TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini"

Transcript

1 TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini Non sempre l TV riguarda i grandi edifici con numerosi piani e molteplici unità abitative. Gli stessi principi e criteri possono essere adottati anche per realizzare piccoli impianti, persino quelli destinati a un semplice appartamento. In questo modo si potrà estendere la rete di utente per collegare un televisore e un decoder Sat in ogni stanza Vincenzo Servodidio È oggi una reale necessità quella di disporre di una presa TV e Sat in ogni camera. Ben lo sanno i progettisti e gli installatori professionisti, ai quali questa richiesta viene sempre più frequentemente fatta dai loro clienti. Nei nuovi edifici, dove le pareti e gli impianti incassati sono ancora da costruire, le predisposizioni necessarie sono facili da realizzare: ben diversa è invece la situazione negli stabili in cui esiste già un impianto centralizzato TV. Fortunatamente non mancano i metodi praticabili e con essi i materiali necessari sul mercato. Le soluzioni al vaglio Per ottenere lo scopo possiamo sfruttare i segnali disponibili a una presa TV dell, amplificandoli quando è il caso, e realizzare una piccola rete di distribuzione nell appartamento estesa fino a ben 4 prese aggiuntive. Così facendo sarà possibile distribuire tutti i segnali TV terrestri e con modifiche appropriate miscelare anche i segnali satellitari provenienti da un antenna individuale o da una derivazione Sat dell esistente (come pure dalla stessa linea di discesa ) nei modi descritti di seguito. Sfruttiamo la presa TV esistente I segnali televisivi che arrivano nell appartamento attraverso l unica presa disponibile, se l impianto è realizzato a regola d arte e fornisce segnali di buona qualità, possono essere sfruttati convenientemente per raggiungere prese aggiuntive da porre nelle altre stanze dell appartamento. Per fare ciò la cosa migliore sarebbe quella di rivolgersi a un tecnico pro- 76 Eurosat - ottobre 2013/249

2 fessionista per un preventivo rilievo dei segnali e successiva scelta della soluzione migliore. Tuttavia, se non si hanno particolari problemi nella ricezione dei segnali già disponibili all unica presa TV, senza manomettere l impianto, si possono semplicemente aggiungere alcuni componenti adatti allo scopo. Attenti alla cascata Innanzitutto è opportuno indagare sul modo con cui la presa TV esistente è collegata all impianto centralizzato, se in cascata o in derivazione. Nel primo caso, la presa è collegata con due cavi, uno di arrivo e l altro di partenza, e non si dovrà assolutamente scollegare nessuno dei due cavi per non danneggiare gli altri inquilini dello stabile, soprattutto quelli sottostanti ma per certi versi anche quelli dei piani superiori (figura 1). Se, infatti, dovessimo scollegare la presa TV tutte le prese successive degli appartamenti sottostanti sarebbero private dei segnali televisivi, mentre quelle degli appartamenti soprastanti fornirebbero segnali degradati in qualità, in modo più o meno accentuato. Succede questo perché scollegando la presa dalla linea di discesa, essa sarebbe interrotta per gli appartamenti sottostanti e non terminata per quelli soprastanti. La terminazione della linea è molto importante perché rappresenta un punto di equilibrio del sistema grazie al quale i segnali possono transitare dall antenna verso più televisori: togliendo la terminazione si avrebbero fenomeni di disadattamento d impedenza che danneggerebbero alcuni o, addirittura, tutti i canali distribuiti. In questo caso, appurato che il sistema di distribuzione del condomino è realizzato con le prese in cascata si dovrà nuovamente rimontare la presa nel suo alloggiamento originale facendo attenzione a non schiacciare o piegare i cavi coassiali. Se invece l impianto è realizzato con prese in derivazione saremo certi che la presa TV del nostro appartamento sarà raggiunta da un solo cavo coassiale. In questo caso potremo eliminare la presa collegando il cavo di arrivo direttamente al nuovo mini-impianto. Quali segnali alle prese? NO! Criteri fondamentali Segnali forniti da una presa TV di un impianto centralizzato realizzato a regola d arte. Una presa TV di un impianto in grado di offrire prestazioni conformi alle norme dovrà fornire segnali TV terrestri digitali compresi tra 45 e 7µV nella banda di frequenze compresa tra 40 e 790 MHz. Nel caso dei segnali SAT essi devono presentare un livello compreso tra 47 e 77 dbµv nella banda di frequenze compresa tra 950 e 2150 MHz. Prima di procedere con la modifica è opportuno valutare i segnali in arrivo. Ammesso che l impianto sia a regola d arte e che non ci sia un installatore professionista che possa compiere un rilievo, possiamo ipotizzare che i segnali forniti abbiano una qualità che rispetti la norma tecnica di riferimento, ovvero che siano compresi tra 45 e 7µV. Negli impianti TV realizzati con coscienza il livello minimo di segnale fornito da una presa è sempre almeno 6 db sopra quello minimo prescritto dalle norme per avere un margine di funzionamento del televisore quando il livello dei segnali in antenna si dovesse abbassare. Questo margine di segnale permette di stare molto al di sopra della soglia (ovvero il valore minimo critico per un segnale digitale) e prevenire effetti mosaico e oscuramenti delle immagini nel caso i segnali di antenna dovessero variare. Si può quindi affermare che il livello minimo di segnale disponibile ad una presa TV è di =. Tale valore è quello che prenderemo come riferimento per verificare la correttezza delle soluzioni proposte. La rete nell appartamento Vi sono due modi per collegare le prese TV aggiuntive: in cascata e in modo radiale. Nel primo caso ogni presa, esclusa l ultima, introduce un attenuazione di passaggio e un attenuazione di prelievo. Se si può escludere la presa esistente (quando è raggiunta da un solo cavo) questa viene sostituita dalla prima presa del nuovo impianto. Nel secondo caso l attenuazione avviene in testa ed è fissa a per quattro prese usando un apposito di- Figura 1. Se la presa TV è collegata all impianto centralizzato in cascata, non si dovrà assolutamente scollegare i due cavi coassiali esistenti per non danneggiare gli inquilini soprastanti e soprattutto quelli residenti sotto il nostro appartamento. La linea di discesa di un impianto con prese in cascata va chiusa sulla sua impedenza caratteristica di 75 ohm. Se si scollega una delle prese della linea, la terminazione sarebbe esclusa con la conseguenza di danneggiare la qualità dei segnali forniti dalle prese degli appartamenti soprastanti. Quelli sottostanti invece si troverebbero addirittura senza segnali Eurosat - ottobre 2013/249 77

3 visore di segnale che si può installare collegandolo alla presa TV esistente (nel caso l impianto sia in cascata) oppure al cavo coassiale di arrivo dei segnali nel caso di impianto in derivazione. Amplificazione necessaria Ammesso che una presa fornisca un segnale minimo di, dovendo realizzare un mini-impianto in grado di mantenere questo livello minimo a tutte le prese aggiunte, sarà inevitabile utilizzare un amplificatore per compensare le perdite introdotte dai componenti aggiunti. Vi sono casi in cui, invece, i segnali disponibili sono più elevati e raggiungono i 65/6µV. Con tali livelli possiamo realizzare l impianto senza ricorrere ad amplificatori aggiuntivi. Tra quelle proposte la soluzione migliore è di collegare tutte le prese aggiuntive a un divisore o splitter allo scopo di introdurre un attenuazione fissa di su ogni uscita, ossia per ogni presa, garantendo segnali equilibrati a tutte le prese. Se, invece, si adotta il sistema con prese in cascata saranno necessari alcuni calcoli e utilizzare materiali appropriati al fine di mantenere a tutte le prese aggiunte gli stessi livelli di segnale. Cascata con i livelli minimi Il primo sistema è collegare le prese aggiuntive in cascata scegliendo tra i materiali disponibili in commercio quelli più appropriati, come le prese TV derivate ad attenuazione differenziata e quelle che incorporano un divisore. Con questi componenti possiamo realizzare una soluzione con ben 4 prese in cascata. Le prese da utilizzare non sono tutte uguali ma presentano un attenuazione di prelievo differenziata che, partendo dalla presa principale può essere di 10, 8, 4,. Ogni presa introduce poi un attenuazione di passaggio che rispettivamente può essere di 2, 5, 2, 4,. Usando prese di questo genere collegate in cascata si ottiene ad ognuna di esse un livello di segnale minimo di 42, 40, 38,5, 37,5 dbµv: valori assolutamente non accettabili per un televisore o per un decoder DTT. E necessario quindi un amplificatore in testa con un guadagno di almeno 15 db, portando così i livelli alle prese rispettivamente a 57, 55, 53,5, 52,5 dbµv. Lo schema di questa soluzione è riportato nella figura 2 dove sono anche indicate le attenuazioni introdotte lungo il percorso impiegando un buon cavo coassiale che introduca un attenuazione massima di 2/100 metri alla massima frequenza TV di 790 MHz, quella più penalizzata dalla lunghezza del cavo. Si è inoltre stabilita una distanza che sia la più realistica possibile tra le diverse prese prendendo come riferimento un cavo lungo 5 metri dalla presa TV alla prima presa aggiunta e 10 metri tra le prese TV successive. A Impianto centralizzato con prese in cascata 1 Impianto centralizzato con derivatori ai piani Ex presa TV B C 1 Amplificatore 15 db 5 m 1 db 790 MHz 2,5 db 10 m 10 m 10 m 1 55 dbµv 51,5 dbµv 50,5 dbµv Figura 2. Soluzione con prese aggiuntive collegate in cascata. Le prese da utilizzare sono tutte di tipo diverso, le prime due sono del tipo passante e introducono un attenuazione di prelievo di 1 la prima e di la seconda. La terza presa include un divisore che introduce una perdita di prelievo di ma anche una perdita di passaggio della stessa entità. La quarta è una presa semplice senza attenuazione. Se l impianto è realizzato con prese in cascata si dovrà collegare il mini impianto alla presa esistente senza smontarla dal suo alloggiamento (A) Se l impianto è, invece, in derivazione, la presa esistente è utilizzabile in coda al nuovo mini-impianto e al suo posto andrà collegata la prima presa della cascata (B) Se i segnali forniti dalla presa esistente sono minimi e non superano i, sarà necessario ricorrere a un amplificatore da 15 db da porre in testa al sistema (C) 78 Eurosat - ottobre 2013/249

4 A con prese in cascata Divisore (Splitter) Ex B con derivatori ai piani C Amplificatore MHz Figura 3. Soluzione con prese aggiuntive collegate in modo radiale. Si usa un divisore di segnale (splitter) in testa al mini-impianto. Ogni presa TV è raggiunta da un cavo indipendente lungo al massimo etri. Le prese TV sono tutte dello stesso tipo, normali senza attenuazione. Se i segnali disponibili alla presa non sono più bassi di 65 dbµv sarà possibile fare a meno di un amplificatore È on-line il sito di Eurosat, clicca su troverai... le NEWS PIÙ RECENTI, gli ARTICOLI TECNICI e i TEST DEGLI APPARECCHI

5 Per distribuire anche il satellite con multiswitch derivatori ai piani 65 dbµv 862 MHz 69 dbµv 2150 MHz Divisore (Splitter) con multiswitch derivatori ai piani MSW Multiswitch nuovo a 8 uscite Per miscelare nelle prese aggiunte anche il segnale TV SAT è necessario tenere conto delle differenti frequenze operative e della maggiore attenuazione introdotta dai cavi. I segnali satellitari, caratterizzati da frequenze comprese tra 950 e 2150 MHz, possono giungere da un antenna centralizzata ed essere già disponibili alla presa TV dell appartamento. In questo caso l aggiunta di prese TV è realizzabile come visto finora ma non si potranno usare quattro decoder sat collegati e accesi contemporaneamente. Le prese aggiunte vanno viste come un opportunità per collegare l unico decoder di casa in una qualunque delle stanze (figura 4). Per ottenere l indipendenza e poter collegare più decoder SAT funzionanti contemporaneamente, si dovrà ricorrere a un impianto più impegnativo, non tanto per i componenti da impiegare o per lo schema da realizzare, ma per il numero di cavi da utilizzare (almeno di quattro) e per la necessità di sostituire il multiswitch derivatore di piano con un modello provvisto di più uscite (figura 5). Multiswitch esistente 1 m MSW Figura 4. Se la presa TV dell appartamento fornisce anche i segnali SAT, possiamo adottare ugualmente le soluzioni viste finora, utilizzando prese TV con demiscelatore incorporato per ottenere due connettori separati per il televisore o il ricevitore DTT e il decoder SAT. In questo modo possiamo scegliere in quale stanza installare il decoder SAT pur non potendo utilizzare più decoder collegati contemporaneamente (TV) 59 dbµv 30 m 790 MHz 6 db (TV) 6µV 9 db (SAT) 2150 MHz (TV) (TV) Figura 5. Per collegare più decoder contemporaneamente occorre una soluzione più impegnativa per la quale bisognerà sostituire il multiswitch derivatore di piano con un modello dotato di più uscite e aggiungere quattro cavi tra la scatola di piano e le prese TV della casa. Là dove non vi fosse spazio sufficiente per almeno tre nuovi cavi si potranno usare cavi da 5 mm di diametro esterno 30 m 6 db (TV) 9 db (SAT) 30 m 6 db (TV) 9 db (SAT) Cascata con livelli medi Se la presa TV dell impianto fornisce segnali più forti e oscillanti intorno a 6µV possiamo ipotizzare che il sistema possa funzionare ugualmente anche senza l amplificatore perché si avrebbero alle prese aggiunte gli stessi segnali. Se, poi, fosse possibile sostituire la presa TV esistente (solo se l impianto è in derivazione) il lavoro sarebbe più pulito perché la prima presa del nuovo impianto prenderebbe il posto di quella esistente. Radiale con livelli minimi Vediamo ora cosa accade se il collegamento delle prese avviene in modo radiale (figura 3). Sarebbe necessario collegare in testa un divisore di segnale a quattro uscite che introduce una perdita di divisione pari a. Se ad ogni uscita si presuppone di collegare un cavo lungo almeno 20 metri, per ogni presa si avrebbero altri di perdita nei cavi che, sommati a quelli del divisore, diventano 12 db. Questo significa che per riavere nuovamente un segnale minimo di a tutte le prese aggiunte si deve necessariamente usare un amplificatore in testa con un guadagno di almeno 1. Radiale con livelli medi Se la presa TV dell impianto fornisce segnali con un livello minimo di 65 dbµv il sistema radiale funzionerebbe anche senza amplificatore perché le perdite introdotte sarebbero compensate dal maggior livello disponibile. Rispetto al sistema in cascata è necessario quindi un segnale di partenza meno elevato (la differenza è di 3 db) per ottenere lo stesso risultato, questo è uno dei motivi per cui si preferisce questo sistema. Eurosat 80 Eurosat - ottobre 2013/249

Più prese in casa? Uno dei desideri dell appassionato. Estensioni no problem. centralizzato. impianto TV-SAT

Più prese in casa? Uno dei desideri dell appassionato. Estensioni no problem. centralizzato. impianto TV-SAT Più prese in casa? Estensioni no problem Data la grande offerta della TV digitale terrestre e satellitare, per evitare discussioni in famiglia è importante che l impianto possa prevedere una presa TV e

Dettagli

Edizione italiana. R Prese TV. e TV satellite. BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia G 2597 UNI EN ISO 9001

Edizione italiana. R Prese TV. e TV satellite. BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia G 2597 UNI EN ISO 9001 Edizione italiana BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia R Prese e satellite UNI EN ISO 9001 G 2597 Prese e satellite L evoluzione della tecnologia e delle tecniche installative Con l avvento

Dettagli

I vantaggi della fibra ottica

I vantaggi della fibra ottica I vantaggi della fibra ottica La fibra ottica è largamente utilizzata da diverso tempo oramai nelle installazioni di Impianti di Telecomunicazioni. L'impiego della fibra ottica per la distribuzione dei

Dettagli

Fracarro. Home Fibre. Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali. fracarro.com

Fracarro. Home Fibre. Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali. fracarro.com Fracarro Home Fibre Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali fracarro.com Fracarro Home Fibre Trasmettitori I trasmettitori ottici da 5mW lavorano in seconda

Dettagli

TECNICI ELETTRONICI / ANTENNE TV

TECNICI ELETTRONICI / ANTENNE TV TECNICI ELETTRONICI / ANTENNE TV COSTI MANODOPERA 1. ANTENNE EURO Operaio specializzato 27,90 Operaio qualificato 25,40 Operaio comune 22,50 Diritto di chiamata 30,50 2. ASSISTENZA TECNICA AUDIO-VIDEO

Dettagli

SERIE SCX53 MULTISWITCH 5 CAVI - SCR / LEGACY

SERIE SCX53 MULTISWITCH 5 CAVI - SCR / LEGACY MULTISWITCH SERIE SCX53 5 CAVI - SCR / LEGACY Disponibile a 4-6-8 derivate Selezione automatica modalità legacy*/scr Frequenze SCR 1210 1420 1680 MHz Controllo automatico del livello d ingresso Tre livelli

Dettagli

Moltiplica le prese. Porta il SAT in ogni stanza. Uno dei desideri dell appassionato di tv digitale è di. centralizzato

Moltiplica le prese. Porta il SAT in ogni stanza. Uno dei desideri dell appassionato di tv digitale è di. centralizzato Moltiplica le prese Porta il SAT in ogni stanza Come possiamo fare per aggiungere più prese in casa se nel condominio è installato un impianto TV-SAT di prima generazione con una sola presa per ogni appartamento?

Dettagli

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI MARCO ZAGANELLI IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI TV SAT - LAN - Telefonia @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le risposte

Dettagli

Prese e connettori TV-RD-SAT VIMAR: le telecomunicazioni a portata di mano

Prese e connettori TV-RD-SAT VIMAR: le telecomunicazioni a portata di mano 3 Prese e connettori TV-RD- VIMAR: le telecomunicazioni a portata di mano Obiettivo professione di Francesco Salerno Il nuovo sistema trasmissione dati di Vimar: innovativo, completo e conforme alle norme

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

INDICE GENERALE PREFAZIONE 5 PREMESSA 7 INTRODUZIONE 9. PRIMA PARTE: RICEVITORI DIGITALI 11 1. Fondamenti della tecnologia digitale 11

INDICE GENERALE PREFAZIONE 5 PREMESSA 7 INTRODUZIONE 9. PRIMA PARTE: RICEVITORI DIGITALI 11 1. Fondamenti della tecnologia digitale 11 INDICE GENERALE PREFAZIONE 5 PREMESSA 7 INTRODUZIONE 9 PRIMA PARTE: RICEVITORI DIGITALI 11 1. Fondamenti della tecnologia digitale 11 A 2. La TV è connessa (Connected TV) 17 3. Gli apparati per la visione

Dettagli

OSSERVATORIO OPERE INSTALLAZIONE ANTENNE

OSSERVATORIO OPERE INSTALLAZIONE ANTENNE OSSERVATORIO OPERE INSTALLAZIONE ANTENNE E DECODER PER LA RICEZIONE DELLA TV DIGITALE TERRESTRE con interventi finalizzati al buon funzionamento del digitale terrestre. L Osservatorio, redatto da tecnici

Dettagli

4Ever Free WWW.EUROEXPORT.IT WWW.NAKATOMY-GROUP.COM

4Ever Free WWW.EUROEXPORT.IT WWW.NAKATOMY-GROUP.COM 1 RC 4EVER FREE - Istruzioni Prefazione Grazie per aver scelto il nostro prodotto, è un onore per noi darvi questo servizio. Leggete le seguenti istruzioni con attenzione per utilizzare al meglio tutte

