TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO SECONDA FASE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO SECONDA FASE"

Transcript

1 TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO SECONDA FASE 1/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

2 MODIFICHE / AGGIORNAMENTI DOCUMENTAZIONE Data Referente Nome File Descrizione della modifica Fiat Auto S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Sono vietate la diffusione e la riproduzione anche parziale e con qualsiasi strumento. L'elaborazione del materiale non può comportare specifiche responsabilità per involontari errori od omissioni. Le informazioni riportate sul presente supporto sono suscettibili di aggiornamenti continui: Fiat Auto S.p.A. non assume alcuna responsabilità per le conseguenze derivanti dall'utilizzo di informazioni non aggiornate La presente pubblicazione è ad esclusivo uso didattico. Per le informazioni tecniche, complete ed aggiornate a fini assistenziali, è necessario fare riferimento al manuale assistenziale ed alle informazioni di servizio del modello di veicolo interessato Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 2/181

3 INDICE INDICE BRIEFING DATI TECNICI MOTORE Dati caratteristici FRIZIONE CAMBIO DI VELOCITA DIFFERENZIALE PIANO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA MOTORE MOTORE Caratteristiche Supporti motore Basamento e sottobasamento Testa cilindri Alberi della distribuzione Albero motore Volano Pistoni e bielle Comando della distribuzione Impianto alimentazione aria Impianto alimentazione combustibile Impianto di scarico Impianto EGR Impianto recupero vapori olio dal basamento Impianto lubrificazione motore Circuito raffreddamento motore GESTIONE ELETTRONICA MOTORE Controllo motore EDC 16 C Pin out centralina controllo motore Schema elettrico gestione motore Componenti dell impianto di iniezione/accensione DIAGNOSI Sezione parametri Sezione Errori / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

4 3.3.3 Diagnosi attive visualizzabili con l examiner Configurazioni visualizzabili con examiner PROCEDURE Motore staccato- stacco testa/e cilindri e coppa olio per ispezione comprende posa su cavalletto e rimozione Motore - Ricomposizione. Lavaggio e controllo parti smontate - Riattacco testa cilindri e coppa olio - Non comprende interventi su testa cilindri e gruppo organi ausiliari Attrezzi per la revisione motore TRASMISSIONE CAMBIO DI VELOCITA E DIFFERENZIALE TIPO C 546 ( M40 ) Caratteristiche costruttive PROCEDURE CAMBIO MECCANICO (6 VELOCITA') CON DIFFERENZIALE - SCOMPOSIZIONE E RICOMPOSIZIONE - LAVAGGIO, VERIFICA PARTICOLARI - EV. SOST. SINCRONIZZATORI, COMANDI INTERNI, RUOTISMI, ALBERI E CUSCINETTI Attrezzi per la revisione del cambio SOSPENSIONI pneumatiche autolivellanti posteriori CRONOTACHIGRAFO DIGITALE Diagnosi con Examiner TELECAMERA POSTERIORE Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 4/181

5 1. BRIEFING Dopo il lancio commerciale avvenuto a giugno 2006, la gamma del nuovo Fiat Ducato si completa con l arrivo di nuovi contenuti che rendono il veicolo ancora piu versatile ed efficiente. Per quanto riguarda le motorizzazioni, la gamma si completa con il motore 3.0 Multijet da 157 cv accoppiato al cambio M40 di nuova concezione. Sul fronte delle sospensioni arrivano le nuove sospensioni posteriori pneumatiche autolivellanti che garantiscono grande comfort e assetto costante in ogni condizione di carico, (veicolo carico o scarico, merci posizionate in modo simmetrico o asimmetrico) e permettono di abbassare la soglia di carico posteriore per agevolare le operazioni di carico/scarico delle merci, oppure di alzare il veicolo nella parte posteriore per migliorare l angolo di rampa e/o passaggio ostacolo sotto veicolo. Per agevolare la visibilità posteriore in fase di manovra, arriva il sistema telecamera di parcheggio che permette al conducente di guardare lo scenario retrostante il veicolo attraverso un display posto in vano abitacolo. 5/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

6 Infine sul nuovo Ducato si può avere un cronotachigrafo digitale i grado di monitorare tutte le operazioni legate al trasporto, molto utile alle aziende con grandi flotte 2. DATI TECNICI 2.1 MOTORE Dati caratteristici Codice tipo Ciclo Numero e posizione cilindri SofimF1CE048ID Diesel 4 in linea Diametro e corsa stantuffi 95.8x104 (mm) Cilindrata totale (cm3) 2999 Rapporto di compressione 19:1 Potenza massima CEE(kw) 117 Potenza massima CEE(CV) 157 Regime corrispondente (giri/min) 3500 Coppia massima (CEE) (Nm) 400 Regime corrispondente (giri/min) 1600 Carburante Gasolio per autotrazione(specifica ENS 590) Alimentazione Iniezione diretta Multijet Common Rail 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 6/181

7 2.2 FRIZIONE Tipo Azionamento Monodico a secco e piatto spingidisco con dispositivo automatico di recupero gioco di usura A spinta Diametro esterno disco condotto(mm) 258±1 Diametro interno disco condotto (mm) 160±5 2.3 CAMBIO DI VELOCITA Tipo C546 (M40) I II Rapporti di trasmissione (*) Allestimenti diversi III IV V VI (*) (*) (*) RM DIFFERENZIALE Rapporto al ponte (*) (*) Allestimenti diversi 7/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

8 2.5 PIANO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA Descrizione Controllo condizioni / usura pneumatici ed eventuale regolazione pressione Controllo funzionamento impianto di illuminazione (fari, indicatori di direzione, emergenza, vano bagagli, abitacolo, spie quadro strumenti, ecc.). Controllo funzionamento impianto tergi/lavacristalli, eventuale registrazione spruzzatori. Controllo posizionamento/usura spazzole tergicristalli Controllo condizioni usura pattini freni e funzionamento segnalatore usura pattini disco anteriori e posteriori (dove presenti) Controllo visivo condizioni e integrità: esterno carrozzeria, protettivo sottoscocca, tratti rigidi e flessibili delle tubazioni (scarico, alimentazione carburante, freni), elementi in gomma (cuffie, manicotti, boccole, ecc.). Controllo visivo condizioni cinghie comando accessori + + Controllo ed eventuale ripristino livello liquidi (raffreddamento motore, freni, lavacristalli, batteria, ecc.) Controllo ed eventuale registrazione corsa leva freno a mano Controllo stato pulizia serrature e pulizia/lubrificazione leverismi Controllo emissioni/fumosità gas di scarico Controllo funzionalità sistemi controllo motore (mediante presa diagnosi) Sostituzione cinghia comando accessori + Sostituzione filtro combustibile Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 8/181

9 Sostituzione cartuccia filtro aria Sostituzione olio motore e filtro olio motore Sostituzione liquido freni (oppure ogni 24 mesi) + + Sostituzione filtro antipolline (oppure ogni 24 mesi) I tagliandi di manutenzione devono essere effettuati ogni Km nel caso il veicolo sia utilizzato prevalentemente in una delle seguenti condizioni particolarmente severe: Traino di rimorchio o roulotte; Strade polverose; Tragitti brevi (meno di 7-8 Km) e ripetuti con temperatura esterna sotto zero; Motore che gira frequentemente al minimo o guida su lunghe distanze a bassa velocità (esempio consegne porta a porta), oppure in caso di lunga inattività; Percorsi urbani. 9/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

10 3. MOTORE 3.1 MOTORE Caratteristiche Le principali caratteristiche del motore 3.0 Multijet sono le seguenti: Power [kw] F1C 107 kw [145 HP] Nm WG [rpm] - motore Diesel sovralimentato con turbocompressore a geometria fissa; Torque [Nm] - livello di emissioni conforme alla norma Euro 4 - potenza sviluppata: 160 CV; - disposizione a quattro cilindri in linea; - cilindrata 2998 cc; - alesaggio: 95.8 mm; - corsa: 104 mm; - rapporto di compressione: 19:1 - ordine d iniezione: doppio albero a camme in testa con distribuzione a 16 valvole; - testa realizzata in lega di alluminio; - sovratesta comprendente i supporti degli alberi a camme; - distribuzione con comando a catena; - bilancieri con punterie idrauliche; - pompa acqua di tipo centrifugo incorporata nel basamento; - centralina controllo motore: Bosch EDC16C39; - pompa alta pressione: Bosch CP3.2 (senza pompa di trasferta ad ingranaggi); - monoblocco realizzato in ghisa sferoidale; - coppa olio in lamiera stampata Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 10/181

11 3.1.2 Supporti motore GENERALITÀ I supporti del gruppo motopropulsore hanno la funzione di collegamento strutturale tra motopropulsore e scocca. Sono dimensionati per reggere il peso del motopropulsore e sopportare i carichi derivanti dalla coppia trasmessa dal motore. Ciascun supporto è provvisto di un tassello in gomma - metallo che ha il compito di smorzare le vibrazioni generate dal motore, riducendo in gran parte le vibrazioni trasmesse alla scocca. TIPOLOGIA La supportazione del motore è di tipo baricentrica. Il motore è vincolato al veicolo tramite due supporti (uno lato cambio ed uno lato distribuzione) ed un tirante di reazione. 1 Supporto elastico lato cambio 2 Staffa supporto lato cambio 3 Staffa supporto posteriore 4 Supporto elastico lato distribuzione 5 Staffa supporto lato distribuzione Basamento e sottobasamento Il basamento è realizzato in ghisa. La supportazione dell albero motore viene effettuata tramite cinque supporti di banco. Apposite canalizzazioni ricavate nelle pareti del basamento, permettono il passaggio del liquido di raffreddamento e dell olio di lubrificazione. Nella parte inferiore del basamento sono installati i getti dai quali viene spruzzato l olio motore per il raffreddamento dei pistoni e per la lubrificazione dello spinotto. Il motore è provvisto di sottobasamento, tra basamento e sottobasamento è interposto uno strato di sigillante. 11/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

12 1 -Basamento 2 Sottobasamento 3 Spina di centraggio 4 Getto per il raffreddamento dei pistoni 5 Bocchettone di fissaggio dei getti Testa cilindri La testa cilindri è di tipo monolitico in lega di alluminio e silicio. L apertura delle valvole è comandata da due alberi a camme in testa, a sezione cava con camme riportate, il comando è a catena, gli alberi a camme sono montati nella testa superiore. Le quattro valvole per cilindro sono posizionate nelle relative guida valvole e comandate da bilancieri azionati dagli eccentrici degli alberi a camme e mantenuti a contatto delle valvole tramite punterie idrauliche Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 12/181

13 Le guidavalvole sono piantate nelle relative sedi della testa cilindri con interferenza. Il perfezionamento del diametro interno viene realizzato, dopo il montaggio, con alesatore specifico. Rispetto alla teste cilindri con precamera, l intero processo di combustione ha luogo nella camera di scoppio ricavata sul pistone. Gli elementi che compongono la testa cilindri sono: - sopratesta, - punterie idrauliche, 1 Testa superiore - bilancieri, 2 Guarnizione - alberi a camme, 3 Testa cilindri - valvole di scarico e di aspirazione, 4 Boccole di centraggio - guide valvole, - sedi valvole. 1 Testa cilindri 2 Guarnizione 3 Boccola di centraggio 4 Monoblocco 13/ Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

14 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy Nella testa sono ricavati: i condotti di aspirazione; i condotti di scarico; i fori di passaggio delle valvole; i fori per il passaggio del liquido di raffreddamento; i fori per il passaggio del lubrificante; i fori per gli iniettori, i fori per le candelette di preriscaldo, i fori per il fissaggio al monoblocco. La testa è l elemento di chiusura del cilindro; per la costruzione delle testate vengono impiegate leghe di alluminio con caratteristiche di leggerezza, di resistenza alla compressione e di alta conducibilità termica. Sulla testa sono presenti due boccole di centraggio per il corretto posizionamento della testa superiore. Guarnizione della testa La guarnizione tra testa cilindri e basamento è costituita da tre strati di acciaio inossidabile ricoperti da uno speciale materiale gommoso resistente al calore. In produzione la guarnizione è disponibile in tre differenti spessori, identificati dal numero di tacche presenti sulla stessa, mentre a ricambi viene fornita con un solo spessore - 1 tacca : spessore di classe 1-2 tacche: spessore di classe 2-3 tacche: spessore di classe 3. 1 Guarnizione testa 2 Tacche per l identificazione dello spessore guarnizione Alberi della distribuzione Gli alberi della distribuzione sono realizzati in acciaio e sono cavi all interno 1 Albero a camme di comando delle valvole di scarico 2 Albero a camme di comando delle valvole di aspirazione Il sensore di fase rileva la fase di funzionamento del motore leggendo la posizione dell ingranaggio comando dell albero di aspirazione. Il sensore di fase è posizionato sul coperchio di introduzione olio motore presente sulla testa superiore Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 14 / 181

15 Punterie idrauliche 1.Molla di ritegno punteria 2. Punteria idraulica 3. Bilanciere con molla 4.Camma Albero motore L albero motore è costituito in acciaio al carbonio, poggia su cinque supporti di banco con interposti semicuscinetti. Il gioco assiale dell'albero motore è regolato dal semicuscinetto alloggiato in corrispondenza del supporto di banco centrale. Otto contrappesi disposti a 180 conferiscono all'albero motore un'accurata equilibratura delle masse rotanti. 1 Albero motore 2 Cuscinetto di banco centrale (anche con funzione di registrazione del gioco assiale) 3 Cuscinetti di banco 4 foro per il passaggio dell olio 5. Ruota fonica 15 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

16 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy Volano Il volano è di tipo a doppia massa, è fissato all albero motore tramite 8 viti. Sul volano sono presenti 3 spine di centraggio per il meccanismo frizione E l organo che rende uniforme la rotazione del motore, accumulando energia durante le fasi attive espansioni) e restituendola durante le fasi passive. Il volano è dimensionato per consentire al motore di girare al minimo senza arrestarsi e vincere il lavoro di attrito da questo sviluppato durante il funzionamento a vuoto.il volano a doppia massa, DVA (doppio volano ammortizzatore), è costituito da una massa solidale all'albero motore e una all'albero primario del cambio con interposto un sistema elastico torsionale di smorzamento. I punti di risonanza che, con il sistema convenzionale si trovano tra 800 e 2200 giri/min, vengono spostati verso velocità di rotazione più basse, fuori dal campo di utilizzo. I vantaggi di questo volano rispetto a quello normale sono: - smorzamento delle irregolarità motore trasmesse al cambio con conseguente riduzione della rumorosità della trasmissione; - riduzione della rumorosità in abitacolo conseguente all attenuazione della rumorosità complessiva. L'innesto frizione, posizionato tra il doppio volano ed il cambio è costituito da un disco rigido (con molle) che, avendo un'inerzia ridotta migliora la manovrabilità del cambio. 1 Massa solidale con albero motore. 2 Massa solidale con albero primario del cambio. 3 Spina di centraggio per il meccanismo frizione 4 Mozzo 5 Cuscinetto a sfere 6 Corona dentata 7- Sistema elastico torsionale di smorzamento Pistoni e bielle CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE I pistoni sono ottenuti per fusione di lega di alluminio, le bielle sono in acciaio bonificato, realizzate per stampaggio a caldo, i cappelli di biella sono realizzati per frattura dalle bielle Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 16 / 181

17 Sui pistoni è presente il bacino per la camera di scoppio. Pistoni e piedi di biella sono collegati attraverso spinotti di tipo flottante, sono trattenuti tramite due anelli elastici ad espansione che trovano sede nelle apposite cave ricavate sui mozzetti dei pistoni. Per il corretto orientamento del pistone rivolgere il riferimento presente sul pistone verso il lato distribuzione 1 Pistone 2 Spinotto 3 Anelli elastici 4 Biella 5 Semicuscinetti di biella 6 Riferimento per il montaggio del pistone 1 Biella 2 Cappello di biella I pistoni, realizzati in lega di alluminio, sono suddivisi in due classi dimensionali e riportano stampigliato sul cielo un riferimento che indica il corretto senso di montaggio 1 Tipo di motore 2 Classe del pistone 3 Fornitore 4 Senso di montaggio del pistone nella canna cilindro Il pistone si compone di due parti:- testa o zona delle fasce elastiche, di diametro leggermente minore di quello del cilindro per permettere la dilatazione termica del metallo, sul cielo dei pistoni sono presenti le impronte per le valvole di aspirazione e il bacino per la camera di scoppio, 17 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

18 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy - mantello o pattino di guida del piede di biella che ne sopporta la spinta laterale. Nel mantello si trovano due mozzetti o borchie per l alloggiamento dello spinotto e la cava in corrispondenza del getto di raffreddamento dei pistoni stessi presente sul basamento. Il collegamento dello stantuffo (1) alla biella (2) completa di cappello deve esere eseguito in modo tale che il riferimento di montaggio dello stantuffo, la posizione della biella e del cappello siano posizionati come indicato in figura Comando della distribuzione La distribuzione è del tipo a doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilindro con punterie idrauliche. Il comando è trasmesso da due catene: - una catena doppia da 3/8 riceve il moto dall albero motore e lo trasmette agli alberi di comando: pompa olio/depressore - pompa alta pressione; - una catena singola riceve il moto dall ingranaggio albero comando pompa alta pressione e lo trasmette agli alberi di distribuzione. Gli ingranaggi comando alberi distribuzione sono intercambiabili fra loro, su gli stessi sono ricavate le asole per il rilievo della fase da parte del sensore. I bilancieri, uno per valvola, sono mantenuti a contatto dalla camma corrispondente da una punteria idraulica, eliminando in questo modo la necessità di regolazioni periodiche. 1 Bilanciere 2 Punteria idraulica a reazione 3 Valvola 4 Albero a camme lato scarico 5 Albero a camme lato aspirazione 6 Catena comando alberi a camme 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 18 / 181

19 La seguente figura illustra lo schema di comando della distribuzione e degli organi ausiliari 1 Ingranaggi comando alberi distribuzione 2 Catena singola 3 Tendicatena idraulico con dispositivo antiritorno 4 Pattini mobili tendicatena 5 Tendicatena idraulico 6 Ingranaggio conduttore su albero motore 7 Pattino fisso 8 Ingranaggio albero comando pompa olio/depressore - pompa idroguida 9 Doppia catena 10 Ingranaggio albero comando pompa alta pressione Tenditore idraulico della catena Il tensionamento della catena di distribuzione è realizzato da un tenditore automatico idraulico, con dispositivo antiritorno, che evita operazioni di manutenzione per il controllo del tensionamento. A = Massima estensione: 76,9 ± 0,4 mm B = Stantuffo agganciato: 53,6 mm C = Corsa minima per sganciare lo stantuffo: 2,3 mm D = Corsa di lavoro: 24,5 mm 19 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

20 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy Impianto alimentazione aria L aria aspirata viene filtrata e convogliata al turbocompressore a gas di scarico; prima di giungere al motore, l aria compressa viene raffreddata nello scambiatore di calore aria-aria (Intercooler). La seguente figura illustra schematicamente i principali elementi che compongono il circuito di alimentazione aria 1 Filtro aria 2 Raccordo per recupero vapori olio 3 Turbocompressore 4 Collettore di aspirazione 5 Attuatore corpo farfallato 6 Bocchettone aspirazione aria 7 Risuonatore 8 Scambiatore di calore Intercooler 9 Collettore di scarico Turbocompressore Il turbocompressore è del tipo a geometria fissa con valvola waste-gate 1 Compressore 2 Turbina 3 Attuatore pneumatico comando bypass gas di scarico 4 Tubo di prelievo della pressione per il comando della valvola WASTE GATE A Ingresso aria nel compressore B Uscita aria dal compressore 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 20 / 181

21 Impianto alimentazione combustibile GENERALITÀ L impianto di alimentazione del combustibile è suddiviso in circuito di bassa pressione e circuito di alta pressione. Il circuito di bassa pressione è costituito da: - serbatoio - elettropompa ausiliaria immersa; - filtro gasolio; - collettore di ritorno. Il circuito di alta pressione è costituito da: - pompa di pressione; - collettore di ripartizione. Circuito bassa pressione Serbatoio combustibile Il serbatoio combustibile è costruito in materiale plastico; è dotato di bocchettone flessibile e comprende la sede per il montaggio dell elettropompa combustibile e del misuratore di livello. A Serbatoio da 90 litri B Serbatoio da 125 litri 1 Serbatoio combustibile 2 Bocchettone introduzione combustibile 3 Tubazione di sfiato 21 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

22 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy Complessivo pompa immersa completa di comando indicatore di livello E composto principalmente da: - una elettropompa combustibile - un filtro combustibile - un indicatore di livello del tipo a galleggiante - un regolatore di pressione a membrana - un prefiltro a reticella A Sensore di livello a galleggiante B Raccordo di mandata C Raccordo di ritorno D Connessione elettrica 1 Alimentazione sensore livello combustibile 2 Massa sensore livello combustibile 3 Massa elettropompa 4 Alimentazione elettropompa Dati caratteristici della pompa: - taratura valvola di sicurezza: KPa, - portata nominale pompa: 134 l/h (23 C), - alimentazione: 12,5V Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 22 / 181

23 Filtro combustibile Il filtro combustibile è montato nel vano motore vicino alla paratia parafiamma. Il filtro è costituito da un involucro in plastica che contiene al proprio interno una cartuccia setto di profondità in materiale sintetico con alte prestazioni in termini di efficienza, durata e separazione dell'acqua. 1 Ingresso combustibile 2 Uscita combustibile 3 Connessione elettrica sensore presenza acqua 4 Vite per azionare lo spurgo acqua 5 Corpo filtro 6 Connettore sensore di temperatura combustibile 7 Cartuccia filtrante (viene fornito l'o-ring di tenuta) 8 Guarnizione coperchio 9 Ghiera di fissaggio coperchio 10 Coperchio 11 Distanziale 12 Gommino 13 Anello ferromagnetico 14 Guarnizione 15 Galleggiante 16 Sensore presenza acqua 23 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

24 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy FUNZIONAMENTO Il gasolio viene aspirato dal serbatoio per mezzo di una pompa elettrica di prealimento funzionante a 12 V, che ha lo scopo di fornire una portata adeguata per garantire anche la lubrificazione e il raffreddamento della pompa Radialjet. Tra la pompa elettrica e la pompa Radialjet è montato il filtro del gasolio. I collegamenti idraulici in alta pressione sono effettuati tramite tubazioni in acciaio di diametro interno 2 mm e diametro esterno 6 mm. Il ricircolo della pompa e quello degli iniettori, dopo essere stati raccolti in una unica tubazione, vengono inviati al serbatoio. 1 Serbatoio combustibile 2 Complessivo pompa immersa completa 3 Tubazione di collegamento serbatoio con filtro combustibile 4 Filtro combustibile 5 Tubazione di collegamento filtro combustibile con valvola controllo pressione combustibile 6 Raccordo tubazioni combustibile 7 Tubazione di collegamento valvola controllo pressione combustibile con pompa alta pressione 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 24 / 181

25 Circuito di alta pressione 1 Pompa di pressione 2 Regolatore di pressione 3 Raccordo tubazioni combustibile 4 Tubazione di collegamento pompa alta pressione con collettore combustibile (Rail) 5 Sensore pressione combustibile 6 Tubazione di collegamento collettore combustibile (Rail) con elettroiniettori 7 Collettore combustibile (Rail) 8 Tubazione di ritorno da elettroiniettori 9 Tappo 10 Elettroiniettore 11 Tubazione arrivo combustibile dal filtro 12 Tubazione ritorno combustibile al serbatoio Pompa alta pressione GENERALITA La pompa CP3.2 di alimentazione del sistema Common Rail è denominata Radialjet perché l effetto pompante viene realizzato mediante tre elementi pompanti (pistoni) disposti in direzione radiale rispetto all asse di rotazione dell albero della pompa. La distanza angolare tra un elemento pompante e l altro è pari a 120. La quantità di combustibile inviata ai pistoni pompanti è regolata da un regolatore di portata comandato dalla centralina controllo motore 25 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

26 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy CARATTERISTICHE POMPA RADIALJET Il movimento degli stantuffi è determinato dalla rotazione di un eccentrico di forma triangolare solidale all albero della pompa. Tale eccentrico determina il movimento in successione dei tre pistoni mediante lo spostamento di una interfaccia meccanica (punteria) frapposta tra l eccentrico ed il piede dello stantuffo. Il contatto tra l eccentrico ed ogni singola punteria viene assicurato mediante una molla. Ogni gruppo pompante è dotato di una valvola di aspirazione e una di mandata a sfera. Tutte e tre le mandate degli elementi pompanti sono riunite internamente alla pompa ed inviano il combustibile al collettore comune per mezzo di un unico condotto. Una particolarità di tale pompa è quella di essere contemporaneamente lubrificata e raffreddata dallo stesso gasolio circolante al suo interno, attraverso opportune luci di passaggio. Per la regolazione della pressione di mandata, sull ingresso della pompa è presente una elettrovalvola regolatrice di bassa pressione in modo da comprimere unicamente il gasolio necessario a raggiungere la pressione mappata in centralina. Le caratteristiche principali della pompa Radialjet sono riportate di seguito: - tipo: radialjet a pompanti radiali - numero di pompanti: 3 - pressione massima di funzionamento: 1600 bar - alimentazione: gasolio in pressione a 3,5 5,0 bar - lubrificazione: effettuata dallo stesso gasolio di alimentazione - raffreddamento: effettuato dallo stesso gasolio di alimentazione. Nota: La pompa alta pressione non è revisionabile e pertanto non devono essere smontate né manomesse le viti di fissaggio. FUNZIONE La pompa viene trascinata dal motore ad una velocità di rotazione pari a quella del motore stesso tramite una doppia catena. La realizzazione della fasatura e della durata di iniezione sono, in tale sistema di iniezione, compiti demandati al sistema di controllo elettronico; tale pompa assolve il solo compito di mantenere permanentemente il combustibile contenuto nel collettore al livello di pressione richiesto. La seguente figura illustra lo schema idraulico del circuito di alimentazione della pompa 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 26 / 181

27 Pressioni (relative) nel circuito: (a) 4,15 bar < p < 5,35 bar ; (b) 3,5 bar < p < 5,0 bar ; (c) p < 0,8 bar (d) 0,3 bar < p < 0,8 bar 1 Pompa alta pressione 2 Tubazione mandata alta pressione 3 Tubazione ritorno elettroiniettori 4 Elettroiniettori 5 Common Rail 6 Sensore pressione combustibile 7 Filtro con separatore d acqua 8 Valvola di non-ritorno elettropompa combustibile 9 Valvola limitatrice di pressione linea 10 Serbatoio 11 Elettropompa combustibile 12 Filtro in aspirazione elettropompa combustibile 13 Valvola di sovrapressione elettropompa combustibile 14 Valvola limitatrice di pressione 15 Valvola proporzionale regolatrice di pressione. Regolatore combustibile Il regolatore di pressione carburante è montato sul circuito di bassa pressione della pompa CP3.2. Il regolatore di pressione modula la quantità di combustibile inviata al circuito di alta pressione in base ai comandi ricevuti direttamente dalla centralina controllo motore Il regolatore di pressione è costituito principalmente dai seguenti componenti: - connettore, - corpo, - solenoide, - molla di precarico, - cilindro otturatore. In assenza di segnale il regolatore di pressione è normalmente aperto, quindi con la pompa in condizioni di portata massima. La centralina controllo motore modula, tramite segnale PWM (Pulse Width Modulation), la variazione della portata di carburante nel circuito di alta pressione, tramite parziale chiusura o apertura delle sezioni di passaggio del carburante nel circuito di bassa pressione 1 Connettore 2 Fori uscita combustibile 3 Foro ingresso combustibile 27 / Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati

28 Fiat auto S.p.A TRACCIA DIDATTICA FIAT DUCATO Training Academy FUNZIONAMENTO Quando la centralina controllo motore pilota il regolatore di pressione (tramite segnale PWM), viene energizzato il solenoide (1) che a sua volta genera il movimento del nucleo magnetico (2). La traslazione del nucleo provoca lo spostamento in senso assiale del cilindro otturatore (3) parzializzando la portata del combustibile. 1 Solenoide 2 Nucleo magnetico 3 Cilindro otturatore 4 Ingresso carburante 5 Uscita carburante Quando il solenoide (1) non è energizzato, il nucleo magnetico è spinto nella posizione di riposo dalla molla di precarico (3). In questa condizione il cilindro otturatore (4) si trova in posizione tale offrire al combustibile la massima sezione di passaggio. 1 Solenoide 2 Nucleo magnetico 3 Molla di precarico 4 Cilindro otturatore Interruttore inerziale 2006 Fiat Auto S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati 28 / 181

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234 MonoMotronic MA.0 6 7 8 9 / 0 8 7 6 0 9 A B A L K 7 8 6 9 0 8 0 A 0 0 C E D 6 7 7 M - 6 0 9 7-9 LEGENDA Document Name: MonoMotronic MA.0 ) Centralina ( nel vano motore ) ) Sensore di giri e P.M.S. ) Attuatore

Dettagli

SCHEMA FILARE DELL'IMPIANTO IAW

SCHEMA FILARE DELL'IMPIANTO IAW INIEZIONE ACCENSIONE WEBER MARELLI I.A.W. Prima, seconda, terza versione con distributore alta tensione Iniezione elettronica digitale con unica centralina che controlla iniezione e accensione, il comando

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

LE VALVOLE PNEUMATICHE

LE VALVOLE PNEUMATICHE LE VALVOLE PNEUMATICHE Generalità Le valvole sono apparecchi per il comando, per la regolazione della partenza, arresto e direzione, nonché della pressione e passaggio di un fluido proveniente da una pompa

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

Manuale - parte 1. Descrizione del generatore e istruzioni per l uso. Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima

Manuale - parte 1. Descrizione del generatore e istruzioni per l uso. Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima Manuale - parte 1 Descrizione del generatore e istruzioni per l uso Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima 230V - 50 Hz / 6,5 kw Icemaster Fischer Panda 25 20 10 10 10 since 1977 Icemaster

Dettagli

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo Gli attuatori Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo ATTUATORI Definizione: in una catena di controllo automatico l attuatore è il dispositivo che riceve

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa Alle seguenti pagine trovate una descrizione del principio di funzionamento generale dei sistemi frenanti ad aria compressa installati in

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V Serie Genio Tecnic Moduli termici a premiscelazione a condensazione Emissioni di NOx in classe V Serie Genio tecnic Vantaggi Sicurezza Generatore totalmente stagno rispetto all ambiente. Progressiva riduzione

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

NE FLUSS 20 EL PN CE

NE FLUSS 20 EL PN CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 A - CE 0063 AQ 2150 MANTELLATURA 7 3 1 102 52 101 99-97 83 84-64 63 90 139 93 98 4 5

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.01 A - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO... 30R0032/0... 02-99... IT... MANTELLATURA

Dettagli

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 T - CE 0063 AQ 2150 Appr. nr. B95.03 T - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO...

Dettagli

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento GRUNDFOS WASTEWATER Pompe per drenaggio e prosciugamento Pompe per drenaggio e prosciugamento altamente efficienti tecnologicamente all avanguardia Grundfos offre una gamma completa di pompe per per drenaggio

Dettagli

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400 Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Indice Indice Unità tipo

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Valvole KSB a flusso avviato

Valvole KSB a flusso avviato Valvole Valvole KSB a flusso avviato Valvole KSB di ritegno Valvole Idrocentro Valvole a farfalla Valvole a sfera Valvoleintercettazionesaracinesca Valvole di ritegno Giunti elastici in gomma Compensatori

Dettagli

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC POMPE GASOLIO - 2 - POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC serie EASY con pompante in alluminio DP3517-30 - 12 Volt DP3518-30 - 24 Volt Elettropompa rotativa a palette autoadescante con by-pass, pompante in alluminio

Dettagli

LISTINO MINIMOTO 2013

LISTINO MINIMOTO 2013 LISTINO MINIMOTO 2013 NOTE: - Il presente listino annulla e sostituisce qualsiasi precedente - I prezzi indicati si intendono trasporto ed assicurazione esclusi - BZM Trade Srl si riserva qualsiasi variazione

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

Valore Unitario. Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore TOT

Valore Unitario. Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore TOT Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore Unitario Valore TOT 61586404 Adattatore contagiri 370 6 45,47 272,82 4721456 Adattatore tachimetro 370 3 37,02 111,06 Alberino cronotachimetro 370 1 6,32 6,32 1905228

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

Pressostati e termostati, Tipo CAS

Pressostati e termostati, Tipo CAS MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Opuscolo tecnica Pressostati e termostati, Tipo CAS La serie CAS consiste di una serie di interruttori controllati mediante pressione e di interruttori controllati mediante

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA DIAMO UNA MANO ALLA NATURA ABBATTITORI A RICIRCOLO DI ACQUA (SCRUBBER A TORRE) I sistemi di abbattimento a scrubber rappresentano un ottima alternativa a sistemi di diversa tecnologia (a secco, per assorbimento,

Dettagli

Valvole di controllo. per ogni tipo di servizio

Valvole di controllo. per ogni tipo di servizio Valvole di controllo per ogni tipo di servizio v a l v o l e d i c o n t r o l l o Valvole di controllo per ogni tipo di servizio Spirax Sarco è in grado di fornire una gamma completa di valvole di controllo

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw Serie BRIO Approfittate dei vantaggi BALMA Fin dal 1950, BALMA offre il giusto mix di flessibilità ed esperienza per il mercato industriale, professionale e hobbistico

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1. GENERALITÀ La presente relazione è relativa alla realizzazione di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica.

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt. C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.com www.cfritaly.com È vietata la riproduzione o la traduzione

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Impianti aspirapolvere centralizzati ISTRUZIONI PER L USO DELLE CENTRALI ASPIRANTI MOD. DS MODULARI

Impianti aspirapolvere centralizzati ISTRUZIONI PER L USO DELLE CENTRALI ASPIRANTI MOD. DS MODULARI ISTRUZIONI PER L USO DELLE CENTRALI ASPIRANTI MOD. MODULARI MOD. A01 MOD. B02 MOD. C03 MOD. D02 MOD. F03 MOD. B01 MOD. BC100i MOD. CD5i MOD. EF5i MOD. H02 Copyright by DISAN S.r.l. Disegni tecnici e layout:

Dettagli

12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA

12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA MANUALE DI RIPARAZIONE Motori serie12 LD cod. 1-5302-489_ 3 ed. 12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA - REGISTRAZIONE MODIFICHE AL DOCUMENTO Qualsiasi modifica di questo documento deve essere

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Motori Diesel raffreddati ad aria. 12.0-26.0 kw

Motori Diesel raffreddati ad aria. 12.0-26.0 kw Motori Diesel raffreddati ad aria 12.026.0 kw Motori Diesel raffreddati ad aria 12.026.0 kw EQUIPGGIMENTO STNDRD vviamento elettrico con motorino e alternatore 12V Comando acceleratore a distanza Pressostato

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37 13/01/2015 19:02:37 20.400,00 INFORMAZIONI PANORAMICA Affrontare le lunghe distanze nel massimo comfort è ciò che la Trophy sa fare meglio. A questa caratteristica si aggiunge la sua sorprendente capacità

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

PC210/LC-10. Escavatore idraulico PC 210

PC210/LC-10. Escavatore idraulico PC 210 PC 210 Escavatore idraulico PC210/LC-10 POTENZA MOTORE 123 kw / 165 HP @ 2.000 rpm PESO OPERATIVO PC210-10: 22.020-22.560 kg PC210LC-10: 22.620-23.480 kg CAPACITA BENNA max. 1,68 m³ Un rapido sguardo Costruita

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata.

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata. SERIE JX 72-95 CV Ambiente di lavoro sicuro e produttivo. Sedile di guida confortevole. Tecnologia funzionale sotto tutti i punti di vista. Disponibili nella versione con o senza cabina, questi trattori

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Sistemi di trattamento aria per impianti radianti

Sistemi di trattamento aria per impianti radianti Sistemi di trattamento aria per impianti radianti Da trent anni lavoriamo in un clima ideale. Un clima che ci ha portato ad essere leader in Italia nel riscaldamento e raffrescamento radianti e ad ottenere,

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Motori Elettrici Principi fisici Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Legge di Biot-Savart: un conduttore percorso da corrente di intensità

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O pag. 1 R I P O R T O 023573g Valvola a sfera in ottone cromato di diam. 2" con maniglia a leva gialla. Si intende compreso nel prezzo la mano d'opera e quanto altro necessario a rendere l'opera finita

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp Erkopress 300 Tp-ci Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Apparecchio di termostampaggio con compressore integrato e riserva di

Dettagli

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus Pensili a condensazione VICTRIX Superior kw è la caldaia pensile istantanea a camera stagna con potenzialità di 26 kw e 32 kw che, grazie alla tecnologia della condensazione, si caratterizza per l'elevato

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Scheda tecnica Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Pressostati, tipo CAS Campo Ulteriori 0 10 20 30 40 50 60 bar p e Tipo informazioni bar a pag. Pressostati standard

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli