APPLICAZIONE. Valore nominale confortevole FUNZIONI. 5 Generazione convertitori STÖBER DETTAGLI PARAMETRI V /2006 I. Switch

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "APPLICAZIONE. Valore nominale confortevole FUNZIONI. 5 Generazione convertitori STÖBER DETTAGLI PARAMETRI V 5.2 09/2006 I. Switch"

Transcript

1 APPLICAZIONE Valore nominale confortevole FUNZIONI 5 Generazione convertitori DETTAGLI PARAMETRI V /2006 I IM MSB IA bus di campo Applicazione POSI Switch

2 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori Sommario SOMMARIO 1. Informazioni sulla sicurezza Hardware Software 3 2. Introduzione KSW-4 3. Scegliere il tipo di riferimento KSW-5 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti KSW Unità utenti con un riferimento della velocità KSW Unità utenti con un riferimento della coppia KSW Passaggio riferimento velocità/coppia KSW Passaggio comando conduzione/ sequenza nella modalità velocià/velocità KSW Passaggio comando conduzione/ sequenza nella modalità coppia/velocità KSW Combinazione dei riferimenti KSW Riferimento principale invariato KSW Riferimento principale + riferimento assoluto KSW Riferimento principale + riferimento percentuale KSW Riferimento fattore (ponderazione) KSW Passaggio del riferimento principale KSW Riferimenti disponibili KSW Riferimento esterno, riferimento offset 1 e 2 KSW Valori fissi e riferimenti fissi KSW Riferimenti fissi KSW Valori fissi KSW Potenziometro motorizzato KSW Regolatore PID KSW N-attuale KSW Altre funzioni KSW Impostazione dei parametri dei limiti della velocità e della coppia KSW Limiti della coppia KSW Drehzahlgrenzen KSW Funzioni supplementari KSW Mascheramenti della velocità KSW Comando d'arresto KSW Controllo di settore e riduzione dell indicazione KSW Abilitazione di referimento KSW Fault KSW Bus di campo KSW-69 KSW Parameter legend KSW Parameter list KSW-70

3 5 generazione convertitori 1. Informazioni sulla sicurezza 1 INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale di istruzione contiene informazioni da osservare per la prevenzione di danni a persone e materiali. Le informazioni sono classificate secondo il grado di pericolosità e rappresentate nel modo seguente: ATTENZIONE Significa che la mancata osservanza delle rispettive avvertenze può provocare una situazione o condizione non voluta. PRUDENZA Senza triangolo di segnalazione significa che la mancata osservanza delle rispettive misure precauzionali può provocare dei danni materiali. PRUDENZA Con triangolo di segnalazione significa che la mancata osservanza delle rispettive misure precauzionali può provocare lesioni corporee e danni materiali. AVVERTENZA Significa che la mancata osservanza delle misure precauzionali può costituire un imminente pericolo di morte e causare notevoli danni materiali. PERICOLO Significa che la mancata osservanza delle misure precauzionali avrà la conseguenza di un imminente pericolo di morte e causare notevoli danni materiali. NOTA Significa che occorre prestare una particolare attenzione ad un informazione importante relativa al prodotto o a evidenziare una parte della documentazione particolarmente da osservare. AZIONE Richiama l'attenzione relativa ad un'azione particolarmente importante nella manipolazione del prodotto. 1.1 Hardware AVVERTENZA Leggere assolutamente le presenti istruzioni prima del montaggio e la messa in servizio, affinché non si verifichino delle complicazioni evitabili con la messa in servizio e/oppure esercizio. Nei POSIDRIVE delle serie costruttive FDS e MDS ai sensi della norma DIN EN (in passato VDE 0160) si tratta di un dispositivo di servizio elettrico dell'elettronica di potenza (BLE) per la regolazione del flusso energetico in impianti ad alto amperaggio. Questi dispositivi sono esclusivamente concepiti per l'alimentazione delle macchine servoasservite (MDS) e asincrone (FDS, MDS). L handling, il montaggio, l'esercizio e la manutenzione sono consentiti soltanto in una scrupolosa osservanza e rispetto delle prescrizioni vigenti in loco e oppure dei modelli vigenti ai sensi di legge, regolamentazioni tecniche e informazioni riportate nella presente documentazione tecnica. Questo è un prodotto della classe di distribuzione ristretta secondo la normativa IEC In un ambiente abitativo questo prodotto può causare disfunzioni ad alta frequenza, motivo per cui all'utente possono essere imposte rispettive misure preventive. L'esercente deve garantire affinché vengano scrupolosamente rispettate tutte le regolamentazioni e prescrizioni vigenti in loco. 1

4 5 generazione convertitori 1. Informazioni sulla sicurezza L'esercente deve provvedere affinché vengano osservate scrupolosamente tutte le informazioni di sicurezza riportate negli altri paragrafi (punti) e le rispettive specifiche. AVVERTENZA Prudenza! Elevata tensione di contatto! Pericolo di shock! Pericolo di morte! Con la tensione di rete allacciata non è consentito aprire in nessun caso l'alloggiamento o allentare dei collegamenti. Un'apertura del convertitore può avvenire solamente dopo aver disinserito la corrente (tutte le spine e cavi di potenza devono essere staccati), non prima di 5 min. dopo il disinserimento della tensione di rete, ad esempio per montare o smontare delle schede opzionali. Il presupposto per un funzionamento perfetto e irreprensibile del convertitore sono una progettazione e montaggio appropriati dell'attuatore del convertitore. Il trasporto, l'installazione, la messa in servizio e il comando dell'apparecchio sono attività riservate esclusivamente a personale qualificato e specializzato. Osservare soprattutto: Classe di protezione ammessa: Messa a terra di protezione; l'esercizio è ammissibile soltanto con il collegamento del conduttore di protezione secondo le prescrizioni. Non è possibile un funzionamento diretto degli apparecchi in reti IT. I lavori di installazione devono essere effettuati solamente dopo aver disinserito la tensione. Durante l'esecuzione di lavori all'attuatore, è necessario interdire l'abilitazione e sconnettere il completo attuatore dalla rete. (Osservare queste 5 regole di sicurezza). Tempo di scaricamento dei condensatori del circuito intermedio > 5 minuti. Non è consentito penetrare all'interno dell'apparecchio con degli oggetti di qualsiasi genere. Durante il montaggio o l'esecuzione di altri lavori all'interno dell'armadio di comando, è necessario proteggere l'apparecchio contro una caduta accidentale dei componenti (residui di, fili, conduttori, componenti metallici, ecc.). I componenti con proprietà con conduttive all'interno del convertitore possono provocare un corto circuito o un guasto dell'apparecchio. Prima della messa in servizio sono inoltre da rimuovere le coperture, affinché non si verifichi nessun surriscaldamento dell'apparecchio. Il convertitore deve essere installato all'interno di un armadio di comando, in cui non viene superata la massima temperatura ambientale (si veda ai dati tecnici). È consentito utilizzare esclusivamente conduttori di rame. La sezione dei conduttori da utilizzare è da apprendere alla tabella della norma NEC ad una temperatura di 60 o C o 75 o C. Per danni attribuibili ad una mancata osservanza delle istruzioni o delle rispettive prescrizioni, la ditta GmbH + Co. KG non si assumerà alcuna responsabilità. Il motore deve possedere un dispositivo di monitoraggio integrale della temperatura, o essere provvisto di un interruttore salvamotore esterno. Adatto soltanto per l'utilizzo in reti d'alimentazione elettrica che forniscono al massimo una corrente di cortocircuito nominale simmetrica pari a 5000 A a 480 Volt. Ci riserviamo apportare modifiche tecniche finalizzate a migliorie dell'apparecchio. La presente documentazione rappresenta una descrizione del prodotto. Qui non si tratta di proprietà garantite ai sensi dei diritti di garanzia. 2

5 5 generazione convertitori 1. Informazioni sulla sicurezza 1.2 Software Utilizzo del software POSITool Manutenzione del prodotto Il pacchetto software POSITool consente una scelta dell'applicazione, adattamento dei parametri e osservazione dei segnali della 5 generazione di convertitori. Con la selezione dell'applicazione e il trasferimento di questi dati ad un convertitore, viene determinata la funzionalità. Il programma è proprietà della ditta GmbH + Co. KG e protetto ai sensi dei diritti d'autore. Il programma viene concesso all'utente con una rispettiva licenza. La cessione del software avviene esclusivamente in forma meccanicamente leggibile. La ditta GmbH + Co. KG concede al cliente un diritto non esclusivo ad utilizzare il programma (licenza), purché acquistato legalmente. Il cliente è autorizzato ad utilizzare il programma per le attività e funzioni sopra descritte nonché a creare ed installare copie del programma, inclusa una copia di sicurezza (backup) per scopi di supporto e utilizzo. Le condizioni della presente licenza valgono per ogni copia. Il cliente si impegna ad applicare su ogni copia del programma una nota di copyright e tutte le altre notifiche di proprietà. Il cliente non è autorizzato ad utilizzare il programma per scopi diversi da quelli descritti nelle presenti disposizioni, né a modificarlo, inoltrarlo ovvero trasferirlo; inoltre, non è consentito trasformare/convertire il programma (reverse assemble, reverse compile) o tradurlo in altro mondo, cedere il programma in sottolicenza, in locazione o leasing. L'obbligo di manutenzione si riferisce alle due ultime attuali versioni del programma create dalla ditta GmbH + Co. KG e abilitate per l'utilizzo dalla stessa. La GmbH + Co. KG si impegnerà a rimediare difetti del programma o a mettere a disposizione del cliente una nuova versione del programma originale della GmbH + Co. KG. Qualora non fosse possibile in casi singoli rimediare immediatamente il difetto, la ditta GmbH + Co. KG provvederà a trovare una soluzione provvisoria, che potrebbe necessariamente richiedere l'osservanza di particolari prescrizioni di utilizzo da parte dell'utente. Il diritto al rimedio di difetti sussiste solamente quando l'errore segnalato è riproducibile o registrabile meccanicamente con rispettivi dispositivi. Eventuali difetti dovranno comunque essere segnalati in forma comprensibile, indicando delle informazioni opportune e finalizzate al rimedio del difetto verificatosi. Per i programmi che sono stati sottoposti a modifiche o altri interventi illeciti da parte del cliente non sussiste alcun obbligo di rimedio di eventuali difetti, fatta salva la clausola che il cliente in relazione alla segnalazione del difetto possa dimostrare che l'intervento non ha causato il difetto. La GmbH + Co. KG si impegnerà a conservare le rispettive versioni attualmente valide del programma in un luogo specialmente e particolarmente protetto (cassaforte antincendio per supporti informatici). 3

6 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 2. Introduzione 2 INTRODUZIONE Introduzione L assistente di riferimento comfort Segnale d ingresso e d uscita Segnali d ingresso binari Segnali d ingresso analogici Segnali di stato Con l applicazione del riferimento comfort riceve numerose funzionalità per il funzionamento della velocità e della coppia. Si può scegliere tra i seguenti tipi di riferimento: Riferimento della velocità Riferimento della coppia Passaggio tra riferimento della velocità e della coppia durante il funzionamento Passaggio tra comando di conduzione/sequenza, ovvero il passaggio tra un riferimento interno della velocità ed il riferimento di un comando del master (riferimento di conduzione). Inoltre il master può prestabilire il riferimento della velocità oppure della coppia. Il riferimento interno è in ogni caso un riferimento della velocità. Per i diversi tipi di riferimenti vi sono a disposizione interfacce di riferimento come riferimenti analogici, riferimenti fissi oppure potenziometro motorizzato. Si possono utilizzare come complemento mascheramenti della velocità, dei comparatori e delle altre funzioni aggiuntive. La presente descrizione è orientata verso il montaggio dell assistente di riferimento comfort. Per una migliore comprensione la tecnica d avanzamento di consiglia quindi di approfondire la descrizione per mezzo dell assistente. Per raggiungere l assistente, aprire in POSITool l applicazione di riferimento comfort. Per una maggiore informazione dei segnali d ingresso e d uscita, vi sono tabelle dei segnali alla fine di alcuni paragrafi. Le tabelle dei segnali sono composte nel seguente modo: Le tabelle dei segnali per ingressi binari contengono oltre alla denominazione ed una descrizione, il parametro di scelta (Selettore), con cui regolare la fonte del segnale. Si può scegliere tra un ingresso binario oppure un bus di campo. Se si sceglie il bus di campo (Impostazione 2:Parametro), la colonna Immagine del bus di campo, indica su quale indirizzo trasferire il segnale. La colonna Parametro di visualizzazione indica lo stato del segnale indipendentemente dalla sorgente impostata nel selettore. Si può impostare per alcuni segnali d ingresso binario anche un parametro di ritardo di accensione e di spegnimento. I parametri nei quali inserire i tempi di ritardo si trovano nelle colonne Tempo ON e Tempo OFF. Si può trovare anche per i segnali d ingresso analogici oltre la denominazione e la descrizione, l indicazione del Selettore, l Immagine del bus di campo e il Parametro di visualizzazione. Il parametro indicato come Immagine del bus di campo si può utilizzare per ottenere durante il funzionamento un valore costante. Posizionare il selettore su 4:Parametro ed indicare inoltre in questo parametro il valore desiderato. In questo caso, il collegamento di un sistema di bus di campo non è necessario. Inoltre, si può eseguire per alcuni segnali una riduzione della linea caratteristica. Il parametro di riduzione si trova nella colonna Riduzione. Ciascuna descrizione spiega come eseguire una riduzione della linea caratteristica. Anche le tabelle dei segnali di stato binari contengono la denominazione e la descrizione. La colonna Immagine del bus di campo indica l indirizzo, dal quale si può leggere il segnale mediante bus di campo. La colonna Parametro singolo segna il parametro con il quale si può indicare il segnale su un uscita binaria. KSW-4

7 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 3. Scegliere il tipo di riferimento 3 SCEGLIERE IL TIPO DI RIFERIMENTO Cosa si conoscerà in questo capitolo... In questo capitolo si conoscerà cos è un tipo di riferimento e quali tipi di riferimento l applicazione del riferimento comfort mette a disposizione, come e dove scegliere il tipo di riferimento e quali altri dettagli esistono per i tipi di riferimento. Tipi di riferimento Si definisce tipo di riferimento il modo e la maniera di regolazione del motore. Nell applicazione riferimento comfort si può scegliere tra i seguenti tipi di riferimento: Riferimento della velocità, ovvero la regolazione della velocità del motore. Si utilizza un riferimento della velocità per esempio con meccanismi di trascinamento nastro, pompe e ventilatori. Riferimento della coppia, ovvero la regolazione della coppia. Un riferimento della coppia è impiegato per esempio con iniezioni e con avvitatrici. Il passaggio tra riferimento della velocità e della coppia, ovvero il passaggio tra la regolazione della velocità e della coppia durante il funzionamento. Si utilizza il passaggio tra le regolazioni per esempio con rulli di pressione. Passaggio tra comando di conduzione/sequenza, ovvero il passaggio da un riferimento interno ad un riferimento del master. Si valuta con ciò il riferimento interno come riferimento della velocità. Il riferimento esterno può essere usato come riferimento della coppia oppure della velocità. Questo tipo di riferimento è utilizzato per esempio con una giunzione pluri-assiale con Slave staccabile. Così si sceglie il tipo di riferimento Scegliere il tipo di riferimento sulla pagina 1 dell assistente di riferimento comfort (v. Figura 3-1). Si mette in funzione un tipo di riferimento, attivando il campo opzionale relativo. Figura 3-1 assistente di riferimento comfort (pagina 1): Scelta del tipo di riferimento KSW-5

8 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 3. Scegliere il tipo di riferimento Passaggio riferimento velocità/coppia Se sceglie un passaggio di regolazione durante il funzionamento, riceve a pagina 1 dell'assistente l'indicazione del parametro D112 (Figura 3-2). Scegliere nel selettore D112 una sorgente di segnale (entrata binaria oppure parametro bus di campo). Si può cambiare questo segnale durante il funzionamento tra i tipi di regolazione. In caso di livello Low si usa la regolazione della velocità, con livello High è attiva la regolazione della coppia. Figura 3-2 Regolazione per il passaggio del riferimento velocità/coppia KSW-6

9 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 3. Scegliere il tipo di riferimento Passaggio di comando di conduzione/ di sequenza Se si utilizza il passaggio da comando di conduzione e di sequenza, saranno indicati il parametro D111 e altri campi opzionali (Figura 3-3). Scegliere in questo selettore una sorgente di segnale (entrata binaria oppure parametro bus di campo). Si può cambiare questo segnale durante il funzionamento scegliendo tra Master e Slave. A livello Low si procede con il riferimento della velocità interna, a livello High segue l azionamento del riferimento del Master. Attivare attraverso gli altri campi opzionali, se utilizzare il passaggio velocità/velocità oppure coppia/velocità. Con il passaggio coppia/velocità si valuta il riferimento master come riferimento della coppia. Figura 3-3 Regolazione per il passaggio del comando di conduzione/sequenza Dettagli La pagina 1 nell assistente del riferimento comfort influisce sul parametro C61. Con questo parametro si stabilisce, se utilizzare una regolazione della velocità oppure della coppia. Con un riferimento della velocità si regola C61 su 0:inattivo. Per un riferimento della coppia si esegue la regolazione su C61=1:attivo. Se si utilizza il passaggio tra la regolazione della velocità e della coppia, avviene il passaggio attraverso il segnale scelto in D112. Per l utilizzo del tipo di riferimento comando di conduzione/sequenza con passaggio velocità/velocità, C61 viene impostato su 0:inattivo. Con il passaggio coppia/velocità si porta C61 su 1:attivo. La distinzione, se utilizzare la regolazione della coppia oppure della velocità, è resa attraverso il segnale scelto in D111. A livello Low è attiva la regolazione della velocità, a livello High la regolazione della coppia. Segnale Funzione Selettore Immagine bus di campo Visualizzaz ione parametro Tempo ON Tempo OFF Passaggio conduzione/sequenza A livello High si passa al riferimento di conduzione (D140) D111 D210 Bit11 D311 D411.0 D411.1 Passaggio velocità/coppia Segnale binario per il passaggio tra velocità e regolazione della coppia. In caso di livello Low si utilizza la regolazione della velocità, con livello High è attiva la regolazione della coppia. Tabella 3-1 Tabella dei segnali scelta del tipo di riferimento D112 D210 Bit12 D312 D412.0 D412.1 KSW-7

10 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti 4 VISUALIZZAZIONE DEI RIFERIMENTI IN UNITÀ UTENTI Cosa si conoscerà in questo capitolo... Unità utenti In questo capitolo si conoscerà cosa sono le unità utenti, se e come ridurre il suo riferimento in unità utenti e Per una rappresentazione semplificata si possono visualizzare riferimenti nell applicazione del riferimento comfort in unità utenti, p. es. bottiglie/s con un nastro trasportatore per bottiglie. Mentre si osservano tutte le trasmissioni della velocità del motore. Si esegue il calcolo delle unità utenti nell assistente del riferimento comfort. Il calcolo è dipendente dal tipo di riferimento utilizzato. Scegliere per ciò una delle possibilità a pagina 1. Tipo di riferimento. Infine, si può far eseguire il calcolo sulla pagina successiva. Il calcolo per ogni tipo di riferimento sarà in seguito descritto in un paragrafo. ATTENZIONE Osservare per cortesia, che la riduzione deve essere eseguita soltanto se si vuole per esempio rappresentare l indicazione dei valori in unità utenti. Se è sufficiente la rappresentazione nell unità rpm, non si devono compiere le riduzioni descritte nei paragrafi seguenti. In questo caso può saltare il capitolo 4 e continuare a leggere il capitolo Unità utenti con un riferimento della velocità Cosa si conoscerà in questo paragrafo... Riduzione del riferimento In questo paragrafo imparerà, come ridurre un riferimento della velocità in unità utenti. Per poter eseguire la riduzione, deve aver attivato a pagina 1 dell assistente il riferimento della velocità. In Figura 4-1 è rappresentata la pagina dell assistente 2.1. Essa indica il montaggio di una macchina con motore, ingranaggi e altre trasmissioni. Figura 4-1 Ridimensionamento per il tipo di riferimento velocità KSW-8

11 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Elaborare intanto i parametri nella parte superiore della pagina (Figura 4-2): Stabilire in D86 il numero delle cifre decimali, con cui rappresentare le velocità. Inserire in D89 l unità di misura desiderata per la velocità, p. es. settori/s. Osservare, che non si possono inserire più di 8 segni. Per calcolare correttamente il riferimento di tempo interno, attivare il campo opzionale relativo al suo inserimento in D89. Esempio: In D89 è stato inserito settore/s. In questo caso, attivare il campo opzionale /sec. Inserire in D56 la velocità nominale della macchina. Figura 4-2 Parametro per la riduzione in unità utenti In seguito può inserire nella sezione inferiore le trasmissioni dell ingranaggio (Figura 4-3). 1. Si conosce già il rapporto matematico tra la velocità del motore in rpm e la macchina in unità utenti. In questo caso inserire direttamente in D87 il rapporto contatore (velocità della macchina) e D88 denominatore (velocità del motore). 2. Non si conosce ancora il rapporto. In questo caso per il calcolo riceve l'aiuto dell'assistente. Procedere nel seguente modo: Inserire la trasmissione dell ingranaggio aggiunta al motore. Per evitare errori d arrotondamento, inserire un valore il più possibile esatto. Per gli ingranaggi di TECNICA D AVANZAMENTO GmbH+Co. KG si trova l esatta trasmissione nei cataloghi. Impostare un altra trasmissione nei campi n3 e n4 (rapporto delle velocità), Z3 e Z4 (rapporto del numero di denti) oppure D3 e D4 (rapporto del diametro). Dopo l ingranaggio al motore, se non si ha più nessun altra trasmissione, inserire nei campi il rapporto 1:1. Si esegue nell'ultimo paragrafo il calcolo della velocità dopo l'ultima trasmissione nelle unità utenti Inserire per ciò la lunghezza del formato in mm (p. es. la lunghezza del formato di una bottiglia). Impostare infine o D4 oppure la costante di avanzamento Cv (distanza/giri della ruota della presa di moto). Azionare il pulsante Calcolare. Il risultato è infine segnato in D87 e D88. Figura 4-3 Calcolo della velocità del motore in velocità della macchina KSW-9

12 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti 4.2 Unità utenti con un riferimento della coppia Cosa si conoscerà in questo paragrafo... Riduzione del riferimento In questo paragrafo imparerà, come ridimensionare un riferimento della coppia in unità utenti. Per poter eseguire la riduzione, deve essere stato attivato a pagina 1 dell assistente il riferimento della coppia. Figura 4-4 indica la pagina dell assistente 2.2. Essa indica il montaggio di una macchina con motore, ingranaggi e altre trasmissioni. Figura 4-4 Riduzione nel tipo di riferimento della coppia Elaborare intanto i parametri nella parte superiore della pagina (Figura 4-5) Stabilire in D86 la precisione, con cui devono essere rappresentate le coppie. Inserire in D89 l unità di misura desiderata per la coppia oppure la forza, p. es. %. E osservare che, non si possono inserire più di 8 segni. Inserire in D56 la coppia nominale della macchina. Figura 4-5 Parametro D86, D89 e D56 KSW-10

13 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti In seguito si può inserire nella parte inferiore le trasmissioni dell ingranaggio (Figura 4-6). Ci sono per ciò due possibilità: 1. Si conosce già il rapporto matematico tra la coppia del motore e la macchina in unità utente. In questo caso inserire direttamente in D87 il rapporto contatore (coppia alla presa di moto) e D88 denominatore (coppia motore). 2. Non si conosce ancora il rapporto. In questo caso per il calcolo riceve l'aiuto dell'assistente. Procedere nel seguente modo: Inserire la trasmissione dell ingranaggio aggiunto al motore ed il rendimento. Per evitare errori d arrotondamento, utilizzare un valore il più possibile esatto. Per gli ingranaggi di TECNICA D AVANZAMENTO GmbH+Co. KG si trova l esatta trasmissione nei cataloghi. Impostare un altra trasmissione nei campi n3 e n4 (rapporto dei regimi), Z3 e Z4 (rapporto del numero di denti) oppure D3 e D4 (rapporto del diametro). Inserire anche per questa trasmissione un rendimento. Dopo l ingranaggio al motore, se non si ha più nessun altra trasmissione, inserire nei campi il rapporto 1:1 e il rendimento 1. Si esegue nell'ultimo paragrafo il calcolo della coppia dopo l'ultima trasmissione nelle unità utenti. Azionare per ciò o il pulsante "Forza" oppure il pulsante "Coppia". Inserire nei campi d immissione indicati il fattore di calcolo tra forza risp. coppia e l unità utente. Esempio: 3.5 Nm corrispondono a 1 unità utente. In questo caso azionare il pulsante Coppia ed inserire nel campo d immissione il fattore 3,5. Azionare il pulsante Calcolare. Il risultato è infine segnato in D87 e D88. Figura 4-6 Calcolo del rapporto di trasmissione KSW-11

14 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti 4.3 Passaggio riferimento velocità/coppia Cosa si conoscerà in questo paragrafo... Riduzione del riferimento In questo paragrafo conoscerà come ridurre riferimenti quando a pagina 1 dell assistente è stato attivato il passaggio tra riferimento velocità e coppia. Figura 4-7 indica la pagina dell assistente 2,3. Per non dover eseguire riduzioni impegnativi per il funzionamento della velocità e della coppia, si può ridimensionare questo tipo di riferimento soltanto in %. Procedere nel seguente modo: Stabilire in D86 la precisione della rappresentazione. Inserire in D89 la %. Inserire in D56 100%. Inserire in D87 una percentuale e impostare in D88 il regime adatto. Esempio: D87= 50%, D88 = 1000 Con ciò un riferimento del 50% corrisponde ad una velocità di 1000 rpm. Figura 4-7 Riduzione per il tipo di riferimento passaggio velocità/coppia KSW-12

15 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti 4.4 Passaggio comando conduzione/sequenza nella modalità velocià/velocità Cosa si conoscerà in questo paragrao... Riduzione del riferimento In questo paragrafo imparerà, come ridurre i riferimenti in unità utenti con comando di conduzione/sequenza con passaggio velocità/velocità. Per poter eseguire la riduzione, deve essere stato attivato a pagina 1 dell assistente il comando conduzione/sequenza con passaggio velocità/velocità. Figura 4-8 indica la pagina dell assistente 2,4. Essa indica il montaggio di una macchina con motore, ingranaggi e altre trasmissioni. Figura 4-8 Riduzione per il tipo di riferimento comando conduzione/sequenza in modalità velocità/velocità Elaborare intanto i parametri nella parte superiore della pagina (Figura 4-9) Stabilire in D86 la precisione, con cui devono essere rappresentate le velocità. Inserire in D89 l unità di misura desiderata per la velocità, p. es. settori/s. E osservare che non si possono inserire più di 8 segni. Per calcolare correttamente il riferimento di tempo interno, attivare il campo opzionale relativo al suo inserimento in D89. Esempio: In D89 è stato inserito settori/s. In questo caso, bisogna attivare come riferimento di tempo il campo opzionale /sec. Inserire in D56 la velocità nominale della macchina. Figura 4-9 Parametri D86, D89 e D56 In seguito può inserire nella parte inferiore le trasmissioni dell ingranaggio (Figura 4-10). Ci sono per ciò due possibilità: 1. Conosce già il rapporto matematico tra la velocità del motore in rpm e la macchina in unità utenti. In questo caso inserire direttamente in D87 il rapporto contatore (velocità della macchina) e D88 denominatore (velocità del motore). 2. Non si conosce ancora il rapporto. In questo caso per il calcolo riceve l'aiuto dell'assistente. Procedere nel seguente modo: KSW-13

16 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Inserire la trasmissione dell ingranaggio aggiunta al motore. Per evitare errori di arrotondamento, inserire un valore il più possibile esatto. Per gli ingranaggi di GmbH+Co. KG si trova l esatta trasmissione nei cataloghi. Impostare un altra trasmissione nei campi n3 e n4 (rapporto delle velocità), Z3 e Z4 (rapporto del numero di denti) oppure D3 e D4 (rapporto del diametro). Dopo l ingranaggio al motore, se non si ha più nessun altra trasmissione, inserire nei campi il rapporto 1:1. Si esegue nell'ultimo paragrafo il calcolo della velocità dopo l'ultima trasmissione nelle unità utenti. Inserire per ciò la lunghezza del formato in mm (p. es. la lunghezza del formato di una bottiglia). Impostare infine o D4 oppure la costante di avanzamento Cv (lunghezza d avanzamento al giro della ruota della presa di moto). Azionare il pulsante Calcolare. Il risultato è infine segnato in D87 e D88. Figura 4-10 Riduzione per il tipo di riferimento comando conduzione/sequenza in modalità velocità/velocità Impostazione del rapporto comando di conduzione/sequenza Attraverso il pulsante "Rapporto comando conduzione/sequenza" si giunge alla pagina (Figura 4-11). Questa pagina semplifica l impostazione dei parametri di un accoppiamento 1:1, se il riferimento di conduzione è collegato attraverso un ingresso analogico. Determinare con un test ad una velocità del Master la corrispondente tensione che il riferimento conduzione fornisce allo Slave. Trasferire i valori determinati nel primo rigo della pagina Scegliere nel parametro D140 un ingresso analogico. Azionare il pulsante Calcolare. Si calcola il fattore dell ingresso analogico, in modo che il Master e lo Slave procedono alla stessa velocità (accoppiamento 1:1). KSW-14

17 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Figura 4-11 Impostazione dei parametri del rapporto comando di conduzione/sequenza Azionando il pulsante Configurazione dell ingresso analogico, si giunge alla pagina A (Figura 4-12). In questa pagina s imposta l'interfaccia del riferimento di conduzione, se è stato messo a disposizione il riferimento di conduzione attraverso un ingresso analogico. Se il riferimento di conduzione è trasmesso attraverso bus di campo al convertitore, impostare D140=4:Parametro. Osservare che l indicazione dalla Figura 4-12 dipende dalla scelta dell ingresso analogico. Dettagli per le impostazioni si trovano nelle relative descrizioni di parametro nella sezione inferiore dell assistente. Figura 4-12 Impostazione del parametro della sorgente di segnale per il riferimento di conduzione KSW-15

18 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Segnali analogici Segnale Funzione Selettore Riferimento di conduzione Il segnale Riferimento di conduzione può essere comandato con l ingresso analogico oppure bus di campo. Con questo segnale si può realizzare un funzionamento Master-Slave attraverso un accoppiamento analogico. Immagine bus di campo 4.5 Passaggio comando conduzione/sequenza nella modalità coppia/velocità Visualizzaz ione del parametro Riduzione D140 D240 D340 - Cosa si conoscerà in questo paragrafo... Riduzione del riferimento In questo paragrafo imparerà, come ridimensionare un riferimento della coppia in unità utenti Per poter eseguire la riduzione, deve essere stato attivato a pagina 1 dell assistente il riferimento della coppia. Figura 4-13 indica la pagina dell assistente 2,5. Per non dover eseguire riduzioni impegnativi per il funzionamento della velocità e della coppia, si può ridimensionare questo tipo di riferimento soltanto in %. 100% del riferimento coppia corrisponde in motori asincroni alla coppia nominale e in servomotori al momento di fermo. Si stabilisce la riduzione della velocità attraverso D87 e D88. Procedere nel seguente modo: Stabilire in D86 la precisione della rappresentazione. Inserire in D89 la %. Inserire in D56 100%. Inserire in D87 una percentuale e impostare in D88 la velocità adatta. Esempio: D87= 50%, D88 = 1000 Con ciò un riferimento del 50% corrisponde ad una velocità di 1000 rpm. Figura 4-13 Riduzione per il tipo di riferimento comando conduzione/sequenza in modalità velocità/coppia KSW-16

19 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Impostazione del rapporto comando di conduzione/sequenza Attraverso il pulsante "Rapporto comando conduzione/sequenza" si giunge alla pagina (Figura 4-14). Questa pagina semplifica l impostazione dei parametri di un accoppiamento 1:1, se il riferimento di conduzione è collegato attraverso un ingresso analogico. Procedere nel seguente modo: Determinare con un test ad una coppia del Master la corrispondente tensione che il riferimento conduzione fornisce allo Slave. Trasferire i valori determinati nel primo rigo della pagina Impostare il parametro nel secondo rigo quale coppia dello Slave trovare con 10 V del riferimento di conduzione. Scegliere nel parametro D140 un ingresso analogico. Azionare il pulsante Calcolare. Si calcola il fattore dell ingresso analogico, in modo che il Master e lo Slave trovino la stessa coppia (accoppiamento 1:1). Figura 4-14 Impostazione dei parametri del rapporto comando di conduzione/sequenza Azionando il pulsante Configurazione dell ingresso analogici si giunge alla pagina A (Figura 4-12). In questa pagina s imposta l'interfaccia del riferimento di conduzione, se è stato messo a disposizione il riferimento di conduzione attraverso un ingresso analogico. Non bisogna elaborare questa pagina, se il riferimento di conduzione è trasmesso al convertitore attraverso il bus di campo. Osservare che l indicazione da Figura 4-12 dipende dalla scelta dell ingresso analogico. Dettagli per le impostazioni si trovano nelle relative descrizioni di parametro nella sezione inferiore dell assistente. KSW-17

20 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 5. Combinazione dei riferimenti 5 COMBINAZIONE DEI RIFERIMENTI Cosa si conoscerà in questo capitolo... In questo capitolo si conoscerà cosa s intende per combinazione di riferimenti, quali combinazioni sono messi a disposizione nell applicazione del riferimento comfort e come impostare le combinazioni. Combinazione del riferimento Dopo aver impostato nei paragrafi precedenti un tipo di riferimenti ed eventualmente una riduzione, si procederà nel seguente paragrafo alla combinazione dei riferimenti. Per combinazione di riferimento s intende il collegamento matematico di diversi riferimenti, per esempio l'addizione di un riferimento analogico e di un riferimento fisso. Si calcola il risultato in relazione al tipo di riferimento scelto, per esempio come riferimento coppia. Sono a disposizione le seguenti combinazioni Riferimento principale (invariato) Riferimento principale + riferimento assoluto Riferimento principale + riferimento percentuale Ponderazione delle combinazioni I paragrafi seguenti descrivono l impostazione dei paragrafi per le combinazioni indicate. Si procede all impostazione dei parametri a pagina 3 dell assistente Riferimento comfort (Figura 5-1). Figura 5-1 Combinazione di riferimento ATTENZIONE Le combinazioni descritte riguardano soltanto il riferimento. Nel generatore di rampa si utilizzano le rampe del riferimento principale in modo invariato. KSW-18

Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T4002

Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T4002 Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T400 MOZELT GmbH & Co. KG Ai fini della sicurezza, sono assolutamente da seguire le seguenti avvertenze e raccomandazioni prima della messa in funzione!

Dettagli

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi Disinserzione sicura per MOVIAXIS Condizioni Edizione 08/2006 1152302 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

Manuale. MOVITRAC B Disinserzione sicura Condizioni. Edizione 06/2007 11469048 / IT

Manuale. MOVITRAC B Disinserzione sicura Condizioni. Edizione 06/2007 11469048 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi MOVITRAC B Disinserzione sicura Condizioni Edizione 06/2007 11469048 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'USO. Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044

ISTRUZIONI PER L'USO. Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044 Componenti di manipolazione SERVOLINE ISTRUZIONI PER L'USO Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044 Edizione 02/06 Apice di modifica Edizioni finora pubblicate: Edizione Osservazioni

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio carico è un apparecchio a installazione in serie dal design Pro M da installare nei sistemi di distribuzione. La corrente di

Dettagli

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2 Comandi Indice Pericoli della corrente elettrica 2 Generi degli impianti elettrici 2 Sistemi di protezione 2 Interruttore a corrente di difetto (FI o salvavita) 3 Costituzione: 3 Principio di funzionamento

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00

Istruzioni per l'uso. Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00 Edizione 07.2014 610.00260.60.600 Manuale d'uso originale Italiano Istruzioni per l'uso Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00 Indice 1 Riguardo alle presenti istruzioni... 3 1.1 Conservazione della

Dettagli

10. Funzionamento dell inverter

10. Funzionamento dell inverter 10. Funzionamento dell inverter 10.1 Controllo prima della messa in servizio Verificare i seguenti punti prima di fornire alimentazione all inverter: 10.2 Diversi metodi di funzionamento Esistono diversi

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 per Vitocell 100-W, tipo CVUC-A Avvertenze sulla sicurezza Si prega di

Dettagli

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA Informazioni generali I moduli di frenatura elettronici Frenomat e Frenostat sono in grado di frenare motori asincroni, sono senza manutenzione e non producono abrasione ed inquinamento. Riducono i tempi

Dettagli

Potenziometro DALI per funzionamento in modalità broadcast

Potenziometro DALI per funzionamento in modalità broadcast Pos: 2 /#Neustruktur#/Modul-Struktur/Online-Dokumentation/Titelblätter/Dimmer/Titelblatt - 2117 U @ 23\mod_1336123192553_63327.docx @ 208976 @ @ 1 === Ende der Liste für Textmarke Cover === 2073-1-7949

Dettagli

EasyStart T Istruzioni per l uso. Timer digitale comfort con possibilità di preselezione per 7 giorni.

EasyStart T Istruzioni per l uso. Timer digitale comfort con possibilità di preselezione per 7 giorni. EasyStart T Istruzioni per l uso. Timer digitale comfort con possibilità di preselezione per 7 giorni. 22 1000 32 88 05 03.2009 Indice generale Introduzione Leggere prima qui... 3 Istruzioni per la sicurezza...

Dettagli

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida Guida rapida PumpDrive 4070.801/2--40 Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento Varianti di montaggio: Montaggio su motore (MM) Montaggio a parete (WM) Montaggio in quadro

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio e controllo carichi è un apparecchio di serie di design Pro M per l installazione nei sistemi di distribuzione. L apparecchio

Dettagli

Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II

Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II it Istruzioni per il montaggio e l'impiego Radioricevitore da incasso VC420-II, radioricevitore a sbalzo VC410-II Informazioni importanti per: il montatore / l'elettricista

Dettagli

elero VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso!

elero VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso! VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM elero Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso! elero Italia S.r.l. Via A. Volta, 7 20090 Buccinasco (MI) info@elero.it www.elero.com 309025 02 Nr. 18 100.4602/0605

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

Eikon Idea Plana. Controllo accessi e gestione utenze via BUS mediante chiave o card a transponder Istruzioni

Eikon Idea Plana. Controllo accessi e gestione utenze via BUS mediante chiave o card a transponder Istruzioni Eikon Idea Plana 20470 16470 14470 Controllo accessi e gestione utenze via BUS mediante chiave o card a transponder Istruzioni INDICE 1. Legenda... 2 2. Installazione sistema via BUS... 3 3. Caratteristiche

Dettagli

Manuale Termostato. Simbologia: Attenzione! Pericolo. Nota. La sezione contrassegnata con questo simbolo contiene informazioni aggiuntive importanti.

Manuale Termostato. Simbologia: Attenzione! Pericolo. Nota. La sezione contrassegnata con questo simbolo contiene informazioni aggiuntive importanti. Manuale Termostato 1. Informazioni sul manuale Leggere attentamente il presente manuale prima di usare il dispositivo. Il manuale contiene importanti informazioni sull uso previsto per il dispositivo.

Dettagli

Descrizione dell Applicazione

Descrizione dell Applicazione IC00B01DMXFI01010004 Descrizione dell Applicazione Gateway KNX / DMX IC00B01DMX 1/12 DESCRIZIONE GENERALE Il Gateway KNX/DMX è un interfaccia tra il bus KNX ed il bus DMX512. Combina elementi building

Dettagli

1 Indicazioni di sicurezza

1 Indicazioni di sicurezza Attuatore dimmer universale 1 canale 50-210 W/VA N. art. 3210 UP Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SED (AR2 SE ) ISTRUZII PER IL MTAGGIO E LA MANUTENZIE 1. NOTE GENERALI 1 2. DATI TECNICI 2 3. MTAGGIO 2. COLLEGAMENTI ELETTRICI 3 5. TARATURE 5.1 FINE CORSA 5.2 MICROINTERRUTTORI

Dettagli

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Serie 2850.. Manuale di installazione e messa in servizio Grazie per aver acquistato questo apparecchio. Leggere attentamente queste istruzioni

Dettagli

MODBUS RTU. Istruzione per la messa in funzione Custodire con cura per l utilizzo futuro! Leggere con cura prima della messa in servizio! 1.

MODBUS RTU. Istruzione per la messa in funzione Custodire con cura per l utilizzo futuro! Leggere con cura prima della messa in servizio! 1. 1.96 MODBUS RTU Istruzione per la messa in funzione Custodire con cura per l utilizzo futuro! Leggere con cura prima della messa in servizio! I418/10/10/1 IT Indice 1 Utilizzo conforme...2 2 Informazioni

Dettagli

Pinza Amperometrica 400A AC

Pinza Amperometrica 400A AC Manuale utente Pinza Amperometrica 400A AC Modello MA200 Introduzione Grazie per aver scelto questo modello MA200 AC di Pinza Amperometrica della Extech. Questo dispositivo, se utilizzato correttamente,

Dettagli

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798 Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 0 798 GW 798 GW 4 798 3 8 A 3 4 5 4 0 5 9 6 7 6 Pulsante di test canali EIB 3 4 5 6 LED multifunzione LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione

Dettagli

MANUALE - PROFIBUS DP

MANUALE - PROFIBUS DP MANUALE - PROFIBUS DP Le valvole Heavy Duty Multimach - Profibus DP consentono il collegamento di isole HDM ad una rete Profibus. Conformi alle specifiche Profibus DP DIN E 19245, offrono funzioni di diagnostica

Dettagli

Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) SIMATIC. ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Prefazione. Guida alla documentazione dell'et 200SP

Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) SIMATIC. ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Prefazione. Guida alla documentazione dell'et 200SP Prefazione Guida alla documentazione dell'et 200SP 1 SIMATIC ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Manuale del prodotto Panoramica del prodotto 2 Parametri/area di indirizzi 3 Dati tecnici 4 Set

Dettagli

IT_100225283 / Rev. Stand 004

IT_100225283 / Rev. Stand 004 Istruzioni per l'uso Riduttore epicicloidale standard PLS / WPLS / PLV / PLS-HP / PLF-HP PLN / WPLN / WGN / PLFN PSN / PSFN PLE / WPLE / PLFE PLPE / WPLPE / PLHE IT_100225283 / Rev. Stand 004 1 Sommario

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Manuale di prodotto ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Sistemi di installazione intelligente Questo manuale descrive il funzionamento dei terminali di ingresso binari BE/S. Questo manuale

Dettagli

Interfacciamento DCREG via PROFIBUS- DP

Interfacciamento DCREG via PROFIBUS- DP 16B0221A3 Interfacciamento via PROFIBUS- DP Agg. 03/05/04 R.00 Versione D3.09 Italiano Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le avvertenze contenute

Dettagli

MQKOMNP. =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. d^ifiblp. séêáñáå~=çéää~=èì~äáí. fí~äá~åç. Verifica della qualità

MQKOMNP. =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. d^ifiblp. séêáñáå~=çéää~=èì~äáí. fí~äá~åç. Verifica della qualità =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w MQKOMNP d^ifiblp séêáñáå~=çéää~=èì~äáí fí~äá~åç Verifica della qualità = Sirona Dental Systems GmbH Verifica della qualità GALILEOS Indice 1 Verifica della qualità... 4 1.1 Informazioni

Dettagli

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME. Istruzioni per l uso

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME. Istruzioni per l uso Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente

Dettagli

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC Istruzioni di servizio Edizione: AC Nr. d ordinazione: 6SE7087-2CX87-0FB0 Di queste istruzioni di servizio sono fornibili edizioni nelle seguenti

Dettagli

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA MANUALE OPERATIVO PREMESSA Con l acquisto del convertitore DC/DC il cliente si impegna a prendere visione del presente manuale e a rispettare e far

Dettagli

calormatic 240 VRT 240 DE; AT; CH; BE; IT; FR

calormatic 240 VRT 240 DE; AT; CH; BE; IT; FR calormatic 240 VRT 240 DE; AT; CH; BE; IT; FR Per l utente e il tecnico abilitato Istruzioni per l uso e l installazione calormatic 240 Centralina di regolazione della temperatura ambiente VRT 240 IT;

Dettagli

PLC Simatic. Serie S7-200

PLC Simatic. Serie S7-200 PLC Simatic I sistemi Simatic prodotti dalla Siemens mettono a disposizione dell utente una vasta gamma di PLC con caratteristiche differenti e adatti per le più svariate applicazioni come quelli appartenenti

Dettagli

GEIGER-SOLIDline. GEIGER-SoftLock (GU45..E07) Per sistemi di protezione solare con meccanismo di bloccaggio. Bedienungsanleitung

GEIGER-SOLIDline. GEIGER-SoftLock (GU45..E07) Per sistemi di protezione solare con meccanismo di bloccaggio. Bedienungsanleitung Motore tubolare: GEIGER-SOLIDline Sistema di comando motore: GEIGER-SoftLock (GU45..E07) Per sistemi di protezione solare con meccanismo di bloccaggio DE Bedienungsanleitung EN Operating Instructions FR

Dettagli

KNX/EIB Ingresso binario. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio

KNX/EIB Ingresso binario. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio 4 moduli 230 V N. ordine : 1067 00 8 moduli 230 V N. ordine : 1069 00 6 moduli 24 V N. ordine : 1068 00 Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici

Dettagli

R35/8G R60/8G R120/3G. Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua. Informazioni importanti per l allacciamento elettrico.

R35/8G R60/8G R120/3G. Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua. Informazioni importanti per l allacciamento elettrico. R35/8G R60/8G R120/3G IT Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua Informazioni importanti per l allacciamento elettrico. Istruzioni per l uso Indice Introduzione... 4 Garanzia... 4 Istruzioni

Dettagli

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso S Soft Starter per ascensori idraulici REO ITALIA S.R.L. ANL_IT Via Treponti, 9 01/00 I-508 Rezzato (BS) Tel. (030) 793883 Fax (030) 9000 http://www.reoitalia.it email: info@reoitalia.it Istruzioni tecniche

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

S S. Motore per tapparelle RolSmart

S S. Motore per tapparelle RolSmart IT Motore per tapparelle RolSmart Conservare le presenti istruzioni! Dopo aver montato il motore, fissare le presenti istruzioni al cavo per il tecnico elettricista. Funzioni del dispositivo: Protezione

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

Istruzioni d installazione

Istruzioni d installazione Istruzioni d installazione Modulo funzione xm10 Per i tecnici specializzati Leggere attentamente prima dell installazione. 6 720 642 976 (01/2010) IT/CH Indice Indice 1 Significato dei simboli e avvertenze

Dettagli

Estrazione con bracci a molle a balestra

Estrazione con bracci a molle a balestra Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Estrazione con bracci a molle a balestra per Vitoligno 300-H Avvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente

Dettagli

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18 Sistema di distribuzione di alimentazione SVS8 Descrizione Il sistema di distribuzione di energia elettrica SVS8 consente di ottimizzare l alimentazione DC a 24 V nelle applicazioni di processo automazione,

Dettagli

Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15

Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15 Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15 CH Indice Indice 1 Significato dei simboli e avvertenze di sicurezza....................... 3 1.1 Spiegazione dei simboli presenti nel libretto...................

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio 6304 640 0/005 IT Sieger Heizsysteme GmbH D-5707 Siegen Telefono +49 (0) 7 343-0 email: info@sieger.net Istruzioni di montaggio Quadro di comando HS 500 Pregasi conservare Indice Sicurezza...................

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC Alimentazione elettrica BA-100066 italiano, edizione 03/2007 Indice 1. Informazioni importanti 3 1.1. Introduzione 3 1.2. Dichiarazione di conformità CE (secondo

Dettagli

Premium Valvole + sistemi Sistema collegamento caldaia Regumat 220/280 DN40/50

Premium Valvole + sistemi Sistema collegamento caldaia Regumat 220/280 DN40/50 Premium Valvole + sistemi Sistema collegamento caldaia Regumat 220/280 DN40/50 Istruzioni di installazione e funzionamento Legga con attenzione le istruzioni di installazione e funzionamento prima dell'installazione

Dettagli

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 ISTRUZIONI D USO Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D802 LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 Sede europea Linkman: PRIMITECH sas Via Marchesina,

Dettagli

Alimentazione di sicurezza. La disalimentazione elettrica

Alimentazione di sicurezza. La disalimentazione elettrica Pag.1 Alimentazioni di sicurezza Definizioni e classificazione Per alimentazione dei servizi di sicurezza, più brevemente alimentazione di sicurezza, si intende l'alimentazione che ha lo scopo di garantire

Dettagli

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/ MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http:///ecdl/powerpoint/ INTERFACCIA UTENTE TIPICA DI UN SOFTWARE DI PRESENTAZIONE APERTURA E SALVATAGGIO DI UNA PRESENTAZIONE

Dettagli

SIEMENS SIMOVERT P. Generatore di tensione regolato mediante transistors con annesso convertitore per corrente continua.

SIEMENS SIMOVERT P. Generatore di tensione regolato mediante transistors con annesso convertitore per corrente continua. Manuale d'uso dell'inverter Simovert P serie 6SE20 pag. 1 di 10 SIEMENS SIMOVERT P Generatore di tensione regolato mediante transistors con annesso convertitore per corrente continua. Serie 6SE20. Convertitore

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

Servoattuatore CLDP Scheda Tecnica

Servoattuatore CLDP Scheda Tecnica Servoattuatore CLDP Scheda Tecnica Descrizione Il servoattuatore CLDP (Closed Loop Differential Pump) costituisce un asse lineare idraulico destinato per tutti gli impieghi che necessitino di alta concentrazione

Dettagli

Modulo 8. Elettronica Digitale. Contenuti: Obiettivi:

Modulo 8. Elettronica Digitale. Contenuti: Obiettivi: Modulo 8 Elettronica Digitale Contenuti: Introduzione Sistemi di numerazione posizionali Sistema binario Porte logiche fondamentali Porte logiche universali Metodo della forma canonica della somma per

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE 1) CARATTERISTICHE GENERALI pag. 1 2) ATTENZIONE pag. 1 3) DATI TECNICI pag. 1 4) INSTALLAZIONE pag. 2 5) COLLEGAMENTI

Dettagli

FUBE50000 Dispositivo di comando radio Secvest

FUBE50000 Dispositivo di comando radio Secvest FUBE50000 Dispositivo di comando radio Secvest IT Istruzioni per l'installazione e per l'uso 14 Versione 1.0 BOM 12501666 Indice Introduzione... 104 Avvertenze sulla sicurezza... 105 Dotazione... 106

Dettagli

Pannello comandi a distanza

Pannello comandi a distanza Pannello comandi a distanza 6-7 1-5 Istruzioni d uso INFORMAZIONI GENERALI PER UN USO CORRETTO DEL PANNELLO COMANDI A DISTANZA VI INVITIAMO A LEG- GERE ATTENTAMENTE IL CONTENUTO DEL PRESENTE MANUALE. AVVERTENZE

Dettagli

SRD991 Posizionatore Intelligente

SRD991 Posizionatore Intelligente Guida rapida 06.2007 QG EVE0105 B-(it) SRD991 Posizionatore Intelligente Queste istruzioni sono un supporto per consentire una guida rapida al montaggio e alla messa in servizio del posizionatore. Per

Dettagli

ACCESSORIES Generatore d Impulsi V2.0-Ex Bollettino Tecnico

ACCESSORIES Generatore d Impulsi V2.0-Ex Bollettino Tecnico 03.22 Caratteristiche: Applicazione: 50 impulsi per rivoluzione del tamburo di misura Per uso con TG05 a TG50, BG4 a BG100 Uni-direzionale Utilizzabile in zone ex-proof 3 Il generatore di impulsi per contatori

Dettagli

P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C.

P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C. P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C. L automazione di un qualunque procedimento industriale si ottiene mediante un insieme d apparecchiature, opportunamente collegate tra loro, in modo

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C Manuale di installazione PAGINA 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCC276V42C è stato progettato in conformità alla normativa EN 54-4 ed. 1999.

Dettagli

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH 1 INTRODUZIONE INTRODUZIONE DATI TECNICI GENERALI Connessioni bocche valvole Attacco alimentazione piloti sul terminale tipo 1-11 Numero massimo piloti Numero massimo valvole

Dettagli

DUA plus. 00332912-1 a edizione - 06/2008 ISTRUZIONI D USO PER L UTENTE

DUA plus. 00332912-1 a edizione - 06/2008 ISTRUZIONI D USO PER L UTENTE DUA plus 00332912-1 a edizione - 06/2008 ISTRUZIONI D USO PER L UTENTE IT INDICE Indice 1 Simbologia utilizzata nel manuale... 2 2 Uso conforme dell apparecchio... 2 3 Trattamento dell acqua... 2 4 Informazioni

Dettagli

Guida rapida. Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com

Guida rapida. Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com Guida rapida Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com s Campi d impiego... 3 Collegamento dei moduli LOGO! - KNX... 10 Conclusioni... 21 Descrizione

Dettagli

Istruzioni d uso e di montaggio

Istruzioni d uso e di montaggio Edizione 04.06 Istruzioni d uso e di montaggio Freno a molla FDW Classe di protezione IP 65 - modello protetto contro la polvere zona 22, categoria 3D, T 125 C (polvere non conduttiva) Leggere attentamente

Dettagli

PANNELLO A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

PANNELLO A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_003 rev.02 Pag. 1 PANNELLO A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 TRASDUTTORE ASITA CVM-MINI MANUALE UTENTE italiano P_003 rev.02 Pag. 2 P_003 rev.02 Pag. 3 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 4 2. DESCRIZIONE

Dettagli

Centralina SC3. cod.3401005

Centralina SC3. cod.3401005 cod.3401005 Descrizione Centralina per sistemi di riscaldamento e di riscaldamento ad energia solare, a 3 circuiti 3 uscite con regolazione del numero di giri e 1 uscita a potenziale zero, 8 ingressi per

Dettagli

SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA. Asciugabiancheria a condensa con pompa di calore ENV06 HP

SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA. Asciugabiancheria a condensa con pompa di calore ENV06 HP SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA Electrolux Home Italia S.p.A. Numero di pubblicazione Corso Lino Zanussi, 30 I - 33080 Porcia PN - 599 71 61 36 Fax: + 39 0434 394096 IT Asciugabiancheria a condensa con

Dettagli

-250 Controllo filtro 400V con regolazione dell energia solare

-250 Controllo filtro 400V con regolazione dell energia solare Istruzioni per l uso e di montaggio -250 Controllo filtro 400V con regolazione dell energia solare Art. Nr.: 3100000440 Dati Tecnici: Dimensioni: Tensione di esercizio: Assorbimento di potenza del controllo:

Dettagli

ACCESSORI Generatore d Impulsi V3.2 Smart PG Bollettino Tecnico

ACCESSORI Generatore d Impulsi V3.2 Smart PG Bollettino Tecnico 03.16 Caratteristiche: 200 impulsi per rotazione del tamburo di misura Per uso con misuratori di gas modello TG05 a TG50, BG4 a BG100 Uni-direzionale Non utilizzabile in aeree ex-proof Applicazione: Componenti:

Dettagli

S1024-2POS / S10230-2POS S2024-2POS / S20230-2POS

S1024-2POS / S10230-2POS S2024-2POS / S20230-2POS APPLICAZIONI S1024-2POS / S10230-2POS S2024-2POS / S20230-2POS ATTUATORI PER SERRANDA 10/20 Nm (88/177 lb-in) PER CONTROLLO A 2 POSIZIONI Questi attuatori, direttamente accoppiati alle serrande, forniscono

Dettagli

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Sielco Elettronica S.r.l. via Edison 209 20019 Settimo Milanese (MI ) Italia

Dettagli

Manuale programmazione ISO

Manuale programmazione ISO DOCUMENTAZIONE PER L UTENTE Manuale programmazione ISO SIDAC S.r.L 21017 Samarate (Varese) Via Acquedotto, 111 E_Mail info@sidaccnc.it Tel. 0331.22.30.19 r.a. Fax. 0331.22.30.78 1 Ver. 1.0 - Aggiornamento

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Resistenza elettrica EHE. per il personale specializzato. Resistenza elettrica EHE

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Resistenza elettrica EHE. per il personale specializzato. Resistenza elettrica EHE Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Resistenza elettrica EHE 6 kw e 12 kw per l'installazione nel bollitore Avvertenze sulla validità all'ultima pagina Resistenza

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

CPU 317T-2 DP: Comando di un asse. virtuale SIMATIC. Sistema di automazione S7-300 CPU 317T-2 DP: Comando di un asse virtuale.

CPU 317T-2 DP: Comando di un asse. virtuale SIMATIC. Sistema di automazione S7-300 CPU 317T-2 DP: Comando di un asse virtuale. CPU 317T-2 DP: Comando di un asse virtuale SIMATIC Sistema di automazione S7-300 CPU 317T-2 DP: Comando di un asse virtuale Introduzione 1 Preparazione 2 Moduli didattici 3 Ulteriori informazioni 4 Getting

Dettagli

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N.

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N. N. ordine : 1079 00 Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente da elettrotecnici. In caso di inosservanza

Dettagli

Un carico utilizzatore della potenza di 1000 W deve essere protetto da interruttore magnetotermico? Risposta di: Fausto LEONE Data: 5 maggio 2006

Un carico utilizzatore della potenza di 1000 W deve essere protetto da interruttore magnetotermico? Risposta di: Fausto LEONE Data: 5 maggio 2006 Quesito QET.001 ELETTROTECNICA Un carico utilizzatore della potenza di 1000 W deve essere protetto da interruttore magnetotermico? Risposta di: Fausto LEONE Data: 5 maggio 2006 I conduttori attivi devono

Dettagli

Introduzione. Indice. Menu Chiamata diretta... 60 Menu Bluetooth... 60 51

Introduzione. Indice. Menu Chiamata diretta... 60 Menu Bluetooth... 60 51 Introduzione Indice Complimenti per aver acquistato l'elemento di comando comfort! Queste Istruzioni d'uso sono valide per i veicoli con predisposizione ET5 (non cablata) per telefoni cellulari in abbinamento

Dettagli

VIPA FM355 / R355 Unità di regolazione a 4/8 canali per Siemens S7-300 e VIPA System 300V

VIPA FM355 / R355 Unità di regolazione a 4/8 canali per Siemens S7-300 e VIPA System 300V Istruzioni per l uso VIPA FM355 / R355 Unità di regolazione a 4/8 canali per Siemens S7-300 e VIPA System 300V 3-349-328-10 14/8.06 Indice Pagina 1 Messa in servizio...5 1.1 Istruzioni di sicurezza...5

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE

MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE BM_500B-7 BM_500M-7 Indice 1. Dotazione. 2 2. Funzioni. 3 3. Installazione. 3 4. Programmazione. 9 5. Specifiche tecniche. 13 6. Manutenzione. 13 7.

Dettagli

Keystone EPI-2 - Attuatore elettrico a quarto di giro

Keystone EPI-2 - Attuatore elettrico a quarto di giro Gamma avanzata di attuatori elettrici a quarto di giro per coppie di manovra da 63 a 2000 Nm Caratteristiche Dati tecnici Ciclo del motore elettrico (a 40 C): S3-100% per azionamenti di apertura/chiusura.

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

Rilevatore di presenza Tipo: 6132-2x-102

Rilevatore di presenza Tipo: 6132-2x-102 396704 Il sensore di movimento si collega al bus mediante un dispositivo di accoppiamento da incasso. È in grado di trasmettere telegrammi per la commutazione di attuatori EIB. Tramite un commutatore a

Dettagli

Dohse Aquaristik GmbH & Co. KG www.dohse-aquaristik.com

Dohse Aquaristik GmbH & Co. KG www.dohse-aquaristik.com Una marca da Dohse Aquaristik Istruzioni per l uso del ph-control eco Codize 43000 Dohse Aquaristik GmbH & Co. KG www.dohse-aquaristik.com Indice 1. Introduzione... 3 1.1 Display 1.2 Indicazioni per la

Dettagli

INFORMAZIONI TECNICHE

INFORMAZIONI TECNICHE INFORMAZIONI TECNICHE 1. Generalità L impiego delle apparecchiature elettriche ed elettroniche è in rapida crescita e ciò comporta che un numero sempre maggiore di impianti nei settori dell Energia, del

Dettagli

Serie T6590 DISPOSITIVO DI CONTROLLO PER UNITÀ TERMOVENTILANTI

Serie T6590 DISPOSITIVO DI CONTROLLO PER UNITÀ TERMOVENTILANTI APPLICAZIONI Serie T6590 DISPOSITIVO DI CONTROLLO PER UNITÀ TERMOVENTILANTI I termostati digitali serie T6590 possono essere impiegati per controllare valvole, ventole e riscaldatori elettrici ausiliari

Dettagli

M1600 Ingresso/Uscita parallelo

M1600 Ingresso/Uscita parallelo M1600 Ingresso / uscita parallelo M1600 Ingresso/Uscita parallelo Descrizione tecnica Eiserstraße 5 Telefon 05246/963-0 33415 Verl Telefax 05246/963-149 Data : 12.7.95 Versione : 2.0 Pagina 1 di 14 M1600

Dettagli

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Indice 1 Premessa3 1.1 Spiegazione dei simboli 3 2 Indicazioni di sicurezza 4 2.1 Requisiti

Dettagli

DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_003 rev.05 Pag. 1 DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 TRASDUTTORE ASITA CVM-MINI MANUALE UTENTE italiano P_003 rev.05 Pag. 2 P_003 rev.05 Pag. 3 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 4 2. DESCRIZIONE

Dettagli

Smart-RTC RT Econ U RT Econ A

Smart-RTC RT Econ U RT Econ A Smart-RTC RT Econ U RT Econ A Istruzioni d uso e montaggio Regolatore della temperatura ambiente per il collegamento al programmatore della pompa di calore N. d'ordinazione: 452114.66.73 83288408 FD 9105

Dettagli

Keystone OM13 - Scheda di comando a 3 fili per EPI-2 Istruzioni di installazione e manutenzione

Keystone OM13 - Scheda di comando a 3 fili per EPI-2 Istruzioni di installazione e manutenzione Prima dell'installazione, leggere attentamente le seguenti istruzioni Sommario 1 Modulo opzinonale OM13: Comando a 3 fili... 1 2 Installazione... 2 3 Regolazione e configurazione della scheda OM13... 8

Dettagli

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT Ventilatori a canale Gruppo articoli 1.60 Istruzioni di installazione per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase Conservare con cura per l utilizzo futuro! I212/06/02/1 IT

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO

MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 Combinatore Telefonico MINITRIS PSTN Art. 1799MINITRIS-PSTN MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO 1 Generalità... 4

Dettagli

Correzioni del manuale 19298439

Correzioni del manuale 19298439 Tecnica degli azionamenti \ Automazione \ Integrazione di sistema \ Servizi di assistenza Correzioni del manuale 19298439 Controllo di applicazione e azionamento decentralizzato MOVIPRO -ADC con interfaccia

Dettagli

CONTROLLO ELETTRONICO CLIMATIZZAZIONE

CONTROLLO ELETTRONICO CLIMATIZZAZIONE CONTROLLO ELETTRONICO CLIMATIZZAZIONE TH500 Pannello autista semplice TH505 Pannello autista completo TH510 Control box THERMOBUS MANUALE D ISTRUZIONI PER L OPERATORE Dicembre 2005 / Rev.C Versione software

Dettagli