Nuovo regime Iva per cassa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nuovo regime Iva per cassa"

Transcript

1 Nuovo regime Iva per cassa Normativa L art. 32-bis del Decreto Sviluppo (D.L. n. 83/2012 convertito in L. n. 134 dell 11/08/2012) ha introdotto un nuovo regime di liquidazione dell IVA secondo la contabilità di cassa, riservato alle operazioni effettuate dai soggetti passivi IVA (imprese e professionisti) nei confronti di cessionari o committenti che agiscono nell esercizio di imprese, arti o professione. L art. 8 prevede che le disposizioni del decreto attuativo si applichino a decorrere dalle operazioni effettuate dal 1 dicembre Il nuovo regime di liquidazione dell IVA per cassa è ammesso per i soggetti con volume di affari non superiore a 2 milioni di euro. La verifica di tale importo andrà effettuato, come specificato nel decreto, con il dato dell anno precedente della dichiarazione IVA annuale o con quello previsto per l anno in corso, in caso di inizio attività. La relazione illustrativa al decreto conferma che nel calcolo del volume d affari devono essere considerate sia le operazioni assoggettabili al regime dell Iva per cassa sia le operazione escluse dal regime. I soggetti che optano per l'adozione del regime detrarranno l'imposta su beni e servizi acquistati nel momento del pagamento dei relativi corrispettivi ai fornitori e il pagamento dell'imposta relativa alle operazioni rese nei confronti di altri soggetti Iva è differito al momento dell'incasso dei relativi corrispettivi, ma comunque non oltre un anno dalla data della cessione o della prestazione. Il differimento dell IVA è possibile solo per le operazioni effettuate nei confronti dei sogggetti che, a loro volta, agiscono nell esercizio di impresa, arte o professione; pertanto, il regime di sospensione non si applica alle operazioni effettuate nei confronti di soggetti privati o che comunque non esercitano attività di natura autonoma o di impresa (ad esempio nei confronti di enti non commerciali nell ambito dell attività istituzionale). Il nuovo regime è escluso per le operazioni attive effettuate dai soggetti che si avvalgono dei regimi speciali di applicazione dell imposta: - monofase (art. 74, comma 1, del DPR n. 633/1972); - agenzie di viaggio e turismo (art. 74-ter del predetto decreto IVA); - margine dei beni usati (art. 36 del D.L. n. 41/1995)

2 - nei confronti di cessionari o committenti che assolvono l IVA mediante il reverse charge Sono inoltre escluse dal differimento del diritto alla detrazione le seguenti operazioni passive: - gli acquisti di beni o servizi assoggettati all IVA con il meccanismo dell inversione contabile; - gli acquisti intracomunitari di beni; - le importazioni di beni; - le estrazioni di beni dai depositi. Cosa cambia? Il nuovo regime di liquidazione dell IVA per cassa è ammesso per i soggetti passivi con volume di affari non superiore a 2 milioni di euro (precedentemente erano mila euro). Dalla data di entrata in vigore delle nuove regole, si considera abrogato l articolo 7 del D.L. 185/2008 che regola attualmente l IVA per cassa per i soggetti con volume d affari non superiore a euro Pertanto, quest ultimi, ove intendano mantenere il regime dell Iva per cassa, dovranno obbligatoriamente optare per l applicazione delle nuove disposizioni con effetto dal 1 dicembre Il differimento della detrazione riguarda solo chi si avvale del regime e non più chi acquista da tale soggetto. Per chi sceglierà di optare per questo regime, l iva sulle fatture emesse nei confronti di imprese o professionisti (sono escluse le cessioni/prestazioni a privati) sarà esigibile al momento dell incasso dei relativi corrispettivi, ma la principale novità consiste nel fatto che anche l iva su tutte le fatture di acquisto diventerà detraibile solo nel periodo di liquidazione del corrispettivo (ad eccezione delle operazioni escluse elencate nel paragrafo sopra). Il cessionario/committente che invece non è in regime iva per cassa e riceve una fattura con l annotazione Iva a esigibilità differita può esercitare la detrazione immediatamente, a prescindere dal fatto che ha pagato o pagherà la fattura del fornitore. Resta tuttavia l obbligo dell indicazione in fattura secondo cui l IVA è liquidata per cassa, anche se il destinatario della fattura potrà detrarre l IVA a prescindere dal relativo pagamento, con l ulteriore indicazione della norma istitutiva. Pertanto, a titolo esemplificativo, nella fattura emessa dai soggetti che adotteranno il nuovo regime, dovrà essere inserita la seguente dicitura Iva ad esigibilità differita ai sensi dell art. 32-bis del D.L. 22 giugno 2012, n. 83. La relazione illustrativa al decreto chiarisce comunque che l omessa indicazione di tale dicitura costituirà, ai fini sanzionatori, una violazione di natura formale. Nuovo regime Iva cassa Pagina 2

3 NB: Si prevede un periodo transitorio in cui si possono verificare delle sovrapposizioni nella registrazione delle fatture di acquisto. Nella fase iniziale dell entrata in vigore del nuovo regime, può capitare, di ricevere e dover registrare una fattura con dicitura : iva esigibilità differita di competenza del vecchio regime. Quali parametri determinano il funzionamento iva per cassa su e/? Di seguito sono elencati i parametri che influenzano l iva per cassa; il loro funzionamento è spiegato nei paragrafi successivi. - Parametri generali contabilità sono inseriti i dati relativi alla funzionalità iva cassa: - Parametri azienda- dati comuni(2) sono inseriti i dati relativi alla gestione iva cassa relativa all azienda; i soggetti che optano per il regime Iva per cassa devono indicare Sì nella colonna Iva per Cassa Nuovo regime Iva cassa Pagina 3

4 - Tabella Causali contabili Il campo in tabella causali, Tipo gestione iva cassa impostato con il valore Esig./Detraib. Per cassa permette di registrare le fatture sia passive che attive con rilevazione iva sui conti previsti per l iva cassa. (vedi causali predefinite FEC/FAE ) Il campo Tipo gestione iva cassa impostato con il valore incasso/pagamento iva cassa prevede la registrazione automatica del giroconto iva (iva cassa a iva vendita-acquisti) quando si utilizzano le funzioni di inserimento incasso-pagamento da primanota o saldaconto. (Vedi causali predefinite IEC/PAC) Il campo causale iva per cassa impostato con una causale iva per cassa, permette di sfruttare un automatismo di sostituzione di causale quando si verificano i presupposti. Ad esempio quando si è scelto il regime iva cassa e si sta emettendo una fattura attiva ad un cliente che gestisce iva cassa con una causale iva vendite questa viene sostituita automaticamente con la causale impostata che invece gestisce l iva per cassa. Nuovo regime Iva cassa Pagina 4

5 - Anagrafiche Clienti/Fornitori Il campo Tipo gestione iva per cassa, si utilizza per definire se un cliente o fornitore prevede la gestione iva per cassa, permettendo di controllare che le registrazioni che si effettuano sono corrette ai fini della rilevazione iva. Sarà fondamentale impostare questo campo a seconda del regime iva che si decide di adottare, seguendo le indicazioni nei successivi paragrafi. I valori ammessi sono: 1. Cliente/Fornitore che non gestisce Iva per cassa. 2. Cliente/Fornitore che gestisce Iva per cassa. 3. Cliente/Fornitore con iva per cassa attivabile: questo valore determina il fatto che i controlli non siano bloccanti ma siano date solo segnalazioni; si consiglia, alle aziende che scelgono il nuovo regime ma hanno fondata probabilità di superare il limite di fatturato consentito per accedere all agevolazione Iva per cassa durante l anno, di impostare l indicatore delle anagrafiche a Cliente/Fornitore con Iva cassa attivabile per evitare di dover aggiornare nuovamente le anagrafiche dopo il superamento. Nuovo regime Iva cassa Pagina 5

6 Quali impostazioni di parametri è necessario modificare e come, per un adeguata gestione iva per cassa su e/? E necessario modificare le impostazioni per poter utilizzare le procedure in modo corretto, secondo le direttive date per il nuovo regime. Tutte le aziende devono modificare nei parametri generali dati contabilità il limite di volume d affari indicando il nuovo valore di La data decorrenza fiscale Iva per Cassa non deve essere invece modificata. Per gli altri parametri occorre individuare la casistica a cui si appartiene fra quelle elencate sotto ed eseguire le operazioni dettagliate. Nuovo regime Iva cassa Pagina 6

7 NB : Le fatture di acquisto di competenza del nuovo regime, vanno registrate tutte iva per cassa (salvo i casi elencati nel primo paragrafo) ma sarà necessario prestare attenzione al fatto che ci potrà essere un periodo transitorio iniziale in cui, anche nel momento successivo all entrata in vigore del nuovo regime, possono arrivare fatture passive di competenza del vecchio regime; queste devono essere registrate seguendo il vecchio metodo, ossia se la fattura riporta la dicitura iva a esigibilità differita andranno registrate utilizzando causali che prevedono iva per cassa anche da chi ha regime iva ordinario o altri. I. Passaggio da qualsiasi regime non iva cassa Regime iva cassa La registrazione delle fatture di vendita deve prevedere la rilevazione dell iva per cassa. La registrazione delle fatture passive con rilevazione iva cassa deve essere fatta per tutti i documenti non solo quelli che riportano la dicitura esigibilità per cassa (esclusi i casi riportati nel primo paragrafo). - Impostare i parametri azienda nella sezione dati comuni2 con la data inizio gestione iva per cassa, e la riga relativa all anno, che serve per memorizzare i dati fondamentali per avere i controlli corretti durante la rilevazione iva, come il volume d affari, incrementato automaticamente con le operazioni effettuate durante l anno. - Eseguire la copia archivi standard delle Causali contabili, del Piano conti e dei Default azienda, se l utente gestisce il piano conti standard. Altrimenti se il piano conti o le causali contabili sono personalizzate o comunque diverse rispetto allo standard, l utente deve creare una causale contabile con l indicatore per gli acquisti ed una causale con lo stesso indicatore per le vendite. L utente deve anche creare una causale contabile per l incasso ed un altra per il pagamento della fattura iva cassa. (vedi descrizione dei parametri). - Le fatture di vendita dovranno riportare la nuova dicitura: Iva ad esigibilità differita ai sensi dell art. 32-bis del D.L. 22 giugno 2012, n. 83 Prima di procedere con fatturazione vendite è necessario andare nel menù Archivi/Tabelle e sostituire la vecchia dicitura contenuta nella riga 8 di tutte Lingue. Nuovo regime Iva cassa Pagina 7

8 - Impostare su tutte le anagrafiche clienti e fornitori il campo Tipo gestione iva per cassa = Cliente/fornitore che gestisce iva cassa (se si vuole che il controllo sul cliente/fornitore diventi bloccante all atto dell emissione/registrazione di un documento con causale iva non cassa) oppure Cliente/Fornitore con Iva cassa attivabile (questo valore è consigliato per le aziende che hanno fondata probabilità di superare il limite di fatturato consentito per accedere all agevolazione Iva per cassa durante l anno, per evitare di dover aggiornare nuovamente le anagrafiche dopo il superamento). Per aggiornare i dati della tabella clienti/fornitori in modo massivo si può utilizzare il programma rilasciato con la newsletter e seguire le istruzioni contenute nell ultimo paragrafo di questo documento fino alla videata sotto; le opzioni da scegliere sono la 1 se si vuole impostare le anagrafiche in modo che i controlli non siano bloccanti, oppure 2 se si vuole impostare le anagrafiche in modo che i controlli siano bloccanti. Nuovo regime Iva cassa Pagina 8

9 - Verificare tutte le anagrafiche clienti e fornitori, modificare manualmente eventuali eccezioni. - Per gestire l iva per cassa dal Ciclo attivo/passivo è necessario variare la causale contabile utilizzata solitamente per le fatture emesse e la causale contabile delle fatture ricevute, indicando la contro causale iva per cassa nell apposito campo (vedi sopra parametri causale). II. Passaggio da vecchio regime iva cassa Nuovo regime iva cassa La registrazione delle fatture passive con rilevazione iva cassa deve essere fatta per tutti i documenti non solo quelli che riportano la dicitura esigibilità per cassa (esclusi i casi riportati nel primo paragrafo). - Le fatture di vendita dovranno riportare la nuova dicitura: Iva ad esigibilità differita ai sensi dell art. 32-bis del D.L. 22 giugno 2012, n. 83 Prima di procedere con fatturazione vendite è necessario andare nel menù Archivi/Tabelle e sostituire la vecchia dicitura contenuta nella riga 8 di tutte Lingue. Nuovo regime Iva cassa Pagina 9

10 - Sull anagrafica dei fornitori nel periodo transitorio iniziale è consigliabile per comodità impostare fornitore con Iva cassa attivabile. In alternativa dovrà essere impostato a Fornitore che gestisce iva cassa e modificato provvisoriamente a Fornitore che non gestisce iva cassa per riuscire a registrare le vecchie fatture. Al termine del periodo transitorio conviene impostare su tutte le anagrafiche fornitori il campo Tipo gestione iva per cassa = Cliente/fornitore che gestisce iva cassa per avere maggiori controlli. Per aggiornare i dati della tabella clienti/fornitori in modo massivo si può utilizzare il programma rilasciato con la newsletter e seguire le istruzioni contenute nell ultimo paragrafo di questo documento fino alla videata sotto; le opzioni da scegliere sono la 3 se si vuole impostare le anagrafiche in modo che i controlli non siano bloccanti oppure 4 se si vuole impostare le anagrafiche in modo che i controlli siano bloccanti. Nuovo regime Iva cassa Pagina 10

11 III. Da vecchio regime iva cassa Qualsiasi altro regime non iva cassa: L Iva sulle vendite sarà in ogni caso a esigibilità immediata e sugli acquisti detraibile al momento del ricevimento del documento. Impostare sulla riga relativa all anno in corso dei parametri azienda nella sezione dati comuni2 gestione iva cassa = No. - Impostare su tutte le anagrafiche clienti e fornitori nei dati generali il campo Tipo gestione iva per cassa = Cliente/fornitore che non gestisce iva cassa se si vogliono i controlli bloccanti. Oppure Cliente/fornitore con Iva cassa attivabile se non si vuole che i controlli siano bloccanti. - Per aggiornare i dati della tabella clienti/fornitori in modo massivo si può utilizzare il programma rilasciato con la newsletter e seguire le istruzioni contenute nell ultimo paragrafo di questo documento fino alla videata sotto; le opzioni da scegliere sono la 5 se si vuole impostare le anagrafiche in modo che i controlli non siano bloccanti oppure 6 se si vuole impostare le anagrafiche in modo che i controlli siano bloccanti. Nuovo regime Iva cassa Pagina 11

12 - Durante il periodo transitorio iniziale se si avrà la necessità di registrare una fattura passiva con dicitura iva esigibilità differita di competenza del vecchio regime occorrerà andare nell anagrafica relativa al fornitore e impostare cliente/fornitore che gestisce iva cassa, registrare la fattura e riportare il campo in anagrafica a cliente/fornitore che non gestisce iva cassa. IV. Per chi non aveva regime iva cassa, e non adotterà il nuovo regime: L Iva sulle vendite sarà sempre a esigibilità immediata e sugli acquisti detraibile al momento del ricevimento del documento. - Impostare su tutte le anagrafiche clienti e fornitori nei dati generali il campo Tipo gestione iva per cassa = Cliente/fornitore che non gestisce iva cassa se si vogliono i controlli bloccanti. Oppure Cliente/fornitore con Iva cassa attivabile se non si vuole che i controlli siano bloccanti. Per aggiornare i dati della tabella clienti/fornitori in modo massivo si può utilizzare il programma rilasciato con la newsletter e seguire le istruzioni contenute nell ultimo paragrafo di questo documento fino alla videata sotto; le opzioni da scegliere sono la 5 se si vuole impostare le anagrafiche in modo che i controlli non siano bloccanti oppure 6 se si vuole impostare le anagrafiche in modo che i controlli siano bloccanti. - Durante il periodo transitorio iniziale se si avrà la necessità di registrare una fattura passiva con dicitura iva esigibilità differita di competenza del vecchio regime occorrerà andare nell anagrafica relativa al fornitore e impostare cliente/fornitore che gestisce iva cassa, registrare la fattura e riportare il campo in anagrafica a cliente/fornitore che non gestisce iva cassa. Impostare su tutte le anagrafiche clienti e fornitori nei dati generali il campo Tipo gestione iva per cassa = Cliente/fornitore che non gestisce iva cassa. Nuovo regime Iva cassa Pagina 12

13 Funzioni e/ che prevedono gestione iva per cassa (controlli e automatismi): Ogni argomento può essere approfondito consultando l Help Gestione Iva per Cassa. Gestione Fatture Parcelle - Prima nota: Impostando nella tabella di una causale con tipo gestione iva = Normale - sezione Rich. Prima Nota il campo "Causale Iva per cassa", si ottiene il seguente automatismo nelle funzioni di emissione/ricezione fatture da ciclo attivo/passivo, da parcellazione, registrazione diretta da prima nota: - Se si tratta di cliente/fornitore per il quale l Iva per cassa è sempre attiva e si sta utilizzando una causale normale cui è associata la causale iva per cassa, si effettua automaticamente la sostituzione della causale (la procedura formulerà una richiesta di conferma prima di procedere alla sostituzione). - Se si tratta di cliente/fornitore per il quale l iva per cassa è attivabile opzionalmente, questa causale verrà utilizzata solo dopo richiesta all operatore. Ci sono tutti i controlli di coerenza tra i clienti / fornitori e le causali contabili: non è possibile utilizzare causali che prevedono la gestione iva per cassa con clienti/fornitori che non hanno gestione iva cassa. Ad esempio il sistema blocca l utente durante l inserimento di una fattura di vendita iva cassa intestata ad un cliente codificato come consumatore sulla cui anagrafica sarà forzato il parametro Cliente/Fornitore iva cassa = no. Se si supera il limite del fatturato c è il controllo, non bloccante, su ogni nuovo inserimento. Dalla Prima Nota si attiva l'aggiornamento del fatturato clienti / fornitori. L'aggiornamento interessa le sole operazioni di tipo Iva e viene operato solo se nei Parametri Azienda è stato valorizzato l'indicatore "Aggiorna volume d'affari". Si ricorda che se il registro IVA è diverso da Corrispettivi verrà aggiornato il fatturato relativamente al cliente/fornitore indicato nel castelletto IVA. Non è fiscalmente consentito registrare una fattura / nota con esigibilità / detrazione Iva per Cassa codice Iva agenzie di viaggio; se si realizza l'ipotesi viene visualizzato un errore bloccante. Di norma non è fiscalmente consentito registrare una fattura / nota con esigibilità / detrazione Iva per Cassa e codice Iva agricolo (ad eccezione di quanto previsto dalla Circolare Agenzia delle Entrate n.20/e del 30/04/2009), pertanto se il caso ricorre viene visualizzato un messaggio di avvertimento non bloccante: l'utente potrà scegliere se continuare o meno nell'inserimento. Nuovo regime Iva cassa Pagina 13

14 Incassi prima nota / saldaconto: In inserimento prima nota incasso/pagamento oppure saldaconto clienti/fornitori, se inserita una causale che in tabella prevede Gestione Iva = Incasso/Pagamento Iva per cassa, oltre alla chiusura del cliente, e della scadenza qualora si gestiscano le partite, si effettua il giroconto dal conto iva per cassa al conto iva vendite/acquisti. E possibile eseguire un incasso parziale, l iva viene girocontata in misura proporzionale. Viene controllato che la somma dell'iva presente sulle righe del castelletto Iva sia uguale a quella indicata nelle contropartite Iva del castelletto contabile. Se non si verifica viene visualizzato un messaggio di errore bloccante o di avvertimento (in base al valore assunto dall'indicatore "Disattiva controllo quadratura Iva" presente nella causale contabile) che allerta l'utente della non coincidenza dell'iva tra il castelletto Iva ed il castelletto contabile. E ammessa la selezione multipla, ma in questa ipotesi non sono consentiti incassi / pagamenti di documenti già parzialmente incassati / pagati e/o incassi / pagamenti parziali. Nel caso in cui si esegua l incasso di un documento iva per cassa senza l utilizzo della gestione partite/scadenze, è prevista l'attivazione del tasto funzione F6 in cui sono listati solo i documenti con Iva per Cassa. Gestione/Stampa Liquidazioni Periodiche: Nella Gestione liquidazioni periodiche c è una sezione dedicata all'iva per Cassa, che contiene le informazioni relative alle fatture emesse / ricevute nel periodo con esigibilità / detrazione Iva per Cassa e quelle inerenti gli incassi / pagamenti effettuati, con distinzione fra incassi / pagamenti relativi a fatture dell'anno e incassi pagamenti relativi a fatture degli anni precedenti. I bottoni a fianco dell attività consentono di navigare tra le varie attività (se sono più di una). Tutti i dati visualizzati in questa sezione sono disabilitati in quanto determinati in automatico dal calcolo liquidazione. I dati vengono presentati suddivisi e ordinati per Tipo IVA (Acquisti o Vendite) e per Codice IVA. Nella Stampa liquidazioni periodiche ci sono le seguenti sezioni aggiuntive relative all esigibilità/detrazione Iva per cassa: - Sezione nella quale sono riepilogati, distinti per codice Iva, gli imponibili e le imposte delle fatture con Iva ad esigibilità per Cassa, emesse nel periodo oggetto di liquidazione - Sezione nella quale sono riepilogati, distinti per codice Iva, gli imponibili e le imposte delle fatture con Iva a detrazione per Cassa, registrate nel periodo oggetto di liquidazione - Sezione degli incassi delle fatture con Iva ad esigibilità per Cassa in cui discriminare gli incassi delle fatture emesse nell anno, da quelli relativi a fatture emesse negli anni precedenti Nuovo regime Iva cassa Pagina 14

15 - Sezione dei pagamenti delle fatture con Iva a detrazione per Cassa in cui discriminare i pagamenti delle fatture acquisti registrate nell anno, da quelli relativi a fatture acquisti registrate negli anni precedenti. Queste sezioni hanno carattere puramente informativo e quindi non incidono sul calcolo dell imposta a credito o a debito. L'elaborazione della stampa liquidazione Iva è stata adeguata per tenere in considerazione il nuovo meccanismo dell'esigibilità / detrazione IVA per cassa. Stampa Registri Iva: Nella maschera di selezione della Stampa Registri Iva sono visibili le scelte effettuate in merito alla Stampa prospetti Iva per cassa. Stampa fatture ancora da incassare / pagare La funzione è richiamabile da Contabilità generale, Attività periodiche ed è uno strumento dato per monitorare periodicamente quali fatture soggette ai particolari meccanismi dell'esigibilità / detrazione Iva per cassa, risultano ancora da incassare o pagare. Questa funzione può essere utilizzata anche per monitorare il decorso dell'anno in merito alle fatture emesse o ricevute con esigibilità / detrazione Iva per cassa, in tutto od in parte non ancora incassate / pagate. Una volta modificati i parametri come indicato sopra sarà possibile eseguire qualsiasi tipo di registrazione utilizzando le causali predefinite: FEC Fattura emessa esigibi per cassa FAE Fattura acquisto detrazione per cassa IEC Incasso esigibilità. Per cassa PAC Pagamento detrazione. Per cassa GIC Giroconto iva esig. Per cassa GIE Giroconto iva detr.. Per cassa Si riepilogano sotto le funzioni che prevedono gestione iva cassa ed eventuali note: Funzionalità Particolarità Saldaconto con causale Incasso/Pagamento IVA per cassa Visualizza solo scadenze relative a documenti con IVA per cassa Consente di operare su un solo cliente o fornitore (non più di uno come Nuovo regime Iva cassa Pagina 15

16 Incasso/pagamento di una sola fattura/nota consente di fare normalmente), in quanto poi questo soggetto va riportato nel castelletto IVA della prima nota Nessuna limitazione E consentito sia l incasso/pagamento parziale che totale Sono ammessi N incassi/pagamenti parziali Incasso/pagamento di più fatture (multiplo) E consentito solo incasso/pagamento totale di tutte le fatture selezionate. Nessuna delle fatture selezionate deve esser stata oggetto in precedenza di pagamenti parziali (in questo caso obbligatoriamente occorre spezzare l incasso in più incassi) Incasso/pagamento con compensazione fattura/nota E consentito compensare una o più fatture con una o più note credito; la somma degli importi delle fatture deve essere maggiore della somma degli importi delle note credito; sia la fattura che le note credito non devono esser state oggetto in precedenza di pagamenti parziali (in questo caso non si effettua più la compensazione). Quando si compensa, l incasso/pagamento non può essere parziale, ma solo a saldo. Esempio: fattura di 1000, nota di 600: posso registrare solo l incasso a saldo di 400. Diversamente effettuo due registrazioni contabili con diverse causali. Nuovo regime Iva cassa Pagina 16

17 Utilizzo programma di utilità per modifiche massive dati: Con l utilizzo di questo programma si può impostare in modo massivo il campo Tipo gestione Iva cassa sulle anagrafiche clienti e fornitori. Salvare il programma sul desktop del computer su cui è installato e/ e rinominarlo con ivacassa.vbs. Eseguire cliccando sull icona, poi eseguire le istruzioni. Eseguire un Backup dei dati. - Inserire la password dell utente sa e premere invio. - Viene poi richiesto il nome dell azienda se si desidera l aggiornamento su tutte le aziende lasciare vuoto il campo. Nuovo regime Iva cassa Pagina 17

18 .. Scegliere l opzione relativa al caso in cui ci si trova (VEDI CASISTICHE SOPRA DETTAGLIATE), facendo bene attenzione alla scelta che si effettua; l indicazione attivabile fra parentesi permette di ottenere un controllo non bloccante in e/, mentre le opzioni senza attivabile fra parentesi produrranno controlli BLOCCANTI durante l utilizzo dei programmi. In successione vengono dati messaggi informativi sull attività che si sta svolgendo, fino al termine. IVA per cassa: prossimi aggiornamenti Con la release 2.13 di e/ è possibile gestire l IVA per cassa seguendo le istruzioni contenute nel presente documento. Nei prossimi aggiornamenti implementeremo ulteriori funzionalità quali utility per gestire gli incassi e pagamenti delle fatture iva per cassa con scadenze bancarie e fatture non pagate/incassate dopo un anno. A breve seguirà newsletter anche per e/satto. Cordiali saluti. (Fonte Normativa: Studio Antonelli & Partners) Nuovo regime Iva cassa Pagina 18

Nuovo regime Iva cassa Pagina 1

Nuovo regime Iva cassa Pagina 1 Nuovo regime Iva per cassa Normativa L art. 32-bis del Decreto Sviluppo (D.L. n. 83/2012 convertito in L. n. 134 dell 11/08/2012) ha introdotto un nuovo regime di liquidazione dell IVA secondo la contabilità

Dettagli

La nuova disciplina dell IVA per cassa si applica alle operazioni effettuate dall 1.12.2012.

La nuova disciplina dell IVA per cassa si applica alle operazioni effettuate dall 1.12.2012. Circolare n. 2/2013 Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo (c.d. IVA per cassa ) - Nuova disciplina - Esercizio, durata e revoca dell opzione 1 Premessa Come anticipato nella circolare

Dettagli

Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 96 del 27/04/2009 ed entrato in vigore dal 28/04/2009.

Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 96 del 27/04/2009 ed entrato in vigore dal 28/04/2009. IVA PER CASSA Premessa normativa Il D.L. n. 185/2008 appena convertito con modificazioni in Legge all'art. 7 ha esteso, seppure con alcune particolarità, il meccanismo dell'iva ad esigibilità differita

Dettagli

IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA - OPERATIVO DALL 1.12.2012

IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA - OPERATIVO DALL 1.12.2012 Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Avv. Marianovella Gianfreda Dott. Francesca Parravicini Dott. Fabio Salvagno Padova, 19 novembre

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

IL NUOVO REGIME DELL IVA PER CASSA

IL NUOVO REGIME DELL IVA PER CASSA IL NUOVO REGIME DELL IVA PER CASSA Il D.L. n.83/12, all art.32-bis, ha introdotto un nuovo regime che prevede la liquidazione dell Iva secondo una contabilità di cassa (c.d. regime Iva per cassa ). L entrata

Dettagli

Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa

Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0023 Rel.8.2 Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa COPYRIGHT 1992-2013 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa

Dettagli

Regime Iva per cassa: opportunità a criticità operative

Regime Iva per cassa: opportunità a criticità operative ART. 32-BIS 1. per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate da soggetti passivi con volume d'affari non superiore a 2 milioni di euro, nei confronti di cessionari o di committenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 44/E. Roma, 26 novembre 2012

CIRCOLARE N. 44/E. Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 44/E Direzione Centrale Normativa Roma, 26 novembre 2012 OGGETTO: Liquidazione dell IVA secondo la contabilità di cassa, cd. Cash accounting Articolo 32-bis del d.l. 22 giugno 2012, n. 83,

Dettagli

IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012

IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012 IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012 (Circolare CT-1211-0132, del 15/11/2012) IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012... 2 VERSIONI SUPPORTATE... 3 OPERATIVITÀ IN BUSINESS NET... 3 Requisiti/Limiti... 3 Attivare

Dettagli

Project Specifications

Project Specifications Project # Title 5067 Regime IVA per Cassa Partner Country IT Partner s reference Microarea s reference Giuseppina Sperico Patrizia Benelli Area Financial Logistics Ultimo Aggiornamento: 06/02/2013 Indice:

Dettagli

Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati

Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati CONSULENZA FISCALE, SOCIETARIA E DEL LAVORO Dott. STEFANO OMODEO ZORINI Rag. ROBERTO PERETTA Rag. CARLO ALBERTO MIGLIAZZA Commercialisti Revisori Contabili Collaboratori

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O Baschi 27 novembre 2012 VERSAMENTO DELL IVA DOPO LA RISCOSSIONE DEL CORRISPETTIVO (Art. 32 bis D.L. 83/2012 Decreto Min. Economia del 11 ottobre 2012 Provvedimento Direttore Agenzia Entrate n. 165764/2012

Dettagli

Versioni x.7.8 installazione e aggiornamento

Versioni x.7.8 installazione e aggiornamento Versioni x.7.8 installazione e aggiornamento Che cosa è cambiato Gestione dell IVA per cassa... 2 Causali Contabili... 2 IVA Differita... 4 Liquidazioni IVA... 5 Riepiloghi IVA... 6 Codici Fissi (contabilità)...

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 132 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: L Iva per cassa e le recenti modifiche Gentile Cliente, Le inviamo la presente missiva per comunicarle

Dettagli

In collaborazione con L A.GI.FOR.

In collaborazione con L A.GI.FOR. MARCO DI STEFANO DOTTORE COMMERCIALISTA - REVISORE CONTABILE Email: mdistefano.studio@gmail.com In collaborazione con L A.GI.FOR. Nota n. 3 del 5 maggio 2009 Versamento dell IVA dopo la riscossione del

Dettagli

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER Di seguito verrà riportata la gestione contabile e fiscale delle Agenzie di viaggio regolata dall articolo 74 ter del DPR 633/1972. In questo regime la base imponibile

Dettagli

Nuova gestione Liquidazione dell IVA secondo la contabilità di cassa (IVA per Cassa) art.32-bis del d.l. n.83/del 22 giugno 2012.

Nuova gestione Liquidazione dell IVA secondo la contabilità di cassa (IVA per Cassa) art.32-bis del d.l. n.83/del 22 giugno 2012. Nuova gestione Liquidazione dell IVA secondo la contabilità di cassa (IVA per Cassa) art.32-bis del d.l. n.83/del 22 giugno 2012 Premessa Viene abilitata la gestione della liquidazione dell IVA secondo

Dettagli

Note di rilascio. Contabilità SOMMARIO CONTENUTI VERSIONE CORRENTE

Note di rilascio. Contabilità SOMMARIO CONTENUTI VERSIONE CORRENTE Note di rilascio Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal Contabilità Versione 10.45 07/01/2013 SINTESI DEI CONTENUTI Le principali implementazioni riguardano: Gestione IVA per cassa

Dettagli

Integrazione al Manuale Utente 1

Integrazione al Manuale Utente 1 FATTURE AD ESIGIBILITA DIFFERITA Il quinto comma dell art. 6 del D.P.R. n. 633/72 prevede, in via di principio, che l IVA si rende esigibile nel momento in cui l operazione si considera effettuata secondo

Dettagli

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi.

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi. Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7BHDGU9929 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Sistema Professionista - Picomwin Modulo Contabilità Oggetto Nuovo regime Contribuenti Minimi * in giallo

Dettagli

e/ - Iva per cassa casi particolari

e/ - Iva per cassa casi particolari INDICE 1. PREMESSA... 1 2. Omaggi... 2 2.1 Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale).... 2 2.2 Omaggio con rivalsa Iva (Omaggio Imponibile)... 4 2.3 Omaggio esente... 6 3. Anticipi... 8 4. Acconto/Abbuono...

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

Split Payment. Premessa normativa

Split Payment. Premessa normativa Nota Salvatempo Contabilità 13.04 09 APRILE 2015 * in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 10/02/2015 Split Payment Premessa normativa Lo split payment è stato introdotto

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

Comunicazione ex art. 21 Note operative

Comunicazione ex art. 21 Note operative Comunicazione ex art. 21 Note operative Sommario 1. Compilazione PERSON11 3 2. Modifica del flag art. 21 sulle anagrafiche da escludere 7 3. Modifica delle registrazioni degli anni precedenti 8 4. Stampa

Dettagli

IVA SPLIT PAYMENT. Data revisione: 22/01/2015

IVA SPLIT PAYMENT. Data revisione: 22/01/2015 IVA SPLIT PAYMENT Data revisione: 22/01/2015 CT-1501-0193, del 22/01/2015 Premessa... 2 Release supportate... 3 Business Net 2015 e Business Net 2014... 3 Causali contabili... 3 Piano dei conti... 3 Tabella

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 19 dicembre 2012 NOVITÀ IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 DECRETO LEGGE 216/2012 ( SALVA INFRAZIONI ) Si segnalano le novità in materia di iva che entreranno

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva Contabilità semplificate 68 Casi particolari Il capitolo espone alcune caratteristiche della procedura e modalità operative in casi particolari di gestione come ad esempio le contabilità semplificate,

Dettagli

Aumento Aliquota IVA ordinaria al 22%

Aumento Aliquota IVA ordinaria al 22% Pag. 1 Aumento Aliquota IVA ordinaria al 22% 30 Settembre 2013 Pagina 1 di 11 Pag. 2 sommario Dal 1 Ottobre 2013 aumento IVA... 3 Premessa... 3 Cessioni di Beni... 3 Prestazioni di Servizi... 3 Acquisti

Dettagli

Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL

Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0038 Rel.8.2 Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL COPYRIGHT 1992-2015 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5

C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 Circolare numero 11/2015 Oggetto SPLIT PAYMENT Sommario Rapporti con la PA: dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal fornitore privato

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

Split payment consigli per gestirlo con e/satto

Split payment consigli per gestirlo con e/satto Split payment consigli per gestirlo con e/satto Cenni normativi e aspetti non definiti L art. 1, comma 629, lett. b), Legge n. 190/2014, Legge di Stabilità per l'anno 2015, introducendo il nuovo art. 17-ter,

Dettagli

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto.

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto. LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013 La legge 24/12/2012 n. 228, pubblicata nella G.U. 29/12/2012 N. 312, supplemento ordinario n. 212 (legge di stabilità), ha recepito nell ordinamento nazionale le misure

Dettagli

GESTIONE CONTABILE. Lezioni avanzate

GESTIONE CONTABILE. Lezioni avanzate GESTIONE CONTABILE Lezioni avanzate Sommario CASISTICHE IVA PARTICOLARI... 2 TRATTAMENTO DELL'IVA AD ESIGIBILITA' DIFFERITA... 2 TRATTAMENTO DEL PRO-RATA DI DETRAIBILITA... 7 TRATTAMENTO DEL PLAFOND IVA...

Dettagli

Cambio Codice IVA (dal 21% al 22%)

Cambio Codice IVA (dal 21% al 22%) Cambio Codice IVA (dal 21% al 22%) Sommario CAMBIO CODICE IVA (DAL 21% AL 22%) PREMESSA... 2 CREAZIONE NUOVI CODICI IVA... 3 LINEA AZIENDA... 7 Cambio codice iva prodotti... 8 LINEA CONTABILE... 9 Contabilità...

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22%

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Numero circolare 2/2013 Data 8/10/2013 Redattore Davide David AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Abstract: Rif.to normativi: Dal 1.10.2013 l aliquota IVA ordinaria è aumentata dal 21% al 22%. La nuova

Dettagli

Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00)

Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00) Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00) Sommario Split Payment scissione del pagamento... 3 Logica generale dell implementazione... 3 Ambiti di applicazione e casi di esclusione... 4 Controlli

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

Oggetto: IVA PER CASSA: REGOLE APPLICATIVE E ADEMPIMENTI

Oggetto: IVA PER CASSA: REGOLE APPLICATIVE E ADEMPIMENTI Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: IVA PER CASSA: REGOLE APPLICATIVE E ADEMPIMENTI Conseguenze del superamento della soglia di volume d affari Con l entrata in vigore del decreto attuativo, a decorrere

Dettagli

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Contabilità Oggetto Giroconto IVA * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

e/satto rel. 08.02.00

e/satto rel. 08.02.00 Veduggio, 01/10/2012 e/satto rel. 08.02.00 Gentile Cliente, la presente è per comunicarle che e stata rilasciata la nuova release di [esatto] 08.02.00 L aggiornamento comprende, oltre ai consueti aggiornamenti

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMC5F89155 Data ultima modifica 16/01/2014 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Comunicazione Annuale

Dettagli

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46 AGENZIE DI VIAGGIO Con il presente rilascio è stata completata la gestione dei registri IVA con l implementazione della gestione delle fatture emesse art. 74-ter; sarà possibile utilizzare le nuove causali

Dettagli

Terminato il ricalcolo vengono stampati i dipendenti per i quali è stato rideterminato l'importo dell'acconto addizionale comunale.

Terminato il ricalcolo vengono stampati i dipendenti per i quali è stato rideterminato l'importo dell'acconto addizionale comunale. Opzione campo della Certificazione Unica? descrizione Eventuali certificazioni già elaborate saranno automaticamente aggiornate nel caso in cui l importo dell acconto risulti variato rispetto ad una precedente

Dettagli

HORIZON SQL FATTURAZIONE

HORIZON SQL FATTURAZIONE 1-1/8 HORIZON SQL FATTURAZIONE 1 FATTURAZIONE... 1-1 Impostazioni... 1-1 Meccanismo tipico di fatturazione... 1-2 Fatture per acconto con fattura finale a saldo... 1-2 Fattura le prestazioni fatte... 1-3

Dettagli

A D H O C R E V O L U T I O N A D D E N D U M 7. 0. 2 Contabilità

A D H O C R E V O L U T I O N A D D E N D U M 7. 0. 2 Contabilità 2 Contabilità Chiusura partite da primanota saldaconto Descrizione conto contropartita nelle righe iva Contabilizzazione indiretta effetti Analisi durata crediti Generazione file RiBa/Bonifici/R.I.D./M.A.V.

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1F. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1F. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.20.1F DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011

CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011 CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011 OGGETTO: NOVITᾺ FISCALI APPLICABILI DAL PERIODO D IMPOSTA 2011 Di seguito Vi segnaliamo in sintesi le principali novità introdotte per il periodo d imposta 2011,

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: STUDIO GECOM Evolution

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Definizione

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

LE NOVITÀ DELLA REL. 8.3.0

LE NOVITÀ DELLA REL. 8.3.0 LE NOVITÀ DELLA REL. 8.3.0 Generale Nuove certificazioni: a partire dalla release 08.03.00 il prodotto è certificato anche su: Microsoft Windows 8 Pro/Enterprise, Microsoft Windows Server 2012 e Pervasive

Dettagli

RICORDIAMO DI EFFETTUARE L AGGIORNAMENTO INVIATO CON TEMPESTIVITÀ

RICORDIAMO DI EFFETTUARE L AGGIORNAMENTO INVIATO CON TEMPESTIVITÀ Rescaldina 30/01/2015 Release AG20151F CONTENUTO DELL AGGIORNAMENTO SPLIT PAYMENT ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE F24 DICHIARAZIONE D INTENTO NUOVE CAUSALI REVERSE CHARGE VARIE RICORDIAMO DI EFFETTUARE

Dettagli

PACCHETTO IVA 2010 (SERVIZI INTERNAZIONALI) RADIX ERP Software by ACS Data Systems. Stato: 18/02/2010. ACS Data Systems SpA Pagina 1 di 17

PACCHETTO IVA 2010 (SERVIZI INTERNAZIONALI) RADIX ERP Software by ACS Data Systems. Stato: 18/02/2010. ACS Data Systems SpA Pagina 1 di 17 PACCHETTO IVA 2010 (SERVIZI INTERNAZIONALI) RADIX ERP Software by ACS Data Systems Stato: 18/02/2010 ACS Data Systems SpA Pagina 1 di 17 INDICE Indice... 2 Introduzione... 3 Pacchetto IVA 2010 e modifiche

Dettagli

Tipologia: News Tecniche Applicativo: GAMMA PLUS Sigla: GAMMA Oggetto Variazione aliquota Iva ordinaria al 22%

Tipologia: News Tecniche Applicativo: GAMMA PLUS Sigla: GAMMA Oggetto Variazione aliquota Iva ordinaria al 22% Tipologia: News Tecniche Applicativo: GAMMA PLUS Sigla: GAMMA Oggetto Variazione aliquota Iva ordinaria al 22% Aliquota Iva 22% Operazioni da eseguire in Gamma PLUS 1. Scaricare sul desktop l aggiornamento

Dettagli

Eccone pregi e difetti.

Eccone pregi e difetti. Fortunatamente (?) vengono pubblicate anche le istruzioni per la compilazione del modello di comunicazione annuale dati IVA, approvato con provvedimento del 17 gennaio 2011 e meglio denominato IVA/2013

Dettagli

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 33 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2012 Il regime degli ex minimi Categoria Sottocategoria Regimi

Dettagli

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE Circolare 6 del 12 febbraio 2015 Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito oggettivo... 2 2.1 Esclusione per le operazioni soggette al reverse

Dettagli

HORIZON SQL STAMPE FISCALI

HORIZON SQL STAMPE FISCALI 1-1/16 HORIZON SQL STAMPE FISCALI 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Flusso per la generazione delle stampe fiscali... 1-3 Avvio del mosulo Stampe fiscali... 1-3 2 CONFIGURAZIONE... 2-3

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Separate ai fini IVA L art. 36 del DPR 633/72 disciplina la tenuta di contabilità separate per le diverse attività esercitate da parte dei soggetti

Dettagli

Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment)

Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment) Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Operazioni da svolgere in Gestionale 1 3. Collegamento allo Studio del commercialista

Dettagli

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale Nota Salvatempo Contabilità 13.03 1 APRILE 2015 Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale *in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 31/03/2014

Dettagli

IVA - LIQUIDAZIONE SECONDO LA CONTABILITA' DI CASSA - CASH ACCOUNTING - CHIARIMENTI

IVA - LIQUIDAZIONE SECONDO LA CONTABILITA' DI CASSA - CASH ACCOUNTING - CHIARIMENTI www.soluzioni24fisco.ilsole24ore.com Agenzia delle Entrate Circolare 26 novembre 2012, n.44/e Liquidazione dell'iva secondo la contabilità di cassa, cd. Cash accounting - Articolo 32-bis del d.l. 22 giugno

Dettagli

Le operazioni Intracomunitarie

Le operazioni Intracomunitarie UR1001101000 Le operazioni Intracomunitarie Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Elenchi Intrastat Indice degli argomenti Premessa Operazioni preliminari Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Collegamento con la Contabilità Collegamento con il ciclo attivo e passivo Generazione

Dettagli

Corso New Entry Sistema Ipsoa - Contabilità Cespiti Ritenute

Corso New Entry Sistema Ipsoa - Contabilità Cespiti Ritenute Sistema Ipsoa Corso New Entry 1 REGIMI CONTABILI 3 Contabilità Ordinaria Imprese Caratteristiche e impostazione.3 Contabilità Ordinaria Professionisti Caratteristiche e impostazione 3 Contabilità Semplificata

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE Circolare n. 14 - pagina 1 di 11 Circolare n. 14 del 20 dicembre 2012 A tutti i Clienti Loro sedi Nuove disposizioni in materia di fatturazione Riferimenti normativi: Decreto Legge n. 216 del 11 dicembre

Dettagli

Oggetto: NOVITA IVA 2013

Oggetto: NOVITA IVA 2013 Bassano del Grappa, 04 Marzo 2013 Circolare n. 07/2013 Oggetto: NOVITA IVA 2013 Con l intento di uniformare gli adempimenti in ambito comunitario, la Legge di Stabilità 2013 ha introdotto dal 1 gennaio

Dettagli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli LA SCHEDA FISCALE di Roberto IVA PER CASSA (Aggiornata al 13.04.2009) Riferimenti normativi Con l emanazione del Decreto Ministeriale di attuazione dell art. 7 del D.L. n. 185/2008 (c.d. Decreto Anticrisi)

Dettagli

NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE

NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA... 3 DISMISSIONE CHIAVI HARDWARE - NUOVE DISPOSIZIONI... 3 NUOVA INSTALLAZIONE RELEASE 12 EX-NOVO..4 VISUALIZZATORE AGGIORNAMENTI INSTALLATI...

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E.

ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E. ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E A c u r a d i : Giovanni Scagnelli Dottore Commercialista Associazione IC T Dott.C

Dettagli

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 Milano, 2 gennaio 2013 NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 EMISSIONE FATTURE La legge di stabilità ha modificato

Dettagli

Addendum Comunicazione Annuale Iva

Addendum Comunicazione Annuale Iva Piattaforma Applicativa Gestionale Addendum Comunicazione Annuale Iva COPYRIGHT 1992-2004 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright.

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015

COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015 COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015 Quadro di riferimento Nasce, in ottica di semplificazione, un nuovo modello denominato «Modello di comunicazione polivalente» da utilizzare per la comunicazione

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2010.0.2 Applicativo: GECOM

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale

Piattaforma Applicativa Gestionale Piattaforma Applicativa Gestionale Numero Fastpatch Release Numero 6.0 565 Segnalazione Miglioria 7335 Modulo Argomento Descrizione AIFT Predisposizione informazioni per comunic. tel. delle oper. sup 3.000eu

Dettagli

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 4 del 05/06/2015

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 4 del 05/06/2015 Sommario 1. INTRODUZIONE SPLIT PAYMENT.... - 2-2. ATTIVAZIONE IN EXTRA DELLA GESTIONE SPLIT PAYMENT.... - 3-3. CREAZIONE AUTOMATISMI CODICI IVA.... - 4-4. ANAGRAFICA CLIENTI.... - 7-5. IMPOSTAZIONE AUTOMATISMI

Dettagli

CAUSALI CONTABILI INSERIMENTO/PERSONALIZZAZIONE DI UNA CAUSALE

CAUSALI CONTABILI INSERIMENTO/PERSONALIZZAZIONE DI UNA CAUSALE CAUSALI CONTABILI Ogni azienda dispone della tabella Causali contabili. La tabella risulta in parte precompilata con causali predefinite, che in fase di registrazione consentono di disporre di alcuni automatismi,

Dettagli