Circolare N.93 del 22 Giugno Operatori new slot e VLT: entro il l iscrizione all elenco istituito dall AAMS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS"

Transcript

1 Circolare N.93 del 22 Giugno 2011 Operatori new slot e VLT: entro il l iscrizione all elenco istituito dall AAMS

2 Operatori new slot e VLT: entro il l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che secondo quanto stabilito con apposito decreto del Direttore dell Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS), pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 100 del , a partire dello scorso 2 maggio ed entro il prossimo 30 giugno 2011 i soggetti titolari dei diritti e dei rapporti contrattuali funzionali all'esercizio delle attività di gioco di intrattenimento con vincite in denaro, ovvero i proprietari, i possessori o i detentori a qualsiasi titolo di apparecchi funzionali all esercizio delle attività Video lottery terminals e Newslots, nonché i concessionari per la gestione della rete telematica, devono provvedere ad iscriversi nell apposito elenco istituito dall AAMS. Rammentiamo, a tal proposito, che l'iscrizione all'elenco costituisce titolo abilitativo per i soggetti che svolgono le attività in materia di apparecchi da intrattenimento in relazione alle relative attività esercitate e che tale iscrizione ha durata annuale. Entro il 31 marzo di ciascun anno, i soggetti che intendono mantenere l'iscrizione, devono inoltrare apposita istanza agli uffici regionali di AAMS, pena la cancellazione dall elenco. Tutti i soggetti interessati all esercizio di tali attività, quindi, dovranno presentare entro il all apposito ufficio regionale AAMS il modulo d iscrizione, il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazioni, la certificazione del possesso dei requisiti ed il modulo relativo al consenso al trattamento dei dati personali, unitamente alla quietanza che attesti il versamento tramite F24 della somma di 100 euro prevista per l iscrizione all elenco di AAMS. La presentazione della domanda d iscrizione, inoltre, è soggetta all imposta di bollo per foglio pari a 14,62 euro. 2

3 Premessa Secondo quanto stabilito dal decreto del Direttore dell Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 100 del dal 1 luglio verrà avviato il censimento degli operatori new slot previsto dalla legge di stabilità per aumentare il livello di sicurezza del comparto dei giochi pubblici. Secondo tale decreto verrà creato un elenco che fungerà da banca dati del settore dei giochi di intrattenimento che nel primo trimestre del 2011 ha raccolto quasi 10 miliardi di euro. L elenco sarà pubblico e al fine di assicurare la pubblicità legale, verrà reso noto sul sito istituzionale dell'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato con richiamo diretto dalla home page, ovvero nella sezione "Giochi" - "Apparecchi da divertimento". L'elenco consta di tre Sezioni, in cui saranno iscritti: i proprietari, possessori ovvero detentori a qualsiasi titolo degli apparecchi e terminali di cui all'articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del TULPS; i concessionari per la gestione della rete telematica degli apparecchi e terminali da intrattenimento che siano altresì proprietari degli apparecchi e terminali di cui all'articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del testo unico di cui al TULPS., e successive modificazioni; i soggetti diversi dai precedenti che svolgono, sulla base di rapporti contrattuali continuativi con i soggetti di cui alle medesime sezioni, attività relative al funzionamento e al mantenimento in efficienza degli apparecchi e dei terminali, alla raccolta e messa a disposizione del concessionario delle somme residue e comunque qualsiasi altra attività funzionale alla raccolta del gioco. L'iscrizione nell'elenco è disposta dagli Uffici Regionali dell'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, previa verifica del possesso, da parte dei richiedenti, della certificazione antimafia prevista dalla legge n. 575/1975, della licenza di cui all'articolo 86 del TULPS, della quietanza che attesti il versamento della somma di euro 100,00 da effettuarsi tramite modello F24 accise. Al fine di ottenere la predetta iscrizione, i richiedenti sono tenuti ad esibire prova dei requisiti all'atto della richiesta. L'iscrizione è di durata riferita all'anno solare, può essere effettuata in qualsiasi periodo dell'anno, e ha validità sino al 31 dicembre dell'anno in corso. Il decreto, inoltre, stabilisce che l'iscrizione all'elenco è attestata mediante apposito certificato, rilasciato dall'ufficio Regionale competente per territorio. Entro il 31 marzo di ogni anno, i soggetti sopra indicati sono tenuti a costo della perdita del titolo abilitativo per l esercizio di tali attività a rinnovare l iscrizione all elenco di AAMS. I soggetti interessati e le sezioni dell elenco AAMS 3

4 L articolo 6 del decreto del Direttore dell AAMS del individua quali destinatari dell obbligo di iscrizione all elenco, i soggetti titolari dei diritti e dei rapporti contrattuali funzionali all'esercizio delle attività di gioco mediante apparecchi e terminali di cui all'art. 110 comma 6 del TULPS. All articolo 3 il decreto del Direttore dell AAMS, nel descrivere la struttura dell elenco, definisce maggiormente l ambito soggettivo di applicazione della disciplina. L elenco, infatti, si suddivide in tre diverse sezioni, a cui corrispondono diverse tipologie di soggetti. In particolare, l AAMS con il decreto del prevede che debbano iscriversi alle sezioni A, B e C dell elenco i seguenti soggetti: SOGGETTI INTERESSATI ALL ISCRIZIONE ALL ELENCO E RELATIVE SEZIONI Sezione A dell elenco Proprietari, possessori ovvero detentori a qualsiasi titolo degli apparecchi e terminali di cui all'articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del TULPS; Sezione B dell elenco Concessionari per la gestione della rete telematica degli apparecchi e terminali da intrattenimento che siano altresì proprietari degli apparecchi e terminali di cui all'articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del testo unico di cui al TULPS., e successive modificazioni; Sezione C dell elenco Soggetti diversi da quelli di cui alle Sezioni A e B, che svolgono, sulla base di rapporti contrattuali continuativi con i soggetti di cui alle medesime sezioni, attività relative al funzionamento e al mantenimento in efficienza degli apparecchi e dei terminali, alla raccolta e messa a disposizione del concessionario delle somme residue e comunque qualsiasi altra attività funzionale alla raccolta del gioco. In riferimento alla sezione C dell elenco, a differenza delle restanti sezioni, l AAMS prevede al comma 2 dell articolo 3 la suddivisione dei soggetti ivi contenuti in ulteriori sottosezioni, corrispondenti alle seguenti: sezione C dell elenco - Sottosezioni Sottosezione a) Produttori, importatori e soggetti incaricati della manutenzione di apparecchi, schede di gioco, videoterminali e sistemi di gioco; Sottosezione b) Titolari di esercizi preso i quali sono installati apparecchi e videoterminali Sottosezione c) Soggetti incaricati di altre attività funzionali alla raccolta del gioco. 4

5 OSSERVA Secondo quanto precisato dal comma 3 dell articolo 4 del decreto un soggetto, qualora ricorra il caso, può richiedere l iscrizione in più sezioni dell elenco. Le attività interessate Come già abbiamo accennato in premessa, l attività che sono interessate dal nuovo obbligo di iscrizione all elenco di AAMS è l'esercizio delle attività di gioco mediante apparecchi e terminali di cui all'art. 110 comma 6 lettere a) e b) del TULPS, ovvero i seguenti: apparecchi dotati di attestato di conformità alle disposizioni vigenti rilasciato dal Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato e obbligatoriamente collegati alla rete telematica che si attivano con l introduzione di moneta metallica ovvero con appositi strumenti di pagamento elettronico, nei quali, insieme con l elemento aleatorio, sono presenti anche elementi di abilità, che consentono al giocatore la possibilità di scegliere, all avvio o nel corso della partita, la propria strategia, selezionando le opzioni di gara ritenute più favorevoli tra quelle proposte dal gioco. Il costo della partita di tali apparecchiature non deve superare 1 euro e la sua durata minima è di quattro secondi. Le vincite in denaro non devono superare i 100 euro e devono essere erogate dalla macchina in monete metalliche. Le vincite di tali apparecchi sono computate in modo non predeterminabile su un ciclo complessivo di non più di partite, devono risultare non inferiori al 75 per cento delle somme giocate. In ogni caso tali apparecchi non possono riprodurre il gioco del poker o comunque le sue regole fondamentali; apparecchi facenti parte della rete telematica che si attivano esclusivamente in presenza di un collegamento ad un sistema di elaborazione della rete stessa. Per tali apparecchi, il costo e le modalità di pagamento di ciascuna partita, la percentuale minima della raccolta da destinare a vincite, l importo massimo, modalità di riscossione delle vincite e le specifiche di immodificabilità e di sicurezza, sono definite con apposito regolamento del Ministero dell Economia. L iscrizione all elenco e i suoi effetti Secondo quanto previsto dal decreto e come anticipato in premessa, i soggetti interessati dall obbligo di iscrizione all elenco AAMS devono presentare apposita domanda entro il prossimo L iscrizione a tale elenco è obbligatoria e costituisce titolo abilitativo per tutti i soggetti indicati che svolgono le attività in materia di apparecchi da intrattenimento attraverso gli apparecchi e i terminali previsti dall articolo 110 comma 6 lettera a) e b) 5

6 del TULPS. In mancanza di regolare iscrizione, i soggetti che svolgono tali attività possono subire sanzioni da parte degli organi vigilanti. In particolare, con riferimento ai soli concessionari per la gestione della rete telematica degli apparecchi e terminali da intrattenimento ed alle altre parti contraenti, l articolo 11 del Decreto del direttore dell AAMS del prevede, in caso di stipula di contratto con soggetti non iscritti, ovvero di mantenimento dell'efficacia di rapporti contrattuali con soggetti che abbiano perso i requisiti [ ] la sanzione amministrativa [ ] di euro ,00. In caso di reiterazione della medesima violazione nell arco di un biennio, inoltre, viene revocata la concessione per la gestione della rete telematica. I requisiti per effettuare l iscrizione L articolo 4 e 5 del decreto in commento prevedono che l'iscrizione nell'elenco è disposta dagli Uffici Regionali dell'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, previa verifica del possesso, da parte dei richiedenti, della certificazione antimafia prevista dalla legge n. 575/1975, della licenza di cui all'articolo 86 del TULPS (licenza del Questore per l attività di produzione, importazione, attività di distribuzione e gestione, e installazione in esercizi commerciali o pubblici delle apparecchiature prevista dall articolo 110 comma 6-7 TULPS) e la quietanza che attesti il versamento della somma di euro 100,00 da effettuare tramite modello F24 accise, con codice tributo OSSERVA La validità temporale di tali certificazioni deve ricoprire l intero periodo di iscrizione. Nel caso la validità della certificazione copra solo una parte del periodo di iscrizione, la medesima certificazione deve essere rinnovata. Al fine di ottenere la predetta iscrizione, i richiedenti sono tenuti ad esibire prova dei requisiti all'atto della richiesta. Nel caso il richiedente sia una società il possesso dei requisiti deve essere provato da parte: dei componenti dell organo di amministrazione; di tutti i soci con rappresentanza esterna nel caso di società di persone. In aggiunta a tali requisiti è necessaria l'insussistenza negli ultimi cinque anni: di misure cautelari, provvedimenti di rinvio a giudizio, condanne con sentenza passata in giudicato od applicazioni della pena su richiesta ai sensi dell'art. 444 del codice di procedura penale, per reati collegati ad attività di stampo mafioso, delitti contro la fede pubblica, 6

7 delitti contro il patrimonio, reati di natura finanziaria o tributaria, reati riconducibili ad attività di gioco non lecito; di dichiarazione di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e concordato preventivo; della reiterazione per tre volte di comportamenti sanzionati con provvedimenti inoppugnabili per violazioni previste dall'art. 110, comma 9, lettere a), b), c) e d) del TULPS, violazioni amministrative previste dall'art. 110, comma 8, del TULPS, altre violazioni amministrative in materia di gioco pubblico. Per la sola iscrizione nelle sezioni A e C [sottosezioni c) ed a)] sono richiesti i seguenti ulteriori requisiti: Ulteriori requisiti Iscrizione alla sezione A e C (sottosezione c) Non essere incorsi nell'arco dell'anno precedente a quello di riferimento in tre violazioni relative al mancato versamento, anche a diversi concessionari, nei termini contrattuali rispettivamente previsti, dell'importo residuo dovuto a titolo di PREU. Impegno a presentare al concessionario idonea garanzia per un valore non inferiore a 1.500,00 ( euro millecinquecento/00) per apparecchio posseduto o detenuto e ad incrementarla, in accordo con il concessionario, in funzione della raccolta registrata dagli apparecchi oggetto del contratto Insussistenza negli ultimi cinque anni di sentenze definitive di condanna emesse dal giudice tributario in materia di PREU. Iscrizione alla sezione C (sottosezione a) L'insussistenza negli ultimi cinque anni di misure cautelari, provvedimenti di rinvio a giudizio, condanne con sentenza passata in giudicato od applicazioni della pena su richiesta ai sensi dell'art. 444 del codice di procedura penale, per i reati di cui agli articoli 615 quater c.p. e 617 quater c.p. Possesso, ovvero dichiarazione d'impegno volta al conseguimento, entro i 180 giorni successivi all'iscrizione, della certificazione di qualità ISO 9001:2008, relativamente ai processi, di seguito elencati, compatibili con la propria attività: progettazione delle schede di gioco, degli apparecchi di gioco, 7

8 dei videoterminali, dei sistemi di gioco e di tutte le periferiche ad essi connessi; realizzazione e produzione delle schede di gioco, degli apparecchi di gioco, dei videoterminali, dei sistemi di gioco e di tutte le periferiche ad essi connessi, ivi incluso il software necessario al loro funzionamento; manutenzione delle schede di gioco, degli apparecchi di gioco, dei videoterminali, dei sistemi di gioco e di tutte le periferiche ad essi connessi. Modalità di iscrizione I soggetti che possono iscriversi all elenco devono effettuare apposita domanda entro il termine come ricordato piu volte del A tal proposito ricordiamo che l AAMS ha reso disponibili sul sito il modulo d iscrizione; il modulo per fornire il consenso al trattamento dei dati; il modulo per l autocertificazione che gli amministratori della società di capitali o i soci delle società di persone (con rappresentanza) devono compilare per attestare il possesso dei requisiti. La richiesta di iscrizione è effettuata, salvo gravi e motivate esigenze, all'ufficio Regionale competente per territorio, a seconda della residenza o della sede legale della persona fisica o dell'impresa richiedente. Per coloro che non hanno residenza o sede legale in Italia è competente l'ufficio Regionale per il Lazio, sede di Roma. Certificazione dell iscrizione e la sua cancellazione L'iscrizione all'elenco è attestata mediante apposito certificato, rilasciato dall'ufficio Regionale competente per territorio. Riguardo alla cancellazione dell elenco il decreto del Direttore AAMS stabilisce che gli Uffici Regionali competenti per territorio provvedono ad accertare nel corso dell'anno la sussistenza dei requisiti dei soggetti iscritti nell'elenco, procedendo con ispezioni a campione su tutto il territorio nazionale. Nel caso in cui all'esito degli accertamenti disposti, risultino soggetti privi dei requisiti richiesti all'atto dell'iscrizione, l'ufficio Regionale competente per territorio ne dispone la cancellazione dall'elenco. 8

9 In ogni caso, l'ufficio Regionale competente per territorio determina, entro il 30 aprile di ogni anno, la cancellazione di coloro che non abbiano provveduto a rinnovare le richieste di iscrizione. 9

Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO

Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Prot. n. 2011/11181/Giochi/ADI Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Visto il Testo Unico di cui al Regio Decreto 18 giugno 1931,

Dettagli

All Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

All Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato CAUSALE: Nuova iscrizione APPLICARE MARCA DA BOLLO SECONDO NORMATIVA VIGENTE Rinnovo Modulo RIES/C6 Richiesta di iscrizione nell elenco di cui all articolo 1 comma 533 come sostituito dall articolo 1 comma

Dettagli

IL VICEDIRETTORE dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

IL VICEDIRETTORE dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ADM.MNUC Reg. Uff. n.104077 del 22/12/2014 IL VICEDIRETTORE dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli VISTO il Testo Unico di cui al Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773, (T.U.L.P.S.), e successive modificazioni

Dettagli

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006).

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). (Stralcio) Art. 1 (Omissis) 525. Il comma 6 dell articolo 110 del

Dettagli

SCIA EX ART. 86 TULPS per l installazione di apparecchi per il gioco lecito (presentare in duplice copia)

SCIA EX ART. 86 TULPS per l installazione di apparecchi per il gioco lecito (presentare in duplice copia) ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE DEL COMUNE DI erseguito S.C.I.A. per l installazione di apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici di cui all articolo 110, commi 6 e 7 in

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 93 Operativa OGGETTO: Polizia Giudiziaria e di Sicurezza.. Pubblica sicurezza e ordine pubblico

Dettagli

A Equitalia S.p.A. Alla Sogei S.p.A.

A Equitalia S.p.A. Alla Sogei S.p.A. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni RISOLUZIONE N.23/E Roma, 24 febbraio 2011 Al Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento delle

Dettagli

LETTERA CIRCOLARE. Nella sezione C saranno riportati i nominativi dei titolari di esercizi presso i quali sono installati apparecchi e videoterminali.

LETTERA CIRCOLARE. Nella sezione C saranno riportati i nominativi dei titolari di esercizi presso i quali sono installati apparecchi e videoterminali. THE KING SLOT SpA Documentazione utile per il rilascio del titolo abilitativo art. 1 del Decreto prot. nr. 2010/11181 emesso il 05 aprile 2011 dall'amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. LETTERA

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S.

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S. BOLLO AL COMUNE DI FOLIGNO SERVIZIO COMMERCIO E P.A. RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S. Il sottoscritto Cognome. Nome Data di nascita /../.. Luogo di nascita...

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze

Ministero dell economia e delle finanze Protocollo n 2011/30011/giochi/UD Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Visto il testo unico delle leggi di pubblica sicurezza

Dettagli

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel.

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel. SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO... Via 00. ROMA Oggetto: SCIA Segnalazione certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/90 s.m.i;, D.M. 27 ottobre 2003;D.M. 7 gennaio 2007; art. 49

Dettagli

R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza -

R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - Art. 110. 1. In tutte le sale da biliardo o da gioco e negli altri esercizi, compresi i circoli privati, autorizzati alla pratica

Dettagli

D.Dirett. 27 luglio 2011 (1).

D.Dirett. 27 luglio 2011 (1). D.Dirett. 27 luglio 2011 (1). Determinazione dei criteri e parametri numerico quantitativi per l'installabilità di apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6 del T.U.L.P.S. (2) (1) Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

Prov. Via n. Codice fiscale IN PROPRIO, ovvero nella sua qualità di rappresentanza di

Prov. Via n. Codice fiscale IN PROPRIO, ovvero nella sua qualità di rappresentanza di . 14,62 Al COMUNE di Borghetto Santo Spirito (Savona) OGGETTO: Richiesta autorizzazione per l'esercizio dell'attività di sala giuochi, ai sensi degli articoli 86 e 110 del T.U. delle Leggi di Pubblica

Dettagli

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel.

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel. SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO... Via 00. ROMA Oggetto: Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/90 s.m.i.) relativamente agli apparecchi e congegni automatici, semiautomatici

Dettagli

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di CASERTA

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di CASERTA AL COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA UFFICIO COMMERCIO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI DI CUI ALL ART. 110 COMMA 6 E 7 TULPS (Artt. 86 comma 3 R.D.

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE. Ord. n. 10 Data, 26 febbraio 2010 IL SINDACO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE. Ord. n. 10 Data, 26 febbraio 2010 IL SINDACO COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE UFFICIO SEGRETERIA - COMMERCIO VIA ROMA N. 46 33037 PASIAN DI PRATO - TEL. 0432/645953 FAX 0432/645918 E-MAIL: segreteria@comune.pasiandiprato.ud.it Ord. n.

Dettagli

Segnalazione di: inizio attività trasferimento sede cessazione attività Presentata da: produttore importatore distributore/gestore ii

Segnalazione di: inizio attività trasferimento sede cessazione attività Presentata da: produttore importatore distributore/gestore ii Al SUAP di MONTECATINI TERME comune.montecatiniterme@postacert.toscana.it prot. n del / / S. C. I. A. PRODUZIONE E/O IMPORTAZIONE E/O DISTRIBUZIONE E GESTIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI,

Dettagli

Art. 3. Requisiti per richiedere l iscrizione. I requisiti minimi per ottenere l iscrizione all Albo Fornitori sono i seguenti:

Art. 3. Requisiti per richiedere l iscrizione. I requisiti minimi per ottenere l iscrizione all Albo Fornitori sono i seguenti: REGOLAMENTO per l iscrizione all ALBO FORNITORI dell I.C.E. Art. 1. Istituzione dell Albo Fornitori. L ICE ha istituito un Albo dei Fornitori, presso l, allo scopo di pre-qualificare i fornitori, per l

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI. Visto il decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI. Visto il decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 4 marzo 2009 Istituzione dell'elenco nazionale dei medici competenti in materia di tutela e sicurezza sui luoghi di lavoro. (09A07172)

Dettagli

QUADRO INIZIALE (compilare in ogni caso)

QUADRO INIZIALE (compilare in ogni caso) spazio per la protocollazione Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del COMUNE di NARNI Sala pubblica da gioco (Art. 86 e 110 TULPS, R.D. 773/1931, Decreti Min. Economia e Finanze del 23/10/03

Dettagli

R.D. 18 giugno 1931, n. 773 (1). Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (2) (3) (4) (5).

R.D. 18 giugno 1931, n. 773 (1). Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (2) (3) (4) (5). R.D. 18 giugno 1931, n. 773 (1). Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (2) (3) (4) (5). omissis Capo II - Degli esercizi pubblici (139) 86. (art. 84 T.U. 1926). - Non possono esercitarsi,

Dettagli

AL SUAP Comune di Vibo Valentia

AL SUAP Comune di Vibo Valentia AL SUAP Comune di Vibo Valentia OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78, così come convertito e modificato dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122. DI

Dettagli

COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE. Provincia di Brescia

COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE. Provincia di Brescia COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DI SALE PUBBLICHE DA GIOCO E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED ELETTRONICI DA

Dettagli

VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione

VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato l autorizzazione alla raccolta

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO tel. 051 2194082-2194013 - Fax 051 2194870 - PRODUZIONE E/O IMPORTAZIONE E/O NOLEGGIO

Dettagli

INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA !!""!""!#$" INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Installazione di New Slot e apparecchi da divertimento

Dettagli

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ]

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ] Al COMUNE DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Servizio SUAP DISTRIBUZIONE E GESTIONE DI GIOCHI Segnalazione Certificata Inizio Attività NUOVA APERTURA TRASFERIMENTO DI SEDE (allegare vecchia

Dettagli

DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Artt. 86 e 110 T.U.L.P.S.) CHIEDE

DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Artt. 86 e 110 T.U.L.P.S.) CHIEDE MODULISTICA MARCA DA BOLLO 16,00 P54 MD14 Rev. 1 del 11/09/07 ALL UFFICIO POLIZIA AMMINISTRATIVA COMANDO POLIZIA LOCALE PIAZZA 9 NOVEMBRE 1989 20090 SEGRATE (MI) DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S. da presentare in duplice copia SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S.) Al COMUNE di VILLANOVA D ASTI (AT) Il

Dettagli

Note Esplicative. n) T.U.L.P.S., il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, di cui al regio decreto 18

Note Esplicative. n) T.U.L.P.S., il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, di cui al regio decreto 18 Note Esplicative Di seguito vengono riportate brevi note esplicative sulle attività connesse all esercizio e all utilizzo degli apparecchi di cui al comma 6 lettera a), art. 110 T.U.L.P.S. Ai soli fini

Dettagli

Il sottoscritto. nato il..a. con codice fiscale. con partita IVA n tel. FA ISTANZA

Il sottoscritto. nato il..a. con codice fiscale. con partita IVA n tel. FA ISTANZA I presenti modelli hanno carattere esemplificativo, sulla base di quanto disposto nel disciplinare di gara e nel capitolato. Resta in ogni caso prevalente la disciplina ivi dettata. Modello allegato n.

Dettagli

Analisi tecnico funzionale e comparazione fra gli apparecchi da gioco C.6/a (A.W.P.) e le Videolottery (VLT) C.6/b del 110 del T.U.L.P.S.

Analisi tecnico funzionale e comparazione fra gli apparecchi da gioco C.6/a (A.W.P.) e le Videolottery (VLT) C.6/b del 110 del T.U.L.P.S. Procedure tecnico amministrative relative alla produzione e messa sul mercato degli apparecchi da gioco con vincita comma 6, lett. a), del 110 T.U.L.P.S. ( A.W.P. o New Slot). Analisi tecnico funzionale

Dettagli

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ]

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ] AL COMUNE DI POGGIARDO (Provincia di Lecce) Servizio SUAP INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI presso esercizi non in possesso di Autorizzazione ex artt.86 o 88 TULPS R.D. 18/6/1931 n.773 domanda

Dettagli

a cura di Mario Serio (Isp. Capo di Polizia Municipale)

a cura di Mario Serio (Isp. Capo di Polizia Municipale) Art. 110 testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 (Tulps) Aggiornato ed Integrato con la circolare a.a.m.s. Prot. 2013/491/DAR/UD del 13 Giugno 2013

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO E DELL ECONOMIA U.O. POLITICHE ECONOMICHE REGOLAMENTO PER I GIOCHI LECITI

COMUNE DI PERUGIA SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO E DELL ECONOMIA U.O. POLITICHE ECONOMICHE REGOLAMENTO PER I GIOCHI LECITI COMUNE DI PERUGIA SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO E DELL ECONOMIA U.O. POLITICHE ECONOMICHE REGOLAMENTO PER I GIOCHI LECITI Approvato con atto del Consiglio Comunale n. 179 del 12.09.2005 SI

Dettagli

Il sottoscritto. nato a il nazionalità. Cod.Fisc. residente in. Via n. C.A.P. Tel. Cell. Codice fiscale/partita IVA. Con sede nel Comune di Provincia

Il sottoscritto. nato a il nazionalità. Cod.Fisc. residente in. Via n. C.A.P. Tel. Cell. Codice fiscale/partita IVA. Con sede nel Comune di Provincia da presentarsi all'ufficio Protocollo 30 giorni prima dell'inizio dell'attività DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' PER INSTALLAZIONE DI GIOCHI LECITI E APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' RELATIVA A UNA

Dettagli

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ELABORAZIONE DATI A CURA DEL CENTRO STUDI AUTOMAT INDICE DEL DOCUMENTO AUDIZIONE DR. MAGISTRO ALLA COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI...2 SCENARIO

Dettagli

da presentare in duplice copia

da presentare in duplice copia spazio per la protocollazione Apparecchi e congegni automatici da trattenimento e svago Segnalazione Certificata di Inizio Attività da presentare in duplice copia AL COMUNE DI TERNI ALL UFFICIO COMMERCIO

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO

Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Prot. n. 2006/7902/GIOCHI/UD Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Misure per la regolamentazione della raccolta a distanza delle scommesse del bingo e

Dettagli

10 Forum Nazionale della Polizia Locale. PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013. ********************* Elena Fiore Comandante P.M.

10 Forum Nazionale della Polizia Locale. PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013. ********************* Elena Fiore Comandante P.M. 10 Forum Nazionale della Polizia Locale PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013 ********************* Elena Fiore Comandante P.M. Forlì 1 Gli apparecchi da gioco con o senza vincite in denaro: la normativa

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 10 19.03.2014 Contabilità e fiscalità delle sale slot Categoria: Imprese Sottocategoria: Varie Anche quest anno è tornata puntuale la scadenza del 17.03

Dettagli

COMUNE DI SAN VALENTINO TORIO

COMUNE DI SAN VALENTINO TORIO COMUNE DI SAN VALENTINO TORIO Sportello Unico Attività Produttive Segnalazione certificata di inizio attività -SCIA(*) - per l'installazione di giochi leciti ed apparecchi e congegni di cui all'art. 110

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE 31 OTTOBRE 2006

DECRETO MINISTERIALE 31 OTTOBRE 2006 DECRETO MINISTERIALE 31 OTTOBRE 2006 Gazzetta Ufficiale N. 297 del 22 Dicembre 2006 Individuazione dei siti internet destinati all'inserimento degli avvisi di vendita di cui all'articolo 490 del codice

Dettagli

CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS

CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE PUBBLICHE DA GIOCO E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO

Dettagli

Art. 1 - Criteri e modalità di individuazione dei siti internet

Art. 1 <http://www.giustizia.it/decr_circ_min/decreti/dm311006.htm#dm311006_1.htm> - Criteri e modalità di individuazione dei siti internet Decreto 31 ottobre 2006 Individuazione dei siti internet destinati all'inserimento degli avvisi di vendita di cui all'articolo 490 del codice di procedura civile. (Gazzetta Ufficiale n. 297 del 22 dicembre

Dettagli

tra: titolare della concessione per n con sede in via n Partita IVA/Codice Fiscale rappresentata dal signor di seguito denominata Titolare di Sistema

tra: titolare della concessione per n con sede in via n Partita IVA/Codice Fiscale rappresentata dal signor di seguito denominata Titolare di Sistema La società Contratto per l affidamento dell attività di commercializzazione ai sensi del decreto del direttore generale dell Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato in data 21 marzo 2006 tra: titolare

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI Approvato con deliberazione C.C. n. 214 del 19.11.2007, esecutiva; Modificato con deliberazione C.C.

Dettagli

Contesto di riferimento e Normativa VLT. Numero di revisione: 1.0. Autore: Lottomatica Videolot Rete

Contesto di riferimento e Normativa VLT. Numero di revisione: 1.0. Autore: Lottomatica Videolot Rete VLT Contesto di riferimento e Normativa Numero di revisione: 1.0 Autore: Lottomatica Videolot Rete Data: 24/06/2010 Informazione importante Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette

Dettagli

Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 )

Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 ) Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 ) Ente cui è attribuita la riserva Governance Esercizio Scelte politiche Art. 1 D.Lvo. 496 del 14/4/48 L'organizzazione e l'esercizio di giuochi di abilità e

Dettagli

e, p.c Circolare N. 3/Giochi/ADI/2006 Roma, 12 ottobre 2006 Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

e, p.c Circolare N. 3/Giochi/ADI/2006 Roma, 12 ottobre 2006 Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Roma, 12 ottobre 2006 Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato DIREZIONE GENERALE Direzione per i Giochi Ufficio 12 Apparecchi e congegni da divertimento ed

Dettagli

Comune di Villa guardia

Comune di Villa guardia Comune di Villa guardia UFFICIO COMMERCIO Informativa agli esercenti per l installazione di apparecchi e congegni per il gioco lecito. Con questo scritto l Ufficio intende fornire le informazioni essenziali

Dettagli

Illegalità e gioco d azzardo

Illegalità e gioco d azzardo Gioco d azzardo: alla ricerca di possibili integrazioni tra servizio pubblico, privato sociale e territorio Illegalità e gioco d azzardo Arezzo, 11 maggio 2007 Tipologie di apparecchi o congegni Le tipologie

Dettagli

COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE Ufficio Commercio REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SALE GIOCHI

COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE Ufficio Commercio REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SALE GIOCHI COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE Ufficio Commercio REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SALE GIOCHI 1 INDICE Capo I - Norme generali... 3 Articolo 1 - Principi generali... 3 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO

REGOLAMENTO ISTITUTIVO REGOLAMENTO ISTITUTIVO Art. 1 lstituzione del Sistema di Qualificazione 1.1. ln analogia a quanto previsto per i contratti pubblici dall'art. 232 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e s.m.i., con il presente

Dettagli

Elenco. Cos è un così detto Ente certificatore (Organismo di certificazione ed ispezione)

Elenco. Cos è un così detto Ente certificatore (Organismo di certificazione ed ispezione) Elenco. Cos è un così detto Ente certificatore (Organismo di certificazione ed ispezione) In Personaggi lunedì 20 dicembre 2010-10:05:59 L Ente certificatore in generale svolge, tra gli altri, i seguenti

Dettagli

Denuncia inizio attività per: Apertura nuova Attività

Denuncia inizio attività per: Apertura nuova Attività SALE GIOCHI Timbro ufficiale (spazio riservato all ufficio) COMUNE DI TRIGGIANO Al Dirigente Settore P.M. e Ambiente Ufficio di Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 42 Triggiano Denuncia inizio attività

Dettagli

Al SIGNOR SINDACO del Comune di C H I E D E

Al SIGNOR SINDACO del Comune di C H I E D E Prima di consegnare il modulo, munirsi di fotocopia da far timbrare per ricevuta dall Ufficio Protocollo e conservare per gli usi successivi Al SIGNOR SINDACO del Comune di. marca da bollo 14,62 Oggetto:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE E INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO

REGOLAMENTO COMUNALE E INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino SETTORE COMMERCIO - PROT.CIVILE VIABILITA Allegato A REGOLAMENTO COMUNALE SULLE SALE GIOCHI E INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E CONTESUTALE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA CHIEDE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E CONTESUTALE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA CHIEDE Marca da bollo da Euro 16,00 Al Comune di Volvera Via Ponsati 34 10040 VOLVERA (TO) Oggetto : Affidamento in concessione del servizio di informazione e comunicazione mediante la redazione, la stampa e

Dettagli

REGOLAMENTO CRITERI E MODALITA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI E INCENTIVI PER LA PROMOZIONE DELLO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE DEL TERRITORIO

REGOLAMENTO CRITERI E MODALITA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI E INCENTIVI PER LA PROMOZIONE DELLO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE DEL TERRITORIO COMUNE DI PERUGIA S.O. Sviluppo Economico REGOLAMENTO CRITERI E MODALITA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI E INCENTIVI PER LA PROMOZIONE DELLO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE DEL TERRITORIO Approvato con

Dettagli

PRESSO BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI - ESERCIZI COMMERCIALI

PRESSO BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI - ESERCIZI COMMERCIALI AL COMUNE DI ANDORNO MICCA SCIA - SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI ELETTRONICI DI CUI ALL ART. 110 T.U.L.P.S. O EFFETTUAZIONE DI GIOCHI LECITI E RICHIESTA

Dettagli

m) punto di commercializzazione, locale presso il quale è esercitata l attività di commercializzazione;

m) punto di commercializzazione, locale presso il quale è esercitata l attività di commercializzazione; Decreto del Direttore Generale dell Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 21 marzo 2006 modificato ed integrato dal Decreto direttoriale 25 giugno 2007 Misure per la regolamentazione della raccolta

Dettagli

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BELMONTE CALABRO - UFFICIO COMMERCIO - Via Michele Bianchi, 7 87033 BELMONTE CALABRO

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BELMONTE CALABRO - UFFICIO COMMERCIO - Via Michele Bianchi, 7 87033 BELMONTE CALABRO Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BELMONTE CALABRO - UFFICIO COMMERCIO - Via Michele Bianchi, 7 87033 BELMONTE CALABRO SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO Acquisita in data: Firma del Ricevente

Dettagli

COMUNE DI ARCISATE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E DEGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO

COMUNE DI ARCISATE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E DEGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO COMUNE DI ARCISATE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E DEGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 03 del_ 29 gennaio 2010 INDICE

Dettagli

VERIFICA DEI REQUISITI DEGLI ESPONENTI AZIENDALI. 1) Documentazione relativa alla verifica dei requisiti di onorabilità degli esponenti aziendali

VERIFICA DEI REQUISITI DEGLI ESPONENTI AZIENDALI. 1) Documentazione relativa alla verifica dei requisiti di onorabilità degli esponenti aziendali VERIFICA DEI REQUISITI DEGLI ESPONENTI AZIENDALI Allegato n. 4 1) Documentazione relativa alla verifica dei requisiti di onorabilità degli esponenti aziendali A) Soggetti italiani o aventi cittadinanza

Dettagli

Il lavoro del nuovo esecutivo in materia di giochi e scommesse. Di Stefano Sbordoni

Il lavoro del nuovo esecutivo in materia di giochi e scommesse. Di Stefano Sbordoni Dl fiscale. Versamento Preu con F24, tassa sulla vincite e requisiti antimafia. Tutte le modifiche per il settore giochi In: Politica, Primopiano 4 aprile 2012-16:47 Le peculiarietà del sistema concessorio.

Dettagli

Il casinò diffuso 19 gennaio 2007

Il casinò diffuso 19 gennaio 2007 Il casinò diffuso 19 gennaio 2007 Di Marilisa Bombi Pericolo giallo! Se i bar e le vecchie trattorie che ormai non esistono più erano luoghi di aggregazione sociale dove il gioco, specie delle carte o

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GOCHI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GOCHI. COMUNE DI BUDRIO ---------------- REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GOCHI. 2011 Approvato con Deliberazione Consiliare n. 14 in data 14/03/2011. INDICE CAPO I Norme generali Articolo

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI MOD. DIA1 DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI (art. 19, L. 241/1990; art. 86 110 T.U.L.P.S.). da presentare in 2 esemplari: ( 1 originale per il comune e 1 copia per il dichiarante, sulla quale

Dettagli

La nuova disciplina sui videogiochi - autorizzazioni, vigilanza e sanzioni Michele Pezzulli, Comandante la P.M. di Aversa

La nuova disciplina sui videogiochi - autorizzazioni, vigilanza e sanzioni Michele Pezzulli, Comandante la P.M. di Aversa Delegazioni Regionali > Campania La nuova disciplina sui videogiochi - autorizzazioni, vigilanza e sanzioni Michele Pezzulli, Comandante la P.M. di Aversa Negli ultimi anni abbiamo assistito al susseguirsi

Dettagli

COMUNICAZIONE ANTIMAFIA (ex art. 87 D.Lgs. 06/09/2011, n. 159, modificato dal D.Lgs. 15/11/2012, n.218)

COMUNICAZIONE ANTIMAFIA (ex art. 87 D.Lgs. 06/09/2011, n. 159, modificato dal D.Lgs. 15/11/2012, n.218) COMUNICAZIONE ANTIMAFIA (ex art. 87 D.Lgs. 06/09/2011, n. 159, modificato dal D.Lgs. 15/11/2012, n.218) La comunicazione antimafia consiste nell'attestazione della sussistenza o meno di una delle cause

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI COMUNE DI COSTA MASNAGA PROVINCIA DI LECCO www.comune.costamasnaga.lc.it CAP 23845 TEL 031-358981 FAX 031-879022 P. IVA 00603040130 COD. FISC. 82002850137 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AVVISO DI AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DELLE IMPRESE per affidamento lavori ai sensi dell art. 57 comma 6 D.Lgs 163/06 e s.m.i di importo

Dettagli

COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani

COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani PROT. N. TERZO SETTORE SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE Via Giovanni Falcone n. 134 76012 Canosa di Puglia (BT) Tel.. 0883/610309-610312

Dettagli

AL COMUNE DI PIANORO. Esercente l'attività di:

AL COMUNE DI PIANORO. Esercente l'attività di: DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI (art. 19, L. 241/1990; art. 86 110 T.U.L.P.S.) da presentare in 2 esemplari: (1 originale per il comune e 1 copia per il dichiarante sulla quale verrà apposto

Dettagli

MODELLO A DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (articolo 47 D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000) Fac - Simile. Spett.le

MODELLO A DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (articolo 47 D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000) Fac - Simile. Spett.le MODELLO A DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (articolo 47 D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000) Fac - Simile Allegato 2 Spett.le EQUITALIA ESATRI S.p.A. c/o EQUITALIA ETR S.p.A. Direzione Organizzazione,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI ED ATTIVITA DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI ED ATTIVITA DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI Allegato alla Deliberazione del C.C. n. 46 del 26/03/2009 Comune di Castel San Pietro Terme Piazza XX Settembre, 3 40024 Castel San Pietro Terme (BO) Area Servizi per il Territorio e la Collettività Servizio

Dettagli

CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO

CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO Approvato con deliberazione Consiglio Comunale del 27.11.2014 n. 64 INDICE

Dettagli

INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO DI INIZIO ATTIVITA

INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO DI INIZIO ATTIVITA Timbro del Protocollo Generale PRATICA N. Allo Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI BRA Piazza Caduti Libertà n. 14 12042 BRA INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL COTTIMO APPALTO E DEL COTTIMO FIDUCIARIO Legge Regionale 2 agosto 2002 n.7; D.P. 25.11.1993.

REGOLAMENTO COMUNALE DEL COTTIMO APPALTO E DEL COTTIMO FIDUCIARIO Legge Regionale 2 agosto 2002 n.7; D.P. 25.11.1993. SETTORE TERRITORIO E AMBIENTE REGOLAMENTO COMUNALE DEL COTTIMO APPALTO E DEL COTTIMO FIDUCIARIO Legge Regionale 2 agosto 2002 n.7; D.P. 25.11.1993. IL DIRIGENTE DEL SETTORE Art. 1 Albo delle Imprese 1.

Dettagli

Regolamento comunale per la disciplina delle sale giochi

Regolamento comunale per la disciplina delle sale giochi Regolamento comunale per la disciplina delle sale giochi Approvato dal Consiglio Comunale di Lecco con deliberazione del 14.03.2011, n. 33- Articolo 1 - Principi generali 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO FORNITORI NAPOLI SERVIZI SPA

REGOLAMENTO ALBO FORNITORI NAPOLI SERVIZI SPA REGOLAMENTO ALBO FORNITORI NAPOLI SERVIZI SPA Regolamento per l istituzione e la gestione dell Albo Fornitori della Napoli Servizi SpA Art. 1 Oggetto ed ambito di applicazione La Napoli Servizi SpA, in

Dettagli

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO INFORMATICO E SERVIZI AL CITTADINO

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO INFORMATICO E SERVIZI AL CITTADINO SETTORE SVILUPPO ECONOMICO INFORMATICO E SERVIZI AL CITTADINO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L'INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione POLIZIA DI STATO Questura di Udine Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione Norme principali di riferimento in materia di scommesse e gioco Testo Unico delle Leggi di Pubblica

Dettagli

Le complesse regole del gioco. di Marilisa Bombi

Le complesse regole del gioco. di Marilisa Bombi Le complesse regole del gioco. di Marilisa Bombi Le black slot: Fatti e misfatti di un estate calda. Se c è qualcuno che ha seguito, in questo ultimo anno, la vicenda delle black slot, è il solo in grado

Dettagli

FA ISTANZA. di ammissione alla procedura negoziata per l affidamento dei lavori in oggetto specificati;

FA ISTANZA. di ammissione alla procedura negoziata per l affidamento dei lavori in oggetto specificati; ALLEGATO N. 1 Marca da bollo 14,62 OGGETTO: Procedura aperta per l affidamento in concessione del diritto d uso delle coperture per La realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici presso gli edifici

Dettagli

Via/Piazza n. dati catastali: N.C.T. N.C.E.U. Fg. Mapp. in Via/Piazza n.

Via/Piazza n. dati catastali: N.C.T. N.C.E.U. Fg. Mapp. in Via/Piazza n. Marca da bollo da. 14,62 ESERCIZIO DI SALA GIOCHI Domanda di autorizzazione Il sottoscritto nato a Prov. il residente in via n. Comune CAP Codice Fiscale telefono cell. E-mail in qualità di titolare dell

Dettagli

C O M U N E D I B R U I N O

C O M U N E D I B R U I N O C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 POLIZIA MUNICIPALE Tel. 011.908.40.60 Fax 011.904.87.63 pmbruino@tin.it poliziamunicipale@comune.bruino.to.it OGGETTO: Segnalazione certificata

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. DEL

APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. DEL Comune di Cento REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE REGOLAMENTO CONTENENTE I REQUISITI E LE MODALITÀ PER L'ISCRIZIONE, LA CANCELLAZIONE E LA REVISIONE 1 Art. 1. ISTITUZIONE REGISTRO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULLE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO

REGOLAMENTO COMUNALE SULLE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO REGOLAMENTO COMUNALE SULLE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 72 del 25/11/2015 1 INDICE CAPO

Dettagli

COMUNE DI VITERBO SETTORE III UFFICIO PROVVEDITORATO PIAZZA DEL PLEBISCITO N. 6 01100 VITERBO C.F.0008850564 P.IVA 00211940564 TEL.

COMUNE DI VITERBO SETTORE III UFFICIO PROVVEDITORATO PIAZZA DEL PLEBISCITO N. 6 01100 VITERBO C.F.0008850564 P.IVA 00211940564 TEL. COMUNE DI VITERBO SETTORE III UFFICIO PROVVEDITORATO PIAZZA DEL PLEBISCITO N. 6 01100 VITERBO C.F.0008850564 P.IVA 00211940564 TEL. 0761348325 AVVISO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO FORNITORI DELIBERA

Dettagli

COMUNE DI SAN PANCRAZIO SALENTINO Provincia di Brindisi Ufficio Tecnico Comunale

COMUNE DI SAN PANCRAZIO SALENTINO Provincia di Brindisi Ufficio Tecnico Comunale COMUNE DI SAN PANCRAZIO SALENTINO Provincia di Brindisi Ufficio Tecnico Comunale Concorso pubblico per l'assegnazione di n. 6 (sei) autorizzazioni per l'esercizio del servizio noleggio. IL RESPONSABILE

Dettagli

Regolamento comunale per le sale giochi e l installazione di apparecchi da trattenimento

Regolamento comunale per le sale giochi e l installazione di apparecchi da trattenimento Regolamento comunale per le sale giochi e l installazione di apparecchi da trattenimento tenimento APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 8 DEL 17/3/2011 E MODIFICATO CON DELIBERA- ZIONE C.C, N. 17 DEL 26/4/2012

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) Istallazione di giochi leciti (art. 86 e 110 del T.U.L.P.S. r.d. n.

Segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) Istallazione di giochi leciti (art. 86 e 110 del T.U.L.P.S. r.d. n. COMUNE DI CASORIA (PROVINCIA DI NAPOLI) IV Settore Suap - Sportello Unico Attività Produttive Casoria (NA) piazza Cirillo (Vecchia Sede Comunale), primo piano Indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata):

Dettagli

MODELLO 2 - DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI E DI ATTI NOTORI

MODELLO 2 - DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI E DI ATTI NOTORI MODELLO 2 - DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI E DI ATTI NOTORI NB: - In caso di scelte multiple barrare le caselle d'interesse. - La presente dichiarazione sostitutiva si riferisce a situazioni

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) GIOCHI LECITI (PER ESERCIZI CON AUTORIZZAZIONE ART. 86)

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) GIOCHI LECITI (PER ESERCIZI CON AUTORIZZAZIONE ART. 86) CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) GIOCHI LECITI (PER ESERCIZI CON AUTORIZZAZIONE ART. 86) PREMESSO CHE esercita una attività di Mod. Comunale

Dettagli