INDICE. 1. Premessa Descrizione DEL SITO 4

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. 1. Premessa 3. 2. Descrizione DEL SITO 4"

Transcript

1 INDICE 1. Premessa 3 2. Descrizine DEL SITO Plitica per la Sicurezza, la Salute e la Tutela Ambientale Organizzazine per la Sicurezza Rischi presenti nel sit Rischi chimic Rischi di incendi ed esplsine Rischi da rumre Rischi incidenti traffic Rischi meccanic Rischi elettrcuzine Rischi cadute scivlamenti 8 3 Linee guida di svilupp del DUVRI 9 4 Misure di prevenzine generali Misure tecniche Misure rganizzative Dispsitivi di Prtezine Il Permess di lavr (PdL) Analisi infrtuni e Gestine delle emergenze Misure tecniche Misure relative alle vie di uscita in cas di incendi Misure per la rilevazine, la cmunicazine e l allarme in cas di incendi Attrezzature ed impianti di estinzine degli incendi Misure Organizzative e Prcedurali La frmazine del persnale per gli interventi di emergenza Pian Emergenza Intern Prnt Sccrs Organizzazine per i lavri in appalt Stesura dei prgrammi di lavr Riunini peridiche di crdinament e cperazine Prgramma di srveglianza e ispezini di sicurezza 23 7 SUDDIVISIONE DEL DEPOSITO IN AREE E Censiment DEI PERICOLI Identificazine delle attività cn indicazine delle aree 27 8 IDENTIFICAZIONE e valutazine dei rischi di interferenza Ulteriri azini di cperazine e crdinament per la gestine delle interferenze 28 Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 1 Maggi 2011

2 ALLEGATI Allegat 1 Allegat 2 Allegat 3 Allegat 4 Allegat 5 Allegat 6 Allegat 7 Plitica HSE e degli Incidenti Rilevanti del Depsit di Trecate Schede di sicurezza (Benzina, Gasli e Chersene) Aree a rischi di esplsine Mappa delle rilevazine del rumre Fac simile permess di lavr Pian di Emergenza Schede dei Rischi di interferenza Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 2 Maggi 2011

3 1. PREMESSA L entrata in vigre della Legge 3 agst 2007 n. 123 ed il successiv decret D.Lgs 81/08 hann intrdtt alcune imprtanti nvità tra cui l bblig per il datre di lavr cmmittente di prmuvere la cperazine ed il crdinament vers le imprese appaltatrici attravers l elabrazine di un unic dcument di valutazine dei rischi che indichi le misure adttate per eliminare le interferenze. Quindi, nel cas di affidament di lavri all'intern di un'azienda vver di un unità prduttiva ad imprese appaltatrici a lavratri autnmi, il D.Lgs 81/08, intrduce di fatt bblighi ben precisi sia a caric dei datri di lavr cmmittenti che dei datri di lavr delle ditte incaricate della esecuzine dei lavri aggiudicati. E fatt pertant caric al datre di lavr della ditta cmmittente, in quest cas al gestre del sit TOTALERG di Trecate, la redazine del dcument richiest dall art. 26 cmma 3 del D.Lgs 81/08, in cperazine e crdinament cn i datri di lavr delle ditte appaltanti e l inseriment di tale dcument cme allegat al cntratt di appalt d pera. Il presente dcument è stat elabrat al fine di individuare e mitigare i rischi di interferenza, dvuti alla presenza di Cmmittente e ditte terze peranti nel Depsit TOTALERG di Trecate (NO), cme previst dall art. 26 del D.Lgs 81/08. L impstazine generale del DUVRI prevede che tale dcument individui, in fase preventiva, le interferenze cllegate all attività ggett dei cntratti d appalt evidenziand i relativi interventi di sicurezza previsti, in termini di misure di mitigazine di carattere tecnic, rganizzativ, prcedurale dispsitivi di prtezine individuali e cllettivi. e Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 3 Maggi 2011

4 2. DESCRIZIONE DEL SITO Le attività del Depsit TOTALERG di Trecate sn esclusivamente di stccaggi e di mvimentazine di prdtti petrliferi destinati alla Rete di Distribuzine Carburanti. Ragine sciale: TOTALERG L'indirizz della sede legale ed amministrativa è: V.le dell Industria 92 - Rma L indirizz del Depsit è: Depsit TOTALERG Via Vigevan 23 San Martin di Trecate (NO) La ricezine dei prdtti avviene tramite linee di trasferiment dalla vicina Raffineria SARPOM e eccezinalmente per mezz di autbtti da altri impianti. L uscita dei prdtti avviene cn caric di autbtti (ATB) attravers 7 crsie di caric per il caricament di Benzina e Gasli. Tutte le crsie sn equipaggiate cn apparecchiatura per il recuper vapri, peran in cicl chius e nella linea di racclta vapri di gni singla crsia è istallata una valvla di arrest. Le ATB dal cancell di ingress accedn prima al parcheggi vute e successivamente alle crsie di caric, da qui escn nella direzine ppsta a quella di ingress, cnvergend vers la zna di parcheggi, prima dell uscita dal depsit; in tal md nn si realizzan incrci di fluss delle ATB. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 4 Maggi 2011

5 SERVIZI GENERALI DI DEPOSITO Press il Depsit TOTALERG di Trecate sn presenti alcune utilities cmplementari all attività principale del Depsit, le principali sn: Impiant recuper vapri dalla caricazine delle ATB (URV); Impiant di depurazine acque reflue; Cabina elettrica; Impiant antincendi. 2.1 Plitica per la Sicurezza, la Salute e la Tutela Ambientale TOTALERG si è dtata di una carta Salute, sicurezza, ambiente e qualità cnfrme alle nrmative di legge che alle nrme UNI EN ISO 14001, OHSAS L rganizzazine del Depsit di Trecate è dtata di una prpria plitica di Salute, Sicurezza, Ambiente ed Incidenti Rilevanti, riprtata integralmente in Allegat Organizzazine per la Sicurezza La gestine della salute e sicurezza del Depsit è demandata all'rganizzazine del Sit, nell ambit delle prprie cmpetenze, attribuzini e ruli assegnati, cme specifica il D.Lgs 81/08. Dal 2000 è perativ, nel Depsit, il sistema di gestine finalizzat alla prevenzine dei rischi di incidente rilevante in accrd al D.lgs 334/99 e smi. In attuazine di quant previst dall art. 31 del D.Lgs 81/08 il Servizi di Prevenzine e Prtezine il Depsit di Trecate si avvale di un Respnsabile del Servizi che rispnde al Gestre di Sit, per l applicazine dei sistemi di gestine Sicurezza ed Ambiente e al Datre di Lavr per la predispsizine del dcument di Valutazine dei Rischi (V.d.R.). Cme Respnsabile del Servizi di Prevenzine e Prtezine, in data 01/11/2007, è stat nminat : GIAN LUCA SASSONE Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 5 Maggi 2011

6 2.3 RISCHI PRESENTI NEL SITO Nel seguit sn elencati i rischi che sn ptenzialmente presenti si pssn generare nel Depsit: Rischi chimic; Rischi di incendi ed esplsine; Rischi da rumre, Rischi meccanic; Rischi cadute scivlamenti; Rischi di elettrcuzine Rischi chimic Il rischi chimic è ricnducibile alla presenza svilupp di sstanze chimiche periclse, rifiuti, plveri, fumi. In particlare si tiene in cnsiderazine: la presenza di sstanze mlt tssiche, tssiche e altre sstanze periclse / ncive; lavri che ptrebber cmprtare eventuale investiment da getti, schizzi, sgccilamenti, sversamenti, inalazine di vapri, cntatt cn liquidi, acidi, etc. Si evidenzia che le principali sstanze presenti nel Depsit TOTALERG di Trecate, sn la benzina, il gasli, il chersene e gli additivi prestazinali. In Allegat 2, sn riprtate le schede di sicurezza dei principali prdtti, mentre le ulteriri schede di sicurezza degli additivi sn archiviate e dispnibili press l uffici Ambiente / Sicurezza. Dai mnitraggi ambientali effettuati, risulta che le cncentrazini dei pssibili inquinanti, sn ampiamente inferiri ai limiti impsti dal D.Lgs 81/08 cme pure dall ACGIH. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 6 Maggi 2011

7 2.3.2 Rischi di incendi ed esplsine Per presenza svilupp di sstanze infiammabili, esplsive, etc si tengn in cnsiderazine: le zne cn atmsfere esplsive ATEX, le srgenti punti di ignizine; lavri a cald che cmprtan eventuali tagli, saldature, etc di attrezzature in prssimità di attrezzature cn ptenziale presenza svilupp di sstanze infiammabili; Ai sensi dell art.2 del DM 10 marz 1998 e sulla base delle valutazini effettuate, il Depsit ha un livell di rischi incendi elevat. In Allegat 3 sn riprtate le aree a rischi di esplsine. Per quant cncerne la valutazine rischi atmsfere esplsive, si evidenzia che le sstanze che pssn riginare aree a rischi di esplsine durante le nrmali attività sn la benzina, il gasli, il chersene e gli additivi Rischi da rumre Nel Depsit nn sn presenti aree lavrative cn livelli della pressine acustica di picc pnderata in frequenza C superiri ai limiti di legge. In Allegat 4 è riprtata la mappa di rilevazine del rumre Rischi incidenti traffic La presenza simultanea di mezzi di trasprt, ptrebbe generare il rischi di incidenti dvuti al traffic. La segnaletica, sia rizzntale che verticale, indica i percrsi all intern dei Depsit e gli bblighi cui attenersi tra cui il limite di velcità Rischi meccanic Il rischi meccanic è ricnducibile alla presenza nell ambiente di lavr di: attrezzature spiglse, taglienti e parti sprgenti; eventuale cntatt e agganciament cn attrezzature in mviment, pmpe, cmpressri,etc; eventuale caduta materiali d ggetti dall alt. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 7 Maggi 2011

8 2.3.6 Rischi elettrcuzine Il rischi di elettrcuzine è imputabile alla presenza di attrezzature di prduzine, distribuzine ed utilizz di elettricità. In particlare si è tenut cnt dei rischi relativi a: cntatt in stazini elettriche; cntatt cn parti di alimentazine elettrica di attrezzature quali pmpe, cmpressri, rgani in mviment, parti rtanti, etc. Tutte le apparecchiature elettriche, cmpresi i cavi, gli apparecchi e i materiali sn adatti all scp e cnfrmi a tutti i requisiti cntrattuali e di legge. La realizzazine di impianti elettrici prvvisri è eseguita in cnfrmità alle nrme CEI. La messa a terra impianti ed attrezzature elettriche è effettuata cn sistemi adatti ad impedire che le sezini islate vengan accidentalmente energizzate Rischi cadute scivlamenti Per lavri in quta per presenza di ambienti ptenzialmente scivlsi, sdruccilevli tempraneamente discnnessi: pavimentazine, scale, percrsi, passerelle; pzzi aperti, scavi; cadute dall alt per lavri su attrezzature in quta. La necessità di utilizzare specifici DPI di adttare particlari misure di prevenzine / prtezine, sarà segnalata sul permess di lavr derivante dall analisi delle attività che sarann svlte, dell area in cui si andrà ad perare e degli eventuali rischi di interferenze cn le attività del Depsit e cn le attività svlte da altre ditte terze / lavratri autnmi. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 8 Maggi 2011

9 3 LINEE GUIDA DI SVILUPPO DEL DUVRI L impstazine generale del DUVRI prevede che tale dcument individui, in fase preventiva, le interferenze cllegate all attività ggett dei cntratti d appalt. La nzine di appalt include anche le attività di frnitura e psa in pera di materiali. L bblig di redazine del DUVRI, viene attuat descrivend priritariamente le misure di tutela (generali ed in cas di emergenza) già attive nel Depsit. Tale descrizine integra l bblig dell art.26 cmma 1, b) del D.Lgs 81/08 che richiede di frnire agli stessi sggetti appaltatri dettagliate infrmazini sui rischi specifici esistenti nell ambiente in cui sn destinati ad perare e delle misure di prevenzine e di emergenza adttate in relazine alla prpria attività. Pertant, nei casi di stipula di cntratt di appalt, il Depsit, frnend agli appaltatri il presente dcument DUVRI, ttempera agli bblighi dell art.26 cmma 1, b) del D.Lgs 81/08. Dp aver brevemente riprtat le misure generali e di emergenza del sit, vengn descritte le attività appaltate riprtand il censiment dei pericli di area derivante dal dcument di V.d.R. ai sensi dell art. 17 e 28 del D.Lgs 81/08 vigente in Depsit. L ultima parte del dcument descrive dettagliatamente le attività svlte dalle imprese appaltatrici cn l indicazine delle aree nelle quali prevalentemente peran pssn perare, mentre in vari allegati sn riprtate le schede dei rischi di interferenza per tiplgia di lavr (elettric, meccanic, edile, pulizia, etc) nelle quali sn richiamati i seguenti elementi: fattri di rischi generati da cmmittente e/ appaltatre; rischi di interferenza iptizzati; precauzini da adttare a caric del cmmittente e/ appaltatre; ulteriri azini di cperazine e crdinament. A ciascun rischi individuat è stata inltre applicata una matrice attravers la quale si è prcedut ad una stima della sua dimensine mediante la previsine prbabilità / gravità (le definizini per la gravità derivan dalla prcedura Valutazine dei Rischi e degli Aspetti ambientali ). Qualra la dimensine sia ritenuta tale da adttare precauzini sarann individuate quelle ritenute efficaci a ricndurre il rischi alla piena accettabilità. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 9 Maggi 2011

10 La matrice di rischi qualitativa viene riprtata di seguit. 5 4 Prbabilità (P) Gravità (G) Guida per la classificazine di prbabilità / gravità Livell 1 Livell 2 Livell 3 Livell 4 Livell 5 Prbabilità Mlt imprbabile Imprbabile Pssibile Prbabile Altamente prbabile Gravità Trascurabile Mderata Seria Maggire Catastrfica PROBABILITÀ ATTESA DI EVENTO INCIDENTALE (P) Definizine Giustificazine 1 Mlt imprbabile Men di una vlta in anni per l rganizzazine 2 Imprbabile Una vlta tra 100 e anni per l rganizzazine 3 Pssibile (pc prbabile) Una vlta tra 10 e 100 anni per l rganizzazine 4 Prbabile Una vlta tra 1 e 10 anni per l rganizzazine 5 Altamente prbabile Men di una vlta all ann per l rganizzazine GRAVITA ATTESA DEL DANNO (G) Definizine Giustificazine Event che richiede sl l'utilizz dei dispsitivi di prim sccrs interni al sit, 1 Trascurabile anche per più persne, ma senza necessità del prnt sccrs estern, né ricver in spedale Infrtuni che richiede un trattament medic estern al sit, senza ricver in 2 Mderata spedale, ma cn inabilità al lavr da 1 a 39 girni inclusi. Infrtuni cn inabilità al lavr superire uguale a 40 girni. Infrtuni cn 3 Seria ricver in spedale. Più infrtuni che richiedn trattament medic estern al sit (prnt sccrs), senza ricver in spedale Più infrtuni che richiedn ricver in spedale. Un infrtuni cn invalidità 4 Maggire permanente. Un decess (anche per rapina effrazine). Un incidente che ha causat lesini fisiche alla pplazine esterna al sit 5 Catastrfica Più decessi Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 10 Maggi 2011

11 Scala dei rischi Rischi Accettabile situazini per le quali è cmunque pprtun prevedere un più interventi per minimizzare vver eliminare i rischi da interferenza (Bass) Rischi cn necessità di prescrizini per le quali è pprtun prevedere un più interventi per eliminare i rischi da interferenza (Medi) Rischi Miglirabile cn necessità immediate di prescrizini per le quali si devn iptizzare un più interventi per minimizzare vver eliminare i rischi da interferenza (Alt) Per la stima del rischi è stat necessari acquisire l analisi strica di tutti gli eventi infrtunistici (cmpres medicazini e mancati incidenti ccrsi press il Depsit TOTALERG di Trecate) ccrsi al persnale delle imprese negli ultimi 5 anni. L applicazine dei criteri spra elencati a ciascun rischi di interferenza cmprta la mdifica delle attuali schede secnd l schema prpst di seguit. Fac simile di una scheda di valutazine dei rischi di interferenza Impresa/Cmmittente AREA Attività Sub Attività Peridicità (se applicabile) Piazzale, Area impianti ed utilities (serbati, URV, depuratre, etc), Uffici e Magazzin Manutenzine meccanica TAGLIO TUBAZIONI Su richiesta N Fattre di rischi P G R 1 Urti cntr stacli fissi e mbili (cmpresi autmezzi) Generat da Impresa terza Cmmitte nte 1 3 Bass X X 2 Scivlamenti 1 2 Bass X X 3 Priezine di schegge 1 4 Medi X Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 11 Maggi 2011

12 4 MISURE DI PREVENZIONE GENERALI 4.1 Misure tecniche Il Depsit è dtat di alcuni sistemi di cntrll dei prcessi necessari all svlgiment delle attività, cstituit da: Sistema di gestine dell stccaggi dei prdtti petrliferi; Sistema di gestine del caricament autbtti; Sistema di cntrll/ attivazine impiant antincendi, pian di emergenza intern; Sistema di gestine amministrativa dei carichi e dell stck; Sistema di gestine access autmezzi. Gli impianti sn prvvisti di adeguate strumentazini per il cntrll puntuale delle variabili di prcess. Sn inltre installati numersi dispsitivi di allarme e blcc, manuali ed autmatici nei vari punti critici. A tal riguard, esempi di dispsitivi di sicurezza critici sn i seguenti: Valvle di sicurezza, dispsitivi antidetnanti. Sistemi di blcc per emergenza. Allarmi per altissim livell. Rilevatri di fiamma serbati. Sistemi fissi antincendi. Rilevatri di fum e temperatura per lcali uffici e servizi tecnlgici. Rilevatri fiamma IR nelle crsie di caric. URTO AUTOMEZZI IN MANOVRA Esistn prcedure che reglamentan l esecuzine di lavri e permessi di lavr e la circlazine dei mezzi mtrizzati all'intern del Depsit (ingress e permanenza in Depsit). Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 12 Maggi 2011

13 4.2 Misure rganizzative Nel Depsit di Trecate sn vigenti i seguenti Sistemi di Gestine: Sistema di Gestine per la Salute e la Sicurezza sul lavr sviluppat secnd la nrma OHSAS 18001; Sistema di Gestine per la Sicurezza Incidenti Rilevanti, sviluppat in linea a quant previst dal D.Lgs 334/99 e s.m.i.; Sistema di Gestine Ambiente elabrat ai sensi della nrma ISO 14001; 4.3 Dispsitivi di Prtezine La dtazine minima di Dispsitivi Prtezine Individuali (DPI) press il Depsit cmprende l'elmett, la tuta, le scarpe da lavr cn punta rinfrzata a prtezine dei piedi e cll alt. Questi indumenti devn essere sempre indssati dal persnale in servizi press il Depsit. Particlare attenzine è prestata alla prtezine delle mani, dell'udit e degli cchi, per i quali sn previsti speciali dtazini di sicurezza cme guanti, inserti auriclari cuffie e cchiali prtettivi. Per il persnale, sia di Depsit che delle ditte terze, che pera in quta press le pensiline cmunque su pnteggi, è inltre fatt bblig di indssare idnei dispsitivi di prtezine cllettivi (sistemi anticaduta). Ulteriri DPI speciali sn richiesti al persnale in base alle effettive esigenze di lavr e prtezine. Fann, inltre, parte delle dtazini speciali, assegnate al persnale in base alle effettive esigenze di lavr e prtezine, guanti resistenti ai slventi rganici ed antiacid, guanti per resistere al fuc, tute termriflettenti, maschere e autrespiratri. La squadra di emergenza ha in dtazine una maschera "pien facciale", tutt il persnale è inltre dtat di maschera mnus. Sn infine dispnibili un numer di maschere per chi dvesse esserne sprvvist, da utilizzare in cas di rilasci di sstanze tssiche, in applicazine del P.E.E. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 13 Maggi 2011

14 4.4 Il Permess di lavr (PdL) Tutti i lavri effettuati in Depsit da persnale terz devn sempre essere preventivamente autrizzati per iscritt. L autrizzazine scritta è parte integrante del Permess di Lavr (PdL). Sn escluse dall bblig di autrizzazine preventiva le attività e le perazini di nrmale rutine svlte da persnale TOTALERG e specificate in appsite prcedure, istruzini perative e/ rdini di servizi (es. attività di verifica svlta dagli APZ). Sn esclusi inltre i lavri di riparazine e/ istallazine di macchine per uffici (cmputer, ftcpiatrici, etc) Questa prcedura, da sempre in vigre e frequentemente aggirnata, rappresenta una cncreta attuazine dei principi di tutela della sicurezza dei lavratri. I permessi di lavr sn gestiti dalla prcedura Permessi di lavr. I permessi di lavr sn cmpilati utilizzand appsiti mduli prestampati, in dppia cpia (una rimane all appaltatre durante l esecuzine in cantiere e l altra rimane in pssess della funzine Esercizi). La prcedura definisce le mdalità e l iter per il rilasci del PdL e le cmpetenti respnsabilità, tenend cnt dei rischi ambientali e di prcess cnnessi alla esecuzine dei lavri. L inizi di gni lavr è subrdinat alla firma di cnvalida e cnsens da parte degli interessati alla gestine del lavr da apprsi sul Permess di Lavr. Prima della chiusura del permess di lavr, i respnsabili del lavr, verifican per quant di cmpetenza, che il lavr sia stat cmpletat in tutte le sue parti, che le apparecchiature/ linee pssan rientrare in servizi e che sian ripristinate le cndizini di Sicurezza e pulizia nell area di lavr. In Allegat 5 è riprtat un fac simile del permess di lavr. I lavri sn divisi in varie categrie: lavri a cald, lavri generici, lavri in spazi cnfinati, etc. Per lavri a cald si intendn tutti quei lavri che implican l us di fiamme libere che cmunque generin livelli termici scintille sufficienti ad innescare sstanze miscele infiammabili. Esempi tipici di lavr a cald sn: tagli ssiacetilenic; lavri a fiamma libera; Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 14 Maggi 2011

15 saldatura ad arc; mlatura; sabbiatura; us di martell pneumatic e/ scalpelli per demlizini di calcestruzz; utilizz di mtri a cmbustine interna stazinari; chidatura a spar; installazine prvvisria di apparecchiature elettriche nn antideflagranti. Per spazi cnfinat si intende qualsiasi lavr eseguit all intern di un spazi cnfinat che cmprti per la sua esecuzine, l ingress nell stess di persnale (nrmativa UNI 10449). L spazi cnfinat, è un spazi delimitat, nrmalmente chius ma in tal sens prvvist di chiusure apribili (es. passi d um, bccaprti, cperchi, etc) in cui risulti materialmente pssibile l ingress di persne. Per lavr in quta si intende qualsiasi lavr eseguit ad altezza superire a 2 metri rispett al pian calpestabile in psizine che pssa generare caduta libera che preveda cstruzine di pnteggi, rimzine grigliati, etc. Per lavri di scav si intendn lavri che interessin il sttsul e che ptrebber interferire cn attrezzature presenti nella zna di scav. In base alle precedenti definizini, i lavri si distingun in SEMPLICI e COMPLESSI, cme di seguit specificat: LAVORI SEMPLICI: lavri a cald al di furi della aree classificate zna 1 e lavri a fredd cn rientranti in quelli cmplessi. LAVORI COMPLESSI: lavri a cald all intern delle aree classificate zna 1; lavri in spazi cnfinati; lavri in quta; lavri di scav; lavri elettrici su media tensine; lavri su ledtti e/ linee di cllegament all estern del sit; Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 15 Maggi 2011

16 lavri sulle attrezzature critiche definite dal D.lgs 334/99; lavri che richiedn il crdinament tra più esecutri. In cnsiderazine di quant intrdtt dall art. 3 della Legge 123/07, sulla predispsizine del Dcument Unic di Valutazine dei Rischi Interferenziali (DUVRI), è da sttlineare cme il Permess di Lavr diventi un ulterire strument di prevenzine perché permette di valutare la necessità di adttare ulteriri misure di mitigazine in relazine a specifiche e cntingenti cndizini nn valutate né valutabili preventivamente nelle single schede di interferenza riprtate nel DUVRI. Nel permess di lavr è specificata la mdalità di gestine delle interferenze nel cas di presenza cntempranea nella medesima zna di lavr, di più imprese. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 16 Maggi 2011

17 5. ANALISI INFORTUNI E GESTIONE DELLE EMERGENZE In cas di eventi indesiderati a persnale di Depsit cme al persnale di ditte terze, la TOTALERG ha prvvedut a emettere una prcedura Segnalazine, Registrazini e Analisi di Incidenti e Near Miss cn l scp di descrivere le mdalità cn le quali un incidente, un near miss, deve essere segnalat, registrat ed analizzat, al fine di determinare azini preventive per il futur. Nella prcedura sn pertant riprtati in dettagli le attività di segnalazine, reprting, mnitraggi dei rapprti di incidenti, quasi incidente, anmalie di funzinament e di cmunicazini dell event mentre per un analisi di dettagli della prcedura, si cnsiglia di cnsultare il dcument press l uffici SPP di sit. Per gni tip di emergenza (emergenze lcali, senza allarme acustic nel sit; emergenze maggiri; emergenze estese d interne, tali da attivare i piani di emergenza) è stat predispst un registr delle emergenze. 5.1 Misure tecniche Misure relative alle vie di uscita in cas di incendi Gli ambiti che vann cnsiderati attentamente al fine di garantire l'esd rdinat ed in sicurezza del persnale fin ad un lug sicur sn: - vie di esd; - uscite di sicurezza; - illuminazine di emergenza; - segnaletica di emergenza Vie di esd ed Uscite di Sicurezza Le vie d'esd cme le uscite di sicurezza sn suddivise in base agli edifici presi a riferiment: palazzina uffici (al pian terra sn presenti 4 uscite cn prte dtate di sistema antipanic; è inltre presente una prta REI120 interna che immette nell area lavab e Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 17 Maggi 2011

18 spgliati, da cui si accede all estern); palazzina uffici distaccati (la palazzina dispne di un unica via di uscita di dirett cllegament cn l area esterna e cincide cn la via di access ai lcali); palazzina servizi tecnlgici (ciascun dei lcali della palazzina ha una prpria via di uscita che cincide cn la via di access); sala pmpe antincendi (l uscita di sicurezza è la medesima di access al lcale); magazzin attrezzature (il magazzin ha una via di uscita che cincide cn la via di access) dtat di prta REI 120 cn manigline antipanic Illuminazine di emergenza Sia gli IMPIANTI che gli EDIFICI CIVILI sn dtati di illuminazine di sicurezza, cmpsta da lampade cn gruppi di cntinuità cn batteria tampne della durata di un ra Segnaletica di emergenza La segnaletica installata è cnfrme al dispst nrmativ vigente (D.Lgs 493/96). In particlare, la segnaletica installata ai fini dell'antincendi identifica le seguenti tiplgie di aree, installazini ed attrezzature: - estintri; - utenze rete idrica antincendi del Depsit (idranti, attacchi VV.FF.); - vie di esd; - psizinament del materiale di emergenza (terra adsrbente, cperte antifiamma, etc); - lughi cn pericl di incendi; - punt di racclta (ubicat nell'area parcheggi dipendenti, adiacente alla palazzina uffici distaccati); - lcale di prim sccrs; - dccia, lavacchi. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 18 Maggi 2011

19 5.1.2 Misure per la rilevazine, la cmunicazine e l allarme in cas di incendi Gli biettivi delle misure per la rilevazine degli incendi e la segnalazine dell'allarme sn: avvertire le persne presenti di un principi d'incendi tempestivamente ed efficacemente tramite adeguat sistema di allarme; avviare le prcedure per la gestine dell'emergenza, cmprese quelle per l'evacuazine e per l'attivazine delle prcedure di intervent. Le cmunicazini all'intern e all'estern del Depsit sn garantite da sistema telefnic. É inltre presente un sistema di cmunicazine mediante interfn ed altparlanti cn almen un pst di segnalazine in tutti i punti strategici del Depsit Attrezzature ed impianti di estinzine degli incendi Press il Depsit sn presenti 3 serbati di accumul acqua per l alimentazine della rete idrica antincendi, cn una capacità ttale dei serbati è di 560 m 3, tramite adeguata stazine di pmpaggi cstituita da più pmpe antincendi. Il depsit è dtat di una rete generale di distribuzine acqua antincendi cstituita da due anelli di tubazine tra di lr intercnnessi, per una dppia alimentazine delle utenze. Lung i cllettri della rete sn presenti: premesclatri, mnitri carrellati ed idranti. Press gnuna delle 8 crsie di caric (7 attive ed una disattiva) è prtetta cn un sistema di 8 sprinklers Caccialanza a schiuma. I tre serbati furi terra del Depsit sn prvvisti sia di un sistema di spegniment che di un sistema di raffreddament. Gli uffici e i crridi della palazzina uffici sn dtati di rilevatri di fum mentre in alcuni lcali (quadr elettric e centrale termica) sn presenti di sensri di temperatura. Sn infine presenti estintri prtatili e carrellati installati nel Depsit, adeguati alla classe degli incendi ptenzialmente sviluppabili nei lughi di lavr. Ulteriri descrizini sn riprtate nel pian di emergenza (riprtat integralmente in Allegat 6). Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 19 Maggi 2011

20 5.2 Misure Organizzative e Prcedurali La frmazine del persnale per gli interventi di emergenza Il Depsit TOTALERG di Trecate, in cnfrmità alle nrmative vigenti a, ha predispst una serie di attività frmative inerenti la sicurezza che cinvlgn, in md divers a secnda del rul ricpert, il persnale dell Stabiliment. Il persnale cinvlt nelle emergenze è pprtunamente addestrat, cn riunini almen annuali, sul cntenut del Pian di Emergenza. L addestrament è effettuat cn peridicità semestrale e cmprende prve di emergenza simulata, da effettuare sulla base di un prgramma che preveda almen una esercitazine cmpleta di attuazine del pian di evacuazine Pian Emergenza Intern II pian di emergenza (riprtat integralmente in Allegat 6)è la prcedura da seguire in cas di emergenza e riprta le azini che tutt il persnale perante nel Depsit di Trecate deve cmpiere nel cas si verifichin incidenti. Le misure di prtezine e di intervent in cas di emergenza interna sn previste nel Pian di Emergenza Intern (PEI). Il Pian di Emergenza Intern indica le perazini da svlgere in relazine al tip di emergenza. Inltre individua il persnale prepst all attuazine delle misure stesse, evidenziandne i diversi ruli e respnsabilità. Il PEI, ltre alle attività di infrmazine, frmazine e addestrament dei lavratri e del persnale presente in situ, nnché la dtazine dell equipaggiament di prtezine individuale, cme previst dal decret ministeriale del 16 marz 1998, deve prevedere esercitazini, generali e specifiche, peridiche. A tutti i visitatri del Depsit è cnsegnata all'ingress una scheda cntenente le principali nrme di cmprtament in cas di emergenza. VIE DI FUGA ED USCITE DI EMERGENZA Tre suni prlungati di sirena di 7 secndi alternati a brevi pause di 3 secndi, cmunican a tutt il persnale presente in depsit l stat di emergenza e quindi l attivazine del PEI. Un sun cntinu della sirena cmunica a tutt il persnale a D. Lgs 626/94 e s.m.i.; DM che stabilisce per le aziende sggette agli bblighi previsti dalla nrmativa sui rischi di incidente rilevante le mdalità minime cn cui il gestre del sit deve prcedere all infrmazine, alla frmazine, addestrament ed equipaggiament di clr che lavran in situ. Valutazine rischi interferenze TOTALERG Trecate pag. 20 Maggi 2011

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (Art. 26, D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81) OGGETTO: Prcedura

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R I L L A Z I O L I C E O S T A T A L E C L A

Dettagli

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi 4 Classificazine e definizine dei rischi lavrativi I rischi presenti negli ambienti di lavr, pssn essere divisi in tre grandi categrie riprtate in Tabella RISCHI PER LA SICUREZZA (Rischi di natura infrtunistica

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

Chi deve fare la valutazione dei rischi

Chi deve fare la valutazione dei rischi VALUTARE I RISCHI L biettiv della lezine è frnire le cnscenze di base ai Rappresentanti dei lavratri per la sicurezza per metterli in cndizine di partecipare al prcess di valutazine dei rischi. Verrann

Dettagli

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio) Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 Distributri di carburanti liquidi per auttrazine (benzina, gasli) Sistema di alimentazine: TT, TN-S, Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Manuale e dcumenti Dcumenti per la sicurezza Prcedure Gestinali Mdulistica Gestinali DISTRIBUZIONE CONTROLLATA Revisine Data Funzini e nminativi R-SGSL RSPP MC RLS PREP 00 20/10/14 Beltramelli Marc Campini

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI 30/11/2015 Pagina 1 di 7 INDICE REVISIONI REV DATA MODIFICA REDATTA: VERIFICATA: EMESSA: DATORE DI LAVORO: 00 01.12.2014 Prima emissine Cialdni Maletta Ilaria RSPP Alè Giuseppe Cialdni Sante Zandò 01 12.11.2015

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3000 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs ASPP-RSPP mdul Atec B (dal B1 al B9) Crs prfessinalizzante per la figura esterna di Respnsabili

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA Art. 26, cmma 3, D. Lgs. 81/2008 REVISIONE 0 LUGLIO 2015 Smmari 1. INFORMAZIONI GENERALI... 2 2. AREE DI LAVORO, FASI DI LAVORO, RISCHI SPECIFICI

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3500 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3500 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3500 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs RSPP estern Mdul A + B cmplet + C (D.Lgs 81/08 e successivi D.Lgs. 195/03) Crs di base

Dettagli

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari:

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari: Prescrizini Particlari e Verifiche Ultim aggirnament: dicembre 2008 Prescrizini particlari: Nelle cabine elettriche d'utente MT/BT ccrre installare il cmand di emergenza se l'attività alimentata dalla

Dettagli

COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prov. di Cosenza)

COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prov. di Cosenza) COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prv. di Csenza) SETTORE AMBIENTE E SERVIZI INTEGRATI Appalt integrat per SERVIZI DI IGIENE URBANA e gestine discarica COMUNALE del di Cassan All Ini DOCUMENTO DI VALUTAZIONE

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti)

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti) Reglament per la sicurezza e la salute dei lavratri sul lug di lavr della Scula Nrmale Superire emanat cn D.D. n.168 del 29 marz 2006 e affiss all Alb Ufficiale in data 29 marz 2006 Titl I Definizini ART.

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

L Istituto Comprensivo statale Martin Luther King Caltanissetta di

L Istituto Comprensivo statale Martin Luther King Caltanissetta di Reg. cntratti N 225 Prt.n.0005107/C41 del 06 Nvembre 2014 CIG:ZD611CCB7D CONTRATTO DI PRESTAZIONE D'OPERA PROFESSIONALE OCCASIONALE RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN QUALITA DI R.S.P.P. ai sensi

Dettagli

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ORSA MAGGIORE 00144 Rma Via dell Orsa Maggire, 112 Municipi IX Sede Amministrativa

Dettagli

DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE ---------------------------------------------------------------------

DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE --------------------------------------------------------------------- ALLEGATO I DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE --------------------------------------------------------------------- Mlte aziende inserisc la valutazine dei rischi dell studente in alternanza scula-lavr

Dettagli

SCHEDA «E»: SINTESI NON TECNICA 1

SCHEDA «E»: SINTESI NON TECNICA 1 1 La Scietà IM.EC TECNOLOGIE ECOLOGICHE s.r.l. perante nel settre della gestine dei rifiuti, cn sede perativa e legale in Via dell Arte, 85 00144 ROMA, ha sviluppat un prgett per la realizzazine di una

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA SULLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO 1 PREMESSA L scp del presente puscl è di frnire infrmazini utili per gli adempimenti dcumentali in materia di scurezza ed igiene del lavr,

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d us e manutenzine Archivi Cmpattabile TECROLL Dcument generic riferit al prdtt Tecnrll. Per dettagli specifici riferiti ad gni singl impiant persnalizzat cntattare l Uffici Tecnic de La Tecnica

Dettagli

ASSISTENTE FAMILIARE

ASSISTENTE FAMILIARE ALLEGATO 1 ASSISTENTE FAMILIARE DESCRIZIONE SINTETICA L Assistente familiare è una figura cn caratteristiche pratic-perative, la cui attività è rivlta a garantire assistenza a persne autsufficienti e nn,

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA TRENTO

PIANO DI EMERGENZA TRENTO Pag. 1 PIANO DI EMERGENZA secnd quant previst dal D. Lgs. n. 81/2008 PER TUTTE LE SEDI DELLA FONDAZIONE BRUNO KESSLER TRENTO Data N di revisine Natura della mdifica Ottbre 1999 0 Emissine dcument Lugli

Dettagli

ELETTRONICA GENERALE

ELETTRONICA GENERALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAX PLANCK REGOLAMENTO PER L USO DEL LABORATORIO DI ELETTRONICA GENERALE A - Aspetti Generali 1) Tutti i dcenti che, a qualsiasi titl, utilizzan il labratri devn: a)

Dettagli

Regole per ottenere il riconoscimento IATF, 2 edizione, Sanctioned Interpretations

Regole per ottenere il riconoscimento IATF, 2 edizione, Sanctioned Interpretations Regle per ttenere il ricnsciment IATF, 2 edizine, Sanctined Interpretatins Le Regle per ttenere il ricnsciment IATF, 2 edizine, sn state pubblicate nel 2004. Le seguenti Sanctined Interpretatins sn state

Dettagli

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche)

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche) Ascensri e mntacarichi (Prescrizini particlari e verifiche) Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 Prescrizini particlari Cmand di emergenza (vedi scheda "Cmand di emergenza"): In base al DM 8/3/85 il cmand di

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile COMUNE DI GRUARO Assessrat alla Prtezine Civile INDICE 1.1 Premessa...3 1.2 Scenari di rischi...3 2. PROCEDURE...3 2 1. RISCHIO DA EVENTI AD ELEVATO IMPATTO AMBIENTALE 1.1 Premessa Questa classe di eventi

Dettagli

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 -

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 - SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE SEZIONI IMPIANTISTICHE... 3 3. RESPONSABILITÀ E COMPETENZE... 5 3.1. COMPETENZE DEL RESPONSABILE DEL... 5 4 IL MONITORAGGIO E CONTROLLO AMBIENTALI... 6 5

Dettagli

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA Pagina 1 di 25 AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (art.26, c.3 del D.Lgs. 81/2008) DESCRIZIONE ATTIVITÀ: APPALTO MAGAZZINO

Dettagli

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA Pagina 1 di 25 AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (art.26, c.3 del D.Lgs. 81/2008) DESCRIZIONE ATTIVITÀ: APPALTO VIA G.ADAMOLI

Dettagli

Sistema di Gestione Ambientale

Sistema di Gestione Ambientale P.G. N. 107289/06 ambientale Pag. 1/5 Indice 1 Scp e camp di applicazine...2 2 Riferimenti...2 3 Definizini...2 4 Mdalità perative...2 4.1 Rilevazine dei fabbisgni frmativi...2 4.2 Redazine del Pian di

Dettagli

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione Panramica sulla Direttiva attrezzature in pressine La Direttiva Attrezzature in pressine, cmunemente detta PED dalla denminazine inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prdtt (rif. 97/23/CE)

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118 CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Asl Uffici: Assistenza 118 Servizi: Servizi 118 INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2

Dettagli

art. 46 D.Lgs 81/2008 e s.m.i. (D.M. 10 MARZO 1988)

art. 46 D.Lgs 81/2008 e s.m.i. (D.M. 10 MARZO 1988) art. 46 D.Lgs 81/2008 e s.m.i. (D.M. 10 MARZO 1988) CORSO DI FORMAZIONE per ADDETTI alla prevenzine INCENDI, ltta antincendi e gestine delle emergenze CORSO DI TIPO C : rischi di incendi elevat Durata

Dettagli

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze Principi di sicurezza nell attrezzare aree di sccrs Ester Baldi Infermiera IRCCS Dn Carl Gncchi Firenze Obiettivi: Cncett e frme di rischi nel cntest dell emergenza Cme riuscire a ridurre i rischi Cncett

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sstenibilità 1. Oggett dell iniziativa La Cnvenzine prevede la frnitura del servizi di pulizia ed altri servizi tesi al manteniment del decr e della

Dettagli

PK - Piani di sicurezza e coordinamento

PK - Piani di sicurezza e coordinamento Livell Tip / S tip ETQ-55119410 PK - Piani di sicurezza e crdinament Sistema / Edifici / Argment SLV - Sicurezza sul Lavr Rev. 08 Data 02/04/2014 Centrale / Impiant: GR - Sit di Gariglian Titl : Lavri

Dettagli

Via Versilia, 2 Roma

Via Versilia, 2 Roma pag 1 di 16 Via Versilia, 2 Rma pag 2 di 16 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2. RESPONSABILITÀ... 3 3. Caratteristiche generali dell stabile... 3 4. Organizzazine per la gestine dell emergenza...

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

Comunicazione Organizzativa

Comunicazione Organizzativa N : 01/2013 Alert apprfndimenti cntrparti e beni (annulla e sstituisce la Oggett: Cmunicazine Organizzativa n. 22/2011) Firma: Amministratre Delegat Data di pubblicazine: 24/01/ 2013 Data di validità:

Dettagli

1.2 Redazione del Piano di Intervento Personalizzato (PIP) e costruzione del gruppo classe... 3

1.2 Redazione del Piano di Intervento Personalizzato (PIP) e costruzione del gruppo classe... 3 Allegat B PROCEDURE PER LA GESTIONE DELLA DOTE LOGISTICA 1. DOTE FORMAZIONE... 2 1.1 Prentazine della dte... 2 1.2 Redazine del Pian di Intervent Persnalizzat (PIP) e cstruzine del grupp classe... 3 1.3

Dettagli

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema Cmune di Casavatre in cllabrazine cn Manuale di Gestine Dcumentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Prcedura Organizzativa Amministratri di Sistema Cd. MANGEDOC Rev. 1.0 Data: 06-11-2015 Smmari: Nel presente dcument

Dettagli

e-mail : tssd01000l@istruzione.it tssd01000l@pec.istruzione.it BANDO

e-mail : tssd01000l@istruzione.it tssd01000l@pec.istruzione.it BANDO LICEO ARTISTICO Enric e Umbert NORDIO Distrett sclastic n. XVII - 34143 TRIESTE Via Calvla, 2 - Tel. (040) 30.06.60 - Fax (040) 3798960 - Cd. fisc. 80019860321 Prt.n. 4782/C14a www.isanrdi.gv.it e-mail

Dettagli

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai Prcedura perativa per l'rganizzazine del servizi alternativ di frnitura gas mediante carri bmblai La presente prcedura descrive le mdalità di attivazine e di ergazine del servizi alternativ di frnitura

Dettagli

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia ORIGINALE C O M U N E D I M I R A Prvincia di Venezia Lavri Pubblici\\Edilizia pubblica e prgettazine realizzazine Infrastrutture, D. Lgs 81/2008 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO N 1938 Del 12/10/2012 Oggett:

Dettagli

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Bll (nn dvut dalle ONLUS) Al Cmune di Mntecchi Emilia DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Il sttscritt Cgnme Nme Cdice

Dettagli

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROGETTO DI NUOVA REALIZZAZIONE IMPIANTO DI RECUPERO RIFIUTI INERTI DEL COMPARTO EDILE SCAVI MEC S.R.L. Via dell Industria, 27 Smmacampagna

Dettagli

E.mail: info@dadaconsulting.com www.dadaconsulting.com

E.mail: info@dadaconsulting.com www.dadaconsulting.com Criteri di qualificazine dei frmatri di salute e sicurezza Decret iintermiiniisteriialle 6 marz 2013 E.mail: inf@dadacnsulting.cm www.dadacnsulting.cm e VISTO il decret legislativ 9 aprile 2008, n. 81,

Dettagli

Proposta d Accordo Lavoratori, Preposti e Dirigenti

Proposta d Accordo Lavoratori, Preposti e Dirigenti Prpsta d Accrd Lavratri, Prepsti e Dirigenti Accrd in Cnferenza permanente per i rapprti tra l Stat le Regini e le Prvince Autnme per la Frmazine dei Lavratri ai sensi dell articl 37, cmma 2 del D.Lgs.

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE INDICE 1. OGGETTO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 1 2. DEFINIZIONI... 1 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4. REGOLE PARTICOLARI... 2 4.1. Valutazine della dcumentazine... 2 4.2. Audit Preliminare... 3 4.3. Cnsultazine

Dettagli

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web Nte Legali - Mdalità e cndizini di utilizz del sit web Chiunque acceda utilizzi quest sit web accetta senza restrizini di essere vinclat dalle cndizini qui specificate. Se nn le accetta nn intende essere

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Illuminazine stradale Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Prvincia di Csenza REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Settembre 2003 ART. 1 Istituzine e sede 1. E istituita, press la Prvincia di Csenza, la Cnsulta

Dettagli

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT ALLEGATO B2 SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT Situazine di partenza Frnire infrmazini sulle strategie adttate le mdalità rganizzative cn le quali vengn attualmente serviti i mercati esteri cn l indicazine degli

Dettagli

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA PRIVACY IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA ALLE DISPOSIZIONI DELL ALLEGATO B AL D. LGS. N. 196/2003 CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 50 kw p SCOPO L scp della presente specifica è quell di

Dettagli

ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST

ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST Ragine Sciale: Sede: via cmune prv. P.IVA: cd. fisc. Telefn: Fax: Email: PEC: Persna di riferiment: rul: recapit tel. email Descrizine attività e principali

Dettagli

PROCEDURA PER RISCHIO IDROGEOLOGICO-IDRAULICO E TEMPORALI FORTI

PROCEDURA PER RISCHIO IDROGEOLOGICO-IDRAULICO E TEMPORALI FORTI PROCEDURA PER RISCHIO IDROGEOLOGICO-IDRAULICO E TEMPORALI FORTI 1 Prcedura 01 NORMALITÀ La fase di Nrmalità rappresenta il livell base attiv nrmalmente, in assenza di segnalazini, di eventi in crs sul

Dettagli

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte)

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte) Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impiant elettric (prima parte) Pubblicat il 21/01/2008 Aggirnat al: 21/01/2008 di Gianluigi Saveri 1 Generalità Le strutture

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO PER RLS (Rappresentante dei Lavoratori per Sicurezza)

CORSI DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO PER RLS (Rappresentante dei Lavoratori per Sicurezza) Ente ricnsciut cn delibera 3 dic. 1998 n 40001 della Regine Lmbardia Centr Servizi e Frmazine accreditat press la Regine Lmbardia CORSI DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO PER RLS (Rappresentante dei Lavratri

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA PROCEDURE D EMERGENZA PREVISTE DAL PIANO DI EVACUAZIONE La nrma relativa alla predispsizine di un pian di evacuazine dell ambiente sclastic è citata nel

Dettagli

piano generale di smaltimento delle acque (PGA)

piano generale di smaltimento delle acque (PGA) Abteilung 29 - Landesagentur für Umwelt Amt 29.4 - Amt für Gewässerschutz Ripartizine 29 - Agenzia prvinciale per l'ambiente Uffici 29.4 - Uffici Tutela acque Linee guida per l elabrazine del pian generale

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, commi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, commi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) +DVRI AZIENDA SANITARIA LOCALE N 6 SANLURI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DUVRI (Art. 26, cmmi 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) APPALTO OGGETTO DEL PRESENTE DOCUMENTO : FORNITURA

Dettagli

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze Unine Amici del cane e del gatt ONLUS - Firenze Via Reginald Giuliani 130/r 50110 - Firenze - Tel. 3478345299 www.unineamicidelcaneedelgatt.it Reglament intern 2009 Reglament per la disciplina dell attività

Dettagli

LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DELL IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA

LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DELL IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA COMUNE DI GUAGNANO Prvincia DI LECCE POI ENERGIA 2007 2013 / PROGRAMMA OPERATIVO INTERREGIONALE ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DELL IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Dettagli

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI ANIMATI E INANIMATI NELLE STRUTTURE SANITARIE (OSPEDALI E CASE DI CURA)

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI ANIMATI E INANIMATI NELLE STRUTTURE SANITARIE (OSPEDALI E CASE DI CURA) MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI ANIMATI E INANIMATI NELLE STRUTTURE SANITARIE (OSPEDALI E CASE DI CURA) Applicazine del TITOLO VI e dell ALLEGATO XXXIII del D.Lgs 81/2008 (mdif. dal D.Lgs 106/09) e

Dettagli

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo.

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo. Cdice di autdisciplina e reglamentazine per l adesine al Prgett Qualità dei servizi turistici della Prvincia di Palerm Agriturism Premess Che l A.A.P.I.T di Palerm in cllabrazine cn l Università di Palerm,

Dettagli

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n,

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n, Spett.le Amministrazine Cmunale di Salò Oggett: Dichiarazine attestante la tiplgia di intervent in relazine a quant dispst dal punt 9.2 delle Dispsizini inerenti all efficienza energetica allegate alla

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settre Edilizia Sclastica GRUPPO 4 - ZONA 8 - SCUOLA N 7486 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO E ADDUZIONE GAS NELLA

Dettagli

del 12/02/2014 LMS SRL Sede: Lonigo (VI) Ambito: ambiente ARGOMENTI AFFRONTATI ED ATTIVITÀ SVOLTA

del 12/02/2014 LMS SRL Sede: Lonigo (VI) Ambito: ambiente ARGOMENTI AFFRONTATI ED ATTIVITÀ SVOLTA ARGOMENTI AFFRONTATI ED ATTIVITÀ SVOLTA EMISSIONI IN ATMOSFERA: relativamente alle emissini in atmsfera nn è stat pssibile visinare la dcumentazine in quant nn ancra reperibile in azienda; sn state tuttavia

Dettagli

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Regine del Venet AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Accrd Cntrattuale ex art. 17 l.r. 16.8.2002, n. 22 ed art. 8 quinquies d.lgs. 30.12.1992, n. 502 tra L Azienda Ulss e gli ergatri privati accreditati per

Dettagli

PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE

PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE Versine 1.5 del 1 febbrai 2010 Indice Indice... 2 Intrduzine... 3 Ambiti...

Dettagli

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO DIREZIONE GENERALE - L AQUILA Uffici di Vigilanza e Crdinament delle Scule nn Statali, Paritarie e nn

Dettagli

LA PRYVACY NEI CONDOMINI. Privacy. Condominio, art.700 c.p.c. Esposizione in bacheca condominiale di denuncia

LA PRYVACY NEI CONDOMINI. Privacy. Condominio, art.700 c.p.c. Esposizione in bacheca condominiale di denuncia Il Garante ha emanat precise direttive per la salvaguardia dei dati sensibili (in realtà pchi) all intern della struttura cndminiale. Per i dati che invece pssn essere divulgati all estern del cndmini,

Dettagli

CESSIONI DEL QUINTO DELEGAZIONI DI PAGAMENTO PREFINANZIAMENTI

CESSIONI DEL QUINTO DELEGAZIONI DI PAGAMENTO PREFINANZIAMENTI CESSIONI DEL QUINTO DELEGAZIONI DI PAGAMENTO PREFINANZIAMENTI INDICE Premessa... 5 Definizini... 5 Parte generale... 6 Requisiti minimi bbligatri... 6 Crred istruttri... 7 Caricament della pratica nel

Dettagli

Procedura operativa Manutenzione Impianti

Procedura operativa Manutenzione Impianti POP_MANUT_IMPIANTI.dcx Pag. 1 di 8 Prcedura perativa Manutenzine Impianti Cicl di revisine Attività Funzine Nminativ Data Firma Redatt da: Qualità Omer Austeri Ambra Crescenzi 22/10/2013 Verificat da:

Dettagli

T R A. (in caso di libero professionista) il libero professionista, nato a. il e residente a nella Via. (nato a il ), nella qualità di

T R A. (in caso di libero professionista) il libero professionista, nato a. il e residente a nella Via. (nato a il ), nella qualità di SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA FUNZIONE DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP), PER IL PERIODO 11.04.2011-31.12.2013, ai sensi del D.Lgs. n. 81 del 09/04/2008 e ss.mm.ii.

Dettagli

TRA TUTOR GROUP SRL AIAV ASSOCIAZIONE ITALIANA AGENTI DI VIAGGIO

TRA TUTOR GROUP SRL AIAV ASSOCIAZIONE ITALIANA AGENTI DI VIAGGIO CONVENZIONE PER ORGANIZZAZIONE DI CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER LE FIGURE PROFESSIONALI NELL AMBITO DELLA SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO D.LGS. N. 81/08 E SMI TESTO UNICO E ALTRI SERVIZI

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Relazini cn il Pubblic Servizi: Assistenza Dmiciliare INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Postecert Postemail Certificata OFFERTA ECONOMICA Posta Elettronica Certificata per CONFAPI

Postecert Postemail Certificata OFFERTA ECONOMICA Posta Elettronica Certificata per CONFAPI Grupp Pste Italiane Pstecert- Psta Elettrnica Certificata Offerta Ecnmica Pstecert Pstemail Certificata OFFERTA ECONOMICA Psta Elettrnica Certificata per CONFAPI ver.: 1.0 del: 20/07/10 OE_PEC_Cnfapi01

Dettagli

In vigore dal 6/08/2015

In vigore dal 6/08/2015 REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITÀ DEL PROCESSO B-BS APPLICATO DA UN ORGANIZZAZIONE AL DOCUMENTO BEHAVIOR-BASED SAFETY PROCESS REQUIREMENTS In vigre dal 6/08/2015 RINA Services S.p.A.

Dettagli

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI 1 SCOPO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI IDENTIFICARE I PERICOLI VALUTARE I RISCHI STABILIRE LE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE CONTROLLARE

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE)

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) ANAGRAFICA (cme da art. 5, c. 1, lett. a), del D.P.R.

Dettagli

Gruppo Comunale di Protezione Civile - Zenson di Piave (TV) P.O.S. (Procedure Operative Standard) Esercitazione Standard

Gruppo Comunale di Protezione Civile - Zenson di Piave (TV) P.O.S. (Procedure Operative Standard) Esercitazione Standard Grupp Cmunale di Prtezine Civile - Zensn di Piave (TV) P.O.S. (Prcedure Operative Standard) Esercitazine Standard 1 Massim Rig ver 1.0 26/10/2009 Piazza II Giugn, 6-31050 Zensn di Piave (TV) - Telefn 0421.344164

Dettagli

Recupero dati da hard disk formattati o danneggiati; Assistenza sulla gestione della rete e delle sue periferiche

Recupero dati da hard disk formattati o danneggiati; Assistenza sulla gestione della rete e delle sue periferiche Prt. n. 5040 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Istitut Cmprensiv Carl Albert dalla Chiesa Sede Legale: Via Mari Rigamnti 10 00142 Rma (Rm) Tel. e Fax. 06/5036231 Sede Uffici Amministrativi:

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA COMUNE di IMPRUNETA Prvincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA (spazi riservat all uffici Prtcll) (spazi riservat all uffici Edilizia Privata) Al Dirigente

Dettagli