Appendice del Manuale per l operatore

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Appendice del Manuale per l operatore"

Transcript

1 Funzioni software avanzate Indice Introduzione Circuito Paziente Scelta del tipo di circuito paziente Tabella 1. Circuito paziente e valori di PCI Aggiornamento Test Autodiagnostico Rapido (SST) e tipo di umidificazione Impostazione del test SST Calibrazione di conformità del test SST Modifica del tipo di umidificazione dopo il test SST Aggiornamento Avvio del Ventilatore Figura 1. Schermo di avvio del ventilatore Aggiornamento Schermi di Ventilazione Figura 2. Schermo GUI superiore Figura 3. Schermo GUI inferiore Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni principali Tabella 2. Impostazioni monitorizzate Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni di modalità, tipo respiro e gruppo (multiplo) Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni di ventilazione di apnea Aggiornamento dell impostazione degli allarmi Figura 4. Schermo di impostazione degli allarmi Aggiornamento Altre impostazioni Rev. B

2 Intervalli aggiornati delle impostazioni, degli allarmi e dei dati Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore Tabella 4. Impostazioni aggiornate degli allarmi Tabella 5. Dati monitorizzati aggiornati Aggiornamento Tacitazione degli allarmi Aggiornamento Grafica Forme d Onda Stampa Grafici e Forme d onda Aggiornamento Informazioni porta seriale RS Riassunto Allarmi aggiornato Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi Tipo di ventilazione INVASIVA/NIV Uso previsto Interfacce per la ventilazione Modifiche apportate alle schermo GUI del ventilatore Figura 5. Schermata Impostazione nuovo paziente NIV Figura 6. Schermo Impostazioni nuovo paziente NIV Figura 7. Schermata della maggior parte dei dati del paziente-niv Tabella 7. Differenze visive tra i tipi di ventilazione NIV e INVASIVA Impostazione NIV Impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea Impostazione dell apnea Impostazione degli allarmi Figura 8. Impostazioni dell allarme Nuovo paziente Passaggio dalla ventilazione meccanica INVASIVA a NIV Tabella 8. Modifiche alle impostazioni-da INVASIVA a NIV Passaggio dal tipo di ventilazione NIV a INVASIVA sullo stesso paziente Tabella 9. Modifiche automatiche alle impostazioni-da NIV a INVASIVA Rev. B Funzioni software avanzate

3 Introduzione Questa appendice descrive le modifiche apportate al ventilatore 840 e al Manuale di riferimento tecnico e dell operatore per il ventilatore 840 (codice ) sino alla Revisione D compresa. Gli aggiornamenti del manuale includono: Il tipo di circuito paziente viene specificato nel corso del test autodiagnostico veloce (SST) determinando i valori di default e gli intervalli disponibili quando si usa il ventilatore. Certi intervalli consigliati possono essere cambiati. Toccare il pulsante OK per consentire il funzionamento al di fuori dell intervallo d impostazione consigliato. Il tipo di umidificazione può essere cambiato dopo aver eseguito il test SST, senza influire negativamente sulla respirazione o sulla spirometria e, per gli umidificatori non HME, il volume dell umidificatore può essere inserito durante o dopo il test SST. All inizio del test di conformità di SST è stato aggiunto un segnale, che consente all operatore di controllare che ci sia acqua nell umidificatore. Una freccia lampeggiante nello schermo di avvio del ventilatore ricorda all operatore di esaminare le impostazioni precedenti. I dati visualizzati nella parte superiore dello schermo GUI sono stati ingranditi per migliorarne la visibilità da lontano. Gli indicatori di tacitazione allarmi in corso e 100% O 2 /CAL in corso (quando siano stati attivati), assieme ai loro pulsanti ANNULLA, sono visualizzati nello schermo GUI inferiore. Le impostazioni principali (pulsanti visualizzati sulla parte alta dello schermo inferiore) possono essere effettuate individualmente o in gruppo, consentendo così un impostazione rapida. Sono stati modificati i menu permettendo al medico di selezionare la propria scelta, nelle impostazioni per modalità, tipo controllato, tipo spontaneo, tipo trigger e tipo controllato di apnea. La parte inferiore dello schermo visualizza le impostazioni monitorizzate quando si selezionano o modificano i valori relativi. - Selezionando o modificando l impostazione del volume si visualizza il il rapporto volume corrente per peso (V C /IBW o V CSUPP /PCI). - Selezionando o modificando le impostazioni della frequenza respiratoria o del volume si visualizza il volume al minuto impostato (V ESET ). Funzioni software avanzate Rev. B 3

4 La sensibilità di espirazione (E SENS ) è ora un impostazione principale che appare in alto nella parte inferiore dello schermo. Per consentire di controllare le perdite, il valore di E SENS può essere impostato sino a un massimo di 80%. Le barre di impostazione allarmi nello schermo di impostazione allarmi visualizzano l intervallo recente dei dati paziente corrispondenti. Gli allarmi di circuito scollegato e di dati paziente non ripristinano più la tacitazione allarme attivo. La calibrazione del sensore dell ossigeno (100% O 2 CAL) può essere annullata. Una manovra di pausa di espirazione o d inspirazione può essere annullata toccando il pulsante ANNULLA nello schermo GUI inferiore. Se il sistema posizionandosi in modalità di Stand-By o in condizione di Stato di Ciclo Occluso (OSC) quando la modalità NeoMode è attivata, il ventilatore fornirà, se disponibile, solo il 40% di O 2. La pressione di picco del circuito (P PEAK ) indica la pressione di picco d inspirazione ed è aggiornata alla fine di ogni inspirazione. In passato, questo valore indicava la pressione di picco per l intero respiro. La pressione media del circuito (P MEAN ) indica la pressione media del circuito per tutti i respiri del precedente periodo di 1 minuto. L allarme del SENSORE DI O 2 non è più un ALLARME DI DISPOSITIVO. Diversi algoritmi che controllano e regolano la gestione degli allarmi sono stati modificati e migliorati per ridurre al minimo l apparire del fenomeno dei falsi allarmi Rev. B Funzioni software avanzate

5 È stato modificato quanto segue: P % Questo simbolo è ora chiamato Percentuale tempo salita (prima era Accelerazione flusso). Il simbolo stesso non è stato cambiato. P MEAN P PEAK PEEP V E SET C STAT R STAT È il nuovo simbolo della pressione media delle vie respiratorie (prima era P CIRC ). È il nuovo simbolo della pressione picco del circuito (monitorizzata) (prima era P CIRC MAX ). È il nuovo simbolo della pressione di espirazione finale (monitorizzata) (prima era P EEND ). Nuovo simbolo che definisce il Volume Minuto impostato (era V e Definito come Volume Minuto). Nuovo simbolo per la Compliance statica (era C). Nuovo simbolo per la Resistenza statica (era R). La prova di perdita del compressore, parte del test autodiagnostico esteso (EST), richiede ora circa un minuto (prima richiedeva cinque minuti). Sono stati aggiunti alla schermata Altri Dati Paziente molti altri parametri (Rapid Shallow Breathing Index, tempo di inspirazione spontanea e % del tempo di inspirazione spontanea). La visualizzazione delle forme d onda è stata aggiornata per mostrare la Pressione Carenale stimata quando La modalità TC è selezionata. Le forme d onda congelate ora possono essere stampate. Diversamente dalla versione software precedente, il medico deve selezionare il tipo di ventilazione meccanica, INVASIVA o NIV (ventilazione meccanica non invasiva) durante l impostazione di un nuovo paziente. L allarme INSPIRAZIONE TROPPO LUNGA fino ad ora applicabile solo alle modalità di ventilazione INVASIVO è ora applicabile anche per la ventilazione NIV utilizzando le modalità di respirazione SIMV e SPONT. E infatti disponibile l impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea (2T I SPONT ). Funzioni software avanzate Rev. B 5

6 Circuito Paziente Questa sezione aggiorna la sezione 2.3 del Manuale Operativo. Avvertenza Quando si impiega un umidificatore Fisher & Paykel * con il ventilatore 840, si suggerisce di usare le camere di umidificazione modello 210 o 250 per pazienti adulti e quelle modello 220 o 290 per pazienti pediatrici. Altre camere di umidificazione Fisher & Paykel * possono indurre spruzzi d acqua nel circuito paziente, quando il circuito venga scollegato in condizioni di portata di picco elevata. Scelta del tipo di circuito paziente La Tabella 1 mostra i valori di PCI e i tipidicircuito paziente. Gli intervalli indicati come Consentito ma sconsigliato richiedono un azione di sospensione. Tabella 1. Circuito paziente e valori di PCI Suggerimento Consigliato Consentito ma sconsigliato Peso corporeo ideale (PCI) in kg Neonatale: 0,5-7,0 kg Pediatrico: 7,0-24 kg Adulto: kg Neonatale: non applicabile. Pediatrico: 3,5-6,5 kg, e kg Adulto: 7,0-24 kg Avvertenza Gli intervalli consigliati sono stati forniti per garantire la sicurezza del paziente. Gli intervalli consigliati dovrebbero essere esclusi solo da personale esperto in grado di giudicare le circostanze opportune Rev. B Funzioni software avanzate

7 Aggiornamento Test Autodiagnostico Rapido (SST) e tipo di umidificazione Questa sezione aggiorna le sezioni 3 e 4.8 del Manuale dell operatore. Impostazione del test SST Onde ottimizzare il volume d inspirazione e la precisione di spirometria, il test SST richiede che venga specificato il tipo di umidificazione: Tubo di espirazione riscaldato, Tubo di espirazione non riscaldato o HME (HME = scambiatore di calore - umidità) Per umidificatori non HME, toccare il pulsante Volume dell umidificatore e girare la manopola per regolare il valore su volume umidificatore secco (il volume specificato dell umidificatore e non il volume compressibile). Il pulsante del Volume dell umidificatore non è visualizzato quando si sceglie HME. Calibrazione di conformità del test SST Quando si sceglie come tipo di umidificazione Tubo di espirazione riscaldato o Tubo di espirazione non riscaldato, si deve rispondere (Sì o No) al messaggio del ventilatore che richiede di indicare se ci sia acqua nell umidificatore. Modifica del tipo di umidificazione dopo il test SST Per ottimizzare la precisione di spirometria, è possibile ora modificare il volume e il tipo di umidificazione (per umidificatori non HME) dopo aver eseguito la prova SST. Per scegliere il tipo di umidificazione, e impostarne il volume, procedere come segue: 1. Toccare il pulsante Altri schermi e poi il pulsante Altre impostazioni. 2. Toccare il pulsante Tipo di umidificazione, quindi ruotare la manopola per scegliere il nuovo tipo (Tubo di espirazione riscaldato, Tubo di espirazione non riscaldato o HME). 3. Per gli umidificatori di tipo non HME, toccare il pulsante Volume dell umidificatore e poi ruotare la manopola per scegliere il valore volume umidificatore secco. (Quando viene scelto il tipo HME, il pulsante Volume dell umidificatore non è visualizzato). 4. Controllare le impostazioni proposte e quindi premere ACCETTA per applicare i nuovi valori. Funzioni software avanzate Rev. B 7

8 Aggiornamento Avvio del Ventilatore Questa sezione aggiorna la sezione 4.1 del Manuale Operativo. La schermata di avvio del ventilatore (Figura 1) è stata modificata: La sensibilità di espirazione (E SENS ) è ora una impostazione principale e appare in alto nello schermo GUI inferiore. Lo schermo di avvio include una freccia lampeggiante (accanto al pulsante STESSO PAZIENTE) che serve a ricordare all utente di esaminare le impostazioni precedenti. Durante e dopo l avviamento del ventilatore vengono visualizzati i vari menù di scelta, permettendo al medico di selezionarne la propria, per modalità, tipo controllato, tipo spontaneo, tipo trigger e tipo controllato di apnea. Quando l avviamento del ventilatore è finito, il rapporto volume a peso viene visualizzato quando si sceglie o si modifica l impostazione del volume. Volume = volume corrente (V T ) quando il tipo di respiro è VC, volume obiettivo (V T ) quando il tipo di respiro è VC+, volume obiettivo di supporto (V TSUPP ) quando il tipo di respiro è VS. V E non è più visualizzato nella schermata Avviamento ventilatore. Per conoscere le modifiche apportate alla schermata Avvio del ventilatore, si veda Tipo di ventilazione INVASIVA/NIV a pagina Rev. B Funzioni software avanzate

9 Figura 1. Schermo di avvio del ventilatore Aggiornamento Schermi di Ventilazione Questa sezione aggiorna la sezione 4.2 del Manuale Operativo. Lo schermo GUI superiore (Figura 2) visualizza adesso i dati del paziente in caratteri grandi, su di una sola riga, che sono più visibili da lontano. Il tipo di respiro è indicato nell angolo in alto di sinistra (C = controllato, S = spontaneo, A = assistito). Per vedere le definizioni delle unità e dei simboli della parte inferiore dello schermo, toccare il valore visualizzato. Informazioni ulteriori sono disponibili nello schermo Altri dati. Per conoscere le modifiche apportate alle schermate del ventilatore, si veda Tipo di ventilazione INVASIVA/NIV a pagina 28. Funzioni software avanzate Rev. B 9

10 Figura 2. Schermo GUI superiore Lo schermo GUI inferiore (Figura 3) mostra gli indicatori Tacitazione allarme in corso e 100% O 2 /CAL in corso, quando non ci siano altre visualizzazioni prioritarie attive. Lo schermo inferiore visualizza automaticamente gli indicatori In corso quando si preme il tasto 100% O 2 /CAL 2 min Rev. B Funzioni software avanzate

11 Figura 3. Schermo GUI inferiore Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni principali Questa sezione aggiorna la sezione 4.3 del Manuale Operativo. Le impostazioni principali ora possono essere modificate in gruppo, permettendo così una rapida impostazione. Le impostazioni principali sono individuate dai pulsanti in alto dello schermo inferiore. Per modificare le impostazioni principali, procedere come segue: 1. Toccare il pulsante dell impostazione che si desidera modificare. Ruotare la manopola per impostare il valore desiderato. 2. Ripetere questa operazione per tutte le impostazioni da modificare. 3. Toccare il pulsante ANNULLA TUTTO per annullare i nuovi inserimenti e lasciare le impostazioni inalterate. 4. Toccare ACCETTA per applicare la (le) nuova (nuove) impostazione (impostazioni). Funzioni software avanzate Rev. B 11

12 La parte inferiore dello schermo visualizza le impostazioni monitorizzate (Tabella 2) quando si selezionano o modificano i valori relativi: Tabella 2. Impostazioni monitorizzate V E SET V T /IBW V TSUPP /IBW Volume Minuto impostato: visualizzato assieme all barra dei tempi di respiro ogni volta che si sceglie o modifica la frequenza respiratoria (f) o l impostazione del volume. Rapporto Volume Corrente rispetto al peso corporeo: visualizzato quando si sceglie o si modifica l impostazione del volume corrente (V T, quando il tipo di respiro è VC) o il volume obiettivo (V T, quando il tipo di respiro è VC+). Rapporto Volume Corrente rispetto al peso corporeo: visualizzato quando si sceglie o si modifica l impostazione del volume obiettivo di supporto (V TSUPP, quando il tipo di respiro è VS). Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni di modalità, tipo respiro e gruppo (multiplo) Questa sezione aggiorna la sezione 4.4 del Manuale Operativo. Il parametro V E non è più visualizzato nella schermata Avviamento Ventilatore corrente. Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni di ventilazione di apnea Questa sezione aggiorna la sezione 4.6 del Manuale Operativo. Quando viene selezionato il tipo di ventilazione controllata in caso di apnea nella schermata Impostazione Apnea, viene visualizzato un menu a scomparsa per tutte le selezioni disponibili e con la selezione evidenziata al momento. La schermata Impostazione Apnea non visualizza più il Volume Minuto impostato di apnea Rev. B Funzioni software avanzate

13 Aggiornamento dell impostazione degli allarmi Questa sezione aggiorna la sezione 4.7 del Manuale Operativo per evidenziare i cambiamenti apportati allo schermo di impostazione degli allarmi (Figura 4). Ora, le barre di impostazione degli allarmi includono un blocco evidenziato che rappresenta il recente intervallo dei corrispondenti dati del paziente. Figura 4. Schermo di impostazione degli allarmi Aggiornamento Altre impostazioni Questa sezione aggiorna la sezione 4.8 del Manuale Operativo. Lo schermo Altre impostazioni è stato modificato: È stata eliminata E SENS (che è diventata un impostazione principale). È stato aggiunto il Volume dell umidificatore (per gli umidificatori non HME). La procedura per modificare le impostazioni dello schermo Altre impostazioni è rimasta la stessa. Funzioni software avanzate Rev. B 13

14 Intervalli aggiornati delle impostazioni, degli allarmi e dei dati Questa sezione aggiorna le sezioni 4.9 e A.6 del Manuale Operativo e include solamente le modifiche apportate alle impostazioni e agli allarmi del ventilatore. Nei ventilatori dotati dell opzione NeoMode si possono scegliere tutti gli intervalli (neonatale, pediatrico o adulto). Nei ventilatori senza l opzione NeoMode sono disponibili solo gli intervalli pediatrico e adulto. Alcune impostazioni hanno degli intervalli consigliati che possono essere esclusi. Quando un impostazione proposta eccede i limiti consigliati, il ventilatore emette un segnale acustico e richiede che l utilizzatore confermi che si desidera sospendere l intervallo suggerito. La Tabella 3 elenca le modifiche apportate alle impostazioni del ventilatore. La Tabella 4 elenca quelle apportate alle impostazioni di allarme. La Tabella 5 elenca i dati monitorizzati aggiornati. Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore Impostazione Tipo controllato di apnea Intervallo di apnea (T A ) Frequenza respiratoria di apnea (f) Funzione/dettagli Valore per paziente nuovo: Neonatale: lo stesso del tipo controllato non di apnea quando il tipo controllato non di apnea è PC o VC. PC quando il tipo controllato non di apnea è VC+. Pediatrico: lo stesso del tipo controllato non di apnea quando il tipo controllato non di apnea è PC o VC. VC quando il tipo controllato non di apnea è VC+. Adulto: lo stesso del tipo controllato non di apnea quando il tipo controllato non di apnea è PC o VC. VC quando il tipo controllato non di apnea è VC+. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 10 s. Pediatrico: 15 s. Adulto: 20 s. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 20/min. Pediatrico: 14/min. Adulto: 10/min Rev. B Funzioni software avanzate

15 Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore (segue) Impostazione Sensibilità di espirazione (E SENS ) Configurazione del flusso Sensibilità del flusso (V SENS ) Limite di tempo inspiratorio spontaneo superiore (2T ISPONT ) (disponibile esclusivamente quando il tipo di ventilazione è NIV) Volume dell umidificatore Intervallo: da 1 a 80%. Valore per paziente nuovo: 25%. Funzione/dettagli Intervallo: La configurazione del flusso non può essere scelta quando il tipo di respiro è PC o VC+. Valore per paziente nuovo: Neonatale: rampa in discesa. Pediatrico: quadrata quando il tipo controllato è VC. Adulto: quadrata quando il tipo controllato è VC. Intervallo: Neonatale: da 0,1 a 10 L/min. Pediatrico/Adulto: da 0,2 a 20 L/min. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 1,0 L/min. Pediatrico: 2,0 L/min. Adulto: 3,0 L/min. Intervallo: Neonatale: da 0,4 sec a [1 + (0,1 x IBW)] sec Pediatrico/adulto: da 0,4 sec a [1,99 + (0,02 x IBW)] sec Valor de paciente nuevo: Neonatale: [1 + (0,1 x IBW)] sec Pediatrico/adulto: [1,99 + (0,02 x IBW)] sec Funzione: il volume dell umidificatore installato vuoto. Intervallo: da 100 ml a 1000 ml. Predefinito: 480 ml. Risoluzione: 10 ml. Funzioni software avanzate Rev. B 15

16 Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore (segue) Peso corporeo ideale (PCI) Tempo d inspirazione (T I ) Tipo controllato Modalità O 2 % Impostazione Tipo circuito paziente Intervallo: Neonatale: 0,5 kg 7,0 kg. Pediatrico: 3,5 kg 35 kg. Adulto: 7,0 kg 150 kg. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 3,0 kg. Pediatrico: 15,0 kg. Adulto: 50 kg. Risoluzione: 0,1 kg per 0,5-3,5 kg. 0,5 kg per 3,5-10 kg. 1,0 kg per kg. 5 kg per kg. 10 kg per kg. Valore per paziente nuovo: in base a V T e V MAX. Risoluzione: 0,01 s quando il tipo controllato è PC o VC+, 0,02 s quando il tipo controllato è VC. Funzione: imposta il tipo di respiro controllato: Volume Controllato (VC), Pressione Controllata (PC) o Volume Controllato Plus (VC+). VC+ è disponibile solo con l opzione Volume Ventilation Plus quando la modalità è A/C o SIMV. Intervallo: VC, PC o VC+. Valore per paziente nuovo: Neonatale: PC. Pediatrico/Adulto: VC. Valore per paziente nuovo: Neonatale: SIMV. Pediatrico/Adulto: A/C. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 40%. Pediatrico/Adulto: 100%. Funzione/dettagli Intervallo: neonatale, pediatrico o adulto. Neonatale è disponibile solo con l opzione NeoMode Rev. B Funzioni software avanzate

17 Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore (segue) Impostazione Picco di Flusso (V MAX ) Frequenza respiratoria (f) Tipo spontaneo Funzione/dettagli Intervallo: Neonatale: 1,0 L/min 30 L/min. Pediatrico: 3,0 L/min 60 L/min. Adulto: 3,0 L/min 150 L/min. Valore per paziente nuovo: in base al PCI. Risoluzione: 0,1 L/min per flussi di 1-20 L/min. 1 L/min per flussi di 20 L/min e oltre. Funzione: imposta il valore massimo di respiri controllati per minuto ricevuti dal paziente. Attivo nelle modalità A/C, SIMV e BiLevel. Intervallo: Neonatale: da 1,0 a 150 min. Pediatrico/Adulto: da 1,0 a 100 /min. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 20/min. Pediatrico: 14/min. Adulto: 10/min. Risoluzione: 0,1/min per 1,0-10/min. 1/min per /min. Precisione: ± 0,1 (+0,6% dell impostazione) 1/min in media su 60 s o 5 respiri, quello dei due che si verifica per ultimo. Funzione: Imposta il tipo di respiro spontaneo: con supporto di pressione (PS), senza supporto di pressione (NESSUNO), compensazione tubo (TC) o support volume (VS). TC è disponibile solo con l opzione TC quando il tipo circuito paziente è pediatrico o adulto. VS è disponibile solo con l opzione Volume Ventilation Plus quando la modalità è SPONT. Intervallo: Neonatale: PS, NESSUNO, VS. Pediatrico: PS, NESSUNO, TC, VS. Adulto: PS, NESSUNO, TC, VS. Funzioni software avanzate Rev. B 17

18 Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore (segue) Impostazione Volume Target (V T ) oppure Volume corrente Tipo di Trigger Tipo ventilazione Funzione/dettagli Intervallo: Neonatale: da 5 ml a 315 ml. Pediatrico/Adulto: da 25 ml a 2500 ml. (l intervallo in base al PCI è: da un minimo di 1,16 x PCI a un massimo di 45,7 x PCI). Valore per paziente nuovo: Neonatale: il maggiore tra 5 ml e (7,25 x PCI). Pediatrico/Adulto: il maggiore tra 25 ml e (7,25 x PCI). Risoluzione: 1 ml per ml. 5 ml per ml. 10 ml per ml. Intervallo: Neonatale: flusso (V -TRIG). Pediatrico/Adulto: pressione (P-TRIG) o V -TRIG. Valore per paziente nuovo: V -TRIG. Intervallo: INVASIVA o VNI (no invasiva) Valore per paziente nuovo: INVASIVA Rev. B Funzioni software avanzate

19 Tabella 4. Impostazioni aggiornate degli allarmi Allarme Limite pressione circuito massima (2P PEAK ) Limite volume minuto espirato massimo (2V E TOT ) Limite volume corrente espirato massimo (2V TE ) Limite di frequenza respiratoria massima (2f TOT ) Intervallo Valore per paziente nuovo: Neonatale: 30 cm di H 2 O Pediatrico/Adulto: 40 cm di H 2 O Intervallo: OFF o 0,10 L/min o > limite minimo di volume espirato per minuto e Neonatale: 10 L/min Pediatrico: 30 L/min Adulto: 100 L/min Valore per paziente nuovo: in base al PCI Intervallo: OFF o > limite minimo di volume corrente espirato spontaneo > limite minimo di volume corrente espirato controllato e Neonatale: da 5 ml a 500 ml Pediatrico: da 25 ml a 1500 ml Adulto: da 25 ml a 3000 ml Valore per paziente nuovo: in base al PCI Risoluzione: 1 ml per ml 5 ml per 100 ml ml 10 ml per ml Intervallo: OFF o Neonatale: da 10 /min a 170 /min Pediatrico/Adulto: da 10 /min a 110 /min Valore per paziente nuovo: OFF Risoluzione: 1 /min Funzioni software avanzate Rev. B 19

20 Tabella 4. Impostazioni aggiornate degli allarmi (segue) Allarme Limite volume corrente controllato espirato minimo (4V TE MAND ) Limite volume minuto espirato minimo (4V E TOT ) Intervallo Intervallo: OFF o 1 ml < limite massimo volume corrente espirato e Neonatale: 300 ml Pediatrico: 1000 ml Adulto: 2500 ml Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione INVASIVA): in base al PCI Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione NIV): OFF Risoluzione: 1 ml per ml 5 ml per ml 10 ml per ml Intervallo: < limite massimo volume espirato per minuto, e Neonatale: OFF o da 0,01 L/min a 10 L/min Pediatrico: da 0,05 L/min a 30 L/min Adulto: da 0,05 L/min a 60 L/min Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione INVASIVA): in base al PCI Valore Nuovo paziente (Tipo ventilazione NIV): OFF Risoluzione: 0,005 L/min per 0,01-0,50 L/min 0,05 L/min per 0,05-5,0 L/min 0,5 L/min per 5,0-60,0 L/min Rev. B Funzioni software avanzate

21 Tabella 4. Impostazioni aggiornate degli allarmi (segue) Allarme Limite volume corrente spontaneo espirato minimo (4V TE SPONT ) Pressione circuito minima (4P PEAK ) Intervallo Intervallo: OFF o 1 ml < limite massimo volume corrente espirato e Neonatale: 300 ml Pediatrico: 1000 ml Adulto: 2500 ml Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione INVASIVA): in base la PCI Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione NIV): OFF Risoluzione: 1 ml per ml 5 ml per ml 10 ml per ml Disponibile solo durante la NIV o se VC+ è selezionato come Tipo controllato durante la ventilazione INVASIVA. Intervallo: NIV: OFF-2P PEAK -1 cm H 2 O VC+: PEEP-2P PEAK -1 cm H 2 O NOTA: Se è stato selezionato VC+, è possibile selezionare 4P PEAK su OFF, se PEEP è impostato su 0. Valore per Nuovo paziente: PEEP + 6 cm H 2 O Risoluzione: 0,5 cm H 2 O per valori di pressione < 20 cm H 2 O 1 cm H 2 O per valori di pressione > 20 cm H 2 O Funzioni software avanzate Rev. B 21

22 Tabella 5. Dati monitorizzati aggiornati Dato Rapid Shallow Breathing Index; (f/v T ) Tempo inspirazione spontanea (T I SPONT ) % Percentuale tempo inspirazione spontanea (T I /T TOT ) Intervallo Funzione: nella schermata Altri dati paziente, visualizza il rapporto della frequenza respiratoria ai valori misurati del volume inspirato per i respiri spontanei. Disponibile solo per i respiri spontanei. Accessibile nel corso della ventilazione normale premendo il pulsante Altri dati paziente sullo schermo GUI superiore. Intervallo: da 0 a 600 1/min-L Risoluzione: 0,1 per f/vt < 10 1/min-L 1 per f/vt 10 1/min-L Funzione: visualizza il valore misurato del tempo di inspirazione del paziente nella schermata Altri dati paziente. Disponibile solo per i respiri spontanei. Accessibile nel corso della ventilazione normale premendo il pulsante Altri dati paziente sullo schermo GUI superiore. Intervallo: da 0 a 10 s Risoluzione: 0,01 s Funzione: nella schermata Altri dati paziente, visualizza il rapporto del tempo di inspirazione ai valori misurati del tempo totale del ciclo di respirazione per i respiri spontanei. Disponibile solo per i respiri spontanei. Accessibile nel corso della ventilazione normale premendo il pulsante Altri dati paziente sullo schermo GUI superiore. Intervallo: da 0 a 0,80 Risoluzione: 0,01 Aggiornamento Tacitazione degli allarmi Questa sezione aggiorna la sezione 5.1 del Manuale Operativo. Gli allarmi di dati paziente e di scollegamento circuito paziente non annullano la tacitazione degli allarmi. Altri allarmi di grande urgenza continuano ad annullare la tacitazione degli allarmi. Indicatore di Tacitazione degli allarmi in corso: se non ci sono altre schermate ad alta priorità visualizzati sullo schermo GUI inferiore, apparirà un istogramma che indica la durata di tacitazione degli allarmi Rev. B Funzioni software avanzate

23 Aggiornamento Grafica Forme d Onda Questa sezione aggiorna la sezione 6 del Manuale Operativo per riflettere le nuove visualizzazioni delle forme d onda. I pulsanti Grafico 1 e Grafico 2 mostrano dei menu a scomparsa nei quali la selezione attiva è visualizzata tra quelle disponibili. Quando si seleziona la forma dell onda pressione-tempo e il tipo di supporto in caso di atto spontaneo è TC, viene visualizzato sul grafico, una nuova traccia ombra, la quale permette di attivare o disattivare la visualizzazione grafica della pressione carenale quando questo tipo di supporto è attivo. La curva pressione-tempo ora mostra una stima della pressione carenale (P CARI ) sotto forma di area ombreggiata all interno del grafico selezionato. NOTA: La visualizzazione grafica della pressione carenale rappresenta una stima e non una misura reale. Stampa Grafici e Forme d onda Le forme d onda congelate possono ora essere stampate. Quando forme d onda congelate sullo schermo e la periferica opzionata per la porta seriale RS-232 numero 1 è una stampante, viene visualizzato un pulsante STAMPA nell angolo superiore a sinistra dello schermo. Per stampare le grafiche immobilizzate seguire le istruzioni seguenti: 1. Sfiorare il pulsante STAMPA. Il messaggio lampeggiante STAMPA IN CORSO sostituisce i pulsanti IMPOSTA GRAFICO, SBLOCCA e STAMPA. Per interrompere la stampa, sfiorare il pulsante ANNULLA. 2. Quando tutti i dati della grafica sono stati inviati alla stampante i pulsanti IMPOSTA GRAFICO, SBLOCCA e STAMPA riappaiono. NOTA: Per poter stampare, la porta seriale RS-232 numero 1 deve essere stata configurata con STAMPANTE come periferica selezionata. Funzioni software avanzate Rev. B 23

24 Aggiornamento Informazioni porta seriale RS-232 Questa sezione aggiorna la sezione E.2 del Manuale Operativo evidenziando il fatto che ora la porta seriale RS-232 può essere configurata per selezionare la periferica collegata, la velocità di trasmissione, i bit di dati e la parità. Per configurare la porta RS-232, procedere nel modo seguente: 1. Nella schermata Impostazioni Ventilatore premere il pulsante Altre schermate. 2. Premere il pulsante Impostazione comunicazioni. 3. Toccare il pulsante COM1 quindi ruotare la manopola per selezionare la periferica collegata (DCI o STAMPANTE). Scegliere DCI se il dispositivo collegato è un host/monitor oppure STAMPANTE per una stampante. Solo la porta 1 può essere configurata come porta per stampante. 4. Toccare il pulsante della velocità di trasmissione e quindi ruotare la manopola per selezionare il valore (1200, 2400, 4800, 9600, o 38400). 5. Toccare il pulsante di Modalità parità e quindi ruotare la manopola per selezionare la parità (Nessuna, Pari o Dispari). 6. Premere ACCETTA per applicare le modifiche. Riassunto Allarmi aggiornato Questa sezione aggiorna la sezione del Manuale Operativo. La Tabella 6 elenca le modifiche apportate al riassunto degli allarmi. Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti APNEA Media Ventilazione di apnea. Intervallo di respiro > intervallo di apnea. Invariato. Invariato. Alta Apnea prolungata o apnee multiple Rev. B Funzioni software avanzate

25 Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi (segue) Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti INSPIRAZIONE TROPPO LUNGA (quando il tipo di ventilazione è INVASIVA) Bassa Media Alta Ultimi 2 respiri spontanei = limite T I in base al PCI. Ultimi 4 respiri spontanei = limite T I in base al PCI. Ultimi 10 respiri spontanei = limite T I in base al PCI. Invariato. L allarme INSPIRAZIONE TROPPO LUNGA è attivo solo quando il tipo di ventilazione utilizzata è di tipo INVASIVO. SENSORE DI O 2 Bassa La ventilazione non è influenzata. Guasto del sensore O 2 / sensore fuori calibrazione. Premere 100% O 2 CAL per sostituire o disattivare. I controlli di dati precedenti hanno rilevato un problema. Si ripristina quando l operatore è riuscito a calibrare o a disattivare il sensore dell ossigeno. 1P PEAK Bassa Ultimo respiro limite impostato. Media Alta Ultimi 3 respiri limite impostato. Ultimi 4 respiri limite impostato. Controllare il circuito paziente e il tubo ET. La pressione misurata delle vie respiratorie limite impostato. Il ventilatore riduce il respiro corrente a meno che non sia già in espirazione. Allarmi possibilmente dipendenti: 3V TE MAND 3V E TOT 1f TOT Funzioni software avanzate Rev. B 25

26 Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi (segue) Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti 1V TE Bassa Ultimi 2 respiri limite impostato. Invariato. Invariato. Media Alta Ultimi 4 respiri limite impostato. Ultimi 10 respiri limite impostato. 1V E TOT Bassa V E TOT limite impostato per 30 s. Invariato. Invariato. Media Alta V E TOT limite impostato per > 30 s. V E TOT limite impostato per > 120 s. 1f TOT Bassa f TOT limite impostato per 30 s. Invariato. Invariato. Media Alta f TOT limite impostato per > 30 s. f TOT limite impostato per > 120 s Rev. B Funzioni software avanzate

27 Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi (segue) Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti 3V TE MAND Bassa Ultimi 2 respiri controllati limite impostato. Invariato. Invariato. Media Alta Ultimi 4 respiri controllati limite impostato. Ultimi 10 respiri controllati limite impostato. 3V TE SPONT Bassa Ultimi 2 respiri spontanei limite impostato. Invariato. Invariato. Media Alta Ultimi 4 respiri spontanei limite impostato. Ultimi 10 respiri spontanei limite impostato. 3V E TOT Bassa V E TOT limite impostato per 30 s. Invariato. Invariato. Media Alta V E TOT limite impostato per > 30 s. V E TOT limite impostato per > 120 s. Funzioni software avanzate Rev. B 27

28 Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi (segue) Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti 3P PEAK Bassa Ultimi 2 respiri, pressione limite impostato. Media Alta Ultimi 4 respiri, pressione limite impostato. Ultimi 10 o più respiri, pressione limite impostato. Controllare se sono presenti eventuali perdite. Pressione di inspirazione di picco limite impostato. (Disponibile solo quando il tipo di ventilazione è NIV o durante la ventilazione INVASIVA quando VC+ è selezionato come Modalità controllata.) Tipo di ventilazione INVASIVA/NIV La presente è un aggiornamento della Sezione 4 del Manuale dell operatore. Nella nuova versione del software del ventilatore il medico deve selezionare INVASIVA o NIV (ventilazione meccanica non invasiva) con il pulsante TIPO VENT presente nella schermata Impostazione nuovo paziente o Impostazione corrente. La ventilazione meccanica INVASIVA è quella convenzionale eseguita con cannule endotracheali o tracheostomiche. Durante la ventilazione meccanica invasiva, il funzionamento del ventilatore 840 è simile a quello della versione software precedente; non sono inoltre, state apportate modifiche all aspetto delle principali schermate del ventilatore. Se si seleziona VC+ per la ventilazione di Tipo controllato durante l impostazione del nuovo paziente o se si modifica l impostazione corrente, nella nuova versione software è disponibile un allarme di pressione di picco del circuito (3P PEAK ) che sostituisce il precedente allarme, non impostabile, relativo alla pressione di picco di inspirazione. Fare riferimento alla Tabella 4 e alla Tabella 6 per ulteriori informazioni sull allarme 3P PEAK Rev. B Funzioni software avanzate

29 Avvertenza L algoritmo per il controllo della pressione di VC+ impedisce che la pressione di inspirazione target non scenda al di sotto del valore di PEEP + 5 cm H 2 O; infatti, l impostazione del limite di allarme 4P PEAK a questo livello o a un livello inferiore, disabilita l allarme stesso. La NIV consente una ventilazione con differenti interfacce non invasive e con cannule endotracheali non cuffiate in modalità NeoMode. La ventilazione NIV migliora la capacità del ventilatore 840 nella gestione delle perdite del sistema di notevole entità associate all uso delle suddette interfacce. Fornisce infatti allarmi di disconnessione in base alla pressione, riducendo i falsi allarmi di disconnessione e sostituisce l allarme INSPIRAZIONE TROPPO LUNGA con l impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea (2 TI SPONT ) e un indicatore visivo. Di seguito vengono illustrate le modifiche legate all introduzione della ventilazione NIV. Uso previsto La NIV trova applicazione nei neonati, nei pazienti pediatrici e negli adulti coscienti e con ventilazione spontanea, stabile e sostenibile. Interfacce per la ventilazione Covidien ha sperimentato e valutato positivamente le seguenti interfacce prive di fori di espirazione per la NIV: Maschera facciale: maschera facciale priva di fori di espirazione Puritan Bennett usa la maschera facciale priva di fori di espirazione (larga, codice ), la maschera facciale priva di fori di espirazione ResMed Mirage * Maschera nasale: maschera priva di fori di espirazione ResMed Ultra Mirage * (media) Cannule nasali per neonati: cannula nasale CPAP (piccola) Sherwood Davis & Geck Argyle, sistema nasale CPAP per neonati Hudson RCI * (N. 3) Cannula endotracheale non cuffiata per neonati: cannula tracheale non cuffiata Mallinckrodt, Murphy (3,0 mm) Funzioni software avanzate Rev. B 29

30 Avvertenza Per la NIV usare esclusivamente interfacce prive di fori di espirazione. Le maschere facciali utilizzate per la ventilazione non invasiva devono offrire visibilità del naso e della bocca del paziente per ridurre al minimo l eventuale rischio per il paziente di aspirazione in caso di vomito. Non ventilare pazienti intubati con cannule endotracheali o per tracheostomia cuffiate quando si decide di utilizzare la ventilazione di tipo NIV. Modifiche apportate alle schermo GUI del ventilatore Per semplificare l impostazione del ventilatore e la gestione della NIV da parte del medico, negli schermi a sfioro GUI sono state introdotte le seguenti modifiche: Il pulsante TIPO VENT è stato aggiunto alle schermate Impostazione nuovo paziente e Impostazione corrente per selezionare la ventilazione INVASIVA o NIV. Le possibilità di scelta delle modalità di respirazione e dei tipi di respirazione sono limitate a sottogruppi di impostazioni disponibili con la ventilazione INVASIVA. Quando sono selezionate le modalità di respirazione SIMV o SPONT è disponibile una nuova impostazione di allarme nel ventilatore: il limite alto di tempo di inspirazione spontanea (2T I SPONT ). Gli indicatori della NIV vengono visualizzati sugli schermi GUI superiori e inferiori. La Figura 5 e la Figura 6 mostrano lo schermo GUI inferiore durante l impostazione di un nuovo paziente per la NIV. È disponibile l impostazione per un nuovo allarme, pressione circuito minima (4P PEAK ) Rev. B Funzioni software avanzate

31 Pulsante Tipo vent: questo nuovo pulsante consente di selezionare la ventilazione meccanica INVASIVA o NIV. 2. Modalità di respirazione: durante la NIV è possibile selezionare soltanto le modalità A/C, SIMV e SPONT. 3. Tipo controllato: durante la NIV sono disponibili soltanto i parametri VC e PC. 4. Tipo spontaneo: durante la NIV sono disponibili esclusivamente i parametri PS o NESSUNO, se è stata selezionata la modalità di respirazione è SIMV o SPONT. 5. Tipo Trigger: durante la NIV è disponibile esclusivamente l attivazione del flusso. Figura 5. Schermata Impostazione nuovo paziente NIV Funzioni software avanzate Rev. B 31

32 N visualizzato nell intestazione della schermata indica che è stato selezionato come tipo di ventilazione NIMN. Pulsante impostazione 2T I SPONT. D SENS è preimpostato su OFF. Figura 6. Schermo Impostazioni nuovo paziente NIV Durante la NIV, i valori di V TI vengono visualizzati nell area in cui sono riportati i dati vitali del paziente. Indicatore di NIV nella schermata secondaria Altri dati paziente. Non viene visualizzato, se sono attivati due o più allarmi. PEEP è spostato nell area inferiore della schermata Altri dati paziente durante la NIV. Figura 7. Schermata della maggior parte dei dati del paziente-niv Rev. B Funzioni software avanzate

33 La Tabella 7 riporta le principali differenze presenti negli schermi GUI superiore e inferiore tra i tipi di ventilazione NIV e INVASIVA. Tabella 7. Differenze visive tra i tipi di ventilazione NIV e INVASIVA Visualizzazione NIV INVASIVA Commenti GUI superiore: area destinata ai dati vitali del paziente (parte superiore dello schermo GUI superiore) P PEAK, P MEAN, V TI, I:E, f TOT, V TE, V E TOT P PEAK, P MEAN, PEEP, I:E, f TOT, V TE, V E TOT Se il tipo di ventilazione selezionato è NIV, il valore di PEEP viene visualizzato nella schermata secondaria Altri dati paziente. GUI superiore: schermata secondaria Altri dati paziente Visualizza il valore PEEP corrente insieme ai dati visualizzati in tipo di ventilazione INVASIVA. Dati visualizzati in base alla modalità di respirazione selezionata. I dati del paziente variano in base alla modalità di respirazione selezionata. GUI superiore: area allarmi NIV visualizzato in giallo. N/A Se sono attivi 2 allarmi contemporaneament, la scritta NIV non viene visualizzata fino a quando uno dei due allarmi è attivo. GUI inferiore: area superiore sinistra destinata alle impostazioni N A/C N SIMV N SPONT Visualizzato in nero evidenziato in giallo La modalità di respirazione è visualizzata in bianco. L indicatore della NIV è sempre presente nello schermo GUI inferiore indipendentemente dalle condizioni di allarme. Funzioni software avanzate Rev. B 33

34 Tabella 7. Differenze visive tra i tipi di ventilazione NIV e INVASIVA (segue) Visualizzazione NIV INVASIVA Commenti GUI inferiore: schermate Impostazione nuovo paziente e Impostazione corrente N viene visualizzato nell intestazione delle schermate Impostazione nuovo paziente e Impostazione corrente. Pulsante D SENS disponibile durante l impostazione del nuovo paziente. Il valore relativo al nuovo paziente è impostato su OFF. Una volta che le impostazioni sono state accettate, è possibile accedere al valore D SENS in maniera simile a quando si è ventilazione INVASIVA. È possibile accedere al pulsante D SENS esclusivamente sfiorando i pulsanti ALTRE SCHERMATE e ALTRE IMPOSTAZIONI. Il valore nuovo paziente è impostato su 75%. N/A GUI inferiore: impostazioni respiratore Impostazione 2T ISPONT disponibile. N//D Impostazione 2T I SPONT disponibile esclusivamente in modalità SIMV o SPONT durante NIV. GUI inferiore: impostazioni allarmi 4Impostazione allarme P PEAK disponibile 4Impostazione allarme P PEAK disponibile solo con VC+ selezionato come Tipo controllato. 4L impostazione P PEAK sostituisce l allarme Picco minimo di pressione inspiratoria (non impostabile in precedenza) in VC Rev. B Funzioni software avanzate

35 Impostazione NIV È possibile attivare la NIV dalla schermata Impostazione nuovo paziente all avvio del ventilatore o mentre il paziente è ventilato in maniera invasiva. Fare riferimento alle sezioni Passaggio dalla ventilazione meccanica INVASIVA a NIV a pagina 39 e Passaggio dal tipo di ventilazione NIV a INVASIVA sullo stesso paziente a pagina 40 per informazioni relative alle modifiche delle impostazioni automatiche che si verificano se si cambia tipo di ventilazione. Per impostare il ventilatore per la NIV, procedere come indicato di seguito. Per impostare un nuovo paziente Per impostare un paziente ventilato 1. Accendere il ventilatore. 1. Premere il pulsante IMPOSTAZIONE VENT. Passare al passo Selezionare NUOVO PAZIENTE. 3. Immettere il peso corporeo ideale (PCI) del paziente, quindi premere CONTINUA. 4. Selezionare il pulsante TIPO VENT, quindi ruotare la manopola per passare alla NIV. 5. Selezionare il pulsante Modalità e ruotare la manopola per selezionare AC, SIMV o SPONT (il modo BILEVEL non è disponibile per la NIV). 6. Sfiorare il pulsante TIPO CONTROLLATO e ruotare la manopola per scegliere Controllo pressione (PC) o il Controllo volume (VC) (VC+ non è disponibile per la NIV). 7. Se sono stati selezionati SIMV o SPONT al passo 5, sfiorare il pulsante TIPO SPONTANEO e ruotare la manopola per selezionare PS o NONE (TC e VS non sono disponibili per la NIV). NOTA: Se è stata selezionata la NIV come Tipo vent, l unico tipo di attivazione consentito è quello del flusso (V -TRIG). 8. Premere CONTINUA e regolare le impostazione come necessario. Consultare la sezione, Impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea, di seguito per le informazioni relative all impostazione del ventilatore. Funzioni software avanzate Rev. B 35

36 NOTA: Se è stata selezionata la NIV come Tipo di ventilazione, il pulsante SCOLLEGA SENSIBITÀ (D SENS ) viene visualizzato nella schermata Impostazioni impostato su OFF. Se necessario, selezionare il pulsante e ruotare la manopola per impostare un valore. Per modificare la funzione Scollega sensibilità dopo aver applicato le impostazioni del ventilatore, selezionare il pulsante ALTRE SCHERMATE, quindi il pulsante ALTRE IMPOSTAZIONI ed eseguire le modifiche. 9. Per applicare le impostazioni, premere ACCETTA. Rivedere le impostazioni degli allarmi e dell apnea come descritto di seguito. Impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea La ventilazione NIV include un impostazione in modalità SIMV o SPONT per il limite alto di tempo di inspirazione spontanea (2T ISPONT ). Quando il tempo di inspirazione del paziente raggiunge o supera il limite impostato, il ventilatore passa da inspirazione a espirazione e nella parte superiore dello schermo GUI appare il simbolo 1T ISPONT a indicare che il ventilatore ha ridotto la durata del respiro spontaneo (vedi Figura 7). Avvertenza All indicazione visiva 1T ISPONT non è associato nessun allarme acustico e l indicatore non appare in alcun registro avvisi o messaggio di allarme. L indicatore 1T ISPONT appare all inizio di un espirazione avviata dal ventilatore e rimane visibile finché il ventilatore riduce i respiri in risposta all impostazione 2T ISPONT. L indicatore 1T ISPONT scompare quando il tempo di inspirazione del paziente ritorna a un valore inferiore all impostazione 2T ISPONT o dopo 15 secondi dall inizio dell espirazione dell ultimo respiro ridotto. La pressione di inspirazione target può non essere raggiunta se l impostazione 2T ISPONT non è sufficientemente elevata o se le perdite del sistema sono così estese che il ventilatore riduce il respiro all impostazione di 2T I SPONT massima consentita Rev. B Funzioni software avanzate

37 NOTA: Per ridurre la possibilità di non raggiungere la pressione target, ridurre le perdite del sistema al minimo e aumentare la % del tempo di Rise Time e/o ridurre l impostazione E SENS, se possibile. Impostazione dell apnea Impostare i parametri dell apnea per il paziente come di consueto. L impostazione dei parametri di apnea per la NIV non ha subito alcuna modifica. Impostazione degli allarmi Selezionare il pulsante IMPOSTAZIONE ALLARME per visualizzare le impostazioni correnti relative agli allarmi e modificare le impostazioni di allarme, se necessario. Nella versione software del ventilatore è disponibile l allarme di pressione circuito minima (3P PEAK ) durante la NIV, che consente di rilevare eventuali scollegamenti nel circuito o perdite del sistema di notevole entità basate sulle misure della pressione nel circuito del paziente. Fare riferimento a Tabella 4 e Tabella 6 per ulteriori informazioni relative a questo allarme. Non è possibile DISATTIVARE l allarme 3P PEAK. La Figura 8 mostra la schermata dell allarme NIV con impostazioni predefinite Nuovo paziente. Funzioni software avanzate Rev. B 37

38 Indicatore di NIV Limite allarme 4P PEAK Figura 8. Impostazioni dell allarme Nuovo paziente Avvertenza Se è stata selezionata la ventilazione NIV come tipo di ventilazione, il valore nuovo paziente per ognuno dei seguenti limiti di allarme è OFF: 2f TOT 4V E TOT 4V TE MAND 4V TE SPONT Inoltre l allarme 4P PEAK può essere impostato su OFF. Assicurarsi di aver impostato questi allarmi in maniera corretta, prima di collegare il paziente al ventilatore Rev. B Funzioni software avanzate

39 Passaggio dalla ventilazione meccanica INVASIVA a NIV Alcune impostazioni del ventilatore, disponibili durante la ventilazione INVASIVA, non sono disponibili durante la NIV. La Tabella 8 riporta le modifiche delle impostazioni che si verificano automaticamente quando si passa dalla ventilazione meccanica INVASIVA a NIV sullo stesso paziente. Tabella 8. Modifiche alle impostazioni-da INVASIVA a NIV Impostazione INVASIVA corrente Modalità di respirazione: BILEVEL Modalità di respirazione: SIMV o SPONT Tipo controllato: VC+ Tipo spontaneo: tutti i tipi ad eccezione di NONE o PS Nuova impostazione NIV Modalità di respirazione: A/C Impostazione limite elevato T I SPONT (2T ISPONT ) disponibile Tipo controllato: Adulto/pediatrico: VC Neonatale: PC Tipo spontaneo: PS Se Tipo spontaneo è impostato su NONE o PS durante la ventilazione INVASIVA, il Tipo spontaneo NIV non cambia. NOTA: Per ogni respirazione spontanea, INVASIVA o NIV, viene sempre applicata una pressione di inspirazione target di 1,5 cmh 2 O, anche se il supporto pressorio è impostato su NESSUNO o 0. Tipo trigger: pressione Impostazioni respiratore: 2T I SPONT Impostazioni avvisi: 4P PEAK (se applicabile), 4V ETOT, 4V TE MAND, 4V ESPONT, ISPIRAZIONE TROPPO LUNGA (limite di avviso basato su IBW) D SENS Tipo trigger: flusso L attivazione del flusso è consentita esclusivamente con Tipi trigger per la NIV N/D Impostazioni allarmi: 4P PEAK, 4V ETOT, 4V TE MAND, 4VT E SPONT preimpostati sui valori Nuovo paziente NIV (si veda la Tabella 4). Avviso ISPIRAZIONE TROPPO LUNGA non disponibile. D SENS è impostata su OFF. Funzioni software avanzate Rev. B 39

Appendice del Manuale per l operatore

Appendice del Manuale per l operatore Opzione NeoMode Introduzione Questa appendice indica come utilizzare l opzione software NeoMode del ventilatore Puritan Bennett 840. Per informazioni generali su parametri e dati operativi, fare riferimento

Dettagli

LOTTO 1: LOTTO 2: LOTTO 3:

LOTTO 1: LOTTO 2: LOTTO 3: LOTTO 1: N. 9 Apparecchi per anestesia a circuito chiuso per l Azienda Ospedaliero Universitaria S. Orsola di Bologna n 6 Apparecchi per anestesia a circuito chiuso per l Azienda Ospedaliera di Ferrara

Dettagli

SIARETRON 4000. Ventilatore per terapia intensiva. Cod. : 960401 ventilatore alimentato a gas medicali. - Adulti, Bambini, Neonati - DATI TECNICI

SIARETRON 4000. Ventilatore per terapia intensiva. Cod. : 960401 ventilatore alimentato a gas medicali. - Adulti, Bambini, Neonati - DATI TECNICI SIARETRON 4000 Ventilatore per terapia intensiva Cod. : 960401 ventilatore alimentato a gas medicali - Adulti, Bambini, Neonati - rev. 5-01/09/2013 Principali caratteristiche Il SIARETRON 4000 è un ventilatore

Dettagli

Allegato E D.M. 332/99 LOTTO 5

Allegato E D.M. 332/99 LOTTO 5 D.M. 332/99 LOTTO 5 Allegato E Specifiche tecniche vincolanti 1.1Dispositivi a pressione positiva continua (C-PAP) 1. essere in grado di erogare una pressione positiva continua fino a 20 cm H2O; 2. consentire

Dettagli

Adulti / Bambini (> 4Kg) Ventilatore presso - volumetrico a turbina. Grafici temporali: pressione, volume, flusso

Adulti / Bambini (> 4Kg) Ventilatore presso - volumetrico a turbina. Grafici temporali: pressione, volume, flusso Falco 101 The life breath Ventilatore Pressometrico Codice: 980101 Rev. 10: 28/11/2012 Applicazione Pazienti Principio di funzionamento Flusso Max. Compensazione perdite Display Forme d onda Apparecchio

Dettagli

bellavista 1000 NIV Ventilazione non invasiva e in fase subacuta

bellavista 1000 NIV Ventilazione non invasiva e in fase subacuta bellavista 1000 NIV Ventilazione non invasiva e in fase subacuta Ventilazione non invasiva Ventilazione per unità di terapia acuta bellavista 1000 NIV bellavista 1000 NIV contribuisce a garantire un ottima

Dettagli

Ventilatore polmonare espressamente concepito per il funzionamento in camera iperbarica sino alla profondità di 60 metri.

Ventilatore polmonare espressamente concepito per il funzionamento in camera iperbarica sino alla profondità di 60 metri. SIARETRON 1000 IPER Ventilatore per uso in camera iperbarica codice: 960067 rev. del 01/02/2012 Destinazione d uso Ventilatore polmonare espressamente concepito per il funzionamento in camera iperbarica

Dettagli

Adulti, Bambini, Neonati di peso > 3Kg. Ventilatore presso - volumetrico a turbina con ingresso per O 2 ad alta pressione

Adulti, Bambini, Neonati di peso > 3Kg. Ventilatore presso - volumetrico a turbina con ingresso per O 2 ad alta pressione Falco 202 EVO Ventilatore Polmonare Presso-Volumetrico Code: 980203 Rev. 3: 06/03/2013 Applicazione Pazienti Principio di funzionamento Flusso Max. Compensazione perdite Display Forme d onda Apparecchio

Dettagli

MT-1166-2005. Il segreto di una respirazione armoniosa BABYLOG 8000 PLUS. Dräger. Tecnologia per la vita.

MT-1166-2005. Il segreto di una respirazione armoniosa BABYLOG 8000 PLUS. Dräger. Tecnologia per la vita. MT-1166-2005 Il segreto di una respirazione armoniosa BABYLOG 8000 PLUS Dräger. Tecnologia per la vita. 02 Il prodotto della conoscenza e dell esperienza Oltre 30 anni di esperienza nella ventilazione

Dettagli

Supplemento a integrazione dei manuali: Puritan Bennett 560 e Puritan Bennett 520

Supplemento a integrazione dei manuali: Puritan Bennett 560 e Puritan Bennett 520 Puritan Bennett Supplemento a integrazione dei manuali: Puritan Bennett 560 e Puritan Bennett 520 1.1 Panoramica Questo supplemento al Manuale per l'utente e al Manuale per il medico descrive i miglioramenti

Dettagli

Rispettare le esigenze di tutti i pazienti. Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata

Rispettare le esigenze di tutti i pazienti. Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata Rispettare le esigenze di tutti i pazienti Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata Trilogy100 e Trilogy200, funzioni esclusive a misura di ciascun paziente La serie Trilogy, una linea versatile

Dettagli

Incubatrice da trasporto Quality for life

Incubatrice da trasporto Quality for life Baby Shuttle Baby Shuttle Incubatrice da trasporto Quality for life Baby Shuttle La tecnologia più avanzata per il trasporto ad alto rischio neonatale interno ed esterno Il trasporto del neonato patologico

Dettagli

MEDUMAT Transport. Respiratore. Guida rapida all'uso

MEDUMAT Transport. Respiratore. Guida rapida all'uso MEDUMAT Transport Respiratore Guida rapida all'uso In questa guida rapida all'uso sono riepilogati i punti salienti per l'uso di MEDUMAT Transport. Avvertenze per la sicurezza Oltre alla presente guida

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Rilevatore di biossido di carbonio

Rilevatore di biossido di carbonio MANUALE UTENTE Rilevatore di biossido di carbonio Modello CO240 Introduzione Congratulazioni per aver scelto il modello CO240 di Extech Instruments. Il CO240 misura biossido di carbonio (CO 2 ), temperatura

Dettagli

Stellar 100 Stellar 150

Stellar 100 Stellar 150 Stellar 100 Stellar 150 Ventilatore invasivo e non invasivo Guida alla gestione dei dati Italiano La tabella seguente mostra dove si possono visualizzare i dati provenienti dall apparecchio Stellar. I

Dettagli

Lightwriter SL40 Connect Scansione

Lightwriter SL40 Connect Scansione Lightwriter SL40 Connect Scansione Guida utente SL40 SCAN Il presente documento è una guida per l'uso del pacchetto di scansione installato su Lightwriter SL40 Connect. Per aggiornamenti o appendici, visitare

Dettagli

Manuale di riferimento tecnico e dell operatore. Puritan Bennett. Sistema per ventilazione 800 Series

Manuale di riferimento tecnico e dell operatore. Puritan Bennett. Sistema per ventilazione 800 Series Manuale di riferimento tecnico e dell operatore Puritan Bennett TM Sistema per ventilazione 800 Series Per informazioni riguardo un eventuale garanzia, contattare l Assistenza Tecnica Covidien al numero

Dettagli

La semplificazione della ventilazione non invasiva

La semplificazione della ventilazione non invasiva Intelligent Ventilation La semplificazione della ventilazione non invasiva La vostra idea di ventilazione non invasiva Desiderate un ventilatore non invasivo che offra le prestazioni di un dispositivo

Dettagli

Respirare di notte con un aiuto meccanico. Ospedale San Paolo di Savona S.C. Otorinolaringoiatria Tecnico di Neurofisiopatologia M.

Respirare di notte con un aiuto meccanico. Ospedale San Paolo di Savona S.C. Otorinolaringoiatria Tecnico di Neurofisiopatologia M. Respirare di notte con un aiuto meccanico Ospedale San Paolo di Savona S.C. Otorinolaringoiatria Tecnico di Neurofisiopatologia M.Eloisa Cabano Trattamento dell OSAS OBIETTIVO Mantenere pervie le vie aeree

Dettagli

Dispositivi Welch Allyn Connex Spot Monitor Scheda di riferimento rapido

Dispositivi Welch Allyn Connex Spot Monitor Scheda di riferimento rapido Dispositivi Welch Allyn Connex Spot Monitor Scheda di riferimento rapido Sommario Pulsante di accensione...2 Spegnimento...2 Accesso e selezione di un profilo...2 Stato della batteria...2 Modifica del

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Guida dell utente QL-700. Stampante di etichette

Guida dell utente QL-700. Stampante di etichette Guida dell utente Stampante di etichette QL-700 Prima di usare l apparecchio, leggere e comprendere bene la presente guida. Consigliamo di tenere la guida a portata di mano come riferimento futuro. www.brother.com

Dettagli

ROW-GUARD Guida rapida

ROW-GUARD Guida rapida ROW-GUARD Guida rapida La presente è una guida rapida per il sistema di controllo di direzione Einböck, ROW-GUARD. Si assume che il montaggio e le impostazioni di base del Sistema siano già state effettuate.

Dettagli

Pannello comandi a distanza

Pannello comandi a distanza Pannello comandi a distanza 6-7 1-5 Istruzioni d uso INFORMAZIONI GENERALI PER UN USO CORRETTO DEL PANNELLO COMANDI A DISTANZA VI INVITIAMO A LEG- GERE ATTENTAMENTE IL CONTENUTO DEL PRESENTE MANUALE. AVVERTENZE

Dettagli

ITALIANO. Manuale del telecomando. Sommario. Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO...

ITALIANO. Manuale del telecomando. Sommario. Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO... Manuale del telecomando ITALIANO Sommario PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO...3... 4-12 Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria Prima di avviare il climatizzatore, leggere con attenzione

Dettagli

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 Benvenuto in SmartGPS, l'applicativo che consente di determinare, utilizzando un

Dettagli

Serie 70. The Future Starts Now. Termometro digitale Temp70. Temp70 RTD Professional

Serie 70. The Future Starts Now. Termometro digitale Temp70. Temp70 RTD Professional Serie 70 Termometro digitale Temp70 Temp70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Termometro Temp70 _ Ver. 1.0 01/2014 Indice dei contenuti

Dettagli

M 3000 D. monitor respiratorio adatto all uso. su pazienti adulti, bambini e neonati. Codice: 713010 DESTINAZIONE D USO DATI TECNICI

M 3000 D. monitor respiratorio adatto all uso. su pazienti adulti, bambini e neonati. Codice: 713010 DESTINAZIONE D USO DATI TECNICI M 3000 D monitor respiratorio adatto all uso su pazienti adulti, bambini e neonati Codice: 713010 Rev: 4 del 16/12/2005 DESTINAZIONE D USO Il monitor respiratorio M 3000 D può essere utilizzato in anestesia

Dettagli

ENA 50-60 Appendice. Istruzioni d'installazione e d'impiego. Flamco www.flamcogroup.com

ENA 50-60 Appendice. Istruzioni d'installazione e d'impiego. Flamco www.flamcogroup.com ENA 50-60 Appendice d'impiego Flamco www.flamcogroup.com Edizione 2010 / IT Indice Pagina 1. Messa in servizio 3 1.1. Messa in servizio di ENA 50/60 3 1.2. Parametri per la messa in servizio 3 2. Voci

Dettagli

Opzione NeoMode. Introduzione. Uso previsto. Descrizione APPENDICE

Opzione NeoMode. Introduzione. Uso previsto. Descrizione APPENDICE APPENDICE Opzione NeoMode Introduzione Uso previsto Descrizione La presente appendice descrive come utilizzare l'opzione software NeoMode del sistema di ventilazione Puritan Bennett 840. Consultare il

Dettagli

Datalogger Grafico Aiuto Software

Datalogger Grafico Aiuto Software Datalogger Grafico Aiuto Software Versione 2.0, 7 Agosto 2007 Per ulteriori informazioni consultare il manuale d'uso incluso nel disco programma in dotazione. INDICE Installazione del software grafico.

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

834 AB_ SI manuale di programmazione ed uso (V 1.02) 3.00. Ipm @ ref P 3sec.=Pro

834 AB_ SI manuale di programmazione ed uso (V 1.02) 3.00. Ipm @ ref P 3sec.=Pro 83 AB_ SI manuale di programmazione ed uso (V.0) Italiano 83 AB SPRAYER CONTROL D ref P D 3sec.=Pro L R Pagina 83 AB Informazioni in breve (speciþche, caratteristiche, ecc) Legenda dei simboli Pagina 3

Dettagli

Guida rapida NomaSense O 2 P300 & P6000

Guida rapida NomaSense O 2 P300 & P6000 Ambito della consegna Analizzatore di ossigeno NomaSense O 2 P300 O P6000 Cavo USB Adattatore per alimentazione USB (5 V CC, min. 1 A) con connettori di diverso tipo Penna USB contenente il software Datamanager

Dettagli

Photohands. Software di ritocco e stampa per Windows. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 K862PSM8DX

Photohands. Software di ritocco e stampa per Windows. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 K862PSM8DX I Photohands Versione 1.0 Software di ritocco e stampa per Windows Manuale di istruzioni K862PSM8DX Windows è un marchio di fabbrica di Microsoft Corporation. Altre aziende e nomi di prodotti sono marchi

Dettagli

1 Menu utente. Fratelli La Cava Sas Manuale Programmazione Stufe Pag 1

1 Menu utente. Fratelli La Cava Sas Manuale Programmazione Stufe Pag 1 Fratelli La Cava Sas Manuale Programmazione Stufe Pag 1 IL MENU Con pressione sul tasto P3 (MENU) si accede al menu. Questo è suddiviso in varie voci e livelli che permettono di accedere alle impostazioni

Dettagli

LCMobile Restaurant. Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant.

LCMobile Restaurant. Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant. LCMobile Restaurant Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant. Per prima cosa bisogna installare il file LCMobile-Restaurant.exe sul proprio PC dove e collegata la base del palmare.

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105. Cod. 523.0000.102

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105. Cod. 523.0000.102 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105 Cod. 523.0000.102 Perché la garanzia sia valida, installare e utilizzare il prodotto secondo le istruzioni contenute nel presente manuale. È perciò di fondamentale

Dettagli

SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA. Asciugabiancheria a condensa con pompa di calore ENV06 HP

SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA. Asciugabiancheria a condensa con pompa di calore ENV06 HP SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA Electrolux Home Italia S.p.A. Numero di pubblicazione Corso Lino Zanussi, 30 I - 33080 Porcia PN - 599 71 61 36 Fax: + 39 0434 394096 IT Asciugabiancheria a condensa con

Dettagli

SLE5000 Ventilatore neonatale con oscillazione ad alta frequenza (HFO)

SLE5000 Ventilatore neonatale con oscillazione ad alta frequenza (HFO) SLE5000 Ventilatore neonatale con oscillazione ad alta frequenza (HFO) Il ventilatore SLE5000 è straordinario: il miglior ventilatore ad alta frequenza che io abbia mai usato Quando il dettaglio più piccolo

Dettagli

Manuale utente Borri Power Guardian

Manuale utente Borri Power Guardian Software di monitoraggio UPS Manuale utente Borri Power Guardian Per Linux kernel 2.6 e qualsiasi versione successiva Rev. A 15.01.15 www.borri.it OML59002 Page 5 Software di monitoraggio UPS Manuale

Dettagli

Acer epower Management

Acer epower Management 1 Acer epower Management Acer epower Management è uno strumento in grado di offrire un mezzo semplice, affidabile e sicuro di selezione della combinazione di risparmio energia, in modo da bilanciare l

Dettagli

Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi

Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi Versione 1.0 Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi Corso anno 2011 D. MANUALE UTILIZZO DEL VISUALIZZATORE Il Visualizzatore è un programma che permette di

Dettagli

Doro Secure 580. Manuale utente. Italiano

Doro Secure 580. Manuale utente. Italiano Doro Secure 580 Manuale utente Italiano 3 2 1 4 5 6 7 8 9 14 13 12 11 10 15 16 Nota! Tutte le immagini servono esclusivamente a scopo illustrativo e potrebbero non riflettere esattamente il dispositivo

Dettagli

Rilevatore portatile di monossido di

Rilevatore portatile di monossido di MANUALE UTENTE Rilevatore portatile di monossido di carbonio (CO) Modello CO40 Introduzione Congratulazioni per aver scelto il modello CO40 di Extech Instruments. Il CO40 rileva simultaneamente la concentrazione

Dettagli

GUIDA Utente-Installatore da conservare con i documenti del veicolo

GUIDA Utente-Installatore da conservare con i documenti del veicolo GUIDA Utente-Installatore da conservare con i documenti del veicolo SISTEMA DI SICUREZZA SATELLITARE GPS-GSM Rev. 10/07 20 1 2 19 17. Smaltimento di apparecchiature elettriche ed elettro- La direttiva

Dettagli

MANUALE UTENTE PEL 2500 / PEL 2500-M V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7)

MANUALE UTENTE PEL 2500 / PEL 2500-M V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7) V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7) MESSA IN ESERCIZIO Montaggio - Il trasmettitore deve essere installato sopra il punto di misurazione per evitare problemi di condensa. - La sovrapressione del canale è rilevata

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Qbit S.r.l. 2010-2015 Qbit S.r.l. P.I: 04943910481. www.qbit-optronics.com

Qbit S.r.l. 2010-2015 Qbit S.r.l. P.I: 04943910481. www.qbit-optronics.com Ver. 1.0 2 Qbit S.r.l. Strumentazione per misure ambientali www.qbit-optronics.com Cap. Soc. euro 10.400 I.V. Reg. Imprese FI/C.F./P.IVA 04943910481 REA FI 0503304 Sede Legale: via La Farina 47 50132 Firenze

Dettagli

Copia. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Copia. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Copia In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Copia di base" a pagina 3-2 "Regolazione delle opzioni di copia" a pagina 3-4 "Impostazioni di base" a pagina 3-5 "Regolazioni delle immagini"

Dettagli

MANUTENZIONE HEARTSTART MRX

MANUTENZIONE HEARTSTART MRX MANUTENZIONE HEARTSTART MRX 1 TEST AUTOMATICI HeartStart MRx esegue in modo indipendente,diverse operazioni di manutenzione, tra le quali tre test effettuati automaticamente a intervalli programmati mentre

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA POLICLINICO DI CATANIA UO ANESTESIA E TERAPIA INTENSIVA Direttore Prot. Salvatore Mangiameli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA POLICLINICO DI CATANIA UO ANESTESIA E TERAPIA INTENSIVA Direttore Prot. Salvatore Mangiameli AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA POLICLINICO DI CATANIA UO ANESTESIA E TERAPIA INTENSIVA Direttore Prot. Salvatore Mangiameli 1 1- grande varietà di supporti respiratori: - AUTO - volumetrico -PCV -PSV

Dettagli

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale Introduzione Introduzione a NTI Shadow Benvenuti in NTI Shadow! Il nostro software consente agli utenti di pianificare dei processi di backup continui che copiano una o più cartelle ( origine del backup

Dettagli

SOMMARIO MONTAGGIO DEL CONTATORE E DEI SENSORI...3 LA PAROLA AL CAPO PRODOTTO...5 L ORGANIZZAZIONE DELLO SCHERMO...5 I PITTOGRAMMI UTILIZZATI...

SOMMARIO MONTAGGIO DEL CONTATORE E DEI SENSORI...3 LA PAROLA AL CAPO PRODOTTO...5 L ORGANIZZAZIONE DELLO SCHERMO...5 I PITTOGRAMMI UTILIZZATI... OMMARIO MONTAGGIO DEL CONTATORE E DEI ENORI...3 LA PAROLA AL CAPO PRODOTTO...5 L ORGANIZZAZIONE DELLO CHERMO...5 I PTOGRAMMI UTILIZZATI...5 I TATI...5 I MENU...5 PRIMA DELLA PRIMA UCA (o dopo la sostituzione

Dettagli

BILANCE ZENITH con Zenith System Ultimo Aggiornamento: 19 dicembre 2007

BILANCE ZENITH con Zenith System Ultimo Aggiornamento: 19 dicembre 2007 BILANCE ZENITH con Zenith System Ultimo Aggiornamento: 19 dicembre 2007 INDICE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA DI COMUNICAZIONE...1 CONFIGURAZIONE AREA51...2 IMPOSTAZIONE ANAGRAFICA...2 CONFIGURAZIONE BILANCIA...2

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services)

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Rev. 01-15 ITA Versione Telenet 2015.09.01 Versione DB 2015.09.01 ELECTRICAL BOARDS FOR REFRIGERATING INSTALLATIONS 1 3232 3 INSTALLAZIONE HARDWARE

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android)

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android) IRISPen Air 7 Guida rapida per l uso (Android) La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare IRISPen Air TM 7. Leggere la guida prima di utilizzare lo scanner e il relativo software.

Dettagli

Guida introduttiva. Visualizzare altre opzioni Fare clic su questa freccia per visualizzare altre opzioni in una finestra di dialogo.

Guida introduttiva. Visualizzare altre opzioni Fare clic su questa freccia per visualizzare altre opzioni in una finestra di dialogo. Guida introduttiva Questa guida è stata creata con lo scopo di ridurre al minimo la curva di apprendimento di Microsoft PowerPoint 2013, che presenta numerose differenze rispetto alle versioni precedenti.

Dettagli

Guida informativa. CD Software e documentazione. Pagine della Guida. Sito Web Lexmark. Altre lingue. Istruzioni di installazione

Guida informativa. CD Software e documentazione. Pagine della Guida. Sito Web Lexmark. Altre lingue. Istruzioni di installazione Guida informativa Pagina 1 di 1 Guida informativa Esistono diverse pubblicazioni che illustrano l MFP e le relative funzioni. In questa sezione vengono fornite informazioni relative alle pubblicazioni

Dettagli

Caratteristiche tecniche degli apparecchi richiesti

Caratteristiche tecniche degli apparecchi richiesti CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A) Full service I prodotti oggetto della gara, ad esclusione degli accessori opzionali, dovranno essere coperti da full service con il quale la ditta si impegna : 1) alla riduzione

Dettagli

Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05

Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05 Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05 Sommario A. Introduzione... 2 B. Descrizione generale... 2 C. Caratteristiche... 3 D. Prima di utilizzare il programma applicativo

Dettagli

Acer erecovery Management

Acer erecovery Management 1 Acer erecovery Management Sviluppato dal team software Acer, Acer erecovery Management è uno strumento in grado di offrire funzionalità semplici, affidabili e sicure per il ripristino del computer allo

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SOLO MEDIANTE TASTIERA

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SOLO MEDIANTE TASTIERA Le serrature ComboGard Pro possono venire configurate utilizzando un software di installazione ComboGard Pro o una serie di comandi della tastiera. Questo documento contiene le istruzioni relative alla

Dettagli

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE Agritherm50 documentazione tecnica 825A143A Software per la visualizzazione e controllo delle temperature Sistema di monitoraggio e supervisione Rilevamento in continuo di tutti i punti di lettura di sonde

Dettagli

MILLEWIN DEMATERIALIZZAZIONE DELLA RICETTA MILLEWIN DEMATERIALIZZAZIONE DELLA RICETTA DATI PRODUTTORE

MILLEWIN DEMATERIALIZZAZIONE DELLA RICETTA MILLEWIN DEMATERIALIZZAZIONE DELLA RICETTA DATI PRODUTTORE SOMMARIO... 3 PREREQUISITI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO... 3 INTRODUZIONE... 3 POSTAZIONE MEDICO - COME STAMPARE UNA RICETTA DEMATERIALIZZATA... 5 COME CANCELLARE UNA RICETTA DEMATERIALIZZATA SULLA

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

Strumenti di misura Servizi Formazione

Strumenti di misura Servizi Formazione Dinamometro digitale PCE-DFG 500 dinamometro digitale per prove di trazione e compressione fino 500 N / 6 punte diverse / interfaccia RS-232 e USB / software per l'analisi dei dati Il PCE-DFG 500 è un

Dettagli

Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Conseguimento e la Revisione della patente di guida A e B

Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Conseguimento e la Revisione della patente di guida A e B Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Svolgimento Esami Guida Operativa Esaminatore Aggiornamenti Gennaio 2011 INDICE Gestione degli Esami di Teoria per il 1. INTRODUZIONE ALL USO DELLA

Dettagli

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net Your Detecting Connection Manuale utente support@xchange2.net 4901-0133-4 ii Sommario Sommario Installazione... 4 Termini e condizioni dell applicazione XChange 2...4 Configurazione delle Preferenze utente...

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO. 8C.52.59.00/09.09 Modifiche riservate.

ISTRUZIONI PER L USO. 8C.52.59.00/09.09 Modifiche riservate. ISTRUZIONI PER L USO 8C.52.59.00/09.09 Modifiche riservate. Sommario 1 Introduzione...3 2 Sicurezza...4 3 Descrizione della caldaia...5 4 Display e tasti...6 4.1 Tasto Reset...6 4.2 Impostazione della

Dettagli

Facilità d'uso Philips Healthcare fa parte del gruppo Royal Philips Electronics Umidificatore riscaldato integrato Design all insegna della

Facilità d'uso Philips Healthcare fa parte del gruppo Royal Philips Electronics Umidificatore riscaldato integrato Design all insegna della Prestazioni naturali Presentazione di BiPAP A30 perché la facilità di utilizzo e l efficacia della terapia sono essenziali per il benessere del paziente Poiché le nostre innovazioni nascono dalle esigenze

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MANUALE D INSTALLAZIONE LEGGERE ATTENTAMENTE IL PRESENTE MANUALE PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIATURA. INDICE Caratteristiche

Dettagli

ITALIANO. Manuale del telecomando. Sommario. Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO...

ITALIANO. Manuale del telecomando. Sommario. Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO... Manuale del telecomando ITALIANO Sommario PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO...3... 4-12 Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria Prima di avviare il climatizzatore, leggere con attenzione

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

METODI per effettuare previsioni con analisi di tipo WHAT-IF

METODI per effettuare previsioni con analisi di tipo WHAT-IF METODI per effettuare previsioni con analisi di tipo WHAT-IF 1. TABELLA DATI Una tabella di dati è un intervallo che mostra come la modifica di alcuni valori nelle formule ne influenza i risultati. Le

Dettagli

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 4-153-310-42(1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

Impostazioni della stampante

Impostazioni della stampante Impostazioni della stampante Questo argomento include le seguenti sezioni: "Accesso alla pagina di avvio" a pagina 1-14 "Accesso al risparmio energetico" a pagina 1-15 "Sistema di sicurezza file" a pagina

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

Scheda prodotto: sp_vsign200_cardiolinespa_05_ita1.doc 24/09/2014 1/6

Scheda prodotto: sp_vsign200_cardiolinespa_05_ita1.doc 24/09/2014 1/6 vsign200 vsign200 è un monitor paziente di piccole dimensioni, leggero (1,9 kg/4.2 lbs) ed affidabile (IPX2 a prova di urti e spruzzi d'acqua). Il suo design rende efficace la cura dei pazienti in ambiente

Dettagli

Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility. Caratteristiche

Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility. Caratteristiche Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility Installate la Wireless Mobile Adapter Utility sul vostro dispositivo intelligente per scaricare immagini da una fotocamera o per controllare fotocamere

Dettagli

CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA. TH540 - Pannello di Controllo

CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA. TH540 - Pannello di Controllo CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA TH540 - Pannello di Controllo MANUALE PER L OPERATORE Maggio 2005 Rev. BI Versione Software: 1.1 SOMMARIO 1) INTRODUZIONE..... 03 1.1) Introduzione...03 1.2) Pannello

Dettagli

S4 il Monitor Istruzioni Operative

S4 il Monitor Istruzioni Operative S4 il Monitor Istruzioni Operative INTRODUZIONE Il vogatore WR S4 Performance Monitor è stato creato per bilanciare un alto e sofisticato livello tecnico con l agevole uso da parte del consumatore. Il

Dettagli

VALORIZZATRICE DI BANCONOTE MISTE MOD. EC 8000 MANUALE DI ISTRUZIONI

VALORIZZATRICE DI BANCONOTE MISTE MOD. EC 8000 MANUALE DI ISTRUZIONI VALORIZZATRICE DI BANCONOTE MISTE MOD. EC 8000 MANUALE DI ISTRUZIONI INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1 Specifiche tecniche 1.2 Avvio 2. OPERATIVITA' 2.1 Programmazione parametri di base 2.2 Selezione programmi

Dettagli

esigno MOBILE GUIDA RAPIDA CISA S.p.A. Via Oberdan, 42 48018 Faenza (RA) Italy Tel. +39 0546677111 Fax +39 0546 677577 www.cisa.

esigno MOBILE GUIDA RAPIDA CISA S.p.A. Via Oberdan, 42 48018 Faenza (RA) Italy Tel. +39 0546677111 Fax +39 0546 677577 www.cisa. esigno MOBILE GUIDA RAPIDA CISA S.p.A. Via Oberdan, 42 48018 Faenza (RA) Italy Tel. +39 0546677111 Fax +39 0546 677577 ESIGNO_SYSTEM_QUICK_GUIDE_101_IT.DOCX - 0892066800000 E-mail: support_ahd@eu.irco.com

Dettagli

http://www.otdr.it/fte7000a_72.html

http://www.otdr.it/fte7000a_72.html /fte7000a_72.html Rev.1 Giugno 2015 Pagina 1 CONOSCERE LO STRUMENTO TASTIERA CURSORE A/B Usare i tasti freccia SX o DX per spostare il cursore Zoom Propone in sequenza diversi ingrandimenti del tracciato

Dettagli

Geass-Link Manuale di istruzione

Geass-Link Manuale di istruzione Geass-Link Manuale di istruzione GEASS S.r.l. - Via Ambrosini 8/2 10151 Torino - Tel. 011.22.91.578 - Fax 011.27.45.418 - info@geass.com - www.geass.com GEASS-LINK V.1.0.4 Software di Gestione e Acquisizione

Dettagli

Guida CoughAssist. Per il paziente

Guida CoughAssist. Per il paziente Guida CoughAssist Per il paziente Perché si tossisce? Tossire è un evento comune che molti danno per scontato. La capacità di tossire è indispensabile per la sopravvivenza. Di solito il rivestimento interno

Dettagli

Easy Series. Manuale dell utente. Centrale di controllo antintrusione

Easy Series. Manuale dell utente. Centrale di controllo antintrusione Easy Series IT Manuale dell utente Centrale di controllo antintrusione Easy Series Manuale dell'utente Utilizzo dell organo di comando Utilizzo dell organo di comando Visualizzazione degli stati Display

Dettagli

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 3-197-623-32 (1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Manuale Utente del Software per il Sistema di Trattamento delle apnee notturne

Manuale Utente del Software per il Sistema di Trattamento delle apnee notturne Manuale Utente del Software per il Sistema di Trattamento delle apnee notturne Pagina ii Avvisi Revisione 103483 Rev A Pubblicato in data 8 febbraio 2013 Sostituisce tutte le versioni precedenti. Avviso

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli