Guida Utente SIMT e Laboratori di Ematologia - Sezione 3 Elenco Servizi e Prestazioni Laboratori del SIMT & LE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida Utente SIMT e Laboratori di Ematologia - Sezione 3 Elenco Servizi e Prestazioni Laboratori del SIMT & LE"

Transcript

1 ASL di Pescara Ospedale Civile dello Spirito Santo **** U.O.C. DI IMMUNOEMATOLOIA MEDICINA TRASFUSIONALE LAB. DI EMATOLOIA Direttore f.f. Dr.ssa Patrizia Accorsi Tel: Fax: Website: Organizzazione con Sistema estione per la Qualità certificata secondo UNI EN ISO 9001:2008 Reg. N 4268 A Certificato N 4268 A uida Utente SIMT e Laboratori di Ematologia - Sezione 3 Elenco Servizi e Prestazioni Laboratori del SIMT & LE /07/14 Adeguamenti requisiti accreditamento Ed Rev Data Descrizione RSQ Redatto Resp SIMT Approvato Dir. Sanitaria Approvato U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 1 di

2 ASL Pescara Ospedale "Spirito Santo" U.O.C. di Immunoematologia Centro Trasfusionale Lab di Ematologia UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 SOMMARIO Scopo...3 Campo di applicazione...3 Utenti...3 Organizzazione dei Laboratori...3 Tipologia delle prestazioni...4 Modalità di accesso ai servizi...6 Utenti Interni...6 Utenti esterni...6 Prelievo del campione...6 Identificazione del campione...7 Moduli di richiesta...7 Verifica di conformità...7 Refertazione Tempi...8 Conformità del servizio...9 Indagini effettuate dai Laboratori...9 Laboratorio di Immunoematologia...12 Laboratorio di Emocitometria ed Ematologia...13 Laboratorio di Citofluorimetria...14 Laboratorio di Citochimica ematologica...17 Laboratorio di Colture Cellulari...18 Laboratorio di Biologia Molecolare Ematologica...19 Laboratorio di Emostasi e Trombosi...22 Laboratorio di Sierologia Virale - TRINAT...24 Modulistica di Richiesta... Allegati... U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 2 di

3 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Scopo Descrivere gli standard di riferimento del Prodotto/Servizio fornito agli Utenti interni ed esterni dai Laboratori del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale e dai Laboratori di Ematologia (Laboratori SIMT&LE). Campo di applicazione Il documento viene applicato a tutti gli Utenti interni ed esterni, intermedi e finali, che si rapportano con i Laboratori SIMT&LE. Utenti Sono Utenti dei Laboratori SIMT&LE: UUOO del PO Spirito Santo UUOO della ASL Pescara Presidi Territoriali di Zona Case di Cura convenzionate/collegate Altre ASL della Regione Abruzzo Donatori Sangue/Donatrici SCO Pazienti ambulatoriali che effettuano prelievi presso il SIMT Pazienti ambulatoriali che effettuano prelievi presso altri punto prelievo del PO Spirito Santo. Utenti funzionali/intermedi (Laboratori e Servizi dell U.O.C. di Immunoematologia Medicina Trasfusionale Lab. Ematologia, per prestazioni analitiche relative a pazienti/donatori/donatrici e/o alla caratterizzazione e/o ai Controlli di Qualità di prodotti intermedi e finali). Organizzazione dei Laboratori La struttura organizzativa è descritta nell organigramma funzionale reperibile nella Sezione 1 della uida Utente SIMT&LE. Si riporta di seguito elenco dei Laboratori SIMT&LE con i rispettivi Responsabili di settore e sostituti, con relativi recapiti telefonici. Laboratori SIMT & LE Servizio Accettazione campioni e richieste/ Consegna emocomponenti e referti Lab Immunoematologia Lab Sierologia virale, TRINAT e Chimica clinica Lab Emocitometria/Ematologia Lab Citofluorimetria Lab Biol. Mol. Ematologica Lab Microscopia e Citochimica Lab Emostasi e Trombosi Lab Colture Cellulari Responsabile/sostituto Dott. ssa A. Quaglietta*/ Dott.ssa P. Accorsi Dott.ssa P. Striani/ Dott. ssa A. Quaglietta Dott. ssa A. Quaglietta Dott. ssa L. Carinci Dott.ssa N. Toselli/ Dott. ssa L. Carinci Dott. ssa V. Catinella/ Dott.. Rolandi Dott. ssa V. Catinella/ Dott.ssa R. iancola Dott. A. Spadano/ Dott.ssa R. iancola Dott.. Rolandi/ Dott.ssa V. Catinella Dott.. Rolandi/ Dott.ssa V. Catinella Dott. ssa I. Villanova/ Dott.ssa T. Bonfini U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 3 di

4 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 * funzioni di coordinamento generale Tipologia delle prestazioni I Laboratori SIMT&LE sono suddivisi in Settori per specifiche aree di tipologia diagnostica; ogni settore può ricomprendere più aree di competenza come di seguito descritto. IMMUNOEMATOLOIA: Immunoematologia eritrocitaria e piastrinica di primo e secondo livello, controlli immunoematologici per i donatori di sangue e cellule staminali, in adempimento alla normativa che disciplina le attività trasfusionali e di trapianto. EMOCITOMETRIA/EMATOLOIA: emocitometria, morfologia, diagnostica anemie. MICROSCOPIA E CITOCHIMICA: diagnostica morfologica citochimica delle emopatie da sangue periferico, midollo osseo, liquor, etc. CITOFLUORIMETRIA: diagnostica citofluorimetrica, sottopopolazioni linfocitarie, caratterizzazione e controlli di qualità su emocomponenti, prodotti trapiantologici e per terapia cellulare, freschi e scongelati; timing di raccolta di cellule staminali periferiche, tipizzazione leucemie, anticorpi antipiastrine. BIOLOIA MOLECOLARE EMATOLOICA: Diagnostica molecolare ematologica: diagnostica leucemie e linfomi, studio delle mutazioni delle talassemie ed dell emocromatosi; gruppo ABO, Rh. EMOSTASI E TROMBOSI: esami coagulativi di primo e secondo livello; funzionalità piastrinica, dosaggio fattori plasmatici della coagulazione, diagnostica CID e fibrinolisi, diagnostica di laboratorio per gli stati trombofilici con test molecolari. COLTURE CELLULARI: caratterizzazione e controlli di qualità dei prodotti trapiantologici intermedi e finali, freschi e scongelati (HPC-M, HPC-A, Selezione CD34, HPC-C); valutazione di pazienti/donatori sottoposti a programmi trapiantologici (valutazione basale, in corso di mobilizzazione, durante la raccolta, al follow up); diagnostica funzionale di anemie, leucopenie, mielodisplasie, neoplasie mieloproliferative croniche. SIEROLOIA VIRALE, CHIMICA CLINICA E TRINAT: Sezione Sierologia microbica e virale - per lo screening infettivologico di virus epatite B, epatite C, HIV 1-2, CMV e sifilide nei donatori sangue del SIMT Pescara e delle strutture di raccolta (Penne, Popoli e sezione AVIS di Pescara), nei donatori di cellule staminali e nei prodotti per uso trasfusionale, non trasfusionale e trapiantologici mediante metodiche sierologiche; Sezione NAT - per il triplo screening virale HIV, HCV, HBV mediante tecnica di amplificazione genica per la qualificazione biologica degli emocomponenti e dei prodotti trapiantologici (midollo osseo, cellule staminali periferiche, donatrici di sangue di cordone ombelicale) compreso il test HTL V1-2; - per i degenti presso le UUOO ed i pazienti ambulatoriali della ASL di Pescara. Sezione di Chimica clinica dedicata ai donatori di sangue ed emocomponenti e donatori di CSE (profilo biochimico, assetto marziale). Orario di servizio Le prestazioni analitiche sono garantite durante i giorni feriali, secondo gli orari di seguito indicati. Laboratori SIMT & LE Servizio Accettazione campioni e richieste/consegna emocomponenti e ritiro referti Orario di servizio Lunedì-sabato h 8,00-20,00 U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 4 di

5 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Laboratori SIMT & LE Orario di servizio Lab Immunoematologia Lunedì-sabato h 8,00-14,00 1 Lab Sierologia virale, chimica clinica e TRINAT Lunedì-sabato h 8,00-14,00 2 Lab Emocitometria/Ematologia Lunedì-sabato h 8,00-14,00 2 Lab Citofluorimetria Lunedì-sabato h 8,00-14,00 3 Lab Biol. Mol. Ematologica Lunedì-sabato h 8,00-14,00 Lab Emostasi e Trombosi Lunedì-sabato h 8,00-14,00 Lab Microscopia e Citochimica Lunedì-sabato h 8,00-14,00 Lab Colture Cellulari Lunedì-sabato h 8,00-14, cfr prestazioni urgenti 2 in funzione dell apertura pomeridiana del Servizio Donazione 3 disponibilità in funzione delle esigenze dei programmi trapiantologici I laboratori SIMT&LE restano chiusi nei seguenti giorni festivi: ennaio 1 maggio 8 dicembre 6 gennaio 2 giugno 25 dicembre Pasqua 15 agosto 26 dicembre Lunedì dell Angelo 10 ottobre (Santo Patrono) 25 aprile 1 novembre Prestazioni urgenti Le prestazioni richiedibili ai Laboratori SIMT&LE sono elencate ai rispettivi paragrafi per settore diagnostico cui si rimanda. Tutte le prestazioni routinarie e dichiarate richiedibili in urgenza elencate nei medesimi paragrafi sono refertate nei tempi definiti per l urgenza, durante gli orari di servizio di routine, entro le ore 14,00. Le prestazioni richiedibili in urgenza al di fuori dei normali orari di servizio del laboratorio sono elencate di seguito con i criteri di restrizione e con le modalità di accesso di seguito specificate, previ accordi telefonici. Per la modulistica di richiesta per emocromo, esame citologico e assetto coagulativo adottare i moduli aziendali di richieste urgenti, mentre per la richiesta di gruppo sanguigno e test di Coombs diretto nei neonati adottare apposita modulistica di laboratorio, segnalando l urgenza. Prestazione Emocromo Emocromo+ reticolociti ruppo sanguigno + Coombs diretto e indiretto (finalizzato trasfusione) ruppo sanguigno neonati + Coombs diretto UUOO Ematologia UTIE Oncologia Tutte le UUOO del PO e Case di cura convenzionate/collegate Ostetricia e Nido PO Spirito Santo Servizio e Termini di consegna previ accordi telefonici con il numero 2577/2688 lunedì - sabato h 14,00-20,00 Tempo max Accettazione h 19,00 domenica e festivi h 8,00-13,00 Tempo max Accettazione h 12,00 previ accordi telefonici con il numero 2688 o tramite centralino con l attivazione di personale reperibile 24 h/365 gg/anno lunedì- sabato h 14,00-20,00 Tempo max Accettazione h 19,00 domenica e festivi h 8,00-13,00 Tempo max Accettazione h 12,00 U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 5 di

6 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Prestazione Esame citologico su Liquor (allestimento e colorazione citocentrifugato) Assetto coagulativo: PT PTT Fibrinogeno AT III D Dimero UUOO Ematologia UTIE Oncologia Ematologia UTIE Altre UUOO previa consulenza Ematologica/ Servizio Emostasi e Trombosi Servizio e Termini di consegna previ accordi telefonici con il numero 2378/2688 lunedì - venerdì h 14,00-20,00 Tempo max Accettazione h 17,00 sabato h 8,00-14,00 Tempo max Accettazione h 12,00 previ accordi telefonici con il numero 2378/2688 lunedì - venerdì h 14,00-20,00 Tempo max Accettazione h 19,00 sabato h 8,00-14,00 Tempo max Accettazione h 12,00 Modalità di accesso ai servizi Utenti Interni Per accedere alle prestazioni di I livello dei Laboratori SIMT&LE è necessario caricare gli esami in ORDER ENTRY, per gli esami di II livello compilare gli appositi moduli di richiesta rimessi in allegato. Ogni richiesta deve essere accompagnata da uno o più campioni di sangue, secondo le specifiche elencate nella sezione relative alle schede delle singole indagini diagnostiche. La struttura che effettua il prelievo è responsabile del corretto prelievo del campione biologico, della sua identificazione, della compilazione del modulo di richiesta, dell'inoltro tempestivo ai Laboratori o della conservazione con modalità idonee. Le richieste e i campioni biologici, opportunamente identificati e confezionati per il trasporto, devono pervenire al settore Accettazione del U.O.C. di Immunoematologia Medicina Trasfusionale Lab. Ematologia, sito al 2 piano della palazzina dei servizi, attraverso personale addetto, nei termini orari riportati nelle specifiche di settore. I campioni consegnati dopo l orario stabilito vengono inviati alla routine del giorno feriale successivo. Utenti esterni Per accedere alle prestazioni, l utente esterno deve presentare una richiesta compilata dal proprio medico curante o da un medico specialista su ricettario SSN. Il ticket degli esami è riportato nel tariffario regionale. Il ritiro dei referti è subordinato alla presentazione del tagliando, consegnato all utente al momento del prelievo, recante la data di ritiro ed i dati anagrafici, valido come autorizzazione al portatore. Nel caso in cui l utente esterno non possa ritirare personalmente il proprio referto, il tagliando deve essere compilato in ogni sua parte in quanto non vengono consegnati referti senza delega e valido documento di riconoscimento. Per i distretti gli esami sono caricati direttamente sul programma. Un incaricato consegna le provette e ritira i referti al II piano. Prelievo del campione I prelievi biologici devono essere effettuati secondo corrette modalità di raccolta per assicurare la qualità del dato e quindi la qualità del servizio offerto al cliente. Nell allegato 1 sono riportate le corrette modalita di prelievo venoso e la preparazione del paziente al prelievo. Le provette/contenitori per il prelievo sono specificati nei rispettivi paragrafi dei singoli settori, nell elenco prestazioni cui si rimanda. Per indagini particolari non indicate nel modulo di richiesta, si raccomanda di prendere contatto con i responsabili di settore, prima di procedere al prelievo. U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 6 di

7 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Identificazione del campione Tutti i contenitori inviati ai Laboratori SIMT&LE devono essere identificati con: Cognome e nome del paziente/donatore/identificazione del prodotto/codice a barre, se applicabile Data e luogo di nascita Reparto di provenienza Data del prelievo Matrice biologica (nel caso di più campioni per lo stesso paziente) per gli esami di II livello Indagine richiesta (nel caso di più campioni per lo stesso paziente) Qualora i campioni non siano barcodati, i dati anagrafici del paziente devono essere scritti in stampatello, sia sulla richieste che sulle provette, per evitare errori di interpretazione da parte del personale del Laboratorio. Nel caso in particolare delle prove di compatibilità pretrasfusionale, deve essere sempre apposta sulla provetta la firma leggibile della persona che ha eseguito il prelievo. Moduli di richiesta Le richieste di esami sia di routine che d urgenza, se non già caricati nei sistemi informatici, devono essere compilate correttamente in modo completo e congruente e devono accompagnare il campione. I laboratori SIMT&LE hanno predisposto appositi moduli di richiesta rimessi in allegato. I reparti clinici, gli ambulatori ospedalieri, il CUP e i distretti di base sono collegati informaticamente; permane la necessità di inviare richiesta cartacea per gli esami specialistici di 2 livello. Pertanto le richieste dovranno essere inoltrate secondo le modalità convenute tra le parti. Eventuali modifiche verranno comunicate in modalità scritta. La richiesta di esami viene acquisita da una lista campioni, attraverso la lettura informatizzata di codici a barre applicati sulle provette che permettono alla strumentazione, durante la fase analitica, di riconoscere l identità della provetta e gli esami richiesti. INVIO E TRAORTO I campioni devono essere inviati ai laboratori tempestivamente in provette/contenitori a tenuta e trasportati in contenitori decontaminabili a tenuta ermetica. Il rispetto di queste procedure è indispensabile per garantire la protezione dal rischio biologico degli operatori addetti al trasporto ed alle successive manipolazioni. I campioni di pazienti affetti da patologie infettive diagnosticate devono essere segnalati sulla richiesta e sul campione stesso; il campione deve essere confezionato con un involucro di protezione e segregato dagli altri. Verifica di conformità Le richieste di analisi di routine e d urgenza e tutti i campioni che pervengono ai Laboratori SIMT&LE sono preventivamente sottoposti a verifica di conformità. Si riassumono di seguito le non conformità della fase preanalitica (prelievo, conservazione e trasporto), controllate dagli operatori dei settori Accettazione e dei Settori specifici di Laboratorio: Richieste pervenute oltre l orario di accettazione Richieste incomplete/mancanti/incongruenti Campioni non identificati correttamente U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 7 di

8 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Campioni inadeguati (volume, matrice biologica, provetta, modalità di conservazione). Il trattamento delle richieste e dei campioni non conformi verrà eseguito secondo modalità codificate. Le provette sporche di sangue saranno accettate solo nel caso di irripetibilità del prelievo (es. prelievo di midollo osseo, sangue del funicolo, liquor, prelievo proveniente dalla sala operatoria etc.), previa autorizzazione del Responsabile Dirigente del Laboratorio. I Laboratori SIMT&LE provvederanno ad inviare alle UUOO comunicazione di eventuali "non conformità" rilevate, che non consentono di procedere all'esame sul campione; riporteranno invece nel referto le "non conformità" lievi, che potrebbero aver condizionato in qualche modo il risultato dell'indagine. Refertazione Tempi Il referto è univoco e contiene: - i dati anagrafici del paziente - identificativo paziente, identificativo richiesta - nome dell esame richiesto - risultato con eventuale indicazione di allarme - unià di misura e valori di riferimento - eventuali commenti relativi al campione (siero lipemico, emolizzato, coagulato, ecc.) - firma del Personale dirigente che ha validato il referto cartaceo. I tempi di risposta sono calcolati escludendo i giorni festivi e comprendono sia il tempo tecnico di esecuzione (che per alcune indagini è condizionato dalle modalità organizzative - seduta analitica in giorni fissi della settimana - o dai tempi di processazione del campione prima della fase analitica), sia il tempo occorrente per la stampa e lo smistamento dei referti. Per gli esami che necessitano di ricontrollo e/o test di conferma, il tempo di risposta potrà non essere rispettato. Nel caso venga reputato opportuno un approfondimento diagnostico, il personale dei Laboratori SIMT &LE potrà richiedere ulteriori informazioni ai medici richiedenti l indagine. Per gli esami richiesti in urgenza i tempi massimi di refertazione si intendono rispettati salvo imprevisti di natura tecnica e organizzativa. I referti dei pazienti interni ed esterni sono archiviati nel sistema informatizzato secondo la normativa vigente. Consegna referti - Modalità I referti di esami eseguiti per degenti della ASL di Pescara, una volta validati sono visibili direttamente a video nei reparti richiedenti e possono essere ritirati presso il servizio Accettazione richieste e Ritiro referti del U.O.C. di Immunoematologia Medicina Trasfusionale Lab. Ematologia (2 piano, Piastra dei Servizi), dal lunedì al sabato, nelle ore di apertura del Servizio (dalle ore 8.00 alle ore 20.00). I referti di esami eseguiti per i donatori sangue vengono inviati a domicilio a mezzo posta. I referti di esami di pazienti ambulatoriali eseguiti presso l Ambulatorio prelievi del Centro Trasfusionale e i referti di esami di pazienti ambulatoriali eseguiti presso altri Punti prelievo, si ritirano dal lunedì al venerdì, dalle ore alle ore 13.30, al piano terra del U.O.C. di Immunoematologia Medicina Trasfusionale Lab. Ematologia. Nel caso di pazienti ambulatoriali, gli esiti non saranno mai comunicati per telefono direttamente al richiedente. In ogni caso il referto dovrà essere ritirato, pena l addebito dell intero costo della prestazione (legge n 412 del ). I referti di esami di pazienti degenti presso altri PO/ASL e Case di Cura vengono inviati via fax o, su richiesta, a mezzo posta. U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 8 di

9 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Qualora vengano evidenziate alterazioni di particolare gravità, il Responsabile di laboratorio provvederà a refertare tempestivamente e ad avvisare il Medico di reparto Conformità del servizio I Laboratori SIMT&LE monitorizzano attraverso Controlli di Qualità Interni (CQI) la accuratezza e la stabilità delle prestazioni e delle metodiche utilizzate al fine di rilevare le possibili non conformità e ottimizzare le performance. I laboratori SIMT&LE partecipano a verifiche esterne di qualità (VEQ) aderendo ai seguenti programmi di valutazione: Università Careggi di Firenze, One World Accuracy, UK NEQAS, Proficiency Testing Program StemCell Technologies, CRB Castelfranco Veneto. I Laboratori SIMT&LE sono sottoposti a audit interni periodici, per la valutazione della conformità organizzativa e procedurale alle norme del Sistema per la Qualità ISO 9001:2008 e agli standard professionali di accreditamento. I risultati degli audit sono conservati dal Responsabile Sistema estione Qualità e comunicati ai referenti e al Direttore dell UOC SIMT e Lab Ematologia. Periodicamente, e comunque almeno una volta all anno, i Clienti interni ed esterni vengono invitati a compilare questionari valutativi sull organizzazione e sulla qualità delle performance del servizio. Tutte le parti interessate sono invitate, inoltre, ad inoltrare segnalazioni/reclami al Responsabile del Sistema estione Qualità. I rapporti degli audit interni, i questionari compilati, le segnalazioni/reclami e i risultati del CQ di processo/procedura sono sistematicamente valutati da parte della direzione (Riesame della Direzione). Per ogni segnalazione/reclamo confermato e per ogni non conformità riscontrata sono messe in atto le necessarie azioni correttive e preventive al fine del miglioramento continuo dell'organizzazione generale e del prodotto/servizio erogato, nonché per il giusto soddisfacimento delle attese di tutte le parti interessate. Le segnalazioni/reclami possono essere comunicate all'u.o. o all URP utilizzando il Modulo "Segnalazioni/Suggerimenti" riportato al termine della presente sezione. Indagini effettuate dai Laboratori L elenco dettagliato delle indagini effettuate da SIMT&LE è riportato di seguito nel documento e comprende le seguenti sezioni: Area a cui compete l indagine Descrizione della prestazione Frequenza della prestazione e fruibilità in urgenza Tipo di materiale biologico su cui è possibile effettuare l indagine Orario di accettazione Tipo di contenitore necessario per la raccolta e l invio del materiale biologico Procedura di preparazione, prelievo, conservazione, trasporto Strumentazione/Sistemi analitici utilizzati Metodica analitica Modalità di esecuzione Tempi massimi di attesa per la risposta. Il documento è strutturato in modo che ogni riga corrisponda ad una prestazione. Da sinistra verso destra vengono riportate le principali informazioni relative alla prestazione stessa come sopra specificato: Laboratorio U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 9 di

10 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Denominazi o ne analisi Frequenza Esecuzione/ Urgenza Tipo di Campione Accettazz. entro le h Contenitore Proc. Prel./ Conservazone. Trasporto Strumenta zione Metodo Modalità esecuzione entro Si riporta di seguito la spiegazione sintetica delle voci sopra indicate e le eventuali abbreviazioni utilizzate. Nome Analisi: si riporta descrizione della prestazione Frequenza Esecuzione/Urgenza: si riporta la frequenza con cui vengono eseguite le analisi, nello stesso campo è indicata l'eventuale fruibilità in urgenza della prestazione. = frequenza iornaliera U= richiedibile in Urgenza S= frequenza Settimanale Q= frequenza Quindicinale M= frequenza Mensile =esame disponibile a richiesta Tipo di campione: si specifica il campione biologico/la matrice su cui si effettua la prestazione diagnostica. = Sangue Periferico MO =Midollo Osseo ( Midollare) EC=Emocomponenti PT= prodotti trapiantologici e per terapia cellulare (HPC-M midollo osseo, HPC-A cellule staminali da aferesi, HPC-C sangue cordonale, Selezione CD34+, ranulociti, Linfociti) BAL= lavaggio bronco alveolare Liquor Liquido pleurico Liquido ascitico Orario di accettazione: si specifica l'orario entro il quale è possibile inviare le richieste Routine= R Urgenza= U Dopo l orario dichiarato si accettano campioni solo eccezionalmente, per motivate esigenze e previ accordi telefonici con il Responsabile di laboratorio prelievo/contenitore di trasporto: Si specificano Tipo di Provette/contenitore/supporto necessario per la raccolta e l invio del materiale biologico Provette Vacutainer Terumo Tappo rosso da siero tappo Litio-eparina tappo K3 EDTA tappo Citrato CTAD Kit prelievo adesività piastrinica Provette 10 ml tappo a vite Provette 50 ml tappo a vite Nunc da 2 ml Vetrini molati Procedura di preparazione, prelievo, conservazione e trasporto PVS = Prelievo Standard MO = Midollo Osseo ( ) CS = Campionamento sterile Prelievo per coagulazione (con e senza KIT) Rachicentesi U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 10 di

11 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Toracentesi Paracentesi Strumentazione/ Sistemi analitici: si specifica la strumentazione/il sistema utilizzato per l esecuzione della prestazione Metodica analitica utilizzata: si specifica la metodica utilizzata per l esecuzione della prestazione analitica A Colt EIA ELISA HPLC IF Mcr MEIA PCR RT TMA UV Modalità di esecuzione: Semiautomatica : tempi di refertazione entro: xx : minuti h: ore gg: giorni Agglutinazione Citofluorimetrica Colturale Enzyme Immuno Assay Enzyme Linked Immuno Assay Fluorescence Activated Cell Sorting High Performance Liquid Chromatography Immunofluorescenza indiretta Es. microscopico Metodica Immunoenzimatica su Microparticelle Polimerase Chain Reaction Trascription Mediated Amplification Ultravioletto Per eventuali problematiche connesse al prelievo di campioni biologici non considerati nelle pagine seguenti ed eventuali chiarimenti riguardo l interpretazione dei risultati, i Colleghi sono invitati a contattare i Responsabili di Laboratorio ai numeri telefonici sopra indicati, tutti i giorni feriali dalle h 13,00 alle 14,00. U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 11 di

12 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Laboratorio di Immunoematologia Denominazione analisi ruppaggio ABO, Rh, Kell Fenotipizzazione Eritrocitaria Completa Test di Coombs diretto Test di Coombs indiretto Identificazione anticorpi irregolari e loro titolazione Eluizione ed assorbimento alloanticorpi Eluizione ed assorbimento autoanticorpi Frequenza Esecuzione /Urgenza Tipo di Accettazz. campione entro le h /U 10,30 10,30 /U 10,30 /U 10,30 /U 10,30 10,30 10,30 /Co ntenitore Proc. Prel. Strumentazione Metodo Sistema automatico per il gruppaggio Sistema automatico per il gruppaggio Sistema automatico per il gruppaggio Sistema automatico per il gruppaggio A Modalità esecuzione entro h 14,00 U=1 h A 3 gg A A - A h 14,00 U=1 h h 14,00 U=1 h 3 gg U=4 h - A 3 gg - A 3 gg Anticorpi immuni anti A/B Crioglobuline + Criocrito S 10,30 10,30 - A ciliegia (n 2 provette) 1 - A Agglutinine fredde identificazione titolazione Anticorpi antipiastrine Metodica diretta e indiretta Anticorpi antipiastrine Metodica diretta e indiretta Crossmatch per piastrine 10,30 S/U 10,30 S/U 10,30 /U 10,30 Anticorpi anti HLA /U 10,30 Test di Donath Landesteiner 10,30 ciliegia (n 4 provette) P.tappo (n 4 provette) ciliegia ciliegia - A Incubatore Lavatore Centrifuga Incubatore Lavatore Fotometro Incubatore Lavatore Centrifuga Incubatore Lavatore Fotometro A ELISA A ELISA U= g U= 2 gg h 14,00 U=4 h U= 2 gg - A 3 gg 1 trasporto a 37 C U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 12 di

13 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Laboratorio di Emocitometria ed Ematologia Nome analisi Emocromo e Reticolociti Emoglobina A2 Emoglobina fetale Emoglobine anomale (HbS, HbC) Frequenza Esecuzione /Urgenza Tipo di Accettazz. campione entro le h Contenitore Proc. Prel. Strumentazione Metodo Analizzatore 1 /U 10,30 1 automatico S 10,30 2 Test Autoemolisi a r. 3 10,30 + P. tappo ciliegia Cromatografo Resistivo volumetrico ottico Spettrofotometro Ottico Modalità esecuzione entro h 14,00 U=20 HPLC Resistenza Osmotica eritrocitaria Determinazione lucosio-6-fosfatodeidrogenasi a r. a r. 10,30 10,30 Spettrofotometro Ottico Spettrofotometro Ottico U= 6 h 2 nelle urgenze il prelievo va accettato entro le ore 9,00 3 dal lunedi' al giovedi' 1 in casi particolari, secondo prescrizione medica, può essere richiesto il trasporto a 37 C, oppure il prelievo in provetta tappo (sodio-citrato) e provetta tappo (litioeparina) U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 13 di

14 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Laboratorio di Citofluorimetria Nome analisi Valutazione contaminazione leucocitaria Determinazione Sottopopolazioni Linfocitarie: CD 3,4/8, CD19, CD3/16, CD56/45 Determinazione (Anti-TCR αβ γδ) Determinazione CD 2 Determinazione CD 5 Determinazione CD 7 Determinazione CD 10 Determinazione CD 20 Determinazione CD 22 Determinazione CD 23 Determinazione CD 24 Determinazione CD 25 Determinazione CD 45/ 14 Determinazione CD 13 Determinazione CD 33 Determinazione CD 14 Determinazione CD 15 Determinazione CD 34 Frequenza Esecuzione /Urgenza Tipo di Accettazz. campione entro le h Contenitore Proc. Prel. Strumentazione EC 12,00 CS, MO, BAL 12,00,MO 12,00,MO 12,00,MO 12,00,MO 12,00,MO 12,00,MO 12,00,MO 12,00, MO 12,00, MO 12,00, MO 12,00, MO 12,00, MO 12,00,MO 12,00,MO 12,00, MO 12,00, MO, PT 12,00,,,,,, Midollare U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Metodo Modalità esecuzione Pag. 14 di entro h 14,00

15 UIDA UTENTE SIMT & LE Sezione 3 Nome analisi Frequenza Esecuzione /Urgenza Tipo di Accettazz. campione entro le h Contenitore Proc. Prel. Strumentazione CS Metodo Modalità esecuzione entro Determinazione CD 11b Determinazione CD 61 Determinazione CD 117 Determinazione CD 103 Determinazione FMC7 Determinazione CD 45RA/RO Determinazione -HLA DR Determinazione TdT Determinazione MPO Determinazione S e CyIg Determinazione CD 38 Determinazione CD 58 Determinazione CD 138, MO 12,00, MO 12,00, MO 12,00,MO 12,00,MO 12,00,MO 12,00,MO,MO,MO,MO,MO,MO,MO 12,00 12,00 12,00 12,00 12,00 12,00 12,00 Determinazione CD 11c,MO 12,00 Determinazione CD 30,MO 12,00 Determinazione CD 59,MO 12,00 Determinazione CD 71,MO 12,00 Determinazione CD 135,MO 12,00 P. tappo Midollare Midollare Midollare Midollare U SIMT&LE - Sezione3 - Elenco Servizi_Ed01Rev00.doc Ed 01 rev 00 - Luglio 2014 Pag. 15 di

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie Coagulazione 1 Bilancia emostatica Ipercoagulabilità Ipocoagulabilità Normale Trombosi Emorragie 2 emostasi primaria emostasi secondaria Fattori coinvolti nell emostasi Vasi + endotelio Proteine della

Dettagli

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE Deliberazione n. 529 del 13/05/2004. DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE PREMESSE La legge regionale 28 marzo 1995, n. 28, istituiva il servizio

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è Emofilia Malattia ereditaria X cromosomica recessiva A deficit del fatt VIII B deficit del fatt IX Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL PAZIENTE A RISCHIO EMORRAGICO O CON EMORRAGIA IN ATTO

LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL PAZIENTE A RISCHIO EMORRAGICO O CON EMORRAGIA IN ATTO Dipartimento Clinico Assistenziale Oncologico Unità Operativa di Ematologia Centro Trapianto di Cellule Staminali Direttore Prof. Attilio Olivieri Versione del 18-2-2008 LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE 1 di 10 07/02/2013 13:12 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 10 ottobre 2012 Modalita' per l'esportazione o l'importazione di tessuti, cellule e cellule riproduttive umani destinati ad applicazioni sull'uomo.

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003 Repertorio Atti n. 1770 del 10 luglio 2003 Oggetto: Accordo tra Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

Prelievo e Trapianto di Cornee

Prelievo e Trapianto di Cornee Prelievo e Trapianto di Cornee Protocollo operativo Edizione giugno 2014 http://www.piemonte.airt.it/documenti/protocolli.html Regione Piemonte e Valle d Aosta Centro Regionale Trapianti Coordinamento

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

E-MAIL: mail@studiotosato.it Avv. DEBORAH NASTI Avv. NICOLA LUCIFERO

E-MAIL: mail@studiotosato.it Avv. DEBORAH NASTI Avv. NICOLA LUCIFERO Prof. Avv. GIAN LUIGI TOSATO 00187 ROMA Avv. GIULIO R. IPPOLITO VIA SALLUSTIANA, 26 Prof. Avv. ANDREA NERVI TEL. 064819419 Avv. MARIA CARMELA MACRI FAX: 064885330 Avv. NATALIA DEL OLMO GUARIDO E-MAIL:

Dettagli

Fase Preanalitica. Errori di laboratori: scambio di provetta!!!!

Fase Preanalitica. Errori di laboratori: scambio di provetta!!!! Fase Preanalitica Errori di laboratori: scambio di provetta!!!! Fase Preanalitica Errori di laboratori: scambio di provetta!!!! PROVETTE CON ANTICOAGULANTE SODIO CITRATO DA 0,4 E 0,5 ML. Emostasi Serie

Dettagli

FATTORI DELLA COAGULAZIONE

FATTORI DELLA COAGULAZIONE FATTORI DELLA COAGULAZIONE I Fattori della Coagulazione sono un insieme eterogeneo di molecole che prende parte alla cascata coagulativa, in quella che viene chiamata FASE COAGULATIVA del processo emostatico.

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Aptima HIV-1 Quant Dx Assay

Aptima HIV-1 Quant Dx Assay Aptima Aptima HIV-1 Quant Dx Assay Per uso diagnostico in vitro. Solo per l esportazione dagli USA. Informazioni generali................................................ 2 Utilizzo previsto................................................................

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche

Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche Distribuzione codifiche anemia macrocitica PREVALENZA ANEMIA MACROCITICA Rete UNIRE 2.6 1.6 0.7 0.3 codificata folati

Dettagli

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0 Il seguente documento definisce i contenuti ed il formato delle informazioni importabili ed esportabili del sistema. Per ciascuna tipologia di informazione è previsto un file di testo codificato secondo

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

FISIOPATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DEL SISTEMA COAGULATIVO E FIBRINOLITICO.

FISIOPATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DEL SISTEMA COAGULATIVO E FIBRINOLITICO. FISIOPATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DEL SISTEMA COAGULATIVO E FIBRINOLITICO. La fisiopatologia del sistema coagulativo e fibrinolitico, in modo sempre più dettagliato, è stata caratterizzata e

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA (1) Dato il genotipo AaBb: quali sono i geni e quali gli alleli? Disegnate schematicamente questo genotipo con i geni concatenati

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO SONO DOVUTE A ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE CON ERITROBLASTOLISI INTRAMIDOLLARE IL MIDOLLO E RICCHISSIMO DI ERITROBLASTI CHE NON RIESCONO A MATURARE E MUOIONO NEL MIDOLLO

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni Tutto sul sangue A cura di Vincenzo Saturni 1 GLOSSARIO... 3 LA COMPOSIZIONE DEL SANGUE... 11 LE CELLULE DEL SANGUE... 11 IL MIDOLLO OSSEO... 14 LE FUNZIONI DEL SANGUE... 15 I GRUPPI SANGUIGNI... 16 L

Dettagli

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE.

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. C. Sintoni C. Galli Servizio di Anatomia Patologica - Presidio Ospedaliero S. M. delle Croci - Ravenna Attualmente nel nostro

Dettagli

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona.

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona. Glossario Il seguente glossario è stato concordato da numerose nazioni europee coinvolte nel progetto Eurocet con l intento di armonizzare la terminologia utilizzata nel settore della donazione e del trapianto

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione?

Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione? Società Medico Chirurgica di Ferrara FIBRILLAZIONE ATRIALE E TROMBOSI VENOSA PROFONDA ASPETTI FISIOPATOLOGICI, CLINICI E TERAPEUTICI Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione?

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

1 Capitolo 8. Sviluppo linfocitario e riarrangiamento ed espressione dei geni dei recettori antigenici

1 Capitolo 8. Sviluppo linfocitario e riarrangiamento ed espressione dei geni dei recettori antigenici 1 Capitolo 8. Sviluppo linfocitario e riarrangiamento ed espressione dei geni dei recettori antigenici La maturazione consiste in una serie di eventi che avvengono negli organi linfoidi generativi o primari:

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Roberto CARUSO Corso Mazzini, 11-87100 Cosenza, Italia Telefono(i) Tel. + 39 0984681824 Fax+ 39 0984681322 E-mail Cittadinanza

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Policlinico Santa Maria alle Scotte. Il trapianto di rene. Percorso assistenziale, intervento e follow up

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Policlinico Santa Maria alle Scotte. Il trapianto di rene. Percorso assistenziale, intervento e follow up AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Policlinico Santa Maria alle Scotte Il trapianto di rene Percorso assistenziale, intervento e follow up Come contattare il Centro trapianti di rene Il nostro Centro

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Camminiamo insieme. Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia

Camminiamo insieme. Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia Camminiamo insieme Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia 1 A cura di: Prof. Valerio De Stefano Professore Ordinario Istituto di Ematologia Università Cattolica di Roma - Policlinico Agostino Gemelli

Dettagli

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna AGGIORNAMENTI SUL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELL APICOLTURA Brisighella (RA) 13 settembre 2013 Evoluzione del controllo dell apicoltura

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Il Dibattito sul Sangue del Cordone Ombelicale: a chi e a che cosa serve la conservazione privata del sangue cordonale?

Il Dibattito sul Sangue del Cordone Ombelicale: a chi e a che cosa serve la conservazione privata del sangue cordonale? Il Dibattito sul Sangue del Cordone Ombelicale: a chi e a che cosa serve la conservazione privata del sangue cordonale? Licinio Contu Presidente Federazione Italiana ADOCES Cagliari 25 agosto 2011 Il Dibattito

Dettagli

Data: 15/12/2010. CARTA DEI SERVIZI Rev: 00

Data: 15/12/2010. CARTA DEI SERVIZI Rev: 00 Unità Operativa di Anatomia Patologica Presidio Ospedaliero S.S. Trinità via Is Mirrionis N 92-09121 Cagliari IN VIGORE DAL INDICE Pag. 1. ABBREVIAZIONI 1 2. OGGETTO 1 3. SCOPO 1 4. PRESENTAZIONE DELL'UNITÀ

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE

CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE ASO S. Croce e Carle di Cuneo C.I.O. COMITATO INFEZIONI OSPEDALIERE DOCUMENTO DESCRITTIVO TITOLO CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE Data di emissione: 20 aprile 2004 revisione n

Dettagli

Stat Profile CCX Critical Care Xpress

Stat Profile CCX Critical Care Xpress Stat Profile CCX Critical Care Xpress Semplicemente la miglior soluzione strumentale e gestionale dell emogasanalisi e dei parametri biochimici d urgenza Stat Profile CCX Critical Care Xpress PIU TEST...

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 Cisteina di 3 gruppo (176) Unità ripetute ricche di leucina Cisteine di 2 gruppo

Dettagli

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA IL PRESENTE TESTO E UNA SINTESI DEL TESTO COMPLETO EDITO DA LA MEDICINA BIOLOGICA, n.4, 2010, WWW.MEDIBIO.IT Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA Lo sviluppo

Dettagli

SCREENING DI TROMBOFILIA E INDICAZIONI ALLA PROFILASSI FARMACOLOGICA IN GRAVIDANZA

SCREENING DI TROMBOFILIA E INDICAZIONI ALLA PROFILASSI FARMACOLOGICA IN GRAVIDANZA SREENING I TROMBOFILIA E INIAZIONI ALLA PROFILASSI FARMAOLOGIA IN GRAVIANZA 1. Introduzione ed obiettivi 3 2. Sinossi delle raccomandazioni 4 3. Screening di trombofilia in gravidanza 9 3.1 Test da includere

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008)

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008) REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008) Art. 1 Percentuale generale dei rapporti a tempo parziale 1. Le trasformazioni

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

EPATITE B. 50 domande e risposte. Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny

EPATITE B. 50 domande e risposte. Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny EPATITE B 50 domande e risposte Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny 2012 by SEVHep; 2 a edizione c/o Centro di Epatologia Clinica Luganese Moncucco Via

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia 5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia Attualmente in Italia la genomica per malattie complesse ha trovato un applicazione pratica in un numero molto ristretto di situazioni. I test

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli