Risorse sull'oscilloscopio DSO1000 per la formazione dell'educatore

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risorse sull'oscilloscopio DSO1000 per la formazione dell'educatore"

Transcript

1 Risorse sull'oscilloscopio DSO1000 per la formazione dell'educatore Guida di laboratorio ed esercitazioni Per studenti universitari di Ingegneria elettronica e Fisica

2 Informazioni importanti Keysight Technologies, Inc Il diritto d'autore su questo materiale formativo consente di ristampare, modificare e distribuire in tutto o in parte il presente documento allo scopo di formare gli studenti sulle attrezzature di analisi di Keysight. Cod ice del manuale Ed izione Maggio 2012 Disponibile esclusivamente in formato elettronico. Keysight Technologies, Inc Garden of the Gods Road Colorado Springs, CO USA Garanzia Le informazioni contenute in questo documento sono fornite allo stato corrente e sono soggette a mod ifiche senza preavviso nelle ed izioni future. Nella misura massima consentita dalla legge in vigore, Keysight non fornisce alcuna garanzia, espressa o implicita riguardante il presente manuale e le informazioni in esso contenute, ivi incluse, in via esemplificativa, le garanzie d i commerciabilità e idoneità a un particolare scopo. In nessun caso Keysight sarà responsabile per errori o danni incidentali o conseguenti connessi alla fornitura, all'utilizzo o le prestazioni del presente documento o delle informazioni in esso contenute. In caso d i d iverso accordo scritto, stipulato tra Keysight e l'utente, nel quale sono previsti termini d i garanzia per il materiale descritto nel presente documento in contrasto con le cond izioni della garanzia standard, si applicano le cond izioni d i garanzia previste dall'accordo separato. Licenze tecnologiche I componenti hard ware e/o software descritti nel presente documento sono forniti dietro licenza e possono essere utilizzati o copiati esclusivamente in accordo con i termini previsti dalla licenza. Legenda dei d iritti limitati Se utilizzato nell esecuzione di un contratto di fornitura principale o secondario del governo degli Stati Uniti, il software viene fornito e concesso in licenza come Commercial computer software (software per computer ad uso commerciale) ai sensi del DFAR (giugno 1995) o come commercial item (prodotto commerciale) ai sensi del FAR 2.101(a) oppure come Restricted computer software (software per computer soggetto a limitazioni) ai sensi del FAR (giugno 1987) o di qualsiasi regolamento di agenzia o clausola contrattuale equivalenti. L utilizzo, la duplicazione o la divulgazione del software sono soggetti ai termini della licenza commerciale standard di Keysight Technologies e i dipartimenti e le agenzie non-dod (Department of Defence) del governo degli Stati Uniti sono vincolati dai Restricted Rights (diritti soggetti a limitazioni) ai sensi del FAR (c)(1-2) (giugno 1987). Gli utenti del Governo degli Stati Uniti saranno soggetti a Limited Rights (diritti limitati) ai sensi del FAR (giugno 1987) o del DFAR (b)(2) (novembre 1995), nella misura applicabile per i dati tecnici. Informazioni sulla sicurezza CAUTION La dicitura ATTENZIONE indica la presenza di condizioni di rischio. L'avviso richiama l'attenzione su una procedura operativa, una prassi o comunque un'azione che, se non eseguita correttamente o attenendosi scrupolosamente alle indicazioni, potrebbe comportare danni al prodotto o la perdita di dati importanti. In presenza della dicitura ATTENZIONE interrompere l'attività finché le condizioni indicate non siano state perfettamente comprese e soddisfatte. WARNING La d icitura AVVERTENZA ind ica la presenza d i cond izioni d i rischio. L'avviso richiama l'attenzione su una procedura operativa, una prassi o comunque un'azione che, se non eseguita correttamente o attenendosi scrupolosamente alle ind icazioni, potrebbe causare lesioni personali anche mortali. In presenza della d icitura AVVERTENZA interrompere l'attività finché le cond izioni ind icate non siano state perfettamente comprese e sodd isfatte.

3 Panoramica della Guida di laboratorio/esercitazioni La Guida di laboratorio/esercitazioni sull'oscilloscopio per studenti di Ingegneria elettronica e Fisica deve essere utilizzata unitamente agli oscilloscopi Keysight Technologies della serie DSO1000. Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore 3

4 Nota al professore di Ingegneria elettronica e Fisica Egregio Professore o Istruttore, la seguente guida di laboratorio sull'oscilloscopio Keysight della serie DSO1000 è costituita da sette esercitazioni pratiche individuali che gli studenti possono completare per familiarizzare con il concetto di oscilloscopio e imparare a utilizzarne uno. Per gli studenti, l'oscilloscopio è lo strumento di misurazione di maggiore utilizzo per testare gli esperimenti sui circuiti che verranno assegnati loro, nonché per testare i progetti di design svolti precedentemente. Inoltre, gli oscilloscopi saranno ampiamente utilizzati dagli studenti anche dopo aver conseguito la laurea e una volta inseriti nel mondo dell'elettronica moderna. Pertanto, è estremamente importante che imparino ad utilizzare con competenza questo strumento essenziale. Per completare ciascuna esercitazione saranno necessari circa minuti. Per queste esercitazione è necessario l'utilizzo di oscilloscopi Keysight della serie Prima che gli studenti inizino a testare gli esperimenti sui circuiti loro assegnati, è consigliata la lettura della Sezione 1, dell'appendice A e B del documento come studio preliminare indipendente. La Sezione 1 contiene l'introduzione all'oscilloscopio e alcuni concetti fondamentali sull'utilizzo delle sonde. L'Appendice A e l'appendice B contengono brevi esercitazioni sulla teoria di funzionamento e sulla larghezza di banda dell'oscilloscopio. Gli studenti devono completare le esercitazioni pratiche contenute nella Sezione 2 del documento durante la prima sessione dell'esercitazione. Già dopo aver completato le esercitazioni n.1 e n.2, gli studenti dovrebbero aver una conoscenza di base sull'utilizzo dell'oscilloscopio. Se riusciranno invece a completare tutte e sette le esercitazioni, potranno sfruttare al meglio l'oscilloscopio e conoscere come documentare e salvare i risultati ottenuti dall'esperimento sul circuito. È bene far notare che nell'esercitazione n.3 (Acquisizione di eventi singoli) si spiega agli studenti come battere l'oscilloscopio sul banco da lavoro per creare ua scarica elettrostatica. Se preferite evitare questa operazione agli studenti, chiedete loro di saltare quest'esercitazione. Questa Guida di laboratorio è stata strutturata per essere utilizzata con la massima flessibilità. Cordiali saluti, Johnnie Hancock Manager dei programmi didattici sugli oscilloscopi Keysight Technologies 4 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

5 Sommario 1 Operazioni preliminari Panoramica della Guida di laboratorio/esercitazioni / 3 Nota al professore di Ingegneria elettronica e Fisica / 4 Utilizzo delle sonde dell oscilloscopio / 9 Informazioni preliminari sul pannello frontale / 12 2 Esercitazioni per familiarizzare con l'oscilloscopio 3 Riepilogo Esercitazione n. 1: Misurazioni di base / 16 Esercitazione n. 2: Informazioni di base sul trigger dell'oscilloscopio / 24 Esercitazione n. 3: Acquisizione degli eventi singoli / 30 Esercitazione n. 4: Compensazione delle sonde passive 10:1 / 32 Calcolo della quantità appropriata di compensazione capacitiva / 35 Caricamento delle sonde / 36 Esercitazione n. 5: Documentazione e salvataggio dei risultati di test dell'oscilloscopio / 38 Esercitazione n. 6: Utilizzo delle funzioni matematiche per le forme d'onda / 43 Esercitazione n. 7: Utilizzo della modalità Zoom dell'oscilloscopio / 48 Letteratura Keysight correlata / 52 A Diagramma a blocchi e teoria del funzionamento dell'oscilloscopio Diagramma a blocchi dell'oscilloscopio a memoria digitale (DSO) / 54 Blocco del convertitore analogico-digitale (ADC) / 54 Blocco di attenuazione / 55 Blocco dell'offset CC / 55 Blocco dell'amplificatore / 55 Comparatore di trigger e blocchi logici di trigger / 56 Blocchi della base dei tempi e della memoria di acquisizione / 56 Blocco DSP del display / 57 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore 5

6 B Programma di formazione sulla larghezza di banda dell'oscilloscopio Indice analitico Definizione della larghezza di banda dell'oscilloscopio / 60 Larghezza di banda necessaria per applicazioni analogiche / 62 Larghezza di banda necessaria per applicazioni digitali / 63 Regola generale / 63 Passaggio 1: Determinare la velocità massima effettiva dei fronti. / 63 Passaggio 2: Calcolare f ginocchio / 63 Passaggio 3: Calcolare la larghezza di banda dell'oscilloscopio / 64 Esempio / 64 Paragoni tra le misurazioni del clock digitale / 66 6 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

7 Risorse DSO1000 per la formazione dell'educatore Guida di laboratorio ed esercitazioni 1 Operazioni preliminari Utilizzo delle sonde dell oscilloscopio / 9 Informazioni preliminari sul pannello frontale / 12 Gli oscilloscopi sono strumenti essenziali per l'effettuazione di misurazioni relative a tensione e andamento temporale nei circuiti elettrici analogici e digitali odierni. Dopo la laurea in Ingegneria elettronica e l'ingresso nell'industria elettronica, probabilmente vi renderete conto che l'oscilloscopio costituisce lo strumento di misurazione di maggiore utilizzo per testare, verificare e risolvere i problemi dei progetti. Anche durante i corsi di Ingegneria elettronica o Fisica presso l'università, l'oscilloscopio è lo strumento di misurazione utilizzato più di frequente nelle varie esercitazioni sui circuiti per il testare e verificare le esercitazioni assegnate e i progetti eseguiti. Sfortunatamente sono numerosi gli studenti che non imparano mai a utilizzare completamente un oscilloscopio. Il loro modello di utilizzo spesso consiste nel girare manopole e premere pulsanti a caso fino a che sul display dell'oscilloscopio non viene visualizzata magicamente un'immagine simile a quella che stanno cercando. Fortunatamente al termine di questa serie di brevi esercitazioni sarà possibile avere una visione più specifica di un oscilloscopio e sapere come utilizzarlo in modo più efficiente. Pertanto, cosa è un oscilloscopio? Un oscilloscopio è uno strumento di misurazione elettronico che consente di monitorare in modo discreto i segnali di ingresso che vengono visualizzati nel formato semplice tensione/tempo. Il tipo di oscilloscopio utilizzato dal vostro professore durante il suo corso di studi era probabilmente un oscilloscopio basato interamente sulla tecnologia analogica. Questi oscilloscopi, basati su una tecnologia meno recente, erano tipicamente denominati oscilloscopi analogici, disponevano di una larghezza di banda limitata (vedere l'appendice B), non eseguivano alcun tipo di misurazione automatica e richiedevano un segnale di ingresso ripetitivo (segnale di ingresso continuo e ripetuto). Il tipo di oscilloscopio utilizzato per questa serie di esercitazioni, e probabilmente per tutta la durata degli studi universitari, è denominato oscilloscopio a memoria digitale; talvolta abbreviato semplicemente in DSO. I DSO moderni sono in grado di acquisire e visualizzare segnali ripetitivi o singoli e spesso includono una gamma di misurazioni e di funzionalità di analisi automatiche che consentono di 7

8 1 Operazioni preliminari caratterizzare i progetti e gli esperimenti degli studenti in modo più veloce e preciso di quanto non fosse in grado di farlo il vostro professore durante i suoi anni di studio. Se si è interessati a conoscere la teoria di funzionamento di un oscilloscopio, fare riferimento all'appendice A del documento. Il modo migliore per imparare rapidamente a utilizzare un oscilloscopio e capirne l'utilità, consiste tuttavia nell'acquistare dimestichezza con i principali controlli dell'oscilloscopio e iniziare a utilizzarne uno per misurare alcuni segnali di base. Figure 1 Oscilloscopio Keysight serie 1000B 8 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

9 Operazioni preliminari 1 Utilizzo delle sonde dell oscilloscopio Di norma, quando si effettuano le misurazioni, la prima cosa da fare è collegare le sonde dell'oscilloscopio tra il dispositivo in esame e i connettori BNC di ingresso dell'oscilloscopio. Le sonde dell'oscilloscopio forniscono una terminazione con un'impedenza di ingresso relativamente elevata (resistenza elevata con bassa capacitanza) in corrispondenza del punto di test. Una connessione a impedenza elevata è importante per isolare lo strumento di misurazione dal circuito che viene testato, poiché si desidera evitare che l'oscilloscopio e la rispettiva sonda modifichino le caratteristiche dei segnali in esame. Esistono vari tipi di sonde dell'oscilloscopio che vengono utilizzate per misurazioni specifiche, ma le sonde di questa esercitazione sono del tipo più comune e sono denominate sonde di tensione 10:1 passive, come illustrato nella Figure 2. Passiva significa semplicemente che questo tipo di sonda non include alcun componente attivo, come i transistor o gli amplificatori. 10:1 indica che la sonda attenuerà il segnale di ingresso ricevuto all'ingresso dell'oscilloscopio di un fattore pari a 10. Figure 2 Sonda di tensione 10:1 passiva Quando si utilizza una sonda passiva 10:1 standard, tutte le misurazioni dell'oscilloscopio dovrebbero essere eseguite tra il punto di test del segnale elaterra. In altre parole, si deve collegare a terra la pinza di messa terra della sonda. Non è possibile misurare le tensioni in un componente intermedio utilizzando questo tipo di sonda. Se occorre misurare la tensione in un componente non dotato di messa a terra, è possibile utilizzare la funzione matematica di sottrazione dell'oscilloscopio mentre si misurano i segnali a entrambe le estremità del componente relativamente al punto di terra utilizzando i canali dell'oscilloscopio oppure è possibile utilizzare una speciale sonda attiva differenziale. Si noti inoltre che non si deve mai completare un circuito utilizzando l'oscilloscopio. Nella Figure 3 è illustrato un modello elettrico di una sonda passiva 10:1 collegata a un oscilloscopio, in cui viene utilizzata la selezione di ingresso predefinita da 1MΩ, richiesta per questo tipo di sonda. Anche molti oscilloscopi con larghezza di banda più elevata dispongono di una selezione di terminazione in ingresso da Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore 9

10 1 Operazioni preliminari 50 Ω selezionabile dall'utente, che viene utilizzata spesso per le terminazioni delle sonde attive e/o quando si immette direttamente un segnale da una sorgente da 50 Ω utilizzando un cavo coassiale BNC da 50 Ω. Figure 3 Schema semplificato di una sonda passiva 10:1 collegata all'impedenza di ingresso da 1 MΩ dell'oscilloscopio Sebbene il modello elettrico della sonda passiva e dell'oscilloscopio includa sia la capacitanza intrinseca/parassita (non prevista nella progettazione) sia reti di capacitanza di compensazione progettate intenzionalmente, ignoriamo momentaneamente tali elementi capacitivi e analizziamo il comportamento del segnale ideale di questo sistema di sonde/oscilloscopi in condizioni di bassa frequenza o ingresso cc. Una volta rimossi tutti i componenti capacitivi dal modello elettrico della sonda/oscilloscopio, ciò che rimane è un resistore al puntale della sonda da 9 MΩ in serie con l'impedenza di ingresso da 1 MΩ dell'oscilloscopio. La resistenza di ingresso netta al puntale della sonda è quindi di 10 MΩ Applicando la legge di Ohm, si può notare che il livello di tensione ricevuto all'ingresso dell'oscilloscopio è pari a un decimo del livello di tensione in corrispondenza del puntale della sonda (V oscilloscopio = V sonda x (1 MΩ/10 MΩ). Ciò significa che con una sonda passiva 10:1 l'intervallo dinamico del sistema di misurazione dell'oscilloscopio è stato esteso. In altre parole, è possibile misurare segnali con un'ampiezza più elevata di 10X rispetto ai segnali che è possibile misurare con una sonda 1:1. Inoltre, l'impedenza di ingresso del sistema di misurazione dell'oscilloscopio (sonda + oscilloscopio) aumenta da 1 MΩ a 10 MΩ. Questo è positivo in quanto un'impedenza di ingresso inferiore potrebbe caricare il dispositivo in esame (DUT) e modificarne i livelli di tensione effettivi, costituendo un problema. Sebbene un'impedenza netta di 10 MΩ sia davvero elevata, è necessario tenere presente che è necessario considerare tale quantità di impedenza di carico in relazione all'impedenza del dispositivo in esame. Ad esempio, il circuito di un amplificatore operazionale semplice con un resistore di reazione da 100 MΩ può fornire letture errate sull'oscilloscopio. 10 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

11 Operazioni preliminari 1 La maggior parte degli oscilloscopi a a elevate prestazioni possono effettuare i rilevamenti con una sonda 10:1 collegata e impostare il fattore di attenuazione della sonda su 10:1. Con l'oscilloscopio Keysight della serie 1000, il fattore di attenuazione (10:1) deve invece essere inserito manualmente oppure premendo il tasto [Defaul t Setup] Configurazione predefinita sul pannello frontale. Nel momento in cui l'oscilloscopio conosce il fattore di attenuazione (sia che sia stato rilevata automaticamente che inserito manualmente), fornisce le letture compensate di tutte le impostazioni verticali in modo che tutte le misurazioni di tensione saranno di riferimento per il segnale di ingresso non attenuato in corrispondenza del puntale della sonda. Ad esempio, se si sonda un segnale di 10 Vpp, il segnale ricevuto all'ingresso dell'oscilloscopio sarà effettivamente solo di 1 Vpp. Ma poiché l'oscilloscopio è a conoscenza dell'utilizzo di una sonda con attenuazione 10:1, durante le misurazioni di tensione segnalerà il rilevamento di un segnale di 10 Vpp. Nell'esercitazione 4 (Compensazione delle sonde passive 10:1), si tornerà sull'argomento relativo al modello di sonda passiva e verranno trattati i componenti capacitivi. Tali elementi nel modello di sonda/oscilloscopio elettrico influenzeranno le prestazioni dinamiche/ca dell'oscilloscopio e del sistema di sonde. Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore 11

12 1 Operazioni preliminari Informazioni preliminari sul pannello frontale Iniziamo con l'imparare a conoscere i controlli e le manopole più importanti dell'oscilloscopio. Accanto alla parte superiore dell'oscilloscopio sono riportati i controlli orizzontali illustrati nella Figure 4. La manopola più grande consente di impostare la scala orizzontale in secondi/divisione. Questo controllo imposta la scala dell'asse X della forma d'onda visualizzata. Una divisione orizzontale è il tempo Δ tra ogni linea verticale della griglia. Se si desidera visualizzare forme d'onda più veloci (segnali di frequenza più elevati), si deve generalmente impostare la scala orizzontale a un valore s/div inferiore. Se si desidera visualizzare forme d'onda più lente (segnali di frequenza inferiori), di norma si deve impostare la scala orizzontale a un'impostazione s/div più elevata. La manopola più piccola nella sezione Orizzontale imposta la posizione orizzontale della forma d'onda. In altre parole, con questo controllo è possibile spostare a sinistra e destra la posizione orizzontale della forma d'onda. I controlli orizzontali dell'oscilloscopio (s/div e posizione) sono spesso denominati controlli principali della base dei tempi dell'oscilloscopio. Figure 4 Controlli orizzontali (asse X) dell'oscilloscopio I controlli e le manopole nella parte inferiore dell'oscilloscopio (fare riferimento alla Figure 5) inclusi nella sezione Verticale (subito sopra i connettori BNC di ingresso) impostano la scala verticale dell'oscilloscopio. Se si utilizza un oscilloscopio a due canali, vi saranno due coppie di controlli di scala verticali. Se si utilizza un oscilloscopio a quattro canali, vi saranno due quattro coppie di controlli di scala verticali. La manopola più grande per ogni canale di ingresso inclusa nella sezione Verticale imposta il fattore di scala verticale in volt/divisione. Si tratta della scala grafica sull'asse Y delle forme d'onda. Una divisione verticale corrisponde ai volt ΔV tra ogni linea orizzontale della griglia. Se si desidera visualizzare segnali relativamente grandi (tensioni da picco a picco elevate), di norma si imposta volt/div a un valore relativamente alto. Se si visualizzano livelli di segnale di ingresso piccoli, si imposta volt/div a un valore relativamente basso. I controlli e le manopole più piccoli per ciascun canale inclusi nella sezione Verticale sono i controlli di posizione/offset. Si utilizza questa manopola per spostare su e giù la forma d'onda sullo schermo. 12 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

13 Operazioni preliminari 1 Figure 5 Controlli verticali (asse Y) dell'oscilloscopio Un'altra variabile di impostazione importante dell'oscilloscopio è il controllo/manopola del livello di trigger illustrato nella Figure 6. Questa manopola di controllo è situata sulla destra del pannello frontale dell'oscilloscopio, appena sotto la sezione Trigger. Il trigger è probabilmente l'aspetto di un oscilloscopio più difficile da comprendere, ma è una delle funzionalità più importanti che è necessario conoscere. L'argomento relativo al trigger dell'oscilloscopio sarà esaminato ulteriormente durante le esercitazioni pratiche. Figure 6 Controllo del livello di trigger dell'oscilloscopio Nelle istruzioni delle seguenti esercitazioni, le parole in grassetto racchiuse tra parentesi, come [Cursors] Cursori, si riferiscono a un tasto (o pulsante) del pannello frontale situato a destra dell'oscilloscopio. Se si preme il tasto, verrà attivato un menu univoco contenente le selezioni dei softkey associati alla funzione del pannello frontale corrispondente. I softkey sono 5 tasti/pulsanti situati a destra del display dell'oscilloscopio. Le funzioni di tali tasti cambiano a seconda del menu attivato. Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore 13

14 1 Operazioni preliminari Vediamo ora dove si trova la manopola di controllo Entry illustrata nella Figure 7. Questa manopola è situata a destra del display dell'oscilloscopio. Viene utilizzata spesso per modificare una gamma di variabili e selezioni di impostazioni che non dispongono di controlli dedicati sul pannello frontale. La freccia circolare ( ) che viene visualizzata sulla selezione dei softkey indica che è possibile controllare la variabile con la manopola Entry. Iniziamo a effettuare le misurazioni sull'oscilloscopio. Figure 7 Controllo generale delle voci dell'oscilloscopio 14 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

15 Risorse DSO1000 per la formazione dell'educatore Guida di laboratorio ed esercitazioni 2 Esercitazioni per familiarizzare con l'oscilloscopio Esercitazione n. 1: Misurazioni di base / 16 Esercitazione n. 2: Informazioni di base sul trigger dell'oscilloscopio / 24 Esercitazione n. 3: Acquisizione degli eventi singoli / 30 Esercitazione n. 4: Compensazione delle sonde passive 10:1 / 32 Esercitazione n. 5: Documentazione e salvataggio dei risultati di test dell'oscilloscopio / 38 Esercitazione n. 6: Utilizzo delle funzioni matematiche per le forme d'onda / 43 Esercitazione n. 7: Utilizzo della modalità Zoom dell'oscilloscopio / 48 15

16 2 Esercitazioni per familiarizzare con l'oscilloscopio Esercitazione n. 1: Misurazioni di base In questa prima esercitazione vengono fornite informazioni sull'uso dei controlli di definizione della scala verticale e orizzontale dell'oscilloscopio al fine di impostare correttamente l'oscilloscopio e visualizzare un'onda quadra ripetitiva. Inoltre, si apprenderà a effettuare semplici misurazioni della tensione e della temporizzazione dei segnali. 1 Collegare il cavo di alimentazione e accendere l'oscilloscopio. 2 Collegare una sonda dell'oscilloscopio tra il connettore BNC di ingresso canale 1 e il terminale con etichetta Comp. sonda che ha la forma dell impulso mostrata nella Figure 8. Collegare la pinza di messa a terra della sonda al terminale con simbolo di messa a terra. Nota: sugli oscilloscopi della serie DSO1000A, i terminali con etichetta Comp. sonda si trovano sotto il display. Figure 8 Collegamento di una sonda tra il connettore BNC di ingresso canale 1 e il terminale per la compensazione della sonda 16 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

17 Esercitazioni per familiarizzare con l'oscilloscopio 2 Il terminale con compensazione della sonda presenta sempre un'onda quadra a 1 khz. Scopo principale di questo segnale è la calibrazione/compensazione delle sonde dell'oscilloscopio (che saranno trattate in altre esercitazioni). Tuttavia useremo il segnale per familiarizzare con l'oscilloscopio. 3 Premere il tasto [Defaul t Setup] Configurazione predefinita sul pannello frontale. Con Configurazione predefinita si imposta l'oscilloscopio sulla configurazione di fabbrica predefinita. In questo modo non solo i fattori X e Y di definizione della scala dell'oscilloscopio saranno reimpostati sui loro valori predefiniti, ma tutte le modalità speciali di funzionamento utilizzate in precedenza dai colleghi saranno disattivate. La configurazione predefinita reimposta inoltre i fattori di attenuazione della sonda dell'oscilloscopio su 10X in modo che tutte le misurazioni dell'ampiezza facciano riferimento al livello del segnale sul puntale della sonda. Per nuove misurazioni, si consiglia di reimpostare l'oscilloscopio sempre sulla configurazione predefinita. A questo punto, regolare i valori verticali, orizzontali e di trigger dell'oscilloscopio in modo da consentire la definizione corretta della scala e la visualizzazione dell'onda quadra a 1 khz sul display dell'oscilloscopio. 4 Premere il tasto [Menu On/Off] Menu On/Off sul pannello frontale (angolo in alto a destra del display) per ingrandire l'area di visualizzazione della forma d'onda dell'oscilloscopio. 5 Ruotare la manopola Livello d i trigger in senso orario, impostare un livello di trigger approssimativo di 1,5 Vol t (valore visualizzato in alto a destra del display) e far intersecare la linea del livello di trigger orizzontale arancione temporanea con il centro della forma d'onda. Le prossime esercitazioni forniranno maggiori informazioni sull'impostazione del trigger dell'oscilloscopio. 6 Ruotare la manopola Orizzontale (in alto al pannello frontale dell'oscilloscopio) in senso antiorario fino alla comparsa di almeno due periodi dell'onda quadra. L'impostazione corretta è 200 us/ (valore in alto a sinistra del display). Questa impostazione è l'abbreviazione di 200 μsec/divisione e sarà d'ora in poi la base dei tempi dell'oscilloscopio. 7 Ruotare la manopola di posizione Orizzontale (quella piccola in alto al pannello frontale dell'oscilloscopio) per spostare la forma d'onda a sinistra e a destra. Premere questa manopola per impostarla nuovamente su zero (0.0 secondi al centro dello schermo). 8 Regolare la manopola di posizione verticale del canale 1 (la manopola più piccola nella parte verticale del pannello frontale, immediatamente sopra il connettore BNC di ingresso) fino a quando il picco massimo della forma d'onda si avvicina al centro del display. L'impostazione corretta è -3.0 V ca. (valore in basso a sinistra del display). Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore 17

18 2 Esercitazioni per familiarizzare con l'oscilloscopio 9 Ruotare la manopola V/div del canale 1 in senso orario (la manopola più grande nella parte verticale) fino a visualizzare il valore 500mV/ in basso a sinistra del display. Significa 500 mv/div. Premere la manopola V/div del canale 1 per apportare le regolazioni e ottenere i valori di regolazione fine. Il professore può chiamarla regolazione vernier dell'oscilloscopio. Premere di nuovo la manopola per tornare alla regolazione coarse (grossolana), quindi reimpostarla su 500 mv/. La regolazione della posizione verticale dell'oscilloscopio e dell'impostazione V/div (passi #8 e #9 sopra) è generalmente un processo iterativo; regolare prima un valore e poi l'altro fino alla corretta visualizzazione della forma d'onda. Dovreste visualizzare sul display dell'oscilloscopio qualcosa simile alla Figure 9. Eseguire alcune misurazioni sull'onda quadra. Notare che il display dell'oscilloscopio è un semplice grafico cartesiano. Sull'asse X (orizzontale) viene misurato il tempo, mentre sull'asse Y (verticale) viene misurata la tensione. Probabilmente, per molte esercitazioni dei corsi di Ingegneria elettronica e di fisica, avrete già calcolato e posto su un grafico i segnali elettrici in un formato simile, ma statico, su carta. Oppure, è possibile aver utilizzato diverse applicazioni per computer per creare automaticamente grafici delle forme d'onda. Quando un segnale d'ingresso ripetitivo è applicato a un oscilloscopio, è possibile osservare la creazione dinamica (continuamente aggiornata) di un grafico sulle forme d'onda. Figure 9 Impostazione dei valori dei livelli verticali, orizzontali e di trigger dell'oscilloscopio per visualizzare una forma d'onda L'asse X (orizzontale) è formato da 12 divisioni principali dello schermo (display del menu spento), dove ciascuna divisione equivale all'impostazione sec/div corrispondente. In questo caso, ciascuna divisione principale orizzontale 18 Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

19 Esercitazioni per familiarizzare con l'oscilloscopio 2 rappresenta 200 microsecondi di tempo, se la base dei tempi dell'oscilloscopio è impostata su 200 μs/div come spiegato in precedenza. Poiché sono presenti 12 divisioni sullo schermo, l'oscilloscopio visualizza 2.4 ms di tempo (200 μs/div x 12 divisioni) da sinistra a destra. Notare che ciascuna divisione principale è a sua volta suddivisa in altre 5 minori (0.2 divisioni ciascuna), visualizzate con segni di spunta. Ciascuna divisione minore rappresenta 1/5 div 200 μs/div = 40 μs. L'asse Y (verticale) è composto da 8 divisioni principali verticali, ciascuna delle quali equivale all'impostazione V/div, che deve essere impostata su 500 mv/div. Con questa impostazione, l'oscilloscopio può misurare segnali di 4 Vp-p di altezza (500 mv/div x 8 divisioni). Ciascuna divisione principale è a sua volta divisa in 5 divisioni minori (0.2 divisioni ciascuna). Ciascuna divisione minore (indicata da segni di spunta), rappresenta 100 mv. 10 Calcolare la larghezza d'impulso (PW) di uno degli impulsi positivi contando il numero di divisioni (maggiori e minori) da un fronte di salita al fronte di discesa successivo, quindi moltiplicare per l'impostazione s/div (200 μs/div). PW = 11 Calcolare il periodo (T) di una di queste onde quadre contando il numero di divisioni da un fronte di salita al fronte di salita successivo, quindi moltiplicare per l'impostazione s/div. T = 12 Qual è la frequenza di quest'onda sinusoidale (F = 1/T). F = 13 Determinare la tensione picco-picco di questa forma d'onda contando il numero di divisione dal basso all'alto della forma d'onda, quindi moltiplicare per l'impostazione V/div (500 mv/div). Vp-p = Nota: l'etichetta gialla 1 a sinistra del display indica il livello di terra (0.0 V) della forma d onda del canale 1. Se è stato attivato anche il canale 2 dell'oscilloscopio, comparirà un'etichetta verde 2 a indicare il livello di terra di questo canale (0.0 V). A questo punto, utilizzare la funzione cursori dell'oscilloscopio per effettuare le stesse misurazioni di tensione e tempi. 14 Premere il tasto [Cursors] Cursori sul pannello frontale; quindi premere il softkey Mod. Ruotare la manopola Entry fino a visualizzare Manuale, quindi premere la manopola Entry per selezionare. 15 Tenere premuto il softkey CurA--- finché diventa blu (potrebbe essere già blu). 16 Ruotare la manopola Entry finché il cursore di temporizzazione A incontra il primo fronte di salita della forma d'onda a sinistra del display. Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore 19

20 2 Esercitazioni per familiarizzare con l'oscilloscopio 17 Premere il softkey CurA--- per disattivare il cursore, quindi premere il softkey CurB--- per attivare il cursore di temporizzazione B. 18 Ruotare la manopola Entry finché il cursore di temporizzazione B incontra il secondo fronte di salita della forma d'onda al centro del display. Dovreste visualizzare sul display dell'oscilloscopio qualcosa simile alla Figure 10. Figure 10 Utilizzo dei cursori di temporizzazione per misurare il periodo e la frequenza dell'onda quadra 19 Qual è il periodo e la frequenza di questa forma d'onda? ΔX = 1/ΔX = 20 Premere il softkey Tipo per modificare il cursore da Tempo ad Ampiezza. 21 Premere il softkey CurB--- per disattivare il cursore, quindi premere il softkey CurA--- per attivare il cursore di ampiezza A. 22 Ruotare la manopola Entry finché il cursore di ampiezza A incontra la parte inferiore della forma d'onda. 23 Premere il softkey CurA--- per disattivare il cursore, quindi premere il softkey CurB--- per attivare il cursore di ampiezza B. 24 Ruotare la manopola Entry finché il cursore di ampiezza B incontra la parte superiore della forma d'onda. Dovreste visualizzare sul display dell'oscilloscopio qualcosa simile alla Figure Guida di laboratorio ed esercitazioni sull'oscilloscopio DSO1000 per l'educatore

Kit di formazione dell'oscilloscopio per l'educatore DSOXEDK

Kit di formazione dell'oscilloscopio per l'educatore DSOXEDK Kit di formazione dell'oscilloscopio per l'educatore DSOXEDK Guida di laboratorio ed esercitazioni per oscilloscopi Keysight serie 4000 X Informazioni importanti Keysight Technologies, Inc. 2008-2012 Il

Dettagli

Kit di formazione dell'oscilloscopio per l'educatore DSOXEDK. Guida di laboratorio ed esercitazioni per oscilloscopi Agilent serie 4000 X

Kit di formazione dell'oscilloscopio per l'educatore DSOXEDK. Guida di laboratorio ed esercitazioni per oscilloscopi Agilent serie 4000 X Kit di formazione dell'oscilloscopio per l'educatore DSOXEDK Guida di laboratorio ed esercitazioni per oscilloscopi Agilent serie 4000 X s1 Informazioni importanti Agilent Technologies, Inc. 2008-2012

Dettagli

L OSCILLOSCOPIO. L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei

L OSCILLOSCOPIO. L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei L OSCILLOSCOPIO L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei circuiti elettronici. Nel suo uso abituale esso ci consente di vedere le forme d onda

Dettagli

Esperienza n. 8 Uso dell oscilloscopio analogico

Esperienza n. 8 Uso dell oscilloscopio analogico 1 L oscilloscopio consente di visualizzare forme d onda e più in generale è un dispositivo che visualizza una qualunque funzione di 2 variabili. Per fare ciò esse devono essere o essere trasformate in

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Teoria dei circuiti Esercitazione di Laboratorio Transitori e dominio dei fasori

Teoria dei circuiti Esercitazione di Laboratorio Transitori e dominio dei fasori Teoria dei circuiti Esercitazione di Laboratorio Transitori e dominio dei fasori Esercizio T T V V on riferimento al circuito di figura, si assumano i seguenti valori: = = kω, =. µf, = 5 V. Determinare

Dettagli

MISURE CON L OSCILLOSCOPIO

MISURE CON L OSCILLOSCOPIO MISURE CON L OSCILLOSCOPIO Misure di ampiezza (1/4) Per effettuare misure di ampiezza con l oscilloscopio l di norma si eseguono in sequenza i seguenti passi: 1. Si procede innanzitutto alla predisposizione

Dettagli

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

PicoScope USB Oscilloscope. breve Guida Introduttiva

PicoScope USB Oscilloscope. breve Guida Introduttiva breve Guida Introduttiva 5 Italiano...33 5.1 Introduzione...33 5.2 Informazioni sulla sicurezza...33 5.3 Contenuto...36 5.4 Requisiti di sistema...36 5.5 Installazione del software PicoScope...37 5.6 Newsletter

Dettagli

Basetta per misure su amplificatori

Basetta per misure su amplificatori Basetta per misure su amplificatori Per le misure viene utilizzata una basetta a circuito stampato premontata, che contiene due circuiti (amplificatore invertente e noninvertente). Una serie di interruttori

Dettagli

RICHIAMI DI MISURE ELETTRICHE

RICHIAMI DI MISURE ELETTRICHE RICHIAMI DI MISURE ELETTRICHE PREMESSA STRUMENTI PER MISURE ELETTRICHE Come si è già avuto modo di comprendere ogni grandezza fisica ha bisogno, per essere quantificata, di un adeguato metro di misura.

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Guida di riferimento rapido per i test OTDR

Guida di riferimento rapido per i test OTDR Tasti Tasto Nome Funzione del tasto Alimentazione VFL Guida di riferimento rapido per i test OTDR Menu Tenere premuto per circa 1 secondo per accendere o spegnere l'otdr ON 2 Hz - Tenere premuto per circa

Dettagli

COME predisporre l'oscilloscopio

COME predisporre l'oscilloscopio Se vi chiedessimo quale tipo di strumento sia necessario per misurare una frequenza, tutti istintivamente rispondereste: un ''frequenzimetro digitale". Pochi infatti sanno che questa misura si può eseguire

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

Elettronica I - Laboratorio Didattico - BREVE INTRODUZIONE AGLI STRUMENTI DEL BANCO DI MISURA

Elettronica I - Laboratorio Didattico - BREVE INTRODUZIONE AGLI STRUMENTI DEL BANCO DI MISURA Elettronica I - Laboratorio Didattico - BREVE INTRODUZIONE AGLI STRUMENTI DEL BANCO DI MISURA Generatore di Funzioni T T i - TG2000 Generatore di Funzioni T T i - TG2000 Genera i segnali di tensione Uscita

Dettagli

DUPLIKO! Manuale Utente

DUPLIKO! Manuale Utente DUPLIKO Manuale Utente Indice 1. Introduzione 1.1 Scopo 1.2 Generalità 2. Menu Principale 2.1 Interfaccia 2.2 Il Menu Principale 3. Archivi 3.1 Tabelle Generiche 4. Gestione 4.1 Caricare un anagrafica

Dettagli

Copia. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Copia. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Copia In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Copia di base" a pagina 3-2 "Regolazione delle opzioni di copia" a pagina 3-4 "Impostazioni di base" a pagina 3-5 "Regolazioni delle immagini"

Dettagli

Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility. Caratteristiche

Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility. Caratteristiche Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility Installate la Wireless Mobile Adapter Utility sul vostro dispositivo intelligente per scaricare immagini da una fotocamera o per controllare fotocamere

Dettagli

Manuale per l utilizzo dell applicazione Client per il controllo remoto di apparecchiature da laboratorio

Manuale per l utilizzo dell applicazione Client per il controllo remoto di apparecchiature da laboratorio Manuale per l utilizzo dell applicazione Client per il controllo remoto di apparecchiature da laboratorio Dopo il collegamento alla Home Page del laboratorio di teledidattica è possibile scaricare il file

Dettagli

Installazione. WiFi Range Extender N300 Modello WN3100RP

Installazione. WiFi Range Extender N300 Modello WN3100RP Installazione WiFi Range Extender N300 Modello WN3100RP Per iniziare Il WiFi Range Extender di NETGEAR aumenta la distanza di una rete WiFi tramite il potenziamento del segnale WiFi esistente e il miglioramento

Dettagli

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28 Magic Wand Manager Guida Utente Rel. 1.1 04/2011 1 di 28 Sommario 1. Setup del Software... 3 2. Convalida della propria licenza software... 8 3. Avvio del software Magic Wand manager... 9 4. Cattura immagini

Dettagli

Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso.

Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso. Funzionamento normale: Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso. Premere il tasto PWR per accendere il T101. Lo schermo mostrerà il logo Terratrip per un breve periodo, mentre

Dettagli

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android)

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android) IRISPen Air 7 Guida rapida per l uso (Android) La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare IRISPen Air TM 7. Leggere la guida prima di utilizzare lo scanner e il relativo software.

Dettagli

Modello MR8875 MR8880/20 8870/20 MR8847 8860/50 8861/50 Modalità di funzionamento

Modello MR8875 MR8880/20 8870/20 MR8847 8860/50 8861/50 Modalità di funzionamento Modello MR8875 MR8880/20 8870/20 MR8847 8860/50 8861/50 Modalità di funzionamento MEM HIGHSPEED SI SI SI SI SI SI REC REALTIME SI SI - SI SI SI Calcolo RMS - SI - SI* SI SI Diagramma X-Y - - - SI SI SI

Dettagli

Esami di Stato 2008 - Soluzione della seconda prova scritta. Indirizzo: Elettronica e Telecomunicazioni Tema di ELETTRONICA

Esami di Stato 2008 - Soluzione della seconda prova scritta. Indirizzo: Elettronica e Telecomunicazioni Tema di ELETTRONICA Risposta al quesito a Esami di Stato 2008 - Soluzione della seconda prova scritta Indirizzo: Elettronica e Telecomunicazioni Tema di ELETTRONICA (A CURA DEL PROF. Giuseppe SPALIERNO docente di Elettronica

Dettagli

Iniziare da qui. La presente guida consente di eseguire le seguenti operazioni: Importante! Per gli utenti di versioni precedenti del Palmare palmone

Iniziare da qui. La presente guida consente di eseguire le seguenti operazioni: Importante! Per gli utenti di versioni precedenti del Palmare palmone Da leggere prima Iniziare da qui La presente guida consente di eseguire le seguenti operazioni: Caricare e impostare il palmare. Installare il software Palm Desktop e altro software. Sincronizzare il palmare

Dettagli

Iniziare da qui. La presente guida consente di eseguire le seguenti operazioni: Importante! Per gli utenti di versioni precedenti del palmare palmone

Iniziare da qui. La presente guida consente di eseguire le seguenti operazioni: Importante! Per gli utenti di versioni precedenti del palmare palmone DA LEGGERE PRIMA Iniziare da qui La presente guida consente di eseguire le seguenti operazioni: Caricare e impostare il palmare. Installare il software Palm Desktop e altro software per la sincronizzazione,

Dettagli

Flusso di lavoro nel Software Capture Pro: Indicizzazione OCR e separazione dei documenti per codice patch

Flusso di lavoro nel Software Capture Pro: Indicizzazione OCR e separazione dei documenti per codice patch La procedura qui riportata per iscritto corrisponde alla dimostrazione Indicizzazione OCR e separazione dei del programma didattico del Software Capture Pro. Le varie fasi della procedura sono elencate

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

Retrospect 9 per Mac Appendice al Manuale per l'utente

Retrospect 9 per Mac Appendice al Manuale per l'utente Retrospect 9 per Mac Appendice al Manuale per l'utente 2 Retrospect 9 Manuale dell'utente Appendice www.retrospect.com 2011 Retrospect, Inc. Tutti i diritti riservati. Manuale per l'utente Retrospect 9,

Dettagli

Installazione dei telefoni e delle console degli operatori con Cisco UC320W

Installazione dei telefoni e delle console degli operatori con Cisco UC320W Installazione dei telefoni e delle console degli operatori con Cisco UC320W Settembre 2011 Il presente documento vengono fornite informazioni sull'installazione delle console degli operatori, o "moduli

Dettagli

Strumenti Digitali. Corso di Misure Elettriche http://sms.unipv.it/misure/

Strumenti Digitali. Corso di Misure Elettriche http://sms.unipv.it/misure/ Strumenti Digitali Corso di Misure Elettriche http://sms.unipv.it/misure/ Piero Malcovati Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione Università di Pavia piero.malcovati@unipv.it Piero Malcovati

Dettagli

FDE- 712. Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi

FDE- 712. Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi FDE- 712 Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi Figura 1 Vista la progressiva scomparsa dei dischi floppy, adatti al

Dettagli

Datalogger Grafico Aiuto Software

Datalogger Grafico Aiuto Software Datalogger Grafico Aiuto Software Versione 2.0, 7 Agosto 2007 Per ulteriori informazioni consultare il manuale d'uso incluso nel disco programma in dotazione. INDICE Installazione del software grafico.

Dettagli

Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Conseguimento e la Revisione della patente di guida A e B

Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Conseguimento e la Revisione della patente di guida A e B Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Svolgimento Esami Guida Operativa Esaminatore Aggiornamenti Gennaio 2011 INDICE Gestione degli Esami di Teoria per il 1. INTRODUZIONE ALL USO DELLA

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso Yes, you can. Invacare REM 550 Comando Manuale d uso Indice Capitolo Pagina 1 La consolle di guida REM 550 4 2 1.1 Struttura della consolle di guida...4 1.2 Display di stato...7 1.2.1 Indicatore livello

Dettagli

Documento tecnico - Europa. Messaggi di evento Enphase Enlighten. Messaggi e avvisi Enlighten. Tensione CA media troppo elevata

Documento tecnico - Europa. Messaggi di evento Enphase Enlighten. Messaggi e avvisi Enlighten. Tensione CA media troppo elevata Documento tecnico - Europa Messaggi di evento Enphase Enlighten Messaggi e avvisi Enlighten Di seguito vengono riportati i messaggi che potrebbero essere visualizzati in Enlighten o nell'interfaccia di

Dettagli

3B SCIENTIFIC PHYSICS

3B SCIENTIFIC PHYSICS 3B SCIENTIFIC PHYSICS Kit "Propagazione del suono in aste" 230 V, 50/60 Hz: 1018469 / U8557180-230 115 V, 50/60 Hz: 1018468 / U8557180-115 Istruzioni per l'uso 04/15 TL/UD 1. Norme di sicurezza Un utilizzo

Dettagli

GRANDEZZE ALTERNATE SINUSOIDALI

GRANDEZZE ALTERNATE SINUSOIDALI GRANDEZZE ALTERNATE SINUSOIDALI 1 Nel campo elettrotecnico-elettronico, per indicare una qualsiasi grandezza elettrica si usa molto spesso il termine di segnale. L insieme dei valori istantanei assunti

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Range Extender EX6100

Guida all'installazione di WiFi Range Extender EX6100 Guida all'installazione di WiFi Range Extender EX6100 Per iniziare Il WiFi Range Extender di NETGEAR aumenta la distanza di una rete WiFi tramite il potenziamento del segnale WiFi esistente e il miglioramento

Dettagli

Misure di frequenza e di tempo

Misure di frequenza e di tempo Misure di frequenza e di tempo - 1 Misure di frequenza e di tempo 1 - Contatori universali Schemi e circuiti di riferimento Per la misura di frequenza e di intervalli di tempo vengono diffusamente impiegati

Dettagli

Sulla barra multifunzione sono disponibili i comandi più utilizzati, per consentire all'utente di averli sempre a portata di mano ed evitare ricerche

Sulla barra multifunzione sono disponibili i comandi più utilizzati, per consentire all'utente di averli sempre a portata di mano ed evitare ricerche Word 2007 nozioni di base Word 2007 barra multifunzione Sulla barra multifunzione sono disponibili i comandi più utilizzati, per consentire all'utente di averli sempre a portata di mano ed evitare ricerche

Dettagli

Nexus Badge Manager Manuale Uso

Nexus Badge Manager Manuale Uso Nexus Badge Manager Manuale Uso 1. Primo avvio La prima volta che verrà eseguito il software apparirà il seguente messaggio: Collegare il dispositivo ad una qualsiasi porta USB libera del PC e seguire

Dettagli

Domande frequenti su Samsung Drive Manager

Domande frequenti su Samsung Drive Manager Domande frequenti su Samsung Drive Manager Installazione D: Il disco fisso esterno Samsung è collegato, ma non succede nulla. R: Verificare la connessione del cavo USB. Se il disco fisso esterno Samsung

Dettagli

Simba RTF IT.qxd 05/02/2004 14:58 Page 1 Da leggere prima

Simba RTF IT.qxd 05/02/2004 14:58 Page 1 Da leggere prima Da leggere prima Iniziare da qui Procedure descritte nella guida: Ricarica e impostazione del palmare. Installazione del software Palm Desktop e di altre applicazioni. Sincronizzazione del palmare con

Dettagli

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale Introduzione Introduzione a NTI Shadow Benvenuti in NTI Shadow! Il nostro software consente agli utenti di pianificare dei processi di backup continui che copiano una o più cartelle ( origine del backup

Dettagli

Gestione connessioni Manuale d'uso

Gestione connessioni Manuale d'uso Gestione connessioni Manuale d'uso Edizione 1.0 IT 2010 Nokia. Tutti i diritti sono riservati. Nokia, Nokia Connecting People e il logo Nokia Original Accessories sono marchi o marchi registrati di Nokia

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI ATTACK e ATTACK IR

MANUALE DI ISTRUZIONI ATTACK e ATTACK IR MANUALE DI ISTRUZIONI ATTACK e ATTACK IR ISTRUZIONI OPERATIVE Di cosa avete bisogno: 1) Una o più schede SD (vedere appendice A per raccomandazioni); 2) Otto batterie stilo AA; 3) Quando Ambush IR è acceso,

Dettagli

WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE

WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE v4.3.it Part number: 5992-4251 Copyright 2008 2009 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifica senza

Dettagli

GUIDA INTRODUTTIVA (Mac) Copyright 2011 NetSupport Ltd Tutti i diritti riservati

GUIDA INTRODUTTIVA (Mac) Copyright 2011 NetSupport Ltd Tutti i diritti riservati GUIDA INTRODUTTIVA (Mac) Copyright 2011 NetSupport Ltd Tutti i diritti riservati NetSupport Assist è un programma software creato indipendentemente e non è stato autorizzato, sponsorizzato, sanzionato,

Dettagli

ELETTRONICA. L amplificatore Operazionale

ELETTRONICA. L amplificatore Operazionale ELETTRONICA L amplificatore Operazionale Amplificatore operazionale Un amplificatore operazionale è un amplificatore differenziale, accoppiato in continua e ad elevato guadagno (teoricamente infinito).

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

GPS NAVIGATION SYSTEM QUICK START USER MANUAL

GPS NAVIGATION SYSTEM QUICK START USER MANUAL GPS NAVIGATION SYSTEM QUICK START USER MANUAL ITALIAN Guida introduttiva La prima volta che si utilizza il software di navigazione, si avvia automaticamente un processo di impostazione iniziale. Procedere

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Pos.n. 510158. CONTROLLER 2518 Manuale utente

Pos.n. 510158. CONTROLLER 2518 Manuale utente Pos.n. 510158 CONTROLLER 2518 Manuale utente Sezione 1 INTRODUZIONE Grazie per aver scelto il controller Martin 2518. E un controller DMX facile da usare e robusto, che resterà affidabile per molti anni

Dettagli

2. Uso di Cardiris su un PC Windows a. Installazione di Cardiris b. Avvio di Cardiris

2. Uso di Cardiris su un PC Windows a. Installazione di Cardiris b. Avvio di Cardiris La presente Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a installare e iniziare a usare gli scanner IRISCard Anywhere 5 e IRISCard Corporate 5. I software forniti con questi scanner sono: - Cardiris

Dettagli

Manuale di aggiornamento del firmware per fotocamere digitali Cyber-shot Sony DSC-F828

Manuale di aggiornamento del firmware per fotocamere digitali Cyber-shot Sony DSC-F828 Manuale di aggiornamento del firmware per fotocamere digitali Cyber-shot Sony DSC-F828 Il termine "firmware" si riferisce al software installato sulla vostra fotocamera Cyber-shot. Per aggiornare il software

Dettagli

PAN LAN 1. Manuale d Istruzioni. Tester & Multimetro LAN 2in1

PAN LAN 1. Manuale d Istruzioni. Tester & Multimetro LAN 2in1 Manuale d Istruzioni Tester & Multimetro LAN 2in1 PAN LAN 1 Dipl.Ing. Ernst KRYSTUFEK GmbH & Co KG AUSTRIA, 1230 Vienna, Pfarrgasse 79 Tel: +43/ (0)1/ 616 40 10, Fax: +43/ (0)1/ 616 40 10 21 www.krystufek.at

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

Welcome to the World of PlayStation Guida introduttiva

Welcome to the World of PlayStation Guida introduttiva Welcome to the World of PlayStation Guida introduttiva Italiano PCH-2016 7025572 Primo utilizzo del sistema PlayStation Vita Premere per 5 secondi Accendere il sistema PS Vita. Alla prima accensione del

Dettagli

SP-1101W/SP-2101W Quick Installation Guide

SP-1101W/SP-2101W Quick Installation Guide SP-1101W/SP-2101W Quick Installation Guide 05-2014 / v1.0 1 I. Informazioni sul prodotto I-1. Contenuti del pacchetto I-2. Switch Smart Plug Pannello frontale Guida di installazione rapida CD con guida

Dettagli

Tensioni variabili nel tempo e Oscilloscopio

Tensioni variabili nel tempo e Oscilloscopio ensioni variabili nel tempo e Oscilloscopio RIASSUNO: ensioni variabili e periodiche Ampiezza, valor medio, ed RMS Generatori di forme d onda ensioni sinusoidali Potenza : valore medio e valore efficace

Dettagli

Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo Nozioni fondamentali della progettazione di database.

Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo Nozioni fondamentali della progettazione di database. 1 di 13 22/04/2012 250 Supporto / Access / Guida e procedure di Access 2007 / Tabelle Guida alle relazioni tra tabelle Si applica a: Microsoft Office Access 2007 Uno degli obiettivi di una buona strutturazione

Dettagli

Bengal RTF IT.qxd 30/01/2004 19:41 Page 1 Da leggere prima

Bengal RTF IT.qxd 30/01/2004 19:41 Page 1 Da leggere prima Da leggere prima Iniziare da qui Procedure descritte nella guida: Ricarica e impostazione del palmare. Installazione del software Palm Desktop e di altre applicazioni. Sincronizzazione del palmare con

Dettagli

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali Luca Facchini e-mail: luca.facchini@unifi.it Introduzione Quali strumenti vengono utilizzati? Le grandezze di interesse nelle

Dettagli

Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM

Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM CAM Display Bi 162 602 06.10 Camille Bauer AG Aargauerstrasse 7 CH-5610 Wohlen / Svizzera Telefono +41 56 618 21 11 Fax +41 56 618 35 35 e-mail: info@camillebauer.com

Dettagli

Taratura di un multicanale

Taratura di un multicanale COSO DI LABOATOIO DI FISICA A Scopo dell esperienza è la verifica della relazione lineare tra il canale individuato da un analizzatore multicanale (M.C.A.) e la carica elettrica media relativa a segnali

Dettagli

SECONDA ESERCITAZIONE

SECONDA ESERCITAZIONE POLITECNICO DI TORINO Laboratorio di Elettrotecnica Data: Gruppo : Allievi: SECONDA ESERCITAZIONE Strumenti utilizzati Materiale necessario Generatore di funzioni da banco Oscilloscopio da banco Bread-board

Dettagli

5 Amplificatori operazionali

5 Amplificatori operazionali 5 Amplificatori operazionali 5.1 Amplificatore operazionale: caratteristiche, ideale vs. reale - Di seguito simbolo e circuito equivalente di un amplificatore operazionale. Da notare che l amplificatore

Dettagli

MISURATORE DIGITALE MODELLO M890G

MISURATORE DIGITALE MODELLO M890G MISURATORE DIGITALE MODELLO M890G MANUALE D ISTRUZIONE I II INTRODUZIONE Il misuratore digitale M890G può essere usato per misurare tensioni e corrente DC, tensioni e corrente AC, resistenza, capacità,

Dettagli

Clickomania con Blockly

Clickomania con Blockly Clickomania con Blockly Violetta Lonati Sommario Clickomania è un solitario, noto anche come Chain Shot! o Same Game. Il campo di gioco è costituito da una parete inizialmente coperta di mattoni, uno per

Dettagli

T2210HD/T2210HDA Monitor LCD Wide Screen 21,5" Manuale dell utente

T2210HD/T2210HDA Monitor LCD Wide Screen 21,5 Manuale dell utente T2210HD/T2210HDA Monitor LCD Wide Screen 21,5" Manuale dell utente Sommario Contenuto della confezione...3 Installazione...4 Per collegare il monitor al tuo PC... 4 Regolazione del monitor...5 Funzioni

Dettagli

Valutazione dei segnali EGM di elettrocateteri con i dispositivi COGNIS e TELIGEN

Valutazione dei segnali EGM di elettrocateteri con i dispositivi COGNIS e TELIGEN Valutazione dei segnali EGM di elettrocateteri con i dispositivi COGNIS e TELIGEN SOMMARIO Gli elettrogrammi (EGM) in tempo reale o memorizzati consentono di assistere il medico nella valutazione del paziente,

Dettagli

Circuiti amplificatori

Circuiti amplificatori Circuiti amplificatori G. Traversi Strumentazione e Misure Elettroniche Corso Integrato di Elettrotecnica e Strumentazione e Misure Elettroniche 1 Amplificatori 2 Amplificatori Se A V è negativo, l amplificatore

Dettagli

ROBOMAT. ROBOMAT Progettare, comunicare, stabilire relazioni di tipo spaziale misurare in tipiche situazioni di problemsolving

ROBOMAT. ROBOMAT Progettare, comunicare, stabilire relazioni di tipo spaziale misurare in tipiche situazioni di problemsolving ROBOMAT Progettare, comunicare, stabilire relazioni di tipo spaziale misurare in tipiche situazioni di problemsolving Logo è un linguaggio di programmazione ideato con finalità didattiche dal matematico

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard Questa nota consiste perlopiù nella traduzione da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000, University of Plymouth Consideriamo come esempio il data set contenuto nel foglio excel esercizio1_dati.xls.

Dettagli

Introduzione al foglio elettronico

Introduzione al foglio elettronico Introduzione al foglio elettronico 1. Che cos'è un foglio elettronico? Un foglio elettronico è un programma che permette di inserire dei dati, di calcolare automaticamente i risultati, di ricalcolarli

Dettagli

Telecomando HP Media (solo in determinati modelli) Guida utente

Telecomando HP Media (solo in determinati modelli) Guida utente Telecomando HP Media (solo in determinati modelli) Guida utente Copyright 2008 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows e Windows Vista sono entrambi marchi registrati o marchi di Microsoft Corporation

Dettagli

PROGRAMMAZIONE PER DISCIPLINE INFORMATICA CLASSE

PROGRAMMAZIONE PER DISCIPLINE INFORMATICA CLASSE Elaborazione testi Il computer e i file La Tecnologia dell Informazione PROGRAMMAZIONE PER DISCIPLINE INFORMATICA CLASSE 5 a SCUOLA PRIMARIA Competenz e Uso di nuove tecnologie e di linguaggi multimediali

Dettagli

Telecomando HP Media (solo in determinati modelli) Guida utente

Telecomando HP Media (solo in determinati modelli) Guida utente Telecomando HP Media (solo in determinati modelli) Guida utente Copyright 2008 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows e Windows Vista sono marchi registrati negli Stati Uniti di Microsoft Corporation.

Dettagli

Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini)

Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini) Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini) Introduzione ai blocchi............................................1 Inserimento di blocchi.............................................2 Introduzione ai tratteggi...........................................4

Dettagli

Convertitore analogico-digitale PicoScope 6407

Convertitore analogico-digitale PicoScope 6407 YE AR Convertitore analogico-digitale PicoScope 6407 CONVERTITORE ANALOGICO-DIGITALE AD ALTE PRESTAZIONI Potente e Programmabile Larghezza di banda 1 GHz Buffer da 1 GS Campionamento in tempo reale da

Dettagli

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle Foglio di calcolo Il foglio di calcolo: Excel I dati inseriti in Excel sono organizzati in Cartelle di lavoro a loro volta suddivise in Fogli elettronici. I fogli sono formati da celle disposte per righe

Dettagli

Archive Player Sommario it 3. 1 Introduzione 4

Archive Player Sommario it 3. 1 Introduzione 4 Archive Player Divar Series it Manuale d'uso Archive Player Sommario it 3 Sommario 1 Introduzione 4 2 Operazione 5 2.1 Avvio del programma 5 2.2 Descrizione della finestra principale 6 2.3 Pulsante Apri

Dettagli

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione PARAMETRI 2012 P.I. 2011 Guida all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto PARAMETRI 2012 consente di stimare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o

Dettagli

Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server

Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server In questo documento viene mostrato come distribuire l'unità Cisco UC 320W in un ambiente Windows Small Business Server. Sommario In questo

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

TINYHVSR. basato sul modulo GPELL del software Geopsy www.geopsy.org MANUALE D'USO (12 / 2012)

TINYHVSR. basato sul modulo GPELL del software Geopsy www.geopsy.org MANUALE D'USO (12 / 2012) 1-------------------- TinyHVSR Versione 1.3.0 TINYHVSR basato sul modulo GPELL del software Geopsy www.geopsy.org MANUALE D'USO (12 / 2012) Copyright SARA electronic instruments s.r.l. All rights reserved

Dettagli

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0

SISTEMA DI ALLARME. Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 SISTEMA DI ALLARME Sistema automatico di monitoraggio per il rilevamento delle perdite N 1.0 i s o p l u s IPS-DIGITAL-CU IPS-DIGITAL-NiCr IPS-DIGITAL-Software IPS-DIGITAL-Mobil IPS-DIGITAL isoplus Support

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base INTRODUZIONE Nella versione 2.30.04 di Race Studio 2 è stata introdotta una nuova funzionalità relativa allo strumento di Analisi delle sospensioni presente all interno

Dettagli

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07 9.13 Caratteristica meccanica del motore asincrono trifase Essa è un grafico cartesiano che rappresenta l andamento della coppia C sviluppata dal motore in funzione della sua velocità n. La coppia è legata

Dettagli

Manuale dell utente. InCD. ahead

Manuale dell utente. InCD. ahead Manuale dell utente InCD ahead Indice 1 Informazioni su InCD...1 1.1 Cos è InCD?...1 1.2 Requisiti per l uso di InCD...1 1.3 Aggiornamenti...2 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...2 2 Installazione...3

Dettagli

Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente

Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente INDICE: 1 DESCRIZIONE... 1 1.1 Relazione segnale-posizione... 1 1.2 Area utile (attiva) del sensore magnetostrittivo da 75mm... 2 1.3 Area utile

Dettagli

Sensori a effetto Hall bipolari con ritenuta stabilizzati e non stabilizzati con circuito chopper

Sensori a effetto Hall bipolari con ritenuta stabilizzati e non stabilizzati con circuito chopper Sensori a effetto Hall bipolari con ritenuta stabilizzati e non stabilizzati con circuito chopper I risultati dei test mostrano che è possibile ottenere prestazioni significativamente maggiori impiegando

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli