5 Convegno Rete Ematologica Pediatrica

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "5 Convegno Rete Ematologica Pediatrica"

Transcript

1 5 Convegno Rete Ematologica Pediatrica EMOCOMPONENTI: PRODUZIONE E LAVORAZIONI Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale A.O.U. San Luigi Gonzaga-Orbassano

2 EMOCOMPONENTI Emazie concentrate emazie povere di buffy-coat EC lavate Filtrate congelate plasma inattivato Bdm S/D quarantenato Pool di piastrine Irradiate, Filtrate deplasmate Piastrinoaferesi Irradiate Filtrate deplasmate

3 A) PRELIEVO DI SANGUE INTERO Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software MODALITA' DI RACCOLTA: con sacca sterile monouso B) PRELIEVO IN AFERESI Separatore cellulare automatico

4 Impossibile visualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere danneggiata. Riavviare il computer e aprire di Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software A) SANGUE INTERO Il sangue intero viene raccolto in un kit composto da tre sacche sterili. nuovo il file. Se viene visualizzata di nuovo la x rossa, potrebbe essere necessario eliminare l'immagine e inserirla di nuov o. sacca di raccolta del plasma sacca di raccolta del sangue intero (contiene 63 ml di anticoagulante) sacca di raccolta delle emazie concentrate (contiene 100 ml di mannitolo per la conservazione)

5 Sangue intero Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software Il sangue intero viene collocata in centrifughe refrigerate. Con la centrifugazione a 4300 rcf x 14 si ottiene la separazione dei tre emocomponenti.

6 Sangue intero Per la separazione si utilizzano degli estrattori cellulari automatici.

7 EMOCOMPONENTI PRODOTTI Emazie concentrate povere di piastrine e leucociti Plasma fresco ricco di fibrinogeno e fattori della coagulazione Buffy-coats ricco di piastrine, granulociti e linfociti

8 B) AFERESI PRODUTTIVA PLASMAFERESI PIASTRINOAFERESI MULTIPRODOTTO PLASMA + PLTS GR + GR G.R + PLTS PLTS+PLTS GR + PLASMA

9 EMAZIE CONCENTRATE D.M. 03/03/2005 Volume: 250 ± 50 ml Ht: da 65 a 75% T di conservazione: 4 ± 2 C Durata max di conservazione: 42 giorni Trasfusa a temperatura ambiente Incremento :1g/dl di Hb o 2-3% Ht

10 TRASFUSIONE DI E.C. IN ETA' NEONATALE Raccomandazioni SIMTI 2008 Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software Le unità di EC possono essere frazionate in unità da ml e trasfuse in successione allo stesso paziente pediatrico, riducendo in tal modo il numero di donatori a cui si espone il paziente I CE devono essere leucodepleti (prestorage) o entro 72 ore Per la prevenzione della GvHD : irradiare!!!!!!!!! Valore soglia neonato = 10g/dL 12-13g/gL prime 24 ore o se insuff. Cardiaca e respiratoria Dose raccomandata 5-20ml /Kg

11 PIASTRINOAFERESI Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software DA SINGOLO DONATORE. RESA (contenuto) = 3x10 11 PLTS SOSPESE IN PLASMA O SOLUZIONI CRISTALLOIDI CONSERVAZIONE IN AGITAZIONE CONTINUA: 22 ± 2 C. DURATA NON > DI 5 gg DAL PRELIEVO. Incremento atteso: circa µl (70Kg) D.M. 03/03/2005

12 POOL DI PIASTRINE Il pool di piastrine si ottiene da 5 buffy-coats diluiti con 300 ml di soluzione cristalloide.

13 POOL DI PLTS Resa: 2,5 x piastrine Sospesi in plasma o soluzioni cristalloidi D.M. 03/03/2005 Temp. in agitazione continua:22 ± 2 C Conservazione : 5 gg dal prelievo Incremento atteso: circa µl) (70Kg) 5

14 INDICAZIONI IN NEONATOLOGIA Raccomandazioni SIMTI 2008 Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software 1) /µl : trasfusione profilattica in ogni caso. 2) /µl: trasfusione profilattica in caso di - peso alla nascita < 1000 prima sett di vita se - pregressa emorragia cerebrale/intraventricolare - concomitante coagulopatia - sepsi - procedura invasiva 3) µl : sanguinamento 4) NON TRASFONDERE PER VALORI DI PLTS > µl!!!!!!!!!!!!!

15 PLASMA Il plasma viene congelato subito dopo la separazione per conservare intatti i fattori della coagulazione e il fibrinogeno

16 PLASMA INATTIVATO Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software Dal 1 gennaio 2006 è necessario assegnare per uso clinico unicamente plasma sottoposto a inattivazione virale o quarantenato. con blu di metilene Plasma da aferesi quarantenato Solvente/detergente

17 Dal 1 gennaio 2006 è necessario assegnare per uso clinico unicamente plasma sottoposto a inattivazione virale o quarantenato. QUARANTENA conservato fino al riscontro negativo dei test sierologici virali eseguiti sul donatore in occasione della donazione successiva BLU DI METILENE si addiziona una quantità standard di blu di metilene, si sottopone a illuminazione (luce bianca), che provoca l attivazione del BdM che blocca con il genoma virale/patogeno SOLVENTE / DETERGENTE (plasmasafe) sistema industriale, viene eseguito direttamente da una ditta farmaceutica che successivamente rinvia le unità trattate suddivise per gruppo sanguigno pronte per l utilizzo.

18 PLASMASAFE Volume: circa 200ml PREPARATO DA INDUSTRIA (plasmasafe) Trasfuso entro 4 ore dallo scongelamento se mantenuto a C Trasfuso entro 8 ore se mantenuto a 4 C Conservaziona sino alla data di scadenza a temperatura inferiore o uguale a -18

19 Plasma da aferesi quarantenato CIRCA 500ml CONTIENE: tutti i fattori della coagulazione compresi i fattori labili V e VIII. DEVE essere trasfuso entro 24 ore dallo scongelamento Conservazione: da -18 a -25 C da -25 a -30 C 3 mesi 6 mesi

20 INDICAZIONI IN NEONATOLOGIA Raccomandazioni SIMTI 2008 Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software Tenere presente che i tempi di coagulazione nel neonato sono più lunghi (non considerare solo i test di coagulazione, come indicazione alla trasfusione di PFC). La trasfusione di plasma è indicata: 1) deficit vit. K 2) sanguinamento da CID 3) deficit congeniti fattori coagulazione se manca il relativo concentrato DOSE TERAPEUTICA CONSIGLIATA 10-15ml/kg!!!!!!!!!!!!!!!!!

21 SANGUE INTERO RICOSTITUITO EC + plasma fresco congelato ABO/Rh compatibile con neonato e plasma madre <5 giorni raccolta Lavate (additivi - conservanti) Leucodeplete 37 C Hct 40-60% Se irradiate trasfuse entro 48 ore Exanguinotrasfusione!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

22 1. FILTRAZIONE: la filtrazione elimina i globuli bianchi 2. IRRADIAZIONE: blocca i linfociti T residui 3. LAVAGGIO: con soluzione di NaCl elimina il plasma residuo 4. DEPLASMAZIONE: per concentrati plts elimina il plasma residuo dal precedente processo di produzione

23 1) FILTRAZIONE: la filtrazione elimina i globuli bianchi Filtrazione pre-storage Filtrazione poststorage Filtrazione bed side Prevenzione FNHTR Riduzione rischio alloimmunizzazione HLA Riduzione rischio trasmissione CMV Febrile Non Hemolytic Transfusion Reaction filtrare tutti gli emocomponenti cellulari!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

24 IRRADIAZIONE (25-50 Grey) Blocca i linfociti T residui NECESSARIA per prevenire GVHD-TA TIU Neonati basso peso (< 1500g o < 30 settimane Donazioni dedicate Immunodeficienza congenita e acquisita M.O. o CSE Emocomponenti freschi e irradiati recentissimi!!!!!!!!!!!!!!!!!

25 DEPLASMAZIONE Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software Se necessario rimuovere la maggior quantità di plasma da un concentrato piastrinico Il concentrato è centrifugato Dopo la centrifugazione si separano le piastrine depositate sul fondo della sacca dal surnatante.

26 Soluzione di NaCl LAVAGGIO Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software rimuove dall'unità di partenza più del 99% di plasma proteine, elettroliti ed anticorpi. a) anemia sintomatica in pazienti che presentino DEFICIT-IgA b) pazienti che abbiano sofferto di gravi reazioni allergiche post-trasfusionali, c) in pazienti con problemi di iperkaliemia d) emoglobinuria parossistica notturna.

27

RACCOLTA, PREPARAZIONE, CONSERVAZIONE E STANDARD DI QUALITÀ DEL SANGUE E DEGLI EMOCOMPONENTI

RACCOLTA, PREPARAZIONE, CONSERVAZIONE E STANDARD DI QUALITÀ DEL SANGUE E DEGLI EMOCOMPONENTI A LLEGATO V RACCOLTA, PREPARAZIONE, CONSERVAZIONE E STANDARD DI QUALITÀ DEL SANGUE E DEGLI EMOCOMPONENTI PARTE A A.1 Modalità per la raccolta del sangue intero e degli emocomponenti raccolti mediante aferesi

Dettagli

DM 2 novembre 2015 Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti Allegati V, VI, VII, VIII

DM 2 novembre 2015 Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti Allegati V, VI, VII, VIII DM 2 novembre 2015 Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti Allegati V, VI, VII, VIII Giancarlo Maria Liumbruno Direttore Centro Nazionale Sangue Istituto

Dettagli

Il supporto trasfusionale rappresenta un presidio fondamentale nella terapia sia medica sia chirurgica di numerose patologie.

Il supporto trasfusionale rappresenta un presidio fondamentale nella terapia sia medica sia chirurgica di numerose patologie. 1 Il supporto trasfusionale rappresenta un presidio fondamentale nella terapia sia medica sia chirurgica di numerose patologie. la trasfusione di sangue è stata identificata come una delle 8 funzioni chiave

Dettagli

Tecniche di preparazione e conservazione degli emocomponenti Franco Verlicchi Centro Trasfusionale Faenza/Lugo AUSL Ravenna

Tecniche di preparazione e conservazione degli emocomponenti Franco Verlicchi Centro Trasfusionale Faenza/Lugo AUSL Ravenna Tecniche di preparazione e conservazione degli emocomponenti Franco Verlicchi Centro Trasfusionale Faenza/Lugo AUSL Ravenna La Legge 21/10/2005, n 219 - Nuova disciplina delle attività trasfusionali e

Dettagli

INDICE...1 1 DESCRIZIONE ATTIVITA'...2 2 RESPONSABILITA'...8 3 BIBLIOGRAFIA...9 4 INDICATORI...9

INDICE...1 1 DESCRIZIONE ATTIVITA'...2 2 RESPONSABILITA'...8 3 BIBLIOGRAFIA...9 4 INDICATORI...9 Prima Stesura Data: 15-02-2014 Redattori: Dott. M. Trenta SIMT POS 030 GESTIONE PAZIENTE ANEMICO PRESSO IL DH TRASFUSIONALE INDICE INDICE...1 1 DESCRIZIONE ATTIVITA'...2 2 RESPONSABILITA'...8 3 BIBLIOGRAFIA...9

Dettagli

SIMT-IO 003 MODALITA OPERATIVA DI CQ

SIMT-IO 003 MODALITA OPERATIVA DI CQ 1 Prima Stesura Data: 15-02/2013 Redattori: Gasbarri, De Agelis, Rizzo SIMT-IO 003 MODALITA OPERATIVA DI CQ Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 10 3 BIBLIOGRAFIA... 10 4 INDICATORI...

Dettagli

SEMINARIO INTERATTIVO MEDICI, PAZIENTI E FAMIGLIE

SEMINARIO INTERATTIVO MEDICI, PAZIENTI E FAMIGLIE SEMINARIO INTERATTIVO MEDICI, PAZIENTI E FAMIGLIE Aula Magna I.I.S.S. O. Notarangelo-G. Rosati Foggia AIL Pazienti Mielodisplasie La trasfusione di sangue: Quando è necessaria e quali rischi comporta 22

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 013 Validazione Emocomponenti

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 013 Validazione Emocomponenti 1 1 2 1 SCOPO Lo scopo della seguente procedura è descrivere le modalità di esecuzione della validazione finale e dell etichettatura degli emocomponenti derivanti dalla donazione di sangue intero o di

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA CAMPIONAMENTO DEGLI EMOCOMPONENTI PER I CONTROLLI DI QUALITA REDAZIONE, RESPONSABILE I.O., VERIFICA, APPROVAZIONE

ISTRUZIONE OPERATIVA CAMPIONAMENTO DEGLI EMOCOMPONENTI PER I CONTROLLI DI QUALITA REDAZIONE, RESPONSABILE I.O., VERIFICA, APPROVAZIONE REDAZIONE, RESPONSABILE I.O., VERIFICA, APPROVAZIONE REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE EMISSIONE Claudia Ferocino TSLB; Dott.ssa Francesca Tanzi Responsabile Accreditamento Servizio Immunoematologia e Dott.ssa

Dettagli

BUONA PRATICA DI PRODUZIONE

BUONA PRATICA DI PRODUZIONE Dipartimento Regionale Interaziendale Medicina Trasfusionale Gli Emocomponenti BUONA PRATICA DI PRODUZIONE Trait d union tra donatore e ricevente Enrico Chiurazzi Dirig.Biologo L acqua è un bene prezioso

Dettagli

D.M. 25 gennaio 2001. Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti IL MINISTRO DELLA SANITÀ

D.M. 25 gennaio 2001. Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti IL MINISTRO DELLA SANITÀ D.M. 25 gennaio 2001 Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti (Pubblicato nella Gazz. Uff. 3 aprile 2001, n. 78) IL MINISTRO DELLA SANITÀ Vista la legge 23 dicembre 1978,

Dettagli

Decreto Ministeriale 25 Gennaio 2001 Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti. IL MINISTRO DELLA SANITA'

Decreto Ministeriale 25 Gennaio 2001 Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti. IL MINISTRO DELLA SANITA' Decreto Ministeriale 25 Gennaio 2001 Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti. IL MINISTRO DELLA SANITA' Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, istitutiva del Servizio

Dettagli

Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti.

Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti. DECRETO 25 gennaio 2001 Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e di emocomponenti. IL MINISTRO DELLA SANITA' Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, istitutiva del Servizio sanitario nazionale,

Dettagli

Sangue autologo Autotrasfusione Da donatore specifico Banca

Sangue autologo Autotrasfusione Da donatore specifico Banca Università degli studi G. D Annunzio Cattedra di Ematologia Direttore Prof. Giovanni Davì Medicina trasfusionale Corso di Laurea in Infermieristica AA 2008-20092009 Dr.ssa Francesca Santilli Fonti di sangue

Dettagli

La donazione di sangue

La donazione di sangue La donazione di sangue Storia della trasfusione 1616: Scoperta della circolazione del sangue da parte del medico inglese William Harvey. 1665: prima trasfusione di sangue da cane a cane documentata, effettuata

Dettagli

A.O. S. Giovanni- Addolorata. UOC Medicina Immuno- Trasfusionale. CARTA dei SERVIZI DELLE ATTIVITA TRASFUSIONALI

A.O. S. Giovanni- Addolorata. UOC Medicina Immuno- Trasfusionale. CARTA dei SERVIZI DELLE ATTIVITA TRASFUSIONALI A.O. S. Giovanni- Addolorata UOC Medicina Immuno- Trasfusionale CARTA dei SERVIZI DELLE ATTIVITA TRASFUSIONALI 1. GENERALITA La presente Carta dei Servizi descrive le attività trasfusionali che costituiscono

Dettagli

Raccomandazioni per la terapia trasfusionale in Neonatologia

Raccomandazioni per la terapia trasfusionale in Neonatologia Raccomandazioni per la terapia trasfusionale in Neonatologia SOCIETÀ ITALIANA DI NEONATOLOGIA E GRUPPO DI STUDIO DI EMATOLOGIA NEONATALE Motta M, Casadei AM, Casani A, Chirico G, D ajello L, Del Vecchio

Dettagli

Terapia Trasfusionale

Terapia Trasfusionale Percorso Didattico S.I.M.U.T.I.V Ordine dei medici veterinari della provincia di Ravenna Ravenna, 15 settembre 2014 Pronto Soccorso Terapia Trasfusionale Dott. Paolo Gaglio Ospedale Veterinario Gregorio

Dettagli

Decreto Ministero Sanità 25 Gennaio 2001 - (G.U. n. 78 3/04/2001)

Decreto Ministero Sanità 25 Gennaio 2001 - (G.U. n. 78 3/04/2001) Decreto Ministero Sanità 25 Gennaio 2001 - (G.U. n. 78 3/04/2001) IL MINISTRO DELLA SANITA' Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, istitutiva del Servizio sanitario nazionale, con particolare riguardo

Dettagli

Decreto Ministero Sanità 25 Gennaio 2001 - (G.U. n. 78 3/04/2001)

Decreto Ministero Sanità 25 Gennaio 2001 - (G.U. n. 78 3/04/2001) Decreto Ministero Sanità 25 Gennaio 2001 - (G.U. n. 78 3/04/2001) IL MINISTRO DELLA SANITA' Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, istitutiva del Servizio sanitario nazionale, con particolare riguardo

Dettagli

A.S.L. TO2 Azienda Sanitaria Locale Torino Nord

A.S.L. TO2 Azienda Sanitaria Locale Torino Nord S.C IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE ASLTO2 1. ORARI del SERVIZIO TRASFUSIONALE...1 2. RICHIESTA di TERAPIA TRASFUSIONALE...2 3. CAMPIONI di SANGUE...3 4. IDENTIFICAZIONE DEL PAZIENTE e DEI CAMPIONI

Dettagli

D.M. 3-3-2005 Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti. Pubblicato nella Gazz. Uff. 13 aprile 2005, n. 85.

D.M. 3-3-2005 Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti. Pubblicato nella Gazz. Uff. 13 aprile 2005, n. 85. D.M. 3-3-2005 Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti. Pubblicato nella Gazz. Uff. 13 aprile 2005, n. 85. D.M. 3 marzo 2005(1). Caratteristiche e modalità per la donazione

Dettagli

------------------------

------------------------ MINISTERO DELLA Pubblicato nella Gazz. Uff. 13 aprile 2005, n. 85. D.M. 3 marzo 2005(1). Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti. ------------------------ IL MINISTRO

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 3 marzo 2005 (GU n. 85 del 13-4-2005) Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti. IL MINISTRO DELLA SALUTE Vista la legge 23 dicembre 1978,

Dettagli

http://www.infoleges.it DECRETO 3 marzo 2005

http://www.infoleges.it DECRETO 3 marzo 2005 DECRETO 3 marzo 2005 Caratteristiche e modalita' per la donazione del sangue e di emocomponenti. GU n.85 del 13-04-2005 IL MINISTRO DELLA SALUTE Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, istitutiva del

Dettagli

LINEE GUIDA INTERNE: RACCOMANDAZIONI SULL USO CLINICO DI EMAZIE CONCENTRATE

LINEE GUIDA INTERNE: RACCOMANDAZIONI SULL USO CLINICO DI EMAZIE CONCENTRATE LINEE GUIDA INTERNE: RACCOMANDAZIONI SULL USO CLINICO DI EMAZIE CONCENTRATE SOMMARIO SCOPO CAMPO DI APPLICAZIONE INDICAZIONI GENERALI ANEMIA DA EMORRAGIA ACUTA AMBITO PERI-OPERATORIO ANEMIA CRONICA ANEMIA

Dettagli

Glossario. L ABC della donazione: Appropriatezza Buon Uso Controllo

Glossario. L ABC della donazione: Appropriatezza Buon Uso Controllo Glossario L ABC della donazione: Appropriatezza Buon Uso Controllo Glossario L ABC della donazione: Appropriatezza, Buon Uso, Controllo Nel febbraio 2011 è stato organizzato a Casalnuovo (NA) il Forum

Dettagli

Strumentazione e tecniche di donazione: salasso, aferesi produttiva e multicomponent. 2 maggio 2011

Strumentazione e tecniche di donazione: salasso, aferesi produttiva e multicomponent. 2 maggio 2011 DIRMT Ancona DIPARTIMENTO REGIONALE INTERAZIENDALE di MEDICINA TRASFUSIONALE Unità Operativa di Ancona Direttore dott. Mario Piani Strumentazione e tecniche di donazione: salasso, aferesi produttiva e

Dettagli

I requisiti di accreditamento dei Servizi trasfusionali

I requisiti di accreditamento dei Servizi trasfusionali I requisiti di accreditamento dei Servizi trasfusionali Dr.ssa Lucia Cretti Azienda Spedali Civili di Brescia Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale LA NUOVA ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

1- Attività 2 2- Uso Separatore cellulare MCS+ Haemonetics 2 3- Uso Separatore cellulare AUTOAPHERESIS-C 11 3- Responsabilità 20

1- Attività 2 2- Uso Separatore cellulare MCS+ Haemonetics 2 3- Uso Separatore cellulare AUTOAPHERESIS-C 11 3- Responsabilità 20 1 Prima Stesura Data: 14-11-13 Redattori: Gabriele Mandarello SIMT-IO 038 Uso dei Separatori Cellulari Indice 1- Attività 2 2- Uso Separatore cellulare MCS+ Haemonetics 2 3- Uso Separatore cellulare AUTOAPHERESIS-C

Dettagli

Da che cosa è composto il sangue?

Da che cosa è composto il sangue? DONAZIONE DEL SANGUE La donazione di sangue non è solo un gesto di altruismo, ma soprattutto una necessità per l intera collettività. A tutt oggi non esiste sangue artificiale, cioè un sostituto con le

Dettagli

Gestione del rischio clinico AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO PROCEDURA PER LA PREVENZIONE DELLA REAZIONE TRASFUSIONALE DA INCOMPATIBILITA AB0

Gestione del rischio clinico AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO PROCEDURA PER LA PREVENZIONE DELLA REAZIONE TRASFUSIONALE DA INCOMPATIBILITA AB0 Gestione del rischio clinico AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO PROCEDURA PER LA PREVENZIONE DELLA REAZIONE TRASFUSIONALE DA INCOMPATIBILITA AB0 2 INDICE Premessa pag. 3 Azioni pag.3 Obiettivo pag.

Dettagli

PO-EM-002/1 FRAZIONAMENTO SANGUE INTERO E LAVORAZIONE EMOCOMPONENTI

PO-EM-002/1 FRAZIONAMENTO SANGUE INTERO E LAVORAZIONE EMOCOMPONENTI Unità emittente SGQ Unità destinataria DIR TAL IMM CQB SGQ SGA LAB CRIO CAR CR X X X X X X X X X X REDATTO Dott.ssa N. Ardizzone 12/06/2014 REVISIONATO Dott. F. Buscemi 01/08/2014 APPROVATO Dott. F. Buscemi

Dettagli

PROGETTO PER SCOPI DI CONSULTAZIONE SOLTANTO

PROGETTO PER SCOPI DI CONSULTAZIONE SOLTANTO REQUISITI TECNICI PROPOSTI PER IL SANGUE E I COMPONENTI DEL SANGUE Fascicolo 1 PROGETTO PER SCOPI DI CONSULTAZIONE SOLTANTO ALLEGATO I REQUISITI RELATIVI ALL'INFORMAZIONE A. INFORMAZIONI DA FORNIRE AI

Dettagli

MANUALE DI TERAPIA TRASFUSIONALE

MANUALE DI TERAPIA TRASFUSIONALE MANUALE DI TERAPIA TRASFUSIONALE A cura del SIMT Ospedale L. Sacco Dott.ssa L. Arrigoni Dott.ssa L. Gallo Dott.ssa S. Birindelli Dott.ssa C. Masseroni Dott. M. Ieri Dott. E. Rossi Anno 2003 Revisione Anno

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof.

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof. ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II, Partita IVA n. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof. Giovanni Persico,

Dettagli

C è bisogno di te: DONA IL SANGUE

C è bisogno di te: DONA IL SANGUE C è bisogno di te: DONA IL SANGUE IL NOSTRO SANGUE Il sangue, anche se liquido, è un tessuto; Esso circola all interno di arterie, vene e capillari; Rappresenta il 7% del nostro peso corporeo; È costituito

Dettagli

INDICAZIONI ALLA TRASFUSIONE

INDICAZIONI ALLA TRASFUSIONE INDICAZIONI ALLA TRASFUSIONE Pierluigi Piccoli Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata EMOCOMPONENTI PER USO TRASFUSIONALE CONCENTRATI ERITROCITARI CONCENTRATI PIASTRINICI PLASMA FRESCO CONGELATO Il

Dettagli

PO-TR-003/2 CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO SANGUE ED EMOCOMPONENTI

PO-TR-003/2 CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO SANGUE ED EMOCOMPONENTI Requisiti O.79, O.80 e O.80.1 Unità emittente SGQ Unità destinataria DIR TAL Lab UdR CQB SGQ BSCS SGA DS CRIO CAR CR Trasf X X X X X X X X X X X REDATTO Dott. P. A. Accardo 25/10/2013 REVISIONATO Dott.ssa

Dettagli

Informativa per consenso informato alla donazione di sangue e di emocomponenti

Informativa per consenso informato alla donazione di sangue e di emocomponenti AZIENDA SANITARIA LOCALE VCO Viale Mazzini 117 28887 OMEGNA (VB) Struttura: Firma per redazione Ermanna Cotti Piccinelli Emesso il: 14-11-2014 Pagina 1 di 5 Firma per approvazione Paolo Cerutti Firma Direttore

Dettagli

MANUALE DEL BUON USO DEL SANGUE SOMMARIO. 4. Indicazioni alla trasfusione di emocomponenti ed emoderivati

MANUALE DEL BUON USO DEL SANGUE SOMMARIO. 4. Indicazioni alla trasfusione di emocomponenti ed emoderivati MANUALE DEL BUON USO DEL SANGUE A cura della U.O. di Medicina Trasfusionale e del Comitato Ospedaliero per il Buon Uso del Sangue. SOMMARIO 1. Generalità. Riferimenti normativi e legislativi 3. Modalità

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 24 LUGLIO 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 24 LUGLIO 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 24 LUGLIO 2003 Repertorio Atti n. 1806 del 24 luglio 2003 Oggetto: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano sul

Dettagli

GEL PIASTRICO AUTOLOGO

GEL PIASTRICO AUTOLOGO GEL PIASTRICO AUTOLOGO NECESSITA DI COOPERAZIONE CON IL CENTRO TRASFUSIONALE Considerazioni Medico-Legali L I.S.S. in una nota del 27/12/2001, precisa che: 1) Il prelievo e tutta la procedura di preparazione

Dettagli

Verifica. Tutto il materiale informativo per gli studenti. Riferimento. Gli studenti svolgono la verifica. Compito. Foglio di esercizio Soluzione

Verifica. Tutto il materiale informativo per gli studenti. Riferimento. Gli studenti svolgono la verifica. Compito. Foglio di esercizio Soluzione Livello 1 07 / Il sangue Informazione per gli insegnanti 1/5 Riferimento Tutto il materiale informativo per gli studenti Compito Gli studenti svolgono la verifica. Materiale Soluzione Forma sociale Lavoro

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

Glossario. L ABC della donazione: Appropriatezza Buon Uso Controllo. versione sintetica

Glossario. L ABC della donazione: Appropriatezza Buon Uso Controllo. versione sintetica Glossario L ABC della donazione: Appropriatezza Buon Uso Controllo versione sintetica Glossario L ABC della donazione: Appropriatezza, Buon Uso, Controllo Nel febbraio 2011 è stato organizzato a Casalnuovo

Dettagli

INFORMAZIONI PER I DONATORI DI SANGUE

INFORMAZIONI PER I DONATORI DI SANGUE INFORMAZIONI PER I DONATORI DI SANGUE Gentile donatrice, Caro donatore, vorremmo innanzitutto darle il benvenuto nel nostro Servizio Trasfusionale e a nome dei pazienti ringraziarla per il Suo atto di

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA RICHIESTA TRASFUSIONALE URGENTISSIMA

PROTOCOLLO PER LA RICHIESTA TRASFUSIONALE URGENTISSIMA INDICE Pag. 1 di 5 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. PAROLE CHIAVE... 2 3. PERSONALE INTERESSATO... 2 4. MODALITA OPERATIVA... 2 4.1 PREMESSA... 2 4.2 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA... 3 4.2.1 Richiesta

Dettagli

I GRUPPI SANGUIGNI Note pratiche ai fini della terapia trasfusionale

I GRUPPI SANGUIGNI Note pratiche ai fini della terapia trasfusionale I GRUPPI SANGUIGNI Note pratiche ai fini della terapia trasfusionale Generalità sugli antigeni gruppo ematici: Gli antigeni gruppo ematici sono presenti sulla superficie dei globuli rossi, a livello di

Dettagli

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia (orale, endovenosa, sottocutanea) ha un ruolo fondamentalenellaterapia nella terapia delmielomamultiploche Multiplo è una malattia

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA DONAZIONE

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA DONAZIONE AZIENDA USL 5 - ZONA VALDERA U.O. IMMUNOEMATOLOGIA E SERVIZIO TRASFUSIONALE Direttore Dr. Paolo Petrucciani Per informazioni o appuntamenti telefonare ai numeri : 0587273275 0587273439 OPUSCOLO INFORMATIVO

Dettagli

Verifica programmazione 2014

Verifica programmazione 2014 Verifica programmazione 2014 Consultazione plenaria 3 giugno 2014 Giuliano Grazzini Centro Nazionale Sangue Sistema trasfusionale italiano Dati essenziali 2013 I Donatori: 1.734.669 (/ 1.000 pop: 29,1

Dettagli

SIMT. U.O.C. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE (Direttore FF Dott. Silvestro Volpe)

SIMT. U.O.C. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE (Direttore FF Dott. Silvestro Volpe) 2014 GUIDA AI SERVIZI SIMT U.O.C. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE (Direttore FF Dott. Silvestro Volpe) Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale ed Alta Specialità San Giuseppe Moscati C.da Amoretta

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI

INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI Informazioni sulla donazione rev. 1 del 30 settembre 2013 Pagina 1/7 Gentile donatrice, Caro donatore, vorremmo innanzitutto darle il benvenuto nel

Dettagli

REGIONE LAZIO. Direttore Generale Dott.Vittorio Bonavita. Impegno con il Cittadino del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (SIMT)

REGIONE LAZIO. Direttore Generale Dott.Vittorio Bonavita. Impegno con il Cittadino del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (SIMT) REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott.Vittorio Bonavita Impegno con il Cittadino del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (SIMT) La sede della Sezione di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale

Dettagli

PROCEDURA STANDARDIZZATA PER PREVENIRE IL VERIFICARSI DI ERRORI TRASFUSIONALI. AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

PROCEDURA STANDARDIZZATA PER PREVENIRE IL VERIFICARSI DI ERRORI TRASFUSIONALI. AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta PROCEDURA STANDARDIZZATA PER PREVENIRE IL VERIFICARSI DI ERRORI TRASFUSIONALI A cura della Unità Operativa di Medicina Trasfusionale

Dettagli

L ITER DELLA SACCA DI SANGUE Dalla Raccolta alla Trasfusione. Corso Formativo AVIS Perugia 10 settembre 2011

L ITER DELLA SACCA DI SANGUE Dalla Raccolta alla Trasfusione. Corso Formativo AVIS Perugia 10 settembre 2011 L ITER DELLA SACCA DI SANGUE Dalla Raccolta alla Trasfusione Corso Formativo AVIS Perugia 10 settembre 2011 PREMESSE C è sempre bisogno di sangue per: vittime di incidenti pazienti chirurgici pazienti

Dettagli

Raccomandazioni per la terapia trasfusionale in Neonatologia. Gruppo di Redazione

Raccomandazioni per la terapia trasfusionale in Neonatologia. Gruppo di Redazione Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia Raccomandazioni per la terapia trasfusionale in Neonatologia Gruppo di Redazione Stefano Antoncecchi, Anna Maria Casadei, Antonio Del Vecchio,

Dettagli

GESTIONE EMOCOMPONENTI AD USO NON TRASFUSIONALE TRASFUSIONALE.

GESTIONE EMOCOMPONENTI AD USO NON TRASFUSIONALE TRASFUSIONALE. REDAZIONE,,VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE REDAZIONE APPROVAZIONE AUTORIZZAZION E EMISSIONE Dott. Gino Bernuzzi- Dirigente Medico U.O. Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Dott Alessandro

Dettagli

Dr.Caterina Mancuso Dr.Andrea Dominijanni Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio Catanzaro

Dr.Caterina Mancuso Dr.Andrea Dominijanni Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio Catanzaro Dr.Caterina Mancuso Dr.Andrea Dominijanni Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio Catanzaro STORIA 1200 ac - segnalazione su papiri egizi 577 ac - segnalazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Facoltà di Medicina e Chirurgia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Facoltà di Medicina e Chirurgia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Facoltà di Medicina e Chirurgia MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI TECNICO-SANITARIE E DELLA RIABILITAZIONE Tesi di Master

Dettagli

DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE

DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE Sono passati molti anni da quando si sono sperimentati i primi trapianti. Oggi trasferire gli organi da un corpo che muore ad uno che può continuare a vivere, non

Dettagli

Manuale per il Buon Uso del Sangue ed Emoderivati

Manuale per il Buon Uso del Sangue ed Emoderivati Pagina 1 di 73 Manuale per il Buon Uso del Sangue ed Emoderivati COBUS A.S.P. PALERMO A cura del Direttore del SIMT P.O. Cefalù Barone 1 Pagina 2 di 73 1. Premessa Il sangue per uso trasfusionale è di

Dettagli

La compatibilità nella trasfusione di emocomponenti

La compatibilità nella trasfusione di emocomponenti Milano, 23 Febbraio 2013 La compatibilità nella trasfusione di emocomponenti Gabriella Girelli Sapienza Università degli Studi di Roma La compatibilità nella trasfusione di emocomponenti La compatibilità

Dettagli

MEDICINA TRASFUSIONALE SERVIZI TRASFUSIONALI

MEDICINA TRASFUSIONALE SERVIZI TRASFUSIONALI Servizi Trasfusionali Aziendali (STA). Si intendono le strutture e le relative articolazioni organizzative, comprese quelle per le attività di raccolta, previste dalla normativa vigente, secondo il modello

Dettagli

Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita

Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita Ascoli Piceno 29-30 Settembre 2012 Dott. ssa Barbara Tonnarelli Regione Marche Dipartimento Regionale di Medicina Trasfusionale

Dettagli

IL CENTRO NAZIONALE SANGUE

IL CENTRO NAZIONALE SANGUE IL CENTRO NAZIONALE SANGUE Vista la legge 21 ottobre 2005, n. 219, recante: Nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione nazionale degli emoderivati ed in particolare l articolo 15

Dettagli

MATERIALE INFORMATIVO PER LA DONAZIONE DI SANGUE

MATERIALE INFORMATIVO PER LA DONAZIONE DI SANGUE S. C. Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Ospedale San Paoloo Savonaa Direttore: Dott. Andrea Tomasini MATERIALE INFORMATIVO PER LA DONAZIONE DI SANGUE DONARE SANGUE Facile e vitale Il sangue è un

Dettagli

IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE.

IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE. IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE. SI PUÒ SOLO DONARE! DIVENTA UN DONATORE ED OGNI TUA STILLA DIVENTERÀ UN PALPITO PER IL CUORE DI UN ALTRO! Misericordia di Pietrasanta Gruppo Fratres Per info

Dettagli

CHI DONA SANGUE HA CUORE.

CHI DONA SANGUE HA CUORE. Tel. e Fax Tel. e Fax Tel. e Fax Tel. e Fax IL E I SUOI COMPONENTI. LE DIVERSE FORME DI DONAZIONE. Il sangue è un tessuto fluido che circola nei vasi sanguigni, rappresenta l 8% del peso corporeo ed è

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE LA DONAZIONE DI SANGUE Testi ed illustrazioni dal sito www.avis.it 1 Perché Donare? Perché il sangue non è riproducibile in laboratorio, ma è indispensabile alla vita. Perché tutti domani potremmo avere

Dettagli

PROCEDURE PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA TRASFUSIONE

PROCEDURE PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA TRASFUSIONE A LLEGATO VII PROCEDURE PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA TRASFUSIONE A. Prelievi ematici per indagini immunoematologiche e pre-trasfusionali 1 I campioni di sangue destinati alla tipizzazione eritrocitaria,

Dettagli

L INFORMATIZZAZIONE. Agostino Rossi SIMT di Piacenza

L INFORMATIZZAZIONE. Agostino Rossi SIMT di Piacenza Percorso regionale di formazione per il personale operante nelle attività di raccolta del sangue e degli emocomponenti (ai sensi delle LG per l ccreditamento del CNS) L INFRMTIINE gostino Rossi SIMT di

Dettagli

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1 %.

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1 %. Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: 46 Prodotto: Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Anti-Xga coombsreactive Policlonale, umano IgG Allegato III Autocertificazione del produttore Struttura

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 051 Gestione del Campione di Sangue

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 051 Gestione del Campione di Sangue 1 1 2 1 SCOPO. Descrivere le caratteristiche e le modalità di invio dei campioni inviati da soli, in associazione alle richieste trasfusionali o allo scopo di eseguire esami immunoematologici anche sulla

Dettagli

INDICE E STATO DELLE REVISIONI

INDICE E STATO DELLE REVISIONI Dipartimento Interaziendale Regionale di Direttore Dott. Mario Piani RIF. NORMA UNI EN ISO 9001:2008 sviluppato dal Responsabile Assicurazione Qualità Dipartimentale Dott.ssa G. SIRACUSA e dal Gruppo di

Dettagli

DELLA PROVINCIA DI PADOVA

DELLA PROVINCIA DI PADOVA DELLA PROVINCIA DI PADOVA 1 PRESENTAZIONE Milioni di vite vengono salvate ogni anno grazie alla terapia trasfusionale. Tuttavia, in molti Paesi in via di sviluppo, le persone ancora muoiono per mancanza

Dettagli

La donazione del sangue da cordone ombelicale

La donazione del sangue da cordone ombelicale La donazione del sangue da cordone ombelicale Il sangue del cordone ombelicale è una fonte importante di cellule staminali emopoietiche Le cellule staminali emopoietiche: sono cellule in grado di dividersi

Dettagli

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma)

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma) LA TERAPIA DEL PAZIENTE GIOVANE Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia farmacologica ha un ruolo fondamentale nel trattamento del Mieloma Multiplo che è una malattia già disseminata nell organismo al

Dettagli

La cellula staminale emopoietica: utilizzo nel trapianto autologo e allogenico e metodiche di raccolta in età adulta e pediatrica.

La cellula staminale emopoietica: utilizzo nel trapianto autologo e allogenico e metodiche di raccolta in età adulta e pediatrica. La cellula staminale emopoietica: utilizzo nel trapianto autologo e allogenico e metodiche di raccolta in età adulta e pediatrica Valter Tassi La cellula staminale La cellula staminale è una cellula IMMATURA

Dettagli

SOMMARIO 3.2. SICUREZZA DELLA DONAZIONE 4. CONCLUSIONI. pag. 2 pag. 2. pag. 8 pag. 9. pag. 11. pag.15 pag.16

SOMMARIO 3.2. SICUREZZA DELLA DONAZIONE 4. CONCLUSIONI. pag. 2 pag. 2. pag. 8 pag. 9. pag. 11. pag.15 pag.16 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 2.1. LA DONAZIONE DEL SANGUE Che cos è il sangue: la composizione e la sua funzione Perché donare sangue A chi servirà la nostra donazione Chi può donare Frequenza delle donazioni

Dettagli

TIPIZZAZIONE TIPIZZAZIONE HLA

TIPIZZAZIONE TIPIZZAZIONE HLA TIPIZZAZIONE Il compito dell ADMO è quello di cercare nuovi donatori ed inserirli nel registro mondiale dei donatori. A tale scopo il possibile donatore viene sottoposto a TIPIZZAZIONE HLA esame necessario

Dettagli

Ogni donatore è differente fai la differenza con l MCS + L unico vero sistema multi componente

Ogni donatore è differente fai la differenza con l MCS + L unico vero sistema multi componente Ogni donatore è differente fai la differenza con l MCS + L unico vero sistema multi componente 1 SDP + 2 FFP 3 FFP 1-2 SDP 1 RBC + 2 FFP 1 SDP + 1 RBC 2 RBC Aferesi produttiva Piastrine globuli rossi plasma

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992 DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992 Oggetto: APPROVAZIONE DI UNO SCHEMA-TIPO DI CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI MEDICINA TRASFUSIONALE TRA LA STRUTTURA

Dettagli

SIMT-POS 035 REV 1 TRASPORTO EMC

SIMT-POS 035 REV 1 TRASPORTO EMC 1 SIMT POS 035 REV 1 Trasporto EMC Prima Stesura 16/12/2014 Revisione 1 20102015 Redattori: Gasbarri, Rizzo SIMTPOS 035 REV 1 TRASPORTO EMC Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI

Dettagli

Immunoematologia e MedicinaTrasfusionale: qualificazione dei processi diagnostici

Immunoematologia e MedicinaTrasfusionale: qualificazione dei processi diagnostici Immunoematologia e MedicinaTrasfusionale: qualificazione dei processi diagnostici Gabriella Girelli Ordinario di Immunoematologia Sapienza Università di Roma 4 UK NEQAS USERS MEETING Servizi di Quality

Dettagli

Dipartimento Interaziendale Regionale di Medicina Trasfusionale Direttore Dott. Mario Piani

Dipartimento Interaziendale Regionale di Medicina Trasfusionale Direttore Dott. Mario Piani Dipartimento Interaziendale Regionale di Direttore Dott. Mario Piani RIF. NORMA UNI EN ISO 9001:2008 sviluppato dal Responsabile Assicurazione Qualità Dipartimentale Dott.ssa G.SIRACUSA e dai RAQ delle

Dettagli

La gestione della richiesta trasfusionale: l esperienza del DMT di Pordenone

La gestione della richiesta trasfusionale: l esperienza del DMT di Pordenone La gestione della richiesta trasfusionale: l esperienza del DMT di Pordenone Guido Martinuzzi SOC Immunoematologia e Medicina Trasfusionale AORP Pordenone guido.martinuzzi@aopn.fvg.it 1 Gestione della

Dettagli

Manuale per il Buon Uso del Sangue ed Emoderivati

Manuale per il Buon Uso del Sangue ed Emoderivati SIMT- Cefalù Manuale per il Buon Uso del Sangue Revisione anno 2007 SIMT /EMO. Il Direttore del SIMT AUSL n 6 P.O. Cefalù Manuale per il Buon Uso del Sangue ed Emoderivati COBUS AUSL N 6 PALERMO A cura

Dettagli

La programmazione della chiamata del Donatore. Palermo, 22 Maggio 2015

La programmazione della chiamata del Donatore. Palermo, 22 Maggio 2015 La programmazione della chiamata del Donatore Palermo, 22 Maggio 2015 Relazione Dr.. D.M. 4 settembre 2012 Programma di autosufficienza nazionale del sangue e dei suoi prodotti Individua i consumi storici,

Dettagli

Quale è la situazione legata al plasma trattato con MB in Francia?

Quale è la situazione legata al plasma trattato con MB in Francia? MB: situazione in Francia 1. Che cos è il plasma ad uso terapeutico? 2. Quali tipi di plasma per uso terapeutico esistono? 3. Come viene preparato il plasma ad uso terapeutico in Francia? 4. Quali sono

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 033 Look Back. Data: 20-01-2014

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 033 Look Back. Data: 20-01-2014 1 Prima Stesura Redattori: Cosenza Data: 20-01-2014 1 2 1 SCOPO Lo scopo della presente procedura è specificare i criteri da adottare per l effettuazione di indagini e valutazioni retrospettive relative

Dettagli

SIMT-IO 027 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (RISK ASSESSMENT)

SIMT-IO 027 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (RISK ASSESSMENT) 1 Prima Stesura Data: 09/10/2014 Redattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-IO 027 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (RISK ASSESSMENT) Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 5 3 BIBLIOGRAFIA...

Dettagli

Filtri in linea per leucoriduzione

Filtri in linea per leucoriduzione Filtri in linea per leucoriduzione Leucoflex LST Filtro in linea per sangue intero Filtro morbido costituto da strati di polipropilene La filtrazione del sangue intero può essere effettuata a temperatura

Dettagli

COM E FATTO IL SANGUE?

COM E FATTO IL SANGUE? REGIONE PIEMONTE MOD SIMTSV 050 MODELLO INFORMATIVO PER LA SENSIBILIZZAZIONE E INFORMAZIONE DEL CANDIDATO DONATORE (D.M. 3 marzo 2005 Protocolli per l accertamento della idoneità del donatore di sangue

Dettagli

TERAPIA TRASFUSIONALE

TERAPIA TRASFUSIONALE TERAPIA TRASFUSIONALE Somministrazione di Emocomponenti o Emoderivati ottenuti dal sangue umano Definizioni prodotti del sangue gli emocomponenti e gli emoderivati emocomponenti i prodotti ricavati dal

Dettagli

Il Rischio Trasfusionale in neonatologia ed in pediatria Luciano Pinto *

Il Rischio Trasfusionale in neonatologia ed in pediatria Luciano Pinto * Il Rischio Trasfusionale in neonatologia ed in pediatria Luciano Pinto * La trasfusione di sangue, di emocomponenti e di emoderivati è una pratica terapeutica non esente da rischi. L Art. 11. del DM 3

Dettagli

RAZIONALE DEL PROTOCOLLO

RAZIONALE DEL PROTOCOLLO Protocollo di studio multicentrico prospettico per valutare l efficacia del plasma virus-inattivato con solvente-detergente o con blu di metilene rispetto al PFC o al plasma decriato come liquido sostituente

Dettagli

C È SEMPRE PIÙ BISOGNO IL SANGUE DI SANGUE E INDISPENSABILE ALLA VITA

C È SEMPRE PIÙ BISOGNO IL SANGUE DI SANGUE E INDISPENSABILE ALLA VITA Il sangue è un tessuto fluido, composto da elementi cellulari (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) e da un elemento liquido (plasma), nel quale sono disciolte proteine, sali minerali, grassi e

Dettagli