APPLICAZIONE. Valore nominale confortevole FUNZIONI. 5 Generazione convertitori STÖBER DETTAGLI PARAMETRI V /2006 I. Switch

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "APPLICAZIONE. Valore nominale confortevole FUNZIONI. 5 Generazione convertitori STÖBER DETTAGLI PARAMETRI V 5.2 09/2006 I. Switch"

Transcript

1 APPLICAZIONE Valore nominale confortevole FUNZIONI 5 Generazione convertitori DETTAGLI PARAMETRI V /2006 I IM MSB IA bus di campo Applicazione POSI Switch

2 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori Sommario SOMMARIO 1. Informazioni sulla sicurezza Hardware Software 3 2. Introduzione KSW-4 3. Scegliere il tipo di riferimento KSW-5 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti KSW Unità utenti con un riferimento della velocità KSW Unità utenti con un riferimento della coppia KSW Passaggio riferimento velocità/coppia KSW Passaggio comando conduzione/ sequenza nella modalità velocià/velocità KSW Passaggio comando conduzione/ sequenza nella modalità coppia/velocità KSW Combinazione dei riferimenti KSW Riferimento principale invariato KSW Riferimento principale + riferimento assoluto KSW Riferimento principale + riferimento percentuale KSW Riferimento fattore (ponderazione) KSW Passaggio del riferimento principale KSW Riferimenti disponibili KSW Riferimento esterno, riferimento offset 1 e 2 KSW Valori fissi e riferimenti fissi KSW Riferimenti fissi KSW Valori fissi KSW Potenziometro motorizzato KSW Regolatore PID KSW N-attuale KSW Altre funzioni KSW Impostazione dei parametri dei limiti della velocità e della coppia KSW Limiti della coppia KSW Drehzahlgrenzen KSW Funzioni supplementari KSW Mascheramenti della velocità KSW Comando d'arresto KSW Controllo di settore e riduzione dell indicazione KSW Abilitazione di referimento KSW Fault KSW Bus di campo KSW-69 KSW Parameter legend KSW Parameter list KSW-70

3 5 generazione convertitori 1. Informazioni sulla sicurezza 1 INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale di istruzione contiene informazioni da osservare per la prevenzione di danni a persone e materiali. Le informazioni sono classificate secondo il grado di pericolosità e rappresentate nel modo seguente: ATTENZIONE Significa che la mancata osservanza delle rispettive avvertenze può provocare una situazione o condizione non voluta. PRUDENZA Senza triangolo di segnalazione significa che la mancata osservanza delle rispettive misure precauzionali può provocare dei danni materiali. PRUDENZA Con triangolo di segnalazione significa che la mancata osservanza delle rispettive misure precauzionali può provocare lesioni corporee e danni materiali. AVVERTENZA Significa che la mancata osservanza delle misure precauzionali può costituire un imminente pericolo di morte e causare notevoli danni materiali. PERICOLO Significa che la mancata osservanza delle misure precauzionali avrà la conseguenza di un imminente pericolo di morte e causare notevoli danni materiali. NOTA Significa che occorre prestare una particolare attenzione ad un informazione importante relativa al prodotto o a evidenziare una parte della documentazione particolarmente da osservare. AZIONE Richiama l'attenzione relativa ad un'azione particolarmente importante nella manipolazione del prodotto. 1.1 Hardware AVVERTENZA Leggere assolutamente le presenti istruzioni prima del montaggio e la messa in servizio, affinché non si verifichino delle complicazioni evitabili con la messa in servizio e/oppure esercizio. Nei POSIDRIVE delle serie costruttive FDS e MDS ai sensi della norma DIN EN (in passato VDE 0160) si tratta di un dispositivo di servizio elettrico dell'elettronica di potenza (BLE) per la regolazione del flusso energetico in impianti ad alto amperaggio. Questi dispositivi sono esclusivamente concepiti per l'alimentazione delle macchine servoasservite (MDS) e asincrone (FDS, MDS). L handling, il montaggio, l'esercizio e la manutenzione sono consentiti soltanto in una scrupolosa osservanza e rispetto delle prescrizioni vigenti in loco e oppure dei modelli vigenti ai sensi di legge, regolamentazioni tecniche e informazioni riportate nella presente documentazione tecnica. Questo è un prodotto della classe di distribuzione ristretta secondo la normativa IEC In un ambiente abitativo questo prodotto può causare disfunzioni ad alta frequenza, motivo per cui all'utente possono essere imposte rispettive misure preventive. L'esercente deve garantire affinché vengano scrupolosamente rispettate tutte le regolamentazioni e prescrizioni vigenti in loco. 1

4 5 generazione convertitori 1. Informazioni sulla sicurezza L'esercente deve provvedere affinché vengano osservate scrupolosamente tutte le informazioni di sicurezza riportate negli altri paragrafi (punti) e le rispettive specifiche. AVVERTENZA Prudenza! Elevata tensione di contatto! Pericolo di shock! Pericolo di morte! Con la tensione di rete allacciata non è consentito aprire in nessun caso l'alloggiamento o allentare dei collegamenti. Un'apertura del convertitore può avvenire solamente dopo aver disinserito la corrente (tutte le spine e cavi di potenza devono essere staccati), non prima di 5 min. dopo il disinserimento della tensione di rete, ad esempio per montare o smontare delle schede opzionali. Il presupposto per un funzionamento perfetto e irreprensibile del convertitore sono una progettazione e montaggio appropriati dell'attuatore del convertitore. Il trasporto, l'installazione, la messa in servizio e il comando dell'apparecchio sono attività riservate esclusivamente a personale qualificato e specializzato. Osservare soprattutto: Classe di protezione ammessa: Messa a terra di protezione; l'esercizio è ammissibile soltanto con il collegamento del conduttore di protezione secondo le prescrizioni. Non è possibile un funzionamento diretto degli apparecchi in reti IT. I lavori di installazione devono essere effettuati solamente dopo aver disinserito la tensione. Durante l'esecuzione di lavori all'attuatore, è necessario interdire l'abilitazione e sconnettere il completo attuatore dalla rete. (Osservare queste 5 regole di sicurezza). Tempo di scaricamento dei condensatori del circuito intermedio > 5 minuti. Non è consentito penetrare all'interno dell'apparecchio con degli oggetti di qualsiasi genere. Durante il montaggio o l'esecuzione di altri lavori all'interno dell'armadio di comando, è necessario proteggere l'apparecchio contro una caduta accidentale dei componenti (residui di, fili, conduttori, componenti metallici, ecc.). I componenti con proprietà con conduttive all'interno del convertitore possono provocare un corto circuito o un guasto dell'apparecchio. Prima della messa in servizio sono inoltre da rimuovere le coperture, affinché non si verifichi nessun surriscaldamento dell'apparecchio. Il convertitore deve essere installato all'interno di un armadio di comando, in cui non viene superata la massima temperatura ambientale (si veda ai dati tecnici). È consentito utilizzare esclusivamente conduttori di rame. La sezione dei conduttori da utilizzare è da apprendere alla tabella della norma NEC ad una temperatura di 60 o C o 75 o C. Per danni attribuibili ad una mancata osservanza delle istruzioni o delle rispettive prescrizioni, la ditta GmbH + Co. KG non si assumerà alcuna responsabilità. Il motore deve possedere un dispositivo di monitoraggio integrale della temperatura, o essere provvisto di un interruttore salvamotore esterno. Adatto soltanto per l'utilizzo in reti d'alimentazione elettrica che forniscono al massimo una corrente di cortocircuito nominale simmetrica pari a 5000 A a 480 Volt. Ci riserviamo apportare modifiche tecniche finalizzate a migliorie dell'apparecchio. La presente documentazione rappresenta una descrizione del prodotto. Qui non si tratta di proprietà garantite ai sensi dei diritti di garanzia. 2

5 5 generazione convertitori 1. Informazioni sulla sicurezza 1.2 Software Utilizzo del software POSITool Manutenzione del prodotto Il pacchetto software POSITool consente una scelta dell'applicazione, adattamento dei parametri e osservazione dei segnali della 5 generazione di convertitori. Con la selezione dell'applicazione e il trasferimento di questi dati ad un convertitore, viene determinata la funzionalità. Il programma è proprietà della ditta GmbH + Co. KG e protetto ai sensi dei diritti d'autore. Il programma viene concesso all'utente con una rispettiva licenza. La cessione del software avviene esclusivamente in forma meccanicamente leggibile. La ditta GmbH + Co. KG concede al cliente un diritto non esclusivo ad utilizzare il programma (licenza), purché acquistato legalmente. Il cliente è autorizzato ad utilizzare il programma per le attività e funzioni sopra descritte nonché a creare ed installare copie del programma, inclusa una copia di sicurezza (backup) per scopi di supporto e utilizzo. Le condizioni della presente licenza valgono per ogni copia. Il cliente si impegna ad applicare su ogni copia del programma una nota di copyright e tutte le altre notifiche di proprietà. Il cliente non è autorizzato ad utilizzare il programma per scopi diversi da quelli descritti nelle presenti disposizioni, né a modificarlo, inoltrarlo ovvero trasferirlo; inoltre, non è consentito trasformare/convertire il programma (reverse assemble, reverse compile) o tradurlo in altro mondo, cedere il programma in sottolicenza, in locazione o leasing. L'obbligo di manutenzione si riferisce alle due ultime attuali versioni del programma create dalla ditta GmbH + Co. KG e abilitate per l'utilizzo dalla stessa. La GmbH + Co. KG si impegnerà a rimediare difetti del programma o a mettere a disposizione del cliente una nuova versione del programma originale della GmbH + Co. KG. Qualora non fosse possibile in casi singoli rimediare immediatamente il difetto, la ditta GmbH + Co. KG provvederà a trovare una soluzione provvisoria, che potrebbe necessariamente richiedere l'osservanza di particolari prescrizioni di utilizzo da parte dell'utente. Il diritto al rimedio di difetti sussiste solamente quando l'errore segnalato è riproducibile o registrabile meccanicamente con rispettivi dispositivi. Eventuali difetti dovranno comunque essere segnalati in forma comprensibile, indicando delle informazioni opportune e finalizzate al rimedio del difetto verificatosi. Per i programmi che sono stati sottoposti a modifiche o altri interventi illeciti da parte del cliente non sussiste alcun obbligo di rimedio di eventuali difetti, fatta salva la clausola che il cliente in relazione alla segnalazione del difetto possa dimostrare che l'intervento non ha causato il difetto. La GmbH + Co. KG si impegnerà a conservare le rispettive versioni attualmente valide del programma in un luogo specialmente e particolarmente protetto (cassaforte antincendio per supporti informatici). 3

6 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 2. Introduzione 2 INTRODUZIONE Introduzione L assistente di riferimento comfort Segnale d ingresso e d uscita Segnali d ingresso binari Segnali d ingresso analogici Segnali di stato Con l applicazione del riferimento comfort riceve numerose funzionalità per il funzionamento della velocità e della coppia. Si può scegliere tra i seguenti tipi di riferimento: Riferimento della velocità Riferimento della coppia Passaggio tra riferimento della velocità e della coppia durante il funzionamento Passaggio tra comando di conduzione/sequenza, ovvero il passaggio tra un riferimento interno della velocità ed il riferimento di un comando del master (riferimento di conduzione). Inoltre il master può prestabilire il riferimento della velocità oppure della coppia. Il riferimento interno è in ogni caso un riferimento della velocità. Per i diversi tipi di riferimenti vi sono a disposizione interfacce di riferimento come riferimenti analogici, riferimenti fissi oppure potenziometro motorizzato. Si possono utilizzare come complemento mascheramenti della velocità, dei comparatori e delle altre funzioni aggiuntive. La presente descrizione è orientata verso il montaggio dell assistente di riferimento comfort. Per una migliore comprensione la tecnica d avanzamento di consiglia quindi di approfondire la descrizione per mezzo dell assistente. Per raggiungere l assistente, aprire in POSITool l applicazione di riferimento comfort. Per una maggiore informazione dei segnali d ingresso e d uscita, vi sono tabelle dei segnali alla fine di alcuni paragrafi. Le tabelle dei segnali sono composte nel seguente modo: Le tabelle dei segnali per ingressi binari contengono oltre alla denominazione ed una descrizione, il parametro di scelta (Selettore), con cui regolare la fonte del segnale. Si può scegliere tra un ingresso binario oppure un bus di campo. Se si sceglie il bus di campo (Impostazione 2:Parametro), la colonna Immagine del bus di campo, indica su quale indirizzo trasferire il segnale. La colonna Parametro di visualizzazione indica lo stato del segnale indipendentemente dalla sorgente impostata nel selettore. Si può impostare per alcuni segnali d ingresso binario anche un parametro di ritardo di accensione e di spegnimento. I parametri nei quali inserire i tempi di ritardo si trovano nelle colonne Tempo ON e Tempo OFF. Si può trovare anche per i segnali d ingresso analogici oltre la denominazione e la descrizione, l indicazione del Selettore, l Immagine del bus di campo e il Parametro di visualizzazione. Il parametro indicato come Immagine del bus di campo si può utilizzare per ottenere durante il funzionamento un valore costante. Posizionare il selettore su 4:Parametro ed indicare inoltre in questo parametro il valore desiderato. In questo caso, il collegamento di un sistema di bus di campo non è necessario. Inoltre, si può eseguire per alcuni segnali una riduzione della linea caratteristica. Il parametro di riduzione si trova nella colonna Riduzione. Ciascuna descrizione spiega come eseguire una riduzione della linea caratteristica. Anche le tabelle dei segnali di stato binari contengono la denominazione e la descrizione. La colonna Immagine del bus di campo indica l indirizzo, dal quale si può leggere il segnale mediante bus di campo. La colonna Parametro singolo segna il parametro con il quale si può indicare il segnale su un uscita binaria. KSW-4

7 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 3. Scegliere il tipo di riferimento 3 SCEGLIERE IL TIPO DI RIFERIMENTO Cosa si conoscerà in questo capitolo... In questo capitolo si conoscerà cos è un tipo di riferimento e quali tipi di riferimento l applicazione del riferimento comfort mette a disposizione, come e dove scegliere il tipo di riferimento e quali altri dettagli esistono per i tipi di riferimento. Tipi di riferimento Si definisce tipo di riferimento il modo e la maniera di regolazione del motore. Nell applicazione riferimento comfort si può scegliere tra i seguenti tipi di riferimento: Riferimento della velocità, ovvero la regolazione della velocità del motore. Si utilizza un riferimento della velocità per esempio con meccanismi di trascinamento nastro, pompe e ventilatori. Riferimento della coppia, ovvero la regolazione della coppia. Un riferimento della coppia è impiegato per esempio con iniezioni e con avvitatrici. Il passaggio tra riferimento della velocità e della coppia, ovvero il passaggio tra la regolazione della velocità e della coppia durante il funzionamento. Si utilizza il passaggio tra le regolazioni per esempio con rulli di pressione. Passaggio tra comando di conduzione/sequenza, ovvero il passaggio da un riferimento interno ad un riferimento del master. Si valuta con ciò il riferimento interno come riferimento della velocità. Il riferimento esterno può essere usato come riferimento della coppia oppure della velocità. Questo tipo di riferimento è utilizzato per esempio con una giunzione pluri-assiale con Slave staccabile. Così si sceglie il tipo di riferimento Scegliere il tipo di riferimento sulla pagina 1 dell assistente di riferimento comfort (v. Figura 3-1). Si mette in funzione un tipo di riferimento, attivando il campo opzionale relativo. Figura 3-1 assistente di riferimento comfort (pagina 1): Scelta del tipo di riferimento KSW-5

8 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 3. Scegliere il tipo di riferimento Passaggio riferimento velocità/coppia Se sceglie un passaggio di regolazione durante il funzionamento, riceve a pagina 1 dell'assistente l'indicazione del parametro D112 (Figura 3-2). Scegliere nel selettore D112 una sorgente di segnale (entrata binaria oppure parametro bus di campo). Si può cambiare questo segnale durante il funzionamento tra i tipi di regolazione. In caso di livello Low si usa la regolazione della velocità, con livello High è attiva la regolazione della coppia. Figura 3-2 Regolazione per il passaggio del riferimento velocità/coppia KSW-6

9 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 3. Scegliere il tipo di riferimento Passaggio di comando di conduzione/ di sequenza Se si utilizza il passaggio da comando di conduzione e di sequenza, saranno indicati il parametro D111 e altri campi opzionali (Figura 3-3). Scegliere in questo selettore una sorgente di segnale (entrata binaria oppure parametro bus di campo). Si può cambiare questo segnale durante il funzionamento scegliendo tra Master e Slave. A livello Low si procede con il riferimento della velocità interna, a livello High segue l azionamento del riferimento del Master. Attivare attraverso gli altri campi opzionali, se utilizzare il passaggio velocità/velocità oppure coppia/velocità. Con il passaggio coppia/velocità si valuta il riferimento master come riferimento della coppia. Figura 3-3 Regolazione per il passaggio del comando di conduzione/sequenza Dettagli La pagina 1 nell assistente del riferimento comfort influisce sul parametro C61. Con questo parametro si stabilisce, se utilizzare una regolazione della velocità oppure della coppia. Con un riferimento della velocità si regola C61 su 0:inattivo. Per un riferimento della coppia si esegue la regolazione su C61=1:attivo. Se si utilizza il passaggio tra la regolazione della velocità e della coppia, avviene il passaggio attraverso il segnale scelto in D112. Per l utilizzo del tipo di riferimento comando di conduzione/sequenza con passaggio velocità/velocità, C61 viene impostato su 0:inattivo. Con il passaggio coppia/velocità si porta C61 su 1:attivo. La distinzione, se utilizzare la regolazione della coppia oppure della velocità, è resa attraverso il segnale scelto in D111. A livello Low è attiva la regolazione della velocità, a livello High la regolazione della coppia. Segnale Funzione Selettore Immagine bus di campo Visualizzaz ione parametro Tempo ON Tempo OFF Passaggio conduzione/sequenza A livello High si passa al riferimento di conduzione (D140) D111 D210 Bit11 D311 D411.0 D411.1 Passaggio velocità/coppia Segnale binario per il passaggio tra velocità e regolazione della coppia. In caso di livello Low si utilizza la regolazione della velocità, con livello High è attiva la regolazione della coppia. Tabella 3-1 Tabella dei segnali scelta del tipo di riferimento D112 D210 Bit12 D312 D412.0 D412.1 KSW-7

10 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti 4 VISUALIZZAZIONE DEI RIFERIMENTI IN UNITÀ UTENTI Cosa si conoscerà in questo capitolo... Unità utenti In questo capitolo si conoscerà cosa sono le unità utenti, se e come ridurre il suo riferimento in unità utenti e Per una rappresentazione semplificata si possono visualizzare riferimenti nell applicazione del riferimento comfort in unità utenti, p. es. bottiglie/s con un nastro trasportatore per bottiglie. Mentre si osservano tutte le trasmissioni della velocità del motore. Si esegue il calcolo delle unità utenti nell assistente del riferimento comfort. Il calcolo è dipendente dal tipo di riferimento utilizzato. Scegliere per ciò una delle possibilità a pagina 1. Tipo di riferimento. Infine, si può far eseguire il calcolo sulla pagina successiva. Il calcolo per ogni tipo di riferimento sarà in seguito descritto in un paragrafo. ATTENZIONE Osservare per cortesia, che la riduzione deve essere eseguita soltanto se si vuole per esempio rappresentare l indicazione dei valori in unità utenti. Se è sufficiente la rappresentazione nell unità rpm, non si devono compiere le riduzioni descritte nei paragrafi seguenti. In questo caso può saltare il capitolo 4 e continuare a leggere il capitolo Unità utenti con un riferimento della velocità Cosa si conoscerà in questo paragrafo... Riduzione del riferimento In questo paragrafo imparerà, come ridurre un riferimento della velocità in unità utenti. Per poter eseguire la riduzione, deve aver attivato a pagina 1 dell assistente il riferimento della velocità. In Figura 4-1 è rappresentata la pagina dell assistente 2.1. Essa indica il montaggio di una macchina con motore, ingranaggi e altre trasmissioni. Figura 4-1 Ridimensionamento per il tipo di riferimento velocità KSW-8

11 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Elaborare intanto i parametri nella parte superiore della pagina (Figura 4-2): Stabilire in D86 il numero delle cifre decimali, con cui rappresentare le velocità. Inserire in D89 l unità di misura desiderata per la velocità, p. es. settori/s. Osservare, che non si possono inserire più di 8 segni. Per calcolare correttamente il riferimento di tempo interno, attivare il campo opzionale relativo al suo inserimento in D89. Esempio: In D89 è stato inserito settore/s. In questo caso, attivare il campo opzionale /sec. Inserire in D56 la velocità nominale della macchina. Figura 4-2 Parametro per la riduzione in unità utenti In seguito può inserire nella sezione inferiore le trasmissioni dell ingranaggio (Figura 4-3). 1. Si conosce già il rapporto matematico tra la velocità del motore in rpm e la macchina in unità utenti. In questo caso inserire direttamente in D87 il rapporto contatore (velocità della macchina) e D88 denominatore (velocità del motore). 2. Non si conosce ancora il rapporto. In questo caso per il calcolo riceve l'aiuto dell'assistente. Procedere nel seguente modo: Inserire la trasmissione dell ingranaggio aggiunta al motore. Per evitare errori d arrotondamento, inserire un valore il più possibile esatto. Per gli ingranaggi di TECNICA D AVANZAMENTO GmbH+Co. KG si trova l esatta trasmissione nei cataloghi. Impostare un altra trasmissione nei campi n3 e n4 (rapporto delle velocità), Z3 e Z4 (rapporto del numero di denti) oppure D3 e D4 (rapporto del diametro). Dopo l ingranaggio al motore, se non si ha più nessun altra trasmissione, inserire nei campi il rapporto 1:1. Si esegue nell'ultimo paragrafo il calcolo della velocità dopo l'ultima trasmissione nelle unità utenti Inserire per ciò la lunghezza del formato in mm (p. es. la lunghezza del formato di una bottiglia). Impostare infine o D4 oppure la costante di avanzamento Cv (distanza/giri della ruota della presa di moto). Azionare il pulsante Calcolare. Il risultato è infine segnato in D87 e D88. Figura 4-3 Calcolo della velocità del motore in velocità della macchina KSW-9

12 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti 4.2 Unità utenti con un riferimento della coppia Cosa si conoscerà in questo paragrafo... Riduzione del riferimento In questo paragrafo imparerà, come ridimensionare un riferimento della coppia in unità utenti. Per poter eseguire la riduzione, deve essere stato attivato a pagina 1 dell assistente il riferimento della coppia. Figura 4-4 indica la pagina dell assistente 2.2. Essa indica il montaggio di una macchina con motore, ingranaggi e altre trasmissioni. Figura 4-4 Riduzione nel tipo di riferimento della coppia Elaborare intanto i parametri nella parte superiore della pagina (Figura 4-5) Stabilire in D86 la precisione, con cui devono essere rappresentate le coppie. Inserire in D89 l unità di misura desiderata per la coppia oppure la forza, p. es. %. E osservare che, non si possono inserire più di 8 segni. Inserire in D56 la coppia nominale della macchina. Figura 4-5 Parametro D86, D89 e D56 KSW-10

13 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti In seguito si può inserire nella parte inferiore le trasmissioni dell ingranaggio (Figura 4-6). Ci sono per ciò due possibilità: 1. Si conosce già il rapporto matematico tra la coppia del motore e la macchina in unità utente. In questo caso inserire direttamente in D87 il rapporto contatore (coppia alla presa di moto) e D88 denominatore (coppia motore). 2. Non si conosce ancora il rapporto. In questo caso per il calcolo riceve l'aiuto dell'assistente. Procedere nel seguente modo: Inserire la trasmissione dell ingranaggio aggiunto al motore ed il rendimento. Per evitare errori d arrotondamento, utilizzare un valore il più possibile esatto. Per gli ingranaggi di TECNICA D AVANZAMENTO GmbH+Co. KG si trova l esatta trasmissione nei cataloghi. Impostare un altra trasmissione nei campi n3 e n4 (rapporto dei regimi), Z3 e Z4 (rapporto del numero di denti) oppure D3 e D4 (rapporto del diametro). Inserire anche per questa trasmissione un rendimento. Dopo l ingranaggio al motore, se non si ha più nessun altra trasmissione, inserire nei campi il rapporto 1:1 e il rendimento 1. Si esegue nell'ultimo paragrafo il calcolo della coppia dopo l'ultima trasmissione nelle unità utenti. Azionare per ciò o il pulsante "Forza" oppure il pulsante "Coppia". Inserire nei campi d immissione indicati il fattore di calcolo tra forza risp. coppia e l unità utente. Esempio: 3.5 Nm corrispondono a 1 unità utente. In questo caso azionare il pulsante Coppia ed inserire nel campo d immissione il fattore 3,5. Azionare il pulsante Calcolare. Il risultato è infine segnato in D87 e D88. Figura 4-6 Calcolo del rapporto di trasmissione KSW-11

14 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti 4.3 Passaggio riferimento velocità/coppia Cosa si conoscerà in questo paragrafo... Riduzione del riferimento In questo paragrafo conoscerà come ridurre riferimenti quando a pagina 1 dell assistente è stato attivato il passaggio tra riferimento velocità e coppia. Figura 4-7 indica la pagina dell assistente 2,3. Per non dover eseguire riduzioni impegnativi per il funzionamento della velocità e della coppia, si può ridimensionare questo tipo di riferimento soltanto in %. Procedere nel seguente modo: Stabilire in D86 la precisione della rappresentazione. Inserire in D89 la %. Inserire in D56 100%. Inserire in D87 una percentuale e impostare in D88 il regime adatto. Esempio: D87= 50%, D88 = 1000 Con ciò un riferimento del 50% corrisponde ad una velocità di 1000 rpm. Figura 4-7 Riduzione per il tipo di riferimento passaggio velocità/coppia KSW-12

15 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti 4.4 Passaggio comando conduzione/sequenza nella modalità velocià/velocità Cosa si conoscerà in questo paragrao... Riduzione del riferimento In questo paragrafo imparerà, come ridurre i riferimenti in unità utenti con comando di conduzione/sequenza con passaggio velocità/velocità. Per poter eseguire la riduzione, deve essere stato attivato a pagina 1 dell assistente il comando conduzione/sequenza con passaggio velocità/velocità. Figura 4-8 indica la pagina dell assistente 2,4. Essa indica il montaggio di una macchina con motore, ingranaggi e altre trasmissioni. Figura 4-8 Riduzione per il tipo di riferimento comando conduzione/sequenza in modalità velocità/velocità Elaborare intanto i parametri nella parte superiore della pagina (Figura 4-9) Stabilire in D86 la precisione, con cui devono essere rappresentate le velocità. Inserire in D89 l unità di misura desiderata per la velocità, p. es. settori/s. E osservare che non si possono inserire più di 8 segni. Per calcolare correttamente il riferimento di tempo interno, attivare il campo opzionale relativo al suo inserimento in D89. Esempio: In D89 è stato inserito settori/s. In questo caso, bisogna attivare come riferimento di tempo il campo opzionale /sec. Inserire in D56 la velocità nominale della macchina. Figura 4-9 Parametri D86, D89 e D56 In seguito può inserire nella parte inferiore le trasmissioni dell ingranaggio (Figura 4-10). Ci sono per ciò due possibilità: 1. Conosce già il rapporto matematico tra la velocità del motore in rpm e la macchina in unità utenti. In questo caso inserire direttamente in D87 il rapporto contatore (velocità della macchina) e D88 denominatore (velocità del motore). 2. Non si conosce ancora il rapporto. In questo caso per il calcolo riceve l'aiuto dell'assistente. Procedere nel seguente modo: KSW-13

16 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Inserire la trasmissione dell ingranaggio aggiunta al motore. Per evitare errori di arrotondamento, inserire un valore il più possibile esatto. Per gli ingranaggi di GmbH+Co. KG si trova l esatta trasmissione nei cataloghi. Impostare un altra trasmissione nei campi n3 e n4 (rapporto delle velocità), Z3 e Z4 (rapporto del numero di denti) oppure D3 e D4 (rapporto del diametro). Dopo l ingranaggio al motore, se non si ha più nessun altra trasmissione, inserire nei campi il rapporto 1:1. Si esegue nell'ultimo paragrafo il calcolo della velocità dopo l'ultima trasmissione nelle unità utenti. Inserire per ciò la lunghezza del formato in mm (p. es. la lunghezza del formato di una bottiglia). Impostare infine o D4 oppure la costante di avanzamento Cv (lunghezza d avanzamento al giro della ruota della presa di moto). Azionare il pulsante Calcolare. Il risultato è infine segnato in D87 e D88. Figura 4-10 Riduzione per il tipo di riferimento comando conduzione/sequenza in modalità velocità/velocità Impostazione del rapporto comando di conduzione/sequenza Attraverso il pulsante "Rapporto comando conduzione/sequenza" si giunge alla pagina (Figura 4-11). Questa pagina semplifica l impostazione dei parametri di un accoppiamento 1:1, se il riferimento di conduzione è collegato attraverso un ingresso analogico. Determinare con un test ad una velocità del Master la corrispondente tensione che il riferimento conduzione fornisce allo Slave. Trasferire i valori determinati nel primo rigo della pagina Scegliere nel parametro D140 un ingresso analogico. Azionare il pulsante Calcolare. Si calcola il fattore dell ingresso analogico, in modo che il Master e lo Slave procedono alla stessa velocità (accoppiamento 1:1). KSW-14

17 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Figura 4-11 Impostazione dei parametri del rapporto comando di conduzione/sequenza Azionando il pulsante Configurazione dell ingresso analogico, si giunge alla pagina A (Figura 4-12). In questa pagina s imposta l'interfaccia del riferimento di conduzione, se è stato messo a disposizione il riferimento di conduzione attraverso un ingresso analogico. Se il riferimento di conduzione è trasmesso attraverso bus di campo al convertitore, impostare D140=4:Parametro. Osservare che l indicazione dalla Figura 4-12 dipende dalla scelta dell ingresso analogico. Dettagli per le impostazioni si trovano nelle relative descrizioni di parametro nella sezione inferiore dell assistente. Figura 4-12 Impostazione del parametro della sorgente di segnale per il riferimento di conduzione KSW-15

18 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Segnali analogici Segnale Funzione Selettore Riferimento di conduzione Il segnale Riferimento di conduzione può essere comandato con l ingresso analogico oppure bus di campo. Con questo segnale si può realizzare un funzionamento Master-Slave attraverso un accoppiamento analogico. Immagine bus di campo 4.5 Passaggio comando conduzione/sequenza nella modalità coppia/velocità Visualizzaz ione del parametro Riduzione D140 D240 D340 - Cosa si conoscerà in questo paragrafo... Riduzione del riferimento In questo paragrafo imparerà, come ridimensionare un riferimento della coppia in unità utenti Per poter eseguire la riduzione, deve essere stato attivato a pagina 1 dell assistente il riferimento della coppia. Figura 4-13 indica la pagina dell assistente 2,5. Per non dover eseguire riduzioni impegnativi per il funzionamento della velocità e della coppia, si può ridimensionare questo tipo di riferimento soltanto in %. 100% del riferimento coppia corrisponde in motori asincroni alla coppia nominale e in servomotori al momento di fermo. Si stabilisce la riduzione della velocità attraverso D87 e D88. Procedere nel seguente modo: Stabilire in D86 la precisione della rappresentazione. Inserire in D89 la %. Inserire in D56 100%. Inserire in D87 una percentuale e impostare in D88 la velocità adatta. Esempio: D87= 50%, D88 = 1000 Con ciò un riferimento del 50% corrisponde ad una velocità di 1000 rpm. Figura 4-13 Riduzione per il tipo di riferimento comando conduzione/sequenza in modalità velocità/coppia KSW-16

19 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 4. Visualizzazione dei riferimenti in unità utenti Impostazione del rapporto comando di conduzione/sequenza Attraverso il pulsante "Rapporto comando conduzione/sequenza" si giunge alla pagina (Figura 4-14). Questa pagina semplifica l impostazione dei parametri di un accoppiamento 1:1, se il riferimento di conduzione è collegato attraverso un ingresso analogico. Procedere nel seguente modo: Determinare con un test ad una coppia del Master la corrispondente tensione che il riferimento conduzione fornisce allo Slave. Trasferire i valori determinati nel primo rigo della pagina Impostare il parametro nel secondo rigo quale coppia dello Slave trovare con 10 V del riferimento di conduzione. Scegliere nel parametro D140 un ingresso analogico. Azionare il pulsante Calcolare. Si calcola il fattore dell ingresso analogico, in modo che il Master e lo Slave trovino la stessa coppia (accoppiamento 1:1). Figura 4-14 Impostazione dei parametri del rapporto comando di conduzione/sequenza Azionando il pulsante Configurazione dell ingresso analogici si giunge alla pagina A (Figura 4-12). In questa pagina s imposta l'interfaccia del riferimento di conduzione, se è stato messo a disposizione il riferimento di conduzione attraverso un ingresso analogico. Non bisogna elaborare questa pagina, se il riferimento di conduzione è trasmesso al convertitore attraverso il bus di campo. Osservare che l indicazione da Figura 4-12 dipende dalla scelta dell ingresso analogico. Dettagli per le impostazioni si trovano nelle relative descrizioni di parametro nella sezione inferiore dell assistente. KSW-17

20 Valore nominale confortevole 5 generazione convertitori 5. Combinazione dei riferimenti 5 COMBINAZIONE DEI RIFERIMENTI Cosa si conoscerà in questo capitolo... In questo capitolo si conoscerà cosa s intende per combinazione di riferimenti, quali combinazioni sono messi a disposizione nell applicazione del riferimento comfort e come impostare le combinazioni. Combinazione del riferimento Dopo aver impostato nei paragrafi precedenti un tipo di riferimenti ed eventualmente una riduzione, si procederà nel seguente paragrafo alla combinazione dei riferimenti. Per combinazione di riferimento s intende il collegamento matematico di diversi riferimenti, per esempio l'addizione di un riferimento analogico e di un riferimento fisso. Si calcola il risultato in relazione al tipo di riferimento scelto, per esempio come riferimento coppia. Sono a disposizione le seguenti combinazioni Riferimento principale (invariato) Riferimento principale + riferimento assoluto Riferimento principale + riferimento percentuale Ponderazione delle combinazioni I paragrafi seguenti descrivono l impostazione dei paragrafi per le combinazioni indicate. Si procede all impostazione dei parametri a pagina 3 dell assistente Riferimento comfort (Figura 5-1). Figura 5-1 Combinazione di riferimento ATTENZIONE Le combinazioni descritte riguardano soltanto il riferimento. Nel generatore di rampa si utilizzano le rampe del riferimento principale in modo invariato. KSW-18

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Edizione 05.13 Tutti i diritti riservati! Indice Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Indice Indice 1 Informazioni

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO - PRECAUZIONI DI SICUREZZA - LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DELL

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00 Istruzioni di montaggio e per l'uso Altoparlante ad incasso 1258 00 Descrizione dell'apparecchio Con l'altoparlante ad incasso, il sistema di intercomunicazione Gira viene integrato in impianti di cassette

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO. Prof. Silvio Stasi Dott. Ing. Nadia Salvatore Dott. Ing. Michele Debenedictis

CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO. Prof. Silvio Stasi Dott. Ing. Nadia Salvatore Dott. Ing. Michele Debenedictis CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO SCHEMA DELL AZIONAMENTO A CATENA APERTA AZIONAMENTO L azionamento a catena aperta comprende il motore asincrono e il relativo convertitore statico che riceve

Dettagli

5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI. 5.5.2.3 Configurazione 410 controllo sensorless a orientamento di campo

5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI. 5.5.2.3 Configurazione 410 controllo sensorless a orientamento di campo 5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI La configurazione 111 amplia la configurazione di controllo con un controllore PI per applicazioni specifiche tipiche di regolazione

Dettagli

Sensori di Posizione, Velocità, Accelerazione

Sensori di Posizione, Velocità, Accelerazione Sensori di Posizione, Velocità, Accelerazione POSIZIONE: Sensori di posizione/velocità Potenziometro Trasformatore Lineare Differenziale (LDT) Encoder VELOCITA Dinamo tachimetrica ACCELERAZIONE Dinamo

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto... 3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...

Dettagli

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 Doc. MII11166 Rev. 2.21 Pag. 2 di 138 REVISIONI SOMMARIO VISTO N PAGINE DATA

Dettagli

1. Instruzioni d uso 2

1. Instruzioni d uso 2 1. Instruzioni d uso 2 1.0 Prefazione Leggere attentamente queste instruzione d uso per utilizzare in modo ottimale tutte le funzioni dell interruttore orario. Il progetto di questo interruttore orario

Dettagli

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto...3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...3 1.1.2 Note...4 1.2 Panoramica

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Mediante il derating termico l inverter riduce la propria potenza per proteggere i propri componenti dal surriscaldamento. Il presente

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Citofono interno Standard con auricolare 1281..

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Citofono interno Standard con auricolare 1281.. Istruzioni di montaggio e per l'uso Citofono interno Standard con auricolare 1281.. Descrizione dell'apparecchio Il citofono interno Standard con auricolare fa parte del sistema di intercomunicazione Gira

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 1 RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 Numeri Binari 2 Sistemi di Numerazione Il valore di un numero può essere espresso con diverse rappresentazioni. non posizionali:

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI APPUNTI DI ELETTROTECNICA INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI A cosa servono e come funzionano A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Versione n. 3.3 - Marzo 2013 Inverter Guida Tecnica Ver 3.3 Pag.

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI IMPORTANTE: il presente documento è un contratto ("CONTRATTO") tra l'utente (persona fisica o giuridica) e DATOS DI Marin de la Cruz Rafael

Dettagli

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL STP5-10TL-20-BE-it-13 98-108600.03 Versione 1.3 ITALIANO Disposizioni legali SMA Solar Technology AG Disposizioni

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Tutto sulle sonde lambda

Tutto sulle sonde lambda www.beru.com Tutto sulle sonde lambda Informazione tecnica N 03 Pe r f e z i o n e i n t e g r a t a Indice Introduzione Il principio della misurazione d'ossigeno di confronto Struttura e funzionamento

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

Manuale ProVari. www.provape.com 1

Manuale ProVari. www.provape.com 1 Manuale ProVari Grazie per l'acquisto della sigaretta elettronica ProVari! Si prega di leggere questo manuale prima di utilizzare la sigaretta elettronica. www.provape.com 1 La sigaretta elettronica, nota

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Sistemi di numerazione posizionali Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei numeri nei calcolatori rappresentazioni finalizzate ad algoritmi efficienti per le operazioni

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL Pagina del titolo Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL SB6000TL-21-BE-it-10 IMIT-SB60TL21 Versione 1.0 ITALIANO SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Note relative al presente documento...7 2 Sicurezza...9

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT

Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 L unità AUTOCON II 80 è un elettrobisturi ad alta frequenza compatto e potente che convince

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

SUNSAVER TM MANUALE DELL'OPERATORE. e-mail: info@morningstarcorp.com web: www.morningstarcorp.com REGOLATORE FOTOVOLTAICO

SUNSAVER TM MANUALE DELL'OPERATORE. e-mail: info@morningstarcorp.com web: www.morningstarcorp.com REGOLATORE FOTOVOLTAICO SUNSAVER TM REGOLATORE FOTOVOLTAICO MANUALE DELL'OPERATORE e-mail: info@morningstarcorp.com web: www.morningstarcorp.com MANUALE DELL'OPERATORE RIEPILOGO SPECIFICHE Volt sistema Volt PV massimi Ingresso

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso 1. 2. 3. 4. 5. 6. Congratulazioni! Il footpod Polar S1 rappresenta la scelta migliore per misurare la velocità/andatura e la distanza durante la corsa. L'apparecchio

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

Pd10 Dc motor controll

Pd10 Dc motor controll PD Manuale Utente Pd Dc motor controll manuale utente cps sistemi progetti tecnologici Presentazione Congratulazioni per aver scelto Pd, una affidabile scheda elettronica per la movimentazione di precisione

Dettagli

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche

Dettagli

Analisi Matematica di circuiti elettrici

Analisi Matematica di circuiti elettrici Analisi Matematica di circuiti elettrici Eserciziario A cura del Prof. Marco Chirizzi 2011/2012 Cap.5 Numeri complessi 5.1 Definizione di numero complesso Si definisce numero complesso un numero scritto

Dettagli

04/2004 A5E00264164-01

04/2004 A5E00264164-01 Prefazione SIMATIC Premesse Descrizione del compito SM331; AI 8 x 12 Bit Struttura meccanica dell impianto di esempio Collegamento elettrico Getting Started Parte2: Tensione e PT100 Progettazione con SIMATIC

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Manuale d Istruzioni Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Introduzione Congratulazioni per aver acquistato la Pinza Amperometrica Extech EX820 da 1000 A RMS. Questo strumento misura

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

NNKOMMS. kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áåcáêé=eq` fëíêìòáçåá=ééê=äûìëç. fí~äá~åç

NNKOMMS. kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áåcáêé=eq` fëíêìòáçåá=ééê=äûìëç. fí~äá~åç kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w NNKOMMS áåcáêé=eq` fëíêìòáçåá=ééê=äûìëç fí~äá~åç 2 D 3497.201.01.02.11 11.2006 Indice 1 Gentile Cliente,... 5 2 Indicazioni generali... 7 2.1 Struttura dei documenti... 7 2.2 Garanzia...

Dettagli

TLZ 20 CONTROLLORE ELETTRONICO DIGITALE A MICROPROCESSORE PER UNITA REFRIGERANTI. ISTRUZIONI PER L'USO Vr. 01 (ITA) - cod.

TLZ 20 CONTROLLORE ELETTRONICO DIGITALE A MICROPROCESSORE PER UNITA REFRIGERANTI. ISTRUZIONI PER L'USO Vr. 01 (ITA) - cod. TLZ 20 CTROLLORE ELETTRICO DIGITALE A MICROPROCESSORE PER UNITA REFRIGERANTI ISTRUZII PER L'USO Vr. 0 (ITA) - cod.: ISTR 06280 TECNOLOGIC S.p.A. VIA INDIPENDENZA 6 27029 VIGEVANO (PV) ITALY TEL.: +39 038

Dettagli

SIRe Competent Fan Heater Electric. SIReFCX. With quick guide. For wiring diagram, please see last pages SE... 2 ES... 70 ... 155 ...

SIRe Competent Fan Heater Electric. SIReFCX. With quick guide. For wiring diagram, please see last pages SE... 2 ES... 70 ... 155 ... Original instructions SIRe Competent Fan Heater Electric With quick guide SIReFCX SE... 2 GB... 19 DE... 36 FR... 53 ES... 70 IT... 87 NL... 104 NO... 121 PL... 138 RU... 155 For wiring diagram, please

Dettagli