INDICE. 1. Premessa Descrizione DEL SITO 4

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. 1. Premessa 3. 2. Descrizione DEL SITO 4"

Transcript

1 INDICE 1. Premessa 3 2. Descrizine DEL SITO Plitica per la Sicurezza, la Salute e la Tutela Ambientale Organizzazine per la Sicurezza Rischi presenti nel sit Rischi chimic Rischi di incendi ed esplsine Rischi da rumre Rischi incidenti traffic Rischi meccanic Rischi elettrcuzine Rischi cadute scivlamenti 8 3 Linee guida di svilupp del DUVRI 9 4 Misure di prevenzine generali Misure tecniche Misure rganizzative Dispsitivi di Prtezine Il Permess di lavr (PdL) Analisi infrtuni e Gestine delle emergenze Misure tecniche Misure relative alle vie di uscita in cas di incendi Misure per la rilevazine, la cmunicazine e l allarme in cas di incendi Attrezzature ed impianti di estinzine degli incendi Misure Organizzative e Prcedurali La frmazine del persnale per gli interventi di emergenza Pian Emergenza Intern Prnt Sccrs Organizzazine per i lavri in appalt Stesura dei prgrammi di lavr Riunini peridiche di crdinament e cperazine Prgramma di srveglianza e ispezini di sicurezza 23 7 SUDDIVISIONE DEL DEPOSITO IN AREE E Censiment DEI PERICOLI Identificazine delle attività cn indicazine delle aree 27 8 IDENTIFICAZIONE e valutazine dei rischi di interferenza Ulteriri azini di cperazine e crdinament per la gestine delle interferenze 28 Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 1 Maggi 2011

2 ALLEGATI Allegat 1 Allegat 2 Allegat 3 Allegat 4 Allegat 5 Allegat 6 Allegat 7 Plitica HSE e degli Incidenti Rilevanti del Depsit di Trecate Schede di sicurezza (Benzina, Gasli e Chersene) Aree a rischi di esplsine Mappa delle rilevazine del rumre Fac simile permess di lavr Pian di Emergenza Schede dei Rischi di interferenza Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 2 Maggi 2011

3 1. PREMESSA L entrata in vigre della Legge 3 agst 2007 n. 123 ed il successiv decret D.Lgs 81/08 hann intrdtt alcune imprtanti nvità tra cui l bblig per il datre di lavr cmmittente di prmuvere la cperazine ed il crdinament vers le imprese appaltatrici attravers l elabrazine di un unic dcument di valutazine dei rischi che indichi le misure adttate per eliminare le interferenze. Quindi, nel cas di affidament di lavri all'intern di un'azienda vver di un unità prduttiva ad imprese appaltatrici a lavratri autnmi, il D.Lgs 81/08, intrduce di fatt bblighi ben precisi sia a caric dei datri di lavr cmmittenti che dei datri di lavr delle ditte incaricate della esecuzine dei lavri aggiudicati. E fatt pertant caric al datre di lavr della ditta cmmittente, in quest cas al gestre del sit TOTALERG di Trecate, la redazine del dcument richiest dall art. 26 cmma 3 del D.Lgs 81/08, in cperazine e crdinament cn i datri di lavr delle ditte appaltanti e l inseriment di tale dcument cme allegat al cntratt di appalt d pera. Il presente dcument è stat elabrat al fine di individuare e mitigare i rischi di interferenza, dvuti alla presenza di Cmmittente e ditte terze peranti nel Depsit TOTALERG di Trecate (NO), cme previst dall art. 26 del D.Lgs 81/08. L impstazine generale del DUVRI prevede che tale dcument individui, in fase preventiva, le interferenze cllegate all attività ggett dei cntratti d appalt evidenziand i relativi interventi di sicurezza previsti, in termini di misure di mitigazine di carattere tecnic, rganizzativ, prcedurale dispsitivi di prtezine individuali e cllettivi. e Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 3 Maggi 2011

4 2. DESCRIZIONE DEL SITO Le attività del Depsit TOTALERG di Trecate sn esclusivamente di stccaggi e di mvimentazine di prdtti petrliferi destinati alla Rete di Distribuzine Carburanti. Ragine sciale: TOTALERG L'indirizz della sede legale ed amministrativa è: V.le dell Industria 92 - Rma L indirizz del Depsit è: Depsit TOTALERG Via Vigevan 23 San Martin di Trecate (NO) La ricezine dei prdtti avviene tramite linee di trasferiment dalla vicina Raffineria SARPOM e eccezinalmente per mezz di autbtti da altri impianti. L uscita dei prdtti avviene cn caric di autbtti (ATB) attravers 7 crsie di caric per il caricament di Benzina e Gasli. Tutte le crsie sn equipaggiate cn apparecchiatura per il recuper vapri, peran in cicl chius e nella linea di racclta vapri di gni singla crsia è istallata una valvla di arrest. Le ATB dal cancell di ingress accedn prima al parcheggi vute e successivamente alle crsie di caric, da qui escn nella direzine ppsta a quella di ingress, cnvergend vers la zna di parcheggi, prima dell uscita dal depsit; in tal md nn si realizzan incrci di fluss delle ATB. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 4 Maggi 2011

5 SERVIZI GENERALI DI DEPOSITO Press il Depsit TOTALERG di Trecate sn presenti alcune utilities cmplementari all attività principale del Depsit, le principali sn: Impiant recuper vapri dalla caricazine delle ATB (URV); Impiant di depurazine acque reflue; Cabina elettrica; Impiant antincendi. 2.1 Plitica per la Sicurezza, la Salute e la Tutela Ambientale TOTALERG si è dtata di una carta Salute, sicurezza, ambiente e qualità cnfrme alle nrmative di legge che alle nrme UNI EN ISO 14001, OHSAS L rganizzazine del Depsit di Trecate è dtata di una prpria plitica di Salute, Sicurezza, Ambiente ed Incidenti Rilevanti, riprtata integralmente in Allegat Organizzazine per la Sicurezza La gestine della salute e sicurezza del Depsit è demandata all'rganizzazine del Sit, nell ambit delle prprie cmpetenze, attribuzini e ruli assegnati, cme specifica il D.Lgs 81/08. Dal 2000 è perativ, nel Depsit, il sistema di gestine finalizzat alla prevenzine dei rischi di incidente rilevante in accrd al D.lgs 334/99 e smi. In attuazine di quant previst dall art. 31 del D.Lgs 81/08 il Servizi di Prevenzine e Prtezine il Depsit di Trecate si avvale di un Respnsabile del Servizi che rispnde al Gestre di Sit, per l applicazine dei sistemi di gestine Sicurezza ed Ambiente e al Datre di Lavr per la predispsizine del dcument di Valutazine dei Rischi (V.d.R.). Cme Respnsabile del Servizi di Prevenzine e Prtezine, in data 01/11/2007, è stat nminat : GIAN LUCA SASSONE Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 5 Maggi 2011

6 2.3 RISCHI PRESENTI NEL SITO Nel seguit sn elencati i rischi che sn ptenzialmente presenti si pssn generare nel Depsit: Rischi chimic; Rischi di incendi ed esplsine; Rischi da rumre, Rischi meccanic; Rischi cadute scivlamenti; Rischi di elettrcuzine Rischi chimic Il rischi chimic è ricnducibile alla presenza svilupp di sstanze chimiche periclse, rifiuti, plveri, fumi. In particlare si tiene in cnsiderazine: la presenza di sstanze mlt tssiche, tssiche e altre sstanze periclse / ncive; lavri che ptrebber cmprtare eventuale investiment da getti, schizzi, sgccilamenti, sversamenti, inalazine di vapri, cntatt cn liquidi, acidi, etc. Si evidenzia che le principali sstanze presenti nel Depsit TOTALERG di Trecate, sn la benzina, il gasli, il chersene e gli additivi prestazinali. In Allegat 2, sn riprtate le schede di sicurezza dei principali prdtti, mentre le ulteriri schede di sicurezza degli additivi sn archiviate e dispnibili press l uffici Ambiente / Sicurezza. Dai mnitraggi ambientali effettuati, risulta che le cncentrazini dei pssibili inquinanti, sn ampiamente inferiri ai limiti impsti dal D.Lgs 81/08 cme pure dall ACGIH. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 6 Maggi 2011

7 2.3.2 Rischi di incendi ed esplsine Per presenza svilupp di sstanze infiammabili, esplsive, etc si tengn in cnsiderazine: le zne cn atmsfere esplsive ATEX, le srgenti punti di ignizine; lavri a cald che cmprtan eventuali tagli, saldature, etc di attrezzature in prssimità di attrezzature cn ptenziale presenza svilupp di sstanze infiammabili; Ai sensi dell art.2 del DM 10 marz 1998 e sulla base delle valutazini effettuate, il Depsit ha un livell di rischi incendi elevat. In Allegat 3 sn riprtate le aree a rischi di esplsine. Per quant cncerne la valutazine rischi atmsfere esplsive, si evidenzia che le sstanze che pssn riginare aree a rischi di esplsine durante le nrmali attività sn la benzina, il gasli, il chersene e gli additivi Rischi da rumre Nel Depsit nn sn presenti aree lavrative cn livelli della pressine acustica di picc pnderata in frequenza C superiri ai limiti di legge. In Allegat 4 è riprtata la mappa di rilevazine del rumre Rischi incidenti traffic La presenza simultanea di mezzi di trasprt, ptrebbe generare il rischi di incidenti dvuti al traffic. La segnaletica, sia rizzntale che verticale, indica i percrsi all intern dei Depsit e gli bblighi cui attenersi tra cui il limite di velcità Rischi meccanic Il rischi meccanic è ricnducibile alla presenza nell ambiente di lavr di: attrezzature spiglse, taglienti e parti sprgenti; eventuale cntatt e agganciament cn attrezzature in mviment, pmpe, cmpressri,etc; eventuale caduta materiali d ggetti dall alt. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 7 Maggi 2011

8 2.3.6 Rischi elettrcuzine Il rischi di elettrcuzine è imputabile alla presenza di attrezzature di prduzine, distribuzine ed utilizz di elettricità. In particlare si è tenut cnt dei rischi relativi a: cntatt in stazini elettriche; cntatt cn parti di alimentazine elettrica di attrezzature quali pmpe, cmpressri, rgani in mviment, parti rtanti, etc. Tutte le apparecchiature elettriche, cmpresi i cavi, gli apparecchi e i materiali sn adatti all scp e cnfrmi a tutti i requisiti cntrattuali e di legge. La realizzazine di impianti elettrici prvvisri è eseguita in cnfrmità alle nrme CEI. La messa a terra impianti ed attrezzature elettriche è effettuata cn sistemi adatti ad impedire che le sezini islate vengan accidentalmente energizzate Rischi cadute scivlamenti Per lavri in quta per presenza di ambienti ptenzialmente scivlsi, sdruccilevli tempraneamente discnnessi: pavimentazine, scale, percrsi, passerelle; pzzi aperti, scavi; cadute dall alt per lavri su attrezzature in quta. La necessità di utilizzare specifici DPI di adttare particlari misure di prevenzine / prtezine, sarà segnalata sul permess di lavr derivante dall analisi delle attività che sarann svlte, dell area in cui si andrà ad perare e degli eventuali rischi di interferenze cn le attività del Depsit e cn le attività svlte da altre ditte terze / lavratri autnmi. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 8 Maggi 2011

9 3 LINEE GUIDA DI SVILUPPO DEL DUVRI L impstazine generale del DUVRI prevede che tale dcument individui, in fase preventiva, le interferenze cllegate all attività ggett dei cntratti d appalt. La nzine di appalt include anche le attività di frnitura e psa in pera di materiali. L bblig di redazine del DUVRI, viene attuat descrivend priritariamente le misure di tutela (generali ed in cas di emergenza) già attive nel Depsit. Tale descrizine integra l bblig dell art.26 cmma 1, b) del D.Lgs 81/08 che richiede di frnire agli stessi sggetti appaltatri dettagliate infrmazini sui rischi specifici esistenti nell ambiente in cui sn destinati ad perare e delle misure di prevenzine e di emergenza adttate in relazine alla prpria attività. Pertant, nei casi di stipula di cntratt di appalt, il Depsit, frnend agli appaltatri il presente dcument DUVRI, ttempera agli bblighi dell art.26 cmma 1, b) del D.Lgs 81/08. Dp aver brevemente riprtat le misure generali e di emergenza del sit, vengn descritte le attività appaltate riprtand il censiment dei pericli di area derivante dal dcument di V.d.R. ai sensi dell art. 17 e 28 del D.Lgs 81/08 vigente in Depsit. L ultima parte del dcument descrive dettagliatamente le attività svlte dalle imprese appaltatrici cn l indicazine delle aree nelle quali prevalentemente peran pssn perare, mentre in vari allegati sn riprtate le schede dei rischi di interferenza per tiplgia di lavr (elettric, meccanic, edile, pulizia, etc) nelle quali sn richiamati i seguenti elementi: fattri di rischi generati da cmmittente e/ appaltatre; rischi di interferenza iptizzati; precauzini da adttare a caric del cmmittente e/ appaltatre; ulteriri azini di cperazine e crdinament. A ciascun rischi individuat è stata inltre applicata una matrice attravers la quale si è prcedut ad una stima della sua dimensine mediante la previsine prbabilità / gravità (le definizini per la gravità derivan dalla prcedura Valutazine dei Rischi e degli Aspetti ambientali ). Qualra la dimensine sia ritenuta tale da adttare precauzini sarann individuate quelle ritenute efficaci a ricndurre il rischi alla piena accettabilità. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 9 Maggi 2011

10 La matrice di rischi qualitativa viene riprtata di seguit. 5 4 Prbabilità (P) Gravità (G) Guida per la classificazine di prbabilità / gravità Livell 1 Livell 2 Livell 3 Livell 4 Livell 5 Prbabilità Mlt imprbabile Imprbabile Pssibile Prbabile Altamente prbabile Gravità Trascurabile Mderata Seria Maggire Catastrfica PROBABILITÀ ATTESA DI EVENTO INCIDENTALE (P) Definizine Giustificazine 1 Mlt imprbabile Men di una vlta in anni per l rganizzazine 2 Imprbabile Una vlta tra 100 e anni per l rganizzazine 3 Pssibile (pc prbabile) Una vlta tra 10 e 100 anni per l rganizzazine 4 Prbabile Una vlta tra 1 e 10 anni per l rganizzazine 5 Altamente prbabile Men di una vlta all ann per l rganizzazine GRAVITA ATTESA DEL DANNO (G) Definizine Giustificazine Event che richiede sl l'utilizz dei dispsitivi di prim sccrs interni al sit, 1 Trascurabile anche per più persne, ma senza necessità del prnt sccrs estern, né ricver in spedale Infrtuni che richiede un trattament medic estern al sit, senza ricver in 2 Mderata spedale, ma cn inabilità al lavr da 1 a 39 girni inclusi. Infrtuni cn inabilità al lavr superire uguale a 40 girni. Infrtuni cn 3 Seria ricver in spedale. Più infrtuni che richiedn trattament medic estern al sit (prnt sccrs), senza ricver in spedale Più infrtuni che richiedn ricver in spedale. Un infrtuni cn invalidità 4 Maggire permanente. Un decess (anche per rapina effrazine). Un incidente che ha causat lesini fisiche alla pplazine esterna al sit 5 Catastrfica Più decessi Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 10 Maggi 2011

11 Scala dei rischi Rischi Accettabile situazini per le quali è cmunque pprtun prevedere un più interventi per minimizzare vver eliminare i rischi da interferenza (Bass) Rischi cn necessità di prescrizini per le quali è pprtun prevedere un più interventi per eliminare i rischi da interferenza (Medi) Rischi Miglirabile cn necessità immediate di prescrizini per le quali si devn iptizzare un più interventi per minimizzare vver eliminare i rischi da interferenza (Alt) Per la stima del rischi è stat necessari acquisire l analisi strica di tutti gli eventi infrtunistici (cmpres medicazini e mancati incidenti ccrsi press il Depsit TOTALERG di Trecate) ccrsi al persnale delle imprese negli ultimi 5 anni. L applicazine dei criteri spra elencati a ciascun rischi di interferenza cmprta la mdifica delle attuali schede secnd l schema prpst di seguit. Fac simile di una scheda di valutazine dei rischi di interferenza Impresa/Cmmittente AREA Attività Sub Attività Peridicità (se applicabile) Piazzale, Area impianti ed utilities (serbati, URV, depuratre, etc), Uffici e Magazzin Manutenzine meccanica TAGLIO TUBAZIONI Su richiesta N Fattre di rischi P G R 1 Urti cntr stacli fissi e mbili (cmpresi autmezzi) Generat da Impresa terza Cmmitte nte 1 3 Bass X X 2 Scivlamenti 1 2 Bass X X 3 Priezine di schegge 1 4 Medi X Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 11 Maggi 2011

12 4 MISURE DI PREVENZIONE GENERALI 4.1 Misure tecniche Il Depsit è dtat di alcuni sistemi di cntrll dei prcessi necessari all svlgiment delle attività, cstituit da: Sistema di gestine dell stccaggi dei prdtti petrliferi; Sistema di gestine del caricament autbtti; Sistema di cntrll/ attivazine impiant antincendi, pian di emergenza intern; Sistema di gestine amministrativa dei carichi e dell stck; Sistema di gestine access autmezzi. Gli impianti sn prvvisti di adeguate strumentazini per il cntrll puntuale delle variabili di prcess. Sn inltre installati numersi dispsitivi di allarme e blcc, manuali ed autmatici nei vari punti critici. A tal riguard, esempi di dispsitivi di sicurezza critici sn i seguenti: Valvle di sicurezza, dispsitivi antidetnanti. Sistemi di blcc per emergenza. Allarmi per altissim livell. Rilevatri di fiamma serbati. Sistemi fissi antincendi. Rilevatri di fum e temperatura per lcali uffici e servizi tecnlgici. Rilevatri fiamma IR nelle crsie di caric. URTO AUTOMEZZI IN MANOVRA Esistn prcedure che reglamentan l esecuzine di lavri e permessi di lavr e la circlazine dei mezzi mtrizzati all'intern del Depsit (ingress e permanenza in Depsit). Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 12 Maggi 2011

13 4.2 Misure rganizzative Nel Depsit di Trecate sn vigenti i seguenti Sistemi di Gestine: Sistema di Gestine per la Salute e la Sicurezza sul lavr sviluppat secnd la nrma OHSAS 18001; Sistema di Gestine per la Sicurezza Incidenti Rilevanti, sviluppat in linea a quant previst dal D.Lgs 334/99 e s.m.i.; Sistema di Gestine Ambiente elabrat ai sensi della nrma ISO 14001; 4.3 Dispsitivi di Prtezine La dtazine minima di Dispsitivi Prtezine Individuali (DPI) press il Depsit cmprende l'elmett, la tuta, le scarpe da lavr cn punta rinfrzata a prtezine dei piedi e cll alt. Questi indumenti devn essere sempre indssati dal persnale in servizi press il Depsit. Particlare attenzine è prestata alla prtezine delle mani, dell'udit e degli cchi, per i quali sn previsti speciali dtazini di sicurezza cme guanti, inserti auriclari cuffie e cchiali prtettivi. Per il persnale, sia di Depsit che delle ditte terze, che pera in quta press le pensiline cmunque su pnteggi, è inltre fatt bblig di indssare idnei dispsitivi di prtezine cllettivi (sistemi anticaduta). Ulteriri DPI speciali sn richiesti al persnale in base alle effettive esigenze di lavr e prtezine. Fann, inltre, parte delle dtazini speciali, assegnate al persnale in base alle effettive esigenze di lavr e prtezine, guanti resistenti ai slventi rganici ed antiacid, guanti per resistere al fuc, tute termriflettenti, maschere e autrespiratri. La squadra di emergenza ha in dtazine una maschera "pien facciale", tutt il persnale è inltre dtat di maschera mnus. Sn infine dispnibili un numer di maschere per chi dvesse esserne sprvvist, da utilizzare in cas di rilasci di sstanze tssiche, in applicazine del P.E.E. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 13 Maggi 2011

14 4.4 Il Permess di lavr (PdL) Tutti i lavri effettuati in Depsit da persnale terz devn sempre essere preventivamente autrizzati per iscritt. L autrizzazine scritta è parte integrante del Permess di Lavr (PdL). Sn escluse dall bblig di autrizzazine preventiva le attività e le perazini di nrmale rutine svlte da persnale TOTALERG e specificate in appsite prcedure, istruzini perative e/ rdini di servizi (es. attività di verifica svlta dagli APZ). Sn esclusi inltre i lavri di riparazine e/ istallazine di macchine per uffici (cmputer, ftcpiatrici, etc) Questa prcedura, da sempre in vigre e frequentemente aggirnata, rappresenta una cncreta attuazine dei principi di tutela della sicurezza dei lavratri. I permessi di lavr sn gestiti dalla prcedura Permessi di lavr. I permessi di lavr sn cmpilati utilizzand appsiti mduli prestampati, in dppia cpia (una rimane all appaltatre durante l esecuzine in cantiere e l altra rimane in pssess della funzine Esercizi). La prcedura definisce le mdalità e l iter per il rilasci del PdL e le cmpetenti respnsabilità, tenend cnt dei rischi ambientali e di prcess cnnessi alla esecuzine dei lavri. L inizi di gni lavr è subrdinat alla firma di cnvalida e cnsens da parte degli interessati alla gestine del lavr da apprsi sul Permess di Lavr. Prima della chiusura del permess di lavr, i respnsabili del lavr, verifican per quant di cmpetenza, che il lavr sia stat cmpletat in tutte le sue parti, che le apparecchiature/ linee pssan rientrare in servizi e che sian ripristinate le cndizini di Sicurezza e pulizia nell area di lavr. In Allegat 5 è riprtat un fac simile del permess di lavr. I lavri sn divisi in varie categrie: lavri a cald, lavri generici, lavri in spazi cnfinati, etc. Per lavri a cald si intendn tutti quei lavri che implican l us di fiamme libere che cmunque generin livelli termici scintille sufficienti ad innescare sstanze miscele infiammabili. Esempi tipici di lavr a cald sn: tagli ssiacetilenic; lavri a fiamma libera; Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 14 Maggi 2011

15 saldatura ad arc; mlatura; sabbiatura; us di martell pneumatic e/ scalpelli per demlizini di calcestruzz; utilizz di mtri a cmbustine interna stazinari; chidatura a spar; installazine prvvisria di apparecchiature elettriche nn antideflagranti. Per spazi cnfinat si intende qualsiasi lavr eseguit all intern di un spazi cnfinat che cmprti per la sua esecuzine, l ingress nell stess di persnale (nrmativa UNI 10449). L spazi cnfinat, è un spazi delimitat, nrmalmente chius ma in tal sens prvvist di chiusure apribili (es. passi d um, bccaprti, cperchi, etc) in cui risulti materialmente pssibile l ingress di persne. Per lavr in quta si intende qualsiasi lavr eseguit ad altezza superire a 2 metri rispett al pian calpestabile in psizine che pssa generare caduta libera che preveda cstruzine di pnteggi, rimzine grigliati, etc. Per lavri di scav si intendn lavri che interessin il sttsul e che ptrebber interferire cn attrezzature presenti nella zna di scav. In base alle precedenti definizini, i lavri si distingun in SEMPLICI e COMPLESSI, cme di seguit specificat: LAVORI SEMPLICI: lavri a cald al di furi della aree classificate zna 1 e lavri a fredd cn rientranti in quelli cmplessi. LAVORI COMPLESSI: lavri a cald all intern delle aree classificate zna 1; lavri in spazi cnfinati; lavri in quta; lavri di scav; lavri elettrici su media tensine; lavri su ledtti e/ linee di cllegament all estern del sit; Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 15 Maggi 2011

16 lavri sulle attrezzature critiche definite dal D.lgs 334/99; lavri che richiedn il crdinament tra più esecutri. In cnsiderazine di quant intrdtt dall art. 3 della Legge 123/07, sulla predispsizine del Dcument Unic di Valutazine dei Rischi Interferenziali (DUVRI), è da sttlineare cme il Permess di Lavr diventi un ulterire strument di prevenzine perché permette di valutare la necessità di adttare ulteriri misure di mitigazine in relazine a specifiche e cntingenti cndizini nn valutate né valutabili preventivamente nelle single schede di interferenza riprtate nel DUVRI. Nel permess di lavr è specificata la mdalità di gestine delle interferenze nel cas di presenza cntempranea nella medesima zna di lavr, di più imprese. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 16 Maggi 2011

17 5. ANALISI INFORTUNI E GESTIONE DELLE EMERGENZE In cas di eventi indesiderati a persnale di Depsit cme al persnale di ditte terze, la TOTALERG ha prvvedut a emettere una prcedura Segnalazine, Registrazini e Analisi di Incidenti e Near Miss cn l scp di descrivere le mdalità cn le quali un incidente, un near miss, deve essere segnalat, registrat ed analizzat, al fine di determinare azini preventive per il futur. Nella prcedura sn pertant riprtati in dettagli le attività di segnalazine, reprting, mnitraggi dei rapprti di incidenti, quasi incidente, anmalie di funzinament e di cmunicazini dell event mentre per un analisi di dettagli della prcedura, si cnsiglia di cnsultare il dcument press l uffici SPP di sit. Per gni tip di emergenza (emergenze lcali, senza allarme acustic nel sit; emergenze maggiri; emergenze estese d interne, tali da attivare i piani di emergenza) è stat predispst un registr delle emergenze. 5.1 Misure tecniche Misure relative alle vie di uscita in cas di incendi Gli ambiti che vann cnsiderati attentamente al fine di garantire l'esd rdinat ed in sicurezza del persnale fin ad un lug sicur sn: - vie di esd; - uscite di sicurezza; - illuminazine di emergenza; - segnaletica di emergenza Vie di esd ed Uscite di Sicurezza Le vie d'esd cme le uscite di sicurezza sn suddivise in base agli edifici presi a riferiment: palazzina uffici (al pian terra sn presenti 4 uscite cn prte dtate di sistema antipanic; è inltre presente una prta REI120 interna che immette nell area lavab e Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 17 Maggi 2011

18 spgliati, da cui si accede all estern); palazzina uffici distaccati (la palazzina dispne di un unica via di uscita di dirett cllegament cn l area esterna e cincide cn la via di access ai lcali); palazzina servizi tecnlgici (ciascun dei lcali della palazzina ha una prpria via di uscita che cincide cn la via di access); sala pmpe antincendi (l uscita di sicurezza è la medesima di access al lcale); magazzin attrezzature (il magazzin ha una via di uscita che cincide cn la via di access) dtat di prta REI 120 cn manigline antipanic Illuminazine di emergenza Sia gli IMPIANTI che gli EDIFICI CIVILI sn dtati di illuminazine di sicurezza, cmpsta da lampade cn gruppi di cntinuità cn batteria tampne della durata di un ra Segnaletica di emergenza La segnaletica installata è cnfrme al dispst nrmativ vigente (D.Lgs 493/96). In particlare, la segnaletica installata ai fini dell'antincendi identifica le seguenti tiplgie di aree, installazini ed attrezzature: - estintri; - utenze rete idrica antincendi del Depsit (idranti, attacchi VV.FF.); - vie di esd; - psizinament del materiale di emergenza (terra adsrbente, cperte antifiamma, etc); - lughi cn pericl di incendi; - punt di racclta (ubicat nell'area parcheggi dipendenti, adiacente alla palazzina uffici distaccati); - lcale di prim sccrs; - dccia, lavacchi. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 18 Maggi 2011

19 5.1.2 Misure per la rilevazine, la cmunicazine e l allarme in cas di incendi Gli biettivi delle misure per la rilevazine degli incendi e la segnalazine dell'allarme sn: avvertire le persne presenti di un principi d'incendi tempestivamente ed efficacemente tramite adeguat sistema di allarme; avviare le prcedure per la gestine dell'emergenza, cmprese quelle per l'evacuazine e per l'attivazine delle prcedure di intervent. Le cmunicazini all'intern e all'estern del Depsit sn garantite da sistema telefnic. É inltre presente un sistema di cmunicazine mediante interfn ed altparlanti cn almen un pst di segnalazine in tutti i punti strategici del Depsit Attrezzature ed impianti di estinzine degli incendi Press il Depsit sn presenti 3 serbati di accumul acqua per l alimentazine della rete idrica antincendi, cn una capacità ttale dei serbati è di 560 m 3, tramite adeguata stazine di pmpaggi cstituita da più pmpe antincendi. Il depsit è dtat di una rete generale di distribuzine acqua antincendi cstituita da due anelli di tubazine tra di lr intercnnessi, per una dppia alimentazine delle utenze. Lung i cllettri della rete sn presenti: premesclatri, mnitri carrellati ed idranti. Press gnuna delle 8 crsie di caric (7 attive ed una disattiva) è prtetta cn un sistema di 8 sprinklers Caccialanza a schiuma. I tre serbati furi terra del Depsit sn prvvisti sia di un sistema di spegniment che di un sistema di raffreddament. Gli uffici e i crridi della palazzina uffici sn dtati di rilevatri di fum mentre in alcuni lcali (quadr elettric e centrale termica) sn presenti di sensri di temperatura. Sn infine presenti estintri prtatili e carrellati installati nel Depsit, adeguati alla classe degli incendi ptenzialmente sviluppabili nei lughi di lavr. Ulteriri descrizini sn riprtate nel pian di emergenza (riprtat integralmente in Allegat 6). Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 19 Maggi 2011

20 5.2 Misure Organizzative e Prcedurali La frmazine del persnale per gli interventi di emergenza Il Depsit TOTALERG di Trecate, in cnfrmità alle nrmative vigenti a, ha predispst una serie di attività frmative inerenti la sicurezza che cinvlgn, in md divers a secnda del rul ricpert, il persnale dell Stabiliment. Il persnale cinvlt nelle emergenze è pprtunamente addestrat, cn riunini almen annuali, sul cntenut del Pian di Emergenza. L addestrament è effettuat cn peridicità semestrale e cmprende prve di emergenza simulata, da effettuare sulla base di un prgramma che preveda almen una esercitazine cmpleta di attuazine del pian di evacuazine Pian Emergenza Intern II pian di emergenza (riprtat integralmente in Allegat 6)è la prcedura da seguire in cas di emergenza e riprta le azini che tutt il persnale perante nel Depsit di Trecate deve cmpiere nel cas si verifichin incidenti. Le misure di prtezine e di intervent in cas di emergenza interna sn previste nel Pian di Emergenza Intern (PEI). Il Pian di Emergenza Intern indica le perazini da svlgere in relazine al tip di emergenza. Inltre individua il persnale prepst all attuazine delle misure stesse, evidenziandne i diversi ruli e respnsabilità. Il PEI, ltre alle attività di infrmazine, frmazine e addestrament dei lavratri e del persnale presente in situ, nnché la dtazine dell equipaggiament di prtezine individuale, cme previst dal decret ministeriale del 16 marz 1998, deve prevedere esercitazini, generali e specifiche, peridiche. A tutti i visitatri del Depsit è cnsegnata all'ingress una scheda cntenente le principali nrme di cmprtament in cas di emergenza. VIE DI FUGA ED USCITE DI EMERGENZA Tre suni prlungati di sirena di 7 secndi alternati a brevi pause di 3 secndi, cmunican a tutt il persnale presente in depsit l stat di emergenza e quindi l attivazine del PEI. Un sun cntinu della sirena cmunica a tutt il persnale a D. Lgs 626/94 e s.m.i.; DM che stabilisce per le aziende sggette agli bblighi previsti dalla nrmativa sui rischi di incidente rilevante le mdalità minime cn cui il gestre del sit deve prcedere all infrmazine, alla frmazine, addestrament ed equipaggiament di clr che lavran in situ. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 20 Maggi 2011

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI Analisi di rischio e individuazione delle misure di sicurezza equivalenti. Individuazione delle misure di prevenzione e/o di protezione che permettono

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

Oggetto dell appalto:

Oggetto dell appalto: ALLEGATO 5 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (art. 26 comma 3 D.Lgs. 81/08) Oggetto dell appalto: Servizio di vigilanza armata da effettuarsi con guardie giurate particolari fornite

Dettagli

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

La sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul lavoro La sicurezza sul lavoro 1-La storia della sicurezza sul lavoro in Italia 2-I decreti legislativi 626, 81 e i successivi provvedimenti integrativi 3- Il T.U. 81 sostituisce completamente il D. Lgs. 626/94

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

Risposta esatta. Quesito

Risposta esatta. Quesito 1 2 Quesito Si definisce gas compresso: A) un gas conservato ad una pressione maggiore della pressione atmosferica; B) un gas liquefatto a temperatura ambiente mediante compressione; C) un gas conservato

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO 3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO FASE DI LAVORAZIONE : LAVAGGIO COD. INAIL : FATTORE DI RISCHIO : - Rischi per la salute e igienico ambientali: rumore prodotto dal motore delle

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA N. 10 MANIPOLAZIONE DI ESPLODENTI

ISTRUZIONE OPERATIVA N. 10 MANIPOLAZIONE DI ESPLODENTI Revisione 01 - Maggio 2013 A cura di: Servizio Prevenzione, Protezione, Ambiente e Sicurezza 1 MANIPOLAZIONE ESPLODENTI Premessa Rientrano in questa situazione di rischio tutte le attività che prevedono

Dettagli

LA PREVENZIONE INCENDI NEI LUOGHI DI LAVORO

LA PREVENZIONE INCENDI NEI LUOGHI DI LAVORO LA PREVENZIONE INCENDI NEI LUOGHI DI LAVORO OBBLIGHI, CONTROLLI E PROCEDURE GIUGNO 2004 A cura del settore Qualità, Ambiente e Sicurezza sul lavoro Dott. Maurizio Santonocito 2 Indice Premessa Pag. 5 Parte

Dettagli

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!!" "

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Procedure di sicurezza per l installazione e la manutenzione di pannelli fotovoltaici Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Realizzazione

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO La presente tariffa individua le prestazioni che il professionista è chiamato a fornire : A per la richiesta del parere di conformità B per il rilascio del

Dettagli

Ing. Mauro Malizia - Criteri generali di sicurezza antincendio - testo coordinato - Comando Provinciale VVF di Ascoli Piceno

Ing. Mauro Malizia - Criteri generali di sicurezza antincendio - testo coordinato - Comando Provinciale VVF di Ascoli Piceno D.M. 10 marzo 1998 (1) Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell'emergenza nei luoghi di lavoro (S.O. n. 64 alla G.U. n. 81 del 7 aprile 1998) Il Ministro dell'interno e il Ministro

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA (POS) PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA. Realizzazione della Metropolitana di., Linea..

PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA (POS) PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA. Realizzazione della Metropolitana di., Linea.. PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA (POS) Ai sensi del D.Lgs. 81/08 e successive modifiche ed integrazioni. Realizzazione della Metropolitana di., Linea.. Sottosistema di Impianti presso la stazione di.. Committente:.

Dettagli

SERBATOI A SINGOLA PARETE

SERBATOI A SINGOLA PARETE SERBATOIO DA INTERRO: serbatoi cilindrici ad asse orizzontale, a singola o doppia parete per il deposito nel sottosuolo di liquidi infiammabili e non. Costruiti con lamiere in acciaio al carbonio tipo

Dettagli

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza:

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza: Sicurezza all IUE In tema di sicurezza l Istituto, che gode dell autonomia prevista dalla Convenzione che lo istituisce e dall Accordo di Sede con l Italia, si ispira ai principi fondamentali della normativa

Dettagli