Dettagli

WWW.EUROEXPORT.IT WWW.NAKATOMY-GROUP.COM

WWW.EUROEXPORT.IT WWW.NAKATOMY-GROUP.COM 1 RC 4EVER - Istruzioni Prefazione Grazie per aver scelto il nostro prodotto, è un onore per noi darvi questo servizio. Leggete le seguenti istruzioni con attenzione per utilizzare al meglio tutte le funzioni

Dettagli

Adeguamento dell impianto TV: tutto il Digitale in Hotel, senza ristrutturazioni

Adeguamento dell impianto TV: tutto il Digitale in Hotel, senza ristrutturazioni Adeguamento dell impianto TV: tutto il Digitale in Hotel, senza ristrutturazioni Digitale Terrestre D-Progress A207 Cofdm/Pal: Il Digitale Terrestre facile in Hotel, Villaggi e Strutture Pubbliche Con

Dettagli

Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO

Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO Immagine simile Istruzioni d uso Contenuti 1.0 INTRODUZIONE 1 2.0 CONTENUTO CONFEZIONE 1 3.0 NOTE PER LA VOSTRA SICUREZZA 2 4.0 COLLEGAMENTO 2 5.0

Dettagli

DIGITALE TERRESTRE. Non Solo Televisione. Parte.2 Ricezione del segnale DTT Problematiche di convivenza con i segnali AM-TV

DIGITALE TERRESTRE. Non Solo Televisione. Parte.2 Ricezione del segnale DTT Problematiche di convivenza con i segnali AM-TV DIGITALE TERRESTRE Non Solo Televisione Parte.2 Ricezione del segnale DTT Problematiche di convivenza con i segnali AM-TV a cura di: Vincenzo Servodidio Ricezione dei segnali DTT Nella ricezione dei segnali

Dettagli

Norme e Guide Tecniche

Norme e Guide Tecniche Norme e Guide Tecniche IMPIANTI DI COMUNICAZIONE Le installazioni, nel rispetto della legge C ome realizzare le installazioni a Regola d Arte, nel rispetto della Normativa vigente? L articolo passa in

Dettagli

Active Indoor Antenna SRT ANT 12 ECO

Active Indoor Antenna SRT ANT 12 ECO User Manual Mode d emploi Bedienungsanleitung Manuale d uso Manual de uso Bruksanvisning Használati kézikönyv Uživatelský manuál Instrukcja obsługi Uputstvo za upotrebu Руководство пользователя Active

Dettagli

Breve descrizione delle caratteristiche delle antenne terrestri e satellitari.

Breve descrizione delle caratteristiche delle antenne terrestri e satellitari. GUIDA DI CAPITOLATO PER RISTRUTTURAZIONE IMPIANTI D ANTENNA PER LA TV DIGITALE Un impianto di ricezione TV è un insieme di apparati che hanno la funzione di captare dei segnali e trasferirli, tramite un

Dettagli

428 MY HOME Cablaggio strutturato residenziale

428 MY HOME Cablaggio strutturato residenziale 428 MY HOME Cablaggio strutturato residenziale INDICE MY HOME Cablaggio strutturato residenziale Caratteristiche generali.................. 430 Norme generali di installazione............ 446 Schemi di

Dettagli

Impianti di ricezione TV

Impianti di ricezione TV Impianti di ricezione TV Generalità Un impianto di ricezione TV è una struttura costituita da un insieme di componenti che hanno la funzione di captare i segnali emessi da apparecchi trasmittenti e trasferirli,

Dettagli

LTE Duplex Gap 821- -832 - BANDA Uplink Wind 832- -842 837 Uplink Tim 842- -852 847 Uplink Vodafone 852- -862 857

LTE Duplex Gap 821- -832 - BANDA Uplink Wind 832- -842 837 Uplink Tim 842- -852 847 Uplink Vodafone 852- -862 857 TABELLA CANALI TV DIGITALI DVB-T Banda Canale Estremi canale MHz Frequenza MHz E1 40- -47 / E2 47- -54 / VHF I E3 54- -61 / E4 61- -68 / E5 174- -181 177,5 E6 181- -188 184,5 E7 188- -195 191,5 VHF III

Dettagli

L UNICO SISTEMA PER DISTRIBUIRE GLI STESSI PROGRAMMI IN ANALOGICO E IN DVB-T. Ricezione DIRETTA in DTT e in Analogico senza DECODER

L UNICO SISTEMA PER DISTRIBUIRE GLI STESSI PROGRAMMI IN ANALOGICO E IN DVB-T. Ricezione DIRETTA in DTT e in Analogico senza DECODER Centrale A207, la soluzione Universale per gli HOTEL L UNICO SISTEMA PER DISTRIBUIRE GLI STESSI PROGRAMMI IN ANALOGICO E IN DVB-T Ricezione DIRETTA in DTT e in Analogico senza DECODER A207 Soluzione Tivusat

Dettagli

Filtraggio dei segnali. Soluzioni Fracarro. fracarro.com -50.00 -40.00 -30.00 20.00 -10.00 0.000 -20.00

Filtraggio dei segnali. Soluzioni Fracarro. fracarro.com -50.00 -40.00 -30.00 20.00 -10.00 0.000 -20.00 Filtraggio dei segnali Soluzioni Fracarro 5.. 3.. 1...... -5. fracarro.com Cos'è LTE? Il termine LTE, acronimo di Long Term Evolution, è un nuovo standard internazionale, adottato dalla Comunità Europea,

Dettagli

tv digitale Decolla il terrestre

tv digitale Decolla il terrestre tv digitale Decolla il terrestre Anche in Italia il digitale, finora riservato al satellite, diventa terrestre e si apre ad unutenza di massa. Lesigenza di impianti adeguati da optional diventa necessità

Dettagli

Antenna UHF con connettore F. 25 elementi su 3 culle Guadagno 16 db Rapp. avanti-indietro >30 db Ch. 21 60

Antenna UHF con connettore F. 25 elementi su 3 culle Guadagno 16 db Rapp. avanti-indietro >30 db Ch. 21 60 APPARECCHIATURE DI TESTA mpianto Antenna UHF con connettore F TGD45 25 elementi su 3 culle Guadagno 6 db Rapp. avanti-indietro >30 db Ch. 2 60 50,00 T83 Antenna VHF con connettore F 7 elementi Guadagno

Dettagli

Mitan Professionale. Amplificazione Telefonica

Mitan Professionale. Amplificazione Telefonica Mitan Professionale Amplificazione Telefonica MITAN uno sguardo al futuro Il SISTEMA MITAN si arricchisce di nuove soluzioni: in queste pagine trovate una gamma semplice ma completa di dispositivi per

Dettagli

FRACARRO SWITCHLINE L INSTALLAZIONE DA OGGI È A COLORI

FRACARRO SWITCHLINE L INSTALLAZIONE DA OGGI È A COLORI FRACARRO SWITCHLE L STALLAZIONE DA OGGI È A COLORI SMART SWITCHLE XS 4 E 5 Multiswitch in Cascata Nuova famiglia di Multiwitch sviluppata per realizzare piccole e medie distribuzioni. Questa soluzione

Dettagli

SAF Centrale MATV a filtri agili selettivi

SAF Centrale MATV a filtri agili selettivi SAF Centrale MATV a filtri agili selettivi Descrizione SAF è la nuova centrale a filtri attivi programmabili per il filtraggio e la distribuzione di segnali TV terrestri, analogici o digitali. Disponibile

Dettagli

Che cos è TivùSat? Che differenza c è fra la tv digitale terrestre e la tv digitale satellitare? Quando parte TivùSat?

Che cos è TivùSat? Che differenza c è fra la tv digitale terrestre e la tv digitale satellitare? Quando parte TivùSat? Che cos è TivùSat? TivùSat è la piattaforma digitale satellitare gratuita italiana realizzata da Tivù s.r.l. (Rai 48,25%, Mediaset 48,25% e Telecom Italia Media 3,5%). TivùSat nasce come piattaforma complementare

Dettagli

NOTE TECNICHE. I kit telefonici sono composti da: -unità interne. -unità esterna. -alimentatori switching. -antenne

NOTE TECNICHE. I kit telefonici sono composti da: -unità interne. -unità esterna. -alimentatori switching. -antenne Skylink Engineering Sas Via XXIV Maggio, 2-20035 Lissone (MI) Tel. 039/245.74.92 - Fax. 039/245.75.91 www.skylinksas.com - info@skylinksas.com NOTE TECNICHE I kit telefonici consentono di portare i segnali

Dettagli

da PC e tablet Le tecnologie digitali, che tanto soluzione del mese Centraline digitali terrestri LEM AT40SAW - LEM AT50SAW Programmabili QUANTO COSTA

da PC e tablet Le tecnologie digitali, che tanto soluzione del mese Centraline digitali terrestri LEM AT40SAW - LEM AT50SAW Programmabili QUANTO COSTA Giacomo Bozzoni Centraline digitali terrestri LEM AT40SAW - LEM AT50SAW Programmabili da PC e tablet QUANTO COSTA AT40SAW Euro 296,00 + iva AT50SAW Euro 399,00 + iva Le centraline di amplificazione AT40SAW

Dettagli

Diffusione sonora. Caratteristiche tecniche - CARATTERISTICHE TECNICHE

Diffusione sonora. Caratteristiche tecniche - CARATTERISTICHE TECNICHE Diffusione sonora Caratteristiche tecniche CAATTEISTICHE TECNICHE Generalità Il sistema di diffusione sonora Byme consente di realizzare impianti in grado di diffondere, con alta qualità del segnale (qualità

Dettagli

Verticale 80/160+40cw/ssb 5kw

Verticale 80/160+40cw/ssb 5kw Verticale 80/160+40cw/ssb 5kw Antenna verticale 80-160 H 20m + kit 40m Questa antenna ha la particolarità di essere realizzata in due parti una in alluminio per una altezza di metri 10, una seconda parte

Dettagli

coaxdata Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) adattatore coassiale ethernet 200 Mbps 1 Gbps 284 Catalogo 2014 / 2015

coaxdata Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) adattatore coassiale ethernet 200 Mbps 1 Gbps 284 Catalogo 2014 / 2015 COAXDATA adattatore coassiale ethernet Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) La larghezza di banda del cavo coassiale consente di multiplare altri servizi senza interferire sul segnale

Dettagli

Libretto istruzioni per l uso e la manutenzione dell impianto TV - SAT Ai sensi dell art. 8, comma 2, del DM 22 gennaio 2008, N.

Libretto istruzioni per l uso e la manutenzione dell impianto TV - SAT Ai sensi dell art. 8, comma 2, del DM 22 gennaio 2008, N. Libretto istruzioni per l uso e la manutenzione dell impianto TV - SAT Ai sensi dell art. 8, comma 2, del DM 22 gennaio 2008, N. 37 Spazio per timbro impresa Il presente libretto d uso e manutenzione fornisce

Dettagli

ANTENNE SATELLITARI. Parabole offset QSD di alluminio ANTENNE SATELLITARI QSD

ANTENNE SATELLITARI. Parabole offset QSD di alluminio ANTENNE SATELLITARI QSD antenne satellitari ANTENNE SATELLITARI QSD Parabole offset QSD di alluminio QR-A00103 LA PARABOLA DI ALLUMINIO A LUNGA VITA. La nuova parabola di alluminio della gamma QSD è stata immessa nel mercato

Dettagli

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni Si consiglia di leggere attentamente il testo proposto prima di segnare la risposta. Seconda Prova La prova

Dettagli

Impatto sulla ricezione DTT da parte dei servizi LTE nella banda UHF (800 MHz) Rai - Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica

Impatto sulla ricezione DTT da parte dei servizi LTE nella banda UHF (800 MHz) Rai - Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Impatto sulla ricezione D da parte dei servizi nella banda UHF (800 MHz) Ieri voluzione dei servizi Broadcasting e Mobile nella banda UHF Oggi 2015... dopo 2015 a nuova banda 800 MHz (UHF) e l assegnazione

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE

ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE SISTEMA NAZIONALE PER L'ACCREDITAMENTO DI LABORATORI DT-000/ ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE INDICE parte sezione pagina. Misurazione di una corrente continua

Dettagli

Multimediali su Fibra Ottica

Multimediali su Fibra Ottica L impiego della Fibra Ottica negli impianti Tv/Sat/Dati e Internet Gli scenari Tutti i segnali di un sistema multimediale domestico possono essere trasferiti in modo ottico, dal semplice segnale audio

Dettagli

Manuale Istruzioni. Programma di Autoprogetto CAD per impianti TV-Sat EVO

Manuale Istruzioni. Programma di Autoprogetto CAD per impianti TV-Sat EVO Manuale Istruzioni Programma di Autoprogetto CAD per impianti TV-Sat EVO 1 Benvenuti nel mondo di EVO! Questo manuale descrive in maniera sintetica le caratteristiche e le modalità di utilizzo del programma

Dettagli

Multiswitch. Spunti, dritte e soluzioni. Sicuramente il miglior modo. centralizzato. Impianto SAT in condominio

Multiswitch. Spunti, dritte e soluzioni. Sicuramente il miglior modo. centralizzato. Impianto SAT in condominio Spunti, dritte e soluzioni Nella pratica quotidiana l installatore di impianti e SAT spesso si trova a rispondere a particolari esigenze degli utenti con soluzioni non sempre standard. Sicuramente l impiego

Dettagli

subito pronta Il caro vecchio cavo coassiale Internet su coassiale soluzione del mese Sistema di distribuzione IP Televés CoaxData Gigabit

subito pronta Il caro vecchio cavo coassiale Internet su coassiale soluzione del mese Sistema di distribuzione IP Televés CoaxData Gigabit CoaxData Gigabit è un sistema messo a punto da Televés basato sul cablaggio d antenna preesistente (il cavo coassiale) e la rete elettrica per generare una rete LAN con velocità fino a 1 Gbps per applicazioni

Dettagli

Migliore Offerta N C005/12. Impianto Professionale di Ricezione Satellitare con Tecnologia in Fibra. Spettabile Amministrazione. Studio Geom.

Migliore Offerta N C005/12. Impianto Professionale di Ricezione Satellitare con Tecnologia in Fibra. Spettabile Amministrazione. Studio Geom. Migliore Offerta N C005/12 Impianto Professionale di Ricezione Satellitare con Tecnologia in Fibra Spettabile Amministrazione Studio Geom. Frisenna 1 Stabile di Via Paolo Sarpi, 10 Milano 1 - OGGETTO Progettazione

Dettagli

1) Numero della dichiarazione di conformità di cui la relazione è parte integrante;

1) Numero della dichiarazione di conformità di cui la relazione è parte integrante; LO SCHEMA DELLE OPERE REALIZZATE Come la relazione tipologica dei materiali anche lo schema delle opere realizzate è parte integrante ed essenziale della dichiarazione di conformità. La legenda della dichiarazione

Dettagli

Introduzione. Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache...

Introduzione. Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache... Appunti di Calcolatori Elettronici Concetti generali sulla memoria cache Introduzione... 1 Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache...

Dettagli

MISURE SU CAVI COASSIALI

MISURE SU CAVI COASSIALI MISURE SU CAVI COASSIALI Carlo Vignali I4VIL 05 RIDUZIONE DEL VSWR Il valore del VSWR del carico viene osservato di valore ridotto quando è misurato all'ingresso di una linea con attenuazione Allo stesso

Dettagli

Global Invacom passa alla Fibra DTT Alexander Wiese

Global Invacom passa alla Fibra DTT Alexander Wiese COMPANY REPORT Fibre Optic Products by Global Invacom Global Invacom passa alla Fibra DTT Alexander Wiese L azienda britannica Global Invacom è nota ai lettori di TELEsatellite soprattutto in veste di

Dettagli

Digital Indoor DVB-T/T2 Antenna SRT ANT 30

Digital Indoor DVB-T/T2 Antenna SRT ANT 30 Digital Indoor DVB-T/T2 Antenna SRT ANT 30 Picture similar User manual Bedienungsanleitung Manuel d utilisation Manuale utente Manual del usuario Bruksanvisning Käyttöohje Felhasználói kézikönyv Návod

Dettagli

GUIDA AI COLLEGAMENTI COME VEDERE IL DIGITALE TERRESTRE

GUIDA AI COLLEGAMENTI COME VEDERE IL DIGITALE TERRESTRE GUIDA AI COLLEGAMENTI COME VEDERE IL DIGITALE TERRESTRE Caso 1 Tv con decoder integrato In questo caso la connessione è semplicissima. 1. Collegare il cavo antenna dalla presa muro al televisore 2. Premere

Dettagli

MIX-DEMIX DERIVATORI SAT-TV

MIX-DEMIX DERIVATORI SAT-TV MIX-DEMIX DERIVATORI SAT-TV Divisore di segnale TV a due vie con connettori di antenna Banda passante: 5 1000 MHz Attenuazione: 3.5 db - separazione tra uscite: 22 db Entrata: femmina 75 Ω Ø 9.5 mm. -

Dettagli

CTLWTT1. CONTROLLER 1 CANALE a parete MANUALE UTENTE. italiano. Brollo Siet S.r.l. www.brollosiet.com

CTLWTT1. CONTROLLER 1 CANALE a parete MANUALE UTENTE. italiano. Brollo Siet S.r.l. www.brollosiet.com Brollo Siet S.r.l. www.brollosiet.com CONTROLLER 1 CANALE a parete CTLWTT1 MANUALE UTENTE italiano CTLWTT1 rev.01 2 INDICE pag. 1. AVVERTENZE 3 2. DESCRIZIONE APPARECCHIO 3 2.1. DESCRIZIONE PARTI 3 2.2.

Dettagli

AT 2031 MANUALE DI ISTRUZIONI

AT 2031 MANUALE DI ISTRUZIONI AT 2031 MANUALE DI ISTRUZIONI Figure di riferimento 1 retro 2 3 5 6 7 8 9 2 fronte 4 PRESENTAZIONE Ci complimentiamo vivamente per l acquisto di questa antenna, che vi permetterà di cogliere ed amplifi

Dettagli

Antenne. Generatore HF

Antenne. Generatore HF Antenne I V I Generatore HF 1 V I I Generatore HF Dipolo λ/2 Massima impedenza minima impedenza TX 2 trasmettitore linea a n t e n n a d i p o l o λ Lunghezza dipolo = 0,98 ------------- 2 Si dimostra

Dettagli

Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m

Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m Io ho un vecchio ricetrasmettitore VHF, un piccolo strumento un po "sordo!" Aggiungendo il preamplificatore VHF come primo stadio il miglioramento della sensibilità

Dettagli

Internet, TV, webcam, telecontrollo, intrattenimento a bordo e da remoto. sistema wimarine

Internet, TV, webcam, telecontrollo, intrattenimento a bordo e da remoto. sistema wimarine Internet, TV, webcam, telecontrollo, intrattenimento a bordo e da remoto sistema wimarine Wimarine box Schema moduli Wimarine box Internet Video locale remoto GPS Controllo parametri fisici TV Il cuore

Dettagli

Elettronica da palo Amplificatori di testa

Elettronica da palo Amplificatori di testa Elettronica da palo Amplificatori di testa Elettronica da Palo Accoppiatori Miscelatori Attenuatori Amplificatori multingresso da palo ES JS2RT Amplificatori multingresso da palo serie MAP Amplificatori

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Seconda parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Concluso l esame a vista, secondo quanto

Dettagli

Sorge al posto dell ex Fiera Campionaria di Milano e conta. Case History. Il fascino della grande architettura firmata Sky Ready

Sorge al posto dell ex Fiera Campionaria di Milano e conta. Case History. Il fascino della grande architettura firmata Sky Ready Case History CITYLIFE, MILANO Il fascino della grande architettura firmata Sky Ready Gli appartamenti di questo stabile sono predisposti al My Sky Sorge al posto dell ex Fiera Campionaria di Milano e conta

Dettagli

Guida all installazione per VDSL

Guida all installazione per VDSL Sommario 1 Introduzione... 2 2 Aree di connessione... 3 2.1 Qualità dei cavi... 4 3 Trasformazioni... 4 3.1 Zona salita e area di connessione... 4 3.2 Installazione BB internet (DSL)... 4 4 Legenda abbreviazioni...

Dettagli

frequenze in uso alle reti Wi-Fi a 2.4Ghz.

frequenze in uso alle reti Wi-Fi a 2.4Ghz. La tecnologia Wi-Fi gestita dai comuni access point di qualsiasi produttore deve essere distribuita scacchiera su un tre canali per garantire la copertura della area con sovrapposizione dei segnali tra

Dettagli

IL DIGITALE TERRESTRE: LA TIVU SI VEDE MEGLIO SE SAI COME USARLA. Regione del Veneto - Direzione Comunicazione e Informazione 1

IL DIGITALE TERRESTRE: LA TIVU SI VEDE MEGLIO SE SAI COME USARLA. Regione del Veneto - Direzione Comunicazione e Informazione 1 IL DIGITALE TERRESTRE: LA TIVU SI VEDE MEGLIO SE SAI COME USARLA 1 Che cos è il digitale terrestre? E la nuova tecnologia del futuro che utilizza segnali digitali come già avviene per Internet e la telefonia

Dettagli

IMPIANTO DIFFUSIONE SONORA

IMPIANTO DIFFUSIONE SONORA 184 IMPIANTO DIFFUSIONE SONORA INDICE DI SEZIONE 188 Generalità 190 Approccio al progetto 194 Dotazioni per locali tipo 195 Norme generali di installazione 196 Tabella assorbimenti 197 Posizionamento dei

Dettagli

COME MISURARE L IMPEDENZA CARATTERISTICA DEI CAVI

COME MISURARE L IMPEDENZA CARATTERISTICA DEI CAVI Generalità COME MISURARE L IMPEDENZA CARATTERISTICA DEI CAVI Rev.1 del 10/01/2012 Articolo pubblicato su Radio Rivista del 01/2012 Propongo questo semplice strumento perché utile per misurare l impedenza

Dettagli

Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33

Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33 Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33 RIC. SATELLITARE Introduzione a TV via satellite 3 Satelliti per telecomunicazioni 2 Posizione satelliti-puntamento 6 Frequenze utilizzate e LNB Scelta della

Dettagli

venerdì 14 gennaio 2005 Issue 1.0 1

venerdì 14 gennaio 2005 Issue 1.0 1 venerdì 14 gennaio 2005 Issue 1.0 1 Principio. Per poter utilizzare un LNB standard per l ATV occorre spostare la frequenza dell oscillatore locale per la banda bassa da 9,750 GHz a 9,4 GHz (circa). In

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI

LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI Torino, 18 Giugno 2012 LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI Ing. Cosimo Valente 1 Criteri generali La predisposizione delle nuove costruzioni

Dettagli

CPLX 200. >> Manuale di istruzioni

CPLX 200. >> Manuale di istruzioni CPLX 200 >> Manuale di istruzioni I Avvertenze Generali AVVERTENZE GENERALI Vi consigliamo di leggere attentamente le istruzioni contenute nel presente manuale in quanto forniscono infor mazioni importanti

Dettagli

DIRITTO DI PARABOLA. Per installare una parabola

DIRITTO DI PARABOLA. Per installare una parabola DIRITTO DI PARABOLA Per installare una parabola non occorrono autorizzazioni La giurisprudenza ha affermato che il diritto alla installazione di antenne riconduce al diritto primario alla libera manifestazione

Dettagli

Guida utente! Purificatore aria Duux

Guida utente! Purificatore aria Duux Guida utente! Purificatore aria Duux Congratulazioni! Congratulazioni per aver acquistato un prodotto Duux! Per assicurarsi i nostri servizi online, registrare il prodotto e la garanzia su www.duux.com/register

Dettagli

GUIDA ALL IMPIANTO ANTENNA TV

GUIDA ALL IMPIANTO ANTENNA TV Speciale-Antenna TV - Edizione 1 - Revisione 1 del 17 aprile 2015 GUIDA ALL IMPIANTO ANTENNA TV Principi generali ed esempi specifici di dimensionamento impianto antenna terrestre e satellitare NOTA AGGIORNAMENTI

Dettagli

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche.

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche. GUIDA ALL UTILIZZO DEI VIDEO BALUN INTRODUZIONE Il Video balun è un sistema composto da dispositivi, normalmente dotati di trasformatore di linea, che connettono una linea bilanciata (a due fili) ad una

Dettagli

AT50 A CLASS MATV. Centralina di amplificazione programmabile

AT50 A CLASS MATV. Centralina di amplificazione programmabile AMPLIFICAZIONE TV AT Centralina di amplificazione programmabile Programmazione onboard 0 filtri programmabili da a 7 canali 6 diverse configurazioni 6 ingressi totali (BIFM / BIII / 4 x ) Attenuatori sugli

Dettagli

GUIDA AI PRODOTTI SLINGBOX SOLO SLINGBOX PRO-HD SLINGLINK TURBO ... ...

GUIDA AI PRODOTTI SLINGBOX SOLO SLINGBOX PRO-HD SLINGLINK TURBO ... ... GUIDA AI PRODOTTI Non perdere mai più i tuoi programmi televisivi preferiti quando sei fuori casa. Guarda e controlla la tua TV di casa praticamente sempre e ovunque su PC Windows, su Mac o sul tuo dispositivo

Dettagli

NUOVI MOTORI A DUE ASSI

NUOVI MOTORI A DUE ASSI NUOVI MOTORI A DUE ASSI MADE BY STAB Kit motorizzato autopuntante per TV via satellite su camper Kit motorizzato autopuntante su treppiede per TV via satellite Motore universale per antenne e TVCC Kit

Dettagli

Soluzioni TV Satellite per edifici SMART

Soluzioni TV Satellite per edifici SMART Soluzioni TV Satellite per edifici SMART Fracarro Radioindustrie Fracarro è un azienda italiana che opera in tutto il mondo da prima che voi nasceste. Negli anni 50 ha portato la TV nella casa dei vostri

Dettagli

3DGFLEX. Digital evolution

3DGFLEX. Digital evolution 3DGFLEX Digital evolution 3DGFLEX: DIGITAL EVOLUTION FRACARRO, nell anno del passaggio alla TV DIGITALE in Italia, lancia sul mercato una innovativa gamma di prodotti FULL DIGITAL dedicati ad installazioni

Dettagli

CAPITOLO 10. La soluzione Sky Italia per la distribuzione del segnale in Fibra Ottica. INDICE DA FARE pag.

CAPITOLO 10. La soluzione Sky Italia per la distribuzione del segnale in Fibra Ottica. INDICE DA FARE pag. CAPITOLO 10 La soluzione Sky Italia per la distribuzione del segnale in Fibra Ottica INDICE DA FARE pag. 319 10.1 Introduzione Il presente Capitolo fornisce una breve descrizione dei principi della trasmissione

Dettagli

Guida Rapida all Installazione AISnet Ricevitore AIS di Rete

Guida Rapida all Installazione AISnet Ricevitore AIS di Rete Guida Rapida all Installazione AISnet Ricevitore AIS di Rete GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE - AISnet - VR1 1. Introduzione Complimenti per aver effettuato l acquisto del ricevitore AIS di rete AISnet.

Dettagli

DTT e SAT in casa. con un abile gioco di scambi. Questa soluzione (figura 1A) permette di collegare a un sistema centralizzato più.

DTT e SAT in casa. con un abile gioco di scambi. Questa soluzione (figura 1A) permette di collegare a un sistema centralizzato più. centralizzato e SAT in casa con un abile gioco di scambi Per realizzare un impianto TV centralizzato oggi possiamo ricorrere a soluzioni dedicate tanto per i segnali digitali terrestri quanto per quelli

Dettagli

P5 CONVERSIONE DI FREQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. PLL.

P5 CONVERSIONE DI FREQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. PLL. P5 CONVERSIONE DI REQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. P. P5. Un segnale modulato in ampiezza con portante e banda di modulazione B=9 khz centrata su, deve essere convertito in frequenza su una portante

Dettagli

Materiale di radiocomunicazione

Materiale di radiocomunicazione BevSTitelSeite PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Materiale di radiocomunicazione Installazioni radio UFFICIO FEDERALE DELLA PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Febbraio 2004 1503-00-1-04-i Indice Installazioni radio

Dettagli

AmpEQ. Amplificatore equlizzato atto a compensare la disequalizzazione provocata da lunghe tratte di cavi coassiali

AmpEQ. Amplificatore equlizzato atto a compensare la disequalizzazione provocata da lunghe tratte di cavi coassiali AmpEQ Amplificatore equlizzato atto a compensare la disequalizzazione provocata da lunghe tratte di cavi coassiali GAI04 Memo Series Alessandro Scalambra Rev: Sergio Mariotti, Jader Monari I.N.A.F GAI04-FR-2.0

Dettagli

CIRCOLARE TECNICO COMMERCIALE

CIRCOLARE TECNICO COMMERCIALE CIRCOLARE TECNICO COMMERCIALE Gennaio 2006 www.master-de.it Catalogo online Certificazioni IMQ Cataloghi da scaricare Loghi e immagini Software utili e tante notizie sul mondo Master! Entra nella sezione

Dettagli

ANTENNA HALF-SLOPER. PER 160m

ANTENNA HALF-SLOPER. PER 160m ANTENNA HALF-SLOPER BY IK4CIE Vittorio PER 160m Anzitutto preciso che si chiama "sloper" e non "slooper" dal vocabolo inglese "slope" che vuole dire "inclinato". Il termine "sloper" indica un dipolo completo

Dettagli

MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1

MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1 IW3 EDS Giorgio De Paoli MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1 Per la trasmissione di segnali televisivi modulati in FM (tecnica utilizzata in "ATV".) si impiega un oscillatore Vco o Dro,che genera

Dettagli

Case History. 20 edifici certificati Sky Ready

Case History. 20 edifici certificati Sky Ready Case History PARCO SAN PAOLO, TORINO Progetto di riqualificazione urbana: 41mila mq di abitazioni, tutti Sky Ready S aranno predisposti per ricevere la tecnologia Sky i nuovi edifici del Parco San Paolo

Dettagli

5 Amplificatori operazionali

5 Amplificatori operazionali 5 Amplificatori operazionali 5.1 Amplificatore operazionale: caratteristiche, ideale vs. reale - Di seguito simbolo e circuito equivalente di un amplificatore operazionale. Da notare che l amplificatore

Dettagli

Guide d onda. Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z

Guide d onda. Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z GUIDE D ONDA Guide d onda Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z Onde progressive e regressive Sostituendo nell equazione d onda ( essendo Valido anche per le onde regressive Equazione

Dettagli

I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente:

I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente: I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente: Questo sistema elementare si chiama ricevitore radio ad amplificazione accordata (TRF) o ad amplificazione diretta ed

Dettagli

MANUALE SOFTWARE RETE GAS

MANUALE SOFTWARE RETE GAS MANUALE SOFTWARE RETE GAS Il software per il dimensionamento di una rete gas, sviluppato su foglio elettronico in Excel, consente il dimensionamento sia delle rete interna, ossia la diramazione alle utenze,

Dettagli

Guido Salerno Aletta. Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni

Guido Salerno Aletta. Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni Dalla televisione digitale di prima generazione alla Ip-TV Guido Salerno Aletta Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni Il passaggio al digitale nella telefonia mobile e nella televisione inizia dal

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FRAGOMELI, SENALDI, GIACHETTI, FOSSATI, GAROFANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FRAGOMELI, SENALDI, GIACHETTI, FOSSATI, GAROFANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3050 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FRAGOMELI, SENALDI, GIACHETTI, FOSSATI, GAROFANI Modifiche all articolo 9 del decreto legislativo

Dettagli

Sistemi di distribuzione a MT e BT

Sistemi di distribuzione a MT e BT Sistemi di distribuzione a MT e BT La posizione ottima in cui porre la cabina di trasformazione coincide con il baricentro elettrico, che il punto in cui si pu supporre concentrata la potenza assorbita

Dettagli

I db, cosa sono e come si usano. Vediamo di chiarire le formule.

I db, cosa sono e come si usano. Vediamo di chiarire le formule. I db, cosa sono e come si usano. Il decibel è semplicemente una definizione; che la sua formulazione è arbitraria o, meglio, è definita per comodità e convenienza. La convenienza deriva dall osservazione

Dettagli

Ripetitore di segnale per Telefoni Cellulari GSM900 con guadagno +65 db

Ripetitore di segnale per Telefoni Cellulari GSM900 con guadagno +65 db INFO@AMPLIFICATORIPERCELLILARI.INFO Tel. 349 8675159 --------------------------------------- Ripetitore di segnale per Telefoni Cellulari GSM900 con guadagno +65 db - MANUALE DI INSTALLAZIONE - DICHIARAZIONE

Dettagli

1 OPERAZIONI PRELIMINARI

1 OPERAZIONI PRELIMINARI 1 Contenuti: DIGIAIR PRO T2/C Descrizione... 3 1 OPERAZIONI PRELIMINARI 4 1.1 ACCENSIONE ON/OFF 4 1.2 ALIMENTAZIONE E BATTERIA. 4 1.3 COME UTILIZZARE LO STRUMENTO. 4 ATTENUATORE 5 2 DESCRIZIONE DELLE FUNZIONI...

Dettagli