La mobilità elettorale che. favorisce il Pd

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La mobilità elettorale che. favorisce il Pd"

Transcript

1 N Settembre 06 Giugno 2014 La mobilità elettorale che Cosa fare con il clima che cambia Catastrofismo o sapersi adeguare? Dalla green economy alle nuove abitudini favorisce il Pd Il trionfo alle europee: solo la DC era riuscita a ottenere percentuali più alte

2 Maggio Settembre Verso I Più problemi equilibrio progressivo che nel derivano pensionamento dai Parlamento cambiamenti europeo degli climatici anni (e del boom demografico quindi più confusione) di Fabio Germani La priorità assoluta in questo momento è mettere più persone al lavoro I motivi per non prendere sottogamba i problemi causati dai cambiamenti climatici sono diversi. In tanti lo ricordano a scadenza regolare, un giorno sì e l altro pure. Il fatto è che attorno al tema A fine aprile il think tank britannico Open Europe riferiva in uno studio della possibilità che al Parlamento di Strasburgo siederanno dopo il voto del maggio (da noi, ricordiamo, si vota do- il mondo si divide in due categorie: i catastrofisti da un lato e i più frivoli dall altro quando, come per ogni cosa, basterebbe del sano buon senso. Domenica 21 settembre sono scese migliaia di menica 25 dalle 7 alle 23) almeno 218 esponenti delle forze euroscettiche su 751 seggi disponibili. persone in strada a New York per la People s Climate March (ma iniziative analoghe si sono tenute L ipotesi che i partiti anti-europei dal Front Nationale di Marine Le Pen in Francia ai populisti di in oltre tremila città). L evento è stato organizzato da Bill McKibben, fondatore di 350.org, in vista Gert Wilders in Olanda, dall Ukip in Gran Bretagna al Movimento 5 Stelle in Italia possano fare incetta di consensi è dunque concreta. A confermare questa idea una recente indagine proveniente del Climate Summit 2014 promosso dall Onu che si è tenuto proprio a New York due giorni dopo. Tanto per dirne una, la Grande Mela è il fulcro del contrasto ai cambiamenti climatici. Il sindaco Bill da oltreoceano a cura del Pew Research Center, diffusa la scorsa settimana. Che nel caso italiano, de Blasio, infatti, sta lavorando per ridurre le emissioni di gas serra fino all 80% entro il Ma soprattutto, certifica il malcontento dei cittadini verso l Unione europea. In particolare nei riguardi quanto se ne sa, sul serio, in materia? Questo è l interrogativo che dovremmo porci, testimonial e della moneta unica, secondo l istituto statunitense. Per il ritorno alla lira si direbbe infatti favorevole il 44% del campione. Un crollo in pochi anni che stride, ad esempio, con la rilevazione di inizio ambasciatori Onu à la Leonardo Di Caprio a parte. Sulle pagine del Wall Street Journal l esperto Steven E. Koonin ha sostenuto che in verità la comunità scientifica (e a maggior ragione cittadini e 2014 dell Eurispes che aveva quantificato tale porzione di popolazione in uno striminzito 25,7%. governi) di cambiamenti climatici ne sa poco. Anche perché il fenomeno di per sé sempre è avvenuto e sempre accompagnerà la nostra esistenza. L unico quesito che dovrebbe interessare i go- Anche l indagine di Tecnè, che avrete modo di leggere più avanti, va in questa direzione. I sì nei confronti verni, visto dell euro, che la scienza stando nutre alle nostre dei dubbi rilevazioni, sul reale sono impatto il 59% immediato del campione dell uomo e i no sul appena clima, il è 33%. come Ad i cambiamenti ogni modo volgeranno la fiducia nelle nel istituzioni prossimo comunitarie, secolo a causa dice dell influenza ancora il Pew dell uomo Research e Center, degli eventi scesa naturali, così da condizionare il processo decisionale sull utilizzo delle fonti energetiche e delle infra- fino al 46% con un crollo del 20% dal 2007, del 12% in un solo anno in controtendenza rispetto ai partner europei. In Francia, Germania e Spagna i giudizi positivi sono addirittura aumentati, rispettivamente dal 41 al 54, dal 60 al 66 e dal 46 al 50 per cento. Per Tecnè il 53% degli intervistati strutture. E non è che in questo senso i governi abbiano tutta questa fretta. Il summit di New York servirà più che altro a dettare le linee guida che dovranno tradursi in impegni concreti nel 2015, ritiene che l immagine dell Ue sia da considerarsi positiva, negativa per il 44%. quando è in programma la Conferenza mondiale a Parigi. C è da osservare che una campagna elettorale troppo personalizzata come quella cui si è assistito Ora, ovviamente, abbassare la guardia sarebbe sciocco. Perché per quanto se se ne sappia poco, in queste settimane, non aiuta i cittadini a comprendere meglio la portata dell occasione storica. nel 2013 l Omm (l Organizzazione meteorologica mondiale) ha osservato, in linea con il decennio Dall elezione del presidente della Commissione (il risultato delle urne, per la prima volta, sarà determinante in questo senso), alle regole del fiscal compact, fino al mancato utilizzo dei fondi strut , temperature maggiori di 0,48 gradi centigradi rispetto al periodo Secondo l Organizzazione si è verificato, dal 1998 in poi, un innalzamento non indifferente, tanto che gli anni recenti turali dell Ue più freddi (un ritardo corrispondono che riguarda ai più soprattutto caldi tra quelli il nostro misurati paese), prima arrivando del all annosa Un andamento questione che non dei flussi potrà migratori, che peggiorare la scarsa a informazione causa soprattutto crea piuttosto dell aumento, confusione anno dopo e inquietudine. anno, della Sono concentrazione queste le motivazioni di anidride che, carbonica a partire e dal gas 9 maggio, serra nell aria, ci hanno il cui spinto record ad era occuparci, stato stabilito nel dettaglio, già nel dei tre E principali non è tutto: temi stando che coinvolgono alle stime del le Rapporto politiche comunitarie. Climate Change 2013 entro il 2100 la temperatura media della Con questi Terra dovrebbe presupposti aumentare uno scenario da 0,3 siffatto a 4,8 gradi sembra centigradi. l unica via possibile. O, almeno, l esito più A verosimile. suo modo il tema sta comunque mutando il paradigma culturale ed economico. Non è un segreto che tante aziende si stiano specializzando nel settore delle energie rinnovabili e la green economy in generale è un segmento che negli ultimi anni ha conosciuto ampi margini di sviluppo. Persino i Rockfeller che un tempo costruirono il loro impero sul petrolio stanno pensando di investire nell energia pulita. Subentrano nuovi interessi e nuove opportunità di business. Che in certi casi vuol dire anche modificare le proprie abitudini. La misura la dà la Coldiretti: un chilo di ciliegie, ad esempio, dal Cile per giungere sulle tavole italiane deve percorrere quasi 12 mila chilometri con un consumo di 6,9 chili di petrolio e l emissione di 21,6 chili di anidride carbonica. Con poco si può contribuire a migliorare (un minimo) la situazione: scegliere prodotti locali e di stagione, ridurre al

3 Percentuale che nel Mezzogiorno raggiunge il 56,2%. Va meglio nelle regioni del Nord (31,7%) e al Centro (41%). Abbiamo toccato il fondo, ha ammesso il presidente del CONI Giovanni Malagò nel commentare i dati presentati giovedì. L obesità ha concluso è un altra partita, oltre che nostra soprattutto dello Stato. Tanto più miglioriamo quei numeri e più si spende meno in salute. Piccolo appunto: nel 2011, il 10% della popolazione adulta di 18 anni e più era obesa 19 Luglio Settembre Giugno (dati Istat). - See more at: A che punto siamo con Europa 2020 minimo gli imballaggi, riciclare le buste che si usano per la spesa, ottimizzare il consumo di energia nella conservazione e nella preparazione dei cibi, evitare gli sprechi. Questo nel nostro piccolo, intanto l amministrazione Usa sta riflettendo sull eventualità di mettere in conto non a caso c è già una squadra al lavoro una politica di adattamento ai cambiamenti climatici. Perché il punto non è quantificarne la portata, ma non farsi trovare impreparati nel prossimo futuro scongiurando (anche) ingenti ripercussioni economiche. di Mirko Spadoni

4 26 Settembre 2014 È così opportuno lavorare tanto? di Matteo Buttaroni Più ore si lavora e più si produce? Secondo due dei più grandi imprenditori al mondo, Larry Page e Richard Branson, rispettivamente numeri uno di Google Inc. e Virgin Group, la risposta è no. O almeno non necessariamente. I due, che vantano rispettivamente patrimoni stimati di 23 e 4,4 miliardi di dollari, e danno lavoro a oltre 47 mila e 35 mila dipendenti, sono convinti che per produrre non sia necessario lavorare freneticamente. Per i due colossi infatti la chiave della produttività risiede nella felicità del lavoratore stesso e, secondo numerosi studi più o meno attendibili, una persona per essere felice (a parte casi estremi) ha sì bisogno di lavorare, ma anche di tempo da dedicare alla propria famiglia e ai propri interessi. Al contrario di Larry Page, che si è fermato a sostenere questa teoria, Branson ha deciso di passare alla pratica abolendo l orario di lavoro e il conteggio delle vacanze per i suoi dipendenti diretti, assicurando, in caso di successo, l espansione della sua filosofia a tutto il Gruppo Virgin, controllate comprese. Rimane da stabilire la questione compenso: se, quindi, i dipendenti portando a termine il medesimo progetto, ma dedicandoci (molto) meno tempo, percepiranno lo stesso stipendio percepito con un orario di lavoro prestabilito. Non solo, Branson ha sempre portato avanti la teoria secondo cui per garantire il lavoro ai giovani è opportuno che i datori di lavoro assumano due part-time piuttosto che un full-time. Anche una città in Svezia ha deciso di mettere in pratica una teoria simile. A Goteborg (seconda città più popolosa del Paese e sede di noti marchi come Ericsson e Volvo) il comune ha diviso i suoi dipendenti in due gruppi: un gruppo continuerà a lavorare otto ore al giorno per un totale di 40 ore settimanale, al secondo gruppo è stato ridotto l orario a sei ore giornaliere, quindi 30 settimanali. Al termine dell esperimento, iniziato il primo luglio e che durerà un anno, il comune tirerà le somme. Anche Netflix, il portale di film in streaming, applica per i suoi dipendenti orari flessibili senza ferie prestabilite. Secondo il fondatore Reed Hestings i dipendenti talentuosi e svegli non hanno bisogno di eccessive ore lavorative per portare a termine un progetto lucroso per l azienda. Nel caso di Netflix, Hestings garantisce ai suoi dipendenti stipendi più alti rispetto al resto del mercato statunitense. Secondo Arianna Huffington, fondatrice dell Huffington Post, il modello lavorativo applicato fino ad oggi non funziona, la mentalità stakanovista ed estenuante del super lavoratore oltre a demotivare il dipendente o il manager in questione danneggia le aziende. Nel libro Cambiare passo. Oltre il denaro e il potere. La terza metrica per ridefinire successo e felicità, la Huffington spiega che un lavoratore esausto e stressato si ammala più facilmente e commette più errori di un lavoratore li-

5 Percentuale che nel Mezzogiorno raggiunge il 56,2%. Va meglio nelle regioni del Nord (31,7%) e al Centro (41%). Abbiamo toccato il fondo, ha ammesso il presidente del CONI Giovanni Malagò nel commentare i dati presentati giovedì. L obesità ha concluso è un altra partita, oltre che nostra soprattutto dello Stato. Tanto più miglioriamo quei numeri e più si spende meno in salute. Piccolo appunto: nel 2011, il 10% della popolazione adulta di 18 anni e più era obesa 19 Luglio Settembre Giugno (dati Istat). - See more at: A che punto siamo con Europa 2020 bero da vincoli di orario. E impossibile, spiega, essere buoni manager e allo stesso tempo bravi vicini o, più semplicemente, sempre presenti in una famiglia. L attuale modello di successo, che si identifica con superlavoro, esaurimento da stress, mancanza di sonno, lontananza dalla famiglia, connessione 24 ore su 24, non funziona. Non funziona per le aziende, né per le società in cui è il modello dominante, né per il pianeta. Non funziona per le donne, e neanche per gli uomini. Anche Bill Clinton ammise, spiega nel libro, che di Mirko Spadoni la maggior parte degli errori compiuti durante la sua presidenza furono causati dalle poche ore di sonno e quindi dalla stanchezza. Come gli edifici spiegò ancora Arianna Huffington in un intervista di presentazione al libro -, le nostre vite necessitano di lavori di riparazione e ristrutturazione. Quando andiamo al lavoro ce le lasciamo alle spalle, insieme alle nostre anime. E alla fine, a trovarsi fuori sincrono rispetto al modo in cui viviamo le nostre vite, e trascorriamo il nostro tempo, è proprio ciò a cui diamo valore, ciò che ci rende felici, che ci fa prosperare. Ed è per questo che abbiamo urgentemente bisogno di nuovi progetti, per riconciliare il tutto. Per vivere le vite che vogliamo, e che meritiamo davvero, non solo quelle di cui ci accontentiamo, abbiamo bisogno di una Terza Metrica, una misura alternativa del successo che superi il metro del denaro e del potere, e si fondi su quattro pilastri: benessere, saggezza, contemplazione e dono. Per dimostrare che i concetti di lavoro estenuante e produttività non sono sinonimi basta guardare i dati dell Ocse riguardo le ore lavorate dai dipendenti dei Paesi dell Organizzazione. Secondo l analisi il Paese europeo che chiede sforzi maggiori ai propri lavoratori è, udite udite, la Grecia, con ore annue per ogni lavoratore. All altro capo della classifica c è, incredibile ma vero, la Germania con ore annue. In media un lavoratore greco lavora dunque il 40% in più del collega tedesco. Il Paese europeo con il minor numero di ore di lavoro per dipendente è l Olanda (1.337). L Italia si piazza invece al settimo posto con ore annuali. Le cose cambiano se si guarda alla produttività delle ore. Confrontando le ore di lavoro pro capite con il Prodotto interno lordo emerge che la Grecia è il Paese meno produttivo d Europa rispetto allo sforzo richiesto ai lavoratori. In questa classifica la Germania occupa il settimo gradino mentre il più produttivo è il Lussemburgo (un Paese che comunque non compare nella top ten delle ore lavorate annualmente dai dipendenti). L Italia è il quarto Paese meno produttivo. A remare contro la teoria di Page, Brandson e Huffington sono i dati relativi agli Stati Uniti. Secondo l Ilo, l agenzia per il lavoro dell Onu, mentre nei principali Paesi europei le ore di lavoro annue sono comprese tra le e le 1.800, negli Stati uniti il dato è di ore annue pro capite. In termini di produzione per dipendenti l America appare più virtuosa della media europea: dollari all anno contro dollari.

6 26 Settembre 2014 Un sogno chiamato Silicon Valley di Fabio Germani Un cambio violento. L assioma è che se si vuole avanzare tutti, che qualcuno si arrabbi è cosa da mettere in conto. Che il premier Matteo Renzi si riferisse alle ultime polemiche sul Jobs Act con i sindacati (in particolare per quanto riguarda la proposta di abrogazione dell Articolo 18 per i neoassunti), è evidente. Ma lo scenario da cui ha parlato la Silicon Valley, generalizzando non rende giustizia alla realtà dei fatti. Possiamo prendere il più importante distretto tecnologico al mondo come modello, ma è difficile immaginare una Silicon Valley all italiana. Non perché sia impossibile, ma perché ci vorranno anni e la volontà di cambiare sul serio. Anche violentemente, appunto. La Silicon Valley è in California una realtà consolidata. Il nome fu utilizzato per la prima volta all inizio degli anni 70, ma già allo scadere degli anni 30 si insediò in quell area la Hawlett- Packard. Lo sviluppo delle tecnologie e della comunicazione, di internet e tutto il resto ha reso quella terra particolarmente fertile : Apple, Microsoft, Intel, ebay, Yahoo!, Google, Oracle, PayPal, Elctronic Arts. Era il boom della new economy. Poi Facebook, Linkedin, Twitter: terra che fertile continua ad esserlo, considerata la mole di startup che nascono e crescono. Terra che produce cifre inimmaginabili. Storicamente la Silicon Valley ha tramutato in realtà il sogno americano, pur con tutti i limiti e le contraddizioni del caso. Aziende che nate nella stanza del college o all interno di un garage hanno poi avuto l opportunità di consolidarsi ed espandersi, supportate da un sistema burocratico, scolastico e finanche culturale che, ammettiamolo, alle nostre latitudini paiono cose possibili solo su Marte. In Italia si discute da tempo di disoccupazione giovanile, giunta a livelli record (nel mese di luglio si attesta al 42,9%). La porzione di popolazione compresa tra i 15 e i 24 anni ha difficoltà a trovare un impiego un po ovunque, ma ad ogni modo il lavoro deve essere di qualità, con valore formativo e tutelato anche tra i più giovani. A questo, in linea teorica, mirano l apprendistato e il programma europeo della Youth Guarantee. Chi entra nella Silicon Valley, invece, sa di poter godere di benfit e salari più che dignitosi. Secondo la recente indagine di Glassdoor (portale dedicato alla ricerca di lavoro), uno stagista può arrivare a guadagnare fino a settemila dollari al mese. Nella speciale classifica al primo posto tra le aziende che pagano meglio risulta Palantir Technologies, società che si occupa di software e servizi. Qui gli stagisti guadagnano 84 mila dollari all anno. A seguire Vmware che garantisce poco meno di dollari/mese. Le più quotate Google e Apple pagano gli stagisti quasi dollari in media, rispettivamente e dollari. Di norma lo stage ha una durata che può variare dai sei mesi ad un anno. E la possibilità di carriera è alta, se si è meritevoli.

7 Percentuale che nel Mezzogiorno raggiunge il 56,2%. Va meglio nelle regioni del Nord (31,7%) e al Centro (41%). Abbiamo toccato il fondo, ha ammesso il presidente del CONI Giovanni Malagò nel commentare i dati presentati giovedì. L obesità ha concluso è un altra partita, oltre che nostra soprattutto dello Stato. Tanto più miglioriamo quei numeri e più si spende meno in salute. Piccolo appunto: nel 2011, il 10% della popolazione adulta di 18 anni e più era obesa 19 Luglio Settembre Giugno (dati Istat). - See more at: A che punto siamo con Europa 2020 un anno. Il 77% degli intervistati di Glassdoor afferma di avere preferenze su un azienda o sull altra proprio sulla base delle prospettive di lavoro. Un ingegnere a Google può guadagnare 128 mila dollari in di Mirko Spadoni Non che i problemi non esistano, ovviamente. Microsoft, ad esempio, ha dovuto ricorrere ad un taglio complessivo di 18 mila dipendenti di cui alcuni impiegati nel laboratorio di ricerca situato nella Silicon Valley per fare fronte a sopraggiunte esigenze aziendali. Molte delle società dell area stanno facendo mea culpa per i recenti disagi causati dalle falle nella privacy degli utenti. Ma le teste che operano nel settore sembrano pensarne di nuove, in continuazione. Sul cibo, per dirne una. Secondo il New York Times diversi ingegneri starebbero al lavoro con lo scopo di ricreare cibo da composti organici quale alternativa ai derivati animali. O ancora, il Financial Times ha raccontato di startup cristiane, ovvero delle app utili alla Chiesa e ai prelati per l organizzazione delle mansioni e delle attività per i fedeli. Per la serie: il sogno continua (nonostante le difficoltà) nella Silicon Valley. Da noi la strada è tutta in salita.

8 26 Settembre 2014 I colossi di Internet affilano le armi di Fabio Germani Il paradosso è che mentre Alibaba preparava il suo sbarco a Wall Street, Amazon programmava l approdo in Cina. E nel frattempo Twitter implementava il tasto buy, sebbene ancora in via sperimentale. Il settore dell e-commerce si ramifica, raggiunge nuovi mercati, crea concorrenza. In Cina esiste una zona di libero scambio, la Shanghai Free-Trade Zone, istituita di recente, nel Ed è lì che la società di Jeff Bezos collocherà dei magazzini per facilitare le consegne e ridurre i costi nel territorio. È una risposta bell e buona all avanzata di Alibaba, anche se i due negozi onliè il magnate-fondatore di Alibaba con un patrimonio stimato di 21,8 miliardi di dollari, superiore a ne mantengono una loro specifica identità. Si chiedeva alcuni giorni fa il Washington Post se vale la pena azzardare paragoni, spesso fuorvianti. Del tipo: Weibo è il Twitter cinese o, aggiungiamo, Baidu come Google e Taobao come ebay. Perché diverse sono le storie che si celano dietro a imprese tanto vaste. Facebook, Twitter e prima ancora Google, ebay, Amazon e PayPal solo per citarne alcune tra le più famose nascono rispecchiando lo spirito (o il sogno, che piaccia o meno) americano. In Cina, in particolare i social network, come strutture di controllo preventivo, evitando iscrizioni a servizi esteri e applicando diverse forme di censura. Il caso Alibaba nato nel 1999, cinque anni più tardi di Amazon stravolge questo schema, a cominciare dalla proprietà. Jack Ma quelli di Ma Huateng e Robin Li, rispettivamente fondatori di Tencent Holdings e di Baidu, ma Yahoo! possiede il 22% del sito di e-commerce. Con l ingresso a Wall Street per Alibaba è cominciato, in vista dell Ipo, il roadshow che mira a convincere delle buone intenzioni della società potenziali acquirenti in tutto il mondo. L Ipo potrebbe arrivare a valere fino a 21,1 miliardi di dollari, quando per Facebook si fermò a 16. In questo modo la valorizzazione complessiva del colosso cinese potrebbe arrivare a valere oltre 160 miliardi (secondo alcuni analisti potrebbe sfiorare addirittura i 250 miliardi). Su Alibaba i compratori attivi sono 241 milioni e otto milioni i venditori. Numeri che vale la pena far fruttare anche altrove. E Alibaba apre una strada nuova all Internet cinese. Tencent sfida di fatto Facebook nel campo della messaggistica istantanea, vale a dire WeChat vs. Whatsapp. Così i social network, appunto, hanno di che ingegnarsi per non correre il rischio di esaurire le proprie risorse. Cambiando i modelli di business, cambiano le strategie. Dunque Mark Zuckerberg pensa bene di strappare qualche utente a YouTube (quindi a Google) nella gestione di video, inserendo nuove funzioni come il contatore delle visualizzazioni. Un percorso non troppo distante da quello testato con le pagine e i link dedicati alle news. Un discorso, quest ultimo, che a maggior ragione coinvolge Twitter alle prese con l indivudiazione di un percorso che garantisca ricavi dopo la quotazione in Borsa di quasi un anno fa. Il tasto buy che sta sperimentando sembra andare in questa direzione. I marchi e i personaggi famosi che stanno aderendo all iniziativa mettono in vendita prodotti in esclusiva per Twitter. Fare le cose uguali ad Amazon o Alibaba non converrebbe a Jack Dorsey e soci, in effetti.

9 16 26 Maggio Settembre Sempre più donne ai vertici Il peso dell imprenditoria femminile (ma non negli Usa) In Italia, la presenza delle donne nei board è superiore L aumento a quella registrato registrata nel negli corso Stati degli Uniti. ultimi Questo cinque è quanto emerge dal rapporto Cs Gender 3000 del anni Crédit della Suisse percentuale Research di donne Institute. sul Nel totale nostro degli Paese, la presenza delle donne nei consigli di amministrazione prenditori, passato è infatti aumentata dal 29,8% di al molto 30,1% negli del 2013, ultimi im- anni, passando dal 5,5% del 2010 al 17,5% del si deve In non aumento tanto all aumento rispetto a del quanto numero rilevato di donne, ha portato ma alla l Italia miglior a tenuta superare da la parte media delle 12,7% impre- nel 2012 (+9,2%) e al -4,6% del Un trend che e in linea con la percentuale del Regno Unito (17,9%), se rosa ma nel superiore periodo a di quella crisi. statunitense Il numero complessivo per è le infatti società sceso quotate di oltre in 200 borsa, mila di unità, riservare spiega alle (13,7%). Tuttavia l obbligo, previsto dalla legge 120/2011 donne una percentuale pari al 30% dei posti disponibili Confcommercio, per tre mandati la consecutivi contrazione è maggiore ancora lontano. Forse troppo. stata registrata tra le imprese guidate da uomini, è Il Paese con la maggiore presenza di donne nei scese board di osserva 158 mila Corriere unità, mentre della Sera le aziende è la Norvegia con il 39,7%, davanti a Svezia (30,3%), Francia date da (29,6%) donne che e Finlandia hanno chiuso (29,5%). i battenti Percentuali sono gui- lontane da quelle nostrane, dove le donne presenti state nell alta solo dirigenza 47 mila. è Tanto al 13,9% per quindi fare un oltre esempio: la media terziario, del 12,9%. dal Gli 2009 amministratori ad oggi, la quantità delegati tuttavia di donne sono imprenditrici solo il 5%. è rimasta In Malaysia, pressoché Svezia, invariata. Singapore nel Il e terzo Filippine, settore le cose ha infatti vanno registrato meglio. una In questi contrazione quattro minima, Paesi, le pari donne al -0,3%, senior contro manager il -10,7% sono registrato dal settore il agricolo 25,6%, il e 25% dal -9,5% e il 24,6%. dell industria. Ma se cresce Come il se numero non bastasse delle donne il peso ai del vertici comparto societari sul e rispettivamente di totale quelle dell economia al governo (le è cresciuto ministre nell esecutivo di quasi tre punti Renzi percentuali, sono otto, passando le sottosegretarie dal 66,6% nove) al 69%. molte Interessante quelle è anche restano la crescita senza del un numero impiego. delle In Italia, imprenditrici il tasso di straniere disoccupazione nel nostro per Paese. le donne L aumento è infatti altre sono cresciuto dal 2009 è dello stato 0,6% di 20 nell arco mila unità di dodici con in mesi, testa passando le imprenditrici dal 12,8% cinesi, del cresciute secondo nel trimestre periodo del di 2013 riferimento 13,4% del attuale 45,5%. (dati Istat). al In Le regioni paesi come con la il Giappone, più alta incidenza la Germania di imprese e l Italia, rosa che sono sono il Molise, tutti in difficoltà con il 34,7%, demografica, e l Umbria, lavorano con il molte 33,4%. meno I settori donne più toccati che in America, dalle donne per non sono parlare quelli della degli Svezia, alloggi e ha della osservato ristorazione, qualche con tempo 140 mila fa l Economist. imprese (43% Se del la totale)e forza lavoro quello femminile dei servizi arrivasse alla persona, ai livelli con americani 113mila imprese questa darebbe (il 43% della secondo impren-iditoriale). Dal britannico 2010 ad oggi, una potente il terziario spinta il settore alla crescita più scelto economica dalle donne di questi per l avvio paesi. di Tesi nuove sostenuta attività quotidiano con (nel 76% forza dei anche casi). dalla Banca d Italia, secondo cui se la percentuale di lavoratrici donne raggiungesse gli obiettivi fissati dal Trattato europeo di Lisbona ovvero il 60% il Pil crescerebbe del 7%.

10 18 26 Luglio Settembre I La ricavi Scozia (in calo) dice no, dell editoria il Regno resta italiana Unito di Fabio Germani Nel 2013, l editoria quotidiana e periodica ha perso quasi 700 milioni di ricavi. Questo è quanto emerge Alex Salmond dalla Relazione si è dimesso, annuale nonostante 2014 sull attività la sua sia svolta stata una e sui sconfitta programmi a metà. di lavoro I no, dell Agcom, cioè i contrari presentata propositi martedì. indipendentisti In calo il scozzesi fatturato del dei 18 quotidiani settem- ai (-7%) bre, sono e dei stati periodici oltre il (-17,2%), 55% degli così elettori come (affluenza si sono ridotti record, i ricavi hanno provenienti votato al dalla referendum raccolta l 88% pubblicitaria, aventi che diritto), come dunque osservato la Scozia da chi resta ha condotto nel Regno la degli rilevazione Unito. Ma quello registra che si una va configurando contrazione è da uno Stato sempre del -2,5% più federalista. (internet) a David un massimo Cameron, del risol- 30% minimo (annuari), levato dopo passando i timori di dai una 8,3 separazione miliardi del paventata 2012 ai 7,4 dagli dell ultimo ultimi sondaggi, anno (-10,9%). ha garantito Nello una specifico: proposta la televisione passa da 3,6 miliardi a 3,2 (-10,1%), la di radio devolution da 493 entro milioni gennaio a (-6,4%), Che i tradotto quotidiani in da 1,1 miliardi a 938 milioni di euro (-13,2%). altri termini significa maggiore autonomia fiscale I (c è ricavi in ballo dei quotidiani il petrolio del passano Mare del da 2,5 Nord, miliardi cui del abbiamo 2012 a scritto 2,3 miliardi più volte di su euro queste dell ultimo pagine) anno, e minori intereferenze 1,1 miliardi sulle provengono questione dalla locali, vendita soprattutto delle copie in ambito (il dato sanitario. include Ora sia la quelle Scozia cartacee si aspetta che che di- dei quali gitali), Londra 938 mantenga milioni sono gli impegni invece presi. riconducibili alla pubblicità (il computo non tiene però conto della pubblicità Negli ultimi online). giorni di Si campagna riducono anche referendaria i ricavi dell editoria il principale periodica, alleato David passati Cameron dai 2,8 miliardi è stato del l ex 2012 premier 2,3 britannico dell ultimo Gordon anno, e Brown. i ricavi E della non radio solo in (da quelle 633 ore a 602 perché milioni Brown, di euro). nei fatti, è un convinto unio- ai nista da sempre, tanto da pubblicare in estate un libro dal titolo inequivocabile: La mia Scozia, la Il nostra comparto Gran Bretagna. delle telecomunicazioni Nel suo discorso alla vigilia del voto Gordon Brown ha messo in guardia i Il concittadini settore delle dai comunicazioni pericoli dell eventuale nel corso sì dell ultimo all indipendenza. anno ha Alle registrato urne sono una stati perdita chiamati complessiva 4,1 milioni in termini di scozzesi di fatturato e l Europa pari guardava a 5,4 miliardi con apprensione di euro rispetto all esito 2012 del (-9%). voto. I Secondo mercati scalpitavano le stime dell Agcom, e l Ocse il pochi valore giorni del macro-settore prima aveva annoverato delle comunicazioni i propositi per separatisti il 2013 è tra pari le a cause 56,1 della miliardi sfiducia di euro, e della di cui mancata crescita dovuto mondiale alle Tlc, nell ultimo 8,6 miliardi periodo. a radio L esempio e televisione, scozzese 6,9 miliardi è stato ai servizi comunque postali un e unicum. 6,1 miliardi Im- 34,5 miliardi all editoria maginiamo e che internet. a vincere, Nel 2012 alla fine, il settore fosse delle l ala comunicazioni separatista. Ebbene, aveva totalizzato per la prima 61,4 volta, miliardi, si sarebbe con un calo trattata di 4,4 di una miliardi separazione rispetto al democratica 2011 quando davvero, il valore quindi del settore storica. era Sulle di 65,8 pagine miliardi. del Guardian è stata pubblicata un infografica che mostra le recenti separazioni (molte delle quali avvenute nel continente decreto africano), Lottiderivate tuttavia da guerre o eventi drammatici. Per restare in Europa si pensi al Il Il referendum 26 giugno che scorso, sancì il sottosegretario la dissoluzione della Luca Federazione Lotti ha firmato iugoslava il decreto nei sul primi fondo anni straordinario 90. a sostegno Alex Salmond, dell editoria ex premier per il triennio scozzese e promotore Molti della i soldi campagna messi a disposizione referendaria, (120 si è milioni sempre di detto euro, complessivamente). convinto della possibilità Tanti che sono la Scozia invece potesse gli obiettivi trarre che profitto il decreto dall indipendenza. vuole raggiungere: A cominciare incentivare dalla gestione dei in innovazione ricavi provenienti tecnologia dal petrolio e digitale, del Mare favorire del l assunzione Nord e del fisco di giornalisti (ad oggi (quelle il gettito a tempo fiscale gli investimenti indeterminato della Scozia rappresenta potranno godere circa il di 9% sgravi di quello fiscali del al Regno 100% Unito). per 36 Dalla mesi produzione e al 50% per di le petrolio assunzioni e gas, a tempo erano convinti determinato). i sostenitori Il decreto dell indipendenza, prevede anche la misure Scozia di avrebbe sostegno ottenuto ai programmi il 94% di del ristrutturazione gettito fiscale aziendale generato (allo con il stato ricorso il 96% ai prepensionamenti, della produzione parziale petrolifera finanziamento britannica comprende degli ammortizzatori le acque territoriali sociali e il scozzesi). passaggio Così, a tempo ad ogni indeterminato modo, non del sarà. 20% Quella dei scozzese contratti a è tempo stata una determinato, bella pagina pena di democrazia, lo stop all erogazione anche perché dei contributi. il dibattito non è stato mai sopra le righe. Favoreli e contrari hanno spiegato le loro ragioni e i cittadini hanno preso la loro decisione. Messa in questo modo un grande insegnamento per l Europa.

11 06 26 Giugno Settembre Per La crescita i consumi dell Irlanda ai livelli pre-crisi serviranno undici anni Dublino torna a sorridere. Nel secondo trimestre del 2014 il Prodotto interno lordo irlandese è cresciuto dell 1,5% rispetto al trimestre precedente e del 7,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, secondo quanto riferito lunedì dal Central Statistic Office. Una crescita trainata dall incremento dei consumi privati (+1,8%), dall aumen- In occasione dell Assemblea annuale la Confcommercio ha presentato il Rapporto sulle economie regionali realizzato dall Ufficio Studi Confcommercio. Con il Pil a +0,5% e consumi a +0,1% per to delle esportazioni (+13% rispetto allo scorso il 2014, la ripresa si allontana e si conferma più debole e lenta del previsto (leggero recupero nel anno) e che dovrebbe attestarsi attorno al 3% 2015 con Pil a +0,9% e consumi a +0,7%). Cresce, sì, la fiducia da una parte, ma consumi e investimenti mostrano l altra faccia del Paese, quella di un economia reale ancora drammaticamente per i prossimi cinque anni, secondo l auspicio del ministro delle Finanze irlandese Michael Noonan. ferma al palo e che vede ampliarsi sempre più il divario economico-sociale tra il Nord e il Sud; Risultati notevoli e forse impensabili nel 2010, tra il 2007 e il 2013 il prodotto pro capite si è ridotto di oltre euro e fino al 2015 non ci sarà quando l Irlanda era uno dei Paesi assieme a Cipro, Grecia e Portogallo in maggiore difficoltà alcun significativo recupero; continuano ad aumentare i divari territoriali: con oltre euro, Valle d Aosta, Lombardia e Trentino Alto Adige si confermano le regioni con il Pil pro capite più alto. tra quelli della zona euro. Pur di salvare il proprio sistema bancario, Dublino fu infatti costretta a chiedere l intervento della Troika (Banca centrale europea, Fondo monetario internazionale ed Unione europea), che in cambio un programma d aiuto del valore complessivo di 67 miliardi di euro Campania, Calabria e Sicilia, con circa euro, quelle con il Pil pro capite più basso; e per i consumi la musica non cambia: a livello nazionale occorreranno più di 11 anni per tornare ai livelli impose all esecutivo irlandese di adottare politiche d austerità oltreché l introduzione di nuove pre-crisi e al Sud, nel 2015, si raggiungeranno euro pro capite, un livello addirittura inferiore imposte. Nel giro di pochi mesi, la spesa pubblica subì tagli considerevoli (30 miliardi di euro, circa a quello di 20 anni fa ( euro); con poco più di il 20 del Pil) così come i salari, ridotti del 20%. Sacrifici Secondo che garantirono a Dublino la la possibilità di 80mila euro a testa, lo stock di beni strumentali destinati a produrre ricchezza al Sud è inferiore di 1/3 evitare il collasso e di uscire dal programma d aiuti piuttosto rapidamente nel novembre del Tra le tante note positive (Pil, export e consumi privati in Confcommercio crescita) ce n è qualcuna ancora la negativa: rispetto al Nord-Est (quasi 123mila euro); per quanto riguarda l export di beni, l Italia con una quota del il debito pubblico è infatti al 120% del Pil, mentre il tasso di disoccupazione nel paese resta molto ripresa si allontana e si alto (11,5% a luglio 2014, secondo l Eurostat) seppur in calo rispetto al 15% registrato nel %, esporta quasi la metà rispetto alla Germania Dublino ha ancora molto da fare, quindi. Sia per ridurre (44%) e quasi un terzo rispetto all Olanda (70%). A conferma la percentuale delle più persone debole senza un occupazione sia per consolidare ulteriormente i conti pubblici. Per il 2015, sono infatti previsti ulteriori livello regionale, solo il Veneto, l Emilia Romagna e tagli per due miliardi di euro. Soldi che secondo quanto e sostenuto lenta dal del ministro previsto. delle Finanze Michael Noonan potrebbero essere ricavati attraverso l incremento del gettito fiscale e non come la Lombardia si avvicinano alla media dell area euro (35%). Molto inferiore la percentuale del Mezzogiorno (13%), a testimonianza dell inefficienza delle po- previsto inizialmente dall ulteriore riduzione della spesa L economia pubblica. reale è litiche di industrializzazione attuate dai governi che ancora ferma al palo hanno trascurato il turismo, fonte naturale di export per quelle Regioni; anche le dinamiche occupazionali confermano la perdita di attrattività e competitività del Mezzogiorno rispetto al resto del Paese: mentre il numero di occupati in Italia dal 1995 al 2013 cresce del 3,6%, al Sud cala del 5,2%;altrettanto critico lo stato di salute delle attività commerciali e dei servizi con oltre imprese in meno nei primi tre mesi del L 80% di queste riguardano settori non alimentari e in particolare l abbigliamento; cambia l Italia negli ultimi anni dal punto di vista demografico: cresce la popolazione del Nord-Est (+11,3% dal 1995), si spopola il Sud (-0,2%) e, per cercare nuove opportunità di lavoro, ci si sposta dal Sud al Nord e dal Nord Italia verso l Europa; Dal 2007 si fanno meno figli e oggi il tasso di natalità è il più basso dell ultimo decennio (9 per mille nel 2012, 9,4 per mille nel 2002).

12 Giugno Agosto Luglio Settembre Per In A Un Le La ricavi che forte sanzioni crescita impero i consumi punto (in calo calo) della alla la siamo ai spesa Russia livelli Svezia pre-crisi privata con chiamato dell editoria Europa per serviranno Virgin la 2020 italiana sanità La In Svezia crisi ucraina non ci è sono (anche) state un grandi salasso sorprese. per la Russia coalizione di Vladimir centro-sinistra Putin. Perché ha la vinto sanzioni le recenti imposte ele- Mirko Spadoni a zioni Mosca politiche pesano con e il 43,7% non poco dei voti, sull economia battendo così con La undici anni Matteo Buttaroni Frena Nel il centro-destra 2013, la spesa l editoria rischio di compromettere guidato privata quotidiana dal per premier sanità e periodica accordi e uscente assistenza. commerciali Fredrik in Reinfeldt, ha Questo perso già quasi è quanto 700 essere. Un fermatosi milioni emerge di problema al ricavi. 39,3%. dal Questo che Rapporto preoccupa Troppo è quanto 2014 poco altri Welfare, emerge Paesi, per poter dalla ad Italia. tornare Relazione esempio Laboratorio alla la guida annuale Germania del per Paese le 2014 che nuove scandinavo, sull attività teme politiche come sociali svolta In occasione dell Assemblea annuale la Confcommercio le dove sanzioni le e di ha sorprese sui Censis programmi presentato possano e non Unipol, fare sono di lavoro il Rapporto arretrare secondo comunque dell Agcom, sulle le cui esportazioni economie mancate. nel corso presentata del regionali realizzato dall Ufficio Studi Confcommercio. verso Il risultato 2013 martedì. Con la Russia la il più Pil spesa sorprendente, In sanitaria calo il fatturato a di +0,5% circa e il consumi 10%, privata anche dei per a ha se quotidiani una +0,1% registrato anticipato dai forte e perdita Twitter un (-7%) il 2014, la ripresa si allontana e si conferma più debole stimata sondaggi, dei calo periodici e dagli lenta (-5,7%), analisti del è previsto infatti (-17,2%), di con quattro un il (leggero valore altro. così miliardi pro-capite Quello come recupero di dei si sono fatturatomocratici passato i ricavi che De- nel è ridotti 2015 con Pil a +0,9% e consumi a +0,7%). Cresce, sì, E alcune la fiducia svedesi, da provenienti settimane 491 da a una partito 458 dalla fa parte, euro il nazionalista raccolta all anno. pubblicitaria, Financial ma consumi Times, di estrema e citando destra, investimenti mostrano l altra faccia del Paese, quella Segnali che di i un economia diplomatici che sottolinea come ha conquistato osservato chi ha da europei, reale ancora scriveva condotto il 12,9% chi ha condotto drammaticamente che delle l indagine anche preferenze il una divario non (nel inversione sarebbe economico-sociale 2006 la l Italia di rilevazione ferma al palo e che vede ampliarsi sempre più registra ne particolarmente di ottenne tendenza una contrazione il 5,7%, tra rispetto il d accordo Nord assicurandosi a da un un fenomennimo mi- e il Sud; con 20 il tra mantenimento il seggi 2007 in e Parlamento). il 2013 di un il prodotto atteggiamento Stavolta pro ne capite occuperanno estremo si è ridotto nei confronti molti del di consolidato oltre di -2,5% più della (39) (internet) Russia. euro nel contro lungo a e fino Ma i un 113 periodo massimo alla 2015 che fine spetteranno per del cui 30% non le sanzioni ci le sarà risorse (annuari), ai dell Ue, alcun socialdemocratici significativo pesanti peraltro, recupero; e agli sono 84 continuano del arrivare Partito e ad colpiranno moderato. aumentare i Il settori leader familiari passando i divari dell energia, dei territoriali: hanno socialdemocratici, compensato dai 8,3 miliardi con finanza oltre e difesa. Stefan una del offerta 2012 euro, Löfven, del ai Valle clima è d Aosta, già è detto da Lombardia guerra pronto fredda, a e esplorare Trentino per quanto Alto la possibilità Adige la letteratura si di confermano welfare 7,4 si Il formare dell ultimo ci sguazzi pubblico un le governo anno regioni che (-10,9%). (il più con delle si assieme restringeva. il Pil volte pro ad Nello a capite sproposito) altri specifico: partiti più alto. democratici. Campania, famiglie passa la su Le televisione questi temi. italiane Eccezion da Calabria hanno 3,6 Ma le accuse e fatta miliardi Sicilia, inoltre che per con arrivano i Democratici rinunciato a 3,2 (-10,1%), circa dagli complessivamente Stati svedesi, la radio euro, Uniti, quelle forti da con dei 493 la con Casa a 396,9 milioni il Pil seggi milioni a Bianca pro conquistati. 461 capite di prestazioni (-6,4%), convinta più basso; della Il governo i quotidiani mediche responsabilità consumi russa Mentre la musica perde e per i private. da centrodestra 1,1 miliardi a 938 rispetto la non il milioni controllo prima cambia: volta di euro alla crisi dell area, a è livello diminuito (-13,2%). Paese, l abbattimento nazionale dopo anche averlo occorreranno il numero del guidato volo delle MH17 per più badanti otto di che 11 anni. ha che inasprito Anni lavorano per tornare durante ulteriormente pre-crisi PIL i rapporti, anziani svedese nelle ai i case quali livelli degli I il ricavi dei quotidiani e al Sud, bisognosi le è sanzioni cresciuto passano nel 2015, (4.000 imposte del si raggiungeranno 12,6% in da meno) 2,5 (talvolta nonostante miliardi e si è del a malincuore, ridotto la 2012 crisi dello a euro abbiamo economica 2,3 0,4% miliardi pro capite, anche visto) e di un i redditi il euro numero dell ultimo dall Ue livello sono addirittura creano dei aumentati collaboratori anno, dei condizioni inferiore del domestici quali 20%. 1,1 poco a quello favorevoli Il di bilancio miliardi per 20 anni attività per pubblico provengono fa un ( di dialogo cura è passato euro); e dalla assistenza, vendita che sia con dal risolutivo deficit delle poco fermo più al copie nel surplus di 963mila (il breve mentre dato persone. include periodo. Ci osserva Nei sia lunghi quelle si attacca l Economist anni cartacee a qualsiasi della il che cosa: debito recessiongitali), di- il pubblico 80mila 938 euro ha osservato a testa, lo il stock direttore beni generale strumentali del Censis, destinati posto ultimi a produrre con online). Giuseppe Secondo Roma la vicepremier è milioni rimasto sono britannico a malapena invece riconducibili Nick Clegg sopra ha proposto il 40% alla del pubblicità di PIL. candidare Di contro, (il computo Londra la spesa non al Mondiale pubblica famiglie tiene però di calcio è italiane scesa conto del hanno molto della 2018 supplito pubblicità al negli della vent anni le designata proprie Si riducono ricchezza (dal risorse 68% Russia. al del anche ai Sud tagli E PIL i è la a inferiore del ricavi questione circa welfare dell editoria il 50%). di 1/3 sportiva pubblico. La Oggi questo peso inizia a diventare insostenibile. ai Confcommercio disoccupazione periodica, passati non è da sottovalutare, è rimasta dai 2,8 miliardi invece ripensando la superiore del 2012 alle polemiche all 8%. 2,3 dell ultimo rispetto Siamo al Nord-Est che in anno, anticiparono una (quasi situazione e i ricavi della 123mila le recenti molto radio euro); Olimpiadi difficile. (da per quanto riguarda Löfven. ci si Tutti l export è messa fattori di anche beni, hanno l Italia la Corte convinto permanente una quota gli elettori del di arbitrato della Abbiamo 633 a 602 invernali migliaia milioni di Sochi. di di Intanto, disoccupati, euro). a gravare ha infatti sulle ammesso casse di Mosca, ripresa necessità dell Aja si che di allontana far ha cambiare stabilito che rotta vengano e ad si un La Il risconosciuti Paese comparto 25%, spesa esporta una sanitaria delle 50 quasi popolazione telecomunicazioni miliardi pubblica metà di dollari di rispetto 9,5 in milioni danni alla di Germania (più abitanti 60 milioni (nel 2004 di dollari erano per 8,9 le Dati spese Banca legali) Mondiale). a GML Ltd, In Dal Il l azionista Svezia settore (44%) 2007 e quasi come delle ad di oggi, comunicazioni maggioranza un osservato terzo la spesa rispetto da dell ex sanitaria Confcommercio nel corso all Olanda Yukos pubblica dell ultimo Oil (70%). Company, la pari pressione anno A nel conferma ha nella 2013 registrato fiscale causa a 109,2 nello una di espropriazione miliardi stesso perdita più (-0,3% periodo debole complessiva su del (dal base colosso 2000 annua), termini in petrolifero al livello 2013, secondo di regionale, ndr) fatturato avvenuta è quanto scesa pari solo nel del il riferito a Veneto, % 5,4 dalla miliardi e Dunque l Emilia PIL versione di reale euro viene Romagna pro-capite finale rispetto confermata del e Def al è 2012 aumentato la è rimasta (-9%). tesi per del praticamente Secondo cui 21%. le all epoca Eppure stime invariata dell Agcom, furono la pressione avanzate fiscale ad hoc effettiva delle sfiora false accuse ancora contro il 55%, l ex con oligarca una tassazione Mikhail Khodorkovsky, sui redditi delle oppositore persone la di spesa euro, (+0,6% in il valore la Lombardia termini del reali) macro-settore si a avvicinano causa della delle alla stretta comunicazioni media sui dell area conti pubblici. per il 2013 e euro Di contro, è lenta pari a è 56,1 cresciuta miliardi previsto. fisiche del presidente delle di tra cui le famiglie miliardi 34,5 più Vladimir alte (35%). di in assoluto, tasca dovuto Molto Putin. propria alle Tlc, inferiore Il con Financial un aliquota (out 8,6 la percentuale of miliardi Times pocket): massima a radio ricorda del +9,2% e questo Mezzogiorno cui (13%), aliquota di dell ultimo e internet. del tra televisione, 50%. il come 2007 Discorso uno e 6,9 il 2012, miliardi per ai poi servizi ridursi postali però e 6,15,7% miliardi nel L economia dei inverso maggiori per risarcimenti il prelievo sulle reale della imprese, è storia ai corso all editoria la danni uno a testimonianza Stato. è stata anno Nel abbassata a 26, dell inefficienza miliardi settore dall inizio di euro. delle comunicazioni delle Il % po-dalitiche tra volta di 4,4 delle 26,3% famiglie aveva al 22%. italiane totalizzato La ha Svezia fatto 61,4 resta ricorso miliardi, comunque almeno con un una calo uno di i primi industrializzazione negli miliardi dieci ultimi rispetto Paesi due (il anni al terzo, 2011 attuate a visite precisamente) quando dai mediche il valore governi specialistiche dove del settore che vale ancora la pena o era a esami di emigrare, 65,8 ferma diagnostici miliardi. secondo al a palo pagamento uno studio (in di hanno Nicola intramoenia trascurato Persico o presso e il turismo, Giuseppe studi fonte Russo privati), naturale su a causa lavoce.info. di export (secondo A proposito: il 75%) dei Qatar tempi e Australia inaccettabili occupano delle liste rispettivamente d attesa. Il decreto per quelle Di Lotti Regioni; qui l avvertimento la prima anche e le seconda dinamiche chi ha posizione condotto occupazionali di il questa rapporto, confermano speciale secondo graduatoria. la perdita cui l allungamento di attrattività Il Paese scandinavo e della competitività marcato 26 vita, il Il è caratterizzato giugno del Mezzogiorno invecchiamento scorso, notavano il sottosegretario rispetto della Persico al popolazione, Luca Lotti resto e Russo del Paese: le previsioni da ha firmato mentre un elevato di il il numero incremento decreto PIL pro-capite, sul di occupati delle fondo persone da straordinario in Italia un altissima portatrici a sostegno dal 1995 accettazione di al disabilità dell editoria 2013 cresce (nel degli del 2020, immigrati per 3,6%, le previsioni il triennio al Sud (0,96) cala e del una del Censis buona 5,2%;altrettanto stimano Molti libertà i soldi economica. che messi critico saranno a disposizione lo stato 4,8 milioni di salute dai (120 delle 4,1 milioni milioni di attività attua- euro, com- complessivamente). merciali ndr) e del dei numero Tanti servizi con delle sono oltre persone invece non gli imprese autosufficienti obiettivi che il in meno prefigurano decreto vuole nei primi tre bisogni raggiungere: mesi del crescenti incentivare L 80% di protezione gli di queste riguardano Un incremento innovazione sociale. investimenti settori non che tecnologia alimentari l offerta e pubblica e digitale, in particolare favorire si legge l assunzione l abbigliamento; nel rapporto di cambia non giornalisti l Italia potrà (quelle negli soddisfare. a tempo ultimi anni indeterminato potranno godere di sgravi fiscali al 100% per 36 mesi e al 50% per le assunzioni a dal punto di vista demografico: cresce la popolazione del Nord-Est (+11,3% dal 1995), si spopola Le tempo il Sud famiglie determinato). (-0,2%) spendono Il decreto e, per cercare sempre prevede nuove meno, anche opportunità i dati misure di Istatdi sostegno ai programmi di ristrutturazione lavoro, ci si sposta dal Sud al Nord e dal Nord Dati aziendale Italia e verso statistiche con il ricorso l Europa; che Dal confermano ai prepensionamenti, 2007 si fanno quanto meno già parziale figli certificato finanziamento e oggi il dall Istat tasso di natalità nei degli mesi ammortizzatori è il scorsi. più basso Tra il dell ultimo 2007 sociali e e il 2012 il passaggio decennio la spesa a tempo (9 per sanitaria indeterminato mille nel delle 2012, famiglie del 9,4 per italiane 20% mille nel si dei è contratti 2002). ridotta dell 11,7%. a tempo determinato, mentre è cresciuta pena lo (passando stop all erogazione dei al 13,3%) contributi. la quota delle famiglie che dichiara di non avere i soldi per sostenere cure dall 11,3% mediche.

13 Giugno Agosto Luglio Settembre Per In A Un Le Quanto ricavi che forte sanzioni impero i consumi punto (in calo spendono calo) alla la siamo ai spesa Russia livelli pre-crisi privata con chiamato dell editoria i Paesi Europa della per serviranno Virgin la 2020 italiana Nato sanità La crisi ucraina è (anche) un salasso per la Russia di Vladimir Putin. Perché la sanzioni imposte Mirko Mirko Spadoni Spadoni a Mosca pesano e non poco sull economia con undici anni Matteo Buttaroni Frena Nel 2013, la spesa l editoria privata quotidiana per sanità e periodica e assistenza. ha il rischio di compromettere accordi commerciali Questo perso quasi è quanto 700 milioni emerge di ricavi. dal Questo Rapporto è quanto già Il segretario in essere. generale Un problema della Nato che Anders preoccupa Fogh 2014 Rasmussen ad non esempio avrebbe la Germania potuto essere che teme più politiche chiaro come altri Welfare, emerge dalla Italia. Relazione Laboratorio annuale per le 2014 nuove sull attività Paesi, sociali svolta e di sui Censis programmi e Unipol, di lavoro secondo dell Agcom, cui nel corso presentata 2013 martedì. la spesa In sanitaria calo il fatturato privata dei ha quotidiani In occasione dell Assemblea annuale la Confcommercio le di sanzioni così. ha Se presentato possano uno Stato fare il diventa Rapporto arretrare indipendente sulle le esportazioni economie deve del regionali realizzato dall Ufficio Studi Confcommercio. verso fare domanda Con la Russia il Pil a per di +0,5% aderire circa e il consumi 10%, all Alleanza per a una +0,1% atlantica, registrato perdita Twitter un (-7%) forte e dei calo periodici (-5,7%),(-17,2%), con il valore così pro-capite come si sono il 2014, la ripresa si allontana e si conferma più debole stimata ha spiegato e dagli lenta a analisti chi del gli previsto di chiedeva quattro (leggero se miliardi in recupero caso di fatturatodipendenza sì, E alcune la fiducia settimane dalla Gran una fa parte, Bretagna il Financial ma consumi la Times, Scozia e citan- inve- sa- di che nel in- è ridotti passato i ricavi da provenienti 491 a 458 dalla euro raccolta all anno. pubblicitaria, che sottolinea come osservato chi ha da condotto chi ha condotto l indagine la 2015 con Pil a +0,9% e consumi a +0,7%). Cresce, Segnali stimenti mostrano l altra faccia del Paese, quella do rebbe di i un economia diplomatici divenuta (automaticamente) europei, reale ancora scriveva drammaticamente che membro anche della l Italia Nato. il divario non Al sarebbe di economico-sociale là della particolarmente vittoria o meno tra il d accordo Nord degli e indipen- il Sud; con di rilevazione una inversione registra di tendenza una contrazione rispetto a da un un fenomennimo del consolidato -2,5% (internet) nel lungo a un periodo massimo per del cui 30% mi- ferma al palo e che vede ampliarsi sempre più il tra mantenimento il 2007 e il 2013 di un il prodotto atteggiamento pro capite estremo si è ridotto nei dentisti confronti di oltre scozzesi, della Russia. una euro loro e fino Ma eventuale alla 2015 fine non richiesta le sanzioni ci le sarà risorse (annuari), familiari passando hanno compensato dai 8,3 miliardi una del offerta 2012 del ai di dell Ue, alcun significativo pesanti peraltro, recupero; sono continuano arrivare e ad colpiranno aumentare adesione i settori i divari alla dell energia, territoriali: Nato implicherebbe con finanza oltre e difesa. (in caso euro, di Valle clima d Aosta, è da Lombardia guerra fredda, e Trentino per quanto Alto Adige la letteratura si confermano provazione) ci sguazzi le dei regioni (il costi. più con delle Far il Pil volte parte pro a dell Alleanza capite sproposito) più alto. si- su ap- welfare 7,4 dell ultimo pubblico anno che (-10,9%). si restringeva. Nello specifico: la Il Le televisione famiglie passa italiane da hanno 3,6 miliardi inoltre rinunciato a 3,2 (-10,1%), complessivamente la radio da 493 a 6,9 milioni milioni a 461 Campania, Calabria e Sicilia, con circa euro, quelle con il Pil pro capite di prestazioni (-6,4%), i quotidiani questi temi. Ma le accuse che arrivano dagli Stati gnifica Uniti, con infatti la Casa accettare Bianca di destinare convinta più basso; della il 2% mediche responsabilità spesa russa militare, rispetto ad alla esempio. crisi dell area, L invito l abbattimento nazionale rivolto anche qualche occorreranno il numero del giorno volo delle MH17 fa più dal badanti di che presidente 11 ha anni che inasprito lavorano per degli tornare ulteriormen- statuniten- nelle ai case livelli del e per PIL i private. da 1,1 miliardi consumi Mentre a la musica per 938 la milioni non prima cambia: volta di euro a è livello diminuito (-13,2%). alla degli I ricavi pre-crisi anziani dei quotidiani e al Sud, bisognosi passano nel 2015, (4.000 si raggiungeranno in da meno) 2,5 miliardi e si è del ridotto dello a 2,3 euro 0,4% miliardi pro capite, anche di un il euro numero dell ultimo livello addirittura dei collaboratori anno, dei se te i Barack rapporti, Obama le sanzioni e il premier imposte britannico (talvolta James a malincuore, Cameron abbiamo a rispettare visto) l impegno dall Ue creano preso condizioni è inferiore tuttavia domestici quali 1,1 miliardi a quello di per 20 anni attività provengono fa ( di cura euro); e dalla assistenza, vendita delle con poco fermo copie più di 963mila (il dato persone. include Nei sia lunghi quelle anni cartacee della che recessiongitali), di- la poco prova favorevoli che molti per Stati un dialogo membri che disattendono sia risolutivo la nel promessa breve periodo. fatta. Pochi Ci si attacca sono quelli a qualsiasi virtuosi : cosa: Stati il 80mila 938 euro ha osservato milioni sono a testa, lo il stock direttore invece riconducibili beni generale strumentali del alla Censis, pubblicità destinati a produrre con online). le proprie Si riducono Giuseppe Secondo (il computo Roma non la famiglie tiene però italiane conto hanno della Uniti, vicepremier Francia, britannico Gran Bretagna, Nick Clegg Grecia ha proposto e Turchia, di che candidare rispettivamente Londra al investono Mondiale il di 4,3%, calcio il del 2,3%, 2018 il supplito pubblicità ricchezza risorse anche al ai Sud tagli i è inferiore del ricavi welfare dell editoria di 1/3 pubblico. periodica, Oggi questo passati peso dai 2,8 inizia miliardi a diventare del 2012 al 2,5%, posto il 2,2% della e designata il 3,6% del Russia. PIL. L Italia E la questione si ferma allo sportiva 0,9% insostenibile. ai 2,3 dell ultimo anno, e i ricavi della radio (da 633 a 602 milioni di euro). Confcommercio (l 1,3% non è da se sottovalutare, nel computo si ripensando include la l arma alle polemiche dei rispetto Carabinieri). al Nord-Est che anticiparono A proposito: (quasi 123mila le nel recenti corso euro); Olimpiadi del per vertice quan- invernali Galles di ad Sochi. inizio Intanto, settembre, a gravare il nostro sulle Paese casse si di è Mosca, impegnato riguarda ci si a l export è raggiungere messa di anche beni, il 2% l Italia la Corte del con PIL permanente una entro quota dieci del di anni. arbitrato ripresa dell Aja si che allontana ha stabilito che vengano e si La Il comparto risconosciuti 25%, spesa esporta sanitaria delle telecomunicazioni Il volume delle 50 spese quasi miliardi la per pubblica metà di la dollari difesa rispetto in degli danni alla Stati Germania (più Uniti 60 rappresenta milioni di dollari così per il 73% le spese della spesa legali) per a GML la difesa Ltd, Dal Il settore l azionista (44%) 2007 delle e quasi ad di oggi, comunicazioni maggioranza un terzo la spesa rispetto dell ex sanitaria nel corso all Olanda Yukos pubblica dell ultimo Oil (70%). Company, pari anno A nel conferma ha nella 2013 registrato causa a 109,2 una di espropriazione miliardi perdita più (-0,3% debole complessiva su del base colosso annua), termini in complessiva della Nato, composta 28 Paesi. Niente a che vedere quanto investito dal resto petrolifero livello secondo di fatturato regionale, avvenuta quanto pari solo nel riferito a 5,4 Veneto, dalla miliardi Dunque l Emilia versione di euro viene Romagna finale rispetto confermata del e Def al 2012 la è rimasta (-9%). tesi per praticamente Secondo le stime cui all epoca invariata dell Agcom, degli alleati, con oltre il 50% riconducibile solo a Francia, Berlino e Gran Bretagna. furono Questo avanzate ad hoc delle false accuse contro l ex oligarca Mikhail Khodorkovsky, oppositore la di spesa euro, (+0,6% dimostra che vi è un eccesso di dipendenza dell Alleanza nei confronti degli Stati Uniti, ha osservato in il valore la Lombardia termini del reali) macro-settore si a avvicinano causa della delle alla stretta comunicazioni media sui dell area conti pubblici. per il 2013 e euro Di contro, è lenta pari a è 56,1 cresciuta del miliardi previsto. del presidente delle di cui famiglie miliardi 34,5 Vladimir (35%). di tasca dovuto Molto Putin. propria alle Tlc, inferiore Il Financial (out 8,6 la percentuale of miliardi Times pocket): a radio ricorda del +9,2% e questo Mezzogiorno (13%), di dell ultimo e internet. tra televisione, il come 2007 uno e 6,9 il 2012, miliardi per ai poi servizi ridursi postali però e 6,15,7% miliardi Nato stessa. E necessario ha spiegato Rasmussen, nel L economia parlando dei maggiori a margine risarcimenti reale del vertice della è gallese storia ai corso all editoria danni uno a testimonianza Stato. anno Nel a 26, dell inefficienza miliardi settore di euro. delle comunicazioni delle Il 73% politiche volta di 4,4 delle famiglie aveva italiane totalizzato ha fatto 61,4 ricorso miliardi, almeno con un riequilibrare il fardello tra le sponde dell Atlantico e all interno dei Paesi europei. Magari invertendo una calo di industrializzazione negli miliardi ultimi rispetto due anni al 2011 attuate a visite quando dai mediche il valore governi specialistiche del settore che ancora o era a esami di 65,8 ferma diagnostici miliardi. il trend degli ultimi anni: complice la crisi economica, Roma, Parigi e Londra hanno al tagliato a palo pagamento rispettivamente hanno intramoenia trascurato il 26%, o presso il 6,4% turismo, studi e il fonte 2,5% privati), naturale degli a stanziamenti causa di export (secondo militari 75%) (dati dei IHS tempi Jane s). inaccettabili Molte sono delle le voci liste di (in d attesa. Il decreto per quelle Di Lotti spesa della Regioni; qui Nato, l avvertimento anche per le il mantenimento dinamiche chi ha condotto occupazionali dei costi il rapporto, operativi confermano secondo e del la personale perdita cui l allungamento di dislocato attrattività nel e della competitività marcato 26 giugno quartier vita, il Il del Mezzogiorno invecchiamento scorso, il sottosegretario rispetto della al popolazione, Luca Lotti resto del Paese: le previsioni ha firmato mentre il il numero incremento decreto sul di occupati delle fondo persone straordinario in Italia portatrici a sostegno dell editoria generale di Bruxelles ha messo a disposizione 217 milioni di euro per il Una somma dal 1995 di gran di al disabilità 2013 cresce (nel del 2020, per 3,6%, le previsioni il triennio al Sud cala del del Censis 5,2%;altrettanto stimano Molti i soldi che messi critico saranno a disposizione lo stato 4,8 milioni di salute dai (120 delle 4,1 milioni milioni di attività attua- euro, lunga inferiore rispetto a quella destinata budget militare, pari nel 2014 a 1,4 miliardi di euro. commerciali ndr) e del dei numero Tanti Sol- complessivamente). servizi con delle sono oltre persone invece non gli imprese autosufficienti obiettivi che il in meno prefigurano decreto vuole nei primi tre bisogni raggiungere: mesi del crescenti incentivare L 80% di protezione gli di necessari per sostenere i costi operativi e di mantenimento delle strutture militari internazionali. di queste riguardano Un incremento innovazione sociale. investimenti settori non che tecnologia alimentari l offerta e pubblica e digitale, in particolare favorire si legge l assunzione l abbigliamento; nel rapporto di cambia non giornalisti l Italia potrà (quelle negli soddisfare. a tempo Infine, una nota di colore: secondo un recente rapporto condotto dal Laboratorio di Analisi ultimi Politiche anni indeterminato potranno godere di sgravi fiscali al 100% per 36 mesi e al 50% per le assunzioni a e dal Sociali punto dell Università di vista demografico: di Siena cresce per conto la popolazione dell Istituto del Affari Nord-Est Internazionali (+11,3%(Gli dal italiani 1995), e si la spopola politica Le tempo il Sud famiglie determinato). (-0,2%) spendono Il decreto e, per cercare sempre prevede nuove meno, anche opportunità i dati misure Istatdi sostegno ai programmi di ristrutturazione estera), il 35% degli italiani sostiene la necessità di rimanere lavoro, ci si membro sposta della dal Sud Nato, al rafforzando Nord e dal Nord però Dati aziendale Italia e verso statistiche con il ricorso l Europa; che Dal confermano ai prepensionamenti, 2007 si fanno quanto meno già parziale figli certificato finanziamento e oggi il dall Istat tasso di natalità nei degli mesi ammortizzatori è il scorsi. più basso Tra il dell ultimo 2007 sociali e e il potere decisionale dei Paesi europei all interno di essa. Per il 32% è invece necessario restare il 2012 il passaggio decennio la spesa a tempo (9 per sanitaria indeterminato mille nel delle 2012, famiglie del 9,4 per italiane 20% mille nel si dei è contratti 2002). ridotta dell 11,7%. a tempo determinato, mentre è cresciuta pena lo (passando stop all erogazione dei al 13,3%) contributi. la quota delle famiglie che dichiara di non avere i soldi per sostenere cure nell Alleanza atlantica così com è. dall 11,3% mediche.

14 Luglio Giugno Settembre A Come che punto cambia siamo l editoria con (digitale) Europa 2020 di Fabio Germani di Mirko Spadoni Twitter Prendiamo come punto di riferimento la porzione di mercato statunitense. C è vita oltre Amazon. Lo suggerisce l American Booksellers Association, secondo cui il numero di librerie indipendent è cresciuto tra il 2009 e il 2011 del 20%. È un dato curioso perché il segmento di mercato che comprende l editoria vede vacillare un colosso Barnes & Noble dopo che alcuni concorrenti si sono visti addirittura costretti a cessare le attività. Eppure, snocciolando qualche numero, ci si accorgerebbe di una condizione che non è in fondo tanto astrusa. In generale, e a livello mondiale, la quota di lettori sta (purtroppo) diminuendo e i pochi, incalliti, fruitori stanno testando nuove modalità di accesso al libro e alla cultura. Si fanno gli ordini su Amazon, oppure si utilizzano gli e-reader e si comprano e-book. Ciò accade negli Stati Uniti e in Europa. Anche in Italia, ormai. La recente indagine Nielsen fotografa la situazione: gli acquirenti che hanno speso delle somme per i libri che hanno optato per la carta restano la maggioranza (37%), ma comunque in calo del 9% nel 2013 rispetto al Agli e-book sono ricorsi il 2%, percentuali basse ma in crescita del 14%. I lettori sono diminuiti anch essi del 9% (21,9 milioni, 42%) e aumentati nel secondo caso del 17% (1,9 milioni, 3,6%). Di norma un e-book è più economico del corrispettivo cartaceo, come è giusto che sia. Ma in rapporto nel nostro paese si paga un IVA notevolmente più alta. È al 4% per quelli di carta, al 22% quelli in formato digitale. La stessa Commissione europea ha suggerito all Italia di alleggerire la pressione fiscale, oggettivamente un po fuori dalla realtà. C è poi da considerare il punto di vista degli scrittori che, per paradossale che sia, aumentano. Si legge meno, insomma, ma cresce il numero di quanti vorrebbero intraprendere una carriera nuova o parallela. Alcune tipologie di diffusione, rese possibili proprio dal successo degli e-book, concedono l opportunità a chiunque abbia un idea di prodursi un libro da sé. Con tutti i rischi del caso, si intende: dalle revisioni fino alla promozione. Cambierà anche l editoria scolastica? Può darsi visto che le intenzioni del governo vanno in questa direzione, ovvero far adottare a professori e studenti alcuni testi in formato digitale. A patto che le scuole, fondi permettendo, si muniscano di un numero sufficiente di tablet.

15 Giugno Agosto Luglio Settembre Le multiproprietà Per In A Un Le ricavi che forte sanzioni impero i consumi punto (in calo calo) alla la siamo ai spesa Russia livelli pre-crisi privata con chiamato dell editoria nel mondo Europa per serviranno Virgin del la 2020 italiana calcio sanità La crisi ucraina è (anche) un salasso per la Russia di Vladimir Putin. Perché la sanzioni imposte Mirko Mirko Spadoni Spadoni a Mosca pesano e non poco sull economia con undici anni Matteo Buttaroni Frena Nel 2013, la spesa l editoria privata quotidiana per sanità e periodica e assistenza. ha il rischio di compromettere accordi commerciali Questo perso quasi è quanto 700 milioni emerge di ricavi. dal Questo Rapporto è quanto già Claudio in essere. Lotito sostiene Un problema di avere che degli preoccupa ottimi motivi 2014 altri Welfare, emerge dalla Italia. Relazione Laboratorio annuale per le 2014 nuove sull attività Paesi, per chiedere ad esempio la modifica la Germania dell articolo che 16-bis teme politiche come delle sociali svolta e di sui Censis programmi e Unipol, di lavoro secondo dell Agcom, cui nel corso presentata 2013 martedì. la spesa In sanitaria calo il fatturato privata dei ha quotidiani In occasione dell Assemblea annuale la Confcommercio le norme sanzioni organizzative ha presentato possano fare interne il Rapporto arretrare federali. sulle le esportazioni Quello economie che del regionali realizzato dall Ufficio Studi Confcommercio. verso non Con ammette la Russia il Pil a partecipazioni di +0,5% circa e il consumi 10%, o gestioni per a una +0,1% registrato che perdita de- Twitter un (-7%) forte e dei calo periodici (-5,7%),(-17,2%), con il valore così pro-capite come si sono il 2014, la ripresa si allontana e si conferma più debole stimata terminino e dagli lenta in capo analisti del al previsto medesimo di quattro (leggero miliardi soggetto recupero di controlli fatturato. diretti sì, E alcune la o fiducia indiretti settimane da in una società fa parte, il appartenenti Financial ma consumi Times, alla e citan- sfera inve- che nel è ridotti passato i ricavi da provenienti 491 a 458 dalla euro raccolta all anno. pubblicitaria, che sottolinea come osservato chi ha da condotto chi ha condotto l indagine la 2015 con Pil a +0,9% e consumi a +0,7%). Cresce, Segnali stimenti mostrano l altra faccia del Paese, quella do professionistica. di i un economia diplomatici europei, reale La multiproprietà, ancora scriveva drammaticamente che anche ammettere il divario non solo sarebbe economico-sociale campionati particolarmente diversi, tra si il d accordo fa Nord preferire e il Sud; con per l Italia di rilevazione una inversione registra di tendenza una contrazione rispetto a da un un fenomennimo del consolidato -2,5% (internet) nel lungo a un periodo massimo per del cui 30% mi- ferma al palo e che vede ampliarsi sempre più il tra mantenimento il 2007 e il 2013 di un il prodotto atteggiamento pro capite estremo si è ridotto nei tre confronti motivi: di oltre tutela della la Russia. euro vocazione e fino Ma dei alla 2015 territori, fine non le sanzioni una ci le sarà tutela i settori sociale i divari dell energia, a territoriali: difesa dell anima con finanza oltre e nostrana difesa. euro, dei 100 Val- risorse (annuari), familiari passando hanno compensato dai 8,3 miliardi una del offerta 2012 del ai dell Ue, alcun significativo pesanti peraltro, recupero; sono continuano arrivare e ad colpiranno aumentare welfare 7,4 dell ultimo pubblico anno che (-10,9%). si restringeva. Nello specifico: la Il le clima d Aosta, è da Lombardia guerra fredda, e Trentino per quanto Alto Adige la letteratura si confermano campanili, ci sguazzi rispetto le regioni (il più alle con delle seconde il Pil volte pro squadre a capite sproposito) di più grandi alto. su Le televisione famiglie passa italiane da hanno 3,6 miliardi inoltre rinunciato a 3,2 (-10,1%), complessivamente la radio da 493 a 6,9 milioni milioni a 461 di prestazioni (-6,4%), i quotidiani questi Campania, temi. Calabria Ma le accuse e Sicilia, che con arrivano circa dagli Stati euro, club Uniti, quelle che con toglierebbero la con Casa il Pil Bianca pro spazio capite convinta e più risorse basso; della a mediche responsabilità ma russa radicate; rispetto serve alla crisi a incrementare dell area, l abbattimento nazionale i ricavi anche e a occorreranno valorizzare il numero del volo delle i MH17 giovani, più badanti di che 11 ha ha anni che spiegato inasprito lavorano per tornare soltanto ulteriormen- nelle ai qual- case livelli società e per i private. da 1,1 miliardi consumi Mentre a la musica per 938 la milioni non prima cambia: volta di euro a è livello diminuito (-13,2%). minori degli I ricavi pre-crisi anziani dei quotidiani e al Sud, bisognosi passano nel 2015, (4.000 si raggiungeranno in da meno) 2,5 miliardi e si è del ridotto dello a 2,3 euro 0,4% miliardi pro capite, anche di un il euro numero dell ultimo livello addirittura dei collaboratori anno, dei che te i rapporti, giorno fa le il presidente sanzioni imposte della Lazio (talvolta nelle a vesti malincuore, di consigliere abbiamo federale. visto) Per dall Ue altro creano ha proseguito condizioni inferiore domestici quali 1,1 miliardi a quello di per 20 anni attività provengono fa ( di cura euro); e dalla assistenza, vendita delle con poco fermo copie più di 963mila (il dato persone. include Nei sia lunghi quelle anni cartacee della che recessiongitali), di- Lotito, poco favorevoli intervenendo per un in conferenza dialogo che stampa sia risolutivo a margine nel breve del consiglio periodo. federale Ci si attacca di venerdì a qualsiasi è ammessa cosa: il 80mila 938 euro ha osservato milioni sono a testa, lo stock direttore invece riconducibili beni generale strumentali del alla Censis, pubblicità destinati a produrre con online). le proprie Si riducono Giuseppe Secondo (il computo Roma non la famiglie tiene però italiane conto hanno della tra vicepremier serie pro britannico e Dilettanti. Nick In caso Clegg di ha promozione proposto di e candidare compresenza, Londra il al doppio Mondiale proprietario di calcio del avrebbe 2018 supplito pubblicità ricchezza risorse anche al ai Sud tagli i è inferiore del ricavi welfare dell editoria di 1/3 pubblico. periodica, Oggi questo passati peso dai 2,8 inizia miliardi a diventare del 2012 al 30 posto giorni della per cedere designata il club Russia. neo-promosso. E la questione L attuale sportiva presidente insostenibile. ai 2,3 dell ultimo anno, e i ricavi della radio (da 633 a 602 milioni di euro). Confcommercio non è da di sottovalutare, Lazio e Salernitana ripensando la vorrebbe alle polemiche quindi rispetto introdurre al Nord-Est che anticiparono così (quasi una modifica 123mila le recenti al euro); regolamento Olimpiadi per quanto una riguarda forma ci si l export è differente messa anche beni, da quella l Italia la Corte con proposta permanente una quota dal nuovo del di arbitrato corso invernali italiano, di che Sochi. permette Intanto, le a multiproprietà gravare sulle casse seppure di Mosca, in ripresa della dell Aja Federcalcio. si che allontana ha stabilito I presidenti che vengano e italiani si La Il comparto risconosciuti 25%, spesa esporta sanitaria delle telecomunicazioni non sono nuovi 50 quasi a miliardi situazioni la pubblica metà di dollari del rispetto genere, in danni alla già Germania (più in passato 60 milioni molti di di dollari loro per hanno le spese occupato legali) il vertice a GML di Ltd, più Dal Il settore l azionista (44%) 2007 delle e quasi ad di oggi, comunicazioni maggioranza un terzo la spesa rispetto dell ex sanitaria nel corso all Olanda Yukos pubblica dell ultimo Oil (70%). Company, pari anno A nel conferma ha nella 2013 registrato causa a 109,2 una di espropriazione miliardi perdita più (-0,3% debole complessiva su del base colosso annua), termini in società contemporaneamente. La famiglia Gaucci fu proprietaria del Perugia in Serie A e della Viterbese in C1 fino al 2001 e poi di Perugia e del Catania, ceduto nel 2004 ad Antonino furono Pulvirenti. avanza- (+0,6% petrolifero livello secondo di fatturato regionale, avvenuta quanto pari solo nel il riferito a 5,4 Veneto, dalla miliardi Dunque l Emilia versione di euro viene Romagna finale rispetto confermata del e Def al 2012 la è rimasta (-9%). tesi per praticamente Secondo le stime cui all epoca invariata dell Agcom, in il valore la Lombardia termini del reali) macro-settore a avvicinano causa della delle alla stretta comunicazioni media sui dell area conti pubblici. per il 2013 e euro Di contro, è lenta pari a è 56,1 cresciuta del miliardi previsto. te ad hoc delle false accuse contro l ex oligarca Mikhail Khodorkovsky, oppositore la di spesa euro, del presidente delle di cui famiglie miliardi 34,5 Una storia simile a quella di Franco Sensi, patron della Roma e del Palermo fino a quando con la Vladimir (35%). di tasca dovuto Molto Putin. propria alle Tlc, inferiore Il Financial (out 8,6 la percentuale of miliardi Times pocket): a radio ricorda del +9,2% e questo Mezzogiorno (13%), di dell ultimo e internet. tra televisione, il come 2007 uno e 6,9 il 2012, miliardi per ai poi servizi ridursi postali però e 6,15,7% miliardi promozione dei rosanero dalla Serie C1 alla B nel nel L economia dei maggiori la presidenza risarcimenti reale fu affidata della è a storia Sergio ai corso all editoria danni uno a testimonianza Stato. anno Nel a 26, dell inefficienza miliardi settore di euro. delle comunicazioni delle Il 73% politiche volta di 4,4 delle famiglie aveva italiane totalizzato ha fatto 61,4 ricorso miliardi, almeno con un D Antoni. Dal 1992 fino al 2000, l allora presidente Parma Calisto Tanzi oltre a possedere il una calo di industrializzazione negli miliardi ultimi rispetto due anni al 2011 attuate a visite quando dai mediche il valore governi specialistiche del settore che ancora o era a esami di 65,8 ferma diagnostici miliardi. club emiliano controllava anche il Palmeiras. al a palo pagamento (in Le hanno intramoenia cose trascurato non sono o presso il cambiate turismo, studi fonte neanche privati), naturale a ai causa giorni di export (secondo nostri sia il in 75%) Italia dei (la tempi famiglia inaccettabili Pozzo è proprietaria delle liste d attesa. Il decreto per quelle Di Lotti dell Udinese, Regioni; qui del l avvertimento Granada anche le in dinamiche Spagna chi ha e condotto occupazionali del Watford, il rapporto, club confermano inglese secondo che la perdita milita cui l allungamento in di Championship) attrattività e della competitività marcato 26 giugno sia vita, in il Il del Mezzogiorno invecchiamento scorso, il sottosegretario rispetto della al popolazione, Luca Lotti resto del Paese: le previsioni ha firmato mentre di il il numero incremento decreto sul di occupati delle fondo persone straordinario in Italia portatrici a sostegno dell editoria Europa, dove peraltro la UEFA vieta possibilità di possedere due o più squadre partecipanti dal 1995 nelle di al disabilità 2013 cresce (nel del 2020, per 3,6%, le previsioni il triennio Sud cala del del Censis 5,2%;altrettanto stimano Molti i soldi che messi critico saranno a disposizione lo stato 4,8 milioni di salute dai (120 delle 4,1 milioni milioni di attività attua- euro, competizioni continentali. All estero esistono esempi di multiproprietà o partnership ma tra commerciali ndr) e del dei numero Tanti club complessivamente). servizi con delle sono oltre persone invece non gli imprese autosufficienti obiettivi che il in meno prefigurano decreto vuole nei primi tre bisogni raggiungere: mesi del crescenti incentivare L 80% di protezione gli di Paesi diversi. Lo sceicco Mansour, proprietario del Manchester City, possiede anche una di parte queste riguardano Un incremento innovazione sociale. investimenti settori non che tecnologia alimentari l offerta e pubblica e digitale, in particolare favorire si legge l assunzione l abbigliamento; nel rapporto di cambia non giornalisti l Italia potrà (quelle negli soddisfare. a tempo dei New York City FC, dei Melbourne Heart e recentemente ha acquistato una quota (il 20%) ultimi dello anni indeterminato potranno godere di sgravi fiscali al 100% per 36 mesi e al 50% per le assunzioni a Yokohama dal punto di F-Marinos. vista demografico: L azienda cresce Red Bull la popolazione ha invece deciso del Nord-Est di investire, (+11,3% acquistandone dal 1995), la si proprietà spopola Le tempo il Sud famiglie determinato). (-0,2%) spendono Il decreto e, per cercare sempre prevede nuove meno, anche opportunità i dati misure di Istatdi sostegno ai programmi di ristrutturazione per poi associarne il proprio brand, su molti club sparsi lavoro, per ci il si mondo: sposta i dal New Sud York al Nord Red Bulls, e dal i Nord Red Dati aziendale Italia e verso statistiche con il ricorso l Europa; che Dal confermano ai prepensionamenti, 2007 si fanno quanto meno già parziale figli certificato finanziamento e oggi il dall Istat tasso di natalità nei degli mesi ammortizzatori è il scorsi. più basso Tra il dell ultimo 2007 sociali e e Bull Salisburgo, i Red Bull Brazil e i Red Bull Lipsia in Germania. Casi come quello di Claudio Loti-ito, proprietario di due club professionistici grazie ad una deroga regolamento, non ve ne sono il passaggio decennio la spesa a tempo (9 per sanitaria indeterminato mille nel delle 2012, famiglie del 9,4 per italiane 20% mille nel si dei è contratti 2002). ridotta dell 11,7%. a tempo determinato, mentre è cresciuta pena lo (passando stop all erogazione dei al 13,3%) contributi. la quota delle famiglie che dichiara di non avere i soldi per sostenere cure dall 11,3% mediche.

16 Luglio Agosto Giugno Settembre Apple I più che ricchi punto e l Europa siamo con del mondo Europa hip-hop 2020 di Mirko Matteo Spadoni Buttaroni Twitter L apporto della Apple all economia europea non è indifferente. Secondo il computo dell azienda di Cupertino, i posti di lavoro creati nel Vecchio Continente sono 629 mila. Così ripartiti: 132 mila creati direttamente o indirettamente con il supporto di Apple, 116 mila in aziende Mentre che cresce hanno beneficiato l attesa degli della appassionati crescita della di musica società rap statunitense per il suo nuovo, e 497 ipotetico, mila riconducibili album (Detox? Probabilmente Store, secondo no, uno ultimamente studio di le Vision indiscrezioni Mobile escludono (The European l utilizzo App di Economy). questo titolo), Mentre il rapper, oltre agli Apple 16 produttore, mila sono attore, i dipendenti imprenditore diretti e europei talent scout di Apple, di Compton, di questi Dr Dre, scala sono le impiegati classifiche in di Italia. Forbes, Nel Regno soffiando, Unito posizione sono invece dopo 5.000, posizione, in Irlanda i gradini 4.000, appartenuti in Francia una volta a e Diddy in Germania (alias Puff sono Daddy) e Degli a JAY oltre Z. Sì, 600 perché mila quest anno posti di lavoro, il Dottore creati dal è 2008, salito al circa vertice 500 della mila classifica sono direttamente dei rapper riconducibili che hanno alla guadagnato app economy, di più in nel grado di Complice produrre oltre l acquisto 1,2 milioni da parte di app della e 75 Apple miliardi del di marchio download. fondato In particolare: e Jimmy l azienda Jovine, statunitense la Beats Electronics avrebbe inoltre (un affare pagato da un oltre cifra tre notevole miliardi di (circa dollari), 6,5 nelle miliardi tasche di dollari) di Andre agli da lui sviluppatori Romelle Young di app nell ultimo europei. anno In tutto, fiscale sono sono 280 approdati mila gli sviluppatori circa 620 milioni iscritti di all ios dollari. developer Oltre dieci program. volte la Di cifra questi incassata da sono JAY Z italiani, e Diddy, 61 fermi mila britannici, entrambi al 52 secondo mila tedeschi posto e con mila milioni francesi. di dollari d incassi. breve, Scorrendo l Apple verso dovrà il basso comunque la classifica, fare i conti al quarto con posto un inchiesta si colloca della Drake Commissione con 33 milioni europea, di dollari, che A vuole Mackelmore esaminare & Ryan se quanto Luis al deciso quinto con dalle 32 autorità milioni fiscali e Kanye irlandesi, West al olandesi sesto con e del 30 Lussemburgo milioni. Al settimo sulle imposte posto c è da invece far versare Birdman a Fiat con Finance 24 milioni and e Trade, all ottavo Starbucks Lil Wayne e per con l appunto 23 milioni. la Apple Chiudono siano la conformi top ten o degli meno incassi alle regole del 2014, comunitarie Pharrell e sugli Eminem, aiuti di rispettivamente Stato. Siamo con orgogliosi 22 e 18 hanno milioni replicato di dollari. da Cupertino rapper di operare di sesso in femminile Irlanda e paghiamo che ha guadagnato ogni euro di di più tassa è Nicki che Minaj dobbiamo. che nell anno Non abbiamo fiscale ricevuto appena La concluso alcun trattamento ha messo specifico in tasca circa da parte 14 milioni di funzionari di dollari. irlandesi. Una cifra Siamo grazie soggetti alla quale alle la cantante stesse leggi di origine fiscali trinidadiana come molte si altre piazza aziende appena internazionali al di fuori della che operano classifica in totale: Irlanda. all undicesimo posto. Al dodicesimo posto Possono c è invece Wiz Khalifa tirare che, un sospiro reduce i dipendenti del suo ultimo della lavoro, Beats, Blacc società Hollywood, che verrà per rilevata 2014 entro vanta l anno introiti pari 3 miliardi a 13 milioni di dollari di dollari. (2,6 in Pitbull contati con e i restanti 12 milioni 400 è milioni tredicesimo in azioni). mentre L Apple il di ha ritorno infatti Snoop ufficialmente Dogg per smentito (poco tempo le indiscrezioni fa si era auto-ribattezzato secondo cui sarebbe Snoop stato Lion, dando licenziato sfogo il 40% ad una della vena forza pseudo-reggae) lavoro della neo è acquisita quattordicesimo azienda con (all incirca dieci milioni. 200 lavoratori). Al 15esimo Siamo e al 16esmimo entusiasti posto che la troviamo squadra Kendrick Beats si stia Lamar, unendo con ad nove Apple milioni, e abbiamo e Ludacris, estero con le otto. offerte Il 17esimo di lavoro gradino a tutti i dipendenti è riservato Beats, a Tech ha N9Ne, annunciato con otto il portavoce 18esimo di Cupertino, a Swizz Tom Beatz, Neumayr, con poco a Billboard. più di otto A milioni causa e di il 19esimo alcune sovrapposizioni a 50 Cent, anche nelle lui nostre con una attività, cifra milioni; il alcune introno offerte agli otto ha milioni. osservato Chiudono sono la top per twenty un periodo Lil Jon, limitato Rick e Ross, lavoreremo J. Cole, duramente DJ Khaled durante e Mac Miller questo con arco sette di milioni tempo di per dollari. trovare Alle il ultime modo quattro per trovare posizioni a molti si piazzano di questi T.I, impiegati Nas, Akon Beats e Timbaland. un altro lavoro all interno di Apple.

17 26 Settembre 2014 La settimana 22 settembre 2014 Codacons, dal 2007 consumi scesi di 80 miliardi di euro I consumi in Italia hanno fatto registrare un calo drammatico dal periodo pre-crisi ad oggi. Lo denuncia oggi il Codacons, che fornisce i dati sulle minori spese degli italiani. Dal 2007 ad oggi i consumi in Italia sono scesi della maxicifra di 80 miliardi di euro. Ciò significa che ogni famiglia in 7 anni ha ridotto mediamente gli acquisti per oltre euro, ossia una riduzione dei consumi pari a più di euro procapite, neonati compresi. Unhcr: Negli ultimi giorni giunti in Turchia oltre 100 mila curdi di Siria Secondo i dati diffusi dall Unhcr sarebbero circa 100 mila i curdi di Siria giunti in Turchia negli ultimi giorni. Il governo di Ankara avrebbe confermato il numero. Nasa, la sonda Maven è entrata nell orbita di Marte La Nasa ha annunciato l arrivo della sonda americana Maven nell orbita di Marte. La sonda studierà l atmosfera del pianeta rosso per un eventuale missione da parte dell uomo. 23 settembre 2014 Napolitano: Europa difenda il suo patrimonio di civiltà dalle barbarie L Europa venne salvata dalle sofferenze inaudite della Prima Guerra Mondiale e dal ripetersi di quella tragedia con la Seconda Guerra Mondiale dallo scegliere e percorrere, a partire dal 1950, la strada dell integrazione e dell unità dell Europa nella pace e nella sempre più ricca affermazione dei principi del pluralismo politico, culturale e religioso, e dei diritti umani, civili e sociali. Ecco il patrimonio di civiltà che l Europa è decisa a difendere dalla nuova ondata di fanatismo, di barbarie, di terrore che è purtroppo venuta crescendo, è quanto dichiarato dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel corso della cerimonia per l inizio dell anno scolastico. Eurozona: indice Pmi in calo a 52,3 punti a settembre L indice Pmi dell Eurozona a settembre è sceso a 52,3 punti, contro i 52,5 di agosto. Austria: riduzione del 20-25% delle forniture di gas russo L Austria ha registrato un calo del 20-25% nelle forniture di gas russo. Un calo tra il 20% il 25% non è normale, spiega il responsabile dell autorità di controllo sull energia, Martin Graf.

18 26 Settembre 2014 Spagna: il premier Rajoy ritira la riforma sull aborto Madrid ritirerà la riforma della legge sull aborto per mancanza di un consenso sufficiente. Ad annunciarlo è stato il primo ministro, Mariano Rajoy. La normativa, che fissa i termini legali per l interruzione volontaria di gravidanza, verrà modificata con l introduzione dell obbligo di consenso dei genitori delle minori di 16 anni che decidano di abortire. 24 settembre 2014 PA, Mef: Pagati ai creditori 31 miliardi di euro Il piano nato nel 2013 per smaltire il debito commerciale accumulato fino a tutto il 2012, e poi esteso quest anno al debito in essere a fine 2013, registra progressi tanto nelle cifre messe a disposizione dal Governo agli enti debitori quanto nelle somme che risultano pagate dagli enti debitori ai creditori. Rispetto alla precedente rilevazione del 21 luglio, il monitoraggio al 23 settembre mostra erogazioni agli enti debitori per 38,4 miliardi (+8,3 miliardi ovvero +27%) di cui 31,3 miliardi (+5,2 miliardi ovvero +20%) risultano già utilizzati per i pagamenti ai soggetti creditori. F-35: via libera della Camera a dimezzamento del budget Via libera dell Aula della Camera alle mozioni di maggioranza e di Forza Italia sulla partecipazione al programma F35. In base ai testi approvati il governo risulta impegnato, tra l altro, nel testo del Pd, a riesaminare l intero programma F-35 per chiarirne criticità e costi con l obiettivo finale di dimezzare il budget finanziario originariamente previsto. Germania: a settembre nuovo calo della fiducia delle imprese Ennesimo calo a dell indice Ifo. A settembre l indice, che misura la fiducia delle imprese tedesche, è infatti sceso da 106,3 punti di agosto a 104,7 da 106,3, segnando il quinto calo mensile consecutivo. Gli economisti avevano previsto una flessione a 105,8. Isis, Obama: Non è una battaglia solo dell America Abbiamo cominciato a colpire gli obiettivi in Siria con i nostri alleati. La forza di questa coalizione dà una segnale chiaro al mondo: questa non è solo una guerra dell America. La gente e i governi del Medio Oriente stanno respingendo l Isil e difendendo la pace e la sicurezza che la popolazione della regione e il mondo meritano. I raid in Siria sono stati lanciati insieme agli amici e alleati di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Bahrain e Qatar. Bisogna tagliare i finanziamenti all Isis, addestrare i siriani moderati, contrastare la sua ideologia ripugnante, e fermare il flusso di combattenti su e giù dalla regione. Ancora una volta, deve essere chiaro a tutti coloro che complottano contro l America e cercano di nuocere agli americani che non tollereremo dei porti sicuri per i terroristi che minacciano la nostra gente. Abbiamo inviato un messaggio al mondo, ovvero che faremo il necessario per difendere il nostro Paese, è quanto dichiarato dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, in una conferenza stampa tenuta alla Casa Bianca. Isis, decapitato il turista francese rapito in Algeria Il turista francese, Herv Pierre Gourdel, rapito in Algeria da gruppo di estremisti vicini allo Stato Islamico è stato decapitato. La vittima è comparsa nei giorni scorsi in un video in cui lancia un appello direttamente al presidente Hollande: Presidente, sono Herve Pierre Gourdel, sono nato a Nizza in Francia il 12 settembre Sono guida d alta montagna. Sono arrivato in Algeria il 20 settembre 2014 e da ieri sono nelle mani di un gruppo armato algerino. Questo gruppo mi dice di chiedervi di non intervenire in Iraq. Mi tengono in ostaggio. Vi scongiuro di fare tutto ciò che è in vostro potere per tirarmi fuori da questa difficile situazione. Grazie.

19 26 Settembre 2014 Terrorismo, polizia di New York: Uno dei periodi più pericolosi di sempre Siamo in uno dei periodi più pericolosi mai visti dall 11 settembre di tredici anni fa. La minaccia terroristica in questo Paese, in questa città è destinata sfortunatamente ad aumentare nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, questo il pensiero del capo della polizia di New York, Bill Bratton. 25 settembre 2014 Camera: via libera alla legge sul doppio cognome La Camera, con 239 voti a favore, ha approvato la legge sul doppio cognome introducendo così la libertà di scelta per i genitori. Lituania, Draghi: Ingresso nell eurozona dimostra che l euro è attraente Il modo in cui la Lituania si è battuta per entrare nell Eurozona dimostra che la moneta unica è attraente, nonostante le difficoltà sperimentate da alcuni paesi membri. Ad esserne convinto è il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi. Entrare nell euro ha aggiunto il numero uno dell Eurotower non rispecchia solo considerazioni economiche ma è un impegno vincolante ai valori europei. Sono contento che la Lituania è pronta a rispettare questi impegni. Vilnius adotterà l euro a partire dal Ue, Kiev: Presenteremo candidatura adesione nel 2020 Kiev vuole presentare la candidatura per diventare membro dell Unione europea nel Ad annunciarlo è stato il presidente ucraino Petro Poroshenko. L Ucraina è pronta a realizzare un piano di riforma politico ed economico, che prevede 60 riforme e programmi sociali la cui adozione ha spiegato il servizio stampa del presidente preparerà l Ucraina a candidarsi per l adesione all Ue in sei anni. Hollande: La Francia non cederà mai al ricatto del terrorismo La Francia non cederà mai al ricatto del terrorismo e la decapitazione vile e crudele di Hervé Gourdel, da parte di un gruppo jihadista vicino allo Stato islamico, avrà come effetto quello di rafforzare la nostra determinazione a lottare contro questa organizzazione, così il presidente francese, Francois Hollande. 26 settembre 2014 Istat: A settembre, calo fiducia imprese in tutti i settori A settembre 2014 l indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment indicator), espresso in base 2005=100, scende a 86,6 da 88,1 di agosto. Questo è quanto rileva l Istat. Il clima di fiducia delle imprese prosegue in una nota l istituto di statistica peggiora in tutti i settori: manifatturiero, dei servizi di mercato, delle costruzioni e del commercio al dettaglio. L indice del clima di fiducia delle imprese manifatturiere scende a 95,1 da 95,4 di agosto. Migliorano le attese di produzione (da 1 a 2 il saldo) ma peggiorano i giudizi sugli ordini (da -25 a -27); il saldo relativo ai giudizi sulle scorte di magazzino rimane stabile a 3.

20 26 Settembre 2014 Trattativa Stato-mafia, Grasso: Napolitano testimonierà al Colle, lo prevede la legge Il capo dello Stato Giorgio Napolitano è obbligato dalla legge ad essere ascoltato al Quirinale nell ambito del processo sulla presunta trattativa tra lo Stato e la mafia. Lo ha ribadito il presidente del Senato, Pietro Grasso, che ha così replicato ai cronisti a margine di una iniziativa ai Quartieri Spagnoli di Napoli. Anche io ha osservato Grasso ho testimoniato a questo processo e, avendo la possibilità di scegliere, sono andato a Palermo. Il presidente Napolitano, per legge, sarà sentito al Quirinale quando concorderanno la data con la Corte. Ha già detto ha concluso che non ha alcun problema. Why Not, Grasso: La legge Severino deve essere applicata La legge Severino è una legge che va applicata. È stata già applicata ad altri sindaci e penso che sia inevitabile che sia applicata. Lo ha ribadito il presidente del Senato Piero Grasso, che ha così replicato ai cronisti che gli domandavano se la condanna riportata dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris comporti la sospensione dall incarico istituzionale, nonostante la sospensione della pena. Poi naturalmente ha aggiunto il presidente di palazzo Madama, parlando margine dell inaugurazione della fondazione Foqus ci sarà il seguito dell appello, dell impugnazione, che potrà eventualmente dare un contorno definitivo alla vicenda. Why Not, De Magistris: Si dovrebbe dimettere chi mi ha condannato Mi chiedono di dimettermi dopo questa condanna ma, guardandosi allo specchio e provando vergogna, dovrebbero dimettersi questi giudici. Ad esserne convinto è il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, condannato ad un anno e tre mesi di reclusione inflittagli nell ambito del processo Why not. C è uno Stato profondamente corrotto, io ha ribadito il primo cittadino partenopeo nel corso di un consiglio comunale sono un uomo delle istituzioni. Le istituzioni però sapranno riparare queste violazioni di legge.

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007 L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell 4a edizione - Marzo 2007 SINTESI Confindustria pubblica per la quarta volta L vista dall Europa, documento annuale che fa il punto

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Acqua, vento, terra, sole

Acqua, vento, terra, sole Acqua, vento, terra, sole Energie rinnovabili nella generazione elettrica in Italia Roberto Meregalli 12 agosto 2010 Il 2009 sarà ricordato a lungo come l annus horribilis 1 dell economia mondiale. A livello

Dettagli

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 835 ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 24 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia.

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia. Meno matrimoni In Italia ha sempre ricoperto un ruolo decisivo nel sistema di protezione sociale la rete di welfare familiare. Anche nell ambito della famiglia registriamo dinamiche demografiche, sociali

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali

Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali ECONOMIA DELL'ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE a.a. 2014/2015 - Prof. G. Favretto Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali Serena Cubico Ricercatore

Dettagli

La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012

La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012 Sintesi del Rapporto 1 La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012 Ulteriore peggioramento della

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Ripresa sostenuta dei consumi cosmetici nel 2010 nonostante le tensioni sulle propensioni d acquisto di larghe fasce di consumatori.

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

La classe media americana non è più la più ricca del mondo

La classe media americana non è più la più ricca del mondo RESeT INTERNAZIONALE The New York Times DAVID LEONHARDT E KEVIN QUEALY ED. IT. DI MARIA CARANNANTE 22 aprile 2014 La classe media americana non è più la più ricca del mondo La classe media americana, a

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q4 26 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q4/6 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità La spesa sociale dei Comuni Nel 2012 (ultimo dato disponibile) i Comuni italiani, singoli o associati, hanno speso per interventi e servizi sociali sui

Dettagli

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag.

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag. Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Le retribuzioni dei e i gap retributivi con gli italiani Anno 2011 Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2 L appartenenza di genere pag.

Dettagli

Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia

Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia SCENARI E POLITICHE DI STABILITÀ E CONVERGENZA La tabella 2.1 mostra come l anno da poco concluso sia stato

Dettagli

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani 02-01-2015 Numero 15-1 NOTA DAL CSC In Italia più occupati anziani e meno giovani Durante la crisi i 55-64enni con lavoro sono aumentati di 1,1 milioni, contro il calo di 1,6 milioni tra i 25-34enni. Il

Dettagli

Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco

Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco Nei passati 15 anni i lavoratori dipendenti hanno lasciato al fisco 6.738 euro cumulati di potere d acquisto

Dettagli

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma Sistema paese e sicurezza economica Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma I nostri temi Invece di un sistema-paese, un paese diviso e gravato da varie forme di insicurezza economica In che senso

Dettagli

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la Migranti nel mondo Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la popolazione immigrata periodo 2000/2001

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani 02-01-2015 Numero 15-1 NOTA DAL CSC In Italia più occupati anziani e meno giovani Durante la crisi i 55-64enni con lavoro sono aumentati di 1,1 milioni, contro il calo di 1,6 milioni tra i 25-34enni. Il

Dettagli

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE International Institute for Labour Studies Nella UE, mancano quasi 6 milioni di posti di lavoro per tornare alla situazione occupazionale pre-crisi

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future European Payment Index 2013 Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future Intrum Justitia è il gruppo leader in Europa nei servizi di Credit Management Unica

Dettagli

Il sistema di welfare

Il sistema di welfare Il sistema di welfare (pp. 255-336 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale La sanità nell anno della crisi Nell anno della crisi emerge una crescita

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Euler Hermes Italia Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Aggiornamento 3 Trimestre 2013 Il Report si basa sul monitoraggio giornaliero dei pagamenti

Dettagli

l orizzonte economico del friuli venezia giulia il punto di vista delle imprese del terziario

l orizzonte economico del friuli venezia giulia il punto di vista delle imprese del terziario l orizzonte economico del friuli venezia giulia il punto di vista delle imprese del terziario presentazione dei risultati udine, 18 maggio 2015 (14233fvP03) agenda - il tessuto delle imprese - la fiducia

Dettagli

Nota congiunturale I trimestre 2002

Nota congiunturale I trimestre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA NOVARA Nota congiunturale I trimestre 2002 a cura dell Ufficio studi 81 80 79 78 77 76 75 74 73 72 6 4 2 0-2 -4-6 -8 71-10 I/98 II/98 III/98 IV/98

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA EUROPEAN OUTLOOK 2014 Motori accesi, manca lo "start" SETTEMBRE 2013 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte

Dettagli

La popolazione: previsioni demografiche 2010-2030

La popolazione: previsioni demografiche 2010-2030 La popolazione: previsioni demografiche 2010-2030 Lamberto Soliani 1 - Introduzione. Le prossime trasformazioni demografiche nazionali e regionali sono descritte dall Istat in Previsioni demografiche 1

Dettagli

2006 2007) 500 - -. L

2006 2007) 500 - -. L COMUNICATO STAMPA I Rapporto sul Mercato Immobiliare 27 Tempi più lunghi per vendere o affittare ma i prezzi tengono. I prezzi crescono meno velocemente che in passato: nelle città di medie dimensioni,

Dettagli

La finanza internazionale e le banche

La finanza internazionale e le banche ACI - The Financial Market Association Assemblea Generale La finanza internazionale e le banche Intervento di Antonio Fazio Governatore della Banca d Italia Milano, 1º luglio 1999 Sono lieto di darvi il

Dettagli

DALLA SPENDING REVIEW AL RITORNO DEL PRINCIPE. Ovvero, La Pubblica amministrazione come presidio di democrazia

DALLA SPENDING REVIEW AL RITORNO DEL PRINCIPE. Ovvero, La Pubblica amministrazione come presidio di democrazia DALLA SPENDING REVIEW AL RITORNO DEL PRINCIPE Ovvero, La Pubblica amministrazione come presidio di democrazia S I N T E S I Roma, settembre 2012 1.1 LE MILLE FACCE DEL DIPENDENTE PUBBLICO Nelle 9.867 istituzioni

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorale. Tutti

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione III trimestre 214 Rapporto in sintesi Secondo l ultimo Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione, in diversi Paesi l inflazione attesa dai

Dettagli

Temi principali: dialogo con i cittadini a Trieste

Temi principali: dialogo con i cittadini a Trieste COMMISSIONE EUROPEA Viviane Reding Vicepresidente della Commissione europea e Commissaria europea per la Giustizia Temi principali: dialogo con i cittadini a Trieste Dialogo con i cittadini /Trieste 16

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL 2013

L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL 2013 L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL Confronto con il 2012 ed il 2008 e focus su amministratori e titolari d azienda febbraio 2014 P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese Osservatorio economico,coesione sociale, legalità 3 Rapporto sulla coesione sociale nella provincia di Reggio Emilia 2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese COMUNE DI REGGIO EMILIA La crisi economica

Dettagli

ITALIA TURISMO Luglio 2012

ITALIA TURISMO Luglio 2012 ITALIA TURISMO Luglio 2012 LE VACANZE DEGLI ITALIANI IN TEMPO DI CRISI Cancellati 41 milioni di viaggi e 195 milioni di giornate di vacanza in cinque anni Gli ultimi aggiornamenti sull andamento del turismo

Dettagli

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008 Comunicato Stampa Bologna, 17 Luglio 2008 Compravendite in diminuzione del 10% rispetto allo scorso anno. Nel 2007 si sono vendute 40 mila case in meno, nel 2008 si prevede un ulteriore calo di almeno

Dettagli

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite 8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 9 ottobre 214 Agenda 1 Italia: in lento recupero dal 215 2 Consumi: il peggio è alle spalle?

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE

OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE 1/2 3,6k 1.000 1k 1,5k OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE Stima e previsione dei tassi di ingresso in sofferenza delle per fascia dimensionale APRILE 2015 #1 (2 a+2b) 12,5% 75,5% 2 SOFFERENZE

Dettagli

La mobilità elettorale che. favorisce il Pd

La mobilità elettorale che. favorisce il Pd N 29 41 10 06 Ottobre Giugno 2014 La mobilità elettorale che La Germania vicina alla recessione? Anche la locomotiva d Europa sembra non essere più immune alla crisi favorisce il Pd Il trionfo alle europee:

Dettagli

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013. Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013. Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013 Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire 1 Anche nel 2013, per il quarto anno consecutivo, Amway l azienda pioniere

Dettagli

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori.

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013 1 La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. A luglio 2013 gli occupati sono il 55,9% ossia 22 milioni 509 mila, mentre i disoccupati sono 3 milioni

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

La trappola della stagnazione

La trappola della stagnazione Conversazione con Michael Spence e Kemal Dervis La trappola della stagnazione 52 Aspenia 66 2014 ASPENIA. La crisi finanziaria esplosa nel 2008, divenuta una crisi economica semiglobale, si è negli anni

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI settembre 2013 1. Il quadro macroeconomico In questa nota si procede all aggiornamento del quadro macroeconomico e si fornisce anche una nuova

Dettagli

CONTI ECONOMICI REGIONALI

CONTI ECONOMICI REGIONALI 23 novembre 2012 Anni 1995-2011 CONTI ECONOMICI REGIONALI In occasione della diffusione delle stime provvisorie per l anno 2011, l Istat pubblica le serie dei Conti economici regionali nella nuova classificazione

Dettagli

La vita di coppia. 21 agosto 2006. Si allunga il periodo di fidanzamento, cambiano i luoghi in cui si conoscono i fidanzati

La vita di coppia. 21 agosto 2006. Si allunga il periodo di fidanzamento, cambiano i luoghi in cui si conoscono i fidanzati 21 agosto 2006 La vita di coppia Il volume La vita di coppia presenta alcuni risultati dell indagine Famiglia e soggetti sociali svolta dall Istat nel Novembre 2003 su un campione di oltre 19 mila famiglie

Dettagli

DALLA GREEN ECONOMY 102 MLD DI VALORE AGGIUNTO (IL 10,3%) E QUASI 3 MLN DI POSTI DI LAVORO

DALLA GREEN ECONOMY 102 MLD DI VALORE AGGIUNTO (IL 10,3%) E QUASI 3 MLN DI POSTI DI LAVORO I DATI DI GREENITALY DI FONDAZIONE SYMBOLA E UNIONCAMERE DALLA GREEN ECONOMY 102 MLD DI VALORE AGGIUNTO (IL 10,3%) E QUASI 3 MLN DI POSTI DI LAVORO 372MILA IMPRESE (24,5% DEL TOTALE) PUNTANO SULLA GREEN

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

IL RAPPORTO ISTAT 2014. UN ITALIA ALLO STREMO

IL RAPPORTO ISTAT 2014. UN ITALIA ALLO STREMO 869 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com IL RAPPORTO ISTAT 2014. UN ITALIA ALLO STREMO 29 maggio 2014 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Lo scorso 28 maggio l Istat ha rilasciato

Dettagli

Nel mondo ci sono molte classifiche che

Nel mondo ci sono molte classifiche che L opinione pubblica viene spesso bombardata da una grande quantità di statistiche sui sistemi Paese che dicono tutto e il contrario di tutto. Come orientarsi in questo mare magnum? E come si colloca il

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorare. Tutti

Dettagli

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave MEMO/08/XXX Bruxelles, 16 ottobre 2008 La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave La Commissione europea pubblica oggi il resoconto annuale delle tendenze sociali negli Stati

Dettagli

European Payment Index 2014. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future

European Payment Index 2014. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future European Payment Index 2014 Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future Intrum Justitia è il gruppo leader in Europa nei servizi di Credit Management Unica

Dettagli

LA LETTURA COME STRUMENTO PER LO SVILUPPO E LA CONVIVENZA CIVILE. GIUSEPPE ROMA Twitter @GiromRoma Senior Advisor CENSIS

LA LETTURA COME STRUMENTO PER LO SVILUPPO E LA CONVIVENZA CIVILE. GIUSEPPE ROMA Twitter @GiromRoma Senior Advisor CENSIS LA LETTURA COME STRUMENTO PER LO SVILUPPO E LA CONVIVENZA CIVILE (sintesi DELL INTERVENTO) GIUSEPPE ROMA Twitter @GiromRoma Senior Advisor CENSIS SENZA LETTURA NON C È CRESCITA QUOTIDIANI, PERIODICI E

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa Public S.r.l. Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO SONDAGGIO IPSOS - ACRI 86ª Giornata Mondiale del Risparmio SONDAGGIO IPSOS - Rigore e sviluppo nell era del mercato. Risultati diffusi nell ambito della

Dettagli

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012 BENESSERE CASA BELLEZZA RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012 Il potenziale imprenditoriale in Italia in tempo di crisi RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ IN EUROPA E IN ITALIA ANNO 2012 CASA

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere Rapporto PIQ 2011 Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi Roma, 10 dicembre 2012 Perché puntare l obiettivo sulla qualità?

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 28 dicembre 2011 Anno 2010 L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE La quota di piccole e medie imprese (attive nei settori dell industria e dei servizi di mercato) che hanno cercato finanziamenti

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL TERMINE STARTUP SULLA STAMPA

L EVOLUZIONE DEL TERMINE STARTUP SULLA STAMPA L EVOLUZIONE DEL TERMINE STARTUP SULLA STAMPA Expert System, in occasione dell annuncio della partnership con Digital Magics all evento Disruption Day: Startup e Tecnologia Semantica, ha svolto una ricerca

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

La crisi del 29. Il boom degli anni Venti

La crisi del 29. Il boom degli anni Venti Nel primo dopoguerra l'economia degli Stati Uniti ebbe un forte incremento, trainata soprattutto dal settore automobilistico. Infatti, in America dal 1922 al 1929, la produzione industriale aumentò del

Dettagli

SINTESI DEI PRINCIPALI CONTENUTI DEL I VOLUME DELLA RELAZIONE ANNUALE STATO DEI SERVIZI

SINTESI DEI PRINCIPALI CONTENUTI DEL I VOLUME DELLA RELAZIONE ANNUALE STATO DEI SERVIZI SINTESI DEI PRINCIPALI CONTENUTI DEL I VOLUME DELLA RELAZIONE ANNUALE STATO DEI SERVIZI LO SCENARIO INTERNAZIONALE PETROLIO: DOMANDA ANCORA IN CRESCITA, PREZZO DEL BARILE AI MINIMI Nel 2014 la domanda

Dettagli

2.3 Le rimesse degli immigrati all estero

2.3 Le rimesse degli immigrati all estero 2.3 Le rimesse degli immigrati all estero L importanza crescente che il fenomeno migratorio sta assumendo comporta la necessità di considerare la funzione economica svolta dai cittadini stranieri inseriti

Dettagli

Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto

Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto La Commissione ha pubblicato a metà ottobre un documento dove, con un occhio al passato e uno al futuro, passando per il momento

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Ricerca e innovazione

Ricerca e innovazione CAPITOLO 11 Ricerca e innovazione Alla base del progresso Ricerca e innovazione costituiscono una determinante indiretta del benessere. Sono alla base del progresso sociale ed economico e danno un contributo

Dettagli

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 27 marzo 2006 La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. +

Dettagli