PROSSIMI APPUNTAMENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROSSIMI APPUNTAMENTI"

Transcript

1 2009: UN ANNO PIENO DI INIZIATIVE E DI SOLIDARIETA Durante l anno 2009, grazie alla vostra generosità e alle numerosissime donazioni ricevute, abbiamo potuto dare un fondamentale contributo ai bambini prematuri e alle loro famiglie. Una delle iniziative più importanti è stata la donazione al Reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell Ospedale Le Scotte di un innovativo strumento non invasivo di supporto respiratorio, denominato Infant Flow SiPAP. Si tratta di un particolare apparecchio per la respirazione, che consente al neonato di respirare attraverso piccole sonde nasali, evitando così l intubazione endotracheale, che è invasiva e può dare alcune complicazioni. Sono state, inoltre, donate all ospedale varie attrezzature di supporto, come ad esempio alcune poltrone per la marsupio-terapia, per favorire il rapporto mammabambino. Abbiamo acquistato varie attrezzature per le camere delle mamme, per rendere meno disagevole il loro soggiorno, spesso prolungato, presso l ospedale. Abbiamo potuto aiutare alcuni bambini in grave stato di salute, attraverso l acquisto di un particolare tipo di latte in polvere, difficilissimo da reperire e molto costoso. Infine, abbiamo organizzato la consueta Festa di Settembre, a cui avete partecipato numerosissimi. Vogliamo quindi ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alle attività della nostra associazione, con donazioni piccole e grandi! In particolare, vogliamo ringraziare: - il Comando Provinciale di Siena dei Vigili del Fuoco, per quanto raccolto in occasione di Pompieropoli 2009; - la Banca Monte dei Paschi di Siena, che ha scelto la nostra associazione come beneficiaria della raccolta fondi La solidarietà rende il Natale splendente del Natale 2008; - l Associazione Amici per la Musica, per aver devoluto quanto raccolto in occasione del musical Una crociera scanzonata organizzato presso il Teatro dei Rozzi; - il Dott. Luigi Vispi e tutto il reparto di Neonatologia dell Ospedale Campostaggia per la generosa donazione; - la Novartis Vaccines, la CITIS, la Pro Loco di Radda in Chianti, la Società Romolo e Remo, la Contrada della Giraffa, la Contrada del Valdimontone e la Contrada del Nicchio per il loro fondamentale contributo; - la Cassa Edile di Siena, l Ente Senese Scuola Edile e la Sicuredil CPT per la generosa donazione; - Gianni e Anna e Lorenzo e Monia per la donazione fatta in occasione del loro matrimonio; - la Fondazione MPS; - la CRAM; - Maurizio, Daniele, l Impresa Piccolini Continua a pag.2 PROSSIMI APPUNTAMENTI Domenica 19 settembre 2010 PRANZO DI FINE ESTATE Località Carpineto Sovicille (Siena) NON MANCATE!!!!!

2 2 Continua da pag.1 Febo e tutti gli altri che hanno pensato alle Coccinelle anche nei momenti difficili; - Chiara, Viola, Roberta e tutti gli altri che hanno pensato a noi nei momenti felici; - e tutti coloro che ogni anno ci sostengono con le donazioni, con l iscrizione alla nostra associazione e con il cinque per mille; un grazie di cuore ai soci che hanno confermato la loro iscrizione ed un sentito benvenuto ai nuovi soci, sempre più numerosi. Un caro saluto a tutti e ciao alla prossima occasione! Pompieropoli 2009 Iniziativa "La solidarietà rende il Natale splendente" della Banca Monte dei Paschi di Siena Musical "Una crociera scanzonata" dell'associazione Amici per la Musica

3 3 La marsupioterapia sperimentata in PIN Con le poltrone donate dall'associazione delle Coccinelle, abbiamo provato a proporre in PIN un metodo molto efficace e di facile uso per promuovere la salute e il benessere dei neonati pretermine e a termine, che consiste nel contatto pelle a pelle con la madre. Tale metodo è stato originariamente proposto a Bogotà, in Colombia, dove è stato sviluppato come alternativa alle cure in incubatrice per i neonati stabili, cioè che respirano in aria ambiente e non presentano patologie severe. E' stata dimostrata la sua efficacia per quanto riguarda il controllo termico, l'allattamento al seno, lo sviluppo di attaccamento madre bambino, indipendentemente dal peso e dall'età gestazionale. Abbiamo visto come il contatto pelle a pelle riduce lo stress dei genitori, nella madre aumenta l'autostima, la soddisfazione e la sensazione di fare qualcosa di positivo per lo sviluppo del bambino. Per far sì che questo metodo sia efficace occorre un posizionamento adeguato del neonato e un'accurata preparazione dell'ambiente. La stanza deve essere in penombra, senza rumori forti e una temperatura compresa fra 22 C e 24 C. La madre deve stare in posizione comoda, semiseduta, indossando un abito confortevole e che permetta di contenere il bambino. Si posiziona il bambino fra i seni della madre, petto contro petto, con il capo girato da un lato in posizione a rana. Il bambino deve rimanere nudo tranne una magliettina di cotone, pannolino e coperto dai vestiti della madre o da una copertina. Il contatto pelle a pelle non dovrebbe avere una durata inferiore ai 60 minuti perché i frequenti cambiamenti risultano troppo stressanti per il neonato. Sembra una preparazione molto lunga e complessa, invece vi possiamo rassicurare del contrario e soprattutto tutto è ricompensato dall'emozione e dal benessere psicofisico che provano le mamme sentendo il contatto con quel cucciolo tanto piccolo e tanto indifeso. E' sicuramente un'esperienza che vale la pena vivere sia come operatore sanitario che, soprattutto, come genitore. Elina e Grazia

4 4 Al sole, con prudenza! Quando, finalmente, arriva l'estate il nostro primo pensiero è di andare al mare, fare lunghi bagni e stare sulla spiaggia ad abbronzarsi al sole. Se poi nella nostra famiglia c'è un bambino la vacanza al mare è senza dubbio preferibile, anche perché concilia le esigenze dei genitori con quelle dei figli meglio di altri tipi di vacanza. Inoltre i medici ci hanno sempre detto che il mare fa bene ai bambini, per cui non ci resta che partire! E' vero che i raggi solari hanno effetti positivi sui piccoli: aumentano la produzione di vitamina D (fondamentale per lo sviluppo del sistema scheletrico), stimolano il metabolismo accelerando l'attività cellulare, migliorano l'umore, rafforzano il sistema immunitario ( per cui il bambino si ammala meno durante l'inverno) ed infine... il bambino è così bello con le guancette abbronzate! Però, ormai da diversi anni, all'arrivo dell'estate si riprende a parlare con sempre maggiore insistenza dei danni causati dall'esposizione al sole. Sappiamo che i raggi del sole sono di due tipi: gli ultravioletti (UV-A e UV-B) e gli infrarossi. Sono soprattutto gli UV-A che, raggiungendo lo strato più profondo della pelle, stimolano la produzione di un pigmento colorato ivi contenuto, la melanina, e ci fanno abbronzare. Gli UV-B invece si fermano negli strati più superficiali della cute dove, provocando la dilatazione dei capillari, determinano arrossamenti ed irritazioni cutanee. I raggi infrarossi scaldano la pelle senza abbronzarla e, amplificando l'azione dei raggi UV-B, aumentano la possibilità di scottature ed eritemi. La pelle ha il compito di proteggere l'organismo dai fattori esterni, ma nel bambino questa difesa è ancora imperfetta perché la cute è molto più sottile di quella dell'adulto e perciò più penetrabile dai raggi solari. Inoltre la pelle dei piccoli non ha ben sviluppati quei termorecettori che negli adulti, dando una sensazione di calore, permettono di valutare il grado di irraggiamento. Anche la melanina, fattore di protezione della pelle, è scarsa nei neonati e devono passare anni prima che il suo sviluppo sia completo. Nel frattempo la pelle del bambino è più soggetta ad arrossamenti ed ustioni e, nei casi più gravi si può avere disidratazione, febbre, svenimento, shock, diminuzione della pressione arteriosa. Un bambino con la faccia abbronzata sembra il ritratto della salute, ma il rossore e poi l'abbronzatura sono segni di un azione dei raggi solari, il cui danno si accumula giorno dopo giorno a partire dalla prima infanzia. La pelle del piccolo si arrossa facilmente, ma altrettanto facilmente guarisce con una crema appropriata; questo non vuol dire che non ci sia stato ugualmente un danno che, aumentando negli anni per successive esposizioni al sole, si manifesterà alla fine con rughe, macchie cutanee, ipercheratosi, etc. Inoltre le capacità immunitarie dei piccoli sono in fase di graduale maturazione per cui l'effetto positivo del sole sul sistema immunitario non si esplica prima del secondo anno di vita. Allora, che fare? Dobbiamo rinunciare a portare i nostri bambini al mare? Assolutamente no! Basta tener presente alcune regole semplici, ma molto importanti, che non sono molto diverse da quelle valide per gli adulti. Evitare l'esposizione al sole dalle 11 alle 16, quando i raggi del sole colpiscono la terra perpendicolarmente e risultano più intensi. Il tempo di esposizione deve essere molto breve nei primi giorni ed aumentare lentamente di giorno in giorno. Se poi si tratta di bambini sotto i 6 mesi di età è consigliabile l'esposizione indiretta al sole, mettendo la carrozzina, sotto l'ombrellone, in modo che gli occhi del piccolo non siano rivolti verso il sole (ricordando però che anche lì arrivano i raggi solari riflessi dalla superficie del mare e dalla sabbia), preferibilmente nella prima metà del mattino o seconda metà del pomeriggio. Coprire la testa con un cappellino di cotone e regolare gli indumenti in base alla temperatura. Non fidarsi delle giornate nuvolose perché i raggi ultravioletti, soprattutto gli UV-B, filtrano anche attraverso le nuvole, per cui non si avverte la temperatura dei raggi, non ci si abbronza, ma è più facile presentare scottature. Proteggere sempre la cute del bambino con un filtro solare, il cui scopo è quello di assorbire le radiazioni ultraviolette, soprattutto le UV-B. In commercio ne esistono molti tipi diversi per formulazione e per fattore di protezione. I solari sotto

5 5 forma di olio hanno un fattore di protezione basso e non sono quindi adatti per i bambini. Le emulsioni-spray hanno una consistenza acquosa per cui evaporano facilmente e non garantiscono una protezione adeguata. Meglio il latte ed il gel che si stendono facilmente e si assorbono rapidamente. Perfetti sono i solari in crema, non profumati, da usare sia per il viso che per il corpo. Per quanto riguarda il fattore di protezione, sappiamo che maggiore è il numero di riferimento più elevata è la protezione offerta dal cosmetico. Si consiglia di iniziare con fattori di protezione alti, creme a schermo totale nei più piccoli, per poi eventualmente scendere con estrema gradualità, tenendo presente, solo però nel bambino più grandicello, anche del tipo di carnagione. Anche un filtro molto elevato, addirittura totale, non impedisce alla pelle di abbronzarsi. E' necessario spalmare la crema ogni 2 ore circa, in quantità adeguata, su tutto il corpo. La sera, dopo il bagnetto, è opportuno usare un prodotto idratante dopo sole specifico per l'infanzia. Nei bambini sotto i 6 mesi non abusare con i solari, per la possibilità di reazioni allergiche. Coprire la testa con un cappellino, indispensabile fino a 7-8 anni, e comunque anche nei più grandicelli nei primi giorni di esposizione al sole. Il bambino piccolo deve portare un cappellino con visiera per proteggere anche gli occhi. Il più grandicello li proteggerà con gli occhialini da sole. Far indossare al piccolo, oltre al costumino, una maglietta bianca o di un colore chiaro, che respinge i raggi solari, anche quando è in acqua, soprattutto nei primi giorni. Avere sempre una scorta d'acqua, non fredda né gassata, per far bere il bambino a volontà, senza limitazioni. Superfluo ricordare che l'acqua è sempre la bevanda migliore, ma anche i succhi di frutta poco zuccherati possono andar bene. Alimentare il bambino con cibi sani e nutrienti, abbondando in frutta e verdura e limitando al massimo i cibi grassi (es. bomboloni, patatine, pizza). Somministrare integratori alimentari, consigliati dal pediatra, ai bambini più grandi. I pericoli maggiori di scottature e di accumulo delle radiazioni si hanno nelle vacanze brevi, soprattutto nel fine settimana. L'organismo infatti ha bisogno di tempo per adattarsi ai cambiamenti di clima ed alla pelle servono parecchie ore per mettere in atto i meccanismi di difesa, a maggior ragione in un bambino piccolo le cui difese sono ancora imperfette. Usare quindi filtri solari più forti e limitare l'esposizione al sole. In montagna i raggi solari sono meno filtrati che al mare, il pericolo di scottature aumenta e quindi la pelle va protetta con attenzione ancora maggiore! Se poi, nonostante tutte le precauzioni prese, la pelle del bambino apparisse arrossata, sarà necessario allontanarlo immediatamente dal sole, evitando l'esposizione per alcuni giorni. Una crema lenitiva potrà dargli un po' di sollievo, ma solo il tempo e la lontananza dai raggi solari potranno guarirlo. Quindi, se vogliamo goderci le meritate vacanze al mare con i nostri figli, dobbiamo ricordarci queste semplici regole ed il nostro impegno sarà ampiamente ricompensato dalla mancanza di problemi per i nostri figli e, di conseguenza, per noi. Dott.ssa Maria Grazia Vanni

6 6 "Pubblichiamo la lettera di ringraziamento dei genitori di Mila Sophie"

7 La cura del cordone ombelicale 7 Il cordone ombelicale e una formazione anatomica che mette in comunicazione la placenta con il feto. Subito dopo la nascita il cordone, che ha un aspetto gelatinoso e un colorito bianco-madreperlaceo, viene reciso a circa 10 cm dal piano cutaneo del neonato, chiuso con una molletta di plastica e avvolto con una garza sterile asciutta. Con il taglio del cordone cessa la dipendenza totale del piccolo alla madre. D ora in poi il bambino dovrà cavarsela da solo: respirare attivamente, succhiare, deglutire. Dopo la recisione del cordone i vasi ombelicali si trombizzano rapidamente e il moncone del funicolo si essicca assumendo un colorito bruno-nerastro. In genere il moncone cade spontaneamente fra il 7 e il 14 giorno di vita, ma può cadere già in ospedale o dopo un mese. In caso di scarsa igiene o di condizioni che impediscono il normale sviluppo di una flora saprofita protettiva, il moncone ombelicale può divenire la porta di entrata per germi patogeni, responsabili di infezioni locali (onfaliti) o generalizzate (sepsi). Per questo, accanto alla cura del cordone ombelicale, è preferibile implementare pratiche che garantiscano un distacco del moncone nel più breve tempo possibile, per ridurre il tempo di esposizione potenziale ai germi. Quindi è molto importante praticare un adeguata medicazione del moncone che, favorendone la completa disidratazione, accelera i tempi di caduta ed evita la comparsa di infiammazioni o di infezioni. La neomamma, per l inesperienza e il timore di fare male al piccolo, si può spaventare al pensiero di eseguire questo compito senza l assistenza dell ostetrica, ma in realtà si tratta di una medicazione semplice che va effettuata con attenzione, seguendo alcune piccole indicazioni. Innanzitutto è necessario lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone, poi, utilizzando Soluzione Fisiologica, si pulisce il moncone ombelicale e la cute circostante. Successivamente si asciuga perfettamente con garza sterile e si applicano polveri essiccanti come arnica echinacea. Il moncone deve essere poi avvolto con una garza sterile compiendo più giri in modo da assicurarne la massima protezione e fissato con una rete elastica. Una volta verificatasi la caduta, è sufficiente disinfettare la ferita con acqua ossigenata. La medicazione deve essere effettuata almeno tre volte al giorno. E consigliabile evitare di fare il bagnetto completo al piccolo fino alla caduta del moncone e alla completa cicatrizzazione della ferita ombelicale. L acqua infatti rallenterebbe il processo di essiccazione e quindi la caduta del moncone. Quando è necessario consultare il medico? Anche se in casi molti rari, il distacco del cordone ombelicale può provocare la comparsa di infiammazioni o di infezioni. Se si notano: - arrossamenti accentuati sulla pelle intorno all ombelico, - secrezioni giallastre alla base del moncone, - rigonfiamento dell ombelico che aumenta quando il neonato piange, tossisce o fa uno sforzo (ernia ombelicale), - ritardo nel distacco del moncone ombelicale (oltre cioè le 4 settimane di vita), è necessario chiedere consiglio al pediatra, il quale, una volta verificato il tipo di disturbo, prescriverà la cura più adatta. Anna Maria Ermini, Sara Perrone

8 Bilancio 2009 STATO PATRIMONIALE 2009 Cassa 65,88 Depositi bancari e postali ,27 Disponibilità liquide ,15 Macchinari ,02 Attrezzature industriali e commerciali 5.612,00 Altri beni di ufficio 3.199,02 Immobilizzazioni materiali ,04 Crediti 6,13 TOTALE ATTIVITA' ,32 Fondo di dotazione ,51 TOTALE PASSIVITA' ,51 UTILE DI ESERCIZIO ,81 CONTO ECONOMICO 2009 Cancelleria 122,50 Spese Postali 795,19 Spese Varie 5.872,39 Festa Coccinelle 575,69 Giornalino 1.200,00 Donazioni 889,00 Costi per ricerca 1.313,00 Oneri bancari 80,15 Interessi Passivi 31,50 TOTALE COSTI ,42 Liberalità ,50 Quote socio 885,00 Contributi da Enti e Fondazioni 7.500,00 5 per 1000 (anno 2006/2007) 5.972,18 Raccolta Fondi Musical 2.108,00 Raccolta Fondi Feste 1.302,00 Arrotondamenti 57,78 Interessi Attivi 79,77 TOTALE RICAVI ,23 UTILE DI ESERCIZIO ,81 DONA IL 5 PER MILLE ALL'ASSOCIAZIONE COCCINELLE! Codice Fiscale: Coccinelle News 2010 pubblicazione celebrativa stampata presso Ind. Grafi ca Pistolesi - N esemplari, diffusione gratuita. Testi ed immagini sono scelti e proposti da: Associazione Coccinelle - Amici del neonato (ONLUS) c/o Sezione di Pediatria Preventiva e Neonatologia Policlinico Le Scotte Viale Bracci Siena ~~~~~ Web Hanno collaborato alla realizzazione: F. Bagnoli E. Berta S. Bianciardi A.M. Ermini F. Giuggioli E. Lolli S. Perrone M. Profeti M.G. Vanni PER IL PAGAMENTO DELLE QUOTE SOCIALI O PER LE VOSTRE DONAZIONI (fiscalmente detraibili, conservando la ricevuta del versamento) - tramite Bollettino Postale Conto Corrente Postale Numero tramite Bonifico Bancario IBAN IT43J Conto Corrente Postale Banca Posteitaliane Siena intestato a Associazione Coccinelle Amici del Neonato (ONLUS) di Siena PER IL VERSAMENTO DEL 5 PER 1000 Codice Fiscale

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Kangaroo Mother Care Una guida pratica

Kangaroo Mother Care Una guida pratica ARTICOLO DI AGGIORNAMENTO Acta Neonantologica & Pediatrica, 1, 2006, 5-39 Kangaroo Mother Care Una guida pratica Edizione Italiana del testo WHO a cura del Gruppo di Studio della S.I.N. sulla Care in Neonatologia

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 190683 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Trekking di più giorni

Trekking di più giorni SEZIONE DI MORTARA Trekking di più giorni Cosa portare nello zaino Escursioni di più giorni Per i trekking il discorso peso diventa ancora più importante delle escursioni di un giorno o due. Portare sulle

Dettagli

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Tween 20 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA, S.A. E 08110

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Sommario Premessa Movimentazione Installazione Manutenzione Avvertenze 2 Premessa 3

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

: acido 4-Formilfenilboronico

: acido 4-Formilfenilboronico UnaveraChemLab GmbH SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione 04.07.2013 Data di stampa 12.11.2014 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA

FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO Benvenuti in maternità DIPARTIMENTO PER LA SALUTE DELLA DONNA, DEL BAMBINO E DEL NEONATO U.O. DI NEONATOLOGIA E TERAPIA INTENSIVA NEONATALE 1 Con

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica.

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica. sono due cose diverse (in scienze si dice sono due grandezze diverse). 01.1 Cos'è il calore? Per spiegare cos è il calore facciamo degli esempi. Esempi: quando ci avviciniamo o tocchiamo un oggetto caldo

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE Pagina: 1/ 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Denominazione commerciale: SILIFIM ALTE TEMPERATURE Articolo numero: art.01004/01004a Utilizzazione della Sostanza / del

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

D-7537-2009. Più vicini che mai all ideale CALEO

D-7537-2009. Più vicini che mai all ideale CALEO D-7537-2009 Più vicini che mai all ideale CALEO 02 Caleo Qual è l ambiente migliore per i neonati pretermine? ARRIVI PRECOCI Quando i bambini nascono prematuri, si ritrovano ad affrontare un mondo pieno

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO IASMA Notizie OLIVICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige 24 giugno 2011 n. 2 IASMA Notizie n. 28 - Anno

Dettagli

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port Che cos è il Port? Le informazioni fornite in questo opuscolo vi aiuteranno a capire meglio che cosa sono i port e a trovare risposta ad alcuni quesiti riguardanti i port sottocutanei Bard Access. Sommario

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16 Diabete di tipo 2 ed Obesità Serie N.16 Guida per il paziente Livello: facile Diabete di tipo 2 ed Obesità - Serie 16 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera,

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

3. COMPOSIZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI

3. COMPOSIZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI Pag. 1 di 7 SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA' DENOMINAZIONE COMMERCIALE PRODOTTO: PROCESS OIL NC 100 CODICE PRODOTTO: 4S99 USO O DESCRIZIONE:

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano Vice ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA (Ge.F.I) Presidente LINEE GUIDA PER LA REPERTAZIONE DI TRACCE BIOLOGICHE PER LE ANALISI DI GENETICA FORENSE NEL PERCORSO ASSISTENZIALE DELLE VITTIME DI VIOLENZA SESSUALE E/O

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli