A) INFORMAZIONI GENERALI. Pagina 1 di 32

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A) INFORMAZIONI GENERALI. Pagina 1 di 32"

Transcript

1 PARTE I DEL PROSPETTO D OFFERTA INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO E SULLE COPERTURE ASSICURATIVE La Parte I del Prospetto di offerta, da consegnare su richiesta all Investitore-Contraente, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. Data di deposito in Consob della Parte I: 27/03/2015 Data di validità della Parte I: dall 1/04/2015 A) INFORMAZIONI GENERALI 1. L IMPRESA DI ASSICURAZIONE UNIQA Previdenza Società per Azioni, in forma abbreviata UNIQA Previdenza S.p.A. (Società), è una Compagnia assicurativa appartenente al Gruppo UNIQA Italia, avente nazionalità italiana, autorizzata all esercizio dell attività assicurativa con Decreto del Ministro dell Industria, del Commercio e dell Artigianato n del 23 aprile 1988 (G.U. n. 117 del 20 maggio 1988). - Sede legale: Milano, Via Carnia 26; - Telefono: Fax Sito web: - Per ulteriori informazioni sulla Società e sul gruppo di appartenenza si rinvia alla Parte III, Sezione A, paragrafo 1, del Prospetto d offerta. 2. RISCHI GENERALI CONNESSI ALL INVESTIMENTO FINANZIARIO I rischi connessi all investimento finanziario collegato al presente contratto sono di seguito illustrati: a) rischio connesso alla variazione del prezzo: il prezzo di ciascun strumento finanziario dipende dalle caratteristiche peculiari dell emittente, dall andamento dei mercati di riferimento e dei settori di investimento, e può variare in modo più o meno accentuato a seconda della sua natura. In linea generale, la variazione del prezzo delle azioni è connessa alle prospettive reddituali degli emittenti e può essere tale da comportare la riduzione o addirittura la perdita del capitale investito, mentre il valore delle obbligazioni è influenzato dall andamento dei tassi di interesse di mercato e dalle valutazioni della capacità dell emittente di far fronte al pagamento degli interessi dovuti e al rimborso del capitale di debito a scadenza; b) rischio connesso alla liquidità: la liquidità degli strumenti finanziari, ossia la loro attitudine a trasformarsi prontamente in moneta senza perdita di valore, dipende dalle caratteristiche del mercato in cui gli stessi sono trattati. In generale i titoli trattati su mercati regolamentati sono più liquidi e, quindi, meno rischiosi, in quanto più facilmente smobilizzabili dei titoli non trattati su detti mercati. L assenza di una quotazione ufficiale rende inoltre complesso l apprezzamento del valore effettivo del titolo, la cui determinazione può essere rimessa a valutazioni discrezionali; c) rischio connesso alla valuta di denominazione: per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa da quella in cui è denominato il comparto di investimento, occorre tenere presente la variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta; d) altri fattori di rischio: - le operazioni sui mercati emergenti potrebbero esporre l investitore a rischi aggiuntivi connessi al fatto che tali mercati potrebbero essere regolati in modo da offrire ridotti livelli di garanzia e protezione agli investitori. Sono poi da considerarsi i rischi connessi alla situazione politico-finanziaria del paese di appartenenza degli emittenti; - il rischio, tipico dei titoli di debito (es. obbligazioni), connesso all eventualità che l emittente, per effetto di un deterioramento della sua solidità patrimoniale, non sia in grado di pagare l interesse o di rimborsare il capitale (rischio di controparte); il valore del titolo risente di tale rischio variando al modificarsi delle condizioni creditizie dell emittente; Pagina 1 di 32

2 - il rischio, tipico dei titoli di debito, collegato alla variabilità dei loro prezzi derivante dalle fluttuazioni dei tassi di interesse di mercato (rischio di interesse); queste ultime, infatti, si ripercuotono sui prezzi di tali titoli, e quindi sui rendimenti, in modo tanto più accentuato, soprattutto nel caso di titoli a reddito fisso, quanto più lunga è la loro durata residua: un aumento dei tassi di mercato comporterà una diminuzione del prezzo del titolo e viceversa. In virtù dei rischi connessi all investimento riconducibili all andamento del valore delle quote, al momento del rimborso non è garantita la restituzione integrale del capitale investito. Il valore del capitale investito in quote di uno o più dei comparti di Investimento appartenenti ad un Fondo Interno alla Società, con successivo acquisto di quote di OICR può variare in relazione alla tipologia di strumenti finanziari e ai settori di investimento, nonché ai diversi mercati di riferimento. 3. CONFLITTI D INTERESSE Il presente contratto non presenta situazioni in conflitto d interesse derivanti da rapporti di gruppo o da rapporti di affari propri o di Società del Gruppo. I benefici derivanti dalla retrocessione delle commissioni di effettuate dalle SICAV utilizzate nei comparti d investimento sono riconosciuti integralmente agli Investitori-Contraenti. La Società è dotata di procedure per l individuazione e la delle situazioni di conflitto di interesse originate da rapporti di gruppo o da rapporti di affari propri o di Società del Gruppo. In particolare, la Società ha istituito un Comitato di controllo che effettua un monitoraggio continuativo della presenza di situazioni di conflitto di interessi. Tale Comitato si riunisce trimestralmente elaborando una relazione di aggiornamento delle suddette situazioni. La Società può effettuare operazioni in cui ha, direttamente o indirettamente, un interesse in conflitto, a condizione che sia comunque assicurato un equo trattamento dei comparti avuto anche riguardo agli oneri connessi alle operazioni da eseguire. La Società assicura che il patrimonio dei comparti gestiti non sia gravato da alcun onere altrimenti evitabile o escluso dalla percezione di utilità ad essi spettanti. 4. RECLAMI Eventuali reclami, richieste di chiarimenti, di informazioni o di invio della documentazione riguardanti il rapporto contrattuale o la dei sinistri devono essere inoltrati per iscritto: All'attenzione dell'ufficio Reclami UNIQA Previdenza SpA - Via Carnia, Milano Fax: 02/ Per eventuali consultazioni è inoltre possibile consultare il seguente sito internet: Nel caso in cui l esponente non si ritenga soddisfatto dall esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nei termini massimi previsti dalla normativa vigente, potrà rivolgersi, corredando l esposto della documentazione relativa al reclamo trattato dall Impresa di assicurazione: - per questioni attinenti al contratto: all IVASS, Servizio Tutela degli Utenti, Via del Quirinale 21, Roma, telefono ; - per questioni attinenti alla trasparenza informativa: alla CONSOB, via G.B. Martini 3, Roma o via Broletto 7, Milano, telefono / ; - per ulteriori questioni: alle altre Autorità amministrative competenti. B) INFORMAZIONI SUL PRODOTTO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT LINKED 5. DESCRIZIONE DEL CONTRATTO E IMPIEGO DEI PREMI 5.1 Caratteristiche del contratto. Il prodotto consente di investire il premio unico iniziale e gli eventuali versamenti aggiuntivi, al netto dei costi, in una o più dei comparti di Investimento del Fondo interno denominato "UNIQA Previdenza", secondo la scelta operata dall Investitore-Contraente, con successivo acquisto di quote di OICR, dal cui valore dipendono le prestazioni finanziarie e assicurative previste dal contratto. Pagina 2 di 32

3 Lo scopo della del Fondo Interno è quello di realizzare l incremento delle somme che vi affluiscono mediante il loro investimento in specifiche attività finanziarie secondo una strategia prestabilita, variabile da comparto a comparto. I proventi della non vengono distribuiti ai partecipanti ma vengono reinvestiti nel Fondo, che si caratterizza pertanto come Fondo ad accumulazione. L Investitore-Contraente può scegliere il comparto di Investimento o percentuali anche diverse di più comparti, secondo il profilo di rischio desiderato. Essi sono indirizzati a diverse tipologie di investitori e sono strutturati in modo da consentire l investimento, su tutti i principali mercati mondiali senza richiedere particolari competenze finanziarie, con un diverso contenuto di rischio e di potenzialità di profitto, a seconda della particolare propensione od esigenza di ciascuno. Oltre all investimento finanziario, il prodotto offre la seguente copertura assicurativa: - in caso di decesso dell Assicurato, una tutela economica che consiste in una maggiorazione dell 1% (0,1% in caso di età dell Assicurato superiore a 70 anni alla data di decorrenza) delle quote acquisite dal contratto. L Investitore-Contraente può, in qualsiasi momento richiedere inoltre la conversione del capitale rimborsabile, purché di importo almeno pari a euro, in forma di rendita, offerta secondo diverse tipologie a scelta dell Investitore-Contraente (vitalizia, reversibile, certa per un determinato numero di anni). 5.2 Durata del contratto. Il contratto è a vita intera, pertanto la durata coincide con la vita dell Assicurato. L'età dell'assicurato alla decorrenza del contratto deve essere compresa tra 18 e 90 anni. 5.3 Versamento dei premi. Il contratto prevede il versamento di un premio unico iniziale, di importo non inferiore a Euro, con facoltà di versare premi aggiuntivi, di importo non inferiore a 500,00 Euro ciascuno, in ogni momento successivo alla conclusione del contratto. L attivazione di ogni ulteriore comparto, successivamente alla conclusione del contratto, richiede comunque un versamento minimo di Euro. B. 1) INFORMAZIONI SULL'INVESTIMENTO FINANZIARIO I premi versati, al netto dei costi di caricamento, sono investiti, secondo la scelta dell Investitore-Contraente, in quote di uno o più dei comparti di investimento appartenenti ad un Fondo Interno alla Società, con successivo acquisto di quote di OICR, e costituiscono il capitale investito. L Investitore-Contraente, inoltre, può decidere di ripartire il capitale investito in uno o più comparti di investimento secondo percentuali a sua scelta (c.d. combinazione libera ), come di seguito descritto: Combinazioni Ripartizione sui diversi Comparti Libera Forza Prudente Forza Bilanciata Forza Aggressiva Forza Protetta Forza Dinamica fino al 100% fino al 100% fino al 100% fino al 100% fino al 100% Si riporta di seguito la denominazione delle Proposte di investimento finanziario con cui è possibile sottoscrivere Finanza & Opportunità : FORZA PRUDENTE FORZA BILANCIATA FORZA AGGRESSIVA FORZA PROTETTA FORZA DINAMICA Combinazione Libera UP2-1 Pagina 3 di 32

4 La delega di per tutte le Proposte di Investimento sopra elencate è stata conferita a UNIQA Previdenza SpA, appartenente al Gruppo assicurativo UNIQA, Sede Legale via Carnia 26, Milano - Italia. Tutti i comparti di investimento investono principalmente in strumenti finanziari negoziati su mercati regolamentati. Di seguito si riportano le caratteristiche di tutte le Proposte di Investimento Finanziario e dei singoli comparti di investimento sottostanti. Denominazione della Proposta di investimento finanziario FORZA PRUDENTE Codice della Proposta di investimento finanziario Codice del Comparto di investimento Finalità UL906B_F1 F1 Lo scopo della del comparto è quello di realizzare l incremento delle somme che vi affluiscono mediante il loro investimento in specifiche attività finanziarie secondo una strategia prestabilita. Le scelte d investimento del comparto saranno basate in senso generale sul controllo della durata media dei titoli costituenti il portafoglio, in funzione delle prospettive dei tassi d interesse e, a livello più particolare, in relazione alla redditività dei singoli titoli, al merito di credito degli emittenti e al relativo grado di liquidità. 6. TIPOLOGIA DI GESTIONE DEL COMPARTO Tipologia di Obiettivo della A benchmark, di tipo attivo Il Comparto di Investimento ha come obiettivo di salvaguardare il capitale dalle oscillazioni dei mercati finanziari, consentendo una redditività derivante da investimenti concentrati prevalentemente nei mercati monetari ed obbligazionari, rispondendo alle esigenze di chi sceglie una prudente al fine di cautelare il rendimento e di consolidare il proprio patrimonio. Valuta di denominazione Euro 7. ORIZZONTE TEMPORALE D INVESTIMENTO CONSIGLIATO: 17 anni 8. PROFILO DI RISCHIO DEL COMPARTO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo Grado di Rischio: Medio E presente un rischio tasso di interesse per la prevalenza della componente obbligazionaria e monetaria e un rischio di cambio per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa dall Euro a causa della variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti. Gli O.I.C.R. obbligazionari investono principalmente in obbligazioni con rating pari all investment grade e, in via residuale, possono investire in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti Il comparto investe prevalentemente in O.I.C.R. allo scopo di ottenere la migliore diversificazione sia a livello del rischio tasso di interesse, del rischio di credito e del rischio di cambio, beneficiando, anche se marginalmente, delle opportunità eventualmente offerte dalle categorie di attivi più rischiose ma anche potenzialmente più remunerative quali le obbligazioni high yield. Scostamento dal benchmark Il comparto Forza Prudente è caratterizzato da una attiva che può comportare un significativo scostamento dal benchmark. Nella scelta degli investimenti il comparto non si propone di replicare passivamente la composizione degli indici, ma selezionerà i titoli sulla base di proprie valutazioni con l obiettivo di massimizzare il rendimento. Pagina 4 di 32

5 9. POLITICA DI INVESTIMENTO E RISCHI SPECIFICI DEL COMPARTO Categoria Principali tipologie degli strumenti finanziari e valuta di denominazione Aree geografiche / mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Tecnica di Obbligazionario Investimento finanziario 1 : l investimento principale avviene in quote di O.I.C.R. di tipo Obbligazionario e Monetario, denominate prevalentemente in Euro, ovvero in titoli di Stato o garantiti, in titoli Obbligazionari emessi o estinguibili in Paesi aderenti all OCSE, in titoli ordinari ovvero convertibili e cum warrant, quotati e non quotati, ed in strumenti di liquidità. La Società investe principalmente i capitali conferiti al comparto d Investimento Forza Prudente secondo i limiti espressi di seguito: Obbligazioni Europee: da 40% a 100% Obbligazioni Internazionali: da 0% a 60% L'investimento residuale è in liquidità e investimenti a breve termine non superiori al 20% e, più in generale, è prevista la facoltà di assumere, in relazione all andamento dei mercati finanziari o ad altre specifiche congiunturali, scelte per la tutela dell interesse dei partecipanti. Valuta di denominazione: Euro In ogni caso il comparto non investe in OICR istituiti o gestiti dall Impresa di assicurazione e/o da Imprese di assicurazione del Gruppo UNIQA. L Area Europea è privilegiata. Gli investimenti in Paesi emergenti rappresentano una categoria marginale. Nella scelta dei settori industriali e delle specifiche categorie degli emittenti si applica la massima diversificazione. Rating - Gli OICR obbligazionari investono principalmente in obbligazioni con rating pari all investment grade. Paesi Emergenti - Gli OICR obbligazionari possono investire in via residuale in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. Rischio tasso di interesse per la prevalenza della componente obbligazionaria e monetaria. Rischio di cambio - per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa dall Euro, occorre tenere presente la variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti. Il comparto si riserva di investire in strumenti finanziari derivati allo scopo di ridurre il rischio di investimento, senza comunque alterare le finalità, il grado di rischio e le altre caratteristiche del comparto. Il comparto investe prevalentemente in OICR allo scopo di ottenere la migliore diversificazione sia a livello del rischio tasso di interesse, del rischio di credito e del rischio di cambio, beneficiando, anche se marginalmente, delle opportunità eventualmente offerte dalle categorie di attivi più rischiose ma anche potenzialmente più remunerative quali le obbligazioni high yield. 1 In linea generale, il termine principale qualifica gli investimenti superiori in controvalore al 70% del totale dell attivo del comparto / combinazione libera; il termine prevalente investimenti compresi tra il 50% e il 70%; il termine significativo investimenti compresi tra il 30% e il 50%; il termine contenuto tra il 10% e il 30%; infine, il termine residuale inferiore al 10%. I termini di rilevanza suddetti sono da intendersi come indicativi delle strategie gestionali del comparto / combinazione libera. Pagina 5 di 32

6 Tecniche di dei rischi Distribuzione dei proventi Il comparto utilizza tecniche di dei rischi di portafoglio in relazione agli obiettivi e alla politica di investimento prefissata. Per una più approfondita esposizione delle tecniche di dei rischi si rimanda alla Parte III, Sezione B del Prospetto d offerta. I proventi della non vengono distribuiti ai partecipanti ma vengono reinvestiti nel comparto facente parte del Fondo, che si caratterizza pertanto come comparto ad accumulazione. 10. GARANZIE DELL INVESTIMENTO Non è prevista alcuna garanzia di rendimento minimo, a scadenza e durante la vigenza del contratto, rilasciata direttamente dalla Società; in conseguenza di ciò l Investitore-Contraente si assume il rischio connesso all eventuale andamento negativo del valore delle quote, con la possibilità di ricevere al momento del realizzo un capitale inferiore ai premi versati. 11. PARAMETRO DI RIFERIMENTO (C.D. BENCHMARK) Di seguito si riporta la composizione del benchmark relativo al comparto di investimento del Fondo Interno collegato al contratto: 5% Fideuram obbligazionario Euro Governativi Breve Termine; 20% Fideuram obbligazionario Internazionali Governativi; 75% Fideuram obbligazionario Euro Governativi Medio / Lungo Termine. Per i benchmark composti da più indici, i pesi di ciascun indice sono mantenuti costanti tramite ribilanciamento su base semestrale. Gli indici Fideuram dei Fondi Comuni sono stati istituiti nel dicembre 1983 in concomitanza con l'esordio sul mercato finanziario italiano dei fondi comuni di investimento mobiliare. Il calcolo viene effettuato giornalmente prendendo a riferimento il sistema di classificazione dei fondi adottato dall'associazione di categoria Assogestioni (le categorie dei fondi sono pubblicate sul quotidiano Il Sole 24 Ore ). Esistono infatti indici Fideuram per ciascuna delle categorie di fondi riconosciute, a cui si aggiunge l indice generale che comprende tutte le categorie dei fondi di diritto italiano. Il calcolo degli Indici Banca Fideuram dei Fondi Comuni di Investimento comprende tutti i fondi italiani in attività alla fine di ogni trimestre solare. Gli indici sono calcolati come media ponderata delle quotazioni giornaliere dei fondi rientranti in una data categoria o sottocategoria rapportate alla quotazione base. La ponderazione resta quindi invariata per un trimestre, prendendo a riferimento i patrimoni dei fondi valorizzati alla fine del trimestre solare precedente. I fondi di nuova emissione entrano a far parte del calcolo dal trimestre solare successivo a quello della data di emissione sul mercato. 12. CLASSI DI QUOTE Il presente contratto non prevede alcuna distinzione per classi di quote. 13. RAPPRESENTAZIONE SINTETICA DEI COSTI La seguente tabella illustra l incidenza dei costi sull investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato, pari a 17 anni, ipotizzando un Premio Unico compreso tra 500 ed Con riferimento al momento della sottoscrizione, il premio versato al netto dei costi delle coperture assicurative dei rischi demografici e delle spese di emissione previste dal contratto rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto dei costi di caricamento e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Proposta di Investimento Finanziario Forza Prudente Pagina 6 di 32 MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE ORIZZONTE TEMPORALE D'INVESTIMENTO CONSIGLIATO (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Costi di caricamento 3,00% 0,18% B Commissioni di * 0,98%

7 C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0,00% 0,00% D Altri costi contestuali al versamento 0,00% 0,00% E Altri costi successivi al versamento 0,00% F Bonus, premi e riconoscimenti di quote 0,00% 0,00% G Costi delle coperture assicurative 0,00% 0,02% H Spese di emissione 0,00% 0,00% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO I Premio Versato 100,00% L = I - (G + H) Capitale Nominale 100,00% M = L - (A + C + D - F) Capitale Investito 97,00% (*) La voce di costo B) Commissioni di è rappresentata al netto della percentuale indicata alla voce di costo G) Costi delle coperture assicurative ; per ulteriori informazioni su quest ultima voce, si rimanda a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costo delle coperture assicurative previste dal contratto. I Costi di caricamento (voce A delle tabelle di cui sopra) sono tuttavia variabili in funzione dell ammontare del premio unico (iniziale o aggiuntivo); in caso di premi unici superiori a Euro, l aliquota del 3% prevista al momento della sottoscrizione diminuisce, e aumenta di ugual misura l aliquota del Capitale Investito (voce M ). Si rimanda per le singole aliquote a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costi di caricamento. Le altre voci di costo delle tabelle restano invariate. Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione realizzata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per una illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sezione C). Denominazione della Proposta di investimento finanziario FORZA BILANCIATA Codice della Proposta di investimento finanziario Codice del Comparto di investimento Finalità Pagina 7 di 32 UL906B_F3 F3 Lo scopo della del comparto è quello di realizzare l'incremento delle somme che vi affluiscono mediante il loro investimento in specifiche attività finanziarie secondo una strategia prestabilita. Le scelte d'investimento saranno basate su variazioni della composizione del portafoglio tra titoli di debito e di capitale in funzione delle prospettive dei mercati di riferimento. Inoltre, la selezione dei titoli azionari sarà effettuata sulla base dei fondamentali di lungo termine delle società emittenti mentre la durata media degli investimenti in titoli obbligazionari sarà modulata in funzione delle prospettive dei tassi d'interesse. 6. TIPOLOGIA DI GESTIONE DEL COMPARTO Tipologia di Obiettivo della Valuta di denominazione A benchmark, di tipo attivo L obiettivo del comparto di investimento è quello di consentire una significativa redditività derivante da investimenti bilanciati sia nel comparto obbligazionario che nel comparto azionario, rispondendo alle esigenze di chi, pur intendendo effettuare un investimento non di breve durata, sceglie un livello di rischio equilibrato. Euro 7. ORIZZONTE TEMPORALE D INVESTIMENTO CONSIGLIATO: 17 anni 8. PROFILO DI RISCHIO DEL COMPARTO Grado di rischio Grado di Rischio: Medio-Alto

8 connesso all investimento nel Fondo Scostamento dal benchmark E presente un rischio tasso di interesse in misura ponderata alla componente obbligazionaria e monetaria, un rischio azionario in misura ponderata alla componente azionaria. e un rischio di cambio per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa dall Euro a causa della variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti. Gli O.I.C.R. obbligazionari investono principalmente in obbligazioni con rating pari all investment grade e, in via residuale, possono investire in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. Il comparto investe prevalentemente in O.I.C.R. allo scopo di ottenere la migliore diversificazione sia a livello del rischio tasso di interesse, del rischio azionario, del rischio di credito e del rischio di cambio, beneficiando parallelamente anche delle opportunità eventualmente offerte dalle categorie di attivi più rischiose ma anche potenzialmente più remunerative quali le obbligazioni high yield, le azioni dei mercati emergenti e dei settori industriali a crescita più elevata. Il comparto Forza Bilanciata è caratterizzata da una attiva che può comportare un contenuto scostamento dal benchmark. Nella scelta degli investimenti il comparto non si propone di replicare passivamente la composizione degli indici, ma selezionerà i titoli sulla base di proprie valutazioni con l obiettivo di massimizzare il rendimento. 9. POLITICA DI INVESTIMENTO E RISCHI SPECIFICI DEL COMPARTO Categoria Principali tipologie degli strumenti finanziari e valuta di denominazione Aree geografiche / mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Bilanciato Investimento finanziario 1 : l investimento principale avviene in quote di OICR di tipo Azionario, Obbligazionario e Monetario, denominate in Euro ed in Valuta, ovvero in titoli di capitale di Società quotate, in titoli di Stato o garantiti, in titoli obbligazionari emessi o estinguibili in paesi aderenti all'ocse, in titoli ordinari ovvero convertibili e cum warrant, quotati e non quotati, ed in strumenti di liquidità. La Società investe principalmente i capitali conferiti al comparto d Investimento Forza Bilanciata secondo i limiti espressi di seguito: Obbligazioni Europee: da 0% a 60% Obbligazioni Internazionali: da 0% a 30% Azioni Europee: da 10% a 50% Azioni Internazionali: da 5% a 40% L'investimento residuale è in liquidità e investimenti a breve termine non superiori al 30% e, più in generale, è prevista la facoltà di assumere in relazione all andamento dei mercati finanziari o ad altre specifiche congiunturali, scelte per la tutela dell interesse dei partecipanti. Valuta di denominazione: Euro In ogni caso il comparto non investe in OICR istituiti o gestiti dall Impresa di assicurazione e/o da Imprese di assicurazione del Gruppo UNIQA. Tutti i principali mercati mondiali: l Area Europea è privilegiata. Gli investimenti in Paesi emergenti rappresentano una categoria marginale. Nella scelta dei settori industriali e delle specifiche categorie degli emittenti si applica la massima diversificazione. 1 In linea generale, il termine principale qualifica gli investimenti superiori in controvalore al 70% del totale dell attivo del comparto / combinazione libera; il termine prevalente investimenti compresi tra il 50% e il 70%; il termine significativo investimenti compresi tra il 30% e il 50%; il termine contenuto tra il 10% e il 30%; infine, il termine residuale inferiore al 10%. I termini di rilevanza suddetti sono da intendersi come indicativi delle strategie gestionali del comparto / combinazione libera. Pagina 8 di 32

9 Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Tecnica di Tecniche di dei rischi Rating - Gli OICR obbligazionari investono principalmente in obbligazioni con rating pari all investment grade. Paesi Emergenti: Gli investimenti in Paesi emergenti rappresentano una categoria marginale. Rischio tasso di interesse in misura ponderata alla componente obbligazionaria e monetaria. Rischio azionario in misura ponderata alla componente azionaria. Rischio di cambio per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa dall Euro, occorre tenere presente la variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti. Il comparto si riserva di investire in strumenti finanziari derivati allo scopo di ridurre il rischio di investimento, senza comunque alterare le finalità, il grado di rischio e le altre caratteristiche del comparto. Il comparto investe prevalentemente in O.I.C.R. allo scopo di ottenere la migliore diversificazione sia a livello del rischio tasso di interesse, del rischio azionario, del rischio di credito e del rischio di cambio, beneficiando parallelamente anche delle opportunità eventualmente offerte dalle categorie di attivi più rischiose ma anche potenzialmente più remunerative quali le obbligazioni high yield, le azioni dei mercati emergenti e dei settori industriali a più elevata crescita. Il comparto utilizza tecniche di dei rischi di portafoglio in relazione agli obiettivi e alla politica di investimento prefissata. Per una più approfondita esposizione delle tecniche di dei rischi si rimanda alla Parte III, Sezione B del Prospetto d offerta. Distribuzione dei proventi I proventi della non vengono distribuiti ai partecipanti ma vengono reinvestiti nel comparto facente parte del Fondo, che si caratterizza pertanto come comparto ad accumulazione. 10. GARANZIE DELL INVESTIMENTO Non è prevista alcuna garanzia di rendimento minimo, a scadenza e durante la vigenza del contratto, rilasciata direttamente dalla Società; in conseguenza di ciò l Investitore-Contraente si assume il rischio connesso all eventuale andamento negativo del valore delle quote, con la possibilità di ricevere al momento del realizzo un capitale inferiore ai premi versati. 11. PARAMETRO DI RIFERIMENTO (C.D. BENCHMARK) Di seguito si riporta la composizione del benchmark relativo al comparto di investimento del Fondo Interno collegato al contratto: 10% Fideuram obbligazionario Euro Governativi Breve Termine; 10% Fideuram obbligazionario Internazionali Governativi; 20% Fideuram azionario internazionali; 25% Fideuram azionari Europa; 35% Fideuram obbligazionario Euro Governativi Medio / Lungo Termine. I benchmark indicati per il comparto Forza Bilanciata sono di riferimento anche per il 50% dell investimento effettuato nella Combinazione Libera UP2-1. Per i benchmark composti da più indici, i pesi di ciascun indice sono mantenuti costanti tramite ribilanciamento su base semestrale. Gli indici Fideuram dei Fondi Comuni sono stati istituiti nel dicembre 1983 in concomitanza con l'esordio sul mercato finanziario italiano dei fondi comuni di investimento mobiliare. Il calcolo viene effettuato giornalmente prendendo a riferimento il sistema di classificazione dei fondi adottato dall'associazione di categoria Assogestioni (le categorie dei fondi sono pubblicate sul quotidiano Il Sole 24 Ore ). Esistono Pagina 9 di 32

10 infatti indici Fideuram per ciascuna delle categorie di fondi riconosciute, a cui si aggiunge l indice generale che comprende tutte le categorie dei fondi di diritto italiano. Il calcolo degli Indici Banca Fideuram dei Fondi Comuni di Investimento comprende tutti i fondi italiani in attività alla fine di ogni trimestre solare. Gli indici sono calcolati come media ponderata delle quotazioni giornaliere dei fondi rientranti in una data categoria o sottocategoria rapportate alla quotazione base. La ponderazione resta quindi invariata per un trimestre, prendendo a riferimento i patrimoni dei fondi valorizzati alla fine del trimestre solare precedente. I fondi di nuova emissione entrano a far parte del calcolo dal trimestre solare successivo a quello della data di emissione sul mercato. 12. CLASSI DI QUOTE Il presente contratto non prevede alcuna distinzione per classi di quote. 13. RAPPRESENTAZIONE SINTETICA DEI COSTI La seguente tabella illustra l incidenza dei costi sull investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato, pari a 17 anni, ipotizzando un Premio Unico compreso tra 500 ed Con riferimento al momento della sottoscrizione, il premio versato al netto dei costi delle coperture assicurative dei rischi demografici e delle spese di emissione previste dal contratto rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto dei costi di caricamento e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Proposta di Investimento Finanziario Forza Bilanciata MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE ORIZZONTE TEMPORALE D'INVESTIMENTO CONSIGLIATO (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Costi di caricamento 3,00% 0,18% B Commissioni di * 1,46% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0,00% 0,00% D Altri costi contestuali al versamento 0,00% 0,00% E Altri costi successivi al versamento 0,00% F Bonus, premi e riconoscimenti di quote 0,00% 0,00% G Costi delle coperture assicurative 0,00% 0,04% H Spese di emissione 0,00% 0,00% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO I Premio Versato 100,00% L = I - (G + H) Capitale Nominale 100,00% M = L - (A + C + D - F) Capitale Investito 97,00% (*) La voce di costo B) Commissioni di è rappresentata al netto della percentuale indicata alla voce di costo G) Costi delle coperture assicurative ; per ulteriori informazioni su quest ultima voce, si rimanda a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costo delle coperture assicurative previste dal contratto. I Costi di caricamento (voce A delle tabelle di cui sopra) sono tuttavia variabili in funzione dell ammontare del premio unico (iniziale o aggiuntivo); in caso di premi unici superiori a Euro, l aliquota del 3% prevista al momento della sottoscrizione diminuisce, e aumenta di ugual misura l aliquota del Capitale Investito (voce M ). Si rimanda per le singole aliquote a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costi di caricamento. Le altre voci di costo delle tabelle restano invariate. Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione realizzata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per una illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sezione C). Pagina 10 di 32

11 Denominazione della Proposta di investimento finanziario FORZA AGGRESSIVA Codice della Proposta di investimento finanziario Codice del Comparto di investimento Finalità UL906B_F5 F5 Lo scopo della del comparto è quello di realizzare l'incremento delle somme che vi affluiscono mediante il loro investimento in specifiche attività finanziarie secondo una strategia prestabilita. Le scelte d'investimento saranno stabilite in funzione delle prospettive dei mercati di riferimento. Inoltre la selezione dei titoli azionari sarà effettuata sulla base dei fondamentali di lungo termine delle società emittenti. 6. TIPOLOGIA DI GESTIONE DEL COMPARTO Tipologia di A benchmark, di tipo attivo Obiettivo della Valuta di denominazione L obiettivo del comparto di investimento è quello di consentire una crescita del capitale nel medio - lungo periodo, mediante forte concentrazione degli investimenti nel comparto azionario, con possibilità di elevata variabilità dei risultati nel corso del tempo, rispondendo alle esigenze di chi intende effettuare un investimento di ampio respiro. Euro 7. ORIZZONTE TEMPORALE D INVESTIMENTO CONSIGLIATO: 18 anni 8. PROFILO DI RISCHIO DEL COMPARTO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo Scostamento dal benchmark Grado di Rischio: Alto E presente un rischio tasso di interesse in misura ponderata alla componente monetaria, un rischio azionario in misura ponderata alla componente azionaria. e un rischio di cambio per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa dall Euro a causa della variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti. Gli O.I.C.R. obbligazionari / monetari investono principalmente in obbligazioni con rating pari all investment grade e, in via residuale, possono investire in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. Il comparto investe prevalentemente in O.I.C.R. allo scopo di ottenere la migliore diversificazione sia a livello del rischio azionario che del rischio di cambio, beneficiando parallelamente anche delle opportunità eventualmente offerte dalle categorie di attivi più rischiose ma anche potenzialmente più remunerative quali le azioni dei mercati emergenti e dei settori industriali a più elevata crescita. Il comparto Forza Aggressiva è caratterizzata da una attiva che può comportare un contenuto scostamento dal benchmark. Nella scelta degli investimenti il comparto non si propone di replicare passivamente la composizione degli indici, ma selezionerà i titoli sulla base di proprie valutazioni con l obiettivo di massimizzare il rendimento. 9. POLITICA DI INVESTIMENTO E RISCHI SPECIFICI DEL COMPARTO Categoria Azionario Pagina 11 di 32

12 Principali tipologie degli strumenti finanziari e valuta di denominazione Aree geografiche / mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Tecnica di Tecniche di dei Investimento finanziario 1 : il comparto investe prevalentemente in quote di OICR di tipo Azionario e Monetario, ovvero in titoli di capitale di Società quotate europee ed internazionali espressi in Euro ed in altre valute. Solo marginalmente investe in strumenti del mercato monetario nei quali la liquidità matura un interesse riveduto periodicamente in base alle condizioni del mercato stesso.la Società investe principalmente i capitali conferiti al comparto d Investimento Forza Aggressiva secondo i limiti espressi di seguito: Liquidità e investimenti a breve termine: da 0% a 30% Azioni Europee: da 20% a 100% Azioni Internazionali: da 20% a 100% L investimento residuale è effettuato in liquidità e, più in generale, è prevista la facoltà di assumere in relazione all andamento dei mercati finanziari o ad altre specifiche congiunturali, scelte per la tutela dell interesse dei partecipanti. Valuta di denominazione: Euro In ogni caso il comparto non investe in OICR istituiti o gestiti dall Impresa di assicurazione e/o da Imprese di assicurazione del Gruppo UNIQA. Tutti i principali mercati mondiali: l Area Europea è privilegiata. Gli investimenti in Paesi emergenti rappresentano una categoria marginale. Nella scelta dei settori industriali e delle specifiche categorie degli emittenti si applica la massima diversificazione. Rating Gli OICR obbligazionari/monetari investono principalmente in obbligazioni con rating pari all investment grade. Paesi Emergenti: Gli investimenti in Paesi emergenti rappresentano una categoria marginale. Rischio tasso di interesse in misura ponderata alla componente monetaria. Rischio azionario in misura ponderata alla componente azionaria. Rischio di cambio per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa dall Euro, occorre tenere presente la variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti. Il comparto si riserva di investire in strumenti finanziari derivati allo scopo di ridurre il rischio di investimento, senza comunque alterare le finalità, il grado di rischio e le altre caratteristiche del comparto. Il comparto investe prevalentemente in O.I.C.R. allo scopo di ottenere la migliore diversificazione sia a livello del rischio azionario che del rischio di cambio, beneficiando parallelamente anche delle opportunità eventualmente offerte dalle categorie di attivi più rischiose ma anche potenzialmente più remunerative quali le azioni dei mercati emergenti e dei settori industriali a più elevata crescita. Il comparto utilizza tecniche di dei rischi di portafoglio in relazione agli obiettivi e alla politica di investimento prefissata. 1 In linea generale, il termine principale qualifica gli investimenti superiori in controvalore al 70% del totale dell attivo del comparto / combinazione libera; il termine prevalente investimenti compresi tra il 50% e il 70%; il termine significativo investimenti compresi tra il 30% e il 50%; il termine contenuto tra il 10% e il 30%; infine, il termine residuale inferiore al 10%. I termini di rilevanza suddetti sono da intendersi come indicativi delle strategie gestionali del comparto / combinazione libera. Pagina 12 di 32

13 rischi Distribuzione dei proventi Per una più approfondita esposizione delle tecniche di dei rischi si rimanda alla Parte III, Sezione B del Prospetto d offerta. I proventi della non vengono distribuiti ai partecipanti ma vengono reinvestiti nel comparto facente parte del Fondo, che si caratterizza pertanto come comparto ad accumulazione. 10. GARANZIE DELL INVESTIMENTO Non è prevista alcuna garanzia di rendimento minimo, a scadenza e durante la vigenza del contratto, rilasciata direttamente dalla Società; in conseguenza di ciò l Investitore-Contraente si assume il rischio connesso all eventuale andamento negativo del valore delle quote, con la possibilità di ricevere al momento del realizzo un capitale inferiore ai premi versati. 11. PARAMETRO DI RIFERIMENTO (C.D. BENCHMARK) Di seguito si riporta la composizione del benchmark relativo al comparto di investimento del Fondo Interno collegato al contratto: 5% Fideuram obbligazionario Euro Governativi Breve Termine; 45% Fideuram azionario internazionali; 50% Fideuram azionari Europa. I benchmark indicati per il comparto Forza Aggressiva sono di riferimento anche per il 50% dell investimento effettuato nella Combinazione Libera UP2-1. Per i benchmark composti da più indici, i pesi di ciascun indice sono mantenuti costanti tramite ribilanciamento su base semestrale. Gli indici Fideuram dei Fondi Comuni sono stati istituiti nel dicembre 1983 in concomitanza con l esordio sul mercato finanziario italiano dei fondi comuni di investimento mobiliare. Il calcolo viene effettuato giornalmente prendendo a riferimento il sistema di classificazione dei fondi adottato dall Associazione di categoria Assogestioni (le categorie dei fondi sono pubblicate sul quotidiano Il Sole 24 Ore ). Esistono infatti indici Fideuram per ciascuna delle categorie di fondi riconosciute, a cui si aggiunge l indice generale che comprende tutte le categorie dei fondi di diritto italiano. Il calcolo degli Indici Banca Fideuram dei Fondi Comuni di Investimento comprende tutti i fondi italiani in attività alla fine di ogni trimestre solare. Gli indici sono calcolati come media ponderata delle quotazioni giornaliere dei fondi rientranti in una data categoria o sottocategoria rapportate alla quotazione base. La ponderazione resta quindi invariata per un trimestre, prendendo a riferimento i patrimoni dei fondi valorizzati alla fine del trimestre solare precedente. I fondi di nuova emissione entrano a far parte del calcolo dal trimestre solare successivo a quello della data di emissione sul mercato. 12. CLASSI DI QUOTE Il presente contratto non prevede alcuna distinzione per classi di quote. 13. RAPPRESENTAZIONE SINTETICA DEI COSTI La seguente tabella illustra l incidenza dei costi sull investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato, pari a 18 anni, ipotizzando un Premio Unico compreso tra 500 ed Con riferimento al momento della sottoscrizione, il premio versato al netto dei costi delle coperture assicurative dei rischi demografici e delle spese di emissione previste dal contratto rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto dei costi di caricamento e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Proposta di Investimento Finanziario Forza Aggressiva Pagina 13 di 32 MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE ORIZZONTE TEMPORALE D INVESTIMENTO CONSIGLIATO (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Costi di caricamento 3,00% 0,17% B Commissioni di * 1,88% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0,00% 0,00%

14 D Altri costi contestuali al versamento 0,00% 0,00% E Altri costi successivi al versamento 0,00% F Bonus, premi e riconoscimenti di quote 0,00% 0,00% G Costi delle coperture assicurative 0,00% 0,12% H Spese di emissione 0,00% 0,00% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO I Premio Versato 100,00% L = I - (G + H) Capitale Nominale 100,00% M = L - (A + C + D - F) Capitale Investito 97,00% (*) La voce di costo B) Commissioni di è rappresentata al netto della percentuale indicata alla voce di costo G) Costi delle coperture assicurative ; per ulteriori informazioni su quest ultima voce, si rimanda a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costo delle coperture assicurative previste dal contratto. I Costi di caricamento (voce A delle tabelle di cui sopra) sono tuttavia variabili in funzione dell ammontare del premio unico (iniziale o aggiuntivo); in caso di premi unici superiori a Euro, l aliquota del 3% prevista al momento della sottoscrizione diminuisce, e aumenta di ugual misura l aliquota del Capitale Investito (voce M ). Si rimanda per le singole aliquote a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costi di caricamento. Le altre voci di costo delle tabelle restano invariate. Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione realizzata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per una illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sezione C). Denominazione della Proposta di investimento finanziario FORZA PROTETTA Codice della Proposta di investimento finanziario Codice del Comparto di investimento Finalità UL906B_FP FP Lo scopo della del comparto è quello di realizzare l'incremento delle somme che vi affluiscono mediante il loro investimento in specifiche attività finanziarie secondo una strategia prestabilita. Vengono adottate specifiche modalità gestionali finalizzate alla protezione dell'investimento che consistono nell'acquisto di strumenti finanziari in grado di coprire le oscillazioni negative dei mercati di riferimento in un arco temporale in linea con l orizzonte temporale consigliato (Par. 7) tramite una dinamica orientata ad ottimizzare, in qualunque momento, la componente dell'investimento finanziario con maggiori aspettative di crescita. 6. TIPOLOGIA DI GESTIONE DEL COMPARTO Tipologia di A obiettivo di rendimento / Protetta Avvertenza: l obiettivo di protezione non costituisce garanzia di rendimento minimo d investimento finanziario. Obiettivo della Valuta di denominazione Il Comparto di Investimento ha come obiettivo quello di consentire l investimento in un comparto che, pur essendo legato ad indici azionari, punti ad offrire in ogni momento la protezione di almeno il 90% del valore della quota all investimento. Il comparto raggiunge l obiettivo di investendo in uno o più fondi che presentino le caratteristiche sopra descritte ed operino con strumenti azionari, derivati e monetari tali da salvaguardare al meglio la protezione del capitale investito al netto dei costi di. Euro Pagina 14 di 32

15 7. ORIZZONTE TEMPORALE D INVESTIMENTO CONSIGLIATO: 15 anni 8. PROFILO DI RISCHIO DEL COMPARTO Grado di Rischio: Medio-Alto Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo E presente un rischio tasso di interesse in misura ponderata alla componente monetaria, un rischio azionario in misura ponderata alla componente azionaria. ma mitigato dalle politiche poste in essere in base all obiettivo di protezione e un rischio di cambio per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa dall Euro a causa della variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti. La Società può intervenire investendo in strumenti finanziari a termine, negoziati con l obiettivo di coprire il portafoglio contro i rischi legati ai tassi, agli investimenti in azioni, in obbligazioni, in valori mobiliari assimilati ed in cambi, puntando a salvaguardare al meglio il capitale investito. Queste operazioni sono effettuate nel limite del valore degli attivi. Sono impiegate obbligazioni principalmente con rating pari all investment grade. Nella seguente Tabella si riportano gli scenari probabilistici dell investimento finanziario al termine dell orizzonte temporale d investimento consigliato basati sul confronto con i possibili esiti dell investimento in un attività finanziaria priva di rischio al termine del medesimo orizzonte. Per ogni scenario sono indicati la probabilità di accadimento (probabilità) e il controvalore finale del capitale investito rappresentativo dello scenario medesimo (valori centrali). La simulazione è stata effettuata ipotizzando un importo di premio unico pari a 2.500,00 euro. Scenari probabilistici dell investimento finanziario SCENARI PROBABILISTICI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO PROBABILITÀ VALORI CENTRALI Il rendimento è negativo 16,80% 98,61% Il rendimento è positivo, ma inferiore a quello di attività finanziarie prive di rischio Il rendimento è positivo, e in linea con quello di attività finanziarie prive di rischio Il rendimento è positivo, e superiore a quello di attività finanziarie prive di rischio 8,10% 100,45% 60,80% 103,46% 14,30% 126,87% Avvertenza: I valori indicati nella Tabella sopra riportata hanno l esclusivo scopo di agevolare la comprensione del profilo di rischio dell investimento finanziario. Per maggiori informazioni si rinvia alla Parte III, Sezione B, par. 8 del presente Prospetto d offerta. 9. POLITICA DI INVESTIMENTO E RISCHI SPECIFICI DEL COMPARTO Categoria Principali tipologie degli strumenti finanziari e valuta di denominazione Protetto Investimento finanziario 1 : il comparto Forza Protetta investe i propri attivi prevalentemente in quote di OICR, in strumenti del mercato monetario, obbligazioni e azioni di Società con Sedi in Paesi della zona Euro, ed in strumenti derivati negoziati sui mercati di Stati membri o non membri della zona Euro, non necessariamente regolamentati, che concorrano alla realizzazione dell obiettivo di del comparto d investimento. In ogni caso l investimento punta a salvaguardare almeno il 90% del valore della 1 In linea generale, il termine principale qualifica gli investimenti superiori in controvalore al 70% del totale dell attivo del comparto / combinazione libera; il termine prevalente investimenti compresi tra il 50% e il 70%; il termine significativo investimenti compresi tra il 30% e il 50%; il termine contenuto tra il 10% e il 30%; infine, il termine residuale inferiore al 10%. I termini di rilevanza suddetti sono da intendersi come indicativi delle strategie gestionali del comparto / combinazione libera. Pagina 15 di 32

16 quota di investimento. Valuta di denominazione: Euro In ogni caso il comparto non investe in OICR istituiti o gestiti dall Impresa di assicurazione e/o da Imprese di assicurazione del Gruppo UNIQA. Aree geografiche / mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Protezione Tecnica di Tecniche di dei rischi Distribuzione dei Principalmente Area Euro. Investimento azionario: principalmente quote di OICR, e comunque in Società ad elevata capitalizzazione. Investimento obbligazionario: se del caso, gli emittenti sono governativi, organismi sovranazionali o corporate investment grade. Rating - Se del caso, sono impiegate obbligazioni principalmente con rating pari all investment grade. Rischio tasso di interesse in misura ponderata alla componente monetaria / obbligazionaria Rischio azionario in misura ponderata alla componente azionaria ma mitigato dalle politiche poste in essere in base all obiettivo di protezione. Il comparto può investire in strumenti finanziari derivati allo scopo di ridurre il rischio di investimento, coerentemente all obiettivo della, e senza comunque alterare le finalità, il grado di rischio e le altre caratteristiche del comparto. Le modalità gestionali adottate per la protezione consistono nell'acquisto di strumenti finanziari in grado di coprire le oscillazioni negative dei mercati di riferimento in un arco temporale in linea con l orizzonte temporale consigliato (Par. 7) tramite una dinamica orientata ad ottimizzare, in qualunque momento, la componente dell'investimento finanziario con maggiori aspettative di crescita e mirando a proteggere nel contempo il 90% del capitale investito. Avvertenza: L obiettivo di protezione non costituisce garanzia di rendimento minimo dell investimento finanziario. Il comparto investe prevalentemente in OICR che abbiano un obiettivo di protezione del capitale coerente con le finalità di investimento del comparto stesso. Altre tipologie di attivi possono essere azioni di Società ad elevata capitalizzazione, obbligazioni di emittenti governativi, sopranazionali o corporate. La Società può intervenire investendo in strumenti finanziari a termine, negoziati con l obiettivo di coprire il portafoglio contro i rischi legati ai tassi, agli investimenti in azioni, in obbligazioni, in valori mobiliari assimilati ed in cambi, puntando a salvaguardare al meglio il capitale investito. Queste operazioni sono effettuate nel limite del valore degli attivi. La del comparto è attiva, selezionando i titoli sulla base di proprie valutazioni con l obiettivo di massimizzare il rendimento, dato il vincolo di limitata volatilità dell investimento coerente con la protezione. Per maggiori informazioni si rinvia alla Parte III, Sezione B del presente Prospetto d offerta. Il comparto utilizza tecniche di dei rischi di portafoglio in relazione agli obiettivi e alla politica di investimento prefissata. Per una più approfondita esposizione delle tecniche di dei rischi si rimanda alla Parte III, Sezione B del Prospetto d offerta. I proventi della non vengono distribuiti ai partecipanti ma vengono Pagina 16 di 32

17 proventi reinvestiti nel comparto facente parte del Fondo, che si caratterizza pertanto come comparto ad accumulazione. 10. GARANZIE DELL INVESTIMENTO Non è prevista alcuna garanzia di rendimento minimo, a scadenza e durante la vigenza del contratto, rilasciata direttamente dalla Società; in conseguenza di ciò l Investitore-Contraente si assume il rischio connesso all eventuale andamento negativo del valore delle quote, con la possibilità di ricevere al momento del realizzo un capitale inferiore ai premi versati. 11. PARAMETRO DI RIFERIMENTO (C.D. BENCHMARK) Sulla base della tipologia di del comparto, la volatilità annua sottesa al grado di rischio tende ad assumere valori nell'intorno dell 8%. 12. CLASSI DI QUOTE Il presente contratto non prevede alcuna distinzione per classi di quote. 13. RAPPRESENTAZIONE SINTETICA DEI COSTI La seguente tabella illustra l incidenza dei costi sull investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato, pari a 15 anni, ipotizzando un Premio Unico compreso tra 500 ed Con riferimento al momento della sottoscrizione, il premio versato al netto dei costi delle coperture assicurative dei rischi demografici e delle spese di emissione previste dal contratto rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto dei costi di caricamento e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Proposta di Investimento Finanziario Forza Protetta Pagina 17 di 32 MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE ORIZZONTE TEMPORALE D'INVESTIMENTO CONSIGLIATO (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Costi di caricamento 3,00% 0,20% B Commissioni di * 0,56% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0,00% 0,00% D Altri costi contestuali al versamento 0,00% 0,00% E Altri costi successivi al versamento 0,00% F Bonus, premi e riconoscimenti di quote 0,00% 0,00% G Costi delle coperture assicurative 0,00% 0,04% H Spese di emissione 0,00% 0,00% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO I Premio Versato 100,00% L = I - (G + H) Capitale Nominale 100,00% M = L - (A + C + D - F) Capitale Investito 97,00% (*) La voce di costo B) Commissioni di è rappresentata al netto della percentuale indicata alla voce di costo G) Costi delle coperture assicurative ; per ulteriori informazioni su quest ultima voce, si rimanda a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costo delle coperture assicurative previste dal contratto. I Costi di caricamento (voce A delle tabelle di cui sopra) sono tuttavia variabili in funzione dell ammontare del premio unico (iniziale o aggiuntivo); in caso di premi unici superiori a Euro, l aliquota del 3% prevista al momento della sottoscrizione diminuisce, e aumenta di ugual misura l aliquota del Capitale Investito (voce M ). Si rimanda per le singole aliquote a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costi di caricamento. Le altre voci di costo delle tabelle restano invariate. Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione realizzata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per una

18 illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sezione C). Denominazione della Proposta di investimento finanziario Codice della Proposta di investimento finanziario Codice del Comparto di investimento UL906B_FD FD FORZA DINAMICA Finalità Il comparto di Investimento ha come obiettivo l accrescimento del capitale conferito mediante investimento nei mercati obbligazionario / monetario / azionario e per quanto concerne gli investimenti in divisa diversa dall Euro nel mercato valutario. 6. TIPOLOGIA DI GESTIONE DEL COMPARTO Tipologia di Obiettivo della Ad obiettivo di rischio Il Comparto di Investimento ha l obiettivo di utilizzare efficienti criteri di selezione degli investimenti caratterizzati dal massimo della flessibilità, in stretta e permanente relazione con le indicazioni provenienti dai mercati finanziari. La Società, sulla base di tali criteri, investe i capitali conferiti in azioni di uno o più comparti di SICAV o in quote di Fondi Comuni di Investimento. Valuta di denominazione Euro 7. ORIZZONTE TEMPORALE D INVESTIMENTO CONSIGLIATO: 19 anni 8. PROFILO DI RISCHIO DEL COMPARTO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo Grado di Rischio: Medio-Alto E presente un rischio tasso di interesse in misura ponderata alla componente obbligazionaria e monetaria, un rischio azionario in misura ponderata alla componente azionaria. e un rischio di cambio per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa dall Euro a causa della variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del comparto di investimento e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti. E privilegiato l investimento in obbligazioni con rating almeno pari all investment grade. Gli investimenti in Paesi emergenti rappresentano una categoria marginale. La è orientata ad ottimizzare il profilo di rischio/rendimento utilizzando come obiettivo di rischio una volatilità del 6%. 9. POLITICA DI INVESTIMENTO E RISCHI SPECIFICI DEL COMPARTO Categoria Principali tipologie degli strumenti finanziari e valuta di denominazione Flessibile Investimento finanziario 1 : il comparto Forza Dinamica investe i propri attivi prevalentemente in quote di Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio (di seguito O.I.C.R.) di tipo Azionario, Obbligazionario e Monetario ovvero in titoli di capitale di Società quotate, in titoli di Stato o garantiti, in titoli obbligazionari emessi o estinguibili in Paesi aderenti all'ocse, in azioni ed obbligazioni ufficialmente quotate in mercati internazionali e denominati in valute anche diverse dall Euro, in titoli ordinari ovvero convertibili e cum warrant quotati ed in strumenti di liquidità aventi la caratteristica di maturare un interesse riveduto 1 In linea generale, il termine principale qualifica gli investimenti superiori in controvalore al 70% del totale dell attivo del comparto / combinazione libera; il termine prevalente investimenti compresi tra il 50% e il 70%; il termine significativo investimenti compresi tra il 30% e il 50%; il termine contenuto tra il 10% e il 30%; infine, il termine residuale inferiore al 10%. I termini di rilevanza suddetti sono da intendersi come indicativi delle strategie gestionali del comparto / combinazione libera. Pagina 18 di 32

19 Aree geografiche / mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Tecnica di Tecniche di dei rischi periodicamente in base alle condizioni del mercato monetario. L'obiettivo gestionale è comunque quello di tenere una liquidità inferiore al 20%. Valuta di denominazione: Euro In ogni caso il comparto non investe in OICR istituiti o gestiti dall Impresa di assicurazione e/o da Imprese di assicurazione del Gruppo UNIQA. Tutti i principali mercati mondiali: l Area Europea è privilegiata. Gli investimenti in Paesi emergenti rappresentano una categoria marginale. Nella scelta dei settori industriali e delle specifiche categorie degli emittenti si applica la massima diversificazione. Rating Privilegiato l investimento in obbligazioni con rating almeno pari all investment grade. Paesi Emergenti Gli investimenti in Paesi emergenti rappresentano una categoria marginale. Il comparto si riserva di investire in strumenti finanziari derivati con lo scopo di ridurre il rischio di investimento, senza comunque alterare le finalità, il grado di rischio e le altre caratteristiche del comparto. Il comparto investe prevalentemente in OICR allo scopo di ottenere la migliore diversificazione sia a livello del rischio azionario che del rischio di cambio, beneficiando, anche se marginalmente, delle opportunità eventualmente offerte dalle categorie di attivi più rischiose ma anche potenzialmente più remunerative quali le azioni dei mercati emergenti e dei settori industriali a più elevata crescita. La è orientata ad ottimizzare il profilo di rischio/rendimento utilizzando dei limiti di rischio massimo in termini di volatilità: in particolare l obiettivo di rischio del comparto è costituito da un valore della volatilità del 6%. Il comparto utilizza tecniche di dei rischi di portafoglio in relazione agli obiettivi e alla politica di investimento prefissata. Per una più approfondita esposizione delle tecniche di dei rischi si rimanda alla Parte III, Sezione B del Prospetto d offerta. Distribuzione dei proventi I proventi della non vengono distribuiti ai partecipanti ma vengono reinvestiti nel comparto facente parte del Fondo, che si caratterizza pertanto come comparto ad accumulazione. 10. GARANZIE DELL INVESTIMENTO Non è prevista alcuna garanzia di rendimento minimo, a scadenza e durante la vigenza del contratto, rilasciata direttamente dalla Società; in conseguenza di ciò l Investitore-Contraente si assume il rischio connesso all eventuale andamento negativo del valore delle quote, con la possibilità di ricevere al momento del realizzo un capitale inferiore ai premi versati. 11. PARAMETRO DI RIFERIMENTO (C.D. BENCHMARK) Sulla base della tipologia di del comparto, la volatilità annua sottesa al grado di rischio tende ad assumere valori nell'intorno del 6%. 12. CLASSI DI QUOTE Il presente contratto non prevede alcuna distinzione per classi di quote. 13. RAPPRESENTAZIONE SINTETICA DEI COSTI La seguente tabella illustra l incidenza dei costi sull investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato, pari a 19 anni, ipotizzando un Premio Unico compreso tra 500 ed Con riferimento al momento della sottoscrizione, il premio Pagina 19 di 32

20 versato al netto dei costi delle coperture assicurative dei rischi demografici e delle spese di emissione previste dal contratto rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto dei costi di caricamento e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Proposta di Investimento Finanziario Forza Dinamica MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE ORIZZONTE TEMPORALE D'INVESTIMENTO CONSIGLIATO (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Costi di caricamento 3,00% 0,16% B Commissioni di * 1,73% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0,00% 0,00% D Altri costi contestuali al versamento 0,00% 0,00% E Altri costi successivi al versamento 0,00% F Bonus, premi e riconoscimenti di quote 0,00% 0,00% G Costi delle coperture assicurative 0,00% 0,07% H Spese di emissione 0,00% 0,00% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO I Premio Versato 100,00% L = I - (G + H) Capitale Nominale 100,00% M = L - (A + C + D - F) Capitale Investito 97,00% (*) La voce di costo B) Commissioni di è rappresentata al netto della percentuale indicata alla voce di costo G) Costi delle coperture assicurative ; per ulteriori informazioni su quest ultima voce, si rimanda a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costo delle coperture assicurative previste dal contratto. I Costi di caricamento (voce A delle tabelle di cui sopra) sono tuttavia variabili in funzione dell ammontare del premio unico (iniziale o aggiuntivo); in caso di premi unici superiori a Euro, l aliquota del 3% prevista al momento della sottoscrizione diminuisce, e aumenta di ugual misura l aliquota del Capitale Investito (voce M ). Si rimanda per le singole aliquote a quanto riportato successivamente nella Sezione C - par Costi di caricamento. Le altre voci di costo delle tabelle restano invariate. Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione realizzata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per una illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sezione C). Denominazione della Proposta di investimento finanziario Codice della Proposta di investimento finanziario Codice del Comparto di investimento Combinazione Libera UP2-1 UL906B_CL1 F5 (per il 50% dell investimento finanziario) F3 (per il 50% dell investimento finanziario) Pagina 20 di 32

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE Società appartenente al Gruppo Allianz SE Offerta al pubblico di Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked La Scheda Sintetica del Prospetto d offerta deve essere consegnata all Investitore-Contraente,

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

La polizza Capital 5 con Bonus

La polizza Capital 5 con Bonus Risparmio & Sicurezza La polizza Capital 5 con Bonus Codice F001001 - Edizione dicembre 2014 Contratto di assicurazione sulla vita a capitale differito, con premio annuo costante e capitale rivalutabile

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5003 Nota Informativa per i potenziali Aderenti (depositata

Dettagli

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Mod. T915 Ed. 07/2014 BNL Risparmio Prodotto EVPH Il presente

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Linea Investimento NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Contratto di Assicurazione caso morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa,

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato VALORE 2.0 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni di

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali ED. LUGLIO 2013 Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato)

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato) (Progetto Esemplificativo Standardizzato) Il presente progetto esemplificativo contiene una stima della pensione complementare predisposta per consentirti una valutazione sintetica e prospettica del programma

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Profilo Rendimento Garantito

Profilo Rendimento Garantito Profilo Rendimento Garantito Contratto di Assicurazione sulla vita in caso di morte a vita intera a premio unico e capitale rivalutabile annualmente Tariffa IUP498 Il presente Fascicolo Informativo, contenente:

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO Aggiornamento n. 13 di Aprile 2015 MMM00589 04/2015 Pag. 1 di 34 INDICE: PREMESSA... 3 INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA...

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Indagine conoscitiva sulla gestione del risparmio da parte dei Fondi pensione e Casse professionali, con riferimento agli investimenti mobiliari e immobiliari,

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione.

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione. INA ASSITALIA S.p.A. Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli

Per il Fondo Mario Negri, dopo

Per il Fondo Mario Negri, dopo FONDO MARIO NEGRI/1 Cambia il sistem delfondo M Alessandro Baldi 6 Per il Fondo Mario Negri, dopo un lungo e ponderato studio avviato dal proprio Consiglio di gestione con il concorso di esperti qualificati,

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Fascicolo Informativo

Fascicolo Informativo Contratto di Assicurazione di Rendita Vitalizia in parte immediata e in parte differita Rend & Cap Tasso Tecnico 0% Fascicolo Informativo Il presente Fascicolo Informativo contenente: a) la Scheda Sintetica

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value A cura Alessio D'Oca Premessa Nell ambito dei principi che orientano la valutazione del bilancio delle società uno dei

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli