DA LONDRA A PETERBOROUGH

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DA LONDRA A PETERBOROUGH"

Transcript

1 EAST COAST MAINLINE DA LONDRA A PETERBOROUGH Pagina 1

2 1 INFORMAZIONI SUL PERCORSO... ERROR! BOOKMARK NOT DEFINED. 1.1 Storia Materiale rotabile UNITÀ MULTIPLA ELETTRICA CLASS Class Design & Specifiche CREAZIONE DI UN TRENO CLASS Editor scenario (se si creano nuovi scenari) Assegnare Destinazioni e numeri GUIDARE IL CLASS Comandi in cabina Dispositivo promemoria macchinista (DRA) Risoluzione dei problemi SCENARI Partenza tutorial Peterborough Nene Sidings Tutorial tronco vuoto Kings Cross Fermata Peterborough Southbound Verso nord a Hitchin Welwyn Garden City - Rallentamento da Londra (parte 1) Welwyn Garden City - Ritorno a Londra (parte 2) Tornare a Bounds Green Il personale del treno Di fretta SEGNALI Elementi della testa del segnale principale Segnali di tipo teatro Segnali di tipo Feather Segnali di terra e segnali della luce di posizione Inserimento di una sezione occupata di binario Segnali ripetitore SEGNALI DI VELOCITÀ Pagina 2

3 7.1 Indicatori di velocità consentita Indicatori di avvertimento di velocità consentita Limitazioni di velocità temporanee SISTEMI DI SICUREZZA AWS (Automatic Warning System - Sistema di avvertimento automatico) TPWS (Train Protection and Warning System - sistema di protezione del treno e avvertimento) RICONOSCIMENTI Pagina 3

4 1 Informazioni sul percorso 1.1 Storia La East Coast Mainline (ECML) è una linea farroviaria ad alta velocità lunga 393 miglia (632 chilometri) che collega Londra, Peterborough, Doncaster, York, Darlington, Newcastle e Edimburgo. La linea è classificata come linea ferroviaria ad alta velocità perché la maggior parte di essa soddisfa i criteri di velocità di 125 mph (201 km/h),e ha fatto di ECML la linea principale più veloce nel Regno Unito fino all'apertura della High Speed 1 nel La Est Coast Mainline fu costruita da tre distintecompagnie ferroviarie, ognuna lavorando su una propria sezione, con l'intenzione di collegare fino a formare il percorso che è diventato la East Coast Mainline. La North British Railway (Da Edinburgh a Berwick-on-Tweed) La North Eastern Railway (da Berwick-on-Tweed a Shaftholme) La Great Northern Railway (Da Shaftholme a Kings Cross) Nel 1923 queste tre società sono state fuse e sono diventate la London and North Eastern Railway (LNER), che è entrata a far parte della British Railways nel Pagina 4

5 Stazione di Kings Cross La stazione di Kings Cross è stata inaugurata nel 1852 e ha preso il suo nome dall'area Londinese Kings Cross, dal nome di un monumento a Re Giorgio IV, in seguito demolito nel Oggi, la stazione di Kings Cross è il fulcro di Londra della grande Northern Railway e il capolinea più meridionale della East Coast Main Line, una delle maggiori reti ferroviarie del Regno Unito. Alcune delle sue più importanti destinazioni a lunga percorrenza sono Leeds, Newcastle e Edimburgo. Ospita anche servizi esternisuburbani verso Hertfordshire, Bedfordshire e Cambridgeshire, così come servizi regionali rapidi verso Cambridge, Kings Lynn e Peterborough. Kings Cross è uno degli snodi ferroviari più trafficati del Regno Unito. Pagina 5

6 Stazione di Peterborough La stazione di Peterborough è stata inaugurata nel 1850 e si trova a circa 76,5 miglia (123,1 km) a nord di Kings Cross. La stazione è un importante interscambio, beneficiando di servire sia i servizi nord-sud ECML, così come Est-Ovest a lunga distanza e i servizi locali. È stata la prima stazione sul ECML ad essere elettrificata, di conseguenza ha avuto il primo albero installato, come parte del progetto di elettrificazione, che si trova dietro la banchina 1 Pagina 6

7 Caratteristiche della linea La linea è principalmente a quattro binari, tuttavia ci sono due sezioni a binario doppio; la prima è vicino alla stazione Nord Welwyn quando si attraversa il Viadotto e si passa attraverso due tunnel e la seconda è tra Huntingdon e Peterborough. Pagina 7

8 1.2 Materiale rotabile Un East Coast HST (Treno ad alta velocità) è incluso in questa tratta. Questi treni in genere effettuano servizi da Kings Cross a Inverness e Aberdeen via Edinburgh (le linee a nord di Edimburgh non sono elettrificate). Il primo Capital Connect effettua servizi extraurbani e pendolari verso nord da Kings Cross utilizzando un Class 365 EMU (Unità multiple elettriche). Il Class 365 è incluso anche in questo percorso. Pagina 8

9 2 Unità multipla elettrica Class Class 365 Le unità multiple elettriche Class 365 sono state costruite da ABB/Adrantz a York dal Tutte le unità Class 365 in servizio sono state sottoposte a modifiche da cima a fondo della cabina da parte di WAGN (West Anglia Great Northern) per dotarle di aria condizionata. Questo nuovo design da cima a fondo ha dato al Class 365 il soprannome di "The Happy Train" per il suo aspetto sorridente! Tutte le 40 unità Class 365 attualmente in servizio sono state sottoposte a rinnovamento degli interni. I due bagni a bordo sono stati ridipinti. Queste unità sono tutte in livrea FCC (First Capital Connect), ad eccezione di quattro unità che espongono la pubblicità WAGN. 2.2 Design & Specifiche Numero TOP Class 365 Numerazione dell'unità Formazione DMCO(A)+TSO+PTSO+DMCO(B) Peso dell'unità 151,62 tonnellate Lunghezza del veicolo 68ft 6in (DMCO/DMSO), 65ft 10in (TSOL+PTSOL) Larghezza del veicolo 9ft 3in (2,8m) Costruzione del corpo Corpo in alluminio con estremità in acciaio Collezione Elettrificazione della linea sopraelevata 25kV AC alimentata elettricamente Pagina 9

10 Potenza del veicolo Velocità della struttura Tipo di collegamento Tipi di freno Sedili CV (1.256 kw) 100 MPH (161 km/h) Tightlock Rigenerativo pneumatico 12 di prima classe e 255 standard Pagina 10

11 3 Creazione di un treno Class Editor scenario (se si creano nuovi scenari) Per poter avere il Class 365 pronto per la selezione in uno scenario che non si trova sulla East Coast Mainline, è necessario abilitarlo nei filtri di impostazione oggetto, che andranno ad aggiungersi all'elenco sfogliabile del magazzino del materiale rotabile. Seguire queste procedure: 1. Entrare in Editor scenario. (Nota: Se una tratta è bloccata dovrà essere sbloccata prima di entrare in Editor scenario. Sbloccarla cliccando sull'icona del lucchetto in basso a destra dello schermo). 2. Cliccare sul pulsante Filtro oggetti (il piccolo cubo blu sul pannello centrale di sinistra). 3. Nella nuova finestra che si apre sul lato destro, selezionare quanto segue: RSC / ECMLS I veicoli Class 365 appariranno nell'elenco del materiale rotabile. 4. Potrebbe essere necessario ripetere questa procedura su altre tratte o sugli scenari in cui si desidera avere disponibile Class Assegnare Destinazioni e numeri Per gli sviluppatori che desiderano avvalersi delle unità nei propri scenari e percorsi, è possibile personalizzare la visualizzazione della destinazione durante la creazione di uno scenario. Questo permette che il treno visualizzi correttamente una destinazione e targhette appropriate se necessario. Per visualizzare una destinazioni e targhette specifiche, il valore corretto deve essere inserito nella finestra delle proprietà del veicolo. Questo numero è costituito da un valore di 13 cifre, contenente sia lettere che numeri. Il valore di 13 cifre, è organizzato in questo modo FFFFFFNSSSSSD FFFFFF N SSSSS D = Il numero dell'unità visualizzato sulla parte anteriore del veicolo trainante = Targhetta o usare # se nessuna targhetta è richiesta (vedi elenco sottostante) = il numero di veicolo visualizzato sul lato della carrozza = la destinazione (consultare la lista sottostante) Esempio: A65899p (dove "A" sta per "The Royston Express" e "p" sta per "Peterborough") Così il valore risultante di cui sopra per l'unità , con numero di veicolo 65899, visualizza "Peterborough" come destinazione. Pagina 11

12 a Alexandra Palace j Liverpool Street s Stevenage b Potters Bar k Kings Cross via Stevenage t Letchworth Garden City c Class 365 l Hertford North u Huntingdon d Drayton Park m Moorgate v Manningtree e Ely n St. Neots w Welwyn Garden City f Finsbury Park o Colchester x Non in servizio g Gordon Hill p Peterborough y Speciale h Hitchin q Peterborough via Stevenage z Vuoto i Ipswich r Kings Lynn A The Royston Express B Hornsey Depot C Captain George Vancouver D Il Fenman E Robert Stripe- Campione F La partnership Intalink dei passeggeri G Rufus Barnes - Amministratore Delegato di London Travelwatch per 25 anni H Daniel Edwards - Macchinista Cambridge Pagina 12

13 4 Guidare il Class Comandi in cabina Pagina 13

14 Console principale 7 Impostazione 14 Interruttori fari velocità/controllo velocità di crociera 1 Freno di emergenza 8 Visualizzazione AWS (Sunflower) 15 Visualizzazione del faro 2 Invertitore 9 Tergicristalli 16 DRA 3 Acceleratore e freno 10 Clacson 17 Controlli pantografo combinato 4 Indicatori freno 11 Luce della cabina 5 Tachimetro 12 Levigatrice 6 Riconoscimento AWS 13 Luce del cruscotto 4.2 Dispositivo promemoria macchinista (DRA) Il Class 365 è dotato di un dispositivo di promemoria macchinista (DRA). Questo è un interruttore manuale che, se impostato, impedisce al guidatore di applicare potenza per muovere il treno. Deve essere impostato quando ci si ferma in una stazione e disinserito quando se ne esce - ma solo dopo aver confermato un segnale per procedere. Per attivare il DRA, cliccare sul pistone DRA. Il pistone si illumina di rosso quando è impostato. Per disinserire il DRA, cliccare nuovamente sul pistone. Il pistone non sarà più illuminato in rosso. Pagina 14

15 4.3 Risoluzione dei problemi L'unità multipla elettrica Class 365 dispone di un certo numero di sistemi di sicurezza per evitare che l'unità si muova involontariamente. Se il veicolo non si muove, verificare quanto segue: Spia di linea non è illuminata. o Assicurarsi che il pantografo sia sollevato e premere il pulsante Pantografo o premere il tasto P. Questa spia dovrebbe illuminarsi. DRA la spia è accesa o Alternare il pulsante DRA in modo che la spia non sia illuminata, per consentire al veicolo di applicare potenza. Leva direzionale o La leva direzionale deve essere in posizione avanti o indietro. L'allarme di emergenza è attivo o Disattivare l'allarme di vigilanza, se attivo. o Spostare il combinato potenza/freno in posizione di emergenza e rilasciarlo per disattivare l'allarme di emergenza. La maniglia combinata potenza/freno è in una tacca potenza o Spostare la maniglia combinata potenza/freno sulla tacca 0 per azzerare. Pagina 15

16 5 Scenari 5.1 Partenza tutorial Peterborough Nene Sidings Guidare dal binario di raccordo convogli nella stazione di Peterborough per imparare le basi del funzionamento dei controlli sul Class 365. Durata 10 Minuti Luogo di partenza binario di raccordo convogli di Nene 5.2 Tutorial tronco vuoto Kings Cross Guida da Kings Cross a Hornsey Depot per imparare le basi del funzionamento dei controlli sulla classe 365. Durata 15 minuti Luogo di partenza Kings Cross 5.3 Fermata Peterborough Southbound Un servizio passeggeri da Peterborough a Londra Kings Cross. Durata 75 minuti Luogo di partenza Peterborough 5.4 Verso nord a Hitchin Un servizio di trasporto passeggeri da Kings Cross a Hitchin. Durata 40 Minuti Luogo di partenza Kings Cross 5.5 Welwyn Garden City - Rallentamento da Londra (parte 1) Guidare un servizio passeggeri con fermata locale da London Kings Cross a Welwyn Garden City. Durata 45 minuti Luogo di partenza Kings Cross 5.6 Welwyn Garden City - Ritorno a Londra (parte 2) Guidare un ritorno in direzione sud fermandosi per il servizio passeggeri di ritorno da Welwyn Garden City a Londra Kings Cross. Durata: 50 Minuti Luogo di partenza Welwyn Garden City 5.7 Tornare a Bounds Green Guidare un treno ad alta velocità (TAV) in prima serata in servizio da Peterborough a Londra Kings Cross e poi portare il convoglio vuoto a Bounds Green Depot per stazionamento. Durata 80 Minuti Luogo di partenza Peterborough Pagina 16

17 5.8 Il personale del treno Un servizio passeggeri di prima mattina da Peterborough a Kings Cross Station. Durata 80 Minuti Luogo di partenza Peterborough 5.9 Di fretta Un servizio passeggeri serale da Londra Kings Cross a Peterborough. Durata: 50 Minuti Luogo di partenza Kings Cross Pagina 17

18 6 Segnali 6.1 Elementi della testa del segnale principale Segnali luminosi colorati sono usati per controllare i movimenti in esecuzione. Essi mostrano gli elementi attraverso luci di colore rosso, giallo e verde. Elemento del segnale Descrizione Istruzioni al macchinista Luce rossa Pericolo Stop. Luce gialla singola Attenzione Procedere: stare pronti a fermarsi al segnale successivo. Doppie luci gialle Cautela preliminare Procedere: stare pronti a trovare nel segnale successivo la visualizzazione di una luce gialla. Una luce lampeggiante gialla Cautela preliminare per un percorso divergente Procedere: Stare pronti a trovare la visualizzazione nel segnale successivo di una luce gialla con indicatore di bivio per divergenza(e) di percorso. Doppie luci gialle lampeggianti Indicazione del divergenti percorso in vista del prossimo, ma un Procedere: Stare pronti a trovare nel segnale successivo la visualizzazione di una luce gialla. segnale Luce verde Libero Procedere: Il segnale successivo è la visualizzazione di un'indicazione a procedere. 6.2 Segnali di tipo teatro Un indicatore di rotta alfanumerico di tipo teatro indica il percorso da intraprendere utilizzando numeri o Pagina 18

19 lettere (o una combinazione di numeri e lettere). Un indicatore di tipo teatro viene spesso utilizzato per indicare il numero di banchina di arrivo per un servizio. Segnali di tipo Feather Un indicatore di bivio Feather indica un percorso divergente da adottare per l'angolo in cui viene visualizzata una fila di cinque luci bianche. (Posizione 1 in figura) Indicazione Feather Nessuna indicazione Feather Indicazione posizione 1 Indicazione posizione 2 Indicazione posizione 3 Indicazione posizione 4 Indicazione posizione 5 Indicazione posizione 6 Istruzioni al macchinista Obbedire all'aspetto principale, il percorso rettilineo è impostato Obbedire all'indicazione principale, ci si aspetta una deviazione a sinistra Obbedire all'indicazione principale, ci si aspetta una deviazione a sinistra più estrema di quella per la posizione 1 Obbedire all'indicazione principale, ci si aspetta una deviazione a sinistra più estrema di quella per la posizione 2 Obbedire all'indicazione principale, ci si aspetta una deviazione a destra Obbedire all'indicazione principale, ci si aspetta una deviazione a destra più estrema di quella per la posizione 4 Obbedire all'indicazione principale, ci si aspetta una deviazione a destra più estrema di quella per la posizione 5 Pagina 19

20 6.3 Segnali di terra e segnali della luce di posizione Segnali di messa a terra e segnali delle luci di posizione (PLS) mostrano i loro aspetti mediante la posizione e il colore delle luci. I segnali di terra sono sempre illuminati e possono disporre di indicatori di tipo a teatro in miniatura attaccati mentre i PLS si illuminano solo per permettere a un treno di passare per un tratto occupato della linea e sono montati come aggiunta ad una testa di segnale principale. Elemento del segnale Descrizione Istruzioni al macchinista Due luci rosse Pericolo Stop. Nessuna indicazione (ove associata con un'indicazione principale) Obbedire all'indicazione principale. Due luci bianche Attenzione La linea da percorrere potrebbe essere occupata. Procedere con cautela verso il prossimo segnale di stop, fermata da pannello o fermate tampone. Stare pronti a fermarsi vicino a qualsiasi ostacolo. L'indicazione principale associata (dove previsto) può essere oltrepassata in condizione di pericolo 6.4 Inserimento di una sezione occupata di binario Durante uno scenario il treno può essere programmato per entrare in una banchina o in una sezione di binario che è già occupata da un altro treno o da materiale rotabile. In questa situazione ci si dovrebbe fermare al segnale rosso per proteggere questo tratto di binario come normale. Una volta che il treno si è fermato, premere il tasto TAB sulla tastiera per richiedere il permesso dal centro di segna lazione per entrare nella sezione occupata del binario. Quando è stata approvata la partenza del treno sul segnale si accendono le due luci bianche sul segnale della luce di posizione, se presente. Pagina 20

21 6.5 Segnali ripetitore Un segnale ripetitore a striscione indica se il segnale successivo visualizza un'indicazione a procedere o di pericolo. Segnali ripetitore a striscione in fibra ottica moderni, mostrati di fronte, sono costituiti da un fondo nero spento che visualizza un cerchio bianco con una barra nera. Visualizzazione del segnale Braccio orizzontale Braccio ad una angolo di 45 nel quadrante superiore Istruzioni al macchinista Stare pronti a trovare il segnale relativo a pericolo Il relativo segnale mostra un'indicazione a procedere I segnali ripetitori sono destinati a fornire al macchinista informazioni in anticipo su un segnale in avvicinamento che potrebbe essere oscurato. Un treno non ha bisogno di fermarsi a un segnale ripetitore, ma solo al relativo segnale se è di pericolo. Segnali a striscione suddivisi forniscono due teste di segnale a striscione combinate per formare un segnale ripetitore sullo striscione suddiviso. Questi sono utilizzati per indicare la presenza di un segnale con un indicatore Feather di bivio. Se il segnale di bivio correlato visualizza un feather illuminato allora la testa dello striscione inferiore visualizza un braccio ad un angolo di 45 nel quadrante superiore. In alternativa, se il segnale di correlato correlate non visualizza un feather illuminato e indica una rotta rettilinea allora lo striscione "principale" più in alto mostra un braccio ad angolo di 45 nel quadrante superiore. Un altro tipo di ripetitore è un indicatore di banchina "OFF". Indicatori FUORI segnale vengono forniti per assistere il personale alla partenza del treno. Un indicatore FUORI visualizza la parola 'OFF' illuminata solo quando il segnale a cui si applica sta visualizzando un'indicazione a procedere. Nessuna indicazione viene visualizzata quando il segnale indica pericolo. Pagina 21

22 7 Segnali di velocità 7.1 Indicatori di velocità consentita Questi segnali mostrano la velocità consentita in miglia/h applicabile al tratto di linea al di là del segnale e fino all'inizio di ogni successiva sezione di velocità consentita. Ricordarsi di attendere che tutta la lunghezza del treno abbia oltrepassato questi segnali prima di accelerare se la velocità di linea consentita è in aumento. Se la velocità di linea consentita è in diminuzione allora è necessario ridurre la velocità prima di oltrepassare questi segnali. 7.2 Indicatori di avvertimento di velocità consentita Questi segnali forniscono un preavviso di una riduzione della velocità consentita più avanti. Rampe AWS permanenti (Warning System Automatico - Sistema di avvertimento automatico) sono spesso installate in concomitanza con questi segnali. In questi casi il macchinista deve cancellare l'avvertimento AWS quando attivato all'avvicinarsi a questi segnali. (Vedere la sezione sistemi di sicurezza di questo manuale) Pagina 22

23 7.3 Limitazioni di velocità temporanee Direzione della corsa Cartello di avvertime nto Indicator e di velocità Indicatore di terminazion e Restrizione della velocità a 20 miglia/h Limitazioni di velocità temporanee sono normalmente messi in atto quando lavori di ingegneria e manutenzione dei binari sono in atto. Queste restrizioni temporanee di velocità sono indicate nella notifica di operatività settimanale dei macchinisti e in questa simulazione sono invitati nel briefing dello scenario. La sequenza normale della segnaletica laterale rispetto ai binari è mostrata sopra. Tuttavia, quando le velocità di linea devono essere ridotte a breve termine che sono indicate come "Emergency Speed Restriction - Restrizione di velocità di emergenza" e sono ulteriormente protette fornendo un "Indicatore di emergenza" prima del cartello di avvertimento restrizione temporanea della velocità. L'indicatore di emergenza ha due luci bianche lampeggianti in modo sincrono. Segnale temporaneo Descrizione Indicatore di emergenza Cartello di avvertimento Cartello di avvertimento ripetitore Freccia direzionale di limitazione Istruzioni al macchinista Questo segno avverte che c'è un cartello di avvertimento più avanti per una limitazione di velocità di emergenza che non è stata precedentemente comunicata. Questo segnale fornisce l'avvertimento di un indicatore di limitazione di velocità più avanti. Questo segnale fornisce un promemoria di un indicatore di restrizione di velocità più avanti. Normalmente viene utilizzato quando il macchinista è partito da una banchina dopo aver superato un cartello di avvertimento Questo segnale è sempre associato con un cartello di avvertimento, un indicatore di velocità o di un indicatore di calamità. Pagina 23

24 Indicatore di limitazione di velocità Indicatore di fine limitazione Indicatore di limitazione per calamità Questo segnale indica l'inizio di una limitazione temporanea di velocità con il valore indicato in miglia/h, è necessario ridurre la velocità prima di oltrepassare questi segnali. Questo segnale identifica la fine di una limitazione temporanea di velocità. Ricordarsi di aspettare che il treno abbia oltrepassato questo segnale in tutta la sua lunghezza prima di accelerare di nuovo alla normale velocità di linea. Questo segno indica che la restrizione temporanea di velocità, in quella posizione, come precedentemente comunicato, non è attualmente in vigore. Pagina 24

25 8 Sistemi di sicurezza. 8.1 AWS (Automatic Warning System - Sistema di avvertimento automatico) AWS è fornito per fornire ai macchinisti avvertimenti in cabina di segnali in avvicinamento, riduzioni di velocità consentita e limiti di velocità temporanei/di emergenza e per applicare i freni nel caso in cui un macchinista non riconosca le avvertenze cautelative fornite dal sistema. Quando un treno si avvicina ad un segnale, oltrepassa dispositivi AWS di binario (magneti) che sono fissati alle traversine fra le rotaie del percorso. I magneti vengono rilevati da un ricevitore montato sotto l'estremità anteriore del treno. Se il segnale successivo è visualizza una condizione di via libera (verde), una campana (o un ping elettronico) suona nella cabina di guida, e l'indicatore Sunflower l'aws indica "all black - tutto nero". Nessuna azione nei confronti dell'aws è richiesta al macchinista. Se il segnale visualizza un avvertimento o un'indicazione di pericolo (giallo, doppio giallo o rosso), una tromba suona nella cabina di guida e il display mostra "all bla ck - tutto nero". Il macchinista deve riconoscere l'avvertimento premendo il pulsante "riconoscimento AWS". Quando il macchinista aziona il pulsante, il corno viene messo a tacere e l'aws Sunvlower si trasforma in un display circolare segmentato in giallo e nero. Se il macchinista non riconosce l'allarme acustico entro un periodo di tempo prestabilito, i freni vengono applicati automaticamente. Dove il dispositivo AWS è fornito nell'avvicinamento ad una riduzione della velocità consentita e a limiti di velocità temporanei/di emergenza, le apparecchiature della cabina funzionano sempre come nell'avvicinamento ad un segnale che visualizza un avvertimento o un'indicazione di arresto. Il macchinista riceve un avvertimento e deve rispondere di conseguenza; altrimenti i freni vengono applicati automaticamente. Pagina 25

26 8.2 TPWS (Train Protection and Warning System - sistema di protezione del treno e avvertimento) Lo scopo principale di TPWS è quello di minimizzare la conseguenza di un treno che oltrepassa un segnale TPWS in stato di pericolo e un treno a velocità eccessiva in avvicinamento ad un segnale TPWS in stato di pericolo. Il dispositivo binario TPWS è attivo solo quando il segnale che si sta proteggendo visualizza uno stato di pericolo (rosso). Segnale protetto Magneti AWS Sensore di velocità eccessiva Sensore di arresto treno Nota: I magneti AWS sono normalmente posizionati circa 150 m prima del segnale e prima del dispositivo TPWS OSS di quello. Ci sono due coppie di griglie montate fra le rotaie del percorso. Entrambe le coppie sono formate da un 'inserimento' e una griglia 'innesco'. La prima coppia, il sensore di velocità eccessiva (OSS), è posizionata in avvicinamento al segnale protetto. L'altra coppia di griglie è montata schiena contro schiena nella posizione del segnale, e questi formano il Sensore di arresto treno (TSS). I freni di emergenza del treno vengono applicati automaticamente se un treno passa su un sensore di velocità eccessiva attivo più velocemente della velocità prestabilita (in questa simulazione questa velocità preimpostata è compresa tra 20 e 25 miglia/h e dipende dalla velocità di linea e dalla posizione). I freni vengono applicati automaticamente se un treno oltrepassa un Sensore di arresta treno attivo a qualsiasi velocità, in quanto il segnale che sta proteggendo deve essere in stato di pericolo. Dopo aver superato un segnale che visualizza uno stato di cautela (giallo singolo) è consigliabile ridurre la velocità del treno per anticipare l'avvicinamento al segnale Pagina 26

27 successivo. Può essere in stato di pericolo e quindi il sensore di velocità eccessiva TPWS sarà attivo e scatterà un arresto di emergenza se la velocità del treno è maggiore della velocità di avvicinamento preimpostat a quando si oltrepassa questo. Le griglie TPWS "Mini OSS" vengono installate anche nelle stazioni capolinea. Queste griglie sono posizionate circa 50 metri prima delle fermate cuscinetto e sono preimpostate a 12 miglia/h. Il treno deve viaggiare a meno di 12 miglia/h quando oltrepassa queste griglie quando arriva in queste banchine. Pagina 27

28 9 Riconoscimenti Railsimulator.com vorrebbe ringraziare le seguenti persone per il loro contributo durante lo sviluppo di ECML London - Peterborough. Project Manager / Binari e segnalazioni Alan Thomson Produzione tragitto Duncan McCafferty Laura McConnachie Robert McGregor Artisti 3D Lee Wallace (Artista capo) Matthew James Price Chris Linington Perry Stringer Produzione di Class 365 EMU Chris Fortuna Ben Jervis Michael Whiteley Produzione scenario Duncan McCafferty Laura McConnachie Robert McGregor Adegbemiga Adeleye Pagina 28

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso Yes, you can. Invacare REM 550 Comando Manuale d uso Indice Capitolo Pagina 1 La consolle di guida REM 550 4 2 1.1 Struttura della consolle di guida...4 1.2 Display di stato...7 1.2.1 Indicatore livello

Dettagli

DA MONACO A GARMISCH-PARTENKIRCHEN

DA MONACO A GARMISCH-PARTENKIRCHEN DA MONACO A GARMISCH-PARTENKIRCHEN Copyright Dovetail Games Ltd, tutti i diritti riservati Versione 1.4 1 INFORMAZIONI SUL PERCORSO... 3 1.1 Storia...3 1.2 Il percorso...3 1.3 Materiale rotabile...3 1.4

Dettagli

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO Scheda n. 1 Il segnale n. 1 1) preavvisa una doppia curva VF 2) preavvisa un tratto di strada in cattivo stato V F 3) preavvisa una discesa pericolosa

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE H I07 High Performance Injection system MANUALE DI PROGRAMMAZIONE MP0010it Rel03 Copyright Emmegas 06/03/2009 1 / 14 INTRODUZIONE All avvio del programma sono visualizzati il nome del software e relativa

Dettagli

Impianti galvanici Dettagli del software di supervisione e controllo IMPIANTI GALVANICI DETTAGLI DEL SOFTWARE DI SUPERVISIONE E CONTROLLO

Impianti galvanici Dettagli del software di supervisione e controllo IMPIANTI GALVANICI DETTAGLI DEL SOFTWARE DI SUPERVISIONE E CONTROLLO Pag. 1 di 6 IMPIANTI GALVANICI DETTAGLI DEL SOFTWARE DI SUPERVISIONE E CONTROLLO INTRODUZIONE IL SISTEMA DI CONTROLLO L impianto elettrico e di controllo fornito dalla BRU.IMPIANTI Group con gli impianti

Dettagli

sedia a rotelle elettrica

sedia a rotelle elettrica sedia a rotelle elettrica Manuale d uso attenzione: Gli operatori devono leggere e capire completamente questo manuale prima di utilizzare il prodotto. M27729-I-Rev.0-07.11 1 I. PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO

Dettagli

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it BTicino s.p.a. Via Messina, 8 054 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 99.45.45 www.bticino.it info.civ@bticino.it 6/0- SC PART. T54B Sistema antifurto Manuale di impiego INDICE IMPIANTO ANTIFURTO

Dettagli

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO BPT Spa PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO MANUALE

Dettagli

2 DESCRIZIONE MODALITÀ

2 DESCRIZIONE MODALITÀ ISA 9001 1. PUNTI GENERALI 1.1 Modalità 1.2 Pulsanti 1) Pulsante C (Corona) 2) Pulsante A 3) Pulsante B 4) Pulsante D 2 DESCRIZIONE MODALITÀ 2.1 Modalità TIME1 (Fuso orario locale) 2.2 Modalità data 2.3

Dettagli

MONTAGNAVDA APP Come funziona

MONTAGNAVDA APP Come funziona MONTAGNAVDA APP Come funziona APP Montagna.VDA Le nuove potenzialità degli smartphone sono estremamente utili per chi percorre la montagna. In particolare l utilizzo del GPS con la possibilità di connessione

Dettagli

MANUALE TELECOMANDO RG52A4

MANUALE TELECOMANDO RG52A4 Prima di utilizzare il condizionatore d'aria, si prega di leggere attentamente questo manuale e conservarlo per riferimento futuro. CONDIZIONATORI D ARIA MANUALE TELECOMANDO RG52A4 Vi ringraziamo per aver

Dettagli

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MANUALE D INSTALLAZIONE LEGGERE ATTENTAMENTE IL PRESENTE MANUALE PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIATURA. INDICE Caratteristiche

Dettagli

ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010. Manuale dell utente. Versione Software: dalla V6.0 142680999-3

ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010. Manuale dell utente. Versione Software: dalla V6.0 142680999-3 ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010 Manuale dell utente Versione Software: dalla V6.0 142680999-3 COPYRIGHT SLC BV 1996. Tutti i diritti riservati. La riproduzione della presente pubblicazione, la sua trasmissione

Dettagli

INDICE 218 60050-821 CEI:1998

INDICE 218 60050-821 CEI:1998 218 60050-821 CEI:1998 INDICE A (accensione di approccio)... 821-02-49 agente addetto alla manovra dei dispositivi del segnalamento... 821-05-15 ago... 821-04-01 ala semaforica... 821-02-18 alimentazione

Dettagli

Pannello comandi a distanza

Pannello comandi a distanza Pannello comandi a distanza Istruzioni d uso caldaie INDICE Informazioni generali... 4 Descrizione del pannello comandi... 6 Descrizione dei tasti... 6 Descrizione del display... 7 Utilizzo del pannello

Dettagli

Sicurezza: Viaggiare in gruppo

Sicurezza: Viaggiare in gruppo Sicurezza: Viaggiare in gruppo Guidare in gruppo può anche essere una bella esperienza, ma per guidare in modo sicuro in un gruppo eterogeneo di moto e motociclisti sono importanti la preparazione e il

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

v3 2012 Sygic, a.s. Tutti I diritti riservati. Manuale utente

v3 2012 Sygic, a.s. Tutti I diritti riservati. Manuale utente v3 2012 Sygic, a.s. Tutti I diritti riservati. Manuale utente Grazie a Polarnav SRL per la traduzione italiana di Manuale utente. 2 Manuale utente I. Per cominciare... 4 La videata di navigazione... 4

Dettagli

CONSIGLI IMPORTANTI. Alcune precauzioni essenziali

CONSIGLI IMPORTANTI. Alcune precauzioni essenziali CONSIGLI IMPORTANTI Questo sistema di allarme è molto facile da utilizzare. Vi consigliamo di attivarlo ogni volta che lasciate la vostra abitazione, anche se per poco tempo. Non lasciate il telecomando

Dettagli

Versione 4.0 Lotti e Scadenze. Negozio Facile

Versione 4.0 Lotti e Scadenze. Negozio Facile Versione 4.0 Lotti e Scadenze Negozio Facile Negozio Facile: Gestione dei Lotti e delle Scadenze Nella versione 4.0 di Negozio Facile è stata implementata la gestione dei lotti e delle scadenze degli articoli.

Dettagli

1 3 5 7 9 11 12 13 15 17 [Nm] 400 375 350 325 300 275 250 225 200 175 150 125 155 PS 100 PS 125 PS [kw][ps] 140 190 130 176 120 163 110 149 100 136 100 20 1000 1500 2000 2500 3000 3500 4000 4500 RPM 90

Dettagli

L.I.M. Lavagna Interattiva Multimediale INTRODUZIONE

L.I.M. Lavagna Interattiva Multimediale INTRODUZIONE Liceo G. Cotta Corso L.I.M. a.s. 2011-12 Marco Bolzon L.I.M. Lavagna Interattiva Multimediale INTRODUZIONE 1 OPERAZIONI PRELIMINARI Prenotare l aula (registro vicino fotocopiatore 1 piano). Provare prima

Dettagli

DomKing 2012. v1.0. - Indice - Installazione... pag.2. Guida al programma... pag.4. Funzione Secondo monitor... pag.4. Funzione Orologio... pag.

DomKing 2012. v1.0. - Indice - Installazione... pag.2. Guida al programma... pag.4. Funzione Secondo monitor... pag.4. Funzione Orologio... pag. DomKing 2012 v1.0 - Indice - Installazione... pag.2 Guida al programma... pag.4 Funzione Secondo monitor... pag.4 Funzione Orologio... pag.4 Funzione Timer... pag.4 Funzione Cantici... pag.5 Funzione Registrazione

Dettagli

FERROVIA TRENTO MALÈ MARILLEVA

FERROVIA TRENTO MALÈ MARILLEVA FERROVIA TRENTO MALÈ MARILLEVA L'ESPERIENZA DI UNA FERROVIA LOCALE NELL'IMPLEMENTAZIONE DI SISTEMI INNOVATIVI DI SEGNALAMENTO FERROVIARIO (ACC-M, ATP E CENTRALIZZAZIONE PL DI LINEA) Roma, 2 ottobre 2015

Dettagli

PART. T8742A - 12/03 - PC. Impianto antifurto. Manuale d'uso

PART. T8742A - 12/03 - PC. Impianto antifurto. Manuale d'uso PART. T8742A - 12/03 - PC Impianto antifurto Manuale d'uso Indice 1 Introduzione 5 Terminologia Operatività dell impianto La Centrale antifurto 3500 2 Funzionamento 9 Descrizione della centrale a 4 zone

Dettagli

Capitolo 5. 5.1 Segnaletica orizzontale. Segnaletica orizzontale. Segnali complementari. Strisce longitudinali

Capitolo 5. 5.1 Segnaletica orizzontale. Segnaletica orizzontale. Segnali complementari. Strisce longitudinali 5.1 Segnaletica orizzontale Capitolo 5 Segnaletica orizzontale. Segnali complementari La segnaletica orizzontale è rappresentata dai segni sulla carreggiata che si suddividono in: strisce longitudinali;

Dettagli

Opel Corsavan. Capacità max di carico: 0,92 m 3. Portata max: 475 kg. Lunghezza piano di carico: 1,26 m

Opel Corsavan. Capacità max di carico: 0,92 m 3. Portata max: 475 kg. Lunghezza piano di carico: 1,26 m Opel Corsavan Opel Corsavan L aspetto sportivo di Opel Corsavan è una chiara affermazione di stile nei confronti di tutte quelle aziende che sono particolarmente attente all immagine. Piccola quanto basta

Dettagli

Piattaforma Cartografica. Guida utente

Piattaforma Cartografica. Guida utente Piattaforma Cartografica Guida utente Sommario Sommario... 2 1 INTRODUZIONE... 3 2 DASHBOARD... 5 3 TEMPO REALE... 13 4 PERCORSI... 17 5 REPORTISTICA... 20 2 1 INTRODUZIONE L applicazione TargaFleet è

Dettagli

CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA

CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA Stazione: Comune: Linea / km: CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA tra Ferrovie federali svizzere FFS società anonima di diritto speciale con sede a Berna Infrastruttura Orario e design della

Dettagli

TOP 100 G4 Manuale uso installazione

TOP 100 G4 Manuale uso installazione TOP 100 G4 Manuale uso installazione CARATTERISTICHE TECNICHE Modello: PENTALARM TOP100 G4 Sensori: Frequenza: Fino a 80 ognuno identificato singolarmente. 433, 92 MHz. Alimentazione: 15Vcc. Assorbimento

Dettagli

Cat 303.5E CR MINIESCAVATORE IDRAULICO. Caratteristiche tecniche. Motore. Impianto idraulico. Pesi* Sistema di rotazione. Sistema di marcia.

Cat 303.5E CR MINIESCAVATORE IDRAULICO. Caratteristiche tecniche. Motore. Impianto idraulico. Pesi* Sistema di rotazione. Sistema di marcia. Cat 303.5E CR MINIESCAVATORE IDRAULICO CARATTERISTICHE: Il miniescavatore idraulico Cat 303.5E CR offre alte prestazioni e un design compatto che consente all operatore di lavorare con le applicazioni

Dettagli

In collaborazione con: Allianz Box Guida all utilizzo

In collaborazione con: Allianz Box Guida all utilizzo In collaborazione con: Allianz Box Guida all utilizzo Indice 1. Il dispositivo satellitare Allianz Box 2. Impianto satellitare di bordo 3. Chiave elettronica 3.1 Istruzioni per la sostituzione delle batterie

Dettagli

SCRIVERE TESTI CON WORD

SCRIVERE TESTI CON WORD SCRIVERE TESTI CON WORD Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello occorre un programma di elaborazione testo. Queste lezioni fanno riferimento al programma più conosciuto: Microsoft

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DI UN'ACTIVITY

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DI UN'ACTIVITY GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DI UN'ACTIVITY by Pikkio Ho deciso di realizzare questa piccola guida per spiegare a tutti quelli che si avvicinano per la prima volta a Train Simulator come si fa a realizzare

Dettagli

Manuale di gioco. TRAINZ SIMULATOR 12 1 Indice

Manuale di gioco. TRAINZ SIMULATOR 12 1 Indice Manuale di gioco TRAINZ SIMULATOR 12 1 Indice 2 TRAINZ SIMULATOR 12 Indice Adatta il gioco alle tue preferenze 3 Come si gioca a Trainz Simulator 12 4 Schermata di gioco 6 Tasti e comandi 8 Capitolo 1.

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

(fare clic su: scheda di supporto)

(fare clic su: scheda di supporto) SPEEDZONE SPORT DOUBLE WIRELESS 1 Manuali stampabili disponibili all indirizzo: www.specialized.com (fare clic su: scheda di supporto) Sommario Componenti di Sport Double Wireless 3 Installazione dei supporti

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Indice. 3. Sicurezza...3 3.1 Utilizzo conforme alle prescrizioni...3 3.2 Prescrizioni di sicurezza...3

Indice. 3. Sicurezza...3 3.1 Utilizzo conforme alle prescrizioni...3 3.2 Prescrizioni di sicurezza...3 Indice 1. Descrizione del sistema...1 1.1 Descrizione del sistema...1 1.2 Utilizzo del Monitoring System 1502...1 1.2.1 Modalità seminatrice a grano singolo con trasduttore ottico (conteggio dei grani)...1

Dettagli

MANUALE D USO DEL CONTATEMPO

MANUALE D USO DEL CONTATEMPO MANUALE D USO DEL CONTATEMPO Accendere il dispositivo con l apposito interruttore, l alimentazione può essere data dalla rete a 220V o, in mancanza, da batterie tampone ricaricabili almeno 40 minuti 1

Dettagli

Dati Tecnici Montascale a Cingoli Mod.T09-Roby Sistema mobile di trasporto per persona in carrozzina

Dati Tecnici Montascale a Cingoli Mod.T09-Roby Sistema mobile di trasporto per persona in carrozzina Dati Tecnici Montascale a Cingoli Mod.T09-Roby Sistema mobile di trasporto per persona in carrozzina Conforme al Nomenclatore Tariffario Conforme alla direttiva Europea 2006/95 CEE Bassa Tensione ; Conforme

Dettagli

SOMMARIO. 1.0 INFORMAZIONI ED AVVERTIMENTI SULLA SICUREZZA 3 Global Positioning System 3 Precauzioni d uso 3 Importante 3

SOMMARIO. 1.0 INFORMAZIONI ED AVVERTIMENTI SULLA SICUREZZA 3 Global Positioning System 3 Precauzioni d uso 3 Importante 3 SOMMARIO 1.0 INFORMAZIONI ED AVVERTIMENTI SULLA SICUREZZA 3 Global Positioning System 3 Precauzioni d uso 3 Importante 3 2.0 BENVENUTO 4 Contenuto della scatola 4 3.0 CARATTERISTICHE PRINCIPALI 5 4.0 AVVIO

Dettagli

Preventivo Ford B-Max 1.6 TDCi Titanium Euro5 con Filtro Antiparticolato

Preventivo Ford B-Max 1.6 TDCi Titanium Euro5 con Filtro Antiparticolato V IG N A C L A R A G A R A G E di Vincenzo Barra CF. BRRVCN80D29H501D - P.IVA 10969181006 Tel. Fax. 0645615783 Cell. 3284282198 email: info@vignaclaragarage.com www.vignaclaragarage.com Preventivo Ford

Dettagli

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0

SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 SmartGPS Satellite Information System Guida all utilizzo del programma Sviluppato da Fabio e Marco Adriani Versione 1.0.0 Benvenuto in SmartGPS, l'applicativo che consente di determinare, utilizzando un

Dettagli

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550 CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550 Il cingolato da cava DI 550 è una macchina di perforazione progettata per l'utilizzo con martello a fondo foro da 4", 5" o 6. Il cingolato è equipaggiato con cabina per

Dettagli

Display multifunzione E-Series Widescreen

Display multifunzione E-Series Widescreen Display multifunzione E-Series Widescreen Guida rapida Modelli E90W, E120W e E140W 86137-2 Note sulla sicurezza Avvertenza: Sicurezza in navigazione Questo prodotto costituisce un aiuto alla navigazione

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

SISTEMA DI RILEVAMENTO DELLA TEMPERATURA E DELLA PRESSIONE DEI PNEUMATICI

SISTEMA DI RILEVAMENTO DELLA TEMPERATURA E DELLA PRESSIONE DEI PNEUMATICI SISTEMA DI RILEVAMENTO DELLA TEMPERATURA E DELLA PRESSIONE DEI PNEUMATICI S E C U R I T Y C A R T E C H N O L O G Y Italiano Istruzioni di montaggio 6/950 INDICE Avvertenze.............................................................

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

A.S. 2010-2011. 1. Presentazione del materiale hardware MINDSTORMS.

A.S. 2010-2011. 1. Presentazione del materiale hardware MINDSTORMS. I.T.I.S. M.BARTOLO - PACHINO Progetto Introduzione alla robotica A.S. 2010-2011 1. Presentazione del materiale hardware MINDSTORMS. 2. Conoscenza dell unità programmabile - programmazione dei vari elementi

Dettagli

RIFERIMENTI: POS-04 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE UTILIZZO MEZZI DI TRASPORTO. Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA

RIFERIMENTI: POS-04 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE UTILIZZO MEZZI DI TRASPORTO. Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA ALLEGATO 3 Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA 13 di 19 1. LE NORME GENERALI PER LA CONDUZIONE L uso del carrello elevatore è consentito esclusivamente al personale autorizzato,

Dettagli

CTVClient. Dopo aver inserito correttamente i dati, verrà visualizzata la schermata del tabellone con i giorni e le ore.

CTVClient. Dopo aver inserito correttamente i dati, verrà visualizzata la schermata del tabellone con i giorni e le ore. CTVClient Il CTVClient è un programma per sistemi operativi Windows che permette la consultazione e la prenotazione delle ore dal tabellone elettronico del Circolo Tennis Valbisenzio. Per utilizzarlo è

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Prestare particolare attenzione alle istruzioni precedute dalle simbologie di seguito riportate:

Prestare particolare attenzione alle istruzioni precedute dalle simbologie di seguito riportate: PER GARANTIRE CONDIZIONI DI LAVORO ASSOLUTAMENTE SICURE È INDISPENSABILE LEGGERE ATTENTAMENTE QUESTO MANUALE E RISPETTARE LE ISTRUZIONI ED I DIVIETI IN ESSO CONTENUTI PRIMA DI EFFETTUARE QUALSIASI OPERAZIONE

Dettagli

ES-K1A. Tastierino wireless. www.etiger.com

ES-K1A. Tastierino wireless. www.etiger.com ES-K1A Tastierino wireless www.etiger.com Prefazione Grazie per aver acquistato ES-K1A. ES-K1A è un tastierino che consente di armare e disarmare il sistema di allarme o di armarlo in modalità Casa. Prima

Dettagli

STAZIONE DEL VENTO WIRELESS NASA INTRODUZIONE 2 FUNZIONAMENTO DI BASE 2 CONNESSIONI DELL'UNITÀ DI BASE 2 INSTALLAZIONE DELLA TESTA D'ALBERO 3

STAZIONE DEL VENTO WIRELESS NASA INTRODUZIONE 2 FUNZIONAMENTO DI BASE 2 CONNESSIONI DELL'UNITÀ DI BASE 2 INSTALLAZIONE DELLA TESTA D'ALBERO 3 STAZIONE DEL VENTO WIRELESS NASA Indice Pag. INTRODUZIONE 2 FUNZIONAMENTO DI BASE 2 CONNESSIONI DELL'UNITÀ DI BASE 2 VERIFICA DELLA STAZIONE DEL VENTO WIRELESS PRIMA DELL'INSTALLAZIONE 3 INSTALLAZIONE

Dettagli

Serie Runner. Sistemi di Controllo Allarmi Wireless e Filari. Manuale Utente

Serie Runner. Sistemi di Controllo Allarmi Wireless e Filari. Manuale Utente Serie Runner Sistemi di Controllo Allarmi Wireless e Filari Manuale Utente Contenuti INTRODUZIONE Pag. 3 Presentazione del sistema di controllo allarmi CROW 3 Configurazione tipica di un sistema di allarme

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI IR-PLUS BF 110

MANUALE DI ISTRUZIONI IR-PLUS BF 110 MANUALE DI ISTRUZIONI IR-PLUS BF 110 Istruzioni veloci 1. Inserire 12 (consigliate), 8 o 4 batterie cariche di tipo AA, o collegare allo strumento una batteria esterna da 6V; 2. Inserire la scheda SD (32GB

Dettagli

Servizio Fonia Cloud PBX

Servizio Fonia Cloud PBX Servizio Fonia Cloud PBX Manuale utente Telefono VoIP Polycom VVX 400 e servizi offerti dalla piattaforma Cloud PBX Acantho Revisioni del documento Revisione Autore Data Descrizione 1.0 P. Pianigiani 11/12/2014

Dettagli

SISHOME 1.0 MANUALE SOFTWARE

SISHOME 1.0 MANUALE SOFTWARE SISHOME 1.0 MANUALE SOFTWARE 1 INDICE INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE SISHOME 1.0... 3 CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI SISHOME 1.0... 7 PANNELLO LUCI... 8 PANNELLO SCENARI... 8 PANNELLO TAPPARELLE... 9 PANNELLO

Dettagli

Prima dell avvio Prima di utilizzare la telecamera assicuratevi che la batteria sia completamente carica (vedere caricamento batteria )

Prima dell avvio Prima di utilizzare la telecamera assicuratevi che la batteria sia completamente carica (vedere caricamento batteria ) Descrizione La foto illustra la posizione degli elementi funzionali della videocamera, visibili all esterno. I due elementi metallici a forma di triangolo sono i dissipatori di calore e possono diventare

Dettagli

CX-20 Auto-Pathfinder

CX-20 Auto-Pathfinder Traduzione by maxmjp G.P. 08/10/2014 CX-20 Auto-Pathfinder 6 AXIS SYSTEM MANUALE ISTRUZIONe 1 Istruzioni di montaggio 1 L'installazione Eliche (1) Per preparare il Drone ed eliche (2) L'elica con senso-contrassegno

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO GESCO SECURKEY TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO Adatto a comandare impianti di allarme antiintrusione eda controllare accessi o apparecchiature,mediante

Dettagli

Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High

Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High Simply8 Cod. 27951 Centrale filare Simply8 High Manuale d uso v. 1.0 INTRODUZIONE Zone di allarme temporizzabili e parzializzabili con linee configurabili come N.C., N.A., bilanciate e ad impulsi (es.

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Manuale utente. EVO48 (cod. PXD48EV) EVO192 (cod. PXD92EV) EVO641/EVO641R, DGP2-640 e DGP2-648BL EVO641/EVO641R DGP2-640 DGP2-648BL DT01291DI0708R03

Manuale utente. EVO48 (cod. PXD48EV) EVO192 (cod. PXD92EV) EVO641/EVO641R, DGP2-640 e DGP2-648BL EVO641/EVO641R DGP2-640 DGP2-648BL DT01291DI0708R03 EVO48 (cod. PXD48EV) EVO192 (cod. PXD92EV) EVO641/EVO641R, DGP2-640 e DGP2-648BL EVO641/EVO641R DGP2-640 DGP2-648BL Manuale utente Distribuzione apparecchiature sicurezza DT01291DI0708R03 MANUTENZIONE

Dettagli

Portale SestoSenso KM

Portale SestoSenso KM Portale SestoSenso KM Indice 1. La tua sicurezza, prima di tutto 3 2. La home Page del Portale SestoSenso KM 5 3. Report Mensile 6 3.1. Visualizzazione dei dati per mese 7 3.2. Riepilogo del mese 8 3.3.

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI

CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI Il controllore è composto da due schede assemblate su un pannello frontale d alluminio di 3mm di spessore. Sul pannello viene posizionata anche la serigrafia su poliestere,

Dettagli

La rete di vendita e di assistenza Doosan Infracore in Italia

La rete di vendita e di assistenza Doosan Infracore in Italia La rete di vendita e di assistenza Doosan Infracore in Italia PSC 0504B2 IT (04/07) Doosan Infracore Carrelli elevatori IL VOSTRO CONCESSIONARIO DOOSAN: Direzione Marketing Italia: Doosan Infracore S.A.

Dettagli

Versione documento: T-DFAST_utente/101/10 Aprile 2010 Versione FW: Versione HW: Versione SW:

Versione documento: T-DFAST_utente/101/10 Aprile 2010 Versione FW: Versione HW: Versione SW: Copyright by GPS Standard SpA. I diritti di traduzione, di riproduzione e di adattamento totale o parziale e con qualsiasi mezzo sono riservati per tutti i paesi. GPS Standard si riserva di apportare modifiche

Dettagli

Carrelli Elevatori Elettrici a Corrente Alternata

Carrelli Elevatori Elettrici a Corrente Alternata Doosan Infracore Carrelli elevatori Carrelli Elevatori Elettrici a Corrente Alternata B15T/B18T/B20T a 3 ruote B16X/B18X/B20X a 4 ruote Portata 1.500 ~ 2.000 kg B15 T / B18 T / B20 T B16X / B18 X / B20

Dettagli

GO TALK EXPRESS 32. Manuale utente. HELPICARE by DIDACARE Srl presents. Ascolta i messaggi in sequenza! registrazione: Tempo di

GO TALK EXPRESS 32. Manuale utente. HELPICARE by DIDACARE Srl presents. Ascolta i messaggi in sequenza! registrazione: Tempo di HELPICARE by DIDACARE Srl presents Ascolta i messaggi in sequenza! Tempo di registrazione: GO TALK EXPRESS 32 Manuale utente 9 secondi per ogni messaggio Registrazione Indicatori di Pulsante varia Pulsante

Dettagli

METROPOLITANA DI GENOVA MANUALE DI ISTRUZIONE PER IL PERSONALE DI GUARDIANAGGIO

METROPOLITANA DI GENOVA MANUALE DI ISTRUZIONE PER IL PERSONALE DI GUARDIANAGGIO 1 di 13 METROPOLITANA DI GENOVA MANUALE DI ISTRUZIONE PER IL PERSONALE DI GUARDIANAGGIO INDICE 1. PREMESSA...3 2. ISTRUZIONI OPERATIVE PER IL GUARDIANO NOTTURNO (PIANTONAMENTO DEL PCO)...3 2.1 USO DELLA

Dettagli

QUIZ PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI

QUIZ PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI 1 CAPITOLO 1 - Segnali di pericolo 01001) Il segnale n. 1 V01) preavvisa un tratto di strada con pavimentazione irregolare V02) preavvisa un tratto di strada

Dettagli

Manuale Utente. Versione 3.0. Giugno 2012 1

Manuale Utente. Versione 3.0. Giugno 2012 1 Manuale Utente Versione 3.0 Giugno 2012 1 Manuale d uso di Parla con un Click Versione 3.0 Indice degli argomenti 1. Immagini Modificare le immagini - Modifiche generali delle immagini - Modifiche specifiche

Dettagli

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME ( MANUALE PROVVISORIO DI FUNZIONAMENTO ED USO CARATTERISTICHE TECNICHE) 1.0 DESCRIZIONE GENERALE DI FUNZIONAMENTO Il ricevitore AR-32 Plus,

Dettagli

GUIDA SOFTWARE DELL'UTENTE P-touch

GUIDA SOFTWARE DELL'UTENTE P-touch GUIDA SOFTWARE DELL'UTENTE P-touch P700 P-touch P700 Il contenuto della guida e le specifiche di questo prodotto sono soggetti a modifiche senza preavviso. Brother si riserva il diritto di apportare modifiche

Dettagli

TORNA AL SOMMARIO GUIDA UTENTE

TORNA AL SOMMARIO GUIDA UTENTE PAGINA 1 DI 48 GUIDA UTENTE DATA VERSIONE : 01/09/14 : 2.8.1 PAGINA 2 DI 48 Sommario 1 Introduzione Generale...4 2 Impostazione dell'applicazione...5 2.1 Creare e configurare un nuovo impianto...5 2.2

Dettagli

Iniziare da qui. Rimuovere tutto il nastro e sollevare il display. Individuare i componenti

Iniziare da qui. Rimuovere tutto il nastro e sollevare il display. Individuare i componenti HP Photosmart 2600/2700 series all-in-one User Guide Iniziare da qui 1 Utenti con cavo USB: è possibile che il software non venga installato correttamente se il cavo USB viene collegato prima che venga

Dettagli

Manuale Utente -Versione 3.10

Manuale Utente -Versione 3.10 Software per la pianificazione della produzione Manuale Utente -Versione 3.10 Sommario SOMMARIO... 1 INTRODUZIONE... 3 Generalità...3 La tastiera...3 Struttura di una finestra...4 Unitá di misura e limiti

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Attenzione: non procedere con nessuna operazione finché non sia stata eliminata ogni segnalazione di sabotaggio.

Attenzione: non procedere con nessuna operazione finché non sia stata eliminata ogni segnalazione di sabotaggio. 5.4.5 RIVELATORE OTTICO DI FUMO 1. Rimuovete la calotta, se il sensore non è già aperto. 2. Fissate la base del sensore a soffitto con dei tasselli, posizionandola in modo che la freccia presente sulla

Dettagli

Unità di controllo della telecamera Speed Dome VDQA2010 Manuale Operativo

Unità di controllo della telecamera Speed Dome VDQA2010 Manuale Operativo Unità di controllo della telecamera Speed Dome VDQA2010 Manuale Operativo La ringraziamo per aver acquistato la nostra unità di controllo per Telecamere Speed Dome. Si prega di leggere questo manuale operativo

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Tecnologia wireless facile da installare STARTER PACK HOME CONTROL & CARE MANUALE D'USO. www.my-serenity.ch

Tecnologia wireless facile da installare STARTER PACK HOME CONTROL & CARE MANUALE D'USO. www.my-serenity.ch Tecnologia wireless facile da installare STARTER PACK HOME CONTROL & CARE MANUALE D'USO www.my-serenity.ch Come conoscere e usare il sistema Questi dispositivi lavorano insieme per controllare, proteggere

Dettagli

834 AB_ SI manuale di programmazione ed uso (V 1.02) 3.00. Ipm @ ref P 3sec.=Pro

834 AB_ SI manuale di programmazione ed uso (V 1.02) 3.00. Ipm @ ref P 3sec.=Pro 83 AB_ SI manuale di programmazione ed uso (V.0) Italiano 83 AB SPRAYER CONTROL D ref P D 3sec.=Pro L R Pagina 83 AB Informazioni in breve (speciþche, caratteristiche, ecc) Legenda dei simboli Pagina 3

Dettagli

Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso.

Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso. Funzionamento normale: Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso. Premere il tasto PWR per accendere il T101. Lo schermo mostrerà il logo Terratrip per un breve periodo, mentre

Dettagli

LA TRATTRICE AGRICOLA

LA TRATTRICE AGRICOLA LA TRATTRICE AGRICOLA TIPOLOGIE DI TRATTRICI STRUTTURA DELLE TRATTRICI MODERNE PARTICOLARI TIPI DI TRATTRICE PRINCIPALI PARTI DELLA TRATTRICE TIPOLOGIE DI TRATTRICI La trattrice agricola viene definita

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

Centrale antifurto art. 3500/3500N

Centrale antifurto art. 3500/3500N Centrale antifurto art. 3500/3500N Manuale d uso Part. U0218A-01-07/05 - PC Indice 1 Introduzione 5 La Centrale antifurto La tastiera Il display Cosa segnala il display 2 Funzionamento 11 Inserisci -

Dettagli

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528 MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CAF528 è una centrale di semplice utilizzo da parte dell utente il quale può attivare l impianto in modo totale o parziale per mezzo dei PROGRAMMI

Dettagli

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Centrale Antifurto C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Manuale per l'utente 24832301-08-02-10 GLOSSARIO Zone o Ingressi Per Zone o Ingressi, si intendono le fonti da cui provengono gli allarmi, che possono

Dettagli

Prima di iniziare ad utilizzare il software sul tuo PC, dovresti controllare che i seguenti prerequisiti siano soddisfatti:

Prima di iniziare ad utilizzare il software sul tuo PC, dovresti controllare che i seguenti prerequisiti siano soddisfatti: I-Droid01 PC Control I-Droid01 PC Control è il software Java TM che ti permette di collegarti al tuo robot e di gestirlo a distanza via Bluetooth con il tuo Personal Computer. Questo software funziona

Dettagli

Manuale d'uso JKALVEDO

Manuale d'uso JKALVEDO Manuale d'uso JKALVEDO Leggere attentamente il manuale istruzioni prima dell'uso e conservarlo per riferimento futuri Attenzione Il manuale è stato redatto seguendo l APP con sistema Android, pertanto

Dettagli

Digital Video. Guida dell utente

Digital Video. Guida dell utente Digital Video Guida dell utente It 2 Indice Introduzione Componenti di Digital Video... 4 Il pannello operativo... 6 Preparazione... 7 Accensione... 10 Modalità operative... 11 Modalità DV Registrazione

Dettagli

DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT!

DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT! DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT! 1 COS E KINGSAT-ITALIA Kingsat-italia è un sistema di localizzazione satellitare di ultima generazione. Consente

Dettagli

Lez. 4 Il trasporto pubblico e il suo spazio

Lez. 4 Il trasporto pubblico e il suo spazio Tecnica e pianificazione urbanistica AA 2012-13 Prof. Maria Rosa Vittadini mariaros@iuav.it Lez. 4 Il trasporto pubblico e il suo spazio Bibliografia di riferimento: Isfort, Un futuro in costruzione, 8

Dettagli