LA PROGETTAZIONE COMUNE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA PROGETTAZIONE COMUNE"

Transcript

1 LA PROGETTAZIONE COMUNE La fase operativa di Lasciamo il segno ha avuto inizio con un percorso di progettazione partecipata secondo la metodologia Goal Oriented Project Planning che ha visto coinvolti i referenti dei vari enti ed associazioni aderenti alla rete, secondo interesse specifico, in 4 tavoli tematici coerenti con Gli investimenti che funzionano per promuovere l attività fisica (documento che integra la Carta di Toronto). Le schede progetto di seguito presentate sono state costruite dai 4 tavoli tematici all interno di aree di possibile azione orientate ad aumentare la quota di popolazione attiva. Le proposte fondano su criteri di sostenibilità, economicità e riproducibilità sul territorio. L adesione ai singoli progetti è libera; gli enti o le associazioni interessati ad una o più proposte potranno contattare i referenti dei singoli progetti come indicato nelle singole schede progetto. indice schede I. Attività motoria per tutti Attività motoria all aria aperta Attività fisica ludico motoria II. Urbanistica favorevole al movimento Mappatura e definizione percorsi di connessione urbani Progetto cortili scolastici Attivazione parchi III. Mobilità e ambiente Mappatura collegamenti utili dedicati alla mobilità lenta IV. Comunicazione Campagna Lasciamo il segno prima fase - attivazione

2 Tavolo di presentazione Attività motoria per tutti Attività motoria all aria aperta L obiettivo è quello di aumentare l offerta non agonistica piacevole per adulti e bambini e ragazzi rendendola più attraente per aumentare i livelli di attività fisica della popolazione. Per queste ragioni il progetto si propone, tra le altre cose, di individuare dei luoghi all aria aperta dove poter praticare l attività motoria in situazioni sia organizzate che libere. È importante che le opportunità per fare attività fisica siano il più possibile vicine al luogo di residenza e che i luoghi siano possibilmente gradevoli e i costi accessibili a tutti. Una volta individuato uno spazio all aperto appropriato da valorizzare (es. parco cittadino) alcune associazioni sportive del territorio, potranno costruire un calendario proponendo in successione alla popolazione le diverse discipline da loro offerte. Questo permetterà di avvicinare facilmente e provare le varie opportunità presenti in quel territorio facendo conoscere le associazioni sportive locali, con l intento di stimolare il cittadino alla pratica motoria e rivitalizzare gli spazi comuni durante la bella stagione. Autocandidatura di un ente locale, comune, associazione, disponibile ad applicare il progetto in un territorio. Costituzione di un tavolo locale tra gli enti promotori: ente locale, la rete lasciamo il segno, le scuole, le associazioni sportive del territorio. Individuazione di luoghi all aria aperta per svolgere l attività motoria. Disponibilità delle associazioni sportive del territorio a promuovere e calendarizzare le attività. Ente locale Associazioni Popolazione promozione degli spazi pubblici del territorio possibilità di far conoscere le proprie attività possibilità di accedere facilmente ad un offerta motoria piacevole e a basso costo Dante Dall Osso tel Luigi Di Staso tel

3 Tavolo di presentazione Attività motoria per tutti Attività fisica ludico/motoria avviamento/propaganda allo sport L obiettivo di questa proposta è avvicinare i ragazzi alla pratica motoria e sportiva al di là di schemi agonistici preconcetti e/o selettivi, creare occasioni di socializzazione con lo scopo di superare le diversità, le difficoltà economiche, fornendo a tutti la possibilità di praticare l attività motoria e sportiva non agonistica ad Integrazione del le attività scolastiche curricolari. L iniziativa è rivolta agli alunni che frequentano le scuole, le attività vengono svolte presso le palestre scolastiche o comunali sotto la guida di operatori qualificati che seguono i ragazzi. Le proposte di attività possono variare a seconda delle associazioni partecipanti. Il periodo può seguire il calendario scolastico, da ottobre a maggio di ogni anno. Costituzione di un tavolo locale tra gli enti promotori: ente locale, la rete lasciamo il segno, le scuole, le associazioni sportive del territorio. Individuazione di palestre dove poter svolgere l attività per i ragazzi. Disponibilità delle associazioni sportive del territorio a promuovere e sostenere l attività. Ente locale Associazioni Popolazione ottimizzazione/utilizzo degli spazi pubblici possibilità di far conoscere le proprie attività e avvicinare i bambini a uno sport possibilità di accedere facilmente ad un offerta motoria non agonistica e a basso costo e avere un luogo sicuro dove bambini e ragazzi possono trascorrere il tempo extrascolastico Dante Dall Osso tel Luigi Di Staso tel

4 Tavolo di presentazione Urbanistica favorevole al movimento Mappatura e definizione percorsi di connessione urbana. Il progetto, come tale, è stato ideato per la Città di Treviso e i Comuni del territorio interessato dai sistemi verdi indicati, anche se l idea di mappatura tecnica e multidimensionale finalizzata alla connessione di aree di valore, può essere adottata da altri territori. connettere Treviso ai grandi sistemi verdi : Parco dello Storga e del Sile, Treviso-Ostiglia e greenway GiraSile Area Parco dello Storga. Ex ferrovia Treviso-Ostiglia. GiraSile, greenway del Parco del Sile. Treviso, la città murata. Il progetto prevede una mappatura tecnica del territorio che sarà effettuata dagli studenti dell ITS Palladio. Mediante rilievi dimensionali e fotografici e la sovrapposizione tra banche dati (catastali/geografiche/storiche) si individueranno connessioni e intersezioni tra strade dolci (ciclopedonali) e strade carrabili per il completamento di reti di itinerari collegheranno le 4 aree strategiche individuate. E prevista anche la connotazione dei percorsi mediante il censimento botanico, dei piccoli manufatti testimoniali, e di altre caratteristiche peculiari della zona. Manuela Mazzetto tel Roberta Gallina tel

5 Tavolo di presentazione Urbanistica favorevole al movimento Progetto Cortili scolastici Favorire il movimento quotidiano dei bambini valorizzando l uso e migliorando la qualità dei cortili scolastici, anche in connessione con spazi pubblici e percorsi sicuri. Il progetto prevede la trasformazione-riqualificazione partecipata di cortili scolastici di scuole dell infanzia o primarie con riferimento a buone pratiche già sperimentate e a fondamenti pedagogici finalizzato ad un utilizzo creativo orientato al movimento. Prevede formazione dei docenti e di altri operatori coinvolti, aperture sperimentali dei cortili alla comunità, utilizzo in periodo estivo e modalità regolamentate di gestione e manutenzione. Scuole: Adesione volontaria al progetto. Dichiarazione di impegno a partecipare, inserimento nel POF. Adozione progetto con individuazione di un docente referente. Comuni: Dichiarazione di impegno concreto per diventare una città amica delle bambine e dei bambini. Adesione al progetto, partecipazione, assistenza tecnica. Scuola Comunità valorizzazione degli spazi e loro migliore utilizzo; apertura alla comunità e coinvolgimento dei genitori nella gestione della scuola possibilità di accedere e utilizzare spazi protetti prima riservati alle attività scolastiche Roberta Gallina tel Manuela Mazzetto tel

6 Tavolo di presentazione Urbanistica favorevole al movimento Attivazione dei parchi - Progettazione partecipata di un maggiore uso dei parchi Riorganizzare le attività di un parco facendone un luogo naturale, sostenibile dalla comunità per il gioco dei bambini, l attività fisica, la socializzazione. Il progetto intende operare su due filoni Favorire il gioco libero al parco. Sviluppare un programma organico delle attività al parco. Il metodo di lavoro utilizza una tecnica di progettazione partecipata che consente l interrogazione della popolazione e la predisposizione di disegni progettuali delle proposte emerse finalizzata a consentire la scelta da parte della popolazione, ovvero le persone del Comune frazione che vivono a meno di uno o due chilometri dell area verde da attivare. Comuni, altri Enti, Associazioni Autocandidatura di un Comune disponibile ad applicare il progetto in un territorio. Individuazione del parco. Costituzione di un tavolo locale tra gli attori coinvolti: ente locale, la rete lasciamo il segno, associazioni del territorio, etc.. Ente locale Comunità valorizzazione degli spazi e loro migliore utilizzo; apertura alla comunità e suo coinvolgimento nella progettazione e gestione e regole di utilizzo possibilità di incidere sull assetto, accedere ed utilizzare e contribuire a tutelare gli spazi verdi vicini a casa Manuela Mazzetto tel Roberta Gallina tel

7 Tavolo di presentazione Mobilità e ambiente Mappatura collegamenti utili dedicati alla mobilità lenta. Percorsi ciclopedonali per gli spostamenti di tutti i giorni Aumentare il numero di persone che usano il cammino o la bicicletta per i loro spostamenti quotidiani. Il progetto è rivolto a Comuni (o gruppi di Comuni) della provincia. Prevede di individuare all interno dei territori comunali i principali centri attrattori per gli spostamenti quotidiani (uffici pubblici, scuole, ambulatori, stazioni ) per poi rilevare quei percorsi che permettono di raggiungerli in sicurezza senza usare le auto da distanze compatibili col cammino (circa 1 km) o con la bicicletta (circa 5 km). A questa prima rilevazione, che potrà essere affidata a enti, associazioni, gruppi presenti nel territorio (es. pedibus, gruppi di cammino, FIAB ), farà seguito una mappatura tecnica per permettere una precisa produzione di mappe sia in formato cartaceo che digitale. Le mappe così prodotte saranno fornite a tutti gli utenti dei centri attrattori. In parallelo è prevista una rilevazione dell utilizzo di cammino e bicicletta per raggiungere i centri individuati, così da avere un supporto per la valutazione del progetto. La prima rilevazione e la successiva mappatura tecnica avranno anche il compito di rilevare punti di interesse e criticità presenti nei percorsi, così da avviare il loro processo di miglioramento in termini di riconoscibilità, segnaletica, riparazione di interruzioni, etc.. Individuazione di un referente locale che partecipi al tavolo Lasciamo il segno: mobilità ambiente Disponibilità a compiere la prima rilevazione di centri attrattori e percorsi (in proprio o individuando gruppi disponibili). Disponibilità a distribuire le mappe prodotte. Comuni valorizzazione e miglioramento della rete comunale di percorsi ciclopedonali diminuzione del traffico coinvolgimento della comunità nella gestione del territorio Comunità possibilità di contribuire al miglioramento del proprio ambiente di vita Mauro Ramigni tel

