REPORT DI SINTESI ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO DI GIOVANI IMMIGRATI NEI PAESI DELL UNIONE EUROPEA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPORT DI SINTESI ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO DI GIOVANI IMMIGRATI NEI PAESI DELL UNIONE EUROPEA"

Transcript

1 REPORT DI SINTESI ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO DI GIOVANI IMMIGRATI NEI PAESI DELL UNIONE EUROPEA

2

3 Analisi del fabbisogno formativo di giovani immigrati nei Paesi dell Unione Europea Report di sintesi in Italiano Redatto da prof. Piotr Niedzielski L Universit{ di Stettino, Polonia dr Leszek Gracz - L Universit{ di Stettino, Polonia Katarzyna Łobacz - L Universit{ di Stettino, Polonia In collaborazione con Miltos Pavlou - i-red Institute for Rights Equality & Diversity, Greece Traduzione a cura di Prism Consulting S.r.L Questo Report contiene i risultati della ricerca condotta in 5 paesi: l Irlanda, l Italia, il Regno Unito, la Polonia e la Spagna nell aambito del progetto Pathways to Work: An Employment Upgrade Programme Training Programme for Young Immigrants (ACCORDO NO. UK/09/LLP-LdV/TOI- 163_252, PROGETTO NO GB2-LEO ). Il lavoro si basa sulle conclusioni e le raccomandazioni emerse dai report redatti dalle Organizzazioni dei paesi partner (Springboard Opportunities Ltd., CONFORM Consorzio Formazione Manageriale, Fundación Laboral del Metal, Immigrant Council of Ireland, The University of Szczecin) in base ad una comune metodologia di ricerca messa a punto da un esperto in ricerca dell Universit{ di Stettino. Szczecin Belfast Dublin Santander Avellino 2010

4

5 CONTENUTO Contenuto... 5 Terminologia... 7 Background metodologico... 9 RIsultati della ricerca Conclusioni generali Le barriere al mercato del lavoro percepite dagli immigrati La volont{ di formarsi Il processo decisionale nella scelta della formazione I segmenti per i quali targettizare la formazione Il gruppo che assolutamente sarebbe d accordo a formarsi Il gruppo che assolutamente non vuole formarsi Il gruppo che non lavora Il gruppo che è insoddisfatto con il lavoro Il gruppo che è soddisfatto con il lavoro Raccomandazioni generali per i percorsi formativi Raccomandazioni per ogni modulo Modulo 1: Incrementare l autostima e l auto consapevolezza Modulo 2: Sviluppare le competenze per lavorare in Team e per comunicazione Modulo 3: Conoscere i diritti del lavoratore Modulo 4: Career Preparation Modulo 5: Competenze per cercare lavoro e tecniche di colloquio... 23

6

7 TERMINOLOGIA Immigrazione 1 - un azione con la quale una persona stabilisce sua residenza nel territorio di un Paese per un periodo che è, o si aspetta che sia, di almeno dodici mesi, essendo stato precedentemente residente in un altro Paese Immigrato 2 - una persona che immigra, indipendentemente della nazionalit{, incluso: (1)immigrato nazionale - una persona che torna al suo Paese di cittadinanza, essendo precedentemente vissuto all estero. Cittadini che ritornano include cittadini nazionali nati all estero che non sono precedentemente stati residenti nel loro Paese di cittadinanza; (2) immigrato UE un cittadino di uno Stato Membro dell UE-27 che migra ad un altro Stato Membro incluso (che ritorna) al suo Paese di cittadinanza, rispetto ad un immigrato non UE; (3) immigrato non-nazionale UE - un immigrato che ha la cittadinanza di uno Stato Membro dell UE-27 (incluso Bulgaria e Romania) diverso da quello verso cui lui/lei sta migrando; (4) immigrato non-ue - un immigrato che non ha la cittadinanza di uno Stato Membro dell UE Secondo la definizione contenuta nelle statistiche Eurostat. Un approccio che assicura il confronto con dati statistici ufficiali europei in materia di immigrazione 2 Secondo la definizione contenuta nelle statistiche Eurostat. Un approccio che assicura il confronto con dati statistici ufficiali europei in materia di immigrazione

8

9 Background metodologico 9 BACKGROUND METODOLOGICO Nell ambito del progetto Pathways to work la ricerca è stata condotta per: - Acquisire una profonda conoscenza delle attitudini attuali degli immigrati, delle barriere percepite e degli ostacoli all impiego soddisfacente e ad un livello adeguato; - Acquisire una comprensione globale dei fabbisogni formativi degli immigrati per permettere loro di trovare un lavoro adeguato. Poiché il target group giovani immigrati è abbastanza difficile da raggiungere e stimare, il quadro del campione non era disponibile. Pertanto, è stato implementato un metodo di campionamento semi-quota, ciò significa che la ricerca è stata condotta cercando diverse tipologie di interlocutori in base alle variabili assunte nel piano di ricerca, che è stato elaborato con il sostegno di un specialista, e che si può considerare affidabile. E stato implementato un piano di ricerca in tre fasi: studio di dati sull immigrazione (ricerca secondaria) nonché un intervista durante un Focus Group e un sondaggio attraverso la somministrazione e la compilazione di questionari (ricerca primaria). L intervista tramite Focus Group è stata organizzata come un intervista transnazionale, ed ha avuto luogo in tutti i Paesi coinvolti (Italia, Polonia, Spagna, Irlanda, Regno Unito): - Polonia: Il Focus Group con Intervista svolto nell edificio presso l Universit{ di Stettino, il 20 gennaio 2010, con un gruppo di 10 immigrati - Regno Unito: Il Focus Group con Intervista svolto presso lo Springboard Opportunties Ltd, il 25 gennaio 2010, con un gruppo di 13 immigrati - Italia: Il Focus Group con Intervista svolto presso la sede del CONFORM-Consorzio Formazione Manageriale, il 28 gennaio, con un gruppo di 13 immigrati - Spagna: Il Focus Group con Intervista svolto presso la Fundación Laboral del Metal, il 28 gennaio 2010, con un gruppo di 10 immigrati - Irlanda: Il Focus Group con Intervista svolto il 5 febbraio 2010 con un gruppo di 8 immigrati. Due ulteriori interviste sono state svolte il 23 febbraio e il 24 febbraio 2010, per un totale di 10 interviste condotte. Il questionario è stato progettato come uno strumento web based in quattro lingue distinte (Inglese, Polacco, Spagnolo, Italiano) su cinque piattaforme web (uno per ogni paese). La raccolta dei dati è stata ultimata nella tempistica di seguito descritta: - Polonia: 3 marzo - Italia: 4 marzo - Regno Unito: 7 marzo - Spagna: 9 marzo - Irlanda: 15 marzo Dopo aver filtrato le risposte (escludendo i questionari compilati), risultavano 186 questionari completati. Il numero dei questionari per Paese viene di seguito elencato: - Polonia: 20 - Regno Unito; 21 - Spagna: 22 - Irlanda: Italia: 21

10 10 Training Needs of Young Immigrants within European Countries In entrambi i focus group e nella ricerca di sondaggio gli adempimenti minimi per il campionamento sono stati raggiunti. RISULTATI DELLA RICERCA Conclusioni generali Le conclusioni generali dai risultati dei focus group sono le seguenti: - Non risulta una notevole differenza nella situazione degli immigrati nei Paesi partner. Loro percepiscono barriere simili. La dimensione ed il livello delle barriere percepite dipendono dall esperienza precedente sul mercato del lavoro locale o internazionale. - Gli immigrati esprimono un grande fabbisogno formativo. Sono convinti che la formazione idonea li aiuter{ a migliorare la loro situazione lavorativa ed a cambiare la loro posizione sul mercato del lavoro. - Precedenti esperienze con la formazione non impattano significativamente sulla loro volont{ di formarsi ulteriormente. La più importante barriera percepita rispetto alla formazione è rappresentata dal fattore tempo dovuto a impegni familiari o alla necessit{ di dover lavorare. - Il fabbisogno formativo degli immigrati è simile in tutti i Paesi. Le aree di formazione più significative identificate sono: formazione professionale (formazione on the job); competenze personali, presentarsi, saper comunicare, cercare lavoro; sistemi e regolamentazione del mercato di lavoro (evoluzioni nel mercato del lavoro, strutture di sostegno nazionali, regolamentazione legale del mercato del lavoro, finanziamneti per gli immigrati per avviare un impresa) - Gli immigrati percepiscono la formazione come un processo lungo tutta la vita, poiché è l unico modo per sviluppare una carriera e sostenere l impiego. Oltre ad ulteriori qualifiche, percepiscono che lo sviluppo personale sia importante. - La necessit{ di un prorio sviluppo sembra essere, mediamente, la più avvertita, tuttavia gli immigrati dichiarano di aver difficolt{ nell accedere alla formazione rispondente ai proribisogni. - Le caratteristiche più importanti della formazione di cui fruire, dichiarate dagli immigrati sono: un rapporto costo-beneficio efficiente in rapporto all onere economico ed al tempo invstito, elasticit{ nell apprendimento e possibili qualifiche da acquisire. Le conclusioni principali che emergono dai risultati del questionario sono le seguenti: - Quasi la met{ degli interrogati (45% - vedesi la domanda no. 1) ha lasciato il proprio Paese per motivi economici. Il reinpatrio ed i motivi di ordine religioso risultano raramente tra le ragioni dell immigrazione. - La maggioranza degli interrogati è venuta nel Paese ospitante da soli o con un partner. Solo il 12% è venuto con bambini (vedesi la domanda no.2). - Un terzo degli interrogati considera il Paese ospitante non come Paese target ma come una tappa della loro migrazione (vedesi la domanda no 3). - Circa il 2/3 degli interrogati ha un lavoro. Il 30% non lavora e il 45% ha un lavoro a tempo pieno (vedesi la domanda no 6). - Gli interrogati sono contenti del loro lavoro (solo il 27% non lo è). Tuttavia si rendono conto che il lavoro è al di sotto delle loro qualifiche ed attese (il 41% dichiara che il loro lavoro attuale non corrisponde al proprio livello di istruzione (vedesi le domanda no 8 e 9). - Gli interrogati sono o ottimisti oppure hanno poche aspettative, poiché il 61% dichiara che le loro aspettative di lavoro sono razionali (vedesi la domanda no 11). - La maggior parte degli interrogati è disposta a formarsi. I corsi più richiesti riguardano: competenze di auto presentazione (il 48% ha riposto assolutamente si); la procedura di qualificazione, intervista, auto presentazione, ecc (il 46% ha riposto assolutamente si); la

11 RIsultati della ricerca 11 conoscenza di strutture e di opportunit{ di istruzione e formazione professionale (il 45% ha riposto assolutamente si); la comunicazione e le competenze sociali (incomprensioni comportamentali - culturali) (il 45% ha riposto assolutamente si). Quello che è importante è che il 31% ha risposto assolutamente si anche per la formazione meno diffusa. - Gli interrogati indicano che hanno il tempo per formarsi. Il 70% sarebbe d accordo ad investire più di 6 ore nella formazione e il 54% sarebbe d accordo ad investire 3 ore al giorno nella formazione. - Più della met{ degli interrogati ha frequentato un corso in precedenza (varia significativamente da paese a paese). Sanno anche dove trovare informazioni per accedere ai corsi. Infine, quasi la met{ non sa nulla di ciò. - Più della met{ degli interrogati è avvezza alla formazione online. - La formazione blended o e-learning è il modo più diffuso per frequentare i corsi (rispettivamente il 21% e il 21%) per il 41% degli interrogati. - Sorprendentemente, non ci sono differenze significative tra gli immigrati provenienti dall UE e dall extra UE. Salvo per alcune eccezioni, gli immigrati non UE non si trovano in situazioni peggiori di quelli dall UE (e l eccezione più importante è quello del 47% degli immigrati non UE che non hanno un lavoro, in confronto al 21% degli EU immigrati provenienti dall UE senza lavoro). Quindi non si possono confermare le ipotesi che gli immigrati provenienti da territori extra UE sono più discriminati o in una situazione peggiore nel mercato di lavoro. Le barriere al mercato del lavoro percepite dagli immigrati. Diverse sono le barriere che i giovani immigrati affrontano in paesi stranieri che sono state identificate. Sono le stesse che sono state precedentamente identificate in studi più ampi (come la discriminazione, diversa situazione di mercato e strutture di amministrazione, equipollenza delle competenze e riconoscimento, la lingua, il networking). Queste barriere non sono molto diverse nei diversi Paesi ma sono poco dipendenti dalle esperienze precedenti degli immigrati. Le barriere percepite dagli immigrati sono contenute in Tabella 1 (Risultati del Focus Group con intervista). Tabella 1. Barriere al mercato di lavoro percepite dagli immigrati i risultati incrociati dei Focus Group svolti nei diversi paesi Paese Regno Unito Irlanda Polonia Italia Spagna Barriere più importanti percepite dagli immigrati Le differenze linguistiche; le differenze culturali; le loro esperienze/qualifiche vengono ignorate; occupazioni a basso reddito; meno sostegno dal governo, a.e finanziamenti e formazione; mancanza di competenze; mancanza di opportunità di formazione; incertezza dell accesso alla formazione; minor sicurezza del lavoro e migranti spesso concentrati in lavori poco qualificati in settori pericolosi. Discriminazione in termini di colore, lingua, religione ed etnica, l importanza di esperienza lavorativa pratica e la difficoltà come migrante ad acquisirla (non avere la nazionalità irlandese ha incrementato la difficoltà di superare il primo passo a rimuovere questa barriera, a prescindere se un esperienza senza stipendio o un lavoro a tempo pieno),l impossibilità di competere in condizioni di parità con candidati autoctoni. Competenze linguistiche; mancanza di fiducia in immigrati; addirittura paura di assumerli; stereotipi negativi; burocrazia del paese impegna tempo, è demotivante, complicata; mancanza di qualifica degli immigrati; la necessità di aiuto e sostegno; la percezione di istruzione in altri paesi; la misura della città; la protezione del mercato del lavoro del paese; la mancanza di un ufficio specifico che affronta le problematiche degli immigrati; i datori di lavoro non investono nel personale; datori di lavoro vogliono competenze alte ma non sono disposti a pagare gli immigrati per avere quelle competenze. La difficoltà nell accesso alle informazioni e nella comprensione delle logiche e delle dinamiche del mercato del lavoro; la concentrazione in lavori che sono poco qualificati; la mancanza di stabilità nel lavoro. La discriminazione; non avere le qualifiche giuste per il lavoro; esperienza/studi fatti nel paese di origine non valutate; mancanza di esperienza nel campo di lavoro richiesto; non essere autoctono; la recessione economica; la mancanza di documentazione che dimostra la prova di residenza; la necessità di passare attraverso il processo di selezione con successo; la necessità di rendere la vita lavorativa compatibile con la vita familiare nel caso di mamme con bambini. Fonte: Ricerca con il focus group Senza dubbio la barriera che più percepiscono gli immigrati è la competizione nel mercato del lavoro. Gli immigrati percepiscono di essere meno competitivi dei candidati autoctoni. Per competere, devono essere più qualificati ed aver maggiore esperienza. In termini di discriminazione, l esperienza

12 12 Training Needs of Young Immigrants within European Countries indicata nella domanda dovrebbe riferirsi al mercato del lavoro domestico. I certificati ottenuti nel Paese ospitante sono di pari importanza e confermano un livello di qualifica serio. Contrariamente, è spesso difficile avere le informazioni sul riconoscimento dell istruzione e della formazione continua e richiede molto tempo e sforzo per acquisire le informazioni corrette sui corsi disponibili. Le differenze nei sistemi del mercato di lavoro spesso variano molto da Paese in Paese e portano a confondere le persone che cercano lavoro. Le procedure burocratiche rendono tale aspetto ancora più difficile. Inoltre la mancanza di consapevolezza (mancanza di conoscenza, mancanza di comprensione) delle differenze culturali a volte rendono le procedure impossibili, a causa delle incomprensioni comportamentali - culturali. Per quanto riguarda le barriere percepite dagli immigrati al mercato di lavoro, i risultati emersi dal confronto degli esiti dei focus group dimostrano che il contesto più ampio delle percezioni è riferito allo svantaggio nell occupazione. I risultati del sondaggio sono presentati nella Tabella 2 e la figura 1 presenta i dati in forma grafica. Tabella 2. Barriere al mercato di lavoro percepite dagli immigrati Barriera percepita Spesso Avvolte Somma Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) 33% 33% 66% Procedure burocratiche 27% 32% 59% Affrontare la procedura di qualificazione 26% 32% 58% Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) 18% 39% 58% Abilità comunicative e sociali 22% 34% 56% Capacità di costruire un percorso professionale 19% 37% 55% Capacità di presentarsi 26% 28% 54% Conoscenza di strutture e opportunità formative 28% 26% 54% Accesso alle fonti di informazione 20% 32% 52% Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori 26% 24% 51% Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro 22% 28% 51% Orientamento alla carriera e scelta di impiego 13% 37% 51% Capacità di scrivere un CV 20% 26% 46% Capacità di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri 22% 21% 42% Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro 16% 26% 42% Fonte: Elaborazione questionario Quello che si deve notare é che anche la barriera meno percepita strumenti elettronici per ricercare il lavoro viene percepita da quasi la met{ degli interrogati (il 42%). Quindi sarebbe un assunzione falsa considerare la preparazione del curriculum, le competenze per lavorare in team e gli strumenti elettronici per trovare lavoro come ostacoli poco importanti per gli immigrati per accedere al mercato del lavoro. Tuttavia, per considerando un gruppo con un alta consapevolezza delle TIC, le nuove tecnologie rappresentano barriere importanti che gli immigrati dovranno affrontare. Possiamo assumere che ci sono barriere meno ostative, ma che sono ugulemente importanti. Consideriamo la barriera Aspettative sbagliate (troppo alte/basse). Sebbene solo il 18% degli interrogati percepisca questa come una barriera frequente, il 39% lo percepisce in maniera saltuaria. Questo probabilmente indica che questa barriera appare prevalentamente durante la ricerca del lavoro ma non quando si lavora. Lo stesso vale per la creazione del percorso di carriera, l orientamento alla carriera, la scelta dell occupazione, e l accesso alle fonti di informazione.

13 RIsultati della ricerca 13 Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro Capacità di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri Capacità di scrivere un CV Orientamento alla carriera e scelta di impiego Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori Accesso alle fonti di informazione Conoscenza di strutture e opportunità formative Capacità di presentarsi Capacità di costruire un percorso professionale Abilità comunicative e sociali Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) Affrontare la procedura di qualificazione Procedure burocratiche Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) 16% 22% 20% 13% 22% 26% 20% 28% 26% 19% 22% 18% 26% 27% 33% 26% 21% 26% 37% 28% 24% 32% 26% 28% 37% 34% 39% 32% 32% 33% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% spesso avvolte Figura 1. Barriere al mercato del lavoro percepite dagli immigrati Fonte: Elaborazione questionario La percezione delle barriere al mercato di lavoro è piuttosto, simile sia per immigrati provenienti da paesi non UE, sia quelli dall UE. Gli immigrati non UE percepiscono alcune barriere come più importanti (specialmente Conoscenza dei diritti e dei doveri dei lavoratori ; Orientamento alla carriera e scelta dell occupazione ), mentre altri fattori ostativi vengono percepiti come più importanti dagli immigrati provenienti dall UE (specialmente Capacit{ di scrivere un CV ; Competenze di comunicazione e sociali (incomprensioni comportamentali- culturali) ). Tuttavia, il 47% degli immigrati provenienti da fuori UE non ha un lavoro, in confronto al 21% degli immigrati provenienti dall UE che è senza lavoro (vedesi la Tabella 3). Tabella 3. Status lavorativo di immigrati provenienti da diversi paesi Attualmente hai un lavoro? Vecchi 15 paesi UE Nuovi 12 paesi Paesi non UE Paesi UE (insieme) UE Si, regolare tempo pieno 14% 59% 34% 51% Si, regolare part time 33% 15% 14% 18% Sì, ma non riconosciuto 14% 9% 5% 10% No, non ho un lavoro 38% 17% 47% 21% Fonte: Elaborazione questionario La volont{ di formarsi Quello che sembra sorprendente ed inatteso è la volont{ degli immigrati di formarsi. Gli immigrati percepiscono la formazione come un processo lungo, poiché è l unico modo per sviluppare la carriera e sostenere l occupazione. Questo è stato anticipato nell intervista del focus group e confermato nel sondaggio online. In relazione alle aree di formazione elencate in Tabella 5, il 69% degli immigrati vuole frequentare al meno un corso e quasi la met{ degli interrogati (il 47%) vuole frequentare al meno 5 corsi. Il gruppo che non vuole formarsi affatto consiste dell 31% degli interrogati (Tabella 4).

14 14 Training Needs of Young Immigrants within European Countries Oltre all aggiornamento delle qualifiche, gli immigrati percepiscono lo sviluppo personale come un fattore importante. Questa necessit{ di sviluppo sembra essere più richiesta della media. Gli immigrati percepiscono la formazione come un mezzo importante per superare le barriere che affrontano nel mercato del lavoro. Generalmente si possono identificare quattro aree di fabbisogno formativo: - La formazione professionale (on the job training) - Competenze personali, la presentazione, la comunicazione, la ricerca del lavoro - Sistemi del mercato del lavoro e normative (evoluzioni nel mercato del lavoro, strutture di supporto nazionale, normative legali del mercato del lavoro) - Formazione all impresa (avviare e sviluppare un impresa, la concessione di fondi agli immigrati per avviare un impresa). Questi fabbisogni formativi sono simili a quelli espressi da altri giovani che entrano nel mercato del lavoro ma, essendo purtroppo visti in modo diverso, dovrebbero superare le barriere, la carenza di conoscenze sociali, economiche e legali per poter vivere in un paese straniero. Tabella 4.Volont{ di formarsi Volontà di formarsi Interrogati % Non ci sono corsi cui vorrei sicuramente partecipare 57 31% C è solo un corso cui vorrei assolutamente partecipare 14 8% Ci sono tra 2-4 corsi cui vorrei assolutamente partecipare 26 14% Ci sono tra 5-9 corsi cui vorrei assolutamente partecipare 34 18% Ci sono tra corsi cui vorrei assolutamente partecipare 34 18% Vorrei assolutamente partecipare a tutti i 16 corsi 21 11% Fonte: Elaborazione questionario I risultati dell intervista del Focus Group per quanto riguarda i fabbisogni formativi percepiti dagli immigrati sono illustrati nella Tabella 5. I risultati del sondaggio sulle barriere al mercato del lavoro sono illustrati nella Tabella 6 e nella 7, mentre le figure 2 e 3 presentano i dati in forma grafica. Tabella 5. Fabbisogni formativi di migranti il confronto incrociato dei risultati dai diversi paesi Paese Regno Unito Irlanda Polonia Italia Fabbisogni formativi di migranti I risultati della ricerca illustrano l importanza che i migranti danno alla necessità di sviluppare le loro competenze e abilità per migliorare la loro posizione nel mercato del lavoro; la necessità di acquisire work experience, anche di sviluppare obiettivi di carriera personale e strutturare il proprio curriculum vitae; concentrarsi principalmente in ciò che vogliono essere per diventare più appetibili ai datori di lavoro. Complessivamente la Tabella illustra l importanza che i migranti danno allo sviluppo delle loro competenze e abilità personali. Il gruppo ha identificato alcuni fabbisogni formativi generici: Il bisogno di più apprendistati/formazione professionale; La formazione on the job; Il potenziamento dell auto stima per aiutarli ad affrontare processi di esclusione e marginalizzazione dal mercato del lavoro oltre alle altre barriere che affrontano come immigrati. I partecipanti avvertono il bisogno di formazione nei seguenti ambiti: Redazione di un CV,la procedura di riconoscimento delle proprie qualifiche, preparazione per un colloquio, auto-presentazione, ecc Conoscenze della normativa che disciplina il lavoro Il Business plan, avviare un impresa, il reperimento di finanziamenti Come comportarsi e comunicare negli uffici statali Corsi di lingua Formazione sulla cultura locale Formazione professionale 1. La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze riguardo alle evoluzioni nel mercato del lavoro 2. La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze riguardo al quadro legislativo 3. La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze riguardo all uso di canali informativi e alle tecnologie informatiche e comunicative 4 La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze in relazione al lavoro di squadra e comunicazione efficace 5. La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze in relazione al career marketing

15 RIsultati della ricerca 15 Spagna Segue un elenco delle competenze e abilità di cui hanno bisogno gli immigrati per migliorare la propria posizione nel mercato del lavoro: 1. La formazione su come trovare lavoro 2. Adattarsi alle esigenze del mercato del lavoro 3. Ottenere qualifiche di base nel paese ospitante per poi trovare un lavoro 4. Avere una presenza positiva e sapere come essere assertivi, astuti e avere la volontà di apprendere 5. Competenze in programmi informatici 6. Conoscenza di terminologia tecnica, anche per coloro che parlano la stessa lingua Fonte: Ricerca basata sull intervista del Focus Group Secondo il sondaggio i corsi di formazione preferiti dagli immigrati sono: - Comunicazione e competenze sociali (incomprensioni comportamentali-culturali) - La procedura di riconoscimento delle proprie qualifiche, colloqui, come presentarsi, ecc - Capacit{ di presentarsi - Capacit{ di creare un percorso di carriera (scelta di un percorso professionale) - La conoscenza delle strutture di formazione professionali e opportunit{ - La concorrenza (da altri candidate con pari competenze) Gli stessi immigrati sono meno interessati alla formazione sulle seguenti tematiche: - Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro - Le procedure burocratiche - Orientamento alla carriera e scelta del lavoro - Capacit{ di accedere alle fonti di informazione - Capacit{ di lavorare in squadra (capacit{ di lavorare in squadra e interagire con altre persone) Tabella 6. La formazione preferita dagli immigrati Formazione Parteciperebbe assolutamente a questo corso Parteciperebbe piuttosto a questo corso Comunicazione e capacità di interagire (comportamenti-differenze culturali) 45% 35% 79% Affrontare la procedura di qualificazione, colloquio, auto-presentazione, ecc 46% 31% 78% Capacità di presentarsi 48% 28% 76% Capacità di creare un percorso di carriera (scelta di un percorso professionale) 39% 35% 73% Conoscenza di eventuali agenzie e opportunità formative 45% 26% 72% Competizione (rispetto ad altri lavoratori ugualmente qualificati) 37% 34% 71% Capacità di scrivere un CV 41% 29% 70% Capacità di lavorare in squadra 40% 29% 69% Conoscenza dei diritti e dei doveri dei lavoratori 40% 29% 69% Capacità di creare un percorso di carriera (scelta di un percorso professionale) 34% 34% 68% Comprensione dei bisogni emergenti nell ambito del mercato del lavoro 39% 28% 68% Capacità di accedere alle fonti di informazione 36% 29% 65% Procedure burocratiche 39% 26% 65% Aspettative sbagliate (troppo alte/basse) 30% 33% 63% Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro 33% 24% 58% Fonte: Elaborazione questionario Somma Il dato da considerare è la stima della domanda attuale di formazione. La regola del 90/30 i è comunemente accettata nella ricerca. Applicando questo metodo, in base ai risultati rilevati emerge che la partecipazione più probabile alla formazione riguarder{ i seguenti ambiti di apprendimento: Capacit{ di presentarsi (51,38%), Capacit{ di gestire un colloquio, presentarsi, ecc (51,12%) e comunicazione e competenze sociali (incomprensioni comportamentali-culturali) (50,61%).

16 16 Training Needs of Young Immigrants within European Countries Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) Procedure burocratiche Accesso alle fonti di informazione Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro Orientamento alla carriera e scelta di impiego Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori Capacità di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri Capacità di scrivere un CV Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) Conoscenza di strutture e opportunità formative Capacità di costruire un percorso professionale Capacità di presentarsi Affrontare la procedura di qualificazione Abilità comunicative e sociali 33% 30% 39% 36% 39% 34% 40% 40% 41% 37% 45% 39% 48% 46% 45% 24% 33% 26% 29% 28% 34% 29% 29% 29% 34% 26% 35% 28% 31% 35% 0% 20% 40% 60% 80% Assolutamente si Piuttosto si Figura 2. La formazione preferita dagli immigrati Fonte: Elaborazione questionario Come illustrato nella figura 2, le differenze tra i tipi di corsi non sono significative. La differenza tra il corso meno preferito e quello più appetibile dagli immigrati è di solo il 21%, che non è uno scarto molto alto. Tabella 7. La formazione meno preferita dagli immigrati Formazione Piuttosto no Assolutamente no Somma Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro 17% 17% 34% Procedure burocratiche 15% 12% 27% Orientamento alla carriera e scelta di impiego 16% 10% 26% Accesso alle fonti di informazione 15% 11% 26% Capacità di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri 19% 7% 26% Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) 14% 11% 25% Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori 16% 8% 24% Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro 16% 7% 23% Conoscenza di strutture e opportunità formative 14% 9% 23% Capacità di scrivere un CV 9% 13% 23% Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) 12% 7% 20% Capacità di costruire un percorso professionale 10% 9% 19% Capacità di presentarsi 10% 7% 17% Abilità comunicative e sociali 9% 7% 16% Affrontare la procedura di qualificazione 10% 5% 15% Fonte: Elaborazione questionario La formazione che la maggior parte degli immigrati rifiuta non dovrebbe essere considerata poco importante. Anche se c è un numero considerevole d immigrati che non vuole frequentare questi corsi, ci sono ancora molte nicchie per la formazione proposta, anche per quella meno preferita.

17 RIsultati della ricerca 17 Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro Procedure burocratiche Capacit{ di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri Accesso alle fonti di informazione Orientamento alla carriera e scelta di impiego Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori Capacit{ di scrivere un CV Conoscenza di strutture e opportunit{ formative Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) Capacit{ di costruire un percorso professionale Capacit{ di presentarsi Abilit{ comunicative e sociali Affrontare la procedura di qualificazione 17% 15% 19% 15% 16% 14% 16% 9% 14% 16% 12% 10% 10% 9% 10% 13% 7% 9% 7% 7% 5% 12% 7% 11% 10% 11% 8% 9% 7% 17% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Piuttosto no Assolutamente no Figura 3. La formazione meno preferita dagli immigrati Fonte: Elaborazione questionario Riassumendo, rispetto alla volont{ di partecipare alla formazione si dovrebbe dire che in generale gli immigrati, hanno le loro preferenze ma l idea della formazione gli è molto chiara e vogliono beneficiare di diverse tipologie di corsi di formazione. Capacit{ di presentarsi Capacit{ di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri Abilit{ comunicative e sociali Capacit{ di costruire un percorso professionale Affrontare la procedura di qualificazione Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori Conoscenza di strutture e opportunit{ formative Procedure burocratiche Accesso alle fonti di informazione Capacit{ di scrivere un CV Orientamento alla carriera e scelta di impiego Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) 43% 31% 39% 32% 44% 33% 34% 46% 35% 31% 40% 29% 29% 35% 25% 56% 55% 54% 52% 50% 50% 49% 45% 45% 45% 44% 44% 42% 40% 39% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% Paesi UE Paesi extra UE Figura 4. La formazione preferita dagli immigrati provenienti da paesi UE e da fuori dell UE Fonte: Elaborazione questionario

18 18 Training Needs of Young Immigrants within European Countries Gli immigrati provenienti da fuori dell UE sono più disposti a formarsi ed a partecipare a corsi. Questo è particolarmente rilevante per il corso inerente la Capacit{ di lavorare in squadra (capacit{ di lavorare in squadra e interagire con altre persone) - il 55% degli immigrati provenienti da fuori dell UE che assolutamente vorrebbe partecipare a questa formazione in confronto al 31% degli immigrati proveniente dall UE; Capacit{ di creare un percorso di carriera (scelta di un percorso professionale) il 52% degli immigrati provenienti da fuori dall UE assolutamente vorrebbe partecipare a questa formazione in confronto al 32% degli immigrati provenienti dall UE; Comprensione dei bisogni emergenti nell ambito del mercato del lavoro il 50% degli immigrati provenienti da fuori dell UE assolutamente vorrebbe partecipare alla formazione in confronto al 33% degli immigrati provenienti dall UE (Figura 4). Il processo decisionale nella scelta della formazione Come i risultati dell intervista del Focus Group indicarono, anche se gli immigrati potrebbero dimostrare interesse nella formazione, questo interesse si dovrebbe trattare più come un desiderio e meno come una promessa d azione. Tale sfumature andrebbe tenuta presente mentre si analizzano le decisioni sulla frequentazione di percorsi formativi. L esperienza precedente con la formazione non impatta significativamente sulla loro volont{ di formarsi ulteriormente. La barriera più importante percepita per non frequentare la formazione è la mancanza di tempo dovuta agli impegni familiari e alla necessit{ di lavorare. La sintesi dei risultati dell intervista del Focus Group in relazione all individuazione dei fabbisogni formativi degli immigrati viene presentata nella Tabella 8. Tabella 8. Come i migranti identificano i loro fabbisogni formativi Paese Regno Unito Irlanda Polonia Italia Spagna Come i migranti identificano i loro fabbisogni formativi Ragioni riconosciuti: tempo, costo, responsabilità familiari, la formazione darà le competenze essenziali di cui si ha bisogno; luogo della formazione; accessibilità; tempi della formazione e l interesse. La maggioranza dei partecipanti aveva forti sentimenti sulla durata e il costo della formazione. I tre fattori più importanti per loro nella scelta di un percorso specifico sono: percorso di carriera; un interesse nella materia in particolare; piacere nella materia. Il fattore più importante è il diretto rapporto allo sviluppo professionale che porterà direttamente a risultati e benefici materiali al lavoro; attestati di frequenza a corsi al completamento del corso; tempo; costi. Nessun risposta Tre aspetti principali considerati: se la partecipazione impatta sul trovare un lavoro facilmente; se la formazione è gratis; se il corso è di breve durata e disponibile come un corso di e-learning. Fonte: Ricerca basata sull intervista del Focus Group Conseguentemente alla esplicitazione del loro fabbisogno formativo, i giovani immigrati sono in generale disposti a trascorrere tempo a formarsi (vedesi la Tabella 9 e la Tabella 10). Il 58% di loro sarebbe d accordo a formarsi per 6 mesi. Tuttavia, loro si aspettano benefici immediati. Sono disposti a trascorrere più tempo nella formazione (da 1-3 anni) solo se raggiungono risultati sufficienti. Si consiglia di elaborare percorsi di durata non superiore a 6 mesi finalizzati allo sviluppo personale. Tabella 9. Tempo che gli immigrati possono trascorrere a migliorare le loro qualifiche lavorative (in mesi) Tempo Risposte % 1 mese 29 16% 2 mesi 26 14% 6 mesi 52 28% 12 mesi 35 19% 2 anni 10 5% 3 anni 7 4% Più di 3 anni 27 15% Fonte: Elaborazione questionario

19 I segmenti per i quali targettizare la formazione 19 A causa delle responsabilit{ di molte persone che vivono all estero di guadagnare soldi e curare la famiglia, gli immigrati non possono dedicare molto tempo durante la giornata alla formazione. L 88% trascorrerebbe 2 ore al giorno a formarsi. Tuttavia non sono disposti a trascorrere una mezza giornata a formarsi: solo il 22% sarebbe d accordo a trascorrere mezza giornata a formarsi e il 4% l intera giornata. Viene riservato, pertanto, un favore alla formazione blended, che offre più flessibilit{ nei tempi di altre forme di formazione. Tabella 10. Ore al giorno da dedicare a migliorare le qualifiche lavorative Ore Risposte % 1 ora 22 12% fino a 2 ore 63 34% fino a 3 ore 61 33% fino a 5 ore 19 10% fino a 8 ore 14 8% più di 8 ore 7 4% Fonte: Elaborazione questionario I SEGMENTI PER I QUALI TARGETTIZARE LA FORMAZIONE Il gruppo che assolutamente sarebbe d accordo a formarsi C è un gruppo piuttosto significativo, considerando il numero di persone (68 persone su %), che assolutamente vuole formarsi, a prescindere della materia. Questo è il primo segmento al quale offrire la formazione. Le caratteristiche di base di questo gruppo sono le seguenti: in media sono meno soddisfatti dal loro lavoro attuale e spesso credono che il loro lavoro non corrisponda al prorio livello di istruzione. Incontrano più difficolt{ della media sul mercato del lavoro. Hanno meno conoscenze della media su dove trovare informazioni inerenti la formazione. Sembra che questo gruppo ha bisogno di informazioni ben precise. Il messaggio dovrebbe enfatizzare la possibilit{ di avere lavori migliori e più idonei dopo aver completato i corsi di formazione e che quindi saranno più soddisfatti in esito all apprendimento. In generale, si può dire che c è un buon mercato ed un vero bisogno per la formazione: più di 1/3 degli interrogati ha dichiarato che vuole formarsi. Il gruppo che assolutamente non vuole formarsi Il segmento che non vuole formarsi è abbastanza piccolo (il 6% del totale del gruppo). Hanno un buon lavoro e sono soddisfatti dal loro lavoro. Di solito sono giovani ed hanno avuto una buona istruzione. Più spesso degli altri hanno partecipato a corsi di formazione in passato e sanno dove trovare informazione ed accedere alla formazione. Hanno come minimo il diploma di scuola superiore e la maggior parte ha meno di 30 anni. Quando gli è stato chiesto con che frequenza affrontano le barriere percepite, la risposta più comune è stata mai, che è una risposta atitetica rispattoa al resto del gruppo interrogato. In altre parole, non hanno problemi nel mercato del lavoro e, quind,i non avvertono il bisogno di formarsi. La conclusione più importante da trarre da quest analisi è il fatto che essi costituiscono solo il 6% della popolazione totale. In altre parole, il 94% del gruppo su cui si è concentrata la ricerca vuole o può considerare la partecipazione alla formazione.

20 20 Training Needs of Young Immigrants within European Countries Il gruppo che non lavora Il gruppo di immigrati interrogati che non lavora consta di 55 persone, che corrisponde al 30% del gruppo totale (186 persone). Sorprendentemente, non si può osservare una percezione maggiore di barriere al mercato del lavoro. Inoltre, non si può osservare una propensione maggiore alla formazione (con l eccezione di Capacit{ di lavorare in squadra: il 78% in confronto alla media del 69% e Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro: il 64% in confronto alla media del 58%).Infine, un numero inferiore alla media non vuole formarsi. Per questo gruppo l azione di sensibilizzazione sull importanza della formazione sembra importante. Questo messaggio promozionale dovrebbe enfatizzare la possibilit{ di ottenere un buon lavoro alla fine del percorso. La conclusione generale su questo segmento: Non avere un lavoro non sembra essere una motivazione sufficiente per formarsi. In altre parole, non avere un lavoro non è una sufficiente giustificazione per formarsi. Si devono anche considerare, quindi, altri aspetti, tuttavia, questo è un segmento importante per la formazione. Il gruppo che è insoddisfatto con il lavoro Esiste un gruppo considerevole che rappresenta il 19% del totale, che non è soddisfatto del proprio lavoro attuale. Il gruppo crede più della media che il proprio lavoro non corrisponda al suo livello di istruzione. Più della media ha bisogno di formazione in ragione di: Aspettative sbagliate (troppo alte/basse); Bassa conoscenza di eventuali agenzie ed opportunit{ formative; Difficolt{ di correlate agli strumenti elettronici per la ricerca del lavoro; bassa capacit{ di accedere alle fonti di informazione. Le ultime due sono connesse al fatto che hanno meno conoscenze della media su dove reperire informazioni sulla formazione. La formazione più richiesta da questo gruppo riguarda: (Comunicazione e capacit{ di interagire (incomprensioni comportamentali-culturali) (il 94% degli interrogati); Capacit{ di gestire un colloquio, presentarsi, ecc -(il 92% degli interrogati); Conoscenza di eventuali agenzie ed opportunit{ formative -(l 88% degli interrogati); Capacit{ di accedere alle fonti di informazione - (l 88% degli interrogati) Sembra che questo gruppo abbia bisogno di informazioni ben precise. Il messaggio promozionale dovrebbe enfatizzare la possibilit{ di incrementare la soddisfazione nel lavoro. La conclusione generale: anche se l informazione sulla formazione è considerata meno preferibile in media dagli interrogati, c è un gruppo che la considera importante. Questo, tra l altro, è il gruppo che è meno soddisfatto del proprio lavoro. Inoltre, non avere un lavoro non sembra essere una motivazione sufficiente per formarsi. Il gruppo che è soddisfatto con il lavoro Poiché non essere soddisfatti del lavoro può incoraggiare le persone a formarsi, si potrebbe ipotizzare che l opposto- essere soddisfatti del lavoro- può non incoraggiare gli interrogati a formarsi. Tuttavia, questo non è il nostro caso. C è un gruppo considerevole che è soddisfatto del lavoro attuale. Il gruppo consiste di 41 persone, che corrisponde al 22% del totale (186 persone). Questo gruppo in più della media dei casi è venuto in Italia con il partner e/o la famiglia; in più della media dei casi ha un lavoro stabile a tempo pieno; in più della media dei casi crede che il lavoro

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro EXECUTIVE SUMMARY 2 Executive Summary La ricerca si è proposta di indagare il tema del rapporto Giovani e Lavoro raccogliendo il punto di vista di

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro

Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro Quale evoluzione nelle aziende europee? II edizione - Dicembre 2010 Autori: Sara Faglia Federico Pezzolato Kristina Svanteson INDICE Principali

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

Tirocini: uno sguardo all Europa

Tirocini: uno sguardo all Europa www.adapt.it, 18 luglio 2011 Tirocini: uno sguardo all Europa di Roberta Scolastici SCHEDA TIROCINI IN EUROPA Francia Spagna Lo stage consiste in una esperienza pratica all interno dell impresa, destinata

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura L ECC la sua sperimentazione in Italia Evert-Jan Hoogerwerf (AIAS Bologna onlus) Referente dell ECC per Italia Membro del CD dell ECC Creare una base comune per il lavoro di cura Piano di lavoro 1. Comprensione

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Inclusione Finanziaria e Mercato del Migrant Banking

Inclusione Finanziaria e Mercato del Migrant Banking Inclusione Finanziaria e Mercato del Migrant Banking Aspetti e criticità del mercato, esperienze nazionali e internazionali, proposte di sviluppo In collaborazione con: PREFAZIONE... 3 INTRODUZIONE...

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE V MOD2 FR GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE INIZIATIVE DI FRANCHISI NG DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II Introduzione Questa guida è stata realizzata per

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 INDICE Introduzione pag. 3 Il campione di indagine. pag. 4 L'indagine: ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA. EVOLUZIONE,

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020. Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020

Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020. Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020 Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020 Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020 Simona De Luca, Anna Ceci UVAL DPS Roma 11 luglio 2013 Indice 1. Indicatori: un modo

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI

I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI 11 luglio 2012 Anno 2011 I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI Il 59,5% dei cittadini afferma che nel nostro Paese gli immigrati sono trattati meno bene degli italiani. In particolare, la maggior parte degli

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

ForAge Il primo Rapporto annuale

ForAge Il primo Rapporto annuale ForAge Il primo Rapporto annuale Cos'é ForAge E' una rete multilaterale europea che ha lo scopo, per contribuire ad alti livelli qualitativi nella ricerca e nella pratica, di informare su tutto quanto

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

PROGETTO PROVINCIALE CONCILIAZIONE TRA TEMPI DI VITA E TEMPI DI LAVORO DEI DIPENDENTI DELLA PROVINCIA DI FORLì-CESENA

PROGETTO PROVINCIALE CONCILIAZIONE TRA TEMPI DI VITA E TEMPI DI LAVORO DEI DIPENDENTI DELLA PROVINCIA DI FORLì-CESENA Servizio Istruzione, Formazione e Politiche del Lavoro Ufficio Pianificazione Azioni di sistema, formazione per utenze svantaggiate e femminili PROGETTO PROVINCIALE CONCILIAZIONE TRA TEMPI DI VITA E TEMPI

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Gentili colleghi, il presente questionario ha lo scopo di raccogliere le vostre percezioni relativamente

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

L'apprendistato di I e III livello e le istituzioni formative

L'apprendistato di I e III livello e le istituzioni formative L'apprendistato di I e III livello e le istituzioni formative di Umberto Buratti Biella, 27 gennaio 2012 APPRENDISTATO DI PRIMO LIVELLO PRIMA D. lgs. n. 276/2003, art. 48 DOPO D. lgs. n. 167/2011, art.

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Convegno Romeni emergenti o emergenza Romania? Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Prof. Stefano Rolando Segretario generale delle e Direttore scientifico

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli