VASANELLO NEPI CASATEL SANT ELIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VASANELLO NEPI CASATEL SANT ELIA"

Transcript

1 VASANELLO VALLERANO VIGNANELLO GALLESE FABRICA DI ROMA CORCHIANO CIVITA CASTELLANA CASATEL SANT ELIA NEPI CALCATA FALERIA

2 GUIDA AI SERVIZI SANITARI DISTRETTO 5 Con la guida ai servizi sanitari si è cercato di riassumere una serie di informazioni utili al Cittadino che gli consentano di orientarsi nell ambito dei servizi sanitari presenti nell ambito del territorio del distretto 5. Essendo questo un documento aperto e flessibile, dovrà essere continuamente aggiornata con verifiche ed integrazioni. Il territorio del Distretto 5 comprende i comuni di Civita Castellana, Calcata, Castel Sant Elia, Corchiano, Fabbrica di Roma, Faleria, Gallese, Nepi, Valleranno, Vasanello, Vignanello. I servizi sanitari presenti nel territorio del distretto 5 sono : Distretto Sanitario Dipartimento di Salute Mentale Dipartimento di Prevenzione Dipartimento Materno Infantile Presidio ospedaliero

3 Il Distretto sanitario è la struttura che eroga i servizi sanitari di base, garantisce in maniera sistematica e continuativa l erogazione delle prestazioni di primo livello e pronto intervento nel campo della prevenzione, cura e riabilitazione a favore dei soggetti di ogni fascia di età. In sintesi il distretto garantisce: Assistenza medica e pediatrica attraverso l assegnazione di un medico di fiducia del cittadino. La continuità assistenziale attraverso il servizio di guardia medica che copre le ore festive e notturne. Assistenza specialistica e diagnostica ambulatoriale. I servizi per la prevenzione e cura delle dipendenze. Servizi consultoriali per la tutela della salute della donna, dell infanzia e della famiglia. I servizi di riabilitazione fisica, psichica e sensoriale. I servizi di assistenza domiciliare integrata, compresa l assistenza ai malati terminali. Le vaccinazioni obbligatorie e facoltative in età evolutiva e adulta L assistenza agli immigrati e agli stranieri temporaneamente presenti. L attività di certificazione medico legale. Attività autorizzative, esenzioni, informazioni e accoglienza.. Nel Distretto Sanitario 5 sono presenti tre presidi Civita Castellana: via XXV aprile 17 Sede della Direzione del Distretto Vignanello: via della vittoria 2 Nepi: via dei tre portoni

4 Fanno capo al presidio i comuni di: Civita Castellana, Gallese, Calcata, Faleria Il presidio è anche la sede della Direzione di Distretto. SEDE Via XXV aprile 17, Civita Castellana Telefono 0761/ Direttore di Distretto Tel/Fax 0761/ SERVIZI OFFERTI Prenotazioni prestazioni specialistiche Scelta e revoca medico medicina generale e pediatra libera scelta* Esenzioni ticket* Assistenza all estero *solo per i residenti nel presidio dal lunedì al venerdi mercoledì e venerdì Autorizzazioni per alimenti insufficienza renale e morbo celiaco ASSISTENZA PROTESICA dal lunedì al venerdì UFFICIO PROTOCOLLO dal lunedì al venerdì

5 I TICKET DA PAGARE PER LA SPECIALISTICA AMBULATORIALE L'utente che debba sottoporsi ad esami di laboratorio, fare lastre radiografiche, eseguire cicli di cure di riabilitazione o comunque usufruire di prestazioni mediche specialistiche ambulatoriali erogate dal Servizio Sanitario Nazionale e pertanto previste nei livelli essenziali di assistenza, dovrà pagare una somma variabile, mai superiore ai 36,15 Euro, a titolo di partecipazione alla spesa sanitaria (TICKET SULLA SPECIALISTICA). Per questo ticket sono previste varie esenzioni - totali o parziali - basate soprattutto sulle condizioni di salute dell'assistito ma anche sulla sua situazione socioeconomica. A) SONO ESENTATI dal pagamento del ticket su qualsiasi prestazione specialistica prevista dai Livelli Essenziali di Assistenza (LEA): * gli invalidi di guerra, dalla I alla V categoria titolari di pensione diretta vitalizia; * gli invalidi civili al 100%; * gli invalidi civili, con invalidità superiore ai 2/3 (67%-99%) * gli invalidi civili, con assegno di accompagnamento * i grandi invalidi del lavoro (80%-100% di invalidità) * gli invalidi del lavoro con invalidità superiore ai 2/3 (dal 67%-79%) * i grandi invalidi di servizio (appartengono alla I categoria e sono titolari di specifica pensione) * gli invalidi di servizio dalla II alla V categoria *i ciechi, ex art. 6 legge 482/68 * i sordomuti, di cui all'art. 7 legge 482/68 * gli ex deportati nei campi di sterminio *i cittadini di età inferiore ai 6 anni o superiore ai 65 anni, con reddito familiare complessivo non superiore a ,98 Euro (70 milioni di lire) (su autodichiarazione dell'utente); L esenzione è individuale e non riguarda i familiari a carico. * i titolari di pensione sociale e relativi familiari a carico (su autodichiarazione dell'utente) *i titolari di pensione al minimo, di età superiore a 60 anni e relativi familiari a carico, con reddito familiare non superiore a 8.263,31 Euro (16 milioni di lire) aumentati a ,05 Euro (22 milioni di lire) in presenza del coniuge non legalmente ed effettivamente separato, più 516,46 Euro(1 milione di vecchie lire) per ogni figlio (su autodichiarazione dell'utente); * i disoccupati e/o inoccupati e familiari a carico, con reddito familiare non superiore a 8.263,31 Euro (16 milioni di lire) aumentati a ,05 Euro (22 milioni di lire) in presenza del coniuge non legalmente ed effettivamente separato, più 516,46 Euro (1 milione di vecchie lire) per ogni figlio (su autodichiarazione dell'utente);

6 Disoccupato è il soggetto, maggiore di 14 anni, privo di lavoro e immediatamente disponibile allo svolgimento e alla ricerca di un attività lavorativa, status comprovato da un autocertificazione. Rientrano, pertanto, nella categoria dei disoccupati: - i soggetti in cerca di prima occupazione; (inoccupati) - i soggetti che hanno perduto un lavoro dipendente e autonomo e sono in cerca di nuova occupazione - i soggetti che svolgono un attività con reddito inferiore a quello minimo personale escluso da imposizioni fiscali. Composizione nucleo familiare (ai sensi del T.U. delle imposte sui redditi DPR 917/1986 e successive modificazioni ed integrazioni): compongono il nucleo, oltre al coniuge non legalmente ed effettivamente separato, le persone per le quali spettano le detrazioni per carichi di famiglia (criterio fiscale). La composizione è quella risultante al 31 dicembre dell'anno precedente. Reddito Deve essere considerato il reddito complessivo, al lordo degli oneri deducibili, ed al netto dei contributi previdenziali obbligatori, compreso il reddito prodotto all'estero, se ed in quanto deve essere dichiarato in Italia. Occorre fare riferimento al reddito risultante al rigo 1 del modello 740. Non entrano a far parte del reddito complessivo i redditi a tassazione separata (arretrati di pensione, liquidazione ecc.). Il reddito è quello dell'anno precedente. B) LE SEGUENTI PRESTAZIONI SPECIALISTICHE NON COMPORTANO PAGAMENTO DI TICKET: interventi e campagne di prevenzione collettiva, autorizzate dalla Regione o dal Ministero della Salute; prestazioni che derivano da obblighi di legge; prestazioni disposte nel prevalente interesse della collettività (ad esempio: atti di donazione di sangue, organi e tessuti); interventi di medicina scolastica, interventi specialistici di neuropsichiatria infantile in stretta connessione con le strutture sociali - prestazioni rivolte a soggetti che frequentano il Ser.T. su prescrizione/proposta del Ser.T., prestazioni rivolte a soggetti affetti da HIV o sospetti HIV; mammografia, ogni due anni, per tutte le donne dai 45 ai 69 anni d'età pap test, ogni tre anni, per tutte le donne dai 25 ai 65 anni d'età colonscopia, ogni 5 anni, dopo i 45 anni o nei soggetti a rischio

7 accertamenti diagnostici e strumentali per patologie neoplastiche in età giovanile, a favore dei pazienti al di sotto dei 45 anni d'età. C) CATEGORIE ESENTI SOLO PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE CORRELATE ALLA LORO PATOLOGIA O STATO: i soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati; le persone affette dalle forme morbose o condizioni elencate dal Decreto Ministeriale , n. 329; i soggetti affetti dalle malattie rare individuate dal Decreto ministeriale 18 maggio 2001, n. 279; gli invalidi di guerra dalla VI alla VIII categoria titolari di pensione diretta vitalizia; gli invalidi del lavoro con invalidità inferiore ai 2/3; gli invalidi di servizio dalla VI alla VIII categoria; gli infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali (esenzione limitata al periodo d'infortunio/malattia); le vittime del terrorismo o della criminalità con invalidità superiore a ¼; le donne in gravidanza per le prestazioni previste dal DM "Protocollo sulla gravidanza"; i ragazzi, minori di 18 anni, che si avviano all'attività sportivo-agonistica per le prestazioni previste dal DM "Protocollo sulla medicina dello sport". PER OTTENERE L'ESENZIONE, GLI INTERESSATI DOVRANNO PRESENTARSI PRESSO IL PROPRIO DISTRETTO SANITARIO, ESIBENDO: per la patologia una certificazione rilasciata da - uno specialista di una struttura pubblica o - dal centro di riferimento regionale individuato per patologie rare per l'invalidità di guerra: il mod. 69/ter o certificazione equipollente del Ministero del Tesoro, dal quale risulti la categoria; per l'invalidità da lavoro o la malattia professionale il verbale rilasciato dall'inail; per l'invalidità per servizio il verbale della Commissione Medica Ospedaliera che ha effettuato la visita o il Decreto dal quale risulti il riconoscimento dell'invalidità e la categoria alla quale è ascrivibile per l'invalidità civile, i ciechi e i sordomuti il verbale rilasciato dalla Commissione Invalidi Civili

8 PRESTAZIONI AMBULATORIALI NEUROLOGO lunedì REUMATOLOGO mercoledì ORTOPEDICO Lunedì giovedì OTORINO martedì giovedì DENTISTA lunedì mercoledì venerdì CARDIOLOGO lunedì GINECOLOGO lunedì martedì FISIATRA martedì DERMATOLOGO lunedì mercoledì MEDICO SPORTIVO mercoledì giovedì UROLOGO venerdì AMBULATORIO DI BRONCOPNEUMOLOGIA da lunedì al venerdì Presso ospedale Civita Castellana Infettivologo mercoledì OCULISTA mercoledì sabato PSICOLOGO giovedì

9 Fanno capo al presidio i comuni di: Nepi, Castel Sant Elia Via dei Tre Portoni, Nepi SEDE Telefono 0761/ SERVIZI OFFERTI Prenotazioni prestazioni specialistiche; Scelta e revoca medico medicina generale e pediatra libera scelta; Esenzioni ticket lunedì-venerdi Lunedì-mercoledì Autorizzazioni per alimenti insufficienza renale e morbo celiaco Lunedi Giovedi Prelievi: Lunedi Giovedi

10 PRESTAZIONI AMBULATORIALI NEUROLOGO mercoledì REUMATOLOGO mercoledì ORTOPEDICO martedì OCULISTA lunedì OTORINO martedì AMBULATORIO VACCINAZIONI GINECOLOGO lunedì CONSULTORIO MEDICO LEGALE CARDIOLOGO mercoledì

11 Fanno capo al presidio i comuni di: Vignanello, Valleranno, Vasanello, Fabbrica di Roma, Corchiano. SEDE Via della Vittoria n 2, Vignanello. Telefono 0761/ Fax 0761/ SERVIZI OFFERTI Prenotazioni prestazioni specialistiche; Scelta e revoca medico medicina generale e pediatra libera scelta; Esenzioni tiket dal lunedì al venerdi mercoledì e venerdì Autorizzazioni per alimenti insufficienza renale e morbo celiaco martedì venerdì Prelievi: Vignanello: martedì venerdì Vasanello: mercoledì Fabrica di Roma: mercoledì Corchiano: giovedì

12 PRESTAZIONI AMBULATORIALI NEUROLOGO lunedì DERMATOLOGO mercoledì ORTOPEDICO giovedì MEDICO LEGALE OTORINO mercoledì AMBULATORIO VACCINAZIONI GINECOLOGO venerdì CONSULTORIO PSICOLOGO ASSISTENTE SOCIALE

13 Il servizio C.A.D. è rivolto ai pazienti, residenti nel territorio del distretto, anziani, disabili, malati cronici in condizioni di non autosufficienza parziale e/o totale, permanente e/o temporanea non in grado di accedere alle strutture del Servizio Sanitario Nazionale anche in caso di dimissioni protette. Il CAD si occupa di Dimissioni protette per pazienti che non autosufficienti. SEDE Località Quercia Buca- Palazzo INAIL 3 piano Civita Castellana. Telefono 0761/ Fax 0761/ SERVIZI OFFERTI SEGRETERIA ED ACCETTAZIONE lunedì-venerdi VALUTAZIONI PER INSERIMENTO IN LUNGODEGENZA E RSA; AUTORIZZAZIONI E CONTROLLI : ASSISTENZA DOMICILIARE PROGRAMMATA(ADP) ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI); PRESCRIZIONI PRESIDI AUSILI PER PAZIENTI CAD ASSISTENTE SOCIALE

14 ASSISTENZA INFERMIERISTICA: ASSISTENZA FISIOTERAPICA NEUROLOGO medicazioni cateterismo vescicale prelievi venosi prevenzione lesioni da decubito rimozione punti educazione gestione stomie rimozione punti clisteri evacuativi rilevazione parametri vitali rieducazione motoria rieducazione post-chirurgica linfodrenaggio massoterapia magneto-terapia laser-terapia elettro-terapia GINECOLOGO ORTOPEDICO DERMATOLOGO OTORINO FISIATRA DENTISTA CARDIOLOGO PRESA IN CARICO Prestazioni infermieristiche 2-3 giorni Prestazioni fisioterapiche graduate secondo lo schema: Dimissioni protette Pazienti acuti Pazienti sub-acuti Pazienti cronici Valutazioni RSA e LD: 15 giorni

15 MEDICO DI MEDICINA GENERALE E PEDIATRA DI LIBERA SCELTA Il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta sono le persone scelte da ciascun cittadino per garantirsi l assistenza nell intervento sanitario di primo livello, intendendo per tale quello all esterno dell ospedale. A differenza dello specialista, il medico ed il pediatra di fiducia curano la salute dei loro pazienti nel complesso, conoscono ed educano i loro assistiti alla salute. Il medico di famiglia si sceglie tra quei convenzionati con il Servizio sanitario nazionale, il cittadino può scegliere uno qualsiasi dei medici presenti sul territorio del distretto a patto che non abbia raggiunto il "tetto" massimo di assistiti. La scelta del medico di famiglia e del pediatra può essere cambiata. Il medico di famiglia presta la sua attività in ambulatorio aperto almeno 5 giorni settimanali secondo l'orario esposto all'ingresso. Su richiesta effettua le visite a domicilio come stabilito dalla legge: nella stessa giornata qualora la richiesta pervenga entro le ore 10,00; qualora la richiesta pervenga dopo le 10,00 la visita dovrà essere effettuata entro le 12,00 del giorno successivo (fatte salve le effettive urgenze se recepite). Nel territorio del Distretto 5 sono presenti 42 Medicina di Medicina Generale (MMG) e 8 Pediatri di Libera Scelta (PLS).

16 GUARDIA MEDICA Il servizio di guardia medica garantisce l'assistenza medica di base a domicilio per situazioni che rivestono carattere di urgenza e che si verificano durante le ore notturne dei giorni feriali e nei giorni prefestivi e festivi con il seguente orario : i giorni feriali dalle ore 20,00 alle ore 8,00 i giorni festivi dalle ore 8,00 alle ore 8,00 del giorno successivo dalle ore 10,00 del sabato o di altro giorno prefestivo alle ore 8,00 del giorno successivo. Nel territorio sono presenti 2 postazioni di guardia medica: Via XXV aprile 17, Civita Castellana Tel. 0761/ per i comuni di Calcata, Faleria, Civita Castellana, Nepi, Castel Sant Elia, Corchiano, Fabrica di Roma Via Gramsci 66, Orte Tel 0761/ Per i comuni di Gallese, Valleranno, Vignanello, Vasanello

17 Il servizio di medicina legale si occupa di: Certificazioni medico-legali Polizia necroscopica Invalidità civile e legge 104 Visite fiscali SEDI CIVITA CASTELLANA NEPI Località Quercia Buca, snc Palazzo INAIL 3 piano 0761/ Via Tre portoni Tel. 0761/ VIGNANELLO Via della vittoria Tel. 0761/ INVALIDI CIVILI CIVITA CASTELLANA Località Quercia Buca, snc Palazzo INAIL 3 piano 0761/592301

18 Al SERT è affidato il compito della diagnosi e della cura delle dipendenze. Un crescente numero di specialisti (medici, biologi, virologi, psicologi, sociologi, assistenti sociali, assistenti sanitari, educatori professionali, ausiliari socio sanitari, infermieri e volontari) lavorano nel Servizio e sono a disposizione dei pazienti, familiari e di chiunque entri in contatto con le problematiche della droga o di altre dipendenze. L accesso alle strutture è diretto, non è necessaria l impegnativa del medico, la riservatezza è garantita e si può richiedere l anonimato. SEDE Via SS Martiri Marciano e Giovanni, 10 Civita Castellana Tel. 0761/ / Il servizio è aperto per la somministrazione della terapia dal lunedì al sabato dalle 8.45 alle13.45 e il mercoledì dalle alle Gli operatori del Ser.T sono a disposizione telefonicamente per informazioni e colloqui tutti i giorni, domenica esclusa, dalle 8.00 alle 14.00

19 Questo servizio opera per il miglioramento la qualità della vita del disabile adulto e della sua famiglia attraverso l elaborazione e l attuazione di progetti individualizzati durante l arco di tutta la vita. Per disabile adulto si intende il disabile intellettivo. L accesso è diretto per appuntamento o tramite segnalazione dei servizi sociali e sanitari della ASL degli enti locali, delle strutture sociali, educative e riabilitative pubbliche, convenzionate e di volontariato. Le prestazioni sono gratuite. SEDE Località Quercia Buca snc, Palazzo INAIL 2 piano Civita Castellana Tel. 0761/592324/1

20 Il Dipartimento materno infantile opera per la tutela della salute del bambino, della famiglia e della donna attraverso l azione preventiva dell area pediatrica e dell area consultoriale. Si fa carico dei problemi psico-fisici del bambino e dell adolescente (prevenzione, cura, riabilitazione ed inserimento sociale) attraverso l area di Salute Mentale e Riabilitazione dell Età Evolutiva (SMREE) Risorse Gli operatori sono medici, neuropsichiatri infantili, ginecologi, pediatri, psicologi, ostetriche, assistenti sanitari, assistenti sociali, fisioterapisti, infermieri professionali, educatori. Accesso Le prestazioni sono gratuite, si accede per appuntamento, senza prescrizione del medico di medicina generale o del pediatra di libera scelta (medico e pediatra di famiglia). Per le attività di medicina preventiva, di vaccinazioni obbligatorie e raccomandate, di prevenzione del tumore del collo dell utero (Pap Test) gli utenti vengono invitati con lettera. Area Consultoriale: Tutela della procreazione cosciente e responsabile, promozione della salute psico-fisica della donna, dell adolescente e della coppia. Programma di prevenzione del tumore del collo dell utero. Adozioni e affidamento familiare. Area Pediatrica: tutela della salute dell età evolutiva e prevenzione delle malattie contagiose Area Salute Mentale e Riabilitazione Età Evolutiva: il Servizio si interessa della salute psico-fisica del bambino e dell adolescente, della loro crescita, del loro rapporto armonico con l ambiente circostante. Gli operatori del Servizio sono a disposizione per tutte le disabilità psico-fisiche, cognitive e sensoriali e le psico-patologie dell adolescenza.

21 AREA CONSULTORIALE I consultori presenti nel territorio del Distretto sono i seguenti: Civita Castellana Località Quercia Buca, snc Palazzo INAIL 2 piano Tel. 0761/ Nepi Via Tre portoni Tel. 0761/ Vignanello Via della vittoria 2 Tel. 0761/ AREA PEDIATRICA CIVITA CASTELLANA per appuntamenti vaccinazioni m artedì Tel. 0761/ NEPI per appuntamenti vaccinazioni lunedì Tel. 0761/ Località Quercia Buca, snc Palazzo INAIL 2 piano Via Tre portoni Tel. 0761/557525

22 VIGNANELLO per appuntamenti vaccinazioni mer Tel. 0761/ Via della vittoria 2 Tel. 0761/ AREA SALUTE MENTALE E RIABILITAZIONE ETA EVOLUTIVA SEDE Località Quercia Buca snc, Palazzo INAIL 2 piano Civita Castellana Tel.0761/592321/ 2/3/4 Dal lunedì al venerdì lunedì e mercoledì Il personale operante nel servizio è costituito da: Neuropsichiatria infantile Terapista della riabilitazione Assistente sociale Terapista della neuro-psicomotricità dell età evolutiva

23 Per rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini il Dipartimento di Salute mentale è organizzato in: Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura (SPDC) Centri Diurni Centri di Salute Mentale (CSM) Il cittadino può rivolgersi direttamente, anche per le emergenze, ai Centri di Salute Mentale, che definiscono il progetto terapeutico individuale, che può comprendere anche fasi riabilitative presso i Centri Diurni. P er le seguenti prestazioni è previsto il pagamento del ticket, se dovuto, da effettuarsi presso i CUP aziendali o tramite bollett ino di C/C postale n intestato a Azienda USL di Viterbo, se rvizio Tesoreria, Viterbo, specificando nella causale il nome della prestazione (la prenotazione si effettua presso le sedi del Dipartimento di Salute Mentale). CSM Civita Castellana Nepi Vignanello Località Quercia Buca, snc Palazzo INAIL 2 piano Tel. 0761/ Dal lunedì al venerdì ore 8.00/20.00 Sabato e prefestivi ore 8.00/14.00 Via Tre portoni T el. 0761/ lunedì, martedì e venerdì ore 8.00/13.30 Via della vittoria Tel. 0761/ lunedì, martedì, giovedì e venerdì ore 8.30/14.00

24 Fabrica di Roma Presso ambulatorio AVIS Giovedì CENTRI DIURNI Civita Castellana Via Giosuè Carducci 19- tel. e fax Lunedì e venerdì dalle ore 8.00 alle ore Martedì e giovedì dalle ore 8.00 alle ore Il dipartimento di prevenzione è suddiviso nelle seguenti aree di attività: Area Igiene Pubblica Area Alimenti e nutrizione Laboratorio Igiene Industriale Servizio veterinario SIPA Al servizi afferiscono tutti i comuni del distretto 5. SIPA SEDE Località Quercia Buca snc Palazzo INAIL 3 piano Civita Castellana Tel: 0761/ Fax 0761/ ORARIO AL PUBBLICO Segreteria dal lunedì al venerdì Ambulato rio martedì e giovedì

25 SEDE Via Nepesina 1/A Civita Castellana Tel 0761/ Fax0761/ (per appuntamento) ORARIO AL PUBBLICO Dal lunedì al venerdì SERVIZIO VETERINARIO SEDE Località Quercia Buca, snc Palazzo INAIL 3 piano Civita Castellana Tel. 0761/592302/3/4 Fax 0761/ ORARIO AL PUBBLICO Dal lunedì al venerdì sabato

26 Nel territorio del distretto 5 insiste anche il presidio ospedaliero Andosilla SEDE Via Ferretti, Civita Castellana Tel. 0761/5991 SERVIZI OFFERTI PRONTO SOCCORSO FARMACIA C HIRURGIA LABORATORO ANALSI E SERVIZIO PRELIEVI TERAPIA INTENSIVA SERVIZIO DIAGNOSTICA PER IMMAGINI MEDICINA AMBULATORI ONCOLOGIA GINECOLOGIA

27 ORTOPEDIA DIALISI CUP Nel territori del Distretto 5 sono presenti: CASE DI CURA CRA DI NEPI Via Cassia KM 37 Nepi CASA DI CURA VILLA FALERIA Via fallisca, 21 Faleria Riabilitazione Lungodegenza RSA Hospice Poliambulatori RSA CASE DI RIPOSO CASA DI RIPOSO VILLA ARMONIA Via dei Farnesi, 20 Nepi CASA DI RIPOSO VILLA NEPI CASA DI RIPOSO VILLA FALERIA 2 V ia Roma, 58 Nepi Località Banditaccia snc Faleria

28 CASA DI RIPOSO CORCHIANO CASA DI RIPOSO PRO SENECTUTE Via Civita Castellana, 72 Corchiano Piazza Cesare Battisti, 2 Vignanello Progetto ideato e realizzato da D.ssa Elena Megli e D.ssa Gianfranca Federici Con la supervisione della Direzione del Distretto

29

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel SJ. '. :! I. l i,... ". ' ~i"ne 'Cumj'oniu f/$eddén&e Prot. D.3Wledel /.;j.,/!1f l.9-,ç; Ai Commissari Straordinari delle Aziende Sanitarie Locali Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Ai Direttori

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE 2013 0 La Guida ai servizi territoriali del Distretto Socio-sanitario n. 20 : come e

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Indice Premessa 2 Capitolo I: introduzione 1. Il contesto normativo: la legge 328/2000 3 2. La ricognizione 6 Sintesi dei principali risultati Capitolo II:

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

PAT PAT. Distretto di Castelnovo ne Monti. Il Programma delle Attività. Territoriali (PAT) Territoriali (PAT)

PAT PAT. Distretto di Castelnovo ne Monti. Il Programma delle Attività. Territoriali (PAT) Territoriali (PAT) PAT Il Programma delle Attività Territoriali (PAT) Distretto di Castelnovo ne Monti 2006 Il Buon Samaritano a ricordo dell On. Prof. Pasquale Marconi, fondatore dell Ospedale S. Anna. Autore Suor Gemma

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Carta dei Servizi - Azienda U.L.S.S. N 13 Mirano (VE)

Carta dei Servizi - Azienda U.L.S.S. N 13 Mirano (VE) aggiornata ad Ottobre 2014 Indice pag. n. aggiornata ad Ottobre 2014 sanitarie che vengono offerte. Esiste un patto di solidarietà e fiducia che lega le strutture del Servizio Sanitario pubblico e il cittadino:

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA' DI RIABILITAZIONE IN REGIONE CAMPANIA

LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA' DI RIABILITAZIONE IN REGIONE CAMPANIA Giunta Regionale della Campania Assessorato alla Sanità Area Generale di Coordinamento Assistenza Sanitaria Settore Interventi a Favore di Fasce Socio-Sanitarie Particolarmente Deboli Servizio Riabilitazione

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Guida ai diritti del malato

Guida ai diritti del malato Guida ai diritti del malato ERRORI MEDICI? DIMISSIONI FORZATE? INVALIDITÀ CIVILI NEGATE? LISTE D ATTESA INTERMINABILI? CARTE DEI SERVIZI INTROVABILI? DANNI DA TRASFUSIONI E DA VACCINAZIONI OBBLIGATORIE?

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI Come si detraggono le spese per l acquisto dei farmaci? Cosa deve contenere lo scontrino fiscale emesso dalla farmacia? A cosa serve la tessera sanitaria?

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A.

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A. I Settiman 2-6 Ore Lunedi 2 Martedi 3 Mercoledi 4 Giovedì 5 Venerdì 6 II 09-13 Ore Lunedì 9 Martedì 10 Mercoledì 11 Giovedì 12 Venerdì 13 III 16-20 Ore Lunedì 16 Martedì 17 Mercoledì 18 Giovedì 19 Venerdì

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali)

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Ausl Roma H UO Assistenza Domiciliare, Senescenza Disabilità Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Troverai altre utili informazioni

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Delibera di Giunta - N.ro 1999/1378 - approvato il 26/7/1999 Oggetto: DIRETTIVA PER L' INTEGRAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI E SANITARIE ED A RILIEVO SANITARIO A FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITI

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Allegato B - dotazione organica.xls. criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa)

Allegato B - dotazione organica.xls. criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa) rideterminazione della dotazione organica ALLEGATO 1 ALLEGATO 2 ALLEGATO 3 struttura organizzativa criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa) riepilogo per macrostruttura ALLEGATO

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli