gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno"

Transcript

1

2

3 gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno Quando il primo bambino al mondo rise per la prima volta, il suo riso si ruppe in mille frammenti che se ne andarono saltando tutto intorno. Quella fu la nascita delle fate. da Peter Pan Nei giardini di Kensington

4 Premessa Una delle chiavi di lettura del cambiamento in atto nel paradigma delle organizzazioni sanitarie va sicuramente ricercata nell evoluzione sociale. La definizione di concetto di salute non descrive più le persone come soggetti passivi, a cui garantire il completo benessere fisico, psichico e sociale, ma li immagina come attori consapevoli alla continua ricerca del loro miglior equilibrio possibile, attraverso un processo di individualizzazione dei servizi e dell assistenza più in generale. Quindi, se la salute rappresenta il fine e la scienza, come le organizzazioni sanitarie, sono gli strumenti, il concetto di salute rappresenta l atteso del singolo e della comunità tutta. L evoluzione sociale di questi ultimi anni ha di fatto spostato il focus dell attenzione dalla centralità di istituzioni, servizi e professioni, spesso autoreferenziali, ad una nuova centralità: quella del cittadino e del suo contesto di vita. E in atto quindi una trasformazione del ruolo del cittadino/utente, che diventa un portatore d interessi che in qualche modo partecipa e riceve benefici dalle attività del sistema sanitario. La Comunità stessa è sempre più ben informata, si pensi soltanto a quante opportunità offre la rete Internet, e vuole essere attivamente coinvolta negli obiettivi di salute. Ma esiste ancora una certa incapacità delle organizzazioni sanitarie nel comprendere cosa effettivamente sia la partecipazione della comunità e quali siano i mezzi con cui essa può esprimersi. Una sorta di resistenza del mondo professionale ad accettare i punti di vista e le conoscenze dei rappresentanti della comunità. La sanità è un sistema dentro il più ampio sistema sociale e non a caso viene identificato dagli esperti come uno dei sistemi più complessi. Oggi la sfida è quella di riavvicinare le organizzazioni sanitarie alla comunità in una necessaria sinergia e complementarietà. In questa dialettica la comunicazione diventa estremamente importante, soprattutto se attuata attraverso un linguaggio condiviso. Questa Guida ai Servizi è un primo tentativo in questa direzione. IL RESPONSABILE del DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE dr. MARIO CASINI

5 Ospedale di S. Daniele Ospedale unico di rete San Daniele del Friuli Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia

6 Attività dell Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ambulatorio ostetrico ginecologico Ecografia 1 trimestre e screening ecografico delle cromosomopatie Prelievo dei villi coriali (villocentesi) Prelievo del liquido amniotico (amniocentesi) Ecografia morfologica Ecografia ostetrica biometrica Ecografia Doppler Cardiotocografia Incontri di preparazione alla nascita e alla genitorialità Ginnastica preparatoria del pavimento pelvico per le future mamme Attivazione di consulenza psico-relazionale in gravidanza Applicazione della legge 194/78 (interruzione volontaria della gravidanza) Servizio di guardia interna Parto in analgesia epidurale Assistenza al travaglio e parto 65

7 Ambulatorio ostetrico ginecologico L ambulatorio offre un servizio per tutte le problematiche di ordine ostetrico e per il monitoraggio della gravidanza sia fisiologica che in situazione di rischio. Su appuntamento dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle Con il ginecologo e l ostetrica. Presso l ambulatorio di ostetricia e ginecologia (Ospedale di San Daniele) Cosa fare? Telefonare per fissare l appuntamento al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle il sabato dalle 9.00 alle

8 Ecografia 1 trimestre e screening ecografico delle cromosomopatie Che cosa offre questa attività? Offre la prima ecografia in gravidanza e serve a valutare: la presenza di gravidanza nell utero la presenza di embrione corrispondente o meno all epoca gestazionale la presenza di battito cardiaco fetale e di movimenti attivi fetali l esclusione di patologie materne associate lo screening ecografico delle cromosomopatie Dall 11ª alla 14ª settimana di gravidanza. venerdì dalle 8.30 alle Con i medici specialisti in ostetricia e ginecologia accreditati per lo screening delle cromosomopatie. Presso l ambulatorio di ostetricia e ginecologia (Ospedale di San Daniele) Cosa fare? Per le informazioni o per fissare l appuntamento, telefonare al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle14.00 sabato dalle 9.00 alle

9 Prelievo dei villi coriali (villocentesi) Il prelievo dei villi coriali è una tecnica che consente lo studio del corredo cromosomico del feto e che viene eseguita su indicazioni specifiche. Permette la diagnosi di malattie cromosomiche e può essere effettuata già nel corso del primo trimestre di gravidanza. L indagine viene eseguita sotto guida ecografia e permette di conoscere l esatta posizione dell embrione e della placenta. Il prelievo viene effettuato in regime ambulatoriale, non occorre alcuna preparazione specifica, o sedazione. Alla 11ª settimana di gravidanza. mercoledì dalle 8.00 alle Con il ginecologo e l infermiera professionale. Presso l ambulatorio di ostetricia e ginecologia (Ospedale di San Daniele) Cosa fare? Per informazioni o per fissare un appuntamento, telefonare al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle

10 Prelievo del liquido amniotico (amniocentesi) L amniocentesi consiste nel prelievo di una piccola quantità di liquido amniotico (liquido in cui nuota il bambino all interno del sacco amniotico) e nell analisi chimica e microscopica di tale campione. L amniocentesi si esegue su indicazione dello specialista, permette di effettuare l analisi dei cromosomi fetali per individuare anomalie cromosomiche o malattie metaboliche note al gruppo familiare. Tra la 16ª e 17ª settimana di gravidanza mercoledì dalle 8.00 alle Con il ginecologo e l infermiera professionale. Presso l ambulatorio di ostetricia e ginecologia (Ospedale di San Daniele). Cosa fare? Per informazioni o per fissare un appuntamento, telefonare al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle

11 Ecografia morfologica Un ecografia che si esegue quando si possono vedere chiaramente le parti del corpo (sia interne che esterne) del feto. Permette di individuare eventuali malformazioni fetali ecograficamente rilevabili. L ecografia morfologica è importante e nel controllo di gravidanza non dovrebbe mai mancare. Dalla 20ª alla 22ª settimana di gravidanza lunedì dalle 8.30 alle mercoledì dalle alle giovedì dalle 8.30 alle Con il ginecologo. Presso l ambulatorio di ostetrica e ginecologia (Ospedale di San Daniele). Cosa fare? Per informazioni o per fissare un appuntamento, telefonare al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle

12 Ecografia ostetrica biometrica L ecografia ostetrica biometrica è un esame di fondamentale importanza da effettuarsi nel corso della gravidanza. Ha lo scopo di studiare e successivamente controllare nel tempo il regolare accrescimento fetale, l inserimento placentare, le patologie materne associate e la comparsa o l evoluzione di patologie fetali a sviluppo tardivo. Essendo un esame innocuo, affidabile e non invasivo, l ecografia ostetrica può essere effettuata in qualsiasi epoca della gravidanza. Di routine alla 29ª e alla 35ª settimana di gravidanza o su indicazioni particolari da parte dello specialista. lunedì dalle alle martedì dalle ore 8.30 alle e dalle alle mercoledì dalle15.00 alle giovedì dalle alle venerdì dalle alle Con il ginecologo. Presso l ambulatorio di ostetricia e ginecologia (Ospedale di San Daniele). Cosa fare? Per informazioni o per fissare un appuntamento, telefonare al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle14.00 sabato dalle 9.00 alle

13 Ecografia doppler L ecografia doppler è una tecnica di indagine innocua e non dolorosa che serve per controllare le gravidanze a rischio. Viene eseguita su indicazione dello specialista Nei giorni feriali dalle 9.00 alle Con il ginecologo. Presso l ambulatorio di ostetricia e ginecologia (Ospedale di San Daniele) Che cosa? Per informazioni o per fissare un appuntamento, telefonare al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle

14 Cardiotocografia Una valutazione del benessere del bambino a termine di gravidanza o il monitoraggio delle gravidanze a rischio. L esame rileva la presenza di eventuali contrazioni uterine (tocografia) e l attività cardiaca fetale (cardiografia). Permette di riconoscere stati di sofferenza fetale. È un esame diagnostico non invasivo, innocuo, facilmente ripetibile. A partire dalla 26ª settimana in qualunque momento. Nella gravidanza in normale evoluzione si esegue verso il termine. da lunedì a sabato dalle 9.30 alle Con il ginecologo, l ostetrica. Presso l ambulatorio di ostetricia e ginecologia (Ospedale di San Daniele). Cosa fare? Per informazioni o per fissare un appuntamento, telefonare al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle

15 Incontri di preparazione alla nascita e alla genitorialità 74 Gli incontri di preparazione alla nascita e alla genitorialità sono organizzati in collaborazione da: Ostetricia-Ginecologia, Pediatria e Anestesia. L attività è rivolta a futuri genitori e prevede degli incontri teorici sulle seguenti tematiche: I fenomeni della gravidanza. Training autogeno respiratorio. Il parto. L assistenza prestata al neonato sin dai primi minuti di vita. L allattamento al seno. Lo svezzamento e la crescita del bambino. Le vaccinazioni. Eventuali patologie neonatali. A partire dalla 30ª settimana di gestazione. Il corso, aperto ad entrambi i futuri genitori, prevede sette incontri settimanali della durata di circa 2 ore ciascuno giovedì dalle alle venerdì dalle alle Con il pediatra, il ginecologo, l anestesista, l ostetrica e l assistente sanitaria. Presso l ex Scuola Infermieri (Ospedale di San Daniele) Cosa fare per partecipare? Per informazioni telefonare ai numeri: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle 11.00

16 Ginnastica preparatoria del pavimento pelvico per le future mamme L attività è rivolta alle future mamme e prevede l apprendimento di esercizi per la preparazione del pavimento pelvico all «evento parto». L obiettivo è prevenire le problematiche di prolasso genitale e di incontinenza urinaria. Si consiglia dal 7 mese in poi, in concomitanza con il corso di preparazione al parto. martedì dalle alle venerdì dalle alle Con i fisioterapisti. Presso il Servizio di Fisioterapia (Ospedale di San Daniele) Cosa fare? Per informazioni telefonare al numero

17 Attivazione di consulenza psico-relazionale in gravidanza Un servizio di counselling (consulenza psicorelazionale) rivolto alla donna nel corso della gravidanza e/o del puerperio. In qualunque momento nel corso della gravidanza o del puerperio. martedì dalle 9.00 alle Con il medico specialista in psichiatria. Presso l ambulatorio di Ostetricia e Ginecologia (Ospedale di San Daniele) Che cosa fare? Per informazioni o per fissare un appuntamento, telefonare al numero da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle

18 Applicazione della legge 194/78 (interruzione volontaria della gravidanza) Un servizio di counselling per le donne che non desiderano portare avanti la gravidanza. La visita ed ecografia ostetrica per la corretta datazione della gravidanza. La certificazione di richiesta di interruzione di gravidanza L intervento di I.V.G. L informazioni sulla successiva contraccezione. Il servizio di consulenza è offerto in ogni sede ambulatoriale su richiesta. La certificazione viene effettuata il giovedì dalle alle Con il ginecologo, l ostetrica. Presso l Ambulatorio di Ostetricia e Ginecologia (Ospedale di San Daniele). Cosa fare? Per informazioni o per fissare un appuntamento, telefonare al numero: da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle

19 Servizio di guardia interna Un servizio di Guardia Interna per la gestione delle emergenze, (visite urgenti, consulenze telefoniche...) Tutti i giorni 24 ore su 24. Con il ginecologo, l ostetrica, e con gli operatori di supporto all assisenza. Presso l Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia (Ospedale di San Daniele). Cosa fare? Telefonare al numero In caso di necessità l accesso è diretto e non richiede nessun contatto telefonico preliminare o impegnativa. 78

20 Parto in analgesia epidurale L analgesia epidurale è una tecnica che determina in pochi minuti la riduzione del dolore del travaglio di parto lasciando inalterate tutte le altre sensibilità compresa quella delle contrazioni uterine che continuano ad essere percepite in modo non doloroso. Su richiesta, previa visita ostetrica e visita anestesiologica, dopo la 34ª settimana di gestazione. Con l anestesista e l infermiera professionale. Presso l Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia (Ospedale di San Daniele) Cosa fare? Per la visita ostetrica presso l ambulatorio di ostetrico-ginecologico Tel da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle Per la visita anestesiologica presso il Servizio di Anestesia e Rianimazione Tel. O

21 Assistenza al travaglio e parto L assistenza al parto viene offerta in base alle aspettative della futura mamma, è diversificata dal parto attivo al parto in analgesia epidurale. Con l ostetrica, il ginecologo e con gli operatori di supporto all assistenza. Presso l Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia (Ospedale di San Daniele) Cosa fare? Le future mamme al momento del travaglio di parto e/o per eventuali problemi relativi alla gravidanza sono accolte in reparto liberamente. E comunque opportuna una valutazione ostetrica nella settimana precedente il momento del travaglio, mediante Cardiotocografia e Visita Ostetrica presso l'ambulatorio di Ostetricia e Ginecologia (Ospedale di San Daniele). Tel da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle sabato dalle 9.00 alle

22 Ospedale di S. Daniele Ospedale unico di rete San Daniele del Friuli Unità Operativa di Pediatria

23 Attività dell Unità Operativa di Pediatria 84 Unità Operativa di Pediatria 85 Attività ambulatoriale 86 Neonati al Nido 87 Incontri di preparazione alla nascita e alla genitorialità 83

24 Unità Operativa di Pediatria 84 Presso l Unità Operativa di Pediatria sono accolti: I neonati e i bambini che necessitano di terapie (fototerapie, terapia endovenosa, ossigeno-terapia) non in condizioni critiche. I neonati e i bambini lattanti sani provenienti da casa che accompagnano la madre che necessita di ricovero. I neonati e i bambini con patologie che necessitano di particolari terapie medico-chirurgiche o assistenza medicoinfermieristica in regime di ricovero ordinario. I neonati e i bambini che necessitano di trattamenti terapeutici, indagini strumentali-diagnostiche (T.A.C., emotrasfusioni, studi per scarsa crescita) e trattamenti chirurgici (ernia ombelicale) in regime di Day Hospital. I neonati e i bambini che necessitano di un periodo di osservazione per un corretto inquadramento diagnostico/terapeutico (da un minimo di 6 ad un massimo di 36 ore osservazione breve ). I neonati e le loro mamme per il sostegno dell allattamento al seno. Viene offerta la possibilità di consultare telefonicamente l infermiera o il pediatra per consigli e/o informazioni su problemi pediatrici. Si eseguono su appuntamento (dalle 8.30 alle 9.30) prelievi venosi a neonati e bambini con impegnativa esterna. In situazioni d urgenza o programmate dalla stessa Unità Operativa. Con il pediatra, l infermiera e gli specialisti. Presso l Unità Operativa di Pediatria, telefono

25 Attività ambulatoriale L attività è dedicata ai neonati e ai bambini sani o con patologie (pregresse o attuali) per bilanci di salute. L ambulatorio è aperto anche ai piccoli in attesa di essere iscritti con il Pediatra di Libera Scelta. E garantita la consulenza medica con carattere d urgenza nelle 24 ore. Con Chi? Con il pediatra e l infermiera. Presso l ambulatorio di Pediatria (Ospedale di San Daniele) Cosa fare? Telefonare al mattino per fissare l appuntamento, da lunedì a venerdì tel

26 Neonati al Nido Il Nido offre accoglienza e assistenza ai nuovi nati; le infermiere del nido sono disponibili a dare indicazioni sull accudimento al bambino (bagnetto, medicazione ombelico, allattamento al seno). Per i neonati che necessitano di terapie viene attivato il trasferimento in pediatria. Per i neonati che richiedono un assistenza medico/infermieristica di alto livello viene attivato il trasferimento presso l Unità di Terapia Intensiva Neonatale di Udine. Presso il Nido è previsto inoltre (in quinta giornata di vita) un incontro per la valutazione della crescita del neonato, per il prelievo venoso per la ricerca delle malattie metaboliche (se non già eseguito alla dimissione) e per il sostegno all allattamento al seno. Per quanto riguarda l allattamento al seno viene favorito fin dalle prime ore di vita. I piccoli sono assistiti dal personale nelle ore in cui non sono accuditi dalla loro mamma nella sua stanza (rooming-in). Il rooming-in viene praticato nel rispetto delle richieste dei genitori. Con il pediatra e l infermiera. 86

27 Incontri di preparazione alla nascita e alla genitorialità Gli incontri di preparazione alla nascita e alla genitorialità sono organizzati in collaborazione da: Ostetricia-Ginecologia, Pediatria e Anestesia. Per i contenuti degli incontri e per la loro organizzazione si fa riferimento al capitolo dell Unità Operativa di Ginecologia dell Ospedale di San Daniele. 87

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe PER LA VOSTRA SALUTE GUIDE PRATICHE Centro Unico di Prenotazione (CUP): Servizio Sanitario Nazionale: tel. 02 86 87 88 89 A pagamento, con Fondi e/o Assicurazioni: tel. 02 999 61 999 Per orari e caratteristiche

Dettagli

LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA.

LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA. LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA. Partecipanti al gruppo di redazione Serra Giovanni, direttore U.O. Patologia Neonatale-Centro Neonati a Rischio, Istituto G.Gaslini,

Dettagli

Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile Via Montereale 24 - Pordenone NOTA INFORMATIVA PER AMNIOCENTESI

Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile Via Montereale 24 - Pordenone NOTA INFORMATIVA PER AMNIOCENTESI Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale Via della Vecchia Ceramica, 1 33170 Pordenone C.F. e P.I. 01772890933 PEC aas5.protgen@certsanita.fvg.it Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile

Dettagli

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA DIRETTORE Struttura Complessa dott. Marco Galbusera STAFF ATTIVITÀ PRINCIPALI Medici Ostetrica Coordinatore Ostetriche Infermieri dott. Graziano Gabetta

Dettagli

A cura della UOC Audit Clinico e Sistemi informativi Sanitari

A cura della UOC Audit Clinico e Sistemi informativi Sanitari Ingressi L ingresso al percorso può essere: - Sanità Territoriale: PUA, servizio sociale distrettuale, consultorio famigliare e materno infantile, servizio dipendenze, DSM - Territorio (sociale): Servizi

Dettagli

UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE

UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE Come si accede Per le prestazioni ambulatoriali si prenota: - attraverso il punto CUP, con la richiesta

Dettagli

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0 1 PRESENTAZIONE Il settore di Neonatologia dell U. O. C. di Pediatria dell Ospedale di Vibo Valentia attualmente è rappresentato dal Nido. In questa struttura si accolgono tutti i nati sani all interno

Dettagli

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 Allegato n 3 PROGRAMMA DI PRESA IN CARICO DELLE DONNE IN GRAVIDANZA E NEONATI A RISCHIO SOCIALE Dipartimento Programma

Dettagli

Il percorso nascita dell'ausl di Rimini. U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi. Rete Consultoriale Provinciale

Il percorso nascita dell'ausl di Rimini. U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi. Rete Consultoriale Provinciale Il percorso nascita dell'ausl di Rimini U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi Rete Consultoriale Provinciale Risorse e Organizzazione dell U.O. 43 Letti di Ostetricia 12 Letti di Ginecologia 8 Letti DH 6 Sale

Dettagli

Consultorio Familiare

Consultorio Familiare Distretto Sanitario di Trebisacce Consultorio Familiare Botero: Famiglia Il Consultorio Familiare Il Consultorio Familiare è un presidio socio-sanitario pubblico che offre interventi di tutela e di prevenzione

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009 Ambulatorio Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Ospedale di Villafranca Monoblocco - Primo piano Direttore: dott. Alberto Ottaviani

Dettagli

Sistema di gestione per la Qualità Carta dei Servizi. Ospedale di Pieve di Cadore

Sistema di gestione per la Qualità Carta dei Servizi. Ospedale di Pieve di Cadore CARTA DEI SERVIZI UNITA OPERATIVA DI OSTETRICIA GINECOLOGIA E CENTRO DI PROCREAZIONE MEDICO ASSISTITA Ospedale di PIEVE DI CADORE Struttura Unità operativa/servizio Sistema di gestione per la Qualità Carta

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE DEI DIFETTI CONGENITI

DIAGNOSI PRENATALE DEI DIFETTI CONGENITI DIAGNOSI PRENATALE DEI DIFETTI CONGENITI DIFETTI CONGENITI Le anomalie congenite sono condizioni che si instaurano tra il momento del concepimento e la nascita. LA DIAGNOSI PRENATALE insieme di tecniche

Dettagli

ATTIVITà. visite e accertamenti diagnostici

ATTIVITà. visite e accertamenti diagnostici 1 PRESENTAZIONE Il Consultorio Familiare garantisce le cure primarie nell area della salute sessuale, riproduttiva e psico-relazionale per la donna e per la coppia, con equipe costituite da ostetriche,

Dettagli

OSPEDALE DI BRONI-STRADELLA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA

OSPEDALE DI BRONI-STRADELLA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA OSPEDALE DI BRONI-STRADELLA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA DIRETTORE Struttura Complessa Dr Ezio Pozzi (f.f.) STAFF ATTIVITÀ PRINCIPALI Medici Ostetrica Coordinatore Ostetriche Infermieri Dr.ssa De Paoli

Dettagli

Radiazioni e gravidanza

Radiazioni e gravidanza Treviso 24.11.2011 Radiazioni e gravidanza G.Bracalente gbracalente@ulss.tv.it Unita Operativa Semplice DIAGNOSI PRENATALE ED ECOGRAFIA OSTETRICA Dir. Dott.ssa G.Bracalente Unità Operativa Complessa GINECOLOGIA

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009. Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009. Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009 Unità Operativa di Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Unità Operativa di Ostetricia Ginecologia Monoblocco - Terzo piano Direttore:

Dettagli

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie.

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie. GENETICA MEDICA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L ambulatorio di Genetica Medica fa parte del Dipartimento Materno Infantile. Essa collabora ed interagisce strettamente con le Strutture del Dipartimento

Dettagli

Servizi per la gestione del diabete in gravidanza e del diabete pre-gravidico

Servizi per la gestione del diabete in gravidanza e del diabete pre-gravidico I Bollini Rosa sono il riconoscimento Onda che, l'osservatorio nazionale sulla salute della donna, attri Nel è possibile sito consultare le www.bollinirosa.it schede di tutti gli ospedali con i relativi

Dettagli

26/05/2016. Importanza di definire dall inizio una gravidanza come fisiologica. «piramide rovesciata di Nicolaides»

26/05/2016. Importanza di definire dall inizio una gravidanza come fisiologica. «piramide rovesciata di Nicolaides» Il percorso diagnostico nella gravidanza fisiologica Il percorso diagnostico nella gravidanza fisiologica Rosalba Giacchello Responsabile SSD Ecografia ostetrico-ginecologica e diagnosi prenatale ASL Cn1

Dettagli

Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO

Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Semplice Dipartimentale di genetica medica fa parte del Dipartimento di Medicina dei

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Percorso Nascita integrato Cuorgnè-Ciriè

COMUNICATO STAMPA. Il Percorso Nascita integrato Cuorgnè-Ciriè UFFICIO COMUNICAZIONE Responsabile: dott.ssa Tiziana Guidetto tel. 0125 414726 011 9176594 cell. 335 5812438 fax 0125 641248 e-mail: tguidetto@aslto4.piemonte.it COMUNICATO STAMPA Il Percorso Nascita integrato

Dettagli

2-3-2 Percorso Neonatale

2-3-2 Percorso Neonatale 2-3-2 Percorso Neonatale Primo accesso percorso Colloquio di informazione e di accoglienza Consegna libretto protocollo esami previsti per la gravidanza Consegna opuscolo informativo tradotto in più lingue

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA

CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA CHI SIAMO Il Dipartimento Materno Infantile dell Ospedale Sacco garantisce l erogazione di prestazioni che tutelano la salute della donna e del bambino. L Unità di

Dettagli

LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE

LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE Cardiologia Il servizio di Cardiologia si rivolge ai pazienti che presentano le principali forme di patologia cardiologica e cardiovascolare, attraverso

Dettagli

Test combinato e la Diagnosi prenatale nelle Cure Primarie

Test combinato e la Diagnosi prenatale nelle Cure Primarie LA DIAGNOSI PRENATALE OGGI TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE Corso di aggiornamento Modena 9 Marzo 2013 MB Center Test combinato e la Diagnosi prenatale nelle Cure Primarie Paola Picco I documenti di riferimento

Dettagli

Metodi di diagnosi prenatale per le anomalie fetali WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ

Metodi di diagnosi prenatale per le anomalie fetali WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ Metodi di diagnosi prenatale per le anomalie fetali WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ 1 Frequenza delle anomalie cromosomiche alla nascita in funzione dell età materna anomalie/1000 nati 40 35 30 25 20 15 10

Dettagli

DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO

DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO Questo volume e stato realizzato con il contributo della Dssa Patrizia Vergani, i medici del reparto ostetricia, gli amministrativi e l ostetrica e interprete Amal

Dettagli

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta)

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta) A.T.S. ERFAP LAZIO - ASSOCIAZIONE COLUMBUS (Università Cattolica del Sacro Cuore) Codice Progetto COLUM/1 Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto

Dettagli

SI RINNOVANO LA GINECOLOGIA E L OSTERICIA PRESSO LA SEDE DI VIA RESPIGHI

SI RINNOVANO LA GINECOLOGIA E L OSTERICIA PRESSO LA SEDE DI VIA RESPIGHI NUMERO MONOGRAFICO Notiziario gennaio 2010 SI RINNOVANO LA GINECOLOGIA E L OSTERICIA PRESSO LA SEDE DI VIA RESPIGHI a cura del dr.moreno Dindelli Specialista in Ginecologia e Ostetricia Dall autunno 2009,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. n. 3, 4 novembre 2013

CARTA DEI SERVIZI. n. 3, 4 novembre 2013 CARTA DEI SERVIZI n. 3, 4 novembre 2013 Cos è il Consultorio Familiare Il Consultorio Familiare è un luogo che offre interventi di tutela, di prevenzione e di promozione della salute. In modo particolare

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.)

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Dipartimento Materno Infantile Struttura Operativa Complessa di OSTETRICIA E GINECOLOGIA CARTA

Dettagli

Consultorio Familiare COS È:

Consultorio Familiare COS È: COS È: Il Consultorio Familiare è un servizio socio-sanitario che svolge attività di prevenzione, educazione e promozione della salute, offrendo sostegno, consulenza e assistenza al singolo, alla coppia,

Dettagli

Questo opuscolo si rivolge a tutte le donne in gravidanza, siano esse in coppia

Questo opuscolo si rivolge a tutte le donne in gravidanza, siano esse in coppia ASL DI VALLECAMONICA-SEBINO PRESIDIO OSPEDALIERO E DIPARTIMENTO A.S.S.I. Servizio Famiglia Questo opuscolo si rivolge a tutte le donne in gravidanza, siano esse in coppia o sole, felici o preoccupate per

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Consultori familiari

Consultori familiari Consultori familiari Le prestazioni del consultorio corsi di accompagnamento alla nascita rivolti ad entrambi i genitori assistenza a domicilio a mamma e neonato dopo il parto (Servizio di Dimissione protetta):

Dettagli

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Atmosfera in sala travaglio Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Libertà di movimento in travaglio Assunzione cibi e liquidi Monitoraggio continuo o intermittente?

Dettagli

O.N.DA Milano 17 novembre 2014

O.N.DA Milano 17 novembre 2014 O.N.DA Milano 17 novembre 2014 Miriam Guana Presidente Federazione Nazionale Collegi Ostetriche Caterina Masè - Presidente Collegio Ostetriche Trento PREGRAVIDICO COUNSELLING PRECONCENZIONALE STILI DI

Dettagli

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base Questa guida vuol rendere più facile l accesso ai Servizi che vengono erogati nel Quartiere 3 di Firenze dall Azienda sanitaria a cui fanno capo in convenzione i medici di famiglia, i pediatri con i loro

Dettagli

POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE

POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE 1 Durante la gravidanza vi verranno offerti alcuni test che forniscono informazioni sulla eventuale presenza di malformazioni nel vostro bambino prima che

Dettagli

PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 )

PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 ) PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 ) INDICE DOCUMENTO PRECEDENTE LEGENDA SIGLE E ABBREVIAZIONI SUCCESSIVA 2. IL PERCORSO NASCITA La gravidanza ed il parto sono eventi

Dettagli

Percorso nascita. Presentazione. Cosa portare in Ospedale

Percorso nascita. Presentazione. Cosa portare in Ospedale e per concludere! Ricorda che bastano altri pochi gesti per proteggere al meglio il tuo bambino, in particolare noi ti suggeriamo di: Lavarti e lavare sempre le mani al tuo bambino Evitare di fumare L

Dettagli

"La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale".

La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale. LEGGE REGIONALE 8 maggio 1987, N. 16 "La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale". (BURL n. 19, 1º suppl. ord. del 13 Maggio 1987 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:1987-05-08;16 Titolo

Dettagli

SCREENING PRENATALE ED ESAMI DIAGNOSTICI PRENATALI

SCREENING PRENATALE ED ESAMI DIAGNOSTICI PRENATALI SCREENING PRENATALE ED ESAMI DIAGNOSTICI PRENATALI Opuscolo elaborato delle Ostetriche Territoriali e validato dal DMI. Gli argomenti trattati in questa breve dispensa, possono aiutare i futuri genitori

Dettagli

Consultare : http://www.ginecologia.unipd.it/ http://www.sanita.padova.it/reparti/ostetricia-e-ginecologia-clinica,1001,29

Consultare : http://www.ginecologia.unipd.it/ http://www.sanita.padova.it/reparti/ostetricia-e-ginecologia-clinica,1001,29 Pagina 1 di 14 Indice Presentazione pag. 2 Attività ambulatoriale pag. 3 Ambulatorio ed orari pag. 6 Modalità di accesso pag. 8 Modulo soddisfazione pag. 14 Gentile Signora, il Personale Sanitario desidera

Dettagli

LA NASCITA PRESSO L AULSS 21

LA NASCITA PRESSO L AULSS 21 A cura di: U.O.S. TUTELA FAMIGLIA / CONSULTORI FAMILIARI Responsabile: Dott.ssa Alessandra Paganella Con la collaborazione di: U.O.C. OSTETRICIA/GINECOLOGIA Direttore: Dott. Pietro Catapano U.O.C. PEDIATRIA

Dettagli

guida ai servizi di psichiatria adulti

guida ai servizi di psichiatria adulti Dipartimento di Salute Mentale guida ai servizi di psichiatria adulti del Dipartimento di Salute Mentale Copia Prodotta Internamente dal Servizio Informazione e Comunicazione Ausl Imola Luglio 2005 Suggerimenti,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 27 luglio 1998, n. 22 Diritti della partoriente, del nuovo nato e del bambino spedalizzato. (B.U.R. 4 agosto 1998, n.

LEGGE REGIONALE 27 luglio 1998, n. 22 Diritti della partoriente, del nuovo nato e del bambino spedalizzato. (B.U.R. 4 agosto 1998, n. LEGGE REGIONALE 27 luglio 1998, n. 22 Diritti della partoriente, del nuovo nato e del bambino spedalizzato. (B.U.R. 4 agosto 1998, n. 66) Art. 1 (Finalità) 1. La Regione favorisce il benessere psicofisico

Dettagli

Direttore Unità Operativa Complessa. Coordinatori Infermieristici

Direttore Unità Operativa Complessa. Coordinatori Infermieristici EQUIPE SANITARIA Direttore Unità Operativa Complessa (foto) CICCIARELLA RAFFAELE 041 5294697 BERTOLDINI MARGHERITA CALTAROSSA ELENA CARUSO LAURA CAVOLI DANIELE CODROMA ANNA ESPOSITO CHIARA MOLIN FRANCESCO

Dettagli

Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22. B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO.

Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22. B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO. Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22 B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO. Articolo 1 Fnalità 1. La Regione favorisce il benessere psicofisico della

Dettagli

LA DIAGNOSTICA PRENATALE: dal Test Combinato alle ecografie di routine

LA DIAGNOSTICA PRENATALE: dal Test Combinato alle ecografie di routine LA DIAGNOSTICA PRENATALE: dal Test Combinato alle ecografie di routine ECOGRAFIA FETO NUMERO e VITALITA CORIONICITA AMBIENTE FETALE ACCRESCIMENTO MORFOLOGIA e FUNZIONALITA PLACENTA LOCALIZZAZIONE FUNZIONALITA

Dettagli

Incontro di orientamento professionale. Bergamo 14 aprile 2014

Incontro di orientamento professionale. Bergamo 14 aprile 2014 Incontro di orientamento professionale Bergamo 14 aprile 2014 Chi è l infermiere Profilo professionale dell'infermiere D.M. 14 settembre 1994, n. 739 Art. 1 1 - E' individuata la figura professionale dell'infermiere

Dettagli

Percorso Nascita Carta dei servizi

Percorso Nascita Carta dei servizi - Percorso Nascita Carta dei servizi 2015 Ultimo aggiornamento giugno 2015 Sommario La carta dei servizi... 3 L Azienda Ospedaliera (AO)... 4 Unità Strutturale Complessa (USC) OSTETRICIA E GINECOLOGIA

Dettagli

Convegno Salute e Genere ipotesi di lavoro per le Marche

Convegno Salute e Genere ipotesi di lavoro per le Marche Convegno Salute e Genere ipotesi di lavoro per le Marche IL PERCORSO ASSISTENZIALE DELLA GRAVIDANZA A BASSO RISCHIO L integrazione Ospedale-Territorio. L esperienza del Consultorio familiare di Loreto

Dettagli

Azienda USL Valle d Aosta. Informazioni ostetriche sul. Parto Cesareo

Azienda USL Valle d Aosta. Informazioni ostetriche sul. Parto Cesareo Azienda USL Valle d Aosta Informazioni ostetriche sul Parto Cesareo Informazioni ostetriche sul Parto Cesareo In Italia e in Valle d Aosta, il parto cesareo (PC) riguarda ormai un caso di parto su tre.

Dettagli

DIARIO della GRAVIDANZA

DIARIO della GRAVIDANZA DIARIO della GRAVIDANZA Guida ai controlli Calendario degli appuntamenti Gentile signora, la nascita di un figlio è una occasione di grande cambiamento e crescita, per gli individui e per la società. L

Dettagli

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO REGIONE VENETO OSSERVATORIO REGIONALE PER LA PATOLOGIA IN ETÀ PEDIATRICA CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO Regione Istituto/Azienda Ospedaliera Azienda USL Comune di evento Sezione Generale COGNOME della

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI Ogni individuo possiede un proprio patrimonio genetico che lo rende unico e diverso da tutti gli altri. Il patrimonio genetico è costituito da

Dettagli

Diagnosi di portatrice e diagnosi prenatale: counselling genetico

Diagnosi di portatrice e diagnosi prenatale: counselling genetico Diagnosi di portatrice e diagnosi prenatale: counselling genetico Emofilia L emofilia è una malattia autosomica recessiva legata al cromosoma X Meccanismo ereditario dell Emofilia A e B 50% 50% 100% 100%

Dettagli

Dalla Diagnosi Prenatale di Cardiopatia Congenita alla Care della famiglia: un percorso multidisciplinare

Dalla Diagnosi Prenatale di Cardiopatia Congenita alla Care della famiglia: un percorso multidisciplinare Dalla Diagnosi Prenatale di Cardiopatia Congenita alla Care della famiglia: un percorso multidisciplinare Filomena GIAMMETTA Daniela SPINA I.R.C.C.S. G.GASLINI GENOVA U.O. CARDIOLOGIA U.O. OSTETRICIA e

Dettagli

Percorso Nascita. Carta dei servizi

Percorso Nascita. Carta dei servizi - Percorso Nascita Carta dei servizi 2015 Sommario La carta dei servizi... 3 L Azienda Ospedaliera (AO)... 4 Unità Strutturale Complessa (USC) OSTETRICIA E GINECOLOGIA LODI... 4 Unità Strutturale Complessa

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

meditel Centro Medico Polispecialistico

meditel Centro Medico Polispecialistico meditel Centro Medico Polispecialistico ILProgetto Un vantaggio per LaDonna che accede a percorsi a lei dedicati, nella sicurezza di una struttura qualificata e supportata a livello ospedaliero. IlTerritorio

Dettagli

- Ginecologia Ostetricia di Vizzolo Predabissi. - Ginecologia Ostetricia di Melzo. Dott. Michele Barbato

- Ginecologia Ostetricia di Vizzolo Predabissi. - Ginecologia Ostetricia di Melzo. Dott. Michele Barbato - Ginecologia Ostetricia di Vizzolo Predabissi - Ginecologia Ostetricia di Melzo Dott. Michele Barbato Reparto: U.O Ginecologia OstetriciaDirettore: Dott. Michele Barbato Sede: Vizzolo Predabissi Caposala:

Dettagli

01 L adolescenza 2. 02 L età adulta 28

01 L adolescenza 2. 02 L età adulta 28 VI Sommario Parte prima Da bambina a donna La storia dei piccoli e grandi cambiamenti che avvengono nel passaggio dall infanzia all adolescenza per arrivare alla maturità. La prima parte del volume si

Dettagli

INDICE. Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile

INDICE. Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile Autori Presentazione XI XIV PARTE PRIMA Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile capitolo 1 QUADRO TEORICO CONCETTUALE DELL INFERMIERISTICA 3 Danilo Cenerelli La disciplina

Dettagli

La Diagnosi Prenatale

La Diagnosi Prenatale Cos è? Di cosa ci occupa Cosa consente La Diagnosi Prenatale Tecniche di screening Tecniche dirette: indicazioni Villocentesi: cos è Villocentesi: come si esegue? Amniocentesi: cos è? Amniocentesi: come

Dettagli

Unità funzionale Attività Consultoriali

Unità funzionale Attività Consultoriali Asl8_Carta accoglienza consultorio:layout 1 07/05/14 20:30 Pagina 1 Unità funzionale Attività Consultoriali Zona Distretto Valdarno Responsabile Edi Bonci Carta dei servizi Asl8_Carta accoglienza consultorio:layout

Dettagli

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO REGIONE VENETO OSSERVATORIO REGIONALE PER LA PATOLOGIA IN ETÀ PEDIATRICA CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO Regione Istituto/Azienda Ospedaliera Azienda USL Comune di evento Sezione Generale COGNOME della

Dettagli

Proseguono, si rinnovano e si arricchiscono nel corso del 2012 le proposte dei Consultori Familiari dell ASL nell ambito del Percorso Nascita.

Proseguono, si rinnovano e si arricchiscono nel corso del 2012 le proposte dei Consultori Familiari dell ASL nell ambito del Percorso Nascita. PERCORSO NASCITA Proseguono, si rinnovano e si arricchiscono nel corso del 2012 le proposte dei Consultori Familiari dell ASL nell ambito del Percorso Nascita. L attenzione a questa importante fase del

Dettagli

PARTORIRE SENZA DOLORE IN MODO NATURALE

PARTORIRE SENZA DOLORE IN MODO NATURALE Casa di Cura Città di Roma via Maidalchini, 20 00152 Roma Servizio di Anestesia e Rianimazione dipartimento.anestesia@gruppogarofalo.com tel: 06.58471/204 PARTORIRE SENZA DOLORE IN MODO NATURALE Il Punto

Dettagli

PAROLE CHE CURANO. SEMPRE. Le applicazioni. Sciogliere i nodi nel Dipartimento Materno Infantile In Ostetricia. Ost.

PAROLE CHE CURANO. SEMPRE. Le applicazioni. Sciogliere i nodi nel Dipartimento Materno Infantile In Ostetricia. Ost. PAROLE CHE CURANO. SEMPRE. Le applicazioni Sciogliere i nodi nel Dipartimento Materno Infantile In Ostetricia Ost. Ferrero Federica Cuneo 18-19 ottobre 2012 QUALI I BISOGNI PSICOLOGICI IN OSTETRICIA QUALI

Dettagli

BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE

BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE Il Bilancio di Salute è il risultato dell incontro tra la donna e il professionista che segue la sua gravidanza. Durante tale incontro la donna fornisce tutte le informazioni sulla sua

Dettagli

GINECOLOGIA. Guida al DAY SURGERY

GINECOLOGIA. Guida al DAY SURGERY GINECOLOGIA Guida al DAY SURGERY Gentile utente, questa guida contiene le informazioni utili per accedere al Day Surgery. Le indicazioni che troverà nella guida la faciliteranno nel percorso pre e post

Dettagli

1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza.

1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza. 1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza. 2) Docente, dal 1995, della Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia. - Diagnosi

Dettagli

Lodi 17 maggio 2013 Gli aspetti relativi alla consulenza prenatale

Lodi 17 maggio 2013 Gli aspetti relativi alla consulenza prenatale Lodi 17 maggio 2013 Gli aspetti relativi alla consulenza prenatale Faustina Lalatta Medico genetista Responsabile UOD Genetica Medica Dipartimento area salute della donna, del bambino e del neonato Direttore

Dettagli

Carta dei Servizi di Ostetricia e Ginecologia

Carta dei Servizi di Ostetricia e Ginecologia Dipartimento Donna Bambino - Carta dei servizi Ostetricia e Ginecologia Dipartimento Donna Bambino Dipartimento Donna Bambino - Carta dei servizi Ostetricia e Ginecologia Carta dei Servizi di Ostetricia

Dettagli

exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t

exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 4 MEDIO FRIULI SISTEMA DI GRADUAZIONE DELLE POSIZIONI DELLA DIRIGENZA MEDICO-VETERINARIA Quadro organizzativo gestionale Tab. A 1/5

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE

DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE SERVIZIO DI ECOGRAFIA E DIAGNOSI PRENATALE DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE 1 CROMOSOMI Cosa sono i cromosomi? I cromosomi si trovano nel nucleo della cellula, sono costituiti da proteine

Dettagli

Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè

Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) il parto naturale è quello che inizia spontaneamente e che si mantiene tale, senza segni di disfunzione,

Dettagli

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma La Regione Lazio e la ASL Roma XY La invitano a partecipare ad un programma di prevenzione del tumore del collo dell utero rivolto alle donne di età compresa fra i 25 e 64 anni. Il programma ha lo scopo

Dettagli

prestazione Tale refertazione deve avvalersi di un linguaggio descrittivo conforme agli standard stabiliti ad oggi dalle Società Scientifiche

prestazione Tale refertazione deve avvalersi di un linguaggio descrittivo conforme agli standard stabiliti ad oggi dalle Società Scientifiche L Interpretazione del Reperto Ecografico Ostetrico Ost. Dr.ssa Il referto ecografico costituisce, in quanto comunicazione dei dati rilevati dall ecografia, l espressione finale dell atto ecografico, rivolto

Dettagli

CONSULTORIO. Area Vasta Centro

CONSULTORIO. Area Vasta Centro CONSULTORIO Area: Consultorio Servizio: Percorso nascita della gravidanza fisiologica Obiettivo: Verificare se il percorso nascita è seguito correttamente dalla struttura pubblica Utente: Donne in stato

Dettagli

PERCORSI SPECIFICI ATTUATI NEI CONSULTORI A TORINO E IN PIEMONTE. Giulia Mortara SC Consultori Familiari e Pediatria di Comunità ASLTO2

PERCORSI SPECIFICI ATTUATI NEI CONSULTORI A TORINO E IN PIEMONTE. Giulia Mortara SC Consultori Familiari e Pediatria di Comunità ASLTO2 PERCORSI SPECIFICI ATTUATI NEI CONSULTORI A TORINO E IN PIEMONTE Giulia Mortara SC Consultori Familiari e Pediatria di Comunità ASLTO2 I consultori familiari: 1975-2014 Dip. Materno Infantile SSN Legge

Dettagli

La diagnosi prenatale presso l'ospedale Val d'elsa

La diagnosi prenatale presso l'ospedale Val d'elsa AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE U.O.C. Genetica Medica AZIENDA USL 7 DI SIENA U.O. Ginecologia e Ostetricia Val d'elsa La diagnosi prenatale presso l'ospedale Val d'elsa Cristina Ferretti Indicazioni

Dettagli

Sezione Ticino. Gravidanza

Sezione Ticino. Gravidanza Sezione Ticino Gravidanza Una gravidanza normale dura circa 40 settimane ovvero 280 giorni dal primo giorno dell ultima mestruazione. Si considera a termine un bambino nato tra 37+0 e 41+6 e viene considerato

Dettagli

L ecografia ostetrica é la tecnica più usata nello studio del benessere fetale e nel 2004, a livello nazionale, sono state effettuate in media

L ecografia ostetrica é la tecnica più usata nello studio del benessere fetale e nel 2004, a livello nazionale, sono state effettuate in media Fonte: Analisi del evento nascita. Ministero dela Salute. Dipartimento dela Qualità. Direzione Generale Sistema Informativo. Ufficio di Direzione Statistica. GENNAIO 2007 Indagini diagnostiche in gravidanza

Dettagli

Unità Operativa Complessa OSTETRICIA. Numeri di telefono per prenotare visite ed esami

Unità Operativa Complessa OSTETRICIA. Numeri di telefono per prenotare visite ed esami Unità Operativa Complessa OSTETRICIA Numeri di telefono per prenotare visite ed esami Attività sanitaria Descrizione Le dimensioni, la complessità organizzativa e la presenza di una forte componente universitaria

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

OSPEDALE EVANGELICO INTERNAZIONALE SCREENING ECOGRAFICO DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE DEL PRIMO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA

OSPEDALE EVANGELICO INTERNAZIONALE SCREENING ECOGRAFICO DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE DEL PRIMO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA OSPEDALE EVANGELICO INTERNAZIONALE ENTE ECCLESIASTICO CIVILMENTE RICONOSCIUTO 16122 GENOVA Corso Solferino, 1A Tel 010/55221 Sede Legale: Salita Sup. S. Rocchino, 31/A STRUTTURA COMPLESSA DI OSTETRICIA

Dettagli

PROGETTO PERCORSO NASCITA - ASL 5 SPEZZINO

PROGETTO PERCORSO NASCITA - ASL 5 SPEZZINO PROGETTO PERCORSO NASCITA - ASL 5 SPEZZINO INTRODUZIONE: La nascita è un evento biologico, sociale ed affettivo che abbraccia l esperienza umana e che non può essere disgiunto dai momenti della gestazione

Dettagli

ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti

ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI GHIRETTI GIORGIA ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti Sesso Femminile Data

Dettagli

OSTETRICIA E GINECOLOGIA

OSTETRICIA E GINECOLOGIA Regione Marche Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord OSTETRICIA E GINECOLOGIA Ubicazione OSPEDALE S. CROCE PADIGLIONE C - PRIMO PIANO Direttore Dott. CLAUDIO CICOLI Equipe Dott.ssa CARLETTI

Dettagli

FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE

FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE Informazioni personali Nome / Cognome Agnese Catallo Domicilio Via Nazario Sauro, 1- Cisterna di Latina - 04012 - LT- Residenza Via Nazario

Dettagli

AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA

AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA Dr.ssa Rosa Nunzella Dirigente Medico U.O.C. Ginecologia e Ostetricia P.O. Giovanni Paolo II - Policoro Dr.ssa Antonella Dragonetti Dirigente Medico

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale. Guida per i genitori

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale. Guida per i genitori AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale Guida per i genitori introduzione L a nascita di un bambino è vissuta come un evento meraviglioso e felice, anche

Dettagli

A.ULSS di Padova Struttura A.P. Immigrazione /Area Materno Infantile Responsabile dott.ssa Mariagrazia D Aquino. Home Visiting

A.ULSS di Padova Struttura A.P. Immigrazione /Area Materno Infantile Responsabile dott.ssa Mariagrazia D Aquino. Home Visiting A.ULSS di Padova Struttura A.P. Immigrazione /Area Materno Infantile Responsabile dott.ssa Mariagrazia D Aquino Home Visiting uno strumento di promozione della salute e di contrasto precoce delle disuguaglianze

Dettagli

Unità Operativa di Ostetricia

Unità Operativa di Ostetricia Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Maternità, Infanzia, Età Evolutiva Unità Operativa di Ostetricia Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Maternità, Infanzia, Età Evolutiva

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE

DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE PROF. GIOVANNI NERI Istituto di Genetica Medica, Università Cattolica del S. Cuore, Roma DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE La diagnosi prenatale di malattie genetiche rare è pratica

Dettagli

Consultorio Familiare Luisa Riva

Consultorio Familiare Luisa Riva Consultorio Familiare Luisa Riva Privato Accreditato Autorizzazione ASL Milano con delibera n 92 del 31 Gennaio 2012 Accreditamento Reg. Lombardia con delibera 3286 del 18 Aprile 2012 C.F. 01401200157

Dettagli