L utilizzo dei dati ARNO nella rete delle ASL Documentazione di 20 anni di attività

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L utilizzo dei dati ARNO nella rete delle ASL Documentazione di 20 anni di attività"

Transcript

1 L utilizzo dei dati ARNO nella rete delle ASL Documentazione di 20 anni di attività Rapporto Volume X Collana Rapporti ARNO CINECA - SISS - Sistemi Informativi e Servizi per la Sanità

2 ISBN CINECA, Consorzio Interuniversitario CINECA via Magnanelli 6/ Casalecchio di Reno (Bologna) - ITALY Tel Fax In copertina: Lucas Cranach il Vecchio ( ): La Fontana della Giovinezza, 1546 Berlino, Gemäldegalerie, Staatliche Museen zu Berlin Foto Scala, Firenze/BPK, Berlin E possibile stampare o salvare i fi le che compongono l intera pubblicazione accedendo al sito: Editore: CENTAURO s.r.l. Edizioni scientifi che Bologna - Telefono:

3 La documentazione di 20 anni di attività Con l Osservatorio ARNO, nato nel giugno del 1987, il CINECA ha messo a disposizione della comunità scientifi ca le sue risorse tecnologiche e le sue competenze di trattamento e analisi dell informazione, per integrare i dati relativi al consumo dei farmaci con quelli della popolazione. Il risultato è stato la realizzazione di un database in grado di fornire dati estremamente signifi cativi e indicatori statistici, sia in termini epidemiologici che di impatto sulle risorse e sui costi economici e sociali, nelle diverse fasce d età della popolazione e per le diverse patologie. L Osservatorio, che oggi compie vent anni, è nato fi n dagli inizi come progetto con caratteristiche tecnologicamente avanzate: già nella sua prima versione, le ASL vennero messe in rete e interrogavano il database da remoto utilizzando la rete Internet pubblica. Oggi la sua attività coinvolge 30 Aziende Sanitarie Locali in 7 Regioni italiane, segue i dati di una popolazione di 10 milioni di abitanti registrando le prescrizioni di medici di base e di medici pediatri, con una banca dati storica di 640 milioni di ricette. Questo decimo volume dei Rapporti ARNO, che siamo lieti di presentare in occasione del ventennale, raccoglie la documentazione dell utilizzo dei dati di ARNO nella rete delle ASL con scopi di pubblicazioni scientifi che, presentazioni a congressi e programmi di formazione e ricerca rivolti ai medici di medicina generale, al pubblico o alla comunità scientifi ca. Casalecchio di Reno, 11 giugno 2007 Mario Lanzarini Direttore CINECA III

4

5 La documentazione di 20 anni di attività IL GRUPPO DI LAVORO Coordinamento Marisa De Rosa - CINECA Comitato di redazione Antonella Pedrini 1, Marisa De Rosa, Elisa Rossi, Elisabetta Fedozzi, Alessandra Berti, Gianni Tognoni 2 1 Responsabile del Servizio Farmaceutico Territoriale ASL 15 Alta Padovana 2 Direttore Consorzio Mario Negri Sud - Centro Studi SIFO, Chieti Gruppo di lavoro rete ASL - ARNO (a dicembre 2006) Veneto 1 Belluno Margherita De Cal 3 Bassano Margherita Cecchetto 5 Ovest Vicentino Maria Paola Cariolato, Chiara Vencato 6 Vicenza Roberto Gallo, Anna Maroni, Paola Valpondi 7 Pieve di Soligo Daniela Maccari 8 Asolo Loreta Marchetti 13 Mirano Luisa Cordella 14 Chioggia Bianca Pari 15 Alta Padovana Antonella Pedrini, Elisabetta Minesso, Olivia Basadonna 16 Padova Anna Maria Grion, Francesca Bano, Umberto Gallo, Michele Ragazzi 17 Este Maria Gabriella Zogno, Eva Draghi, Elena Berti 18 Rovigo Luisa Monti, Nadia Marise 19 Adria Grazia Rizzotti, Vincenzo Lolli 20 Verona Luigi Mezzalira, Margherita Andretta, Chiara Tibaldo, Luca Trentin, Sara Amadei 21 Legnago Silvia Brasola, Samuela Pinato 22 Bussolengo Francesco Binetti, Loretta Castellani Marche 7 Ancona Gaetano Paci, Simona Chiorrini Lazio 1 Roma A Anna Teresa Calamia, Giovanna Riccioni, Lorella Lombardozzi 4 Roma D Roberta Di Turi, Alessandra Blasi Abruzzo 6 Teramo Antonio Orsini, Ilenia Senesi, Davide Re Toscana 2 Lucca Danila Garibaldi, Luisa Mazzarri, Barbara Fazzi 6 Livorno Fabio Lena, Anna Giordani, Marina Rubinelli, Maria Laura Camilli, Annabella Patacca, Carlo Cirenei 10 Firenze Teresa Brocca, Paolo Batacchi 12 Viareggio Gianni Grossi, Marisa Rais Liguria 3 Genova Mario Grossetti, Adele Coccini, Francesca Giannoni, Francesco Tagliavacche, Daniele Gabbai, Nadia Miolo, Elena Pagnan, Simona Bottino, Attilio Profumo 4 Chiavari Rosanna Carniglia De Carli 5 La Spezia Alessandro Sarteschi, Simona Domenichini, Mirca Moruzzo, Laura Venturini, Monica Bricchi, Laura Allegri Campania 5 Caserta 2 Annamaria Tamburrino, Agostino Arzillo 6 Napoli 1 Gaetana La Bella, Antonio Stellato, Simona Creazzola, Claudia De Marino, Giovanna Margiotta 9 Napoli 4 Eduardo Nava, Rita Castaldo Gruppo di lavoro CINECA Massimo Alessi, Alessandra Berti, Paolo Busca, Stefano Capelli, Andrea Dalessandro, Luca Demattè, Giuseppe De Vitis, Elisabetta Fedozzi, Giorgio Gori, Luca Govoni, Elisa Rossi Segreteria di redazione Valentina Colussi - CINECA V

6

7 La documentazione di 20 anni di attività INDICE Il gruppo di lavoro Indice L Osservatorio ARNO Le ASL della rete ARNO Materiali e metodi V VII IX X XI Presentazione del volume 1 Sezione I - Pubblicazioni 5 Sezione II - Presentazioni a congressi 31 Sezione III - Attività di formazione 87 Sezione IV - Rapporti ARNO 95 Sezione V - Convegni ARNO 105 Sezione VI - Rassegna stampa 111 Indice per autore 131 Indice per ente di appartenenza 139 VII

8

9 La documentazione di 20 anni di attività L OSSERVATORIO ARNO Cos è ARNO? L Osservatorio ARNO è un osservatorio multicentrico delle prestazioni sanitarie erogate dal SSN al singolo cittadino il cui scopo è quello di fornire alle ASL convenzionate, un Data Warehouse clinico con i dati raccolti per ogni singolo paziente (es. ricette di prescrizione farmaceutica, Schede di Dimissione Ospedaliera, specialistica ambulatoriale...) con la possibilità di esplorare in dettaglio gli interventi sul singolo assistito e di elaborare progetti di Disease Management, Bench Marking, appropriatezza prescrittiva, studi di coorte e registri di patologia, indicatori statistici e di confronto con le altre ASL. Attivo da più di 20 anni, l Osservatorio ARNO è composto da una rete di 30 ASL sparse sul territorio nazionale e contiene i dati di circa 10 milioni di abitanti. Disponibile via web, mette a disposizione dell utente percorsi di analisi navigabili strutturati a seconda dei diversi profi li di popolazione. I flussi informativi per ogni singlolo paziente farmaceutica Farmaci SDO Anagrafi ca medici BD integrate Durg ICD IX-CM ADI Specialistica Diagnostica Anagrafi ca assistiti Anagrafi ca farmacie INTERNET ISTAT Erog. diretta Piano terapeutico AIR DB ARGO (dati in dettaglio per ogni ASL partecipante DB ARNO (visione aggregata) Peculiarità Arno-Osservatorio consente di: valutare i bisogni terapeutici e l appropriatezza delle risorse; controllare e verifi care nel tempo l impatto degli interventi sulla qualità e sui costi dell assistenza; evidenziare popolazioni (bambini, anziani, donne, persone con diabete, ecc ) da seguire, sorvegliare, valutare e coinvolgere nel contesto di programmi di intervento; valutare, in accordo con gruppi di medici e/o di loro rappresentanze culturali, i problemi presenti nella pratica dei singoli medici (omogeneità-eterogeneità, carichi assistenziali, strategie terapeutiche, linee guida, sperimentazione clinica, ). Le problematiche poste dal tipo, dalla mole dei dati e dalla complessità del fenomeno della prescrizione farmaceutica hanno reso indispensabile la costituzione di un gruppo di lavoro multidisciplinare dotato di competenze metodologiche, sia in campo di analisi sanitarie che tecnologiche ed informatiche, fra loro fortemente integrate a partire da una base comune di dati. IX

10 La documentazione di 20 anni di attività LE ASL DELLA RETE ARNO Liguria Chiavari La Spezia Genova Toscana Firenze Livorno Lucca Viareggio Lazio Roma A Roma D Veneto Adria Alta Padovana Asolo Bassano del Grappa Belluno Bussolengo Chioggia Este Marche Ancona Abruzzo Teramo Legnago Mirano Ovest Vicentino Padova Pieve di Soligo Rovigo Verona Vicenza % popolazione ARNO sul totale della regione rappresentata (fonte ISTAT) Regione % Veneto 74,5 Liguria 68,1 Toscana 42,9 Campania 36,8 Abruzzo 23,0 Lazio 21,5 Marche 16,0 Italia 17,0 Campania Caserta 2 Napoli 1 Napoli 4 I numeri Dati ANNO Descrizione del campione Dati aggiornati a Maggio 2007 Numero ASL partecipanti 30 Regioni partecipanti 7 Popolazione totale (M=48% - F=52%) Numero medici di base Numero medici pediatri Numero di trattati N. ricette/anno Banca dati storica 640 milioni di ricette Dati ANNO Indicatori % trattati / assistibili 69,1 Indice di vecchiaia 147,7 Numero medio di ricette annue per abitante 9,9 Costo medio per ricetta ( ) 25,35 Spesa media per abitante ( ) 198,92 Spesa media per trattato ( ) 289,05 Numero medio di pezzi per abitante 14,8 Numero medio di pezzi per trattato 21,5 Periodicamente, il CINECA realizza un rapporto sul consumo dei farmaci in Italia, che si affianca ad alcune monografie orientate verso popolazioni mirate: bambini, donne ed anziani. La collana dei rapporti ARNO è arrivata al suo X Volume (è in corso di pubblicazione l XI volume Osservatorio ARNO Diabete ). Vengono inoltre organizzati corsi di formazione all uso delle banche dati ARNO. X

11 La documentazione di 20 anni di attività MATERIALI E METODI Nasce ARNO Journal Per celebrare i 20 anni dell Osservatorio ARNO abbiamo voluto dare risalto a quello che è stato il valore più importante di ARNO: la competenza del gruppo della rete delle ASL. Per valorizzare tutto questo è stata raccolta la documentazione prodotta con l utilizzo dei dati ARNO, non solo per quanto riguarda le pubblicazioni scientifi che, ma anche e soprattutto per le attività che non emergono, ma che sono parte integrante del lavoro quotidiano, come la farmacovigilanza, gli incontri con i medici, la formazione, le relazioni con la Direzione Generale e altre attività. Non è stato facile raccogliere tutto il materiale, questa documentazione rappresenta infatti solo una piccola parte di ciò che è stato realizzato, ma il suo valore è stato compreso, e la nostra intenzione è farla diventare parte dell Osservatorio. A tal fi ne i singoli articoli e lavori verranno resi disponibili in versione integrale all interno dell Osservatorio ARNO, nella sezione ARNO Journal, con il compito di diffondere informazioni utili e importanti per chi opera in ambito sanitario. Uno stimolo a produrre quei materiali che sono di grande valore a livello decisionale, creando così uno spazio di incontro, di condivisione e di dialogo on-line, rivolto a tutti coloro che si occupano di farmacoepidemiologia. Quello che è presente nella pubblicazione è una catalogazione di tutto il materiale della banca dati di ARNO Journal diviso in sei aree tematiche: Pubblicazioni: articoli pubblicati su riviste nazionali o internazionali Presentazioni a congressi: poster, comunicazioni orali a congressi, slides Attività di formazione: corsi, schede informative, rapporti per i medici. (La parte relativa alle attività di formazione nelle ASL è ancora carente e sarà aggiornata nella visione in linea) Rapporti: le pubblicazioni della collana ARNO e i rapporti regionali Convegni ARNO: i riferimenti dei convegni con l utilizzo dei dati ARNO (CINECA o rete di ASL) Rassegna stampa: articoli pubblicati su riviste e quotidiani nazionali, stampa locale, giornali on-line. ARNO Journal si propone di far emergere e condividere il lavoro e i numerosi contributi della rete di Aziende Sanitarie partecipanti all Osservatorio ARNO. L obiettivo è favorire la divulgazione e la condivisione di contributi scientifi ci e ricerche svolte dalle singole ASL partecipanti al Gruppo di lavoro ARNO. In questo modo sarà resa visibile l attività quotidiana delle Aziende Sanitarie e sarà dato il meritato risalto a tutti i lavori che dai dati del database ARNO sono scaturiti in questi anni. XI

12

13 La documentazione di 20 anni di attività PRESENTAZIONE Dott. Gianni Tognoni Direttore Consorzio Mario Negri Sud - Centro Studi SIFO, Chieti In un campo come la medicina e la farmacologia, che si considerano e spesso si citano come discipline che per essere credibili devono rinnovarsi radicalmente ogni 5 anni, fermarsi a festeggiare i 20 anni di un progetto di farmacoepidemiologia impone un esercizio di rifl essione disincantato: sull attualità ed il senso del progetto stesso (al di là della permanenza del suo acronimo), e perciò, anzitutto, sul suo rapporto con il mondo, suo interlocutore obbligatorio: la vocazione originale della farmacoepidemiologia infatti è quella di prendere sul serio il fatto che prescrizioni e prescrittori sono traccianti sensibili di quella terra di mezzo che sta tra contenuti e valori medico-farmacologici di salute pubblica ed esigenze-tendenze-regole del mercato, in tutte le sue espressioni. 1. La prima riflessione disincantata di questo compleanno riguarda dunque, necessariamente, il se, quanto, in che direzione è cambiato il contesto mondo. Non c è dubbio che sia cambiato molto da quel primo incontro del 1987 che prometteva fi n dal titolo, grazie ad un sistema integrato di analisi dei dati farmaceutici, di mettere a disposizione uno strumento di gestione (= di riconduzione a comprensione e programmazione razionale) dell universo del farmaco. Senza ovviamente pretendere di fornire una sintesi esaustiva, nei 20 anni trascorsi lo scenario è cambiato profondamente. a) Ad una accentuazione, tutta interna alla medicina delle possibilità-necessità di pratiche basato sulla rigorosità delle prove di effi cacia ha corrisposto una crescente coscienza-diffusione di un sistema di produzione delle prove stesse che fondano la EBM, condizionato e viziato da confl itti di interesse strutturali, con una perdita, parallela ed armonizzata delle capacità-volontà delle autorità regolatorie di essere attori terzi, con obiettivi di salute pubblica. b) Nella macroeconomia si è sviluppata e progressivamente imposta, una visione della sanità-medicina centrata su carichi assistenziali e perciò sui loro costi e sulla relativa sostenibilità economica rispetto agli altri capitoli di PIL e bilanci con una marginalizzazione della lettura epidemiologica dei bisogni e dei diritti inevasi violati delle popolazioni. c) A livello nazionale, quasi a voler dimostrare che l Italia, se vuole, può fare la prima della classe, ha inventato dall oggi al domani la trasformazione del SSN in senso aziendale, che concentra programmazione e gestione attorno a budget, tetti di spesa, indicatori di effi cienza, che immaginano la sanità come il comparto più lineare, razionalizzabile, virtuoso di tutti i settori del mondo produttivo. d) Nel macro-mercato dei beni sanitari ad una progressiva diminuzione quali-quantitativa di innovazione, si è accompagnata una politica di costi-prezzi sostanzialmente sganciati del loro valore diagnosticoterapeutico, e giustifi cati solo dalla volontà di garantire ritorni rapidi di guadagni ad una industria della salute (non solo dei farmaci), sempre più globale, non tanto per le concentrazioni crescenti di produttori, quanto per la sua posizione dominante nel determinare le priorità della ricerca e dei bilanci sanitari. e) Gli osservatori, i monitoraggi, gli audit di performance si sono progressivamente concentrati sulla qualità-appropriatezza delle procedure, più che dei risultati, clinico-assistenziali ( outcomes ) in un quadro di politiche sanitarie che hanno ri-esumato (nell immaginario, prima ancora che nelle pratiche) il vecchio concetto di essenzialità, ma al ribasso : non ciò che programmato per rispondere in modo privilegiato 1

14 Presentazione ai bisogni inevasi delle maggioranze e delle minoranze, ma ciò che è minimamente compatibile con i bilanci predefi niti a priori con criteri economico-fi nanziari (non è questa la logica di fondo dei LEA, e/o dei tetti, svincolati come sono da una progettualità forte, condivisa, politica?). 2. È interessante-curioso? inatteso? rassicurante? da prendere come opportunità che proprio il settore del farmaco abbia coinciso, in Italia, a livello istituzionale, con una evoluzione estremamente favorevole, inaugurata all inizio degli anni 90, accentuatasi alla loro fi ne, nella defi nizione del quadro di riferimento soprattutto legislativo riguardante la produzione di conoscenze, le sue regole ancor di più, la sua progettualità: al di là del recepimento, dovuto, della normativa europea sulla sperimentazione (che non rappresenta certo un punto avanzato, dal punto di vista culturale, rifl ettendo con le esigenze di un mercato sempre più uniforme, per essere funzionale alla sua globalità-ripetitività), non è diffi cile ritrovare un fi lo conduttore nella articolazione di provvedimenti, decreti, documenti su: i C.E. come rete di stimolo alla ricerca, e non solo come controllori di correttezza procedurali; la sperimentazione in MG (= i risultati devono essere prodotti da chi li utilizzerà); la sperimentazione indipendente come espressione di una assistenza orientata alle domande di salute pubblica, che ancora non hanno una risposta AIFA sembra esprimere la possibilità istituzionale di mantenere non solo la memoria, ma soprattutto la direzione di una politica del farmaco mirata a coinvolgere tutta l assistenza in un impegno culturale, di cui la razionalizzazione anche della gestione economica è un prodotto, e non la pre-condizione. 3 Il senso, e l attualità, del progetto ARNO possono essere valutati appieno sullo sfondo, dialettico, dei due scenari appena delineati. Con la sua logica di rete di ASL sparse sul territorio nazionale (e le sue forti articolazioni con gruppi professionali, assistenziali, di ricerca), ARNO presenta due caratteristiche complementari: da una parte c è una continuità quasi una invarianza rispetto all obiettivo di guardare a numeri, percentuali, incroci di spese e consumi, in modo rigoroso (quasi contabile, aziendale?) per permettere confronti, rifl essioni, approfondimenti ben radicati nelle variabilità delle realtà locali, e non solo preoccupati e soddisfatti delle stime medie o mediane ; dall altra parte c è la proposta ripetuta, insistente, di usare i numeri (di prestazioni-prescrizioni-consumicosti-spesa) come punto di partenza e non di arrivo, strumento di lavoro, e non un prodotto fi nito, da utilizzare intensivamente come opportunità, obbligo di dialogo da parte dei protagonisti, e non da commentare in una logica amministrativa. Ascoltando, facendosi eco, anticipando, accompagnando esperienze e proposte che, nella ricerca-sanità italiana ed internazionale condividevano la stessa posizione di resistenza alla deriva gestionale-economica del mondo della medicina, ARNO ha privilegiato via via l attenzione alle popolazioni ed ai problemi; non accontentandosi di pubblicare tabelle e fi gure divenute di riferimento per il rigore dei metodi di pulizia e di elaborazione dei dati; ma proponendo incontri e testi che sottolineavano la priorità di sviluppare una mentalità, e delle pratiche, nelle quali fossero in primo piano le popolazioni, con le loro specifi cità di età, di genere, di contesti assistenziali, la farmacoepidemiologia che propone sempre più, in un mondo che cambia, una sua interpretazione come epidemiologia (=storia, racconto, rifl esso, proiezione) di ciò che l indicatore farmaco permette, ed obbliga, vedere dalla sua posizione di variabile sentinella, alla frontiera tra progettualità di salute-diritto e attualità di politiche di mercato. 2

15 La documentazione di 20 anni di attività 4 Non tocca certo a chi ha fatto parte della storia di ARNO, e ne condivide con tante/i colleghe/i la festa di compleanno, fare bilanci di merito, più o meno positivi o negativi, ottimisti e disincantati. Era opportuno qui esplicitare almeno, per condividere la traccia di memoria che, come nella vita, e soprattutto quando si è tanto giovani come a 20 anni, nei compleanni serve a guardare avanti. La composizione di questo volume-bibliografi a ed album di famiglia è in questo senso una indicazione di metodo, più che una affermazione di produttività. ARNO rimane anzitutto documentazione, ed invito ancor più forte, ad esser rete di produttori-utilizzatori di conoscenza. Se non si prende la parola, continuamente, nei modi più diversi, con gli interlocutori più disparati, il linguaggio (scritto, parlato, agito, vissuto) si corrompe o si perde: per smemoratezze, per concessione alle tendenze prevalenti o più rumorose, perché sembra di parlare ormai un dialetto da minoranze, che fa folklore, ma non ha risonanza nei talk-show. ARNO è una proposta per questo non limitata alle/ai sue/suoi protagonisti storici ed attuali di una epidemiologia multicentrica, che si confronta, si riconosce come collettività: senza nessuna concessione alle emotività dell essere parte dello stesso gruppo : ma con la coscienza che si tratta di una esigenza metodologica e culturale (politica?) tutt altro che facile da mantenere. Come quando si fanno reti per trial multicentrici di popolazione per rendere visibile la possibilità che l assistenza sia ricerca almeno come, e spesso più della ricerca per registrare prodotti e se il progetto c è, è possibile anche realizzarlo. Se si perde la memoria del progetto, la realizzazione dei protocolli potrà solo riguardare la produzione di numeri, e non di cultura, né di conoscenza originale-utile. Nei 20 anni di ARGO lo si è visto-appreso molto bene. E per questo che il compleanno è una proposta-verifi ca per camminare; il cambiamento dei contesti è solo una conferma della possibile, disincantata attualità dell ipotesi. 5 Un ultima nota, anche questa di memoria, e di metodo: non banale, né marginale, nella sua apparente leggerezza. I rapporti ARNO si sono, presto, caratterizzati, e lo confermano con questa edizione di compleanno, per le loro copertine (di cui penso tutte/i dobbiamo ringraziare-specifi camente, e non è poco, le scelte concrete e il senso simbolico, simbolo MDR). Si propone-ricorda che la bellezza e perciò lo spaesamento, il guardare lasciandosi guardare per vedere ed essere invitati a scoprire l adozione di mondilinguaggi-immaginari altri, - sono porta d entrata e chiave di lettura comprensione utilizzazione di numeri e fi gure: questi pretendono di riassumere ciò che succede all attesa-esperienza di salute-malattia di popolazioni: la bellezza altre delle immagini: e, forse, uno dei modi imprescindibili per ricordare-garantire che gli individui di quelle popolazioni abbiano un attenzione non intrappolate in sguardi amministrativogestionali. Bibliografia 1) A caro prezzo. Le diseguaglianze nella salute. 2 Rapporto dell Osservatorio Italiano sulla Salute Globale. Edizioni ETS ) Gaia MARSICO. La sperimentazione umana. Diritti violati/diritti condivisi. Collana Scienze Umane e Sanità. Franco Angeli ) Documento programmatico sulla sperimentazione clinica dei medicinali. Guida all adozione dei decreti attuativi. Bollettino di Informazione sui Farmaci 1: 6-8,

16

17 Sezione I Pubblicazioni

18

19 La documentazione di 20 anni di attività Autori: M. Andretta (1), A. Donini (1), L. Trentin (1), C. Tibaldo (1), S. Amadei (1), M. Saugo (2),M. Pelizzari (2) (1) ASL 20 Verona, (2) ASL 4 Alto Vicentino Arpa: un progetto per migliorare la qualita' delle prescrizioni in MG Anno: 2007 articolo Pubblicato in: DIALOGO SUI FARMACI, n. 2/2007 Argomento: SELF AUDIT Parole chiave: farmacoepidemiologia, appropriatezza, medici Codice: DOC7 Full text: pubblicazioni Autori: L. Castellani (1), A. Spolaor (2), A. Pedrini (3),C.Voci (4),M.DeRosa (4),G.Danti (5) (1) ASL 22 Bussolengo, (2) Regione Veneto, (3) ASL 15 Alta Padovana, (4) Cineca, (5) ASL 20 Verona, Statine e prevenzione cardiovascolare, aderenza al trattamento Anno: 2007 articolo Pubblicato in: DIALOGO SUI FARMACI, n. 1/2007 Argomento: Statine e prevenzione cardiovascolare Parole chiave: statine, prevenzione, diabete, appropriatezza Codice: DOC21 Full text: Autori: C. Anecchino (1), E. Rossi (2), C. Fanizza (1), M. De Rosa (2), G. Tognoni (1), M. Romero (1) (1) Consorzio Mario Negri Sud, (2) Cineca, Gruppo di lavoro ARNO Prevalence of chronic obstructive pulmonary disease and pattern of comorbidities in a general population Anno: 2007 articolo Lingua: inglese Pubblicato in: INTERNATIONAL JOURNAL OF COPD, (in press in 2007) Argomento: BPCO Parole chiave: COPD, prevalence, comorbidity, BPCO, prevalenza, comorbidita' Codice: DOC23 Full text: 7

20 Pubblicazioni pubblicazioni Autori: M. Fontana, A.R. Marchetti, C. Melotti, A. Vaona ASL 20 Verona Ancora novita` sulla terapia ormonale sostitutiva? L'utilizzo della TOS in Italia Anno: 2006 articolo Pubblicato in: DIALOGO SUI FARMACI, n. 1/2006 Argomento: terapia ormonale sostitutiva Popolazione: donne Parole chiave: terapia ormonale sostitutiva, TOS, farmacoepidemiologia Codice: DOC5 Full text: Autori: S. Monte (1), C. Fanizza (1), M. Romero (1), E. Rossi (2), M. De Rosa (2), G. Tognoni (1) (1) Consorzio Mario Negri Sud, (2) Cineca Database amministrativi come risorsa accessibile e strumento efficiente per l'epidemiologia cardiovascolare Anno: 2006 articolo Pubblicato in: GIORNALE ITALIANO DI CARDIOLOGIA, Vol. 7, marzo 2006 Argomento: epidemiologia cardiovascolare Parole chiave: cardiovascolari, farmacoepidemiologia Codice: DOC29 Full text: Autori: L. Castellani (1), S. Muraro (1), C. Barbui (2), M. Font (3) (1) ASL 22 Bussolengo, (2) Universita' di Verona, (3) Dialogo sui farmaci Verona Il piano terapeutico quale utilita'? Anno: 2006 articolo Pubblicato in: DIALOGO SUI FARMACI, n. 2/2006 Argomento: piano terapeutico Parole chiave: registro USL, prontuario terapeutico, medici Codice: DOC14 Full text: 8

21 La documentazione di 20 anni di attività Autori: M. Andretta (1), M. Baviera (1),M.Font (1), R. Joppi (1), M. Mirandola (1), G. Tognoni (2) (1) ASL 20 Verona, (2) Consorzio Mario Negri Sud La depressione in MG Anno: 2006 articolo Pubblicato in: DIALOGO SUI FARMACI, n. 1/2006 Argomento: antidepressivi Parole chiave: antidepressivi, farmacoepidemiologia, medicina generale Codice: DOC40 Full text: pubblicazioni Gruppo di lavoro Cineca, Istituto Mario Negri Nuovi farmaci e loro utilizzo con piccoli pazienti Anno: 2006 articolo Pubblicato in: VII RAPPORTO NAZIONALE SULLA CONDIZIONE DELL'INFANZIA E DELL'ADOLESCENZA, 2006 Argomento: nuovi farmaci e bambini Parole chiave: off-label, farmacoepidemiologia, bambini, cure primarie, pediatria, psicofarmaci, antipsicotici, nuovi farmaci Codice: DOC48 Full text: Autori: C. Voci, E. Rossi, P. Busca, M. De Rosa Cineca Uno strumento di monitoraggio e spesa farmaceutica dell'assistenza territoriale: il sistema ARNO Anno: 2006 articolo Pubblicato in: RAPPORTO OSSERVASALUTE, 2006 Argomento: monitoraggio e spesa farmaceutica Parole chiave: monitoraggio, farmacoeconomia, ADI, assistenza domiciliare integrata, governo clinico, sistema ARNO, spesa farmaceutica Codice: DOC54 Full text: 9

22 Pubblicazioni pubblicazioni Autori: A. Clavenna (1), E. Rossi (2), M. De Rosa (2), M. Bonati (1) (1) Istituto Mario Negri, (2) Cineca Use of psychotropic medications in Italian Children and adolescents Anno: 2006 articolo Lingua: inglese Pubblicato in: EUROPEAN JOURNAL OF PEDIATRICS, giugno 2006 Argomento: antidepressivi nei bambini ;adolescenti Parole chiave: child, adolescent, pediatrics, psychotropic drugs, drug utilization, bambini, adolescenti, psicofarmaci, antipsicotici, antidepressivi, farmacoepidemiologia, pediatria, cure primarie Codice: DOC24 Full text: Cineca, Istituto Mario Negri Bambini e farmaci: il profilo prescrittivo nelle cure primarie Anno: 2005 articolo Pubblicato in: RAPPORTO EURISPES, anno scheda 23 Argomento: bambini e farmaci Parole chiave: bambini, farmacoepidemiologia Codice: DOC281 Full text: Autori: E. Rossi Cineca Donne e farmaci Anno: 2005 articolo Pubblicato in: BOLLETTINO SIFO, vol.51, n.2 mar-apr 2005 Popolazione: donne Parole chiave: donne, farmacoepidemiologia, monitoraggio Codice: DOC31 Full text: 10

23 La documentazione di 20 anni di attività Autori: V. Scurti (1), M. Font (2), C. Anecchino (1),S.Monte (1), C. Canizza (1), M. Andretta (2),M. Mirandola (2), S. Pinato (2), M. Romero (1) (1) Consorzio Mario Negri Sud, (2) ASL 20 Verona Epidemiologia della cronicita': definizioni;metodologia;scenari modello Anno: 2005 articolo Pubblicato in: GIORNALE ITALIANO DI FARMACIA CLINICA, n.2/2005 Argomento: cronicita' Parole chiave: cronicita', epidemiologia, metodologia Codice: DOC32 Full text: pubblicazioni Redazione Dialogo sui farmaci Farmaci antipsicotici: che uso ne facciamo? Anno: 2005 articolo Pubblicato in: DIALOGO SUI FARMACI, n. 4/2005 Argomento: farmaci antipsicotici Parole chiave: antipsicotici Codice: DOC33 Full text: Redazione Dialogo sui farmaci, Rete Regionale di Farmacovigilanza, Aziende Sanitarie ed Ospedaliere Liguri Farmaci antipsicotici: una classe da monitorare Anno: 2005 articolo Pubblicato in: DIALOGO SUI FARMACI, n. 5/2005 Argomento: farmaci antipsicotici Parole chiave: antipsicotici Codice: DOC34 Full text: 11

24 Pubblicazioni pubblicazioni Autori: G. La Bella, B. Creazzola, A. Stellato, A. Venturelli ASL Napoli 1 Farmaci antivirali: la nota AIFA 84 Anno: 2005 scheda informativa Pubblicato in: FARMA LETTER, n. 8 dicembre 2005 Argomento: nota AIFA 84 Parole chiave: note AIFA, antivirali Codice: DOC274 Full text: Autori: A. Clavenna (1), M. Bonati (1), E. Rossi (2),A.Berti (2), M. De Rosa (2) (1) Istituto Mario Negri, (2) Cineca, Gruppo di lavoro ARNO Il profilo prescrittivo della popolazione pediatrica italiana nelle cure primarie: il Rapporto ARNO 2003 Anno: 2005 articolo Pubblicato in: MEDICO E BAMBINO, vol.24, n. 5,maggio 2005 Argomento: prescrizione pediatrica Parole chiave: pediatria, cure primarie, farmacoepidemiologia, bambini Codice: DOC36 Full text: Autori: S. Maschi (1), A. Clavenna (1), E. Rossi (2),A.Berti (2), M. De Rosa (2), M. Bonati (2) (1) Istituto Mario Negri, (2) Cineca La prescrizione di farmaci soggetti a note nella popolazione pediatrica italiana Anno: 2005 articolo Pubblicato in: MEDICO E BAMBINO, Num.6 Anno VIII, 7/2005 Argomento: note AIFA Parole chiave: note cuf, bambini, farmacoepidemiologia Codice: DOC43 Full text: 12

Osservatorio ARNO sui farmaci cardiovascolari

Osservatorio ARNO sui farmaci cardiovascolari Osservatorio ARNO Focus sull uso dei farmaci per il controllo del metabolismo lipidico Volume XII - collana Rapporti ARNO Cineca - Dipartimento SISS - Sanità Copertina - progetto grafico Luca Govoni ISBN

Dettagli

Prescrizioni di psicofarmaci nei bambini e adolescenti in Italia: uno studio multiregionale

Prescrizioni di psicofarmaci nei bambini e adolescenti in Italia: uno studio multiregionale XXXVIII CONGRESSO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DI EPIDEMIOLOGIA Napoli, 5-7 novembre 2014 Prescrizioni di psicofarmaci nei bambini e adolescenti in Italia: uno studio multiregionale Daniele Piovani Dipartimento

Dettagli

Rossella Carletti. Dipartimento Farmaceutico Interaziendale

Rossella Carletti. Dipartimento Farmaceutico Interaziendale F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome e Cognome Indirizzo di residenza Telefono E-mail Rossella Carletti r.carletti@ospfe.it Nazionalità Italiana

Dettagli

L Osservatorio ARNO esperienze e nuove prospettive

L Osservatorio ARNO esperienze e nuove prospettive L Osservatorio ARNO esperienze e nuove prospettive Workshop Osservatorio ARNO Bologna, 2 dicembre 2008 Marisa De Rosa SISS Sistemi Informativi e Servizi per la Sanità Cineca www.cineca.it Cineca è un Consorzio

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome di sauro anna Data di nascita 22/12/1964 Qualifica dirigente responsabile UO Farmacia presidio ospedaliero Marcianise - Caserta Amministrazione ASL DI CASERTA 1 Incarico attuale

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. castellani sofia Data di nascita 28/10/1976. Staff - U.O. Assistenza Farmaceutica USL

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. castellani sofia Data di nascita 28/10/1976. Staff - U.O. Assistenza Farmaceutica USL INFORMAZIONI PERSONALI Nome castellani sofia Data di nascita 28/10/1976 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI FERRARA Staff - U.O. Assistenza Farmaceutica

Dettagli

FARMACISTI Dirig. farmacista a rapp.esclusivo

FARMACISTI Dirig. farmacista a rapp.esclusivo MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome [COGNOME, Nome] Data di nascita Qualifica BRAZZALE, Giorgia 31-dic-67 FARMACISTI Dirig. farmacista a rapp.esclusivo Amministrazione Azienda Ulss

Dettagli

Osservatorio ARNO Diabete

Osservatorio ARNO Diabete www.cineca.it Società Italiana di Diabetologia www.siditalia.it Osservatorio ARNO Diabete Il profilo assistenziale della popolazione con diabete Rapporto 2011 Volume XVII - Collana Rapporti ARNO Cineca

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Donetti Loredana Data di nascita 08/07/1954. Farmacista direttore FF di Struttura Complessa

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Donetti Loredana Data di nascita 08/07/1954. Farmacista direttore FF di Struttura Complessa INFORMAZIONI PERSONALI Nome Donetti Loredana Data di nascita 08/07/1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Farmacista direttore FF di Struttura Complessa ASL DI NOVARA

Dettagli

STATINE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE NELLA POPOLAZIONE DIABETICA DELLA REALTA VENETA

STATINE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE NELLA POPOLAZIONE DIABETICA DELLA REALTA VENETA OS S ERVATORIO ARNO DIAB ETE 10 ANNI DI PRESCRIZIONI DI FARMACI ANTIDIABETICI STATINE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE NELLA POPOLAZIONE DIABETICA DELLA REALTA VENETA Annalisa Ferrarese Azienda ULSS 18 Rovigo

Dettagli

Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana

Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana Giornata di lavoro Il percorso dell assistito con patologia cronica ad alta prevalenza Milano, 13 novembre 2013 francesco.profili@ars.toscana.it paolo.francesconi@ars.toscana.it

Dettagli

Dirigente Farmacista Ospedaliero. Staff - Struttura Complessa di Farmacia Ospedaliera

Dirigente Farmacista Ospedaliero. Staff - Struttura Complessa di Farmacia Ospedaliera INFORMAZIONI PERSONALI Nome Battistutta Claudia Data di nascita 23/06/1968 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Farmacista Ospedaliero AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

SANITÀ. SIFO: I MIGRANTI NON PESANO SULLA SPESA FARMACEUTICA

SANITÀ. SIFO: I MIGRANTI NON PESANO SULLA SPESA FARMACEUTICA Newsletter Sanità http://www.direnews.it/newsletter_sanita/anno/2011/ottobre/20/?news=04 Pagina 1 di 2 20/10/2011 SANITÀ. SIFO: I MIGRANTI NON PESANO SULLA SPESA FARMACEUTICA "IL 50% DEGLI STRANIERI CONSUMA

Dettagli

Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva

Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva Relatore: Luisa Anna Adele Muscolo Data: 24 ottobre 2015, XXXVI SIFO - Catania Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa

Dettagli

Capitolo 6 La mortalità per malattie del fegato

Capitolo 6 La mortalità per malattie del fegato Capitolo 6 La mortalità per malattie del fegato Introduzione In questo capitolo viene presentata la mortalità per malattie epatiche. Si è scelto di aggregare patologie classificate in diverse parti della

Dettagli

IL diabetico. Gestione condivisa. Claudio Marengo Marco Comoglio Andrea Pizzini

IL diabetico. Gestione condivisa. Claudio Marengo Marco Comoglio Andrea Pizzini IL diabetico anziano Gestione condivisa Claudio Marengo Marco Comoglio Andrea Pizzini SEEd srl C.so Vigevano, 35-10152 Torino Tel. 011.566.02.58 - Fax 011.518.68.92 www.edizioniseed.it info@seed-online.it

Dettagli

Relazioni a Congressi/Convegni Pubblicate

Relazioni a Congressi/Convegni Pubblicate Relazioni a Congressi/Convegni Pubblicate 1. L azione dell Assistente Sanitaria per l indagine nella convivenza del malato. I Convegno delle Assistenti Sanitarie dei Consorzi Provinciali Antitubercolari,

Dettagli

A cura del Dr. Paolo De Micheli LA SPERIMENTAZIONE CLINICA IN ITALIA

A cura del Dr. Paolo De Micheli LA SPERIMENTAZIONE CLINICA IN ITALIA A cura del Dr. Paolo De Micheli LA SPERIMENTAZIONE CLINICA IN ITALIA MEDICALSTAR Via S. Gregorio, 12 20124 MILANO Tel. 02 29404825 www.medicalstar.it info@medicalstar.it Perché i Quaderni I Quaderni sono

Dettagli

L utilizzo dei database amministrativi nelle attività di Horizon Scanning

L utilizzo dei database amministrativi nelle attività di Horizon Scanning L utilizzo dei database amministrativi nelle attività di Horizon Scanning Luca Demattè, Elisa Rossi, Elisa Cinconze Verona, 25 Ottobre 2014 1 Sommario 1. Health Technology Assessment e Real World Evidence

Dettagli

Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria

Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria Dott. Adriano Cristinziano Direttore UOC Farmacia A.O. Ospedali dei Colli - Napoli Premessa Centralità del farmaco

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

Tabella 7.1. Mortalità per demenze e morbo di Alzheimer: indicatori di sintesi per sesso (tassi per 100.000). Veneto, anni 2000 e 2007.

Tabella 7.1. Mortalità per demenze e morbo di Alzheimer: indicatori di sintesi per sesso (tassi per 100.000). Veneto, anni 2000 e 2007. Capitolo 7 La mortalità per demenze e morbo di Alzheimer Introduzione Il morbo di Alzheimer e le altre forme di demenza sono patologie caratterizzate da manifestazioni cliniche molto simili fra loro, spesso

Dettagli

Psicofarmaci nell età evolutiva

Psicofarmaci nell età evolutiva Presentazione Sono trascorsi oltre quarant anni dalla denuncia di Giulio A. Maccacaro, al convegno nazionale della Società Italiana di Neuropsicofarmacologia, della sperimentazione effettuata nelle scuole

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 675 del 28-9-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 675 del 28-9-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 675 del 28-9-2015 O G G E T T O Adesione al servizio CoreReports Real World Evidence (RWE) fornito dal Consorzio Interuniversitario

Dettagli

Capitolo 8 La mortalità per diabete mellito

Capitolo 8 La mortalità per diabete mellito Capitolo 8 La mortalità per diabete mellito Introduzione el 27 il diabete mellito ha causato 1.92 decessi (2,5% del totale) (tabella 8.1). Complessivamente il diabete causa il decesso in età avanzata:

Dettagli

Matricola 50009 Resp UOS di Galenica Clinica e preparazione farmaci Antiblastici Num. Tel. e Fax ufficio 081 7476286 fax 081 7476300

Matricola 50009 Resp UOS di Galenica Clinica e preparazione farmaci Antiblastici Num. Tel. e Fax ufficio 081 7476286 fax 081 7476300 CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome Maria Cammarota Data di nascita 03/09/1964 Qualifica Farmacista Dirigente Disciplina Farmacia Ospedaliera Matricola 50009 Incarico attuale Resp UOS di Galenica

Dettagli

Capitolo 4 La mortalità per tumori

Capitolo 4 La mortalità per tumori Capitolo 4 La mortalità per tumori Introduzione I tumori causano circa un terzo dei decessi tra i residenti nella regione Veneto. ei maschi il numero di decessi per tumore è superiore a quello per disturbi

Dettagli

Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi

Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi La proposta del Ministero: un Registro Italiano delle Fratture da Fragilità (RIFF) Rossana Ugenti Direttore

Dettagli

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA L 80% degli eventi cardiovascolari che insorgono prima dei 75 anni è prevenibile Nel 2011 diminuisce del -3,1% l aderenza alle terapie per l ipertensione: i liguri i meno assidui;

Dettagli

La rete formativa identificata a livello regionale

La rete formativa identificata a livello regionale Università degli Studi di Firenze La rete formativa identificata a livello regionale Anna Rita Bilia USL 1 CONVENZIONI ATTIVE SSFO UNIFI USL 3 USL 4 ASL 10 USL 12 USL 8 USL 6 USL 7 USL 11 ALTRE CONVENZIONI

Dettagli

Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di Assistenza Individuale

Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di Assistenza Individuale Il distretto sociosanitario: esperienze a confronto Bari, 27 28 ottobre 2011 Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di

Dettagli

Agenzia Italiana del Farmaco Bando di assegnazione di finanziamento per la Ricerca indipendente sui farmaci Area 3- Farmacovigilanza attiva e studi di valutazione e trasferibilità dei trattamenti farmacologici

Dettagli

Piano di investimento dei fondi per la Farmacovigilanza 2008-2009. Regione Lazio

Piano di investimento dei fondi per la Farmacovigilanza 2008-2009. Regione Lazio Piano di investimento dei fondi per la Farmacovigilanza 2008-2009 Regione Lazio Premessa L attuazione delle linee di indirizzo elaborate dalla Regione Lazio per l impegno dei fondi 2007 della farmacovigilanza

Dettagli

Quali strategie per un utilizzo razionale dei farmaci oncologici innovativi? L esperienza della Regione Veneto

Quali strategie per un utilizzo razionale dei farmaci oncologici innovativi? L esperienza della Regione Veneto FARMACI ONCOLOGICI INNOVATIVI: SCENARIO ATTUALE E LORO VALUTAZIONE Quali strategie per un utilizzo razionale dei farmaci oncologici innovativi? L esperienza della Regione Veneto Roberto Leone Dipartimento

Dettagli

Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari

Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari Documento a supporto degli indirizzi di Piano Socio-sanitario 2011-2013 della Regione del Veneto Novembre 2010 Indice 1 Il contesto demografico...1

Dettagli

Verso il PDTA della fibrillazione atriale

Verso il PDTA della fibrillazione atriale Verso il PDTA della fibrillazione atriale Stato dell arte della gestione della TAO nelle 21 Aziende del Veneto Dr.ssa Lucia Dalla Torre Cure Primarie Ulss7 Stratificazione della popolazione secondo il

Dettagli

Linkage tra Database Sanitari

Linkage tra Database Sanitari Workshop La Drug Utilization attraverso i Database Amministrativi Linkage tra Database Sanitari Valutare il peso delle comorbilità Verificare l effectiveness dei trattamenti Supportare ipotesi di ricerca

Dettagli

BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011

BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 AZIENDA USL DI RAVENNA BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 Gruppo di lavoro Coordinamento Milva Fanti Redazione dei capitoli Presentazione e conclusioni: Capitolo 1: Giuliano Silvi Capitolo 2: Gianni

Dettagli

Laura Bono, Silvia Di Leo, Monica Beccaro, Gianluca Catania, Massimo Costantini Le core-competencies dell operatore socio-sanitario in cure palliative

Laura Bono, Silvia Di Leo, Monica Beccaro, Gianluca Catania, Massimo Costantini Le core-competencies dell operatore socio-sanitario in cure palliative Laura Bono, Silvia Di Leo, Monica Beccaro, Gianluca Catania, Massimo Costantini Le core-competencies dell operatore socio-sanitario in cure palliative pp. 128, 16,00 - e-book 14,00 Cod. 1370.45 Collana:

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie.

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. Oggetto: Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale ricorda che nel Patto della

Dettagli

i formazione 2009-2011

i formazione 2009-2011 Piano di formazione 2009-2011 per la formazione di base, professionale e manageriale del personale del Servizio Sanitario Regionale, e del Sistema regionale per l Educazione Continua in Medicina (ECM).

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DISTRETTI SANITARI DELLA ASL ROMA H

REGOLAMENTO DEI DISTRETTI SANITARI DELLA ASL ROMA H REGOLAMENTO DEI DISTRETTI SANITARI DELLA ASL ROMA H INDICE Articolo 1- Ambito di applicazione... 3 Articolo 2- Fonti normative... 3 Articolo 3- Definizione... 3 Articolo 4- Obiettivi e finalità del Distretto...

Dettagli

Governo clinico e sviluppo organizzativo delle cure. primarie. Drssa Silvia Lopiccoli Direttore Dipartimento Cure Primarie

Governo clinico e sviluppo organizzativo delle cure. primarie. Drssa Silvia Lopiccoli Direttore Dipartimento Cure Primarie Governo clinico e sviluppo organizzativo delle cure Drssa Silvia Lopiccoli Direttore Dipartimento Cure Primarie primarie Drssa Clara Vazzoler Resp UO Progettualità e governo clinico SASP 550 Medici Medicina

Dettagli

Siniscalchi Raffaella Data di nascita 22/11/1961 Incarico di Direttore di Unità Operativa Complessa Amministrazione ASL NAPOLI 2 NORD (EX ASL 2 e 3)

Siniscalchi Raffaella Data di nascita 22/11/1961 Incarico di Direttore di Unità Operativa Complessa Amministrazione ASL NAPOLI 2 NORD (EX ASL 2 e 3) INFORMAZIONI PERSONALI Nome Siniscalchi Raffaella Data di nascita 22/11/1961 Qualifica Incarico di Direttore di Unità Operativa Complessa Amministrazione ASL NAPOLI 2 NORD (EX ASL 2 e 3) Incarico attuale

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Annamaria Ferraresi

CURRICULUM VITAE. Annamaria Ferraresi CURRICULUM VITAE Annamaria Ferraresi LUOGO E DATA DI NASCITA: Ferrara, 25 Agosto 1967 FORMAZIONE 1986 Diploma di Infermiera Professionale, presso la Scuola per Infermieri Professionali di Ferrara 1994

Dettagli

La gestione integrata delle cure primarie nell Azienda ULSS 16 di Padova: Il Progetto Anziano

La gestione integrata delle cure primarie nell Azienda ULSS 16 di Padova: Il Progetto Anziano La gestione integrata delle cure primarie nell Azienda ULSS 16 di Padova: Il Progetto Anziano Dr. Fortunato Rao Azienda ULSS 16 Padova Regione Veneto La popolazione dell ULSS 16 398.445 abitanti residenti

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. loredana donetti Data di nascita 08/07/1954. Farmacista direttore FF di Struttura Complessa

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. loredana donetti Data di nascita 08/07/1954. Farmacista direttore FF di Struttura Complessa INFORMAZIONI PERSONALI Nome loredana donetti Data di nascita 08/07/1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Farmacista direttore FF di Struttura Complessa ASL DI NOVARA

Dettagli

L'esperienza dell ASL di Bergamo e la segnalazione spontanea sul territorio

L'esperienza dell ASL di Bergamo e la segnalazione spontanea sul territorio L'esperienza dell ASL di Bergamo e la segnalazione spontanea sul territorio Laura Spoldi MAP 650 PLS 200 RSA 15 60 RSD 5 Cliniche 11 Farmacie 272 Parafarmacie 22 Cittadini 1.107.950 ADRs Totali Segnalazioni

Dettagli

Mod. B - copia pag. 3 Dgr n. del

Mod. B - copia pag. 3 Dgr n. del OGGETTO: Attivazione dell applicativo regionale informatizzato per la prescrizione, la dispensazione e il monitoraggio dell ormone della crescita (GH). NOTA PER LA TRASPARENZA: il presente provvedimento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Via Gioberti, 47 Viareggio (LU) Telefono 0584-942366 - 3280879539 E-mail m.rinaldi@usl1.toscana.it

Dettagli

L assistenza garantita dal medico di famiglia: tutte le novità per il prossimo triennio

L assistenza garantita dal medico di famiglia: tutte le novità per il prossimo triennio Conferenza Stampa L assistenza garantita dal medico di famiglia: tutte le novità per il prossimo triennio Presentazione dell Accordo Locale 2012/2014 tra l Azienda USL di Parma e le Organizzazioni Sindacali

Dettagli

LINEE GUIDA CONDIVISE AZIENDA USL DI BOLOGNA E COMUNE DI BOLOGNA SISTEMA DI SORVEGLIANZA ED ALLERTA IN OCCASIONE DI ONDATE DI CALORE ESTATE 2007

LINEE GUIDA CONDIVISE AZIENDA USL DI BOLOGNA E COMUNE DI BOLOGNA SISTEMA DI SORVEGLIANZA ED ALLERTA IN OCCASIONE DI ONDATE DI CALORE ESTATE 2007 LINEE GUIDA CONDIVISE AZIENDA USL DI BOLOGNA E COMUNE DI BOLOGNA SISTEMA DI SORVEGLIANZA ED ALLERTA IN OCCASIONE DI ONDATE DI CALORE ESTATE 2007 (15 MAGGIO- 30 SETTEMBRE) Premessa L Azienda USL di Bologna

Dettagli

Curriculum Vitae Monica Borghesan. 0429 87329 socioassistenziale@casadiripososangiorgio.it

Curriculum Vitae Monica Borghesan. 0429 87329 socioassistenziale@casadiripososangiorgio.it INFORMAZIONI PERSONALI Monica Borghesan 0429 87329 socioassistenziale@casadiripososangiorgio.it Luogo e Data di nascita Montagnana il 30.12.1965 ESPERIENZA PROFESSIONALE Dall 1.01.2000 Dal 21.07.1993 Al

Dettagli

Responsabile - STRUTTURA SEMPLICE FARMACEUTICA TERRITORIALE " ZONA LUNIGIANA " e GOVERNO CLINICO DIPARTIMENTALE

Responsabile - STRUTTURA SEMPLICE FARMACEUTICA TERRITORIALE  ZONA LUNIGIANA  e GOVERNO CLINICO DIPARTIMENTALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GALEAZZI STEFANO Data di nascita 20/09/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio DIRIGENTE ASL DI MASSA Responsabile - STRUTTURA SEMPLICE

Dettagli

Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014

Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014 Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014 Sistema Epidemiologico Regionale-SER http://www.ser-veneto.it Fonti informative per la prevalenza del Diabete Mellito

Dettagli

Patti di Verona e tutoraggio MMG. Francesco Del Zotti Direttore Centro Studi FIMMG Verona Direttore di Netaudit (www.netaudit.org)

Patti di Verona e tutoraggio MMG. Francesco Del Zotti Direttore Centro Studi FIMMG Verona Direttore di Netaudit (www.netaudit.org) Patti di Verona e tutoraggio MMG Francesco Del Zotti Direttore Centro Studi FIMMG Verona Direttore di Netaudit (www.netaudit.org) Lo scenario da cui partivamo (nel 2007) Perché è nato il Database veneto

Dettagli

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici Progetto Mosaico network di analisi delle terapie e studi epidemiologici IMS Health IMS Health è un grande gruppo internazionale leader nel mondo nella fornitura di servizi di informazioni di mercato per

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO PER IL RINNOVO DELLA CONVENZIONE NAZIONALE CON LE FARMACIE PUBBLICHE E PRIVATE

ATTO DI INDIRIZZO PER IL RINNOVO DELLA CONVENZIONE NAZIONALE CON LE FARMACIE PUBBLICHE E PRIVATE Testo trasmesso al Governo dal Comitato di Settore Sanità delle Regioni ATTO DI INDIRIZZO PER IL RINNOVO DELLA CONVENZIONE NAZIONALE CON LE FARMACIE PUBBLICHE E PRIVATE L ATTUALE CONTESTO NORMATIVO Il

Dettagli

Conferenza Stampa. Cure intermedie: attivi 6 posti. all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno

Conferenza Stampa. Cure intermedie: attivi 6 posti. all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno Conferenza Stampa Cure intermedie: attivi 6 posti all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno Mercoledì 17 settembre 2014 - ore 11.30 Sala riunioni Servizio Attività Tecniche AUSL di Parma Via Spalato

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail lavoro DOMENICA COSTANTINO serfarma.rc@asp.rc.it Nazionalità italiana Data

Dettagli

PDTA VIRTUOSI NEI DISTRETTI VENETI

PDTA VIRTUOSI NEI DISTRETTI VENETI PDTA VIRTUOSI NEI DISTRETTI VENETI ESTE 13 APRILE 2012 Piergiorgio Trevisan Margherita Andretta INTEGRAZIONE OSPEDALE - TERRITORIO: PERCORSI DIAGNOSTICO- TERAPEUTICI PER ASMA E BPCO PER L AREA VASTA DI

Dettagli

16/02/1992 a tutt ora Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana via Roma,67 56100 PISA

16/02/1992 a tutt ora Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana via Roma,67 56100 PISA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARCHETTI FEDERICA Indirizzo PIAZZA DELLE VETTOVAGLIE, 35 56126 PISA Telefono cell. 347/3658099 ufficio 050/995751

Dettagli

Adeguamento delle schede di dotazione ospedaliera delle strutture pubbliche e private accreditate, di cui alla L.R. 39/1993, e definizione delle

Adeguamento delle schede di dotazione ospedaliera delle strutture pubbliche e private accreditate, di cui alla L.R. 39/1993, e definizione delle La sanità veneziana verso il 2015 Applicazione della deliberazione della Giunta regionale 68/CR del 18 giugno 2013 Adeguamento delle schede di dotazione ospedaliera delle strutture pubbliche e private

Dettagli

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative.

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. Il modello di cure domiciliari integrate in sperimentazione all

Dettagli

ACCORDO INTEGRATIVO REGIONALE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 5 E 6 DELL ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE PER I MEDICI DI MEDICINA GENERALE 8 LUGLIO 2010

ACCORDO INTEGRATIVO REGIONALE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 5 E 6 DELL ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE PER I MEDICI DI MEDICINA GENERALE 8 LUGLIO 2010 ASSESSORATO POLITICHE PER LA SALUTE ACCORDO INTEGRATIVO REGIONALE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 5 E 6 DELL ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE PER I MEDICI DI MEDICINA GENERALE 8 LUGLIO 2010 Il contesto L integrazione

Dettagli

SCOMPENSO CARDIACO. Linee di indirizzo per un sistema assistenziale efficace e innovativo. Bologna, 30 novembre 2015. convegno 6 CREDITI FORMATIVI

SCOMPENSO CARDIACO. Linee di indirizzo per un sistema assistenziale efficace e innovativo. Bologna, 30 novembre 2015. convegno 6 CREDITI FORMATIVI Sezione di Management della Sanità & Sezione di Cardiologia convegno SCOMPENSO CARDIACO Linee di indirizzo per un sistema assistenziale efficace e innovativo, 30 novembre 2015 6 CREDITI FORMATIVI Con il

Dettagli

PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE

PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE PROIETTI ANTONELLA CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE Curriculum formativo ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso l Università degli Studi di Perugia in data 25/7/85 con voti 110/110 e

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Data di nascita 20/08/1955. Responsabile - Assistenza Farmaceutica Ospedaliera e Territoriale

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Data di nascita 20/08/1955. Responsabile - Assistenza Farmaceutica Ospedaliera e Territoriale INFORMAZIONI PERSONALI Nome campi anna Data di nascita 20/08/1955 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia ASL DI FERRARA Responsabile - Assistenza Farmaceutica

Dettagli

4 Attualità. Martedì 5 febbraio 2013. Il dossier dell Aifa. Il dossier dell Aifa

4 Attualità. Martedì 5 febbraio 2013. Il dossier dell Aifa. Il dossier dell Aifa 4 Attualità Martedì 5 febbraio 2013 CAMPOBASSO. Gli italiani hanno acquistato, nei primi nove mesi del 2012, un totale di 1 miliardo e 368 milioni di confezioni di medicinali, per una media - ha calcolato

Dettagli

Titolo di studio Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia (1982)

Titolo di studio Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia (1982) CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SICILIANO GIOVANNI Data di nascita 28.07.1958 Qualifica II Fascia Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale Responsabile Direzione Medica di Presidio Ospedaliero

Dettagli

Dr.Piergiorgio Trevisan

Dr.Piergiorgio Trevisan LE CURE PRIMARIE Le AFT: stato dell arte del progressivo inserimento dei MMG e dei MCA nella struttura distrettuale per un distretto casa dei Medici di Assistenza Primaria Dr.Piergiorgio Trevisan L Azienda

Dettagli

Fimp Veneto. All inizio si chiamava.

Fimp Veneto. All inizio si chiamava. Fimp Veneto La rete nutrizione All inizio si chiamava. Gruppo Veneto Alimentazione ed era stato un ampliamento del gruppo dei colleghi di Verona che nel 2005 per primi si sono organizzati come gruppo di

Dettagli

Il Direttore della Direzione Regionale Programmazione Sanitaria -Risorse Umane e Sanitarie

Il Direttore della Direzione Regionale Programmazione Sanitaria -Risorse Umane e Sanitarie Oggetto: Aggiornamento della determinazione 1875 del Modalità di erogazione dei farmaci classificati in regime di rimborsabilità in fascia H e in regime di fornitura OSP2, così come modificata dalla determinazione

Dettagli

Servizio. Carta dei Servizi rev. 2 del 7 marzo 2012. Farmaceutico

Servizio. Carta dei Servizi rev. 2 del 7 marzo 2012. Farmaceutico Carta dei Servizi rev. 2 del 7 marzo 2012 Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Servizio Territoriale Domegliara, via A. De Gasperi, 72 Direttore: dott.ssa Antonella Ferrari Apertura al pubblico: dal lunedì

Dettagli

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI Provincia Autonoma di Trento AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI Trento via Degasperi 79 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Reg. delib. n. 473 2011 OGGETTO: Riorganizzazione delle attività

Dettagli

Prevenzione delle malattie cardiovascolari nei pazienti post- IMA/SCA. Alleanza ospedale-territorio per la prevenzione della IMA/SCA

Prevenzione delle malattie cardiovascolari nei pazienti post- IMA/SCA. Alleanza ospedale-territorio per la prevenzione della IMA/SCA Prevenzione delle malattie cardiovascolari nei pazienti post- IMA/SCA Alleanza ospedale-territorio per la prevenzione della IMA/SCA Andrea Donatini Servizio Assistenza Distrettuale, Medicina Generale,

Dettagli

Prevenzione e sostenibilità: la collaborazione possibile tra AIFA e farmacisti

Prevenzione e sostenibilità: la collaborazione possibile tra AIFA e farmacisti Prevenzione e sostenibilità: la collaborazione possibile tra AIFA e farmacisti Prof. Sergio Pecorelli Presidente, Agenzia Italiana del Farmaco Relazione tra consumo di farmaci e aspettativa di vita in

Dettagli

PROFESSIONE E BUONE PRATICHE PERCORSI INTEGRATI DI CURA. Mirna Magnani

PROFESSIONE E BUONE PRATICHE PERCORSI INTEGRATI DI CURA. Mirna Magnani PROFESSIONE E BUONE PRATICHE PERCORSI INTEGRATI DI CURA Mirna Magnani 2 PERCORSI INTEGRATI DI CURA Nei paesi sviluppati cronicità e invecchiamento demografico rappresentano i bisogni di salute emergenti;

Dettagli

Prospettiva Organizzativa e Gestionale dalla sanità

Prospettiva Organizzativa e Gestionale dalla sanità MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO «MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELLE PROFESSIONI SANITARIE» Direttore: Prof. Pietro Maria Navarra Prospettiva Organizzativa e Gestionale dalla sanità

Dettagli

L epidemiologia del diabete senile

L epidemiologia del diabete senile L anziano diabetico Dall epidemiologia alla gestione multidimensionale L epidemiologia del diabete senile Paolo Spolaore Verona, 26 ottobre 2007 La popolazione nel Veneto 0 50000 100000 150000 200000 250000

Dettagli

Il ruolo delle Associazioni. Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete)

Il ruolo delle Associazioni. Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete) Il ruolo delle Associazioni Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete) Perchè parlare di coinvolgimento Il coinvolgimento dei pazienti/cittadini nella progettazione,

Dettagli

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Testo aggiornato al 6 luglio 2012 Accordo 16 dicembre 2010, n. 239/Csr Gazzetta Ufficiale 18 gennaio 2011, n. 13 Accordo, ai sensi dell articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il

Dettagli

ANALISI DEI CONTENUTI E DELLA STRUTTURA DEI PATTI AZIENDALI 2004-2005

ANALISI DEI CONTENUTI E DELLA STRUTTURA DEI PATTI AZIENDALI 2004-2005 Venezia, 13 dicembre 2005 Workshop III edizione ANALISI DEI CONTENUTI E DELLA STRUTTURA DEI PATTI AZIENDALI 2004-2005 Cinzia Brunello Elena Fiori I PATTI: CRONOSTORIA DGR 3242/2001 RIORGANIZZAZIONE DELL

Dettagli

LA PANDEMIA SILENTE DEL DIABETE: UN EMERGENZA SANITARIA, SOCIALE ED ECONOMICA

LA PANDEMIA SILENTE DEL DIABETE: UN EMERGENZA SANITARIA, SOCIALE ED ECONOMICA LA PANDEMIA SILENTE DEL DIABETE: UN EMERGENZA SANITARIA, SOCIALE ED ECONOMICA Antonio Nicolucci Direttore Dipartimento di Farmacologia Clinica e Epidemiologia, Consorzio Mario Negri Sud Coordinatore Data

Dettagli

RICERCA E INNOVAZIONE 6

RICERCA E INNOVAZIONE 6 RICERCA E INNOVAZIONE 6 247 248 6.1 CREAZIONE DELLA INFRASTRUTTURA PER RICERCA E INNOVAZIONE Sviluppo della infrastruttura locale Obiettivi: sviluppare la capacità di produrre ricerca e sviluppo e gestire

Dettagli

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Il rischio clinico rappresenta l eventualità di subire

Dettagli

FEMMINILE O MASCHILE, MAI NEUTRA, SEMPRE PERSONALE

FEMMINILE O MASCHILE, MAI NEUTRA, SEMPRE PERSONALE con il patrocinio di: Comitato Bioetica Donne medico Nazionale FEMMINILE O MASCHILE, MAI NEUTRA, SEMPRE PERSONALE www.mgtour.it Gli eventi e le iniziative di Stati Generale della Medicina di Genere sono

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE OSPEDALIERA E LE SUE FIGURE. Leadership e strumenti. 15 Novembre 2013. Venezia Mestre Auditorium Ospedale dell Angelo.

L ORGANIZZAZIONE OSPEDALIERA E LE SUE FIGURE. Leadership e strumenti. 15 Novembre 2013. Venezia Mestre Auditorium Ospedale dell Angelo. ANMDO TRIVENETO Programma Convegno Con il patrocinio di AZIENDA ULSS 12 VENEZIANA L ORGANIZZAZIONE OSPEDALIERA E LE SUE FIGURE Leadership e strumenti 15 Novembre 2013 Venezia Mestre Auditorium Ospedale

Dettagli

STRUMENTI DI SOSTENIBILITA : L ESEMPIO DEL DISEASE MANAGEMENT OPTIMIZATION NELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE NAPOLI, 2.10.2015

STRUMENTI DI SOSTENIBILITA : L ESEMPIO DEL DISEASE MANAGEMENT OPTIMIZATION NELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE NAPOLI, 2.10.2015 STRUMENTI DI SOSTENIBILITA : L ESEMPIO DEL DISEASE MANAGEMENT OPTIMIZATION NELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE NAPOLI, 2.10.2015 Il Disease Management Optimization PDTA della Regione Veneto Relatore: Lamberto

Dettagli

La proposta di una Rete Formativa Nazionale

La proposta di una Rete Formativa Nazionale SIFO e la formazione post lauream: La proposta di una Rete Formativa Nazionale Prof. Rosario Pignatello Direttore SSFO Università degli Studi di Catania 1 L evoluzione negli anni della Scuola di Specializzazione

Dettagli

Osservatorio delle Cure Primarie come strumento di valutazione della qualità dell assistenza primaria

Osservatorio delle Cure Primarie come strumento di valutazione della qualità dell assistenza primaria Osservatorio delle Cure Primarie come strumento di valutazione della qualità dell assistenza primaria Longo F, Compagni A, Armeni P, Donatini A, Brambilla A Si ringraziano Stefano Sforza, Antonella Sidoli,

Dettagli

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio Problema Bisogni Risposta Piano personalizzato

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAIONE MARIA ROSARIA Data di nascita 28/08/1960 Qualifica Amministrazione Farmacista Direttore Unità Operativa Complessa Farmaceutica Territoriale AZIENDA SANITARIA Incarico

Dettagli

PROGETTO DI ASSISTENZA INTEGRATA OSPEDALE-TERRITORIO AI BAMBINI CON MALATTIE RARE AD ALTA COMPLESSITÀ. COMMISSIONE MALATTIE RARE SIP/SIMGePeD

PROGETTO DI ASSISTENZA INTEGRATA OSPEDALE-TERRITORIO AI BAMBINI CON MALATTIE RARE AD ALTA COMPLESSITÀ. COMMISSIONE MALATTIE RARE SIP/SIMGePeD PROGETTO DI ASSISTENZA INTEGRATA OSPEDALE-TERRITORIO AI BAMBINI CON MALATTIE RARE AD ALTA COMPLESSITÀ COMMISSIONE MALATTIE RARE SIP/SIMGePeD Il bambino con malattie rare, croniche e complesse, presenta

Dettagli

Udine, 30 ottobre 2015

Udine, 30 ottobre 2015 Udine, 30 ottobre 2015 2 CONVEGNO INTERREGIONALE CARD La Prevenzione nel distretto DIREZIONI TECNICHE REGIONALI: Stato dell arte nelle Regioni del Triveneto, della realizzazione delle leggi di riforma

Dettagli

AND ORGANIZATION8 BOLOGNA. B4 Bologna Tower Hotel EDIZIONE

AND ORGANIZATION8 BOLOGNA. B4 Bologna Tower Hotel EDIZIONE P R O G R A M M A P R E L I M I N A R E TRAUMA: UPDATE AND ORGANIZATION8 EDIZIONE a BOLOGNA 14>15>16 febbraio 2013 B4 Bologna Tower Hotel CON IL PATROCINIO DI Regione Emilia-Romagna Azienda Unità Sanitaria

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. AMBROSONE RITA Data di nascita 20/11/1960. Amministrazione ASL AVELLINO (EX ASL 1 e 2)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. AMBROSONE RITA Data di nascita 20/11/1960. Amministrazione ASL AVELLINO (EX ASL 1 e 2) INFORMAZIONI PERSONALI Nome AMBROSONE RITA Data di nascita 20/11/1960 Qualifica II Fascia Amministrazione ASL AVELLINO (EX ASL 1 e 2) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Direttore di Unità

Dettagli

GIORNATE MEDICHE FIORENTINE 2011 Firenze 2-3 Dicembre 2011

GIORNATE MEDICHE FIORENTINE 2011 Firenze 2-3 Dicembre 2011 GIORNATE MEDICHE FIORENTINE 2011 Firenze 2-3 Dicembre 2011 La Medicina di iniziativa L esperienza fiorentina Alessandro Del Re CHRONIC CARE MODEL SANITA D INIZIATIVA Dalla medicina di attesa Alla sanità

Dettagli

Osservatorio ARNO Diabete Dieci anni di prescrizioni di farmaci antidiabetici

Osservatorio ARNO Diabete Dieci anni di prescrizioni di farmaci antidiabetici Osservatorio ARNO Diabete Dieci anni di prescrizioni di farmaci antidiabetici Marisa De Rosa SISS Sistemi Informativi e Servizi per la Sanità Bologna, 3 luglio 2007 1 Osservatorio ARNO Nato nel 1987 dall

Dettagli

Sistema informativo e programmazione sanitaria

Sistema informativo e programmazione sanitaria 1^ Conferenza Regionale sulla Salute Mentale Verona, 9-109 maggio 2008 Sistema informativo e programmazione sanitaria Paolo Spolaore Centro Regionale di Riferimento per il Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli