Appendice del Manuale per l operatore

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Appendice del Manuale per l operatore"

Transcript

1 Funzioni software avanzate Indice Introduzione Circuito Paziente Scelta del tipo di circuito paziente Tabella 1. Circuito paziente e valori di PCI Aggiornamento Test Autodiagnostico Rapido (SST) e tipo di umidificazione Impostazione del test SST Calibrazione di conformità del test SST Modifica del tipo di umidificazione dopo il test SST Aggiornamento Avvio del Ventilatore Figura 1. Schermo di avvio del ventilatore Aggiornamento Schermi di Ventilazione Figura 2. Schermo GUI superiore Figura 3. Schermo GUI inferiore Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni principali Tabella 2. Impostazioni monitorizzate Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni di modalità, tipo respiro e gruppo (multiplo) Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni di ventilazione di apnea Aggiornamento dell impostazione degli allarmi Figura 4. Schermo di impostazione degli allarmi Aggiornamento Altre impostazioni Rev. B

2 Intervalli aggiornati delle impostazioni, degli allarmi e dei dati Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore Tabella 4. Impostazioni aggiornate degli allarmi Tabella 5. Dati monitorizzati aggiornati Aggiornamento Tacitazione degli allarmi Aggiornamento Grafica Forme d Onda Stampa Grafici e Forme d onda Aggiornamento Informazioni porta seriale RS Riassunto Allarmi aggiornato Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi Tipo di ventilazione INVASIVA/NIV Uso previsto Interfacce per la ventilazione Modifiche apportate alle schermo GUI del ventilatore Figura 5. Schermata Impostazione nuovo paziente NIV Figura 6. Schermo Impostazioni nuovo paziente NIV Figura 7. Schermata della maggior parte dei dati del paziente-niv Tabella 7. Differenze visive tra i tipi di ventilazione NIV e INVASIVA Impostazione NIV Impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea Impostazione dell apnea Impostazione degli allarmi Figura 8. Impostazioni dell allarme Nuovo paziente Passaggio dalla ventilazione meccanica INVASIVA a NIV Tabella 8. Modifiche alle impostazioni-da INVASIVA a NIV Passaggio dal tipo di ventilazione NIV a INVASIVA sullo stesso paziente Tabella 9. Modifiche automatiche alle impostazioni-da NIV a INVASIVA Rev. B Funzioni software avanzate

3 Introduzione Questa appendice descrive le modifiche apportate al ventilatore 840 e al Manuale di riferimento tecnico e dell operatore per il ventilatore 840 (codice ) sino alla Revisione D compresa. Gli aggiornamenti del manuale includono: Il tipo di circuito paziente viene specificato nel corso del test autodiagnostico veloce (SST) determinando i valori di default e gli intervalli disponibili quando si usa il ventilatore. Certi intervalli consigliati possono essere cambiati. Toccare il pulsante OK per consentire il funzionamento al di fuori dell intervallo d impostazione consigliato. Il tipo di umidificazione può essere cambiato dopo aver eseguito il test SST, senza influire negativamente sulla respirazione o sulla spirometria e, per gli umidificatori non HME, il volume dell umidificatore può essere inserito durante o dopo il test SST. All inizio del test di conformità di SST è stato aggiunto un segnale, che consente all operatore di controllare che ci sia acqua nell umidificatore. Una freccia lampeggiante nello schermo di avvio del ventilatore ricorda all operatore di esaminare le impostazioni precedenti. I dati visualizzati nella parte superiore dello schermo GUI sono stati ingranditi per migliorarne la visibilità da lontano. Gli indicatori di tacitazione allarmi in corso e 100% O 2 /CAL in corso (quando siano stati attivati), assieme ai loro pulsanti ANNULLA, sono visualizzati nello schermo GUI inferiore. Le impostazioni principali (pulsanti visualizzati sulla parte alta dello schermo inferiore) possono essere effettuate individualmente o in gruppo, consentendo così un impostazione rapida. Sono stati modificati i menu permettendo al medico di selezionare la propria scelta, nelle impostazioni per modalità, tipo controllato, tipo spontaneo, tipo trigger e tipo controllato di apnea. La parte inferiore dello schermo visualizza le impostazioni monitorizzate quando si selezionano o modificano i valori relativi. - Selezionando o modificando l impostazione del volume si visualizza il il rapporto volume corrente per peso (V C /IBW o V CSUPP /PCI). - Selezionando o modificando le impostazioni della frequenza respiratoria o del volume si visualizza il volume al minuto impostato (V ESET ). Funzioni software avanzate Rev. B 3

4 La sensibilità di espirazione (E SENS ) è ora un impostazione principale che appare in alto nella parte inferiore dello schermo. Per consentire di controllare le perdite, il valore di E SENS può essere impostato sino a un massimo di 80%. Le barre di impostazione allarmi nello schermo di impostazione allarmi visualizzano l intervallo recente dei dati paziente corrispondenti. Gli allarmi di circuito scollegato e di dati paziente non ripristinano più la tacitazione allarme attivo. La calibrazione del sensore dell ossigeno (100% O 2 CAL) può essere annullata. Una manovra di pausa di espirazione o d inspirazione può essere annullata toccando il pulsante ANNULLA nello schermo GUI inferiore. Se il sistema posizionandosi in modalità di Stand-By o in condizione di Stato di Ciclo Occluso (OSC) quando la modalità NeoMode è attivata, il ventilatore fornirà, se disponibile, solo il 40% di O 2. La pressione di picco del circuito (P PEAK ) indica la pressione di picco d inspirazione ed è aggiornata alla fine di ogni inspirazione. In passato, questo valore indicava la pressione di picco per l intero respiro. La pressione media del circuito (P MEAN ) indica la pressione media del circuito per tutti i respiri del precedente periodo di 1 minuto. L allarme del SENSORE DI O 2 non è più un ALLARME DI DISPOSITIVO. Diversi algoritmi che controllano e regolano la gestione degli allarmi sono stati modificati e migliorati per ridurre al minimo l apparire del fenomeno dei falsi allarmi Rev. B Funzioni software avanzate

5 È stato modificato quanto segue: P % Questo simbolo è ora chiamato Percentuale tempo salita (prima era Accelerazione flusso). Il simbolo stesso non è stato cambiato. P MEAN P PEAK PEEP V E SET C STAT R STAT È il nuovo simbolo della pressione media delle vie respiratorie (prima era P CIRC ). È il nuovo simbolo della pressione picco del circuito (monitorizzata) (prima era P CIRC MAX ). È il nuovo simbolo della pressione di espirazione finale (monitorizzata) (prima era P EEND ). Nuovo simbolo che definisce il Volume Minuto impostato (era V e Definito come Volume Minuto). Nuovo simbolo per la Compliance statica (era C). Nuovo simbolo per la Resistenza statica (era R). La prova di perdita del compressore, parte del test autodiagnostico esteso (EST), richiede ora circa un minuto (prima richiedeva cinque minuti). Sono stati aggiunti alla schermata Altri Dati Paziente molti altri parametri (Rapid Shallow Breathing Index, tempo di inspirazione spontanea e % del tempo di inspirazione spontanea). La visualizzazione delle forme d onda è stata aggiornata per mostrare la Pressione Carenale stimata quando La modalità TC è selezionata. Le forme d onda congelate ora possono essere stampate. Diversamente dalla versione software precedente, il medico deve selezionare il tipo di ventilazione meccanica, INVASIVA o NIV (ventilazione meccanica non invasiva) durante l impostazione di un nuovo paziente. L allarme INSPIRAZIONE TROPPO LUNGA fino ad ora applicabile solo alle modalità di ventilazione INVASIVO è ora applicabile anche per la ventilazione NIV utilizzando le modalità di respirazione SIMV e SPONT. E infatti disponibile l impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea (2T I SPONT ). Funzioni software avanzate Rev. B 5

6 Circuito Paziente Questa sezione aggiorna la sezione 2.3 del Manuale Operativo. Avvertenza Quando si impiega un umidificatore Fisher & Paykel * con il ventilatore 840, si suggerisce di usare le camere di umidificazione modello 210 o 250 per pazienti adulti e quelle modello 220 o 290 per pazienti pediatrici. Altre camere di umidificazione Fisher & Paykel * possono indurre spruzzi d acqua nel circuito paziente, quando il circuito venga scollegato in condizioni di portata di picco elevata. Scelta del tipo di circuito paziente La Tabella 1 mostra i valori di PCI e i tipidicircuito paziente. Gli intervalli indicati come Consentito ma sconsigliato richiedono un azione di sospensione. Tabella 1. Circuito paziente e valori di PCI Suggerimento Consigliato Consentito ma sconsigliato Peso corporeo ideale (PCI) in kg Neonatale: 0,5-7,0 kg Pediatrico: 7,0-24 kg Adulto: kg Neonatale: non applicabile. Pediatrico: 3,5-6,5 kg, e kg Adulto: 7,0-24 kg Avvertenza Gli intervalli consigliati sono stati forniti per garantire la sicurezza del paziente. Gli intervalli consigliati dovrebbero essere esclusi solo da personale esperto in grado di giudicare le circostanze opportune Rev. B Funzioni software avanzate

7 Aggiornamento Test Autodiagnostico Rapido (SST) e tipo di umidificazione Questa sezione aggiorna le sezioni 3 e 4.8 del Manuale dell operatore. Impostazione del test SST Onde ottimizzare il volume d inspirazione e la precisione di spirometria, il test SST richiede che venga specificato il tipo di umidificazione: Tubo di espirazione riscaldato, Tubo di espirazione non riscaldato o HME (HME = scambiatore di calore - umidità) Per umidificatori non HME, toccare il pulsante Volume dell umidificatore e girare la manopola per regolare il valore su volume umidificatore secco (il volume specificato dell umidificatore e non il volume compressibile). Il pulsante del Volume dell umidificatore non è visualizzato quando si sceglie HME. Calibrazione di conformità del test SST Quando si sceglie come tipo di umidificazione Tubo di espirazione riscaldato o Tubo di espirazione non riscaldato, si deve rispondere (Sì o No) al messaggio del ventilatore che richiede di indicare se ci sia acqua nell umidificatore. Modifica del tipo di umidificazione dopo il test SST Per ottimizzare la precisione di spirometria, è possibile ora modificare il volume e il tipo di umidificazione (per umidificatori non HME) dopo aver eseguito la prova SST. Per scegliere il tipo di umidificazione, e impostarne il volume, procedere come segue: 1. Toccare il pulsante Altri schermi e poi il pulsante Altre impostazioni. 2. Toccare il pulsante Tipo di umidificazione, quindi ruotare la manopola per scegliere il nuovo tipo (Tubo di espirazione riscaldato, Tubo di espirazione non riscaldato o HME). 3. Per gli umidificatori di tipo non HME, toccare il pulsante Volume dell umidificatore e poi ruotare la manopola per scegliere il valore volume umidificatore secco. (Quando viene scelto il tipo HME, il pulsante Volume dell umidificatore non è visualizzato). 4. Controllare le impostazioni proposte e quindi premere ACCETTA per applicare i nuovi valori. Funzioni software avanzate Rev. B 7

8 Aggiornamento Avvio del Ventilatore Questa sezione aggiorna la sezione 4.1 del Manuale Operativo. La schermata di avvio del ventilatore (Figura 1) è stata modificata: La sensibilità di espirazione (E SENS ) è ora una impostazione principale e appare in alto nello schermo GUI inferiore. Lo schermo di avvio include una freccia lampeggiante (accanto al pulsante STESSO PAZIENTE) che serve a ricordare all utente di esaminare le impostazioni precedenti. Durante e dopo l avviamento del ventilatore vengono visualizzati i vari menù di scelta, permettendo al medico di selezionarne la propria, per modalità, tipo controllato, tipo spontaneo, tipo trigger e tipo controllato di apnea. Quando l avviamento del ventilatore è finito, il rapporto volume a peso viene visualizzato quando si sceglie o si modifica l impostazione del volume. Volume = volume corrente (V T ) quando il tipo di respiro è VC, volume obiettivo (V T ) quando il tipo di respiro è VC+, volume obiettivo di supporto (V TSUPP ) quando il tipo di respiro è VS. V E non è più visualizzato nella schermata Avviamento ventilatore. Per conoscere le modifiche apportate alla schermata Avvio del ventilatore, si veda Tipo di ventilazione INVASIVA/NIV a pagina Rev. B Funzioni software avanzate

9 Figura 1. Schermo di avvio del ventilatore Aggiornamento Schermi di Ventilazione Questa sezione aggiorna la sezione 4.2 del Manuale Operativo. Lo schermo GUI superiore (Figura 2) visualizza adesso i dati del paziente in caratteri grandi, su di una sola riga, che sono più visibili da lontano. Il tipo di respiro è indicato nell angolo in alto di sinistra (C = controllato, S = spontaneo, A = assistito). Per vedere le definizioni delle unità e dei simboli della parte inferiore dello schermo, toccare il valore visualizzato. Informazioni ulteriori sono disponibili nello schermo Altri dati. Per conoscere le modifiche apportate alle schermate del ventilatore, si veda Tipo di ventilazione INVASIVA/NIV a pagina 28. Funzioni software avanzate Rev. B 9

10 Figura 2. Schermo GUI superiore Lo schermo GUI inferiore (Figura 3) mostra gli indicatori Tacitazione allarme in corso e 100% O 2 /CAL in corso, quando non ci siano altre visualizzazioni prioritarie attive. Lo schermo inferiore visualizza automaticamente gli indicatori In corso quando si preme il tasto 100% O 2 /CAL 2 min Rev. B Funzioni software avanzate

11 Figura 3. Schermo GUI inferiore Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni principali Questa sezione aggiorna la sezione 4.3 del Manuale Operativo. Le impostazioni principali ora possono essere modificate in gruppo, permettendo così una rapida impostazione. Le impostazioni principali sono individuate dai pulsanti in alto dello schermo inferiore. Per modificare le impostazioni principali, procedere come segue: 1. Toccare il pulsante dell impostazione che si desidera modificare. Ruotare la manopola per impostare il valore desiderato. 2. Ripetere questa operazione per tutte le impostazioni da modificare. 3. Toccare il pulsante ANNULLA TUTTO per annullare i nuovi inserimenti e lasciare le impostazioni inalterate. 4. Toccare ACCETTA per applicare la (le) nuova (nuove) impostazione (impostazioni). Funzioni software avanzate Rev. B 11

12 La parte inferiore dello schermo visualizza le impostazioni monitorizzate (Tabella 2) quando si selezionano o modificano i valori relativi: Tabella 2. Impostazioni monitorizzate V E SET V T /IBW V TSUPP /IBW Volume Minuto impostato: visualizzato assieme all barra dei tempi di respiro ogni volta che si sceglie o modifica la frequenza respiratoria (f) o l impostazione del volume. Rapporto Volume Corrente rispetto al peso corporeo: visualizzato quando si sceglie o si modifica l impostazione del volume corrente (V T, quando il tipo di respiro è VC) o il volume obiettivo (V T, quando il tipo di respiro è VC+). Rapporto Volume Corrente rispetto al peso corporeo: visualizzato quando si sceglie o si modifica l impostazione del volume obiettivo di supporto (V TSUPP, quando il tipo di respiro è VS). Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni di modalità, tipo respiro e gruppo (multiplo) Questa sezione aggiorna la sezione 4.4 del Manuale Operativo. Il parametro V E non è più visualizzato nella schermata Avviamento Ventilatore corrente. Aggiornamento delle modifiche delle impostazioni di ventilazione di apnea Questa sezione aggiorna la sezione 4.6 del Manuale Operativo. Quando viene selezionato il tipo di ventilazione controllata in caso di apnea nella schermata Impostazione Apnea, viene visualizzato un menu a scomparsa per tutte le selezioni disponibili e con la selezione evidenziata al momento. La schermata Impostazione Apnea non visualizza più il Volume Minuto impostato di apnea Rev. B Funzioni software avanzate

13 Aggiornamento dell impostazione degli allarmi Questa sezione aggiorna la sezione 4.7 del Manuale Operativo per evidenziare i cambiamenti apportati allo schermo di impostazione degli allarmi (Figura 4). Ora, le barre di impostazione degli allarmi includono un blocco evidenziato che rappresenta il recente intervallo dei corrispondenti dati del paziente. Figura 4. Schermo di impostazione degli allarmi Aggiornamento Altre impostazioni Questa sezione aggiorna la sezione 4.8 del Manuale Operativo. Lo schermo Altre impostazioni è stato modificato: È stata eliminata E SENS (che è diventata un impostazione principale). È stato aggiunto il Volume dell umidificatore (per gli umidificatori non HME). La procedura per modificare le impostazioni dello schermo Altre impostazioni è rimasta la stessa. Funzioni software avanzate Rev. B 13

14 Intervalli aggiornati delle impostazioni, degli allarmi e dei dati Questa sezione aggiorna le sezioni 4.9 e A.6 del Manuale Operativo e include solamente le modifiche apportate alle impostazioni e agli allarmi del ventilatore. Nei ventilatori dotati dell opzione NeoMode si possono scegliere tutti gli intervalli (neonatale, pediatrico o adulto). Nei ventilatori senza l opzione NeoMode sono disponibili solo gli intervalli pediatrico e adulto. Alcune impostazioni hanno degli intervalli consigliati che possono essere esclusi. Quando un impostazione proposta eccede i limiti consigliati, il ventilatore emette un segnale acustico e richiede che l utilizzatore confermi che si desidera sospendere l intervallo suggerito. La Tabella 3 elenca le modifiche apportate alle impostazioni del ventilatore. La Tabella 4 elenca quelle apportate alle impostazioni di allarme. La Tabella 5 elenca i dati monitorizzati aggiornati. Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore Impostazione Tipo controllato di apnea Intervallo di apnea (T A ) Frequenza respiratoria di apnea (f) Funzione/dettagli Valore per paziente nuovo: Neonatale: lo stesso del tipo controllato non di apnea quando il tipo controllato non di apnea è PC o VC. PC quando il tipo controllato non di apnea è VC+. Pediatrico: lo stesso del tipo controllato non di apnea quando il tipo controllato non di apnea è PC o VC. VC quando il tipo controllato non di apnea è VC+. Adulto: lo stesso del tipo controllato non di apnea quando il tipo controllato non di apnea è PC o VC. VC quando il tipo controllato non di apnea è VC+. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 10 s. Pediatrico: 15 s. Adulto: 20 s. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 20/min. Pediatrico: 14/min. Adulto: 10/min Rev. B Funzioni software avanzate

15 Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore (segue) Impostazione Sensibilità di espirazione (E SENS ) Configurazione del flusso Sensibilità del flusso (V SENS ) Limite di tempo inspiratorio spontaneo superiore (2T ISPONT ) (disponibile esclusivamente quando il tipo di ventilazione è NIV) Volume dell umidificatore Intervallo: da 1 a 80%. Valore per paziente nuovo: 25%. Funzione/dettagli Intervallo: La configurazione del flusso non può essere scelta quando il tipo di respiro è PC o VC+. Valore per paziente nuovo: Neonatale: rampa in discesa. Pediatrico: quadrata quando il tipo controllato è VC. Adulto: quadrata quando il tipo controllato è VC. Intervallo: Neonatale: da 0,1 a 10 L/min. Pediatrico/Adulto: da 0,2 a 20 L/min. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 1,0 L/min. Pediatrico: 2,0 L/min. Adulto: 3,0 L/min. Intervallo: Neonatale: da 0,4 sec a [1 + (0,1 x IBW)] sec Pediatrico/adulto: da 0,4 sec a [1,99 + (0,02 x IBW)] sec Valor de paciente nuevo: Neonatale: [1 + (0,1 x IBW)] sec Pediatrico/adulto: [1,99 + (0,02 x IBW)] sec Funzione: il volume dell umidificatore installato vuoto. Intervallo: da 100 ml a 1000 ml. Predefinito: 480 ml. Risoluzione: 10 ml. Funzioni software avanzate Rev. B 15

16 Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore (segue) Peso corporeo ideale (PCI) Tempo d inspirazione (T I ) Tipo controllato Modalità O 2 % Impostazione Tipo circuito paziente Intervallo: Neonatale: 0,5 kg 7,0 kg. Pediatrico: 3,5 kg 35 kg. Adulto: 7,0 kg 150 kg. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 3,0 kg. Pediatrico: 15,0 kg. Adulto: 50 kg. Risoluzione: 0,1 kg per 0,5-3,5 kg. 0,5 kg per 3,5-10 kg. 1,0 kg per kg. 5 kg per kg. 10 kg per kg. Valore per paziente nuovo: in base a V T e V MAX. Risoluzione: 0,01 s quando il tipo controllato è PC o VC+, 0,02 s quando il tipo controllato è VC. Funzione: imposta il tipo di respiro controllato: Volume Controllato (VC), Pressione Controllata (PC) o Volume Controllato Plus (VC+). VC+ è disponibile solo con l opzione Volume Ventilation Plus quando la modalità è A/C o SIMV. Intervallo: VC, PC o VC+. Valore per paziente nuovo: Neonatale: PC. Pediatrico/Adulto: VC. Valore per paziente nuovo: Neonatale: SIMV. Pediatrico/Adulto: A/C. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 40%. Pediatrico/Adulto: 100%. Funzione/dettagli Intervallo: neonatale, pediatrico o adulto. Neonatale è disponibile solo con l opzione NeoMode Rev. B Funzioni software avanzate

17 Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore (segue) Impostazione Picco di Flusso (V MAX ) Frequenza respiratoria (f) Tipo spontaneo Funzione/dettagli Intervallo: Neonatale: 1,0 L/min 30 L/min. Pediatrico: 3,0 L/min 60 L/min. Adulto: 3,0 L/min 150 L/min. Valore per paziente nuovo: in base al PCI. Risoluzione: 0,1 L/min per flussi di 1-20 L/min. 1 L/min per flussi di 20 L/min e oltre. Funzione: imposta il valore massimo di respiri controllati per minuto ricevuti dal paziente. Attivo nelle modalità A/C, SIMV e BiLevel. Intervallo: Neonatale: da 1,0 a 150 min. Pediatrico/Adulto: da 1,0 a 100 /min. Valore per paziente nuovo: Neonatale: 20/min. Pediatrico: 14/min. Adulto: 10/min. Risoluzione: 0,1/min per 1,0-10/min. 1/min per /min. Precisione: ± 0,1 (+0,6% dell impostazione) 1/min in media su 60 s o 5 respiri, quello dei due che si verifica per ultimo. Funzione: Imposta il tipo di respiro spontaneo: con supporto di pressione (PS), senza supporto di pressione (NESSUNO), compensazione tubo (TC) o support volume (VS). TC è disponibile solo con l opzione TC quando il tipo circuito paziente è pediatrico o adulto. VS è disponibile solo con l opzione Volume Ventilation Plus quando la modalità è SPONT. Intervallo: Neonatale: PS, NESSUNO, VS. Pediatrico: PS, NESSUNO, TC, VS. Adulto: PS, NESSUNO, TC, VS. Funzioni software avanzate Rev. B 17

18 Tabella 3. Impostazioni aggiornate del ventilatore (segue) Impostazione Volume Target (V T ) oppure Volume corrente Tipo di Trigger Tipo ventilazione Funzione/dettagli Intervallo: Neonatale: da 5 ml a 315 ml. Pediatrico/Adulto: da 25 ml a 2500 ml. (l intervallo in base al PCI è: da un minimo di 1,16 x PCI a un massimo di 45,7 x PCI). Valore per paziente nuovo: Neonatale: il maggiore tra 5 ml e (7,25 x PCI). Pediatrico/Adulto: il maggiore tra 25 ml e (7,25 x PCI). Risoluzione: 1 ml per ml. 5 ml per ml. 10 ml per ml. Intervallo: Neonatale: flusso (V -TRIG). Pediatrico/Adulto: pressione (P-TRIG) o V -TRIG. Valore per paziente nuovo: V -TRIG. Intervallo: INVASIVA o VNI (no invasiva) Valore per paziente nuovo: INVASIVA Rev. B Funzioni software avanzate

19 Tabella 4. Impostazioni aggiornate degli allarmi Allarme Limite pressione circuito massima (2P PEAK ) Limite volume minuto espirato massimo (2V E TOT ) Limite volume corrente espirato massimo (2V TE ) Limite di frequenza respiratoria massima (2f TOT ) Intervallo Valore per paziente nuovo: Neonatale: 30 cm di H 2 O Pediatrico/Adulto: 40 cm di H 2 O Intervallo: OFF o 0,10 L/min o > limite minimo di volume espirato per minuto e Neonatale: 10 L/min Pediatrico: 30 L/min Adulto: 100 L/min Valore per paziente nuovo: in base al PCI Intervallo: OFF o > limite minimo di volume corrente espirato spontaneo > limite minimo di volume corrente espirato controllato e Neonatale: da 5 ml a 500 ml Pediatrico: da 25 ml a 1500 ml Adulto: da 25 ml a 3000 ml Valore per paziente nuovo: in base al PCI Risoluzione: 1 ml per ml 5 ml per 100 ml ml 10 ml per ml Intervallo: OFF o Neonatale: da 10 /min a 170 /min Pediatrico/Adulto: da 10 /min a 110 /min Valore per paziente nuovo: OFF Risoluzione: 1 /min Funzioni software avanzate Rev. B 19

20 Tabella 4. Impostazioni aggiornate degli allarmi (segue) Allarme Limite volume corrente controllato espirato minimo (4V TE MAND ) Limite volume minuto espirato minimo (4V E TOT ) Intervallo Intervallo: OFF o 1 ml < limite massimo volume corrente espirato e Neonatale: 300 ml Pediatrico: 1000 ml Adulto: 2500 ml Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione INVASIVA): in base al PCI Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione NIV): OFF Risoluzione: 1 ml per ml 5 ml per ml 10 ml per ml Intervallo: < limite massimo volume espirato per minuto, e Neonatale: OFF o da 0,01 L/min a 10 L/min Pediatrico: da 0,05 L/min a 30 L/min Adulto: da 0,05 L/min a 60 L/min Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione INVASIVA): in base al PCI Valore Nuovo paziente (Tipo ventilazione NIV): OFF Risoluzione: 0,005 L/min per 0,01-0,50 L/min 0,05 L/min per 0,05-5,0 L/min 0,5 L/min per 5,0-60,0 L/min Rev. B Funzioni software avanzate

21 Tabella 4. Impostazioni aggiornate degli allarmi (segue) Allarme Limite volume corrente spontaneo espirato minimo (4V TE SPONT ) Pressione circuito minima (4P PEAK ) Intervallo Intervallo: OFF o 1 ml < limite massimo volume corrente espirato e Neonatale: 300 ml Pediatrico: 1000 ml Adulto: 2500 ml Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione INVASIVA): in base la PCI Valore per Nuovo paziente (Tipo ventilazione NIV): OFF Risoluzione: 1 ml per ml 5 ml per ml 10 ml per ml Disponibile solo durante la NIV o se VC+ è selezionato come Tipo controllato durante la ventilazione INVASIVA. Intervallo: NIV: OFF-2P PEAK -1 cm H 2 O VC+: PEEP-2P PEAK -1 cm H 2 O NOTA: Se è stato selezionato VC+, è possibile selezionare 4P PEAK su OFF, se PEEP è impostato su 0. Valore per Nuovo paziente: PEEP + 6 cm H 2 O Risoluzione: 0,5 cm H 2 O per valori di pressione < 20 cm H 2 O 1 cm H 2 O per valori di pressione > 20 cm H 2 O Funzioni software avanzate Rev. B 21

22 Tabella 5. Dati monitorizzati aggiornati Dato Rapid Shallow Breathing Index; (f/v T ) Tempo inspirazione spontanea (T I SPONT ) % Percentuale tempo inspirazione spontanea (T I /T TOT ) Intervallo Funzione: nella schermata Altri dati paziente, visualizza il rapporto della frequenza respiratoria ai valori misurati del volume inspirato per i respiri spontanei. Disponibile solo per i respiri spontanei. Accessibile nel corso della ventilazione normale premendo il pulsante Altri dati paziente sullo schermo GUI superiore. Intervallo: da 0 a 600 1/min-L Risoluzione: 0,1 per f/vt < 10 1/min-L 1 per f/vt 10 1/min-L Funzione: visualizza il valore misurato del tempo di inspirazione del paziente nella schermata Altri dati paziente. Disponibile solo per i respiri spontanei. Accessibile nel corso della ventilazione normale premendo il pulsante Altri dati paziente sullo schermo GUI superiore. Intervallo: da 0 a 10 s Risoluzione: 0,01 s Funzione: nella schermata Altri dati paziente, visualizza il rapporto del tempo di inspirazione ai valori misurati del tempo totale del ciclo di respirazione per i respiri spontanei. Disponibile solo per i respiri spontanei. Accessibile nel corso della ventilazione normale premendo il pulsante Altri dati paziente sullo schermo GUI superiore. Intervallo: da 0 a 0,80 Risoluzione: 0,01 Aggiornamento Tacitazione degli allarmi Questa sezione aggiorna la sezione 5.1 del Manuale Operativo. Gli allarmi di dati paziente e di scollegamento circuito paziente non annullano la tacitazione degli allarmi. Altri allarmi di grande urgenza continuano ad annullare la tacitazione degli allarmi. Indicatore di Tacitazione degli allarmi in corso: se non ci sono altre schermate ad alta priorità visualizzati sullo schermo GUI inferiore, apparirà un istogramma che indica la durata di tacitazione degli allarmi Rev. B Funzioni software avanzate

23 Aggiornamento Grafica Forme d Onda Questa sezione aggiorna la sezione 6 del Manuale Operativo per riflettere le nuove visualizzazioni delle forme d onda. I pulsanti Grafico 1 e Grafico 2 mostrano dei menu a scomparsa nei quali la selezione attiva è visualizzata tra quelle disponibili. Quando si seleziona la forma dell onda pressione-tempo e il tipo di supporto in caso di atto spontaneo è TC, viene visualizzato sul grafico, una nuova traccia ombra, la quale permette di attivare o disattivare la visualizzazione grafica della pressione carenale quando questo tipo di supporto è attivo. La curva pressione-tempo ora mostra una stima della pressione carenale (P CARI ) sotto forma di area ombreggiata all interno del grafico selezionato. NOTA: La visualizzazione grafica della pressione carenale rappresenta una stima e non una misura reale. Stampa Grafici e Forme d onda Le forme d onda congelate possono ora essere stampate. Quando forme d onda congelate sullo schermo e la periferica opzionata per la porta seriale RS-232 numero 1 è una stampante, viene visualizzato un pulsante STAMPA nell angolo superiore a sinistra dello schermo. Per stampare le grafiche immobilizzate seguire le istruzioni seguenti: 1. Sfiorare il pulsante STAMPA. Il messaggio lampeggiante STAMPA IN CORSO sostituisce i pulsanti IMPOSTA GRAFICO, SBLOCCA e STAMPA. Per interrompere la stampa, sfiorare il pulsante ANNULLA. 2. Quando tutti i dati della grafica sono stati inviati alla stampante i pulsanti IMPOSTA GRAFICO, SBLOCCA e STAMPA riappaiono. NOTA: Per poter stampare, la porta seriale RS-232 numero 1 deve essere stata configurata con STAMPANTE come periferica selezionata. Funzioni software avanzate Rev. B 23

24 Aggiornamento Informazioni porta seriale RS-232 Questa sezione aggiorna la sezione E.2 del Manuale Operativo evidenziando il fatto che ora la porta seriale RS-232 può essere configurata per selezionare la periferica collegata, la velocità di trasmissione, i bit di dati e la parità. Per configurare la porta RS-232, procedere nel modo seguente: 1. Nella schermata Impostazioni Ventilatore premere il pulsante Altre schermate. 2. Premere il pulsante Impostazione comunicazioni. 3. Toccare il pulsante COM1 quindi ruotare la manopola per selezionare la periferica collegata (DCI o STAMPANTE). Scegliere DCI se il dispositivo collegato è un host/monitor oppure STAMPANTE per una stampante. Solo la porta 1 può essere configurata come porta per stampante. 4. Toccare il pulsante della velocità di trasmissione e quindi ruotare la manopola per selezionare il valore (1200, 2400, 4800, 9600, o 38400). 5. Toccare il pulsante di Modalità parità e quindi ruotare la manopola per selezionare la parità (Nessuna, Pari o Dispari). 6. Premere ACCETTA per applicare le modifiche. Riassunto Allarmi aggiornato Questa sezione aggiorna la sezione del Manuale Operativo. La Tabella 6 elenca le modifiche apportate al riassunto degli allarmi. Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti APNEA Media Ventilazione di apnea. Intervallo di respiro > intervallo di apnea. Invariato. Invariato. Alta Apnea prolungata o apnee multiple Rev. B Funzioni software avanzate

25 Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi (segue) Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti INSPIRAZIONE TROPPO LUNGA (quando il tipo di ventilazione è INVASIVA) Bassa Media Alta Ultimi 2 respiri spontanei = limite T I in base al PCI. Ultimi 4 respiri spontanei = limite T I in base al PCI. Ultimi 10 respiri spontanei = limite T I in base al PCI. Invariato. L allarme INSPIRAZIONE TROPPO LUNGA è attivo solo quando il tipo di ventilazione utilizzata è di tipo INVASIVO. SENSORE DI O 2 Bassa La ventilazione non è influenzata. Guasto del sensore O 2 / sensore fuori calibrazione. Premere 100% O 2 CAL per sostituire o disattivare. I controlli di dati precedenti hanno rilevato un problema. Si ripristina quando l operatore è riuscito a calibrare o a disattivare il sensore dell ossigeno. 1P PEAK Bassa Ultimo respiro limite impostato. Media Alta Ultimi 3 respiri limite impostato. Ultimi 4 respiri limite impostato. Controllare il circuito paziente e il tubo ET. La pressione misurata delle vie respiratorie limite impostato. Il ventilatore riduce il respiro corrente a meno che non sia già in espirazione. Allarmi possibilmente dipendenti: 3V TE MAND 3V E TOT 1f TOT Funzioni software avanzate Rev. B 25

26 Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi (segue) Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti 1V TE Bassa Ultimi 2 respiri limite impostato. Invariato. Invariato. Media Alta Ultimi 4 respiri limite impostato. Ultimi 10 respiri limite impostato. 1V E TOT Bassa V E TOT limite impostato per 30 s. Invariato. Invariato. Media Alta V E TOT limite impostato per > 30 s. V E TOT limite impostato per > 120 s. 1f TOT Bassa f TOT limite impostato per 30 s. Invariato. Invariato. Media Alta f TOT limite impostato per > 30 s. f TOT limite impostato per > 120 s Rev. B Funzioni software avanzate

27 Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi (segue) Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti 3V TE MAND Bassa Ultimi 2 respiri controllati limite impostato. Invariato. Invariato. Media Alta Ultimi 4 respiri controllati limite impostato. Ultimi 10 respiri controllati limite impostato. 3V TE SPONT Bassa Ultimi 2 respiri spontanei limite impostato. Invariato. Invariato. Media Alta Ultimi 4 respiri spontanei limite impostato. Ultimi 10 respiri spontanei limite impostato. 3V E TOT Bassa V E TOT limite impostato per 30 s. Invariato. Invariato. Media Alta V E TOT limite impostato per > 30 s. V E TOT limite impostato per > 120 s. Funzioni software avanzate Rev. B 27

28 Tabella 6. Aggiornamento Riassunto Allarmi (segue) Messaggio base Urgenza Messaggio analisi Messaggio rimedio Commenti 3P PEAK Bassa Ultimi 2 respiri, pressione limite impostato. Media Alta Ultimi 4 respiri, pressione limite impostato. Ultimi 10 o più respiri, pressione limite impostato. Controllare se sono presenti eventuali perdite. Pressione di inspirazione di picco limite impostato. (Disponibile solo quando il tipo di ventilazione è NIV o durante la ventilazione INVASIVA quando VC+ è selezionato come Modalità controllata.) Tipo di ventilazione INVASIVA/NIV La presente è un aggiornamento della Sezione 4 del Manuale dell operatore. Nella nuova versione del software del ventilatore il medico deve selezionare INVASIVA o NIV (ventilazione meccanica non invasiva) con il pulsante TIPO VENT presente nella schermata Impostazione nuovo paziente o Impostazione corrente. La ventilazione meccanica INVASIVA è quella convenzionale eseguita con cannule endotracheali o tracheostomiche. Durante la ventilazione meccanica invasiva, il funzionamento del ventilatore 840 è simile a quello della versione software precedente; non sono inoltre, state apportate modifiche all aspetto delle principali schermate del ventilatore. Se si seleziona VC+ per la ventilazione di Tipo controllato durante l impostazione del nuovo paziente o se si modifica l impostazione corrente, nella nuova versione software è disponibile un allarme di pressione di picco del circuito (3P PEAK ) che sostituisce il precedente allarme, non impostabile, relativo alla pressione di picco di inspirazione. Fare riferimento alla Tabella 4 e alla Tabella 6 per ulteriori informazioni sull allarme 3P PEAK Rev. B Funzioni software avanzate

29 Avvertenza L algoritmo per il controllo della pressione di VC+ impedisce che la pressione di inspirazione target non scenda al di sotto del valore di PEEP + 5 cm H 2 O; infatti, l impostazione del limite di allarme 4P PEAK a questo livello o a un livello inferiore, disabilita l allarme stesso. La NIV consente una ventilazione con differenti interfacce non invasive e con cannule endotracheali non cuffiate in modalità NeoMode. La ventilazione NIV migliora la capacità del ventilatore 840 nella gestione delle perdite del sistema di notevole entità associate all uso delle suddette interfacce. Fornisce infatti allarmi di disconnessione in base alla pressione, riducendo i falsi allarmi di disconnessione e sostituisce l allarme INSPIRAZIONE TROPPO LUNGA con l impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea (2 TI SPONT ) e un indicatore visivo. Di seguito vengono illustrate le modifiche legate all introduzione della ventilazione NIV. Uso previsto La NIV trova applicazione nei neonati, nei pazienti pediatrici e negli adulti coscienti e con ventilazione spontanea, stabile e sostenibile. Interfacce per la ventilazione Covidien ha sperimentato e valutato positivamente le seguenti interfacce prive di fori di espirazione per la NIV: Maschera facciale: maschera facciale priva di fori di espirazione Puritan Bennett usa la maschera facciale priva di fori di espirazione (larga, codice ), la maschera facciale priva di fori di espirazione ResMed Mirage * Maschera nasale: maschera priva di fori di espirazione ResMed Ultra Mirage * (media) Cannule nasali per neonati: cannula nasale CPAP (piccola) Sherwood Davis & Geck Argyle, sistema nasale CPAP per neonati Hudson RCI * (N. 3) Cannula endotracheale non cuffiata per neonati: cannula tracheale non cuffiata Mallinckrodt, Murphy (3,0 mm) Funzioni software avanzate Rev. B 29

30 Avvertenza Per la NIV usare esclusivamente interfacce prive di fori di espirazione. Le maschere facciali utilizzate per la ventilazione non invasiva devono offrire visibilità del naso e della bocca del paziente per ridurre al minimo l eventuale rischio per il paziente di aspirazione in caso di vomito. Non ventilare pazienti intubati con cannule endotracheali o per tracheostomia cuffiate quando si decide di utilizzare la ventilazione di tipo NIV. Modifiche apportate alle schermo GUI del ventilatore Per semplificare l impostazione del ventilatore e la gestione della NIV da parte del medico, negli schermi a sfioro GUI sono state introdotte le seguenti modifiche: Il pulsante TIPO VENT è stato aggiunto alle schermate Impostazione nuovo paziente e Impostazione corrente per selezionare la ventilazione INVASIVA o NIV. Le possibilità di scelta delle modalità di respirazione e dei tipi di respirazione sono limitate a sottogruppi di impostazioni disponibili con la ventilazione INVASIVA. Quando sono selezionate le modalità di respirazione SIMV o SPONT è disponibile una nuova impostazione di allarme nel ventilatore: il limite alto di tempo di inspirazione spontanea (2T I SPONT ). Gli indicatori della NIV vengono visualizzati sugli schermi GUI superiori e inferiori. La Figura 5 e la Figura 6 mostrano lo schermo GUI inferiore durante l impostazione di un nuovo paziente per la NIV. È disponibile l impostazione per un nuovo allarme, pressione circuito minima (4P PEAK ) Rev. B Funzioni software avanzate

31 Pulsante Tipo vent: questo nuovo pulsante consente di selezionare la ventilazione meccanica INVASIVA o NIV. 2. Modalità di respirazione: durante la NIV è possibile selezionare soltanto le modalità A/C, SIMV e SPONT. 3. Tipo controllato: durante la NIV sono disponibili soltanto i parametri VC e PC. 4. Tipo spontaneo: durante la NIV sono disponibili esclusivamente i parametri PS o NESSUNO, se è stata selezionata la modalità di respirazione è SIMV o SPONT. 5. Tipo Trigger: durante la NIV è disponibile esclusivamente l attivazione del flusso. Figura 5. Schermata Impostazione nuovo paziente NIV Funzioni software avanzate Rev. B 31

32 N visualizzato nell intestazione della schermata indica che è stato selezionato come tipo di ventilazione NIMN. Pulsante impostazione 2T I SPONT. D SENS è preimpostato su OFF. Figura 6. Schermo Impostazioni nuovo paziente NIV Durante la NIV, i valori di V TI vengono visualizzati nell area in cui sono riportati i dati vitali del paziente. Indicatore di NIV nella schermata secondaria Altri dati paziente. Non viene visualizzato, se sono attivati due o più allarmi. PEEP è spostato nell area inferiore della schermata Altri dati paziente durante la NIV. Figura 7. Schermata della maggior parte dei dati del paziente-niv Rev. B Funzioni software avanzate

33 La Tabella 7 riporta le principali differenze presenti negli schermi GUI superiore e inferiore tra i tipi di ventilazione NIV e INVASIVA. Tabella 7. Differenze visive tra i tipi di ventilazione NIV e INVASIVA Visualizzazione NIV INVASIVA Commenti GUI superiore: area destinata ai dati vitali del paziente (parte superiore dello schermo GUI superiore) P PEAK, P MEAN, V TI, I:E, f TOT, V TE, V E TOT P PEAK, P MEAN, PEEP, I:E, f TOT, V TE, V E TOT Se il tipo di ventilazione selezionato è NIV, il valore di PEEP viene visualizzato nella schermata secondaria Altri dati paziente. GUI superiore: schermata secondaria Altri dati paziente Visualizza il valore PEEP corrente insieme ai dati visualizzati in tipo di ventilazione INVASIVA. Dati visualizzati in base alla modalità di respirazione selezionata. I dati del paziente variano in base alla modalità di respirazione selezionata. GUI superiore: area allarmi NIV visualizzato in giallo. N/A Se sono attivi 2 allarmi contemporaneament, la scritta NIV non viene visualizzata fino a quando uno dei due allarmi è attivo. GUI inferiore: area superiore sinistra destinata alle impostazioni N A/C N SIMV N SPONT Visualizzato in nero evidenziato in giallo La modalità di respirazione è visualizzata in bianco. L indicatore della NIV è sempre presente nello schermo GUI inferiore indipendentemente dalle condizioni di allarme. Funzioni software avanzate Rev. B 33

34 Tabella 7. Differenze visive tra i tipi di ventilazione NIV e INVASIVA (segue) Visualizzazione NIV INVASIVA Commenti GUI inferiore: schermate Impostazione nuovo paziente e Impostazione corrente N viene visualizzato nell intestazione delle schermate Impostazione nuovo paziente e Impostazione corrente. Pulsante D SENS disponibile durante l impostazione del nuovo paziente. Il valore relativo al nuovo paziente è impostato su OFF. Una volta che le impostazioni sono state accettate, è possibile accedere al valore D SENS in maniera simile a quando si è ventilazione INVASIVA. È possibile accedere al pulsante D SENS esclusivamente sfiorando i pulsanti ALTRE SCHERMATE e ALTRE IMPOSTAZIONI. Il valore nuovo paziente è impostato su 75%. N/A GUI inferiore: impostazioni respiratore Impostazione 2T ISPONT disponibile. N//D Impostazione 2T I SPONT disponibile esclusivamente in modalità SIMV o SPONT durante NIV. GUI inferiore: impostazioni allarmi 4Impostazione allarme P PEAK disponibile 4Impostazione allarme P PEAK disponibile solo con VC+ selezionato come Tipo controllato. 4L impostazione P PEAK sostituisce l allarme Picco minimo di pressione inspiratoria (non impostabile in precedenza) in VC Rev. B Funzioni software avanzate

35 Impostazione NIV È possibile attivare la NIV dalla schermata Impostazione nuovo paziente all avvio del ventilatore o mentre il paziente è ventilato in maniera invasiva. Fare riferimento alle sezioni Passaggio dalla ventilazione meccanica INVASIVA a NIV a pagina 39 e Passaggio dal tipo di ventilazione NIV a INVASIVA sullo stesso paziente a pagina 40 per informazioni relative alle modifiche delle impostazioni automatiche che si verificano se si cambia tipo di ventilazione. Per impostare il ventilatore per la NIV, procedere come indicato di seguito. Per impostare un nuovo paziente Per impostare un paziente ventilato 1. Accendere il ventilatore. 1. Premere il pulsante IMPOSTAZIONE VENT. Passare al passo Selezionare NUOVO PAZIENTE. 3. Immettere il peso corporeo ideale (PCI) del paziente, quindi premere CONTINUA. 4. Selezionare il pulsante TIPO VENT, quindi ruotare la manopola per passare alla NIV. 5. Selezionare il pulsante Modalità e ruotare la manopola per selezionare AC, SIMV o SPONT (il modo BILEVEL non è disponibile per la NIV). 6. Sfiorare il pulsante TIPO CONTROLLATO e ruotare la manopola per scegliere Controllo pressione (PC) o il Controllo volume (VC) (VC+ non è disponibile per la NIV). 7. Se sono stati selezionati SIMV o SPONT al passo 5, sfiorare il pulsante TIPO SPONTANEO e ruotare la manopola per selezionare PS o NONE (TC e VS non sono disponibili per la NIV). NOTA: Se è stata selezionata la NIV come Tipo vent, l unico tipo di attivazione consentito è quello del flusso (V -TRIG). 8. Premere CONTINUA e regolare le impostazione come necessario. Consultare la sezione, Impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea, di seguito per le informazioni relative all impostazione del ventilatore. Funzioni software avanzate Rev. B 35

36 NOTA: Se è stata selezionata la NIV come Tipo di ventilazione, il pulsante SCOLLEGA SENSIBITÀ (D SENS ) viene visualizzato nella schermata Impostazioni impostato su OFF. Se necessario, selezionare il pulsante e ruotare la manopola per impostare un valore. Per modificare la funzione Scollega sensibilità dopo aver applicato le impostazioni del ventilatore, selezionare il pulsante ALTRE SCHERMATE, quindi il pulsante ALTRE IMPOSTAZIONI ed eseguire le modifiche. 9. Per applicare le impostazioni, premere ACCETTA. Rivedere le impostazioni degli allarmi e dell apnea come descritto di seguito. Impostazione del limite alto di tempo di inspirazione spontanea La ventilazione NIV include un impostazione in modalità SIMV o SPONT per il limite alto di tempo di inspirazione spontanea (2T ISPONT ). Quando il tempo di inspirazione del paziente raggiunge o supera il limite impostato, il ventilatore passa da inspirazione a espirazione e nella parte superiore dello schermo GUI appare il simbolo 1T ISPONT a indicare che il ventilatore ha ridotto la durata del respiro spontaneo (vedi Figura 7). Avvertenza All indicazione visiva 1T ISPONT non è associato nessun allarme acustico e l indicatore non appare in alcun registro avvisi o messaggio di allarme. L indicatore 1T ISPONT appare all inizio di un espirazione avviata dal ventilatore e rimane visibile finché il ventilatore riduce i respiri in risposta all impostazione 2T ISPONT. L indicatore 1T ISPONT scompare quando il tempo di inspirazione del paziente ritorna a un valore inferiore all impostazione 2T ISPONT o dopo 15 secondi dall inizio dell espirazione dell ultimo respiro ridotto. La pressione di inspirazione target può non essere raggiunta se l impostazione 2T ISPONT non è sufficientemente elevata o se le perdite del sistema sono così estese che il ventilatore riduce il respiro all impostazione di 2T I SPONT massima consentita Rev. B Funzioni software avanzate

37 NOTA: Per ridurre la possibilità di non raggiungere la pressione target, ridurre le perdite del sistema al minimo e aumentare la % del tempo di Rise Time e/o ridurre l impostazione E SENS, se possibile. Impostazione dell apnea Impostare i parametri dell apnea per il paziente come di consueto. L impostazione dei parametri di apnea per la NIV non ha subito alcuna modifica. Impostazione degli allarmi Selezionare il pulsante IMPOSTAZIONE ALLARME per visualizzare le impostazioni correnti relative agli allarmi e modificare le impostazioni di allarme, se necessario. Nella versione software del ventilatore è disponibile l allarme di pressione circuito minima (3P PEAK ) durante la NIV, che consente di rilevare eventuali scollegamenti nel circuito o perdite del sistema di notevole entità basate sulle misure della pressione nel circuito del paziente. Fare riferimento a Tabella 4 e Tabella 6 per ulteriori informazioni relative a questo allarme. Non è possibile DISATTIVARE l allarme 3P PEAK. La Figura 8 mostra la schermata dell allarme NIV con impostazioni predefinite Nuovo paziente. Funzioni software avanzate Rev. B 37

38 Indicatore di NIV Limite allarme 4P PEAK Figura 8. Impostazioni dell allarme Nuovo paziente Avvertenza Se è stata selezionata la ventilazione NIV come tipo di ventilazione, il valore nuovo paziente per ognuno dei seguenti limiti di allarme è OFF: 2f TOT 4V E TOT 4V TE MAND 4V TE SPONT Inoltre l allarme 4P PEAK può essere impostato su OFF. Assicurarsi di aver impostato questi allarmi in maniera corretta, prima di collegare il paziente al ventilatore Rev. B Funzioni software avanzate

39 Passaggio dalla ventilazione meccanica INVASIVA a NIV Alcune impostazioni del ventilatore, disponibili durante la ventilazione INVASIVA, non sono disponibili durante la NIV. La Tabella 8 riporta le modifiche delle impostazioni che si verificano automaticamente quando si passa dalla ventilazione meccanica INVASIVA a NIV sullo stesso paziente. Tabella 8. Modifiche alle impostazioni-da INVASIVA a NIV Impostazione INVASIVA corrente Modalità di respirazione: BILEVEL Modalità di respirazione: SIMV o SPONT Tipo controllato: VC+ Tipo spontaneo: tutti i tipi ad eccezione di NONE o PS Nuova impostazione NIV Modalità di respirazione: A/C Impostazione limite elevato T I SPONT (2T ISPONT ) disponibile Tipo controllato: Adulto/pediatrico: VC Neonatale: PC Tipo spontaneo: PS Se Tipo spontaneo è impostato su NONE o PS durante la ventilazione INVASIVA, il Tipo spontaneo NIV non cambia. NOTA: Per ogni respirazione spontanea, INVASIVA o NIV, viene sempre applicata una pressione di inspirazione target di 1,5 cmh 2 O, anche se il supporto pressorio è impostato su NESSUNO o 0. Tipo trigger: pressione Impostazioni respiratore: 2T I SPONT Impostazioni avvisi: 4P PEAK (se applicabile), 4V ETOT, 4V TE MAND, 4V ESPONT, ISPIRAZIONE TROPPO LUNGA (limite di avviso basato su IBW) D SENS Tipo trigger: flusso L attivazione del flusso è consentita esclusivamente con Tipi trigger per la NIV N/D Impostazioni allarmi: 4P PEAK, 4V ETOT, 4V TE MAND, 4VT E SPONT preimpostati sui valori Nuovo paziente NIV (si veda la Tabella 4). Avviso ISPIRAZIONE TROPPO LUNGA non disponibile. D SENS è impostata su OFF. Funzioni software avanzate Rev. B 39

Appendice del Manuale per l operatore

Appendice del Manuale per l operatore Opzione NeoMode Introduzione Questa appendice indica come utilizzare l opzione software NeoMode del ventilatore Puritan Bennett 840. Per informazioni generali su parametri e dati operativi, fare riferimento

Dettagli

Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05

Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05 Programma applicativo di protezione LOCK Manuale per l utente V2.22-T05 Sommario A. Introduzione... 2 B. Descrizione generale... 2 C. Caratteristiche... 3 D. Prima di utilizzare il programma applicativo

Dettagli

1 Menu utente. Fratelli La Cava Sas Manuale Programmazione Stufe Pag 1

1 Menu utente. Fratelli La Cava Sas Manuale Programmazione Stufe Pag 1 Fratelli La Cava Sas Manuale Programmazione Stufe Pag 1 IL MENU Con pressione sul tasto P3 (MENU) si accede al menu. Questo è suddiviso in varie voci e livelli che permettono di accedere alle impostazioni

Dettagli

LOTTO 1: LOTTO 2: LOTTO 3:

LOTTO 1: LOTTO 2: LOTTO 3: LOTTO 1: N. 9 Apparecchi per anestesia a circuito chiuso per l Azienda Ospedaliero Universitaria S. Orsola di Bologna n 6 Apparecchi per anestesia a circuito chiuso per l Azienda Ospedaliera di Ferrara

Dettagli

MANUALEDIUTILIZZO MODULO CRM POSTVENDITA

MANUALEDIUTILIZZO MODULO CRM POSTVENDITA MANUALEDIUTILIZZO MODULO CRM POSTVENDITA INDICE INTRODUZIONE INSERIMENTO CHIAMATA CHIAMATE Dettaglio Chiamate Macchine Coinvolte Documenti Riepilogo MACCHINE Dettaglio Macchine Documenti Interventi MACCHINE

Dettagli

Lightwriter SL40 Connect Scansione

Lightwriter SL40 Connect Scansione Lightwriter SL40 Connect Scansione Guida utente SL40 SCAN Il presente documento è una guida per l'uso del pacchetto di scansione installato su Lightwriter SL40 Connect. Per aggiornamenti o appendici, visitare

Dettagli

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 Benvenuto in SmartGPS, l'applicativo che consente di determinare, utilizzando un

Dettagli

S4 il Monitor Istruzioni Operative

S4 il Monitor Istruzioni Operative S4 il Monitor Istruzioni Operative INTRODUZIONE Il vogatore WR S4 Performance Monitor è stato creato per bilanciare un alto e sofisticato livello tecnico con l agevole uso da parte del consumatore. Il

Dettagli

bellavista 1000 NIV Ventilazione non invasiva e in fase subacuta

bellavista 1000 NIV Ventilazione non invasiva e in fase subacuta bellavista 1000 NIV Ventilazione non invasiva e in fase subacuta Ventilazione non invasiva Ventilazione per unità di terapia acuta bellavista 1000 NIV bellavista 1000 NIV contribuisce a garantire un ottima

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

METODI per effettuare previsioni con analisi di tipo WHAT-IF

METODI per effettuare previsioni con analisi di tipo WHAT-IF METODI per effettuare previsioni con analisi di tipo WHAT-IF 1. TABELLA DATI Una tabella di dati è un intervallo che mostra come la modifica di alcuni valori nelle formule ne influenza i risultati. Le

Dettagli

SIARETRON 4000. Ventilatore per terapia intensiva. Cod. : 960401 ventilatore alimentato a gas medicali. - Adulti, Bambini, Neonati - DATI TECNICI

SIARETRON 4000. Ventilatore per terapia intensiva. Cod. : 960401 ventilatore alimentato a gas medicali. - Adulti, Bambini, Neonati - DATI TECNICI SIARETRON 4000 Ventilatore per terapia intensiva Cod. : 960401 ventilatore alimentato a gas medicali - Adulti, Bambini, Neonati - rev. 5-01/09/2013 Principali caratteristiche Il SIARETRON 4000 è un ventilatore

Dettagli

CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA. TH540 - Pannello di Controllo

CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA. TH540 - Pannello di Controllo CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA TH540 - Pannello di Controllo MANUALE PER L OPERATORE Maggio 2005 Rev. BI Versione Software: 1.1 SOMMARIO 1) INTRODUZIONE..... 03 1.1) Introduzione...03 1.2) Pannello

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Allegato E D.M. 332/99 LOTTO 5

Allegato E D.M. 332/99 LOTTO 5 D.M. 332/99 LOTTO 5 Allegato E Specifiche tecniche vincolanti 1.1Dispositivi a pressione positiva continua (C-PAP) 1. essere in grado di erogare una pressione positiva continua fino a 20 cm H2O; 2. consentire

Dettagli

Acer erecovery Management

Acer erecovery Management 1 Acer erecovery Management Sviluppato dal team software Acer, Acer erecovery Management è uno strumento in grado di offrire funzionalità semplici, affidabili e sicure per il ripristino del computer allo

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105. Cod. 523.0000.102

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105. Cod. 523.0000.102 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105 Cod. 523.0000.102 Perché la garanzia sia valida, installare e utilizzare il prodotto secondo le istruzioni contenute nel presente manuale. È perciò di fondamentale

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SOLO MEDIANTE TASTIERA

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SOLO MEDIANTE TASTIERA Le serrature ComboGard Pro possono venire configurate utilizzando un software di installazione ComboGard Pro o una serie di comandi della tastiera. Questo documento contiene le istruzioni relative alla

Dettagli

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale Introduzione Introduzione a NTI Shadow Benvenuti in NTI Shadow! Il nostro software consente agli utenti di pianificare dei processi di backup continui che copiano una o più cartelle ( origine del backup

Dettagli

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android)

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android) IRISPen Air 7 Guida rapida per l uso (Android) La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare IRISPen Air TM 7. Leggere la guida prima di utilizzare lo scanner e il relativo software.

Dettagli

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 ART.48BFA000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il terminale 48BFA000 permette di

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

Adulti / Bambini (> 4Kg) Ventilatore presso - volumetrico a turbina. Grafici temporali: pressione, volume, flusso

Adulti / Bambini (> 4Kg) Ventilatore presso - volumetrico a turbina. Grafici temporali: pressione, volume, flusso Falco 101 The life breath Ventilatore Pressometrico Codice: 980101 Rev. 10: 28/11/2012 Applicazione Pazienti Principio di funzionamento Flusso Max. Compensazione perdite Display Forme d onda Apparecchio

Dettagli

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar:

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Doppio radar Doppia scala Controlli Radar 4G -Separazione - obiettivi -- Eliminazione

Dettagli

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema è un servizio del server di stampa che consente di tenere il software di sistema sul proprio server di stampa sempre aggiornato con gli

Dettagli

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net Your Detecting Connection Manuale utente support@xchange2.net 4901-0133-4 ii Sommario Sommario Installazione... 4 Termini e condizioni dell applicazione XChange 2...4 Configurazione delle Preferenze utente...

Dettagli

LCMobile Restaurant. Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant.

LCMobile Restaurant. Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant. LCMobile Restaurant Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant. Per prima cosa bisogna installare il file LCMobile-Restaurant.exe sul proprio PC dove e collegata la base del palmare.

Dettagli

Gestione Risorse Umane Web

Gestione Risorse Umane Web La gestione delle risorse umane Gestione Risorse Umane Web Generazione attestati di partecipazione ai corsi di formazione (Versione V03) Premessa... 2 Configurazione del sistema... 3 Estrattore dati...

Dettagli

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Funzioni di Esportazione Importazione 1 Indice AIRONE GESTIONE RIFIUTI... 1 FUNZIONI DI ESPORTAZIONE E IMPORTAZIONE... 1 INDICE...

Dettagli

Rilevatore portatile di monossido di

Rilevatore portatile di monossido di MANUALE UTENTE Rilevatore portatile di monossido di carbonio (CO) Modello CO40 Introduzione Congratulazioni per aver scelto il modello CO40 di Extech Instruments. Il CO40 rileva simultaneamente la concentrazione

Dettagli

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER.

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. Windows 7 e 8 strumenti per l ipovisione. Windows Seven/8 offrono ottimi strumenti per personalizzare la visualizzazione in caso di ipovisione: - una lente di

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

ENA 50-60 Appendice. Istruzioni d'installazione e d'impiego. Flamco www.flamcogroup.com

ENA 50-60 Appendice. Istruzioni d'installazione e d'impiego. Flamco www.flamcogroup.com ENA 50-60 Appendice d'impiego Flamco www.flamcogroup.com Edizione 2010 / IT Indice Pagina 1. Messa in servizio 3 1.1. Messa in servizio di ENA 50/60 3 1.2. Parametri per la messa in servizio 3 2. Voci

Dettagli

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 4-153-310-42(1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

H/LN4710-0 672 05-64171. Energy display. Manuale Installatore. www.homesystems-legrandgroup.com

H/LN4710-0 672 05-64171. Energy display. Manuale Installatore. www.homesystems-legrandgroup.com H/LN4710-0 672 05-64171 Energy display www.homesystems-legrandgroup.com Indice Descrizione generale 4 Icone e tasti 4 Configurazione 5 Messa in funzione 6 Indicazioni del display 6 Segnalazioni di errore

Dettagli

COMBINATORE TELEFONICOMOD. KIM10GSM Istruzioni Base

COMBINATORE TELEFONICOMOD. KIM10GSM Istruzioni Base TechnologicalSupport S.N.C. di Francesco Pepe & C. Via Alto Adige, 23 04100 LATINA (ITALY) Tel +39.0773621392 www.tsupport1.com Fax +39.07731762095 info@tsupport1.com P. I.V.A. 02302440595 COMBINATORE

Dettagli

Manuale d'uso del Connection Manager

Manuale d'uso del Connection Manager Manuale d'uso del Connection Manager Edizione 1.0 2 Indice Informazioni sull'applicazione Gestione connessioni 3 Operazioni preliminari 3 Aprire l'applicazione Gestione connessioni 3 Visualizzare lo stato

Dettagli

Respirare di notte con un aiuto meccanico. Ospedale San Paolo di Savona S.C. Otorinolaringoiatria Tecnico di Neurofisiopatologia M.

Respirare di notte con un aiuto meccanico. Ospedale San Paolo di Savona S.C. Otorinolaringoiatria Tecnico di Neurofisiopatologia M. Respirare di notte con un aiuto meccanico Ospedale San Paolo di Savona S.C. Otorinolaringoiatria Tecnico di Neurofisiopatologia M.Eloisa Cabano Trattamento dell OSAS OBIETTIVO Mantenere pervie le vie aeree

Dettagli

Guida al backup e aggiornamento del programma MIDAP

Guida al backup e aggiornamento del programma MIDAP 1 Guida al backup e aggiornamento del programma MIDAP Giugno 2013 2 Premessa Questo manuale descrive passo-passo le procedure necessarie per aggiornare l installazione di Midap Desktop già presente sul

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Programma di configurazione di reti NetWare

Programma di configurazione di reti NetWare Novell NetWare Questo argomento include le seguenti sezioni: "Programma di configurazione di reti NetWare" a pagina 3-44 "Configurazione rapida" a pagina 3-44 "Impostazione avanzata" a pagina 3-44 "Impostazione

Dettagli

NOTE OPERATIVE. Prodotto Inaz Download Manager. Release 1.3.0

NOTE OPERATIVE. Prodotto Inaz Download Manager. Release 1.3.0 Prodotto Inaz Download Manager Release 1.3.0 Tipo release COMPLETA RIEPILOGO ARGOMENTI 1. Introduzione... 2 2. Architettura... 3 3. Configurazione... 4 3.1 Parametri di connessione a Internet... 4 3.2

Dettagli

Adulti, Bambini, Neonati di peso > 3Kg. Ventilatore presso - volumetrico a turbina con ingresso per O 2 ad alta pressione

Adulti, Bambini, Neonati di peso > 3Kg. Ventilatore presso - volumetrico a turbina con ingresso per O 2 ad alta pressione Falco 202 EVO Ventilatore Polmonare Presso-Volumetrico Code: 980203 Rev. 3: 06/03/2013 Applicazione Pazienti Principio di funzionamento Flusso Max. Compensazione perdite Display Forme d onda Apparecchio

Dettagli

Procedure di ripristino del sistema.

Procedure di ripristino del sistema. Procedure di ripristino del sistema. Procedura adatta a sistemi con sistema operativo Microsoft Windows 8 In questo manuale verranno illustrate tutte le procedure che potrete utilizzare per creare dei

Dettagli

MODULO STAMPA BOLLETTINO PDF

MODULO STAMPA BOLLETTINO PDF MODULO STAMPA BOLLETTINO PDF MODULO STAMPA BOLLETTINO PDF pagina 2 di 7 INTRODUZIONE Il modulo STAMPA BOLLETTINO PDF è una applicazione stand-alone, sviluppata in linguaggio Java, che permette di produrre

Dettagli

Ventilatore polmonare espressamente concepito per il funzionamento in camera iperbarica sino alla profondità di 60 metri.

Ventilatore polmonare espressamente concepito per il funzionamento in camera iperbarica sino alla profondità di 60 metri. SIARETRON 1000 IPER Ventilatore per uso in camera iperbarica codice: 960067 rev. del 01/02/2012 Destinazione d uso Ventilatore polmonare espressamente concepito per il funzionamento in camera iperbarica

Dettagli

Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni

Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni Prerequisiti Mon Ami 3000 Produzione base Produzione articoli con distinta base e calcolo dei fabbisogni L opzione Produzione base è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

Content Manager 2 Manuale utente

Content Manager 2 Manuale utente Content Manager 2 Manuale utente Fare riferimento a questo manuale per informazioni sull'utilizzo di Content Manager 2 per la consultazione, l'acquisto, il download e l'installazione di aggiornamenti e

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

per immagini guida avanzata Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Il raggruppamento e la struttura dei dati sono due funzioni di gestione dati di Excel, molto simili tra

Dettagli

Doro Secure 580. Manuale utente. Italiano

Doro Secure 580. Manuale utente. Italiano Doro Secure 580 Manuale utente Italiano 3 2 1 4 5 6 7 8 9 14 13 12 11 10 15 16 Nota! Tutte le immagini servono esclusivamente a scopo illustrativo e potrebbero non riflettere esattamente il dispositivo

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA

WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA PASSO 1 Per prima cosa pensiamo al formato generale della pagina: i margini richiesti da una tesi sono quasi sempre più ampi di quelli di un testo normale. Apriamo ora

Dettagli

Capitolo Trasmissione di dati

Capitolo Trasmissione di dati Capitolo Trasmissione di dati Questo capitolo spiega tutto ciò che è necessario sapere per poter trasferire programmi fra l unità Power Graphic CASIO e un altra unità Power Graphic CASIO, collegati mediante

Dettagli

ARGOSCAN Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGOSCAN Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 Premessa... 3 Menù principale... 4 Sistema... 6 Assenze... 7 Stampa moduli di acquisizione...7 Modello 1...8 Modello 2...9 Modello 3...10 Modello 4...11 Acquisizione...12 Parametrizzazione...12 Acquisizione

Dettagli

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Invert er LG Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Mot ori elet t ric i Informazioni preliminari... 2 Installazione... 3 Avvio del programma... 4 Funzionamento Off-Line... 7 Caricamento di una

Dettagli

Supplemento a integrazione dei manuali: Puritan Bennett 560 e Puritan Bennett 520

Supplemento a integrazione dei manuali: Puritan Bennett 560 e Puritan Bennett 520 Puritan Bennett Supplemento a integrazione dei manuali: Puritan Bennett 560 e Puritan Bennett 520 1.1 Panoramica Questo supplemento al Manuale per l'utente e al Manuale per il medico descrive i miglioramenti

Dettagli

Guida all'impostazione dei messaggi di avviso e delle destinazioni di scansione per le stampanti X500 Series

Guida all'impostazione dei messaggi di avviso e delle destinazioni di scansione per le stampanti X500 Series Guida all'impostazione dei messaggi di avviso e delle destinazioni di scansione per le stampanti X500 Series www.lexmark.com Luglio 2007 Lexmark, Lexmark con il simbolo del diamante sono marchi di Lexmark

Dettagli

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS...

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... Manuale Utente (Gestione Formazione) Versione 2.0.2 SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... 4 2.1. Pagina Iniziale... 6 3. CARICAMENTO ORE FORMAZIONE GENERALE... 9 3.1. RECUPERO MODELLO

Dettagli

Volume GESTFLORA. Gestione aziende agricole e floricole. Guidaall uso del software

Volume GESTFLORA. Gestione aziende agricole e floricole. Guidaall uso del software Volume GESTFLORA Gestione aziende agricole e floricole Guidaall uso del software GESTIONE AZIENDE AGRICOLE E FLORICOLE Guida all uso del software GestFlora Ver. 2.00 Inter-Ware Srl Viadegli Innocenti,

Dettagli

IP Office Guida per gli utenti delle caselle postali Intuity

IP Office Guida per gli utenti delle caselle postali Intuity IP Office Guida per gli utenti delle caselle postali Intuity 40DHB0002TYDL 6 Edizione (24/10/2003) Utente casella postale Intuity IP Office Sommario Funzionamento generale UTENTE CASELLA POSTALE INTUITY

Dettagli

Guida alla Prima Configurazione dei Servizi

Guida alla Prima Configurazione dei Servizi Guida alla Prima Configurazione dei Servizi Indice Indice Guida all attivazione del servizio centralino 3 A. Applicazione Centralino su PC 5 B. Gruppo Operatori 9 Gestione all attivazione dei servizi internet

Dettagli

ThinkPad R40 Series Guida all installazione

ThinkPad R40 Series Guida all installazione Numero parte: 9P48 ThinkPad R40 Series Guida all installazione Elenco di controllo per il disimballaggio Grazie per aver acquistato l elaboratore IBM ThinkPad R Series. Verificare che tutti i componenti

Dettagli

VISUALFLEET Software Overview

VISUALFLEET Software Overview soft-in VISUALFLEET Software Overview SOFTWARE PER SISTEMI INDUSTRIALI - Strada Antica di None 2/4A - 10092 BEINASCO (TO) - ITALY Tel.: +39-011-39.87.711 - Fax: +39-011-39.87.727 1 Introduzione Il software

Dettagli

Inventario di Magazzino Manuale Utente. Inventario di Magazzino Manuale Utente

Inventario di Magazzino Manuale Utente. Inventario di Magazzino Manuale Utente Inventario di Magazzino Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 9 Versione 10 del 23/01/2014 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Prerequisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione...

Dettagli

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base INTRODUZIONE Nella versione 2.30.04 di Race Studio 2 è stata introdotta una nuova funzionalità relativa allo strumento di Analisi delle sospensioni presente all interno

Dettagli

Regatta Race Timer_W014. Manuale istruzioni

Regatta Race Timer_W014. Manuale istruzioni Regatta Race Timer_W014 Manuale istruzioni Questo Regatta Race Timer ha una garanzia di 2 anni. Per qualsiasi richiesta di garanzia e/o assistenza contattare il rivenditore a voi più vicino, esibendo la

Dettagli

SISTEMA DI PESATURA PER MACROPAK TM2000/2 (LAUMAS W60.000)

SISTEMA DI PESATURA PER MACROPAK TM2000/2 (LAUMAS W60.000) SISTEMA DI PESATURA PER MACROPAK TM2000/2 (LAUMAS W60.000) Il sistema di pesatura della riempitrice TM200 è composto dalla seguente componentistica: N 8 celle di carico da 1.000 kg cadauna tipo CB1.000

Dettagli

Indice. Istruzioni per un utilizzo sicuro. 1. Prima dell utilizzo

Indice. Istruzioni per un utilizzo sicuro. 1. Prima dell utilizzo 2 Indice Istruzioni per un utilizzo sicuro 1. Prima dell utilizzo 1.1 Componenti 1.2 Struttura 1.3 Metodi per l inserimento delle impronte 1.4 Procedure d installazione 1.4.1 Registrazione dell amministratore

Dettagli

Programma Gestione Presenze Manuale autorizzatore. Versione 1.0 25/08/2010. Area Sistemi Informatici - Università di Pisa

Programma Gestione Presenze Manuale autorizzatore. Versione 1.0 25/08/2010. Area Sistemi Informatici - Università di Pisa - Università di Pisa Programma Gestione Presenze Manuale autorizzatore Versione 1.0 25/08/2010 Email: service@adm.unipi.it 1 1 Sommario - Università di Pisa 1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3

Dettagli

Guida Software GestioneSpiaggia.it

Guida Software GestioneSpiaggia.it Caratteristiche Guida Software GestioneSpiaggia.it 1. Gestione prenotazioni articoli (ombrellone, cabina, ecc ) ed attrezzature (sdraio, lettino ecc ) 2. Visualizzazione grafica degli affitti sia giornaliera

Dettagli

Manuale di Kiwi on line

Manuale di Kiwi on line Manuale di Kiwi on line www.kiwiimmobiliare.it Kiwi On Line http://kiwionline.kiwiimmobiliare.it 1. Gestione annunci Cliccando sul pulsante annunci si accede all elenco annunci A. Inserimento nuovo annuncio

Dettagli

SUITE BY11250. Pannello Misure BY11250

SUITE BY11250. Pannello Misure BY11250 Via Como, 55 21050 Cairate (VA) Pagina 1 di 8 SUITE BY11250 (1.0.0.1) Pannello Misure BY11250 (1.0.0.1) IMPORTANTE Pagina 2 di 8 Le immagini riportate nel presente manuale fanno riferimento alle versioni

Dettagli

Manuale NetSupport v.10.70.6 Liceo G. Cotta Marco Bolzon

Manuale NetSupport v.10.70.6 Liceo G. Cotta Marco Bolzon NOTE PRELIMINARI: 1. La versione analizzata è quella del laboratorio beta della sede S. Davide di Porto, ma il programma è presente anche nel laboratorio alfa (Porto) e nel laboratorio di informatica della

Dettagli

MANUALE UTENTE PEL 2500 / PEL 2500-M V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7)

MANUALE UTENTE PEL 2500 / PEL 2500-M V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7) V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7) MESSA IN ESERCIZIO Montaggio - Il trasmettitore deve essere installato sopra il punto di misurazione per evitare problemi di condensa. - La sovrapressione del canale è rilevata

Dettagli

GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL

GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA BOZZA 23/07/2008 INDICE 1. PERCHÉ UNA NUOVA VERSIONE DEI MODULI DI RACCOLTA DATI... 3 2. INDICAZIONI GENERALI... 4 2.1. Non modificare la struttura dei fogli di lavoro... 4 2.2. Cosa significano

Dettagli

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility Procedure per l upgrade del firmware dell Agility L aggiornamento firmware, qualsiasi sia il metodo usato, normalmente non comporta il ripristino dei valori di fabbrica della Centrale tranne quando l aggiornamento

Dettagli

MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE

MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE 1/6 MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE Per prima cosa si ringrazia per aver scelto ImmobiPhone e per aver dato fiducia al suo autore. Il presente documento istruisce l'utilizzatore sull'uso del programma

Dettagli

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO MANUALE UTENTE Computer Palmare WORKABOUT PRO INDICE PROCEDURA DI INSTALLAZIONE:...3 GUIDA ALL UTILIZZO:...12 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO:...21 2 PROCEDURA DI INSTALLAZIONE: Per il corretto funzionamento

Dettagli

Cominciamo dalla barra multifunzione, ossia la struttura a schede che ha sostituito la barra dei menu e la barra delle icone (Figura 1).

Cominciamo dalla barra multifunzione, ossia la struttura a schede che ha sostituito la barra dei menu e la barra delle icone (Figura 1). La barra multifunzione La barra multifunzione e il pulsante Microsoft Office Se avete lavorato per tanti anni con la suite da ufficio Office, questa nuova versione 2007 può disorientarvi davvero molto.

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 04.00 del 05.09.2014 - Sistema operativo Windows 32bit e 64bit - Carte Siemens Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito: www.regione.sardegna.it/tscns

Dettagli

Guida rapida per l utilizzo del servizio OwnCloud-MIUR (versione 1.6)

Guida rapida per l utilizzo del servizio OwnCloud-MIUR (versione 1.6) Sommario Introduzione... 2 L utilizzo dell OwnCloud con il browser.... 3 Istruzioni per l installazione del client OwnCloud... 4 Utilizzo del client OwnCloud per il caricamento dei giustificativi contabili....

Dettagli

Portale Agenti Sambonet Paderno Industrie Pagina : 1 MANUALE PORTALE AGENTI

Portale Agenti Sambonet Paderno Industrie Pagina : 1 MANUALE PORTALE AGENTI Pagina : 1 MANUALE PORTALE AGENTI Scopo del è di fornire agli operatori dislocati sul territorio la possibilità di avere in tempo reale tutte le informazioni relative ai propri clienti e di effettuare

Dettagli

Manuale Amministratore Legalmail Enterprise. Manuale ad uso degli Amministratori del Servizio Legalmail Enterprise

Manuale Amministratore Legalmail Enterprise. Manuale ad uso degli Amministratori del Servizio Legalmail Enterprise Manuale Amministratore Legalmail Enterprise Manuale ad uso degli Amministratori del Servizio Legalmail Enterprise Pagina 2 di 16 Manuale Amministratore Legalmail Enterprise Introduzione a Legalmail Enterprise...3

Dettagli

Manuale IT_VNA by IZ1PMX

Manuale IT_VNA by IZ1PMX Manuale IT_VNA by IZ1PMX Ver. 08.1.14 Analizzatore d antenna 1-50 MHz Descrizione: IT_VNA è uno strumento in grado di misurare i parametri di un'antenna come SWR, PHASE, RETURN LOSS, RS, RX da 1 a 50 MHz.

Dettagli

HORIZON SQL MENU' FILE

HORIZON SQL MENU' FILE 1-1/9 HORIZON SQL MENU' FILE 1 MENU' FILE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 Funzioni sui file... 1-2 Apri... 1-3 Nuovo... 1-3 Chiudi... 1-4 Password sul file... 1-5 Impostazioni... 1-5 Configurazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Raccolta Ordini Agenti AVVIO PROGRAMMA Per avviare il programma fare click su Start>Tutti i programmi>modasystem>nomeazienda. Se il collegamento ad internet è attivo

Dettagli

Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0. per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U

Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0. per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0 per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U 1 Uso del manuale Manuale stampato CanoScan FB320U/FB620U Guida introduttiva Descrive le procedure per

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

Personalizzazione del PC

Personalizzazione del PC È la prima volta che utilizzi Windows 7? Anche se questa versione di Windows è molto simile a quella precedente, potrebbero tornarti utili alcune informazioni per partire a razzo. Questa Guida contiene

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 02.00 del 21.01.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 02.00 del 21.01.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 02.00 del 21.01.2014 - Sistema Operativo Microsoft Windows 32/64 bit - Carte Athena Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito:

Dettagli

Permette di visualizzare l archivio di tutte le registrazioni e programmazione effettuate.

Permette di visualizzare l archivio di tutte le registrazioni e programmazione effettuate. Installazione: Requisito minimo di sistema Windows XP Prima di procedere con l installazione chiudere tutte le applicazioni aperte sul computer. Dopo avere installato il programma tramite disco collegare

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico)

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) 1 Aprire Access Appare una finestra di dialogo Microsoft Access 2 Aprire un

Dettagli

Guida informativa. CD Software e documentazione. Pagine della Guida. Sito Web Lexmark. Altre lingue. Istruzioni di installazione

Guida informativa. CD Software e documentazione. Pagine della Guida. Sito Web Lexmark. Altre lingue. Istruzioni di installazione Guida informativa Pagina 1 di 1 Guida informativa Esistono diverse pubblicazioni che illustrano l MFP e le relative funzioni. In questa sezione vengono fornite informazioni relative alle pubblicazioni

Dettagli

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente Prerequisiti Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente L opzione Provvigioni agenti è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 04.00 del 05.09.2014 - Sistema Operativo Microsoft Windows 32/64 bit - Carte Athena Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito:

Dettagli

Filtro contenuti AVVERTIMENTO PER I GENITORI. Vita prima di permettere ai bambini di giocare. Impostare il filtro contenuti del sistema PlayStation

Filtro contenuti AVVERTIMENTO PER I GENITORI. Vita prima di permettere ai bambini di giocare. Impostare il filtro contenuti del sistema PlayStation Filtro contenuti AVVERTIMENTO PER I GENITORI Impostare il filtro contenuti del sistema Vita prima di permettere ai bambini di giocare. 4-419-422-01(1) Il sistema Vita mette a disposizione delle funzionalità

Dettagli