8 14-20 anni anni Tavolo di presentazione Comunicazione Prima fase campagna di comunicazione attivazione Aumentare l attenzione della popolazione generale sul tema attività fisica. La seconda fase della campagna lavorerà su specifici sottotarget con modalità diversificate. Sono individuati 2 target principali e 2 strategie ADULTI (20 70) idea integrata: L attività fisica è un ottima medicina. Utilizzo di Marketing non convenzionale che sfrutta l ambiente per fare comunicazione, punta sulla sorpresa, induce la curiosità, spinge la viralità e fa leva sull immaginario e meccanismi psicologici del target. È previsto un evento di richiamo - lancio della campagna nelle piazze da amplificare con i social media. RAGAZZI (14 20) idea integrata: Se mi muovo mi diverto Il ballo come cavallo di troia per i ragazzi. Creazione coreografia di un ballo molto semplice (coinvolgimento stakeholder). Questa coreografia viene spiegata e filmata (creazione video tutorial). Diffusione video attraverso il canale scuola (operatori già in collegamento con la scuola). I partecipanti dovranno cercare di riprodurla e ballarla con il proprio gruppo, facendone un video. Il video sarà caricato online e messo a disposizione dei voti: giuria dei ragazzi e giuria tecnica (testimonial). Completamento produzione materiali Teasing Lancio campagna Mantenimento campagna SN Avvio coinvolgimento Stakeholder Lancio Contest su scuole Avvio contest Chiusura contest Premiazione È previsto il coinvolgimento di tutti i partner della rete. Manuela Mazzetto tel Francesco Marini tel

Il progetto Mo.Re.Co. e la Belluno dei bambini. Mobilità sostenibile e città: il percorso da casa a scuola

Il progetto Mo.Re.Co. e la Belluno dei bambini. Mobilità sostenibile e città: il percorso da casa a scuola Il progetto Mo.Re.Co. e la Belluno dei bambini Mobilità sostenibile e città: il percorso da casa a scuola Mo.Re.CO. e la Belluno dei bambini Nell ambito del progetto Belluno dei Bambini promosso dall Amministrazione

Dettagli

ALIMENTAZIONE, MOVIMENTO, STILI DI VITA: ISTRUZIONI PER L USO

ALIMENTAZIONE, MOVIMENTO, STILI DI VITA: ISTRUZIONI PER L USO ALIMENTAZIONE, MOVIMENTO, STILI DI VITA: ISTRUZIONI PER L USO la scuola che aderisce progetta ed organizza l attività dei propri studenti in modo da garantire una pratica quotidiana e/o iniziative ed attività

Dettagli

CONTENUTI. Il Progetto Be Green mira a diffondere la cultura delle buone prassi nell ambito della Mobilità Sostenibile.

CONTENUTI. Il Progetto Be Green mira a diffondere la cultura delle buone prassi nell ambito della Mobilità Sostenibile. PROGETTO CONTENUTI Il Progetto Be Green mira a diffondere la cultura delle buone prassi nell ambito della Mobilità Sostenibile. L iniziativa, che si compone dell organizzazione di eventi e di una campagna

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

Smart School Mobility

Smart School Mobility Direzione Centrale Cultura e Educazione ITER, Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile Laboratorio Città Sostenibile ITER MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Provincia di Torino

Dettagli

Prot. n. 15633 Treviso, 8 febbraio 2012. Bando di concorso La scuola va in città, a.s. 2011/2012

Prot. n. 15633 Treviso, 8 febbraio 2012. Bando di concorso La scuola va in città, a.s. 2011/2012 Prot. n. 15633 Treviso, 8 febbraio 2012 Bando di concorso La scuola va in città, a.s. 2011/2012 Premessa La Provincia di Treviso, tramite il Laboratorio Territoriale Nodo Provinciale IN.F.E.A., intende

Dettagli

Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile

Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile Gianluigi Trento I Piedibus di Bassano SSL-ERATE ESPERIENZE E PERCORSI DI SOSTENIBILITA URBANA Bassano del Grappa 29/04/2014 Che cosa è un Piedibus

Dettagli

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Azioni positive per lo sviluppo dei diritti di cittadinanza delle bambine e dei bambini e loro partecipazione attiva alla vita della comunità. OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress Bando di Concorso per le scuole superiori Concorso Social Innovation...in Progress 1. Presentazione La Fondazione ÈBBENE, in collaborazione con l Incubatore Certificato Consorzio Sol.CO Rete di imprese

Dettagli

LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI

LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI IDEE DI IMPRESA IN GARA UN RACCONTO DI COSA SIGNIFICA FARE IMPRESA ATTRAVERSO UNA PIATTAFORMA WEB DEDICATA E UN VERO E PROPRIO CONTEST

Dettagli

In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile per la scuola primaria

In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile per la scuola primaria Ciclobby onlus Via P Borsieri, 4/E 20159 Milano Tel e Fax 02-69311624 wwwciclobbyit segreteria@ciclobbyit amministrazione@ciclobbyit In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile

Dettagli

ITET E. FERMI LANCIANO CURRICOLO E VALUTAZIONE

ITET E. FERMI LANCIANO CURRICOLO E VALUTAZIONE ITET E. FERMI LANCIANO RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE CURRICOLO E VALUTAZIONE Prof.ssa Mariella DI LALLO a.s. 2014-2015 Durante l anno scolastico 2014-2015 le principali attività svolte come funzione

Dettagli

Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013. Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013

Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013. Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013 Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013 Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013 La mobilità nelle città è un tema cruciale che si è imposto con forza all attenzione dell opinione

Dettagli

Progetti Circolo allegato 8

Progetti Circolo allegato 8 PROGETTO SCUOLA - SPORT Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena Premessa Questo progetto, da molti anni in vigore in tutte le scuole primaria del Comune di Modena, è promosso

Dettagli

Nuove vie di promozione sportiva

Nuove vie di promozione sportiva Nuove vie di promozione sportiva l'esperienza di Udine Torino, 10 settembre 2015 Raffaella Basana Assessore allo Sport, all'educazione e agli Stili di Vita Comune di Udine Udine e lo sport 100mila abitanti

Dettagli

Nell ottica dei nuovi bisogni rilevati in una società in accelerata trasformazione e continuo mutamento, abbiamo riscontrato la necessità e la

Nell ottica dei nuovi bisogni rilevati in una società in accelerata trasformazione e continuo mutamento, abbiamo riscontrato la necessità e la A TUTTO SPORT! Azioni sportive per una comunità in movimento PREMESSA Lo sport è un veicolo per le relazioni e, allo stesso tempo, un promotore di impegno e identità attivi; un punto di partenza dal quale

Dettagli

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Premessa Monitoraggio degli spostamenti casa scuola, a. s. 2014-15 CHIVASSO Il monitoraggio degli spostamenti casa scuola è

Dettagli

SI ricomincia che emozione!

SI ricomincia che emozione! ISTITUTO COMPRENSIVO C O M M E N D A Unione Europea PROGETTO ACCOGLIENZA Anno scolastico 2014-2015 T I T O L O P R O G E T T O SI ricomincia che emozione! AREE E DISCIPLINE COINVOLTE ITALIANO STORIA GEOGRAFIA

Dettagli

REGOLAMENTO 10.1.11. no PROTOCOLLO (data)

REGOLAMENTO 10.1.11. no PROTOCOLLO (data) definitivo (scheda basata sulla Relazione Finale) validata dal status scheda proponente Valdarno Inferiore - Società della salute PROPONENTE con i Comuni di San Miniato e Santa Croce PROVINCIA PI sull

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

Moving School 21. Progettazione partecipata del giardino. Pedibus Scarpe Blu. Cantiere in movimento. Scuola Primaria San Giovanni Bosco.

Moving School 21. Progettazione partecipata del giardino. Pedibus Scarpe Blu. Cantiere in movimento. Scuola Primaria San Giovanni Bosco. Moving School 21 Scuola Primaria San Giovanni Bosco Treviso Progettazione partecipata del giardino Pedibus Scarpe Blu Cantiere in movimento MOVING SCHOOL 21 - PROGETTO TRIENNALE 2007/2010 Scuola Primaria

Dettagli

IL PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI DEL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA

IL PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI DEL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA IL PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI DEL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA dal Progetto PIU.M.A. alle politiche temporali Progetto cofinanziato dalla Regione Lombardia, ex art 6 Legge Regionale 28/2004 Politiche

Dettagli

BRIEF. Eventi Non Convenzionali

BRIEF. Eventi Non Convenzionali ALL. 1 BRIEF Eventi Non Convenzionali Il Gruppo Ferrovie dello Stato ha l esigenza di individuare una società specializzata cui affidare la realizzazione di eventi non convenzionali secondo le modalità

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Provincia Regionale di Messina Assessorato Ambiente Laboratorio Territoriale Nodo IN.F.E.A ECO RECYCLING POINT S.R.L. BRUNO S.P.A

Provincia Regionale di Messina Assessorato Ambiente Laboratorio Territoriale Nodo IN.F.E.A ECO RECYCLING POINT S.R.L. BRUNO S.P.A Provincia Regionale di Messina Assessorato Ambiente Laboratorio Territoriale Nodo IN.F.E.A ECO RECYCLING POINT S.R.L. BRUNO S.P.A BANDISCONO per l anno scolastico 2014-2015 1 Premessa Oggi, diventa indispensabile

Dettagli

Comune di Ceriano Laghetto

Comune di Ceriano Laghetto Categoria 2 37 Scheda del progetto Comune di Ceriano Laghetto Simona Borroni Via Roma, 18 20020 Ceriano Laghetto (MI) 02 96661326 02 96661302 cultura@comune.cerianolaghetto.mi.it www.comune.cerianolaghetto.mi.it

Dettagli

LA CARTA D ISEO INDIRIZZI METODOLOGICI DELLA RETE DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE. Febbraio 2013

LA CARTA D ISEO INDIRIZZI METODOLOGICI DELLA RETE DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE. Febbraio 2013 Nei giorni 19, 20 e 21 Novembre 2012, a Iseo (BS), si è tenuto il Laboratorio Costruire la rete, prima iniziativa di formazione dei Dirigenti delle Scuole lombarde capofila provinciali della Rete delle

Dettagli

Progetto Scuole in Movimento. Premessa

Progetto Scuole in Movimento. Premessa Progetto Scuole in Movimento Premessa Premesso che il Ministero dell'istruzione, Università e Ricerca, di seguito denominato MIUR, ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, nel protocollo d intesa siglato

Dettagli

Griglia di progettazione dell Unita Didattica di Competenza di STORIA

Griglia di progettazione dell Unita Didattica di Competenza di STORIA Griglia di progettazione dell Unita Didattica di Competenza di STORIA Titolo dell unità di competenza: Indagare il passato per comprendere il nostro presente. Denominazione della rete-polo Istituto scolastico

Dettagli

Il rispetto per l ambiente. Presenta in collaborazione con. 01 Gennaio 5 Settembre 2014. Concorso di disegno e fumetto, tema:

Il rispetto per l ambiente. Presenta in collaborazione con. 01 Gennaio 5 Settembre 2014. Concorso di disegno e fumetto, tema: Presenta in collaborazione con Basta Mozziconi a Terra Concorso di disegno e fumetto, tema: Il rispetto per l ambiente 01 Gennaio 5 Settembre 2014 I partecipanti saranno i cittadini di ambo sessi, di qualsiasi

Dettagli

Proposta educativa e motoria per una cultura sportiva. Progetto per la Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado

Proposta educativa e motoria per una cultura sportiva. Progetto per la Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado Proposta educativa e motoria per una cultura sportiva Progetto per la Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado triennio 2012/2013 2013/2014 2014/2015 PREMESSA La Fib, Federazione Italiana Bocce,

Dettagli

Gara creativa Video contest oom+

Gara creativa Video contest oom+ Gara creativa Video contest oom+ Categoria Comunicazione Finanziaria Marketing CCB I 10.2014 oom+: video contest concorso a premi promosso dalle Casse Rurali Trentine (patrocinio Comune di Trento e Provincia

Dettagli

Comune di Pesaro AUTONOMIA È SALUTE. Roma - 23 novembre 2015

Comune di Pesaro AUTONOMIA È SALUTE. Roma - 23 novembre 2015 Convegno internazionale AUTONOMIA È SALUTE PESARO RO. A scuola ci andiamo da soli. un progetto partecipato per l autonomia dei bambini e la mobilità sostenibile arch. Paola Stolfa Roma - 23 novembre 2015

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

REGOLAMENTO. Introduzione. Finalità

REGOLAMENTO. Introduzione. Finalità REGOLAMENTO Introduzione I Giochi della Gioventù (GdG) sono promossi dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (MIUR) e sono organizzati dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (Coni)

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino

PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino 1 #%&$'()))**+, * CONCETTI DI RIFERIMENTO La proposta dei centri estivi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLORBA-POVEGLIANO - PROGETTO PEDIBUS 2015-2016 ISTITUTO COMPRENSIVO VILLORBA-POVEGLIANO PROGETTO PEDIBUS

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLORBA-POVEGLIANO - PROGETTO PEDIBUS 2015-2016 ISTITUTO COMPRENSIVO VILLORBA-POVEGLIANO PROGETTO PEDIBUS PER FARE MOVIMENTO ESPLORARE IL TERRITORIO DIMINUIRE IL TRAFFICO E L INQUINAMENTO INSIEME IN ALLEGRIA BAMBINI PIÙ CONTENTI E SICURI DI SÈ UN BUON ESEMPIO PER TUTTI SVEGLIARSI E ARRIVARE BELLI VISPI A SCUOLA!

Dettagli

Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti

Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti Dal 3 al 6 aprile 2014 in Fiera a Vicenza, vi aspettano quattro giornate di divertimento alla scoperta del fascino degli sport,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. B. MAZZONI PRATO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE IL CAMPINO

ISTITUTO COMPRENSIVO G. B. MAZZONI PRATO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE IL CAMPINO ISTITUTO COMPRENSIVO G. B. MAZZONI PRATO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE IL CAMPINO Il Progetto Inserimento è rivolto a tutti bambini nuovi iscritti alla scuola dell infanzia e soprattutto ai bambini di tre

Dettagli

Verso l Ecomuseo del paesaggio. Report

Verso l Ecomuseo del paesaggio. Report Comune di Parabiago Azione 2 Dai vita ai parchi - Report ABCittà Villa Corvini Azione Breve descrizione dei programmi e degli obiettivi Azioni locali Assemblea non convenzionale (Workshop) finalizzata

Dettagli

PROGETTO DI FORMAZIONE I BAMBINI E LA SICUREZZA SUGLI ATTRAVERSAMENTI PEDONALI E IN AUTOMOBILE A PASSO SICURO E TRASPORTACI SICURI

PROGETTO DI FORMAZIONE I BAMBINI E LA SICUREZZA SUGLI ATTRAVERSAMENTI PEDONALI E IN AUTOMOBILE A PASSO SICURO E TRASPORTACI SICURI PROGETTO DI FORMAZIONE I BAMBINI E LA SICUREZZA SUGLI ATTRAVERSAMENTI PEDONALI E IN AUTOMOBILE A PASSO SICURO E TRASPORTACI SICURI PROPOSTA FORMATIVA Il presente Progetto di formazione sul tema della sicurezza

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO. relativa al Programma finalizzato alla promozione di diritti e di opportunità per l'infanzia e l'adolescenza

SCHEDA DI PROGETTO. relativa al Programma finalizzato alla promozione di diritti e di opportunità per l'infanzia e l'adolescenza SCHEDA DI PROGETTO relativa al Programma finalizzato alla promozione di diritti e di opportunità per l'infanzia e l'adolescenza Titolo del progetto n. 5 Carpi amica delle bambine e dei bambini Responsabile

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. LUNARDI BRESCIA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. LUNARDI BRESCIA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. LUNARDI BRESCIA REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI DI RECUPERO/SOSTEGNO E SALDO DEBITI FORMATIVI (O.M. 92/ 7, D.M. 80/ 07, DPR 122/2009, art. 4.6)) Pagina 1

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

PROPOSTE DI IDEE E PROGETTI INNOVATIVI

PROPOSTE DI IDEE E PROGETTI INNOVATIVI ALTO TAVOLIERE INSIEME Laboratori Urbani di Apricena, Lesina, San Paolo di Civitate Serracapriola e Poggio Imperiale REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l'innovazione Servizio Politiche

Dettagli

PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE

PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE Il calcio a 5 è fermo, bloccato, immobile. Và ricostruito, viene da un periodo troppo lungo di non scelte, di non coraggio di

Dettagli

WORKSHOP MOBILITA SOSTENIBILE E SICURA IN AMBITO URBANO

WORKSHOP MOBILITA SOSTENIBILE E SICURA IN AMBITO URBANO WORKSHOP MOBILITA SOSTENIBILE E SICURA IN AMBITO URBANO SALA BIBLIOTECA st. 130, 1 p. Dipartimento di Prevenzione ASS1 via Paolo de Ralli, 3 (TS) 21 maggio 2012 il dipartimento di prevenzione Art 7 del

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

LABORATORIO DI MANIPOLAZIONE

LABORATORIO DI MANIPOLAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA 93010 DELIA (CL) Via G. Dolce, 8 - Tel Presidenza 0922-826570 - Tel Segreteria e Fax 0922-820290 - Tel. Sc. Elementare 0922-820289-Tel. Sc Materna

Dettagli

La Promozione della Salute e lo sport

La Promozione della Salute e lo sport La Promozione della Salute e lo sport Dott.ssa Chiara Tunini, Referente Pedagogico, Ass 2 Isontina Gorizia Festa dello Sport Monfalcone, 30 maggio 2009 1 La SALUTE è un bene di tutti! SALUTE applicare

Dettagli

Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia

Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia 1. Presentazione Piano formativo Social Innovation in Learning e Concorso Social

Dettagli

LABORATORIO di CARTOGRAFIA. Referente Alberto Turci Settore Ambiente Comune di Modena

LABORATORIO di CARTOGRAFIA. Referente Alberto Turci Settore Ambiente Comune di Modena LABORATORIO di CARTOGRAFIA Referente Alberto Turci Settore Ambiente Comune di Modena LABORATORIO di CARTOGRAFIA Le finalità Lo studio, la conoscenza e l elaborazione di mappe e tematismi territoriali per

Dettagli

Anno scolastico 2015/2016 Nuove offerte formative proposte da Enti e Associazioni UISP PER LA SCUOLA

Anno scolastico 2015/2016 Nuove offerte formative proposte da Enti e Associazioni UISP PER LA SCUOLA Anno scolastico 2015/2016 Nuove offerte formative proposte da Enti e Associazioni UISP PER LA SCUOLA UISP COMITATO PROVINCIALE DI PESARO E URBINO L.go Aldo Moro 12 61121 Pesaro PREMESSA Per meglio comprendere

Dettagli

Piano Giovani di Zona di Valle di Cembra piano operativo giovani anno 2012 Sommario. Valorizzazione PGZ (CEM_1_2012)... 1

Piano Giovani di Zona di Valle di Cembra piano operativo giovani anno 2012 Sommario. Valorizzazione PGZ (CEM_1_2012)... 1 Piano Giovani di Zona di Valle di Cembra piano operativo giovani anno 2012 Sommario Valorizzazione PGZ (CEM_1_2012)... 1 13-11-2012 SCHEDA di presentazione progetti 1 Codice progetto 1 CEM_1_2012 2 Titolo

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

P.T.O.F. 2 0 1 6 / 2 0 1 9 PROGETTI SCUOLA INFANZIA. plesso Polo

P.T.O.F. 2 0 1 6 / 2 0 1 9 PROGETTI SCUOLA INFANZIA. plesso Polo P.T.O.F. 2 0 1 6 / 2 0 1 9 PROGETTI SCUOLA INFANZIA plesso Polo 1 ACCOGLIENZA Docente referente: Colomba Maristella Docenti coinvolti: Le docenti di sezione della scuola dell'infanzia. Alunni coinvolti:

Dettagli

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno 1. Premessa ed obiettivi Nel mese di marzo 2007 con il Piano d Azione Una politica energetica per l Europa, l Unione

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

Aspetti innovativi e caratteristiche sperimentali del progetto :

Aspetti innovativi e caratteristiche sperimentali del progetto : PUNTO D INCONTRO: accoglienza, informazione e mappatura dei bisogni delle Persone affette da AUTISMO e delle loro famiglie Descrizione del progetto Punto d incontro dovrebbe costituire una sorta di sportello

Dettagli

SMART PEOPLE 31 GENNAIO 2014 h. 17.O0 CASA DEI DIRITTI REPORT DEL TAVOLO

SMART PEOPLE 31 GENNAIO 2014 h. 17.O0 CASA DEI DIRITTI REPORT DEL TAVOLO SMART PEOPLE 31 GENNAIO 2014 h. 17.O0 CASA DEI DIRITTI REPORT DEL TAVOLO L attività del Tavolo PEOPLE si è svolta il giorno 31 gennaio 2014 dalle 17.00 alle 19.30. I lavori sono stati aperti da Renato

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Chiunque sia, ovunque si trovi, l uomo vive nel movimento: il suo corpo è un mondo di movimento in sé Il movimento non è verbale

Dettagli

CARMA: Progetto per la diffusione dell uso della bicicletta negli spostamenti casa-lavoro. Partner : Università degli Studi di Parma

CARMA: Progetto per la diffusione dell uso della bicicletta negli spostamenti casa-lavoro. Partner : Università degli Studi di Parma CARMA: Progetto per la diffusione dell uso della bicicletta negli spostamenti casa-lavoro Partner : Università degli Studi di Parma 1 CARMA 2010-2013 Il progetto Europeo Carma (Cycling Awareness Raising

Dettagli

Ferrara 6 aprile 2004 Forum plenario Agenda21. Paola Poggipollini

Ferrara 6 aprile 2004 Forum plenario Agenda21. Paola Poggipollini Ferrara 6 aprile 2004 Forum plenario Agenda21 Paola Poggipollini Settimana europea della mobilità dal 16 al 22 settembre a Ferrara Martedì 16 settembre 2004 Forum la mobilità delle persone disabili Mercoledì

Dettagli

PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE E PROMOZIONE DELLA SALUTE (D.D.

PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE E PROMOZIONE DELLA SALUTE (D.D. PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE E PROMOZIONE DELLA SALUTE (D.D. 308/2006) MA PA PERCHE NON PARLIAMO DI SESSO? ASL/ASO Responsabile di progetto Cognome e nome Struttura di appartenenza Indirizzo postale per

Dettagli

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca ANALISI ESPERIENZE PREGRESSE (da compilare on line entro il 30 marzo 2008) I CARE Imparare Comunicare Agire

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA. Rapporto definitivo

MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA. Rapporto definitivo MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA Rapporto definitivo (ai sensi dell art. 4 del D. D. prot. 57/2002/SIAR/DEC del 15.03.02) COMPLETAMENTO DEL PROGRAMMA OPERATIVO Sintesi delle attività svolte Con la

Dettagli

PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI

PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI 7 8 PROGETTO 1.1: GLI INTERVENTI A FAVORE DELL ARTIGIANATO, DEL COMMERCIO, DEGLI ESERCIZI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. LABORATORIO SCUOLA COOPERATIVA SOCIALE Via Santa Maria, 17-33087 Azzanello di Pasiano

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Inserire il Logo del Comune PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Seconda annualità 2014/15 Premesso che i diritti dell Infanzia e dell Adolescenza sono

Dettagli

BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE CITTA DI OMEGNA BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Scheda di sintesi dei progetti e dei posti disponibili TITOLO PROGETTO : UN PARCO EUROPEO SEDE DI SERVIZIO ENTE PARCO NAZIONALE VAL GRANDE Vogogna 2 Parchi

Dettagli

A proposito di qualità La certificazione

A proposito di qualità La certificazione Direzione Servizi Educativi Nidi d Infanzia comunali di Torino A proposito di qualità La certificazione 14 novembre 2013 Gabriella Celentano e Marina Roncaglio la Qualità è lo stimolo continuo con cui

Dettagli

Progetto DAVID Insieme per la sicurezza

Progetto DAVID Insieme per la sicurezza Incontri di sensibilizzazione alla sicurezza stradale rivolti agli studenti delle scuole superiori Il progetto è un programma di incontri nelle scuole superiori, organizzati dalla Polizia Municipale in

Dettagli

www.cittainvisibili.org

www.cittainvisibili.org Iniziativa realizzata in collaborazione con Vice Presidenza e Assessorato alla Cultura Regione del Veneto www.cittainvisibili.org Presentazione «Vola solo chi osa farlo» Luis Sepúlveda Città Invisibili

Dettagli

Comunicazione intersettoriale per la costruzione di alleanze per il territorio

Comunicazione intersettoriale per la costruzione di alleanze per il territorio Comunicazione intersettoriale per la costruzione di alleanze per il territorio Federica Michieletto (a) Francesca Russo (a), Martina Di Pieri (a), Saverio Chilese (b), Umberto Dispigno (b), Fabio Storti

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Scuola Comunale dell Infanzia A. SAFFI Via dei Sardi 35 Telefono 06 4463225 Fax 06 49385378

Scuola Comunale dell Infanzia A. SAFFI Via dei Sardi 35 Telefono 06 4463225 Fax 06 49385378 IL PROGETTO EDUCATIVO DEL MUNICIPIO Ogni anno il Collegio dei docenti della scuola dell infanzia comunale elabora il progetto educativo che definisce gli obiettivi, i contenuti e i metodi dell attività

Dettagli

TANA LIBERA TUTTI! GIOCHI IN COMUNE

TANA LIBERA TUTTI! GIOCHI IN COMUNE PROGETTO TANA LIBERA TUTTI! GIOCHI IN COMUNE Azioni di prevenzione e contrasto delle dipendenze da gioco d azzardo lecito (L.R. 8/2013) A cura di Licia Allegretta - Francesca Fiini Centro Servizi per il

Dettagli

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense Progetto Accoglienza 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! P R E M E S S A I primi giorni di scuola segnano

Dettagli

Excursus. Spazio di formazione partecipata LET S GOPP! Metodo e strumenti per un etica dell europrogettazione.

Excursus. Spazio di formazione partecipata LET S GOPP! Metodo e strumenti per un etica dell europrogettazione. Credits foto: Nikolas Kallmorgen Excursus. Spazio di formazione partecipata LET S GOPP! Metodo e strumenti per un etica dell europrogettazione. Corso di formazione di alto livello per professionisti della

Dettagli

f.chesi@comune.pisa.it

f.chesi@comune.pisa.it Allegato C SCHEDA PROGETTO Avviso pubblico per il finanziamento di progetti a sostegno dello sviluppo di attività e servizi offerti nei PAAS Titolo del Progetto Acronimo del progetto: Area di intervento:

Dettagli

STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST

STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST Città di Noto STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST Azione di promozione e di marketing internazionale del Distretto del Sud Est per l incremento e la destagionalizzazione dei flussi turistici Noto, 27 novembre

Dettagli

WWW.noinoncilasceremomai.it BOVOPARK

WWW.noinoncilasceremomai.it BOVOPARK WWW.noinoncilasceremomai.it BOVOPARK Il parco è una meravigliosa oasi verde, che tante persone vivono e apprezzano, ciascuno per le proprie necessità: per giocare, per rilassarvi, per incontrarsi, per

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

PROGETTO GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA PRIMARIA PROGETTO GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA PRIMARIA Premessa Il Progetto Giochi Sportivi Studenteschi si propone di rimarcare l importanza della: Corporeità e della motricità, intese come elementi portanti

Dettagli

PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO. (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013)

PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO. (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013) PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013) CONCORSO NGG 1. Premessa Il progetto New Green Generation è stato finanziato dal Programma Azione

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15. Marketing Operativo e Comunicazione

Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15. Marketing Operativo e Comunicazione Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15 Marketing Operativo e Comunicazione La Mia Casa sull Albero La mia casa sull albero è un iniziativa di Alleanza rivolta alle scuole primarie, nata in collaborazione

Dettagli

Tablet in spalla. Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci»

Tablet in spalla. Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci» Tablet in spalla Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci» Progetto pilota su tre scuole secondarie di 1 grado di Lucca Scuola G. Carducci IC Lucca 1 Scuola D. Chelini

Dettagli

Il viaggio più lungo inizia con il muovere il piede di un passo.

Il viaggio più lungo inizia con il muovere il piede di un passo. COMUNEDIMARTINENGO PROVINCIADIBERGAMO SettoreSocioCulturale PiazzaMaggiore,1 24057Martinengo Tel.0363 986002Fax0363 987765 Relazione Illustrativa sul MILLEPIEDIBUS di Martinengo ((Bg)) Ilviaggiopiùlungoiniziaconilmuovereilpiedediun

Dettagli

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE SICUREZZA E RISPETTO DELLE REGOLE FINALITA e OBIETTIVI DEL PROGETTO Le direttive comunitarie in tema di salute e sicurezza sul luogo di lavoro sottolineano la necessità

Dettagli

Gli Oscar della Sostenibilità I EDIZIONE 2014 Idee sostenibili al servizio del territorio lombardo

Gli Oscar della Sostenibilità I EDIZIONE 2014 Idee sostenibili al servizio del territorio lombardo 1 Gli Oscar della Sostenibilità I EDIZIONE 2014 Idee sostenibili al servizio del territorio lombardo REGOLAMENTO Condividono e collaborano al progetto: Acli Adiconsum BCC Cittadinanzattiva Con Voi Onlus

Dettagli

IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE

IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE Il progetto In Pratica Idee alla pari e alcuni esempi di pratiche realizzate e di esperienze regionali di successo IRS Istituto per la Ricerca

Dettagli

Per una città della mobilità sostenibile. Proposte per la scuola

Per una città della mobilità sostenibile. Proposte per la scuola Perunacittàdellamobilitàsostenibile Proposteperlascuola Perunacittàdellamobilitàsostenibile Proposteperlascuola IlProgettoeducativo Lefinalitàeducativedelprogetto La finalità generale del progetto MOVING

Dettagli

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES.

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES. PROGRAMMA PROVINCIALE FINALIZZATO ALLA SPERIMENTAZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI DI RETE RIVOLTI ALLE PERSONE DISABILI L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART.

Dettagli

ANIMA MUNDI PER HERA RIMINI TOCCA A NOI!

ANIMA MUNDI PER HERA RIMINI TOCCA A NOI! Tocca a Noi! è il programma di educazione ambientale che Hera Rimini propone alle Scuole Infanzia e Primarie della Provincia di Rimini per l anno scolastico 2005/2006. Tocca a Noi! nasce in continuità

Dettagli

La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006

La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006 La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006 Il logo e lo slogan della campagna Obiettivi della campagna: promuovere la raccolta differenziata ed ottenere il corretto

Dettagli

Riti di passaggio. Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere.

Riti di passaggio. Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere. Riti di passaggio Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere. L'associazione CIGD e gli enti partner del presente progetto individuano nei preadolescenti la fascia

Dettagli

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE UN PROGETTO PARTECIPATO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Ecosistema bambino 2009 dati comunali anni 2006-2007 - 2008 2 parte METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE Il ogni anno propone il progetto agli Istituti

Dettagli