Screening del tumore polmonare e CAD

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Screening del tumore polmonare e CAD"

Transcript

1 Screening del tumore polmonare e CAD Ma5eo Bara7ni Università di Pisa Dipar=mento di Oncologia, dei Trapian= e delle Nuove Tecnologie in Medicina Divisione di Radiologia Diagnos=ca e Interven=s=ca

2 Screening tumore polmonare: razionale Il carcinoma polmonare è la più frequente causa di morte per tumore nei paesi occidentali La sopravvivenza a 5 anni varia dal 10 al 15% ed è rimasta pressoché invariata negli ul=mi 20 anni Il 78% dei pazien= alla diagnosi appartengono agli stadi III/IV, sopravvivenza a 5 anni 0% 20% Il 22% appartengono agli stadi I/II, sopravvivenza a 5 anni 70 80% Solo il 20 25% sono operabili con successo Solo i tumori in stadio 3 e 4 sono sintoma=ci

3 Screening tumore polmonare A par=re dagli anni 70 sono sta= fa7 studi randomizza= di screening con RX del torace (Mayo Clinic, John Hopkins Medical Ins=tu=on ed il Memorial Sloan Ke5ering Cancer Center) Non è stata osservata alcuna differenza di mortalità tra il gruppo di controllo e il gruppo a7vo

4 Studio ELCAP (Early Lung Cancer Action Project) Confronta l impiego della TC spirale a basso dosaggio e del radiogramma standard del torace su sogge7 asintoma=ci, > 10 pack/years, > 60 anni. Rispe5o al radiogramma del torace, l esame TC al primo esame di screening ha mostrato: noduli non calcifici con una frequenza 3 volte maggiore; posi=vità per neoplasia 4 volte maggiore; neoplasie in stadio iniziale con una frequenza 6 volte maggiore con resecabilità globale del tumore pari al 96%. Henschke CI, McCauley DI, Yankelevitz DF, Naidich DP, Mc Guinnes G, Mie7nen OS, Libby DM, Pasman=er MW, Koizumi J, Altorki NK, Smith JP. Early Lung Cancer Ac=on Project: overall design and findings from vaseline screening. Lancet 354:99 105, 1999.

5 ITALUNG Proge5o di screening per il cancro del polmone con TC spirale a basso dosaggio secondo il protocollo ELCAP: studio randomizzato controllato, iniziato nel 2004 nelle Provincie di Firenze, Pisa e Pistoia della durata di 4 anni. n = 1500 sogge7 per braccio Firenze: 750 Pisa: 350 Pistoia: 350 Un esame all anno per 4 anni

6 Obie7vi dello studio Obie7vo principale: verificare la riduzione del tasso di mortalità per tumore al polmone nella Popolazione A7va dello Studio (PAS), rispe5o alla Popolazione Passiva dello Studio (PPS)

7 Obie7vi secondari: Obie7vi dello studio valutare il numero totale dei tumori che si hanno nella PAS versus la PPS per stabilire il possibile guadagno diagnos=co confrontare i tassi di tumori del polmone in stadio avanzato nella PAS versus la PPS come surrogato della riduzione di mortalità e come indicatori del carico della mala7a misurare il numero di falsi posi=vi e di procedure invasive e stabilire i possibili danni lega= allo screening del cancro polmonare

8 Criteri di selezione dei sogge anni di entrambi i sessi 20 pack/years fumatori corren= o ex fumatori da < 10 anni consenso allo studio anamnesi nega=va per neoplasie e di preceden= exeresi chirurgiche polmonari idoneità alla possibile exeresi chirurgica

9 Piano dello studio 1 anno: Arruolamento e acquisizione base line per PAS 2, 3 e 4 anno: acquisizioni successive per PAS 5 e 6 anno: Follow up minimo per PAS e PPS 6 anno: Prima analisi di mortalità

10 Low Dose CT Protocolli di acquisizione TCSS ma 40 kv 140 collimaz.3 5 mm pitch 2:1 tempo di rotaz.1s incremento spaz. 2 5 mm TCMS ma 20 kv 120 collimaz.1 mm (x 4) pitch 7:1 tempo di rotaz.0,5 s incremento spaz. 1 mm no MDC

11 Low Dose CT BUON COMPROMESSO TRA LA SENSIBILITA NELL INDIVUARE NODULI POLMONARI E L ESPOSIZIONE ALLE RADIAZIONI TC spirale a basso dosaggio m.s. 0.7 msv TC spirale a basso dosaggio s.s. 1.2 msv TC spirale standard 7.0 msv Rx torace p.a msv Rx torace 2p 0.07 msv

12 Cara5eris=che dei noduli Criterio fondamentale per la ges=one dei noduli è quello dimensionale, mentre la morfologia rappresenta un elemento sussidiario

13 Categorie dei noduli Categoria 1: Noduli benigni Lesioni che mostrano calcificazioni benigne, cioè complete, centrali, lamellari o a popcorn; Valori densitometrici di =po adiposo nel contesto del nodulo; Infine noduli no= per avere dimensioni stabili da almeno 24 mesi (stabili= con un errore di misurazione fino al 20%; cioè che non siano aumenta= più del 20%)

14

15 Categorie dei noduli Categoria 2: Micronoduli Noduli di < 5mm di diametro. Le cara5eris=che e la localizzazione di tu7 i noduli dovrà essere documentata per perme5ere il confronto con le successive acquisizioni.

16 85 90% noduli <5mm

17 Categorie dei noduli Categoria 3: Noduli indetermina= Noduli non completamente calcifici di 5 9 mm di diametro di cui non è ancora nota la velocità di crescita (che non appartengano alla categoria 1)

18 noduli >5mm

19 noduli >5mm

20 noduli >5mm

21 Categorie dei noduli Categoria 4: Noduli > 10 mm Noduli > 10mm che non presentano cara5eris=che di noduli benigni al baseline screening, oppure quelli < 10mm che hanno mostrato un aumento dimensionale agli studi TC seria= o al repeat screening. Le cara5eris=che dei noduli possono comprendere margini rotondeggian= o spicula= e cavitazione. Sono comprese in questa categoria anche lesioni focali di =po vetro smerigliato

22 noduli >10mm

23 Risultato Protocollo sui noduli Tra5amento 1. Nessun nodulo, TC normale o solo reper= non significa=vi 2. Nodulo(i) di Categoria 1 3. Nodulo(i) di Categoria 2 4. Nodulo(i) di Categoria 3 Ripetere la TC spirale di screening dopo 1 anno Ripetere la TC spirale di screening dopo 1 anno Ripetere la TC spirale di screening dopo 1 anno Confronto con TAC precedente Controlli a 3, 12 mesi. PET, agoaspirato, toracoscopia 5. Nodulo(i) di Categoria 4 Opzioni diagnos=che: 1)rivalutazione a 1 mese dopo an=bio=coterapia 2)biopsia 6. Screening nega=vo per nodulo(i), ma altre alterazioni significa=ve non sugges=ve di malignità 7. Esame inadeguato 8. Noduli Mul=pli Pra=ca standard Con=nuare lo screening annuale con TAC se appropriato Eseguire nuovo esame se possibile Comportarsi secondo la categoria del nodulo più grande

24 Risulta= baseline screening ITALUNG 3206 sogge7 arruola= braccio a7vo 1613 braccio passivo TC low dose: 426 casi posi=vi 21 tumori polmonari 18 NSCLC (47,6 % stadio 1) 2 SCLC 1 Carcinoide 16 biopsie con ago so7le su 15 lesioni (posi=ve in 12 pz) 17 lesioni asportate da 16 pz 1 biopsia con risultato nega=vo / 1 pz operato per una lesione benigna Design, recruitment and baseline results of the ITALUNG trial for lung cancer screening with low dose CT Lung Cancer, Volume 64, Issue 1, Pages 34 40, April 2009

25 Primi risulta= dalla sede di Pisa Pz so5opos= a low dose CT: 79 low dose CT effe5uate: 83 (4 follow up) 66 pz neg screening (84%) 13 pz pos screening (16%) 1 tumore T4 1 tumore T1 14 noduli >5mm (3 mesi)

26

27

28

29 Adeno Ca Stadio T1 N0 M0 Lobectomia Dx Resezione a=pica a Sn

30 Riscontri occasionali di rilievo clinico 5 pz inters=ziopa=a 2 pz alteraz. Timiche Timoma iperplasia =mica Aneurisma aorta toracica Noduli =roidei Tumefazioni surrenaliche

31

32

33

34 43x29

35

36

37 CAD La ricerca dei noduli polmonari è un difficile compito per il radiologo, infa7 devono essere valutate un elevato numero di immagini ( > di 300 per esame ) ed i noduli hanno forma e dimensioni simili a stru5ure normalmente presen= nel torace ( bronchi e vasi ). È stato dimostrato che uno o più noduli possono sfuggire all a5enzione del radiologo nel 26 % dei sogge7 esamina= in una campagna di screening*. Per ridurre la percentuale di falsi posi=vi è stata proposta la doppia le5ura degli esami, ma questa procedura non è a5uabile nelle campagne di screening né nella normale pra=ca clinica. L uso di un sistema CAD come secondo le5ore potrebbe essere u=le nell incrementare le prestazioni del radiologo. A5ualmente sistemi CAD sono disponibili anche in ambito mammografico e per la colonscopia virtuale. * Swensen SJ, Je5 JR, Sloan JA, Midthun DE, Hartman TE, Sykes AM, et al. Screening for lung cancer with low dose spiral computed tomography. Am J Respir Crit Care Med 2002;165:

38 CAD Nell ambito della collaborazione tra INFN di Pisa, il Dipar=mento di Oncologia, dei Trapian= e delle Nuove Tecnologie in Medicina Divisione di Radiologia Diagnos=ca e Interven=s=ca dell Università di Pisa e l Unità di Opera=va di Radiodiagnos=ca II dell Azienda Ospedaliera Universitaria di Pisa si sta proge5ando un test di valutazione dell efficacia del sistema CAD sviluppato nell ambito della collaborazione MAGIC 5. A questo scopo è iniziata una valutazione degli studi presen= in le5eratura sia per la metodologia u=lizzata che per i risulta= o5enu=.

39 CAD Materiali e metodi 30 LDCT 3 radiologi con diversa esperienza tempo di le5ura 15 sistema CAD ImageChecker V1.0 R2 Technology standard di riferimento: rile5ura consensuale degli esami Risulta= Brochu B, Beigelman Aubry C, Goldmard J L, Raffy P, Grenier PA, Lucidarme O. Computer aided of lung nodules on thin collima=on MDCT: impact on radiologists' performance. J Radiol 2007;88:

40 CAD Materiali e metodi 25 LDCT 3 radiologi con diversa esperienza sistema CAD ImageChecker V1.0 R2 Technology; Nodule Enhanced Viewing Siemens standard di riferimento: rile5ura consensuale degli esami Risulta= Das M, Muhlenbruch G, Mahnken AH, Flohr TG, Gundel L, Stanzel S, Kraus T, Gunther RW, Wildberger JE. Small pulmonary nodules: effect of two computer aided detec=on systems on radiologist performance. Radiology 2006; 241:

41 CAD Materiali e metodi 70 CT 4 radiologi sistema CAD ImageChecker V1.0 R2 Technology standard di riferimento: le5ura preliminare di 2 radiologi toracici Risulta= Lee IJ, Gamsu G, Czum J, Wu N, Johnson R, Chakrapani S. Lung. Nodule detec=on on chest CT: evalua=on of a computer aided detec=on (CAD) system. Korean J Radiol. 2005:89 93.

42 CAD In tu7 gli studi sono sta= scarta= gli esami con artefa7 da movimento, con lesioni di =po ground glass o con un numero di noduli superiore a 6. Il CAD se u=lizzato come secondo le5ore migliora sempre le prestazioni dei radiologi, in maniera più marcata per quelli con prestazioni singole peggiori. Il grado di esperienza del radiologo entra in gioco nel riconoscere i falsi posi=vi presenta= dal so}ware. Raramente vengono indica= i risulta= del CAD da solo sul dataset u=lizzato per il test, vengo cita= preceden= lavori di test del CAD su dataset di sviluppo.

Descrizione CAD polmonare e interfaccia web per il sito MEGALAB della regione Lazio

Descrizione CAD polmonare e interfaccia web per il sito MEGALAB della regione Lazio Descrizione CAD polmonare e interfaccia web per il sito MEGALAB della regione Lazio Un applicazione in fase di sperimentazione nel progetto MEGALAB è un sistema computerizzato per il riconoscimento automatico

Dettagli

kvp 120-140 120-140 ma 40-45 20-60 collimazione 5mm 1-2,5 mm pitch 1,5-2 1,5-2 da valutare 2 apnee inspiratorie con overlapping

kvp 120-140 120-140 ma 40-45 20-60 collimazione 5mm 1-2,5 mm pitch 1,5-2 1,5-2 da valutare 2 apnee inspiratorie con overlapping PROTOCOLLO RADIOLOGICO Le indagini TC del torace di questo studio saranno effettuate con tecnica spirale low dose, che permette una significativa riduzione della dose somministrata rispetto a quella a

Dettagli

Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto. La diagnostica per immagini del polmone e della pleura

Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto. La diagnostica per immagini del polmone e della pleura Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto La diagnostica per immagini del polmone e della pleura PLEURA LE MANIFESTAZIONI - PLACCHE POLMONE RADIOLOGICHE - ISPESSIMENTO DIFFUSO - VERSAMENTO - MESOTELIOMA

Dettagli

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano!

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano! GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO! WORLD NO -TOBACCO DAY 2015! ISS - Roma, 29 maggio 2015! Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto

Dettagli

STADIAZIONE E TRATTAMENTO CHIRURGICO

STADIAZIONE E TRATTAMENTO CHIRURGICO PROTOCOLLI OPERATIVI IN PNEUMOLOGIA INTERVENTISTICA: NODULO POLMONARE PERIFERICO STADIAZIONE E TRATTAMENTO CHIRURGICO PROF. FEDERICO REA CATTEDRA DI CHIRURGIA TORACICA UNIVERSITA DI PADOVA Firenze 18 Marzo

Dettagli

La prevenzione secondaria negli esposti all'amianto: cosa ci ha insegnato lo studio ATOM 002

La prevenzione secondaria negli esposti all'amianto: cosa ci ha insegnato lo studio ATOM 002 AMIANTO, LO STATO DELL ARTE SALUTE E AMBIENTE PREVENZIONE E BONIFICHE Venerdì 17 febbraio 2012 Sala Anfiteatro Azienda Ospedaliero - Universitaria S.M.M. di Udine La prevenzione secondaria negli esposti

Dettagli

IL TUMORE DEL POLMONE - LA STADIAZIONE. Roberta Polverosi UOC RADIOLOGIA S. Donà di Piave (VE)

IL TUMORE DEL POLMONE - LA STADIAZIONE. Roberta Polverosi UOC RADIOLOGIA S. Donà di Piave (VE) IL TUMORE DEL POLMONE - LA STADIAZIONE Roberta Polverosi UOC RADIOLOGIA S. Donà di Piave (VE) 1974 2.155 casi da 1 centro 2009 67.725 casi da 46 centri PARAMETRI TNM POLMONE T grandezza del tumore e invasione

Dettagli

FOLLOW-UP DEL TUMORE POLMONARE

FOLLOW-UP DEL TUMORE POLMONARE Linee Guida ITT Istituto Toscano Tumori ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI e degli ODONTOIATRI della PROVINCIA di AREZZO 3 gennaio 2007 Ivano Archinucci UO di Pneumologia ASL 8 STADI DEL CARCINOMA POMONARE STADIO

Dettagli

coin lesion polmonare

coin lesion polmonare coin lesion polmonare accurata anamnesi ed esame obiettivo impossibile confronto con precedenti radiogrammi lesione non preesistente o modificatasi TC Follow-up caratteri di benignità lesione sospetta

Dettagli

PROGETTO COSMOS II. Giulia Veronesi Chirurgia Toracica Email: giulia.veronesi@ieo.it Istituto Europeo di Oncologia

PROGETTO COSMOS II. Giulia Veronesi Chirurgia Toracica Email: giulia.veronesi@ieo.it Istituto Europeo di Oncologia PROGETTO COSMOS II Giulia Veronesi Chirurgia Toracica Email: giulia.veronesi@ieo.it Istituto Europeo di Oncologia MORTALITY MAYO LUNG PROJECT 1984: 10.000 soggetti fumatori Radiografia + citologia sull

Dettagli

CHIRURGIA TORACICA VIDEO- ASSISTITA (VATS): 10 ANNI DI ESPERIENZA PERSONALE

CHIRURGIA TORACICA VIDEO- ASSISTITA (VATS): 10 ANNI DI ESPERIENZA PERSONALE CHIRURGIA TORACICA VIDEO- ASSISTITA (VATS): 10 ANNI DI ESPERIENZA PERSONALE S. SPINI MD, PhD; F. APICELLA MD, FCCP; P. CAPPELLINI MD, L. MAGGI MD Azienda Sanitaria Firenze Nuovo Ospedale S. Giovanni di

Dettagli

Gli screening oncologici. Maria Serena GALLONE

Gli screening oncologici. Maria Serena GALLONE Gli screening oncologici Maria Serena GALLONE Prevenzione PRIMARIA SECONDARIA TERZIARIA Cosa è lo screening? Esame sistema2co, condo7o con mezzi clinici, strumentali o con test di laboratorio finalizzato

Dettagli

DANIELE REGGE ISTITUTO PER LA RICERCA E LA CURA DEL CANCRO CANDIOLO -TORINO

DANIELE REGGE ISTITUTO PER LA RICERCA E LA CURA DEL CANCRO CANDIOLO -TORINO DANIELE REGGE ISTITUTO PER LA RICERCA E LA CURA DEL CANCRO CANDIOLO -TORINO CT Colonography = Colonografia TC, Colon TC o Colonscopia Virtuale Indagine non invasiva che utilizza dati TC e software specializzato

Dettagli

Il NPS ed il carcinoma polmonare nel Veneto

Il NPS ed il carcinoma polmonare nel Veneto Il NPS ed il carcinoma polmonare nel Veneto Paola Zambon Registro Tumori del Veneto (IOV IRCCS) Manola Lisiero, Mario Saugo (SER) Belluno, 20 Ottobre 2011 Casi annui in Veneto stimati nel 2011 a partire

Dettagli

La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico

La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico Daniele Regge Fondazione del Piemonte per l Oncologia IRCCS Candiolo-Torino Agenda Il programma Proteus

Dettagli

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI APPROPIATEZZA DIAGNOSTICO-TERAPEUTICA IN ONCOLOGIA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI Alessandro Del Maschio Dipartimento di Radiologia Università Vita-Salute IRCCS San Raffaele Milano 1. NEOPLASIE POLMONARI Prof.

Dettagli

Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto. Discussione di casi clinici

Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto. Discussione di casi clinici Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto Discussione di casi clinici Primo : F.L. maschio 65 65 anni ANAMNESI PATOLOGICA Ca prostata emiparesi sin Asintomatico ANAMNESI LAVORATIVA 1952-1963 1963 elettricista

Dettagli

E.Molfese, P.Matteucci, A.Iurato, M. Fiore, L.E. Trodella, L. Poggesi, R.M. D Angelillo, E. Iannacone, L.Trodella!

E.Molfese, P.Matteucci, A.Iurato, M. Fiore, L.E. Trodella, L. Poggesi, R.M. D Angelillo, E. Iannacone, L.Trodella! Il trattamento stereotassico delle lesioni surrenaliche in pazienti oligometastatici affetti da NSCLC: una promettente arma per il controllo locale di malattia?! E.Molfese, P.Matteucci, A.Iurato, M. Fiore,

Dettagli

TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CARCINOMA ESOFAGEO NEL PAZIENTE CIRROTICO

TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CARCINOMA ESOFAGEO NEL PAZIENTE CIRROTICO Società Triveneta di Chirurgia Padova, 20 febbraio 2015 TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CARCINOMA ESOFAGEO NEL PAZIENTE CIRROTICO Valmasoni M., Pierobon E. S., De Pasqual C. A., Zanchettin G. Capovilla G.,

Dettagli

CARDIOPATIA ISCHEMICA ACUTA La coronaro-angio-tc

CARDIOPATIA ISCHEMICA ACUTA La coronaro-angio-tc CARDIOPATIA ISCHEMICA ACUTA La coronaro-angio-tc PATRIZIA NOUSSAN Servizio di Cardiologia e UTIC GIACOMO PAOLO VAUDANO Servizio di Neuroradiologia-Radiologia d Urgenza OSP. SAN GIOVANNI BOSCO ASL TORINO

Dettagli

DOVREMMO USARE IL PSA PER LO SCREENING DEI TUMORI DELLA

DOVREMMO USARE IL PSA PER LO SCREENING DEI TUMORI DELLA DOVREMMO USARE IL PSA PER LO SCREENING DEI TUMORI DELLA PROSTATA? P. Vineis, G. Casetta* Servizio di Epidemiologia dei Tumori *Clinica Urologica 1, Università di Torino IL PROBLEMA Attività sistematiche

Dettagli

Inoduli solitari del polmone sono opacità radiografiche

Inoduli solitari del polmone sono opacità radiografiche La valutazione di un nodulo solitario del polmone ROSS H. ALBERT, JOHN J. RUSSELL Abington Memorial Hospital, Abington, Pennsylvania, USA Il riscontro di un nodulo solitario del polmone ad un esame radiografico

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO PER PAZIENTI CON NODULO EPATICO DI NATURA DA DEFINIRE

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO PER PAZIENTI CON NODULO EPATICO DI NATURA DA DEFINIRE PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO PER PAZIENTI CON NODULO EPATICO DI NATURA DA DEFINIRE PDT 028.2 SC Medicina Generale-Ecografia Interventistica Protocollo nodulo epatico Rev 1 del 31/12/2010 1/8 1. BACKGROUND

Dettagli

MANAGEMENT DEL NODULO POMONARE RISCONTRATO INCIDENTALMENTE

MANAGEMENT DEL NODULO POMONARE RISCONTRATO INCIDENTALMENTE MANAGEMENT DEL NODULO POMONARE RISCONTRATO INCIDENTALMENTE Il riscontro occasionale in Pazienti asintomatici di uno o più noduli polmonari all esame TC del torace rappresenta un evento comune, con una

Dettagli

La Prevenzione Secondaria dei tumori

La Prevenzione Secondaria dei tumori Chiavari, 29 Maggio 2007 La Prevenzione Secondaria dei tumori Paolo Bruzzi S.C. Epidemiologia Clinica Dpt. Epidemiologia e Prevenzione IST - Genova Prevenzione Secondaria = Prevenzione delle conseguenze

Dettagli

1 CONVEGNO AME EMILIA-ROMAGNA Bologna, 15 maggio 2010. Paola Franceschetti

1 CONVEGNO AME EMILIA-ROMAGNA Bologna, 15 maggio 2010. Paola Franceschetti 1 CONVEGNO AME EMILIA-ROMAGNA Bologna, 15 maggio 2010 I Sessione La PET in Endocrinologia Oncologica Caso clinico Paola Franceschetti SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA Dipartimento di Scienze Biomediche e Terapie

Dettagli

Il Nodulo Polmonare Solitario. A. Familiare: Madre deceduta per K pancreas 4/6 zii materni deceduti per K

Il Nodulo Polmonare Solitario. A. Familiare: Madre deceduta per K pancreas 4/6 zii materni deceduti per K Uomo di 57 anni. A. Familiare: Madre deceduta per K pancreas 4/6 zii materni deceduti per K A. Fisiologica: ha fumato 20-30 sigarette/die per 20 anni. Non fuma dal 1986. A.P.R.: nel 2005 RAR per Ca giunto

Dettagli

Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta TC Cerebrale senza e con MDC RMN 4.11.1999 2.11.1999 Scintigrafia ossea

Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta TC Cerebrale senza e con MDC RMN 4.11.1999 2.11.1999 Scintigrafia ossea Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta ed esegue: TC Cerebrale senza e con MDC In sede parasagittale sinistra superiormente al tetto del ventricolo laterale di sinistra,

Dettagli

AIRO INCONTRA SIRM Diagnostica per Immagini e trattamenti non chirurgici del nodulo polmonare solitario

AIRO INCONTRA SIRM Diagnostica per Immagini e trattamenti non chirurgici del nodulo polmonare solitario AIRO INCONTRA SIRM Diagnostica per Immagini e trattamenti non chirurgici del nodulo polmonare solitario Valutazione della risposta e follow-up: il punto di vista dell oncologo radioterapista e del diagnosta

Dettagli

ESPERIENZA SULLE BIOPSIE VACUUM-ASSISTED ASSISTED E LORO INDICAZIONI

ESPERIENZA SULLE BIOPSIE VACUUM-ASSISTED ASSISTED E LORO INDICAZIONI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE MEDICO-CHIRURGICHE SEZIONE DI RADIODIAGNOSTICA CATTEDRA DI RADIOLOGIA DIRETTORE: PROF. G. GANDINI RISULTATI DEL PROGRAMMA REGIONALE DI SCREENING

Dettagli

Agobiopsia del Polmone

Agobiopsia del Polmone Agobiopsia del Polmone E. Mazza * C. Maddau ** *Radiologia Interventistica AOU Careggi **Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica FIRENZE 1 NODULI POLMONARI ANALISI MORFOLOGICA e DINAMICA con

Dettagli

ALTRI TUMORI BRONCO-POLMONARI

ALTRI TUMORI BRONCO-POLMONARI Università degli Studi di Perugia Chirurgia Toracica Aziende Ospedaliere di Perugia e Terni Scuola di Specializzazione in Chirurgia Toracica Direttore: Prof. Francesco Puma ALTRI TUMORI BRONCO-POLMONARI

Dettagli

Il Ruolo del Chirurgo Federico Rea

Il Ruolo del Chirurgo Federico Rea Il Ruolo del Chirurgo Federico Rea UOC CHIRURGIA TORACICA Università degli Studi di Padova Ruolo della chirurgia nel PDTA del tumore polmonare DIAGNOSTICO TERAPEUTICO Interventi Diagnostici Se possibile

Dettagli

Radiazioni Ionizzanti: nuovi modelli per la stima del rischio

Radiazioni Ionizzanti: nuovi modelli per la stima del rischio Dipartimento di Diagnostica per Immagini, Imaging Molecolare, Radiologia Interventistica e Radioterapia Università di Roma Tor Vergata Direttore: : Prof. Giovanni Simonetti Radiazioni Ionizzanti: nuovi

Dettagli

MANAGEMENT DEL NODULO POLMONARE RISCONTRATO INCIDENTALMENTE

MANAGEMENT DEL NODULO POLMONARE RISCONTRATO INCIDENTALMENTE MANAGEMENT DEL NODULO POLMONARE RISCONTRATO INCIDENTALMENTE WWW.THORACICSURGERY.IT Argomenti tratti dalle linee guid AIOM 2013 e SIRM - Società Italiana Radiologia Medica Il 96% dei noduli polmonari si

Dettagli

Applicazioni in Italia della realtà Virtuale e della Robotica in Medicina e Chirurgia Applicazioni Diagnostiche della Realtà Virtuale

Applicazioni in Italia della realtà Virtuale e della Robotica in Medicina e Chirurgia Applicazioni Diagnostiche della Realtà Virtuale Department of Diagnostic and Molecular Imaging, Interventional Radiology, Nuclear Medicine and Radiotherapy University "Tor Vergata Rome Italy Applicazioni in Italia della realtà Virtuale e della Robotica

Dettagli

VATS e tumore del polmone

VATS e tumore del polmone VATS e tumore del polmone Utilizzo della vats nella diagnosi, stadiazione e trattamento del tumore del polmone VATS Linfonodi mediastinici Versamento pleurico e pericardico Nodulo polmonare Exeresi VATS

Dettagli

Radiotherapy: from the beginning until today

Radiotherapy: from the beginning until today IL PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO-ASSISTENZIALE DI ONCOLOGIA TORACICA DELL AOU DI PARMA NUOVE TECNICHE DI RADIOTERAPIA Dr.ssa N. D Abbiero, Dr.ssa C.Dell Anna U.O.C. Radioterapia Azienda-Ospedaliero

Dettagli

Neoplasie polmonari e biomarcatori. Istituto Europeo di Oncologia Milano

Neoplasie polmonari e biomarcatori. Istituto Europeo di Oncologia Milano Neoplasie polmonari e biomarcatori Maria Teresa Sandri Istituto Europeo di Oncologia Milano Agenda I marcatori tumorali nel polmone Dati preliminari su uno studio svolto in IEO Il futuro Percorso diagnostico

Dettagli

Nodulo polmonare nello screening del polmone: strategie diagnostiche e risultati

Nodulo polmonare nello screening del polmone: strategie diagnostiche e risultati Nodulo polmonare nello screening del polmone: strategie diagnostiche e risultati Andrea Lopes Pegna 6 marzo 2012 Sospensione fumo e screening Age range Topic Ref 65-74 Lung cancer mortality rate (UK continuing

Dettagli

Prevenzione del cancro del polmone tramite screening con tomografia computerizzata in persone esposte all'amianto

Prevenzione del cancro del polmone tramite screening con tomografia computerizzata in persone esposte all'amianto Versione febbraio 2013 Factsheet Prevenzione del cancro del polmone tramite screening con tomografia computerizzata in persone esposte all'amianto Dr. med. Susanna Stöhr, PD dr. med. dr. phil. David Miedinger,

Dettagli

Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto. Le patologie amianto-correlate

Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto. Le patologie amianto-correlate Progetto Ex Esposti Amianto Regione Veneto Le patologie amianto-correlate Le patologie amianto-correlate La produzione e commercializzazione di prodotti o materiali contenenti amianto è cessata in Italia

Dettagli

ASSOCIAZIONE MEDICI ENDOCRINOLOGI COMPLESSITA CLINICI FAMILIARI ETICI COMPLESSITA CLINICI U A LEGALI E F ETICI C F U O E RELIGIOSI M T ORGANIZZATIV I T SOCIALI PSI COLOGICI I FAM ILIARI V I Fare: la tendenza

Dettagli

Pasquale Esposito & The Diges;ve Endoscopy Team

Pasquale Esposito & The Diges;ve Endoscopy Team Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli DAI di Medicina Interna e Specialis;ca Unità Opera;va Complessa di Epato- Gastroenterologia UO di Endoscopia Diges;va DireAore

Dettagli

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente diagnosi differenziale: carcinoma della mammella sono elementi di sospetto: monolateralità, rapido sviluppo Primitiva: puberale,

Dettagli

La Risonanza Magnetica della Mammella

La Risonanza Magnetica della Mammella La Risonanza Magnetica della Mammella - in 15 minuti - Dr Renzo Taschini Centro Oncologico Fiorentino RM Mammella : i requisiti 1- TECNOLOGIA Magnete ad elevato campo (1.5T o 3T) Elevata risoluzione spaziale

Dettagli

La dimensione del tumore è predittiva della sopravvivenza nel tumore del polmone non a piccole cellule in stadio IA*

La dimensione del tumore è predittiva della sopravvivenza nel tumore del polmone non a piccole cellule in stadio IA* La dimensione del tumore è predittiva della sopravvivenza nel tumore del polmone non a piccole cellule in stadio IA* Jeffrey L. Port, MD; Michael S. Kent, MD; Robert J. Korst, MD, FCCP; Daniel Libby, MD,

Dettagli

Il nodulo polmonare solitario

Il nodulo polmonare solitario Il nodulo polmonare solitario DEFINIZIONE E STORIA Il nodulo polmonare solitario (NPS) è definito come una piccola e ben marginata opacità rotondeggiante uguale o inferiore a 3 cm di diametro, completamente

Dettagli

11 Incontro di Oncologia ed Ematologia

11 Incontro di Oncologia ed Ematologia 11 Incontro di Oncologia ed Ematologia Sestri Levante, 18 maggio 2013 Maria Sironi C è ancora un ruolo per la citologia da agoaspirato con ago sottile nella diagnostica dei noduli mammari? 1 mm Quali tecniche

Dettagli

La diagnostica del carcinoma prostatico Girolamo Morelli

La diagnostica del carcinoma prostatico Girolamo Morelli La diagnostica del carcinoma prostatico Girolamo Morelli Ricercatore presso l Università di Pisa U.O. di Urologia Universitaria Generalità Neoplasia non cutanea più frequente nel maschio Malattia a lenta

Dettagli

Ecografia del surrene

Ecografia del surrene Ecografia del surrene Metodica di studio Anatomia ecografia Quadri patologici Congresso SIEMG Up-Date Vibo Valentia 01-03 maggio 2014 Visibilità ecografia Sonde convex multifrequenza 2-5 Mhz Surrene destro

Dettagli

IL TUMORE DEL POLMONE

IL TUMORE DEL POLMONE Registro Tumori Canton Ticino Istituto Cantonale di Patologia IL TUMORE DEL POLMONE Epidemiologia Il tumore polmonari è la neoplasia piú diffusa nel mondo e in particolare nei paesi industrializzati, rappresentando

Dettagli

Corso per operatori dei Registri Tumori Reggio Emilia 3-6 dicembre 2007. Tumore del polmone. Adele Caldarella

Corso per operatori dei Registri Tumori Reggio Emilia 3-6 dicembre 2007. Tumore del polmone. Adele Caldarella Corso per operatori dei Registri Tumori Reggio Emilia 3-6 dicembre 2007 Tumore del polmone Adele Caldarella Frequenza del tumore del polmone in Italia AIRTum AIRTum Mortalità per tumore del polmone AIRTum

Dettagli

Sommario. 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso. PERCORSO Codice DVA 09 Rif. P 01. Pag.

Sommario. 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso. PERCORSO Codice DVA 09 Rif. P 01. Pag. Rif. P 01 Pag. 1 Sommario 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso REVISIONI N REV. DATA STESURA DESCRIZIONE Rif. PARAGR. Rif. PAGINA 00 20/10/2009 Prima emissione

Dettagli

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING Relatore: Brunella Spadafora Epidemiologia e prevenzione dei tumori maligni I tumori nel loro insieme, costituiscono la seconda causa di morte,

Dettagli

ECOENDOSCOPIA ESOFAGO E MEDIASTINO

ECOENDOSCOPIA ESOFAGO E MEDIASTINO ECOENDOSCOPIA ESOFAGO E MEDIASTINO Marianna Di Maso Servizio di Endoscopia Digestiva Ospedale di San Severo - ASL Foggia Learning Corner AIGO XX Congresso Nazionale delle Malattie Digestive Napoli 19-22

Dettagli

ALTRI TUMORI PRIMITIVI DEL FEGATO

ALTRI TUMORI PRIMITIVI DEL FEGATO SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE, CORSO 2010/2013. I TUMORI DEL FEGATO ALTRI TUMORI PRIMITIVI DEL FEGATO Elisabetta Ascari Fabio Bassi Medicina III Gastroenterologia Azienda

Dettagli

Programma di screening

Programma di screening Programma di screening Un programma di screening consiste nel selezionare, in una popolazione, particolari sottogruppi tramite un qualche test (test di screening) Sono selezionate in un gruppo di sani

Dettagli

2. Sperimentatore Principale IEO: Dr. Giulia Veronesi

2. Sperimentatore Principale IEO: Dr. Giulia Veronesi RIASSUNTO PROGETTO DI RICERCA IEO S669/511 I. INFORMAZIONI GENERALI 1. Titolo: Diagnosi precoce del tumore polmonare in soggetti ad alto rischio con TC a basso dosaggio e marcatori molecolari (Early detection

Dettagli

Screening del tumore polmonare in soggetti ad alto rischio con TC a basso dosaggio e marcatori molecolari (studio Cosmos II)

Screening del tumore polmonare in soggetti ad alto rischio con TC a basso dosaggio e marcatori molecolari (studio Cosmos II) Screening del tumore polmonare in soggetti ad alto rischio con TC a basso dosaggio e marcatori molecolari (studio Cosmos II) Sperimentatori IEO Dr. Giulia Veronesi Unità di Ricerca Diagnosi Precoce e Prevenzione

Dettagli

IDONEITÀ ALLA DONAZIONE: I DONATORI NON OTTIMALI

IDONEITÀ ALLA DONAZIONE: I DONATORI NON OTTIMALI Azienda Ospedaliera Universitaria di Messina IDONEITÀ ALLA DONAZIONE: I DONATORI NON OTTIMALI Dott. R. Messina Corso di Aggiornamento per Medici e Infermieri Donazione di organi e tessuti: attualità e

Dettagli

PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013

PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013 PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013 Certificato N 9122 AOLS Data applicazione Redazione Verifica Approvazione 24.10.2013 Dr.ssa S. Ferrario Dr.ssa M.V. Forleo Dr.ssa E. Piazza Dr.ssa G. Saporetti Dr. E. Goggi

Dettagli

Un progetto dimostrativo di e- screening di. popolazione. Eugenio Paci SC di epidemiologia Clinica e Descrittiva

Un progetto dimostrativo di e- screening di. popolazione. Eugenio Paci SC di epidemiologia Clinica e Descrittiva Screening per il tumore del Polmone con CT Scan a bassa dose Un progetto dimostrativo di e- screening di popolazione Eugenio Paci SC di epidemiologia Clinica e Descrittiva AIRTUM incidenza. I cinque tumori

Dettagli

LESIONI FOCALI BENIGNE

LESIONI FOCALI BENIGNE Sardinian Research Group in Advanced Ultra-Sound Medical Application LESIONI FOCALI BENIGNE M. Carboni, G.Virgilio, D. Sirigu, M A. Barracciu, L. Loi, P. Cucciari, G.Campisi, V.Migaleddu. Ala Birdi, 04

Dettagli

Il ruolo dell oncologo

Il ruolo dell oncologo TUMORI DEL MEDIASTINO Il ruolo dell oncologo Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Tumori del mediastino di principale pertinenza oncologica

Dettagli

METASTASI POLMONARI. Terapia Oncologica. Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

METASTASI POLMONARI. Terapia Oncologica. Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma METASTASI POLMONARI Terapia Oncologica Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Metastasi polmonari: EPIDEMIOLOGIA Prevalenza nelle autopsie di

Dettagli

IL NODULO POLMONARE SOLITARIO

IL NODULO POLMONARE SOLITARIO IL NODULO POLMONARE SOLITARIO Luigi Ferritto (1), Walter Ferritto (2) (1) Dipartimento di Medicina Generale, Clinica "Athena" Villa dei Pini - Piedimonte Matese (CE) (2) Divisione di Medicina Interna,

Dettagli

CRITERI RADIOLOGICI DI VALUTAZIONE DELLA RISPOSTA ALLA TERAPIA ONCOLOGICA Radiologia Ferrara CRITERI RECIST Response Evaluation Criteria In Solid Tumor CRITERI RECIST Sono un gruppo di regole atte ad identificare

Dettagli

To screen or not to screen: la tac spirale per il tumore del polmone pubblicata sulla stampa

To screen or not to screen: la tac spirale per il tumore del polmone pubblicata sulla stampa To screen or not to screen: la tac spirale per il tumore del polmone pubblicata sulla stampa Cinzia Colombo Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità Istituto di Ricerche Farmacologiche

Dettagli

Massimo Confortini Direttore Laboratorio Prevenzione Oncologica ISPO Firenze

Massimo Confortini Direttore Laboratorio Prevenzione Oncologica ISPO Firenze LA CITOLOGIA NEGLI SCREENING ONCOLOGICI Roma 19 Novembre 2014 IL PAP TEST NEI DIVERSI SCENARI: SIMILITUDINI E DIFFERENZE Massimo Confortini Direttore Laboratorio Prevenzione Oncologica ISPO Firenze Bertozzi

Dettagli

Effetto della polipectomia

Effetto della polipectomia Effetto della polipectomia POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA Interruzione sequenza adenoma - carcinoma Qualunque metodo di diagnosi porta alla polipectomia Polipo reciso L ansa diatermica Incappia il polipo Base

Dettagli

In letteratura scientifica la prevalenza degli incidentalomi varia seconda del tipo di studio.

In letteratura scientifica la prevalenza degli incidentalomi varia seconda del tipo di studio. LESIONE NODULARE DEL SURRENE: RISCONTRO SPESSO CASUALE Stefano Folzani Direttore f.f. Servizio di Radiologia Ospedale di Suzzara Lucrezia Emanuela Guerra, Luisella Orru, Massimo Mase Dari Servizio di Radiologia

Dettagli

Ecografia, risonanza magnetica nello screening mammografico: luoghi dove è meglio non avventurarsi? Stefano Ciatto

Ecografia, risonanza magnetica nello screening mammografico: luoghi dove è meglio non avventurarsi? Stefano Ciatto Ecografia, risonanza magnetica nello screening mammografico: luoghi dove è meglio non avventurarsi? Stefano Ciatto anni 35 - sintomatica EO: nodulo in regione infero-centrale Mammografia: quadro negativo

Dettagli

SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE

SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE Francesco Tonelli Cattedra di Chirurgia Generale, Università di Firenze AOU Careggi Convegno medico UniSalute APPROPRIATEZZA ED EFFICACIA DEGLI SCREENING Bologna 12 ottobre

Dettagli

1997 - Esame di ammissione al Board Europeo di Chirurgia Toracica e Cardio-Vascolare.

1997 - Esame di ammissione al Board Europeo di Chirurgia Toracica e Cardio-Vascolare. Prof. Lorenzo Spaggiari Dati personali Nato il 09/05/1961 a CASINA (RE) Codice fiscale SPGLNZ61E09B967H Indirizzo di residenza o domicilio: Indirizzo Via G. Antonini 32 20141 Milano, Italia Indirizzo E-mail

Dettagli

Capacità della TC spirale a bassa dose di radiazioni di distinguere tra noduli polmonari non calcifici benigni e maligni*

Capacità della TC spirale a bassa dose di radiazioni di distinguere tra noduli polmonari non calcifici benigni e maligni* Capacità della TC spirale a bassa dose di radiazioni di distinguere tra noduli polmonari non calcifici benigni e maligni* Steven B.Markowitz, MD; Albert Miller, MD, FCCP; Jeffrey Miller, MD; Amy Manowitz,

Dettagli

SCREENING CON TAC SPIRALE

SCREENING CON TAC SPIRALE SOCIETÀ ITALIANA DI RADIOLOGIA MEDICA Documenti SIRM 2003 SCREENING CON TAC SPIRALE G. Angelelli 1, C. Fava 2 G., A. Laghi 3, F. Casolo 4 1 Dipartimento di Medicina Interna e Medicina Pubblica, Sezione

Dettagli

ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli

ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli 1. Introduzione ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli Mentre un tempo la valutazione chirurgica degli angiomi epatici era limitata agli interventi in urgenza per

Dettagli

1. ALBERO IN FIORE (TREE IN BUD)

1. ALBERO IN FIORE (TREE IN BUD) 1. ALBERO IN FIORE (TREE IN BUD) Questo segno è riconoscibile in TC ad alta risoluzione ed è caratterizzato da micronoduli (2-4 mm. di diametro) a margini abbastanza netti in sede centrolobulare connessi

Dettagli

AUDIT CHIRURGIA TORACICA- IEO

AUDIT CHIRURGIA TORACICA- IEO AUDIT CHIRURGIA TORACICA IEO CHIRURGIA ANATOMICA RESETTIVA: MORBILITA E MORTALITA POST CHIRURGICA DAL 2003 AL 2010 Prof. Lorenzo Spaggiari Introduzione Nell ultimo decennio solo un numero limitato di articoli

Dettagli

REGISTRO REGIONALE TUMORI E PROGRAMMI DI SCREENING: ATTUALITÀ E PROSPETTIVE

REGISTRO REGIONALE TUMORI E PROGRAMMI DI SCREENING: ATTUALITÀ E PROSPETTIVE REGISTRO REGIONALE TUMORI E PROGRAMMI DI SCREENING: ATTUALITÀ E PROSPETTIVE - Diego Serraino - SOC Epidemiologia e Biostatistica Registro Tumori Friuli Venezia Giulia IRCCS Centro di Riferimento Oncologico,

Dettagli

Neoplasie della mammella - 1

Neoplasie della mammella - 1 Neoplasie della mammella - 1 Patologia mammaria FIBROADENOMA CISTI ASCESSO ALTERAZIONI FIBROCISTICHE NEOPLASIA NEOPLASIA RETRAZIONE CUTANEA Carcinoma mammario Incidenza per 100.000 donne Western Europe

Dettagli

Utilità della metodica ROSE (Rapid On Site Cytology Evaluation) nella citologia polmonare in differenti contesti clinici Giarnieri E*, Arduini R,

Utilità della metodica ROSE (Rapid On Site Cytology Evaluation) nella citologia polmonare in differenti contesti clinici Giarnieri E*, Arduini R, Utilità della metodica ROSE (Rapid On Site Cytology Evaluation) nella citologia polmonare in differenti contesti clinici Giarnieri E*, Arduini R, Falasca C, Bruno P*, De Rosa N, Giovagnoli MR*, Micheli

Dettagli

FRANCESCO SOLLITTO Università di Foggia CHIRURGIA TORACICA IL PERCORSO DIAGNOSTICO E STADIATIVO NEI TUMORI DEL POLMONE

FRANCESCO SOLLITTO Università di Foggia CHIRURGIA TORACICA IL PERCORSO DIAGNOSTICO E STADIATIVO NEI TUMORI DEL POLMONE FRANCESCO SOLLITTO Università di Foggia CHIRURGIA TORACICA IL PERCORSO DIAGNOSTICO E STADIATIVO NEI TUMORI DEL POLMONE CANCRO DEL POLMONE Neoplasia più diffusa al mondo (Nord-America ed Europa) Seconda

Dettagli

CASO CLINICO 3 Paziente con carcinoma del retto distale

CASO CLINICO 3 Paziente con carcinoma del retto distale 4 Incontro STRATEGIE TERAPEUTICHE NEL CARCINOMA DEL COLON- RETTO CASO CLINICO 3 Paziente con carcinoma del retto distale VALENTINA SEGA E.B. 80 anni ANAMNESI Nulla di rilevante all anamnesi patologica

Dettagli

Fondazione di Ricerca e Cura Giovanni Paolo II Università Cattolica del Sacro Cuore

Fondazione di Ricerca e Cura Giovanni Paolo II Università Cattolica del Sacro Cuore Fondazione di Ricerca e Cura Giovanni Paolo II Università Cattolica del Sacro Cuore Falsa cup syndrome da localizzazione di carcinoma (T1) nella mammella controlaterale alle linfoadenopatie Eleonora Cucci

Dettagli

I TUMORI TIMICI IN ETA PEDIATRICA

I TUMORI TIMICI IN ETA PEDIATRICA I TUMORI TIMICI IN ETA PEDIATRICA Dott. Alessandro Inserra U.O Chirurgia Generale Pediatrica OSPEDALE BAMBINO GESU - IRCCS R o m a PRIMITIVI: TIMOMA TIMOLIPOMA CARCINOIDI CARCINOMI GERM CELL T LINFOMI

Dettagli

I NETs: : A CHE PUNTO SIAMO?

I NETs: : A CHE PUNTO SIAMO? I NETs: : A CHE PUNTO SIAMO? La terapia: approccio multidisciplinare di una patologia complessa. CASO CLINICO Milano 20/06/2008 Laura Catena S.C. Oncologia Medica 2 Fondazione IRCCS Istituto Nazionale

Dettagli

Lo screening mammografico una revisione sui dati di letteratura

Lo screening mammografico una revisione sui dati di letteratura Lo screening mammografico una revisione sui dati di letteratura Cos è uno screening Strategia di indagini diagnostiche generalizzate, utilizzate per identificare una malattia in una popolazione standard

Dettagli

Dipartimento di Medicina Pubblica, Clinica e Preventiva, Sezione di Medicina Legale L ERRORE IN ONCOLOGIA

Dipartimento di Medicina Pubblica, Clinica e Preventiva, Sezione di Medicina Legale L ERRORE IN ONCOLOGIA Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Medicina Pubblica, Clinica e Preventiva, Sezione di Medicina Legale L ERRORE IN ONCOLOGIA dott.ssa Antonella Masullo Assistente in Formazione in

Dettagli

Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la fine del progetto (31/12/2007)

Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la fine del progetto (31/12/2007) Allegato A In risposta alle osservazioni sul progetto di screening colorettale della Regione Emilia- Romagna: Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la

Dettagli

TECNICHE DI IMAGING:

TECNICHE DI IMAGING: P. Torricelli R. Romagnoli Il percorso diagnostico dell embolia polmonare : TC spirale, RM, Angiopneumografia Cattedra e Servizio di Radiologia 1 Università di Modena e Reggio Emilia La diagnosi clinica

Dettagli

Spostando e sommando le proiezioni acquisite, la visualizzazione 3D aumenta la visibilità degli oggetti offuscando gli oggetti dalle altre altezze

Spostando e sommando le proiezioni acquisite, la visualizzazione 3D aumenta la visibilità degli oggetti offuscando gli oggetti dalle altre altezze Il tumore del seno è il più frequente nel sesso femminile: ogni anno in Italia vengono diagnosticati 37.000 nuovi casi, 152 ogni 100.000 donne, circa 1 donna su 10. E il tumore più frequente e rappresenta

Dettagli

Dipartimento di Oncologia direttore dr. Gianpiero Fasola

Dipartimento di Oncologia direttore dr. Gianpiero Fasola Dipartimento di Oncologia direttore dr. Gianpiero Fasola Misurare la qualità e la sicurezza dei pazienti adottando i percorsi clinici: l'esperienza dell'azienda Ospedaliero- Universitaria S. Maria della

Dettagli

PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA

PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA Prof. Giuseppe Martorana Clinica Urologica Alma Mater Studiorum Università di Bologna Convegno medico UniSalute Appropriatezza ed efficacia degli screening Bologna,

Dettagli

L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE

L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE RENATO CANNIZZARO S.O.C. GASTROENTEROLOGIA ONCOLOGICA CRO-ISTITUTO NAZIONALE TUMORI IRCCS - AVIANO L IMPORTANZA DELLO SCREENING L IMPATTO SULLE RISORSE

Dettagli

ANALISI DEI RICOVERI OSPEDALIERI PER TUMORE DEL POLMONE ANNO 2014 1

ANALISI DEI RICOVERI OSPEDALIERI PER TUMORE DEL POLMONE ANNO 2014 1 ANALISI DEI RICOVERI OSPEDALIERI PER TUMORE DEL POLMONE ANNO 2014 1 1. Data set analizzato e suoi limiti Il data set analizzato include: 1. Tutti i ricoveri avvenuti nei presidi ospedalieri dell Area Vasta

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz

www.fisiokinesiterapia.biz www.fisiokinesiterapia.biz LA NEOPLASIA Una competizione costante di aggiornamento contro la storia naturale di una patologia inesorabile Fattore tempo Latenza clinica: da 8 a 16 anni a seconda del tipo

Dettagli

Audit Chirurgia Toracica IEO

Audit Chirurgia Toracica IEO Audit Chirurgia Toracica IEO Chirurgia Anatomica Resettiva: Morbilità e Mortalità Post Chirurgica dal 2003 al 2010 Prof. Lorenzo Spaggiari Introduzione Nell ultimo decennio solo un numero limitato di articoli

Dettagli

NET Polmonari: dal sospetto alla diagnosi Real Practice

NET Polmonari: dal sospetto alla diagnosi Real Practice NET Polmonari: dal sospetto alla diagnosi Real Practice Dr. Giuseppe Badalamenti Centro di Riferimento Reginale per i Tumori Rari ed Eredo-Familiari dell adulto Università degli Studi di Palermo Incidence

Dettagli