TRAINING AUTOGENO. E rivolto a tutte le donne che desiderano affrontare la gravidanza ed il parto con maggior serenità, equilibrio e benessere.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRAINING AUTOGENO. E rivolto a tutte le donne che desiderano affrontare la gravidanza ed il parto con maggior serenità, equilibrio e benessere."

Transcript

1 TRAINING AUTOGENO Il T.A. è una tecnica di rilassamento, di auto distensione somatica e psichica che permette di ridurre la tensione e di ripristinare uno stato di calma; inoltre permette di ottenere un recupero di energia e di promuovere un giusto equilibrio neuro-vegetativo. E utile a qualsiasi età per trovare giovamento in casi di: stress, ansia, insonnia, stanchezza, patologie psico-somatiche (cefalea, ipertensione, gastrite, asma ). E indicato anche nel lavoro per facilitare un recupero profondo e rapido delle energie, nello studio per potenziare la memoria ed aumentare la concentrazione, nello sport per migliorare le prestazioni sportive. E rivolto a tutte le donne che desiderano affrontare la gravidanza ed il parto con maggior serenità, equilibrio e benessere.

2 INTRODUZIONE Il training autogeno (T.A.) nasce come tecnica ideata dal dottor Schultz, neurologo e psichiatra, vissuto nel 1884 e morto nel Dopo molti anni di studi sull'ipnosi, Schultz formula una tecnica che consente di raggiungere un livello di rilassamento senza però l'ausilio di un terapeuta. L'essere in grado di raggiungere da soli questo stadio permette infatti di evitare che si sviluppi una certa dipendenza dal terapeuta. Con il T.A. si ha la massima autonomia del soggetto, che potremmo dire è terapeuta di sè stesso. ll T.A. cerca di auto-indurre volontariamente un attivazione dell' area trofotropica (sita nell'ipotalamo), mediante la ripetizione mentale di specifiche frasi o immagini. La stimolazione di quest aerea determina l attivazione del sistema parasimpatico con conseguenti fenomeni quali la riduzione del ritmo cardiaco, della frequenza respiratoria e del tono muscolare. Tutti questi fenomeni caratterizzano lo stato di rilassamento, o lo stato di metabolismo basale, ovvero il metabolismo che avrebbe il corpo in uno stato di assoluto riposo, senza nessuna attivazione fisica o mentale (quello per intenderci di un buon sonno ristoratore). In questa tecnica la coscienza conserva sempre uno stato di relativa vigilanza e non vi è perdita di coscienza. Questo stato di rilassamento permette che il corpo possa fare quello che naturalmente sa fare; ovvero ripristinare gli equilibri ideali a livello somatico e psicologico, dal ritmo cardiaco, alla respirazione, al ciclo sonno-veglia. Il Sistema Parasimpatico e i naturali sistemi di autoregolazione vengono messi nella condizione di agire nella maniera più efficace, liberi da qualsiasi condizionamento superfluo. Il training autogeno è finalizzato a raggiungere, con un metodo volontario, la condizione che si raggiunge spontaneamente con il sonno: questa condizione ha la funzione come abbiamo detto, di riparare, rigenerare e rivitalizzare l organismo. Il sonno tuttavia si raggiunge attraverso una commutazione psichica spontanea, e la sua funzione si verifica soltanto se la volontà cosciente è in uno stato di passività.

3 Allo stesso modo nel T.A., per raggiungere lo stato di commutazione autogena, è indispensabile concentrarsi sulle parti del proprio corpo tramite una concentrazione passiva. Una concentrazione cioè non mirata ad uno scopo, ma una concentrazione di contemplazione, di attesa passiva: si lascia accadere ciò che dovrà accadere. Sembra un paradosso, ma man mano si procede con l'apprendimento della tecnica gli effetti desiderati si produrranno da soli ( auto- genesis). Vi sono funzioni guidate da processi nervosi riflessi che si attivano o si intensificano se le funzioni volontarie si attenuano o tendono ad azzerarsi: la tecnica del training autogeno consiste dunque nel ridurre il più possibile le funzioni volontarie, l'attività e il controllo dell'io, in modo che i processi spontanei di distensione, rigenerazione, rivitalizzazione possano attivarsi. Il T.A. è composto da particolari esercizi che devono essere appresi in modo graduale e con allenamento costante. Quando ci si trova in uno stato di tensione, ansia o stress, si producono nel corpo e nella mente, particolari modificazioni che, se superano una certa soglia di tolleranza, possono provocare tensioni muscolari, spasmi viscerali, freddo in talune parti del corpo e alterazioni funzionali di meccanismi neurovegetativi, endocrini e umorali. In questa fase si può avere l impressione di essere sopraffatti dalle proprie emozioni e dai pensieri che riempiono la nostra mente. Gli esercizi previsti, permettono di migliorare, modificare, risolvere e normalizzare funzioni psichiche o somatiche alterate nel loro equilibrio originario. Il percorso degli esercizi permette di raggiungere un rilassamento muscolare, vascolare, una tranquillizzazione del battito cardiaco e di quello respiratorio, un rilassamento viscerale e una vasocostrizione a livello del capo che sono l'opposto dei dolori muscolari, delle mani fredde per l'agitazione, della tachicardia, del respiro affannoso e corto dell'ansia, degli spasmi intestinali e del cosiddetto "sangue che va alla testa".

4 ORIGINI E DIFFUSIONE DEL T.A. Il Training Autogeno è una tecnica ideata negli anni 30 da J.H.Schultz neurologo, psichiatra e studioso di ipnosi (Berlino, ). Il T.A. oltre ad essere figlio legittimo dell ipnosi risente positivamente della collaborazione che Schultz ha avuto con Voght, studioso anch egli dell ipnosi e del rilassamento frazionato: l incontro con Voght influenzò profondamente il T.A. di Schultz, ma le due tecniche si differenziavano per un elemento: il rilassamento frazionato prevede l eterosuggestione, cioè il ruolo del terapeuta che attraverso le parole induce lo stato di distensione nel soggetto (anche se la dipendenza è di molto attenuata rispetto all ipnosi). Shultz superò quest ostacolo ideando il T.A. che nasce come una tecnica autogena, cioè che si può perseguire da sé: ecco la vera novità del metodo. Questo passaggio dall eterosuggestione alla autogenicità del metodo è particolarmente importante in quanto il metodo di Voght così come altre tecniche condotte da uno specialista, non possono essere utilizzate autonomamente dal soggetto. Con il T.A. invece le cose cambiano: è uno strumento che una volta acquisito si può utilizzare autonomamente senza bisogno di intermediari. Dal 1932 anno di pubblicazione di Das Autogene Training (opera fondamentale di Schultz) ad oggi si è potuta rilevare una tale diffusione del metodo in molti paesi del mondo. L ampia diffusione della tecnica è dovuta soprattutto all opera divulgativa degli allievi di Schultz; tra i più famosi personaggi in ambito internazionale ricordiamo W. Luthe, H. Wallnofer, B. H. Hoffman, F. Kretschemer che hanno saputo estendere le possibilità applicative del T.A. dal campo strettamente clinico (medico e psicoterapico) a quello non clinico (rilassamento, sport, gravidanza, lavoro).

5 A CHI SI RIVOLGE Il T.A. può essere rivolto a coloro che: desiderano ottenere un rilassamento muscolare: aiuta a sciogliere le tensioni e perciò favorisce il miglioramento del proprio rendimento in tutte le attività. sentono il bisogno di alleviare il proprio livello di stress: aiuta a ristabilire un equilibrio nell organismo sia da un punto di vista neurofisiologico (regolazione ormonale) sia da un punto di vista psichico. sostengono dei ritmi lavorativi pesanti ed impegnativi - stress da lavoro -: il T.A. favorisce il recupero di energie e migliora la concentrazione favorendo il raggiungimento degli obiettivi prefissati; svolgono un attività sportiva: favorisce il recupero di energie e migliora la concentrazione contribuendo al conseguimento di alte prestazioni. Il T.A. è rivolto anche a tutte le donne che desiderano affrontare la gravidanza ed il parto con maggior serenità, equilibrio e benessere. Inoltre può essere rivolto a coloro che soffrono di disturbi psicosomatici: disturbi gastroenterici (gastrite, stipsi) disturbi cardiaci (tachicardia, bradicardia) disturbi respiratori (asma) disturbi dermatologici (psoriasi, pruriti) dolori (cefalea vasomotoria, dismenorrea) disturbi del sonno (insonnia) disturbi d ansia

6 LO STATO DI COSCIENZA NEL T.A. Nel T.A. si ha un alterazione dello stato di coscienza. Cos è lo stato di coscienza? E quel particolare stato in cui si trova una persona in determinati momenti. Lo stato di coscienza è determinato da due elementi: - La vigilanza - La consapevolezza La vigilanza è caratterizzata da uno stato di veglia che non necessariamente è associata alla consapevolezza di ciò che accade nel mondo che ci circonda. La consapevolezza consiste nell avere la percezione del mondo che ci circonda e nella condizione più evoluta del proprio essere. E, perciò, quell elemento che incide sulla modificazione qualitativa della coscienza (per es.: responsabilità di sé stessi, nei confronti del proprio stato di salute ) Nel T.A. di base l elemento che interessa è la vigilanza che incide sullo stato funzionale dell organismo. Nel T.A. il livello di vigilanza prevede, al fine di eseguire un esercizio con un buon esito, il raggiungimento di uno stato intermedio che sfrutta i vantaggi del torpore dato dalla sonnolenza collegandoli con una coscienza ancora vigile. Ciò significa che il pensiero è vigile, ma introspettivo, la concentrazione tesa cede il posto all attenzione fluttuante (concentrazione passiva). Nel T.A. il livello di vigilanza può anche diminuire; in questo caso è presente un pensiero onirico sotto forma di immagini determinate emotivamente, di visualizzazioni; i contatti con il mondo esterno sono interrotti, il pensiero è determinato dalle emozioni, dagli istinti. Durante il T.A. l alterazione dello stato di coscienza fa si che si arriva ad uno stato autogeno durante il quale, da un punto di vista fisiologico, si verifica un cambiamento a livello di onde cerebrali; nello stato autogeno sono presenti le onde theta ed alfa. Le onde theta sono proprie della mente impegnata in attività di immaginazione, visualizzazione, ispirazione creativa; tendono ad essere prodotte durante la meditazione profonda. Le onde alfa sono associate ad uno stato di coscienza vigile, ma rilassata. La mente calma e ricettiva è concentrata sulla soluzione di problemi esterni o sul raggiungimento di uno stato meditativo leggero. Le onde alfa dominano nei momenti introspettivi o in quelli in cui più acuta è la concentrazione per raggiungere un obiettivo preciso.

7 LA COMMUTAZIONE AUTOGENA L alterazione dello stato di coscienza che vive il soggetto durante il training fa si che il T.A. non sia solamente un ottima e diffusa tecnica di rilassamento; il rilassamento è solo il primo gradino di un percorso che può condurre al miglioramento del proprio rendimento in tutte le attività, aiuta a sciogliere le tensioni e ad eliminare molte disfunzioni psichiche e comportamentali. Si parte, dunque, da modificazioni muscolari per ottenere una trasformazione nella sfera psichica e vegetativa. Per spiegare la commutazione autogena si parte dall esplicitare il significato letterale di Training Autogeno: - Training vuol dire addestramento, allenamento, formazione, esercizio; - Autogeno vuol dire che si genera da sé. Che cos è che si genera da sé attraverso il training autogeno? Si genera quella che viene chiamata commutazione autogena. La commutazione autogena è un cambiamento psicofisico globale che produce modificazioni fisiologiche e psichiche in noi stessi. Gli stati di coscienza considerati normali dalla nostra società sono la veglia, il sonno ed il sogno. Consideriamo lo stato di veglia e il rilassamento come gli estremi opposti: Si può produrre la commutazione autogena attraverso una serie di esercizi di seguito illustrati.

8 I SEI ESERCIZI DEL T.A. La caratteristica fondamentale di questo metodo è di ottenere attraverso esercizi mentali modifiche corporee, che a loro volta sono in grado di influenzare la sfera psichica dell individuo (unità mente-corpo). Il T.A. si realizza attraverso una serie di esercizi durante i quali l individuo impara a ripetersi mentalmente determinate formule che si riferiscono a specifiche zone e/o organi del corpo. Per accedere ai seguenti esercizi è necessario creare una condizione di calma; si potrebbe pensare al T.A. come ad un treno composto da un locomotore (calma) che traina sei vagoni (gli esercizi) esercizio della pesantezza che produce uno stato di ipotonia muscolare, cioè rilassamento dei muscoli; esercizio del calore che produce una vasodilatazione periferica, con il conseguente aumento del flusso sanguigno; esercizio del cuore che produce un miglioramento della funzione cardiovascolare; esercizio del respiro che produce un miglioramento della funzione respiratoria; esercizio del plesso solare che produce un aumento del flusso sanguigno in tutti gli organi interni; esercizio della fronte fresca che produce una leggera vasocostrizione nella regione encefalica.

9 CARATTERISTICHE DEL T.A. Il Training Autogeno è una tecnica che prevede: la ripetizione di formule standard; l assunzione di una determinata postura; una particolare concentrazione denominata concentrazione passiva; la disponibilità all introversione-introspezione (disponibilità ad essere in contatto con sé stessi); un allenamento costante e sistematico (training = allenamento).

10 1. Ripetizione di formule standard Come già detto, il T.A. consiste nella ripetizione di formule standard; le formule si riferiscono a specifiche zone e/o organi del corpo. La ripetizione mentale della formula determina una modificazione corporea che a sua volta è in grado di influenzare la psiche. Ciò è possibile perché l organismo umano è un unità biopsichica; mente e corpo non sono componenti autonome bensì sono strettamente correlate, in un rapporto di influenza reciproca pertanto è possibile attraverso attività mentali produrre modifiche di funzioni organiche. Per esemplificare quanto detto, ossia per dimostrare il legame e l influenza tra mente e corpo, si potrebbe pensare alla situazione in cui la sola idea di un buon pranzo può stimolare vere e proprie modificazioni fisiologiche quali la salivazione -acquolina in bocca- e secrezione gastrica. In sostanza sia che si mangi il cibo sia che se lo immagini solamente, il corpo reagisce nello stesso modo. Il T.A. funziona secondo la medesima logica: l idea procura una modificazione fisiologica. Ad esempio: dall esercizio della pesantezza, la formula il braccio destro è pesante : ciò significa che l idea di avere il braccio destro pesante determina delle modificazioni fisiologiche ossia il muscolo si rilassa riuscendo ad avvertire così la pesantezza; per ottenere lo stato di pesantezza è necessario ripetere più volte mentalmente la formula e fare esercizio. Da un punto di vista neurofisiologico, accade che la ripetizione mentale della formula provoca degli impulsi non solo sull organo o sui muscoli direttamente interessati dalla formula, ma anche in una serie di muscoli non direttamente interessati.

11 2. Assunzione di una determinata postura Tre sono le posizioni in cui si può praticare il T.A.: - La posizione supina: la più idonea perché si avvicina di più a quella richiama uno stato di rilassamento; infatti è la posizione che si assume quando si va a dormire e quindi quando l intenzione è quella di far riposare e rilassare il corpo. - La posizione a poltrona: richiede l ausilio di una poltrona; rispetto alla posizione supina favorisce l esecuzione del training in un maggior numero di luoghi; questa posizione può essere adottata da tutti; - La posizione del cocchiere: si ottiene utilizzando una sedia o sfruttando un gradino o simile; tale posizione ricorda quella assunta dai cocchieri quando si addormentavano sulle carrozze. Questa posizione è sconsigliata per coloro che soffrono di scoliosi. Ognuno deve trovare quella a lui più consona. 3. Concentrazione passiva Per concentrazione si intende generalmente l attivo rivolgersi dell attenzione su determinati oggetti. Nel T.A. il termine concentrazione assume un significato diverso; la concentrazione passiva sottende il rivolgersi verso un processo in modo disteso e spontaneo; il concetto può essere espresso riprendendo l immagine di una candela: questa infatti illumina, anche se debolmente, tutto ciò che la circonda. Per assumere un giusto atteggiamento di passività mentale si deve acquisire una disposizione di non volontà lasciando che tutto accada come se si fosse spettatori di sé stessi. Ogni tentativo forzato di raggiungere una meta, quale il rilassamento o la pesantezza, finisce per produrre l effetto contrario.

12 4. Disponibilità all introversione Le caratteristiche della cultura occidentale hanno condotto l individuo ad assumere un atteggiamento estremamente estroverso. Egli vive per il mondo esterno; il suo mondo interiore tende ad atrofizzarsi; spesso alcune qualità che ognuno di noi ha posseduto da bambino vengono represse; la spontaneità infantile viene sostituita dal comportamento convenzionale, la fantasia e l inventiva vengono sostituiti da sistemi astratti o accantonati. Il T.A. permette il recupero dell introspezione, ed in prima battuta lo fa attraverso la percezione del proprio vissuto corporeo. Schultz prevede che si arrivi ad avere coscienza del proprio corpo in modo progressivo, ossia iniziando da quelle parti di sé di cui si ha una buona rappresentazione e di conseguenza una maggior coscienza; perciò si inizierà a percepire: la muscolatura striata (ossia dei muscoli volontari che permettono i movimenti del corpo muoversi, ballare, scrivere, ecc.); seguirà la percezione del sistema cardio-vascolare del quale si ha una rappresentazione ed una coscienza meno vivida (per es. normalmente non si avverte il battito cardiaco a meno che non vi porgiamo attenzione); seguirà la percezione del sistema neurovegetativo (comprende fenomeni come la respirazione, la dilatazione pupillare, i movimenti dello stomaco..); del sistema neurovegetativo si ha una rappresentazione ed una coscienza ancor meno vivida, tant è che ci accorgiamo che stiamo respirando solo per brevi momenti durante la giornata, per non parlare poi della dilatazione pupillare o dei movimenti dello stomaco. Quindi la percezione del proprio corpo avviene dall esterno verso l interno del corpo o dagli strati più superficiali a quelli più interni del nostro corpo. Schultz, in linea con quanto sopra detto, ha formulato la teoria dell IO-CORPO in base alla quale l IO è posto al centro di un sistema di cerchi concentrici che rappresentano i diversi livelli di coscienza; da quelli di cui abbiamo maggior coscienza a quelli di cui ne abbiamo meno.

13 5. Allenamento costante Il T.A. è una tecnica modesta dal punto di vista applicativo (una volta appreso, una persona è davvero in grado di fare il T.A. in modo autonomo), ma l elemento che assolutamente non può deficitare è il costante allenamento; perché è così importante l allenamento? il costante allenamento permette che si instauri l associazione tra la formula pronunciata mentalmente e gli effettivi riscontri fisiologici. Esempio: formula standard il braccio destro è pesante. Per favorire la percezione fisica della pesantezza è necessario che si instauri il collegamento tra la mente ed il corpo e questo si realizza solo con l allenamento; infatti difficilmente si riuscirà a sentire sin dal primo esercizio la pesantezza del braccio, ma sicuramente si arriverà a percepirla con il tempo, tempo che può essere variabile da persona a persona (una persona può sentire la pesantezza al secondo esercizio, un altra al settimo esercizio). Com è possibile che in corrispondenza di una determinata formula avvengano dei reali cambiamenti fisiologici? Il principio che sta alla base è quello dell ideoplasia; ossia la sola idea di un movimento produce il movimento stesso; la rappresentazione mentale è quasi sempre accompagnata da minimi impulsi motori inconsapevoli che determinano la percezione. Esempio: se tra le dita, con il braccio semi alzato e rilassato viene tenuto un filo, piegato a metà, al cui centro vi è un anello e si pensa solo mentalmente che il pendolo inizi a muoversi da dx verso sx o in senso orario, lo si vedrà gradualmente spostarsi nella direzione pensata.

14 T.A. e SISTEMA NERVOSO Il T.A. può essere utilizzato per equilibrare il Sistema Nervoso Autonomo, anche chiamato Sistema Vegetativo, che è quel sistema che controlla gli organi interni involontari (cuore, polmoni, bronchi). Il Sistema Vegetativo si divide in Sistema Nervoso Simpatico e Sistema Nervoso Parasimpatico; le funzioni di questi due sistemi sono antagoniste e complementari; quasi ogni organo è controllato da ambedue i sistemi. Esempio: per quanto riguarda la frequenza cardiaca il simpatico è responsabile dell accelerazione del battito cardiaco ed il parasimpatico è responsabile del rallentamento. Quando in un organo i due sistemi agiscono in egual misura si delinea una situazione di equilibrio, viceversa quando in un organo prevale l uno o l altro sistema si delinea una situazione di squilibrio che determina un disturbo; o meglio, quando per un lungo periodo di tempo i due sistemi non sono in equilibrio ci si ammala. Con il T.A. si ha la possibilità di equilibrare il Sistema Nervoso Vegetativo attraverso una messa a riposo del Simpatico, il sottosistema responsabile di buona parte delle attivazioni fisiologiche (aumento del battito cardiaco, innalzamento della pressione sanguigna, aumento del tono muscolare, accelerazione del ritmo respiratorio ). Questa messa a riposo del Simpatico, a livello neurofisiologico, è possibile attraverso la regolazione di particolari ormoni (adrenalina, noradrenalina, cortisolo); questi ormoni, in particolari situazioni, per es. in situazioni di stress, vengono rilasciati in eccesso dall organismo, ed attraverso il T.A. è possibile riportarli nella norma e ristabilire un certo equilibrio nell organismo. Nello specifico, durante il T.A. si verifica una diminuzione della produzione di adrenalina, noradrenalina, e del cortisolo. Diminuzione della produzione di adrenalina e noradrenalina. L adrenalina è un ormone che viene rilasciato in eccesso dalle ghiandole surrenali in situazioni di particolare stress, generalmente per affrontare un pericolo imminente. In queste situazioni la pressione sanguigna ed i battiti cardiaci aumentano d'intensità, il cuore pompa più sangue e quindi si ha una maggior irrorazione sanguigna di muscoli e cervello. Crescono eccitazione e concentrazione, mentre sono inibite altre funzioni come la digestione, la riproduzione cellulare e la risposta all'infiammazione, meno importanti in quel momento (quindi vi è una maggior attivazione del Sistema Simpatico rispetto al Parasimpatico). Una volta finito il pericolo la concentrazione di questi due ormoni dovrebbe calare fino a tornare a livelli normali.

15 Quando situazioni stressanti perdurano nel tempo l organismo si trova troppo spesso a liberare l adrenalina. In queste situazioni il Training Autogeno aiuta l organismo a ristabilire un equilibrio neurofisiologico (regolazione della produzione ormonale) che si riflette positivamente sulla psiche e sul benessere della persona. Diminuzione della produzione di cortisolo. Il cortisolo è un ormone rilasciato in eccesso dall organismo (corticale del surrene) in situazioni di stress e stile di vita frenetico. Il cortisolo stimola il fegato a rilasciare glucosio nel sangue per permettere all'organismo di affrontare il momento di bisogno con maggiori risorse energetiche. Se lo stress, però, diventa continuo nel tempo, il cortisolo da utile baluardo dei nostri bisogni diventa sostanza dannosa capace di "corrodere" le funzioni più importanti del nostro organismo. L'eccesso di glucosio provoca alterazioni nella produzione d'insulina e manda in tilt l'equilibrio ormonale. Un'alterazione della produzione di glucosio può portare al diabete. Inoltre ci può anche essere un rischio cardiovascolare dal momento che vengono rilasciate nel sangue maggiori quantità di grassi che a lungo andare provocano un aumento di colesterolo e trigliceridi. L'eccesso di quest'ormone ha come sintomi stanchezza, osteoporosi, iperglicemia, diabete mellito tipo II, perdita di tono muscolare e cutaneo, colite, gastrite, impotenza, perdita della libido, aumento della pressione arteriosa, depressione, apatia, euforia, diminuzione della memoria. Concludendo, si può dire che attraverso il T.A. sia possibile modificare il tono vegetativo; per realizzare questo è necessario un lungo allenamento perché solo con l allenamento si può rinforzare il ponte mente-corpo ; questo dialogo tra le due parti favorisce, sia l ottenimento di uno stato di rilassamento muscolare sia la creazione di un equilibrio del sistema vegetativo attraverso la regolazione degli ormoni. Tutto ciò è possibile perché lo stato autogeno che si raggiunge durante il training e la ripetizione degli esercizi fanno sperimentare al soggetto la calma, il rilassamento muscolare, un regolare ritmo respiratorio e cardiaco, ossia fanno vivere al soggetto quelle situazioni-condizioni favorevoli e necessarie sia a livello neurofisiologico che psichico per contrastare situazioni di tensione e stress che ogni persona vive nella propria vita.

16 T.A. e SFERA EMOTIVA Il T.A. coinvolge anche la sfera emotiva: la distensione vegetativa conduce allo smorzamento delle risonanze affettive. Gli stati emotivi conducono a tensioni nella muscolatura scheletrica, viscerale e vascolare, così anche la distensione dei vari muscoli, collegata alla sedazione dell attività cardiaca, della respirazione e dell attività digestiva, provoca un induzione di calma, cioè uno smorzamento delle risonanze affettive. Nella distensione ottenuta con l esercizio di T.A. gli stati emotivi sono meno intensi; le reazioni agli eventi esterni più tranquille; l intelletto e la ragione non sono più sopraffatti da essi. Altrettanto importante è l inibizione preventiva (anticipatoria) delle reazioni emotive. Comunque non bisogna fraintendere: lo smorzamento dell affettività non è un appiattimento o un impoverimento dei sentimenti e delle emozioni, al contrario: esso serve solo ad eliminare o a calmare le manifestazioni troppo intense ed eccessive, le quali sotto forma di ondate hanno il potere di sopraffare temporaneamente tutta la restante affettività. E necessario perciò sedare solo quelle oscillazioni affettive intense; una volta che questi disturbi sono stati eliminati, affiora un gran numero di sentimenti sottili e profondi che prima erano stati travolti dal turbine degli affetti traboccanti. Questo è un altro paradosso del T.A.: le sensazioni e le esperienze emotive dell uomo vengono sollecitate impedendo il sopravvenire di emozioni troppo intense.

17 CONCLUSIONI Il Training Autogeno ha l intento di rendere le persone in grado di raggiungere uno stato di benessere e di rilassamento in modo facile ed autonomo. Stimola un attitudine alla calma ed all ascolto del proprio corpo e delle proprie sensazioni, lasciando accadere ogni cosa: il nostro organismo ha in sé tutto il potenziale per attuare una trasformazione e raggiungere uno stato di benessere. Un viaggio all interno di sé stessi, che tutti possono compiere per prevenire malattie e disturbi psicosomatici, combattere la stanchezza ed il carico di stress, migliorare le proprie prestazioni fisiche.

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità.

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità. Gli effetti delle lesioni cerebrali Dato che il cervello è coinvolto in tutto ciò che facciamo, le lesioni cerebrali possono provocare una vasta serie di effetti. Questi effetti variano da una persona

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Ogni giorno dopo i pasti

Ogni giorno dopo i pasti Ogni giorno dopo i pasti Se si facesse un sondaggio su che cosa la gente porti, abitualmente, nella borsa, uno degli oggetti più quotati sarebbe: medicinali. Non dico gli anziani, ma sapete quanti adolescenti

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

C.A.S. Teoria dell allenamento PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO. Le funzioni Le componenti

C.A.S. Teoria dell allenamento PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO. Le funzioni Le componenti Di Marco Mozzi PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO Le funzioni Le componenti Avendo riportato, all interno del paragrafo dedicato agli obiettivi, alcuni concetti che possono risultare di difficile comprensione

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS

I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS Manuale informativo per il paziente e la sua famiglia INTRODUZIONE L'ictus colpisce in Italia 194.000 soggetti ogni anno e di questi 80% sono primi episodi ed il 20% recidive.

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA.

Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA. Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA. Raffello Cortina, Milano 2007 Benjamin Libet Il libro di Benjamin Libet ruota intorno alla problematica della relazione fra cervello ed esperienza

Dettagli

Cos e` la Psicosi da Depressione?

Cos e` la Psicosi da Depressione? Italian Cos e` la Psicosi da Depressione? (What is a depressive disorder?) Cos e` la psicosi depressiva? La parola depressione viene di solito usata per decrivere lo stato di tristezza di cui noi tutti

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity

Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity Stress and Control Techniques for Cave Divers Activity Mauro CAMPINI 1; Lorenzo EPIS 2 Via Ostigliese,82 Barbasso di Roncoferraro Mantova ITALY Tel +39 376 664509 maurocampini@hotmail.com 1 - Technical

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa

Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa INCONTRO TECNICO GRATUITO Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa Treviso, 17 giugno 2010 Oggi parleremo di: Principali riferimenti normativi e presentazione dell accordo quadro europeo

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

Rischi correlati allo stress lavoro-correlato

Rischi correlati allo stress lavoro-correlato Rischi correlati allo stress lavoro-correlato Non è possibile conoscere a priori quale sia la strada giusta per raggiungere un obiettivo se non cominciamo a percorrerla Dott. Marco Broccoli (Ausl di Ravenna)

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso

Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso miotatico fasico e riflesso miotatico tonico. Inibizione dell

Dettagli

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA RAPPORT & SINTONIA 1 RAPPORT Il termine rapport indica che esiste o che si è stabilita una reciproca comprensione tra due o più persone. Il sinonimo per tale concetto è sintonia o feeling. Per rapport,

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Tutto mi va storto perché il mondo ce l ha su con me Tutto mi va storto perché io sono sbagliato Se mi guardo intorno, se provo a

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica ANESTETICI GENERALI ENDOVENOSI Proprietà: -Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica -Risveglio rapido :questo è possibile quando

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Le basi scientifiche dell allenamento nel tiro con l arco

Le basi scientifiche dell allenamento nel tiro con l arco Le basi scientifiche dell allenamento nel tiro con l arco Autore: Caner Açikada. Hacettepe University School of Sport Science and Technology, Ankara, Turkey Titolo Originale: Scientific Foundations of

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE COCAINA COCAINA La cocaina è una sostanza liposolubile che attraversa facilmente qualsiasi membrana, usata per tanto tempo come anestetico locale di superficie. Emivita plasmatica in media inferiore a

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO. è costituito due tipi cellulari: il neurone (cellula nervosa vera e propria) e le cellule gliali (di supporto, di riempimento: astrociti,

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20.

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20. Lo Studio Lo StudioFisiocenter del Dottor Marco Giudice è un team di professionisti che offre supporto e assistenza per la risoluzione di un ampia gamma di problemi fisici. Operano in ambito preventivo,

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI. Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI. Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Che cos è lo sport? Lo sport viene definito come l'insieme delle attività, individuali

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

I rischi da stress lavoro-correlato. A cura di Franca Da Re. Dirigente scolastica Psicologa del Lavoro

I rischi da stress lavoro-correlato. A cura di Franca Da Re. Dirigente scolastica Psicologa del Lavoro I rischi da stress lavoro-correlato A cura di Franca Da Re Dirigente scolastica Psicologa del Lavoro Da diversi anni la psicologia e la medicina del lavoro si occupano delle patologie che possono avere

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli