DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. TRAINING DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. TRAINING DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L."

Transcript

1 2012 DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. TRAINING DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. 2012

2 2

3 ANTINCENDIO 3 SICUREZZA SANITARIO MARITTIMO

4 Premessa La lunga esperienza del Centro di Formazione internazionale DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.r.L. ed il costante aggiornamento del corpo docente rendono l offerta formativa altamente specializzata. L obiettivo è quello di fornire una conoscenza teorico/pratica sul tema della sicurezza a 360 gradi. Tutti i percorsi formativi sono affrontati attraverso una metodologia estremamente pratica e interattiva che affianca le lezioni d aula a esercitazioni e simulazioni che permettono di verificare operativamente il livello di apprendimento dei discenti. 4 Il centro di formazione internazionale DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.r.L. si avvale di un personale docente altamente qualificato composto da ingegneri, capitani di lungo corso, direttori di macchina, medici, maestri di salvamento, esperti nel salvataggio in mare ed esperti antincendio. L intero staff risponde ai requisiti imposti dalle normative vigenti. Docenti e istruttori operano in maniera integrata ricorrendo all utilizzo di metodologie didattiche innovative volte a facilitare e stimolare i processi di apprendimento dei discenti. Il sistema casistico impiegato nei nostri programmi si adatta di volta in volta ai bisogni e alle specificità del corso. I programmi didattici proposti prevedono altresì l utilizzo di una terminologia tecnica che sia accessibile anche ai meno esperti. Il centro formazione internazionale DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.r.L. si avvale inoltre della collaborazione di consulenti esterni, accuratamente selezionati per le qualità professionali e le competenze didattiche. Grazie al know-how acquisito nel campo dell antincendio, la DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.r.L. è in grado di fornire un addestramento tecnico-pratico di alto livello. La nostra struttura è dotata di un Campo Prove all aperto tra i più grandi ed attrezzati in Italia e il più grande in Sicilia. Esso si estende su un area di ben mq, all interno di tale spazio è possibile simulare differenti tipologie di incendio allo scopo di addestrare i discenti alle diverse procedure di intervento ad estinzione semplice o complesso. Le attrezzature a disposizione permettono pertanto di completare la formazione in aula attraverso esercitazioni pratiche condotte da tecnici specializzati: il tutto nella massima sicurezza e rispetto dell ambiente. Inoltre è dotata di una piscina semi-olimpionica per le prove di simulazione in acqua. Il centro di formazione internazionale DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.r.L. è riconosciuta e qualificata dal: - Ministero dei Trasporti e della Navigazione: - Ministero dell Interno- Vigili del Fuoco: - Eni Corporate University:

5 INDICE Antincendio Antincendio per addetti prevenzione Incendi (rischio basso)...6 Antincendio per addetti prevenzione Incendi (rischio medio) 7 Antincendio per addetti prevenzione Incendi (rischio elevato) 8 Addestramento sulla sicurezza antincendio per Addetti alla Direzione dei Depositi di GPL 10 Antincendio per addetti prevenzione Incendi (medio-refresh)...11 Antincendio per addetti prevenzione Incendi (elevato-refresh) 12 5 Sicurezza Prevenzione e protezione da pericoli dovuti a presenza di H2S corso base...13 Prevenzione e protezione da pericoli dovuti a presenza di H2S corso avanzato.14 Abilitazione all uso di dei Gas Tossici.15 Prevenzione infortuni e Antincendio.16 Addetto ai fenomeni di incendi in spazi confinati. 17 Formazione ed addestramento agli APVR.18 Sanitario Primo soccorso (corso base 16h) Primo soccorso (corso base 12h) Marittimo Elementary First Aid (STCW).22 Sopravvivenza e Salvataggio in mare Sicurezza personale e responsabilità sociale-pssr...25 Antincendio Base.26 Antincendio Avanzato.28 Radar Basic.29 Radar Arpa.30

6 Antincendio per addetti prevenzione Incendi Antincendio (DM rischio basso) Durata: 4+4 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 6 Acquisire le conoscenze teorico pratiche previste dal DM 10/03/98 per le attività a rischio di incendio medio in caso di salvataggio, lotta antincendio e gestione delle emergenze. Addetti designati dalle società per l attuazione delle misure di emergenza. Aspetti e nozioni teoriche relative agli incendi ed alla prevenzione da incendi - principi della combustione e classificazione degli incendi - rischi connessi alle attività ed alle persone (procedure e sistemi di prevenzione) - estinguenti e mezzi di estinzione (caratteristiche e criteri di scelta) Aspetti e nozioni teoriche relative la protezione antincendio e relative procedure - sistemi di allarme, segnaletica di sicurezza, illuminazione di sicurezza - attrezzature ed impianti di estinzione, rapporti con i vigili del fuoco - procedure da adottare in caso di incendi (evacuazione, vie di esodo, ecc..) Preparazione all esame Aspetti pratici - Uso di attrezzature di protezione individuale (metodologie d impiego delle maschere a filtri e dei mezzi di protettivi - Esercitazioni con impiego dei mezzi protettivi delle vie respiratorie in ambiente invaso da fumo - Addestramento con estintori portatili, naspi ed idranti (caratteristiche, modalità e limitazioni di impiego) Interventi di spegnimento - Vasca da 6 mq e su perdita incendiata da accoppiamento flangiato (estintori a polvere) - Su quadro elettrico in ambiente chiuso - Su intercettazione di fuga gas incendiato(naspi ed idranti) - Su catasta incendiata(naspi e coperta antifiamma) - Su autovettura in fiamme(dimostrativo) Verifica dell apprendimento Attestato di frequenza ai sensi del DM 10/03/98

7 Antincendio per addetti prevenzione Incendi Antincendio (DM rischio medio) Durata: 8+4 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 7 Acquisire le conoscenze teorico pratiche previste dal DM 10/03/98 per le attività a rischio di incendio medio in caso di salvataggio, lotta antincendio e gestione delle emergenze. Addetti designati dalle società per l attuazione delle misure di emergenza. Aspetti e nozioni teoriche relative agli incendi ed alla prevenzione da incendi - principi della combustione e classificazione degli incendi - rischi connessi alle attività ed alle persone (procedure e sistemi di prevenzione) - estinguenti e mezzi di estinzione (caratteristiche e criteri di scelta) Aspetti e nozioni teoriche relative la protezione antincendio e relative procedure - sistemi di allarme, segnaletica di sicurezza, illuminazione di sicurezza - attrezzature ed impianti di estinzione, rapporti con i vigili del fuoco - procedure da adottare in caso di incendi (evacuazione, vie di esodo, ecc..) Preparazione all esame Aspetti pratici - Uso di attrezzature di protezione individuale (metodologie d impiego delle maschere a filtri e dei mezzi di protettivi - Esercitazioni con impiego dei mezzi protettivi delle vie respiratorie in ambiente invaso da fumo - Addestramento con estintori portatili, naspi ed idranti (caratteristiche, modalità e limitazioni di impiego) Interventi di spegnimento - Vasca da 6 mq e su perdita incendiata da accoppiamento flangiato (estintori a polvere) - Su quadro elettrico in ambiente chiuso - Su intercettazione di fuga gas incendiato(naspi ed idranti) - Su catasta incendiata(naspi e coperta antifiamma) - Su autovettura in fiamme(dimostrativo) Verifica dell apprendimento Attestato di frequenza ai sensi del DM 10/03/98

8 Antincendio per addetti prevenzione Incendi Antincendio (DM rischio elevato) Durata: 16+4 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. Gli addetti verranno preparati per sostenere l accertamento finale di idoneità organizzato dalla Commissione Ministeriale (previsto dal DM ) 8 Acquisire le conoscenze teorico pratiche previste dal DM 10/03/98 per le attività a rischio di incendio elevato in caso di salvataggio, lotta antincendio e gestione delle emergenze. Addetti designati dalle società per l attuazione delle misure di emergenza. Aspetti e nozioni teoriche relative agli incendi - principi della combustione e classificazione degli incendi - rischi connessi alle attività ed alle persone (procedure e sistemi di prevenzione) - estinguenti e mezzi di estinzione (caratteristiche e criteri di scelta) Aspetti e nozioni teoriche relative alla prevenzione ed alla protezione antincendio - comportamenti e misure di prevenzione specifiche nell ambiente di lavoro - sistemi di allarme, segnaletica di sicurezza, illuminazione di sicurezza - attrezzature ed impianti di estinzione, rapporti con i vigili del fuoco(verifiche e manutenzione) - procedure da adottare in caso di incendi (evacuazione, vie di esodo, ecc..) Aspetti e nozioni teoriche relative alle procedure antincendio - Aspetti normativi del D.Lgs. 81/08, ruoli e competenze delle figure coinvolte nella gestione delle emergenze - Procedura in caso di scoperta ed allarme antincendio - Procedure da adottare in caso di evacuazione (vie di esodo chiamata dei servizi di soccorso, ecc..) - Rapporto con i vigili del fuoco Preparazione all esame Aspetti pratici - Uso di attrezzature di protezione individuale (metodologie d impiego delle maschere a filtri e dei mezzi di protettivi - Esercitazioni con impiego dei mezzi protettivi delle vie respiratorie in ambiente invaso da fumo - Addestramento con estintori portatili, naspi ed idranti (caratteristiche, modalità e limitazioni di impiego) Interventi di spegnimento - vasca di varie misure (estintori a polvere e manichetta ad acqua) - su quadro elettrico in ambiente chiuso (estintori a CO2) - Su intercettazione di fuga gas incendiato (naspi ed idranti)

9 - Su catasta incendiata (naspi e coperta antifiamma) - Su perdita incendiata da accoppiamento flangiato/pompa (estintori a polvere) - Su autovettura in fiamme(dimostrativo) - Uso tute protettive per attraversamento fuoco in tunnel incendiato Verifica dell apprendimento (VVF) ai sensi del DM 10/03/98 Attestato di frequenza 9

10 Addestramento sulla sicurezza antincendio per Addetti alla Direzione dei Depositi di GPL Antincendio (DM ) Durata: 8 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 10 Fornire un adeguato addestramento sulla sicurezza antincendio al personale destinato alla direzione dei Depositi di Gpl in serbatoi fissi con capacità complessiva superiore a 5 mc, nei quali si effettua il carico di serbatoio e/o imbottigliamento di Gpl, come previsto dal DM 13/10/94 e DM 24/03/95 Personale destinato alla direzione dei depositi di Gpl in serbatoi fissi con capacità complessiva superiore a 5 mc nei quali si effettua il carico di serbatoi e/o imbottigliamento di Gpl Normativa di sicurezza Caratteristiche chimico fisiche dei Gpl Chimica dell incendio Sostanze estinguenti Elementi dei depositi e distanze di sicurezza Impianti elettrici di messa a terra - Di protezione contro le scariche atmosferiche ed elettrostatiche - Di protezione catodica L esercizio del deposito Collaudi ispezioni manutenzione e bonifica Cause incidentali Gestione delle emergenze Attestato di frequenza

11 Antincendio per addetti prevenzione Incendi Antincendio (rischio medio - refresh) Durata: 8 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 11 Aggiornare le conoscenze previste dal DM per le attività a rischio di incendio medio Addetti designati dalle società alle gestione delle emergenze. Richiami e nozioni teoriche relative a: - Estinguenti e mezzi di estinzione (caratteristiche e criteri di scelta) - Procedure da adottare in caso di incendi (evacuazione, vie di esodo, ecc..) - Attrezzature di protezione individuale Aspetti pratici - Uso di attrezzature di protezione individuale (metodologie d impiego delle maschere a filtri e dei mezzi protettivi) - Esercitazioni con impiego dei mezzi protettivi delle vie respiratorie in ambiente invaso da fumo - Addestramento con estintori portatili, naspi ed idranti (caratteristiche, modalità e limitazioni di impiego) Interventi di spegnimento - Vasca da 4 mq e su perdita incendiata da accoppiamento flangiato (estintori a polvere) - Su quadro elettrico in ambiente chiuso (estintore a CO2) - Su intercettazione di fuga gas incendiato (naspi ed idranti) - Su catasta incendiata(naspi e coperta antifiamma) - Su autovettura in fiamme(dimostrativo) Verifica dell apprendimento Attestato di frequenza ai sensi del DM

12 Antincendio per addetti prevenzione Incendi Antincendio ( rischio elevato - refresh) Durata: 8 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. Aggiornare le conoscenze previste dal DM per le attività a rischio di incendio medio. 12 Addetti designati dalle società per l attuazione delle misure di emergenza. Richiami e nozioni teoriche relative a: - Il D.Lgs. 81/08, ruoli e competenze delle figure coinvolte nella gestione delle emergenze - Estinguenti e mezzi di estinzione (caratteristiche e criteri di scelta) - Procedure da adottare in caso di incendi (evacuazione, vie di esodo, ecc..) - Attrezzature di protezione individuale Aspetti pratici - Uso di attrezzature di protezione individuale (metodologie d impiego delle maschere a filtri e dei mezzi protettivi) - Esercitazioni con impiego dei mezzi protettivi delle vie respiratorie in ambiente invaso da fumo - Addestramento con estintori portatili, naspi ed idranti (caratteristiche, modalità e limitazioni di impiego) Interventi di spegnimento - Vasca di varie misure (estintori a polvere e manichetta ad acqua) - Su quadro elettrico in ambiente chiuso (estintore a CO2) - Su intercettazione di fuga gas incendiato (naspi ed idranti) - Su catasta incendiata(naspi e coperta antifiamma) - Su perdita incendiata da accoppiamento flangiato/pompa (estintori a polvere) - Uso tute protettive per attraversamento fuoco in tunnel incendiato - Su autovettura in fiamme(dimostrativo) Verifica dell apprendimento Attestato di frequenza ai sensi del DM 10/03/98

13 Prevenzione e protezione da pericoli dovuti a presenza di H2S (corso base) Sicurezza Durata: 8 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 13 Acquisire le conoscenze di base relative alle misure operative previste nelle zone a rischio per l idrogeno solforato Risorse operative in impianti e/o installazioni in cui può essere presente l idrogeno solforato Aspetti teorici/pratici - Generalità sull H2S - Luoghi e lavorazioni dove è riscontrabile la presenza di H2S - Proprietà chimico/fisiche - Proprietà tossicologiche - Dispositivi di protezione delle vie respiratorie Attestato di frequenza

14 Prevenzione e protezione da pericoli dovuti a presenza di H2S (corso Avanzato) Sicurezza Durata: 16 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 14 Acquisire le conoscenze di base relative alle misure operative e d emergenza previste nelle aree a rischio per l Idrogeno Solforato Risorse operative di unità, in impianti e/o installazioni in cui è potenzialmente presente l Idrogeno Solforato Aspetti e nozioni teorici - Generalità, caratteristiche e proprietà chimico fisiche dell H2S - Proprietà tossicologiche dell H2S ( e delle altre sostanze tossiche/asfissianti) - Luoghi e lavorazioni dove è riscontrabile la presenza di H2S - Rilevamento e misura dell H2S - Dispositivi di protezione delle vie respiratorie - Tecniche ed aspetti del primo soccorso - Precauzioni operative e di emergenza (procedure, piani di emergenza, cartellonistica) Aspetto Pratici - Addestramento per l utilizzo di maschere ed autorespiratori - Uso delle apparecchiature di rilevazione Attestato di frequenza

15 Abilitazione all uso di dei Gas Tossici Sicurezza Durata: 3 giorni Sede: Dimarca Service S.r.l. Il corso ha finalità di preparare all esame per l uso di gas tossici 15 Sviluppare le conoscenze necessarie a conseguire l abilitazione per gestire l impiego dei gas tossici Personale tecnico che operi con Gas Tossici in impianti ad elevato impatto ambientale Nozioni di chimica/fisica - Volumi, pressioni e temperature dei gas - Combustione - Mezzi di intervento Bombole per gas compressi, dissolti e liquefatti - Generalità(valvole pressione di carico e grado di riempimento ecc..) - Identificazione, manipolazione e stoccaggio bombole Protezione contro i gas e vapori tossici - Mezzi di protezione vie respiratorie (maschere, filtri, autorespiratori a ciclo chiuso e aperto) - Analisi di dettaglio dei gas tossici - Regolamento per l impiego dei gas tossici Certificazioni Attestato di frequenza

16 Prevenzione infortuni e antincendio Sicurezza Durata: 16 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 16 Acquisire le conoscenze teoriche pratiche elementari in materia di prevenzione infortuni e tecniche antincendio Risorse coinvolte nelle attività operative del settore Exploration e Production Aspetti e nozioni inerenti la legislazione mineraria, di sicurezza e la prevenzione infortuni: compiti e responsabilità, criteri di sicurezza negli ambienti di lavoro ( protezione delle macchine, mezzi di sollevamento/trasporto, recipienti a pressione, impianti elettrici, sostanze pericolose), manutenzione, mezzi personali di protezione Aspetti e nozioni inerenti l igiene del lavoro: difesa dagli agenti nocivi e dal rumore Nozioni riguardanti la teorica dell incendio: cause, punti a rischio, sostanze infiammabili ed agenti estinguenti Aspetti e nozioni inerenti i sistemi di protezione delle vie respiratorie, gli impianti antincendio i sistemi allarme, i piani di emergenza Esercitazione antincendio pratiche - Interventi e prove di spegnimento con estintori a CO2 in ambiente aperto e su quadro elettrico - Interventi e prove di spegnimento su vasca con estintori portatili ed acqua nebulizzata - Interventi su perdite di gas sotto pressione - Analisi delle dotazioni di sicurezza ed uso dei mezzi di protezione delle vie respiratorie Attestato di frequenza

17 Addetto ai fenomeni di incendi in spazi confinati (flash over) Sicurezza Durata: 16 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 17 Il corso si prefigge lo scopo di comprendere il comportamento del fuoco all interno di spazi confinati, riconoscere il fenomeno e controllarlo Personale addetto alla gestione degli incendi in possesso di una preparazione antincendio di base Gestione dello stress da calore Fumo ed esercitazioni di ventilazione Tecniche dell uso delle lance Valutazione delle condizioni di pre flash over Esercitazione singole di gestione del flash over Limiti delle azioni di attacco al fuoco Sicurezza Attestato di frequenza

18 Formazione ed addestramento agli APVR Sicurezza Durata: 16 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. Per i lavoratori esposti a rischi da agenti chimici pericolosi, per intossicazione da fumo e/o da vapori/gas chimici il datore di lavoro ha l obbligo di fornire idonei DPI per la protezione delle vie respiratorie (APVR) e a provvedere alla loro formazione, informazione, addestramento. I criteri relativi alla formazione sono richiamati dal D.lgs 81/08 art Il corso si propone di fornire una formazione adeguata per raggiungere il livello di protezione indicato dal DM 02 maggio Saranno presi in esame tutti i fattori e sarà valutata la loro influenza sulla reale protezione fornita. Il corso sarà articolato con una parte teorica e una parte di addestramento. Tutti i lavoratori esposti a rischi da agenti chimici pericolosi Richiami normativi del D.lgs 81/08 titolo IX in materia di rischi da agenti chimici pericolosi. Rischi di natura chimica: tipologia, riconoscimento,prevenzione, protezione con particolare riferimento a: - composizione ed effetti delle sostanze pericolose 8gas, vapori, nebbie,polveri) - conseguenze di una insufficienza di ossigeno sull organismo umano; - respirazione umana; - aspetti fisiologici: Classificazione ed etichettatura dei materiali pericolosi: nuova etichettatura GSH-CLP, ADR 2011, codice colore delle bombole. Richiami normativi del D.lgs 81/08 in materia di Dispositivi di protezione individuale (DPI) titolo III capo II Classificazione dei DPI Richiami normativi del D.M. 2 maggio 2001 in materia di indumenti protettivi da agenti chimici solidi, liquidi, gassosi pericolosi Gli indumenti protettivi dagli agenti chimici pericolosi: tipologia e procedure di indossamento e svestizione Cenni di tecniche di decontaminazione Esercitazioni di indossamento, utilizzo e svestizione degli indumenti protettivi dagli agenti chimici pericolosi

19 Richiami normativi del D.M. 2 maggio 2001 in materia di scelta e uso degli apparecchi di protezione delle vie respiratorie APVR apparecchi di protezione delle vie respiratorie - Classificazione, struttura, funzionamento e prove degli APVR e degli apparecchi di rianimazione - Limiti dell effetto protettivo, durata, sostituzione delle bombole e delle cartucce di rigenerazione - Procedure di indossamento degli APVR unitamente agli indumenti protettivi - Comportamento riguardo la protezione respiratoria durante l addestramento, l uso effettivo e in caso di fuga - Conservazione e manutenzione 19 Struttura e organizzazione del programma di protezione respiratoria UNIPD ivi compresi i piani di emergenza Attestato di frequenza

20 Primo soccorso (corso base 16h) Sanitario Durata: 16 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. Acquisire le conoscenze teoriche e pratiche necessarie per poter agire tempestivamente ed in piena sicurezza attuando le misure previste dal D.lgs. 81/08 (ai sensi del DM 388/03) in caso di primo soccorso 20 Addetti designati dalle società per l attuazione di gestione delle emergenze Aspetti e nozioni teoriche - Nozioni elementari di anatomia e fisiologia del corpo umano - Modalità e procedure inerenti l allertamento del sistema di soccorso ed il riconoscimento di un urgenza sanitaria - Conoscenza e rischi specifici dell attività svolta, tecniche di auto protezione del soccorritore - Modalità e tecniche di primo soccorso: sostenimento delle funzioni vitali, riconoscimento delle condizioni, limiti dell intervento di primo soccorso - Principali traumi e patologie specifiche riscontrabili/ascrivibili all ambiente lavorativo ( lussazioni, fratture, lesioni da freddo/calore e corrente elettrica, ferite, emorragie esterne, intossicazioni) Aspetti ed esercitazioni pratiche - Interventi pratici di rianimazione cardiopolmonare - Principali tecniche di emostasi - Tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato, di immobilizzazione di lussazioni e fratture Attestato di frequenza rilasciato ai sensi del DM 388/03

21 Primo soccorso (corso base 12h) Sanitario Durata: 12 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. Acquisire le conoscenze teoriche e pratiche necessarie per poter agire tempestivamente ed in piena sicurezza attuando le misure previste dal D.lgs. 81/08 (ai sensi del DM 388/03) in caso di primo soccorso 21 Addetti designati dalle società per l attuazione di gestione delle emergenze Aspetti e nozioni teoriche - Nozioni elementari di anatomia e fisiologia del corpo umano - Modalità e procedure inerenti l allertamento del sistema di soccorso ed il riconoscimento di un urgenza sanitaria - Conoscenza e rischi specifici dell attività svolta, tecniche di auto protezione del soccorritore Modalità e tecniche di primo soccorso: - sostenimento delle funzioni vitali, riconoscimento delle condizioni, limiti dell intervento di primo soccorso - Principali traumi e patologie specifiche riscontrabili/ascrivibili all ambiente lavorativo ( lussazioni, fratture, lesioni da freddo/calore e corrente elettrica, ferite, emorragie esterne, intossicazioni) Aspetti ed esercitazioni pratiche - Interventi pratici di rianimazione cardiopolmonare - Principali tecniche di emostasi - Tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato, di immobilizzazione di lussazioni e fratture Attestato di frequenza rilasciato ai sensi del DM 388/03

22 Elementary First Aid (STCW) Marittimo Durata: 8 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. 22 Acquisire le conoscenze teoriche pratiche inerenti le misure di primo soccorso in assenza del personale medico ed in attesa dei mezzi di soccorso Risorse coinvolte nelle attività marittime e impianti off-shore Valutazione delle cure necessarie per infortuni e minacce alla propria salute Conoscenza della struttura del corpo umano e delle relative funzioni Competenze sulle misure da prendere in caso di una emergenza, inclusa la capacità di: - localizzare l infortunio - Adottare le tecniche di rianimazione - controllare l emorragia Competenze sulle misure da prendere in caso di una emergenza, inclusa la capacità di: - adottare le corrette misure nella gestione fondamentale delle sindromi (colpi) - adottare le corrette misure in caso di bruciature e scottature compresi gli infortuni causati dall energia elettrica - salvataggio e trasporto di un infortunato - improvvisare delle fasciature ed utilizzare i prodotti della cassetta di pronto soccorso Certificato Ministeriale

23 Sopravvivenza e salvataggio in mare Marittimo Durata: 24 Sede: Dimarca Service S.r.l. 23 Acquisire le conoscenze teoriche e pratiche inerenti: tecniche di sopravvivenza, uso delle attrezzature di salvataggio e procedure di emergenza per il settore marittimo Risorse coinvolte nelle attività operative marittime e degli impianti offshore Obblighi di cooperare alla sicurezza della propria nave e obbligo di soccorrere altre navi e naufraghi; situazione di emergenza che possono verificarsi in mare( collisioni, incendio, affondamento, incaglio, uomo in mare, inquinamento); Ruolo d appello, libretto e scheda delle destinazioni personali in caso di emergenza; Mezzi di salvataggio collettivi ed individuali normalmente disponibili sulle navi e loro normale ubicazione; Sopravvivenza in circostanze di incendio e petrolio in acqua, o in acque infestate da squali; necessità di essere pronti ad ogni emergenza e conseguente valore dell addestramento e delle esercitazioni- conoscenza delle esercitazioni di emergenza che normalmente si effettuano a bordo- Conoscenza dei segnali di salvataggio, di soccorso, di allarme e per la direzione della lancia in recupero di uomo in mare- conoscenza della ubicazione dei mezzi di salvataggio- dotazione delle lance e delle zattere di salvataggio; mezzi antincendio normalmente in dotazione alle navi- principi di funzionamento e pericoli connessi con l impiego di alcuni di essi; mezzi di sfuggita normalmente esistenti a bordo; tecniche per il ritrovamento di naufraghi e di lance di salvataggio- trasbordo da lancia a unità soccorritrice- approdo della lancia in costa. importanza di mantenere alto il morale; conseguenze del panico; Principi generali e tecniche di sopravvivenza: effetti dell immersione in acqua e ipotermia; esposizione al sole, al vento, alla pioggia e al mare; precauzione da prendere in climi freddi e in climi tropicali; importanza di indossare vestiario adatto; protezione contro il mal di mare-; uso opportuno dell acqua potabile e del cibo; effetti del bere acqua in mare; Addestramento alla voga su una lancia di salvataggio a remi

24 Azione da compiere quando si deve abbandonare la nave e si è a bordo del mezzo di salvataggio: indossare la cintura di salvataggio, salire a bordo di un mezzo di salvataggio dalla nave e dall acqua, indossando la cintura di salvataggio- Tuffarsi da un altezza non inferiore a tre metri, indossando la cintura di salvataggio- raddrizzare un mezzo di salvataggio capovolto- recuperare e assistere i superstiti- utilizzare i mezzi disponibili per facilitare il ritrovamento da parte di altri- gettare una ancora galleggiante- Azione da compiere quando si è chiamati al posto di riunione dei mezzi di salvataggio 24 Certificato Ministeriale Attestato di frequenza

25 Sicurezza personale e responsabilità sociale Marittimo Durata: 18 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. Approfondire le nozioni di base di sicurezza sul lavoro, nelle comunicazioni e nelle situazioni di crisi 25 Risorse coinvolte nelle attività operative marittime Procedure per la sicurezza sul lavoro - Le caratteristiche della nave, i pericoli a bordo e le attrezzature disponibili per contrastarli - Utilizzo (con dimostrazione) dei DPI - Le operazioni potenzialmente pericolose: carico/scarico, ormeggio/disormeggio, lavori acaldo, lavori sopraelevati - Tenuta della guardia in macchina e manutenzione Impiego delle risorse umane a bordo (sviluppo delle relazioni umane): rapporti interpersonali, creazione del gruppo, lavoro di gruppo Comprensione e comunicazione degli ordini in relazione ad incarichi a bordo: i fondamenti, i metodi, le barriere, l abilità (anche di ascolto), il riassunto, gli effetti e le conseguenze di una comunicazione errata Procedure di emergenza: lo stato di emergenza, procedure e ruolo dell equipaggio, l addestramento, le comunicazioni Precauzioni da prendere per la prevenzione del rischio di inquinamento dell ambiente marino - Inquinamento da liquami a da rifiuti solidi scaricati in mare dalle navi - Effetti dell inquinamento funzionale o accidentale dell ambiente marino - Misure internazionali per prevenire, evitare, e contenere l inquinamento dei prodotti inquinanti Certificato Ministeriale Attestato di frequenza

26 Antincendio Base Marittimo Durata: 30 ore Sede: Dimarca Service S.r.l. Acquisire le conoscenze teorico pratiche necessarie per la corretta attuazione delle misure antincendioe gestione delle emergenze 26 Risorse coinvolte nelle attività Triangolo del fuoco- elementi: combustibile- fonte di ignizione - ossigeno (incendio ed esplosione). Fonti di ignizione: chimica, fisica e biologica. Materiali infiammabili- infiammabilità- punto di ignizione- temperature e velocità di combustionepotere calorifero- limite inferiore di infiammabilità (UFL) - limite superiore di infiammabilità (LFL) - campo di infiammabilità- inertizzazione- elettricità statica- punto di infiammabilità- autoignizione. Pericoli e propagazione di incendio: per irraggiamento, per convezione e per conduzione. Grado di reattività. Classificazione degli incendi e agenti di estinzione utilizzabili. Principali cause dell incendio a bordo delle navi: perdita di idrocarburi nei locali macchinesigarette- surriscaldamento (di cuscinetti ecc.)- apparecchi per uso di cucina ( fornelli, friggitrici ecc.)- ignizione spontanee (del carico, dei rifiuti, ecc)- lavori con fiamma (saldature tagli ecc. )- apparecchiature elettriche (corti circuiti, ecc.)- reazioni, auto- riscaldamento e auto- ignizione. Prevenzione dell incendio: rivelazione di incendio- sistemi di rilevazione di incendio e fumo- allarmi automatici di incendio. Materiali ed attrezzature per la lotta antincendio: - installazione fisse a bordo e loro sistemazione: collettori e bocche di incendio- raccordo internazionale per il collegamento a terra- impianti di soffocamento (anidride carbonica e schiuma)- idrocarburi alogenati- sistema di estinzione a pioggia sotto pressione in locali speciali, ecc.- impianto automatico a pioggia- pompa antincendio di emergenza- sistema di azionamento e alimentazione di emergenza- dispositivi a polvere chimica- descrizione generale delle apparecchiature mobili prescritte e disponibili; - equipaggiamento da pompiere e corredo personale, sistemazione a bordo: equipaggiamento da pompiere, corredo personale- autorespiratore- apparecchi di rianimazione- casco o maschera antifumo, cintura e cavo di sicurezza resistente al fuoco; - equipaggiamento generale: manichette antincendio- boccalini- raccordi- asce- estintori portatilicoperte antincendio Strutture impianti: mezzi di sfuggita- sistemi di degasificazione- paratie di inertizzazione.

Allegato 1 Elenco e contenuti Corsi

Allegato 1 Elenco e contenuti Corsi Allegato 1 Elenco e contenuti Corsi PROGRAMMA DEL CORSO ANTINCENDIO DI BASE durata 4 giorni + esame ministeriale CORSO TIPO 2A ASPETTI TEORICI - Triangolo del fuoco elementi: combustibile fonte di ignizione

Dettagli

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE Con l entrata in vigore del nuovo Accordo Stato-Regioni avvenuta il 26 gennaio 2012, i contenuti formativi legati alla Sicurezza sul Lavoro hanno subito degli adeguamenti sostanziali, sia nei CONTENUTI,

Dettagli

CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 1 DELLA LEGGE 3 AGOSTO 2007, N. 123, IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA

Dettagli

Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl

Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl Sommario Addetto lotta agli incendi - Luogo di lavoro a rischio di incendio basso - DM 10/03/1998... 2 Addetto lotta agli incendi - Luogo di lavoro a rischio

Dettagli

FEBBRAIO 2015. Informazioni ed Iscrizioni: Antonella Moi amoi@confindustriaravenna.it Tel.0544/210499 Fax 0544/34565

FEBBRAIO 2015. Informazioni ed Iscrizioni: Antonella Moi amoi@confindustriaravenna.it Tel.0544/210499 Fax 0544/34565 FEBBRAIO 2015 : Aggiornamento di Primo Soccorso per aziende appartenenti al Gruppo A (D.M. n.388 del 15/07/03) 03/02/2015 ore 11.00-18.00 Aggiornamento della formazione degli Addetti al Primo Soccorso,

Dettagli

09 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO MEDIO 10 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO ELEVATO

09 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO MEDIO 10 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO ELEVATO ID CATALOGO FORMATIVO CORSO 01 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO BASSO 02 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO MEDIO 03 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO ELEVATO 04 AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI 05 FORMAZIONE

Dettagli

PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PREMESSA Tale si compone delle seguenti macro-aree: - procedura di formazione informazione e addestramento riportante campo di applicazione e destinatari,

Dettagli

Destinatari Il corso è rivolto a tutti i lavoratori. Requisiti: Nessun requisito minimo.

Destinatari Il corso è rivolto a tutti i lavoratori. Requisiti: Nessun requisito minimo. Il Corso di Formazione ed Informazione per Lavoratori (tutti i livelli di rischio) assolve gli obblighi indicati nel D.lgs 81/08, T.U. Sicurezza e s.m.i. del D.Lgs. 106/09 e gli aggiornamenti dell'ultimo

Dettagli

DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L.

DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. 2012 DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. DI.M.A.R.C.A. SERVICE S.R.L. 2012 2 IMPIANTI ANTINCENDIO 3 FORNITURA VIGILANZA ANTINCENDIO ADDESTRAMENTO Premessa La DI.M.A.R.C.A SERVICE S.r.L., nata nel 1998 dal conferimento

Dettagli

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI E DEI PREPOSTI SECONDO L ACCORDO STATO REGIONI 21.12.2011 FORMAZIONE GENERALE Lavoratori definiti secondo

Dettagli

Relatore: Dott. Lazzaro Palumbo Rischio medio 8 ore PERCHÉ FREQUENTARE UN CORSO ANTINCENDIO? Il rischio incendio è uno dei maggiori rischi per i luoghi di lavoro Non esistono attività lavorative a rischio

Dettagli

CATA CNA Udine srl. Spett.le Impresa/partecipante. Oggetto: corsi di formazione per istruttore antincendio

CATA CNA Udine srl. Spett.le Impresa/partecipante. Oggetto: corsi di formazione per istruttore antincendio SERVIZIO INTERPROVINCIALE PER UDINE, GORIZIA E PORDENONE Spett.le Impresa/partecipante Oggetto: corsi di formazione per istruttore antincendio Egregio Referente, come d accordo Le invio l invito al corso

Dettagli

RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro

RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro proposta formativa RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro a cura di Randstad Hr Solutions Randstad Hr Solutions sviluppo e professionalità con le soluzioni Randstad monitoraggio e check di sviluppo

Dettagli

A B C. dell ANTINCENDIO SANDRO MARINELLI

A B C. dell ANTINCENDIO SANDRO MARINELLI SANDRO MARINELLI A B C dell ANTINCENDIO Informazione dei lavoratori ai sensi degli artt. 36 e 37 Titolo I, Sez. IV, del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m., e del D.M. 10 marzo 1998 1 A B C dell INFORMAZIONE

Dettagli

Eni Corporate University

Eni Corporate University I fondamenti delle professionalità Health, Safety, Environment & Quality Eni Corporate University E n i ' s k n owledge company ADDESTRAMENTO OPERATIVO La nostra azione Internet www.enicorporateuniversity.it

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO. Percorsi di formazione trasversale. STUDIO BINI ENGINEERING srl DIVISIONE CONSULENZA DIREZIONALE ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

CATALOGO FORMATIVO. Percorsi di formazione trasversale. STUDIO BINI ENGINEERING srl DIVISIONE CONSULENZA DIREZIONALE ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE CATALOGO FORMATIVO Percorsi di formazione trasversale pag. 1 INDICE: PAGINA ORE COSTO (IVA esclusa) PERCORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN 3 MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Addetto antincendio - rischio

Dettagli

ALLEGATO 1. Edizione Novembre 2015 FORNITURA DI SEGNALETICA DI SICUREZZA

ALLEGATO 1. Edizione Novembre 2015 FORNITURA DI SEGNALETICA DI SICUREZZA ALLEGATO Edizione Novembre 05 FORNITURA DI SEGNALETICA DI SICUREZZA SEGNALETICA DI SICUREZZA PER TUTTI GLI AMBIENTI DI LAVORO ANTINCENDIO Cartello fotoluminescente o dell estintore Cartello fotoluminescente

Dettagli

Titolo rilasciato: Il rilascio dell attestato di partecipazione avverrà solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

Titolo rilasciato: Il rilascio dell attestato di partecipazione avverrà solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste. CORSI DI AGGIORNAMENTO FORMAZIONE DATORE DI LAVORO-RSPP secondo artt. 34 e 37 del D.Lgs. 81/08 ACCREDITATO 16 ECM (SETTORE SANITA : rischio ALTO 14 ore) Conforme alle indicazioni degli Accordi Stato-Regioni

Dettagli

Manuale informativo realizzato per la gestione delle emergenze derivanti da incendio nei luoghi di lavoro

Manuale informativo realizzato per la gestione delle emergenze derivanti da incendio nei luoghi di lavoro Manuale informativo realizzato per la gestione delle emergenze derivanti da incendio nei luoghi di lavoro SOMMARIO Premessa pag. 7 SEZIONE 1 - FONDAMENTI Che cosa è un incendio? pag. 9 Il triangolo del

Dettagli

NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE

NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE Per informazioni, contattare Novaconsult Via Gaggia n 1/a - 20139 MILANO Tel. +39 02.57408940 - Fax +39 02.57407100 e-mail: info@novaconsult.it www.novaconsult.it INDICE

Dettagli

ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI

ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI 01.CORSO R.L.S.. 02.CORSO INFORMAZIONE/FORMAZIONE. 03.CORSO PREPOSTI. 04.CORSO ANTINCENDIO.

Dettagli

INCENDIO E LA GESTIONE DELL EMERGENZA

INCENDIO E LA GESTIONE DELL EMERGENZA INCENDIO E LA GESTIONE DELL EMERGENZA Compilare la seguente scheda di valutazione finalizzata alla valutazione delle conoscenze relative alla gestione delle emergenze in una qualsiasi realtà operativa.

Dettagli

PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA. Egregio Associato,

PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA. Egregio Associato, PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA Associazione Nazionale Aziende distributrici Prodotti e servizi per l ufficio, l informatica e la telematica Fondata nel 1945

Dettagli

Corso di FORMAZIONE PER ADDETTO ANTINCENDIO

Corso di FORMAZIONE PER ADDETTO ANTINCENDIO ELABORATO N. 5 Corso di FORMAZIONE PER ADDETTO ANTINCENDIO ALLEGATO 1 - PERCORSO FORMATIVO PER ADDETTO ANTINCENDIO (DECRETO MINISTERIALE 10/03/1998) Roma lì, GRUPPO DI LAVORO D - Corso ADDETTO ANTINCENDIO

Dettagli

Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario 2014): PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO

Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario 2014): PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO I Corsi di Bioikos Ambiente Antincendio e Primo Soccorso anno 2014 Circolare n. BA/4077/13/LE Bologna, 11 dicembre 2013 Spett. le Azienda, Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario

Dettagli

Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11

Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11 Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11 MODULO 2 - Relazioni tra i vari soggetti DATORE DI LAVORO: RSPP: Designa: Art.17 D.Lgs. 81/08 - Obblighi del datore di lavoro

Dettagli

Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo

Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 2 Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 3 ESTINZIONE DI UN INCENDIO Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 4 5 6 Come si spegne un incendio 7 8 9 ESTINZIONE DI UN INCENDIO Come si spegne

Dettagli

IL RISCHIO INCENDIO IL RISCHIO INCENDIO CAUSE DI INCENDI

IL RISCHIO INCENDIO IL RISCHIO INCENDIO CAUSE DI INCENDI IL RISCHIO INCENDIO Dopo aver affrontato (in parte) i temi della sicurezza trattati nel Decreto Legislativo 81/2008 affrontiamo adesso uno dei rischi più frequenti e pericolosi che potremmo trovarci di

Dettagli

BREVE APPROFONDIMENTO SULLE PRINCIPALI MISURE DI SICUREZZA

BREVE APPROFONDIMENTO SULLE PRINCIPALI MISURE DI SICUREZZA BREVE APPROFONDIMENTO SULLE PRINCIPALI MISURE DI SICUREZZA MISURE DI SICUREZZA PASSIVA: Resistenza al fuoco delle strutture e delle porte Compartimentazione Comportamento al fuoco dei materiali MISURE

Dettagli

SICUREZZA contro gli INCENDI

SICUREZZA contro gli INCENDI SICUREZZA contro gli INCENDI SICUREZZA contro gli INCENDI LA SICUREZZA CONTRO GLI INCENDI E LA SOMMA DEGLI ACCORGIMENTI DA ATTIVARE PERCHÈ IL FUOCO il fuoco non si verifichi il fuoco sia facilmente controllabile

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 ESTRAZIONE GAS, PETROLIO, CARBONE, MINERALI E LAVORAZIONE PIETRE Processo Estrazione di gas e petrolio

Dettagli

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it NOVACONSULT TEAM CORSI DI FORMAZIONE Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it www.novaconsult.it INDICE Premessa Corso base per lavoratori Corso di formazione

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Croce Rossa Italiana Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose Rovereto, 24 maggio 2012 Istruttore PC Massimiliano (Max) Morari Sommario I Vigili del Fuoco Sicurezza

Dettagli

Data inizio : 2015-01-01 Prezzo per partecipante : 180 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2015-01-01 Prezzo per partecipante : 180 EUR Località : Da definire Data inizio : 2015-01-01 Prezzo per partecipante : 180 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA

Dettagli

CATALOGO CORSI. Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale.

CATALOGO CORSI. Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale. CATALOGO CORSI 2016 Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale. SCHEDA DI ISCRIZIONE da inviare via fax al 0422/717768 o via e-mail a formazione@euroiso.it

Dettagli

emmeciemme Srl Laboratorio di analisi, servizi e consulenze in campo agroalimentare 1 di 5 ROBERTO CROTTI

emmeciemme Srl Laboratorio di analisi, servizi e consulenze in campo agroalimentare 1 di 5 ROBERTO CROTTI D. Lgs Governo 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Art. 37. - Formazione dei lavoratori

Dettagli

Materiale didattico validato da: Gestione emergenze

Materiale didattico validato da: Gestione emergenze Gestione emergenze 1. Piano di emergenza 2. Misure di prevenzione 3. Misure di Protezione 4. Estintori e fuochi 5. Evacuazione dai locali 6. Controlli periodici Rev. 1 ott. 2009 Situazioni di emergenza

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO. SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it

CATALOGO FORMATIVO. SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it CATALOGO FORMATIVO SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it INDICE Corso per Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione - Datore di

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA

CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA Informativa del 11/09/2012 CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA AMBITO SEGNALAZIONE PAG. Sicurezza Corso Addetti Antincendio 2 Sicurezza Corso Aggiornamento Addetti Antincendio 4 Bucciarelli Engineering S.r.l.

Dettagli

Il parere di conformità nella prevenzione incendi

Il parere di conformità nella prevenzione incendi 92 2.2.5.1.1 Tipi di estintore Gli estintori di distinguono: in base all agente estinguente utilizzato in: polvere idrocarburi alogenati (halon) anidride carbonica (CO 2 ) schiuma acqua in base alle dimensioni

Dettagli

Addetto alla Gestione Emergenza Antincendio

Addetto alla Gestione Emergenza Antincendio Addetto alla Gestione Emergenza Antincendio Il corso di Addetto Antincendio si prefigge di formare gli operatori in modo completo sulle tematiche relative alla gestione delle emergenze e sull estinzione

Dettagli

Dipartimento Sociale Direzione Regionale Politiche della prevenzione e Sicurezza sul lavoro. Dipartiment

Dipartimento Sociale Direzione Regionale Politiche della prevenzione e Sicurezza sul lavoro. Dipartiment Dipartiment Dipartimento Sociale NOTA INFORMATIVA SINTETICA PER L APPLICAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE NEI LAVORI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO ART. 66 D.LGS. 81/08 Luglio 2009

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015

DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015 DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015 VISTO il vigente Regolamento per l affidamento di incarichi di lavoro autonomo; VISTO l avviso pubblico emanato in data 19/10/2015 rif. SL/2015 e pubblicato all Albo

Dettagli

Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.

Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n. TITOLO Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.388) OBIETTIVI GENERALI Saper riconoscere tempestivamente le

Dettagli

Eni Corporate University

Eni Corporate University I fondamenti delle professionalità Health, Safety, Environment & Quality Eni Corporate University E n i ' s k n owledge company SALUTE Il nostro impegno per la persona Internet www.enicorporateuniversity.it

Dettagli

L incendio. Caratteristiche fisiche dell incendio Parte 1

L incendio. Caratteristiche fisiche dell incendio Parte 1 L incendio Caratteristiche fisiche dell incendio Parte 1 Generalità sugli incendi La combustione Le principali cause di incendio Sostanze estinguenti Dinamica dell'incendio I rischi per le persone e l'ambiente

Dettagli

CONOSCERE PER CRESCERE

CONOSCERE PER CRESCERE CONOSCERE PER CRESCERE FORMAZIONE / RICERCA / CONSULENZA IRES FVG PER LE AZIENDE Formazione su misura IRES FVG Impresa sociale progetta e realizza interventi formativi destinati al personale delle aziende.

Dettagli

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA RISCHIO INCENDIO EMERGENZE PROCEDURE DI ESODO protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del Lavoro

Dettagli

IMPIANTO ANTINCENDIO Le prestazioni richieste sono: A- conduzione degli impianti; B- controlli e manutenzioni preventive; Serramenti REI

IMPIANTO ANTINCENDIO Le prestazioni richieste sono: A- conduzione degli impianti; B- controlli e manutenzioni preventive; Serramenti REI IMPIANTO ANTINCENDIO Le prestazioni richieste sono: A- conduzione degli impianti; B- controlli e manutenzioni preventive; Serramenti REI della rispondenza della posizione delle porte REI al progetto di

Dettagli

IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI

IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 20-12-2012 (GU n.3 del 4-1-2013) Regola tecnica di

Dettagli

C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E

C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E ORDINANZA COMMISSARIALE N 528/04 DEL 20.07.2004 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO VISTO lo Statuto della Croce Rossa Italiana approvato con

Dettagli

CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING -

CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING - CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING - (F.GEN-00-F) Destinatari: Tutto il personale dipendente, escluso il legale rappresentante Obiettivi del corso: Fornire i concetti di rischio, danno, prevenzione,

Dettagli

CATALOGO PERCORSI SICUREZZA

CATALOGO PERCORSI SICUREZZA CATALOGO PERCORSI SICUREZZA (valido da febbraio a maggio 2016) Irecoop Lombardia tel. 031 308175 fax 031268387 www.irecooplombardia.confcooperative.it PREMESSA Irecoop Lombardia è l Agenzia Formativa promossa

Dettagli

SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO CORSO Addetto al servizio antincendio Attività a rischio di incendio MEDIO DURATA 8 ORE Il corso è rivolto a: Agli addetti antincendio designati alla prevenzione incendi

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO DI FONDIMPRESA AI SENSI DEL REGOLAMENTO DI FONDIMPRESA DEL 26/02/2015

CATALOGO FORMATIVO DI FONDIMPRESA AI SENSI DEL REGOLAMENTO DI FONDIMPRESA DEL 26/02/2015 CATALOGO FORMATIVO DI FONDIMPRESA AI SENSI DEL REGOLAMENTO DI FONDIMPRESA DEL 26/02/2015 PER.FORM scarl - Unione Industriale di Asti Piazza Medici 4-14100 ASTI Tel 0141.436965 Fax 0141.594644 P.IVA e CF

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose Sicurezza Antincendio La combustione è la reazione chimica tra due sostanze diverse: il COMBUSTIBILE (materiale capace di

Dettagli

PROCEDURE STANDARDIZZATE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI AI SENSI DELL ART. 29 D.Lgs. N 81

PROCEDURE STANDARDIZZATE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI AI SENSI DELL ART. 29 D.Lgs. N 81 PROCEDURE STANDARDIZZATE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI AI SENSI DELL ART. 29 D.Lgs. N 81 Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Indicazioni per la stesura del documento standardizzato

Dettagli

ISMEDA Group di LOMAGLIO Franco

ISMEDA Group di LOMAGLIO Franco AD OGGI ABBIAMO GIA EFFETTUATO CORSI per la Sicurezza per oltre.500 SCUOLE, AZIENDE, ENTI ITALIANI (Formazione Figure sensibili ai sensi del Testo Unico sulla Sicurezza DLgs 8/08) I costi seguenti si riferiscono

Dettagli

T.d.P. Fabozzi Marco ASS 4 "Medio Friuli"

T.d.P. Fabozzi Marco ASS 4 Medio Friuli ANTINCENDIO Cos è il fuoco? Cosa si può fare in caso di incendio? Come ci si deve comportare in caso di incendio? Cosa ci serve per fare il fuoco?? COMBUSTIBILE: carta, legno, vari gas, benzina, olii,

Dettagli

PRINCIPI DI ANTINCENDIO

PRINCIPI DI ANTINCENDIO Associazione Volontari Protezione Civile RIO VALLONE PRINCIPI DI ANTINCENDIO Aggiornamento : Giugno 2015 Principi sulla combustione e l incendio L incendio: Un fenomeno chimico fisico chiamato combustione

Dettagli

Sicurezza. nei luoghi di lavoro. Emergenza e uso del defibrillatore (DAE)

Sicurezza. nei luoghi di lavoro. Emergenza e uso del defibrillatore (DAE) Sicurezza nei luoghi di lavoro Emergenza e uso del defibrillatore (DAE) Catalogo corsi 2016 1 2 format s.a.s. di Telloli Silvano & C. Direzione e Amministrazione: Trento - via del Brennero 136 telefono

Dettagli

La protezione attiva

La protezione attiva LEZIONE 33 La protezione attiva L insieme delle misure di protezione che richiedono l azione di un uomo o l azionamento di un impianto sono quelle finalizzate alla precoce rilevazione dell incendio, alla

Dettagli

PREVENZIONE INCENDI E GESTIONE DELL EMRGENZA

PREVENZIONE INCENDI E GESTIONE DELL EMRGENZA PREVENZIONE INCENDI E GESTIONE DELL EMRGENZA EMRGENZA Dott. Sergio Biagini Tecnico della Prevenzione INCENDIO E ESPLOSIONE Ai fini della valutazione del rischio incendio il Datore di Lavoro classifica

Dettagli

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti industriali 2-2012 1

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti industriali 2-2012 1 Impianti industriali 2-2012 1 RIFERIMENTI NORMATIVI D.M.10/03/98 Criteri generali di sicurezza e per la gestione dell emergenza nei luoghi di lavoro D.M.04/04/98 Elenco attività normate (soggette a CPI)

Dettagli

Indice. Pagina 1 di 73. Sede legale: Viale Brigata Bisagno, 2/27-16129 Genova Tel./Fax 010 098.07.90/1

Indice. Pagina 1 di 73. Sede legale: Viale Brigata Bisagno, 2/27-16129 Genova Tel./Fax 010 098.07.90/1 Indice ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO 4 ORE 2 ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO MEDIO 8 ORE 4 AGGIORNAMENTO ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A

PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009 art. 45 e DM 15/07/03, n.388) Durata del corso Date e orari del corso Sede del corso

Dettagli

Questo documento è stato creato con QuestBase. Crea, stampa e svolgi questionari gratuitamente a http://www.questbase.

Questo documento è stato creato con QuestBase. Crea, stampa e svolgi questionari gratuitamente a http://www.questbase. 1 L'ossido di carbonio (CO) ha le seguenti caratteristiche: A) colore bianco e odore di mandorle amare; B) irritante per le vie respiratorie; C) incolore ed inodore. 2 Durante un incendio si possono avere

Dettagli

Le fonti della normativa della sicurezza Parte 3) 17/02/2015 Ingg. E. Collini - P. Fabrizio - ad uso esclusivo VF e ANVVF - IAE Bruno

Le fonti della normativa della sicurezza Parte 3) 17/02/2015 Ingg. E. Collini - P. Fabrizio - ad uso esclusivo VF e ANVVF - IAE Bruno Le fonti della normativa della sicurezza Parte 3) Prevenzione Incendi Misure di protezione attiva e passiva Vie di esodo, compartimentazioni, distanziamenti Segnaletica di sicurezza Sistemi di allarme

Dettagli

L obbiettivo vuole essere quello di

L obbiettivo vuole essere quello di ADDETTI ANTINCENDIO CORSO BASE OBIETTIVO L obbiettivo vuole essere quello di informare e formare, tutti coloro che per la prima volta devono conoscere le basi per la lotta antincendio nell emergenza. Imparando

Dettagli

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE. PREISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE PER A Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 190 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE. mod. 05.35 rev. 01

CATALOGO FORMAZIONE. mod. 05.35 rev. 01 CATALOGO FORMAZIONE è conforme alla norma AREA SICUREZZA è conforme alla norma RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE R..S.P.P. (Datori di lavoro) Corso base e aggiornamento Datori di lavoro

Dettagli

Le guide degli alberghi. La prevenzione incendi Il registro dei controlli

Le guide degli alberghi. La prevenzione incendi Il registro dei controlli Le guide degli alberghi La prevenzione incendi Il registro dei controlli INTRODUZIONE L art. 5 del D.P.R. n. 37/98, disciplinando i principali adempimenti gestionali finalizzati a garantire il corretto

Dettagli

CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO

CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO DATA ORARIO 8:00-8:00-8:00-8:00- CORSO FORMAZIONE VIGILI VOLONTARI PROGRAMMA DELLE LEZIONI TEORICHE (fine settimana) (N.B. per ogni modulo sono disponibili 2 e 30 minuti.) MATERIA ORGANIZZAZIONE Quadro

Dettagli

DOSSIER CORSI DI FORMAZIONE GENNAIO - DICEMBRE 2015

DOSSIER CORSI DI FORMAZIONE GENNAIO - DICEMBRE 2015 DOSSIER CORSI DI FORMAZIONE GENNAIO - DICEMBRE Formazione sulla sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs 81/2008) e s.m.i PRESENTAZIONE Con il presente catalogo intendiamo sintetizzare le principali opportunità

Dettagli

Formazione generale 4 ore Può essere svolta in modalità e-learning. Formazione generale Rischio Medio 8 ore

Formazione generale 4 ore Può essere svolta in modalità e-learning. Formazione generale Rischio Medio 8 ore LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN BASE ALL ACCORDO STATO-REGIONI L Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 disciplina la durata, i contenuti minimi, le modalità della formazione ed aggiornamento dei lavoratori

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE. Sicurezza, Ambiente, Management

PROGETTO FORMAZIONE. Sicurezza, Ambiente, Management PROGETTO FORMAZIONE Sicurezza, Ambiente, Management Studio di Consulenza Aziendale Copyright STUDIODEMETRA 2001 Il presente documento è di proprietà di STUDIODEMETRA Ogni divulgazione e riproduzione o

Dettagli

AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO

AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO SICUREZZA AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO OBIETTIVI Il corso di aggiornamento antincendio rischio basso è destinato agli addetti antincendio che dovranno svolgere tale compito presso aziende

Dettagli

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni)

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Per ulteriori informazioni e per conoscere le date dei corsi pianificati scrivere

Dettagli

ADDESTRAMENTO SQUADRA DI PRIMO INTERVENTO ANTINCENDIO SVOLTI SECONDO IL PROGRAMMA DEL DECRETO MINISTERIALE 64/98

ADDESTRAMENTO SQUADRA DI PRIMO INTERVENTO ANTINCENDIO SVOLTI SECONDO IL PROGRAMMA DEL DECRETO MINISTERIALE 64/98 ADDESTRAMENTO SQUADRA DI PRIMO INTERVENTO ANTINCENDIO SVOLTI SECONDO IL PROGRAMMA DEL DECRETO MINISTERIALE 64/98 CORSI ESEGUITI PRESSO IL NOSTRO CAMPO PROVE OPPURE PRESSO LE SEDI DEI CLIENTI (MAX 20 persone)

Dettagli

CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015

CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015 CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015 ID TITOLO DESTINATARI DATE DURATA QUOTA (IVA esclusa) SICUREZZA S1 CORSO FORMAZIONE SPECIFICA RISCHIO BASSO Lavoratori 4 ore 90,00 03/03/2015

Dettagli

Prevenzione incendi. A cura del Servizio di Prevenzione e Protezione dell Ateneo. La combustione

Prevenzione incendi. A cura del Servizio di Prevenzione e Protezione dell Ateneo. La combustione Prevenzione incendi A cura del Servizio di Prevenzione e Protezione dell Ateneo La combustione La combustione è una reazione chimica sufficientemente rapida di una sostanza combustibile ed una comburente

Dettagli

CATALOGO CORSI. Settembre 2014 Luglio 2015. Catalogo corsi 2014-2015 Valrisk S.r.l. Pagina 1 di 46

CATALOGO CORSI. Settembre 2014 Luglio 2015. Catalogo corsi 2014-2015 Valrisk S.r.l. Pagina 1 di 46 CATALOGO CORSI Settembre 2014 Luglio 2015 Sede Operativa: Via Stelvio, 19-23014 Delebio (Sondrio) Sede legale: Via Giulio Uberti, 12-20129 MILANO Telefono:0342-684377 - FAX:0342-685899 e-mail: info@valrisk.it

Dettagli

IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI

IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI VERCELLI Seminario di aggiornamento Ordine Ingegneri della Provincia di Vercelli 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 20-12-2012 (GU n.3 del 4-1-2013) Regola tecnica di

Dettagli

SAPER PROTEGGERE DAL FUOCO LA GARANZIA DI UNA PROTEZIONE TOTALE DA CHI DI FUOCO SE NE INTENDE

SAPER PROTEGGERE DAL FUOCO LA GARANZIA DI UNA PROTEZIONE TOTALE DA CHI DI FUOCO SE NE INTENDE SAPER PROTEGGERE DAL FUOCO LA GARANZIA DI UNA PROTEZIONE TOTALE DA CHI DI FUOCO SE NE INTENDE Mozzanica & Mozzanica è una società specializzata in tecniche e sistemi antincendio, che nasce più di 25 anni

Dettagli

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti e dispositivi di protezione antincendio

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti e dispositivi di protezione antincendio Impianti Meccanici 1 Danni provocati dagli incendi negli stabilimenti : - diretti : distruzione di macchinari, impianti, merci. - indiretti : mancata produzione Mezzi di prevenzione e Provvedimenti di

Dettagli

Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica

Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU ID. 784 CORSO DI FORMAZIONE Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica Destinatari Il

Dettagli

Irecoop Lombardia Sede di Como Via Martino Anzi, 8 tel. 031 308175 fax 031268387 email irecooplombardia@confcooperative.it

Irecoop Lombardia Sede di Como Via Martino Anzi, 8 tel. 031 308175 fax 031268387 email irecooplombardia@confcooperative.it tel. 031 308175 fax 031268387 www.irecooplombardia.confcooperative.it PREMESSA Irecoop Lombardia è l Agenzia Formativa promossa dalla Confcooperative Lombardia (organismo regionale della Confederazione

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE V PARTE I INTRODUZIONE ALLA PROBLEMATICA ANTINCENDIO. 1.1 La prevenzione 1.2 Il controllo e l estensione

SOMMARIO PRESENTAZIONE V PARTE I INTRODUZIONE ALLA PROBLEMATICA ANTINCENDIO. 1.1 La prevenzione 1.2 Il controllo e l estensione SOMMARIO PRESENTAZIONE V PARTE I INTRODUZIONE ALLA PROBLEMATICA ANTINCENDIO CAPITOLO 1 - I criteri di difesa antincendio 3 1.1 La prevenzione 1.2 Il controllo e l estensione» 3» 3 CAPITOLO 2 - I sistemi

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE 1

CORSI DI FORMAZIONE 1 CORSI DI FORMAZIONE 1 2 CORSI PER ADDETTI ANTINCENDIO Questa lezione costituisce il Corso obbligatorio per tutti i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio

Dettagli

CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO ELEVATO - RETRAINING

CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO ELEVATO - RETRAINING SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE In collaborazione con il Servizio Qualità Formazione Comunicazione e Accreditamento Corso di addestramento CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO

Dettagli

Corso per Addetti Antincendio Test di autovalutazione - Quesiti vero/falso

Corso per Addetti Antincendio Test di autovalutazione - Quesiti vero/falso 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 Si definisce gas compresso: A) un gas conservato ad una pressione maggiore della pressione atmosferica; B) un gas liquefatto a temperatura ambiente mediante compressione;

Dettagli

CORSO DI PRIMO SOCCORSO. AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08

CORSO DI PRIMO SOCCORSO. AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08 CORSO DI PRIMO SOCCORSO AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08 ARGOMENTI CORSO AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO per aziende di gruppo B e C (4 ore), ex D.M. 388/2003 e D.Lgs. 81/2008 UNICA

Dettagli

Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO Safety to rely on SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO BENVENUTI Siamo lieti di presentarvi la nostra azienda. Con sede a Casalecchio di Reno (BO), Proleven si occupa di consulenza e formazione

Dettagli

Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili.

Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili. Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili. Il rischio incendio nei cantieri temporanei e mobili, generati dal fuoco sono normalmente poco considerati. Di fatto è possibile affermare che in quest

Dettagli

Risposta esatta. Quesito

Risposta esatta. Quesito 1 2 Quesito Si definisce gas compresso: A) un gas conservato ad una pressione maggiore della pressione atmosferica; B) un gas liquefatto a temperatura ambiente mediante compressione; C) un gas conservato

Dettagli

IMPRESA SICURA s.r.l.

IMPRESA SICURA s.r.l. REGISTRO DEI CONTROLLI E DELLA MANUTENZIONE ANTINCENDIO ai sensi del D.P.R. 151/2011 IMPRESA SICURA s.r.l. Via N. Bixio n. 6 47042 - Cesenatico (FC) Tel. 0547.675661 - Fax. 0547.678877 e-mail: info@impresasicurasrl.it

Dettagli

Prevenzione e Protezione Incendi: Servizio Prevenzione e Protezione

Prevenzione e Protezione Incendi: Servizio Prevenzione e Protezione Prevenzione e Protezione Incendi: informazioni utili M. P e r c h i a z z i Servizio Prevenzione e Protezione I N F N B a r i Introduzione Parte prioritaria del programma del Servizio Prevenzione e Protezione

Dettagli

D.Lgs 9 aprile 2008, n.81

D.Lgs 9 aprile 2008, n.81 D.Lgs 9 aprile 2008, n.81 Definizioni Ai sensi dell art.2 del decreto 81/2008, si precisa che: 1. Datore di lavoro: è il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore. Nel caso Suo è la persona

Dettagli

CATALOGO CORSI. Settembre 2014 Luglio 2015 & Settembre 2015 Luglio 2016. Catalogo corsi 2014-2015 & 2015-2016 Valrisk S.r.l.

CATALOGO CORSI. Settembre 2014 Luglio 2015 & Settembre 2015 Luglio 2016. Catalogo corsi 2014-2015 & 2015-2016 Valrisk S.r.l. CATALOGO CORSI Sede Operativa: Via Stelvio, 19-23014 Delebio (Sondrio) Sede legale: Via Giulio Uberti, 12-20129 MILANO Telefono:0342-684377 - FAX:0342-685899 e-mail: info@valrisk.it P.Iva 07246240969 Settembre

Dettagli