Stazioni e binari: un mondo da scoprire

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stazioni e binari: un mondo da scoprire"

Transcript

1 Stazioni e binari: un mondo da scoprire

2 LE CASE E LE SCARPE DEI TRENI Nell Europa di oggi tutti possiamo viaggiare liberamente, e per questo i treni sono importantissimi. Ma dove andrebbero i treni senza i binari? Ci avete mai pensato? Solo in Italia ci sono più di km di binari (una distanza che equivale a quasi due volte quella che esiste tra Roma e New York!), ed è importantissimo tenerli sempre in perfetta efficienza e svilupparli per ricoprire distanze sempre maggiori: i binari, infatti, sono un po come le scarpe dei treni, servono loro per camminare. Ci sono poi le case dei treni, le stazioni: anche queste devono essere sempre efficienti, per permettere ai treni di fermarsi e ai viaggiatori di salire e di scendere. A tutto questo pensa RFI (che significa Rete Ferroviaria Italiana), la società dell infrastruttura del Gruppo Ferrovie dello Stato. Ed è proprio RFI che vi invita a fare un viaggio alla scoperta delle stazioni e dei binari: le case e le scarpe dei treni. UN PO DI NUMERI sono i km di binari in Italia sono i km di binari elettrificati sono i km di gallerie 530 sono i km di binari sui ponti sono le stazioni e le fermate a disposizione di chi viaggia

3 IL FASCINO DELLE STAZIONI Che belle le stazioni, sempre piene di persone che vanno e vengono, che partono per luoghi lontani o arrivano da città sconosciute. Sono luoghi che invitano a sognare, ma sono anche i luoghi dove i treni, quando si fermano, vengono puliti e fanno manutenzione. Vediamo insieme come sono cambiate le stazioni negli anni. LE STAZIONI DI IERI Una volta bastava una casetta di legno con una biglietteria e una sala d attesa per avere una stazione. Pian piano, però, con l aumento dei treni in circolazione, anche le stazioni sono cambiate. Basta pensare alle grandi stazioni costruite tra l 800 e il 900, oggi considerate veri e propri monumenti, che sono state ristrutturate per adeguarle alle nuove esigenze dei viaggiatori. Naturalmente, all interno delle vecchie stazioni tutto funzionava a mano: i segnali e gli scambi erano azionati manovrando semplici leve. Gli orari erano scanditi dalle lancette di grandi orologi meccanici sospesi in aria e le porte dei treni venivano chiuse manualmente. Il treno sbuffava vapore dal comignolo e partiva al fischio del capostazione. LE STAZIONI DI OGGI Nelle grandi città europee, le stazioni sono moderne e innovative. Devono infatti ospitare tantissime persone e sono quindi diventate dei veri e propri luoghi di ritrovo: è per questo che ormai, in queste stazioni, si hanno negozi di ogni tipo, oltre a spazi per il tempo libero e la cultura. Insomma, le stazioni sono diventate un prezioso elemento della vita sociale ed economica della città. Le tecnologie, poi, sono all avanguardia. Schermi elettronici informano i viaggiatori in tempo reale sui tempi e gli orari dei treni. Un apparato centrale aziona a distanza, tramite cavi elettrici, gli scambi e i semafori, controllando i numerosi convogli in circolazione. Oggi RFI sta realizzando delle grandi cabine di regia, chiamate Posti centrali, che controllano la circolazione dei treni, il funzionamento dei semafori, degli scambi e della linea elettrica che dà energia ai treni, e contemporaneamente sorvegliano le stazioni e le fermate e forniscono in tempo reale informazioni ai viaggiatori.

4 UNA TORTA CHIAMATA IL RECIPIENTE: LA SEDE FERROVIARIA Per fare una torta serve innanzitutto una bella teglia, in cui mettere tutti gli ingredienti. Anche per la linea ferroviaria serve avere un preciso contenitore nel terreno, una specie di lungo corridoio su cui far correre i binari, che viene realizzato anche con lavori detti opere civili : questo contenitore si chiama sede ferroviaria. LINEA FERROVIARIA Sapete cos hanno in comune una torta e la linea ferroviaria? Tutte e due vengono fatte con tanti ingredienti, che devono essere combinati bene tra di loro per avere il giusto risultato. Allora gustiamoci insieme una bella fetta di linea ferroviaria, diciamo all'incirca un chilometro.

5 Le ruote dei treni scorrono su guide metalliche chiamate IL PRIMO INGREDIENTE: I BINARI binari, formate da due rotaie di acciaio parallele. Oggi le rotaie sono molto più robuste di un tempo: se una volta, infatti, un metro di rotaia pesava 36 kg, oggi pesa ben 60 kg: quasi il doppio! E pensate: le nuove linee veloci hanno rotaie formate da segmenti lunghi 108 metri, saldati insieme in un unica grande rotaia, per evitare al treno sobbalzi e vibrazioni. IL SECONDO INGREDIENTE: LE TRAVERSINE Come fanno le rotaie a stare sempre alla stessa distanza tra di loro? Grazie a tante sbarrette, chiamate traversine, che in passato erano fatte di legno e oggi sono in cemento; queste traversine tengono divise le rotaie e in più aiutano a distribuire bene sulla massicciata (un ingrediente che vedremo fra poco) il peso del treno. Le nuove linee veloci hanno delle traversine più pesanti, in cemento armato precompresso. IL TERZO INGREDIENTE: LA MASSICCIATA Avete mai fatto caso che le rotaie posano su di uno strato di pietre e sassi? Bene, questo strato è la massicciata, un elemento importantissimo, visto che serve ad assorbire le vibrazioni dei treni che passano e ad evitare che l acqua ristagni in caso di pioggia. L IMPASTO: L ARMAMENTO A questo punto, come per ogni torta che si rispetti, i tre ingredienti principali vengono impastati insieme: nasce così l armamento, che è il nome dell insieme composto da binari, traversine e massicciata. IL GUSTO DELLA SICUREZZA: LE TECNOLOGIE Per completare l opera, esistono una serie di tecnologie che aiutano i treni a viaggiare in sicurezza. I segnali, che indicano se la strada ferrata è libera e se ci sono altri treni che percorrono la stessa linea. Computer e sensori, che trasmettono continuamente informazioni tra gli impianti a terra, i binari e i treni. E ancora: i tralicci (quelle grosse strutture che costeggiano i binari) sostengono i cavi per la trasmissione della corrente elettrica: pensate che i treni esistenti utilizzano una corrente di Volt (tredici volte superiore a quella di casa!) e che i treni ad alta velocità useranno una rete elettrificata a Volt!

6 TUTTI I PUNTI DELLA LINEA 1 Valli, colline, pianure, montagne, fiumi: l Italia è ricca di paesaggi diversi e bellissimi. Questa diversità naturalmente va considerata quando si posano le linee ferroviarie: ecco perché vengono costruiti gallerie, ponti, rilevati o viadotti. Vediamo quindi come è fatta la linea, punto dopo punto. 2 1 LA GALLERIA NATURALE Come fa il treno ad attraversare una montagna? E chiaro: con una galleria. La galleria naturale si realizza scavando la montagna, e controllando bene le acque naturali che potrebbero rendere friabile la roccia stessa. Le gallerie costruite per le linee veloci, poi, per maggiore sicurezza in caso di incendio, sono provviste di finestre laterali, piazzali d emergenza, sensori di rilevamento del fumo e materiali refrattari al fuoco. 2 IL RILEVATO Quando si trovano avvallamenti nel terreno, per facilitare il percorso del treno viene costruito un rialzo, fatto di terra molto compatta: si tratta, appunto, del rilevato. 3 IL VIADOTTO 3 E per superare le grandi vallate? Si costruisce una specie di enorme ponte sopraelevato, una grande struttura in cemento armato: il viadotto.

7 6 5 5 LA GALLERIA ARTIFICIALE A volte la linea ferroviaria passa all interno di tratti urbani, dividendoli. Per collegarli nuovamente viene allora costruita una galleria artificiale, che non sfrutta quindi una montagna esistente, ma è completamente creata dall uomo. 4 4 IL PONTE L italia è ricca di fiumi, e capita che il treno debba attraversarli. Per collegare le due sponde, quindi, ed evitare al treno di bagnarsi le ruote, viene costruito il ponte, che è sicuramente una delle più affascinanti opere realizzate dall uomo. 6 LA TRINCEA Se avete mai visto un film di guerra, sapete cos è una trincea: una specie di grande corridoio dove i soldati trovano riparo. Anche i treni le usano: in questi casi la linea corre fra due muri senza nessuna copertura sulla testa.

8 Buon viaggio! Siamo così arrivati alla fine di questa piccola esplorazione nel mondo di RFI. La prossima volta che salirete su di un treno, siamo sicuri che vedrete le stazioni e i binari con occhi diversi, e magari saprete spiegare a papà e a mamma cose che nemmeno loro sanno. E allora, che dire di più? Buon viaggio! RFI - Piazza della Croce Rossa, Roma - Si ringrazia Stefano Ebner METROTIPO SpA

Tutti, ma proprio tutti, si fermano al passaggio a livello

Tutti, ma proprio tutti, si fermano al passaggio a livello Siamo arrivati così alla fine di questa piccola esplorazione nel mondo della sicurezza ferroviaria. La prossima volta che attraverserete la ferrovia, siamo sicuri che guarderete i binari con occhi diversi,

Dettagli

La linea Firenze-Empoli-Pisa

La linea Firenze-Empoli-Pisa La linea Firenze-Empoli-Pisa La variante Signa-Montelupo La variante Signa-Montelupo La realizzazione della variante Signa-Montelupo sulla linea Firenze-Empoli-Pisa consentirà il potenziamento del servizio

Dettagli

MANUTENZIONE E SICUREZZA BINOMIO INSCINDIBILE. CASO DI STUDIO DI UN BINARIO AV/AC IN GALLERIA

MANUTENZIONE E SICUREZZA BINOMIO INSCINDIBILE. CASO DI STUDIO DI UN BINARIO AV/AC IN GALLERIA MANUTENZIONE E SICUREZZA BINOMIO INSCINDIBILE. CASO DI STUDIO DI UN BINARIO AV/AC IN GALLERIA Negli ultimi decenni si è assistito ad uno sviluppo frenetico di tutta la Comunità Europea e ciò non poteva

Dettagli

Roma, 18 febbraio 2011

Roma, 18 febbraio 2011 SICUREZZA ED ESERCIZIO FERROVIARIO: innovazione e nuove sfide nei sistemi ferroviari Il miglioramento dell accessibilità laterale ai binari quale elemento strategico per la manutenzione e per l aumento

Dettagli

M LA LINEA 1 DI METROPOLITANA

M LA LINEA 1 DI METROPOLITANA M LA LINEA 1 DI METROPOLITANA Si tratta di metropolitana automatica che utilizza il Sistema VAL (Veicolo Automatico Leggero) per 29 treni che viaggiano sotto corso Francia, corso Vittorio Emanuele e via

Dettagli

Parte I: Meccanica della locomozione ed armamento

Parte I: Meccanica della locomozione ed armamento Parte I: Meccanica della locomozione ed armamento 1) Meccanica della locomozione: equazione del moto, resistenze al moto, dinamica del veicolo, andamento planoaltimetrico, sopraelevazione in curva, accelerazione

Dettagli

OPERE DI INGEGNERIA NATURALISTICA STRADE URBANE E FORESTALI BONIFICHE, SCAVI MOVIMENTO TERRA

OPERE DI INGEGNERIA NATURALISTICA STRADE URBANE E FORESTALI BONIFICHE, SCAVI MOVIMENTO TERRA OPERE DI INGEGNERIA NATURALISTICA STRADE URBANE E FORESTALI BONIFICHE, SCAVI MOVIMENTO TERRA CHI SIAMO La Società Zanettin Mirco Srl ha sede in Trentino Alto Adige, a Segonzano(TN) località Piazzo 6. La

Dettagli

GLI OROLOGI DEL MUSEO DELL OROLOGERIA PESARINA

GLI OROLOGI DEL MUSEO DELL OROLOGERIA PESARINA GLI OROLOGI DEL MUSEO DELL OROLOGERIA PESARINA SVEGLIARINI MONASTICI Svegliarino costruito nel 1993 Questi orologi risalgono al XIII secolo furono brevettati per sostituire i svegliatori ad acqua in uso

Dettagli

LA PROTEZIONE CIVILE NELLA DIDATTICA

LA PROTEZIONE CIVILE NELLA DIDATTICA Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde Protezione Civile Direzione Protezione Civile LA PROTEZIONE CIVILE NELLA DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2013 2014 COS E LA PROTEZIONE CIVILE? Il termine protezione

Dettagli

STATO DI AVANZAMENTO DELLE ATTIVITÀ

STATO DI AVANZAMENTO DELLE ATTIVITÀ Dott.Ing. Giorgio Mainardi Direzione Sviluppo Innovazione Infrastrutture e servizi ferroviari 14 Aprile 2015 Direzione Sviluppo e Innovazione STATO DI AVANZAMENTO DELLE ATTIVITÀ INQUADRAMENTO GENERALE

Dettagli

Nodo di Palermo. Raddoppio Tratta Palermo C.le / Brancaccio - Carini

Nodo di Palermo. Raddoppio Tratta Palermo C.le / Brancaccio - Carini Nodo di Palermo Raddoppio Tratta Palermo C.le / Brancaccio - Carini RFI S.p.a. Nodo di Palermo S.c.p.a. ITALFERR S.p.a. A.T.I. SIS S.c.p.a. (mandataria) GEODATA SINTAGMA S.I.S. S.c.p.a. SACYR SAU INC S.p.a.

Dettagli

Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese

Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese Bellinzona Luino Laveno Mombello Laveno Mombello Gallarate Sesto Calende Laveno Mombello Varese 29 aprile 2014 Fonte: CIM

Dettagli

DECLARATORIA DELLE CATEGORIE DI OPERE SPECIALIZZATE LAVORI IN TERRA Riguarda lo scavo, ripristino e modifica di volumi di terra, realizzati con

DECLARATORIA DELLE CATEGORIE DI OPERE SPECIALIZZATE LAVORI IN TERRA Riguarda lo scavo, ripristino e modifica di volumi di terra, realizzati con OS 1: DECLARATORIA DELLE CATEGORIE DI OPERE SPECIALIZZATE LAVORI IN TERRA Riguarda lo scavo, ripristino e modifica di volumi di terra, realizzati con qualsiasi mezzo e qualunque sia la natura del terreno

Dettagli

ISTRUZIONI GENERALI PER IL PERSONALE DEL TRENO IN CASO DI INCONVENIENTE DI ESERCIZIO IN GALLERIA (C.O. 17/AD TRENITALIA)

ISTRUZIONI GENERALI PER IL PERSONALE DEL TRENO IN CASO DI INCONVENIENTE DI ESERCIZIO IN GALLERIA (C.O. 17/AD TRENITALIA) ISTRUZIONI GENERALI PER IL PERSONALE DEL TRENO IN CASO DI INCONVENIENTE DI ESERCIZIO IN GALLERIA (C.O. 17/AD TRENITALIA) 1 1997 Linee guida per il miglioramento della sicurezza nelle gallerie ferroviarie

Dettagli

TUTTO SOTTO CONTROLLO! IL PIANO DI EMERGENZA esterno SPIEGATO AI BAMBINI. CM 62476D Edizione fuori commercio

TUTTO SOTTO CONTROLLO! IL PIANO DI EMERGENZA esterno SPIEGATO AI BAMBINI. CM 62476D Edizione fuori commercio TUTTO SOTTO CONTROLLO! IL PIANO DI EMERGENZA esterno SPIEGATO AI BAMBINI CM 62476D Edizione fuori commercio TUTTO SOTTO CONTROLLO! IL PIANO DI EMERGENZA esterno SPIEGATO AI BAMBINI Progettazione editoriale:

Dettagli

Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it

Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it INGEGNERIA GROSSI LO STUDIO DI INGEGNERIA GROSSI OPERA SIN DAL 1955 NEL SETTORE DELLA PROGETTAZIONE E CONSULENZA Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it CHI

Dettagli

TOUR D AVVENTURA IN SCOZIA, VIAGGIARE IN TRENO, VIAGGIARE CON STILE!

TOUR D AVVENTURA IN SCOZIA, VIAGGIARE IN TRENO, VIAGGIARE CON STILE! TOUR D AVVENTURA IN SCOZIA, VIAGGIARE IN TRENO, VIAGGIARE CON STILE! Esplorare una romantica e selvaggia Scozia viaggiando comodamente in treno. Tour individuali, 5 giorni da/a Edimburgo, con tre diverse

Dettagli

UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE

UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE LECTURE 01 - GENERALITA SUL TRASPORTO FERROVIARIO Docente: Ing. Marinella Giunta CENNI

Dettagli

GLOSSARIO DI GEOGRAFIA

GLOSSARIO DI GEOGRAFIA Acqua dolce: l acqua del fiume non ha tanti sali, per questo non è salata, è acqua dolce. Aeroporto: è il luogo dove partono e arrivano gli aerei. Affluente: è un fiume piccolo che entra in un fiume grande.

Dettagli

PANORAMICA IMPIANTI TRAPORTI «IN SEDE FISSA»

PANORAMICA IMPIANTI TRAPORTI «IN SEDE FISSA» PANORAMICA IMPIANTI TRAPORTI «IN SEDE FISSA» ASCENSORE «QUEZZI» L opera in oggetto consiste nella realizzazione di un ascensore inclinato per il trasporto pubblico di persone da Via Pinetti a Via Fontanarossa

Dettagli

alla scoperta del binario 9¾

alla scoperta del binario 9¾ campania onlus 2013 Metropolitana di Salerno alla scoperta del binario 9¾ al binario invisibile il viaggio della metro pronta, inaugurata, ma mai entrata in funzione marzo 2013 Il viaggio immaginifico

Dettagli

«La Svizzera per eccellenza» L asse nord-sud del San Gottardo.

«La Svizzera per eccellenza» L asse nord-sud del San Gottardo. «La Svizzera per eccellenza» L asse nord-sud del San Gottardo. 1 Lötschberg San Gottardo L asse nord-sud del San Gottardo è la tratta di transito alpino più importante d Europa. SBB Projekte Nord-Süd Achse

Dettagli

ELENCO DELLE ATTIVITÀ DI CUI ALL ARTICOLO 5, PUNTO 7 ( 1 )

ELENCO DELLE ATTIVITÀ DI CUI ALL ARTICOLO 5, PUNTO 7 ( 1 ) ELENCO DELLE ATTIVITÀ DI CUI ALL ARTICOLO 5, PUNTO 7 ( 1 ) NACE Rev. 1 ( 1 ) 45 Costruzioni Questa divisione comprende: nuove costruzioni, restauri e riparazioni comuni. 45000000 45.1 Preparazione del

Dettagli

LA VIA DELLE RINFUSE

LA VIA DELLE RINFUSE LA VIA DELLE RINFUSE Il nuovo impianto di movimentazione del carbone della Terminal Rinfuse Genova, operativo dal novembre scorso, insieme con quelli di scarico del carbone e di carico dei clincher realizzati

Dettagli

Bologna, 24 marzo 2011 IL PASSANTE AV DI BOLOGNA

Bologna, 24 marzo 2011 IL PASSANTE AV DI BOLOGNA Bologna, 24 marzo 2011 IL PASSANTE AV DI BOLOGNA Nodo di Bologna: situazione attuale Traffico attuale 780 treni/g 80.000 passeggeri/g 2 Nodo di Bologna: situazione a fine lavori (dicembre 2013) Traffico

Dettagli

L energia del vento Leggi con attenzione il seguente testo, poi rispondi alle domande.

L energia del vento Leggi con attenzione il seguente testo, poi rispondi alle domande. L energia del vento Leggi con attenzione il seguente testo, poi rispondi alle domande. Una delle prime forme di energia che i popoli impararono a sfruttare fu il vento, che gonfiava le vele e faceva muovere

Dettagli

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe Comune di Anzola dell Emilia Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo Nome e cognome Classe Forse avete già sentito la parola archeologia, oppure

Dettagli

SAI Progetti s.r.l. GeoTer

SAI Progetti s.r.l. GeoTer SAI Progetti s.r.l. GeoTer ALCUNI DATI DEL BACINO Area del bacino = 2,31 Km 2 Quota massima = 1.100 m Quota sezione di chiusura (Cherio) = 301,5 m Lunghezza asta principale = 2.370 m CALCOLO DELLA PORTATA

Dettagli

ALL. 1 SPECIFICHE TECNICHE

ALL. 1 SPECIFICHE TECNICHE COMUNE DI PADOVA Settore Servizi Istituzionali e Affari Generali PROGETTO DI UN IMPIANTO DI ARMADI COMPATTABILI PER IL NUOVO ARCHIVIO GENERALE - COMPLESSO SARPI ALL. 1 SPECIFICHE TECNICHE IL CAPO SETTORE

Dettagli

Ente Scuola Edile Taranto MOVIMENTAZIONE MECCANICA DEI CARICHI

Ente Scuola Edile Taranto MOVIMENTAZIONE MECCANICA DEI CARICHI Ente Scuola Edile Taranto MOVIMENTAZIONE MECCANICA DEI CARICHI Introduzione Nelle varie fasi lavorative, si è visto come ricorra spesso l utilizzo di ausili per la movimentazione meccanica dei carichi,

Dettagli

Un breve percorso per conoscere un ambiente acquatico vicino a noi: - I TORRENTI IMMISSARI NATURALI DEL LAGO TRASIMENO - IL CANALE, IMMISSARIO

Un breve percorso per conoscere un ambiente acquatico vicino a noi: - I TORRENTI IMMISSARI NATURALI DEL LAGO TRASIMENO - IL CANALE, IMMISSARIO Un breve percorso per conoscere un ambiente acquatico vicino a noi: - I TORRENTI IMMISSARI NATURALI DEL LAGO TRASIMENO - IL CANALE, IMMISSARIO ARTIFICIALE ANGUILLARA L'idrologia del Lago Trasimeno, lago

Dettagli

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA Imperia-Porto Maurizio, 21 luglio 2008 Il territorio della Liguria è interessato da un intenso programma di potenziamento infrastrutturale e tecnologico. Rete Ferroviaria Italiana

Dettagli

LA GALLERIA DI MONTE ZUCCO

LA GALLERIA DI MONTE ZUCCO LA GALLERIA DI MONTE ZUCCO Una grande opera per la ferrovia del Cadore di Federico Carraro 2^PARTE: I LAVORI La ripresa dei lavori e la talpa TBM L'impresa consortile vincitrice del nuovo bando di gara

Dettagli

QUESTIONARIO PER L ASSICURAZIONE TUTTI I RISCHI DELLA COSTRUZIONE (CONTRACTORS ALL RISKS) E POSTUMA DECENNALE DI OPERE CIVILI PARTE I - GENERALITA

QUESTIONARIO PER L ASSICURAZIONE TUTTI I RISCHI DELLA COSTRUZIONE (CONTRACTORS ALL RISKS) E POSTUMA DECENNALE DI OPERE CIVILI PARTE I - GENERALITA Helvetia Compagnia Svizzerad Assicurazioni SA Rappresentanza Generale e Direzione per l Italia 20139 Milano, Via G.B. Cassinis, 21 Metro 3 - Staz. Porto di Mare Tel. 5351.1 (20 linee), Telefax 5520360

Dettagli

Bureau d études TSE3 Gruppo di progetto TSE3 BG-AMBERG LOMBARDI-ARCADIS-TECNIMONT-STUDIO QUARANTA-SEA CONSULTING-ITALFERR-INEXIA-SYSTRA

Bureau d études TSE3 Gruppo di progetto TSE3 BG-AMBERG LOMBARDI-ARCADIS-TECNIMONT-STUDIO QUARANTA-SEA CONSULTING-ITALFERR-INEXIA-SYSTRA 1 INTRODUZIONE La realizzazione delle opere della nuova linea ad alta velocità Torino-Lione (N.L.T.L.) interessa a cielo aperto la piana delle Chiuse tra la pk 83+003, imbocco Ovest del Tunnel dell Orsiera

Dettagli

35 36 37 38 39 Cantierizzazione Interferenze LA COLLANA EDITORIALE IO SCELGO LA SICUREZZA VOLUME 1 CANTIERIZZAZIONE VOLUME 2 INTERFERENZE Ponti e viadotti Gallerie VOLUME 5 PONTI E VIADOTTI VOLUME 6 GALLERIE

Dettagli

I fabbricati industriali

I fabbricati industriali I fabbricati industriali Fabbricati industriali 1 Generalità La scelta di un tipo di fabbricato è determinata dal plant layout, ossia dalla sistemazione dei macchinari, dei reparti dei servizi e quant

Dettagli

D.Lgs. 81/08. Art. 26. Redazione Servizio Prevenzione e Protezione. Stato -/--/--/---/X P = Proposta; A = Attivo; T = Temporaneamente -/--/--/RXX/-

D.Lgs. 81/08. Art. 26. Redazione Servizio Prevenzione e Protezione. Stato -/--/--/---/X P = Proposta; A = Attivo; T = Temporaneamente -/--/--/RXX/- D.Lgs. 81/08 Art. 26 Documento preliminare di valutazione dei rischi e informazione sui rischi specifici, esistenti in ambito ferroviario [sede ferroviaria (piazzali, linea, P.L.), locali tecnologici,

Dettagli

STRALCIO. Descrizione delle modalità di circolazione del sistema Tram - Treno.

STRALCIO. Descrizione delle modalità di circolazione del sistema Tram - Treno. REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA spa trasporti regionali della sardegna Via Zagabria, 54 09129 Cagliari tel (+39) 070 4098 1 fax (+39) 070 4098 237 www.arst.sardegna.it STRALCIO Progetto finanziato dall

Dettagli

IL LEGNO. Che cos è il legno? Il legno è un materiale da costruzione che si ricava dal tronco degli alberi.si chiama anche:

IL LEGNO. Che cos è il legno? Il legno è un materiale da costruzione che si ricava dal tronco degli alberi.si chiama anche: IL LEGNO 1 Perché è importante il legno? E stato il primo combustibile usato dall uomo per scaldarsi, per cuocere i cibi e fondere i metalli. E stato il primo materiale utilizzato per costruire case, recinti,

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 03//04 COMUNE DI FABRIANO PIAZZA DEL COMUNE - FABRIANO (AN) LAVORI - Piani di Recupero Centro Storico-Borgo - studio di fattibilità - modifiche apportate dopo incontro del 07-0-2004 00 - Sistemazione torrente

Dettagli

Nota per la stampa. IL MUSEO DI PIETRARSA 170 anni di storia delle Ferrovie italiane. Padiglione A Ex Reparto Montaggio. Napoli, 2 ottobre 2009

Nota per la stampa. IL MUSEO DI PIETRARSA 170 anni di storia delle Ferrovie italiane. Padiglione A Ex Reparto Montaggio. Napoli, 2 ottobre 2009 Nota per la stampa IL MUSEO DI PIETRARSA 170 anni di storia delle Ferrovie italiane Napoli, 2 ottobre 2009 Inaugurato nel 1989, in occasione dei 150 anni delle Ferrovie italiane, il Museo di Pietrarsa

Dettagli

Viale Belforte, 273 info@scavideluis.it Tel. 0332 333078 21100 VARESE (VA) www.scavideluis.it Fax 0332 333616

Viale Belforte, 273 info@scavideluis.it Tel. 0332 333078 21100 VARESE (VA) www.scavideluis.it Fax 0332 333616 1951 2016 Viale Belforte, 273 info@scavideluis.it Tel. 0332 333078 21100 VARESE (VA) www.scavideluis.it Fax 0332 333616 1951 2016 L impresa Scavi De Luis Srl, realtà consolidata da sessantacinque anni,

Dettagli

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Marzo 2015 Il contesto europeo: i Core Corridors che interessano l Italia Corridoio

Dettagli

Capitolo 1. A casa. 1. Vero o falso? 2. Completa le frasi e scrivile sulle righe, come nell esempio. V! F! 13 anni.

Capitolo 1. A casa. 1. Vero o falso? 2. Completa le frasi e scrivile sulle righe, come nell esempio. V! F! 13 anni. Capitolo. A casa. Vero o falso?. Federico ha 2 anni. 2. Federico fa i compiti. 3. Prometeus è un eroe. 4. Federico ha tanti amici. 5. Filippo è in montagna. 6. Prometeus nuota nel mare. 7. Prometeus non

Dettagli

www.new-engineering.it

www.new-engineering.it www.new-engineering.it INFRASTRUTTURE LOMBARDE Nuova Casa dello Studente S. Carlo Borromeo a l Aquila Descrizione: Realizzazione di uno studentato universitario Committente: Infrastrutture Lombarde Luogo:

Dettagli

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI La geografia studia le caratteristiche dell ambiente in cui viviamo, cioè la Terra. Per fare questo, il geografo deve studiare: com è fatto il territorio (per esempio se ci

Dettagli

1. PREMESSA 1 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2. 3. IDENTIFICAZIONE E DESCRIZIONE DELL OPERA (punto 2.1.2. A all.xv d.lgs n.81/08) 3

1. PREMESSA 1 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2. 3. IDENTIFICAZIONE E DESCRIZIONE DELL OPERA (punto 2.1.2. A all.xv d.lgs n.81/08) 3 1. PREMESSA 1 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2 3. IDENTIFICAZIONE E DESCRIZIONE DELL OPERA (punto 2.1.2. A all.xv d.lgs n.81/08) 3 3.1.1. Indirizzo Del Cantiere 3 3.1.2. Descrizione Del Contesto In Cui E

Dettagli

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo Eccoci pronti a partire per Aprica, dove ci aspetta un tranquillo weekend in montagna. Ci andiamo spesso e conosciamo perfettamente tutto il tragitto. Appena ci spostiamo in direzione nord le case iniziano

Dettagli

TECNICA DELLA CIRCOLAZIONE

TECNICA DELLA CIRCOLAZIONE 1 INFRASTRUTTURE FERROVIARIE TECNICA DELLA CIRCOLAZIONE A.A. 2008-09 2 DISTANZIAMENTO DEI TRENI Criteri di sicurezza La tecnica della marcia guida vincolata si basa sul vincolo, imposto dalla via per la

Dettagli

Lombardia. Run The Top. Guida e GPS. www.regione.lombardia.it

Lombardia. Run The Top. Guida e GPS. www.regione.lombardia.it Lombardia Run The Top TRINCEE TRAIL Guida e GPS www.regione.lombardia.it Lunghezza: 21 km Dislivello: 1100 mt D+ Tecnicità: percorso che si sviluppa in gran parte lungo trincee di inizio secolo con diversi

Dettagli

Le macchine come sistemi tecnici

Le macchine come sistemi tecnici Le macchine come sistemi tecnici L industrializzazione dell Europa e iniziata grazie alla comparsa di macchine capaci di trasformare energia termica in energia meccanica. Un motore a vapore e un esempio

Dettagli

La seconda vita della Scatoletta

La seconda vita della Scatoletta La seconda vita della Scatoletta Quello dello smaltimento dei rifiuti è uno dei problemi più grandi che il nostro pianeta sembra dover affrontare nei prossimi decenni. I rifiuti oggi vengono smaltiti in

Dettagli

1.Ex ferrovia Castellanza-Valmorea-Mendrisio Ferrovia della Valmorea. Estratto mappa non in scala

1.Ex ferrovia Castellanza-Valmorea-Mendrisio Ferrovia della Valmorea. Estratto mappa non in scala 1.Ex ferrovia Castellanza-Valmorea-Mendrisio Ferrovia della Valmorea Castellanza Mendrisio FNM ~35 km Apertura 1904-1926 Chiusura 1928-1977 Decreto di chiusura nd Nel tratto Gorla Maggiore-Castiglione

Dettagli

La ciclabile della Valsugana

La ciclabile della Valsugana 9 L'angolo d'italia di Roberta Furlan La ciclabile della Valsugana FOTO DI Paolo Castelani Maurizio Severin L'angolo d'italia parte dalla Germania, seguendo il tracciato dell antica strada romana. Il Lago

Dettagli

Un servizio ferroviario di qualità sulla linea Bologna-Vignola: obiettivo (im)possibile?

Un servizio ferroviario di qualità sulla linea Bologna-Vignola: obiettivo (im)possibile? Un servizio ferroviario di qualità sulla linea Bologna-Vignola: obiettivo (im)possibile? Una delle costanti che dal 2003 (anno della riattivazione) ad oggi ha caratterizzato la linea ferroviaria Bologna-Vignola

Dettagli

RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA

RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA 40 ANNI SUL MERCATO! RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA LOCOTRATTORI STRADA-ROTAIA ZEPHIR, MODERNI ED EFFICIENTI PER OPERARE NEI PIAZZALI DI MOVIMENTAZIONE FERROVIARIA TECNOLOGIA

Dettagli

massetto di cemento armato

massetto di cemento armato EDILIZIA Realizzare un massetto di cemento armato 01 1 Gli attrezzi Bisogna sapere che un massetto ha uno spessore minimo di 8 a 10 cm ed è armato con una rete saldata. METRO RIGHELLO DI ALLUMINIO LIVELLA

Dettagli

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Riduco Riciclo Recupero Riutilizzo Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Quaderno di nato a il scuola classe sez. Cari ragazzi, questo quaderno che state leggendo, scritto e realizzato per voi

Dettagli

Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa

Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa Dr. Adriano Cavadini Presidente Associazione svizzera Alta Capacità Lugano-Milano già Consigliere nazionale Il Corridoio

Dettagli

TECNOLOGIE PER TUTTI

TECNOLOGIE PER TUTTI TECNOLOGIE PER TUTTI Il guidatore di un auto... IL GUIDATORE DI AUTOMOBILE In automobile il guidatore sceglie dove andare, a che velocità, come mantenere la distanza di sicurezza con le altre macchine

Dettagli

Immagini chiare. Come in una foto. Tecnologia Sonar Side Imaging. (A) (H) (E) (C) (G) (D) (F) (D) (H) (E) (C) (C) (A) POSIZIONE IMBARCAZIONE

Immagini chiare. Come in una foto. Tecnologia Sonar Side Imaging. (A) (H) (E) (C) (G) (D) (F) (D) (H) (E) (C) (C) (A) POSIZIONE IMBARCAZIONE Tecnologia Sonar Side Imaging. (G) (C) (A) (H) (E) (B) (B) (D) (D) (F) (E) (C) (C) (H) Immagini chiare. Come in una foto. (A) POSIZIONE IMBARCAZIONE (B) COLONNA D ACQUA (C) PROFILO DEL FONDALE (D) FONDALE

Dettagli

Stazione Centrale di Vienna OBB, Stahlbau Pichler pone le basi del più importante progetto di Vienna

Stazione Centrale di Vienna OBB, Stahlbau Pichler pone le basi del più importante progetto di Vienna 8 VISTO IN CANTIERE Stazione Centrale di Vienna OBB, Stahlbau Pichler pone le basi del più importante progetto di Vienna Progetto degli architetti austriaci Albert Wimmer ed Ernst Hofmann e dello svizzero

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale

Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Segreteria generale SG-DATEC Servizio stampa Argomentario Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale Il

Dettagli

Le linee Alta Velocità. Storia e traguardi

Le linee Alta Velocità. Storia e traguardi Le linee Alta Velocità Storia e traguardi Le linee Alta Velocità Storia e traguardi La storia Dopo la fine delle guerre napoleoniche a seguito del congresso di Vienna, durante il periodo di quella che

Dettagli

pareti di cristallo senza profili verticali

pareti di cristallo senza profili verticali sistema pareti di cristallo senza profili verticali sistema todocristal piccoli dettagli... che ci rendono grandi In questo catalogo troverete questi piccoli dettagli, che solo noi facciamo per risolvere

Dettagli

Istruzioni d uso e manutenzione per GENERATORE IDROELETTRICO PER BASSE PREVALENZE

Istruzioni d uso e manutenzione per GENERATORE IDROELETTRICO PER BASSE PREVALENZE Istruzioni d uso e manutenzione per GENERATORE IDROELETTRICO PER BASSE PREVALENZE Modelli: ZD1.8-0.3DCT4-Z ZD2.0-0.5DCT4-Z ZD2.2-0.7DCT4-Z ZD2.5-1.0DCT4-Z Questo manuale contiene informazioni importanti

Dettagli

VOLUMEDIA. Via Roma, 21 20090 SEGRATE (Milano) Italy

VOLUMEDIA. Via Roma, 21 20090 SEGRATE (Milano) Italy VOLUMEDIA By Via Roma, 21 20090 SEGRATE (Milano) Italy CARATTERISTICHE GENERALI I sistemi tradizionali di magazzinaggio ed archiviazione con scaffalature statiche, per consentire l accesso ai materiali

Dettagli

BINARI SENZA TEMPO. programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane

BINARI SENZA TEMPO. programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane BINARI SENZA TEMPO programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane Quattro spettacolari linee ferroviarie, tra la natura e l arte, per i treni storici della Fondazione FS Italiane.

Dettagli

INDIRIZZO: ASSOCIAZIONE CULTURALE FORZA VITALE - Regione Castignolio 6/A 13896 Netro (BI)

INDIRIZZO: ASSOCIAZIONE CULTURALE FORZA VITALE - Regione Castignolio 6/A 13896 Netro (BI) INDICAZIONI PER RAGGIUNGERCI INDIRIZZO: ASSOCIAZIONE CULTURALE FORZA VITALE - Regione Castignolio 6/A 13896 Netro (BI) ITINERARIO NR. 1: ARRIVANDO DA TORINO Prendere l autostrada TORINO AOSTA. Uscire al

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Lez. 4 Il trasporto pubblico e il suo spazio

Lez. 4 Il trasporto pubblico e il suo spazio Tecnica e pianificazione urbanistica AA 2012-13 Prof. Maria Rosa Vittadini mariaros@iuav.it Lez. 4 Il trasporto pubblico e il suo spazio Bibliografia di riferimento: Isfort, Un futuro in costruzione, 8

Dettagli

Dal S.Gottardo all Oberland Bernese. di Paolo Castellani

Dal S.Gottardo all Oberland Bernese. di Paolo Castellani 12 Dal S.Gottardo all Oberland Bernese di Paolo Castellani Appena valicato il Passo del S.Gottardo, o sotto la lunga galleria autostradale (quasi 17 chilometri), si entra nel Cantone di Uri, lasciando

Dettagli

C E N T R O D I M O N T E C C H I O

C E N T R O D I M O N T E C C H I O 4_CENTRO VIVAISTICO DI MONTECCHIO PRECALCINO Il Centro Vivaistico e per le Attività Fuori Foresta di Veneto Agricoltura si inserisce nell area di una ex cava riorganizzata a moderno centro vivaistico che

Dettagli

Il Carroponte 1 il carroponte

Il Carroponte 1 il carroponte Il Carroponte Il Carroponte è uno strumento portentoso, ma che deve essere utilizzato con la massima prudenza. In commercio ne esistono di vari tipi, anche se alcuni elementi sono comuni fra molti modelli.

Dettagli

scopri anche tu l acqua calda

scopri anche tu l acqua calda scopri anche tu l acqua calda Facile vero? Talmente facile che nessuno ci aveva ancora pensato! Abbiamo scoperto l acqua calda! Nasce Warm-Pools la all aperto di nuova generazione sempre calda e ad alto

Dettagli

A22, terza corsia Verona - Modena Deliberato il progetto definitivo

A22, terza corsia Verona - Modena Deliberato il progetto definitivo 38100 Trento Via Berlino, 10 Tel. 0461.212611 www.autobrennero.it A22 Autostrada del Brennero S.p.A. Fax 0461.234976 a22@autobrennero.it A22, terza corsia Verona - Modena Deliberato il progetto definitivo

Dettagli

Il potenziamento del nodo ferroviario di Torino e l abbassamento del piano del ferro

Il potenziamento del nodo ferroviario di Torino e l abbassamento del piano del ferro Il potenziamento del nodo ferroviario di Torino e l abbassamento del piano del ferro Principali obbiettivi: - creare nell area metropolitana un sistema di trasporto pubblico integrato; - migliorare la

Dettagli

TECNICA DELLE COSTRUZIONI E LABORATORIO ALLIEVI EDILI. Fausto Minelli

TECNICA DELLE COSTRUZIONI E LABORATORIO ALLIEVI EDILI. Fausto Minelli TECNICA DELLE COSTRUZIONI E LABORATORIO ALLIEVI EDILI Fausto Minelli http://dicata.ing.unibs.it/minelli DICATAM - Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura Territorio, Ambiente e di Matematica Università

Dettagli

Itinerario n. 119 - Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

Itinerario n. 119 - Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta Pagina 1 Itinerario n. 119 - Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta Scheda informativa Punto di partenza: Marta(Vt) Distanza da Roma : 100 km Lunghezza: 35 km Ascesa totale: 360 m Quota massima:

Dettagli

Fabbricati per stabilimenti

Fabbricati per stabilimenti Impostazioni progettuali dello stabilimento Fabbricati per stabilimenti industriali Classificazione dei fabbricati e sistemi costruttivi Elementi principali dei fabbricati industriali Strutture varie Piano

Dettagli

LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE Alla fine del 1700 in Inghilterra c è un grande sviluppo dell industria. Gli inventori costruiscono delle macchine per lavorare il cotone. Le macchine fanno in poco tempo e in

Dettagli

Struttura Sistema Elettrico Reti elettriche di distribuzione e archittettura della rete AT/MT

Struttura Sistema Elettrico Reti elettriche di distribuzione e archittettura della rete AT/MT Marzio Grassi Distribution Automation. March 2014 Struttura Sistema Elettrico Reti elettriche di distribuzione e archittettura della rete AT/MT June 3, 2014 Slide 1 Quanto è importante il Sistema Elettrico?

Dettagli

Che cos è Il Metrò di Costa

Che cos è Il Metrò di Costa Che cos è Il Metrò di Costa Le caratteristiche generali Il Metrò di Costa (che tecnicamente porta il nome di T.R.C. Trasporto Rapido Costiero) è un sistema di trasporto che utilizzerà mezzi a trazione

Dettagli

CONFRONTO TRA ELETTRODOTTO IN CAVO ED AEREO.

CONFRONTO TRA ELETTRODOTTO IN CAVO ED AEREO. CONFRONTO TRA ELETTRODOTTO IN CAVO ED AEREO. E luogo comune sostenere che un elettrodotto in cavo sia preferibile ad uno aereo: non è sempre vero. Parametro determinante a tal fine è la tensione nominale

Dettagli

elettrodotti. grandi centrali elettriche combustibili fossili produzione elettrica

elettrodotti. grandi centrali elettriche combustibili fossili produzione elettrica 1 2 3 4 Uno dei grandi vantaggi dell energia elettrica è che essa può essere prodotta in luoghi lontani dai centri di consumo. L energia elettrica può essere trasportata facilmente attraverso condutture

Dettagli

Prot. n. 174-MOT2/C Roma, 14 gennaio 2002

Prot. n. 174-MOT2/C Roma, 14 gennaio 2002 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI Unità di gestione motorizzazione e sicurezza del trasporto terrestre MOT 2 Prot. n. 174-MOT2/C Roma, 14 gennaio 2002

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO

ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - CASOLI CORSO DI TECNOLOGIA INS. MARIO DI PRINZIO INS.

Dettagli

LA CICLABILE DEL DANUBIO OSPITI DI CONTADINI E AGRICOLTORI

LA CICLABILE DEL DANUBIO OSPITI DI CONTADINI E AGRICOLTORI LA CICLABILE DEL DANUBIO OSPITI DI CONTADINI E AGRICOLTORI DA SCHÄRDING A VIENNA IN CONTATTO DIRETTO CON GLI ABITANTI (ca. 305 km, percorso facile, ideale per famiglie 08 giorni / 07 notti, viaggio individuale)

Dettagli

SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE...

SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE... INDICE GENERALE PREMESSA... 1 OGGETTO... 2 SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE... 2.1 PRINCIPI FONDAMENTALI... 2.2 STATI LIMITE... 2.2.1 Stati Limite Ultimi (SLU)... 2.2.2 Stati Limite di Esercizio (SLE)...

Dettagli

Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923

Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923 Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923 BREVE BIOGRAFIA Nato in una famiglia agiata si diplomò come ingegnere chimico e successivamente sia affermò come imprenditore.

Dettagli

MONT ORFANO: la sua storia

MONT ORFANO: la sua storia MONT ORFANO: la sua storia Il Mont Orfano, alto appena 794 metri, deve il suo nome al fatto che si erge solitario all imbocco della Val d Ossola, sopra la pianura alluvionale di Fondotoce, che divide il

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it INTRODUZIONE Definizioni Si definisce stazione ogni complesso organico di impianti

Dettagli

UN ESEMPIO DI ANALISI TECNOLOGICA E TIPOLOGICA: LE STAZIONI FERROVIARIE

UN ESEMPIO DI ANALISI TECNOLOGICA E TIPOLOGICA: LE STAZIONI FERROVIARIE UN ESEMPIO DI ANALISI TECNOLOGICA E TIPOLOGICA: LE STAZIONI FERROVIARIE 1 di 2 1 1 UN ESEMPIO DI ANALISI TECNOLOGICA E TIPOLOGICA RAGIONI DI INTERESSE Nascita ed evoluzione di un nuovo tipo edilizio Lettura

Dettagli

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec.

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. MARTA MATTIOLO CHIARA ROTA MARIA CRIPPA -PROGETTO 21- I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. Negli ultimi anni numerosi sono stati gli interventi architettonici all' interno della città di Lecco. Alcuni di questi

Dettagli