutazione dell esposizione a CEM La valutazione pratica dell esposizione ai campi elettrici

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Quesiti e problemi. 6 Indica quali dei seguenti sistemi sono da considerare. 7 Come puoi giustificare la liberazione di calore in

Quesiti e problemi. 6 Indica quali dei seguenti sistemi sono da considerare. 7 Come puoi giustificare la liberazione di calore in SUL LIBRO DA PAG 306 A PAG 310 Quesiti e problemi ESERCIZI 1 Le reazioni producono energia 1 Qual è il fattore più importante per stabilire se una reazione è esotermica o endotermica? Per stabilire se

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

USO DI STAT IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DELLA PROSTATA: CORRELAZIONE CON FATTORI DI RISCHIO ED ANALISI DI RESIDUI DI COORTE

USO DI STAT IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DELLA PROSTATA: CORRELAZIONE CON FATTORI DI RISCHIO ED ANALISI DI RESIDUI DI COORTE USO DI STAT IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DELLA PROSTATA: CORRELAZIONE CON FATTORI DI RISCHIO ED ANALISI DI RESIDUI DI COORTE S. Morlino, T. Ranca/,C. Fiorino, V. Carillo, C. Cozzarini, G. Fellin, V.

Dettagli

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione Pietro Santoianni Professore Emerito di Dermatologia Docente nel Dottorato di Ricerca in Dermatologia Sperimentale Dipartimento di Patologia sistematica, Sezione di Dermatologia Università di Napoli Federico

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

25/01/2014. Perché filtrare la luce? Filtri e lenti per patologie oculari. Cosa conoscere? Spettro elettromagnetico. Radiazione elettromagnetica

25/01/2014. Perché filtrare la luce? Filtri e lenti per patologie oculari. Cosa conoscere? Spettro elettromagnetico. Radiazione elettromagnetica Filtri e lenti per patologie oculari FIRENZE 19 GENNAIO 2014 Silvano Abati silvanoabati@tiscali.it Dr. Scuola Internazionale di Ottica Optometria Firenze Stazione di Santa Maria Novella Binario 1 A Perché

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010 CORRELAZIONE TRA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE E TRATTAMENTO RADIANTE POSTOPERATORIO DOPO CHIRURGIA CONSERVATIVA NELLE NEOPLASIE MAMMARIE IN STADIO INIZIALE ANTONELLA FONTANA U. O. C. di Radioterapia Ospedale

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

produzione di uno isotopo stabile

produzione di uno isotopo stabile produzione di uno isotopo stabile produzione di uno isotopo non stabile Nella produzione di uno isotopo instabile la intensita del fascio e il parametro esterno piu rilevante sezione di urto dimensioni

Dettagli

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP I mitocondri sono gli organuli responsabili della produzione di energia necessaria alla cellula per crescere e riprodursi. Queste reazioni, che nel loro insieme costituiscono il processo di "respirazione

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

PET. Radionuclidi più utilizzati nella PET. Elemento prodotto T 1/2 in minuti primi B5 20 C6 10 N7 2 F 9 O8 110

PET. Radionuclidi più utilizzati nella PET. Elemento prodotto T 1/2 in minuti primi B5 20 C6 10 N7 2 F 9 O8 110 PET L acronimo PET sta per Positron Emission Tomography. Come per la SPECT, anche in questo caso si ha a che fare con una tecnica tomografica d indagine di tipo emissivo in quanto la sorgente di radiazione

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

STUDI PRELIMINARI COMPARATIVI SULLA BIODISPONIBILITA E CAPACITA DI PERMEARE LA PELLE DI:

STUDI PRELIMINARI COMPARATIVI SULLA BIODISPONIBILITA E CAPACITA DI PERMEARE LA PELLE DI: STUDI PRELIMINARI COMPARATIVI SULLA BIODISPONIBILITA E CAPACITA DI PERMEARE LA PELLE DI: - RETINOLO PURO - RETINOLO IN LIPOSOMI - RETINOLO IN LIPOSYSTEM COMPLEX - RETINOLO IN CYCLOSYSTEM COMPLEX - VITAMINA

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli 1 E1-ALCOLI CIMICA OGANICA ALCOLI Formula generale Desinenza -olo Gli alcoli Gli alcoli sono, dopo gli idrocarburi, i composti organici più comuni, che è possibile considerare come derivati dagli alcani

Dettagli

QUESITI A RISPOSTA APERTA

QUESITI A RISPOSTA APERTA QUESITI A RISPOSTA APERTA 1.Che cosa sono gli spettri stellari e quali informazioni si possono trarre dal loro studio? Lo spettro di un qualsiasi corpo celeste altro non è che l insieme di tutte le frequenze

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Adolfo Esposito. Tecniche diagnostiche non distruttive applicate ai Beni Culturali

Adolfo Esposito. Tecniche diagnostiche non distruttive applicate ai Beni Culturali Adolfo Esposito Tecniche diagnostiche non distruttive applicate ai Beni Culturali Introduzione Ogni manufatto, segnatamente di interesse artistico ma non solo, contiene in se la storia del manufatto stesso,

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Vedere ciò che non si vede

Vedere ciò che non si vede Vedere ciò che non si vede LA LUCE UV È INVISIBILE Tuttavia essa influenza l aspetto finale dei prodotti stampati. Pertanto è importante conoscere le condizioni di visualizzazione in cui sono destinati

Dettagli

1 Capitolo 8. Sviluppo linfocitario e riarrangiamento ed espressione dei geni dei recettori antigenici

1 Capitolo 8. Sviluppo linfocitario e riarrangiamento ed espressione dei geni dei recettori antigenici 1 Capitolo 8. Sviluppo linfocitario e riarrangiamento ed espressione dei geni dei recettori antigenici La maturazione consiste in una serie di eventi che avvengono negli organi linfoidi generativi o primari:

Dettagli

Aptima HIV-1 Quant Dx Assay

Aptima HIV-1 Quant Dx Assay Aptima Aptima HIV-1 Quant Dx Assay Per uso diagnostico in vitro. Solo per l esportazione dagli USA. Informazioni generali................................................ 2 Utilizzo previsto................................................................

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

La MKT (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura

La MKT (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura La (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura Come funzionano i criteri di valutazione sulla temperatura Vi sono 5 parametri usati per la valutazione del

Dettagli

Fisica delle Particelle: esperimenti. Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it

Fisica delle Particelle: esperimenti. Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it Fisica delle Particelle: esperimenti Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it Il processo scientifico di conoscenza Esperimento Osservazione quantitativa di fenomeni riguardanti alcune particelle

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 Cisteina di 3 gruppo (176) Unità ripetute ricche di leucina Cisteine di 2 gruppo

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Il ciclo cellulare e la sua regolazione

Il ciclo cellulare e la sua regolazione Il ciclo cellulare e la sua regolazione Le cellule possono essere classificate in base alla loro capacità di crescere e di dividersi: Cellule che hanno perso la capacità di dividersi (cellule neuronali,

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Università di Firenze b Dipartimento di Fisica Nucleare e Teorica. Università di Pavia c Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN)

Università di Firenze b Dipartimento di Fisica Nucleare e Teorica. Università di Pavia c Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) CIMICA & Il TRIGA Mark II dell Università di Pavia Laura Ciani a, Silva Bortolussi b,c, Saverio Altieri b,c, Sandra Ristori a *, Cinzia Ferrari d, Aris Zonta d, Piero Baglioni a, Giacomo Martini a a Dipartimento

Dettagli

LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.6 ENERGIE DI IONIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DEGLI ELETTRONI 4.C OBIETTIVI

LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.6 ENERGIE DI IONIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DEGLI ELETTRONI 4.C OBIETTIVI LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.C OBIETTIVI 4.1 UNO SGUARDO ALLA STORIA 4.2 L ATOMO DI BOHR (1913) 4.5.2 PRINCIPIO DELLA MASSIMA MOLTEPLICITA (REGOLA DI HUND) 4.5.3 ESERCIZI SVOLTI

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Università degli Studi di Milano Bicocca. Report di ne anno II Attività di dottorato svolte. Dipartimento di Fisica G.Occhialini

Università degli Studi di Milano Bicocca. Report di ne anno II Attività di dottorato svolte. Dipartimento di Fisica G.Occhialini Università degli Studi di Milano Bicocca Dipartimento di Fisica G.Occhialini Report di ne anno II Attività di dottorato svolte Marco Toliman Lucchini Ciclo di dottorato XXVII (2011-2014) Matricola n 700975

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Il fotone. Emanuele Pugliese, Lorenzo Santi URDF Udine

Il fotone. Emanuele Pugliese, Lorenzo Santi URDF Udine Il fotone Emanuele Pugliese, Lorenzo Santi URDF Udine Interpretazione di Einstein dell effetto fotoelettrico Esistono «particelle»* di luce: i fotoni! La luce è composta da quantità indivisibili di energia

Dettagli

RADIAZIONI IONIZZANTI: origine, prevenzione dai rischi e impieghi

RADIAZIONI IONIZZANTI: origine, prevenzione dai rischi e impieghi 1 Irraggiamento derrate alimentari Somministrazione di radiazioni a prodotti alimentari (dosi minori rispetto alla sterilizzazione dei presidi medici) Inibisce la germinazione e ritarda il processo di

Dettagli

Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201)

Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201) Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201) 20 x 96 (n di catalogo 0594-0501) Test dell'ifn-γ sul sangue intero per la misurazione delle risposte agli antigeni

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

Sopra ogni aspettativa

Sopra ogni aspettativa Sopra ogni aspettativa Pipette elettroniche Eppendorf Xplorer e Eppendorf Xplorer plus »Un modo intuitivo di lavorare.«chi dà il massimo ogni giorno, merita anche il massimo in termini di strumenti ed

Dettagli

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA IL PRESENTE TESTO E UNA SINTESI DEL TESTO COMPLETO EDITO DA LA MEDICINA BIOLOGICA, n.4, 2010, WWW.MEDIBIO.IT Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA Lo sviluppo

Dettagli

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L aria è una miscela eterogenea formata da gas e particelle di varia natura e dimensioni. La sua composizione si modifica nello spazio e nel tempo per cause naturali e non,

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Fenomeni di trasporto. Fenomeni di trasporto

Fenomeni di trasporto. Fenomeni di trasporto La comprensione dei processi fisici, chimici e biologici che governano il trasporto di materia e la trasmissione delle forze è di fondamentale importanza per lo studio della fisiologia cellulare e l ingegnerizzazione

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali:

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali: Gli enzimi Nel metabolismo energetico le cellule producono notevoli quantità di CO 2 che deve essere eliminata con l apparato respiratorio. Il trasferimento della CO 2 dalle cellule al sangue e da esso

Dettagli

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola.

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. La formula empirica e una formula in cui il rappporto tra gli atomi e il piu semplice possibil Acqua Ammoniaca

Dettagli

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE.

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. C. Sintoni C. Galli Servizio di Anatomia Patologica - Presidio Ospedaliero S. M. delle Croci - Ravenna Attualmente nel nostro

Dettagli