Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware"

Transcript

1 Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware 1. Introduzione. I segnali binari. La parola informatica deriva dal termine francese informatique: è la fusione di due parole information e automatique che significa "informazione automatica". Possiamo definire l'informatica, dunque, come quella scienza che ha come oggetto di studio l'informazione e si occupa della sua rappresentazione, elaborazione e organizzazione automatica. Un elaboratore o calcolatore elettronico (ad esempio un personal computer, PC) è in generale lo strumento con cui l'informatica realizza i suoi scopi, quindi, in sostanza il trattamento dell'informazione. Non è perciò corretto pensare che l'informatica sia una disciplina che si occupa della progettazione e della costruzione dei computer: questo è, invece, il compito di un'altra parte delle scienze che si chiama ingegneria informatica. Ma che cosa si intende per informazione nell'ambito dell'informatica? Non è proprio facile da spiegare ma possiamo pensare all'informazione come a un "messaggio" che si trasmette tra due generici sistemi (persone, elaboratori,...): l'informazione è il contenuto del messaggio. Ad esempio, la voce umana forma dei messaggi che contengono informazione. In linguaggio tecnicoscientifico si preferisce parlare di segnali piuttosto che di messaggi. I segnali sono delle variazioni nel tempo e nello spazio di una certa grandezza fisica: queste variazioni, in genere, si propagano da un punto all'altro dello spazio attraverso un mezzo fisico. Per esempio, la voce umana è un segnale acustico, ed è formata da variazioni della pressione dell'aria originate dalla vibrazione delle nostre corde vocali. In tal caso il mezzo fisico attraverso cui si propaga la voce è l'aria. Il tipo di segnali che ci interessano maggiormente nel nostro studio dell'informatica sono i segnali elettrici: essi consistono in variazioni di una grandezza che si chiama tensione elettrica o differenza di potenziale e si indica col simbolo V (una v maiuscola). Un'altra grandezza strettamente correlata alla tensione V è la corrente elettrica, che si indica con I. La corrente elettrica, probabilmente, è la grandezza più familiare perché identifica il movimento delle cariche elettriche nei cavi o fili conduttori come, ad esempio, avviene nell'impianto elettrico domestico quando premiamo l'interrutore per accendere la luce. Più precisamente, la corrente elettrica rappresenta la quantità di carica elettrica che fluisce attraverso un conduttore nell'unità di tempo. La tensione può essere vista invece come la causa che produce, o può produrre, il moto delle cariche e quindi una corrente. Visto che le due grandezze sono intimamente legate fra loro, i segnali elettrici possono essere rappresentati sia come variazioni di tensione che come variazioni di corrente. A seconda del modo con con cui la tensione o la corrente varia nel tempo, i segnali possono essere suddivvisi in due grosse categorie: segnali analogici e segnali digitali. I segnali analogici sono quelli in cui la tensione o la corrente variano

2 con continuità nel tempo cioé la grandezza in esame assume tutti i valori possibili senza interruzioni o salti. Al contrario, i segnali digitali sono particolari segnali in cui la tensione o la corrente non possono assumere qualsiasi valore al variare del tempo bensì soltanto un numero finito (o discreto) di possibili valori. Un caso particolare di segnali digitali sono quelli binari in cui i possibili valori che la grandezza può assumere sono soltanto due: uno diverso da zero e l'altro uguale a zero 1. Sono proprio i segnali digitali binari quelli che ci interesseranno maggiormente in quanto sono quelli su cui si basa il funzionamento degli elaboratori elettronici. Possiamo comprendere meglio le differenze tra i vari tipi di segnali esaminando le figure seguenti in cui sono rappresentati graficamente degli esempi di segnale analogico e digitale. Figura 1. Rappresentazione grafica di alcuni esempi di segnale: (a) analogico, (b) digitale e (c) digitale binario. Come accennato poco fa i segnali digitali binari sono quelli con cui funzionano i circuiti elettronici di un elaboratore. Si tratta di sequenze di valori di tensione diversi da zero e uguali a zero che in linguaggio informatico vengono detti rispettivamente livello ALTO e livello BASSO. Tipicamente i circuiti elettronici lavorano con un livello alto di tensione pari a 5 Volt mentre il livello basso corrisponde a una tensione nulla cioé 0 Volt. Il singolo valore di tensione, che può essere alto o basso e che ha una durata opportuna, costituisce l'unità minima di informazione rappresentabile nei circuiti digitali e si chiama bit. Un segnale binario può essere così formato da una Figura 2. I due possibili valori di tensione del bit: (a) ALTO, (b) BASSO. opportuna sequenza di bit (come mostrato nella Figura 1c). Sequenze diverse di bit trasportano 1 Il termine binario significa duplice e suggerisce appunto che il segnale può assumere solo due valori.

3 messaggi (informazioni) differenti. [...] 2. Hardware e software. Un elaboratore o calcolatore è una macchina costituita da un assemblaggio di vari dispositivi elettronici. I normali personal computer, come sappiamo, sono costituiti da un involucro o contenitore (case) all'interno del quali sono alloggiate varie schede contenenti i circuiti elettronici che svolgono i compiti di eleborazione automatica dell'informazione; al case sono collegati vari dispositivi esterni, le periferiche, che permettono il trasferimento di dati o informazioni all'elaboratore. Esempi di periferiche sono la tastiera, il monitor, il mouse, lo scanner. [I/O] Figura 3. Un tipico personal computer per uso domestico. Tutto ciò che costituisce le parti fisiche della macchina quindi il case con tutti i suoi circuiti elettronici e le varie periferiche viene denominato hardware. Abbiamo detto che un elaboratore deve essere in grado di effettuare elaborazioni automatiche delle informazioni e per poter fare ciò ha bisogno di una serie di istruzioni che indichino alla macchina i vari passi da seguire per ottenere l'elaborazione desiderata. I gruppi di istruzioni necessari alla macchina per poter svolgere dei compiti specifici vengono detti programmi. Dunque i programmi servono per comunicare all'elaboratore ciò che deve fare e costituiscono un aspetto fondamentale nello studio dell'informatica. I programmi vengono detti in generale software che significa "componente leggero" in contrapposizione dall'hardware che, come abbiamo visto, costituisce tutte le parti fisiche dei computer.

4 3. Struttura generale di un elaboratore. Finora abbiamo visto che il cuore di un elaboratore è costituito da un insieme di circuiti elettronici sui quali viaggiano dei segnali digitali binari. Non abbiamo però specificato qual è la logica di funzionamento di un elaboratore. Per fare ciò dobbiamo studiare la struttura generale di un elaboratore che può essere rappresentata con lo schema a blocchi della Figura 4. Figura 4. Struttura generale di un elaboratore. In questo schema abbiamo suddiviso la complessa struttura circuitale di un elaboratore in 4 blocchi fondamentali:. Le frecce che connettono i vari blocchi indicano la direzione in cui viaggiano i dati. Per capire come funziona la macchina consideriamo un caso semplice di elaborazione: supponiamo di voler sommare due numeri digitati sulla tastiera. I due valori vengono inviati dalla periferica alla memoria centrale o primaria del computer (precisamente nella parte di memoria centrale chiamata RAM). Una volta in memoria i due valori vengono letti dalla CPU la quale esegue l'operazione di somma e il risultato viene a sua volta memorizzato nella memoria (sempre in quella RAM). Infine il risultato viene inviato dalla memoria a una periferica di uscita che potrebbe essere il monitor. Tutte i passaggi elementari svolti dalla CPU sono contenuti in una serie di istruzioni memorizzate anch'esse nella memoria centrale di tipo RAM. Dunque, nella memoria centrale vengono memorizzati dati e programmi. Questo semplice esempio serve a illustrare in modo schematico la logica di funzionamento di un elaboratore e evidenzia il ruolo essenziale giocato dalla memoria oltre a quello della CPU. Lo schema di funzionamento che abbiamo appena visto è quello su cui si basano quasi tutti i computer moderni: è una versione semplificata della cosidetta architettura di von Neumann che porta il nome dello scienziato che progetto e realizzò la prima macchina basata su questa struttura di funzionamento. 4. La memoria centrale e la memoria di massa. Nel paragrafo precedente abbiamo visto a grandi linee il ruolo della memoria centrale, in particolare di quella parte della memoria centrale denominata RAM; la sigla deriva dalle iniziali delle tre

5 parole inglesi Random Access Memory che significano "memoria ad accesso casuale". Questo tipo di memoria permette la memorizzazione e la lettura di dati e programmi da parte del sistema ma una volta che la macchina viene spenta i dati vengono cancellati. Si tratta dunque di una memoria volatile proprio perché i dati non possono rimanervi memorizzati in maniera permanente. Come mostrato nello schema di Figura 4, fa parte della memoria centrale anche un altro tipo di memoria: la memoria ROM. Il nome deriva dalle iniziali delle parole inglesi Read Only Memory che significano memoria di sola lettura. Come suggerisce il nome, la ROM è una memoria il cui contenuto può soltanto essere letto dal sistema ma non modificato o cancellato dall'utente. A differenza della RAM, la memoria ROM è una memoria di tipo non volatile in quanto i dati memorizzati vengono conservati anche quando viene tolta l'alimentazione. Per queste sue caratteristiche la ROM viene usata per memorizzarvi un programma fondamentale chiamato BIOS (Basic Input-Output System) che viene eseguito al momento dell'accensione della macchina: questo programma permette di inizializzare la macchina, cioé di metterla in grado di funzionare correttamente, controllando lo stato di tutti i dispositivi collegati al processore (input-output, memorie) e permettendo il passaggio al sistema operativo. Come vedremo meglio quando studieremo il software, il sistema operativo (es: Windows, Linux) è un programma di base che consente all'utente di sfruttare tutte le risorse e le potenzialità della macchina. Il BIOS viene memorizzato nella ROM dalla casa costruttrice al momento dell'assemblaggio della macchina. La memoria centrale non è l'unica memoria presente in un elaboratore. In aggiunta ad essa vi è anche la cosidetta memoria di massa. Quest'ultima è una memoria di grande capacità di memorizzazione di tipo non volatile che viene usata principalmente per salvare tutti i risultati delle elaborazioni svolte dalla macchina (calcoli matematici, documenti vari, audio, video ecc.) in modo da poterli utilizzare successivamente quando lo si desideri. Non sarebbe possibile infatti salvare i risultati delle elaborazioni nella RAM perchè è una memoria volatile e le informazioni verrebbero perse al momento dello spegnimento della macchina. La RAM viene impiegata soltanto per memorizzare temporaneamente dati e programmi in corso di esecuzione. La memoria di massa viene inoltre usata per memorizzare i file di installazione dei programmi di base e di quelli applicativi che costituiscono le potenzialità di elaborazione della macchina. I tipi di memoria di massa più usati sono i dischi rigidi o hard disk, le pennine USB, i compact disk (CD) e i DVD. [...] 5. L'unità centrale di elaborazione (CPU). L'unità centrale di elaborazione o CPU (Central Processing Unit) ha il compito leggere le istruzioni dei programmi e i dati memorizzati nella RAM e di eseguire tali istruzioni per effettuare

6 elaborazioni dei dati letti (calcoli aritmetici e logici) e operazioni di input-output (ad esempio la visualizzazione di un risultato sullo schermo). Una CPU è composta da tre blocchi fondamentali che sono l unità aritmetico-logica (ALU), l unità di controllo (CU) e i registri. La ALU, come si intuisce dal nome, ha il compito di svolgere tutte le operazioni aritmetiche e logiche su dati letti dalla memoria centrale. L'unità di controllo legge le istruzioni del programma in esecuzione, le interpreta e le esegue in sequenza. Se il programma in esecuzione prevede l'uso di dati, la CU legge anche questi dalla memoria centrale e li invia al blocco di elaborazione (ad esempio, se si tratta di calcoli aritmetici o logici li invia alla ALU) e provvede al trasferimento dei dati elaborati di nuovo alla memoria centrale o a un dispositivo di uscita. I registri sono delle piccole memorie molto veloci che servono al processore per memorizzare temporaneamente ogni singola istruzione e i dati ad essa relativi: non appena l'istruzione viene eseguita e i dati elaborati il contenuto dei registri viene sostituito da quello dell'istruzione successiva e da eventuali nuovi dati da elaborare. Il ritmo con cui la CPU svolge tutte le sue attività è scandito da un segnale di temporizzazione chiamato segnale di clock. [...] 6. Le periferiche o dispositivi di ingresso-uscita (I/O). Le periferiche o dispositivi di ingresso-uscita sono quei dispositivi che servono come interfaccia tra l'utente e il computer, cioé che permettono all'utente di inviare dati e comandi alla macchina e di esportare i dati elaborati dalla macchina stessa. Normalmente si tratta di dispositivi non incorporati al case che vengono ad esso collegati fisicamente mediante opportuni cavi di connessione. Le periferiche si suddivvidono in due categorie: (a) periferiche di ingresso (INPUT) e (b) periferiche di uscita (OUTPUT). Come si intuisce dal nome le prime sono quelle in che permettono di inviare dati e segnali di controllo al computer mentre le seconde servono per ricevere i segnali prodotti dal computer. Alcuni dispositivi possono essere sia di INPUT che di OUTPUT allo stesso tempo come ad esempio un lettore/masterizzatore di CD/DVD oppure una chiavetta USB. Nella seguente tabella sono elencati i principali dispositivi di ingresso-uscita. INPUT OUTPUT tastiera monitor mouse stampante scanner plotter lettore CD/DVD masterizzatore pennina USB pennina USB microfono casse acustiche

7 modem modem Abbiamo detto poco fa che i dispositivi sono collegati all'unità centrale mediante cavi elettrici di vario tipo: questi cavi si inseriscono in particolari prese, chiamate porte. Esistono, ad esempio, le porte USB che permettono di collegare le pennine e altri dispositivi che supportano questo tipo di collegamento. [...internet...] Quasi tutti i tipi di periferiche producono o ricevono segnali analogici. Ad esempio, un microfono traduce un segnale acustico in un segnale elettrico che varia con continuità nel tempo, quindi in un segnale analogico. Un segnale analogico di questo tipo non può essere elaborato direttamente dal computer perché, come sappiamo, i circuiti elettronici dei computer sono progettati per lavorare solo con segnali digitali binari. Si rende necessario allora effettuare una conversione del segnale analogico proveniente dalla periferica in un segnale digitale in modo tale che possa essere letto e elaborato dalla macchina. Questa operazione di conversione viene effettuata da un particolare circuito detto appunto convertitore analogico-digitale (convertitore A/D). Il segnale proveniente dal microfono viene perciò ricevuto da una scheda audio sulla quale è presente un convertitore A/D, viene trasformato in segnale digitale binario e quindi inviato all'unità di elaborazione. Naturalmente vale anche il discorso inverso, cioé quando si vuole mandare un segnale digitale elaborato dal computer verso una periferica analogica occorre effettuare una conversione digitaleanalogica. Ad esempio, il segnale ricevuto dal microfono e poi elaborato dal computer può essere riprodotto dalle casse acustiche solo dopo aver effettuato la conversione digitale-analogica. Per tale motivo la scheda audio è dotata anche di un convertitore D/A che manda il segnale analogico alle casse per la riproduzione. Figura 5. Il segnale analogico proveniente dal microfono viene convertito in un segnale digitale dal convertire A/D della scheda audio e inviato al sistema di elaborazione.

8 7. La codifica binaria. Per codifica binaria si intende quel procedimento che permette di associare a un'informazione una determinata sequenza di bit, quindi una sequenza di valori alti e bassi o, equivalentemente, di 1 e 0. Un insieme di tutte le possibili combinazioni di 1 e 0 prende il nome di codice binario. La codifica binaria più semplice la possiamo ottenere utilizzando soltanto un bit. Abbiamo visto che un bit può assumere due valori: 0 e 1; dunque, utilizzando un solo bit possiamo codificare solo due informazioni o messaggi. Aumentando il numero di bit aumentano le possibili combinazioni o sequenze diverse di 0 e 1 con le quali possiamo codificare un numero maggiore di informazioni. Ad esempio, utilizzando due bit le diverse combinazioni che possiamo ottenere sono: 00, 01, 10, 11; in totale sono quattro combinazioni diverse che rappresentano altrettante differenti informazioni. Se utilizziamo tre bit le combinazioni possibili diventano otto: 000, 001, 010, 011, 100, 101, 110, 111. In generale, se utilizziamo n bit le possibili diverse combinazioni ottenibili sono 2 n. Esistono diversi codici binari utilizzati dai computer; noi ne prenderemo in considerazione due: il codice ASCII e il sistema di numerazione binario. Il codice ASCII (American Standard Code for Information Interchange) è un codice formato da 8 bit 2, quindi contiene 2 8 = 256 differenti combinazioni di 1 e 0. Esso viene usato per codificare tutti i simboli alfanumerici come ad esempio quelli presenti nelle tastiere dei computer. Come si può intuire dal nome, i simboli alfanumerici sono tutti i caratteri dell'alfabeto e i caratteri numerici. Nella figura 7 è riportata una parte del codice ASCII che contiene le combinazioni di bit comprese tra la 32-esima e la 127-esima. Possiamo notare, ad esempio, che al carattere & è associata la codifica binaria , mentre al carattere numerico 6 la codifica , e così via. 2 Inizialmente il codice ASCII è stato introdotto con 7 bit e poi è stato esteso a 8 bit per includere un numero maggiore di caratteri.

9 ... in lavorazione... FS

Funzionalità di un calcolatore

Funzionalità di un calcolatore Funzionalità di un calcolatore Il calcolatore: modello concettuale 1. Elaborazione 2. Memorizzazione Interconnessione 3. Comunicazione (interfaccia) Architettura di un computer componenti per elaborare

Dettagli

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Hardware, software e periferiche Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Riepilogo - Concetti di base dell informatica L'informatica è quel settore scientifico disciplinare

Dettagli

Elaborazione dei dati

Elaborazione dei dati Elaborazione dei dati Architettura dei computer Esploreremo i fondamenti dell architettura dei computer. Vedremo come un computer elabora i dati e comunica con periferiche come stampanti e tastiere. Linguaggio

Dettagli

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 COS È L INFORMATICA? Il termine informatica proviene dalla lingua francese, esattamente da INFORmation electronique ou automatique ; tale termine intende che

Dettagli

CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere!

CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere! CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere! Pablo Genova I. I. S. Angelo Omodeo Mortara A. S. 2015 2016 COS'E' UN COMPUTER? È una macchina elettronica programmabile costituita da

Dettagli

Corsi Speciali Abilitanti Indirizzo 2: Fisico-Matematico Modulo Didattico: Elementi di Informatica Classi: 48/A TEST D INGRESSO

Corsi Speciali Abilitanti Indirizzo 2: Fisico-Matematico Modulo Didattico: Elementi di Informatica Classi: 48/A TEST D INGRESSO Corsi Speciali Abilitanti Indirizzo 2: Fisico-Matematico Modulo Didattico: Elementi di Informatica Classi: 48/A TEST D INGRESSO NOME: COGNOME: LAUREA IN: ABILITAZIONI CONSEGUITE: ESPERIENZE DIDATTICHE

Dettagli

All interno del computer si possono individuare 5 componenti principali: SCHEDA MADRE. MICROPROCESSORE che contiene la CPU MEMORIA RAM MEMORIA ROM

All interno del computer si possono individuare 5 componenti principali: SCHEDA MADRE. MICROPROCESSORE che contiene la CPU MEMORIA RAM MEMORIA ROM Il computer è un apparecchio elettronico che riceve dati di ingresso (input), li memorizza e gli elabora e fornisce in uscita i risultati (output). Il computer è quindi un sistema per elaborare informazioni

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore Dispensa di Fondamenti di Informatica Architettura di un calcolatore Hardware e software La prima decomposizione di un calcolatore è relativa ai seguenti macro-componenti hardware la struttura fisica del

Dettagli

MODULO 01. Come è fatto un computer

MODULO 01. Come è fatto un computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 02 Guardiamo dentro alla scatola: l hardware In questa lezione impareremo: a conoscere le parti che permettono a un computer di elaborare e

Dettagli

Informatica - A.A. 2010/11

Informatica - A.A. 2010/11 Ripasso lezione precedente Facoltà di Medicina Veterinaria Corso di laurea in Tutela e benessere animale Corso Integrato: Matematica, Statistica e Informatica Modulo: Informatica Esercizio: Convertire

Dettagli

INFORMATICA, IT e ICT

INFORMATICA, IT e ICT INFORMATICA, IT e ICT Informatica Informazione automatica IT Information Technology ICT Information and Communication Technology Computer Mini Computer Mainframe Super Computer Palmare Laptop o Portatile

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

NOZIONI ELEMENTARI DI HARDWARE E SOFTWARE

NOZIONI ELEMENTARI DI HARDWARE E SOFTWARE CORSO INTRODUTTIVO DI INFORMATICA NOZIONI ELEMENTARI DI HARDWARE E SOFTWARE Dott. Paolo Righetto 1 CORSO INTRODUTTIVO DI INFORMATICA Percorso dell incontro: 1) Alcuni elementi della configurazione hardware

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 20/10/2014 1 Cosa è un computer? Un elaboratore di dati e immagini Uno smartphone Il decoder di Sky Una console di gioco siamo circondati! andrea.cremon

Dettagli

Tecnologia dell Informazione

Tecnologia dell Informazione Tecnologia dell Informazione Concetti di base della tecnologia dell informazione Materiale Didattico a cura di Marco Musolesi Università degli Studi di Bologna Sede di Ravenna Facoltà di Giurisprudenza

Dettagli

Test di informatica. 1504 QUALE TRA I DISPOSITIVI DI MEMORIA ELENCATI HA LA CAPACITÀ PIÙ ELEVATA? a) Floppy disk b) Cd-Rom c) DVD Risposta corretta:

Test di informatica. 1504 QUALE TRA I DISPOSITIVI DI MEMORIA ELENCATI HA LA CAPACITÀ PIÙ ELEVATA? a) Floppy disk b) Cd-Rom c) DVD Risposta corretta: Test di informatica 1501 QUAL È L'UNITÀ DI MISURA PER MISURARE LA CAPIENZA DELL'HARD DISK? a) Bit b) Kbyte c) Gigabyte 1502 CHE COS'È UN BYTE? a) Un insieme di 256 bit b) Un gruppo di 8 bit c) Un carattere

Dettagli

L informatica comprende:

L informatica comprende: Varie definizioni: INFORMATICA Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science) Scienza dell informazione Definizione proposta: Scienza della rappresentazione e dell elaborazione dell informazione

Dettagli

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica Programmazione Dipartimento di Matematica Ing. Cristiano Gregnanin Corso di laurea in Matematica 25 febbraio 2015 1 / 42 INFORMATICA Varie definizioni: Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science)

Dettagli

APPUNTI CONCETTI DI BASE

APPUNTI CONCETTI DI BASE www.informarsi.net APPUNTI CONCETTI DI BASE Struttura di un elaboratore Un computer è paragonabile a una grande scatola in cui sono immessi dei dati, i quali, una volta immagazzinati, elaborati e processati,

Dettagli

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Questo modelio è stato proposto nei tardi anni 40 dall Institute for Advanced Study di Princeton e prende il nome di modello Von Neumann. E` costituito

Dettagli

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano IL COMPUTER LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano LA TRASMISSIONE IN BINARIO I computer hanno un loro modo di rappresentare i

Dettagli

Appunti di Sistemi e Automazione

Appunti di Sistemi e Automazione Appunti di Sistemi e Automazione Il modello o macchina di Von Neumann rappresenta un computer con i suoi componenti principali e la sua organizzazione logico-funzionale. Tale progetto risale al 1945/1946.

Dettagli

processore case Le casse acustiche

processore case Le casse acustiche Nome: lasse: ognome: ata: Tutti i campi sono obbligatori 1 In un computer, quale tra i seguenti è un componente software? applicazione bus di sistema processore memoria 2 Scegli le parole corrette per

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica L elaboratore elettronico (ovvero, il computer ) Monitor Unità centrale Casse acustiche Mouse Tastiera PREMESSA Insegnare con l'ausilio dei multimedia è una tecnica che giunge agli

Dettagli

Lezione 3: Architettura del calcolatore

Lezione 3: Architettura del calcolatore Lezione 3: Architettura del calcolatore Architettura di Von Neumann BUS, CPU e Memoria centrale Ciclo di esecuzione delle istruzioni Architettura del calcolatore Il calcolatore è: uno strumento programmabile

Dettagli

MODULO 01. Come è fatto un computer

MODULO 01. Come è fatto un computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 02 Guardiamo dentro alla scatola: l hardware In questa lezione impareremo: a conoscere le parti che permettono a un computer di elaborare e

Dettagli

MACCHINA DI VON NEUMANN

MACCHINA DI VON NEUMANN I seguenti appunti non hanno la pretesa di essere esaustivi, ma hanno l unico scopo di illustrare in modo schematico i concetti necessari allo sviluppo del programma di Informatica della 1D del Liceo Scientifico

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica a.a. 2006/2007 Docente Ing. Andrea Ghedi IL FUNZIONAMENTO BASE DI UN COMPUTER HW e SW Lezione 1 1 Il

Dettagli

TICa1. 3) Uno scanner è una periferica di: a) Input b) Output c) elaborazione d) Input-Output e) Memorizzazione

TICa1. 3) Uno scanner è una periferica di: a) Input b) Output c) elaborazione d) Input-Output e) Memorizzazione Aggiornamento 2013 TICa1 Conoscenze: 2;5 Apri il programma WordPad sul tuo PC. Scrivi le risposte direttamente sul file, facendole precedere dal Numero di domanda Salva il file all'interno di Documenti

Dettagli

Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi

Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi Argomenti: Il modello logico funzionale i componenti dell'elaboratore; i bus; Relazione svolta dall'alunno/a : GARUFI CARLA della 3 B progr 2011/2012.

Dettagli

Il computer. Il computer: un insieme di elementi. L'hardware

Il computer. Il computer: un insieme di elementi. L'hardware Il computer Il computer: un insieme di elementi Il computer è una macchina elettronica destinata all'elaborazione dei dati secondo una sequenza di istruzioni. Il computer è formato da due insiemi di elementi:

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

Informatica. Ing. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it. Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia

Informatica. Ing. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it. Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia 2 ottobre 2007 L architettura del calcolatore Concetti iniziali L architettura del calcolatore Con il

Dettagli

IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal

IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal realizzò la prima macchina da calcolo con un principio meccanico

Dettagli

ARCHITETTURA DELL ELABORATORE

ARCHITETTURA DELL ELABORATORE 1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ANGIOY ARCHITETTURA DELL ELABORATORE Prof. G. Ciaschetti 1. Tipi di computer Nella vita di tutti giorni, abbiamo a che fare con tanti tipi di computer, da piccoli o piccolissimi

Dettagli

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di:

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: Il Computer Cos'è il computer? Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: INFORMATICA = INFORmazione automatica E' la scienza che si occupa del trattamento automatico delle informazioni.

Dettagli

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio COMPUTER ESSENTIAL 1.1 Esperto Emilia Desiderio INFORMATICA Definizione: disciplinain continua evoluzione che cerca di riprodurre le capacità del cervello umano. lostudio sistemico di algoritmi che descrivono

Dettagli

Quiz ecdl primo modulo. Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta

Quiz ecdl primo modulo. Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta Quiz ecdl primo modulo Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta 1 Che cosa è il Bit? British Information Target Binary Digit La misura dell'informazione DIA 2 DI 67 Che differenza c'è tra

Dettagli

In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche,

In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, elettriche, meccaniche, magnetiche, ottiche che ne consentono

Dettagli

C. P. U. MEMORIA CENTRALE

C. P. U. MEMORIA CENTRALE C. P. U. INGRESSO MEMORIA CENTRALE USCITA UNITA DI MEMORIA DI MASSA La macchina di Von Neumann Negli anni 40 lo scienziato ungherese Von Neumann realizzò il primo calcolatore digitale con programma memorizzato

Dettagli

Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore

Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore Corso di Laurea Ingegneria Civile Fondamenti di Informatica Dispensa 01 Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore Marzo 2009 L architettura del calcolatore 1 Nota bene Alcune parti

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche Laboratorio di Informatica - CLEF 7 Ci sono due modi per non

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C.

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Hardware: parte fisica, cioè l insieme di tutte le componenti fisiche, meccaniche, elettriche e ottiche, necessarie

Dettagli

Parte II.2 Elaboratore

Parte II.2 Elaboratore Parte II.2 Elaboratore Elisabetta Ronchieri Università di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Insegnamento di Informatica Dicembre 1, 2015 Elisabetta Elisabetta Ronchieri II Software Argomenti

Dettagli

Lez. 2 L elaborazione

Lez. 2 L elaborazione Lez. 2 L elaborazione Prof. Giovanni Mettivier 1 Dott. Giovanni Mettivier, PhD Dipartimento Scienze Fisiche Università di Napoli Federico II Compl. Univ. Monte S.Angelo Via Cintia, I-80126, Napoli mettivier@na.infn.it

Dettagli

Calcolatori e interfacce grafiche

Calcolatori e interfacce grafiche Calcolatori e interfacce grafiche COMPONENTI DI UN COMPUTER Hardware Tutti gli elementi fisici che compongono un calcolatore Software Comandi, istruzioni, programmi che consentono al calcolatore di utilizzare

Dettagli

COMPITO DI INFORMATICA

COMPITO DI INFORMATICA COMPITO DI INFORMATICA ARGOMENTI - Periferiche di I/O - Velocità di alcune porte di comunicazione - HD, RAM, CPU ISTRUZIONI 1. Ripeti l'esercitazione fino a quando superi il punteggio 85%; 2. Se non ti

Dettagli

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Informazione Editoriale, Pubblica e Sociale Modello del Computer Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Componenti del Computer Unità centrale di elaborazione Memoria

Dettagli

CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE ALL INFORMATICA

CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE ALL INFORMATICA Da sempre l uomo ha bisogno di rappresentare, trasmettere ed elaborare informazioni di varia natura, ad esempio numeri, frasi, immagini, suoni, concetti o addirittura sensazioni. Tutte le nostre attività

Dettagli

Calcolatore: Elaborare: Input: Output: John von Neumann: Device: Embedded: Sistemi programmabili:

Calcolatore: Elaborare: Input: Output: John von Neumann: Device: Embedded: Sistemi programmabili: Autore: Maria Chiara Cavaliere Informatica di base Lezione 1 del 21/3/2016 Il corso di Informatica di base si baserà sulla spiegazione di tre moduli: -Architettura Hardware; -Sistema operativo; Parte teorica

Dettagli

Componenti di base di un computer

Componenti di base di un computer Componenti di base di un computer Architettura Von Neumann, 1952 Unità di INPUT UNITA CENTRALE DI ELABORAZIONE (CPU) MEMORIA CENTRALE Unità di OUTPUT MEMORIE DI MASSA PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT (I/O)

Dettagli

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni.

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Marco Falda Dipartimento di Ingegneria dell Informazione tel. 049 827 7918 marco.falda@unipd.it Corso di 35 ore: Struttura del

Dettagli

Architettura dei calcolatori

Architettura dei calcolatori Architettura dei calcolatori Dott. Ing. Leonardo Rigutini Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Siena Via Roma 56 53100 SIENA Uff. 0577233606 rigutini@dii.unisi.it http://www.dii.unisi.it/~rigutini/

Dettagli

Appunti di informatica

Appunti di informatica Appunti di informatica L'elaboratore elettronico COSA SI IMPARA IN QUESTA LEZIONE: Come è costituito un elaboratore Come l'elaboratore esegue un proramma Struttura dell'elaboratore Il termine elaboratore

Dettagli

Memoria Secondaria o di Massa

Memoria Secondaria o di Massa .. Pacman ha una velocità che dipende dal processore...quindi cambiando computer va più velocemente..sarà poi vero? Memoria Secondaria o di Massa dischi fissi (hard disk), floppy disk, nastri magnetici,

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Università degli Studi di Messina Ingegneria delle Tecnologie Industriali Docente: Ing. Mirko Guarnera 1 Approccio al corso Approccio IN OUT Visione Globale solo insieme alla programmazione 2 1 Contenuti

Dettagli

ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione. Prof. Michele Barcellona

ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione. Prof. Michele Barcellona ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione Prof. Michele Barcellona Hardware Software e Information Technology Informatica INFOrmazione automatica La scienza che si propone di raccogliere,

Dettagli

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it INFORMATION TECNOLOGY 1 a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it 1 IT, HARDWARE E SOFTWARE Information Tecnology (o Informazione automatica): tecnologia hadware e software utilizzata per la progettazione

Dettagli

LA COSTITUZIONE DI UN COMPUTER

LA COSTITUZIONE DI UN COMPUTER LA COSTITUZIONE DI UN COMPUTER Elementi essenziali: Scheda madre o Motherboard Processore centrale o CPU Alimentatore di corrente Memoria RAM Hard disk o disco rigido Scheda Video Periferiche di interfacciamento

Dettagli

I componenti di un PC

I componenti di un PC I componenti di un PC Queste componenti sono fondamentali per poter fare un utilizzo desktop di un Personal Computer scheda madre (2) processore (2) RAM (2) ROM (3) (scheda) video (3) (scheda) audio (3)

Dettagli

Università degli studi di Napoli Federico II

Università degli studi di Napoli Federico II Università degli studi di Napoli Federico II Facoltà di Sociologia Corso di Laurea in culture digitali e della comunicazione Corso di Elementi di informatica e web Test ingresso per il bilancio delle competenze

Dettagli

CHE COS È L INFORMATICA

CHE COS È L INFORMATICA CHE COS È L INFORMATICA Prof. Enrico Terrone A. S. 2011/12 Definizione L informatica è la scienza che studia il computer sotto tutti i suoi aspetti. In inglese si usa l espressione computer science, mentre

Dettagli

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 1 Anatomia del computer Dott.ssa Ramona Congiu 2 L Unità centrale 3 Anatomia del computer 4 La scheda madre All interno del computer

Dettagli

Elementi hardware di un personal computer desktop 2012

Elementi hardware di un personal computer desktop 2012 IIS Bonfantini Novara -Laboratorio di informatica 2012 Pagina 1 PERSONAL COMPUTER I personal computer sono quelli usati per lavoro d'ufficio o in ambito domestico da un solo utente per volta. Un ulteriore

Dettagli

SOMMARIO. La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione Le periferiche di Input/Output. a Montagn Maria

SOMMARIO. La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione Le periferiche di Input/Output. a Montagn Maria Parte 4: HARDWARE SOMMARIO La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione i Le periferiche di Input/Output na a Montagn Maria LA CPU CPU: Central Processing Unit. L unità centrale di processo si occupa dell

Dettagli

Il calcolatore elettronico. Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi

Il calcolatore elettronico. Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi Il calcolatore elettronico Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi Introduzione Un calcolatore elettronico è un sistema elettronico digitale programmabile Sistema: composto da

Dettagli

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer Computer Il computer, o elaboratore elettronico, è la macchina per la gestione automatica delle informazioni Componenti: Hardware (la parte fisica del computer) Software (la parte intangibile, insieme

Dettagli

Struttura e componenti di un moderno computer

Struttura e componenti di un moderno computer Struttura e componenti di un moderno computer Facciamo ora un semplice elenco di queli che sono i componenti tipici di cui ogni computer ha bisogno per funzionare e spieghiamone il ruolo. Elementi essenziali:

Dettagli

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI Il CASE o CABINET è il contenitore in cui vengono montati la scheda scheda madre, uno o più dischi rigidi, la scheda video, la scheda audio e tutti gli altri dispositivi hardware necessari per il funzionamento.

Dettagli

Lez. 3 L elaborazione (II parte) Prof. Pasquale De Michele Gruppo 2

Lez. 3 L elaborazione (II parte) Prof. Pasquale De Michele Gruppo 2 Lez. 3 L elaborazione (II parte) Prof. Pasquale De Michele Gruppo 2 1 Dott. Pasquale De Michele Dipartimento di Matematica e Applicazioni Università di Napoli Federico II Compl. Univ. Monte S.Angelo Via

Dettagli

Introduzione all'architettura dei Calcolatori

Introduzione all'architettura dei Calcolatori Introduzione all'architettura dei Calcolatori Introduzione Che cos è un calcolatore? Come funziona un calcolatore? è possibile rispondere a queste domande in molti modi, ciascuno relativo a un diverso

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

Informatica per l Ingegneria Industriale. Introduzione ai calcolatori

Informatica per l Ingegneria Industriale. Introduzione ai calcolatori Informatica per l Ingegneria Industriale Introduzione ai calcolatori Gualtiero Volpe gualtiero.volpe@unige.it 1. Struttura del calcolatore 1 Che cosa è un computer? A prescindere dalle dimensioni e dal

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Stefano Brocchi stefano.brocchi@unifi.it Stefano Brocchi Il sistema di elaborazione 1 / 37 Informatica Il termine informatica deriva dalle parole informazione e automatica Stefano

Dettagli

Architettura dei computer

Architettura dei computer Architettura dei computer In un computer possiamo distinguere quattro unità funzionali: il processore (CPU) la memoria principale (RAM) la memoria secondaria i dispositivi di input/output Il processore

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore Architettura di un calcolatore Appunti di Antonio BERNARDO Corso di Informatica di base A. Bernardo, Informatica di base 1 1 Compiti del computer Elaborazione di dati Memorizzazione di dati Scambio di

Dettagli

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: martedì, 12.00-13.00. Dip. Di Matematica Modalità esame: scritto + tesina facoltativa 1

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Architettura di Von Neumann Memorie secondarie Dette anche Memoria

Dettagli

Nozioni di Informatica di base. dott. Andrea Mazzini

Nozioni di Informatica di base. dott. Andrea Mazzini Nozioni di Informatica di base dott. Andrea Mazzini Hardware e Software Hardware: la parte fisica del calcolatore Software: l insieme di programmi che un calcolatore richiede per funzionare Nozioni di

Dettagli

Contenuti. Visione macroscopica Hardware Software. 1 Introduzione. 2 Rappresentazione dell informazione. 3 Architettura del calcolatore

Contenuti. Visione macroscopica Hardware Software. 1 Introduzione. 2 Rappresentazione dell informazione. 3 Architettura del calcolatore Contenuti Introduzione 1 Introduzione 2 3 4 5 71/104 Il Calcolatore Introduzione Un computer...... è una macchina in grado di 1 acquisire informazioni (input) dall esterno 2 manipolare tali informazioni

Dettagli

INFORMATICA DI BASE CLASSE PRIMA Prof. Eandi Danilo www.da80ea.altervista.org INFORMATICA DI BASE

INFORMATICA DI BASE CLASSE PRIMA Prof. Eandi Danilo www.da80ea.altervista.org INFORMATICA DI BASE INFORMATICA DI BASE CHE COSA È UN COMPUTER Un computer è un elaboratore elettronico, cioè una macchina elettronica programmabile in grado di eseguire automaticamente operazioni logico-aritmetiche sui dati

Dettagli

Concetti base del computer

Concetti base del computer Concetti base del computer Test VERO o FALSO (se FALSO giustifica la risposta) 1) La memoria centrale è costituita dal disco fisso VERO/FALSO 2) Allo spegnimento del PC la RAM perde il suo contenuto VERO/FALSO

Dettagli

Informatica di Base - 6 c.f.u.

Informatica di Base - 6 c.f.u. Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Informatica di Base - 6 c.f.u. Anno Accademico 2007/2008 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori I parte Introduzione,

Dettagli

- Libro di Testo ECDL Open il manuale Syllabus 4.0 Ed. Apogeo. - Lucidi...riassuntivi! - Io ;) paolo.moschini@lugpiacenza.org

- Libro di Testo ECDL Open il manuale Syllabus 4.0 Ed. Apogeo. - Lucidi...riassuntivi! - Io ;) paolo.moschini@lugpiacenza.org ECDL Open Materiale e riferimenti - Libro di Testo ECDL Open il manuale Syllabus 4.0 Ed. Apogeo - Lucidi...riassuntivi! - Io ;) paolo.moschini@lugpiacenza.org ECDL-Modulo-1-Parte-1 Concetti di base della

Dettagli

Il calcolatore. Struttura fondamentale dell elaboratore ed elementi di programmazione. L informazione digitale. Hardware e Software

Il calcolatore. Struttura fondamentale dell elaboratore ed elementi di programmazione. L informazione digitale. Hardware e Software Struttura fondamentale dell elaboratore ed elementi di programmazione Corso: Laboratorio Matematico-Informatico I Titolare del Corso: Nicoletta Del Buono Il calcolatore I calcolatori elettronici sono stati

Dettagli

ARCHITETTURA DEL CALCOLATORE

ARCHITETTURA DEL CALCOLATORE Orologio di sistema (Clock) UNITÀ UNITÀ DI DI INGRESSO Schema a blocchi di un calcolatore REGISTRI CONTROLLO BUS DEL SISTEMA MEMORIA DI DI MASSA Hard Hard Disk Disk MEMORIA CENTRALE Ram Ram ALU CPU UNITÀ

Dettagli

Corso base per l uso del computer. Corso organizzato da:

Corso base per l uso del computer. Corso organizzato da: Corso base per l uso del computer Corso organizzato da: S Programma del Corso Ing. Roberto Aiello www.robertoaiello.net info@robertoaiello.net +39 334.95.75.404 S S Informatica S Cos è un Computer Il personal

Dettagli

INFORMATION TECNOLOGY

INFORMATION TECNOLOGY PROGETTAZIONE CLASSI PRIMA A E B CONCETTI DI BASE INFORMATION TECNOLOGY SIGNIFICATO DI INFORMATION TECNOLOGY il sistema informatico La classificazione dei computer in base all uso Principali componenti

Dettagli

Linguaggio e Architettura

Linguaggio e Architettura Parte 1 Linguaggio e Architettura IL LINGUAGGIO DELL INFORMATICA 1.1 1 Importante imparare il linguaggio dell informatica L uso Lusodella terminologia giusta è basilare per imparare una nuova disciplina

Dettagli

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it.

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it. Concetti base dell ICT Conoscere il computer ed il software di base Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Fase 1 Information technology Computer Tecnologia utilizzata per la realizzazione

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 4 MACCHINA DI VON NEUMANN Anni 40 i dati e i programmi che descrivono come elaborare i dati possono essere codificati nello

Dettagli

Introduzione all INFORMATICA

Introduzione all INFORMATICA Introduzione all INFORMATICA dott.ssa Aurelia Apice Email: aureliarossa@libero.it informazioni 1 Informatica Cos era? Calcoli matematici impensabili a mano per scopi scientifici e militari Cos è? Automazione

Dettagli

INTRODUZIONE AL PERSONAL COMPUTER A cura di Nico de Corato

INTRODUZIONE AL PERSONAL COMPUTER A cura di Nico de Corato INTRODUZIONE AL PERSONAL COMPUTER A cura di Nico de Corato La configurazione attuale degli attuali computer di base prevede un'unità centrale di elaborazione ed unità periferiche; queste ultime sono classificabili

Dettagli

Architettura di un computer

Architettura di un computer Architettura di un computer Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Architettura A.A. 2012-2013 1 / 36 La tecnologia Cerchiamo di capire alcuni concetti su

Dettagli

Informatica: nozioni basilari

Informatica: nozioni basilari Informatica: nozioni basilari Hardware, Software, Information Technology e un po di teoria Nicola Pantaleoni Cristiano Gerunda Ottobre 2010 1 Information Technology È un termine che comprende tutte le

Dettagli

Vari tipi di computer

Vari tipi di computer Hardware Cos è un computer? Un computer è un elaboratore di informazione. Un computer: riceve informazione in ingresso (input) elabora questa informazione Può memorizzare (in modo temporaneo o permanente)

Dettagli