PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL CLUB ALPINO ITALIANO PER UN PERIODO DI 24 MESI.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL CLUB ALPINO ITALIANO PER UN PERIODO DI 24 MESI."

Transcript

1 PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL CLUB ALPINO ITALIANO PER UN PERIODO DI 24 MESI. CIG DISCIPLINARE DI GARA INDICE ART. 1 - OGGETTO E IMPORTO DELL'APPALTO ART. 2 - TERMINI E MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE A FAVORE DELL AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI ART. 3 REGISTRAZIONE AL SISTEMA AVCPASS ART. 4 DURATA DELL APPALTO ART. 5 - COMUNICAZIONI, RICHIESTA DI CHIARIMENTI E INFORMAZIONI ART. 6 - SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE ART. 7 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ART. 8 TASSATIVITA DELLE CAUSE DI ESCLUSIONE ART. 9 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA ART. 10 MODALITA DI AGGIUDICAZIONE ART. 11 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA GARA ART GARANZIA DI ESECUZIONE ART. 13 SUBAPPALTO ART. 14 LIQUIDAZIONE, FALLIMENTO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA CAMBIO RAGIONE SOCIALE ART. 15 RISOLUZIONE CONTRATTUALE ART. 16 SPESE ED ONERI CONTRATTUALI ART COMPENSO ART TRATTAMENTO DATI PERSONALI ART. 19 CODICE ETICO ART FORO COMPETENTE ART NORME FINALI ART. 1 - OGGETTO E IMPORTO DELL'APPALTO 1.1 L'appalto ha per oggetto l'affidamento del servizio dì consulenza e di brokeraggio assicurativo relativo alle polizze di assicurazione dell Ente. 1.2 Il presente appalto non prevede rischi interferenziali di cui all art. 26, c.3, D.Lgs. 09/04/2008, n. 81 e successive integrazioni e modificazioni, in quanto il servizio oggetto della gara costituisce 1

2 un attività di natura intellettuale. 1.3 L importo stimato dell appalto di ,37, comprensivo dell eventuale ripetizione del servizio, è stato calcolato applicando ai premi annui imponibili riferiti all anno 2013 l aliquota del 9%, moltiplicato per 3 anni. 1.4 L appalto non comporta alcun onere finanziario diretto per l Ente, né presente, né futuro. Il Broker verrà remunerato attraverso le provvigioni che gli verranno riconosciute dalle imprese assicuratrici in relazione ai contratti in essere con l Ente. Nessun compenso potrà essere richiesto all Ente nel caso si ritenga di non procedere alla stipula delle polizze o non si produca il buon esito della gara. 1.5 Il CIG attribuito alla presente procedura è: ART. 2 - TERMINI E MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE A FAVORE DELL AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI 2.1 In ossequio a quanto previsto dalla Deliberazione dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture in materia di attuazione dell art. 1, commi 65 e 67, della Legge 23 dicembre 2005, n. 266 per l anno 2012, le ditte che intendono partecipare alla presente procedura di gara sono tenute, a pena di esclusione, al pagamento della contribuzione di 80,00 (ottanta/00) a favore dell AVCP; in caso di RTI il contributo è dovuto dall impresa capogruppo. 2.2 Il pagamento della contribuzione deve avvenire con le seguenti modalità: 1. mediante versamento on line, collegandosi al portale web Servizio di riscossione all indirizzo seguendo le istruzioni disponibili sul portale. A riprova dell avvenuto pagamento, la ditta/rti partecipante otterrà la ricevuta di pagamento, all indirizzo di posta elettronica indicato in sede di iscrizione, da stampare e allegare all offerta. 2. mediante versamento in contanti, muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di Riscossione, presso tutti i punti vendita della rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini. All indirizzo è disponibile la funzione Cerca il punto vendita più vicino a te, a partire dal 1 maggio 2010 è attivata la voce contributo AVCP tra le categorie di servizio previste. Lo scontrino rilasciato dal punto vendita dovrà essere allegato in originale all offerta. A comprova dell avvenuto pagamento, la ditta/rti partecipante deve allegare all offerta la ricevuta in originale del versamento ovvero fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità di chi firma la dichiarazione. 2.3 L Ente appaltante è tenuta, ai fini dell esclusione dalla gara delle ditte/rti partecipanti, al controllo, anche tramite l'accesso al SIMOG, dell avvenuto pagamento, dell esattezza dell importo e della rispondenza del CIG riportato sulla ricevuta del versamento con quello assegnato alla procedura in corso. ART. 3 REGISTRAZIONE AL SISTEMA AVCPASS 3.1 La verifica del possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario avverrà, ai sensi dell articolo 6-bis del Codice e della Deliberazione attuativa AVCP n 111/2012 attraverso l utilizzo del sistema A VCPASS, reso disponibile dall Autorità, fatto salvo quanto previsto dal comma 3 del citato art. 6-bis. Pertanto tutti i soggetti interessati a partecipare alla procedura devono obbligatoriamente registrarsi al sistema accedendo all apposito link sul Portale AVCP (Servizi ad accesso riservato - AVCPASS) secondo le istruzioni ivi contenute. L operatore economico, dopo la registrazione al servizio AVCPASS, indica a sistema il CIG della procedura di affidamento cui intende partecipare. Il sistema rilascia un PASSOE da inserire nella busta A contenente la documentazione amministrativa. 2

3 ART. 4 DURATA DELL APPALTO 4.1 L appalto avrà la durata di 24 (ventiquattro) mesi a decorre dal 21/07/ L Ente si riserva la facoltà di prorogare il servizio di brokeraggio per un periodo massimo di 1 anno. 4.3 E escluso ogni rinnovo tacito del contratto, fatta salva la facoltà di cui al precedente punto. ART. 5 COMUNICAZIONI, RICHIESTA DI CHIARIMENTI E INFORMAZIONI 5.1 Salva l applicazione di quanto previsto dall art. 77 del Codice dei contratti pubblici di cui al D.Lgs. n. 163/2006, le comunicazioni relative alla presente procedura di gara possono essere effettuate solo attraverso una delle seguenti modalità: a) Le comunicazioni di ordine generale, quali quelle relative all apertura o alla chiusura di una determinata fase di gara, saranno inviate dalla casella di posta elettronica certificata it alla casella di posta elettronica dichiarata dal fornitore in sede di gara, quale proprio recapito per le comunicazioni; b) I chiarimenti inerenti il presente bando potranno essere richiesti al seguente indirizzo di posta elettronica: o mediante fax allo 02/ Nel caso in cui l indirizzo di posta elettronica indicato dal fornitore quale proprio recapito telematico non sia una casella di Posta Elettronica Certificata, il fornitore è tenuto ad accertarsi che tale recapito di posta elettronica sia compatibile con la Posta Elettronica Certificata e che le misure di sicurezza adottate dal proprio fornitore di servizi di posta elettronica non impediscano la ricezione di messaggi di Posta Elettronica Certificata. ART. 6 - SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE 6.1 Sono ammessi a partecipare alla presente procedura di gara i soggetti di cui all art. 34 D. Lgs. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni. 6.2 E' fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un'associazione temporanea, di un consorzio, di cui all'art. 34, comma 1, lett. d), e) ed f) del D. Lgs. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora partecipi alla gara medesima in associazione, consorzio o coassicurazione. 6.3 Il RTI/consorzio ordinario non ancora costituito deve produrre, contestualmente alla domanda di partecipazione, atto di impegno, sottoscritto da tutte le imprese raggruppande, a costituire in caso di aggiudicazione un raggruppamento temporaneo, mediante conferimento alla capogruppo di mandato speciale con rappresentanza. 6.4 In caso di RTI già costituito deve esser prodotto, contestualmente alla domanda di partecipazione, mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza, conferito alla capogruppo per atto pubblico o scrittura privata autenticata, ovvero l atto costitutivo in copia autentica del consorzio. 6.5 Nel caso di raggruppamento/consorzio ordinario devono inoltre essere indicate le quote di partecipazione al raggruppamento di ciascun componente e le corrispondenti quote di esecuzione del servizio. ART. 7 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE 3

4 7.1 Possono partecipare alla presente procedura tutti gli operatori economici in possesso, a pena di esclusione, dei seguenti requisiti minimi di carattere generale, economico-finanziario e tecnicoprofessionale: CARATTERE GENERALE: a) insussistenza delle cause di esclusione indicate dall art. 38 del Codice dei contratti, così come meglio dettagliate nel facsimile allegato (Allegato A/1); b) iscrizione nel registro delle imprese presso la C.C.I.A.A., o se trattasi di concorrenti stabiliti in altri Stati membri dell Unione Europea, iscritti in un registro professionale o commerciale di cui all art. 39 comma 2 e 3 D. Lgs 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni, anche per la fascia di classificazione idonea ai fini della partecipazione di cui alla presente gara; ECONOMICO - FINANZIARIO E TECNICO-PROFESSIONALE: c) aver intermediato per Enti Pubblici e/o Aziende Private nel triennio premi lordi per un importo complessivo pari o superiore a ,00; d) aver prestato nel triennio , almeno 5 servizi di brokeraggio assicurativo per anno presso Enti pubblici, specificando il committente; e) iscrizione al Registro Unico degli Intermediari, sezione B, istituito ai sensi del D.Lgs n. 209/2005 e s.m.i. (Codice delle Assicurazioni), e disciplinato dal regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre I requisiti previsti dalle lett. a), b),c), d) e e), devono essere posseduti: - in caso di raggruppamento di imprese (sia orizzontali e sia verticali) o consorzio ordinario, da ciascuna impresa partecipante al raggruppamento o in caso di consorzio da tutte le imprese consorziate che partecipano alla gara; - in caso di soggetti di cui all art. 34, comma 1, lett. b) e c) del Codice dei Contratti si applicheranno le previsioni dell art. 35 del D.Lgs 163/2006 e 277 del DPR 207/2010. ART. 8 TASSATIVITA DELLE CAUSE DI ESCLUSIONE 8.1 Ai sensi dell art. 46, comma 1bis, D. lgs. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni l Ente esclude i concorrenti solo alle seguenti condizioni: - in caso di mancato adempimento alle prescrizioni previste dal Codice dei Contratti e dal regolamento e da altre disposizioni di legge vigenti; - per incertezza assoluta sul contenuto o sulla provenienza dell offerta; - per difetto di sottoscrizioni o di altri elementi essenziali; - per carenza dei requisiti di carattere generale, capacità economica finanziaria e tecnico organizzativa; - la mancata presentazione dei plichi nei luoghi, termini e secondo le modalità indicate successivamente comporterà l esclusione del concorrente dalla gara. ART. 9 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA 9.1 I plichi contenenti le offerte e la relativa documentazione devono pervenire mediante raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine perentorio, pena l esclusione, delle ore del giorno 26 maggio 2014 all indirizzo CLUB ALPINO ITALIANO, Via Errico Petrella 19, Milano, secondo le modalità di seguito indicate. 9.2 E altresì possibile la consegna a mano dei plichi, entro il suddetto termine perentorio, al medesimo indirizzo di cui sopra che ne rilascerà apposita ricevuta. 4

5 9.3 I plichi devono essere chiusi e sigillati, controfirmati sui lembi, e devono recare all esterno l indicazione della gara, l oggetto dell appalto, il nominativo, l indirizzo, il codice fiscale, la Partita IVA ed il numero di fax del ditta mittente. 9.4 A pena di esclusione, i plichi devono contenere al loro interno tre buste, a loro volta idoneamente sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l indicazione della gara, l oggetto dell appalto, il nominativo dell Impresa mittente e la dicitura, rispettivamente A Documentazione Amministrativa, B Offerta Tecnica e C Offerta Economica. 9.5 Tutta la documentazione inviata dalle imprese partecipanti alla gara resta acquisita agli atti della stazione appaltante e non verrà restituita neanche parzialmente alle Imprese non aggiudicatarie (ad eccezione della cauzione provvisoria che verrà restituita nei termini di legge). A) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA: Nella busta A Documentazione Amministrativa devono essere contenuti, a pena di esclusione, i seguenti documenti: 1) domanda di partecipazione alla gara redatta in lingua italiana, sottoscritta dal legale rappresentante o dal titolare o dal procuratore del concorrente (facsimile Allegato A/1). Alla domanda deve essere allegata copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i. In caso di procuratore deve essere allegata anche copia semplice della procura. Si precisa che sono ammessi alla gara i concorrenti di cui all art. 34, del D.Lgs. n. 163/06, nonché i concorrenti con sede in altri stati diversi dall Italia ex art. 47 del D.Lgs. n. 163/06, nel rispetto delle condizioni ivi poste e le coassicurazioni ai sensi dell'art c.c. Si applicano inoltre le disposizioni di cui all art. 37 del D.Lgs. n. 163/06; 2) dichiarazione in carta semplice, con firma autenticata del rappresentante legale, conforme al modello (facsimile Allegato A/1) allegato al presente disciplinare; in caso di R.T.I. /consorzio la dichiarazione dovrà essere presentata da ogni ditta; 3) copia del presente disciplinare e del capitolato tecnico, firmati in ogni pagina, per accettazione incondizionata di tutto quanto previsto, dal legale rappresentante o titolare o procuratore dell impresa singola ovvero nel caso di concorrente costituito da imprese riunite o da riunirsi o da associarsi, dal legale rappresentante o titolare o procuratore di ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l associazione o il consorzio o il GEIE; in caso di R.T.I./consorzio dovrà essere firmato da ogni ditta; 4) limitatamente ai raggruppamenti temporanei d'impresa non ancora formalmente costituiti, l'indicazione del tipo di RTI (orizzontale o verticale), nonché l'impresa che, nel caso di aggiudicazione, sarà designata quale capo gruppo ed alla quale sarà conferito mandato speciale con rappresentanza ai sensi del D. Lgs.vo n 163/2006 e successive modificazioni e integrazioni. Per quanto riguarda i raggruppamenti temporanei d'impresa eventualmente già formalmente costituiti: l'originale o la copia autenticata dell'atto di costituzione; i legali rappresentanti delle imprese associate dovranno sottoscrivere congiuntamente una dichiarazione, attestante le parti del servizio che saranno eseguite dalle singole imprese, che sarà vincolante per il raggruppamento in caso di aggiudicazione; 5) documento comprovante la costituzione di apposita garanzia ai sensi dell art. 75 D.Lgs. 163/06 e successive modificazioni e integrazioni pari al 2% della base d asta, indicato nell art. 1.3 del presente disciplinare. La garanzia dovrà avere validità di almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell offerta e dovrà prevedere espressamente la rinuncia al 5

6 beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all esecuzione di cui all art comma 2 del Codice Civile nonché l operatività della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante; in caso di R.T.I. /consorzio solo dalla capogruppo; 6) documento comprovante l impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fidejussoria per l esecuzione del contratto, di cui all art. 113 del D.Lgs. 163/06 e successive modificazioni integrazioni, qualora l offerente risultasse aggiudicatario; in caso di R.T.I. /consorzio solo dalla capogruppo; 7) copia stampata dell di conferma dell avvenuto pagamento, trasmessa dal sistema di riscossione ovvero ricevuta in originale del versamento o fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità di chi firma la dichiarazione. In caso di RTI /consorzio solo dalla mandataria/capogruppo; 8) copia del PASSOE fornito dal Sistema AVCPASS; 9) dichiarazione in carta semplice di impegno, in caso di aggiudicazione, ad assumere gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all art. 3 della Legge n. 136 del 13 agosto 2010, Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia ; in caso di R.T.I. /consorzio da ogni ditta; 10) dichiarazione attestante l iscrizione al RUI Sezione B, ai sensi del D.Lgs. 209/2005 e s.m.i.; 11) dichiarazione attestante l aver prestato nel triennio , almeno 5 servizi per anno di brokeraggio assicurativo presso Enti Pubblici, specificando il committente; 12) dichiarazione di aver intermediato per Enti Pubblici e/o Aziende Private nel triennio premi lordi per un importo complessivo pari o superiore a ,00. B) DOCUMENTAZIONE TECNICA Il Broker dovrà inserire nella busta una Relazione Tecnica (di massimo 12 pagine in A4, 24 facciate, dimensione carattere non inferiore a 11, interlinea singola, tutti i margini 1,5), relativa ai parametri di seguito indicati. In caso di R.T.I. la relazione deve essere sottoscritta da tutte le ditte. a) Progettazione del programma assicurativo con riferimento alle soluzioni proposte ed attinenti alle attività dell Ente; b) Assistenza e modalità per la gestione dei sinistri; c) Composizione dello staff dedicato all Ente, con specifico riferimento all esistenza di una Unit dedicata agli Enti Pubblici ed individuazione di un Responsabile del servizio come previsto all art. 3 del Capitolato Speciale d Appalto (si precisa che non verranno valutati i curricula delle risorse indicate, ai sensi della Circolare 1 marzo 2007 della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Politiche Comunitarie) e modalità operative di fornitura del servizio; d) Soluzioni informatizzate proposte per la gestione del servizio; e) Descrizione del piano di formazione ed aggiornamento proposto ai dipendenti dell Ente; f) Assistenza prestata nelle fasi di gara e gestione del pacchetto assicurativo; 6

7 g) Migliorie (relative al servizio oggetto di gara). Progettazione del programma assicurativo con riferimento alle soluzioni proposte ed attinenti alle attività dell Ente.. 20 Assistenza e modalità per la gestione dei sinistri 16 Composizione dello staff dedicato all Ente e modalità operative di fornitura del servizio 10 Soluzioni informatizzate proposte per la gestione del servizio.. 8 Descrizione del piano di formazione ed aggiornamento proposto ai dipendenti dell Ente 6 Assistenza prestata nelle fasi di gara e gestione del pacchetto assicurativo. 5 Migliorie (relative al servizio oggetto di gara).. 5 Si precisa che la documentazione contenuta nella predetta busta B Offerta Tecnica, non dovrà contenere alcun riferimento alla voce Offerta premio, in quanto costituisce il contenuto dell offerta economica, inserito nella relativa busta C Offerta Economica. C) OFFERTA ECONOMICA Nella busta C - Offerta Economica dovrà essere contenuta, a pena di esclusione, la dichiarazione redatta in conformità all Allegato C/1 - Scheda offerta economica, in competente bollo ed in lingua italiana, sottoscritta dal legale rappresentante o titolare del concorrente o da suo procuratore, contenente l indicazione, in cifre e in lettere (con l indicazione di massimo due cifre decimali), della provvigione offerta. In caso di contrasto tra le due indicazioni prevarrà quella più vantaggiosa per l amministrazione (art. 72, R.D. n. 827/24). La dichiarazione inerente l offerta economica deve essere sottoscritta dal legale rappresentante o titolare del concorrente o suo procuratore in caso di concorrente singolo. Nel caso di concorrente costituito in RTI, in consorzio o in GEIE o ancora da riunirsi in RTI o da consorziarsi in GEIE, la dichiarazione di cui sopra deve essere sottoscritta rispettivamente dal legale rappresentante o titolare dell impresa capogruppo o del consorzio o del GEIE già costituiti o da ciascun concorrente che costituirà l associazione o il consorzio o il GEIE. Nel caso in cui detti documenti siano sottoscritti da un procuratore del legale rappresentante o del titolare, va trasmessa la relativa procura. L offerta presentata entro il termine perentorio sopra indicato è vincolante per il fornitore per un periodo di tempo pari a 180 giorni (sei mesi) a partire dalla data prevista per la presentazione delle offerte. ART. 10 MODALITA DI AGGIUDICAZIONE 10.1 L aggiudicazione sarà a favore del Broker che avrà presentato l offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell'art. 83 del d.lgs. n. 163/2006 e successive modificazioni e integrazioni e dell art. 286 del DPR 207/2010, secondo i seguenti criteri: offerta economica: massimo 30 punti, attribuiti secondo il seguente schema: fino a 5% oltre 5% e fino 7% oltre 7% fino a 9% oltre il 9% 30 punti 20 punti 10 punti 0 punti 7

8 qualità del servizio: massimo 70 punti, ripartiti secondo i requisiti di seguito specificati: A.1 Progettazione del programma assicurativo con riferimento alle soluzioni proposte ed attinenti alle attività dell Ente 20 A.2 Assistenza e modalità per la gestione dei sinistri 16 A.3 Composizione dello staff dedicato all Ente e modalità operative di fornitura del servizio 10 A.4 Soluzioni informatizzate proposte per la gestione del servizio 8 A.5 Descrizione del piano di formazione ed aggiornamento proposto ai dipendenti dell Ente 6 A.6 Assistenza prestata nelle fasi di gara e gestione del pacchetto assicurativo 5 A.7 Migliorie (relative al servizio oggetto di gara) 5 Il punteggio sarà attribuito a ciascuna offerta (P) sarà attribuito secondo il metodo aggregativo compensatore di cui all Allegato P del D.P.R. 207/2010 in ragione della seguente formula: P t = 20*V A.1 +16*V A.2 +10*V A.3 +8*V A.4 +6*V A.5 +5*V A.6 +5*V A.7 Dove: P t = punteggio complessivo merito tecnico V A.1 = coefficiente riparametrato relativo all elemento A.1 V A.2 = coefficiente riparametrato relativo all elemento A.2 V A.3 = coefficiente riparametrato relativo all elemento A.3 V A.4 = coefficiente riparametrato relativo all elemento A.4 V A.5 = coefficiente riparametrato relativo all elemento A.5 V A.6 = coefficiente riparametrato relativo all elemento A.6 V A.7 = coefficiente riparametrato relativo all elemento A.7 Premesso che oggetto dell attribuzione del coefficiente sarà l elemento di valutazione nel suo complesso, e non le singole varianti proposte nell ambito dello stesso, per ciascun concorrente i Commissari designati attribuiranno ad ogni elemento, di cui ai punti A.1, A.2, A.3, A.4, A.5, A.6 ed A.7 un coefficiente di valutazione di valore compreso tra 0,00 ed 1,00 direttamente commisurato al gradimento espresso per l offerta in esame. Infatti al coefficiente 0,00 corrisponderà il minimo livello di gradimento al coefficiente 1,00 il massimo livello di gradimento. I coefficienti saranno attribuiti dai membri della Commissione entro i limiti esposti nella tabella sotto riportata: COEFFICIENTE GIUDIZIO SPIEGAZIONE La soluzione proposta è perfettamente rispondente alle esigenze Da 0,91 a 1,00 OTTIMO dell Ente o e contempla elementi tecnici od organizzativi innovativi con caratteri di originalità rispetto all offerta di mercato. La soluzione proposta è perfettamente rispondente alle esigenze Da 0,81 a 0,90 ECCELLENTE dell Ente e contempla elementi tecnici od organizzativi ai più elevati livelli dell offerta di mercato. Da 0,71 a 0,80 BUONO La soluzione proposta è ben rispondente alle esigenze dell Ente e conforme ai requisiti del capitolato speciale d appalto. 8

9 Da 0,61 a 0,70 Da 0,51 a 0,60 Da 0,31 a 0,50 Da 0,00 a 0,30 DISCRETO SUFFICIENTE SCARSO INADEGUATO La soluzione proposta è rispondente alle principali esigenze dell Ente e contempla elementi tecnici od organizzati in linea con l offerta di mercato. La soluzione proposta è idonea al soddisfacimento delle basilari esigenze dell Ente. La soluzione proposta è carente in uno o più aspetti secondari senza tuttavia compromettere l utilità generale dell offerta. La soluzione proposta è carente in uno o più elementi principali tali da compromettere l utilità generale dell offerta. Una volta che tutti i commissari hanno espresso il proprio coefficiente si procederà a calcolare il valore medio e successivamente a trasformare tale valore in coefficienti definitivi (V A.1,), tramite riparametrazione. Per effetto della riparametrazione al concorrente che avrà conseguito il coefficiente medio più alto verrà assegnato il coefficiente pari ad 1,00; agli altri concorrenti verrà assegnato un coefficiente proporzionalmente inferiore secondo la formula Dove: R a = coefficiente medio in esame R max = coefficiente medio più alto R a /R max Tale procedura sarà ripetuta per ciascun elemento di valutazione del merito tecnico. I singoli coefficienti riparametrati saranno poi moltiplicati per il punteggio massimo previsto per il singolo elemento. L aggiudicazione avverrà a favore della ditta che avrà totalizzato il maggior punteggio nella sommatoria dei due parametri. ART. 11 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA GARA 11.1 Nella prima seduta pubblica, che si svolgerà in data 26 maggio alle ore 14.30, presso la sala consiliare dell Ente in Via Errico Petrella 19, Milano, si procederà all'apertura dei plichi e alla verifica dei requisiti e documenti di partecipazione. Nella medesima seduta verrà effettuato il sorteggio in conformità a quanto previsto all art. 48 del D.Lgs. n. 163/2006, del 10% delle offerte presentate, arrotondato all unità superiore. Nella medesima seduta pubblica, qualora la società sorteggia abbia presentato la documentazione atta a dimostrare il possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa richiesti per la partecipazione alla gara, ai sensi dell art. 283, comma 2, DPR 207/2010 la Commissione procederà all apertura delle buste contenenti l offerta tecnica Successivamente, in seduta riservata, la Commissione procederà alla valutazione delle stesse, con attribuzione dei punteggi La Commissione giudicatrice procede poi, in seduta pubblica, la cui ora e data verranno comunicati via fax ai concorrenti ammessi, alla lettura dei punteggi relativi alle offerte tecniche, all apertura dell offerta economica ed alla formulazione della graduatoria. Nella stessa seduta la Commissione provvederà all aggiudicazione provvisoria, ai sensi degli articoli 11 e 12 del D.Lgs. 163/2006, al concorrente che avrà ottenuto il punteggio più elevato successivamente alla predisposizione della tabella di comparazione tecnica ed economica La Stazione Appaltante, entro dieci giorni dalla conclusione delle operazioni di gara, procede al controllo di cui all art. 48 del D.Lgs, n. 163/2006, anche nei confronti dell aggiudicatario 9

10 e del concorrente che segue in graduatoria, qualora gli stessi non siano già compresi tra quelli sorteggiati, nel caso in cui tale verifica non dia esito positivo la stazione appaltante procede all escussione della cauzione provvisoria nonché ad individuare nuovi aggiudicatari provvisori oppure a dichiarare deserta la gara alla luce degli elementi economici desumibili dalla nuova eventuale aggiudicazione L aggiudicazione definitiva avverrà previa approvazione dell aggiudicazione provvisoria ai sensi dell articolo 12, comma 1 del D.lgs. 163/ La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito dei controlli effettuati sulle autocertificazioni rese in sede di gara Qualora la Stazione Appaltante ne ravvisi inderogabile e motivata necessità potrà essere richiesto l immediato inizio del servizio anche nelle more dei controlli di cui all art. 48 del D.Lgs. n. 163/2006, salva risoluzione immediata del contratto e risarcimento del danno nel caso in cui tali controlli non sortiscano esito positivo I risultati di gara saranno pubblicati a norma di legge e saranno consultabili sul sito internet pertanto non saranno evase richieste telefoniche di informazioni. ART GARANZIA DI ESECUZIONE 12.1 E prevista una garanzia fidejussoria determinata nella misura del 10% (diecipercento) dell importo per l intero periodo contrattuale, tassa governativa esclusa, aggiudicato e verrà prestata in uno dei modi previsti dalla Legge n 34 8/ La garanzia fidejussoria dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all esecuzione di cui all art comma 2 del Codice Civile nonché l operatività della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante La garanzia fidejussoria resta vincolata nei modi previsti dall art. 113 comma 3 del D. Lgvo 163/06 e successive modificazioni e integrazioni, fino al termine del rapporto contrattuale ed alla completa definizione di eventuali pendenze derivanti dallo stesso La garanzia fidejussoria sarà infruttifera. In caso di R.T.I. /consorzio dovrà essere effettuata dall impresa mandataria/capogruppo. ART. 13 SUBAPPALTO 13.1 Ai sensi dell art. 118 del D.Lgs. 163/06 e successive modificazioni e integrazioni è fatto divieto all aggiudicatario di cedere l esecuzione della fornitura oggetto del contratto. E ammesso il subappalto ai sensi dell art. 118, comma 2, D. Lgs. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni solo alle seguenti condizioni: - il concorrente che intende avvalersi del subappalto deve farne dichiarazione espressa, indicando in modo chiaro ed inequivocabile le parti del servizio che, in misura non superiore al 30%, intende concedere in subappalto; - la società subappaltatrice deve esser in possesso dei requisiti di ordine generale di cui all art. 38 D. Lgs. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni e deve essere in possesso delle certificazioni richieste per l ammissione alla gara e lo svolgimento del servizio; - l affidataria dell appalto deve trasmettere almeno venti giorni prima della data di esecuzione del servizio oggetto dell appalto il contratto di subappalto stipulato, la certificazione attestante il 10

11 possesso dei requisiti di qualificazione nonché la dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di ordine generale di cui all art. 38 D. Lgs. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni; - la mancata sussistenza in capo al subappaltatore di alcuno dei divieti previsti dall art. 10 della L. 575/1968 e successive modificazioni ed integrazioni. ART. 14 LIQUIDAZIONE, FALLIMENTO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA CAMBIO RAGIONE SOCIALE 14.1 In caso di scioglimento o di liquidazione della Ditta aggiudicataria, ovvero di cambiamento di ragione sociale, l'amministrazione appaltante potrà dichiarare risolto il contratto ovvero pretendere tanto la continuazione del contratto da parte della Società in liquidazione, quanto la continuazione da parte dell'eventuale Ditta subentrante, così come parrà opportuno all'ente sulla base dei documenti che la Ditta aggiudicataria sarà tenuta a fornire a propria cura e spese In caso di fallimento della Ditta aggiudicataria, il contratto s'intenderà senz'altro risolto fin dal giorno precedente la pubblicazione della sentenza dichiarativa di fallimento, salve tutte le ragioni ed azioni dell'ente verso la massa fallimentare, anche per danni, con privilegio, a titolo di pegno, sul deposito cauzionale In caso di morte del titolare della Ditta aggiudicataria, alle obbligazioni derivanti dal contratto subentreranno solidalmente gli eredi, se così parrà all'ente, il quale avrà altresì la facoltà di ritenere invece immediatamente risolto il contratto stesso. Qualora l'amministrazione intendesse proseguire il rapporto con gli eredi, i medesimi saranno tenuti, dietro semplice richiesta scritta, a produrre, a proprie cura e spese, tutti quegli atti e documenti ritenuti necessari dall'ente per la regolare giustificazione della successione e per la prosecuzione del rapporto contrattuale. ART. 15 RISOLUZIONE CONTRATTUALE 15.1 L Ente inoltre potrà, avvalendosi della facoltà di cui all art c.c. (clausola risolutiva espressa), risolvere di diritto il contratto, previa comunicazione scritta alla ditta aggiudicataria, nei seguenti casi: in caso di frode, di grave negligenza, di contravvenzione nell esecuzione degli obblighi e delle condizioni contrattuali e di mancata reintegrazione del deposito cauzionale; nel caso di reiterati ritardi rispetto ai termini previsti dal contratto; nel caso in cui fosse accertata la non veridicità delle dichiarazioni presentate dal fornitore nel corso della procedura di gara; in caso di perdita, da parte del fornitore, dei requisiti richiesti dal bando di gara e dalla documentazione di gara, relativamente alle procedure ad evidenza pubblica; in caso di cessione del contratto o subappalto non autorizzati; in caso di violazione della normativa relativa alla tracciabilità dei flussi finanziari, di cui all art. 3 della Legge n. 136 del 16 agosto A seguito di gravi e reiterate inadempienze contrattuali da parte dell Impresa Appaltatrice, l Ente appaltante si riserva la facoltà di dichiarare risolto il Contratto con propria deliberazione senza necessità di diffida o di altro atto giudiziale, con l obbligo dell appaltatore decaduto di risarcire ogni conseguente spesa o danno. Per quanto non previsto e pattuito le parti faranno riferimento agli articoli 1453 e seguenti del Codice Civile Della risoluzione del contratto In caso di rescissione anticipata del contratto, la ditta aggiudicataria avrà diritto ad un indennizzo pari alla percentuale di utile dichiarata in fase di offerta, rapportata in dodicesimi al periodo intercorrente tra la data di recesso e la naturale scadenza del contratto. 11

12 15.5 La risoluzione del contratto comporterà l incameramento del deposito cauzionale nonché il risarcimento dei maggiori danni subiti dall Ente L importo derivante dall applicazione di penalità e sanzioni e dalle spese sostenute dall Amministrazione verrà detratto dai pagamenti dovuti all impresa o da eventuali crediti esigiti dalla stessa, nonché sulla garanzia fideiussoria senza bisogno di diffide o formalità di sorta. ART. 16 SPESE ED ONERI CONTRATTUALI 16.1 Sono a carico dell aggiudicatario tutte le spese inerenti e conseguenti all aggiudicazione dell appalto Oltre agli oneri tutti del presente disciplinare sono a carico dell aggiudicatario anche quelli correlati alla valutazione dei costi delle misure di prevenzione e protezione come da art. 26 comma 6 del D.Lgs. 81/2008 e che risultano quantificati in 0,00 iva esclusa. ART. 17 COMPENSO 17.1 Il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo non comporta per l Ente alcun onere diretto, né presente né futuro, per compensi, rimborsi o quant altro in quanto lo stesso verrà globalmente remunerato sulle nuove polizze, che verranno stipulate con le compagnie assicuratrici aggiudicatarie, successivamente alla definizione del presente contratto. ART TRATTAMENTO DATI PERSONALI 18.1 Ai sensi dell art. 13 D.Lgs. 196/2003 e successive modificazioni ed integrazioni, il trattamento dei dati personali sarà improntato a liceità e correttezza, nella piena tutela dei diritti dei soggetti candidati e della loro riservatezza In particolare il trattamento dei dati richiesti per la partecipazione alla presente gara ha la sola finalità di consentire l accertamento del possesso dei requisiti di idoneità e dell inesistenza di cause ostative. ART. 19 CODICE ETICO 19.1 Il Club Alpino Italiano ha adottato un proprio Codice Etico, accessibile sul sito internet aziendale: La violazione del Codice Etico da parte della ditta aggiudicataria comporterà la risoluzione di diritto del rapporto contrattuale in essere nonché il diritto dell Ente di chiedere ed ottenere il risarcimento dei danni per la lesione della sua immagine. ART FORO COMPETENTE 20.1 In caso di ricorso all Autorità giudiziaria competente, esclusivo ed inderogabile è il foro di Milano. ART NORME FINALI 21.1 Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente disciplinare, si fa espresso riferimento alle norme ed usi in vigore. 12

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Disciplinare di gara PREMESSO:

Disciplinare di gara PREMESSO: DISCIPLINARE DI GARA TELEMATICA PER L AFFIDAMENTO IN VIA NON ESCLUSIVA DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ANALISI, LA COPERTURA E LA GESTIONE DEI RISCHI RIGUARDANTI POLIZZE DI INTERESSE DELLA

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI AUTOMEZZI, MACCHINARI ED ATTREZZATURE, ALLESTITE PER USO PROTEZIONE CIVILE, ATTE A COSTITUIRE PARTE DELLA COLONNA MOBILE PER IL SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

STA ST Z A IO Z N IO E U

STA ST Z A IO Z N IO E U MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE CAMPANIA MOLISE UFFICIO DIRIGENZIALE V UFFICIO TECNICO III UNITA OPERATIVA DI CASERTA Via Cesare Battisti

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

I.1) Umberto I n. 0761/87381, Lo schema di. Protocollo. Per I.2) DI ATTIVITA : SEZIONE II: quinquennio in E TECNICO. gara.

I.1) Umberto I n. 0761/87381, Lo schema di. Protocollo. Per I.2) DI ATTIVITA : SEZIONE II: quinquennio in E TECNICO. gara. Comune di Marta----Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 01010 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www.comune.marta.vt.it Bando di gara Servizio di tesoreria comunale dal 01/01/2014

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi GU/S S139 21/07/2010 214139-2010-IT Stati membri - Appalto di servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 1/4 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:214139-2010:text:it:html I-Roma:

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI I.1) STAZIONE APPALTANTE: A.R.T.E. Azienda Regionale Territoriale per l Edilizia della Provincia di Genova via B. Castello civ.3 16121 Genova tel. 010.53901

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli