REPORT DI SINTESI ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO DI GIOVANI IMMIGRATI NEI PAESI DELL UNIONE EUROPEA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPORT DI SINTESI ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO DI GIOVANI IMMIGRATI NEI PAESI DELL UNIONE EUROPEA"

Transcript

1 REPORT DI SINTESI ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO DI GIOVANI IMMIGRATI NEI PAESI DELL UNIONE EUROPEA

2

3 Analisi del fabbisogno formativo di giovani immigrati nei Paesi dell Unione Europea Report di sintesi in Italiano Redatto da prof. Piotr Niedzielski L Universit{ di Stettino, Polonia dr Leszek Gracz - L Universit{ di Stettino, Polonia Katarzyna Łobacz - L Universit{ di Stettino, Polonia In collaborazione con Miltos Pavlou - i-red Institute for Rights Equality & Diversity, Greece Traduzione a cura di Prism Consulting S.r.L Questo Report contiene i risultati della ricerca condotta in 5 paesi: l Irlanda, l Italia, il Regno Unito, la Polonia e la Spagna nell aambito del progetto Pathways to Work: An Employment Upgrade Programme Training Programme for Young Immigrants (ACCORDO NO. UK/09/LLP-LdV/TOI- 163_252, PROGETTO NO GB2-LEO ). Il lavoro si basa sulle conclusioni e le raccomandazioni emerse dai report redatti dalle Organizzazioni dei paesi partner (Springboard Opportunities Ltd., CONFORM Consorzio Formazione Manageriale, Fundación Laboral del Metal, Immigrant Council of Ireland, The University of Szczecin) in base ad una comune metodologia di ricerca messa a punto da un esperto in ricerca dell Universit{ di Stettino. Szczecin Belfast Dublin Santander Avellino 2010

4

5 CONTENUTO Contenuto... 5 Terminologia... 7 Background metodologico... 9 RIsultati della ricerca Conclusioni generali Le barriere al mercato del lavoro percepite dagli immigrati La volont{ di formarsi Il processo decisionale nella scelta della formazione I segmenti per i quali targettizare la formazione Il gruppo che assolutamente sarebbe d accordo a formarsi Il gruppo che assolutamente non vuole formarsi Il gruppo che non lavora Il gruppo che è insoddisfatto con il lavoro Il gruppo che è soddisfatto con il lavoro Raccomandazioni generali per i percorsi formativi Raccomandazioni per ogni modulo Modulo 1: Incrementare l autostima e l auto consapevolezza Modulo 2: Sviluppare le competenze per lavorare in Team e per comunicazione Modulo 3: Conoscere i diritti del lavoratore Modulo 4: Career Preparation Modulo 5: Competenze per cercare lavoro e tecniche di colloquio... 23

6

7 TERMINOLOGIA Immigrazione 1 - un azione con la quale una persona stabilisce sua residenza nel territorio di un Paese per un periodo che è, o si aspetta che sia, di almeno dodici mesi, essendo stato precedentemente residente in un altro Paese Immigrato 2 - una persona che immigra, indipendentemente della nazionalit{, incluso: (1)immigrato nazionale - una persona che torna al suo Paese di cittadinanza, essendo precedentemente vissuto all estero. Cittadini che ritornano include cittadini nazionali nati all estero che non sono precedentemente stati residenti nel loro Paese di cittadinanza; (2) immigrato UE un cittadino di uno Stato Membro dell UE-27 che migra ad un altro Stato Membro incluso (che ritorna) al suo Paese di cittadinanza, rispetto ad un immigrato non UE; (3) immigrato non-nazionale UE - un immigrato che ha la cittadinanza di uno Stato Membro dell UE-27 (incluso Bulgaria e Romania) diverso da quello verso cui lui/lei sta migrando; (4) immigrato non-ue - un immigrato che non ha la cittadinanza di uno Stato Membro dell UE Secondo la definizione contenuta nelle statistiche Eurostat. Un approccio che assicura il confronto con dati statistici ufficiali europei in materia di immigrazione 2 Secondo la definizione contenuta nelle statistiche Eurostat. Un approccio che assicura il confronto con dati statistici ufficiali europei in materia di immigrazione

8

9 Background metodologico 9 BACKGROUND METODOLOGICO Nell ambito del progetto Pathways to work la ricerca è stata condotta per: - Acquisire una profonda conoscenza delle attitudini attuali degli immigrati, delle barriere percepite e degli ostacoli all impiego soddisfacente e ad un livello adeguato; - Acquisire una comprensione globale dei fabbisogni formativi degli immigrati per permettere loro di trovare un lavoro adeguato. Poiché il target group giovani immigrati è abbastanza difficile da raggiungere e stimare, il quadro del campione non era disponibile. Pertanto, è stato implementato un metodo di campionamento semi-quota, ciò significa che la ricerca è stata condotta cercando diverse tipologie di interlocutori in base alle variabili assunte nel piano di ricerca, che è stato elaborato con il sostegno di un specialista, e che si può considerare affidabile. E stato implementato un piano di ricerca in tre fasi: studio di dati sull immigrazione (ricerca secondaria) nonché un intervista durante un Focus Group e un sondaggio attraverso la somministrazione e la compilazione di questionari (ricerca primaria). L intervista tramite Focus Group è stata organizzata come un intervista transnazionale, ed ha avuto luogo in tutti i Paesi coinvolti (Italia, Polonia, Spagna, Irlanda, Regno Unito): - Polonia: Il Focus Group con Intervista svolto nell edificio presso l Universit{ di Stettino, il 20 gennaio 2010, con un gruppo di 10 immigrati - Regno Unito: Il Focus Group con Intervista svolto presso lo Springboard Opportunties Ltd, il 25 gennaio 2010, con un gruppo di 13 immigrati - Italia: Il Focus Group con Intervista svolto presso la sede del CONFORM-Consorzio Formazione Manageriale, il 28 gennaio, con un gruppo di 13 immigrati - Spagna: Il Focus Group con Intervista svolto presso la Fundación Laboral del Metal, il 28 gennaio 2010, con un gruppo di 10 immigrati - Irlanda: Il Focus Group con Intervista svolto il 5 febbraio 2010 con un gruppo di 8 immigrati. Due ulteriori interviste sono state svolte il 23 febbraio e il 24 febbraio 2010, per un totale di 10 interviste condotte. Il questionario è stato progettato come uno strumento web based in quattro lingue distinte (Inglese, Polacco, Spagnolo, Italiano) su cinque piattaforme web (uno per ogni paese). La raccolta dei dati è stata ultimata nella tempistica di seguito descritta: - Polonia: 3 marzo - Italia: 4 marzo - Regno Unito: 7 marzo - Spagna: 9 marzo - Irlanda: 15 marzo Dopo aver filtrato le risposte (escludendo i questionari compilati), risultavano 186 questionari completati. Il numero dei questionari per Paese viene di seguito elencato: - Polonia: 20 - Regno Unito; 21 - Spagna: 22 - Irlanda: Italia: 21

10 10 Training Needs of Young Immigrants within European Countries In entrambi i focus group e nella ricerca di sondaggio gli adempimenti minimi per il campionamento sono stati raggiunti. RISULTATI DELLA RICERCA Conclusioni generali Le conclusioni generali dai risultati dei focus group sono le seguenti: - Non risulta una notevole differenza nella situazione degli immigrati nei Paesi partner. Loro percepiscono barriere simili. La dimensione ed il livello delle barriere percepite dipendono dall esperienza precedente sul mercato del lavoro locale o internazionale. - Gli immigrati esprimono un grande fabbisogno formativo. Sono convinti che la formazione idonea li aiuter{ a migliorare la loro situazione lavorativa ed a cambiare la loro posizione sul mercato del lavoro. - Precedenti esperienze con la formazione non impattano significativamente sulla loro volont{ di formarsi ulteriormente. La più importante barriera percepita rispetto alla formazione è rappresentata dal fattore tempo dovuto a impegni familiari o alla necessit{ di dover lavorare. - Il fabbisogno formativo degli immigrati è simile in tutti i Paesi. Le aree di formazione più significative identificate sono: formazione professionale (formazione on the job); competenze personali, presentarsi, saper comunicare, cercare lavoro; sistemi e regolamentazione del mercato di lavoro (evoluzioni nel mercato del lavoro, strutture di sostegno nazionali, regolamentazione legale del mercato del lavoro, finanziamneti per gli immigrati per avviare un impresa) - Gli immigrati percepiscono la formazione come un processo lungo tutta la vita, poiché è l unico modo per sviluppare una carriera e sostenere l impiego. Oltre ad ulteriori qualifiche, percepiscono che lo sviluppo personale sia importante. - La necessit{ di un prorio sviluppo sembra essere, mediamente, la più avvertita, tuttavia gli immigrati dichiarano di aver difficolt{ nell accedere alla formazione rispondente ai proribisogni. - Le caratteristiche più importanti della formazione di cui fruire, dichiarate dagli immigrati sono: un rapporto costo-beneficio efficiente in rapporto all onere economico ed al tempo invstito, elasticit{ nell apprendimento e possibili qualifiche da acquisire. Le conclusioni principali che emergono dai risultati del questionario sono le seguenti: - Quasi la met{ degli interrogati (45% - vedesi la domanda no. 1) ha lasciato il proprio Paese per motivi economici. Il reinpatrio ed i motivi di ordine religioso risultano raramente tra le ragioni dell immigrazione. - La maggioranza degli interrogati è venuta nel Paese ospitante da soli o con un partner. Solo il 12% è venuto con bambini (vedesi la domanda no.2). - Un terzo degli interrogati considera il Paese ospitante non come Paese target ma come una tappa della loro migrazione (vedesi la domanda no 3). - Circa il 2/3 degli interrogati ha un lavoro. Il 30% non lavora e il 45% ha un lavoro a tempo pieno (vedesi la domanda no 6). - Gli interrogati sono contenti del loro lavoro (solo il 27% non lo è). Tuttavia si rendono conto che il lavoro è al di sotto delle loro qualifiche ed attese (il 41% dichiara che il loro lavoro attuale non corrisponde al proprio livello di istruzione (vedesi le domanda no 8 e 9). - Gli interrogati sono o ottimisti oppure hanno poche aspettative, poiché il 61% dichiara che le loro aspettative di lavoro sono razionali (vedesi la domanda no 11). - La maggior parte degli interrogati è disposta a formarsi. I corsi più richiesti riguardano: competenze di auto presentazione (il 48% ha riposto assolutamente si); la procedura di qualificazione, intervista, auto presentazione, ecc (il 46% ha riposto assolutamente si); la

11 RIsultati della ricerca 11 conoscenza di strutture e di opportunit{ di istruzione e formazione professionale (il 45% ha riposto assolutamente si); la comunicazione e le competenze sociali (incomprensioni comportamentali - culturali) (il 45% ha riposto assolutamente si). Quello che è importante è che il 31% ha risposto assolutamente si anche per la formazione meno diffusa. - Gli interrogati indicano che hanno il tempo per formarsi. Il 70% sarebbe d accordo ad investire più di 6 ore nella formazione e il 54% sarebbe d accordo ad investire 3 ore al giorno nella formazione. - Più della met{ degli interrogati ha frequentato un corso in precedenza (varia significativamente da paese a paese). Sanno anche dove trovare informazioni per accedere ai corsi. Infine, quasi la met{ non sa nulla di ciò. - Più della met{ degli interrogati è avvezza alla formazione online. - La formazione blended o e-learning è il modo più diffuso per frequentare i corsi (rispettivamente il 21% e il 21%) per il 41% degli interrogati. - Sorprendentemente, non ci sono differenze significative tra gli immigrati provenienti dall UE e dall extra UE. Salvo per alcune eccezioni, gli immigrati non UE non si trovano in situazioni peggiori di quelli dall UE (e l eccezione più importante è quello del 47% degli immigrati non UE che non hanno un lavoro, in confronto al 21% degli EU immigrati provenienti dall UE senza lavoro). Quindi non si possono confermare le ipotesi che gli immigrati provenienti da territori extra UE sono più discriminati o in una situazione peggiore nel mercato di lavoro. Le barriere al mercato del lavoro percepite dagli immigrati. Diverse sono le barriere che i giovani immigrati affrontano in paesi stranieri che sono state identificate. Sono le stesse che sono state precedentamente identificate in studi più ampi (come la discriminazione, diversa situazione di mercato e strutture di amministrazione, equipollenza delle competenze e riconoscimento, la lingua, il networking). Queste barriere non sono molto diverse nei diversi Paesi ma sono poco dipendenti dalle esperienze precedenti degli immigrati. Le barriere percepite dagli immigrati sono contenute in Tabella 1 (Risultati del Focus Group con intervista). Tabella 1. Barriere al mercato di lavoro percepite dagli immigrati i risultati incrociati dei Focus Group svolti nei diversi paesi Paese Regno Unito Irlanda Polonia Italia Spagna Barriere più importanti percepite dagli immigrati Le differenze linguistiche; le differenze culturali; le loro esperienze/qualifiche vengono ignorate; occupazioni a basso reddito; meno sostegno dal governo, a.e finanziamenti e formazione; mancanza di competenze; mancanza di opportunità di formazione; incertezza dell accesso alla formazione; minor sicurezza del lavoro e migranti spesso concentrati in lavori poco qualificati in settori pericolosi. Discriminazione in termini di colore, lingua, religione ed etnica, l importanza di esperienza lavorativa pratica e la difficoltà come migrante ad acquisirla (non avere la nazionalità irlandese ha incrementato la difficoltà di superare il primo passo a rimuovere questa barriera, a prescindere se un esperienza senza stipendio o un lavoro a tempo pieno),l impossibilità di competere in condizioni di parità con candidati autoctoni. Competenze linguistiche; mancanza di fiducia in immigrati; addirittura paura di assumerli; stereotipi negativi; burocrazia del paese impegna tempo, è demotivante, complicata; mancanza di qualifica degli immigrati; la necessità di aiuto e sostegno; la percezione di istruzione in altri paesi; la misura della città; la protezione del mercato del lavoro del paese; la mancanza di un ufficio specifico che affronta le problematiche degli immigrati; i datori di lavoro non investono nel personale; datori di lavoro vogliono competenze alte ma non sono disposti a pagare gli immigrati per avere quelle competenze. La difficoltà nell accesso alle informazioni e nella comprensione delle logiche e delle dinamiche del mercato del lavoro; la concentrazione in lavori che sono poco qualificati; la mancanza di stabilità nel lavoro. La discriminazione; non avere le qualifiche giuste per il lavoro; esperienza/studi fatti nel paese di origine non valutate; mancanza di esperienza nel campo di lavoro richiesto; non essere autoctono; la recessione economica; la mancanza di documentazione che dimostra la prova di residenza; la necessità di passare attraverso il processo di selezione con successo; la necessità di rendere la vita lavorativa compatibile con la vita familiare nel caso di mamme con bambini. Fonte: Ricerca con il focus group Senza dubbio la barriera che più percepiscono gli immigrati è la competizione nel mercato del lavoro. Gli immigrati percepiscono di essere meno competitivi dei candidati autoctoni. Per competere, devono essere più qualificati ed aver maggiore esperienza. In termini di discriminazione, l esperienza

12 12 Training Needs of Young Immigrants within European Countries indicata nella domanda dovrebbe riferirsi al mercato del lavoro domestico. I certificati ottenuti nel Paese ospitante sono di pari importanza e confermano un livello di qualifica serio. Contrariamente, è spesso difficile avere le informazioni sul riconoscimento dell istruzione e della formazione continua e richiede molto tempo e sforzo per acquisire le informazioni corrette sui corsi disponibili. Le differenze nei sistemi del mercato di lavoro spesso variano molto da Paese in Paese e portano a confondere le persone che cercano lavoro. Le procedure burocratiche rendono tale aspetto ancora più difficile. Inoltre la mancanza di consapevolezza (mancanza di conoscenza, mancanza di comprensione) delle differenze culturali a volte rendono le procedure impossibili, a causa delle incomprensioni comportamentali - culturali. Per quanto riguarda le barriere percepite dagli immigrati al mercato di lavoro, i risultati emersi dal confronto degli esiti dei focus group dimostrano che il contesto più ampio delle percezioni è riferito allo svantaggio nell occupazione. I risultati del sondaggio sono presentati nella Tabella 2 e la figura 1 presenta i dati in forma grafica. Tabella 2. Barriere al mercato di lavoro percepite dagli immigrati Barriera percepita Spesso Avvolte Somma Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) 33% 33% 66% Procedure burocratiche 27% 32% 59% Affrontare la procedura di qualificazione 26% 32% 58% Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) 18% 39% 58% Abilità comunicative e sociali 22% 34% 56% Capacità di costruire un percorso professionale 19% 37% 55% Capacità di presentarsi 26% 28% 54% Conoscenza di strutture e opportunità formative 28% 26% 54% Accesso alle fonti di informazione 20% 32% 52% Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori 26% 24% 51% Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro 22% 28% 51% Orientamento alla carriera e scelta di impiego 13% 37% 51% Capacità di scrivere un CV 20% 26% 46% Capacità di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri 22% 21% 42% Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro 16% 26% 42% Fonte: Elaborazione questionario Quello che si deve notare é che anche la barriera meno percepita strumenti elettronici per ricercare il lavoro viene percepita da quasi la met{ degli interrogati (il 42%). Quindi sarebbe un assunzione falsa considerare la preparazione del curriculum, le competenze per lavorare in team e gli strumenti elettronici per trovare lavoro come ostacoli poco importanti per gli immigrati per accedere al mercato del lavoro. Tuttavia, per considerando un gruppo con un alta consapevolezza delle TIC, le nuove tecnologie rappresentano barriere importanti che gli immigrati dovranno affrontare. Possiamo assumere che ci sono barriere meno ostative, ma che sono ugulemente importanti. Consideriamo la barriera Aspettative sbagliate (troppo alte/basse). Sebbene solo il 18% degli interrogati percepisca questa come una barriera frequente, il 39% lo percepisce in maniera saltuaria. Questo probabilmente indica che questa barriera appare prevalentamente durante la ricerca del lavoro ma non quando si lavora. Lo stesso vale per la creazione del percorso di carriera, l orientamento alla carriera, la scelta dell occupazione, e l accesso alle fonti di informazione.

13 RIsultati della ricerca 13 Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro Capacità di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri Capacità di scrivere un CV Orientamento alla carriera e scelta di impiego Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori Accesso alle fonti di informazione Conoscenza di strutture e opportunità formative Capacità di presentarsi Capacità di costruire un percorso professionale Abilità comunicative e sociali Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) Affrontare la procedura di qualificazione Procedure burocratiche Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) 16% 22% 20% 13% 22% 26% 20% 28% 26% 19% 22% 18% 26% 27% 33% 26% 21% 26% 37% 28% 24% 32% 26% 28% 37% 34% 39% 32% 32% 33% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% spesso avvolte Figura 1. Barriere al mercato del lavoro percepite dagli immigrati Fonte: Elaborazione questionario La percezione delle barriere al mercato di lavoro è piuttosto, simile sia per immigrati provenienti da paesi non UE, sia quelli dall UE. Gli immigrati non UE percepiscono alcune barriere come più importanti (specialmente Conoscenza dei diritti e dei doveri dei lavoratori ; Orientamento alla carriera e scelta dell occupazione ), mentre altri fattori ostativi vengono percepiti come più importanti dagli immigrati provenienti dall UE (specialmente Capacit{ di scrivere un CV ; Competenze di comunicazione e sociali (incomprensioni comportamentali- culturali) ). Tuttavia, il 47% degli immigrati provenienti da fuori UE non ha un lavoro, in confronto al 21% degli immigrati provenienti dall UE che è senza lavoro (vedesi la Tabella 3). Tabella 3. Status lavorativo di immigrati provenienti da diversi paesi Attualmente hai un lavoro? Vecchi 15 paesi UE Nuovi 12 paesi Paesi non UE Paesi UE (insieme) UE Si, regolare tempo pieno 14% 59% 34% 51% Si, regolare part time 33% 15% 14% 18% Sì, ma non riconosciuto 14% 9% 5% 10% No, non ho un lavoro 38% 17% 47% 21% Fonte: Elaborazione questionario La volont{ di formarsi Quello che sembra sorprendente ed inatteso è la volont{ degli immigrati di formarsi. Gli immigrati percepiscono la formazione come un processo lungo, poiché è l unico modo per sviluppare la carriera e sostenere l occupazione. Questo è stato anticipato nell intervista del focus group e confermato nel sondaggio online. In relazione alle aree di formazione elencate in Tabella 5, il 69% degli immigrati vuole frequentare al meno un corso e quasi la met{ degli interrogati (il 47%) vuole frequentare al meno 5 corsi. Il gruppo che non vuole formarsi affatto consiste dell 31% degli interrogati (Tabella 4).

14 14 Training Needs of Young Immigrants within European Countries Oltre all aggiornamento delle qualifiche, gli immigrati percepiscono lo sviluppo personale come un fattore importante. Questa necessit{ di sviluppo sembra essere più richiesta della media. Gli immigrati percepiscono la formazione come un mezzo importante per superare le barriere che affrontano nel mercato del lavoro. Generalmente si possono identificare quattro aree di fabbisogno formativo: - La formazione professionale (on the job training) - Competenze personali, la presentazione, la comunicazione, la ricerca del lavoro - Sistemi del mercato del lavoro e normative (evoluzioni nel mercato del lavoro, strutture di supporto nazionale, normative legali del mercato del lavoro) - Formazione all impresa (avviare e sviluppare un impresa, la concessione di fondi agli immigrati per avviare un impresa). Questi fabbisogni formativi sono simili a quelli espressi da altri giovani che entrano nel mercato del lavoro ma, essendo purtroppo visti in modo diverso, dovrebbero superare le barriere, la carenza di conoscenze sociali, economiche e legali per poter vivere in un paese straniero. Tabella 4.Volont{ di formarsi Volontà di formarsi Interrogati % Non ci sono corsi cui vorrei sicuramente partecipare 57 31% C è solo un corso cui vorrei assolutamente partecipare 14 8% Ci sono tra 2-4 corsi cui vorrei assolutamente partecipare 26 14% Ci sono tra 5-9 corsi cui vorrei assolutamente partecipare 34 18% Ci sono tra corsi cui vorrei assolutamente partecipare 34 18% Vorrei assolutamente partecipare a tutti i 16 corsi 21 11% Fonte: Elaborazione questionario I risultati dell intervista del Focus Group per quanto riguarda i fabbisogni formativi percepiti dagli immigrati sono illustrati nella Tabella 5. I risultati del sondaggio sulle barriere al mercato del lavoro sono illustrati nella Tabella 6 e nella 7, mentre le figure 2 e 3 presentano i dati in forma grafica. Tabella 5. Fabbisogni formativi di migranti il confronto incrociato dei risultati dai diversi paesi Paese Regno Unito Irlanda Polonia Italia Fabbisogni formativi di migranti I risultati della ricerca illustrano l importanza che i migranti danno alla necessità di sviluppare le loro competenze e abilità per migliorare la loro posizione nel mercato del lavoro; la necessità di acquisire work experience, anche di sviluppare obiettivi di carriera personale e strutturare il proprio curriculum vitae; concentrarsi principalmente in ciò che vogliono essere per diventare più appetibili ai datori di lavoro. Complessivamente la Tabella illustra l importanza che i migranti danno allo sviluppo delle loro competenze e abilità personali. Il gruppo ha identificato alcuni fabbisogni formativi generici: Il bisogno di più apprendistati/formazione professionale; La formazione on the job; Il potenziamento dell auto stima per aiutarli ad affrontare processi di esclusione e marginalizzazione dal mercato del lavoro oltre alle altre barriere che affrontano come immigrati. I partecipanti avvertono il bisogno di formazione nei seguenti ambiti: Redazione di un CV,la procedura di riconoscimento delle proprie qualifiche, preparazione per un colloquio, auto-presentazione, ecc Conoscenze della normativa che disciplina il lavoro Il Business plan, avviare un impresa, il reperimento di finanziamenti Come comportarsi e comunicare negli uffici statali Corsi di lingua Formazione sulla cultura locale Formazione professionale 1. La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze riguardo alle evoluzioni nel mercato del lavoro 2. La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze riguardo al quadro legislativo 3. La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze riguardo all uso di canali informativi e alle tecnologie informatiche e comunicative 4 La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze in relazione al lavoro di squadra e comunicazione efficace 5. La necessità di sviluppare le proprie conoscenze e competenze in relazione al career marketing

15 RIsultati della ricerca 15 Spagna Segue un elenco delle competenze e abilità di cui hanno bisogno gli immigrati per migliorare la propria posizione nel mercato del lavoro: 1. La formazione su come trovare lavoro 2. Adattarsi alle esigenze del mercato del lavoro 3. Ottenere qualifiche di base nel paese ospitante per poi trovare un lavoro 4. Avere una presenza positiva e sapere come essere assertivi, astuti e avere la volontà di apprendere 5. Competenze in programmi informatici 6. Conoscenza di terminologia tecnica, anche per coloro che parlano la stessa lingua Fonte: Ricerca basata sull intervista del Focus Group Secondo il sondaggio i corsi di formazione preferiti dagli immigrati sono: - Comunicazione e competenze sociali (incomprensioni comportamentali-culturali) - La procedura di riconoscimento delle proprie qualifiche, colloqui, come presentarsi, ecc - Capacit{ di presentarsi - Capacit{ di creare un percorso di carriera (scelta di un percorso professionale) - La conoscenza delle strutture di formazione professionali e opportunit{ - La concorrenza (da altri candidate con pari competenze) Gli stessi immigrati sono meno interessati alla formazione sulle seguenti tematiche: - Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro - Le procedure burocratiche - Orientamento alla carriera e scelta del lavoro - Capacit{ di accedere alle fonti di informazione - Capacit{ di lavorare in squadra (capacit{ di lavorare in squadra e interagire con altre persone) Tabella 6. La formazione preferita dagli immigrati Formazione Parteciperebbe assolutamente a questo corso Parteciperebbe piuttosto a questo corso Comunicazione e capacità di interagire (comportamenti-differenze culturali) 45% 35% 79% Affrontare la procedura di qualificazione, colloquio, auto-presentazione, ecc 46% 31% 78% Capacità di presentarsi 48% 28% 76% Capacità di creare un percorso di carriera (scelta di un percorso professionale) 39% 35% 73% Conoscenza di eventuali agenzie e opportunità formative 45% 26% 72% Competizione (rispetto ad altri lavoratori ugualmente qualificati) 37% 34% 71% Capacità di scrivere un CV 41% 29% 70% Capacità di lavorare in squadra 40% 29% 69% Conoscenza dei diritti e dei doveri dei lavoratori 40% 29% 69% Capacità di creare un percorso di carriera (scelta di un percorso professionale) 34% 34% 68% Comprensione dei bisogni emergenti nell ambito del mercato del lavoro 39% 28% 68% Capacità di accedere alle fonti di informazione 36% 29% 65% Procedure burocratiche 39% 26% 65% Aspettative sbagliate (troppo alte/basse) 30% 33% 63% Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro 33% 24% 58% Fonte: Elaborazione questionario Somma Il dato da considerare è la stima della domanda attuale di formazione. La regola del 90/30 i è comunemente accettata nella ricerca. Applicando questo metodo, in base ai risultati rilevati emerge che la partecipazione più probabile alla formazione riguarder{ i seguenti ambiti di apprendimento: Capacit{ di presentarsi (51,38%), Capacit{ di gestire un colloquio, presentarsi, ecc (51,12%) e comunicazione e competenze sociali (incomprensioni comportamentali-culturali) (50,61%).

16 16 Training Needs of Young Immigrants within European Countries Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) Procedure burocratiche Accesso alle fonti di informazione Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro Orientamento alla carriera e scelta di impiego Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori Capacità di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri Capacità di scrivere un CV Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) Conoscenza di strutture e opportunità formative Capacità di costruire un percorso professionale Capacità di presentarsi Affrontare la procedura di qualificazione Abilità comunicative e sociali 33% 30% 39% 36% 39% 34% 40% 40% 41% 37% 45% 39% 48% 46% 45% 24% 33% 26% 29% 28% 34% 29% 29% 29% 34% 26% 35% 28% 31% 35% 0% 20% 40% 60% 80% Assolutamente si Piuttosto si Figura 2. La formazione preferita dagli immigrati Fonte: Elaborazione questionario Come illustrato nella figura 2, le differenze tra i tipi di corsi non sono significative. La differenza tra il corso meno preferito e quello più appetibile dagli immigrati è di solo il 21%, che non è uno scarto molto alto. Tabella 7. La formazione meno preferita dagli immigrati Formazione Piuttosto no Assolutamente no Somma Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro 17% 17% 34% Procedure burocratiche 15% 12% 27% Orientamento alla carriera e scelta di impiego 16% 10% 26% Accesso alle fonti di informazione 15% 11% 26% Capacità di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri 19% 7% 26% Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) 14% 11% 25% Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori 16% 8% 24% Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro 16% 7% 23% Conoscenza di strutture e opportunità formative 14% 9% 23% Capacità di scrivere un CV 9% 13% 23% Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) 12% 7% 20% Capacità di costruire un percorso professionale 10% 9% 19% Capacità di presentarsi 10% 7% 17% Abilità comunicative e sociali 9% 7% 16% Affrontare la procedura di qualificazione 10% 5% 15% Fonte: Elaborazione questionario La formazione che la maggior parte degli immigrati rifiuta non dovrebbe essere considerata poco importante. Anche se c è un numero considerevole d immigrati che non vuole frequentare questi corsi, ci sono ancora molte nicchie per la formazione proposta, anche per quella meno preferita.

17 RIsultati della ricerca 17 Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro Procedure burocratiche Capacit{ di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri Accesso alle fonti di informazione Orientamento alla carriera e scelta di impiego Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori Capacit{ di scrivere un CV Conoscenza di strutture e opportunit{ formative Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) Capacit{ di costruire un percorso professionale Capacit{ di presentarsi Abilit{ comunicative e sociali Affrontare la procedura di qualificazione 17% 15% 19% 15% 16% 14% 16% 9% 14% 16% 12% 10% 10% 9% 10% 13% 7% 9% 7% 7% 5% 12% 7% 11% 10% 11% 8% 9% 7% 17% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Piuttosto no Assolutamente no Figura 3. La formazione meno preferita dagli immigrati Fonte: Elaborazione questionario Riassumendo, rispetto alla volont{ di partecipare alla formazione si dovrebbe dire che in generale gli immigrati, hanno le loro preferenze ma l idea della formazione gli è molto chiara e vogliono beneficiare di diverse tipologie di corsi di formazione. Capacit{ di presentarsi Capacit{ di lavorare in gruppo e comunicare con gli altri Abilit{ comunicative e sociali Capacit{ di costruire un percorso professionale Affrontare la procedura di qualificazione Comprensione dei bisogni emergenti nel mercato del lavoro Consapevolezza dei diritti e doveri dei lavoratori Conoscenza di strutture e opportunit{ formative Procedure burocratiche Accesso alle fonti di informazione Capacit{ di scrivere un CV Orientamento alla carriera e scelta di impiego Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro Concorrenza (da altri candidati con stesse qualifiche) Aspettative sbagliate (troppo alte- troppo basse) 43% 31% 39% 32% 44% 33% 34% 46% 35% 31% 40% 29% 29% 35% 25% 56% 55% 54% 52% 50% 50% 49% 45% 45% 45% 44% 44% 42% 40% 39% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% Paesi UE Paesi extra UE Figura 4. La formazione preferita dagli immigrati provenienti da paesi UE e da fuori dell UE Fonte: Elaborazione questionario

18 18 Training Needs of Young Immigrants within European Countries Gli immigrati provenienti da fuori dell UE sono più disposti a formarsi ed a partecipare a corsi. Questo è particolarmente rilevante per il corso inerente la Capacit{ di lavorare in squadra (capacit{ di lavorare in squadra e interagire con altre persone) - il 55% degli immigrati provenienti da fuori dell UE che assolutamente vorrebbe partecipare a questa formazione in confronto al 31% degli immigrati proveniente dall UE; Capacit{ di creare un percorso di carriera (scelta di un percorso professionale) il 52% degli immigrati provenienti da fuori dall UE assolutamente vorrebbe partecipare a questa formazione in confronto al 32% degli immigrati provenienti dall UE; Comprensione dei bisogni emergenti nell ambito del mercato del lavoro il 50% degli immigrati provenienti da fuori dell UE assolutamente vorrebbe partecipare alla formazione in confronto al 33% degli immigrati provenienti dall UE (Figura 4). Il processo decisionale nella scelta della formazione Come i risultati dell intervista del Focus Group indicarono, anche se gli immigrati potrebbero dimostrare interesse nella formazione, questo interesse si dovrebbe trattare più come un desiderio e meno come una promessa d azione. Tale sfumature andrebbe tenuta presente mentre si analizzano le decisioni sulla frequentazione di percorsi formativi. L esperienza precedente con la formazione non impatta significativamente sulla loro volont{ di formarsi ulteriormente. La barriera più importante percepita per non frequentare la formazione è la mancanza di tempo dovuta agli impegni familiari e alla necessit{ di lavorare. La sintesi dei risultati dell intervista del Focus Group in relazione all individuazione dei fabbisogni formativi degli immigrati viene presentata nella Tabella 8. Tabella 8. Come i migranti identificano i loro fabbisogni formativi Paese Regno Unito Irlanda Polonia Italia Spagna Come i migranti identificano i loro fabbisogni formativi Ragioni riconosciuti: tempo, costo, responsabilità familiari, la formazione darà le competenze essenziali di cui si ha bisogno; luogo della formazione; accessibilità; tempi della formazione e l interesse. La maggioranza dei partecipanti aveva forti sentimenti sulla durata e il costo della formazione. I tre fattori più importanti per loro nella scelta di un percorso specifico sono: percorso di carriera; un interesse nella materia in particolare; piacere nella materia. Il fattore più importante è il diretto rapporto allo sviluppo professionale che porterà direttamente a risultati e benefici materiali al lavoro; attestati di frequenza a corsi al completamento del corso; tempo; costi. Nessun risposta Tre aspetti principali considerati: se la partecipazione impatta sul trovare un lavoro facilmente; se la formazione è gratis; se il corso è di breve durata e disponibile come un corso di e-learning. Fonte: Ricerca basata sull intervista del Focus Group Conseguentemente alla esplicitazione del loro fabbisogno formativo, i giovani immigrati sono in generale disposti a trascorrere tempo a formarsi (vedesi la Tabella 9 e la Tabella 10). Il 58% di loro sarebbe d accordo a formarsi per 6 mesi. Tuttavia, loro si aspettano benefici immediati. Sono disposti a trascorrere più tempo nella formazione (da 1-3 anni) solo se raggiungono risultati sufficienti. Si consiglia di elaborare percorsi di durata non superiore a 6 mesi finalizzati allo sviluppo personale. Tabella 9. Tempo che gli immigrati possono trascorrere a migliorare le loro qualifiche lavorative (in mesi) Tempo Risposte % 1 mese 29 16% 2 mesi 26 14% 6 mesi 52 28% 12 mesi 35 19% 2 anni 10 5% 3 anni 7 4% Più di 3 anni 27 15% Fonte: Elaborazione questionario

19 I segmenti per i quali targettizare la formazione 19 A causa delle responsabilit{ di molte persone che vivono all estero di guadagnare soldi e curare la famiglia, gli immigrati non possono dedicare molto tempo durante la giornata alla formazione. L 88% trascorrerebbe 2 ore al giorno a formarsi. Tuttavia non sono disposti a trascorrere una mezza giornata a formarsi: solo il 22% sarebbe d accordo a trascorrere mezza giornata a formarsi e il 4% l intera giornata. Viene riservato, pertanto, un favore alla formazione blended, che offre più flessibilit{ nei tempi di altre forme di formazione. Tabella 10. Ore al giorno da dedicare a migliorare le qualifiche lavorative Ore Risposte % 1 ora 22 12% fino a 2 ore 63 34% fino a 3 ore 61 33% fino a 5 ore 19 10% fino a 8 ore 14 8% più di 8 ore 7 4% Fonte: Elaborazione questionario I SEGMENTI PER I QUALI TARGETTIZARE LA FORMAZIONE Il gruppo che assolutamente sarebbe d accordo a formarsi C è un gruppo piuttosto significativo, considerando il numero di persone (68 persone su %), che assolutamente vuole formarsi, a prescindere della materia. Questo è il primo segmento al quale offrire la formazione. Le caratteristiche di base di questo gruppo sono le seguenti: in media sono meno soddisfatti dal loro lavoro attuale e spesso credono che il loro lavoro non corrisponda al prorio livello di istruzione. Incontrano più difficolt{ della media sul mercato del lavoro. Hanno meno conoscenze della media su dove trovare informazioni inerenti la formazione. Sembra che questo gruppo ha bisogno di informazioni ben precise. Il messaggio dovrebbe enfatizzare la possibilit{ di avere lavori migliori e più idonei dopo aver completato i corsi di formazione e che quindi saranno più soddisfatti in esito all apprendimento. In generale, si può dire che c è un buon mercato ed un vero bisogno per la formazione: più di 1/3 degli interrogati ha dichiarato che vuole formarsi. Il gruppo che assolutamente non vuole formarsi Il segmento che non vuole formarsi è abbastanza piccolo (il 6% del totale del gruppo). Hanno un buon lavoro e sono soddisfatti dal loro lavoro. Di solito sono giovani ed hanno avuto una buona istruzione. Più spesso degli altri hanno partecipato a corsi di formazione in passato e sanno dove trovare informazione ed accedere alla formazione. Hanno come minimo il diploma di scuola superiore e la maggior parte ha meno di 30 anni. Quando gli è stato chiesto con che frequenza affrontano le barriere percepite, la risposta più comune è stata mai, che è una risposta atitetica rispattoa al resto del gruppo interrogato. In altre parole, non hanno problemi nel mercato del lavoro e, quind,i non avvertono il bisogno di formarsi. La conclusione più importante da trarre da quest analisi è il fatto che essi costituiscono solo il 6% della popolazione totale. In altre parole, il 94% del gruppo su cui si è concentrata la ricerca vuole o può considerare la partecipazione alla formazione.

20 20 Training Needs of Young Immigrants within European Countries Il gruppo che non lavora Il gruppo di immigrati interrogati che non lavora consta di 55 persone, che corrisponde al 30% del gruppo totale (186 persone). Sorprendentemente, non si può osservare una percezione maggiore di barriere al mercato del lavoro. Inoltre, non si può osservare una propensione maggiore alla formazione (con l eccezione di Capacit{ di lavorare in squadra: il 78% in confronto alla media del 69% e Strumenti elettronici per la ricerca del lavoro: il 64% in confronto alla media del 58%).Infine, un numero inferiore alla media non vuole formarsi. Per questo gruppo l azione di sensibilizzazione sull importanza della formazione sembra importante. Questo messaggio promozionale dovrebbe enfatizzare la possibilit{ di ottenere un buon lavoro alla fine del percorso. La conclusione generale su questo segmento: Non avere un lavoro non sembra essere una motivazione sufficiente per formarsi. In altre parole, non avere un lavoro non è una sufficiente giustificazione per formarsi. Si devono anche considerare, quindi, altri aspetti, tuttavia, questo è un segmento importante per la formazione. Il gruppo che è insoddisfatto con il lavoro Esiste un gruppo considerevole che rappresenta il 19% del totale, che non è soddisfatto del proprio lavoro attuale. Il gruppo crede più della media che il proprio lavoro non corrisponda al suo livello di istruzione. Più della media ha bisogno di formazione in ragione di: Aspettative sbagliate (troppo alte/basse); Bassa conoscenza di eventuali agenzie ed opportunit{ formative; Difficolt{ di correlate agli strumenti elettronici per la ricerca del lavoro; bassa capacit{ di accedere alle fonti di informazione. Le ultime due sono connesse al fatto che hanno meno conoscenze della media su dove reperire informazioni sulla formazione. La formazione più richiesta da questo gruppo riguarda: (Comunicazione e capacit{ di interagire (incomprensioni comportamentali-culturali) (il 94% degli interrogati); Capacit{ di gestire un colloquio, presentarsi, ecc -(il 92% degli interrogati); Conoscenza di eventuali agenzie ed opportunit{ formative -(l 88% degli interrogati); Capacit{ di accedere alle fonti di informazione - (l 88% degli interrogati) Sembra che questo gruppo abbia bisogno di informazioni ben precise. Il messaggio promozionale dovrebbe enfatizzare la possibilit{ di incrementare la soddisfazione nel lavoro. La conclusione generale: anche se l informazione sulla formazione è considerata meno preferibile in media dagli interrogati, c è un gruppo che la considera importante. Questo, tra l altro, è il gruppo che è meno soddisfatto del proprio lavoro. Inoltre, non avere un lavoro non sembra essere una motivazione sufficiente per formarsi. Il gruppo che è soddisfatto con il lavoro Poiché non essere soddisfatti del lavoro può incoraggiare le persone a formarsi, si potrebbe ipotizzare che l opposto- essere soddisfatti del lavoro- può non incoraggiare gli interrogati a formarsi. Tuttavia, questo non è il nostro caso. C è un gruppo considerevole che è soddisfatto del lavoro attuale. Il gruppo consiste di 41 persone, che corrisponde al 22% del totale (186 persone). Questo gruppo in più della media dei casi è venuto in Italia con il partner e/o la famiglia; in più della media dei casi ha un lavoro stabile a tempo pieno; in più della media dei casi crede che il lavoro

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Hanno risposto 32 insegnanti: 15 insegnano nella scuola secondaria inferiore, 17 in quella superiore. 2. Di questo campione, 23 insegnano

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

Premessa. Di seguito le nostre principali aree aree di intervento

Premessa. Di seguito le nostre principali aree aree di intervento Premessa Ad Meliora è anche Sicurezza. Ci rivolgiamo principalmente ad aziende operanti nel settore del terziario erogando: corsi di adempimento normativo: in funzione della tipologia di azienda e dei

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

IL LAVORO COME MISSIONE... QUASI IMPOSSIBILE.. (LA STAMPA APRILE 2014)

IL LAVORO COME MISSIONE... QUASI IMPOSSIBILE.. (LA STAMPA APRILE 2014) LAVORARE... occupare un posto di lavoro realizzazione personale, familiare indipendenza percepire uno stipendio, reddito conquistare un ruolo attivo riconoscibile dalla comunità, partecipazione sociale,

Dettagli

Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ

Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ Introduzione Le attività previste dal WP 7 Knowledge Base, permettono al progetto

Dettagli

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015 POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Linea 3 - Ambito 1 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in

Dettagli

LLP-LDV/TOI/2007/PT/12

LLP-LDV/TOI/2007/PT/12 Project Number LLP-LDV/TOI/2007/PT/12 WP3 Curriculum formatori Partner responsabile: Business and Development Center, ul. Wieniawskiego 56b/5 35-603 Rzeszow - PL Contatto: Magdalena Malinowska tel +48

Dettagli

SME INTEGRATION GUIDE. SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES

SME INTEGRATION GUIDE. SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES SME SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES INTEGRATION GUIDE IT With financial support from the European Union Sole responsibility lies with the author and the Commission is not responsible for any use that

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

Scheda Approfondimento per Campagna di Crowdfunding - App Migranti Kapamo

Scheda Approfondimento per Campagna di Crowdfunding - App Migranti Kapamo Kapamo srls Trieste info@kapamo.org www.kapamo.org Scheda Approfondimento per Campagna di Crowdfunding - App Migranti Kapamo Kapamo: Un social business per portare informazioni e tecnologie alle persone

Dettagli

Flussi di cittadini nella UE

Flussi di cittadini nella UE Flussi di cittadini nella UE Immigrazione UE-27, 2009-2011. Fonte Eurostat. Immigrati ogni 1000 abitanti, 2011. Fonte Eurostat. Quota di immigrati per gruppo cittadinanza, UE-27, 2011. Fonte Eurostat.

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

Artability. Tlab - 1 interim report

Artability. Tlab - 1 interim report Artability Tlab - 1 interim report Introduzione Il progetto Artability è un progetto biennale per lo scambio di buone pratiche che possono motivare le persone con disabilità di partecipare al processo

Dettagli

ATLEC. Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum. Analisi preliminare del contesto Sintesi. Numero WP Ricerca e analisi dei Titolo WP

ATLEC. Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum. Analisi preliminare del contesto Sintesi. Numero WP Ricerca e analisi dei Titolo WP ATLEC Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum Analisi preliminare del contesto Sintesi Numero WP WP2 Ricerca e analisi dei Titolo WP bisogni formativi Stato Draft 2 Inizio progetto 01/01/2012

Dettagli

Problematiche, prospettive e interventi

Problematiche, prospettive e interventi Anche gli imprenditori stranieri soffrono la crisi Burocrazia, ritardo dei pagamenti e l accesso al credito i maggiori ostacoli all attività Più difficoltà per le imprese edili e nel Centro Italia La crisi

Dettagli

Percorso Apprendisti MODULO BASE

Percorso Apprendisti MODULO BASE Percorso Apprendisti MODULO BASE ORE: 40 COMPETENZE: Comunicare ed esprimersi correttamente nelle situazioni quotidiane e professionali saper identificare le proprie caratteristiche comunicative e le aree

Dettagli

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015 0 1 Premessa del test In questo caso studio ti mostro come ho condotto una serie di 2 test per una campagna AdWords di lead generation. Il report si concentrerà sui risultati e le conseguenze del test,

Dettagli

Newsletter. v.i.d.e.o. Indice. n# 1. Progetto ed obiettivi generali. Perché il Video CV? I Partner del progetto

Newsletter. v.i.d.e.o. Indice. n# 1. Progetto ed obiettivi generali. Perché il Video CV? I Partner del progetto n# 1 Indice Progetto ed obiettivi generali Perché il Video CV? Brochure Esperienze significative di Video CV realizzate dai partner del Progetto L esperienza del Comune di Roma I Video Cv creati da Arge

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro CHIAVI In questa unità imparerai: a leggere un testo informativo su un servizio per il lavoro offerto dalla Provincia di Firenze nuove parole del campo del lavoro l uso dei pronomi

Dettagli

Forum regionale per l Educazione degli Adulti in Toscana

Forum regionale per l Educazione degli Adulti in Toscana Forum regionale per l Educazione degli Adulti in Toscana Progetto Linguaggi PASSEPARTOUT POR Toscana Ob. -Competitività regionale e occupazione FSE 007 013 Asse IV Capitale umano A.D. 174 del 30.06.010

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

BORSE DI STUDIO DELLA TURCHIA INFORMAZIONI IN SINTESI E DOMANDE FREQUENTI INFORMAZIONI GENERALI

BORSE DI STUDIO DELLA TURCHIA INFORMAZIONI IN SINTESI E DOMANDE FREQUENTI INFORMAZIONI GENERALI BORSE DI STUDIO DELLA TURCHIA INFORMAZIONI IN SINTESI E DOMANDE FREQUENTI INFORMAZIONI GENERALI 1- Che cosa sono le Borse di Studio Turchia? - Le Borse di Studio Turchia sono le borse di studio pubbliche

Dettagli

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 Idocumenti ufficiali della Commissione Europea relativi all istruzione e alla formazione a partire dal 1996 (anno europeo del lifelong learning), ribadiscono

Dettagli

SPERIMENTAZIONI. SIMULAZIONE: il business plan di una impresa legata ai rifiuti. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti»

SPERIMENTAZIONI. SIMULAZIONE: il business plan di una impresa legata ai rifiuti. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» SPERIMENTAZIONI SIMULAZIONE: il business plan di una impresa legata ai rifiuti GREEN JOBS Formazione e Orientamento L idea In questo modulo sono

Dettagli

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE Di Antonella Della Rovere (luglio 2003) L ambiente accademico sta attraversando un momento di profonda trasformazione: la riforma dei corsi di studio

Dettagli

La qualità. Di Stefano Azzini

La qualità. Di Stefano Azzini . La qualità Di Stefano Azzini Nel settore turisticoalberghiero e nella ristorazione, la parola qualità è molto di moda. E' vero che la maggior parte delle aziende che hanno superato la crisi sono quelle

Dettagli

Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014. A cura del gruppo di lavoro TelePAT

Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014. A cura del gruppo di lavoro TelePAT Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014 A cura del gruppo di lavoro TelePAT L articolazione del sistema di monitoraggio Focalizzare i punti di forza e le aree di miglioramento Verificare lo

Dettagli

Progettazione consapevole: riconoscere ed analizzare i propri e gli altrui bisogni

Progettazione consapevole: riconoscere ed analizzare i propri e gli altrui bisogni Curricolo di lingua inglese aa. ss. 2016 2019 L apprendimento della lingua straniera, coerentemente a quanto suggerito dalle Indicazioni Nazionali 2012 (D.M 254/2012), contribuisce a promuovere la formazione

Dettagli

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene:

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene: FONDO SOCIALE EUROPEO IN ROMANIA Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è lo strumento principale tramite il quale l Unione Europea finanzia gli obiettivi strategici delle politiche di occupazione. Da 50 anni,

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli

SUMMARY REPORT MOPAmbiente. I principali risultati della ricerca

SUMMARY REPORT MOPAmbiente. I principali risultati della ricerca SUMMARY REPORT MOPAmbiente I principali risultati della ricerca VI Rapporto Periodo di rilevazione: 3 9 Novembre 2010 Metodologia: CATI; campione n=1000 casi, rappresentativo degli italiani dai 18 anni

Dettagli

RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Università degli Studi di Messina RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO CORSO di FORMAZIONE RELAZIONI CON IL PUBBLICO Edizioni del 22-23 ottobre e del 24 25 ottobre 2012 Settore Sviluppo e Formazione Risorse

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ANGELO CANOSSI, GARDONE VAL TROMPIA La scelta

Dettagli

1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa.

1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa. Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa. Vero Falso L archivio telematico contiene solo le offerte di lavoro.

Dettagli

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati.

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati. ISTITUTO COMPRENSIVO 3 VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUA STRANIERA CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazione in lingua straniera Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE

Dettagli

LAVORO MISSIONE IMPOSSIBILE?!

LAVORO MISSIONE IMPOSSIBILE?! LAVORO MISSIONE IMPOSSIBILE?! FORMAZIONE COME OBIETTIVO PERSONALE E PROFESSIONALE CLAUDIO ANDREANI IL MERCATO DEL LAVORO E SPIETATO, DIFFICILE E SPESSO SCOMODO UN TEMPO PER FARSI CONOSCERE E INSERIRSI

Dettagli

Il Controllo di gestione nella piccola impresa

Il Controllo di gestione nella piccola impresa Stampa Il Controllo di gestione nella piccola impresa admin in A cura di http://www.soluzionipercrescere.com La piccola impresa presenta generalmente un organizzazione molto snella dove l imprenditore

Dettagli

Orientamento scolastico e partnership dei genitori

Orientamento scolastico e partnership dei genitori Orientamento scolastico e partnership dei genitori Progetto di Ricerca per l Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio nelle scuole secondarie di primo grado Prof. Antonio Cocozza Responsabile scientifico

Dettagli

I voucher come metodo di finanziamento e accesso ai servizi: elementi per una discussione

I voucher come metodo di finanziamento e accesso ai servizi: elementi per una discussione I voucher come metodo di finanziamento e accesso ai servizi: elementi per una discussione Premessa Obiettivo di questo breve documento è fornire una contributo in vista dell incontro dell 8 luglio; a tale

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

Gli Spuntini formativi. ASSISTENTE DI DIREZIONE: LE COMPETENZE Docente: Helga Ogliari

Gli Spuntini formativi. ASSISTENTE DI DIREZIONE: LE COMPETENZE Docente: Helga Ogliari Gli Spuntini formativi ASSISTENTE DI DIREZIONE: LE COMPETENZE Docente: Cos è una competenza? Una caratteristica intrinseca individuale che è casualmente collegata ad una performance efficace o superiore

Dettagli

Classe Prima Scuola Secondaria di Primo Grado. NUCLEI TEMATICI CONOSCENZE ABILITA Listening

Classe Prima Scuola Secondaria di Primo Grado. NUCLEI TEMATICI CONOSCENZE ABILITA Listening INGLESE Classe Prima Scuola Secondaria di Primo Grado NUCLEI TEMATICI CONOSCENZE ABILITA Listening (Ricezione orale) Conoscere pronuncia e intonazione di espressioni e sequenze linguistiche Ascoltare e

Dettagli

IL LAVORO CHE CAMBIA? ITALIANI DIVISI A METÀ!

IL LAVORO CHE CAMBIA? ITALIANI DIVISI A METÀ! IL LAVORO CHE CAMBIA? ITALIANI DIVISI A METÀ! Indagine AstraRicerche e Manageritalia (aprile 2015) Enrico Pedretti direttore marketing Manageritalia MILANO 24 NOVEMBRE 2015 L INDAGINE Manageritalia, con

Dettagli

Professione Educatore Domiciliare Storia delle iscritte all Elenco Provinciale Pistoiese di Educatrici Domiciliari

Professione Educatore Domiciliare Storia delle iscritte all Elenco Provinciale Pistoiese di Educatrici Domiciliari Professione Educatore Domiciliare Storia delle iscritte all Elenco Provinciale Pistoiese di Educatrici Domiciliari La Regione Toscana aveva previsto nel PEZ (Piano Educativo Zonale) 2013/ 2014 al Punto

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

ANALISI. Questionario per il personale ASI. Data Sezione del documento / Motivo della revisione Revisione 14.01.2011 Prima emissione documento A

ANALISI. Questionario per il personale ASI. Data Sezione del documento / Motivo della revisione Revisione 14.01.2011 Prima emissione documento A Pagina: 1 di 13 Data Sezione del documento / Motivo della revisione Revisione 14.01.2011 Prima emissione documento A Pagina: 2 di 13 QUESTIONARIO PER IL PERSONALE In seno all analisi SWOT, al fine di valutare

Dettagli

Programma. CCIA di Verona, Verona Innovazione 8 ottobre 2013

Programma. CCIA di Verona, Verona Innovazione 8 ottobre 2013 Programma Erasmus per Imprenditori CCIA di Verona, Verona Innovazione 8 ottobre 2013 Le attività di Eurosportello Veneto e la rete EEN Aiutare le imprese ad individuare potenziali partner commerciali Fornire

Dettagli

IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Al questionario hanno risposto sette formatori di insegnanti di lingue. 2. Sei formatori parlano l inglese, sei il francese,

Dettagli

ASSE STORICO SOCIALE

ASSE STORICO SOCIALE ASSE STORICO SOCIALE 1 ASSE STORICO SOCIALE competenze attese d asse indicatori descrittori Competenze di asse Indicatori Descrittori 1. Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una

Dettagli

Comparazione dei Risultati dell Indagine

Comparazione dei Risultati dell Indagine Comparazione dei Risultati dell Indagine DOCTAE (Agr. nr. 2007-1983 001/001) Questo progetto è stato finanziato con il supporto della Commissione Europea. Questo documento riflette unicamente il punto

Dettagli

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Sono circa 10.000 in provincia di Bologna Sondaggio tra gli iscritti Cna: sono laureati e soddisfatti della loro autonomia Rivendicano

Dettagli

Artability. Tlab - 2 interim report

Artability. Tlab - 2 interim report Artability Tlab - 2 interim report Introduzione Il progetto Artability è un progetto biennale che promuove lo scambio di buone pratiche per motivare le persone con disabilità a partecipare al processo

Dettagli

Essere fratelli di. Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012

Essere fratelli di. Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012 Essere fratelli di Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012 Contesto di riferimento e obiettivi generali La famiglia è senza dubbio il luogo più importante per la

Dettagli

Cognome. Aula/sede. FIRMA DEL PARTECIPANTE FIRMA DEL CONDUTTORE DEL COLLOQUIO DATA...

Cognome. Aula/sede. FIRMA DEL PARTECIPANTE FIRMA DEL CONDUTTORE DEL COLLOQUIO DATA... DOCUMENTAZIONE PERSONALE di Nome Cognome. Aula/sede. FIRMA DEL PARTECIPANTE FIRMA DEL CONDUTTORE DEL COLLOQUIO DATA... 1 1. SCHEDA PERSONALE A. DATI DI STATUS NOME COGNOME B. INDIRIZZO COMUNE/PROVINCIA

Dettagli

Società di formazione

Società di formazione Società di formazione Presentazione Efil Formazione nasce a gennaio 2011 con l intento di costituire il presidio strategico dei sistemi formativi promossi dall Agenzia per il Lavoro Life In e per rispondere

Dettagli

6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO

6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO 6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO Nel comprendere le strategie formative adottate dalle grandi imprese assume una particolare rilevanza esaminare come si distribuiscano le spese complessivamente sostenute

Dettagli

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Premessa La valutazione del grado di soddisfazione degli utenti rappresenta un importante aspetto nella gestione di qualsiasi organizzazione,

Dettagli

MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI

MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI N questionario (non compilare) MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI Con questo questionario le chiediamo di aiutarci a capire i suoi rapporti con il sistema bancario italiano: modalità, livello di soddisfazione,

Dettagli

I vantaggi dell internazionalizzazione delle imprese

I vantaggi dell internazionalizzazione delle imprese delle imprese presentazione Le imprese che avviano un attività di esportazione hanno la possibilità di cogliere una serie importante di opportunità di sviluppo e prosperità quali ad esempio: aumento del

Dettagli

www.take-your-ti me.it

www.take-your-ti me.it SERVIZI PER LO SVILUPPO PROFESSIONALE E MANAGERIALE Prendi il tuo tempo e crea il tuo www.take-your-ti me.it TAKE YOUR TIME è un marchio AMBIRE S.r.l. - Partita IVA 06272851004 - info@take-your-time.it

Dettagli

LE ADOZIONI LAVORATIVE

LE ADOZIONI LAVORATIVE LE ADOZIONI LAVORATIVE Il lavoro acquista sempre più rilievo nella vita dell uomo fino a diventarne l essenza stessa. L identità personale passa attraverso il ruolo che il singolo ha rispetto al contesto

Dettagli

Barriere all'inserimento di migranti in posti di lavoro qualificati e misure di contrasto: Il punto di vista delle imprese

Barriere all'inserimento di migranti in posti di lavoro qualificati e misure di contrasto: Il punto di vista delle imprese Barriere all'inserimento di migranti in posti di lavoro qualificati e misure di contrasto: Il punto di vista delle imprese Presentazione dei risultati principali nel corso della conferenza stampa dell

Dettagli

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015 LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2015 IL LAVORO IN EUROPA EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

MEDIATORE INTERCULTURALE

MEDIATORE INTERCULTURALE Allegato 1 REGIONE LAZIO MEDIATORE INTERCULTURALE Il Mediatore Inter svolge attività di mediazione tra cittadini immigrati e la società locale, promuovendo, sostenendo e accompagnando entrambe le parti:

Dettagli

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa Università degli Studi di Padova Servizio Stage e Mondo del Lavoro Occupazione e professionalità nelle imprese venete di consulenza amministrativa, fiscale, legale e notarile Progetto FSE Ob. 3 Mis. C1

Dettagli

IMPARARE AD IMPARARE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE

IMPARARE AD IMPARARE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE IMPARARE AD IMPARARE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE IMPARARE AD IMPARARE Imparare a imparare è l abilità di perseverare nell, di organizzare il proprio anche mediante una gestione efficace del tempo

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie

Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie Giugno 2014 Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie Per i commercianti italiani American Express e Diners Club dovrebbero essere equiparate a Visa, MasterCard e circuiti nazionali nella proposta

Dettagli

PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO

PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO in collaborazione con PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO Fausto Ciarcia (Direttore HR W. Astoria Hilton) Stefano Biscioni (Presidente ESI) Giovedi 13/03/2014 Salone

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

Le Riscritture del MdS n 6

Le Riscritture del MdS n 6 TESTO ORIGINALE Comunicato stampa I risultati della ricerca Bachelor sui neolaureati dell area Lombarda Ingegnere ed economista che hai frequentato un università milanese: che tipo sei? Secondo gli ultimi

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN COS È IL BUSINESS PLAN E QUAL È LA SUA UTILITÀ? Il business plan è un documento scritto che descrive la vostra azienda, i suoi obiettivi e le sue strategie, i

Dettagli

Analisi Fabbisogni Formativi Aziende ed Utenti

Analisi Fabbisogni Formativi Aziende ed Utenti MASTER FORMAZIONE S.r.l. Sede legale : Via Panaro, 16 0015 MONTEROTONDO (RM) Sede Direzione : Via Petrarca, 5 57023 CECINA (LI) Tel. 0586 632282 - Fax 0586 681865 Cecina, 6 Maggio 2010 Analisi Fabbisogni

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

I giovani e il rapporto con le assicurazioni

I giovani e il rapporto con le assicurazioni I giovani e il rapporto con le assicurazioni Francesco Saita Patrizia Contaldo CAREFIN, Università Bocconi Roma, 21 ottobre 2014 Introduzione (1) I giovani hanno un mix di caratteristiche che possono rendere

Dettagli

CHG-MERIDIAN CODICE DI COMPORTAMENTO

CHG-MERIDIAN CODICE DI COMPORTAMENTO CHG-MERIDIAN CODICE DI COMPORTAMENTO Efficient Technology Management CHG-MERIDIAN PREMESSA Il Codice di comportamento descrive i principi base centrali della nostra cultura aziendale sia per i nostri dipendenti

Dettagli

IL PORTAFOGLIO EUROPASS PER LA TRASPARENZA E LA MOBILITÀ. Luogo Presentazione: Verona Autore: Silvia Lotito Data: 27 novembre 2015

IL PORTAFOGLIO EUROPASS PER LA TRASPARENZA E LA MOBILITÀ. Luogo Presentazione: Verona Autore: Silvia Lotito Data: 27 novembre 2015 IL PORTAFOGLIO EUROPASS PER LA TRASPARENZA E LA MOBILITÀ Luogo Presentazione: Verona Autore: Silvia Lotito Data: 27 novembre 2015 Muoversi in Europa La mobilità transnazionale è considerata da oltre un

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO

PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO Direzione Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento allo Studio www.orientamento.unimore.it PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO Il Progetto Orientamento di Ateneo (P.O.A.) dell Università degli studi di Modena

Dettagli

Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario. a cura dell Area Finanza di Assolombarda. Sintesi dei contenuti

Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario. a cura dell Area Finanza di Assolombarda. Sintesi dei contenuti LE 5 C DEL CREDITO Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario a cura dell Area Finanza di Assolombarda Sintesi dei contenuti 1 Consapevolezza L'impresa deve avere consapevolezza

Dettagli

ANALISI DELLE PRESENZE E REPORT QUESTIONARIO SODDISFAZIONE DEI CORSISTI

ANALISI DELLE PRESENZE E REPORT QUESTIONARIO SODDISFAZIONE DEI CORSISTI Centro Territoriale per l Integrazione (AREA INTERCULTURA) DIREZIONE DIDATTICA STATALE Pierina Boranga - 1 CIRCOLO di Belluno Via Mezzaterra,45 Tel. 0437 913406 Fax913408 CORSO DI FORMAZIONE L APPROCCIO

Dettagli

UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE

UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE Niccolò Cusano Relazione del Nucleo di Valutazione Relazione in ordine alle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche telematiche Nucleo

Dettagli

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco CORSO DI MARKETING STRATEGICO Alessandro De Nisco Il Corso GLI OBIETTIVI Fornire conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali del marketing strategico e il suo ruolo nella gestione aziendale; il

Dettagli

Modello per la relazione individuale Mobilità Internazionale 2014/2015

Modello per la relazione individuale Mobilità Internazionale 2014/2015 Modello per la relazione individuale Mobilità Internazionale 2014/2015 Questa breve relazione sulla tua esperienza fornirà una preziosa informazione che sarà di beneficio in futuro per altri studenti e

Dettagli

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Gennaio 2005 Indice Introduzione Obiettivo e metodologia dell indagine Composizione e rappresentatività

Dettagli

PIANI DI AZIONE DI MIGLIORAMENTO

PIANI DI AZIONE DI MIGLIORAMENTO GLI OBIETTIVI LE INIZIATIVE DI RESPONSABILITÀ SOCIALE SONO INTRINSECHE ALLA MISSION DI GI GROUP E AL LAVORO SVOLTO QUOTIDIANAMENTE DALLE PERSONE CHE OPERANO ALL INTERNO DEL GRUPPO. 90 Le iniziative di

Dettagli

INDAGINE SULLA MOBILITA ERASMUS/EXCHANGE. Gentile studente/ex-studente dell Università degli Studi di Bergamo,

INDAGINE SULLA MOBILITA ERASMUS/EXCHANGE. Gentile studente/ex-studente dell Università degli Studi di Bergamo, INDAGINE SULLA MOBILITA ERASMUS/EXCHANGE Gentile studente/ex-studente dell Università degli Studi di Bergamo, che ha svolto un periodo di studio all estero, desideriamo chiederle di dedicare un attimo

Dettagli

CORSO PODUCT DESIGN ANNUALE. Realizzare oggetti da usare

CORSO PODUCT DESIGN ANNUALE. Realizzare oggetti da usare CORSO PODUCT DESIGN ANNUALE Realizzare oggetti da usare PRODUCT DESIGN - ANNUALE Un anno di studio dedicato a Product Design Obiettivi del corso Il Corso di Product Design annuale si pone l obbiettivo

Dettagli

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ 1977 2012 35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ DIFFERENZIARSI PER SOPRAVVIVERE ALLA COMPETIZIONE E AVERE SUCCESSO Come un azienda può ritagliarsi un immagine che la distingua in un mercato sovraffollato. CHE

Dettagli