AFFIANCAMENTO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AFFIANCAMENTO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE"

Transcript

1 Marchet_formazione TRAINING PROGRAM Marchet Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona per l Internazionalità delle PMI P.zza XXIV Maggio 1, Ancona - Italy T F AFFIANCAMENTO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE il valore di un esperienza stampato su carta riciclata revive pure

2 MARCHET formazione e servizi alle imprese AFFIANCAMENTO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE consulenza + tirocinio formativo Marchet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona per l Internazionalità delle PMI, dal 2001 lavora per promuovere le imprese locali sui mercati esteri. Per raggiungere tali obiettivi organizza numerose iniziative promozionali, quali azioni di incoming, workshop e partecipazioni collettive a fiere internazionali, oltre che seminari tecnici e corsi di alta formazione per gli operatori dell export marchigiano. Per affiancare in maniera sempre più efficace le imprese che vogliono affacciarsi al mercato estero, Marchet ha costituito un Servizio Internazionalizzazione, che fornisce agli imprenditori locali informazioni di interesse, servizi di promozione e consulenza di base in materia di marketing e commercio internazionale, oltre a delle sedi operative all estero. I desk sviluppano nuove relazioni istituzionali, per creare un contesto favorevole allo sviluppo di progetti economico-commerciali interessanti per gli imprenditori locali ed esteri, e collaborano costantemente con l Azienda Speciale per la ricerca e la selezione di potenziali partner da presentare alle imprese marchigiane. L attività formativa negli ultimi anni ha acquisito un ruolo strategico nello sviluppo della competitività delle imprese sullo scenario internazionale. Per questo Marchet, oltre a seminari tecnici, giornate paese e approfondimenti su specifici settori, organizza e promuove due corsi di alta formazione: l International Sales and Marketing Management, dedicato ai giovani laureati e finalizzato alla formazione di nuove risorse specializzate per lavorare sui mercati esteri, e il corso executive International Business Management, destinato a imprenditori e manager marchigiani interessati ad approfondire le proprie conoscenze rispetto ai processi di internazionalizzazione d impresa. Anche l Affiancamento all Internazionalizzazione rientra tra le attività formative promosse dall Azienda Speciale che, con questo progetto, intende supportare le piccole imprese della provincia di Ancona nello sviluppo delle loro idee imprenditoriali all estero. Questa pubblicazione raccoglie alcune interviste e testimonianze di consulenti, imprese e tirocinanti che hanno partecipato alle precedenti edizioni del progetto con l obiettivo di condividere l esperienza e promuovere la partecipazione di nuovi soggetti interessati. COS È L AFFIANCAMENTO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE Il progetto Affiancamento all Internazionalizzazione, nato nel 2004 per volere della Camera di Commercio di Ancona, ha supportato in questi anni decine di imprese nei loro percorsi di internazionalizzazione. La finalità che il progetto si pone è quella di aiutare le piccole imprese della provincia di Ancona, attraverso l affiancamento di specialisti, a incentivare e/o consolidare la propria presenza nei mercati internazionali. Si tratta di un occasione per quegli imprenditori che intendono sviluppare una propria idea di business all estero e che grazie al progetto Affiancamento all Internazionalizzazione potranno: avvalersi di un consulente professionista che nell arco di 6 mesi (18 incontri in azienda) metterà a disposizione dell impresa la propria esperienza, sviluppando l idea imprenditoriale in collaborazione con il referente aziendale e con un giovane tirocinante avere l opportunità di ospitare nei propri uffici per 6 mesi un giovane tirocinante, selezionato sulla base delle conoscenze e delle competenze richieste dal progetto, che costituirà il braccio operativo del consulente sviluppando quotidianamente, in accordo con il referente aziendale, le varie fasi dell idea imprenditoriale beneficiare del coordinamento di Marchet che monitorerà costantemente il progetto, a garanzia della buona riuscita dello stesso. GLI OBIETTIVI favorire l internazionalizzazione delle piccole imprese della provincia di Ancona e la diffusione di una cultura e di un approccio strategico ai mercati esteri favorire l inserimento in azienda di giovani tirocinanti, selezionati in base alle proprie capacità e competenze, al fine di permettere loro di sperimentarsi in un contesto pratico e operativo. CHI PUÓ PARTECIPARE Al progetto possono partecipare le imprese in possesso dei seguenti requisiti: sede amministrativa e operativa nel territorio della provincia di Ancona regolare pagamento del diritto annuale della Camera di Commercio di Ancona i cui titolari o soci non siano sottoposti a procedimenti o condanne per frodi e/o per sofisticazioni rientranti nella definizione comunitaria di Micro e Piccola Impresa (ai sensi della Raccomandazione dell Unione Europea n. 2003/361/CE) non escluse dal beneficio degli aiuti di stato concessi ai sensi del REG (CE) N. 6/2001 ( de minimis ) e successivi aggiornamenti 1

3 I CONSULENTI Marco Minossi Consulente Alessandro Barulli Consulente 2 COSA HA SPINTO LE AZIENDE A PARTECIPARE AL PROGETTO? In molti casi, il sostegno garantito dal progetto ha convinto quelle imprese, che già da tempo volevano costituire un ufficio export al loro interno, a fare il salto definitivo verso una più efficiente struttura aziendale. Un numero inferiore di piccole imprese ha invece utilizzato il progetto per esplorare, in maniera efficace e a costi contenuti, le opportunità offerte dai mercati esteri. Le attività variano da impresa a impresa e consistono nel recepire gli obiettivi definiti dalla direzione o dall area commerciale. A titolo esemplificativo posso citarne alcune come l apertura verso mercati già individuati dall impresa o la costituzione di uffici esteri di rappresentanza, come è avvenuto in due aziende dove gli imprenditori avevano individuato Cina e India come mercati di approvvigionamento e di sbocco. In assenza di obiettivi predefiniti, il progetto può prevedere le fasi d individuazione dei mercati più interessanti per l impresa, il reperimento e la gestione di nuovi rapporti di business. In altre parole, questa iniziativa aiuta le aziende ad esprimere nei mercati esteri le proprie potenzialità. AL TERMINE DEL PROGETTO QUALI SONO STATI I RISULATI OTTENUTI? La maggior parte delle imprese, in funzione dei risultati ottenuti, ha deciso di continuare ad avvalersi in forma continuativa dell apporto del tirocinante, inserendolo nella propria struttura come export manager, addetto export o al back office. L esigenza di continuare a strutturare la propria presenza sui mercati esteri acquisiti ha soddisfatto spesso le aspettative delle imprese partecipanti e, di conseguenza, anche le aspettative di inserimento lavorativo dei tirocinanti. COME VALUTA NEL COMPLESSO L INIZIATIVA? Considerando che il mercato domestico è ormai saturo, la possibilità che viene data alle PMI di sperimentare le proprie abilità all estero e di aumentare le proprie competenze grazie all apporto di Marchet, del consulente incaricato e del tirocinante, che ricordiamo proviene spesso da aule di formazione specialistica, è a mio avviso una condizione irrinunciabile per moltissime imprese. E necessario che un numero più ampio venga a conoscenza del progetto Affiancamento all Internazionalizzazione, dei suoi meccanismi di funzionamento e dei suoi vantaggi. COSA HA SPINTO LE AZIENDE A PARTECIPARE AL PROGETTO? Sempre più imprese si sono rese conto che il processo di internazionalizzazione non può essere improvvisato perché eventuali errori potrebbero portare ripercussioni pesanti. L esigenza e la volontà di approcciare nuovi mercati in modo strategico e metodologico ha contraddistinto tutte le imprese che si sono candidate al progetto. Trattandosi di un progetto personalizzato, esigenze diverse hanno portato necessariamente a strutturare attività diverse. A titolo esemplificativo cito un paio di casi in cui abbiamo elaborato progetti per l apertura di filiali all estero e altri casi in cui si è proceduto a rivedere le forme ed i contenuti necessari per comunicare ad esempio cataloghi, sito internet e listini ponendo particolare attenzione alla predisposizione e alla realizzazione di appositi company profile, per spiegare nel migliore dei modi gli elementi di valore e i punti di forza aziendali. AL TERMINE DEL PROGETTO QUALI SONO STATI I RISULATI OTTENUTI? I risultati sono stati molto positivi. Le piccole imprese spesso approdano in nuovi mercati in maniera occasionale e sporadica. Grazie a questo progetto, invece, molti imprenditori hanno cambiato il loro approccio all internazionalizzazione perché hanno capito che questo processo deve essere pianificato e definito sulla base di una strategia. COME VALUTA NEL COMPLESSO L INIZIATIVA? L Affiancamento all Internazionalizzazione si è sempre dimostrato utile: le imprese già strutturate hanno tratto vantaggi concreti e reali dal progetto, mentre le altre hanno colto l occasione per portare avanti operazioni di riorganizzazione e strutturazione interna, presupposti importanti per un valido processo di penetrazione in nuovi mercati. 3

4 LE IMPRESE Raimondo Sbarbati Amministratore Diego Mingarelli General Manager Sica Altoparlanti S.r.l. Via Galileo Galilei, Passo Ripe (AN) Tel Fax produzione altoparlanti per audio professionale e strumenti musicali La forte concorrenza dei Paesi orientali e la chiusura di alcuni importanti clienti italiani ci imponeva di guardare con maggior attenzione ai mercati esteri. Il lavoro fatto fino ad allora aveva dato buoni risultati con l acquisizione di clienti importanti che, avendo assunto una posizione predominate nella nostra produzione, si stavano trasformando da opportunità a rischio. Si è così deciso di avere un collaboratore dedicato al marketing estero che avesse come principale obbiettivo, oltre il mantenimento dei rapporti correnti con i clienti esteri acquisiti, quello di creare nuovi contatti con imprese di medie dimensioni e di creare una rete internazionale di distributori che seguissero, nei loro Paesi, la vendita dei nostri prodotti nell after market e a piccoli costruttori. Abbiamo quindi accettato con entusiasmo l opportunità di far parte di questa esperienza. In quel preciso momento stavamo valutando l inserimento nell organico aziendale di una persona per impostare e strutturare l ufficio commerciale estero. L affiancamento alla tirocinante di un consulente esperto di marketing internazionale ci ha definitivamente convinti della serietà e dell utilità del progetto per raggiungere i nostri obiettivi. L attività svolta da parte del consulente ha riguardato il coordinamento delle attività di marketing per il mercato estero, l organizzazione della partecipazione alla fiera di settore Big 5 Show di Dubai, la formazione della tirocinante e la sua integrazione in azienda. L attività ha quindi spaziato dalla traduzione di materiale tecnico e del sito aziendale in diverse lingue straniere, alla gestione degli ordini esteri fino alla ricerca di possibili nuovi clienti in vari Paesi del mondo. DiaSen S.r.l. Zona Ind.le Berbentina, Sassoferrato (AN) Tel Fax produzione e vendita di isolanti termo acustici e impermeabilizzanti Dopo un primo periodo di inserimento della tirocinante si è passati, con l ausilio del consulente, prima ad un analisi di cosa stava facendo la concorrenza e poi alla messa a punto di una strategia di approccio che tenesse conto dei nostri punti di forza. Ad oggi abbiamo triplicato i clienti esteri in termini numerici e aumentato del 15% le esportazioni che ora sfiorano il 60% del nostro fatturato, abbiamo una rete di distribuzione in ventuno Paesi e continuiamo a ricevere richieste di distribuzione anche grazie a una miglior organizzazione della nostra partecipazione a fiere internazionali. Nove. A distanza di più di tre anni la tirocinante è rimasta in azienda e svolge tuttora la mansione di addetta all ufficio commerciale estero. I potenziali clienti rintracciati in fase di ricerca sono divenuti definitivamente clienti e siamo giunti al quarto anno consecutivo di partecipazione al Big 5 Show di Dubai, evento che ci ha permesso di gettare le basi per una presenza aziendale nel mercato mediorientale. Attualmente, nonostante la crisi dei mercati mondiali, il numero di ordini esteri sta crescendo in quantità e qualità, consentendoci di differenziare i mercati e di strutturarci. Otto e mezzo. In particolare per le aziende medio-piccole poco presenti all estero, il progetto può costituire l occasione per avviare una coerente strategia di crescita e differenziazione, aumentando la solidità dell impresa. 8,5 4 5

5 LE IMPRESE Marco Zannini General Manager Paola e Massimo Ceccarelli Titolari Zannini S.p.A. Via Che Guevara, 63/A Castelfidardo (AN) Tel Fax produzione e vendita di minuterie metalliche tornite ad alta precisione Il progetto è nato dall idea di aprire una nuova filiale produttiva in Polonia, localizzata nel Voivodato di Slesia. Da tempo, infatti, i nostri maggiori clienti già operativi con le loro rispettive filiali nel Paese ci spingevano ad aprire un nuovo stabilimento per poterli seguire più direttamente e a condizioni più vantaggiose. Inoltre, a seguito di un viaggio di lavoro in Polonia nel 2004, ho avuto la possibilità di constatare quanto ulteriore potenziale mercato ci fosse in quel Paese per il nostro tipo di attività. Questo è stato più che sufficiente per convincermi ad inserire una persona adatta per lo studio e l implementazione del progetto. Il consulente ha svolto un ruolo di supervisore del tirocinante, il quale ha realizzato con successo attività di ricerca di uno stabilimento adatto al nostro tipo di produzione e ha creato il business plan per i primi 3 anni di attività. Il tirocinante, oltre a stilare un profilo Paese Polonia contenente informazioni ad hoc per il progetto, ha costruito un database contenente molte centinaia di nomi di potenziali clienti e fornitori. Sono venuto a conoscenza del progetto attraverso un altra impresa, a me nota, che aveva già partecipato e ne aveva tratto benefici. Dopo aver ascoltato il giudizio positivo dell altra azienda mi sono chiesto se poteva essere interessante e fattibile anche per la nostra. Riflettendo su questo e anche spinti dal fatto che altre realtà del nostro settore, sia clienti che fornitori, effettuano vendite all estero, abbiamo deciso di provare. L attività svolta da parte del consulente ha riguardato la formazione della tirocinante e l integrazione della giovane in azienda, nonché il coordinamento delle attività strategiche e operative del progetto. La tirocinante ha effettuato la ricerca di possibili clienti e fornitori in Paesi reputati più promettenti per il mercato aziendale, guadagnando una sempre maggiore autonomia. Sono state inoltre impostate attività inerenti lo sviluppo del trading on line e l analisi di competitor. Inoltre è stato costruito un database di nominativi con relative schede analitiche su tipologia cliente, tipologia attività e segmentazione prodotto. Da ultimo, ma assolutamente non meno importante, è stata rivista l immagine e la comunicazione aziendale. Fort S.r.l. Via P. Carotti, Jesi (AN) Tel Fax commercio prodotti oleodinamici Dopo otto mesi dall inizio del progetto, abbiamo avuto modo di fondare la nostra società in Polonia e di acquisire uno stabilimento individuato dal tirocinante il cui finanziamento è stato ottenuto anche grazie al business plan redatto dallo stesso. Nei mesi successivi, abbiamo avuto modo di sviluppare collaborazioni con due nuovi clienti, rispettivamente del settore automotive e accessori per la casa, individuati e contattati dal tirocinante stesso. Inoltre, è stata anche creata una rete di fornitori di materiali. Nonostante la crisi economica, a distanza di due anni dall avviamento della società in Polonia sono in fase di sviluppo numerosi progetti con rilevanti clienti polacchi e centro-europei. Al termine del progetto, la tirocinante è stata inserita nell organico aziendale e attualmente svolge la mansione di addetta all ufficio commerciale, sia Italia che estero. Diversi contatti sono stati attivati; maggior riscontro si è avuto nel reperire fornitori all estero, dando all azienda una possibilità di business con prodotti di difficile reperimento in Italia. Attualmente facciamo trading con una certa regolarità, soprattutto acquistando all estero e rivendendo in Italia, con risultati molto soddisfacenti. Valuto in maniera assolutamente positiva l esperienza che ha introdotto in azienda un nuovo modo di lavorare e un apertura mentale molto più votata all internazionalizzazione. Dato il raggiungimento degli obbiettivi prefissati, posso assegnare una votazione pari a nove. Valuto molto positivamente l iniziativa dando ad essa una votazione pari ad otto. Se fosse possibile non sarebbe male, dal mio punto di vista, prolungare il progetto oltre i sei mesi previsti

6 LE IMPRESE Corrado Bessarione Presidente Giorgio Bartolucci Presidente Bespeco Professional S.r.l. S.S. 16 Km. 315, Castelfidardo (AN) Tel /3 Fax Ho sentito parlare del progetto ad un corso per la competitività delle PMI svolto dalla Camera di Commercio di Ancona in collaborazione con Ifoa. Tenuto conto della crisi internazionale che stava attraversando tutti i mercati, ho pensato che il progetto poteva essere un valido strumento di ricerca e sviluppo di nuove aree di destinazione delle nostre esportazioni. Come azienda siamo già presenti in alcuni mercati esteri (Medio Oriente e Spagna) da diverso tempo. Nonostante ciò, ero molto interessato a sviluppare nuovi mercati, ma per poter raggiungere questo obiettivo avevo bisogno delle giuste risorse. Ed ecco che ho voluto cogliere l occasione del progetto Affiancamento all Internazionalizzazione. Bartolucci Fixing System Via delle Industrie, Castelfidardo (AN) Tel Fax produzione e vendita di accessori per strumenti musicali L attività svolta da parte del consulente ha riguardato la formazione del tirocinante, la sua integrazione nello staff Bespeco e lo sviluppo di nuove tecniche di approccio ai mercati. Con l ausilio del consulente abbiamo lavorato su un nuovo company profile e costruito un database di nominativi distinto per tipologia di cliente e settore di appartenenza. Per impostare strategie più aggressive, è stata fatta anche un analisi dei metodi più appropriati per il calcolo dei prezzi di vendita dei nostri prodotti, tenuto conto anche dei prezzi dei concorrenti. Molto tempo è stato dedicato alla ricerca di nuovi clienti e contatti per il mercato tedesco dove la Bespeco non aveva raggiunto dei risultati soddisfacenti. Le figure portanti di questo progetto sono state tre: la tirocinante, il consulente esterno e il tutor aziendale. Il consulente è stato di supporto sia al tirocinante, con informazioni di tipo tecnico/pratico, sia al tutor aziendale per definire in maniera specifica gli obiettivi da raggiungere. Gli incontri sono stati programmati con cadenza periodica, allo scopo di monitorare in maniera costante l andamento e lo sviluppo del progetto. La tirocinante, affiancata dal tutor interno, ha analizzato e sviluppato nuovi mercati esteri e ha avuto la possibilità di visitare clienti presso le loro sedi in Spagna e Belgio. Ha inoltre organizzato e partecipato a due fiere (Budapest e Padova) e ha dedicato del tempo al rinnovamento dei cataloghi e del sito web. stampaggio materiale plastico, produzione fissaggi in nylon e polipropilene settore edilizia e termoidraulica Stiamo portando avanti il lavoro con i suggerimenti del consulente e siamo soddisfatti dei risultati, in quanto stiamo iniziando a vedere i primi riscontri sia in termini di interesse che di ordini di campionatura. Ovviamente ci auguriamo che questo sia solo l inizio. Gli obiettivi sono stati tutti raggiunti e la tirocinante è stata inserita nell organico aziendale con un contratto di tre anni. Abbiamo applicato nuove strategie che hanno portato i loro frutti. Ovviamente ci auguriamo che questo sia solo l inizio. 8 Valuto l iniziativa molto valida per tutte le piccole aziende che al loro interno non hanno un ufficio estero e marketing strutturato. Il supporto all impresa potrebbe essere notevolmente superiore se il progetto potesse avere una durata di almeno dodici mesi. Nel complesso la mia valutazione all iniziativa è otto. Valuto l iniziativa molto valida per tutte le piccole imprese che al loro interno non hanno un ufficio estero e marketing strutturato. Credo che un tirocinio di sei mesi, affiancato da un consulente specializzato, sia la tempistica ideale: si ha il tempo di conoscersi e di poter applicare nuove strategie e tattiche commerciali. Nel complesso la mia valutazione all iniziativa è nove. 8

7 LE IMPRESE Giammarco Papi General Manager Roberto Volpini Titolare Laboratorio Artigiano Goretti S.r.l. Via Brodolini, Serra Dé Conti (AN) Tel Fax produzione tomaie, semilavorati e accessori personalizzati per la calzatura, la pelletteria e l abbigliamento Seguo sempre con molta attenzione le attività della Camera di Commercio di Ancona e il progetto Affiancamento all Internazionalizzazione delle PMI ha destato subito il mio interesse in quanto rispondeva a una nostra esigenza interna. Il progetto è stato suddiviso in due attività: la prima riguardante la riorganizzazione interna delle funzioni aziendali; la seconda basata sulla creazione di un business plan per l apertura di un ufficio di rappresentanza nel mercato di approvvigionamento cinese. Il tirocinante, utilizzando gli input e le competenze del consulente, ha svolto contestualmente una duplice attività: la soddisfazione delle esigenze immediate dell azienda, consistenti in una ricerca di mercato, e lo sviluppo del business plan. Il progetto è terminato da due anni circa; l impresa, in linea con il risultato del business plan, non ha aperto l ufficio di rappresentanza e questo ha evitato probabili insuccessi. Il risultato più importante che abbiamo ottenuto è stata la conoscenza in ambito professionale del tirocinante che oggi è una nostra risorsa interna e l apprendimento di metodologie di problem solving nonchè di sviluppo progettuale, che ad oggi utilizziamo costantemente. Valuto questa iniziativa in modo molto positivo, con un voto pari a nove. È un ottimo modo per far interagire istituzioni, piccola media impresa e professionisti. Sono venuto a conoscenza di questa opportunità tramite un mailing diffuso dalla Camera di Commercio di Ancona. Al momento la mia impresa operava esclusivamente sul mercato nazionale; ritenevo però indispensabile aprire una finestra sul mercato internazionale e questa opportunità mi ha dato il la per iniziare. Nella prima fase abbiamo definito le modalità operative e avviato un percorso formativo e di affiancamento al tirocinante, questo grazie al prezioso e professionale supporto del consulente. Successivamente sono stati definiti i mercati e i Paesi di interesse, dopodiché è iniziata la vera e propria attività di contatto, grazie al fatto che la mia impresa aveva strutturato una completa documentazione di presentazione aziendale, dei prodotti e dei servizi. La collaborazione, attiva da anni, con ST Microelectronics, è stata di grande aiuto nel presentarci al mercato internazionale; questo aspetto rafforza la necessità che le nostre imprese investano nella ricerca. Il percorso con il tirocinante è stato completato con successo e debbo dire anche con soddisfazione reciproca. Per sua stessa decisione non abbiamo fatto l inserimento in forma definitiva e in un primo periodo, nonostante alcuni timidi segnali, non ci sono stati ritorni efficaci in termini di numeri dal mercato estero. Tutto questo potrebbe sembrare un fallimento invece, dopo poco tempo abbiamo inserito una nuova figura che si è agganciata all ottimo lavoro fatto, continuando con perseveranza sulla strada intrapresa e ben strutturata. Nonostante la situazione congiunturale non certo positiva, cominciamo ora, a distanza di quasi un anno, a ricevere grandi quantità di richieste dall estero. Magnetica di Roberto Volpini Via Marcora, Castelfidardo (AN) Tel Fax progettazione e produzione di componenti elettromagnetici, progettazione e realizzazione di sistemi di alimentazione switch mode Un successo, sia per la piccola quantità di risorse economiche che sono state investite, a fronte dei risultati che stiamo ottenendo, sia perché è stata sicuramente un opportunità che ha agevolato e stimolato un percorso che la mia impresa avrebbe comunque dovuto affrontare. Voto complessivo nove

8 I TIROCINANTI Gabriele Speciale Fabiana Fiatti Ho voluto aderire al progetto Affiancamento all Internazionalizzazione, con il supporto di un consulente di riferimento, in quanto mi è sembrata la miglior via per potermi inserire nel contesto di un nuovo lavoro di cui non avevo esperienza. Date le molteplici esigenze e aspettative delle imprese, avere una persona di riferimento mi sembrava un opportunità da cogliere. Inoltre, il tipo di progetto che mi è stato proposto era un opportunità interessante e complessa che, specialmente attraverso questo tipo di percorso, poteva essere colta con buone prospettive di successo. Dato il proficuo esito avuto, nel mio caso specifico, valuto molto positivamente questo tipo di esperienza. Oltre al fondamentale supporto del consulente, sono riuscito a dare il meglio di me - lavorando con forti motivazioni grazie all inserimento all interno di un progetto molto interessante, e non solo puramente commerciale, come la costituzione di una filiale estera. Consiglio vivamente a coloro che si trovassero di fronte a proposte analoghe di accettarle con entusiasmo. La partecipazione al progetto è stata più che costruttiva per la mia carriera lavorativa. Grazie ad esso ho sviluppato capacità di problem solving e attitudine al lavoro di gruppo. Ho avuto anche la possibilità di partecipare alle attività strategiche e operative, commerciali e di marketing internazionale. Quei sei mesi di tirocinio, ormai lontani, sono stati utili a introdurmi nel mondo del lavoro, con alle spalle il supporto del consulente e della Camera di Commercio di Ancona, i quali seguivano da vicino il mio operato in azienda. Attualmente lavoro nell impresa che mi aveva ospitato per il progetto e dopo varie mansioni svolte nell ambito commerciale, sono responsabile dell Ufficio Export. Rivolgendomi ai giovani che stanno cercando lavoro, mi sento di consigliare questo progetto a tutti coloro che intendono intraprendere una carriera nell ambito dell internazionalizzazione aziendale, partendo dalla gavetta perché in questo delicato periodo di crisi economica è l unico modo per farsi conoscere e apprezzare, senza che le imprese debbano sopportare un eccessivo impegno economico per l assunzione di nuove figure. Roberta Bonifazi Daniela Picozzi Il mio progetto è iniziato a luglio 2008 e... fondamentalmente non è ancora finito dato che sono stata assunta e che quindi lavoro nella stessa impresa. Sicuramente non posso far altro che parlar bene di questa esperienza: ottima l organizzazione da parte della Camera di Commercio di Ancona, ottimo il supporto del tutor/consulente e ottima l accoglienza da parte dell azienda nei miei confronti. Sono stati realizzati tutti gli obiettivi preposti quali: viaggi all estero, partecipazione a fiere, visite ai clienti. Durante i sei mesi di attività, sono stati firmati contratti con due nuovi clienti e sono state avviate trattative che poi si sono concretizzate nel periodo seguente. La mia partecipazione al progetto è stata comunque agevolata dall aver frequentato un corso di tecniche di commercio estero, il cui supporto è stato fondamentale. La mia esperienza del progetto Affiancamento all Internazionalizzazione è stata molto importante. Grazie al supporto sempre presente della Camera di Commercio di Ancona e del mio consulente di riferimento, ho potuto vivere e toccare con mano la realtà di un impresa lavorando al contempo ad un progetto molto ambizioso di studio di fattibilità per l apertura di nuovi mercati. I mesi del tirocinio, molto intensi e motivanti, mi hanno insegnato molto anche sul piano umano. L esperienza è stata molto positiva per imparare a capire il mondo delle imprese, è stato anche un successo poiché la collaborazione con la mia impresa di riferimento è continuata e il bagaglio di consapevolezza acquisito è stato fondamentale anche per il resto del mio cammino nel mondo del lavoro. Consiglio a chiunque abbia modo di poter partecipare a questo progetto di aderire con entusiasmo e voglia di mettersi alla prova perché ne vale assolutamente la pena. 12

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché Il tirocinio extracurriculare come, quando, dove e perché Contenuti Cos è un tirocinio Le finalità del tirocinio extracurriculare La legislazione che lo regola Come cercare informazioni Prima di iniziare

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Lezione 8 Le strategie dell internazionalizzazione: gli investimenti diretti esteri Che cosa comporta realizzare un IDE? Costituisce di norma la

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER Milano, 31 Gennaio 2014 Spett.le Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico Direzione Mercati Unità Mercati Elettrici all'ingrosso Piazza Cavour 5 20121 Milano Osservazioni al DCO 587/2013/R/eel

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte;

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte; CAUTELE NELLE TRATTATIVE CON OPERATORI CINESI La Cina rappresenta in genere un partner commerciale ottimo ed affidabile come dimostrato dagli straordinari dati di interscambio di questo Paese con il resto

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli