TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO SECONDA FASE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO SECONDA FASE"

Transcript

1 TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO SECONDA FASE 1/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

2 MODIFICHE / AGGIORNAMENTI DOCUMENTAZIONE Data Referente Nome File Descrizione della modifica Fiat Auto S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Sono vietate la diffusione e la riproduzione anche parziale e con qualsiasi strumento. L'elaborazione del materiale non può comportare specifiche responsabilità per involontari errori od omissioni. Le informazioni riportate sul presente supporto sono suscettibili di aggiornamenti continui: Fiat Auto S.p.A. non assume alcuna responsabilità per le conseguenze derivanti dall'utilizzo di informazioni non aggiornate La presente pubblicazione è ad esclusivo uso didattico. Per le informazioni tecniche, complete ed aggiornate a fini assistenziali, è necessario fare riferimento al manuale assistenziale ed alle informazioni di servizio del modello di veicolo interessato Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 2/181

3 INDICE INDICE BRIEFING DATI TECNICI MOTORE Dati caratteristici FRIZIONE CAMBIO DI VELOCITA DIFFERENZIALE PIANO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA MOTORE MOTORE Caratteristiche Supporti motore Basamento e sottobasamento Testa cilindri Alberi della distribuzione Albero motore Volano Pistoni e bielle Comando della distribuzione Impianto alimentazione aria Impianto alimentazione combustibile Impianto di scarico Impianto EGR Impianto recupero vapori olio dal basamento Impianto lubrificazione motore Circuito raffreddamento motore GESTIONE ELETTRONICA MOTORE Controllo motore EDC 16 C Pin out centralina controllo motore Schema elettrico gestione motore Componenti dell impianto di iniezione/accensione DIAGNOSI Sezione parametri Sezione Errori / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

4 3.3.3 Diagnosi attive visualizzabili con l examiner Configurazioni visualizzabili con examiner PROCEDURE Motore staccato- stacco testa/e cilindri e coppa olio per ispezione comprende posa su cavalletto e rimozione Motore - Ricomposizione. Lavaggio e controllo parti smontate - Riattacco testa cilindri e coppa olio - Non comprende interventi su testa cilindri e gruppo organi ausiliari Attrezzi per la revisione motore TRASMISSIONE CAMBIO DI VELOCITA E DIFFERENZIALE TIPO C 546 ( M40 ) Caratteristiche costruttive PROCEDURE CAMBIO MECCANICO (6 VELOCITA') CON DIFFERENZIALE - SCOMPOSIZIONE E RICOMPOSIZIONE - LAVAGGIO, VERIFICA PARTICOLARI - EV. SOST. SINCRONIZZATORI, COMANDI INTERNI, RUOTISMI, ALBERI E CUSCINETTI Attrezzi per la revisione del cambio SOSPENSIONI pneumatiche autolivellanti posteriori CRONOTACHIGRAFO DIGITALE Diagnosi con Examiner TELECAMERA POSTERIORE Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 4/181

5 1. BRIEFING Dopo il lancio commerciale avvenuto a giugno 2006, la gamma del nuovo Fiat Ducato si completa con l arrivo di nuovi contenuti che rendono il veicolo ancora piu versatile ed efficiente. Per quanto riguarda le motorizzazioni, la gamma si completa con il motore 3.0 Multijet da 157 cv accoppiato al cambio M40 di nuova concezione. Sul fronte delle sospensioni arrivano le nuove sospensioni posteriori pneumatiche autolivellanti che garantiscono grande comfort e assetto costante in ogni condizione di carico, (veicolo carico o scarico, merci posizionate in modo simmetrico o asimmetrico) e permettono di abbassare la soglia di carico posteriore per agevolare le operazioni di carico/scarico delle merci, oppure di alzare il veicolo nella parte posteriore per migliorare l angolo di rampa e/o passaggio ostacolo sotto veicolo. Per agevolare la visibilità posteriore in fase di manovra, arriva il sistema telecamera di parcheggio che permette al conducente di guardare lo scenario retrostante il veicolo attraverso un display posto in vano abitacolo. 5/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

6 Infine sul nuovo Ducato si può avere un cronotachigrafo digitale i grado di monitorare tutte le operazioni legate al trasporto, molto utile alle aziende con grandi flotte 2. DATI TECNICI 2.1 MOTORE Dati caratteristici Codice tipo Ciclo Numero e posizione cilindri SofimF1CE048ID Diesel 4 in linea Diametro e corsa stantuffi 95.8x104 (mm) Cilindrata totale (cm3) 2999 Rapporto di compressione 19:1 Potenza massima CEE(kw) 117 Potenza massima CEE(CV) 157 Regime corrispondente (giri/min) 3500 Coppia massima (CEE) (Nm) 400 Regime corrispondente (giri/min) 1600 Carburante Gasolio per autotrazione(specifica ENS 590) Alimentazione Iniezione diretta Multijet Common Rail 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 6/181

7 2.2 FRIZIONE Tipo Azionamento Monodico a secco e piatto spingidisco con dispositivo automatico di recupero gioco di usura A spinta Diametro esterno disco condotto(mm) 258±1 Diametro interno disco condotto (mm) 160±5 2.3 CAMBIO DI VELOCITA Tipo C546 (M40) I II Rapporti di trasmissione (*) Allestimenti diversi III IV V VI (*) (*) (*) RM DIFFERENZIALE Rapporto al ponte (*) (*) Allestimenti diversi 7/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

8 2.5 PIANO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA Descrizione Controllo condizioni / usura pneumatici ed eventuale regolazione pressione Controllo funzionamento impianto di illuminazione (fari, indicatori di direzione, emergenza, vano bagagli, abitacolo, spie quadro strumenti, ecc.). Controllo funzionamento impianto tergi/lavacristalli, eventuale registrazione spruzzatori. Controllo posizionamento/usura spazzole tergicristalli Controllo condizioni usura pattini freni e funzionamento segnalatore usura pattini disco anteriori e posteriori (dove presenti) Controllo visivo condizioni e integrità: esterno carrozzeria, protettivo sottoscocca, tratti rigidi e flessibili delle tubazioni (scarico, alimentazione carburante, freni), elementi in gomma (cuffie, manicotti, boccole, ecc.). Controllo visivo condizioni cinghie comando accessori + + Controllo ed eventuale ripristino livello liquidi (raffreddamento motore, freni, lavacristalli, batteria, ecc.) Controllo ed eventuale registrazione corsa leva freno a mano Controllo stato pulizia serrature e pulizia/lubrificazione leverismi Controllo emissioni/fumosità gas di scarico Controllo funzionalità sistemi controllo motore (mediante presa diagnosi) Sostituzione cinghia comando accessori + Sostituzione filtro combustibile Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 8/181

9 Sostituzione cartuccia filtro aria Sostituzione olio motore e filtro olio motore Sostituzione liquido freni (oppure ogni 24 mesi) + + Sostituzione filtro antipolline (oppure ogni 24 mesi) I tagliandi di manutenzione devono essere effettuati ogni Km nel caso il veicolo sia utilizzato prevalentemente in una delle seguenti condizioni particolarmente severe: Traino di rimorchio o roulotte; Strade polverose; Tragitti brevi (meno di 7-8 Km) e ripetuti con temperatura esterna sotto zero; Motore che gira frequentemente al minimo o guida su lunghe distanze a bassa velocità (esempio consegne porta a porta), oppure in caso di lunga inattività; Percorsi urbani. 9/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

10 3. MOTORE 3.1 MOTORE Caratteristiche Le principali caratteristiche del motore 3.0 Multijet sono le seguenti: Power [kw] F1C 107 kw [145 HP] Nm WG [rpm] - motore Diesel sovralimentato con turbocompressore a geometria fissa; Torque [Nm] - livello di emissioni conforme alla norma Euro 4 - potenza sviluppata: 160 CV; - disposizione a quattro cilindri in linea; - cilindrata 2998 cc; - alesaggio: 95.8 mm; - corsa: 104 mm; - rapporto di compressione: 19:1 - ordine d iniezione: doppio albero a camme in testa con distribuzione a 16 valvole; - testa realizzata in lega di alluminio; - sovratesta comprendente i supporti degli alberi a camme; - distribuzione con comando a catena; - bilancieri con punterie idrauliche; - pompa acqua di tipo centrifugo incorporata nel basamento; - centralina controllo motore: Bosch EDC16C39; - pompa alta pressione: Bosch CP3.2 (senza pompa di trasferta ad ingranaggi); - monoblocco realizzato in ghisa sferoidale; - coppa olio in lamiera stampata Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 10/181

11 3.1.2 Supporti motore GENERALITÀ I supporti del gruppo motopropulsore hanno la funzione di collegamento strutturale tra motopropulsore e scocca. Sono dimensionati per reggere il peso del motopropulsore e sopportare i carichi derivanti dalla coppia trasmessa dal motore. Ciascun supporto è provvisto di un tassello in gomma - metallo che ha il compito di smorzare le vibrazioni generate dal motore, riducendo in gran parte le vibrazioni trasmesse alla scocca. TIPOLOGIA La supportazione del motore è di tipo baricentrica. Il motore è vincolato al veicolo tramite due supporti (uno lato cambio ed uno lato distribuzione) ed un tirante di reazione. 1 Supporto elastico lato cambio 2 Staffa supporto lato cambio 3 Staffa supporto posteriore 4 Supporto elastico lato distribuzione 5 Staffa supporto lato distribuzione Basamento e sottobasamento Il basamento è realizzato in ghisa. La supportazione dell albero motore viene effettuata tramite cinque supporti di banco. Apposite canalizzazioni ricavate nelle pareti del basamento, permettono il passaggio del liquido di raffreddamento e dell olio di lubrificazione. Nella parte inferiore del basamento sono installati i getti dai quali viene spruzzato l olio motore per il raffreddamento dei pistoni e per la lubrificazione dello spinotto. Il motore è provvisto di sottobasamento, tra basamento e sottobasamento è interposto uno strato di sigillante. 11/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

12 1 -Basamento 2 Sottobasamento 3 Spina di centraggio 4 Getto per il raffreddamento dei pistoni 5 Bocchettone di fissaggio dei getti Testa cilindri La testa cilindri è di tipo monolitico in lega di alluminio e silicio. L apertura delle valvole è comandata da due alberi a camme in testa, a sezione cava con camme riportate, il comando è a catena, gli alberi a camme sono montati nella testa superiore. Le quattro valvole per cilindro sono posizionate nelle relative guida valvole e comandate da bilancieri azionati dagli eccentrici degli alberi a camme e mantenuti a contatto delle valvole tramite punterie idrauliche Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 12/181

13 Le guidavalvole sono piantate nelle relative sedi della testa cilindri con interferenza. Il perfezionamento del diametro interno viene realizzato, dopo il montaggio, con alesatore specifico. Rispetto alla teste cilindri con precamera, l intero processo di combustione ha luogo nella camera di scoppio ricavata sul pistone. Gli elementi che compongono la testa cilindri sono: - sopratesta, - punterie idrauliche, 1 Testa superiore - bilancieri, 2 Guarnizione - alberi a camme, 3 Testa cilindri - valvole di scarico e di aspirazione, 4 Boccole di centraggio - guide valvole, - sedi valvole. 1 Testa cilindri 2 Guarnizione 3 Boccola di centraggio 4 Monoblocco 13/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

14 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy Nella testa sono ricavati: i condotti di aspirazione; i condotti di scarico; i fori di passaggio delle valvole; i fori per il passaggio del liquido di raffreddamento; i fori per il passaggio del lubrificante; i fori per gli iniettori, i fori per le candelette di preriscaldo, i fori per il fissaggio al monoblocco. La testa è l elemento di chiusura del cilindro; per la costruzione delle testate vengono impiegate leghe di alluminio con caratteristiche di leggerezza, di resistenza alla compressione e di alta conducibilità termica. Sulla testa sono presenti due boccole di centraggio per il corretto posizionamento della testa superiore. Guarnizione della testa La guarnizione tra testa cilindri e basamento è costituita da tre strati di acciaio inossidabile ricoperti da uno speciale materiale gommoso resistente al calore. In produzione la guarnizione è disponibile in tre differenti spessori, identificati dal numero di tacche presenti sulla stessa, mentre a ricambi viene fornita con un solo spessore - 1 tacca : spessore di classe 1-2 tacche: spessore di classe 2-3 tacche: spessore di classe 3. 1 Guarnizione testa 2 Tacche per l identificazione dello spessore guarnizione Alberi della distribuzione Gli alberi della distribuzione sono realizzati in acciaio e sono cavi all interno 1 Albero a camme di comando delle valvole di scarico 2 Albero a camme di comando delle valvole di aspirazione Il sensore di fase rileva la fase di funzionamento del motore leggendo la posizione dell ingranaggio comando dell albero di aspirazione. Il sensore di fase è posizionato sul coperchio di introduzione olio motore presente sulla testa superiore Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 14 / 181

15 Punterie idrauliche 1.Molla di ritegno punteria 2. Punteria idraulica 3. Bilanciere con molla 4.Camma Albero motore L albero motore è costituito in acciaio al carbonio, poggia su cinque supporti di banco con interposti semicuscinetti. Il gioco assiale dell'albero motore è regolato dal semicuscinetto alloggiato in corrispondenza del supporto di banco centrale. Otto contrappesi disposti a 180 conferiscono all'albero motore un'accurata equilibratura delle masse rotanti. 1 Albero motore 2 Cuscinetto di banco centrale (anche con funzione di registrazione del gioco assiale) 3 Cuscinetti di banco 4 foro per il passaggio dell olio 5. Ruota fonica 15 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

16 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy Volano Il volano è di tipo a doppia massa, è fissato all albero motore tramite 8 viti. Sul volano sono presenti 3 spine di centraggio per il meccanismo frizione E l organo che rende uniforme la rotazione del motore, accumulando energia durante le fasi attive espansioni) e restituendola durante le fasi passive. Il volano è dimensionato per consentire al motore di girare al minimo senza arrestarsi e vincere il lavoro di attrito da questo sviluppato durante il funzionamento a vuoto.il volano a doppia massa, DVA (doppio volano ammortizzatore), è costituito da una massa solidale all'albero motore e una all'albero primario del cambio con interposto un sistema elastico torsionale di smorzamento. I punti di risonanza che, con il sistema convenzionale si trovano tra 800 e 2200 giri/min, vengono spostati verso velocità di rotazione più basse, fuori dal campo di utilizzo. I vantaggi di questo volano rispetto a quello normale sono: - smorzamento delle irregolarità motore trasmesse al cambio con conseguente riduzione della rumorosità della trasmissione; - riduzione della rumorosità in abitacolo conseguente all attenuazione della rumorosità complessiva. L'innesto frizione, posizionato tra il doppio volano ed il cambio è costituito da un disco rigido (con molle) che, avendo un'inerzia ridotta migliora la manovrabilità del cambio. 1 Massa solidale con albero motore. 2 Massa solidale con albero primario del cambio. 3 Spina di centraggio per il meccanismo frizione 4 Mozzo 5 Cuscinetto a sfere 6 Corona dentata 7- Sistema elastico torsionale di smorzamento Pistoni e bielle CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE I pistoni sono ottenuti per fusione di lega di alluminio, le bielle sono in acciaio bonificato, realizzate per stampaggio a caldo, i cappelli di biella sono realizzati per frattura dalle bielle Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 16 / 181

17 Sui pistoni è presente il bacino per la camera di scoppio. Pistoni e piedi di biella sono collegati attraverso spinotti di tipo flottante, sono trattenuti tramite due anelli elastici ad espansione che trovano sede nelle apposite cave ricavate sui mozzetti dei pistoni. Per il corretto orientamento del pistone rivolgere il riferimento presente sul pistone verso il lato distribuzione 1 Pistone 2 Spinotto 3 Anelli elastici 4 Biella 5 Semicuscinetti di biella 6 Riferimento per il montaggio del pistone 1 Biella 2 Cappello di biella I pistoni, realizzati in lega di alluminio, sono suddivisi in due classi dimensionali e riportano stampigliato sul cielo un riferimento che indica il corretto senso di montaggio 1 Tipo di motore 2 Classe del pistone 3 Fornitore 4 Senso di montaggio del pistone nella canna cilindro Il pistone si compone di due parti:- testa o zona delle fasce elastiche, di diametro leggermente minore di quello del cilindro per permettere la dilatazione termica del metallo, sul cielo dei pistoni sono presenti le impronte per le valvole di aspirazione e il bacino per la camera di scoppio, 17 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

18 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy - mantello o pattino di guida del piede di biella che ne sopporta la spinta laterale. Nel mantello si trovano due mozzetti o borchie per l alloggiamento dello spinotto e la cava in corrispondenza del getto di raffreddamento dei pistoni stessi presente sul basamento. Il collegamento dello stantuffo (1) alla biella (2) completa di cappello deve esere eseguito in modo tale che il riferimento di montaggio dello stantuffo, la posizione della biella e del cappello siano posizionati come indicato in figura Comando della distribuzione La distribuzione è del tipo a doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilindro con punterie idrauliche. Il comando è trasmesso da due catene: - una catena doppia da 3/8 riceve il moto dall albero motore e lo trasmette agli alberi di comando: pompa olio/depressore - pompa alta pressione; - una catena singola riceve il moto dall ingranaggio albero comando pompa alta pressione e lo trasmette agli alberi di distribuzione. Gli ingranaggi comando alberi distribuzione sono intercambiabili fra loro, su gli stessi sono ricavate le asole per il rilievo della fase da parte del sensore. I bilancieri, uno per valvola, sono mantenuti a contatto dalla camma corrispondente da una punteria idraulica, eliminando in questo modo la necessità di regolazioni periodiche. 1 Bilanciere 2 Punteria idraulica a reazione 3 Valvola 4 Albero a camme lato scarico 5 Albero a camme lato aspirazione 6 Catena comando alberi a camme 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 18 / 181

19 La seguente figura illustra lo schema di comando della distribuzione e degli organi ausiliari 1 Ingranaggi comando alberi distribuzione 2 Catena singola 3 Tendicatena idraulico con dispositivo antiritorno 4 Pattini mobili tendicatena 5 Tendicatena idraulico 6 Ingranaggio conduttore su albero motore 7 Pattino fisso 8 Ingranaggio albero comando pompa olio/depressore - pompa idroguida 9 Doppia catena 10 Ingranaggio albero comando pompa alta pressione Tenditore idraulico della catena Il tensionamento della catena di distribuzione è realizzato da un tenditore automatico idraulico, con dispositivo antiritorno, che evita operazioni di manutenzione per il controllo del tensionamento. A = Massima estensione: 76,9 ± 0,4 mm B = Stantuffo agganciato: 53,6 mm C = Corsa minima per sganciare lo stantuffo: 2,3 mm D = Corsa di lavoro: 24,5 mm 19 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

20 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy Impianto alimentazione aria L aria aspirata viene filtrata e convogliata al turbocompressore a gas di scarico; prima di giungere al motore, l aria compressa viene raffreddata nello scambiatore di calore aria-aria (Intercooler). La seguente figura illustra schematicamente i principali elementi che compongono il circuito di alimentazione aria 1 Filtro aria 2 Raccordo per recupero vapori olio 3 Turbocompressore 4 Collettore di aspirazione 5 Attuatore corpo farfallato 6 Bocchettone aspirazione aria 7 Risuonatore 8 Scambiatore di calore Intercooler 9 Collettore di scarico Turbocompressore Il turbocompressore è del tipo a geometria fissa con valvola waste-gate 1 Compressore 2 Turbina 3 Attuatore pneumatico comando bypass gas di scarico 4 Tubo di prelievo della pressione per il comando della valvola WASTE GATE A Ingresso aria nel compressore B Uscita aria dal compressore 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 20 / 181

21 Impianto alimentazione combustibile GENERALITÀ L impianto di alimentazione del combustibile è suddiviso in circuito di bassa pressione e circuito di alta pressione. Il circuito di bassa pressione è costituito da: - serbatoio - elettropompa ausiliaria immersa; - filtro gasolio; - collettore di ritorno. Il circuito di alta pressione è costituito da: - pompa di pressione; - collettore di ripartizione. Circuito bassa pressione Serbatoio combustibile Il serbatoio combustibile è costruito in materiale plastico; è dotato di bocchettone flessibile e comprende la sede per il montaggio dell elettropompa combustibile e del misuratore di livello. A Serbatoio da 90 litri B Serbatoio da 125 litri 1 Serbatoio combustibile 2 Bocchettone introduzione combustibile 3 Tubazione di sfiato 21 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

22 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy Complessivo pompa immersa completa di comando indicatore di livello E composto principalmente da: - una elettropompa combustibile - un filtro combustibile - un indicatore di livello del tipo a galleggiante - un regolatore di pressione a membrana - un prefiltro a reticella A Sensore di livello a galleggiante B Raccordo di mandata C Raccordo di ritorno D Connessione elettrica 1 Alimentazione sensore livello combustibile 2 Massa sensore livello combustibile 3 Massa elettropompa 4 Alimentazione elettropompa Dati caratteristici della pompa: - taratura valvola di sicurezza: KPa, - portata nominale pompa: 134 l/h (23 C), - alimentazione: 12,5V Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 22 / 181

23 Filtro combustibile Il filtro combustibile è montato nel vano motore vicino alla paratia parafiamma. Il filtro è costituito da un involucro in plastica che contiene al proprio interno una cartuccia setto di profondità in materiale sintetico con alte prestazioni in termini di efficienza, durata e separazione dell'acqua. 1 Ingresso combustibile 2 Uscita combustibile 3 Connessione elettrica sensore presenza acqua 4 Vite per azionare lo spurgo acqua 5 Corpo filtro 6 Connettore sensore di temperatura combustibile 7 Cartuccia filtrante (viene fornito l'o-ring di tenuta) 8 Guarnizione coperchio 9 Ghiera di fissaggio coperchio 10 Coperchio 11 Distanziale 12 Gommino 13 Anello ferromagnetico 14 Guarnizione 15 Galleggiante 16 Sensore presenza acqua 23 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

24 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy FUNZIONAMENTO Il gasolio viene aspirato dal serbatoio per mezzo di una pompa elettrica di prealimento funzionante a 12 V, che ha lo scopo di fornire una portata adeguata per garantire anche la lubrificazione e il raffreddamento della pompa Radialjet. Tra la pompa elettrica e la pompa Radialjet è montato il filtro del gasolio. I collegamenti idraulici in alta pressione sono effettuati tramite tubazioni in acciaio di diametro interno 2 mm e diametro esterno 6 mm. Il ricircolo della pompa e quello degli iniettori, dopo essere stati raccolti in una unica tubazione, vengono inviati al serbatoio. 1 Serbatoio combustibile 2 Complessivo pompa immersa completa 3 Tubazione di collegamento serbatoio con filtro combustibile 4 Filtro combustibile 5 Tubazione di collegamento filtro combustibile con valvola controllo pressione combustibile 6 Raccordo tubazioni combustibile 7 Tubazione di collegamento valvola controllo pressione combustibile con pompa alta pressione 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 24 / 181

25 Circuito di alta pressione 1 Pompa di pressione 2 Regolatore di pressione 3 Raccordo tubazioni combustibile 4 Tubazione di collegamento pompa alta pressione con collettore combustibile (Rail) 5 Sensore pressione combustibile 6 Tubazione di collegamento collettore combustibile (Rail) con elettroiniettori 7 Collettore combustibile (Rail) 8 Tubazione di ritorno da elettroiniettori 9 Tappo 10 Elettroiniettore 11 Tubazione arrivo combustibile dal filtro 12 Tubazione ritorno combustibile al serbatoio Pompa alta pressione GENERALITA La pompa CP3.2 di alimentazione del sistema Common Rail è denominata Radialjet perché l effetto pompante viene realizzato mediante tre elementi pompanti (pistoni) disposti in direzione radiale rispetto all asse di rotazione dell albero della pompa. La distanza angolare tra un elemento pompante e l altro è pari a 120. La quantità di combustibile inviata ai pistoni pompanti è regolata da un regolatore di portata comandato dalla centralina controllo motore 25 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

26 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy CARATTERISTICHE POMPA RADIALJET Il movimento degli stantuffi è determinato dalla rotazione di un eccentrico di forma triangolare solidale all albero della pompa. Tale eccentrico determina il movimento in successione dei tre pistoni mediante lo spostamento di una interfaccia meccanica (punteria) frapposta tra l eccentrico ed il piede dello stantuffo. Il contatto tra l eccentrico ed ogni singola punteria viene assicurato mediante una molla. Ogni gruppo pompante è dotato di una valvola di aspirazione e una di mandata a sfera. Tutte e tre le mandate degli elementi pompanti sono riunite internamente alla pompa ed inviano il combustibile al collettore comune per mezzo di un unico condotto. Una particolarità di tale pompa è quella di essere contemporaneamente lubrificata e raffreddata dallo stesso gasolio circolante al suo interno, attraverso opportune luci di passaggio. Per la regolazione della pressione di mandata, sull ingresso della pompa è presente una elettrovalvola regolatrice di bassa pressione in modo da comprimere unicamente il gasolio necessario a raggiungere la pressione mappata in centralina. Le caratteristiche principali della pompa Radialjet sono riportate di seguito: - tipo: radialjet a pompanti radiali - numero di pompanti: 3 - pressione massima di funzionamento: 1600 bar - alimentazione: gasolio in pressione a 3,5 5,0 bar - lubrificazione: effettuata dallo stesso gasolio di alimentazione - raffreddamento: effettuato dallo stesso gasolio di alimentazione. Nota: La pompa alta pressione non è revisionabile e pertanto non devono essere smontate né manomesse le viti di fissaggio. FUNZIONE La pompa viene trascinata dal motore ad una velocità di rotazione pari a quella del motore stesso tramite una doppia catena. La realizzazione della fasatura e della durata di iniezione sono, in tale sistema di iniezione, compiti demandati al sistema di controllo elettronico; tale pompa assolve il solo compito di mantenere permanentemente il combustibile contenuto nel collettore al livello di pressione richiesto. La seguente figura illustra lo schema idraulico del circuito di alimentazione della pompa 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 26 / 181

27 Pressioni (relative) nel circuito: (a) 4,15 bar < p < 5,35 bar ; (b) 3,5 bar < p < 5,0 bar ; (c) p < 0,8 bar (d) 0,3 bar < p < 0,8 bar 1 Pompa alta pressione 2 Tubazione mandata alta pressione 3 Tubazione ritorno elettroiniettori 4 Elettroiniettori 5 Common Rail 6 Sensore pressione combustibile 7 Filtro con separatore d acqua 8 Valvola di non-ritorno elettropompa combustibile 9 Valvola limitatrice di pressione linea 10 Serbatoio 11 Elettropompa combustibile 12 Filtro in aspirazione elettropompa combustibile 13 Valvola di sovrapressione elettropompa combustibile 14 Valvola limitatrice di pressione 15 Valvola proporzionale regolatrice di pressione. Regolatore combustibile Il regolatore di pressione carburante è montato sul circuito di bassa pressione della pompa CP3.2. Il regolatore di pressione modula la quantità di combustibile inviata al circuito di alta pressione in base ai comandi ricevuti direttamente dalla centralina controllo motore Il regolatore di pressione è costituito principalmente dai seguenti componenti: - connettore, - corpo, - solenoide, - molla di precarico, - cilindro otturatore. In assenza di segnale il regolatore di pressione è normalmente aperto, quindi con la pompa in condizioni di portata massima. La centralina controllo motore modula, tramite segnale PWM (Pulse Width Modulation), la variazione della portata di carburante nel circuito di alta pressione, tramite parziale chiusura o apertura delle sezioni di passaggio del carburante nel circuito di bassa pressione 1 Connettore 2 Fori uscita combustibile 3 Foro ingresso combustibile 27 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

28 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy FUNZIONAMENTO Quando la centralina controllo motore pilota il regolatore di pressione (tramite segnale PWM), viene energizzato il solenoide (1) che a sua volta genera il movimento del nucleo magnetico (2). La traslazione del nucleo provoca lo spostamento in senso assiale del cilindro otturatore (3) parzializzando la portata del combustibile. 1 Solenoide 2 Nucleo magnetico 3 Cilindro otturatore 4 Ingresso carburante 5 Uscita carburante Quando il solenoide (1) non è energizzato, il nucleo magnetico è spinto nella posizione di riposo dalla molla di precarico (3). In questa condizione il cilindro otturatore (4) si trova in posizione tale offrire al combustibile la massima sezione di passaggio. 1 Solenoide 2 Nucleo magnetico 3 Molla di precarico 4 Cilindro otturatore Interruttore inerziale 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 28 / 181

file://c:\elearn\web\tempcontent4.html

file://c:\elearn\web\tempcontent4.html Page 1 of 5 GRANDE PUNTO 1.3 Multijet GENERALITA'' - ALIMENTAZIONE INIEZIONE DIESEL CARATTERISTICHE FUNZIONE Il Common Rail Magneti Marelli MJD 6F3 è un sistema di iniezione elettronica ad alta pressione

Dettagli

SPIEGAZIONE DEL SISTEMA DI INIEZIONE DIESEL A CONTROLLO ELETTRONICO JTD (Common Rail)

SPIEGAZIONE DEL SISTEMA DI INIEZIONE DIESEL A CONTROLLO ELETTRONICO JTD (Common Rail) SPIEGAZIONE DEL SISTEMA DI INIEZIONE DIESEL A CONTROLLO ELETTRONICO JTD (Common Rail) INTRODUZIONE: IL COMMON RAIL (o JTD) Il Common Rail viene lanciato come progetto verso metá degli anni 80 dal gruppo

Dettagli

GENERALITÁ. L impianto può essere diviso in 4 parti:

GENERALITÁ. L impianto può essere diviso in 4 parti: GENERALITÁ L impianto I.A.W. 59F, montato sui motori Fiat / Lancia 1.2 8V Fire, appartiene alla categoria di impianti di iniezione ed accensione integrati. L accensione statica, l iniezione intermittente

Dettagli

file://c:\elearn\web\tempcontent5.html

file://c:\elearn\web\tempcontent5.html Page 1 of 10 GRANDE PUNTO 1.3 Multijet GENERALITA'' - CONTROLLO ELETTRONICO POMPA DI PRESSIONE INIEZIONE DIESEL DESCRIZIONE COMPONENTI CENTRALINA DI INIEZIONE (COMMON RAIL MJD 6F3 MAGNETI MARELLI) E montata

Dettagli

Training. Il sistema Multijet

Training. Il sistema Multijet Training Il sistema Multijet Il sistema Common Rail consente di effettuare fino a cinque iniezioni, due delle quali dette pilota prima di quella principale per distribuire più uniformemente la pressione

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

ALL INTERNO DEL MOTORE, QUANDO UN PISTONE VIENE SPINTO VERSO IL BASSO PER COMPRESSIONE, VIENE IMPRESSO IL MOVIMENTO ALTERNATO ALL ALBERO MOTORE CHE VIENE QUINDI MESSO IN ROTAZIONE. PER EVITARE CHE L ALBERO

Dettagli

Codice dei motori. Dati tecnici. 1.2 8v 69 CV 169A4000. 1.4 16v 100CV 169A3000. 1.3 16v Multijet 169A1000

Codice dei motori. Dati tecnici. 1.2 8v 69 CV 169A4000. 1.4 16v 100CV 169A3000. 1.3 16v Multijet 169A1000 Codice dei motori Dati tecnici Versioni Codice motore 1.2 8v 69 CV 169A4000 1.4 16v 100CV 169A3000 1.3 16v Multijet 169A1000 1.2 bz 1.3 Multijet 1.4 bz Carburante benzina diesel benzina Livello ecologia

Dettagli

Funzionamento del motore 4 tempi I componenti fondamentali del motore 4 tempi I componenti ausiliari del motore 4 tempi La trasmissione del moto Le innovazioni motoristiche L influenza dell aerodinamica

Dettagli

CONTROLLO MOTORE MARELLI CR/EDC MULTIJET 6

CONTROLLO MOTORE MARELLI CR/EDC MULTIJET 6 CONTROLLO MOTORE MARELLI CR/EDC MULTIJET 6 Fiat Idea 1.3 JTD 16V Motore Diesel 188 A 9.000 (04-) Schema elettrico Fiat Idea 1.3 JTD 16V Motore Diesel 188 A 9.000 (04-) 1 Fiat Idea 1.3 JTD 16V Motore Diesel

Dettagli

Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate.

Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate. Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate. Soluzione: sostituzione valvole. Note: La vettura di

Dettagli

VEICOLI DA TRASFORMAZIONE. tecnica / motori 01/2014. 2 anni di garanzia contrattuale, 1 anno di garanzia estesa

VEICOLI DA TRASFORMAZIONE. tecnica / motori 01/2014. 2 anni di garanzia contrattuale, 1 anno di garanzia estesa fiat DUCATO VEICOLI DA TRASFORMAZIONE tecnica / motori 01/2014 2 anni di garanzia contrattuale, 1 anno di garanzia estesa Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km Tagliando ogni 48 000 km Gamma 4x4

Dettagli

SISTEMA BOSCH EDC 16C39

SISTEMA BOSCH EDC 16C39 SISTEMA BOSCH EDC 16C39 Sommario CIRCUITO DI ASPIRAZIONE 4 Misuratore massa aria digitale HF6 con integrato sensore temperatura aria 10 Sensore pressione collettore aspirazione 16 Attuatore corpo farfallato

Dettagli

tecnica / motori 01/2014 2 anni di garanzia contrattuale, 1 anno di garanzia estesa Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km

tecnica / motori 01/2014 2 anni di garanzia contrattuale, 1 anno di garanzia estesa Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km fiat DUCATO TRASPORTO MERCI tecnica / motori 01/2014 2 anni di garanzia contrattuale, 1 anno di garanzia estesa Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km Tagliando ogni 48 000 km Gamma 4x4 Cambio robotizzato

Dettagli

SISTEMA BOSCH EDC 16C39

SISTEMA BOSCH EDC 16C39 SISTEMA BOSCH EDC 16C39 Sommario CIRCUITO DI ASPIRAZIONE 4 Misuratore massa aria digitale HF6 con integrato 10 Sensore pressione collettore d aspirazione 16 Attuatore corpo farfallato 22 Attuatore modificatore

Dettagli

TSI. Turbocharger stratified injection 1.2 CC 105 CV

TSI. Turbocharger stratified injection 1.2 CC 105 CV TSI Turbocharger stratified injection 1.2 CC 105 CV DATI TECNICI: DESCRIZIONE DATI PREFISSO CODICE MOTORE CBZ DISPOSIZIONE E N CILINDRI 4 CILINDRI IN LINEA CILINDRATA 1197 centimetri cubi ALESAGGIO X CORSA

Dettagli

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI LINEE GUIDA PER IL MONTAGGIO GPL INIEZIONE SEQUENZIALE IN FASE GASSOSA AUTOMOBILI TRASFORMABILI AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE ASPIRATO AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE TURBO AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

Dettagli

9-10 MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA e MOTORE DIESEL

9-10 MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA e MOTORE DIESEL 9-10 MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA e MOTORE DIESEL DIFFERENZE TRA MOTORE A SCOPPIO E DIESEL Il motore a scoppio aspira attraverso i cilindri una miscela esplosiva di aria e benzina nel carburatore, questa

Dettagli

Viaggiare con un filtro antiparticolato intasato o eliminato (o forato)

Viaggiare con un filtro antiparticolato intasato o eliminato (o forato) !!ATTENZIONE!!: NOTE SUI FILTRI ANTIPARTICOLATO: Prima di sostituirlo bisogna capire SEMPRE le cause dell intasamento o rottura del Fap e anche valutare che non ci siano danni collaterali nel veicolo.

Dettagli

Sostituzione della testata (09)

Sostituzione della testata (09) Sostituzione della testata (09) Il motore prodotto dal gruppo PSA, oggetto della riparazione, è siglato WJY ed ha una cilindrata pari a 1868 cm 3. Oltre che sulla Fiat Scudo, è stato utilizzato anche su

Dettagli

FI 012D RIF. FIAT Ulysse 1.9 JTD 2000 EDC 15C-2 + 44 71 34 - Ventilazione. (Schema a parte) Presa diagnosi. Antifurto (code) (Schema a parte)

FI 012D RIF. FIAT Ulysse 1.9 JTD 2000 EDC 15C-2 + 44 71 34 - Ventilazione. (Schema a parte) Presa diagnosi. Antifurto (code) (Schema a parte) FI D FIT Ulysse.9 JTD EDC C- 7 9 7 9 7 6 6 6 69 9 EGR 6 67 9 Ventilazione (Schema a parte) 6 7 7 7 Presa diagnosi L K ntifurto (code) CODE (Schema a parte) 6 66 9 6 9 6 Luci stop 7 6 + 7-7 6 7 6 6 9 Interrutore

Dettagli

Dati tecnici Audi A4 Avant 2.0 TDI S tronic (150 CV)

Dati tecnici Audi A4 Avant 2.0 TDI S tronic (150 CV) Dati tecnici Audi A4 Avant 2.0 TDI S tronic (150 CV) Diesel, 4 cilindri in linea, con turbocompressore a gas di scarico VTG, DOHC, iniezione diretta TDI Distribuzione / n valvole per cilindro bilancieri

Dettagli

CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4

CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4 CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4 Schema elettrico TCM00085 1 TCM00085 2 TCM00085 3 Descrizione dei componenti A01 ELETTROPOMPA CARBURANTE Azionare la pompa del carburante per misurarne la portata

Dettagli

Il Sistema Common Rail

Il Sistema Common Rail Il Sistema Common Rail 1. Caratteristiche del sistema di iniezione Common Rail Il sistema di iniezione Common Rail (figura 1) consente di regolare elettronicamente la quantità di combustibile iniettata,

Dettagli

Accesso e cancellazione

Accesso e cancellazione Accesso e cancellazione È possibile accedere e cancellare la memoria guasti della soltanto utilizzando l'attrezzatura diagnostica collegata al connettore di trasferimento dati. Identificazione codici guasto

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie. Corso di Meccanica e. Meccanizzazione Agricola

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie. Corso di Meccanica e. Meccanizzazione Agricola Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Meccanica e Meccanizzazione Agricola Prof. S. Pascuzzi 1 Motori endotermici 2 Il motore endotermico L energia da legame chimico, posseduta dai combustibili

Dettagli

COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti -

COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti - COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti - P.S.R. 2007/2013 Misura 226 Azione d) (Acquisto di attrezzature e mezzi innovativi per il potenziamento degli interventi di prevenzione

Dettagli

Rif. Ns. Blocco 15-08 bd del 20/02/2008 e Rif. Ns. precedente comunicazione 19-08 bd del 25/02/2008

Rif. Ns. Blocco 15-08 bd del 20/02/2008 e Rif. Ns. precedente comunicazione 19-08 bd del 25/02/2008 25-08 bd Volvera, 27 febbraio 2008 Spett.li CONCESSIONARI FIAT MIRAFIORI MOTOR VILLAGE OFFICINE AUTORIZZATE COMMESSA 5279 CAMPAGNA DI SERVIZIO Modelli Fiat Punto e Punto Van, G. Punto e G. Punto Van, Idea

Dettagli

Aspetti tecnologici della sperimentazione

Aspetti tecnologici della sperimentazione Aspetti tecnologici della sperimentazione I test realizzati dal team di ricerca H2Power in sinergia ai ricercatori del dipartimento di Ingegneria Industriale del prof. Carlo Grimaldi dell Università degli

Dettagli

STUDIO DI MASSIMA DI UN BANCO PROVA PER INIETTORI DIESEL COMMON RAIL

STUDIO DI MASSIMA DI UN BANCO PROVA PER INIETTORI DIESEL COMMON RAIL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale STUDIO DI MASSIMA DI UN BANCO PROVA PER INIETTORI DIESEL COMMON RAIL Tesi di

Dettagli

D e s c r i z i o n e i n t e r v e n t o N OPERAZ. ORE LAV. 28 SOSTITUZIONE MOTORINO AVVIAMENTO 29 S.R. MOTORINO AVVIAMENTO E REVISIONE

D e s c r i z i o n e i n t e r v e n t o N OPERAZ. ORE LAV. 28 SOSTITUZIONE MOTORINO AVVIAMENTO 29 S.R. MOTORINO AVVIAMENTO E REVISIONE ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA SERVIZIO TERRITORIALE DI NUORO VIA A. DEFFENU N 9 T e m p a r i o V e i c o l i I n d u s t r i a l i 2012 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 ESECUZIONE TAGLIANDO CON: SOST.NE FILTRO

Dettagli

Monomotronic Bosch. Training. Lancia Y10 Fiat Tipo 1.4-1.6 Lancia Delta 1.6 Lancia Dedra 1.6 Fiat Tempra 1.6 Vw Passat 1.

Monomotronic Bosch. Training. Lancia Y10 Fiat Tipo 1.4-1.6 Lancia Delta 1.6 Lancia Dedra 1.6 Fiat Tempra 1.6 Vw Passat 1. Training Monomotronic Bosch Lancia Y10 Fiat Tipo 1.4-1.6 Lancia Delta 1.6 Lancia Dedra 1.6 Fiat Tempra 1.6 Vw Passat 1.8 Peugeot 106 Vw Golf II 1.6 Vw Golf III 1.6-1.8 Fiat Bravo-Brava 1.4 12v Un po di

Dettagli

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Tipologie di pompe ammesse: 1. Pompe base-giunto di tipo back Pull-out 2. Pompe base-giunto

Dettagli

MONOSTADIO PLUS DI PRODOTTO. monostadio a basse emissioni inquinanti

MONOSTADIO PLUS DI PRODOTTO. monostadio a basse emissioni inquinanti MONOSTADIO monostadio a basse emissioni inquinanti Bruciatori di gasolio monostadio a basse emissioni di NOx (< 90 mg/kwh) e sonore (< 60 dba). Sono dotati di corpo in alluminio, struttura con un sistema

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale Motori diesel 4T Sezione motore Wärtsilä L46 Componenti principali: 1. Incastellatura; 2. Sportelli di visita per manutenzioni; 3. Asse a camme; 4. Pompa iniezione combustibile; 5. Circuito combustibile;

Dettagli

Parts & Services Training Academy FIAT DUCATO. Fiat Auto S.p.A. FIAT DUCATO. 1/187 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

Parts & Services Training Academy FIAT DUCATO. Fiat Auto S.p.A. FIAT DUCATO. 1/187 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati FIAT DUCATO FIAT DUCATO 1/187 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati FIAT DUCATO MODIFICHE / AGGIORNAMENTI DOCUMENTAZIONE Data Referente Nome File Descrizione della modifica 2006 - Fiat

Dettagli

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar.

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar. HQ3 Descrizione generale Pompa a palette a cilindrata fissa, idraulicamente bilanciata, con portata determinata dal tipo di cartuccia utilizzato e dalla velocità di rotazione. La pompa è disponibile in

Dettagli

Manuale d installazione TARTARINI AUTO. ALFA ROMEO GIULIETTA 1.400cc 125 Kw Turbo MultiAir Gpl

Manuale d installazione TARTARINI AUTO. ALFA ROMEO GIULIETTA 1.400cc 125 Kw Turbo MultiAir Gpl Manuale d installazione TARTARINI AUTO ALFA ROMEO GIULIETTA 1.400cc 125 Kw Turbo MultiAir Gpl Tartarini Auto S.p.a Via Bonazzi 43 40013 Castel Maggiore (Bo) Italy Tel.:+39 051 632 24 11 Fax: 051 632 24

Dettagli

codice descriz P0010 Circuito Attuatore posizione albero a camme A (Aspiraz.,sinistro o frontale), bancata 1 P0011 Posizione albero a camme A (Aspiraz.,sinistro o frontale), anticipato, bancata 1 P0012

Dettagli

Corso di Macchine a Fluido A.A. 2003/2004 Docente L. Postrioti

Corso di Macchine a Fluido A.A. 2003/2004 Docente L. Postrioti Corso di Macchine a Fluido A.A. 2003/2004 Docente L. Postrioti Il sistema di iniezione a controllo elettronico common-rail INTRODUZIONE Il sistema di iniezione a controllo elettronico per motori Diesel

Dettagli

1. Rispondere con V (vero) o F (falso) alle affermazioni seguenti concernenti la corsa del pistone:

1. Rispondere con V (vero) o F (falso) alle affermazioni seguenti concernenti la corsa del pistone: Data Cand. N o Punti ottenuti Esame finale MECCANICO (CA) DI MANUTENZIONE D AUTOMOBILI VEICOLI UTILIRI Conoscenze professionali II - Serie 00 Esperto Esperto Tempo 60 min.. Rispondere con V (vero) o (falso)

Dettagli

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA ST.01.01.00 GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA Art. 2170 Gruppo di rilancio completo di: - Valvola miscelatrice con servocomando a 3 punti - Circolatore a tre velocità - Valvole d intercettazione

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO R1 NAZIONALE

REGOLAMENTO TECNICO R1 NAZIONALE Regolamento di Settore REGOLAMENTO TECNICO R1 NAZIONALE 1. Definizione Vetture turismo di grande produzione di serie con almeno 4 posti omologati e rispondente al regolamento di omologazione Gruppo A FIA;

Dettagli

SIGLA E IDENTIFICAZIONE. Pag. 5 CARATTERISTICHE. CURVE CARATTERISTICHE Di POTENZA, COPPIA MOTRICE, CONSUMO SPECIFICO

SIGLA E IDENTIFICAZIONE. Pag. 5 CARATTERISTICHE. CURVE CARATTERISTICHE Di POTENZA, COPPIA MOTRICE, CONSUMO SPECIFICO SIGLA E IDENTIFICAZIONE CARATTERISTICHE CURVE CARATTERISTICHE Di POTENZA, COPPIA MOTRICE, CONSUMO SPECIFICO MANUTENZIONE - OLIO PRESCRITTO - RIFORNIMENTI ELIMINAZIONE INCONVENIENTI INGOMBRI COPPIE DI SERRAGGIO

Dettagli

Impianto Frenante. Dispensa didattica. Zanutto Daniele

Impianto Frenante. Dispensa didattica. Zanutto Daniele Impianto Frenante Dispensa didattica Zanutto Daniele I Freni pag. 4782 Compito I freni hanno il compito di rallentare, frenare e fermare un veicolo e di impedire un suo movimento da fermo. Durante la decelerazione,

Dettagli

Smontaggio del motore. Informazioni generali. Attrezzi. Intervento. Operazioni preliminari

Smontaggio del motore. Informazioni generali. Attrezzi. Intervento. Operazioni preliminari Informazioni generali Informazioni generali Applicabile ai motori da 9 e 13 litri con XPI, PDE o GAS e monoblocco di 2ª generazione. Attrezzi Esempi di attrezzi idonei forniti da Scania: Codice componente

Dettagli

PROGETTO ORAL MOTO 3 - INFORMATIVA TECNICA DEL 15-09-11

PROGETTO ORAL MOTO 3 - INFORMATIVA TECNICA DEL 15-09-11 Per adeguarsi alle modifiche regolamentari che hanno portato all introduzione della categoria Moto3, l Oral Engineering ha realizzato il nuovo propulsore OR-250M3R progettato esclusivamente per le corse.

Dettagli

LA SCELTA PIU AFFIDABILE PER MOTORI CON PIU DI 1900 Kw

LA SCELTA PIU AFFIDABILE PER MOTORI CON PIU DI 1900 Kw LA SCELTA PIU AFFIDABILE PER MOTORI CON PIU DI 1900 Kw Anglo Belgian Corporation (ABC) è uno dei principali costruttori di motori diesel a media velocità d'europa. L'azienda ha quasi un secolo di esperienza

Dettagli

Lui sceglie il meglio.

Lui sceglie il meglio. Lui sceglie il meglio. Suisse La strada giusta in sicurezza. Con MAN viaggiate meglio: MAN offre prodotti e servizi che contribuiscono ad assicurarvi il successo. Soluzioni complete che rispondono esattamente

Dettagli

Usato EVERGREEN PLUS CUNEO AUTO 2 SRL. Per autoveicoli Usati con Assistenza Stradale e Mobilita`

Usato EVERGREEN PLUS CUNEO AUTO 2 SRL. Per autoveicoli Usati con Assistenza Stradale e Mobilita` Usato EVERGREEN PLUS CUNEO AUTO 2 SRL Per autoveicoli Usati con Assistenza Stradale e Mobilita` gestionepostvendita mapfre.com MAPFRE è in grado di offrire la più completa e competitiva gamma di servizi

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 8 Funzione di diagnosi. 0 Catalizzatore. 0 Sistema aria secondaria. 0 Climatizzatore (attualmente nessuna diagnosi, sempre 0 )

1 2 3 4 5 6 7 8 Funzione di diagnosi. 0 Catalizzatore. 0 Sistema aria secondaria. 0 Climatizzatore (attualmente nessuna diagnosi, sempre 0 ) Autodiagnosi Il codice readiness Il codice readiness è un codice a 8 cifre che segnala lo stato delle diagnosi importanti per i gas di scarico. Durante la normale marcia, queste diagnosi vengono eseguite

Dettagli

Consumi (l/100 km) ØØ. Extra Urbano. Urbano 125 125 6,6 4,7 5,3 180 12,7 12,8 112 149 8,1 5,2 6,3 172 13,3 20,3. 112 149 7,9 5,3 6,3 172 14,1 n/d

Consumi (l/100 km) ØØ. Extra Urbano. Urbano 125 125 6,6 4,7 5,3 180 12,7 12,8 112 149 8,1 5,2 6,3 172 13,3 20,3. 112 149 7,9 5,3 6,3 172 14,1 n/d SCHEDA TECNICA FORD ECOSPORT PRESTAZIONI E CONSUMI Consumi (l/100 km) ØØ Prestazioni Ø Motore EcoBoost 1.0 Duratec 1.5 Ti-VCT Duratec 1.5 Ti-VCT (cambio aut. 6 rapp.) Duratorq TDCi 1.5 Potenza (cv) CO

Dettagli

CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP

CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP IT Schema di funzionamento 1 - Filtro olio 2 - Filtro separatore aria/olio 3 - Raffreddatore aria/olio 4 - Valvola di sicurezza 5 - Valvola termostatica

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi Correnti

Ministero dell Istruzione, dell Università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi Correnti Ministero dell Istruzione, dell Università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi Correnti Prot. n. Art. 4 e 6 D.P.R. 416/74 Art. 3 D.P.R. 417/74 SITO WEB :www.severi-correnti.it Codice

Dettagli

CONTROLLO E RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DA MOTORI ALIMENTATI A BIOMASSA LIQUIDA

CONTROLLO E RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DA MOTORI ALIMENTATI A BIOMASSA LIQUIDA CONTROLLO E RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DA MOTORI ALIMENTATI A BIOMASSA LIQUIDA MOTORE DIESEL GRANDEZZE CARATTERISTICHE I motori a combustione interna vengono caratterizzati con alcuni importanti parametri

Dettagli

Common rail Bosch EDC15Cx

Common rail Bosch EDC15Cx Training Common rail Bosch EDC15Cx Mercedes classe A B C E Peugeot 206 307 308 107 407 807 BMW serie 1 3 5 7 X5 X3 Alfa Romeo 156 147 166 145 146 159 Brera Spider Fiat Punto panda G.punto idea multipla

Dettagli

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A modello AIRCENTER 12 10 bar - 400 V / 50 Hz - SIGMA CONTROL BASIC unità completa compressore - essiccatore - serbatoio completamente automatico, monostadio,

Dettagli

Attuatori Pneumatici

Attuatori Pneumatici Gli attuatori pneumatici sono organi che compiono un lavoro meccanico usando come vettore di energia l aria compressa con indubbi vantaggi in termini di pulizia, antideflagranza, innocuità e insensibilità

Dettagli

AEROVIT Int. Pat. Pend.

AEROVIT Int. Pat. Pend. AEROVIT DATI TECNICI E MANUALE D USO PER IL FUNZIONAMENTO E LA MANUTENZIONE DEL SOFFIATORE DI FULIGGINE AEROVIT Int. Pat. Pend. AEROVIT A/S Korden 15 ٠DK - 8751 Gedved Tel. +45 86 92 44 22 ٠Fax +45 86

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE - 3008 HYbrid4 Sintesi - 06/2011

CARATTERISTICHE TECNICHE - 3008 HYbrid4 Sintesi - 06/2011 Sintesi - 06/2011 CARATT. GENERALI Diesel - Cilindrata (cm 3 ) 1.997 Diesel - Potenza massima in kw (o CV) / regime (g/min) 120 (163) / 3 850 Diesel - Coppia massima (Nm) / regime (g/min) 300 / 1 750 Elettrico

Dettagli

di Gianpaolo Riva. Foto di Alberto Cervetti

di Gianpaolo Riva. Foto di Alberto Cervetti TECNICA IN OFFICINA Analisi dell impianto di alimentazione e accensione Bosch MOTRONIC tipo M2.7, per il controllo del motore di 1372 cm 3 turbocompresso installato sulla potente due volumi della Casa

Dettagli

LE MODIFICHE APPORTATE DURANTE LA PRODUZIONE

LE MODIFICHE APPORTATE DURANTE LA PRODUZIONE LE MODIFICHE APPORTATE DURANTE LA PRODUZIONE Gennaio 1976 fascia in plastica rigata nera tra i gruppi ottici posteriori nuova leva del freno a mano Marzo 1976 nuova guarnizione di fissaggio alla scocca

Dettagli

6.2 Pompe volumetriche

6.2 Pompe volumetriche 6.2 Pompe volumetriche Le pompe volumetriche sfruttano gli stessi principi di funzionamento degli omonimi compressori, in questo caso però il fluido di lavoro è di tipo incomprimibile. Si distinguono in

Dettagli

PTT di 3.500 Kg e pertanto conducibile con Patente B. Pagina 1

PTT di 3.500 Kg e pertanto conducibile con Patente B. Pagina 1 SPAZZATRICE ASPIRANTE VELOCE mod. MINOR m 3 2 La Spazzatrice Aspirante Scarab Minor è una delle più potenti spazzatrici compatte per aree urbane. E allestita con motore Diesel VM sovralimentato (conforme

Dettagli

VALVOLA E.G.R. - Exhaust Gas Recirculation

VALVOLA E.G.R. - Exhaust Gas Recirculation 1 VALVOLA E.G.R. - Exhaust Gas Recirculation Tra le sostanze inquinanti emesse dai motori ci sono gli ossidi di azoto (NOx), composti che si formano in presenza di alte temperature e pressioni. Tali emissioni

Dettagli

Scheda tecnica Lancia Fulvia Coupè 1,6 HF 2 a Serie

Scheda tecnica Lancia Fulvia Coupè 1,6 HF 2 a Serie ANNO DI PRODUZIONE: 1970 1973 ESEMPLARI PRODOTTI: 3.690 TELAIO Scheda tecnica Lancia Fulvia Data emissione: febb 2010 Pag 1 di 6 Tipo: 818.740 guida a sinistra 818.741 guida a destra MOTORE Tipo: 818.540,

Dettagli

La portata teorica corrisponde esattamente al volume fluido spostato dal pistone per il numero delle pistonate nell unità di tempo.

La portata teorica corrisponde esattamente al volume fluido spostato dal pistone per il numero delle pistonate nell unità di tempo. ISTRUZIONI CARATTERISTICHE GENERALI DELLE POMPE DOSATRICI Le pompe dosatrici sono pompe a movimento alternativo. La portata viene determinata dal movimento alternativo del pistone, azionato da un eccentrico

Dettagli

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel Compressore con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità Portata effettiva Massima pressione operativa

Dettagli

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP Stazione di stoccaggio e pressurizzazione idrica per impianti antincendio IBRIDA composto da riserva idrica da interro vano tecnico con installato gruppo di pressurizzazione

Dettagli

CONDIZIONATORE MANUALE Gruppo comando condizionatore - (riscaldatore e ventilazione)

CONDIZIONATORE MANUALE Gruppo comando condizionatore - (riscaldatore e ventilazione) IMPIANTO ELETTRICO/ELETTRONICO 247 CONDIZIONATORE MANUALE Gruppo comando condizionatore - (riscaldatore e ventilazione) Figura 255 113635 248 IMPIANTO ELETTRICO/ELETTRONICO EUROCARGO DA 6 A 10 t Legenda

Dettagli

F 18 WARRIOR 125-4 T INDICE TAVOLE TELAIO INDICE TAVOLE MOTORE TAV. A TAV. B TAV. C TAV. D TAV. E TAV. F TAV. G TAV. H TAV. I TAV.

F 18 WARRIOR 125-4 T INDICE TAVOLE TELAIO INDICE TAVOLE MOTORE TAV. A TAV. B TAV. C TAV. D TAV. E TAV. F TAV. G TAV. H TAV. I TAV. F 18 WARRIOR 125-4 T INDICE TAVOLE TELAIO TAV. A TAV. B TAV. C TAV. D TAV. E TAV. F TAV. G TAV. H TAV. I TAV. L TAV. M TAV. N TAV. OO TAV. O INDICE TAVOLE MOTORE TAV. R (1) TAV. S (1) TAV. T (1) TAV. U

Dettagli

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA Comando pneumatico: è costituito da un insieme di tubazioni e valvole, percorse da aria compressa, che collegano una centrale di compressione ad una

Dettagli

I NUOVI MOTOCOMPRESSORI DALLA QUALITA GARANTITA, RESISTENTI E DI FACILE IMPIEGO

I NUOVI MOTOCOMPRESSORI DALLA QUALITA GARANTITA, RESISTENTI E DI FACILE IMPIEGO Motocompressore GDP I NUOVI MOTOCOMPRESSORI DALLA QUALITA GARANTITA, RESISTENTI E DI FACILE IMPIEGO GRUPPO VITE Il nuovo gruppo vite è stato sviluppato per assicurare elevate prestazioni ed è munito di

Dettagli

HIGH TECH LUBRICANTS & ADDITIVES 315.630 FAP DPF ECO WASHER FLUIDO DI LAVAGGIO PER FILTRI ANTIPARTICOLATO DI MOTORI DIESEL

HIGH TECH LUBRICANTS & ADDITIVES 315.630 FAP DPF ECO WASHER FLUIDO DI LAVAGGIO PER FILTRI ANTIPARTICOLATO DI MOTORI DIESEL 315.630 FAP DPF ECO WASHER FLUIDO DI LAVAGGIO PER FILTRI ANTIPARTICOLATO DI MOTORI DIESEL DESCRIZIONE GREEN STAR FAP DPF ECO WASHER è un prodotto professionale formulato per effettuare il lavaggio e la

Dettagli

KIT 600 MANUALE ISTRUZIONI D USO SINCRO SINCRO. Rappresentato da:

KIT 600 MANUALE ISTRUZIONI D USO SINCRO SINCRO. Rappresentato da: MANUALE ISTRUZIONI D USO Rappresentato da: Via G.P. Sardi, 2(/A 43000 Alberi, Parma, ITALY Tel: +39-0521-648293 (713) Fax: +39-0521-648382 E-mail: info@sincro.com URL: www.sincro.com - 2 - - 31 - INDICE

Dettagli

TOSCANA diesel. e BOSCH vi danno il benvenuto. Automotive Aftermarket

TOSCANA diesel. e BOSCH vi danno il benvenuto. Automotive Aftermarket TOSCANA diesel TOSCANA diesel e BOSCH vi danno il benvenuto 0 and passing on to third parties. TOSCANA diesel TOSCANA Diesel nasce nel 1980 TOSCANA diesel Inizia il rapporto con Bosch nel 1990 da sempre

Dettagli

50-100 km/h (sec.)** 1.0 Ti-VCT (cambio manuale, 5 rapporti) Extra Urbano. Urbano

50-100 km/h (sec.)** 1.0 Ti-VCT (cambio manuale, 5 rapporti) Extra Urbano. Urbano SCHEDA TECNICA FORD FIESTA PRESTAZIONI E CONSUMI Consumi (l/100 km) Prestazioni Motore Potenza (cv) CO 2 (g/km) Urbano Extra Urbano Combinato Velocità max (km/h) 0-100 km/h (sec.) 50-100 km/h (sec.)**

Dettagli

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550 CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550 Il cingolato da cava DI 550 è una macchina di perforazione progettata per l'utilizzo con martello a fondo foro da 4", 5" o 6. Il cingolato è equipaggiato con cabina per

Dettagli

Preliminary study of the combustion control system

Preliminary study of the combustion control system Preliminarystudyofthecombustioncontrolsystem L Iveco Daily modello A50C31 GNC, è assistito dalla centralina ECU IAW1AF, che rileva i parametri utili per la combustione ed attiva gli attuatori al fine di

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostato tipo CS 520B1237

Scheda tecnica. Pressostato tipo CS 520B1237 Agosto 2002 DKACT.PD.P10.A2.06 520B1237 Introduzione I pressostati della serie CS fanno parte della gamma dei prodotti Danfoss destinati al controllo della pressione. Tutti i pressostati CS sono dotati

Dettagli

Disposizione posti relè e fusibili

Disposizione posti relè e fusibili 1/1 Disposizione posti relè e fusibili Disposizione fusibili (SC) nel portafusibili cruscotto sinistro 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 31 Colori dei fusibili

Dettagli

TERMODINAMICA. T101D - Banco Prova Motori Automobilistici

TERMODINAMICA. T101D - Banco Prova Motori Automobilistici TERMODINAMICA T101D - Banco Prova Motori Automobilistici 1. Generalità Il banco prova motori Didacta T101D permette di effettuare un ampio numero di prove su motori automobilistici a benzina o Diesel con

Dettagli

ACCUMULATORI IDRAULICI

ACCUMULATORI IDRAULICI In generale, un accumulatore idraulico può accumulare liquido sotto pressione e restituirlo in caso di necessità; IMPIEGHI 1/2 Riserva di liquido Nei circuiti idraulici per i quali le condizioni di esercizio

Dettagli

fiat doblò tecnica / motori 10/2013 TRASPORTO MERCI COMBI Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km Tagliando ogni 35 000 km

fiat doblò tecnica / motori 10/2013 TRASPORTO MERCI COMBI Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km Tagliando ogni 35 000 km fiat doblò TRASPORTO MERCI COMBI tecnica / motori 10/2013 2 anni di garanzia contrattuale, 1 anno di garanzia estesa Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km Tagliando ogni 35 000 km furgone l1h1 Portata

Dettagli

Leader con Rhiag Group

Leader con Rhiag Group RHIAG GROUP NEL MONDO Leader con Rhiag Group Storica azienda di distribuzione di ricambi per Auto e Veicoli Industriali, dal 1999 Bertolotti è parte di Rhiag Group, un gruppo multinazionale tra i leader

Dettagli

L impianto Auxiliary Power Unit (A.P.U.) ha il compito di fornire energia elettrica ed energia pneumatica al velivolo in varie situazioni operative.

L impianto Auxiliary Power Unit (A.P.U.) ha il compito di fornire energia elettrica ed energia pneumatica al velivolo in varie situazioni operative. IMPIANTO A.P.U. Missione dell impianto L impianto Auxiliary Power Unit (A.P.U.) ha il compito di fornire energia elettrica ed energia pneumatica al velivolo in varie situazioni operative. Aspetti costruttivi

Dettagli

CORSO DI Computer Aided Design A.A. 2012/2013 Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica

CORSO DI Computer Aided Design A.A. 2012/2013 Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica CORSO DI Computer Aided Design A.A. 2012/2013 Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica TEMA D ANNO Modellazione di un compressore alternativo Docente: Prof. Ing. Anna Eva Morabito Studente: Antonio

Dettagli

CILINDRO SENZA STELO SERIE PU ATTUATORI

CILINDRO SENZA STELO SERIE PU ATTUATORI CILINDRO SENZA STELO SERIE PU 1 CILINDRO SENZA STELO SERIE PU CILINDRO SENZA STELO SERIE PU I cilindri senza stelo della serie PU sono caratterizzati dalla bandella interna, per la tenuta longitudinale,

Dettagli

GRIDO TNT MOTOR. Acsud si riserva il diritto di modificare i suoi veicoli senza preavviso.

GRIDO TNT MOTOR. Acsud si riserva il diritto di modificare i suoi veicoli senza preavviso. GRIDO TNT MOTOR MANUBRIO 01 STRUMENTAZIONE 19 FORCELLA ANTERIORE 02 FARO ANTERIORE 20 RUOTA ANTERIORE 03 FARO POSTERIORE 21 FRENO ANTERIORE 04 PARTI ELETTRICHE 22 MARMITTA 05 PEDALINA AVVIAMENTO 23 FILTRO

Dettagli

Approfondimento Tecnico su FAP DPF

Approfondimento Tecnico su FAP DPF Approfondimento Tecnico su FAP DPF Il filtro antiparticolato è un componente dell impianto di scarico integrato con il catalizzatore e consiste in un supporto monolitico a base di carburo di silicio poroso.

Dettagli

OM 642. Motore. Motore OM 642

OM 642. Motore. Motore OM 642 Motore OM 642 Motore OM 642 I motori della serie OM 642 sostituiranno i motori diesel delle serie OM 612 e OM 628. Novità essenziali della serie OM 642: Disposizione a V a 72 dei 6 cilindri Iniezione diretta

Dettagli

Benchmark. cambi automatici

Benchmark. cambi automatici Voith Turbo DIWA.3 Con DIWA.3 della Voith scegliete il Benchmark per i cambi automatici di alta tecnologia Cambio Voith DIWA Economicità e comfort attraverso una tecnica convincente Una buona idea è sempre

Dettagli

Per saperne di piu sul condizionatore

Per saperne di piu sul condizionatore Per saperne di piu sul condizionatore LE BASI FISICHE IL CONDIZIONATORE FUNZIONAMENTO FILTRI DISIDRATATORI NORME D USO INTRODUZIONE LE BASI FISICHE APPLICATE AL CONDIZIONATORE LE LEGGI FISICHE E LA TERMINOLOGIA

Dettagli

Anglo Belgian Corporation (ABC) è uno dei principali costruttori di motori diesel a

Anglo Belgian Corporation (ABC) è uno dei principali costruttori di motori diesel a Anglo Belgian Corporation (ABC) è uno dei principali costruttori di motori diesel a media velocità d Europa. L azienda ha quasi un secolo di esperienza in motori affidabili e poteni. Originariamente, la

Dettagli

Valvola motorizata 3 vie 3/4 ACS

Valvola motorizata 3 vie 3/4 ACS Valvola motorizata 3 vie 3/4 CS cod.3902021 Descrizione Le valvole deviatrici motorizzate permettono la deviazione automatica del fluido termovettore negli impianti di climatizzazionee idrosanitari. Le

Dettagli

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK-BPI TITON 300

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK-BPI TITON 300 CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK-BPI TITON 300 Il cingolato da cava Titon 300 è una macchina di perforazione progettata per l'utilizzo con martello a fondo foro da 3" o 4". Il cingolato è equipaggiato con cabina

Dettagli

fiat doblò tecnica / motori 01/2014 WORK UP Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km Tagliando ogni 35 000 km

fiat doblò tecnica / motori 01/2014 WORK UP Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km Tagliando ogni 35 000 km fiat doblò WORK UP tecnica / motori 01/2014 2 anni di garanzia contrattuale, 1 anno di garanzia estesa Totale 3 anni di garanzia o pure 200 000 km Tagliando ogni 35 000 km tecnica Peso 90 Multijet Peso

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSA 5,5 7,5 10 15 20 HP Tecnologia e Prestazioni Le alte prestazioni, la silenziosità, la semplicità di installazione e di manutenzione, fanno dei compressori CSA il top attualmene

Dettagli

FORD B-MAX SCHEDA TECNICA

FORD B-MAX SCHEDA TECNICA FORD B-MAX SCHEDA TECNICA PRESTAZIONI E CONSUMI Consumi (l/100 km) Prestazioni Motore (Cv) CO 2 (g/km) Urbano Extra orbano Combinato Velocità max. (km/h) 0-100 km/h (sec) 50-100 km/h (sec)* 1.6 TDCi (5

Dettagli