Dossier informativo per investitori: Tecnologie per i Beni Culturali A Firenze la cultura incontra il business

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dossier informativo per investitori: Tecnologie per i Beni Culturali A Firenze la cultura incontra il business"

Transcript

1 Dossier informativo per investitori: Tecnologie per i Beni Culturali A Firenze la cultura incontra il business

2 I contenuti riportati in questo dossier fanno parte di un progetto di marketing territoriale sviluppato dall Istituto di Management, Scuola Superiore Sant Anna (Pisa), per conto del Comune di Firenze. La Scuola Superiore Sant Anna (www.sssup.it) è un istituto universitario pubblico a statuto speciale, che opera nel campo delle scienze applicate, quali scienze economiche e manageriali, scienze giuridiche, scienze politiche, scienze agrarie e biotecnologie, scienze mediche, ingegneria industriale e dell informazione. All interno dell Istituto di Management della Scuola Sant Anna i ricercatori del gruppo MAIN (Management & Innovation) sono impegnati in progetti di ricerca che mirano a comprendere, spiegare e facilitare il management dell innovazione di impresa, delle pubbliche amministrazioni e di cittá/regioni, studiando i processi di innovazione da un punto di vista tecnologico, manageriale, culturale e istituzionale. I ricercatori che hanno curato la realizzazione di questo progetto si occupano di marketing e branding territoriale in relazione alle politiche di sviluppo economico locale e regionale. Oltre alle pubblicazioni scientifiche prodotte, il gruppo di ricerca é coinvolto in progetti di ricerca-azione per conto di amministrazioni locali e regionali. Stampato nel 2014 da Esse-Emme Foto in copertina: Armillary sphere Antonio Santucci Museum Galileo - Institute and Museum of the History of Science, Florence Foto: Sabina Bernacchini 2

3 Gentile lettrice e lettore, nelle pagine che seguono abbiamo cercato di raccontare una Firenze un po diversa dagli stereotipi più diffusi. Eppure è questa la Firenze autentica, moderna, che guarda al futuro senza essere affatto in contraddizione col proprio straordinario passato. Anzi: la Firenze culla del Rinascimento esprime oggi, in un era di globalizzazione e di innovazioni tecnologiche, quegli stessi valori di fiducia nel progresso della conoscenza e di apertura al mondo, dove il culto della bellezza si realizza grazie all esercizio della libera intelligenza. E proprio in un epoca di grandi trasformazioni, come quella in cui viviamo, che si può meglio misurare l attualità di quei valori. La Firenze di Michelangelo e Brunelleschi, di Dante e Machiavelli è, oggi come allora, una città accogliente, dinamica, piena di fermenti intellettuali ed imprenditoriali: una città delle idee, una città dei saperi. Al futuro Firenze guarda con la convinzione di poter offrire condizioni per vivere bene, studiare e lavorare al meglio. Non solo una città in cui emozionarsi come turista. Per questo la città e le sue istituzioni guardano con fiducia e impegno a coloro che siano interessati a valutare un possibile investimento sul territorio fiorentino, certi del valore di una localizzazione a Firenze. In questo volume abbiamo raccolto alcune informazioni relative al settore dei beni culturali. Firenze è già oggi un grandioso laboratorio per applicazioni tecnologiche e iniziative imprenditoriali, con un potenziale ancora solo parzialmente espresso. E un tema sul quale le istituzioni locali vogliono esprimere un impegno forte e mirato, scommettendo sulla cultura come driver di sviluppo economico. Siamo fiduciosi che questo strumento informativo possa contribuire ad una riflessione sulla localizzazione di vostre possibili nuove attività. Vi proponiamo di unirvi a noi nel costruire una nuova stagione del Rinascimento fiorentino. Il Sindaco Firenze, giugno

4 Indice Executive summary Firenze: profilo in sintesi pag. 5 5 buoni motivi per investire a Firenze pag. 6 Firenze e la Toscana pag. 9 Perché investire a Firenze 1. Patrimonio culturale unico pag Filiera di tecnologie e servizi per i beni culturali: dalla conservazione pag. 13 e restauro alla valorizzazione e diffusione 3. Meeting point europeo pag Città-laboratorio dell economia della cultura pag Capitale umano e competenze distintive pag. 39 Contatti pag. 44 4

5 Firenze: profilo in sintesi Firenze è capoluogo della Toscana, una regione del Centro Italia con una popolazione di 3.7 milioni di abitanti (7 Stati dell Unione Europea hanno una popolazione inferiore a quella toscana). LEGEND Firenze si trova a: 1h18 da Roma (treno AV) 1h40 da Milano (treno AV) Nel raggio di 400 km dalla città si concentra il 75% della ricchezza prodotta in Italia, nonchè il 10% della ricchezza prodotta in Europa. Popolazione: (città) 1 milione (area fiorentina) Settori principali per addetti in provincia di Firenze (indice di specializzazione): 1 Apparecchiature elettroniche (1.8) Farmaceutica (1.5) Cuoio e Pelle (1.5) Istruzione (1.4) Servizi di informazione e comunicazione (1.4) Apparecchiature meccaniche e elettroniche (1.3) Firenze è: l hub universitario della Toscana: il 48% dei laureati in regione una città con alta capacità di attrazione: il 42% dei residenti in città non è nato a Firenze Firenze nelle classifiche In Italia 2 : 1 Vivibilità 1 per estensione procapite di aree a traffico limitato 2 Smart Government 4 Dotazione Infrastrutturale 4 per estensione procapite di verde fruibile in area urbana 4 Smart mobility Nel mondo 3 : 1 Culture and Sightseeing (World) 1 Great Food and Wine (Europe) 2 Top 25 Cities in the World 2013 (Condè Nast Traveler) 6 The World s Most Reputable Cities OCO Global 2012; settori Ateco. 2. Classifiche (nell ordine): Fondazione per la Sussidiarietà e Politecnico di Milano 2012; Legambiente e Sole24Ore 2013; Smart City Index 2013 (by between); Qualità della vita 2013 Sole 24 Ore; Legambiente e Sole 24 Ore 2013; Smart City Index 2013 (by between); Qualità della vita 2013 Sole 24 Ore. 3. Classifiche (nell ordine): Tripdavisor 2010; Tripadvisor 2010; Condè Nast Traveler 2013; Reputation Institute Forbes

6 Economia della cultura Il patrimonio culturale, storico e artistico presente in Toscana è tra i più quotati al mondo: la Toscana è la seconda regione italiana per dotazione di infrastrutture culturali. Lo straordinario patrimonio artistico e culturale fornisce materia prima alle imprese toscane appartenenti alle industrie culturali e creative. A Firenze l importanza dell economia della cultura è provata dal tessuto imprenditoriale locale: la provincia di Firenze è al 1 posto in Italia per incidenza di imprese del sistema produttivo culturale sul totale delle imprese registrate.in questo contesto particolarmente favorevole, Firenze punta a diventare leader internazionale nel campo delle tecnologie avanzate e dei servizi ad alto valore aggiunto per i beni culturali. 5 buoni motivi per investire a Firenze: 1. Patrimonio culturale unico Il patrimonio culturale, storico e artistico della città è tra i più quotati al mondo e rappresenta la materia prima di prestigio, un occasione unica di sperimentazione, validazione e visibilità internazionale 2. Una filiera di tecnologie avanzate e servizi ad elevato valore aggiunto per i beni culturali: dalla conservazione e restauro alla valorizzazione e diffusione Firenze si caratterizza per una concentrazione di imprese e centri di ricerca di prestigio internazionale che operano nei settori del restauro, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale mediante l alta tecnologia : dalla R&S e commercializzazione di strumentazione avanzata per il restauro, allo sviluppo e distribuzione di piattaforme, soluzioni e contenuti multimediali per l arte, per la formazione e per il turismo, ai servizi ad alto valore aggiunto per la fruizione di beni museali e artistici. 3. Meeting point europeo La città di Firenze è meta di turismo congressuale la cui specializzazione riflette la vocazione della città: i beni culturali. La città è facilmente accessibile dall estero, offre spazi e strutture per eventi internazionali dedicati all arte, cultura e turismo culturale, in un contesto urbano dall elevata attrattività, un marchio turistico forte e competitivo su scala internazionale e un offerta locale di servizi di supporto all organizzazione di elevata professionalità 4. Una città-laboratorio dell economia della cultura Il sistema fiorentino è un contesto fertile per l impresa innovativa: governance, spazi dedicati, capacità di attrazione di finanziamenti per la ricerca avanzata, un sistema informativo urbano evoluto 6

7 5. Capitale umano e competenze distintive Il più grande bacino di forza lavoro in Toscana, il maggior polo universitario nel sistema regionale, competenze distintive e irreplicabili nella conservazione e restauro dei beni culturali Firenze, marchio di cultura e arte Il David di Michelangelo, eroe biblico simbolo della città di Firenze, rappresenta l Italia all Expo 2015 di Milano Italy s symbol for Expo the Universal Exposition that will take place in two years in Milan, and that represents a great opportunity for the hosting country, both in terms of visibility and development, possibly economic - will be an icon of Italian art and genius throughout the world. The choice for symbol fell on the David, Michelangelo Buonarroti s sculpture dating to the 1500 s, and conserved in the Galleria of the Academy in Florence, and ambassador of the Tuscan capital at the international level. It will be this work - or rather a copy of it - that will dominate the square in front of the Italia Pavillion at the Universal Exposition. Two reasons behind the organizers choice: firstly, the touristic appeal, since one of the Expo s objective is to generate the rebirth, at the international level, of the desire to visit the Bel Paese, said Expo 2015 President, Diana Bracco; secondly, because it synthesizes the Italian qualities reknown around the world: the genius and the art. The David place at the center of the Italian wager on the Expo also serves as a starting point for Tuscany s commitment to make the international event an important driver for development: the goal is to bet, firstly, in the on the Regional territory s touristic appeal on a global level - and here the goal for 2015 is to increase the number of yearly tourists by at least one million; but also to showcase the best projects and innovative ideas present on the regional territory. Excellence and innovation are the two passwords that Tuscany intends to promote at Milan s Exposition, and to this effect, a wide effort was launched to include universities, research centers and the business networks in the task Fonte: U6gnP1sU.dpuf. 7

8 Copia David di Michelangelo Foto: Davide Cataldo

9 Firenze e la Toscana Firenze è capoluogo della Toscana, una regione che si caratterizza per un elevato grado di internazionalizzazione in base al significativo peso delle esportazioni sull economia regionale (+7,4% nel 2012 contro un +4,10% della media nazionale), ai flussi turistici (circa 5,9 milioni di arrivi annuali in Toscana, il 13% degli arrivi in Italia) 5, e agli investimenti diretti esteri (Toscana, Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia-Romagna ospitano il 90% dello stock di investimenti esteri in Italia) 6. Firenze gioca un ruolo chiave nell economia regionale. Da sempre immagine della Toscana nel mondo, la città ha visto crescenti flussi turistici negli ultimi anni (+12,1% nel periodo ), grazie a una forte valorizzazione dei propri asset e al costante sviluppo dell infrastruttura aeroportuale regionale. È il turismo un eccezionale vettore di flussi di presenze internazionali a Firenze, che è tra le città d arte più visitate in Italia. Oltre al turismo, la Toscana ha una forte vocazione high tech, con oltre addetti e un fatturato complessivo di 12 miliardi di euro. Firenze si posiziona nel contesto toscano come capitale dell high tech con il 33,9% delle localizzazioni d impresa, il 36,5% dell occupazione, e il 47% del fatturato 7 e si conferma area a maggiore specializzazione nella meccanica avanzata, un comparto che ha mostrato forte competitività anche in una fase economica critica. Il contesto fiorentino si specializza nei settori life science del biomedicale e farmaceutico, nell elettronica, optoelettronica e fotonica - applicate anche al restauro e alla conservazione dei beni culturali -, nella meccanica per l energia e l ambiente, e nell ICT. El.En. SpA, Esaote SpA, GE Oil&Gas- Nuovo Pignone, Yanmar, Bassilichi SpA, Thales Italia SpA sono solo alcune delle imprese multinazionali presenti nell area fiorentina. Il sistema moda è un altra componente fondamentale dell economia fiorentina e regionale: nella provincia di Firenze si trovano i distretti pelli, cuoio e calzature del Valdarno superiore e di Castelfiorentino, e il distretto tessile-abbigliamento nell empolese, per un totale di imprese attive sul territorio 8, la prima provincia italiana per numero di unità locali attive nel sistema moda in Italia con addetti 9. Gucci, Ferragamo, Emilio Pucci, Ermanno Scervino, Braccialini, Stefano Ricci sono solo alcuni dei brand della moda fiorentina. 5. Irpet (2012) Rapporto sul Turismo in Toscana. La Congiuntura Firenze: Irpet. 6. Banca d Italia (2013) Economie Regionali. L Economia della Toscana, Firenze. 7. Osservatorio imprese high tech (2013) Alta Tecnologia in Toscana. IV Rapporto annuale. Unioncamere e Istituto di Management, Scuola Superiore Sant Anna. 8. Elaborazioni Camera di Commercio di Milano su dati Infocamere Camera di Commercio di Milano, elaborazione dati Infocamere

10 Perché investire a Firenze Le opportunità di investimento nell economia dei beni culturali a Firenze sono molteplici e incontrano interessi imprenditoriali di natura diversa: dalla R&S e commercializzazione di strumentazione avanzata per il restauro, allo sviluppo e distribuzione di piattaforme, soluzioni e contenuti multimediali per l arte, per la formazione e per il turismo, ai servizi ad alto valore aggiunto per la fruizione di beni museali e artistici, all organizzazione di eventi di richiamo internazionale. Ecco 5 buoni motivi per investire a Firenze 1. Un patrimonio culturale unico Il patrimonio culturale, storico e artistico toscano è tra i più quotati al mondo e rappresenta la materia prima di prestigio, utilizzata da una filiera di tecnologie e servizi volti a conservare, restaurare, valorizzare e diffondere i beni culturali. Firenze è la principale città d arte toscana, un marchio di arte, cultura e innovazione riconosciuto a livello mondiale. Qui è nato il Rinascimento e Firenze è da sempre sinonimo di progresso, conoscenza e innovazione. Filippo Brunelleschi e la Cupola di Santa Maria del Fiore Un recente articolo del National Geographic racconta la storia del mistero del Duomo di Firenze: How did Brunelleschi position each brick, stone beam, and other structural element with such precision inside the vastly complex cathedral a task that modern architects with their laser levels, GPS positioning devices, and CAD software would still find challenging today? In 1418 the town fathers of Florence finally addressed a monumental problem they d been ignoring for decades: the enormous hole in the roof of their cathedral ( ) Their predecessors had begun the church in 1296 to showcase the status of Florence as one of Europe s economic and cultural capitals, grown rich on high finance and the wool and silk trades. It was later decided that the structure s crowning glory would be the largest cupola on Earth, ensuring the church would be more useful and beautiful, more powerful and honorable than any other ever built, as the grandees of Florence decreed ( ) So in 1418 the worried Florentine fathers announced a contest for the ideal dome design, with a handsome prize of 200 gold florins and a shot at eternal fame for the winner. ( ) a short, homely, and hot-tempered goldsmith named Filippo Brunelleschi, promised to build not one but two domes, one nested inside the other, without elaborate and expensive scaffolding. Yet he refused to explain how he d achieve this, fearing that a competitor would steal his ideas ( ) The first problem to be solved was purely technical: no known lifting mechanisms were capable of raising and maneuvering the enormously heavy materials he had to work with, including sandstone beams, so far off the ground. Here Brunelleschi the clockmaker and tinkerer outdid himself ( ) Brunelleschi s lifts were so far ahead of their time that they weren t rivaled until the industrial revolution, though they did fascinate generations of artists and inventors, including a certain Leonardo from the nearby Tuscan town of Vinci, whose sketchbooks tell us how they were made ( ) Filippo Brunelleschi raised true artists to the rank of sublime creators, worthy of eternal praise in the company of the saints, an image that would dominate the Renaissance. In fact, he paved the way for the cultural and social revolutions of the Renaissance itself, through his complex synthesis of inspiration and analysis, his bold reworking of the classical past to the needs and aspirations of the present. (.) Somehow Brunelleschi captured freedom in stone, exalting the Florentine skyline ever after with an upward- yearning embodiment of the human spirit National Geographic, 10

11 Cupola del Duomo Comune di Firenze 11

12 In Toscana, la seconda regione italiana per dotazione di infrastrutture culturali, si trovano 6 dei 45 siti UNESCO presenti in Italia, 694 musei (1 ogni abitanti!), oltre 20mila beni culturali censiti, più di 6 milioni e mezzo di volumi contenuti in circa biblioteche, beni immobili archeologici o architettonici vincolati (la prima regione in Italia) e 250 teatri funzionanti. Nella provincia di Firenze si trovano 187 musei, il 27% dei musei regionali, di cui 97 nella sola città di Firenze. I Musei Civici nel 2013 hanno registrato 1,2 milioni di visitatori, segnando un +60% sull anno precedente, con presenze in crescita soprattutto a Palazzo Vecchio e Santa Maria Novella 11. Tra i musei fiorentini, la Galleria degli Uffizi e la Galleria dell Accademia sono il 3 e il 4 museo più visitati in Italia con rispettivamente 1,6 e 1,2 milioni di visitatori l anno 12. Questi due musei fanno parte del Polo Museale Fiorentino che nel solo mese di luglio 2013 ha registrato visite con un incremento dell 8,9% rispetto all anno precedente. Il Polo Museale Fiorentino è costituito da 24 musei tra cui la Galleria degli Uffizi, la Galleria dell Accademia, il Corridoio Vasariano, il Museo Nazionale del Bargello, 5 Ville, 5 Cenacoli e Chiostri, 21 mostre temporanee (nel 2013). Il patrimonio culturale fiorentino è inoltre in continua espansione. Ad aprile 2014 é stato inaugurato il Museo del Novecento in Piazza Santa Maria Novella: un museo di 20 sale che ospitano opere contemporanee. Il Museo è uno dei progetti più recenti, insieme a Palazzo Vecchio rinnovato con nuovi spazi, ai progetti per il restauro di varie opere, all allestimento degli Arazzi del Bronzino nel Salone dei Duecento, al progetto di raddoppio della biblioteca delle Grandi Oblate che si trasformerà in public library a scaffale aperto sul modello europeo, e al progetto Florence I Care con il supporto di privati nel restauro dei beni culturali. Un altro importante progetto è quello del Nuovo Teatro dell Opera inaugurato a maggio All interno del Nuovo Parco della Cultura e della Musica, il Teatro è la sede della Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino, una delle più prestigiose fondazioni liriche italiane. L Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino vede la direzione artistica principale di Zubin Mehta, uno dei massimi musicisti viventi che ha celebrato nel 2012 il 50 anniversario del suo debutto a Firenze. Il Nuovo Teatro è posizionato in un area riqualificata della città, tra il Parco delle Cascine e l ex-stazione Leopolda, e comprende una sala dedicata alla lirica per posti a sedere, una sala dedicata alla musica sinfonica (auditorium) per posti, sale prova per orchestra, coro e ballo, laboratori, per una superficie utile coperta pari a circa mq. All esterno è stata ricavata una cavea di posti e un giardino pensile di circa mq ad uso pubblico. Inaugurazione del nuovo teatro dell Opera di Firenze Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Nuovo Teatro dell Opera Teatro del Maggio Musicale Fiorentino 11. Fonte: 12. Irpet (2011). Musei della Toscana. Rapporto Firenze: Regione Toscana. 12

13 2. Una filiera di tecnologie e servizi per i beni culturali: dalla conservazione e restauro alla valorizzazione e diffusione La provincia di Firenze è al 1 posto in Italia per incidenza delle imprese del sistema produttivo culturale (industrie culturali e creative) sul totale delle imprese fiorentine (11.9%) 13. L importanza dell economia della cultura a Firenze è evidente: nella provincia si registrano oltre addetti nelle industrie culturali e si sale a unità se si considera l intera economia della cultura 14. Il territorio fiorentino, in particolare, si caratterizza per una specializzazione nell alta tecnologia per i beni culturali (High Tech Cultural Heritage, HTCH) considerando che il 42.78% delle imprese HTCH toscane si trovano proprio nella provincia di Firenze 15. Non tutte le imprese presenti si occupano esclusivamente di beni culturali, data la versatilità delle tecnologie utilizzate che vedono diverse applicazioni, mentre alcune imprese si sono specializzate in diverse tipologie di attività connesse all alta tecnologia per i beni culturali. Un recente studio 16 a livello regionale, realizzato su un campione di 140 imprese, ha individuato tre macro-categorie che evidenziano i caratteri principali del comparto: Restauro e conservazione del patrimonio culturale e protezione del territorio (64% del campione) Architettura, design, allestimenti, servizi museali (13% del campione) ICT e digital media (23% del campione) Non solo imprese attive nell HTCH, ma anche un ricco sistema di attori istituzionali che partecipano al cluster dell alta tecnologia per i beni culturali: l area fiorentina si posiziona all interno di un network regionale di 23 dipartimenti universitari, 26 centri di ricerca, 9 istituti del CNR (Centro Nazionale delle Ricerche), 2 laboratori pubblico-privati e circa 20 altre istituzioni che contribuiscono alla ricerca, sviluppo, progettazione e commercializzazione di prodotti e soluzioni per la conservazione, restauro, valorizzazione e diffusione dei beni culturali. Restauro e conservazione dei beni culturali In questo macro-settore si posiziona il comparto del restauro, diagnostica e conservazione dei beni culturali mediante l alta tecnologia. A Firenze ha sede l Opificio delle Pietre Dure (OPD), leader a livello mondiale nel campo del restauro: grazie alla presenza dell Opificio, le competenze presenti nel settore sono difficilmente imitabili. Si tratta di un istituto pubblico Istituto centrale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - riconosciuto come centro di eccellenza a livello mondiale e promotore di innovazione tecnologica nel settore: il suo punto di forza è saper unire le maestranze artigiane con la potenzialità delle tecnologie. L OPD opera nel campo del restauro delle opere d arte, con particolare attenzione alla diagnostica e allo studio dei materiali di restauro. Svolge attività di ricerca nel campo della diagnostica scientifica e in quello delle metodologie conservative dei beni culturali attraverso il suo Laboratorio Scientifico (fisico, chimico e biologico) e il Settore di Climatologia e Conservazione 13. Unioncamere e Symbola (2013) Io Sono Cultura L Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi. Rapporto Unioncamere e Symbola (2013) Io Sono Cultura L Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi. Rapporto Irpet (2012) Il settore dell Alta Tecnologia applicata ai beni culturali in Toscana. Firenze: Irpet. 16. Irpet (2012) Il settore dell Alta Tecnologia applicata ai beni culturali in Toscana. Firenze: Irpet. 13

14 Preventiva. L OPD ha numerose collaborazioni con l estero per varie attività tra cui consulenze, convegni e conferenze, corsi e attività didattiche di alta formazione nel restauro, mostre (tra le più recenti una collaborazione con il Metropolitan Museum di New York), prestiti di opere e restauri. È partner istituzionale di enti pubblici, università, istituti di ricerca nazionali e stranieri, e nel 1998 ha stipulato una convenzione con l Istituto Nazionale di Ottica (si veda di seguito la sezione Centri di ricerca). Uno dei progetti più recenti è l intervento di pulitura e conservazione di Alchemy, tra i primi lavori di Jackson Pollock, su affidamento della Collezione Peggy Guggenheim che ha scelto l istituto fiorentino per recuperare le qualità estetiche dell opera: l obiettivo è stato riportare alla luce i colori ormai opacizzati nonché l effetto tridimensionale creato dalla tecnica usata da Pollock. Sarà - ha spiegato il responsabile del progetto di restauro - uno dei più grandi lavori di pulitura mai fatta a un opera contemporanea: Alchemy sarà sottoposto a un intervento meticoloso di pulitura della sua complessa superficie pittorica costituita da diversi strati di smalto, resina alchidica e colori a olio, uniti a una combinazione di diversi materiali quali stringhe, sabbia e sassolini, il tutto combinato in un impasto denso, grumi di pittura, schizzi e sgocciolamenti 17. Firenze, luogo di sperimentazione, validazione, visibilità internazionale Si svela l Oro del Battistero - Il restauro della celebre Porta Nord del Battistero di Firenze di Lorenzo Ghiberti, in corso dopo 600 anni, sta ottenendo dei risultati eccezionali, al di là di ogni aspettativa: sotto lo sporco e le incrostazioni superficiali di secoli è riemersa la splendida doratura originale presente nei rilievi scultorei delle 28 formelle, nelle testine di Profeti e Sibille e nel bellissimo fregio a motivi vegetali brulicante di piccoli animali ( ) Un contrasto, tra la luminosità dell oro e lo scuro del bronzo, che rende quest opera straordinaria, al pari della bellezza della Porta del Paradiso. L eccezionale restauro è diretto ed eseguito dall Opificio delle Pietre Dure di Firenze su incarico dell Opera di Santa Maria del Fiore. Si tratta di un restauro interamente finanziato con fondi privati messi a disposizione dalla stessa Opera di Santa Maria del Fiore e della Guild of the Dome Association, di cui fanno parte imprenditori di tutto il mondo ( ) Fondamentale nel restauro della monumentale Porta Nord è la precedente esperienza maturata dall Opificio sul grande progetto di conservazione e restauro della Porta del Paradiso, terminato nel settembre 2012 dopo 27 anni: le numerose innovazioni tecnologiche e l alta professionalità del personale, hanno avuto un immediata e positiva ricaduta ( ) 18. A Firenze tra le imprese è presente, ad esempio, Cooperativa Archeologia (www.archeologia.it) che opera nella ricerca, nella conservazione e nella valorizzazione dei beni culturali, includendo attività didattiche e turistico-culturali. Impiega circa 150 soci-lavoratori di cui circa 80 tecnici archeologi, architetti, restauratori, oltre a circa 30 collaboratori. La cooperativa svolge attività nei settori del restauro avvalendosi di un laboratorio altamente specializzato nel restauro di manufatti (oltre 300 interventi sui più importanti monumenti italiani e su tutte le tipologie di opere d arte) e dell archeologia (oltre 850 interventi di scavo e assistenza archeologica in tutto il paese, con ritrovamenti e attività di conservazione di grande importanza scientifica). 17. Fonte: 18. Fonte: 14

15 Alta tecnologia per restauro e conservazione A Firenze le tecnologie laser hanno portato grandi progressi in ambito di conservazione dei materiali, una tecnologia che vede importanti applicazioni nel campo dei beni culturali. A Firenze ci sono state condizioni incentivanti lo sviluppo di applicazioni laser per i beni cultuali grazie alla presenza sia di aziende specializzate in tutta la filiera dei beni culturali, e dunque alla presenza di un vero e proprio art restoration cluster 19, sia alla prossimità fisica a centri di produzione e ricerca di fotonica e optoelettronica. Le ricerche svolte dall Istituto di Fisica Applicata Nello Carrara (IFAC,si veda di seguito la sezione Centri di ricerca) e un intensa partnership fiorentina nel settore hanno portato a una piena introduzione delle tecniche laser nelle metodologie di conservazione di materiali lapidei, metalli dorati e dipinti murari a livello internazionale. Competenze tecniche di natura diversa (fisica, ingegneria, robotica, chimica ), ricerca avanzata, capacità di collaborazione tra pubblico e privato e tra impresa e enti di ricerca, nonché un patrimonio artistico che offre opportunità di validazione, ma anche di eccezionale visibilità internazionale, rendono Firenze il luogo di sperimentazione avanzata della tecnologia laser, per frequenza, intensità e sistematicità degli sforzi di sperimentazione. L area metropolitana fiorentina e la Toscana sono leader in Italia nel campo dell ottica, fotonica e optoelettronica, offrendo una concentrazione davvero unica di know how scientifico e imprenditorialità. L Italia è il 4 mercato europeo nella fotonica (dopo Germania, Regno Unito e Francia) per numero di imprese specializzate, con un tasso di crescita annuale del 7-10%, e si posiziona al 4 posto in Europa per numero di istituti di ricerca dedicati 20. Photonics Tuscany Italy Turnover 1 billion 9 billion (17% EU market) N enterprises N Employees Researchers 300 (industrial researchers) Fonte: CNR-IFAC 2011 Tecnologie sviluppate in Toscana: Photonic system design Artificial vision Photonic sensors Photometry/colorimetry Lightning High power photonics Lasers MicroOptics Optical components Italian Market: Optoelectronics & Photonics Sectors (Fonte: CNR-IFAC 2011) 19. Lazzeretti L. (a cura di) (2004) Art Cities, Cultural Districts and Museums, Firenze University Press, Firenze. 20. Deloitte (2013) Optoelettronica. Analisi Settori Target (Regione Toscana). 15

16 Riproduzione Trattato di Pozzo Toscanelli, Della prospettiva Museo Galileo-Istituto e Museo di Storia della Scienza L area fiorentina si è specializzata in una varietà di settori tra cui: Tecnologie laser/optoelettroniche non medicali: sistemi laser di alta potenza per vari tipi di material processing e sistemi di rilievo regionale per le ricadute applicative nel settore della conservazione dei beni culturali, per la pulitura e il restauro delle superfici artistiche Sensori e microspie avanzate: sistemi basati su tecniche ottiche e spettroscopiche per il monitoraggio di inquinanti Componenti ottici: produzione di lenti, prismi, fibre ottiche, obiettivi, sistemi di scansione e di rilevazione; apparecchi per l acquisizione e processamento di immagine ad alta risoluzione 16

17 Firenze, un modello di innovazione A Firenze ci sono state condizioni incentivanti lo sviluppo di applicazioni laser per i beni culturali. Il testo L esperienza Toscana delle tecnologie per il restauro e la valorizzazione 21 ci racconta lo sviluppo della tecnologia laser a Firenze. La storia inizia con il restauro negli anni Novanta della porta del Paradiso del Ghiberti al Battistero di San Giovanni di Firenze, danneggiate dall alluvione del Il restauro fu l occasione per l avvio di una proficua collaborazione tra l Istituto di Fisica applicata Nello Carrara del CNR di Firenze (IFAC-CNR), l Opificio delle Pietre Dure incaricato del restauro, e l azienda El.En per la realizzazione di un apparecchio laser tramite un progetto di adeguamento dei parametri dei sistemi laser già usati in ambito medicale. Successivamente un progetto del CNR sviluppò un laser a neodimio con impulso di decine di microsecondi, una novità che richiese una fase di test su vari materiali. Il gruppo El.En forní il know-how di livello internazionale in ambito medicale - e sviluppò uno strumento laser a basso costo. A fine anni Novanta, dopo una serie di studi e test, El.En poté commercializzare lo Smart Clean. Un ruolo importante è stato giocato dalle istituzioni locali, che permisero l uso sperimentale del laser nelle attività di restauro credendo in questa tecnologia. Il governo regionale, inoltre, finanziò le prime attività progettuali. Uno dei restauri piú famosi è quello del David di Donatello nel , che si è tenuto nella Sala del Donatello all interno del Museo del Bargello, sotto gli occhi dei visitatori che poterono fare esperienza di un cantiere allestito appositamente per essere visibile al pubblico. Nel settore della strumentazione laser per la conservazione e restauro dei beni culturali a Firenze troviamo una best practice riconosciuta a livello internazionale, una storia di intensa collaborazione interdisciplinare tra enti di ricerca, enti di tutela, centri di restauro: El.En SpA (www.elengroup.com) è leader mondiale nel settore optoelettronico ed è nata nel 1981 come spin-off dell Università di Firenze. Oggi è società quotata in borsa (segmento STAR, borsa di Milano), e, con 175 addetti (oltre 900 addetti nel Gruppo El.En.), El.En produce e commercializza, con tecnologia propria, sorgenti laser (a gas, a semiconduttori, allo stato solido e liquido) e sistemi laser innovativi per applicazioni medicali, industriali e per i beni culturali: i laser di El.En trovano applicazione in dermatologia, chirurgia, estetica, fisioterapia, otorinolaringoiatria, così come in ambito industriale per il taglio, saldatura di metalli, marcatura di legno, plastica e vetro ma anche per la decorazione di pelli e tessuti fino al restauro conservativo di opere d arte. 21. Lazzeretti, L. (2012) Cluster creativi per i beni culturali. L esperienza toscana delle tecnologie per la conservazione e valorizzazione. Firenze: Firenze University Press. 17

18 Il cluster fiorentino della fotonica partecipa allo SPIE Photonics West 2014 Si tratta del maggiore appuntamento mondiale del settore: nell ambito di un progetto regionale di attrazione degli investimenti, i rappresentanti di Toscana Promozione hanno partecipato con alcuni attori del comparto all evento: Pecchioli Research srl di Pontassieve (Firenze) ha presentato soluzioni di customizzazione di obiettivi telecentrici per applicazioni industriali, un interferometro recentemente prodotto per la calibrazione degli strumenti e sistemi dedicati per il mondo della ricerca (astronomia, fisica applicata, ingegneria, biologia). Light 4 Tech srl ha presentato i più recenti prototipi di microscopi e dispositivi basati sulla fotonica messi a punto presso i propri laboratori. CNR-IFAC ha presentato sistemi per la chirurgia e la diagnostica basati su micro e nano-ottica, nanomedicina e biofotonica (tecnologia basata sull interazione dei fotoni con le cellule). El.En. S.p.a., grazie all intensa attività di R&S e alle competenze maturate, ha portato sul mercato innovative sorgenti laser in grado di generare fasci a lunghezze d onda differenti, con ottime prestazioni, affidabilità, sicurezza ed efficienza elettrica. DEKA propone diverse applicazioni per la chirurgia e l odontostomatologia e ha introdotto una rivoluzionaria metodica per il trattamento dell apparato uro-genitale femminile 22. La divisione Light for Art di El.En è dedicata alle tecnologie per i beni culturali: in questo campo sono numerose le collaborazioni che El.En ha con l Istituto IFAC del CNR. Sono numerosi i casi di successo di restauro conservativo come la Cappella Paolina e la Torre di Pisa. Anche all estero i sistemi laser sviluppati da El.En sono molto apprezzati: un dispositivo si trova presso il Louvre di Parigi e un altro al Metropolitan Museum of Art di New York, altri in Cina, Giappone e Germania. Due i prodotti di eccellenza di El.En: Smart Clean II è il sistema laser progettato per l intervento in cantiere su superfici lapidee degradate. Con questo laser si ottimizzano le procedure di pulitura e si riducono al minimo gli effetti collaterali e l invasività sulle opere d arte. Eos 1000 Los è il laser progettato per l impiego in operazioni di restauro che richiedono precisione e accuratezza quali affreschi, superfici dorate, argenti e metalli preziosi. Si tratta di una macchina di ridotte dimensioni, peso limitato e per questo piú versatile. 22. Fonte: 18

19 Centri di ricerca Istituto di Fisica Applicata (IFAC) Nello Carrara (www.ifac.cnr.it) IFAC è parte del Centro Nazionale delle Ricerche (CNR), la principale organizzazione pubblica in Italia per la ricerca e l innovazione. Fondato nel 2002, ha sede a Sesto Fiorentino. Rappresenta un eccellenza non solo toscana ma nazionale: il centro occupa 130 persone attualmente occupate nello sviluppo di 17 progetti internazionali, 18 progetti nazionali, 17 progetti regionali, 40 contratti e convenzioni con enti di ricerca e aziende. In forte connessione con enti pubblici e imprese, l IFAC svolge attività di ricerca, di valorizzazione, trasferimento tecnologico e di formazione, nei settori prioritari della biomedica, dell ambiente, del patrimonio culturale e delle produzioni industriali, sulla base delle proprie competenze multidisciplinari in spettroscopia applicata, optoelettronica e fotonica, laser e applicazioni, elettromagnetismo, sensori e metodi di osservazione ottici, elaborazione dell informazione. In relazione alla conservazione dei beni culturali l IFAC ha anche sviluppato studi sull interazione laser con i materiali al fine di individuare i parametri cruciali per l emissione impulsata e permettere il controllo micrometrico della pulitura, preservando al meglio gli strati storici. Sono stati realizzati laser con durate d impulso dalle centinaia di nanosecondi ai microsecondi che evitano gli effetti indesiderati e sono diventati in pochi anni gli strumenti più adatti per la pulitura di capolavori come la statuaria di Donatello, per i bronzi dorati come la Porta del Paradiso del Ghiberti, per i dipinti murali. IFAC coordina il Polo regionale dell Innovazione Optoscana (Photonics for Industrial, Biomedical and Space Applications, si veda di seguito la sezione Reti ). Laboratorio Europeo per la Spettroscopia Non Lineare (LENS) (www.lens.unifi.it) Il LENS è centro di eccellenza dell Università di Firenze. Fondato nel 1991, il Laboratorio è diretto da un consiglio esecutivo a cui partecipano l Universität Kaiserslautern, Université de Paris VI, Universitad Complutense of Madrid. Il LENS ha una specializzazione nella spettroscopia laser atomica e molecolare, ma ha sviluppato un attività di ricerca diversificata sulla base di una metodologia di fondo che vede l uso della luce laser per l analisi della materia. Fa parte del consorzio Laserlab-Europe, rappresentando così una significativa porta di accesso al territorio per ricercatori provenienti da tutta Europa (Transnational Access To Research Infrastructures Programme della Commissione europea). Il LENS ha sviluppato attività di ricerca applicata alla conservazione e restauro delle opere d arte. In collaborazione con il Dipartimento di Fisica ed Astronomia dell Università di Firenze, l Istituto Nazionale di Ottica e l Istituto di Nanoscienze del CNR e la Scuola Normale di Pisa, il LENS ha di recente sviluppato applicazioni tecnologiche per la realizzazione di apparecchiature basate sull utilizzo di impulsi THz (radiazioni con impulso di durata ultracorta). Grazie a un finanziamento regionale, il LENS ha intrapreso la realizzazione di uno strumento di imaging selettivo basato sulla radiazione THz pulsata, utilizzato per l investigazione di opere d arte. Laboratorio di Tecniche Nucleari Applicate ai Beni Culturali (LABEC) - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) (http://labec.fi.infn.it). L Istituto nazionale di Fisica Nucleare è presente a Firenze con attività di ricerca in vari campi della fisica fondamentale. Ospita il LABEC, specializzato nell applicazione di tecniche nucleari ai beni culturali e in progetti applicativi per lo studio dell ambiente (per esempio per il monitoraggio della qualità dell aria) e di problematiche geologiche. Si occupa anche di datazione al radiocarbonio su materiali come legno, osso, carbone, tessuti e tele da dipinto, tramite un acceleratore elettrostatico, una delle tre macchine che l INFN ha sul territorio nazionale: si tratta di una strumentazione altamente sofistica e nel mondo solo una cinquantina di laboratori ne dispone. 19

20 Istituto per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (ICVBC) CNR (www.icvbc.cnr.it) Il centro di studio sulle cause del deperimento e i metodi di conservazione delle opere d arte ha sede principale a Firenze, dove svolge un attività di ricerca nei settori dello studio e della sperimentazione di nuovi prodotti per la conservazione dei manufatti lapidei. Impegno crescente è rivolto al monitoraggio dello stato di conservazione del patrimonio, in particolar modo costituito da materiali lapidei naturali e artificiali, ma anche metallici (bronzi), intonaci decorati, vetrate, ecc. Istituto Nazionale di Ottica (INO) (www.ino.it) L INO ha sede a Firenze nel comprensorio universitario di Arcetri (Laboratorio di Metrologia Ottica). E un istituto pubblico di ricerca che opera da oltre ottanta anni nel settore dell ottica (intesa nell accezione più ampia) e le sue attività si articolano oggi in programmi di ricerca pura e applicata, di trasferimento tecnologico, di consulenza per enti pubblici e imprese. Pubblicazioni scientifiche (Scienze e Tecnologia dell Ingegneria, ) 23 Il settore dell ottica-laser è un settore di punta per l economia fiorentina e vi corrisponde una forte base di ricerca scientifica. Il settore ottica-laser dà il 19,1% delle pubblicazioni nella macro-area della meccanica. Inoltre l analisi evidenzia un incremento di qualità e quantità delle pubblicazioni nell ottica-laser lungo il periodo analizzato. L Università di Firenze partecipa al 75,8% delle pubblicazioni sul tema ottica-laser, dimostrando cosí il forte ruolo dell Ateneo nella produzione di nuova conoscenza e dunque un potenziale significativo di trasferimento tecnologico alle imprese. Reti Optoscana Polo di innovazione toscano di Optoelettronica e Spazio (www.optoscana.net). Il Polo è composto da 80 partner di cui 60 imprese (la maggior parte localizzate in provincia di Firenze), 16 centri di ricerca e 5 università presenti in Toscana. Optoscana associa le imprese che sviluppano tecnologie optoelettroniche e componenti/sistemi aerospaziali, per applicazioni nei campi della produzione industriale, aerospaziale, biomedicale e per i beni culturali. Offre alle imprese vari servizi tra cui: scouting, studi di fattibilità, prototipazione, ricerca industriale e precompetitiva, sperimentazioni, validazioni, certificazioni e fund raising. 22. Irpet (2009) Processi Innovativi nella Provincia di Firenze. Firenze: Irpet e Provincia di Firenze. 20

LA CULTURA COME FATTORE DI PRODUZIONE PER LE PICCOLE IMPRESE: PRESENTAZIONE DELLA RICERCA ARTIGIANATO&CULTURA. Trento 7 maggio 2014

LA CULTURA COME FATTORE DI PRODUZIONE PER LE PICCOLE IMPRESE: PRESENTAZIONE DELLA RICERCA ARTIGIANATO&CULTURA. Trento 7 maggio 2014 LA CULTURA COME FATTORE DI PRODUZIONE PER LE PICCOLE IMPRESE: PRESENTAZIONE DELLA RICERCA ARTIGIANATO&CULTURA Trento 7 maggio 2014 OBIETTIVI Individuare opportunità di mercato per le imprese : diversificare

Dettagli

organizzato da sede espositiva

organizzato da sede espositiva organizzato da sede espositiva 3-5 novembre 2011 Torino Lingotto Fiere artistico e culturale Il primo market place i i per la valorizzazione e gestione del patrimonio Un salone non tradizionale, che crea

Dettagli

Parco Tecnologico Le Murate

Parco Tecnologico Le Murate Parco Tecnologico Le Murate Ingresso al Centro Servizi Nuove tecnologie digitali e information technology per i beni culturali: Firenze trova un identità contemporanea che valorizza il suo patrimonio culturale,

Dettagli

scanner multispettrale

scanner multispettrale scanner multispettrale L analisi ad immagine multispettrale nel VIS consente la caratterizzazione spettrale punto per punto di superfici estese e trova applicazione sia nella documentazione dello stato

Dettagli

Materiali didattici «Smart City» FIRENZE SMART CITY. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Materiali didattici «Smart City» FIRENZE SMART CITY. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Materiali didattici «Smart City» GREEN JOBS Formazione e Orientamento INTRODUZIONE Firenze conquista la terza posizione grazie in particolare all ottima performance in termini di governance e una forte

Dettagli

_ scanner per riflettografia ir e immagine a colori. _ scanner multispettrale

_ scanner per riflettografia ir e immagine a colori. _ scanner multispettrale scanner per riflettografia ir e immagine a colori La riflettografia infrarossa permette la visualizzazione di particolari nascosti dallo strato pittorico superficiale (disegno preparatorio, pentimenti,

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

Ageing at home. Esperienze idee soluzioni. nella Regione Marche

Ageing at home. Esperienze idee soluzioni. nella Regione Marche Ageing at home Esperienze idee soluzioni nella Regione Marche Alcune caratteristiche della Regione La Regione Marche è caratterizzata: da un alto tasso di invecchiamento della popolazione da elevate aspettative

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE POLITICHE DEL LAVORO E DELL OCCUPAZIONE PROGRAMMA: Innovazione e capitale umano Responsabile Ing. Marco Lobina (Direttore

Dettagli

relatore: Pietro Petraroia Mercoledì 30 ottobre 2013 Palazzo Leone da Perego Via Gilardelli, 10 Legnano (MI)

relatore: Pietro Petraroia Mercoledì 30 ottobre 2013 Palazzo Leone da Perego Via Gilardelli, 10 Legnano (MI) relatore: Pietro Petraroia Mercoledì 30 ottobre 2013 Palazzo Leone da Perego Via Gilardelli, 10 Legnano (MI) Lavori in corso www.expocantiere.expo2015.org www.expo2015.org Come si fa un EXPO? FREQUENZA

Dettagli

PUBBLICO/PRIVATO: PROGETTARE INSIEME PER VINCERE IN EUROPA

PUBBLICO/PRIVATO: PROGETTARE INSIEME PER VINCERE IN EUROPA PUBBLICO/PRIVATO: PROGETTARE INSIEME PER VINCERE IN EUROPA IL MODELLO DISTRETTO CULTURALE EVOLUTO DELLE MARCHE E LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA Simona Teoldi ECONOMIA E CULTURA Cultura come volano trasversale

Dettagli

Ance Salerno: Industria culturale, flop-campania

Ance Salerno: Industria culturale, flop-campania 1 Ance Salerno: Industria culturale, flop-campania L industria della cultura in Campania produce il 4,4% del valore aggiunto, incidendo per il 4,5% sul mercato dell occupazione. Con questi risultati la

Dettagli

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo»

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Torino, 28-30 Novembre 2011 Luca Pignatelli Demografia (2010-2011) Popolazione

Dettagli

INVESTIRE A L AQUILA Territorio, Economia, Opportunità di Investimento

INVESTIRE A L AQUILA Territorio, Economia, Opportunità di Investimento INVESTIRE A L AQUILA Territorio, Economia, Opportunità di Investimento L Aquila (71.000 abitanti) è ubicata al centro dell Italia, a ridosso di grandi poli urbani: Roma e Pescara - raggiungibili in poco

Dettagli

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione.

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. Treviso, 24 febbraio 2015 Smart Specialisation Strategy Rappresenta il rafforzamento delle specializzazioni del territorio e la promozione

Dettagli

Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze. Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco

Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze. Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco Cos è il Piano di Gestione Obbligo principale di un sito UNESCO è quello di

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Andrea Costa Telecom Italia Vertical Marketing Public Sector. UCLG World Council 9-11 December 2011, Florence, Italy

Andrea Costa Telecom Italia Vertical Marketing Public Sector. UCLG World Council 9-11 December 2011, Florence, Italy Andrea Costa Telecom Italia Vertical Marketing Public Sector UCLG World Council 9-11 December 2011, Florence, Italy Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione

Dettagli

Main Partners. Patrocini

Main Partners. Patrocini Main Partners Patrocini Provincia di Firenze Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa European Confederation of Conservator and Restorers Organisations Ufficio Scolastico Regionale per

Dettagli

Una laurea: Bah!!! 2/2. Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi. Ti laurei. Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai

Una laurea: Bah!!! 2/2. Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi. Ti laurei. Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai Una laurea: Bah!!! Ti laurei Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai Fonte: Rapporto Almalaurea sull occupazione Una laurea: Bah!!! 1/2 Ma,

Dettagli

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Dott.ssa Elena Iacoviello Dipartimento Presidenza Ufficio Turismo Terziario Promozione Integrata 1 Gli Obiettivi Tematici R.A.

Dettagli

L esperienza della Rete Alta Tecnologia e la Strategia Regionale di Smart Specialisation RIS3ER. ASTER all rights reserved

L esperienza della Rete Alta Tecnologia e la Strategia Regionale di Smart Specialisation RIS3ER. ASTER all rights reserved L esperienza della Rete Alta Tecnologia e la Strategia Regionale di Smart Specialisation RIS3ER ASTER all rights reserved Priorità A. Rafforzare la capacità innovativa dei sistemi industriali consolidati

Dettagli

Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria. 16 novembre 2015

Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria. 16 novembre 2015 Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria 16 novembre 2015 1 Vision La nuova maggioranza crede fermamente nello sviluppo sostenibile della propria economia e nella possibilità di portare

Dettagli

l identità aziendale

l identità aziendale l identità aziendale i valori cooperativi Crediamo nella CULTURA come valore di tutti. Crediamo che la COOPERAZIONE sia la forma d impresa più innovativa e funzionale alla creazione di un nuovo modello

Dettagli

SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER

SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER Progetto di riqualificazione e riconversione dell edificio Ex-Westinghouse in centro di competenza nel campo dell innovazione energetico-ambientale

Dettagli

LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI

LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI Ministero dell Istruzione, dell Università, della Ricerca LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI di PISA e CASCINA Via San Frediano, 13 56126 PISA - Tel. 050 580501 - Fax 050 580601 Via Tosco Romagnola, 242 56021

Dettagli

L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005

L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005 L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005 Massimo G. Colombo Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale Le gazzelle high-tech Le gazzelle

Dettagli

PROGETTO DISTRETTI CULTURALI

PROGETTO DISTRETTI CULTURALI PROGETTO DISTRETTI CULTURALI Il progetto Distretti culturali nasce da un idea di Fondazione Cariplo per integrare la valorizzazione del patrimonio culturale con una più generale strategia di sviluppo del

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Le Tecnologie

Dettagli

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Comunicato stampa PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Presentato a Darfo Boario Terme il programma che apre nuove opportunità turistiche Da cento

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE 118 GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE IL PROGETTO DIADI La diffusione dell innovazione presso le piccole e medie imprese è una costante delle politiche dei Fondi Strutturali

Dettagli

Completamento della nuova sede dell Istituto Tecnico Industriale Statale Ettore Maiorana di Termoli

Completamento della nuova sede dell Istituto Tecnico Industriale Statale Ettore Maiorana di Termoli Risorse umane Completamento della nuova sede dell Istituto Tecnico Industriale Statale Ettore Maiorana di Termoli Regione: MOLISE Provincia: CAMPOBASSO Le opere previste nel progetto generale riguardano

Dettagli

CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE

CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE Anna Allodi Rappresentante pro tempore del Cluster Alisei e Direttore Generale CIRM Le Scienze della vita (1/2) Il settore "Scienze

Dettagli

Bando StartUp. Tempi A partire dal 13 marzo 2013, le imprese possono inviare le loro proposte per 60 giorni.

Bando StartUp. Tempi A partire dal 13 marzo 2013, le imprese possono inviare le loro proposte per 60 giorni. Bando StartUp Risorse investite 30 milioni - Linea 1 Big data: 8 milioni - Linea 2 Cultura ad impatto aumentato: 14 milioni - Linea 3 Social Innovation Cluster: 7 milioni - Linea 4 Contamination Labs:

Dettagli

Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020

Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020 Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020 Obiettivo Investimenti per la Crescita e l Occupazione Siena, 27 marzo 2015 Monica Bartolini, Ilaria Buselli Ufficio Autorità di Gestione POR FESR

Dettagli

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE fondazione cuoa business school dal 1957 Il punto di riferimento qualificato

Dettagli

IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE OINT. Percorsi e servizi per nuove imprese innovative. www.trentinosviluppo.it

IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE OINT. Percorsi e servizi per nuove imprese innovative. www.trentinosviluppo.it IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE i OINT Percorsi e servizi per nuove imprese innovative www.trentinosviluppo.it IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE Trentino Sviluppo è l agenzia creata

Dettagli

Alberto Peruzzini TOSCANA PROMOZIONE Roma, 26 Marzo 2015

Alberto Peruzzini TOSCANA PROMOZIONE Roma, 26 Marzo 2015 Alberto Peruzzini TOSCANA PROMOZIONE Roma, 26 Marzo 2015 SPAZIO REGIONE TOSCANA Padiglione Italia 1-28 maggio 2015 Spazio istituzionale di 206 MQ LO SPAZIO LO SPAZIO Sono Secoli che viviamo nel futuro

Dettagli

IcTgS PRIMO LEVI SEREGNO. Il Sistema Moda

IcTgS PRIMO LEVI SEREGNO. Il Sistema Moda IcTgS PRIMO LEVI SEREGNO Il Sistema Moda S. M. comprende tutte le imprese della filiera Tessile- Abbigliamento Accessori: - filatura, tessitura e lavorazione (fibre naturali, artificiali e sintetiche);

Dettagli

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Ascoli Piceno, 24 ottobre 2014 Agenda 1 L identikit delle

Dettagli

Diamo futuro alle tue idee

Diamo futuro alle tue idee Diamo futuro alle tue idee FASHION & COMMUNICATION SCHOOL Formazione specialistica nell area Abbigliamento, Calzatura e Accessori, Comunicazione, Graphic e Web Design. Scegli una professione a misura del

Dettagli

Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario. Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale

Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario. Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale Primi dati di scenario: Il valore aggiunto del Sistema Produttivo Culturale Il perimetro del

Dettagli

I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione

I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione 4 HEALTHCARE SUMMIT I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione Contributo alla tavola rotonda: Nuovi Business Models ed Innovazione Tecnologica per il SSN: risparmiare

Dettagli

La manualistica di prodotto come elemento di user centered design

La manualistica di prodotto come elemento di user centered design come elemento di user centered design Fondazione la Fornace di Asolo 21 aprile 2009 Asolo, 21 aprile 2009 1 Treviso Tecnologia: Innovazione come missione Treviso Tecnologia èl Azienda Speciale per l innovazione

Dettagli

Francesco Maria Senatore. Riepilogo degli argomenti già trattati

Francesco Maria Senatore. Riepilogo degli argomenti già trattati Francesco Maria Senatore Riepilogo degli argomenti già trattati Progetto Mattone Internazionale November 30 2011 Università degli Studi di Napoli, Via Mezzocannone 14, Napoli I Poli di Innovazione ed altre

Dettagli

Comunicare il Turismo Sostenibile

Comunicare il Turismo Sostenibile UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA DIPARTIMENTO DI SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE Comunicare il Turismo Sostenibile Master di primo livello Università degli Studi di Milano-Bicocca a.a. 2012-2013 /

Dettagli

Veneto cantiere cultura energia creativa

Veneto cantiere cultura energia creativa Veneto cantiere cultura energia creativa Atlante Veneto della Cultura FEDERCULTURE statistiche e analisi sulle dinamiche del settore cultura in Veneto Roberto Grossi, Presidente Federculture L ATLANTE

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

In occasione di. Villa Reale, 8 giugno 2011 Creatività e Impresa La Cultura crea valore

In occasione di. Villa Reale, 8 giugno 2011 Creatività e Impresa La Cultura crea valore Il Distretto Culturale Evoluto MB 2007 Il Bando La Provincia si aggiudica il bando promosso da Fondazione Cariplo I distretti culturali volano economico per il territorio, finalizzato alla realizzazione

Dettagli

Bergamo Smart City. Sustainable Community

Bergamo Smart City. Sustainable Community Bergamo Smart City & Sustainable Community 1 Evoluzione delle Smart Cities nei secoli SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse,

Dettagli

Cura del Documento: Giuseppe Gargano. Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia

Cura del Documento: Giuseppe Gargano. Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia Cura del Documento: Giuseppe Gargano Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia Tipologia di cooperazione Area eleggibile Transfrontaliera Ai sensi dell art. 7(1) del reg. 1083/2006,

Dettagli

COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI

COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI Mezzolombardo, Lunedi 22 Dicembre, 2014 COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI Le celle a combustibile a ossidi solidi della trentina SOFCpower S.p.a., azienda leader nel settore delle tecnologie pulite,

Dettagli

Laboratori per l Accelerazione. Conferenza Stampa

Laboratori per l Accelerazione. Conferenza Stampa Laboratori per l Accelerazione dei Servizi i di Innovazione Conferenza Stampa 26.09.2014 2014 MAKING THE INNOVATION. MAKE THE FUTURE. I Laboratori per l Accelerazione dei Servizi di innovazione DAL CENTRO

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE promosso e finanziato dal IL MERCATO Il sistema economico indiano sta progressivamente cambiando forma: da economia rigidamente pianificata,

Dettagli

PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT

PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT 1. QUADRO CONOSCITIVO 1.1 Soggetto attuatore dell intervento: Novamont S.p.A.

Dettagli

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le ACCENTURE SPA Profilo Azienda Accenture è un'azienda globale di Consulenza Direzionale, Servizi Tecnologici e Outsourcing che conta circa 323 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Quello che

Dettagli

CLAN - Cultural Local Area Network. Un progetto pilota per il sistema urbano Asti Città Museo

CLAN - Cultural Local Area Network. Un progetto pilota per il sistema urbano Asti Città Museo Città di Asti CLAN - Cultural Local Area Network Un progetto pilota per il sistema urbano Asti Città Museo Genova, 18 giugno 2015 Presenta: Michela Rota, Politecnico di Torino Città di Asti CLAN - Cultural

Dettagli

Il Progetto di Marketing Unitario (PMU) Livorno, 21 marzo 2014

Il Progetto di Marketing Unitario (PMU) Livorno, 21 marzo 2014 Il Progetto di Marketing Unitario (PMU) Livorno, 21 marzo 2014 Il quadro di riferimento Por Creo 2007-2013, Linea di intervento 5.3 Obiettivo dell' Attività 5.3. Por Creo 2007-2013: attivare progetti integrati

Dettagli

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA a smau firenze 014 la nuova dimensione espositiva dedicata a cluster, laboratori, spin-off e startup indice UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE

Dettagli

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it Luciano Mallamaci, ICT-SUD Direttore Tecnico ICT Sud Program Manager Polo

Dettagli

Impressioni d Italia

Impressioni d Italia Impressioni d Italia della Fototeca dell Istituto Reale del Patrimonio Artistico, Bruxelles Roma, Academia Belgica 11 settembre > 6 novembre 2008 Cartella Stampa Impressioni d Italia In occasione del suo

Dettagli

URBANOcreativo SMART CITY

URBANOcreativo SMART CITY URBANOcreativo SMART CITY Urbano CREATIVO STRATEGIA Un azienda giovane e dinamica che studia la città e propone strumenti, progetti e idee perché lo spazio urbano sia più bello ma soprattutto più vivibile.

Dettagli

CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia

CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia Roma, 5 novembre 2009 Cnel, Sala del Parlamentino Via David Lubin, 2 Intervento del Cav. Lav. Mario Resca Presidente

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless ICT e Smart Cities ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016 Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless Di cosa vi parlo Le smart city, definizioni, opportunità, Nuovi

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico. Tavolo tematico sala 1 Contributo* sala 2 Contributo*

Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico. Tavolo tematico sala 1 Contributo* sala 2 Contributo* VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Angelo Cognome Messina Ente/organizzazione di appartenenza STMicroelectronics s.r.l.

Dettagli

PICO Pillars for an Innovative Cultural ecosystem

PICO Pillars for an Innovative Cultural ecosystem Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-201 Smart Cities and Communities and Social Innovation Ambito: CULTURAL HERITAGE PICO Pillars for an Innovative Cultural ecosystem Silvia Boi

Dettagli

PRIMI STATI GENERALI DEL MARKETING TERRITORIALE. 22.01.2013 Manuela de Carlo

PRIMI STATI GENERALI DEL MARKETING TERRITORIALE. 22.01.2013 Manuela de Carlo PRIMI STATI GENERALI DEL MARKETING TERRITORIALE SESSIONE 3: STRATEGIA DI MARKETING TERRITORIALE "Attori e politiche per lo sviluppo della destinazione Lombardia nel contesto internazionale" 22.01.2013

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI. Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari

Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI. Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari Competizione tra territori Vi è una relazione positiva fra dimensione di

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015

AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015 PRESENTAZIONE OPPORTUNITÀ NAZIONALI E REGIONALI Bando MISE Industria sostenibile e PNR Primi bandi regionali del POR MARCHE FESR 2014-2020 AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015 POR MARCHE FESR 2014-2020

Dettagli

Cluster in progress: la Tecnologia dell Architettura in rete per l innovazione

Cluster in progress: la Tecnologia dell Architettura in rete per l innovazione Milano 20 marzo 2015 Cluster in progress: la Tecnologia dell Architettura in rete per l innovazione Produzione edilizia-prodotto edilizio DECLARATORIA E OBIETTIVI 2 à OBIETTIVO Studio delle condizioni

Dettagli

SMART MEETINGS. Incontri per capire come sarà la città del futuro

SMART MEETINGS. Incontri per capire come sarà la città del futuro SMART MEETINGS Incontri per capire come sarà la città del futuro Progetto promosso da Assessorato alla Cultura, Creatività, Innovazione e Smart City In collaborazione con Assessorato all Urbanistica, Urban

Dettagli

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Allegato 1 alla D.G.R. 14/11/2011, nr. 765 GIUNTA REGIONALE DELL'ABRUZZO PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Con il presente progetto si intende, attraverso una Sovvenzione Globale (artt.

Dettagli

7. IULM: REPORT STATISTICO

7. IULM: REPORT STATISTICO 7. IULM: REPORT STATISTICO D A T I D I S I N T E S I 13 Aprile 2015 - Inaugurazione a.a. 2014/15 2 Area Statistica, Valutazione e Qualità Università IULM Via Carlo Bo, 1 20143 Milano Tel. 02.89141.2393

Dettagli

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento Bando di concorso per la concessione di contributi alle pmi per favorire lo sviluppo di progetti, prodotti, servizi, processi e modelli organizzativi innovativi nonche l adozione di tecnologie e servizi

Dettagli

L Istituto Galileo GALILEI di Crema

L Istituto Galileo GALILEI di Crema L Istituto Galileo GALILEI di Crema in continuità con la sua proposta formativa propone, a partire dall a.s. 2010/11, corsi quinquennali di: - ISTITUTO TECNOLOGICO, diurni e serali (ex ITIS) - LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

Artedata srl. www.artedata.it. l innovazione al servizio della cultura

Artedata srl. www.artedata.it. l innovazione al servizio della cultura 1 101001000 10001 1 Artedata srl l innovazione al servizio della cultura ICT - Information Communication Technology Catalogazione digitale dei Beni Culturali Indagine fotografica e diagnostica per l arte

Dettagli

Ufficio Dottorato di Ricerca

Ufficio Dottorato di Ricerca AREA SERVIZI ALLA RICERCA E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO Ufficio Dottorato di Ricerca DATE DELLE PROVE DEI DOTTORATI DI RICERCA DEL XXXI CICLO AREA BIOMEDICA DOTTORATO IN AREA DEL FARMACO E TRATTAMENTI INNOVATIVI

Dettagli

Sinergie e risultati nel settore del farmaco. Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria

Sinergie e risultati nel settore del farmaco. Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria Sinergie e risultati nel settore del farmaco Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria Roma, 22 maggio 2007 Dalle Biotecnologie per la Salute nuove possibilità di cura settore Science-based le

Dettagli

RISULTATI 3 TRIMESTRE 2002

RISULTATI 3 TRIMESTRE 2002 RISULTATI 3 TRIMESTRE 2002 Borsa Italiana - Milano 20 Novembre 2002 INDICE Il Gruppo El.En. Andamento della gestione Risultati economico-finanziari Stato patrimoniale ed evoluzione della posizione finanziaria

Dettagli

Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita nel 2005

Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita nel 2005 Ente: TLS - TOSCANA LIFE SCIENCES Rappresentante nell Organo Gestionale: Carla Ghelardini Periodo di competenza: anno 2013 A - IDENTITÀ Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita

Dettagli

il brand della casa del 21 secolo Pigreco Progetti Arch. Simone Seddio

il brand della casa del 21 secolo Pigreco Progetti Arch. Simone Seddio il brand della casa Pigreco Progetti Arch. Simone Seddio del 21 secolo 21052 Busto Arsizio (VA) - Via S. Michele, 4 Ingresso galleria Marcora da Via A. Volta, 1 Tel. e Fax 0331 071965 - info@casa21.it

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

PROGETTO MICHELANGELO

PROGETTO MICHELANGELO PROGETTO MICHELANGELO Premessa Il progetto nasce dall esigenza di ridefinire, in termini didatticamente e culturalmente innovativi, l intera esperienza formativa degli istituti secondari di istruzione

Dettagli

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza La scelta della scuola? Una decisione importante Ecco Il

Dettagli

Un settore d eccellenza

Un settore d eccellenza Abitare Un settore d eccellenza Il Sistema Abitare Italia rappresenta una sintesi felice di diversi settori merceologici caratterizzati da un elevato contenuto qualitativo sia di prodotto che di processo.

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

I NOSTRI SERVIZI. www.aakhon.it

I NOSTRI SERVIZI. www.aakhon.it I NOSTRI SERVIZI www.aakhon.it RESEARCH & DEVELOPMENT Ci dedichiamo al settore della ricerca e dello sviluppo, per gestire ogni progetto di innovazione in sinergia con diversi partner impegnati nella ricerca,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA Puglia Promozione con sede legale in Piazza Moro 33/A 70121 Bari, C.F. 93402500727 e Consorzio Teatro Pubblico Pugliese (di seguito denominato TPP) con sede legale in via Imbriani,

Dettagli

Il gruppo di lavoro Laura Bovone - Cattolica, facoltà di Scienze Politiche Roberto Conti già dirigente Fiat Marco Carcano Università di Parma Enrico

Il gruppo di lavoro Laura Bovone - Cattolica, facoltà di Scienze Politiche Roberto Conti già dirigente Fiat Marco Carcano Università di Parma Enrico Il gruppo di lavoro Laura Bovone - Cattolica, facoltà di Scienze Politiche Roberto Conti già dirigente Fiat Marco Carcano Università di Parma Enrico Ioli Architetto e già Consigliere Comunale ad Arese

Dettagli

Il programma completo della manifestazione è visibile e costantemente aggiornato sul sito web dell Università di Parma. www.unipr.it/ope.

Il programma completo della manifestazione è visibile e costantemente aggiornato sul sito web dell Università di Parma. www.unipr.it/ope. MUOVERSI L Università mette a disposizione un bus-navetta gratuito ( sulla mappa) che parte dalla stazione ferroviaria (davanti alla biglietteria della TEP) alle ore 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17 e

Dettagli

Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo)

Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo) Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo) TIPOLOGIA DELLE PROPOSTE PROGETTUALI La misura di agevolazione promuove e ammette tipologie

Dettagli

Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente

Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente L Autodromo di Monza ospiterà dal 23 al 26 maggio 2013 una manifestazione dedicata alla qualità dell ambiente, allo sviluppo di nuove tecnologie

Dettagli

IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO

IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO Francesco Moretti DEPUTY CEO FINCONS GROUP Innovation Day for Oil&Gas - Roma, 8 Ottobre Company Profile FINCONS GROUP IT Business

Dettagli