UNA BREVE INTRODUZIONE ALLA IPNOTERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNA BREVE INTRODUZIONE ALLA IPNOTERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE"

Transcript

1 UNA BREVE INTRODUZIONE ALLA IPNOTERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE COS E L IPNOTERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE? L ipnoterapia cognitivo comportamentale (Cognitive Behavioural Hypnotherapy) può essere considerata uno dei modelli principali di psicoterapia basata sull ipnosi ( Ipnopsicoterapia ). Consiste nell integrazione dell ipnosi con i principi e le tecniche della terapia cognitivo comportamentale (TCC). Sebbene diversi libri e articoli abbiano cominciato a parlare nello specifico di ipnoterapia cognitivo comportamentale negli anni 80, le tecniche cognitivo comportamentali hanno sempre avuto un ruolo centrale nell ambito delle terapia basta sull ipnosi. Per esempio, Braid e Bernheim, due esponenti di spicco della terapia ipnotica tradizionale del XIX secolo, da una prospettiva più attuale possono essere di diritto considerati di orientamento cognitivo e comportamentale. Terapia basata sull ipnosi e Terapie Comportamentali Le terapie che enfatizzano il ruolo del condizionamento (classico e operante) nell ambito delle teorie dell apprendimento sono generalmente considerate di orientamento comportamentale. Importante notare che una delle tecniche fondanti della terapia comportamentale la Desensibilizzazione Sistematica (DS) sembra per molti aspetti derivare dall ipnoterapia comportamentale. Wolpe, ideatore della DS, l aveva inizialmente definita desensibilizzazione ipnotica. Lo stesso Salter, co-fondatore della terapia comportamentale, pioniere del training di Assertività, aveva una solida formazione sull ipnosi.

2 L ipnoterapia basata sulle evidenze scientifiche fa ampio uso del training sulle abilità ipnotiche e le tecniche di rilassamento. Il meccanismo fisiologico del rilassamento risulta centrale sia nella terapia comportamentale che nella ipnoterapia. Nella desensibilizzazione sistematica, la risposta di rilassamento è utilizzata sistematicamente per inibire la risposta ansiosa in relazione a stimoli attivatori specifici. Questo è un presupposto centrale in molte terapie basate sull ipnosi, soprattutto quelle appartenenti al filone di Emile Couè che fondò la Nuova Scuola di Nancy nel Un principio terapeutico simile può essere identificato nell ambito della Neuroipnologia di Braid (1845), il primo libro pubblicato sull ipnotismo, dove il neuro-ipnotismo ( sonno-cerebrale ) è utilizzato soprattutto per contrastare gli stati di tensione fisica e l attivazione nervosa. Terapia Ipnotica e Terapie Cognitive Le terapie Cognitive vengono in genere definite come quelle terapie che enfatizzano il ruolo della mediazione cognitiva nei processi di apprendimento. La mediazione cognitiva spiega come le modalità di pensiero dell individuo, le sue credenze e le valutazioni, determinino il modo in cui reagisce a stimoli e situazioni specifiche. Le due forme più influenti di terapia cognitiva sono la Terapia Razionale Comportamentale Emotiva (REBT) di Albert Ellis e la Terapia Cognitiva (CT) di Aaron Beck. Hanno avuto origine alla fine degli anni 50, ma sono salite alla ribalta più lentamente della terapia comportamentale di Wolpe per poi dare origine a un integrazione che corrisponde a quella oggi conosciuta come Terapia Cognitivo Comportamentale. Il vecchio modello stimolo risposta del comportamentismo ha lasciato il posto al modello stimolo-cognizione-risposta. Tale modello ricorda lo schema input-processo-output utilizzato nel modello computazionale della mente. Ellis spiega la nozione di mediazione cognitiva tramite il famoso modello ABC. Molti di noi tendono ad agire e sentire come se esistesse una relazione di causa-effetto tra un evento attivante (A) e le nostre reazioni emotive e comportamentali (Cconseguenze),es.: Piango perché qualcuno mi rimprovera. In realtà, le nostre risposte a una situazione sono il risultato di come noi stessi leggiamo la situazione e la interpretiamo e sono quindi mediate dal nostro sistema di credenze (B). Piango perché qualcuno mi rimprovera e io penso che sia umiliante; una persona che ritenga la situazione ironica,

3 riderebbe invece che piangere. Molti problemi emozionali derivano dall incapacità di riconoscere il ruolo della mediazione cognitiva, sostenendo una relazione di tipo A-C invece che A-B-C. Molti libri sulla terapia Cognitivo Comportamentale illustrano il modello della mediazione cognitiva di Ellis che corrisponde a un principio chiave della filosofia Stoica di Epitteto le persone non sono disturbate dai fatti, ma dall interpretazione che danno alle cose. (Enchiridion, 5). Il ruolo della suggestione nella terapia ipnotica è simile a quello della cognizione nella terapia cognitiva. Nella Nuova Scuola di Nancy fondata da Couè, il vecchio concetto di idee fisse si evolve ponendo l accento sul ruolo dell autosuggestione negativa come base della psicopatologia. Nel 1980 Daniel Araoz rese popolare il concetto di Autoipnosi negativa che è divenuto centrale negli ambiti dell ipnoterapia Cognitivo Comportamentale, Psicodinamica ed Ericksoniana. Il concetto di autoipnosi negativa o autosuggestione nella terapia ipnotica è molto simile ai Pensieri Automatici Negativi di Beck nella terapia cognitiva. La teoria Cognitivo Comportamentale dell'ipnosi Come ogni ipnotista sa, il dibattito teoretico principale nell'ambito della storia dell'ipnosi si è incentrato sulla possibilità di classificare l'ipnosi come uno stato particolare, talvolta denominato trance ipnotica. La controversia è tradizionalmente conosciuta come stato contro non stato. I sostenitori della posizione non stato che è cresciuta in popolarità tra i ricercatori negli ultimi decenni, la descrivono come teoria socio-cognitiva o cognitivo comportamentale dell'ipnosi. Questo dibattito è stato alimentato da una confusione semantica. I teorici dello stato hanno sostenuto che gli effetti delle procedure ipnotiche possono essere meglio spiegate come risultato di uno speciale stato neuropsicologico. Hilgard, con l'ipotesi della neodissociazione che definisce la trance ipnotica come uno stato di dissociazione psicologica indotto artificialmente, fornisce una descrizione credibile della teoria dello stato speciale. Dall altra parte, i teorici del non stato sostengono l idea che

4 l ipnosi non sia altro che la manifestazione di un certo numero di stati psicologici comuni: un profondo stato di concentrazione, aspettativa e immaginazione. Un corollario della posizione del non stato è la nozione che l ipnosi può essere meglio spiegata utilizzando concetti relativamente familiari estrapolati da altre branche della psicologia come la teoria del ruolo (Sarbin). I teorici dello stato invece hanno cercato di costruire teorie specifiche per spiegare l ipnosi stessa senza peraltro trovare ampio supporto nell ambito della psicologia accademica. È ormai opinione riconosciuta che la suggestionabilità può essere realisticamente indotta attraverso tecniche ipnotiche senza fare ricorso alle routines ipnotiche tradizionali. Questo e altri dati empirici offrono sostegno alla teoria cognitiva comportamentale dell ipnosi. Più di recente, sono stati trovati dati a sostegno dell idea che alcune tipologie di risposte ipnotiche possono essere favorite da doti genetiche o tratti quali la capacità di direzionare pienamente l attenzione. Sebbene questi dati sostengano il ruolo dello stato neuropsicologico, come l assorbimento immaginativo, non è chiaro quanto sia essenziale per la responsività all ipnosi o quanto sia una caratteristica peculiare dei soggetti ipnotizzabili. Tali fattori vengono ritenuti fondamentalmente compatibili con la teoria del non stato. È importante sottolineare che la teoria cognitivo comportamentale dell ipnosi e l ipnoterapia cognitivo comportamentale sono due cose diverse. Nondimeno entrambe fanno riferimento a dati della ricerca contemporanea e utilizzano i concetti e la terminologia della teoria dell apprendimento socio cognitivo. Non è un mistero che i terapeuti cognitivo comportamentali hanno spesso sostenuto la teoria del non stato dell ipnosi. Quali sono i dati a sostegno della Cognitive Behavioural Hypnotherapy? Le ricerche sulle prove di efficacia forniscono dati a sostegno delle terapie cognitive e comportamentali e in qualche modo anche della terapia ipnotica, più che di altre forme di psicoterapia.

5 Smith et al. (1980) hanno condotto uno degli studi più influenti sul confronto tra i risultati delle varie forme di psicoterapia. Dalla meta analisi condotta su 475 studi controllati in cui sono stati coinvolti decine di migliaia di partecipanti, hanno raccolto dati per confrontare diversi tipi di trattamenti dando inizio a una nuova era di ricerca sull efficacia delle psicoterapie. Le misure sugli effetti delle diverse forme di terapia hanno mostrato che solo quattro categorie sono risultate più performanti rispetto alla media. Nello specifico le terapie, cognitivo comportamentali, cognitive, l ipnoterapia e la desensibilizzazione sistematica hanno fornito maggiori prove di efficacia (Smith et al.) L ipnoterapia ha ottenuto una verifica di efficacia doppia rispetto alla psicoterapia psicodinamica tradizionale. Nel tempo molti ricercatori hanno osservato che l ipnoterapia in combinazione alla terapia cognitivo comportamentale poteva avere effetti sinergici. Fin dai primi anni 80, diversi studi controllati multifattoriali e ben eseguiti condotti da Donald Tosi e colleghi hanno stabilito la superiorità dell ipnoterapia combinata con la Terapia Cognitivo Comportamentale rispetto alle due modalità singole. Infine negli anni 90 ulteriori evidenze sono state fornite da una meta analisi su 18 studi controllati, su 577 soggetti, pubblicata da Irvin Kirsch. Il 70% degli individui sottoposti a terapia cognitivo comportamentale hanno registrato maggiori benefici quando veniva utilizzata in combinazione con l ipnosi come nel caso dell ipnoterapia. Le meta analisi hanno evidenziato che psicoterapie diverse hanno risultati diversi. Le terapie cognitivo comportamentali sono significativamente più efficaci rispetto alle terapie psicodinamiche e tale superiorità aumenta in relazione ai risultati a lungo termine misurati con i follow up. L ipnosi aumenta l efficacia delle terapie cognitivo comportamentali e questo risulta particolarmente evidente nei risultati a lungo termine registrati per il trattamento dell obesità. (Kirsch, Montgomery & Sapirstein, 1995) In conseguenza a questi studi, l ipnoterapia cognitiva comportamentale è stata riconosciuta dall American Psychological Association (APA) come un trattamento supportato empiricamente per l obesità, unico ambito in cui l ipnoterapia ha soddisfatto i rigidi criteri utili al riconoscimento dell efficacia delle psicoterapie.

6 Cos è l eclettismo supportato empiricamente? L eclettismo tecnico è una corrente di psicoterapie che adotta tecniche specifiche sulla base delle prove di efficacia più che per ragioni teoretiche. Non fa quindi riferimento a una specifica teoria, ma forma le basi per la Terapia Multimodale (MMT) di Lazarus. Lazarus appoggia profondamente l eclettismo tecnico a discapito del modello di integrazione delle psicoterapie che tenta di coniugare diversi concetti teorici. Sostiene che le psicoterapie integrative portano spesso alla costruzione di teorie ingombranti e incoerenti e a una pratica legata a dogmi. L eclettismo fornisce un approccio più empirico alla terapia in quanto seleziona le tecniche sulla base dell evidence based più che per ragioni teoriche. Anche la comunità scientifica attuale tende a favorire un approccio basato sulle prove sperimentali. Con l evoluzione di un corpus di ricerche sull efficacia delle psicoterapie, gli studi moderni sono in grado di formulare ipotesi sulla base di ricerche precedenti, favorendo un approccio alle terapie meticoloso, tecnicamente eclettico e verificato sperimentalmente. L ipnoterapia ha la caratteristica, rispetto alle altre psicoterapie, di potersi definire come un cluster di tecniche più che come un assunto teorico. Gli ipnoterapisti prendono spunto da diversi approcci teorici: alcuni sono psicodinamici, altri cognitivo comportamentali e altri ancora umanisti (o una combinazione degli stessi). Si ritiene dunque che l ipnoterapia sia di per sé, storicamente, una forma di terapia eclettica. L ipnoterapia basata sulla ricerca sperimentale, che incorpora tecniche derivanti da diverse scuole di psicoterapia, può quindi costituire una branca specifica dell eclettismo tecnico (evidence based.) Gli strumenti della terapia cognitivo comportamentale Molte delle tecniche tradizionali utilizzate nell ipnoterapia possono essere classificate come interventi cognitivo comportamentali. Weitzenhoffer e altri hanno fatto notare che numerosi strumenti cognitivo comportamentali derivano da tecniche già utilizzate per molti anni nell ipnoterapia. Molte tecniche ipnotiche utilizzate per la dipendenza dal fumo o il controllo del dolore traggono spunto da

7 protocolli di intervento che sono prevalentemente di orientamento cognitivo comportamentale. L elenco riportato di seguito mostra una serie di interventi utilizzati nell ambito dell ipnoterapia cognitivo comportamentale, derivati nella maggior parte dei casi dalle ricerche sull efficacia delle psicoterapie. 1. Training di autoipnosi 2. Esercizi di rilassamento/respirazione 3. Training su ipnosi e autosuggestione 4. Registrazione in seduta (CD auto-ipnosi, ecc ) 5. Ipnosi vigile 6. Terapia di desensibilizzazione ipnotica (desensibilizzazione sistematica / desensibilizzazione in regressione) 7. Terapia aversiva/ sensibilizzazione covert 8. Training di Assertività ( Terapia del riflesso condizionato ) 9. Suggerimenti terapeutici diretti e Immaginazione di risultati positivi 10. Ripetizione mentale delle strategie di coping 11. Terapia di Esposizione in immaginazione e Prevenzione della risposta 12. Arresto del Pensiero e controcondizionamento ( Habit Reversal ) 13. Ripetizione mentale di affermazioni positive 14. Mindfulness (Body Scan) e individuazione pensieri (Gestalt) 15. Automonitoraggio ( tipi di pensieri, ecc. ) 16. Inchiesta socratica e messa in discussione dei pensieri ( degli errori di pensiero e cognizioni negative ) 17. Shaping (modellaggio) del comportamento mediante rinforzo positivo di approssimazioni successive 18. Rafforzamento del sé / autoefficacia tramite suggestioni e immaginazione 19. Assessment strutturato del cliente 20. Psico -educazione/ istruzioni sul modello teorico di riferimento della terapia 21. Controllo della tensione / rilassamento muscolare progressivo 22. Biofeedback Training

8 23. Controllo delle emozioni mediante segnali ("ancoraggio") 24. Induzione cognitiva dello stato emotivo / Immaginazione razionale emotiva 25. Training alla Resilienza & prevenzione delle ricadute 26. Training linguistico (Semantica Generale) 27. Agire "come se" / role-taking 28. Role modeling in immaginazione 29. Affermazioni incoraggianti per i momenti di crisi/ Suggestione Simbolica 30. Role - Playing / Psicodramma comportamentale (in Training su Autosuggestione) 31. Esercizi di Accettazione / Perdono 32. Immaginazione evocativa & terapia di regressione cognitiva 33. Terapia sull immagine di sé 34. Tecniche immaginative di proiezione nel tempo / valutazione delle conseguenze 35. Pratica Negativa / intenzione paradossa 36. Auto - Rinforzamento Covert 37. Compiti Comportamentali / Esperienze correttive 38. Biblioterapia ( prescrizione libri Auto-Aiuto)

9 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Hilgard, E. R., (1977), Divided Consciousness: Multiple Controls in Human Thought & Action, New York, Wiley Kirsch, I., Montgomery, G., & Sapirstein, G., (1995), Hypnosis as an adjunct to cognitive behavioral psychotherapy: A mete-analysis. Journal of Consulting and Clinical Psychology, 63: Lazarus, A.A., (1981), The Practice of Multimodal Therapy, Baltimore: John Hopkins University Press. Perussia, F., (2012), Manuale Completo di Ipnosi, Psicotecnica, Milano Robertson, D., (2013), The Practice of Cognitive Behavioural Hypnotherapy. A Manual of Evidence Based Clinical Hypnosis, London, Karnac Books Ltd Sarbin, T.R., (1950), Contribution to role-taking theory: I. Hypnotic Behavior. Psychological Review, 57: Smith, M.L., Glass, G.V., & Miller, T.I. (1980). The benefits of psychotherapy. Baltimore, Md.: Johns Hopkins University Press. Tosi, D.J., & Baisden, B.S., (1984), Cognitive-experiential therapy and hypnosis. In: W.C. Wester & J. Alexander H. Smith (Eds), Clinical Hypnosis: A Multidisciplinary Approach (pp ). Philadelphia: J.B. Lippincott Weitzenhoffer, A.M., (2000). The Practice of Hypnotism (Second ed.), New York: John Wiley & Sons

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro.

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro. Behavior-Based Based Safety (B-BS) BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro Italo Viganò Cosa causa gli incidenti Behavior &

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Oggetto: reciproche interazioni tra organismo e ambiente. Metodo: scientifico-sperimentale

Oggetto: reciproche interazioni tra organismo e ambiente. Metodo: scientifico-sperimentale Università degli Studi di Parma Facoltà di Psicologia Dipartimento di Psicologia Analisi del Comportamento (Behavior Analysis) Skinner (1904-1990) Approccio Comportamentale alla Psicologia dell Educazione

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Cognitivismo clinico (2005) 2, 2, 171-194 INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA DEL DISTURBO POST-TRAUMATICO DI STRESS/DPTS Gabriele Lo Iacono Psicologo psicoterapeuta a Trento, didatta APC e SPC Riassunto Nella

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

Applicazioni del Psychotherapy Process Q-Sort di Jones

Applicazioni del Psychotherapy Process Q-Sort di Jones Applicazioni del Psychotherapy Process Q-Sort di Jones Saulo Sirigatti ¹ Abstract La ricerca attuale in psicoterapia focalizza l attenzione sull efficacia degli interventi e sul processo di cambiamento.

Dettagli

AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI. Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI. Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Che cos è lo sport? Lo sport viene definito come l'insieme delle attività, individuali

Dettagli

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE VALUTARE GLI APPRENDIMENTI: UN PERCORSO A TRE STADI SIS Torino a.a. 2006/07 1 STADIO: LA VALUTAZIONE

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Rischi correlati allo stress lavoro-correlato

Rischi correlati allo stress lavoro-correlato Rischi correlati allo stress lavoro-correlato Non è possibile conoscere a priori quale sia la strada giusta per raggiungere un obiettivo se non cominciamo a percorrerla Dott. Marco Broccoli (Ausl di Ravenna)

Dettagli

Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche -

Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche - UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA I FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA I SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN NEUROLOGIA Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche - TESINA DI ANATOMIA DOCENTE Prof.

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti 1 L educatore professionale nasce negli anni successivi alla seconda guerra mondiale Risponde alle esigenze concrete lasciate

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Comunicazione E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Lucia Bacci * lucia.bacci@unifi.it Come sostiene Rosaria Egidi in Wittgenstein e il problema

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

La ricerca non sperimentale

La ricerca non sperimentale La ricerca non sperimentale Definizione Ricerca osservazionale: : 1. naturalistica Ricerca osservazionale: : 2. osservatori partecipanti Ricerca d archiviod Casi singoli Sviluppo di teorie e verifica empirica

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità.

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità. Gli effetti delle lesioni cerebrali Dato che il cervello è coinvolto in tutto ciò che facciamo, le lesioni cerebrali possono provocare una vasta serie di effetti. Questi effetti variano da una persona

Dettagli

UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO

UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO PREMESSA Nelle finalità del progetto riabilitativo complessivo dell

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

VALUTAZIONE DINAMICA DEL POTENZIALE DI APPRENDIMENTO IN UN BAMBINO CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO

VALUTAZIONE DINAMICA DEL POTENZIALE DI APPRENDIMENTO IN UN BAMBINO CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO Fondamenti teorici Vygotskji Zona di Sviluppo Prossimale Feuerstein VALUTAZIONE DINAMICA DEL POTENZIALE DI APPRENDIMENTO IN UN BAMBINO CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO Esperienza di Apprendimento Mediato

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

Aspetti teorici generali della SIB

Aspetti teorici generali della SIB ASPETTI TEORICI GENERALI DELLA SIB 7 1 Aspetti teorici generali della SIB La Scala di valutazione del comportamento interpersonale e assertivo o SIB (Scale for Interpersonal Behavior) di Willem Arrindell

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione La natura del linguaggio e il processo di acquisizione Il bambino nasce con un patrimonio genetico e con una predisposizione innata per il linguaggio. Affinché ciò avvenga normalmente è necessario che

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

Prefazione all edizione italiana

Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione italiana Sono lieta di presentare al pubblico di lingua italiana l interessante contributo di Fordham a una patologia complessa come l autismo infantile. La pubblicazione di questo

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

DAI SAPERI ALLE DISCIPLINE

DAI SAPERI ALLE DISCIPLINE LEZIONE: DAI SAPERI ALLE COMPETENZE PROF.SSA ANGELA ELIA Indice 1 DAI SAPERI ALLE DISCIPLINE ----------------------------------------------------------------------------------------- 3 2 LE COMPETENZE

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

LA VALUTAZIONE COGNITIVA NELL AUTISMO

LA VALUTAZIONE COGNITIVA NELL AUTISMO LA VALUTAZIONE COGNITIVA NELL AUTISMO Risultati di una ricerca su un campione di 135 bambini Massimiliano Petrillo Magda Di Renzo CAMPIONE DI RICERCA 135 bambini (106 M / 29 F) Età compresa tra 2,5-16,5

Dettagli

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Università degli Studi di Udine Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Dott. Davide Zoletto Facoltà di Scienze della Formazione Il gioco del far finta Rappresentazione della realtà:

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente

Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente LA SFIDA EDUCATIVA Kenneth J. Gergen La mia proposta è che la principale sfida del sistema educativo del nostro secolo sia quella di sostituire la tradizionale

Dettagli

COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE

COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE Se sei una persona depressa le informazioni che verranno di seguito fornite ti aiuteranno a capire meglio la tua depressione e ad iniziare a fare qualcosa per affrontarla.

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

Droga: ma il problema dov è?

Droga: ma il problema dov è? DROGA: MA IL PROBLEMA DOV È? 7 1 Droga: ma il problema dov è? 1.1 Un problema complesso È noto come il fenomeno dell uso e della diffusione di sostanze stupefacenti soprattutto nella fascia d età che tradizionalmente

Dettagli

Cognition as an outcome measure in schizophrenia

Cognition as an outcome measure in schizophrenia Cognition as an outcome measure in schizophrenia Michael S. Kraus and Richard S. E. Keefe Sintesi di Anna Patrizia Guarino e Chiara Carrozzo La cognizione come risultato della misura in Schizofrenia Prima

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Lo sviluppo cognitivo e le teorie di riferimento di Jean Piaget Lev Semenovic Vygotskij Jerome Seymour Bruner

Lo sviluppo cognitivo e le teorie di riferimento di Jean Piaget Lev Semenovic Vygotskij Jerome Seymour Bruner Lo sviluppo cognitivo e le teorie di riferimento di Jean Piaget Lev Semenovic Vygotskij Jerome Seymour Bruner 1. Il concetto di sviluppo cognitivo. In Psicologia, per sviluppo cognitivo si intende lo sviluppo

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Attenzione e Funzioni Esecutive Definizione Psicologica, Basi Neurali, Valutazione neuropsicologica

Attenzione e Funzioni Esecutive Definizione Psicologica, Basi Neurali, Valutazione neuropsicologica Attenzione e Funzioni Esecutive Definizione Psicologica, Basi Neurali, Valutazione neuropsicologica Cosimo Urgesi Università di Udine e IRCCS E. Medea L attenzione Sottende un ampia classe di processi

Dettagli

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire 12 Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire Il modello teorico di riferimento Oltre ai modelli descritti da Fergus e Zimmerman (2005) esiste un quarto approccio che, partendo dall approccio

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

Client-centered therapy: capitolo I Lo sviluppo della terapia centrata-sul-cliente

Client-centered therapy: capitolo I Lo sviluppo della terapia centrata-sul-cliente Client-centered therapy: capitolo I Lo sviluppo della terapia centrata-sul-cliente Carl Rogers Traduzione di Emilia Ugolotti L'interesse professionale per la psicoterapia è oggi, probabilmente, l'area

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA DELLA DISCIPLINA DAL 1979

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

L internazionalizzazione della comunità scientifica degli aziendalisti senza rinunciare alle proprie radici 1

L internazionalizzazione della comunità scientifica degli aziendalisti senza rinunciare alle proprie radici 1 L internazionalizzazione della comunità scientifica degli aziendalisti senza rinunciare alle proprie radici 1 Al contrario di quanto spesso si ritenga, il vento dell internazionalizzazione è iniziato presto

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

La LEADERSHIP nei piccoli gruppi. RUOLI e STATUS LE DIFFERENZE DI STATUS

La LEADERSHIP nei piccoli gruppi. RUOLI e STATUS LE DIFFERENZE DI STATUS La LEADERSHIP nei piccoli gruppi Uno degli aspetti più studiati nella dinamica di gruppo è, probabilmente, la leadership, vale a dire l esercizio del comando, la funzione di guida che una persona assume

Dettagli

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi ISIPSÉ Istituto di Specializzazione Scuola di Psicoterapia in Psicologia Psicoanalitica del Sé e Psicoanalisi Relazionale presenta il convegno internazionale Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia

Dettagli

Kaufman Assessment Battery for Children Second Edition

Kaufman Assessment Battery for Children Second Edition Kaufman Assessment Battery for Children Second Edition Autori Alan S. Kaufman e Nadeen L. Kaufman Data di pubblicazione 2011 Range di età Da 3 anni a 18 anni e 11 mesi Tempo di somministrazione Subtest

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

La teoria storico culturale di Vygotskij

La teoria storico culturale di Vygotskij La teoria storico culturale di Vygotskij IN ACCORDO CON LA TEORIA MARXISTA VEDEVA LA NATURA UMANA COME UN PRODOTTO SOCIOCULTURALE. SAGGEZZA ACCUMULATA DALLE GENERAZIONI Mappa Notizie bibliografiche Concetto

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity

Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity Mauro CAMPINI 1; Lorenzo EPIS 2 Via Ostigliese,82 Barbasso di Roncoferraro Mantova ITALY Tel +39 376 664509 maurocampini@hotmail.com 1 - Technical

Dettagli

Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi

Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Oggetto: Disturbo di deficit di attenzione ed iperattività Premessa In considerazione della sempre maggiore e segnalata

Dettagli

Il bambino con DDAI e/o DOP: interventi psicoeducazionali con le famiglie.

Il bambino con DDAI e/o DOP: interventi psicoeducazionali con le famiglie. Il bambino con DDAI e/o DOP: interventi psicoeducazionali con le famiglie. U.O. e Cattedra di Neuropsichiatria Infantile Istituto Giannina Gaslini Margherita Savoini*, Marina Cirio, Valentina De Franchis,

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof )

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof ) Centro nazionale per r la Prevenzione e il Controllo delle Malattie Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro Dipartimento

Dettagli

Lo sviluppo delle funzioni neuropsicologiche nel bambino dai 3 ai 5 anni.

Lo sviluppo delle funzioni neuropsicologiche nel bambino dai 3 ai 5 anni. Lo sviluppo delle funzioni neuropsicologiche nel bambino dai 3 ai 5 anni. Dott.ssa Irene Arcolini Provincia di Monza e Brianza LA SCUOLA DIFRONTE AI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO, LA DISLESSIA. LO

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli