Analisi dei prodotti turistici locali, anche connessi alle produzioni ed al made in italy

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Analisi dei prodotti turistici locali, anche connessi alle produzioni ed al made in italy"

Transcript

1 Analisi dei prodotti turistici locali, anche connessi alle produzioni ed al made in italy Dicembre 2011 A cura di

2 Sommario Premessa... 3 Le vocazioni di prodotto sui territori: un quadro di sintesi L offerta ricettiva nella regione Marche Le risorse turistiche del territorio: la mappatura dell offerta Il turismo culturale Il turismo religioso Il turismo enogastronomico Il turismo delle produzioni tipiche ed artigianali Il turismo verde Il turismo sportivo Il turismo termale La notorietà dell immagine delle Marche Gli operatori turistici Allegato Nota metodologica Pagina 2 di 82

3 Premessa Questa mappatura ha come obiettivo un analisi territoriale dettagliata che prende in esame, in una duplice ottica, sia il sistema ricettivo, e la sua effettiva disponibilità di posti letto, sia la presenza di risorse turistiche tout court finalizzata ad individuare uno scenario di riferimento per l area considerata per la possibile costruzione, sviluppo o valorizzazione di prodotti turistici locali connessi alle produzioni e al made in Italy, verificandone la fruibilità da parte della domanda. Pertanto, oltre ad una analisi orientata allo studio delle possibilità di prodotto, utilizzando quali variabili di aggregazione indicatori sintetici sulle possibilità di realizzazione dei singoli prodotti turistici, si è voluto approfondire il tema delle specializzazioni. Un analisi condotta attraverso una precisa mappatura delle principali specializzazioni del territorio marchigiano, rispetto ad un offerta su più livelli di prodotto, dal culturale al religioso, dall enogastronomico a quello legato alle produzioni tipiche ed artigianali, dal turismo verde a quello sportivo, fino al turismo termale. Si giunge, attraverso più step di analisi, ad una conoscenza capillare del territorio che permette di definire dettagliatamente le vocazioni di prodotto dei comuni del territorio interessati. Pagina 3 di 82

4 Le vocazioni di prodotto sui territori: un quadro di sintesi Lo sviluppo e la valorizzazione dei prodotti turistici di un territorio passa, inevitabilmente, attraverso la consapevolezza delle risorse presenti in ciascuna area per delineare una geografia tematica e intraprendere azioni mirate all ottimizzazione delle rispettive specificità e delle potenzialità. La mappatura dell offerta complessiva del territorio rappresenta, in questa ottica, uno strumento importante che permette di individuare, mediante l uso di indicatori specifici, le aree maggiormente interessate per concentrazione di attrattori in relazione al sistema di ospitalità e all effettiva capacità ricettiva considerata anche l estensione territoriale. Il posizionamento delle Marche rispetto alle specializzazioni di prodotto, dal turismo culturale a quello enogastronomico, da quello religioso a quello termale, fa emergere, in linea generale, alcune destinazioni caratterizzate da un patrimonio più ampio di risorse. Considerando la vocazione culturale, rispetto alla presenza di musei, monumenti, aree archeologiche e altri elementi che ne arricchiscono il valore si distinguono alcuni comuni della provincia di Macerata, tra cui in primis il patrimonio storico artistico del suo capoluogo, il fascino dei borghi più belli d Italia di Matelica, Cingoli, e San Ginesio, quest ultimo bandiera arancione insieme a Camerino, il valore culturale, artistico oltre che letterario di Recanati, e l offerta culturale e trasversale di Urbisaglia. Subito dopo Macerata per concentrazione di posti letto (905 per 100 kmq) si distinguono Recanati (870 per 100 kmq) e Camerino (850 per 100 kmq) che superano, però, il capoluogo per capacità ricettiva totale contando rispettivamente 894 e posti letto. Estesa a diverse aree delle Marche, la vocazione culturale oltre che turistica è intensa nei comuni di Fano, Pesaro e Urbino, il cui centro storico, inserito nella lista di siti Unesco, rappresenta nel mondo un patrimonio unico e di valore universale. A distinguersi è anche la ricchezza culturale dei comuni di Ascoli Piceno, Ripatransone (provincia di Ascoli Piceno) i comuni di Fermo e Monterubbiano (provincia di Fermo) ed i comuni di Ancona, Fabriano, Jesi, Corinaldo (provincia di Ancona). Il turismo religioso nella Marche trova la sua massima espressione nei pellegrinaggi verso il santuario di Loreto, un comune che lega alla notorietà dei suoi luoghi religiosi una domanda turistica proveniente da ogni parte del mondo. La sua offerta di eccellenza è coerente con un sistema di ospitalità fortemente Pagina 4 di 82

5 legato all uso di strutture per il turismo religioso e da una elevata capacità ricettiva rapportata all estensione del comune ( posti letto per 100 kmq). La presenza di santuari unita ad un offerta ricettiva orientata a questo target di turista fa emergere altre destinazioni di interesse sul territorio marchigiano, tra cui San Severino Marche, Tolentino, Camerino, Macerata, Matelica e Treia (prov. Macerata), Montecopiolo, Piobbico, Sant'Angelo in Vado, Sassocorvaro e Fano (prov. Pesaro e Urbino), Ancona, Fabriano, Genga, Sassoferrato e Senigallia (prov. Ancona), Ascoli Piceno, Ripatransone, Grottamare, Montemonaco, Offida e San Benedetto del Tronto (prov. Ascoli Piceno). Oltre al turismo culturale e religioso che spesso si intrecciano per interessi e contenuti, è possibile individuare alcune peculiarità legate al turismo enogastronomico. Un offerta enogastronomica di livello è quella che vede sul territorio la combinazione di produzioni locali che rappresentano le tipicità, le tradizioni e l identità di un luogo e la possibilità di avere, sul panorama della ristorazione, dei riferimenti di qualità come, ad esempio, i ristoranti selezionati dalla guida Michelin. Questo connubio è particolarmente evidente in alcune località marchigiane dove ad una presenza diffusa di produzioni locali, in primis l olio ed il vino, si affianca anche un certo numero di ristoranti del circuito Michelin, come nei comuni di Ancona e Grottammare (prov. di Ascoli Piceno) che contano, rispettivamente, 6 e 4 locali con il marchio. Altri comuni caratterizzati da un alta concentrazione di ristoranti Michelin (3 in media), sono Senigallia e Numana (prov. di Ancona), Pesaro e Urbino (prov. di Pesaro e Urbino) e Porto Sant Elpidio (prov. di Fermo). In termini di capacità ricettiva dopo Senigallia ( posti letto) emergono Pesaro (9.331 posti letto) e Numana (9.021 posti letto che si distingue per l alta concentrazione pari a posti letto per 100 kmq). La riviera adriatica rappresenta la principale destinazione, a livello regionale, per ciò che concerne il turismo termale, quello legato alla ricerca di servizi dedicati al benessere e alla cura di sé. Spiccano, a tal proposito, tre località che offrono diversi servizi dedicati al wellness, Gabicce mare, Fano e Pesaro che oltre ad un alta concentrazione di posti letto (sul totale della provincia di Pesaro e Urbino) sono anche caratterizzati da un ampia offerta di strutture ricettive con aree riservate al benessere. Altri centri di interesse termale sono Numana, Senigallia, Urbino, Grottammare accanto a Monte Grimano Terme, Ancona, Genga, Sarnano, Tolentino, Acquasanta Terme e Fermo caratterizzati questi ultimi dalla presenza di uno stabilimento termale. Pagina 5 di 82

6 Grazie al monitoraggio dell offerta tout court del territorio, delineata attraverso una pluralità di indicatori, si è giunti ad una valutazione complessiva che prende in considerazione tutte le voci analizzate per ogni prodotto, sintetizzato nel cosiddetto indicatore di turisticità : dal quadro emergono, naturalmente, i centri con un offerta turistica importante, primi fra tutti i comuni di Fano, Pesaro e Urbino, ma anche Ancona accanto al richiamo di Loreto, ed infine la città di Fermo. Pagina 6 di 82

7 1. L offerta ricettiva nella regione Marche L analisi dell offerta ricettiva presente nelle Marche consiste nel definire un quadro generale della dotazione strutturale del sistema dell ospitalità locale considerandone anche gli sviluppi degli ultimi anni, ai fini di contestualizzare l indagine sui prodotti turistici locali anche rispetto alla capacità ricettiva del territorio. Il sistema ricettivo marchigiano è composto, complessivamente, da strutture (per il 74% imprese extralberghiere e per il 26% imprese alberghiere) con una capacità ricettiva totale in grado di offrire posti letto (il 65,5% negli esercizi complementari ed il 34,5% presso il comparto alberghiero). La distribuzione dell offerta ricettiva sul territorio permette di evidenziare, in primis, la provincia di Pesaro e Urbino che concentra il 27,1% degli esercizi ricettivi ed il 23,3% di posti letto e la provincia di Ancona con il 22,5% di strutture e di posti letto. Durante il periodo il sistema dell ospitalità regionale si contraddistingue per un trend di crescita in termini di offerta ricettiva registrando nel 2010 un aumento complessivo del +29% nel numero di esercizi ricettivi. Questo incremento è riconducibile alla sostanziale crescita del comparto extralberghiero che vede raddoppiare nell arco di 5 anni il numero delle strutture ricettive, passando da esercizi nel 2005 a nel 2010 (+46,4%). Tali dinamiche risultano ancora più evidenti in alcune province, dove la crescita delle imprese complementari supera la media provinciale, come nel caso della provincia di Ascoli Piceno (+80,9%) o di Ancona (+61,1%). Tuttavia questo scenario non va ad incidere sull effettiva capacità ricettiva considerando che, a fronte di cambiamenti all interno delle tipologie ricettive, il comparto extralberghiero subisce un calo del -23,2% nel numero di posti letto disponibili (da nel 2005 a nel 2010). È necessario, però, entrare nel dettaglio delle tipologie ricettive, laddove questa contrazione deriva esclusivamente dagli alloggi in affitto che riducono dell -85,9% il numero di posti letto, mentre tra le altre imprese extralberghiere si registra, viceversa, una crescita della capacità ricettiva: +154% nei b&b (11.109), +67,2% negli alloggi agroturistici (14.903), +48,5% nei rifugi alpini (389), +46,7% negli ostelli per Pagina 7 di 82

8 la gioventù (2.879) e +34,5% nei campeggi e villaggi turistici che si confermano il principale bacino ricettivo con oltre 80 mila posti letto in grado di coprire il 63,8% della ricettiva totale dell intera regione. In merito alla ricettività ufficiale alberghiera, nelle Marche si contano 932 strutture alberghiere (-3,6% dal 2005) con una capacità ricettiva pari a posti letto che cresce dell +8,9% nel periodo considerato. Oltre la metà delle strutture alberghiere sono di categoria 3 stelle con circa 38 mila posti letto, seguiti subito dopo in termini di capacità ricettiva dai 4 stelle con quasi 13 mila posti letto, più diffusi nelle province di Ancona e Pesaro Urbino. Il comparto extralberghiero conta, invece, esercizi ricettivi che si traducono in un totale di posti letti. Nel 2010, a fronte di un forte ampliamento negli ultimi anni, circa il 40% delle strutture complementari è composto da b&b (1.042 esercizi) mentre il 36,7% sono alloggi agro turistici (975 strutture). Da un punto di vista della capacità ricettiva sono i campeggi e i villaggi turistici (5,3% di strutture sul totale, più diffusi nella provincia di Ancona) a rappresentare il bacino ricettivo più consistente come disponibilità di posti letto. A livello territoriale, ad accogliere la maggior parte delle strutture ricettive presenti nella regione sono le località della costa dove si registrano complessivamente esercizi ricettivi (31,7% sul totale regionale) e posti letto (54,1%), seguite dalle città d arte che concentrano strutture (29,2%) e posti letto (17,9%). Pagina 8 di 82

9 Strutture ricettive nelle province della Regione Marche Confronto Variazione % Alberghiero Extralberghiero Totale Alberghiero Extralberghiero Totale Alberghiero Extralberghiero Totale Pesaro e Urbino ,1 31,8 14,7 Ancona ,3 61,1 36,4 Macerata ,5 49,4 35,6 Ascoli Piceno ,1 80,9 49,5 Fermo ,7 14,0 11,8 Totale Marche ,6 46,4 29,0 Fonte:Istat nelle province della Regione Marche Confronto Variazione % Alberghiero Extralberghiero Totale Alberghiero Extralberghiero Totale Alberghiero Extralberghiero Totale Pesaro e Urbino ,5-51,3-33,2 Ancona ,7-21,0-11,9 Macerata ,9-37,1-32,3 Ascoli Piceno ,4 57,6 39,1 Fermo ,1-4,5-2,0 Totale Marche ,9-23,2-14,5 Fonte:Istat Pagina 9 di 82

10 Strutture ricettive e posti letto nelle province delle Marche per tipologia ricettiva (%) Anno 2010 Strutture ricettive Alberghiero Extralberghiero Totale Alberghiero Extralberghiero Totale Pesaro e Urbino 31,9 68,1 100,0 50,4 49,6 100,0 Ancona 28,7 71,3 100,0 39,8 60,2 100,0 Macerata 16,5 83,5 100,0 22,3 77,7 100,0 Ascoli Piceno 29,8 70,2 100,0 44,7 55,3 100,0 Fermo 16,3 83,7 100,0 9,7 90,3 100,0 Totale Marche 26,0 74,0 100,0 34,5 65,5 100,0 Fonte:Istat Pagina 10 di 82

11 Esercizi ricettivi nella regione Marche Anno 2010 Pesaro e Urbino Ancona Macerata Ascoli Piceno Fermo Totale Marche 5 stelle stelle stelle stelle stella Residenze Turistico Alberghiere Totale Alberghi Campeggi e Villaggi turistici Alloggi in affitto Alloggi agro-turistici e Country-Houses Ostelli per la Gioventù Case per ferie Rifugi alpini Altri esercizi ricettivi Bed & Breakfast Totale esercizi complementari Totale Fonte:Istat nella regione Marche Anno 2010 Pesaro e Urbino Ancona Macerata Ascoli Piceno Fermo Totale Marche 5 stelle stelle stelle stelle stella Residenze Turistico Alberghiere Totale Alberghi Campeggi e Villaggi turistici Alloggi in affitto Alloggi agro-turistici e Country-Houses Ostelli per la Gioventù Case per ferie Rifugi alpini Altri esercizi ricettivi Bed & Breakfast Totale esercizi complementari Totale Fonte:Istat Pagina 11 di 82

12 Strutture alberghiere nella regione Marche: esercizi (%) Anno 2010 Pesaro e Urbino Ancona Macerata Ascoli Piceno Fermo Totale Marche N % N % N % N % N % N % 5 stelle 1 0,3 0 0,0 0 0,0 0 0,0 0 0,0 1 0,1 4 stelle 29 9, , , ,0 9 15, ,7 3 stelle , , , , , ,1 2 stelle 73 23, , , ,1 9 15, ,8 1 stella 31 10,0 18 7, ,6 14 6,7 9 15,3 85 9,1 Residenze Turistico Alberghiere 12 3,9 6 2,6 3 2, ,5 5 8,5 48 5,2 Totale Alberghi , , , , , ,0 Fonte:Istat Pagina 12 di 82

13 Strutture alberghiere nella regione Marche :posti letto (%) Pesaro e Urbino Ancona Macerata Ascoli Piceno Fermo Totale Marche 5 stelle 72 0,3 0 0,0 0 0, ,1 4 stelle , , , , , ,4 3 stelle , , , , , ,8 2 stelle , , , , , ,1 1 stella , , , , , ,1 Residenze Turistico Alberghiere 630 2, , , , , ,5 Totale Alberghi , , , , , ,0 Fonte:Istat Strutture extralberghiere nella regione Marche:esercizi (%) Anno 2010 Pesaro e Urbino Ancona Macerata Ascoli Piceno Fermo Totale Marche N % N % N % N % N % N % Campeggi e Villaggi turistici 30 4,5 45 7,8 30 4,8 11 2,2 26 8, ,3 Alloggi in affitto 87 13, , , , , ,0 Alloggi agro-turistici e Country-Houses , , , , , ,7 Ostelli per la Gioventù 8 1,2 10 1,7 8 1,3 6 1,2 0 0,0 32 1,2 Case per ferie 15 2,3 21 3,7 17 2,7 16 3,3 5 1,7 74 2,8 Rifugi alpini 3 0,5 0 0,0 5 0,8 6 1,2 0 0,0 14 0,5 Altri esercizi ricettivi 2 0,3 0 0,0 1 0,2 0 0,0 0 0,0 3 0,1 Bed & Breakfast , , , , , ,2 Totale esercizi complementari , , , , , ,0 Fonte:Istat Pagina 13 di 82

14 Strutture extralberghiere nella regione Marche:posti letto(%) Anno 2010 Pesaro e Urbino Ancona Macerata Ascoli Piceno Fermo Totale Marche N % N % N % N % N % N % Campeggi e Villaggi turistici , , , , , ,8 Alloggi in affitto , , , , , ,7 Alloggi agro-turistici e Country- Houses , , , , , ,8 Ostelli per la Gioventù 268 1, , , ,3 0 0, ,3 Case per ferie , , , , , ,2 Rifugi alpini 112 0,5 0 0, , ,8 0 0, ,3 Altri esercizi ricettivi 110 0,5 0 0,0 35 0,2 0 0,0 0 0, ,1 Bed & Breakfast , , , , , ,8 Totale esercizi complementari , , , , , ,0 Fonte:Istat Esercizi e posti letto nella regione Marche per prodotto Anno 2010 Esercizi N % N % Citta d'arte , ,9 Localita collinari 175 4, ,2 Localita marine , ,1 Localita montane 343 9, ,9 Localita religiose 36 1, ,3 Localita termali 130 3, ,2 Altre località , ,4 Totale , ,0 Fonte:Istat Pagina 14 di 82

15 2. Le risorse turistiche del territorio: la mappatura dell offerta Questo step dell indagine è finalizzata alla messa in evidenza delle principali risorse del territorio che in chiave turistica rappresentano degli asset importanti della offerta locale: un analisi condotta attraverso una precisa mappatura delle principali specializzazioni dell area, rispetto ad un offerta su più livelli di prodotto, dal culturale al religioso, dall enogastronomico a quello legato alle produzioni tipiche ed artigianali, dal turismo verde a quello sportivo, fino al turismo termale. Questo studio viene ad integrarsi, infine, con il monitoraggio del sistema dell intermediazione locale rappresentato dalle imprese di incoming e outgoing (agenzie di viaggio e tour operator). Un analisi di tipo quantitativo che permette di individuare, dunque, i comuni interessati da una maggiore presenza di risorse, in rapporto anche all effettiva capacità ricettiva dell area. 2.1 Il turismo culturale Se da un lato l accezione di turismo culturale si arricchisce di nuovi significati che vedono negli ultimi anni, da parte della domanda, lo sviluppo di forme dinamiche di consumo della cultura, nel nostro territorio la fruizione dei beni culturali continua ad essere fortemente legata alle tradizioni, quelle di un patrimonio a cielo aperto, fatto di monumenti, aree archeologiche e quello raccolto e custodito all interno dei musei. Questo focus di prodotto mette in luce, inoltre, il profilo più ampio dell offerta culturale del territorio grazie alla valutazione di una serie di indicatori che concorrono a definirne il richiamo culturale: dai personaggi storici di riferimento per l area alla presenza di un patrimonio Unesco, dal marchio delle bandiere arancioni all appartenenza ai Borghi più belli d Italia. La ricchezza delle risorse storico artistiche attraversa trasversalmente tutto lo stivale, portando alla luce le testimonianze di periodi storici diversi. Monumenti. Nel territorio marchigiano il 23,8% dei monumenti sono legati al periodo del Basso Medioevo, in particolare nelle province di Ancona (35,1%), Fermo (30,3%), Macerata (25,5%), Ascoli Piceno (30,3%), seguito dal Rinascimento (17,6%) che risulta l età più rappresentativa dei monumenti della provincia di Pesaro e Urbino (29,7%). Pagina 15 di 82

16 Terzo stile più importante per l area è il Barocco con il 12,2% dei monumenti, diffuso soprattutto nella provincia di Ancona (16,2%). Siti archeologici. Per quanto riguarda la presenza di siti archeologici nel territorio marchigiano è possibile individuare nell epoca romana il periodo storico più rappresentativo tra le testimonianze del passato. Oltre la metà delle aree archeologiche presenti nella regione, infatti, appartengono a questo periodo storico (55,2%), in modo ancora più marcato per le province di Macerata (83,3%) ed Ancona (75%). Nello specifico, tra i comuni interessati per presenza di aree archeologiche risalenti all età romana è possibile distinguere alcune località che presentano un offerta ricettiva in termini di posti letto più ampia: per la provincia di Macerata emerge il comune di Porto Recanati con una disponibilità di oltre 8 mila posti letto (il 30,2% sul totale della provincia) e Civitanova Marche (1.477 posti letto), per la provincia di Ancona si distingue il comune di Ancona (3.218 posti letto) e Sirolo (2.286 posti letto). I musei. Come depositari del passato, i musei rappresentano uno spazio importante in qualità di luoghi della cultura, espressione di tradizioni immateriali, dove fruire di opere di interesse storico artistico. I musei nella Marche accolgono nelle loro sale testimonianze di più età e stili che convivono in uno stesso spazio e raccontano più percorsi storici (18,9% dei musei). Oltre a testimonianze di epoche diverse, nella regione sono presenti musei che custodiscono opere di periodi storici precisi, come l epoca Romana (12,6% dei musei), in primis nella provincia di Fermo con un sistema ricettivo fortemente legato al suo capoluogo ( posti letto, 34,9% sul totale della provincia), o rinascimentale (11,7%) che costituiscono, in linea generale, gli stili più rappresentativi per i musei del territorio. Personaggi storici. È possibile individuare alcuni personaggi storici che, originari di questa regione, possono essere considerati un riferimento importante per il territorio. La provincia di Pesaro e Urbino ha dato in natali ad esponenti di eccellenza dell arte (Raffaello Sanzio e Donato Bramante) e della musica (Gioacchino Rossini e Renata Tebaldi), mentre la provincia di Ancona è legata a nomi importanti come Gaspare Spontini e Giovan Battista Pergolesi per la musica, a Gentile da Fabriano per l arte, a Federico II di Svevia per la storia e Maria Montessori per la pedagogia. La provincia di Macerata è la terra natale di Pagina 16 di 82

17 due massimi esponenti della letteratura, di epoche diverse, come Giacomo Leopardi e Ugo Betti ma anche di personalità politiche (Enrico Mattei) o religiose (Matteo Ricci). Se la provincia di Ascoli Piceno è legata alla nascita dell artista Uno Gera, nella provincia di Fermo sono nati personaggi di spicco della storia (Gian Galeazzo Sforza) e dell arte (Vincenzo Pagani). Siti Unesco. La presenza di siti Unesco può rappresentare un ulteriore indicatore del valore aggiunto dell offerta del patrimonio culturale del territorio, in termini di riconoscimento, ad oggi conferito ad un totale di 890 siti (689 di carattere culturale) che rappresentano nel mondo un patrimonio di valore universale. Nelle Marche si distingue, in riferimento a ciò, il centro storico di Urbino che, a partire dal 1998, viene inserito all interno della lista di siti Unesco. Bandiere arancioni. Quello delle bandiere arancioni è un riconoscimento assegnato alle località che rispondono ad una serie di criteri tra cui la valorizzazione del patrimonio culturale, la tutela dell'ambiente, la cultura dell'ospitalità, l accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, la ristorazione e i prodotti tipici. Nella regione Marche questo marchio di qualità turistico ambientale viene assegnato complessivamente a 17 comuni e nello specifico: 7 comuni della provincia di Macerata (Camerino, Montecassiano, Montelupone, Pievebovigliana, San Ginesio, Sarnano, Urbisaglia), 4 comuni della provincia di Ancona (Corinaldo, Genga, Ostra, Staffolo), 3 comuni della provincia di Pesaro e Urbino (Gradara, Mercatello sul Metauro, Mondavio), 2 comuni della provincia di Ascoli Piceno (Acquaviva Picena e Ripatransone) ed, infine, un comune della provincia di Fermo (Monterubbiano). Borghi più belli d Italia. All interno di questo circuito che comprende i centri italiani di maggiore interesse storico artistico si contano 18 comuni delle Marche, tra cui 10 comuni della provincia di Macerata (Sarnano, Cingoli, San Ginesio, Treia, Montecassiano, Matelica, Visso, Montelupone, Esenatoglia, Montecosaro), 3 comuni della provincia di Ascoli Piceno (Grottamare, Montefiore dell Aso, Offida), 2 comuni della provincia di Ancona (Corinaldo, Offagna), 2 comuni della provincia di Pesaro e Urbino (Gradara e Colbordolo) ed un comune della provincia di Fermo (Moresco). Pagina 17 di 82

18 Principali stili/periodi dei monumenti presenti nella regione Marche per provincia (%) Pesaro Urbino Ancona Macerata Ascoli Piceno Fermo Totale Basso Medioevo 6,8 35,1 25,5 25,0 30,3 23,8 Rinascimento 29,7 10,8 11,8 19,4 21,2 17,6 Barocco 12,2 16,2 8,8 11,1 15,2 12,2 Medioevo 9,5 12,2 7,8 16,7 6,1 10,0 Romanico 6,8 2,7 19,6 8,3 6,1 10,0 Neoclassicismo 6,8 8,1 11,8 5,6 12,1 9,1 Gotico 9,5 6,8 3,9 2,8 9,1 6,3 Arte Romana 12,2 5,4 4,9 2,8 0,0 6, ,0 2,7 2,0 5,6 0,0 1,9 Alto Medioevo 5,4 0,0 1,0 0,0 0,0 1,6 Manierismo 0,0 0,0 2,9 2,8 0,0 1,3 Altro 1,4 0,0 0,0 0,0 0,0 0,3 Totale 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 Fonte:elaborazioni Isnart su dati vari Principali stili/periodi dei monumenti presenti nella regione Marche per provincia (%) Pesaro Urbino Rinascimento Arte Romana-Barocco Gotico Ancona Basso Medioevo Barocco Medioevo Macerata Basso Medioevo Romanico Rinascimento -Neoclassicicmo Ascoli Piceno Basso Medioevo Rinascimento Medioevo Fermo Basso Medioevo Rinascimento Barocco Totale Basso Medioevo Rinascimento Barocco Fonte:elaborazioni Isnart su dati vari Pagina 18 di 82

19 Comuni in cui sono presenti monumenti di periodo/stile basso-medioevale Fonte:elaborazioni Isnart su dati vari Pagina 19 di 82

20 Comuni con presenza di monumenti di periodo/stile basso-medioevale e offerta ricettiva Province Comuni Totale posti % letti su totale alberghiero extralberghiero letto provincia Pesaro e Urbino Urbino ,4 Pesaro e Urbino Carpegna ,8 Pesaro e Urbino Urbania ,2 Pesaro e Urbino Sant'Angelo in Vado ,5 Pesaro e Urbino Fossombrone ,4 Fermo Fermo ,9 Fermo Porto San Giorgio ,9 Fermo Sant'Elpidio a Mare ,5 Fermo Monterubbiano ,5 Fermo Montegiorgio ,4 Fermo Servigliano ,1 Fermo Moresco ,0 Fermo Massa Fermana ,0 Ancona Senigallia ,5 Ancona Ancona ,4 Ancona Sirolo ,3 Ancona Fabriano ,8 Ancona Falconara Marittima ,8 Ancona Arcevia ,6 Ancona Jesi ,4 Ancona Sassoferrato ,9 Ancona Corinaldo ,8 Ancona Ostra ,6 Ancona Serra de' Conti ,1 Ancona Ostra Vetere ,1 Ancona Chiaravalle ,0 Macerata Porto Recanati ,2 Macerata Potenza Picena ,8 Macerata Ussita ,4 Macerata Sarnano ,2 Macerata Civitanova Marche ,0 Macerata Camerino ,8 Macerata Recanati ,0 Macerata Macerata ,9 Macerata San Ginesio ,0 Macerata Tolentino ,6 Macerata Montecassiano ,0 Macerata Morrovalle ,7 Macerata Visso ,7 Macerata Urbisaglia ,6 Macerata Montelupone ,5 Macerata Montefano ,3 Macerata Belforte del Chienti ,2 Ascoli Piceno San Benedetto del Tronto ,4 Ascoli Piceno Acquasanta Terme ,1 Ascoli Piceno Arquata del Tronto ,0 Ascoli Piceno Acquaviva Picena ,0 Ascoli Piceno Montefiore dell'aso ,9 Ascoli Piceno Offida ,8 Fonte:Elaborazioni Isnart su dati vari Pagina 20 di 82

21 Comuni in cui sono presenti monumenti di periodo/stile rinascimentale Fonte:elaborazioni Isnart su dati vari Pagina 21 di 82

22 Comuni con presenza di monumenti di periodo/stile rinascimentale e offerta ricettiva Province Comuni alberghiero extralberghiero Totale posti letto % letti su totale provincia Pesaro e Urbino Fano ,9 Pesaro e Urbino Pesaro ,7 Pesaro e Urbino Gabicce Mare ,4 Pesaro e Urbino Urbino ,4 Pesaro e Urbino Carpegna ,8 Pesaro e Urbino Urbania ,2 Pesaro e Urbino Cagli ,9 Pesaro e Urbino Sant'Angelo in Vado ,5 Pesaro e Urbino Fossombrone ,4 Pesaro e Urbino Gradara ,3 Pesaro e Urbino Sassocorvaro ,2 Pesaro e Urbino Serra Sant'Abbondio ,0 Fermo Fermo ,9 Fermo Porto Sant'Elpidio ,6 Fermo Sant'Elpidio a Mare ,5 Fermo Monterubbiano ,5 Fermo Moresco ,0 Fermo Massa Fermana ,0 Ancona Loreto ,8 Ancona Sirolo ,3 Ancona Fabriano ,8 Ancona Arcevia ,6 Ancona Castelfidardo ,9 Ancona Corinaldo ,8 Ancona Ostra ,6 Macerata Camerino ,8 Macerata Recanati ,0 Macerata Cingoli ,9 Macerata Macerata ,9 Macerata Matelica ,0 Macerata Visso ,7 Macerata Caldarola ,3 Macerata Mogliano ,2 Macerata Pollenza ,1 Macerata Monte San Giusto ,1 Ascoli Piceno Ascoli Piceno ,5 Ascoli Piceno Montemonaco ,6 Ascoli Piceno Ripatransone ,3 Ascoli Piceno Arquata del Tronto ,0 Fonte:Elaborazioni Isnart su dati vari Pagina 22 di 82

Rapporto sull Immigrazione 2014

Rapporto sull Immigrazione 2014 Rapporto sull Immigrazione 2014 Presentazione dei dati principali dell Osservatorio sull Immigrazione, Gruppo di Lavoro presso la Prefettura di Macerata anno 2013 Sergio Pollutri Istat ERM sede per le

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Esame di Stato 2015 Istituto Professionale - Settore servizi Indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Articolazione

Dettagli

SERVIZIO EXTRAURBANO

SERVIZIO EXTRAURBANO SERVIZIO EXTRAURBANO FERIALE INVERNALE SCUOLE APERTE IN VIGORE DAL 03/11/2014 AL 22/12/2014 " DAL 07/01/2015 AL 01/04/2015 " DAL 08/04/2015 AL 30/04/2015 " DAL 04/05/2015 AL 30/05/2015 " DAL 03/06/2015

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale per il mercato del lavoro Direzione Generale per l innovazione tecnologica e la comunicazione Diario degli aggiornamenti 17/07/2008 17/07/2008

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

A : APEE83702D - P.S.ELPIDIO 2 FALERIENSE "B" (PORTO SANT'ELPIDIO) SOPRANNUMERARIA TRASFERITA CON DOMANDA CONDIZIONATA PUNTI 48,00......

A : APEE83702D - P.S.ELPIDIO 2 FALERIENSE B (PORTO SANT'ELPIDIO) SOPRANNUMERARIA TRASFERITA CON DOMANDA CONDIZIONATA PUNTI 48,00...... SISTEMA INFORMATIVO MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE MOVIMENTI DEL PERSONALE DOCENTE 06/06/2013 ELENCO TOTALE DEI TRASFERIMENTI DEFINITIVI E DEI PASSAGGI DI RUOLO - SCUOLA PRIMARIA UFFICIO SCOLASTICO

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

D I S P O N E. GF\D:\Documents and Settings\All Users\Documenti\Documenti\NOMINE 2012-2013\GRADUATORIA DEFIN UTILIZZ E ASS PROVV 2012-13.

D I S P O N E. GF\D:\Documents and Settings\All Users\Documenti\Documenti\NOMINE 2012-2013\GRADUATORIA DEFIN UTILIZZ E ASS PROVV 2012-13. Prot. n. 6028 C2CU, 05.09.2012 IL DIRIGENTE VISTO il CCNI sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA sottoscritto per l anno scolastico 20122013 in data 2382012;

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

CATALOGO DELL OFFERTA FORMATIVA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE MARCHE - 2007/2013

CATALOGO DELL OFFERTA FORMATIVA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE MARCHE - 2007/2013 CATALOGO DELL OFFERTA FORMATIVA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE MARCHE - 2007/2013 Sezione a) Formazione obbligatoria prevista dalle misure 1.2.1. e 3.1.1. del PSR Marche (TIPOLOGIA 1) SCHEDA

Dettagli

Caratterizzazione climatologica delle Marche: campo medio della temperatura per il periodo 1950-2000

Caratterizzazione climatologica delle Marche: campo medio della temperatura per il periodo 1950-2000 Caratterizzazione climatologica delle Marche: campo medio della temperatura per il periodo 195-2 A cura di Dott.ssa Romina Spina Dott.ssa Silvia Stortini Prof. Redo Fusari Prof. Carlo Scuterini Dott. Maurizio

Dettagli

INDICE TITOLO I - OGGETTO DEL TESTO UNICO TITOLO II - ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE TITOLO III - STRUTTURE RICETTIVE

INDICE TITOLO I - OGGETTO DEL TESTO UNICO TITOLO II - ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE TITOLO III - STRUTTURE RICETTIVE Legge Regionale 16 luglio 2007, n. 15 Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo. (approvata con deliberazione del Consiglio regionale n VIII/397 del 03/07/2007 e pubblicata nel Bollettino

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO Pagina 1 di 7 MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO DECRETO 12 febbraio 2015 Disposizioni applicative per l'attribuzione del credito d'imposta agli esercizi ricettivi, agenzie di

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia. Il disciplinare della rete Enogastronomia

Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia. Il disciplinare della rete Enogastronomia Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia Il disciplinare della rete Enogastronomia marzo 2004 A. Le premesse L Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Palermo

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

LE RETI DI ATTORI LOCALI VALORE AGGIUNTO PER UN TERRITORIO TURISTICO

LE RETI DI ATTORI LOCALI VALORE AGGIUNTO PER UN TERRITORIO TURISTICO Esperienze di turismo in ambiente alpino Saint Marcel 12 13 giugno 2010 Luigi CORTESE LE RETI DI ATTORI LOCALI VALORE AGGIUNTO PER UN TERRITORIO TURISTICO Rete o sistema? Il concetto di rete è usato spesso

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Osservatorio sul turismo giovanile

Osservatorio sul turismo giovanile Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 2013 Osservatorio sul turismo giovanile A cura di Iscom Group 1/49 Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 Sommario 1 Vacanze con gli under 18... 6 1.1 Propensione

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

L.R. 23 marzo 2000, n. 42. Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo.

L.R. 23 marzo 2000, n. 42. Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. L.R. 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. INDICE Titolo I - IL SISTEMA ORGANIZZATIVO DEL TURISMO Capo I - Disposizioni generali Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Funzioni

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 Fiorire del Secchia La costruzione di un Parco Aperto Obbiettivi: Salvaguardare l ambientale;

Dettagli

CONVENZIONI CARTA GIOVANI

CONVENZIONI CARTA GIOVANI CONVENZIONI CARTA GIOVANI I POSSESSORI DELLA CARTA GIOVANI POSSONO USUFRUIRE DELLE CONVENZIONI ATTIVE A LIVELLO NAZIONALE (4.600) ED INTERNAZIONALE (100.000) CHE SI TROVANO SUI SITI WEB www.cartagiovani.it

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente!

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente! Corriamo 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente per l ambiente! E la più grande corsa a tappe a favore dell e dello ambiente sport E una manifestazione non competitiva,

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita (maggio 2008) Codice Prodotto- OSPS10-R03-D01 Copyright 2008 Osservatorio del Turismo della Campania Tutti i diritti riservati Osservatorio

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

bollicine sparkling wines

bollicine sparkling wines carta dei vini bollicine sparkling wines metodo charmat Extra Dry Passerina Velenosi s.a. 14,00 Spumante Brut Vivo Mionetto s.a. 13,00 Valdobbiadene d.o.c.g. Extra Dry SOLLER (Prosecco) Marsuret s.a. 15,00

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

SERVIZIO URBANO DI ANCONA

SERVIZIO URBANO DI ANCONA SERVIZIO URBANO DI ANCONA FERIALE INVERNALE SCUOLE APERTE IN VIGORE DAL 03/11/2014 AL 22/12/2014 " DAL 07/01/2015 AL 01/04/2015 " DAL 08/04/2015 AL 30/04/2015 " DAL 04/05/2015 AL 30/05/2015 " DAL 03/06/2015

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00 Bando per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese del commercio e del turismo del Distretto ValleLambro - Distretto dell attrattività territoriale integrata turistica e commerciale per

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA Via Capoluogo, 21-27050 Menconico (PV) Tel. 0383574001 - Fax 0383574156 P. IVA/C.F. 01240140184 Prot. n. 797 Menconico, 15 luglio 2010 Spett.le - COMUNE DI VARZI

Dettagli

L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE

L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE Regione Siciliana P R O G E T T O D I R I C E R C A L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE Ricerche nell ambito delle attività istituzionali dell Osservatorio sul Sistema dell Economia

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

LE MARCHE CHE NOI VOGLIAMO

LE MARCHE CHE NOI VOGLIAMO LE MARCHE CHE NOI VOGLIAMO LA CULTURA L ALTERNATIVA ALLA CRISI PER UNA NUOVA IDEA DI PROGRESSO Le elezioni regionali si terranno a maggio 2015 e le Associazioni sottoscriventi intendono fornire un proprio

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

I Borghi più belli d Italia Atmosfera e qualità certificate. Scopri il fascino dell Italia minore.

I Borghi più belli d Italia Atmosfera e qualità certificate. Scopri il fascino dell Italia minore. I Borghi più belli d Italia Atmosfera e qualità certificate. Scopri il fascino dell Italia minore. Club di Prodotto art 23 Statuto ANCI I Borghi più belli d Italia Dolci atmosfere d Italia: è nato il Club

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

Regolamento per la concessione del marchio. Parco nazionale del Vesuvio

Regolamento per la concessione del marchio. Parco nazionale del Vesuvio Regolamento per la concessione del marchio del Parco nazionale del Vesuvio Delibera del Consiglio direttivo 26 maggio 1998, n. 54 Ai sensi del D.P.R. 5 giugno 1995, istitutivo del Parco nazionale del Vesuvio,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli