RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito."

Transcript

1 Tra le modalità di presentazione è prevista anche mediante agenzia di recapito: deve essere autorizzata o possiamo mandare anche un semplice pony di agenzie di recapito private? Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito. Se, in caso di non possesso della categoria OS18, è possibile subappaltare interamente la suddetta categoria e nel caso se già in fase di gara è necessario indicare il nominativo dell impresa subappaltatrice o basta indicare che il soggetto sarà qualificato. Si, la categoria OS18 è subappaltabile al 100%. Il disciplinare non prevede l indicazione dell Impresa subappaltatrice in fase di gara. Avendo formalizzato contatti con societa' di progettazione che risponde ai requisiti dei punti 4 a), b) e c, e che possiede inoltre parzialmente quanto richiesto al punto 4 d), soltanto unita' di professionisti pari a 15, pertanto in difetto di 5 unita' si richiede se sia possibile colmare tale deficit con il personale tecnico abilitato della societa' mandataria in possesso di soa per la progettazione ed esecuzione per lavori pubblici cat. illimitata. Il soggetto deputato allo svolgimento dell attività di progettazione deve possedere tutti i requisiti economico finanziari e tecnico organizzativi richiesti dal disciplinare di gara, eventualmente anche mediante ricorso all avvalimento. SI RICHIEDE IN MERITO AL PUNTO 4 D) "... e i collaboratori a progetto in caso di soggetti non esercenti arti e professioni", SE IN TALE CATEGORIA SONO INCLUSI ARCHITETTI ISCRITTI AL RELATIVO ALBO PROFESSIONALE. Rientrano nella categoria i professionisti citati qualora operino come collaboratori e non come progettisti incaricati firmatari di elaborati progettuali. In riferimento alla gara d'appalto appurato che le categorie scorporabili a qualificazione obbligatoria OS4 e OS18 possono essere subappaltate se non direttamente possedute, a soggetti in possesso della relativa qualificazione, codesta Impresa, partecipando in ATI Verticale, richiedere con la presente se le seguenti indicazioni di suddivisione delle quote di partecipazione e di subappalto sono corrette, considerando che L'Impresa Capogruppo possiede solo la Categoria OG1 - VIII e l'impresa Mandante possiede solo la Categoria OG11 - VI La dichiarazione di cui al punto 2 del Disciplinare di gara, alla lettera cc) richiede: "le categorie e le relative lavorazioni, con le indicazioni delle quote che intende subappaltare a terzi sono le seguenti:" L'impresa Capogruppo dichiarerà: - Opere rientranti nella categoria OG1 (Quota di subappalto max 30%)

2 L'impresa Mandante dichiarerà: - Opere rientranti nella categoria OG11 (Quota di subappalto max 30%) Sempre la stessa dichiarazione, alla lettera c), nel caso di raggruppamento costituendo, richiede: "che le parti dell'appalto che saranno eseguite da ciascuna Impresa sono le seguenti (indicare le relative categorie e percentuali): Entrambe le Imprese dichiareranno: - Impresa Capogruppo: Categoria OG1-100% - Impresa Mandante: Categoria OG11-100% Inoltre, dovrà essere redatta una dichiarazione comune di subappalto, in cui i rappresentanti di entrambe le Imprese dovranno dichiarare le altre Categorie oggetto dell'appalto che dovranno per forza subappaltare perchè non possedute, quindi: Di voler eventualmente subappaltare le seguenti opere e quote: - Categoria prevalente OG1 - Max 30% - Categoria scorporabile OG11 - Max 30% - Categoria scorporabile OS4-100% (a soggetti in possesso della relativa qualificazione) - Categoria scorporabile OS18-100% (a soggetti in possesso della relativa qualificazione) - Categoria scorporabile OS6-100% Nell'Impegno in A.T.I., come dovranno essere indicate le quote di partecipazione sull'importo totale dell'appalto di entrambe le Imprese, se possiedono rispettivamente solo le categorie OG1 e OG11 e non possiedono nessuna delle Categorie scorporabili OS4 - OS18 e OS6? E conforme al disciplinare di gara la prospettata configurazione del RTI in cui la mandataria possiede la OG1 VIII la mandante la OG11 VI. Pertanto, la mandataria potrà eseguire la OG1 100% e la mandante la OG %. Le categorie OS 4 e OS 18 sono a qualificazione obbligatoria. Pertanto se non possedute dal concorrente, questi dovrà o subappaltarle al 100% o costituire un RTI verticale. La categoria OS 6 è a qualificazione non obbligatoria e, pertanto, potrà anche essere ricoperta dalla mandataria in possesso della OG 1 100%, in quanto la classifica posseduta lo consente. In riferimento all oggetto, con il presente si chiede un chiarimento su quanto richiesto all Art. 5 punto 2.r) del bando di gara e precisamente se, in caso di consorzio stabile di cui all art. 34 c.1 lett. c) del DLgs 163/06 e s.m.i., in merito alla dimostrazione della cifra d affari, trova applicazione l art. 36 comma 6, del DLgs 163/06, che recita ai fini della partecipazione del consorzio stabile alle gare per l'affidamento di lavori, la somma delle cifre d'affari in lavori realizzate da ciascuna impresa consorziata, nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, è incrementata di una percentuale della somma stessa. Tale percentuale è pari al 20 per cento nel primo anno; al 15 per cento nel secondo anno; al 10 per cento nel terzo anno fino al compimento del quinquennio. Si, è ovviamente applicabile l'art. 36 co. 6 D.Lgs.163/2006 ss.mm. e ii. In merito all art. 5-Modalità di presentazione dell offerta punto 4 lettera c), chiediamo cortesemente chiarimenti sulla interpretazione della dicitura IMPORTO TOTALE : l importo richiesto per

3 ciascuna classe e categoria deve essere coperto da ogni singolo servizio o dalla somma dei due servizi? L importo richiesto per ciascuna classe e categoria deve essere coperto dalla somma dei due servizi di progettazione esecutiva. per quanto riguarda i due servizi di punta svolti del decennio dai progettisti, nel disciplinare di gare c è scritto di servizi analoghi per dimensione e caratteristiche tecniche a quelli dell oggetto dell affidamento. Quindi è corretto interpretare che possono essere vantati solo lavori indirizzati ad opere scolastiche o possono essere vantati anche lavori di opere sanitarie Il concorrente potrà dichiarare tutti i servizi di progettazione svolti, così come definiti e caratterizzati dalle categorie e classifiche indicate nel disciplinare di gara (Legge 2/3/1949 n. 143). 1) Abbiamo intenzione di partecipare in ATI Verticale, per cui l'impresa Capogruppo possiede la Categoria OG1 - VIII illimitata e la Mandante la Categoria OG11 - VI. E' giusto indicare le quote di partecipazione all'ati nel seguente modo, considerando che le Categorie scorporabili, sia a qualificazione obbligatoria che non, saranno tutte ricoperte dalla Capogruppo con la Categoria prevalente illimitata OG1: Impresa Capogruppo: - OG1-100% - OS4-100% - OS18-100% - OS6-100% = 66% del totale dell'appalto Impresa Mandante: - OG11-100% = 34% del totale dell'appalto Le categorie a qualificazione obbligatoria ( nel caso di specie OG 11, OS4 e OS 18) devono essere necessariamente possedute dal concorrente. Le suddette categorie non potranno, pertanto, essere coperte dalla categoria prevalente (OG1). Individueremo una Società di Progettazione esterna, che nel compilare l'allegato di pertinenza (caso previsto dalla'rt. 5 punto del DdG), chiede un chiarimento: La dichiarazione di cui al punto 4 lettera a) del DdG, che chiede di indicare il fatturato globale della Società per servizi di progettazione esecutiva espletati negli ultimi 5 anni, è quella indicata alla lettera p) dell'allegato, che chiede però l'importo di servizi di progettazione esecutiva dell'ultimo quinquennio?

4 Si, infatti il fac-simile domanda e dichiarazione di cui all art. 5 punto alla lett.p) contiene il riferimento agli ultimi cinque esercizi antecedenti la pubblicazione del bando. la cifra d affari di , ex art. 3 c.6 DPR 34/2000, dovrà essere comprovata da un consorzio stabile (art.34 c. 1 lett. c) D.LGS. 163/06, partecipante alla procedura in qualità di singolo operatore economico, mediante i bilanci del solo consorzio stabile o al raggiungimento della predetta cifra d affari concorrono i bilanci di tute le singole consorziate? Il requisito in argomento, in quanto di natura economico-finanziaria, in caso di consorzio stabile, deve essere posseduto dal consorzio concorrente. Partecipando la scrivente come ATI verticale tra 2 imprese e dichiarando di affidare la progettazione ad un raggruppamento temporaneo di professionisti. Vi chiediamo cortesemente se nella busta B OFFERTA ECONOMICA di cui ai punti 13 e 14 (dichiarazione sottoscritta dell offerta crono programma) le stesse debbano essere sottoscritte firmate e timbrate, oltre che dalla costituenda ATI, anche da tutti i progettisti che figurano nelle dichiarazioni, poiché nel disciplinare non è specificato. L art. 5 punto 13 del disciplinare di gara prescrive che In caso di RTI o consorzio ordinario di concorrenti o GEIE costituendi la dichiarazione dovrà essere sottoscritta, pena l esclusione, da tutti i rappresentanti legali delle Imprese partecipanti agli stessi. Pertanto, il modello di offerta deve essere sottoscritto anche dai progettisti se gli stessi sono parte del RTI. Con riferimento al punto r) della dichiarazione sostitutiva di cui al punto 2 della DOCUMENTAZIONE da allegare nella busta A, si domanda quanto di seguito: QUESITO N 1 L importo della cifra di affari ottenuta con lavori svolti mediante attività diretta ed indiretta pari a tre volte l importo posto a base di gara richiesto di ,00 potrebbe risultare errato in quanto riferito all importo complessivo dell appalto indicato in prima istanza pari ad ,71. Infatti ,71x3= ,00 Si legge sulle Vostre risposte su quesiti posti che l importo totale è invece di ,71. Pertanto l importo pari a tre volte quello posto a base di gara, quale requisiti di attività diretta ed indiretta deve essere non inferiore a: ,71x 3 = ,13. Si domanda conferma di ciò. Il requisito della cifra d affari per lavori è parametrato sull importo dei lavori. L importo di Euro ,71 indica, infatti, il valore totale dell appalto ed è la somma dell importo dei lavori e dell importo della progettazione esecutiva. Pertanto risulta corretto l importo di Euro ,00. Si chiede se come riportato sul medesimo punto r) della dichiarazione sostitutiva di cui al punto 2 della DOCUMENTAZIONE da allegare nella busta A, la cifra di affari ottenuta con lavori svolti mediante attività diretta ed indiretta debba essere pari a tre volte l importo posto a base di gara per

5 come richiesto dal disciplinare, oppure come enunciato all art. 61 comma 6 del DPR 207/2010 che qui riportiamo interamente: Per gli appalti di importo a base di gara superiore a euro ,00 l'impresa, oltre alla qualificazione conseguita nella classifica VIII, deve aver realizzato, nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando, una cifra di affari, ottenuta con lavori svolti mediante attività diretta ed indiretta, non inferiore a 2,5 volte l'importo a base di gara; il requisito è comprovato secondo quanto previsto all'articolo 79, commi 3 e 4, ed è soggetto a verifica da parte delle stazioni appaltanti. 2) Ai sensi dell art. 357 co. 16 D.P.R. 207/2010, le disposizioni del D.P.R. 34/2000 si applicano per 365 gg. successivi alla data di entrata in vigore del Regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice dei contratti pubblici (8/6/2011). Con riferimento alla gara in oggetto ed in particolare al punto 5) ultimo capo verso del disciplinare di gara, che testualmente recita "Nel caso in cui il soggetto individuato o associato o da associarsi quale progettista sia un raggruppamento temporaneo di cui all'art. 90 co. 1lett. g) del D.Lgs. 163/06 e ss.mm. e ii., i requisiti di cui al punto 4. lett. a), b) e d), devono essere posseduti cumulativamente dal raggruppamento, con una misura minima per le mandatarie del 40% e comunque in misura maggioritaria percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti. Il requisito di cui al punto 4. lett. c) deve essere posseduto per intero da almeno uno dei componenti il raggruppamento temporaneo ", ed inoltre con riferimento al Vostro chiarimento inerente un quesito su tal punto SI FORMULA IL SEGUENTE QUESITO: Vero è che il DPR 207/2010 all'art. 261 comma 7 prevede che la stazione appaitante possa richiedere nel bando che la mandataria soddisfi i requisiti richiesti per una percentuale minima a scelta della stessa "che comunque non può essere stabilita in misura superiore al 60%" e che in ogni caso sempre la mandataria possegga i requisiti in maniera maggioritaria rispetto alle mandanti; vero è che l'ultimo capoverso del succitato comma prescrive che la mandataria, ove sia in possesso di requisiti superiori alla percentuale prevista dal bando di gara, partecipi alla gara per una percentuale di requisiti pari al limite massimo stabilito; è anche vero che nel disciplinare non è mai stabilito alcun limite massimo di percentuale ammissibile per la partecipazione della mandataria (ma, ripetiamo, solo il limite minimo). A tal fine chiediamo conferma che sia ammesso a partecipare un raggruppamento di progettisti in cui la mandataria soddisfi anche il 1 00% (e quindi superiore al 40% dei requisiti - prima condizione imposta dal disciplinare) e le mandanti soddisfino solo una minima percentuale, essendo quelli della mandataria maggioritari rispetto alle mandanti (seconda condizione imposta dal disciplinare). 1)Ai sensi dell art. 5 punto 5. del disciplinare di gara, nel caso di RTI, la mandataria deve possedere almeno il 40% dei requisiti finanziari e tecnici di cui al punto 4. lett. a), b) e d) dello stesso disciplinare. La mandataria deve, inoltre, possedere i suddetti requisiti in misura maggioritaria percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti. Ai sensi dell art. 261 co. 7 2 periodo DPR 207/2010, qualora, come nel caso di specie, il bando preveda il possesso, da parte della mandataria, di una percentuale minima di requisiti, la stessa percentuale non può essere stabilita in misura superiore al 60%. L art. 261 sopraccitato al co. 7 ultimo periodo, prescrive che la mandataria, ove sia in possesso di requisiti superiori alla percentuale prevista dal bando di gara, partecipa alla gara per una percentuale di requisiti pari al limite massimo stabilito.

6 La mandataria, dunque, deve possedere almeno il 40% dei requisiti, ma non può partecipare al raggruppamento in misura superiore al 60%, come previsto per legge (ed il restante 40% deve essere posseduto dalle mandanti). Inoltre, la mandataria deve partecipare in misura maggioritaria percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti. Con riferimento alla gara in oggetto ed in particolare al punto 4) lettera a) del disciplinare di gara, che testualmente richiede il possesso di "un fatturato globale, non inferiore ad ,00, per servizi di progettazione esecutiva di cui ali 'art. 252 DP R 207/10, espletati negli ultimi cinque esercizi antecedenti la pubblicazione del bando SI FORMULA IL SEGUENTE QUESITO: L'Autorità di Vigilanza sui Lavori Pubblici con deliberazione n. 74/2006, ha fornito la seguente interpretazione del contenuto del requisito relativo al fatturato globale di cui alla letto a) del comma 1 dell'articolo 66 del D.P.R. n. 554/1999: "Altra ragione per cui si propende per un 'interpretazione letterale rispetto a quella restrittiva che porta a considerare solo i servizi aventi identica natura di quello posto in gara, ai fini della determinazione del fatturato globale, deriva dall 'esigenza di uniformità interpretativa delle norme in materia di affidamento di servizi attinenti l'ingegneria e l'architettura. In questa materia, infatti, il legislatore (v. art. 17 legge 109/94), in considerazione del carattere essenzialmente omogeneo di tali servizi (progettazione e altri servizi tecnici connessi alla progettazione, nonché attività tecnico-amministrative connesse alla progettazione), ogniqualvolta ha dettato la disciplina di riferimento lo ha fatto in maniera unitaria, riferendosi ai servizi in modo onnicomprensivo. Pertanto il requisito in argomento non può essere inteso nel senso di limitare il fatturato ai soli servizi specificamente posti a base di gara". Visto il suddetto parere espresso dall' Autorità di Vigilanza sui Lavori Pubblici il requisito in merito al fatturato per servizi di progettazione è riferibile ai servizi in modo omnicomprensivo e, quindi, non limitato alla sola progettazione esecutiva? 2) Ai sensi del disciplinare di gara, il fatturato per servizi di progettazione è riferibile ai servizi di progettazione esecutiva. è stato effettuato un sopralluogo da parte di una ditta che inizialmente avrebbe partecipato come capogruppo la stessa ditta ora dovrebbe partecipare in ati ma in qualità di associata. La presa visione può essere valida lo stesso? o va fatta una nuova presa visione dalla impresa capogruppo attuale? Il disciplinare di gara non contiene regole specifiche nè in un senso, nè in un altro. in caso di RTI tutti i partecipanti debbano possedere la SOA per progettazione e lavori ovvero se può bastare che la possieda anche la mandante per ovviare all'associazione o indicazione di progettista esterno.

7 Come recita il disciplinare di gara all art. 5 punto 3., occorre possedere le attestazioni SOA, o per progettazione e costruzione, o per sola esecuzione, per tutte le categorie e le relative classifiche indicate. Il disciplinare di gara indica, altresì, analiticamente tutti i requisiti che debbono essere posseduti dai concorrenti nei due casi alternativi. Qual è il termine ultimo per effettuare il sopralluogo preliminare? Occorre fissare un appuntamento? - Per il ritiro del Progetto definitivo su supporto informatico il versamento di Euro va effettuato direttamente all Ufficio Economato oppure può essere fatto tramite versamento postale entro quale termine? - Il disciplinare di gara non prevede alcun termine ultimo per effettuare il sopralluogo. L'art. 4 dello stesso disciplinare indica quale referente per il sopralluogo preliminare obbligatorio l'ing. Zori da contattare telefonicamente o via mail. - il versamento di 15,00 deve essere effettuato direttamente all'ufficio Economato. Anche in questo caso non è previsto alcun termine ultimo. in caso di RTI verticale composto da Capogruppo con OG1 illimitata la cui nascita risale ad acquisizione di ramo d'azienda nel 2008, che quindi negli ultimi 5 anni ha una cifra d'affari per la OG1 pari a circa e Mandante con OG11 illimitata con cifra d'affari superiore a , può ritenersi validamente soddisfatto il requisito relativo alla cifra d'affari ex DPR 34/00? - può ritenersi validamente oggetto di avvalimento la SOA in categoria OG1 illimitata? Il requisito della cifra d affari in lavori, come espressamente previsto all art. 5 lett. r) del disciplinare di gara, nel caso di RTI verticale deve essere posseduto, secondo le misure previste all art. 92 co. 3 DPR. 207/10. Pertanto la composizione prospettata non si ritiene compatibile con il dettato normativo. La SOA in categoria OG1 illimitata può ritenersi oggetto di avvalimento. in riferimento all'appalto in oggetto vorremmo sapere se, in fase di giustificazioni, l'ente Appaltante ci fornirà un prototipo di scheda da compilare o possiamo liberamente utilizzare il software PRIMUS per giustificare le eventuali voci da Voi richieste? In merito al quesito posto l'amministrazione, specifica che: considerati gli artt. 118 e 121 del D.P.R. 207/2010 ss. mm. e ii., nonchè gli artt. 82, 86, 87, 88 e 89 del D.Lgs 163/2006 e ss. mm. e ii; procederà con la richiesta di tutti gli elementi utili e le giustificazioni relative alle voci di prezzo che concorrono a formare l'importo complessivo offerto come indicato nei disposti

8 normativi. L'impresa chiamata a fornire tali giustificazioni o chiarimenti potrà avvalersi degli strumenti che riterrà più idonei per formulare le risposte nel modo più chiaro, esaustivo e sintentico. Con riferimento alla dichiarazione di cui all art. 5 punto 5 del disciplinare di gara si chiede se, nel caso di soggetti di cui all art. 90 del d.lgs. 163/2006 individuati dall Impresa per la prestazione di progettazione, il requisito di cui al punto 4 lett. a), trattandosi di soggetti che svolgono esclusivamente servizi di ingegneria ed architettura, debba essere riferito al fatturato globale dei servizi svolti riportato nelle dichiarazioni IVA e/o bilanci oppure si debba riportare il fatturato relativo a servizi di sola progettazione esecutiva: in tal caso si chiede come comprovare tale requisito e se la progettazione di perizie di variante sia includibile. 1) Il requisito di cui all art. 5 punto 4. lett. a) del disciplinare di gara, qualora non possa essere comprovato mediante i bilanci, potrà essere comprovato mediante altri documenti quali ad es. fatture e relativi contratti. Tale facoltà risulta avallata dall art. 41 co. 3 D.Lgs. 163/2006 ss.mm. e ii. 2) E richiesto che il fatturato si riferisca all attività di progettazione esecutiva, a prescindere che questa sia esercitata nell ambito di un contratto principale o di un atto aggiuntivo. a presente per richiedervi chiarimento in merito al punto r) della "Dichiarazione di cui al punto 5 punto 2 del Disciplinare": r) di aver realizzato, ai sensi dell art. 3 co. 6 DPR 34/00, nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando, una cifra d affari, ottenuta con lavori svolti mediante attività diretta ed indiretta, pari a ; Si richiede se tale cifra deve ammontare a 3 volte l'importo complessivo dei lavori posti a base di gara e se in caso di RTI verticale ciascun componente deve possedere esclusivamente una cifra d'affari pari a 3 volte l'importo dei lavori di propria afferenza. Il DISCIPLINARE DI GARA all'art. 5 punto 2 lettera r) risponde pienamente a quanto richiesto. Dalla lettura del disciplinare pag. 12 di 23 punto 5 si legge: Nel caso in cui il soggetto individuato o associato o da associarsi quale progettista sia un raggruppamento temporaneo di cui all art. 90 co. 1 lett. g) del D.Lgs. 163/06 e ss.mm. e ii., i requisiti di cui al punto 4. lett. a), b) e d), devono essere posseduti cumulativamente dal raggruppamento, con una misura minima per le mandatarie del 40% e comunque in misura maggioritaria percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti. Il requisito di cui al punto 4. lett. c) deve essere posseduto per intero da almeno uno dei componenti il raggruppamento temporaneo.

9 Nel nostro caso l RTP di progettisti indicati dal concorrente coprono i requisiti secondo il seguente prospetto: REQUISITI Importo richiesto (Euro) CAPOGRUPPO MANDANTE Fatturato ,00 85% 15% Ic ,00 85% 15% IIIa ,00 100% 0% IIIb ,00 100% 0% IIIc ,00 100% 0% Personale 20 unità 50% 50% Il requisito di cui al punto 4 lettera c) è posseduto dal capogruppo. Si chiede di sapere: a) se tale distribuzione dei requisiti è compatibile ai fini della soddisfacimento della partecipazione ai requisiti di progettazione; b) se ai fini delle distribuzione delle attività di progettazione è possibile la seguente distribuzione: categorie e classi di progettazione Importo richiesto (Euro) CAPOGRUPPO MANDANTE Ic ,00 90% 10% IIIa ,00 90% 10% IIIb ,00 90% 10% IIIc ,00 90% 10% 1. Ai sensi dell art. 5 punto 5. del disciplinare di gara, nel caso di RTI, la mandataria deve possedere almeno il 40% dei requisiti finanziari e tecnici di cui al punto 4. lett. a), b) e d) dello stesso disciplinare. La mandataria deve, inoltre, possedere i suddetti requisiti in misura maggioritaria percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti. Ai sensi dell art. 261 co. 7 2 periodo DPR 207/2010, qualora, come nel caso di specie, il bando preveda il possesso, da parte della mandataria, di una percentuale minima di requisiti, la stessa percentuale non può essere stabilita in misura superiore al 60%. L art. 261 sopraccitato al co. 7 ultimo periodo, prescrive che la mandataria, ove sia in possesso di requisiti superiori alla percentuale prevista dal bando di gara, partecipa alla gara per una percentuale di requisiti pari al limite massimo stabilito. La mandataria, dunque, deve possedere almeno il 40% dei requisiti, ma non può partecipare al raggruppamento in misura superiore al 60% (ed il restante 40% deve essere posseduto dalle mandanti). Inoltre, poiché la mandataria deve partecipare in misura maggioritaria percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti, anche la prospettata configurazione del RTI mandataria 50% e mandante 50% non è conforme a quanto sopra esposto. 2. La prospettata distribuzione delle attività di progettazione non è ammissibile in quanto non rispecchia la necessaria corrispondenza tra i requisiti di partecipazione e requisiti di esecuzione.

10 Con riferimento al punto 4.a. Di pag 10 del disciplinare di gara si chiede conferma del fatto che, facendo riferimento ai servizi di cui all art 252 dpr 207/10, concorrono al conseguimento del suddetto monte fatturato tutti i servizi previsti dal suddetto articolo 252 e non solo quelli di progettazione esecutiva. Tale precisazione si rende necessaria per ricondurre il tema al dettato dell art. 263 comma 1 lettera a) del predetto DPR e per consentire, in sede di comprova requisiti, l utilizzo dei necessari documenti (bilanci delle Società di Ingegneria) ove, nostro malgrado, non emergerebbe la differenza tra fatturato per progetti esecutivi ed altri servizi di cui al suddetto articolo ed ivi previsti. Quesito 2) Con riferimento a quanto previsto al paragrafo 5 del Disciplinare di gara pag 12, ed in particolare in merito a Il requisito di cui al punto 4. lett. c) deve essere posseduto per intero da almeno uno dei componenti il raggruppamento temporaneo.. Si chiede conferma del fatto che Per intero è da intendersi che UNO dei componenti del costituendo raggruppamento deve possedere, per ogni classe e categoria prevista, almeno 2 servizi il cui importo lavori sommato sia uguale o superiore all importo previsto per nel bando per quella classe e categoria. Si risponde nell ordine ai quesiti posti: 3) Il requisito di cui all art. 5 punto 4. lett. a) del disciplinare di gara, qualora non possa essere comprovato mediante i bilanci, potrà essere comprovato mediante altri documenti quali ad es. fatture e relativi contratti. Tale facoltà risulta avallata dall art. 41 co. 3 D.Lgs. 163/2006 ss.mm. e ii. 4) Si, si conferma. - il totale dei computi metrici estimativi sviluppa un complessivo lavori di ,84: - nei computi metrici estimativi non è riportata alcuna voce inerente gli oneri della progettazione; - se vengono sommati, a detto importo, gli oneri della sicurezza otteniamo la cifra di ,71 (importo complessivo dell appalto) a. ritengo che l importo dei lavori ( ,84) sia già comprensivo degli oneri della progettazione? b. In sede di offerta (vedi disciplinare pag. 17 punto 13) si deve esprimere un ribasso unico da applicare all importo unico di ,84 (in quanto già comprensivi degli oneri della progettazione) e non come erroneamente indicato un unico ribasso percentuale da applicare all importo di ,84 + IVA per lavori ed all importo di ,00 + IVA per progettazione esecutiva? si comunica che per mero errore materiale, nel disciplinare di gara è stato riportato un totale di ,71 anziché ,71, come indicato nel capitolato speciale d appalto. Si precisa, comunque, che gli importi parziali la cui somma è di ,71, sono indicati correttamente in tutti gli atti di gara.

11 Per la categoria OG11 di importo ,12 dove richiedete la classifica VI, è possibile eseguire un ATI tra due imprese in questo modo: 1^ Impresa in possesso della categoria OG11 Classifica V ,99 2^ Impresa in possesso della categoria OG11 Classifica IV ,50 ============= Totale ,49 Incremento di 1/5 come per legge ,70 Totale generale ,19 Per quanto sopra evidenziato, volevamo sapere se la partecipazione in ATI per la categoria OG11 è corretta per la partecipazione al presente appalto? L importo di ciascuna categoria scorporabile può essere coperto anche da un associazione temporanea di tipo orizzontale purchè almeno uno dei componenti l associazione stessa sia qualificato per una classifica pari almeno al 40% dell importo della categoria scorporabile ed i restanti componenti per una classifica pari almeno al 10% dello stesso importo, fermo restando la necessità che l associazione, nel suo complesso, risulti qualificata con riferimento all intero importo della categoria scorporabile. Pertanto la sub associazione orizzontale, così come proposta appare conforme a quanto sopra esposto, senza la necessità dell incremento del quinto. nel disciplinare di gara si parla di associazione, avvalimento o individuazione dei progettisti. Si chiede quindi se con il termine individuazione si intende l indicazione dei progettisti e quindi non è necessario costituire l associazione o partecipare in avvalimento Con il termine individuazione si intende l indicazione per la progettazione di uno dei soggetti di cui all art. 90 co. 1 lett. d),e),f) e f-bis), g) e h) del DLgs. 163/2006 ss.mm. e ii. Nella suddetta ipotesi non sarà necessario costituire un associazione o ricorrere all avvalimento. L Impresa in possesso di cat. OG1 VIII ed OG11 IV può partecipare alla presente gara come impresa singola dichiarando il subappalto della restante categoria OG11? Come specificato nel disciplinare di gara, la categoria OG11 ( ,12 classifica VI) è a qualificazione obbligatoria, scorporabile o subappaltabile nei limiti di cui all art. 118 co. 2 terzo periodo DLgs. 163/2006 ss.mm. e ii.. Pertanto, il concorrente, per ricorrere al subappalto, dovrà possedere almeno il 70% della categoria in argomento. Nel caso di specie, il 70% dell importo è pari ad ,984. Il suddetto importo non risulta coperto dalla classifica IV.

12 viste le determinazioni dell Autorità Lavori Pubblici n. 30 del 13 Novembre 2002 e quella n. 5 del 27 luglio 2010, ai fini della dimostrazione del possesso dei requisiti progettuali, chiediamo se è possibile considerare, a copertura dell importo relativo alla classe/categoria Ic, lavori che rientrano nella classe/categoria Id. In merito al quesito posto l'amministrazione, specifica che: considerato che la categoria Ic riguarda "Gli edifici di cui alla lettera b) quando siano di importanza maggiore, scuole importanti ed istituti superiori, bagni e costruzioni di carattere sportivo, edifici di abitazione civile e di commercio, villini semplici e simili", considerato che la categoria Id riguarda "Palazzi e case signorili, ville e villini signorili, giardini, palazzi pubblici importanti, teatri, cinema, chiese, banche, alberghi edifici provvisori di carattere decorativo, serre ornamentali, ed in genere tutti gli edifici di rilevante importanza tecnica ed architettonica. Costruzioni industriali con caratteristiche speciali e di peculiare importanza tecnica. Restauri artistici e piani regolatori parziali", ritenuto valido quanto deliberato dall'autorità di Vigilanza in merito, in particolare: "...omissis... Da ultimo, sulla individuazione delle classi e delle categorie cui si riferiscono i servizi da affidare, l'autorità ha rilevato (determinazione dell 8 novembre 1999, n. 7) che: a) la tariffa professionale dei tecnici attua una suddivisione delle opere in classi e categorie in funzione del grado di affinità oggettuale e funzionale delle opere stesse; b) per quanto riguarda la tariffa degli ingegneri ed architetti le classi individuano nove differenti tipi di interventi mentre le categorie rappresentano una specificazione dettagliata delle caratteristiche degli interventi compresi nella classe; c) ogni classe individua, quindi, un insieme di interventi oggettualmente e funzionalmente della stessa natura; d) le categorie, invece, costituiscono una suddivisione dell'insieme degli interventi compresi in ogni classe in sottinsiemi caratterizzati ognuno da uguale complessità funzionale e tecnica (da a in poi); e) il sottoinsieme che presenta la più elevata complessità è quello con collocazione più elevata nell ordine alfabetico e, logicamente, vi corrisponde la percentuale più elevata fra quelle previste, a parità di importo, nella classe. Sulla base di queste indicazioni, emerge l importanza della prescrizione regolamentare (articolo 63, comma 1, lett. c), e art. 67, comma 1, del d.p.r. 554/1999) che impone di indicare nel bando di gara la classe e categoria o le classi e le categorie dell intervento, in quanto ciò serve a prestabilire quale percentuale si applicherà, a gara ultimata ed a progetto redatto, per determinare il corrispettivo. La prescrizione è funzionale anche per la dimostrazione dei requisiti minimi di partecipazione o della indicazione dei requisiti da impiegare, nel caso che la procedura di gara sia la licitazione privata, per la selezione dei concorrenti cui inviare la lettera di invito a presentare offerta. I lavori cui si riferiscono detti requisiti devono, infatti, appartenere alla classe e categoria (o alle classi e categorie) dell intervento cui si riferisce il bando. In questi casi è evidente che vanno considerati gli interventi appartenenti non solo alla classe e alla categoria (o alle classi e categorie) dell intervento cui si riferisce il bando ma anche alla classe ed alle categorie la cui collocazione nell ordine alfabetico sia pari o più

13 elevata a quella stabilita nel bando, in quanto questi interventi sono della stessa natura ma tecnicamente più complessi....omissis... ", ritiene accettabile, ai fini della qualificazione per la procedura, al posto del requisito di fatturato per categoria Ic considerare l'importo cumulativo relativo ai progetti di categorie Ic e Id. Restano escluse le altre categorie (Ia, Ib), in quanto non attinenti alle opere da realizzarsi. Vorremmo sapere se, nell eventualità ci fossero delle offerte anomale, l Ente Appaltante richiede schede di giustificazione prezzi su tutte le voci dei vari computi metrici estimativi o fornirete un elenco di voci più significative? In merito al quesito posto l'amministrazione, specifica che: considerato l'art. 121 del D.P.R. 207/2010, considerata l'impossibilità di prevedere a priori il numero e le caratteristiche delle eventuali offerte anomale, si riserva di procedere con la richiesta di tutti gli elementi utili e le giustificazioni relative alle voci di prezzo che concorrono a formare l'importo complessivo offerto nelle modalità previste dal Codice degli Appalti e dal relativo Regolamento di Attuazione. In merito alla procedura di gara indetta dalla Vostra Amministrazione relativa alla progettazione esecutiva e riqualificazione funzionale, ristrutturazione e adeguamento normativo ec Centro meccanografico Poste S. Lorenzo, con la presente siamo a chiedere cortesemente conferma che il sopralluogo possa essere effettuato da un soggetto munito di delega conferita dal Legale Rappresentante del nostro consorzio. Si. Confermiamo. il requisito della cifra d'affari ottenuta con lavori svolti mediante attivita' diretta e indiretta deve essere comprovato ai sensi dell'art. 18 commi 3 e 4 in sede di gara o in sede di verifica ai sensi dell'art. 10 comma 1 -quater della legge. Il requisito della cifra d'affari ottenuta con lavori svolti mediante attività diretta ed indiretta, deve essere comprovato ai sensi dell'art. 18 commi 3 e 4 DPR 34/2000 e sarà oggetto di verifica, qualora il concorrente venga sorteggiato, ai sensi dell'art. 48 co. 1 D.Lgs. 163/06 e ss.mm. e ii, ovvero ai sensi dell'art. 48 co. 2, stesso Decreto, se risulterà aggiudicatario o secondo e non sia stato precedentemente sorteggiato. Le categorie OS4 e OS18 sono subappaltabili al 100%.

14 Non essendone in possesso possiamo subappaltare al 100% dichiarandolo e coprendo il loro importo con la prevalente? Le categorie OS4 e OS18 sono a qualificazione obbligatoria. Se il concorrente non le possiede deve necessariamente costituire un RTI o subappaltarle a soggetto qualificato. RIP. III AA.PP. Sett. IV Partecipando come consorzio stabile( art. 34 lettera c) in ati con altre imprese la cifra d'affari di ,00 viene calcolata globalmente tra il consorzio e le altre imprese facenti parte del raggruppamento? La stessa cifra deve averla realizzata il consorzio stesso o si puo' raggiungere facendo il totale della cifra d'affari delle consorziate? Se il concorrente si presenta in Raggruppamento Temporaneo di Imprese il requisito di cui all art. 5 lettera r) del disciplinare di gara (globale in caso di raggruppamenti, di consorzi ordinari di concorrenti o GEIE), deve essere posseduto: nelle misure previste all art. 92 co. 2 del DPR 207/10, per Raggruppamenti di tipo orizzontale e all art. 92 co. 3 dello stesso DPR, per il tipo verticali, come peraltro espressamente specificato nel disciplinare di gara. si richiede un chiarimento sulle categorie scorporabili e subappaltabili OS4 e OS18, i cui importi corrispondono rispettivamente al 1% e al 9% dell'importo complessivo posto a base di gara. Essendo queste categorie a qualificazione obbligatoria, per partecipare, è obbligatorio costituire un'ati verticale o è sufficiente indicarle come oggetto di subappalto se i loro importi sono ricoperti dalla categoria prevalente OG1? Le categorie a qualificazione obbligatoria possono essere eseguite dall Impresa concorrente solo se la stessa è in possesso della relativa qualificazione. Diversamente l Impresa deve alternativamente subappaltarle (a soggetti in possesso della qualificazione) o costituire un ATI verticale. Per la categoria OG11 di importo ,12 dove richiedete la classifica VI, è possibile eseguire un ATI tra tre imprese in questo modo: IMPRESA 1 OG11 CLASSIFICA V ,99 IMPRESA 2 OG11 CLASSIFICA IV ,50 IMPRESA 3 OG11 CLASSIFICA III ,80 TOTALE ,29 INCREMENTANDO DI 1/5 COME PER LEGGE ,45 TOTALE FINALE ,74 (CLASSIFICA VI)

15 E corretta un operazione del genere per la categoria OG11? L importo di ciascuna categoria scorporabile può essere coperto anche da un associazione temporanea di tipo orizzontale purchè almeno uno dei componenti l associazione stessa sia qualificato per una classifica pari almeno al 40% dell importo della categoria scorporabile ed i restanti componenti per una classifica pari almeno al 10% dello stesso importo, fermo restando la necessità che l associazione, nel suo complesso, risulti qualificata con riferimento all intero importo della categoria scorporabile. Pertanto la sub associazione orizzontale, così come proposta appare conforme a quanto sopra esposto, senza la necessità dell incremento del quinto. In riferimento alla gara in oggetto, richiedo chiarimento in merito alle categorie che deve possedere il progettista incaricato in collaborazione con una società che si occuperà della sola costruzione. I requisiti richiesti al progettista sono espressamente indicati nel disciplinare di gara ai punti 4., 4.1, , e 5. Non si comprende, dalla formulazione della domanda, quali siano le perplessità al riguardo.

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione VIGILANZA CONTRATTI PUBBLICI Revisione ed aggiornamento della determinazione del 7 luglio 2010, n. 5 Linee guida per l affidamento dei servizi attinenti all architettura

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Allegato A) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000, N. 445) ------ OGGETTO: CONTRATTO AI SENSI DELL ART. 153, COMMI 1-14, DEL D.LGS. N. 163/2006 (FINANZA DI PROGETTO) DI COSTRUZIONE

Dettagli

Risposte ai quesiti. Segue pagina

Risposte ai quesiti. Segue pagina Bando di gara per l affidamento della progettazione esecutiva, della direzione lavori, della misurazione, della contabilizzazione e del coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione per il recupero

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi:

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi: Quesito nr. 1 gara Global Service Siamo a chiedere, con la presente, di poter conoscere il nome degli attuali gestori dei servizi relativi ai lotti 1 e 2? Risposta al Quesito nr. 1 L'attuale gestore del

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

ART. 1 Ente appaltante

ART. 1 Ente appaltante La Scuola è sede di progetti Istituto Omnicomprensivo Statale San Demetrio Corone (CS) Dirigenza ed Uffici Amministrativi Via Dante Alighieri, n. 146 87069 San Demetrio Corone (CS) Tel. +39 0984 956086

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Consiglio di Stato n. 1757 del 27/03/2013

Consiglio di Stato n. 1757 del 27/03/2013 MASSIMA nell appalto integrato, il concorrente alla gara è l appaltatore, il quale deve dimostrare il possesso dei requisiti professionali previsti nel bando per la redazione del progetto esecutivo in

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI AUTOMEZZI, MACCHINARI ED ATTREZZATURE, ALLESTITE PER USO PROTEZIONE CIVILE, ATTE A COSTITUIRE PARTE DELLA COLONNA MOBILE PER IL SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

Direzione Generale dell Industria

Direzione Generale dell Industria PO R FESR 2007-2013 A sse VI C om petitività- Linee di attività 6.2.2.i) e 6.2.3.a) D eliberazione della G iunta Regionale n. 51/25 del 24.09.2008 Interventi per favorire l'innovazione del sistem a delle

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Direttive comunitarie che coordinano le seguenti procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici:

Direttive comunitarie che coordinano le seguenti procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici: Versione finale del 29/11/2007 COCOF 07/0037/03-IT COMMISSIONE EUROPEA ORIENTAMENTI PER LA DETERMINAZIONE DELLE RETTIFICHE FINANZIARIE DA APPLICARE ALLE SPESE COFINANZIATE DAI FONDI STRUTTURALI E DAL FONDO

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE E CONSOLIDAMENTO STATICO DEL PADIGLIONE EX FALEGNAMERIA

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

Partecipazione alle Gare Smaterializzate

Partecipazione alle Gare Smaterializzate Modulo 2 Partecipazione alle Gare Smaterializzate Pagina 1 di 26 INDICE 1. PREMESSA... 3 1. DIAGRAMMA DI FLUSSO... 6 3. PROCEDURA - DESCRIZIONE DI DETTAGLIO... 7 Pagina 2 di 26 1. PREMESSA Se sei un utente

Dettagli

Rassegna delle massime dell Autorità in tema di Requisiti di partecipazione alle procedure di affidamento e avvalimento Anno 2013

Rassegna delle massime dell Autorità in tema di Requisiti di partecipazione alle procedure di affidamento e avvalimento Anno 2013 Rassegna delle massime dell Autorità in tema di Requisiti di partecipazione alle procedure di affidamento e avvalimento Anno 2013 di Nicoletta Torchio e Stefania Marcarelli Sommario: 1. Premessa 2. Requisiti

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli