Dräger Academy. Conoscenza per la vita reale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dräger Academy. Conoscenza per la vita reale"

Transcript

1 Dräger Academy Conoscenza per la vita reale Programma Seminari 2014 Primo semestre 2015

2 2 I Benvenuti alla Dräger Academy! Dräger sviluppa prodotti e soluzioni che proteggono, sostengono e salvano vite. Un aspetto importante è spesso sottovalutato: la conoscenza. La conoscenza dei prodotti, la loro applicazione o manutenzione, la conoscenza della tecnologia di base utilizzata dagli utenti. Solo in associazione a questa conoscenza la nostra tecnologia diventa Technology for Life. La Dräger Academy fornisce gli strumenti per acquisire le nozioni della sicurezza. Dipendenti ospedalieri, vigili del fuoco, minatori, ecc, ricevono grazie alla Dräger Academy una specifica formazione per gestire un ambiente di lavoro sicuro. Per oltre 40 anni, abbiamo trasferito informazioni sulla sicurezza sempre aggiornate alle vigenti normative ed applicando continuamente nuovi metodi di istruzione. Vi abbiamo ascoltati per assicurarci di comprendere le Vostre reali esigenze. Per questo motivo, quest anno, stiamo offrendo una vasta gamma di seminari aggiuntivi molto più vicini alle vostre necessità. Avete altre esigenze? Saremo lieti di sviluppare un programma di formazione individuale adatto alle vostre specifiche esigenze e richieste. Sfogliate il nostro calendario corsi e mettete insieme il vostro programma personale per il 2014 e Saremo lieti di darvi presto il benvenuto alla Dräger Academy -- sede di Corsico (MI), in altre località in tutto il mondo o direttamente presso la vostra sede. Il team Dräger Academy

3 I 3 Prodotti e applicazioni

4 4 I Prodotti e applicazioni Come faccio ad utilizzare i dispositivi e gli strumenti in modo efficace e sicuro? Imparare le basi e le funzioni dei prodotti e sistemi. Vi insegneremo come gestire le apparecchiature e i dispositivi utilizzando esempi pratici di applicazioni. Scopri i possibili usi, valuta le situazioni e sviluppa procedure adeguate. La combinazione di teoria e pratica garantisce il successo della formazione.

5 I 5 Basic Gas Detection (codice DA_0001) OBIETTIVO I partecipanti acquisiscono le necessarie conoscenze per la selezione, l'uso e la gestione dei dispositivi per la misura diretta delle concentrazioni di gas e vapori tossici e combustibili. I partecipanti acquisiscono le necessarie competenze per effettuare misure corrette nei diversi ambienti lavorativi quali ad esempio gli spazi confinati. TARGET GROUP Il seminario è indicato al personale (manager, specialisti, addetti alla sicurezza) a cui sono assegnati compiti di misura e l analisi ambientale per la tutela delle persone, siti produttivi e spazi confinati. CONTENUTI Basi giuridiche: Decreto Legislativo 81/08 aggiornato alla L.98/2013 DPR 177 Fondamenti di base delle sostanze pericolose: Effetti e caratteristiche delle sostanze pericolose Limiti di esposizione professionale Sostanze infiammabili Effetto dei gas asfissianti, mancanza ed eccesso di Ossigeno Tecnologia dei rilevatori portatili gas: Metodi di misura (misura diretta ed indiretta) Funzionamento dei sistemi di misura a fiale, dei rilevatori di gas portatili e corretto utilizzo dei sensori Potenziali errori di misura Uso delle sonde di campionamento Ispezione visiva e bump test Tecnica della misura: Selezione del metodo di misura corretto, Durata della misura e punti di misura Esercizi pratici: Metodo di gestione del rilevatore Fresh air, verifica del funzionamento mediante bump test, calibrazione Esempi pratici di misura Durata: 4 ore Data e luogo: Draeger Safety Italia S.p.A. Corsico (MI) Prezzo per persona: Euro xxxxx/persona + IVA pagamento anticipato Numero di partecipanti: Massimo 12 persone Nota: la data del corso sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

6 6 I Basic Breathing Protection --- Dispositivi di protezione individuale di 3a categoria delle vie respiratorie a filtro e isolanti (codice DA_0002) OBIETTIVO I partecipanti acquisiranno familiarità con il principio di funzionamento dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Saranno in grado di procedere non solo alla corretta scelta del dispositivo, ma saranno informati anche sulla corretta gestione della manutenzione. TARGET GROUP Il seminario è indicato al personale (manager, specialisti, addetti alla sicurezza)che devono scegliere e gestire il corretto dispositivo delle vie respiratorie. NORMATIVE Decreto 2 Maggio 2001, Criteri per l'individuazione e l'uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI). CONTENUTI - composizione ed effetti delle sostanze pericolose in questione (gas, vapori, nebbie, polveri); - conseguenze di un'insufficienza di ossigeno sull'organismo umano; - respirazione umana; - aspetti fisiologici; - classificazione, struttura, funzionamento e prove degli APVR; - limiti dell'effetto protettivo, durata di impiego, sostituzione delle bombole e delle cartucce di rigenerazione - limiti dell'effetto protettivo, durata di impiego, sostituzione dei filtri; - conservazione e manutenzione. Durata: 4 ore Data e luogo: Draeger Safety Italia S.p.A. Corsico (MI) Prezzo per Gruppo: Euro xxxxx/persona + IVA pagamento anticipato Numero di partecipanti: Massimo 12 persone Nota: la data del corso sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

7 I7 CSE - Corso per Rappresentante del Committente (codice DA_0003) OBIETTIVO Il D.P.R. 177/2011 ha introdotto questa nuova figura nel contesto delle attività in ambienti sospetti di inquinamento o confinati per i quali si è proceduto all appalto appalto a imprese terze attribuendogli il compito di vigilanza in funzione di indirizzo e coordinamento delle attività svolte dai lavoratori impiegati dalla impresa appaltatrice o dai lavoratori autonomi e per limitare il rischio da interferenza di tali lavorazioni con quelle del personale impiegato dal datore di lavoro committente. Per specifica indicazione normativa, egli deve possedere adeguate competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro e aver svolto le attività di informazione, formazione e addestramento previste per gli operatori addetti. Inoltre deve essere a conoscenza dei rischi presenti nei luoghi in cui si svolgono le attività lavorative. TARGET GROUP NORMATIVE D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. D.P.R. 177/2011 ANSI/ASSE Z , Safety Requirements for Confined Spaces 29 CR OSHA , Permit-required confined spaces 29 CR OSHA , Respiratory Protection. Confined Spaces Regulations 1997 Approved Code of Practice (ACOP), Regulations and guidance (HSE):2009 Prescrizioni sicurezza di International Rope Trading Association (IRATA) CONTENUTI - Normative di riferimento applicabili - Definizione di spazi confinati - Caratteristiche degli spazi confinati e identificazione dei rischi (chimici, fisici, ecc..) - Equipaggiamento per spazi confinati in condizioni ordinarie e di emergenza - Gestione Comunicazioni - Analisi di casi studio - Ruoli, responsabilità e obblighi dei soggetti coinvolti - Misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione (Dispositivi di Protezione Collettiva e Individuale, Rilevatori portatili multifunzione e controlli d uso) - Principi di gestione dell emergenza Durata: 8 ore Data e luogo: Draeger Safety Italia S.p.A. Corsico (MI) Prezzo per persona: Euro xxxxx/persona + IVA, pagamento anticipato Numero di partecipanti: Massimo 12 persone Nota: la data del corso sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

8 8 I Gestione dei recipienti a pressione portatili (bombole aria respirabile) e stazioni di riempimento (compressori) secondo (codice DA_0004) OBIETTIVO I partecipanti potranno operare correttamente con le stazioni di riempimento per aria respirabile (compressore o pompa di riempimento) e acquisiranno familiarità con le necessarie procedure. I partecipanti sono istruiti nella gestione dei recipienti a pressione che richiedono riempiendo ad aria compressa respirabile così come nelle normative e disposizioni di sicurezza. TARGET GROUP Personale tecnico operativo che ha responsabilità nella gestione delle stazioni di riempimento e bombole ad aria compressa. NORMATIVE Decreto 2 Maggio 2001, Criteri per l'individuazione e l'uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI). EN12012 Decreto 15 Marzo 2001 Decreto 16 Gennaio 2001 CONTENUTI - Spiegazione dei requisiti in materia di apparecchi a pressione che richiedono riempimento - Teoria di funzionamento e manutenzione di una stazione di riempimento secondo le istruzioni del produttore - Illustrazione sistema di monitoraggio della qualità dell aria compressa respirabile - Tecnica di riempimento dei recipienti a pressione e misure necessarie dopo il riempimento - Addestramento - Misure in caso di malfunzionamenti, danni e incidenti - Spiegazione dei requisiti di sicurezza e norme tecniche vigenti - Illustrazione dei rischi connessi alla manipolazione dei recipienti in pressione Durata: 4 ore Data e luogo: Draeger Safety Italia S.p.A. Corsico (MI) Prezzo per persona: Euro xxxxx/persona +IVA, pagamento anticipato Numero di partecipanti: Massimo 12 persone Nota: la data del corso sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

9 Simulazione I 9

10 10 I Simulazione Come posso esercitarmi simulando una condizione reale? Prepararsi non solo per i processi di routine ma anche per emergenza o situazioni estreme! I nostri corsi di formazione simulano il lavoro richiesto in condizioni realistiche. Questo è l'unico modo per assicurarsi che le fasi di lavoro e le procedure possono essere applicate rapidamente anche sotto stress. Non esitate a comunicarci le vostre esigenze individuali - adatteremo i nostri scenari di formazione. Tutti i corsi di formazione sono sempre focalizzati su un obiettivo: la certezza di fare la cosa giusta in caso di emergenza.

11 I 11 CSE - Corso per operatori addetti alle attività all interno di ambienti sospetti di inquinamento o confinati (codice DA_0005) OBIETTIVO Scopo del corso è quello di fornire ai partecipanti le conoscenze di base circa le nozioni di pericolo, danno, valutazione del rischio, misure di prevenzione / protezione dei rischi e gestione dell emergenza. Contestualmente si procederà alla formazione dei partecipanti riguardo alle nozioni sul corretto uso e sulla gestione di dispositivi individuali / collettivi di protezione, emergenza e salvataggio. Il risultato atteso al termine del corso, è l acquisizione da parte del personale addetto della capacità di applicare le nozioni ricevute alle prassi ed alle procedure di lavoro aziendali, in caso di attività ordinaria e in condizione di emergenza. TARGET GROUP Personale operativo addetto all ingresso in spazi confinati. NORMATIVE D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. D.P.R. 177/2011 ANSI/ASSE Z , Safety Requirements for Confined Spaces 29 CR OSHA , Permit-required confined spaces 29 CR OSHA , Respiratory Protection. Confined Spaces Regulations 1997 Approved Code of Practice (ACOP), Regulations and guidance (HSE):2009 Prescrizioni sicurezza di International Rope Trading Association (IRATA) CONTENUTI - Normative di riferimento applicabili - Definizione di spazi confinati - Caratteristiche degli spazi confinati e identificazione dei rischi (chimici, fisici, ecc..) - Equipaggiamento per spazi confinati in condizioni ordinarie e di emergenza - Gestione Comunicazioni - Analisi di casi studio - Ruoli, responsabilità e obblighi dei soggetti coinvolti - Misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione (Dispositivi di Protezione Collettiva e Individuale, Rilevatori portatili multifunzione e controlli d uso) - Principi di gestione dell emergenza (1) Durata: 1 giorno Data e luogo: Draeger Safety Italia S.p.A. Corsico (MI) Prezzo per persona: Euro xxxxx/persona + IVA pagamento anticipato Numero di partecipanti: Massimo 12 persone Nota: la data del corso sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. (1) A richiesta è possibile organizzare il corso anche della durata di due giorni (16 ore ). In questo caso i parte cipanti riceveranno un attesta to non solo per gli spazi confin ati, ma abilitante anche ai dispositivi isolanti di pro tezione delle vie respiratorie ed ai dispositivi anti cadu ta. Per maggiori informazioni e per richiedere un pre ventivo conta tta te la Dräger Academy.

12 12 I Corso di Informazione, formazione e addestramento in materia di protezione delle vie respiratorie - Utilizzatori di respiratori isolanti (codice DA_0006) OBIETTIVO I partecipanti acquisiranno familiarità con il principio di funzionamento dei dispostivi isolanti di protezione delle vie respiratorie. Essi saranno in grado di indossare e utilizzare correttamente questi dispostivi, e saranno informati su come procedere alla manutenzione ordinaria conformemente al manuale d uso e manutenzione. TARGET GROUP Personale operativo addetto all uso dei dispositivi isolanti. REQUISTI Dichiarazione di idoneità alla mansione da parte del Medico competente per l uso dei dispositivi isolanti NORMATIVE Decreto 2 Maggio 2001, Criteri per l'individuazione e l'uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI). Informazione, formazione e addestramento. CONTENUTI Formazione teorica - composizione ed effetti delle sostanze pericolose in questione (gas, vapori, nebbie, polveri); - conseguenze di un'insufficienza di ossigeno sull'organismo umano; - respirazione umana; - aspetti fisiologici; - classificazione, struttura, funzionamento e prove degli APVR; - limiti dell'effetto protettivo, durata di impiego, sostituzione delle bombole e delle cartucce di rigenerazione; - indossamento degli APVR e degli indumenti protettivi; - comportamento riguardo la protezione respiratoria durante l'addestramento, durante l'uso effettivo e in caso di fuga; - conservazione e manutenzione. Addestramento Terminata la formazione teorica, si lavora per abituare l'utilizzatore all'impiego dei respiratori isolanti e, se necessario, per rendere familiare l'uso di dispositivi di misura e ausiliari. Durata: 8 ore (2) Data e luogo: Draeger Safety Italia S.p.A. Corsico (MI) Prezzo per persona: Euro xxxxx/persona + IVA pagamento anticipato Numero di partecipanti: Massimo 12 persone Nota: la data del corso sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. (2) A richiesta è possibile organizzare il corso anche della durata di 20 ore (per squadre di emergenza addette al recupero e soccorso). Per maggiori informazioni e per richiedere un preventivo contattate la Dräger Academy.

13 I 13 Addestramento DPI anticaduta 1 livello (codice DA_0007) OBIETTIVO Per le attività che richiedono lavori in quota o il cui accesso è difficoltoso, è indispensabile che gli operatori abbiano specifiche conoscenze, che si possono acquisire solo con una formazione dettagliata e approfondita, e aggiornando periodicamente le tecniche operative, permettendovi di operare sempre in assoluta sicurezza. TARGET GROUP Personale operativo addetto ai lavori in quota. REQUISTI Dichiarazione di idoneità alla mansione da parte del Medico competente NORMATIVE Leggi e direttive CONTENUTI Teoria: Illustrazione dei Dispositivi di protezione individuali e norme di applicazione Analisi dei rischi Utilizzo di linea vita permanente Sistema di emergenza per recupero verticale di un infortunato Pratica: Corretta vestizione dei DPI Utilizzo di linea vita permanente con sistemi retrattili Utilizzo del sistema di emergenza per il recupero verticale di un infortunato Durata: 8 ore Data e luogo: Draeger Safety Italia S.p.A. Corsico (MI) Prezzo per persona: Euro xxxxx pagamento anticipato Numero di partecipanti: Massimo 12 persone Nota: la data del corso sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

14 14 I Training personalizzati Come posso progettare la mia formazione in base alle mie esigenze? Questo programma rappresenta solo una parte di quello che possiamo offrire. Siamo in grado di offrirvi la formazione e seminari su temi che non sono elencati in questa brochure. Comunicateci le vostre esigenze e desideri e creeremo un pacchetto formativo sulle vostre specifiche esigenze. Ricordati -- i corsi di formazione possono essere svolti in alternativa, non solo presso la nostra sede, ma anche direttamente presso il vostro sito, a seconda di cosa è più conveniente per voi!

15 I 15 Calendario corsi 2014, Gennaio -- Giugno 2015 Data Ottobre Novembre 2014 Dicembre 2014 Gennaio 2015 Febbraio 2015 Marzo 2015 Aprile 2015 Maggio 2015 Giugno DA_ DA_0007 DA_ DA_ DA_ DA_ DA_0003 DA_ DA_0001 DA_ DA_ DA_ DA_ DA_0002 DA_ DA_ DA_0007 DA_0004 DA_ DA_0002 DA_ DA_0003 DA_ DA_ DA_0005 DA_ DA_0005 DA_0003 DA_0003 DA_ DA_ DA_0001 DA_ DA_0005 DA_ DA_0004 DA_ DA_ DA_0006 DA_ DA_0006 DA_0004 DA_0004 DA_ DA_ DA_

16 16 I Contatti Non esitate a contattarci se avete qualsiasi domanda circa i nostri programmi di formazione. I nostri recapiti sono: Draeger Safety Italia S.p.A. Via Galvani, Corsico (MI) Telefono Fax Internet

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI E DEI PREPOSTI SECONDO L ACCORDO STATO REGIONI 21.12.2011 FORMAZIONE GENERALE Lavoratori definiti secondo

Dettagli

Formazione Somain Italia S.p.A. 2014 / 2015. Corsi di Formazione e Corsi di Addestramento

Formazione Somain Italia S.p.A. 2014 / 2015. Corsi di Formazione e Corsi di Addestramento Formazione Somain Italia S.p.A. 2014 / 2015 Corsi di Formazione e Corsi di Addestramento 2014 / 2015 1 Formazione Somain Italia S.p.A. 2014 / 2015 Il Sistema Somain Italia: Formazione ed Addestramento.

Dettagli

Via Pinelli nr. 3 31100 Treviso Tel 0422 55137 (centralino) Fax 0422 543298 edmat@tin.it www.studiomatteazzi.eu

Via Pinelli nr. 3 31100 Treviso Tel 0422 55137 (centralino) Fax 0422 543298 edmat@tin.it www.studiomatteazzi.eu Via Pinelli nr. 3 31100 Treviso Tel 0422 55137 (centralino) Fax 0422 543298 edmat@tin.it www.studiomatteazzi.eu direttore tecnico scientifico arch. Giovanni Matteazzi con Linea Vita by COMED s.r.l. - Sede

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 ESTRAZIONE GAS, PETROLIO, CARBONE, MINERALI E LAVORAZIONE PIETRE Processo Estrazione di gas e petrolio

Dettagli

Corso in collaborazione con:

Corso in collaborazione con: Formazione e Informazione www.cnim.it Roma e Latina 12 e 13 febbraio 2013 Info: TEL. 06.4745340 06 42010534 FAX 06.4745512 E-MAIL: cnim.roma@cnim.it FORMAZIONE TEORICO-PRATICA PER ADDETTI CHE OPERANO IN

Dettagli

Dipartimento Sociale Direzione Regionale Politiche della prevenzione e Sicurezza sul lavoro. Dipartiment

Dipartimento Sociale Direzione Regionale Politiche della prevenzione e Sicurezza sul lavoro. Dipartiment Dipartiment Dipartimento Sociale NOTA INFORMATIVA SINTETICA PER L APPLICAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE NEI LAVORI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO ART. 66 D.LGS. 81/08 Luglio 2009

Dettagli

Relatore: Alessandro De Luca DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE

Relatore: Alessandro De Luca DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE Con il recepimento, del decreto legislativo 81/08, relativo alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro, sono stati stabiliti, per ciò

Dettagli

2. ASPETTI LEGISLATIVI

2. ASPETTI LEGISLATIVI 2. ASPETTI LEGISLATIVI Il legislatore ha risposto alla gravità di un siffatto fenomeno infortunistico con una trattazione specifica del problema nel corpus del d.lgs. 81/08, agli artt. 66 e 121 e all allegato

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Territoriale del Lavoro di Perugia Servizio Ispezione del lavoro U.O.

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Territoriale del Lavoro di Perugia Servizio Ispezione del lavoro U.O. Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Territoriale del Lavoro di Perugia Servizio Ispezione del lavoro U.O. Vigilanza Tecnica Dott. Ing. Salvatore Scutellà e-mail: sscutella@lavoro.gov.it

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO. SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it

CATALOGO FORMATIVO. SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it CATALOGO FORMATIVO SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it INDICE Corso per Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione - Datore di

Dettagli

Il corso ha natura teorica e non comprende l addestramento pratico richiesto dalla normativa per l esecuzione di lavori in spazi confinati.

Il corso ha natura teorica e non comprende l addestramento pratico richiesto dalla normativa per l esecuzione di lavori in spazi confinati. ISO 9001:2008 Certificato n. 4530 SIICUREZZA SUL LAVORO CORSO DII FORMAZIIONE GENERALE // ABIILIITANTE PER LAVORII IIN AMBIIENTII SOSPETTII DII IINQUIINAMENTO E SPAZII CONFIINATII (( D..Lgss..8811/ /0088

Dettagli

FORMAZIONE e DPI nei lavori in ambienti sospetti di inquinamento o confinati. Edil 2012 Ultime novità in materia di sicurezza

FORMAZIONE e DPI nei lavori in ambienti sospetti di inquinamento o confinati. Edil 2012 Ultime novità in materia di sicurezza Ultime novità in materia di sicurezza FORMAZIONE e DPI nei lavori in ambienti sospetti di inquinamento o confinati La formazione del personale A prescindere dall esperienza professionale, la formazione

Dettagli

RSPP DATORE DI LAVORO

RSPP DATORE DI LAVORO RSPP DATORE DI LAVORO RSPP RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Il corso si propone la finalità di fornire ai Datori di Lavoro le conoscenze necessarie per poter svolgere direttamente

Dettagli

PREMESSA DEFINIZIONI DEFINIZIONI

PREMESSA DEFINIZIONI DEFINIZIONI PREMESSA NOVITA INTRODOTTE DAL D.P.R. 177/2011 Dr.ssa Tiziana BAGNARA Tecnico della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro S.Pre.S.A.L. ASL TO3 Ogni anno si registrano in Italia numerosi incidenti

Dettagli

Buone prassi e migliori tecnologie disponibili nell ambito degli spazi confinati.

Buone prassi e migliori tecnologie disponibili nell ambito degli spazi confinati. OSSERVATORIO PER LA PREVENZIONE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO SEMINARIO IL LAVORO IN AMBIENTI CONFINATI O SOSPETTI DI INQUINAMENTO Buone prassi e migliori tecnologie disponibili nell ambito degli spazi confinati.

Dettagli

ROLE PLAYING: SIMULAZIONE DI SITUAZIONI DI RESPONSABILITA DEL DIRIGENTE IN VARI AMBITI DELLA SICUREZZA SUL LAVORO IN SANITA.

ROLE PLAYING: SIMULAZIONE DI SITUAZIONI DI RESPONSABILITA DEL DIRIGENTE IN VARI AMBITI DELLA SICUREZZA SUL LAVORO IN SANITA. ROLE PLAYING: SIMULAZIONE DI SITUAZIONI DI RESPONSABILITA DEL DIRIGENTE IN VARI AMBITI DELLA SICUREZZA SUL LAVORO IN SANITA. Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in sanità: norme, interpretazione

Dettagli

Allegato 2 Documento contenente:

Allegato 2 Documento contenente: COMUNE DI NOVARA SERVIZIO BILANCIO - UNITÀ ECONOMATO PROTOCOLLO DI GESTIONE PER L'ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO GLI STABILI SEDI DI UFFICI E DIPENDENZE COMUNALI PER UN PERIODO DI TRE ANNI

Dettagli

D.P.I. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DELLE VIE RESPITORIE

D.P.I. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DELLE VIE RESPITORIE OPUSCOLO INFORMATIVO DEI LAVORATORI (ai sensi degli artt. 36 e 37 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) D.P.I. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DELLE VIE RESPITORIE a cura del RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE

Dettagli

Sekure Srl Via Thomas Edison, n 4 35012 Camposampiero (PD) P. IVA 04632690287 R.E.A. PD- 405763 Iscrizione CCIAA n T99593501

Sekure Srl Via Thomas Edison, n 4 35012 Camposampiero (PD) P. IVA 04632690287 R.E.A. PD- 405763 Iscrizione CCIAA n T99593501 CS001 Corso: lavori in quota DPI anticaduta III cat. - 8 ore EURO 300 Il corso di formazione è rivolto al personale con esposizione a rischio di caduta dall alto, già in possesso di formazione di base

Dettagli

RISCHIO INCENDIO NEI CANTIERI

RISCHIO INCENDIO NEI CANTIERI RISCHIO INCENDIO NEI CANTIERI Normalmente poco considerato nei cantieri. Tuttavia possono costituire fonte di innesco con conseguenze devastanti: - Uso fiamme libere per operazioni di impermeabilizzazioni

Dettagli

www.safety-first.it FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO ITINERANTE

www.safety-first.it FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO ITINERANTE www.safety-first.it FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO ITINERANTE Una veduta d insieme della struttura utilizzata per la formazione itinerante. In alto a destra due momenti di formazione 2 L addestramento: obblighi

Dettagli

Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9

Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9 Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9 LEZIONE ARGOMENTO Durata Docente RC1 Data: 2 Rischi chimici e Cancerogeni Mutageni Introduzione a. Inquadramento normativo b. Termini e definizioni RC2 Data: 2 Rischi

Dettagli

Piano Operativo di Sicurezza

Piano Operativo di Sicurezza MODELLO DI Piano Operativo di Sicurezza POS Modello PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA IMPRESA: INDIRIZZO CANTIERE: OPERA DA REALIZZARE: COMMITTENTE: Il presente piano costituisce la prima edizione. Il presente

Dettagli

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE: DPI

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE: DPI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE: DPI CORSO B RSPP DATORI DI LAVORO Lucca 25 Giugno 2013 D.Lgs.n.81/2008 s.m.i. - Art. 18 Obblighi del datore di lavoro e del dirigente 1. Il datore di lavoro e i dirigenti

Dettagli

VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA

VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA In base alla normativa vigente, la sicurezza e salute sui luoghi di lavoro è il risultato concertato di più azioni svolte da una pluralità di soggetti, lavoratori compresi,nell

Dettagli

DOCUMENTAZIONE MINIMA CHE DEVE ESSERE PRESENTE IN AZIENDA E TENUTA A DISPOSIZIONE DEGLI ORGANI DI VIGILANZA

DOCUMENTAZIONE MINIMA CHE DEVE ESSERE PRESENTE IN AZIENDA E TENUTA A DISPOSIZIONE DEGLI ORGANI DI VIGILANZA Confederazione italiana agricoltori DOCUMENTAZIONE MINIMA CHE DEVE ESSERE PRESENTE IN AZIENDA E TENUTA A DISPOSIZIONE DEGLI ORGANI DI VIGILANZA Elenco non esaustivo, ma esemplificativo delle principali

Dettagli

Cosa prevedono gli articoli 36 e 37 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Cosa prevedono gli articoli 36 e 37 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Cosa prevedono gli articoli 36 e 37 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Secondo quanto stabilito dagli articoli 36 e 37 del D.Lgs 81/2008, il datore di

Dettagli

dispositivi di sicurezza per operare in spazi confinati

dispositivi di sicurezza per operare in spazi confinati dispositivi di sicurezza per operare in spazi confinati (DPR n. 177/2011) DESCRIZIONE Gli spazi confinati (serbatoi, silos, recipienti, reti fognarie, cisterne, etc) sono spesso teatro di numerosi incidenti

Dettagli

TITOLO III USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE. Capo I Uso delle attrezzature di lavoro

TITOLO III USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE. Capo I Uso delle attrezzature di lavoro TITOLO III USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE Capo I Uso delle attrezzature di lavoro Articolo 69 Definizioni 1. Agli effetti delle disposizioni di cui al presente

Dettagli

Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO BENVENUTI Siamo lieti di presentarvi la nostra azienda. Con sede a Casalecchio di Reno (BO), Proleven si occupa di consulenza e formazione

Dettagli

FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELL INDUSTRIA MECCANICA VARIA ED AFFINE

FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELL INDUSTRIA MECCANICA VARIA ED AFFINE FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELL INDUSTRIA MECCANICA VARIA ED AFFINE Via L. Battistotti Sassi 11/b - 20133 Milano Tel. 02.73971 r.a. - Tel. e fax 02.7397846 e-mail: anima@anima-it.com - Url:

Dettagli

Ambienti sospetti di inquinamento o confinati

Ambienti sospetti di inquinamento o confinati Ambienti sospetti di inquinamento o confinati Criticità e modalità operative per le attività in condominio SEMINARIO: Sicurezza sul lavoro nel condominio leggi, obblighi, cautele, opportunità 18/09/2015

Dettagli

Manuale per lavorare in SPAZI CONFINATI. Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE

Manuale per lavorare in SPAZI CONFINATI. Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE kiker Manuale per lavorare in SPAZI CONFINATI Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE Manuale per lavorare in SPAZI CONFINATI SPAZI CONFINATI Serbatoi Pozzi Tunnels Trincee Apparecchiature Silos Cisterne aperte

Dettagli

CENTRO DI FORMAZIONE e CONSULENZA PER I LAVORI IN QUOTA

CENTRO DI FORMAZIONE e CONSULENZA PER I LAVORI IN QUOTA PER I LAVORI IN QUOTA PER I LAVORI IN QUOTA...1 CHI SIAMO...2 FORMAZIONE PERCHE...2 La nostra idea di Formazione...2 Cosa dice la legge in Italia...2 COSA OFFRIAMO: corsi e consulenza...3 CORSI DPI ANTICADUTA...4

Dettagli

SOSTANZE PERICOLOSE: Istruzioni per l uso. Introduzione

SOSTANZE PERICOLOSE: Istruzioni per l uso. Introduzione Introduzione Il presente lavoro consta in una serie di schede informative sulle corrette modalità di gestione delle sostanze pericolose ed è indirizzato ai lavoratori dei diversi comparti produttivi. Esso

Dettagli

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA PROGRAMMA CORSI SICUREZZA 1 Formazione Generale Lavoratori Destinatari: Tutti i lavoratori. Dipendenti a tempo indeterminato e determinato, apprendisti, soci lavoratori di cooperativa, associati in partecipazione,

Dettagli

D.Lgs. 81/08. Dispositivi di Protezione Individuale DPI. Tecnico della Prevenzione Dott. Sergio Biagini

D.Lgs. 81/08. Dispositivi di Protezione Individuale DPI. Tecnico della Prevenzione Dott. Sergio Biagini Dispositivi di Protezione Individuale DPI Tecnico della Prevenzione Dott. Sergio Biagini DEFINIZIONE di DPI Per DPI si intende qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore

Dettagli

SPISAL AZIENDA ULSS 20 - VERONA

SPISAL AZIENDA ULSS 20 - VERONA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO ACCORDO 21 dicembre 2011 Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro

Dettagli

Affidabilità su tutta la linea. Dräger Interlock. Impiego nei veicoli ai fini della prevenzione

Affidabilità su tutta la linea. Dräger Interlock. Impiego nei veicoli ai fini della prevenzione D-6720-2014 Affidabilità su tutta la linea. Dräger Interlock. Impiego nei veicoli ai fini della prevenzione Pronto quando lo siete anche voi PER UNA MAGGIORE SICUREZZA SULLE STRADE Interlock è un dispositivo

Dettagli

CONSULENZA DEDICATA PER I CLIENTI LAVI!

CONSULENZA DEDICATA PER I CLIENTI LAVI! CONSULENZA DEDICATA PER I CLIENTI LAVI! Un tecnico qualificato sempre al servizio dei clienti Lavi, con una casella mail dedicata: formazione@lavi.it! ADDETTI ANTINCENDIO D.M. /03/199 02/03/2015 13:30

Dettagli

Attività in spazi confinati

Attività in spazi confinati Attività in spazi confinati Indice Nuovo decreto del 14 settembre 2011, DPR177 Testo Unico, D.Lgs. 81/08 Linea Guida ISPESL Selezione DPI per spazi confinati Protezione delle vie respiratorie Protezione

Dettagli

ALLEGATO B AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AZIONI NEL TERRITORIO A SOSTEGNO DI UNA RETE EDUCATIVA E SOCIALE PERIODO SETTEMBRE 2015/LUGLIO 2018

ALLEGATO B AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AZIONI NEL TERRITORIO A SOSTEGNO DI UNA RETE EDUCATIVA E SOCIALE PERIODO SETTEMBRE 2015/LUGLIO 2018 ALLEGATO B AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AZIONI NEL TERRITORIO A SOSTEGNO DI UNA RETE EDUCATIVA E SOCIALE PERIODO SETTEMBRE 2015/LUGLIO 2018 1 Rischi da carenze strutturali dell ambiente di lavoro

Dettagli

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O 1 di 5 S O M M A R I O 1 OBBLIGHI DITTA AGGIUDICATARIA... 2 1.1 GENERALITÀ... 2 1.2 OBBLIGHI IN FASE DI GARA... 2 1.3 OBBLIGHI DOPO L AGGIUDICAZIONE... 3 2 RISCHI INTERFERENTI... 4 3 FORMAZIONE OBBLIGATORIA...

Dettagli

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZA (Art.26 D.Lgs. n. 81/2008 smi)

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZA (Art.26 D.Lgs. n. 81/2008 smi) SERVIZI EDUCATIVI Corso Cavallotti, 23 tel. 0321/3701 e-mail istruzione@comune.novara.it GESTIONE DEI SEGUENTI SERVIZI PERIODO ANNI SCOLASTICI: 2015/16-2016/17-2017/18 a) Assistenza alunni portatori di

Dettagli

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DELLE VIE RESPIRATORIE

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DELLE VIE RESPIRATORIE SCHEDA TECNICA N 15 DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DELLE VIE RESPIRATORIE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0

Dettagli

*HVWLRQHGHOODVLFXUH]]D 6FRSR

*HVWLRQHGHOODVLFXUH]]D 6FRSR *HVWLRQHGHOODVLFXUH]]D 6FRSR Ridurre la probabilità di sviluppo di un incendio, e poter efficacemente contenere al minimo i danni che un eventuale incendio potrebbe arrecare alle persone e alle cose. *HVWLRQHGHOODVLFXUH]]D

Dettagli

CAPITOLO 21 LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI

CAPITOLO 21 LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI CAPITOLO 21 LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI (Pier Luigi Demaldé) Sommario: 21.1. Ambienti sospetti di inquinamento o confinati 21.1.1. Premessa 21.1.2. Campo di applicazione

Dettagli

ABBIANO AD OGGETTO CARICHI SOLIDI ALLA RINFUSA SUSCETTIBILI DI EMETTERE GAS E/O VAPORI

ABBIANO AD OGGETTO CARICHI SOLIDI ALLA RINFUSA SUSCETTIBILI DI EMETTERE GAS E/O VAPORI AGGIORNAMENTO E INTEGRAZIONI DEL DOCUMENTO: INDICAZIONE DEGLI ELEMENTI/CRITERI MINIMI DI VALUTAZIONE E PREVENZIONE NELLE OPERAZIONI IN STIVA CHE ABBIANO AD OGGETTO CARICHI SOLIDI ALLA RINFUSA SUSCETTIBILI

Dettagli

CORSO RSPP RISCHIO ALTO

CORSO RSPP RISCHIO ALTO CORSO RSPP RISCHIO ALTO Obiettivi Destinatari Formazione per lo svolgimento da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dei rischi ai sensi dell art.34, comma 2 e 3, del decreto

Dettagli

D-72794-2013. Terapia intensiva mobile per il vostro carico più prezioso. DRÄGER GLOBE-TROTTER GT5400

D-72794-2013. Terapia intensiva mobile per il vostro carico più prezioso. DRÄGER GLOBE-TROTTER GT5400 D-72794-2013 Terapia intensiva mobile per il vostro carico più prezioso. DRÄGER GLOBE-TROTTER GT5400 02 Fornire assistenza neonatale in caso di condizioni instabili D-72944-2013 D-72939-2013 Quando un

Dettagli

Protezione vie Respiratorie

Protezione vie Respiratorie Protezione vie Respiratorie D.lgs.475 Art. 1 2) Si intendono per Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.) i prodotti che hanno la funzione di salvaguardare la persona che li indossi o comunque porti

Dettagli

Consulenza e Servizi a supporto delle Piccole e Medie Imprese

Consulenza e Servizi a supporto delle Piccole e Medie Imprese SCHEDA MONITORAGGIO IMPRESE ASSOCIATE DENOMINAZIONE DELL IMPRESA FORMA GIURIDICA PARTITA IVA Comune Cap Tel e-mail Nome e Cognome Data e Luogo di nascita Residenza Codice Fiscale Tel. E-mail: DATI GENERALI

Dettagli

C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E

C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E ORDINANZA COMMISSARIALE N 528/04 DEL 20.07.2004 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO VISTO lo Statuto della Croce Rossa Italiana approvato con

Dettagli

D.Lgs. 81/08. La valutazione del rischio chimico: le modifiche alla normativa introdotte dal D. Lgs. 81/08. Bruno Marchesini

D.Lgs. 81/08. La valutazione del rischio chimico: le modifiche alla normativa introdotte dal D. Lgs. 81/08. Bruno Marchesini D.Lgs. 81/08 La valutazione del rischio chimico: le modifiche alla normativa introdotte dal D. Lgs. 81/08 Bruno Marchesini D. Lgs. 81/08... Art. 15. Misure generali di tutela: h) Utilizzo limitato degli

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE Con l entrata in vigore del nuovo Accordo Stato-Regioni avvenuta il 26 gennaio 2012, i contenuti formativi legati alla Sicurezza sul Lavoro hanno subito degli adeguamenti sostanziali, sia nei CONTENUTI,

Dettagli

D.Lgs. 81/08 Titolo III Capo III

D.Lgs. 81/08 Titolo III Capo III D.Lgs. 81/08 Titolo III Capo III Gli Impianti e le Apparecchiature Elettriche RELATORI: Dr. Nicola CARRIERO Dr. Carmineraffaele ROSELLI Art. 80 comma 1 IL Datore di Lavoro provvede affinchè i materiali

Dettagli

INNAMORATI DELLA SICUREZZA

INNAMORATI DELLA SICUREZZA INNAMORATI DELLA SICUREZZA Zero infortuni, ambiente di lavoro sicuro al 100% e tutela dell ambiente e delle risorse naturali sono gli obiettivi di ROMEO SAFETY ITALIA srl. Per raggiungerli dedichiamo:

Dettagli

I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE E COLLETTIVA

I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE E COLLETTIVA I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE E COLLETTIVA a cura di Marialuisa Diodato SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V IA A LBERTONI, 15-40138 BOLOGNA! 051.63.61.371-FAX 051.63.61.358 E-mail: spp@aosp.bo.it

Dettagli

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni)

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Per ulteriori informazioni e per conoscere le date dei corsi pianificati scrivere

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 I. PREMESSA Gruppo Ambiente Sicurezza S.r.l. nasce dall esperienza di tecnici, progettisti, formatori, medici del lavoro e consulenti legali. L insieme dei servizi da

Dettagli

AMBIENTI CONFINATI o SOSPETTI DI INQUINAMENTO

AMBIENTI CONFINATI o SOSPETTI DI INQUINAMENTO AMBIENTI CONFINATI o SOSPETTI DI INQUINAMENTO Normativa, Tecniche di lavoro, Attrezzature, DPI, Procedure di emergenza negli ambienti confinati. Alcune esperienze operative. Arch. Claudio Conio Aggiornamento

Dettagli

Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 5 / 2015. Casalecchio di Reno (BO), 05/08/2015

Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 5 / 2015. Casalecchio di Reno (BO), 05/08/2015 Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 5 / 2015 Casalecchio di Reno (BO), 05/08/2015 Oggetto: Corsi ECM obbligatori di formazione sulla sicurezza sul lavoro Gent.le Dottoressa, Gent.le

Dettagli

CATA CNA Udine srl. Spett.le Impresa/partecipante. Oggetto: corsi di formazione per istruttore antincendio

CATA CNA Udine srl. Spett.le Impresa/partecipante. Oggetto: corsi di formazione per istruttore antincendio SERVIZIO INTERPROVINCIALE PER UDINE, GORIZIA E PORDENONE Spett.le Impresa/partecipante Oggetto: corsi di formazione per istruttore antincendio Egregio Referente, come d accordo Le invio l invito al corso

Dettagli

Ing. Antonio Fabbrocino

Ing. Antonio Fabbrocino CPT NA Sicurezza del Lavoro negli Ambienti Sospetti di Inquinamento o Confinati Ing. Antonio Fabbrocino Ambiente sospetto di inquinamento Qualsiasi ambiente caratterizzato dalla possibile presenza di fattori

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA IN AMBITO CRI PER VOLONTARI

CROCE ROSSA ITALIANA REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA IN AMBITO CRI PER VOLONTARI CROCE ROSSA ITALIANA REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA IN AMBITO CRI PER VOLONTARI 1 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA IN AMBITO CRI PER VOLONTARI

Dettagli

P.IVA 0242905 069 9 n. R.E.A. CH - 178338 Via A. Barrella,63,61 66034 LANCIANO (CH) Tel. 0872/470057 info@humanfactorysrl.com www.humanfactorysrl.

P.IVA 0242905 069 9 n. R.E.A. CH - 178338 Via A. Barrella,63,61 66034 LANCIANO (CH) Tel. 0872/470057 info@humanfactorysrl.com www.humanfactorysrl. 1 2 ELENCO CORSI Abilità Personali Sviluppo delle competenze trasversali Leggere la Busta Paga Gestione e Amministrazione del personale base Gestione e Amministrazione del personale avanzato Formazione

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE. Sicurezza, Ambiente, Management

PROGETTO FORMAZIONE. Sicurezza, Ambiente, Management PROGETTO FORMAZIONE Sicurezza, Ambiente, Management Studio di Consulenza Aziendale Copyright STUDIODEMETRA 2001 Il presente documento è di proprietà di STUDIODEMETRA Ogni divulgazione e riproduzione o

Dettagli

DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L.

DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. 2012 DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. 2012 2 IMPIANTI ANTINCENDIO 3 FORNITURA VIGILANZA ANTINCENDIO ADDESTRAMENTO Premessa La DI.M.A.R.C.A SERVICE S.r.L., nata nel 1998 dal conferimento

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO PER SETTORI SPECIFICI DI ATTIVITA

SICUREZZA SUL LAVORO PER SETTORI SPECIFICI DI ATTIVITA SICUREZZA SUL LAVORO CORSO DI FORMAZIONE AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI E UTILIZZO DI DPI DI III a CATEGORIA artt. 37, 66, 121 D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e D.P.R 14 settembre 2011 n. 177

Dettagli

Tutela & Sicurezza. Informazioni importanti

Tutela & Sicurezza. Informazioni importanti Informazioni importanti Tutela & Sicurezza Informazioni importanti che tutti dovrebbero conoscere: 1. La legislazione in Italia: D.L. n. 81 del 9 aprile 2008 2. Soluzioni per adottare le corrette misure

Dettagli

Formazione generale 4 ore Può essere svolta in modalità e-learning. Formazione generale Rischio Medio 8 ore

Formazione generale 4 ore Può essere svolta in modalità e-learning. Formazione generale Rischio Medio 8 ore LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN BASE ALL ACCORDO STATO-REGIONI L Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 disciplina la durata, i contenuti minimi, le modalità della formazione ed aggiornamento dei lavoratori

Dettagli

Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti

Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti 1 Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti Accordo in Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le Province Autonome per la

Dettagli

Gestione delle Emergenze negli spazi confinati e coordinamento con il sistema di Soccorso Nazionale

Gestione delle Emergenze negli spazi confinati e coordinamento con il sistema di Soccorso Nazionale Gestione delle Emergenze negli spazi confinati e coordinamento con il sistema di Soccorso Nazionale Relatore: Ing. Alberto Parrino (Comando Prov.le VV.F. Modena) Modena 16/07/2012 Regolamento recante norme

Dettagli

SIMBOLI CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53

SIMBOLI CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53 CONSIGLI DI PRUDENZA S1 - S2 - S3 - S13 - S20 - S27 - S28 - S35 TOSSICO S36 - S37 - S38 - S39 - S46 - S53 CONSERVARE SOTTO CHIAVE - FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI - LONTANO DA LOCALI ABITAZIONE - LONTANO

Dettagli

di Protezione Individuale

di Protezione Individuale FULVIO D ORSI GIACOMO GUERRIERO EVA PIETRANTONIO della sicurezza nell uso dei Dispositivi di Protezione Individuale Informazione dei lavoratori ai sensi degli art. 36, 74 e successivi del D.Lgs. 81/2008

Dettagli

ACCURO MISURATORE DI GAS PORTATILE. Rilevazione Protezione personale Tecnologia di sistemi Tecnologia subacquea Servizi

ACCURO MISURATORE DI GAS PORTATILE. Rilevazione Protezione personale Tecnologia di sistemi Tecnologia subacquea Servizi ACCURO MISURATORE DI GAS PORTATILE Rilevazione Protezione personale Tecnologia di sistemi Tecnologia subacquea Servizi ACCURO MISURATORE DI GAS PORTATILE Accuro il nuovo sistema per la misura di gas mediante

Dettagli

PROCEDURE DI LAVORO Permesso di lavoro Isolamento Fonti di energia/adduzioni Ventilazione e Lavaggi Rilevazione ambientale Sorveglianza e comunicazione 84 Valutazione del Rischio e Prevenzione IL PERMESSO

Dettagli

Verifica degli impianti installati in luoghi con pericolo di esplosione: il DPR 462/01 e la norma CEI EN 60079-17

Verifica degli impianti installati in luoghi con pericolo di esplosione: il DPR 462/01 e la norma CEI EN 60079-17 Verifica degli impianti installati in luoghi con pericolo di esplosione: il DPR 462/01 e la norma CEI EN 60079-17 Fabio Olivieri ATEX DAY Desenzano del Garda, 26 giugno 2015 DPR 462 del 22 Ottobre 2001

Dettagli

Di Gandini Geom. Ivano

Di Gandini Geom. Ivano Di Gandini Geom. Ivano INDICE dei CORSI Titolo Corso LAVORATORI formazione generale 4 ore Corso LAVORATORI formazione specifica BASSO rischio 4 ore Corso LAVORATORI formazione specifica MEDIO rischio 8

Dettagli

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00 PROCEDURA, IN ECONOMIA, PER LA SOTTOSCRIZIONE DI ACCORDI QUADRO PER L ACQUISIZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA ALLE ATTIVITÁ DI VIGILANZA DELL UFFICIO METROLOGIA LEGALE DELLA CCIAA DI VERONA Lotto 1: CIG

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI. (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011)

CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI. (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011) CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011) OBIETTIVI DEL CORSO: Fornire gli elementi di aggiornamento

Dettagli

Giornata sicurezza cantieri Venerdì 28 novembre 2014 Lavorare in ambienti confinati o sospetti di inquinamento

Giornata sicurezza cantieri Venerdì 28 novembre 2014 Lavorare in ambienti confinati o sospetti di inquinamento Giornata sicurezza cantieri Venerdì 28 novembre 2014 Lavorare in ambienti confinati o sospetti di inquinamento Scuola Edile Cremonese CPT Cremona Mauro Rivolta (intervento realizzato in collaborazione

Dettagli

LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO SULLA SICUREZZA APPLICABILE AI VOLONTARI

LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO SULLA SICUREZZA APPLICABILE AI VOLONTARI LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO SULLA SICUREZZA APPLICABILE AI VOLONTARI D.Lgs 81/08 Ambito di applicazione Art. 2 - Definizioni a) «lavoratore»: persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale,

Dettagli

Documento INAIL sulla gestione sicura delle sostanze pericolose etichettature e stoccaggio modalità operative -

Documento INAIL sulla gestione sicura delle sostanze pericolose etichettature e stoccaggio modalità operative - Documento INAIL sulla gestione sicura delle sostanze pericolose etichettature e stoccaggio modalità operative - di Avv. Rosa Bertuzzi Il presente lavoro consta in una serie di schede informative sulle

Dettagli

Nota interregionale DPI, antincendio e salvataggio

Nota interregionale DPI, antincendio e salvataggio 3 Nota interregionale DPI, antincendio e salvataggio Servizio Sanitario Nazionale Prot. n. 18705/PRC Bologna, 12 maggio 1998 SPSAL Az. USL BOLOGNA SUD SPISLL Az. USL 10 FIRENZE MINISTERO DEL LAVORO COMM.

Dettagli

Il sistema legislativo: esame delle MOD 2 4 FORMAZIONE IN AULA normative di riferimento.

Il sistema legislativo: esame delle MOD 2 4 FORMAZIONE IN AULA normative di riferimento. N MODULO TITOLO MODULO CONTENUTI DURATA TIPOLOGIA DI FORMAZIONE L approccio ala prevenzione attraverso il D. Lgs. 81/08 per un La filosofia del D. lgs. 81/08 in riferimento alla organizzazione di un sistema

Dettagli

MODELLO DI. Piano di Sicurezza Sostitutivo

MODELLO DI. Piano di Sicurezza Sostitutivo MODELLO DI Piano di Sicurezza Sostitutivo PIANO DI SICUREZZA SOSTITUTIVO IMPRESA: INDIRIZZO CANTIERE: OPERA DA REALIZZARE: COMMITTENTE: Il presente piano costituisce la prima edizione. Il presente piano

Dettagli

Irecenti tragici eventi accaduti negli spazi confinati hanno elevato l interesse nei confronti del

Irecenti tragici eventi accaduti negli spazi confinati hanno elevato l interesse nei confronti del l È necessario un censimento in azienda utilizzando alcune specifiche check list Sugli spazi confinati una metodologia efficace per la valutazione del rischio Irecenti tragici eventi accaduti negli spazi

Dettagli

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie La formazione dei Responsabili Fondamentale Presentazione Il percorso formativo è abilitante e rivolto ai responsabili e agli addetti del servizio Prevenzione e protezione delle aziende bancarie e finanziarie

Dettagli

è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale

è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale Siamo una società di ingegneri, consulenti, progettisti e installatori che opera in tutto il nord Italia con 5 sedi operative tra Veneto, Trentino Alto

Dettagli

Gli obblighi documentali da parte dei committenti, imprese, coordinatori per la sicurezza

Gli obblighi documentali da parte dei committenti, imprese, coordinatori per la sicurezza Gli obblighi documentali da parte dei committenti, imprese, coordinatori per la sicurezza Vanno conservati presso il cantiere i documenti indispensabili per dimostrare, in caso di ispezione dell organo

Dettagli

Programma e calendario. Corso di aggiornamento - 40 ore COORDINATORE PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. dal 03 marzo al 02 aprile 2015

Programma e calendario. Corso di aggiornamento - 40 ore COORDINATORE PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. dal 03 marzo al 02 aprile 2015 Programma e calendario Corso di aggiornamento - 40 ore COORDINATORE PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI (D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) dal 03 marzo al 02 aprile 2015 I MODULO prevenzione attraverso

Dettagli

Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili.

Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili. Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili. Il rischio incendio nei cantieri temporanei e mobili, generati dal fuoco sono normalmente poco considerati. Di fatto è possibile affermare che in quest

Dettagli

Dal piccolo artigiano alla grande azienda troveranno in noi un servizio serio, efficiente, altamente professionale.

Dal piccolo artigiano alla grande azienda troveranno in noi un servizio serio, efficiente, altamente professionale. MEDING CONSULTING nasce dal desiderio di affermati professionisti che hanno maturato una solida esperienza nei settori della prevenzione della sicurezza nei luoghi di lavoro, nella formazione, nella medicina

Dettagli

La prevenzione degli incidenti per le aziende a rischio di esposizione Non Moderato

La prevenzione degli incidenti per le aziende a rischio di esposizione Non Moderato La prevenzione degli incidenti per le aziende a rischio di esposizione Non Moderato Giuseppina Vignola, Edoardo Galatola, Sergio Colombo Sindar s.r.l., Corso Archinti, 35 26900 Lodi Tel. 0371-549200 Fax:

Dettagli

Autorespiratore Autonomo

Autorespiratore Autonomo Dräger PAS Lite Autorespiratore Autonomo Ideale per applicazioni industriali che richiedono un respiratore semplice, resistente e facile da usare, il respiratore autonomo ad aria compressa (SCBA) Dräger

Dettagli

AMBIENTI CONFINATI o SOSPETTI DI INQUINAMENTO Normativa, Tecniche di lavoro, Attrezzature, DPI, Procedure di emergenza negli ambienti confinati. Alcune esperienze operative. Arch. Claudio Conio Aggiornamento

Dettagli