GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio"

Transcript

1 GUIDA ai servizi ALZHEIMER nella Regione Lazio

2

3 GUIDA ai servizi ALZHEIMER nella Regione Lazio

4 2010 ISMA Istituti di Santa Maria in Aquiro Via della Guglia, 69/b Roma tel: / fax: Progetto realizzato con il finanziamento della Regione Lazio Progetto grafico, impaginazione ed editing a cura di Edizioni Pigreco di Pigreco Soc. Coop. via di Pietralata, Roma Tutti i diritti riservati

5 Prefazione del Presidente La missione istituzionale dell IPAB ISMA consiste nel creare valore pubblico in modo socialmente responsabile al fine di generare con la sua azione effetti positivi nei confronti della comunità. In particolare l Ente si prefigge di assistere e ospitare persone anziane, mediante l attuazione di servizi aperti e/o residenziali. In attuazione di tale scopo l IPAB ha avviato un Centro Diurno Alzheimer in collaborazione con il I Municipio, l Ospedale Nuovo Regina Margherita, la ASL RM A e un Centro Sollievo per i malati di Alzheimer, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze dell Invecchiamento dell Università La Sapienza di Roma. Il primo obiettivo che l IPAB ISMA si propone di raggiungere attraverso questa Guida è prima di tutto la sensibilizzazione di un numero sempre maggiore di persone, di istituzioni e della classe politica sul tema dell Alzheimer che ha forti implicazioni sociali ed economiche, tale da richiedere interventi seri e incisivi. Un ulteriore e importante obiettivo è quello di rafforzare la creazione di reti di collaborazione e supporto reciproco fra soggetti pubblici e privati, affinché le politiche sociali e assistenziali possano rispondere in maniera sempre più efficace e diretta a un problema che, direttamente e indirettamente, colpisce un numero sempre più crescente di cittadini. Questa Guida, infine, vuole essere uno strumento per gli utenti: per i pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer, ma 5 GUIDAALZHEIMER

6 soprattutto per i familiari, affinché in un percorso così difficile dal punto di vista affettivo e psicologico di condivisione della malattia del loro caro congiunto possano trovare un concreto supporto orientativo sulle realtà istituzionali, private e volontaristiche presenti nel territorio della regione Lazio. Il Presidente Dott. Guido Magrini GUIDAALZHEIMER 6

7 La Malattia di Alzheimer Il morbo di Alzhemeir è la forma più comune di demenza senile, colpisce 18 milioni di persone nel mondo e costituisce una delle grandi emergenze sociali e sanitarie di questi anni. Nella nostra società occidentale infatti si assiste da un lato a un miglioramento e incremento dell aspettativa di vita, soprattutto degli ultra ottantenni, dall altro a un aumento delle malattie croniche degenerative progressivamente invalidanti. Nella Classificazione Internazionale delle Malattie e dei problemi sanitari e correlati del Ministero della Sanità e dell Organizzazione Mondiale della Sanità, il morbo di Alzheimer è classificato tra le malattie del sistema nervoso ed è caratterizzato dalla progressiva perdita delle capacità cognitive, con particolare riguardo alla memoria. Questa perdita è imputabile a una lenta ma progressiva degenerazione e morte di intere popolazioni di cellule nervose o neuroni, e alla progressiva atrofizzazione delle fibre nervose. Secondo il Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute (CNESPS) dell Istituto Superiore di Sanità, l Alzheimer oggi colpisce circa il 5% delle persone con più di 60 anni e in Italia si stimano circa cinquecentomila ammalati. È la forma più comune di demenza senile, uno stato provocato da un alterazione delle funzioni cerebrali che implica serie difficoltà per il paziente nel condurre le normali attività quotidiane. La malattia colpisce la memoria e le funzioni cognitive, si ripercuote sulla capacità di parlare e di pensare ma può causare anche altri problemi fra cui stati di confusione, cambiamenti di umore e disorientamento spazio-temporale. 7 GUIDAALZHEIMER

8 Il decorso della malattia è lento e in media i pazienti possono vivere fino a 8-10 anni dopo la diagnosi della malattia. I disturbi cognitivi possono, tuttavia, essere presenti anche anni prima che venga formulata una diagnosi di demenza di Alzheimer. Come in altre malattie neurodegenerative, la diagnosi precoce è molto importante sia perché offre la possibilità di trattare alcuni sintomi della malattia, sia perché permette al paziente di pianificare il suo futuro, quando ancora è in grado di prendere decisioni. Se si prendono in considerazione i fenomeni di ospedalizzazione, sulla base di fonti ISTAT del 2006, tra il 1999 e il 2004 i ricoveri per Alzheimer sono più che raddoppiati, con un incremento del 114,5%. Nei due terzi dei casi, le persone interessate avevano più di 80 anni. Il morbo di Alzheimer è passato dalla dodicesima all ottava posizione fra le cause di ricovero, per quanto i ricoveri per disturbi mentali senili siano diminuiti in termini percentuali. Per quanto riguarda le politiche sociali adeguate per i malati e le famiglie dei malati, la situazione, in effetti, non è delle migliori. È stato stimato che il costo per l assistenza sanitaria ai malati di Alzheimer corrisponde a un punto percentuale del PIL nazionale. La metà di questa cifra, però, è sostenuta interamente dalle famiglie, che spesso si vedono costrette ad affrontare un problema drammatico e complesso, in grado di incidere in maniera profonda, oltre che sul budget familiare, anche sulla serenità del quotidiano e delle relazioni interpersonali. L Alzheimer è una delle patologie attualmente più costose, tanto dal punto di vista economico quanto dal punto di vista sociale, ma al tempo stesso meno conosciute. Il mondo GUIDAALZHEIMER 8

9 medico-scientifico sta lavorando intensamente per trovare un rimedio alla malattia. A oggi, in ogni caso, la migliore cura è la prevenzione, la predizione, l adozione di uno stile di vita sano, non soltanto in vecchiaia. Tali dati conducono a una riflessione sui problemi relativi ai costi sociali della malattia, il Censis ci informa infatti che il costo medio annuo stimato per paziente è di circa euro; i costi della demenza gravano per il 72% sulle famiglie, senza considerare i costi affettivi non monetizzabili ma molto incidenti sulla qualità della vita del paziente e della sua famiglia. Aree territoriali di interesse: Roma e provincia > pag. 9 Latina e provincia > pag. 31 Frosinone e provincia > pag. 35 Rieti e provincia > pag. 39 Viterbo e provincia > pag. 43 La presente guida si riferisce alle seguenti realtà istituzionali: Unità Valutative Alzheimer U.V.A. Centri Diurni Alzheimer Centri Anziani Fragili Assistenza domiciliare CAD Strutture residenziali dedicate all Alzheimer Associazioni Istituti di Ricerca 9 GUIDAALZHEIMER

10 Riferimenti ASL di Roma e provincia: Per quanto riguarda le aree di Roma e provincia, ciascuna struttura è stata inserita secondo la ASL di appartenenza. Città di Roma: ASL RM/A RM/B RM/C RM/D RM/E TERRITORIO DI RIFERIMENTO Municipi I, II, III e IV Municipi V, VII, VIII e X Municipi VI, IX, XI e XII Municipi XIII, XV e XVI Municipi XVII, XVIII, XIX e XX Provincia di Roma: ASL RM/F RM/G RM/H TERRITORIO DI RIFERIMENTO Polidoro, Civitavecchia, Cerveteri, Bracciano, Campagnano Tivoli, Guidonia, Monterotondo, Subiaco, Palestrina, Colleferro Rocca Priora, Albano, Frattocchie, Pomezia, Velletri, Nettuno Le Associazioni inserite in questa guida sono iscritte al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato - L.R. n. 29/93 e al Registro Associazionismo - L.R. n. 22/99 della Regione Lazio. GUIDAALZHEIMER 10

11 Roma e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il centro stesso e, in seguito, nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Roma A Day Hospital Geriatrico Nuovo Regina Margherita Via Morosini, Roma Responsabile: Dott.ssa Fanfoni Tel Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli Isola Tiberina Responsabile: Dott. Cassetta GUIDAALZHEIMER 11 Roma e provincia

12 Tel per appuntamento, ambulatorio Unità Operativa Neurologia, Dipartimento Malattie Sistema Nervoso San Giovanni Addolorata Via Amba Aradam, Roma Responsabile: Prof. Brogi Tel per appuntamento, Primario Dipartimento Scienze Neurologiche, Policlinico Umberto I Viale dell Università, Roma Responsabile: Prof. Prencipe Tel per appuntamento Cattedra di Geriatria, Dipartimento Scienze dell Invecchiamento Policlinico Umberto I Viale del Policlinico, Roma Responsabile: Prof. Marigliano Tel per appuntamento V Clinica Neurologica, Dipartimento Scienze Neurologiche Policlinico Umberto I Viale dell Università, Roma Responsabile: Prof. Bruno Tel per appuntamento, numero Responsabile Roma e provincia 12 GUIDAALZHEIMER

13 Clinica Malattie Nervose e Mentali, Dipartimento di Neurologia e Otorinolaringoiatria, II Cattedra di Neurologia Policlinico Umberto I Viale dell Università, Roma Responsabile: Prof. Amabile Tel per appuntamento Territorio ASL Roma B Coordinamento del CC.AA.DD. c/o Poliambulatorio Via Tenuta di Torrenova, Roma Responsabile: Dott. Amici Tel per appuntamento Centro Polivalente Prevenzione e Cura Malattie in Età Geriatrica Poliambulatorio di Via Antistio, Roma Responsabile: Dott. Cervelli Tel Territorio ASL Roma C Divisione Clinica Neurologica Policlinico Tor Vergata Viale Oxford, Roma Responsabile: Prof. Giuseppe Sancesareo Tel GUIDAALZHEIMER 13 Roma e provincia

14 Unità Operativa di Neurologia e Riabilitazione Neurologica c/o IRCCS Santa Lucia Via Ardeatina, Roma Responsabile: Dr.ssa Perri Tel Unità Operativa Complessa di Geriatria Ospedale Sant Eugenio Piazzale dell Umanesimo, Roma Responsabile: Dott. Capobianco Tel Territorio ASL Roma D Unità Operativa di Neurologia G. B. Grassi Via Passeroni, Ostia (Roma) Responsabile: Dott. Mancini Tel per appuntamento Dipartimento Neuroscienze Ospedale San Camillo De Lellis Circonvallazione Gianicolense, Roma Responsabile: Dott. Blundo Tel Roma e provincia 14 GUIDAALZHEIMER

15 Territorio ASL Roma E Unità Operativa di Neurologia Ospedale Santo Spirito, Dipartimento Tutela Salute degli Anziani c/o Casa di Riposo del Comune di Roma Roma 3 Via G. Ventura, Roma Responsabile: Dott. Carratelli Tel Servizio di Neuropatologia Ospedale San Pietro Via Cassia, Roma Responsabile: Dott. Pietrella Tel Servizio Neuroscienze Policlinico Sant Andrea Via di Grottarossa, 1035/ Roma Responsabile: Dott. Giubilei Tel Unità Operativa Geriatria e Cardiologia INRCA Via Cassia, Roma Responsabile: Dott. Brancati Tel per primo appuntamento Cattedra di Geriatria Centro Medicina dell Invecchiamento Università Cattolica Sacro Cuore Largo A. Gemelli, Roma Responsabile: Dott. Zuccalà Tel chiamare di mattina per appuntamento GUIDAALZHEIMER 15 Roma e provincia

16 Clinica Neurologica Università Cattolica Sacro Cuore Policlinico A. Gemelli Largo A. Gemelli, Roma Tel Unità Operativa Neurologia AOS S. Filippo Neri Via G. Martinetti, Roma Responsabile: Dott. Foti Tel numero UVA, per appuntamento Territorio ASL Roma F C.A.D. c/o Distretto F.1 Civitavecchia Via delle Terme di Traiano, 39/a Civitavecchia (RM) Responsabile: Dott.ssa Cozzolino Tel Territorio ASL Roma G Unità Operativa di Neurofisiopatologia del Centro di salute mentale di Tivoli Via Domenico Giuliani, Tivoli (RM) Responsabile: Dott. Lucarelli Tel Roma e provincia 16 GUIDAALZHEIMER

17 Unità Valutativa Alzheimer - Italian Hospital Group Via Tiburtina, Guidonia (RM) Responsabile: Dott. Gabriele Carbone Tel /3 Web: Territorio ASL Roma H Unità Operativa Neurofisiopatologia del Polo ospedaliero H2 c/o Presidio ospedaliero di Albano Via del Mare Km Albano Laziale (RM) Responsabile: Dott. Fauzi Cassabgi Tel Unità Operativa senescenza, disabilità, assistenza domiciliare Distretto H1 c/o Ospedale Cartoni Via Malpasso d Acqua Rocca Priora (RM) Responsabile: Dott. Falera Tel Unità Operativa senescenza, disabilità, assistenza domiciliare Distretto H4 Via dei Castelli Romani, Pomezia (RM) Responsabile: Dott.ssa Masselli Tel GUIDAALZHEIMER 17 Roma e provincia

18 Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Territorio ASL Roma A Centro Diurno Alzheimer I Municipio Via Vittorio Amedeo II, 14 Roma Tel Il Centro è realizzato in collaborazione con: IPAB ISMA I Municipio Ospedale Nuovo Regina Margherita ASL RM A Centro Diurno La Pineta Argentata Via Di Casal Boccone, 112 Roma Tel Fax: MUN: parte del II e IV Giardino Alzheimer Roma e provincia 18 GUIDAALZHEIMER

19 Centro Diurno c/o Conservatorio Sant Eufemia (Nomentana) Via Guattani, 17 Roma Tel Mail: MUN: I II III con servizio trasporto e IV Territorio ASL Roma B Centro Diurno Hansel e Gretel Via Di Torre Spaccata, 157 Roma Tel MUN: V VIII X Centro Diurno La Coccinella Via degli Elci, 13 Roma Responsabile: Antonella Tiribocchi Tel / /8 MUN : Solo VII Coop. Nuove Risposte Territorio ASL Roma C Centro Diurno Amarcord Via Oreste Pierozzi, 39 Roma (zona Casilina) Tel Mail: MUN: Solo VI GUIDAALZHEIMER 19 Roma e provincia

20 Centro Diurno Tre Fontane Via Laurentina, 289 Roma Tel Fax: MUN: XI XII Centro Diurno Attivamente Via Demetriade, 74 Roma Responsabile: Sabina Cascina Tel Mail: MUN: Solo IX Territorio ASL Roma D Sacro Cuore Centro La Cornucopia Via Alessandro Poerio, 100 Roma Tel Fax: Centro Diurno Il Pioppo c/o Casa Vittoria Via Portuense, 220 Roma Tel Mail: MUN: XIII XV XVI Roma e provincia 20 GUIDAALZHEIMER

21 Territorio ASL Roma E Centro Diurno Arcobaleno Via G. Ventura, 60 Roma Tel Fax: MUN: XVII XVIII XIX XX Centro Diurno Alzheimer presso la Residenza Parco di Veio Via Rocco Santoliquido, Roma Tel Prevalenza residenti XX Municipio. Si accettano anche le domande di coloro che risiedono nel XVII, XVIII e XIX Municipio. Territorio ASL Roma G Centro Diurno Alzheimer - Italian Hospital Group Via Tiburtina, 188 Guidonia (RM) Responsabile: Dott. Gabriele Carbone Tel /3 Web: GUIDAALZHEIMER 21 Roma e provincia

22 Centri Anziani Fragili Il Centro Diurno Anziani Fragili è un servizio rivolto a donne dai 60 anni e uomini dai 65 anni con ridotte capacità di autonomia che per presenza di patologie multiple manifestano caratteristiche di fragilità sanitaria e socio-ambientale. Il servizio risponde alle esigenze degli anziani a rischio di perdita di autosufficienza che necessitano di un sostegno e di una stimolazione extradomiciliare. Territorio ASL Roma A MUNICIPIO I Via Bodoni, MUNICIPIO II Via Mascagni, 156/b MUNICIPIO II Via Tiepolo, MUNICIPIO III Via Severano, MUNICIPIO IV Via dei Campi Flegrei, 34/ Territorio ASL Roma B MUNICIPIO V Via del Badile, MUNICIPIO V Via Beltrami Scalia, MUNICIPIO VII Via dei Castani, MUNICIPIO VIII Via San Biagio Platani, 231/ MUNICIPIO X Via R. Vignali, Roma e provincia 22 GUIDAALZHEIMER

23 Territorio ASL Roma C MUNICIPIO VI Via Romiti, MUNICIPIO IX Via Demetriade, MUNICIPIO XI Via degli Argonauti, 5/ MUNICIPIO XII Via G. Guareschi, Territorio ASL Roma D MUNICIPIO XIII Via A. Milesi, 36 Acilia MUNICIPIO XV Via Santorre di Santarosa, MUNICIPIO XVI Via Pietro Cartoni, MUNICIPIO XVI Via Longhena, Territorio ASL Roma E MUNICIPIO XVII Via dei Gracchi, MUNICIPIO XVIII Via Castel di Guido, MUNICIPIO XIX Via Ventura, MUNICIPIO XX Via Cortina d Ampezzo, GUIDAALZHEIMER 23 Roma e provincia

24 Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. CAD AZIENDALI ASL ROMA ASL RM A Distretto 1 I Distretto 2 II Distretto 3 III Distretto 4 IV ASL RM B Distretto 1 V Distretto 2 VII Distretto 3 VIII Distretto 4 X ASL RM C Distretto 6 VI Via Modena, Via Tagliamento, /39 Via dei Frentani, Via Dario Niccodemi, L.go De Dominicis, /76 Via Resaola, Via Tenuta di Torrenova, Viale Rizzieri, /7/8 Via Casilina, Roma e provincia 24 GUIDAALZHEIMER

25 Distretto 9 Distretto 11 Distretto 12 IX XI XII ASL RM D Distretto 2 XIII Distretto 3 Distretto 4 ASL RM E Distretto 1 XV XVI Distretto 1 Fiumicino Distretto 2 Distretto 2 XVII XVIII XIX XX Via Marotta, Via Odescalchi, Via Marotta, Via F. Paolini, Via Volpato, Via C. Pascarella, Via Martinengo, Via di Valle Aurelia, 115/a /2 P.zza S. Maria della Pietà, V.le Tor di Quinto, 33/a CAD AZIENDALI ASL RM F Palidoro Sportello Sanità /967 Civitavecchia Cerveteri Ladispoli Bracciano /480 Campagnano GUIDAALZHEIMER 25 Roma e provincia

26 CAD AZIENDALI ASL RM G Tivoli /677/680 Guidonia Palombara Italian Hospital Group Via Tiburtina, Guidonia Tel /3 Monterotondo Subiaco Palestrina Zagarolo Colleferro Valmontone CAD AZIENDALI ASL RM H DISTRETTO H1 ROCCA PRIORA c/o Osp. Cartoni Tel /576 Fax: orari: lunedì, giovedì e sabato DISTRETTO H2 ALBANO Via Galleria di Sotto, 6 Tel Fax: orari: lunedì, mercoledì, venerdì DISTRETTO H3 FRATTOCCHIE Via Nettunense Vecchia, 1 Tel Fax: orari: lunedì, mercoledì, venerdì Roma e provincia 26 GUIDAALZHEIMER

27 DISTRETTO H4 POMEZIA Via Castelli Romani, 2/P Tel Fax: orari: dal lunedì al sabato DISTRETTO H5 VELLETRI Via San Biagio, 19/21 Tel./Fax: Fax: orari: dal lunedì al venerdì DISTRETTO H6 NETTUNO Via San B. Menni, 2 Tel Fax: orari: dal lunedì al venerdì Strutture residenziali dedicate all Alzheimer Territorio ASL Roma A CENTRO SOLLIEVO Via Isola Madre, 15 Roma Il Centro è realizzato in collaborazione con IPAB ISMA e il Dipartimento di Scienze dell Invecchiamento La Sapienza. GUIDAALZHEIMER 27 Roma e provincia

28 Territorio ASL Roma E CASA DI CURA VILLA GRAZIA Via F. Cherubini, 26/ Roma Tel / Fax: Territorio ASL Roma G ITALIAN HOSPITAL GROUP Via Tiburtina, Guidonia (Roma) Responsabile: Dott. Carbone Tel /3 Web: Territorio ASL Roma H ISTITUTO S. GIOVANNI DI DIO (AfaR Fatebenefratelli) Via Fatebenefratelli, Genzano (Roma) Tel / Roma e provincia 28 GUIDAALZHEIMER

29 ASSOCIAZIONI Territorio ASL Roma A Associazione Alzheimer Anziano Fragile Onlus Via San Quintino, Roma Responsabile: Vincenzo Cannavale Tel / Mail: Web: Territorio ASL Roma B Associazione di Volontariato Sos Alzheimer Onlus Viale Bruno Rizzieri, Roma Responsabile: Maria Grazia Giordano Tel / Mail: Web: Territorio ASL Roma D Alzheimer Uniti Roma Onlus Via Poerio, Roma Presidente: Luisa Bartorelli Tel./Fax: GUIDAALZHEIMER 29 Roma e provincia

30 Mail: Web: Associazione A.I.D.A. (Assistenza Integrale Demenze Alzheimer) Onlus Via Dobbiacco, 4/a Roma Responsabile: Rosalba Sorbara Tel Mail: Web: Territorio ASL Roma E Associazione Alzheimer Roma Onlus Via Monte Santo, Roma Tel Mail: Web: ISTITUTI DI RICERCA Istituto di Neuroscienze - CNR c/o C.E.R.C. via del Fosso di Fiorano, 64/ Roma Responsabile: Martine Teule Ammassari Tel Fax: Roma e provincia 30 GUIDAALZHEIMER

31 Mail: Web: Istituto di Neurobiologia e Medicina Molecolare - CRN Via del Fosso di Fiorano, 64 Località Prato Smeraldo Roma Direttore: Dott. Delio Mercanti Tel Fax: Mail: Dipartimento di Biologia Cellulare e Neuroscienze Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena, Roma Referente: Filippo Belardelli Tel Fax: Mail: Ministero della Salute Lungotevere Ripa, Roma Tel GUIDAALZHEIMER 31 Roma e provincia

32

33 Latina e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il centro stesso e, in seguito, nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Latina Divisione di Geriatria Ospedale civile di Sezze Via S. Bartolomeo, Sezze (LT) Responsabile: Dott. Righi Tel Unità Operativa Neurologia Ospedale Santa Maria Goretti Via G. Reni, Latina GUIDAALZHEIMER 33 Latina e provincia

34 Responsabile: Dott. Bellini Tel Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. CASA AIMA onlus Via Vespucci, Latina Tel / Fax: Mail: Web: Latina e provincia 34 GUIDAALZHEIMER

35 Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. Sede Tel. Fax Via Quattro Giornate Cisterna di Napoli, 4 Via Garibaldi, Latina Viale dei Sezze Cappuccini, 70 Via Firenze (Ospedale) Terracina Via Porto Capo Sele Formia Via degli Oleandri, Aprilia GUIDAALZHEIMER 35 Latina e provincia

36

37 Frosinone e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il centro stesso e, in seguito, nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Frosinone Servizio Geriatrico Integrato Dottore Angelico di Aquino Viale Manzoni, Aquino (FR) Responsabile: Prof. Luigi Di Cioccio Tel / Numero Verde: Mail: GUIDAALZHEIMER 37 Frosinone e provincia

38 Centro di Salute Mentale di Sora c/o sede Distretto di Sora Via Piemonte, Sora (FR) Responsabile: Dott.ssa S. Alfonsi Tel / Fax: Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Centro Diurno Alzheimer "Madonna della Speranza" Via Madonna della Speranza Giuliano di Roma (FR) Responsabile: Dott.ssa Serena Paolucci Tel / Frosinone e provincia 38 GUIDAALZHEIMER

39 Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. Sede Tel. Via Armando Fabi Frosinone Via Principe di Sora Piemonte Via Madonna del Cassino Carmine Piazza dell Ospizio Ferentino Via S. Giorgietto Anagni Via Chiappitto Alatri (Ospedale) Via Regina Margherita Ceprano Piazza Berardi Ceccano Via dei Sanniti Atina Via A. Manzoni Aquino GUIDAALZHEIMER 39 Frosinone e provincia

40

41 Rieti e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il centro stesso e, in seguito, nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Rieti Unità Operativa Neurologia Presidio Ospedaliero S. Camillo de Lellis Viale Baroni Rieti Responsabile: Prof. Alessandro Stefanini Tel / Fax: Mail: GUIDAALZHEIMER 41 Rieti e provincia

42 Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Centro Diurno Rieti Centro Diurno Alzheimer (C.D.A.) Via Garibaldi, 1 Cantalice (RI) Tel Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. Sede Distretto Rieti Via delle Ortensie, 28 (I piano) Distretto Poggio Mirteto Via del Finocchietto, snc Tel Rieti e provincia 42 GUIDAALZHEIMER

43 Distretto Salario V.le Europa, 13 Osteria Nuova, Poggio Moiano V. Gramsci, 27 Passo Corese, Fara in Sabina Distretto Salto Cicolano Strada Provinciale S. Elpidio Distretto Alto Velino P.zza Martiri della Libertà, 1 Antrodoco ASSOCIAZIONI Associazione Alzheimer Uniti Piazza Vittorio Emanuele, Rieti Tel Fax: Web: GUIDAALZHEIMER 43 Rieti e provincia

44

45 Viterbo e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il centro stesso e, in seguito, nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Viterbo Unità Operativa Neurologia Ospedale Bel Colle Strada Sammarinese Viterbo Responsabile: Dott. Nappo Tel Fax: GUIDAALZHEIMER 45 Viterbo e provincia

46 Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Centro diurno Alzheimer Non ti scordar di me Piazzale dei Buccheri Viterbo Tel Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. Sede Tel. Fax Via Dante Alighieri, 100 Montefiascone Viale Igea, Tarquinia Via Arma dei Carabinieri Viterbo Viterbo e provincia 46 GUIDAALZHEIMER

GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio

GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio GUIDA ai servizi ALZHEIMER nella Regione Lazio Prefazione del Presidente 2010 ISMA Istituti di Santa Maria in Aquiro Via della Guglia, 69/b - 00186 Roma tel: 06.6792533-06.6788894 fax: 06.6789497 Stampato

Dettagli

http://www.unicampus.it/ http://www.unicatt.it/

http://www.unicampus.it/ http://www.unicatt.it/ Poli formativi Lazio Poli nella Regione: 40, per un totale di 2639 posti per l Anno accademico 2006/2007 UNIVERSITÀ CAMPUS BIOMEDICO Via Longoni, 83 00155 Roma Tel. 06-225411 http://www.unicampus.it/ Sedi

Dettagli

4 Distretto Sanitario Sede - Via Lampedusa, 23 Orario apertura al pubblico: da martedì a venerdì 8.00-12.30 (stanza 17, 18)

4 Distretto Sanitario Sede - Via Lampedusa, 23 Orario apertura al pubblico: da martedì a venerdì 8.00-12.30 (stanza 17, 18) ASL RMA 1 Distretto Sanitario Sede - Via Luzzatti, 8 tel. 06 7730 7565 / 7563 Orario apertura al pubblico: da martedì a venerdì 7.30-13.00 2 Distretto Sanitario Sede 1 - Via Tripoli, 39 Orario apertura

Dettagli

GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio

GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio GUIDA ai servizi ALZHEIMER nella Regione Lazio Provincia di Roma: ASL RM/F RM/G RM/H TERRITORIO DI RIFERIMENTO Polidoro, Civitavecchia, Cerveteri, Bracciano, Campagnano Tivoli, Guidonia, Monterotondo,

Dettagli

Strutture e centri per la prescrizione di Rivaroxaban (XARELTO ) nelle confezioni da 15mg e 20mg per le indicazioni Fibrillazione Atriale e TVP

Strutture e centri per la prescrizione di Rivaroxaban (XARELTO ) nelle confezioni da 15mg e 20mg per le indicazioni Fibrillazione Atriale e TVP Strutture e centri per la prescrizione di Rivaroxaban (XARELTO ) nelle confezioni da 15mg e 20mg per le indicazioni Fibrillazione Atriale e TVP Azienda Sanitaria Struttura Sanitaria Descrizione Unità Operativa

Dettagli

REGIONE LAZIO (Dati Provvisori) PROVINCIA DI FROSINONE

REGIONE LAZIO (Dati Provvisori) PROVINCIA DI FROSINONE REGIONE LAZIO (Dati Provvisori) ASL/USSL Ospedale (pubblico/ privato) Luogo con indirizzo postale Tipo di Struttura (UOC, UOSD, UOS, ambulatorio) con indirizzo mail e telefono Responsabile con indirizzo

Dettagli

INDIRIZZARIO UFFICI COMPETENTI ASL PER RICHIESTA CONTRIBUTO PER MODIFICA AGLI STRUMENTI DI GUIDA PER TITOLARI PATENTE SPECIALE

INDIRIZZARIO UFFICI COMPETENTI ASL PER RICHIESTA CONTRIBUTO PER MODIFICA AGLI STRUMENTI DI GUIDA PER TITOLARI PATENTE SPECIALE INDIRIZZARIO UFFICI COMPETENTI ASL PER RICHIESTA CONTRIBUTO PER MODIFICA AGLI STRUMENTI DI GUIDA PER TITOLARI PATENTE SPECIALE ASL ROMA A Dir. San. I Distretto Via Carducci, 7 00187 Roma Tel. 06 77307711

Dettagli

LA SANITÀ DEL LAZIO CAMBIA VOLTO

LA SANITÀ DEL LAZIO CAMBIA VOLTO LA SANITÀ DEL LAZIO CAMBIA VOLTO UNA NUOVA RETE TERRITORIALE DI CURE OSPEDALI PIÙ MODERNI E PIÙ SICURI INNOVAZIONE TECNOLOGICA GLI INTERVENTI STRATEGICI DAL 2013: 35 MILIONI PER I 12 PRONTO SOCCORSO PER

Dettagli

Centro Regionale Trapianti Lazio. ATTIVITÀ PRELIEVO E TRAPIANTO DI TESSUTI REGIONE LAZIO Anno 2013

Centro Regionale Trapianti Lazio. ATTIVITÀ PRELIEVO E TRAPIANTO DI TESSUTI REGIONE LAZIO Anno 2013 Centro Regionale Trapianti Lazio ATTIVITÀ PRELIEVO E TRAPIANTO DI TESSUTI REGIONE LAZIO Anno 2013 Le attività di prelievo, distribuzione e trapianto di tessuto sono attuate secondo i criteri indicati nei

Dettagli

Necessario, invece, una qualità di intervento alto in grado di muovere assistenza sanitaria e di dare gli giusti stimoli al paziente.

Necessario, invece, una qualità di intervento alto in grado di muovere assistenza sanitaria e di dare gli giusti stimoli al paziente. Informazionediretta.it Competenza, appropriatezza, integrazione! La triade per la cura all'alzheimer Il 13 dicembre alla Biblioteca del Senato si è fatto il punto sugli attuali sistemi di cura di una malattia

Dettagli

CENTRO RIFERIMENTO AIDS -OSPEDALE PEDIATRICO "BAMBINO GESU'

CENTRO RIFERIMENTO AIDS -OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU' ASL-RM/A CENTRO RIFERIMENTO AIDS - POLICLINICO UMBERTO I Policlinico Umberto I - Dipartimento Sanità Pubblica e Malattie Infettive Sezione Malattie Infettive Unità Operativa AIDS Viale Regina Elena 330

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Report UVA 2012 Ricognizione delle Attività delle Unità Valutative Alzheimer

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Report UVA 2012 Ricognizione delle Attività delle Unità Valutative Alzheimer LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Report UVA 2012 Ricognizione delle Attività delle Unità Valutative Alzheimer Novembre 2011 1. Premessa Le Demenze e la malattia di Alzheimer sono uno dei dieci obiettivi

Dettagli

OSPEDALI DEL LAZIO FROSINONE LATINA. ALATRI Ospedale San Benedetto Loc Chiappitto 03011 Alatri tel 0775.4381 www.asl.fr.it

OSPEDALI DEL LAZIO FROSINONE LATINA. ALATRI Ospedale San Benedetto Loc Chiappitto 03011 Alatri tel 0775.4381 www.asl.fr.it OSPEDALI DEL LAZIO FROSINONE ALATRI Ospedale San Benedetto Loc Chiappitto 03011 Alatri tel 0775.4381 www.asl.fr.it CASSINO Ospedale Santa Scolastica Via San Pasquale 03043 Cassino tel 0776.39291 www.asl.fr.it

Dettagli

PRESENTAZIONE. Il Centro Demenze - Unità Alzheimer è certamente motivo di orgoglio per la Italian Hospital Group.

PRESENTAZIONE. Il Centro Demenze - Unità Alzheimer è certamente motivo di orgoglio per la Italian Hospital Group. PRESENTAZIONE Il Centro Demenze - Unità Alzheimer è certamente motivo di orgoglio per la Italian Hospital Group. A dieci anni di distanza dalla nascita della Unità di Valutazione Alzheimer (2001), oggi

Dettagli

LE DEMENZE Il nuovo quadro normativo, implementazione sul territorio della ASL RMf

LE DEMENZE Il nuovo quadro normativo, implementazione sul territorio della ASL RMf LE DEMENZE Il nuovo quadro normativo, implementazione sul territorio della ASL RMf MASSIMO GUIDO Psichiatra D.S.M. Coordinatore e responsabile scientifico della Struttura coordinamento Disturbi cognitivi/demenze

Dettagli

CHIRURGIA MAXILLO FACCIALE ED ODONTOSTOMATOLOGIA

CHIRURGIA MAXILLO FACCIALE ED ODONTOSTOMATOLOGIA CHIRURGIA MAXILLO FACCIALE ED ODONTOSTOMATOLOGIA Università degli Studi di Roma La Sapienza I Facoltà di Medicina e Chirurgia Azienda Policlinico Umberto I Dipartimento di appartenenza: Istituto di Clinica

Dettagli

Malattia di Alzheimer: le dimensioni del problema Nel Lazio e nella ASL RMD

Malattia di Alzheimer: le dimensioni del problema Nel Lazio e nella ASL RMD Malattia di Alzheimer: le dimensioni del problema Nel Lazio e nella ASL RMD Gabriele Carbone Centro Demenze Unità Alzheimer Guidonia (Roma) Ostia, 31-Marzo-2006 Cenni epidemiologici Le demenze, rappresentano

Dettagli

I servizi per la Tutela della Salute Mentale e la Riabilitazione dell Età Evolutiva della regione Lazio. Dicembre 2007

I servizi per la Tutela della Salute Mentale e la Riabilitazione dell Età Evolutiva della regione Lazio. Dicembre 2007 I servizi per la Tutela della Salute Mentale e la Riabilitazione dell Età Evolutiva della regione Lazio Dicembre 2007 A ccuurraa ddi i EEl leeoonnoorraa Gaarrggi iuul loo Annddrreeaa Gaaddddi inni i Indice

Dettagli

GARA COMUNITARIA CENTRALI

GARA COMUNITARIA CENTRALI GARA COMUNITARIA CENTRALIZZATA A PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL MULTISERVIZIO TECNOLOGICO E FORNITURA DEI VETTORI ENERGETICI AGLI IMMOBILI IN PROPRIETÀ O NELLA DISPONIBILITÀ DELLE AZIENDE

Dettagli

Sicuro di averti fornito utile informazione, Ti auguro un buon lavoro. Cordiali Saluti. Dott. Fabrizio Bozza

Sicuro di averti fornito utile informazione, Ti auguro un buon lavoro. Cordiali Saluti. Dott. Fabrizio Bozza Caro Collega, in qualità di Delegato del Presidente C.A.O. dell Ordine Provinciale dei Medici e degli Odontoiatri di Roma nella Commissione Prevenzione e Cura dei Tumori del Cavo Orale, Ti comunico che

Dettagli

L innovazione dei servizi per la cura delle malattie croniche

L innovazione dei servizi per la cura delle malattie croniche Cooperativa Sociale Nòmos onlus Bagno a Ripoli, 2011 Convegno L evoluzione dei bisogni degli anziani: Le risposte dei servizi alle esigenze emergenti L innovazione dei servizi per la cura delle malattie

Dettagli

GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio

GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio GUIDA ai servizi ALZHEIMER nella Regione Lazio Prefazione del Presidente 2010 ISMA Istituti di Santa Maria in Aquiro Via della Guglia, 69/b - 00186 Roma tel: 06.6792533-06.6788894 fax: 06.6789497 Stampato

Dettagli

La celiachia: impariamo a conoscerla

La celiachia: impariamo a conoscerla La celiachia: impariamo a conoscerla Piano regionale della Prevenzione 2010-2012 Questo materiale è stato realizzato nell ambito del Piano Regionale della Prevenzione nel Lazio 2010-2012 Implementare la

Dettagli

IL LAZIO CAMBIA. RIORGANIZZAZIONE DELLA RETE OSPEDALIERA. Presentazione del Decreto 368/14. regione.lazio.it

IL LAZIO CAMBIA. RIORGANIZZAZIONE DELLA RETE OSPEDALIERA. Presentazione del Decreto 368/14. regione.lazio.it IL LAZIO CAMBIA. RIORGANIZZAZIONE DELLA RETE OSPEDALIERA. Presentazione del Decreto 368/14 IL LAZIO CAMBIA I RISULTATI PIÙ IMPORTANTI DI QUESTI MESI ACCORDO CON I MMG PER PRESA IN CARICO DEI PAZIENTI CRONICI

Dettagli

La rete dei servizi. Proposta di un progetto per la Regione Lazio

La rete dei servizi. Proposta di un progetto per la Regione Lazio La rete dei servizi Proposta di un progetto per la Regione Lazio Global prevalence of dementia: a Delphi consensus study Ferri CP, Prince M, Brayne C, Brodaty H, Fratiglioni L et al. Alzheimer s disease

Dettagli

I Sessione ore 9,30. La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G.

I Sessione ore 9,30. La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G. I Sessione ore 9,30 La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G. Gabriele Carbone Responsabile medico Centro Demenze Unità

Dettagli

DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT DETERMINAZIONE. Estensore PAOLILLO ANDREA

DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT DETERMINAZIONE. Estensore PAOLILLO ANDREA REGIONE LAZIO Dipartimento: Direzione Regionale: DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: DETERMINAZIONE N. B04146 del 23/09/2013 Proposta n. 14495

Dettagli

LAZIO. Tipologia dell Intervento: Valutazione Clinico-Funzionale: Valutazione Clinica, Esami del Respiro da 7 a 10 incontri Terapia Farmacologica:

LAZIO. Tipologia dell Intervento: Valutazione Clinico-Funzionale: Valutazione Clinica, Esami del Respiro da 7 a 10 incontri Terapia Farmacologica: LAZIO Presidio Ospedaliero - ASL U.O. Pneumologia Via Cappuccini, 11 4024 Gaeta - LT Dr. Ermanno Kugler (Medico) Dr. Stefano Mosillo (Medico) Dr. Pasquale Montesano (Vice Direttore) Tel.: 0771/779255 Fax:

Dettagli

Titolo del Workshop. La Rete delle Cure Palliative nel Panorama Sanitario In collaborazione con Antea Formad. Abstract / sintesi degli interventi

Titolo del Workshop. La Rete delle Cure Palliative nel Panorama Sanitario In collaborazione con Antea Formad. Abstract / sintesi degli interventi Titolo del Workshop La Rete delle Cure Palliative nel Panorama Sanitario In collaborazione con Antea Formad Abstract / sintesi degli interventi Presentazione Il workshop, partendo dalla presentazione dei

Dettagli

6. RETE PERINATALE. Premessa

6. RETE PERINATALE. Premessa 6.RETEPERINATALE Premessa ConilDecretodelCommissarioadActan.56del2010èstatoavviatoilpercorsodiriorganizzazione della rete perinatale ospedaliera. Il modello organizzativo programmato si basa su tre distinti

Dettagli

cura... Dal curare al prendersi 20 Gennaio 2006 Albano Laziale 3 Marzo 2006 Latina 7 Aprile 2006 Viterbo 19 Maggio 2006 Rieti SICP regione Lazio

cura... Dal curare al prendersi 20 Gennaio 2006 Albano Laziale 3 Marzo 2006 Latina 7 Aprile 2006 Viterbo 19 Maggio 2006 Rieti SICP regione Lazio SICP regione Lazio I Corso itinerante Dal curare al prendersi cura... Il dolore nel malato oncologico in fase avanzata 20 Gennaio 2006 Albano Laziale 3 Marzo 2006 Latina 7 Aprile 2006 Viterbo 19 Maggio

Dettagli

ELENCO FARMACIE DISPONIBILI AD ACCOGLIERE TIROCINANTI

ELENCO FARMACIE DISPONIBILI AD ACCOGLIERE TIROCINANTI ELENCO FARMACIE DISPONIBILI AD ACCOGLIERE TIROCINANTI FARMACIA ANACAPRI DR.SSA FESTINANTE Via dell Acqua Bullicante, 202 ASL RM C MUNICIPIO VI Tel.:06.24401239 Fax: 06.24401343 FARMACIA BARBERINI SNC DOTTORI

Dettagli

Mappa dei municipi nel Comune di Roma

Mappa dei municipi nel Comune di Roma Mappa dei municipi nel Comune di Roma Mappa delle ASL presenti nel territorio di Roma e provincia ASL RM/A distretti sanitari: 1-2 - 3-4 municipi: I - II - III - IV Asl RM/B distretti sanitari: 1-2 - 3-4

Dettagli

GARA COMUNITARIA CENTRALIZZATA A PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO CUP OCCORRENTE ALLE AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO

GARA COMUNITARIA CENTRALIZZATA A PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO CUP OCCORRENTE ALLE AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO GARA COMUNITARIA CENTRALIZZATA A PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO CUP OCCORRENTE ALLE AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO Orario sportelli e ALPI Allegato 9 Allegato 6 - Orario

Dettagli

ALZHEIMER. Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari

ALZHEIMER. Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari PROGETTO ALZHEIMER Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari L ALZHEIMER E IL PROGETTO DI VERONA L assistenza agli anziani affetti da demenza tipo Alzheimer

Dettagli

Curriculum Vitae. Emanuele CASSETTA. Nato a Taranto il 9 ottobre 1967, residente in Roma, via Licinio Calvo, 56.

Curriculum Vitae. Emanuele CASSETTA. Nato a Taranto il 9 ottobre 1967, residente in Roma, via Licinio Calvo, 56. Curriculum Vitae Emanuele CASSETTA Nato a Taranto il 9 ottobre 1967, residente in Roma, via Licinio Calvo, 56. ATTIVITA' FORMATIVE Ha conseguito il diploma di Maturità Classica presso il Liceo Classico

Dettagli

CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE CUP AZIENDALE E RECUP REGIONALE

CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE CUP AZIENDALE E RECUP REGIONALE CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE CUP AZIENDALE E RECUP REGIONALE Il sistema di prenotazione RECUP con adozione di giuste deliberazioni della Regione Lazio del 2005/2006, è gestito dalla stessa Regione Lazio,

Dettagli

Linee Guida Clinico-Organizzative per i Medici di Medicina Generale e per i Servizi delle Cure Primarie

Linee Guida Clinico-Organizzative per i Medici di Medicina Generale e per i Servizi delle Cure Primarie Linee Guida Clinico-Organizzative per i Medici di Medicina Generale e per i Servizi delle Cure Primarie 1 Descrizione dell Intervento Sulla base delle evidenze della letteratura è rilevante, ai fini dell

Dettagli

Localizzazione Immobile

Localizzazione Immobile BL - STRUTTURE SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI - COMUNI DEL LAZIO (ESCLUSA ROMA CAPITALE) - Elenco provvisorio dei Dossier ammissibili senza finanziaria Numero SVLAZ-ES-2013-1323 28/09/2013 COMUNE DI CANTALUPO

Dettagli

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Margherita Palazzo Valentini, Roma 19 marzo 2010 1 Il Sistema

Dettagli

Il Comune per le demenze: che cosa fa

Il Comune per le demenze: che cosa fa Il Comune per le demenze: che cosa fa Roberta Papi Assessore Politiche Sociosanitarie Comune di Genova La demenza non colpisce solo il paziente, ma tutta la sua famiglia, sulla quale grava l enorme carico

Dettagli

Responsabile Centro Demenze Unità Alzheimer, Italian Hospital Group di Guidonia, Roma UN MODELLO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NELLA MALATTIA DI ALZHEIMER

Responsabile Centro Demenze Unità Alzheimer, Italian Hospital Group di Guidonia, Roma UN MODELLO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NELLA MALATTIA DI ALZHEIMER DOTT. GABRIELE CARBONE Responsabile Centro Demenze Unità Alzheimer, Italian Hospital Group di Guidonia, Roma UN MODELLO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NELLA MALATTIA DI ALZHEIMER La malattia di Alzheimer (MA)

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 496

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 496 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 496 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori MASSIDDA e GRAMAZIO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 13 MAGGIO 2008 Disposizioni per la prevenzione e la cura del

Dettagli

VOLONTARI LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE. Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio

VOLONTARI LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE. Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio VOLONTARI NEL IN DISTRETTO RETE 1 - ASL DI APRILIA ASL ASL LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio VOLONTARI NEL IN DISTRETTO RETE 1 - ASL DI APRILIA

Dettagli

La Regione Piemonte per concretizzare il progetto obiettivo nazionale Tutela della salute degli anziani ha istituito l Unità di Valutazione

La Regione Piemonte per concretizzare il progetto obiettivo nazionale Tutela della salute degli anziani ha istituito l Unità di Valutazione Perchè L A.S.L. deve farsi carico dei costi sanitari derivanti dagli interventi assistenziali rivolti ad anziani non autosufficienti, pertanto si avvale della Commissione per avere una valutazione tecnica

Dettagli

PIANO LOCALE DELL AZIENDA U.S.L RIETI PROGRAMMA AUDIT CIVICO 2013-14

PIANO LOCALE DELL AZIENDA U.S.L RIETI PROGRAMMA AUDIT CIVICO 2013-14 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Via del Terminillo, 42 02100 RIETI Tel. 0746 2781 Codice Fiscale e Partita IVA 00821180577 PIANO LOCALE DELL AZIENDA U.S.L RIETI PROGRAMMA AUDIT CIVICO

Dettagli

L importanza importanza mportanza della Nutrizione nella Sclerosi Laterale Amiotrofica Una g uida guida per per ilil p aziente paziente

L importanza importanza mportanza della Nutrizione nella Sclerosi Laterale Amiotrofica Una g uida guida per per ilil p aziente paziente L importanza della Nutrizione nella Sclerosi Laterale Amiotrofica Una guida per il paziente 1 Che cos è la Sclerosi Laterale Amiotrofica? La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una malattia neurodegenerativa

Dettagli

28-1-2011 - Supplemento ordinario n. 16 al BOLLETTINO UFFICIALE n. 4 PARTE I ATTI DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO

28-1-2011 - Supplemento ordinario n. 16 al BOLLETTINO UFFICIALE n. 4 PARTE I ATTI DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO PARTE I ATTI DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO DECRETO DEL PRESIDENTE IN QUALITÀ DI COMMISSARIO AD ACTA 31 dicembre 2010, n. 109. Atto ricognitivo ex art. 1 comma 22, legge regionale 10 agosto 2010, n.

Dettagli

CURARE E PRENDERSI CURA: LA PRIORITA DELLE CURE DOMICILIARI

CURARE E PRENDERSI CURA: LA PRIORITA DELLE CURE DOMICILIARI PROF.SSA LUISA BARTORELLI Direttore Centro Alzheimer della Fondazione Roma CURARE E PRENDERSI CURA: LA PRIORITA DELLE CURE DOMICILIARI La sfida che la crescita esplosiva della popolazione anziana pone

Dettagli

MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA

MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA PREMESSA Il presente documento è stato redatto in modo da offrire una panoramica dei principali servizi socio-sanitari e socio-assistenziali

Dettagli

LAZIO FROSINONE E PROVINCIA LATINA E PROVINCIA

LAZIO FROSINONE E PROVINCIA LATINA E PROVINCIA LAZIO 3 SSN Viterbo Rieti 1 SSN Roma 13 SSN Latina Frosinone 1 SSN Distribuzione dei Centri Antifumo per provincia FROSINONE E PROVINCIA Sezione Provinciale LILT di Frosinone Corso Lazio, 19 03100 Frosinone

Dettagli

14.30-15.30 IV SESSIONE: Il contributo dei Centri Diurni-parte II Moderatore: R. Nicoli

14.30-15.30 IV SESSIONE: Il contributo dei Centri Diurni-parte II Moderatore: R. Nicoli 14.30-15.30 IV SESSIONE: Il contributo dei Centri Diurni-parte II Moderatore: R. Nicoli I servizi socio-sanitari della IHG per l Alzheimer: UVA, Reparti di degenza, Centro Diurno, Assistenza domiciliare,

Dettagli

Strutture Convenzionate in Lazio : n 39

Strutture Convenzionate in Lazio : n 39 Pagina 1 Strutture Convenzionate in Lazio : n 39 > NOMENTANA HOSPITAL (Casa di Cura) VIALE NICOLA BERLOCO, 1-00013 FONTE NUOVA (RM) Tel.: 0690017240 - Tel.: 0690017124 - Sito WEB: www.nomentanahospital.it

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE

DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE Il Dipartimento di Salute Mentale (DSM) è un Dipartimento a Struttura e provvede, con le sue strutture e con strutture e associazioni private convenzionate e/o accreditate,

Dettagli

Strutture Convenzionate in Lazio : n 40

Strutture Convenzionate in Lazio : n 40 Pagina 1 Strutture Convenzionate in Lazio : n 40 > NOMENTANA HOSPITAL (Casa di Cura) VIALE NICOLA BERLOCO, 1-00013 FONTE NUOVA (RM) Tel.: 0690017240 - Tel.: 0690017124 - Sito WEB: www.nomentanahospital.it

Dettagli

Regione Lazio. DIREZIONE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA Atti dirigenziali di Gestione 11/12/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N.

Regione Lazio. DIREZIONE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA Atti dirigenziali di Gestione 11/12/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. Regione Lazio DIREZIONE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 12 novembre 2012, n. B08766 Attuazione D.G.R. 233/2012. Individuazione delle modalità di riparto del finanziamento

Dettagli

Salute ed invecchiamento attivo nel Lazio. 06.02.2014

Salute ed invecchiamento attivo nel Lazio. 06.02.2014 Salute ed invecchiamento attivo nel Lazio. 06.02.2014 Politiche e strategie di prevenzione in risposta all invecchiamento di popolazione: la prospettiva italiana Dr. Pietro Malara- Dr.ssa Stefania Borghi

Dettagli

Assistenza Domiciliare nelle persone con BPCO

Assistenza Domiciliare nelle persone con BPCO Assistenza Domiciliare nelle persone con BPCO Roma, 31 maggio 2012 Le Richieste Sempre più pazienti sono affetti da malattie croniche con un aumento della sopravvivenza in ogni fascia di età I cittadini

Dettagli

PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE

PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE Curriculum formativo ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso l Università degli Studi di Perugia in data 25/7/85 con voti 110/110 e

Dettagli

REPORT ATTIVITA DONAZIONE E TRAPIANTO REGIONE LAZIO I TRIMESTRE 2015

REPORT ATTIVITA DONAZIONE E TRAPIANTO REGIONE LAZIO I TRIMESTRE 2015 REPORT ATTIVITA DONAZIONE E TRAPIANTO REGIONE LAZIO I TRIMESTRE 205 Pag. Pag. 2 Questo Report Attività Donazione e Trapianto Regione Lazio I Trimestre 205 è relativo alle attività svolte in questi primi

Dettagli

Azienda Sanitaria Struttura Sanitaria Descrizione Unità Operativa

Azienda Sanitaria Struttura Sanitaria Descrizione Unità Operativa Strutture e centri per la prescrizione di ELIQUIS nella Prevenzione dell'ictus e dell'embolia sistemica nei pazienti adulti affetti da FANV. -Aggiornamento febbraio 2014- Azienda Sanitaria Struttura Sanitaria

Dettagli

LA SALUTE. La malattia di Alzheimer: il progetto Cronos del Ministero della Salute. obiettivo sicurezza. a cura di Pompeo Pindozzi

LA SALUTE. La malattia di Alzheimer: il progetto Cronos del Ministero della Salute. obiettivo sicurezza. a cura di Pompeo Pindozzi a cura di Pompeo Pindozzi La malattia di Alzheimer: COS E IL PROGETTO CRONOS LA RETE ASSISTENZIALE DEL PROGETTO CRONOS: OPERATORI E STRUTTURE COINVOLTE Il progetto cronos è il più ampio studio clinico-epidemiologico

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE

CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE IX Legislatura Proposta di legge "Interventi regionali in favore di soggetti affetti da malattia di Alzheimer e sindromi dementigene ad essa correlate" Proponente Michelangelo

Dettagli

Convegno Nazionale SPES

Convegno Nazionale SPES Convegno Nazionale SPES Il sovraffollamento nei servizi d emergenza Roma Aula Folchi Ospedale S.Giovanni 27-28 ottobre 2011 dott,ssa E.Bresciani La situazione nei singoli ospedali: Policlinico Umberto

Dettagli

Il ruolo delle Aziende ULSS nel garantire prestazioni, sviluppare innovazione, promuovere buone prassi

Il ruolo delle Aziende ULSS nel garantire prestazioni, sviluppare innovazione, promuovere buone prassi Il ruolo delle Aziende ULSS nel garantire prestazioni, sviluppare innovazione, promuovere buone prassi Dott. Fortunato Rao, Direttore Generale Azienda ULSS 16, Regione del Veneto DECRETO LEGISLATIVO 6

Dettagli

PRESTAZIONI TERRITORIALI - RSA 2014

PRESTAZIONI TERRITORIALI - RSA 2014 DECRETO COMMISSARIO AD ACTA n. U00240 del 18/07/2014 PRESTAZIONI TERRITORIALI - RSA 2014 RMA POLICLINICO ITALIA 1.622.527,20 CARTACEA RMB VILLA LUCIA 1.016.440,32 DIGITALE RMB VILLA TUSCOLANA 1.101.143,68

Dettagli

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 15/01/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 5

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 15/01/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 5 Regione Lazio Decreti del Commissario ad Acta Decreto del Commissario ad Acta 22 dicembre 2014, n. U00448 Oggetto: Recepimento dell'accordo sancito dalla Conferenza Unificata Stato Regioni - Rep. Atti

Dettagli

L ASSISTENZA DOMICILIARE : PUBBLICO E PRIVATO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA VITA

L ASSISTENZA DOMICILIARE : PUBBLICO E PRIVATO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA VITA L ASSISTENZA DOMICILIARE : PUBBLICO E PRIVATO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA VITA IL SERVIZIO ADI NEL TERRITORIO DELL ISOLA BERGAMASCA Coord. Sanitario Dott.ssa Porrati Luisa Infermiera CeAD

Dettagli

DEMENZA DI ALZHEIMER : dalle cure all assistenza

DEMENZA DI ALZHEIMER : dalle cure all assistenza Bassano del Grappa 11 ottobre 2014 DEMENZA DI ALZHEIMER : dalle cure all assistenza Presentazione dell Associazione Angelino Bordignon Presidente A. M. A. d. L Alzheimer è una malattia per l intera famiglia

Dettagli

L esperienza del Distretto / Municipio 19 nel PUA e nella gestione dei Casi Complessi

L esperienza del Distretto / Municipio 19 nel PUA e nella gestione dei Casi Complessi CARD 2ª conferenza nazionale sulle cure domiciliari Roma 22 24 maggio 2013 L esperienza del Distretto / Municipio 19 nel PUA e nella gestione dei Casi Complessi Biliotti D*, Lutri D*, Moretti D**, Romagnuolo

Dettagli

CEDEM. Dal CeDeM alla ReteDem. Stefano De Carolis. Centro della Memoria Ospedale «Infermi» Scala B Piano VI

CEDEM. Dal CeDeM alla ReteDem. Stefano De Carolis. Centro della Memoria Ospedale «Infermi» Scala B Piano VI Giovan Francesco Nagli detto il Centino (not. 1638-1675) Sant Ubaldo libera un ossessa Azienda USL Rimini Stefano De Carolis Dal CeDeM alla ReteDem Responsabile Aziendale del Progetto Demenze per il territorio

Dettagli

Provincia di FROSINONE

Provincia di FROSINONE REGIONE L A Z I O Provincia di FROSINONE STRUTTURE SOCIO-RIABILITATIVE RESIDENZIALI ASSOCIAZIONE COMUNITA' IN DIALOGO 03010 TRIVIGLIANO (FR) - VIA SAN ROCCO, 2 - TEL. 0775/520236 - FAX 520191 ASSOCIAZIONE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. Telefono 0667665321 Fax 0667665330 E-mail r.coglitore@provincia.roma.it

F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. Telefono 0667665321 Fax 0667665330 E-mail r.coglitore@provincia.roma.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Telefono 0667665321 Fax 0667665330 E-mail r.coglitore@provincia.roma.it Data di nascita 09.01.1965 ESPERIENZA

Dettagli

CENTRI DIURNI E RESIDENZE

CENTRI DIURNI E RESIDENZE 78 CENTRI DIURNI E RESIDENZE Centri diurni per disabili 8 Si tratta di un accoglienza diurna, con adeguata assistenza, per giovani adulti disabili che trascorrono la giornata in struttura, svolgendo attività

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA DI BASE

ASSISTENZA SANITARIA DI BASE ASSISTENZA SANITARIA DI BASE Fornisce l assistenza di Medicina Generale, Pediatrica e specialistica. Ha il compito di: scelta e revoca del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta che

Dettagli

I servizi per anziani non autosufficienti

I servizi per anziani non autosufficienti I servizi per anziani non autosufficienti Giuliano Marangoni Il trend demografico dell invecchiamento della popolazione ha come diretta conseguenza un aumento delle prestazioni sanitarie e socio sanitarie

Dettagli

Corso di Formazione per Operatore Socio-Sanitario Complesso Integrato Columbus - Anno 2014

Corso di Formazione per Operatore Socio-Sanitario Complesso Integrato Columbus - Anno 2014 Corso di Formazione per Operatore Socio-Sanitario Complesso Integrato Columbus - Anno 2014 Lezione 8 Interventi socio assistenziali nell anziano Docenti: Claudia Onofri Ivana Palumbieri L invecchiamento

Dettagli

PROVINCIA DI FROSINONE - Percorsi Triennali di IeFP Offerta Formativa 2012-2013 - prime annualità

PROVINCIA DI FROSINONE - Percorsi Triennali di IeFP Offerta Formativa 2012-2013 - prime annualità PROVINCIA DI FROSINONE - Percorsi Triennali di IeFP Offerta Formativa 2012-2013 - prime annualità ENTE Sede Denominazione Corso Agenzia Provinciale Frosinone Formazione C.P.F.P. FROSINONE Via Tiburtina,

Dettagli

Sportello informativo - Distretto di Ostiglia 800 379177 cead.distretto.ostiglia@aslmn.it

Sportello informativo - Distretto di Ostiglia 800 379177 cead.distretto.ostiglia@aslmn.it Hai un familiare anziano o con disabilità gravissima che assisti a domicilio e ritieni di avere bisogno di essere sostenuto / aiutato? Regione Lombardia mette a disposizione dei servizi per aiutarti nel

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale Roma G

Azienda Sanitaria Locale Roma G Il Diabete Giornata di lavoro sul Percorso integrato Territorio Ospedale Roviano 6 giugno 2011 Verso l integrazione tra Territorio Ospedale Dr. Pasquale Trecca Presidio Ospedaliero di: Tivoli Colleferro

Dettagli

A.S.L. ROMA. A.S.L. RM/A (Municipi 1, 2, 3, 4) Uffici Via Ida Baccini, 80 Tel. 0687133158 Orario: Lun-Mer-Ven 8:30-13:30

A.S.L. ROMA. A.S.L. RM/A (Municipi 1, 2, 3, 4) Uffici Via Ida Baccini, 80 Tel. 0687133158 Orario: Lun-Mer-Ven 8:30-13:30 ASL ROMA ASL RM/A (Municipi 1, 2, 3, 4) Uffici Via Ida Baccini, 80 Tel 0687133158 Orario: Lun-Mer-Ven 8:30-13:30 Ambulatorio Veterinario Via Dario Niccodemi, 95 Tel 06/87141367 Orario: Lun-Mer-Ven 9:00-12:00

Dettagli

Oggetto: Individuazione delle Unità Operative di Nutrizione Artificiale Domiciliare nella Regione Lazio LA GIUNTA REGIONALE

Oggetto: Individuazione delle Unità Operative di Nutrizione Artificiale Domiciliare nella Regione Lazio LA GIUNTA REGIONALE Oggetto: Individuazione delle Unità Operative di Nutrizione Artificiale Domiciliare nella Regione Lazio LA GIUNTA REGIONALE Su proposta del Presidente della Regione Lazio, lo Statuto della Regione Lazio;

Dettagli

I Servizi per Anziani di ASP Città di Bologna

I Servizi per Anziani di ASP Città di Bologna I Servizi per Anziani di ASP Città di Bologna 1 Gestione delle CRA (Casa Residenza Anziani) Gestione di ricoveri temporanei di sollievo per famiglie che assistono un anziano al domicilio Gestione dei CD

Dettagli

Prenotazioni: RECUP (numero verde 803333) con impegnativa del medico curante

Prenotazioni: RECUP (numero verde 803333) con impegnativa del medico curante Ospedale di Frosinone Indirizzo: Viale Mazzini, 03100 Frosinone FR Telefono: 0775207278 Orari: 8,30-13:00, aperto il Martedì, Mercoledì e Giovedì Prenotazioni: CUP dopo treadmill (sforzo) Allergologia

Dettagli

L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE. I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010

L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE. I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010 L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010 II QUADRO DEMOGRAFICO Dal Rapporto 2010 sulla non autosufficienza in Italia In Italia le persone con

Dettagli

Varese Alzheimer /AIMA Gruppo Operativo Busto Arsizio ATTIVITÁ

Varese Alzheimer /AIMA Gruppo Operativo Busto Arsizio ATTIVITÁ Varese Alzheimer /AIMA Gruppo Operativo Busto Arsizio ATTIVITÁ Primo Ciclo Anno 2000-2001 19 gennaio 2000 Problemi di vita quotidiana con il malato di Alzheimer Patrizia Spadin Presidente nazionale AIMA-Milano

Dettagli

OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008.

OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008. OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008. IL DIRETTORE VISTO la L.R. n. 6/2002 Disciplina del sistema

Dettagli

La malnutrizione nell anziano: interventi di prevenzione e controllo

La malnutrizione nell anziano: interventi di prevenzione e controllo AZIENDA USL 2 LUCCA Corso di aggiornamento La malnutrizione nell anziano: interventi di prevenzione e controllo Capannori, 25 maggio 2013 I percorsi di valutazione dell anziano Dott. Marco Farnè Responsabile

Dettagli

Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA

Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA PREMESSA La Malattia di Alzheimer (MA) rappresenta un problema sanitario e sociale di primaria importanza

Dettagli

ALZHEIMER ED ANZIANI CON DETERIORAMENTO COGNITIVO ASSISTENZA DOMICILIARE E CENTRO

ALZHEIMER ED ANZIANI CON DETERIORAMENTO COGNITIVO ASSISTENZA DOMICILIARE E CENTRO ALZHEIMER ED ANZIANI CON DETERIORAMENTO COGNITIVO ASSISTENZA DOMICILIARE E CENTRO 1. Continuità dell intervento X Nuovo ( Centro diurno) X In continuità con servizio già attivato ( Assistenza Domiciliare)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA PER L INTEGRAZONE SOCIO SANITARIA E LA CONTINUITA DEI PROCESSI ASSISTENZIALI, RIFERITE AGLI ANZIANI

PROGRAMMAZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA PER L INTEGRAZONE SOCIO SANITARIA E LA CONTINUITA DEI PROCESSI ASSISTENZIALI, RIFERITE AGLI ANZIANI Allegato parte integrante Programmazione della formazione ASSESSORATO ALLA SALUTE E POLITICHE SOCIALI Organizzazione e Qualità delle sanitarie Ufficio formazione e sviluppo delle risorse umane PROGRAMMAZIONE

Dettagli

A.R.F.N. onlus (Associazione Ricerca e Formazione in Neuroscienze)

A.R.F.N. onlus (Associazione Ricerca e Formazione in Neuroscienze) I GIORNATA DI NEURO PSICO GERIATRIA A.R.F.N. onlus (Associazione Ricerca e Formazione in Neuroscienze) ABBAZIA DI CASAMARI VEROLI (FR) 31 maggio 2014 ( Evento ECM per tutte le professioni sanitarie ) Crediti

Dettagli

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE CENTRO DI TERAPIA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE Direttore: dott. Marco Bertolotto LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE Le Cure Palliative forniscono il sollievo dal dolore e da altri gravi

Dettagli

CONVEGNO FEDERALISMO SANITARIO E CONTINUITA DELL ASSISTENZA: LE PROPOSTE DI FEDERSANITA A.N.C.I. F.V.G. E VENETO

CONVEGNO FEDERALISMO SANITARIO E CONTINUITA DELL ASSISTENZA: LE PROPOSTE DI FEDERSANITA A.N.C.I. F.V.G. E VENETO Federazione Friuli V.G. CONVEGNO FEDERALISMO SANITARIO E CONTINUITA DELL ASSISTENZA: LE PROPOSTE DI FEDERSANITA A.N.C.I. F.V.G. E VENETO Lunedì 23 febbraio 2009 ore 8,30 Sala convegni Fondazione C.R.U.P.

Dettagli

ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza. O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia

ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza. O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia CONTESTO GENERALE In Italia l 80% circa dei pazienti affetti da demenza è assistita

Dettagli

Problemi ancora aperti nella gestione del malato di Alzheimer

Problemi ancora aperti nella gestione del malato di Alzheimer Giornate Mediche Fiorentine Firenze, 2 3 dicembre 2011 Problemi ancora aperti nella gestione del malato di Alzheimer Manlio Matera Associazione Italiana Malattia di Alzheimer Atti di indirizzo della Regione

Dettagli

Salute e Scienze Sclerosi multipla, SLA, Alzheimer e Parkinson: novità diagnostiche e terapeutiche

Salute e Scienze Sclerosi multipla, SLA, Alzheimer e Parkinson: novità diagnostiche e terapeutiche www.aggm.it Agenzia Giornalistica Global Media Salute e Scienze Sclerosi multipla, SLA, Alzheimer e Parkinson: novità diagnostiche e terapeutiche A Napoli il Congresso mondiale della Società Internazionale

Dettagli

00184 ROMA 06/4783921 06/478392288 cafuil.rm0@cafuil.it 06/6631859-06/66032505. 00132 ROMA 06/20744842 06/478392288 cafuil.borgatafinocchio@gmail.

00184 ROMA 06/4783921 06/478392288 cafuil.rm0@cafuil.it 06/6631859-06/66032505. 00132 ROMA 06/20744842 06/478392288 cafuil.borgatafinocchio@gmail. ALLEGATO 2 Elenco Sedi CAF UIL Roma SEDI PER ISEEU - Univ. Tor Vergata NOME DEL CAF INDIRIZZO CAP. CITTA' TELEFONO FAX E-MAIL ORARIO APERTURA AL PUBBLICO NOTE CAVOUR-TERMINI VIA CAVOUR, 108 ang. V.dei

Dettagli

Attività amministrativa UMA svolta dagli Uffici Speciali Decentrati agricoltura (USDK)

Attività amministrativa UMA svolta dagli Uffici Speciali Decentrati agricoltura (USDK) Attività amministrativa UMA svolta dagli Uffici Speciali Decentrati agricoltura (USDK) A) Richiesta di iscrizione UMA 1. presentazione domanda di iscrizione; 2. esibizione dei certificati catastali o atto

Dettagli

Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA

Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA Accompagnare le cronicità e le fragilità IL NUOVO PATTO STATO-REGIONI: TRA TAGLI ED EFFICIENZA Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Milano, 01 Marzo 2014 La domanda Gli anziani

Dettagli