Bilancio e relazione annuale. Investment Funds ICVC. marzo Threadneedle. Investment Funds ICVC

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bilancio e relazione annuale. Investment Funds ICVC. marzo 2011. Threadneedle. Investment Funds ICVC"

Transcript

1 Bilancio e relazione annuale Investment Funds ICVC marzo 2011 Threadneedle Investment Funds ICVC

2 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo Indice Informazioni sulla Società 3 Relazione dell Amministratore 4 Threadneedle Investment Funds ICVC Threadneedle Investment Funds ICVC commercializza svariate classi di azioni che offrono la possibilità di scegliere tra reddito netto o lordo, o accumulazione netta o lorda del reddito distribuibile. Sono disponibili diverse classi o combinazioni di classi per comparti differenti. La gamma di classi di azioni esistenti è la seguente: Classe 1, Classe 1 coperta, Classe 2, Classe 2 coperta e Classe X. La presente Relazione annuale illustra tutti i tipi e le classi di azioni. Bilancio consolidato di Threadneedle Investment Funds ICVC 5 Note integrative al Bilancio consolidato di Threadneedle Investment Funds ICVC 6 9 Regno Unito: UK Fund UK Select Fund UK Smaller Companies Fund UK Growth & Income Fund UK Equity Income Fund UK Monthly Income Fund Monthly Extra Income Fund UK Corporate Bond Fund High Yield Bond Fund USA: American Fund American Select Fund American Smaller Companies Fund (US) Dollar Bond Fund Giappone: Japan Fund Japan Smaller Companies Fund Bacino del Pacifico e mercati emergenti: Asia Fund Latin America Fund Emerging Market Bond Fund Mercato internazionale: Global Select Fund Global Bond Fund Comparti istituzionali: UK Institutional Fund UK Overseas Earnings Fund Responsabilità dell Authorised Corporate Director (ACD) 150 Responsabilità e relazione del Depositario 150 Relazione della Società di revisione indipendente 151 Strategic Bond Fund Sterling Bond Fund UK Cash Fund Europa: European Fund European Select Fund European Smaller Companies Fund Pan European Smaller Companies Fund Pan European Fund European Bond Fund European Corporate Bond Fund European High Yield Bond Fund 91 95

3 2 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 Indice Prospetto del portafoglio: UK Fund UK Select Fund UK Smaller Companies Fund UK Growth & Income Fund UK Equity Income Fund UK Monthly Income Fund Monthly Extra Income Fund UK Corporate Bond Fund High Yield Bond Fund Strategic Bond Fund Sterling Bond Fund 187 UK Cash Fund 188 Tabelle comparative Sintesi delle performance Sintesi del TER Sintesi delle azioni emesse e rimborsate 271 Ulteriori informazioni Cariche sociali e indirizzi 274 Informazioni importanti 275 Si ricorda che il comparto UK Cash Fund è attualmente registrato per l offerta al pubblico soltanto nel Regno Unito e non destinato a essere registrato al di fuori del Regno Unito, salvo altrimenti deciso dall ACD. Le azioni del comparto UK Cash Fund non devono essere commercializzate al pubblico in alcun altra giurisdizione. European Fund European Select Fund European Smaller Companies Fund Pan European Smaller Companies Fund Pan European Fund European Bond Fund European Corporate Bond Fund European High Yield Bond Fund American Fund American Select Fund American Smaller Companies Fund (US) Dollar Bond Fund Japan Fund Japan Smaller Companies Fund Asia Fund Latin America Fund Emerging Market Bond Fund Global Select Fund Global Bond Fund UK Institutional Fund UK Overseas Earnings Fund

4 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo Informazioni sulla Società Società Threadneedle Investment Funds ICVC Numero di registrazione IC Sede legale 60 St Mary Axe, London EC3A 8JQ, Regno Unito Amministratore L Authorised Corporate Director ( ACD ) è Threadneedle Investment Services Limited, che è amministratore unico. Consiglio d amministrazione dell ACD Presidente e CEO C J Henderson Altri Amministratori J Devine (dimessosi il 1 dicembre 2010) C D Fleming T N Gillbanks P J W Reed N J Ring

5 4 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 Relazione dell Amministratore La presente relazione e bilancio annuale di Threadneedle Investment Funds ICVC illustra le performance dei comparti e i mercati finanziari nel corso dei dodici mesi chiusi al 7 marzo Nel corso dei 12 mesi in esame, i mercati finanziari globali hanno compiuto progressi, nonostante picchi di volatilità associati alla crisi del debito nelle economie periferiche dell eurozona e le recenti tensioni emerse in aree del Nord Africa e del Medio Oriente. Poco dopo la fine del periodo in rassegna, il sentiment è stato minato dal terremoto e dallo tsunami che hanno colpito il Giappone, provocando distruzioni su larga scala. Speriamo che le relazioni sui singoli comparti vi forniscano informazioni utili. Per eventuali ulteriori domande concernenti qualsiasi aspetto del vostro investimento o altri prodotti Threadneedle, contattateci direttamente oppure rivolgetevi al vostro consulente finanziario. In alternativa, per maggiori informazioni su Threadneedle potete visitare il sito threadneedle.com. Grazie per il vostro perdurante supporto. Durante l anno, i mercati azionari e delle obbligazioni corporate sono stati sostenuti dalla perdurante ripresa dell economia globale e dal netto miglioramento degli utili societari. Negli ultimi sei mesi, un propulsore chiave è stato rappresentato dalla decisione della Federal Reserve di procedere a una seconda fase di allentamento quantitativo, che ha contribuito a sospingere i prezzi degli asset. Crispin Henderson Amministratore Sebbene i tassi d interesse nelle economie sviluppate siano stati tenuti ai minimi storici per supportare l attività economica, le banche centrali nei mercati emergenti a crescita più rapida hanno già iniziato i processi di normalizzazione. Le pressioni inflazionistiche in tutto il mondo hanno continuato a rafforzarsi, alimentate dagli aumenti dei prezzi delle materie prime e, in questo quadro, i rendimenti obbligazionari hanno cominciato a salire dai minimi pluriennali raggiunti in estate. Il risveglio dell inflazione incrementa la pressione sulle banche centrali dei paesi sviluppati a iniziare a innalzare i tassi d interesse. Nell attuale clima, continuiamo a privilegiare le aziende con bilanci robusti, potere di determinazione dei prezzi e solide prospettive di crescita. Le valutazioni azionarie continuano ad apparire interessanti in tutto il mondo e il sentiment dovrebbe essere favorito dalla maggiore attività sul fronte delle fusioni e acquisizioni.

6 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo Bilancio consolidato di Threadneedle Investment Funds ICVC PROSPETTO DEL RENDIMENTO TOTALE per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Note Reddito Plusvalenze/(minusvalenze) nette Proventi Spese 4 ( ) ( ) Costi finanziari: interessi (527) (377) spese per derivati (816) (819) Proventi/(spese) netti prima delle imposte Imposte 5 (18.292) (16.048) Proventi/(spese) netti dopo le imposte Rendimento totale prima delle distribuzioni Costi finanziari: distribuzioni ( ) ( ) Variazione nel patrimonio netto attribuibile agli azionisti da attività di investimento PROSPETTO DELLE VARIAZIONI NEL PATRIMONIO NETTO ATTRIBUIBILE AGLI AZIONISTI per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Patrimonio netto di apertura attribuibile agli azionisti Variazione dovuta a vendite e riacquisti di azioni: Crediti per emissione di azioni Crediti per trasferimenti in specie Debiti per annullamento di azioni ( ) ( ) Debiti per trasferimenti in specie (34.000) Rettifica di diluizione Compensi Stamp duty reserve tax (SDRT) (3.334) (2.387) Variazione nel patrimonio netto attribuibile agli azionisti da attività di investimento (vedere qui sopra il prospetto del rendimento totale) Distribuzioni non ripartite su azioni ad accumulazione Importi di distribuzioni non riscosse riportati in conto Patrimonio netto di chiusura attribuibile agli azionisti STATO PATRIMONIALE al 7 marzo 2011 Note Attività Attività di investimento Crediti Saldi di cassa e banca Totale altre attività Totale attività Passività Passività per derivati (18.639) (27.136) Debiti 7 ( ) ( ) Scoperti bancari (66.212) (47.268) Distribuzioni da pagare su azioni a distribuzione (56.449) (60.043) Totale altre passività ( ) ( ) Totale passività ( ) ( ) Patrimonio netto attribuibile agli azionisti Il bilancio consolidato rappresenta la somma dei singoli comparti facenti parte della società multicomparto. L analisi approfondita della posizione patrimoniale netta e delle distribuzioni è contenuta nei bilanci dei singoli comparti. Con ciò certifichiamo il Bilancio e la relazione annuale a nome degli Amministratori di Threadneedle Investment Services Limited. C J Henderson Amministratore 5 maggio 2011 T N Gillbanks Amministratore

7 6 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 Note integrative al Bilancio consolidato di Threadneedle Investment Funds ICVC Note integrative al bilancio per il periodo contabile 8 marzo marzo POLITICHE CONTABILI (1) Criteri contabili di base Il bilancio è stato redatto in base al principio del costo storico, modificato secondo la rivalutazione degli investimenti, e in conformità alla norma Statement of Recommended Practice for Financial Statements of Authorised Funds (la SORP ) pubblicata dalla Investment Management Asssociation (IMA) a ottobre In precedenza, erano stati seguiti i requisiti della norma SORP pubblicata dalla IMA a novembre L adozione della nuova SORP non ha determinato modifiche significative nelle politiche contabili o nella presentazione del bilancio. (2) Consolidamento I conti consolidati rappresentano la somma dei singoli comparti facenti parte della società multicomparto. L analisi approfondita della posizione patrimoniale netta e delle distribuzioni è contenuta nei bilanci dei singoli comparti. (3) Rilevazione dei proventi I proventi sono inclusi nel Prospetto del rendimento totale sulla base dei criteri seguenti: I dividendi relativi ad azioni privilegiate e titoli azionari quotati sono rilevati allorché il titolo è quotato ex dividendo. Dividendi, interessi attivi e altri proventi da percepire includono eventuali ritenute d imposta, ma escludono altre tasse come per esempio crediti d imposta attribuibili. I dividendi straordinari sono assimilati a proventi o capitale, a seconda dei dati specifici per ogni caso particolare. I dividendi in azioni sono rilevati come proventi in base al valore di mercato delle azioni alla data alla quale vengono quotate ex dividendo. Gli interessi su titoli di debito e depositi bancari e a breve termine sono rilevati allorché conseguiti. In caso di titoli di debito, l eventuale differenza tra il costo di acquisizione e il valore alla scadenza è rilevata come provento nel corso della durata del titolo calcolando l ammortamento sulla base del rendimento effettivo. I dividendi e le distribuzioni derivanti da organismi di investimento collettivo sono rilevati allorché il titolo è quotato ex dividendo. Le commissioni di sottoscrizione sono rilevate nel momento in cui ha luogo l emissione, salvo ove il comparto sia tenuto a sottoscrivere in toto o in parte le azioni in oggetto, nel qual caso dal costo di tali azioni viene dedotta una percentuale appropriata delle commissioni. Le commissioni di sottoscrizione sono assimilate a proventi, eccettuata la percentuale dedotta dal costo delle azioni, che rappresenta capitale. I proventi da prestito di titoli e gli oneri associati sono rilevati in base al principio della competenza temporale. (4) Trattamento delle spese (incluse le spese di gestione) Tutte le spese, all infuori di quelle relative all acquisto e alla vendita di investimenti, sono incluse tra le spese nel Prospetto del rendimento totale. Le spese sono rilevate in base al principio della competenza temporale e includono l IVA non recuperabile, ove appropriato. Le commissioni dell ACD riferite ai comparti seguenti vengono recuperate al fine di determinare l importo disponibile per la distribuzione: Dollar Bond Fund Emerging Market Bond Fund European Bond Fund Global Bond Fund High Yield Bond Fund Monthly Extra Income Fund Sterling Bond Fund Strategic Bond Fund UK Equity Income Fund UK Growth & Income Fund UK Monthly Income Fund (5) Allocazione di proventi e spese a più classi di azioni L allocazione di proventi e spese a ogni classe di azioni si basa sulla percentuale delle immobilizzazioni nette del singolo comparto attribuibile a ogni classe di azioni, il giorno in cui i proventi sono percepiti o la spesa è sostenuta. Perequazione di proventi, commissioni di gestione annue e spese di registrazione sono specifiche per ciascuna classe di azioni. (6) Allocazione del rendimento su classi di azioni coperte Le classi di azioni coperte consentono all ACD di utilizzare operazioni di copertura valutaria allo scopo di ridurre l effetto di fluttuazioni dei tassi di cambio tra la Valuta di riferimento o le Valute di riferimento e la Valuta coperta (per ulteriori definizioni vedere a pagina 275). Ove effettuata, l allocazione del rendimento in relazione a operazioni di copertura è imputata in riferimento alla sola classe di azioni coperta in questione. (7) Politica di distribuzione In conformità alle modifiche apportate al Collective Investment Schemes Sourcebook al 6 marzo 2010, laddove i proventi da investimenti superino le spese per qualunque classe di azioni sarà effettuata una distribuzione per la classe di azioni in questione. Qualora le spese superassero i proventi per qualunque classe di azioni, non vi sarà alcuna distribuzione per la classe di azioni in questione e l ammanco verrà imputato al capitale. Prima della variazione, un ammanco per una classe di azioni avrebbe determinato una distribuzione limitata ovvero la mancata distribuzione per tutte le altre classi di azioni, indipendentemente dal fatto che i proventi di tali altre classi di azioni superassero le relative spese. I proventi attribuibili ai detentori di azioni ad accumulazione sono trattenuti alla fine di ogni periodo di distribuzione e rappresentano un reinvestimento di proventi. Le distribuzioni non riscosse per un periodo di sei anni, vengono reintegrate nel comparto pertinente come capitale. (8) Base di valutazione degli investimenti Gli investimenti dei comparti sono valutati ai prezzi equi di mercato alle 12:00 (ora del Regno Unito), ovvero il momento di valutazione nell ultimo giorno lavorativo del periodo contabile. Gli investimenti sono indicati al loro valore equo, che è di norma il corso di acquisto di ogni titolo. Queste valutazioni di acquisto vengono ottenute da fonti di determinazione dei prezzi indipendenti; ove una di tali fonti non fosse disponibile, le quotazioni vengono ottenute da un broker. Qualora l ACD ritenga che tali valutazioni non rappresentino un valore equo del titolo, viene applicata una rettifica della valutazione equa sulla base del valore equo stimato dall ACD. (9) Tassi di cambio Le attività e le passività denominate in valute estere alla fine del periodo contabile sono convertite in sterline ai tassi di cambio vigenti alle 12:00 (ora del Regno Unito), ovvero il momento di valutazione nell ultimo giorno lavorativo del periodo contabile. Proventi e spese denominati in valute straniere sono convertiti in sterline ai tassi di cambio vigenti alla data della transazione in questione. (10) Imposte differite Per le imposte differite passive viene effettuato un apposito accantonamento completo, mentre le imposte differite attive sono rilevate nella misura ritenuta recuperabile, in riferimento a tutte le voci la cui rilevazione cade in periodi contabili diversi a fini contabili e fiscali. L analisi approfondita delle imposte differite passive è riportata nei bilanci dei singoli comparti. (11) Derivati Il rendimento netto totale in riferimento a un operazione in derivati perfezionata è attribuito alle plusvalenze o minusvalenze e ai proventi o spese. Eventuali plusvalenze o minusvalenze sono rilevate nella voce Plusvalenze/(minusvalenze) nette, mentre i proventi e le spese sono rispettivamente inclusi nelle voci Proventi e Costi finanziari nel Prospetto del rendimento totale. La componente di rendimento in relazione ai futures è calcolata in riferimento al rendimento quotato dell indice su cui si basa il future in rapporto al LIBOR. Gli importi così calcolati possono rappresentare proventi o spese nei conti di un comparto, a seconda del fatto che il comparto abbia detenuto una posizione long o short netta, ove si consideri il periodo contabile nel suo complesso. La posizione dei proventi o delle spese si inverte quando il LIBOR supera il rendimento quotato dell indice pertinente.

8 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo Note integrative al Bilancio consolidato di Threadneedle Investment Funds ICVC Note integrative al bilancio Eventuali posizioni aperte a fine periodo vengono riportate nello Stato patrimoniale al rispettivo valore di mercato, usando i prezzi di mercato disponibili oppure la valutazione del valore equo determinata dall ACD sulla base di valutazioni della controparte e modelli appropriati di determinazione dei prezzi. La liquidità detenuta presso broker di futures come margine è riportata separatamente alla voce Saldi di cassa e banca. 2 PLUSVALENZE/(MINUSVALENZE) NETTE Le plusvalenze/(minusvalenze) nette durante il periodo comprendono: Titoli non derivati Contratti derivati Contratti a termine su valute (41.388) Altri profitti/(perdite) (11.692) (4.744) Costi di transazione (491) (437) Plusvalenze/(minusvalenze) nette PROVENTI Dividendi UK Dividendi esteri Dividendi in azioni Interessi su titoli di debito Interessi su investimenti a breve termine Proventi da derivati Interessi bancari Commissioni di sottoscrizione Commissioni per prestito titoli Riduzione commissioni di gestione su partecipazioni in organismo di investimento collettivo Proventi vari Totale proventi SPESE Da pagare all ACD o ad associate dell ACD e ai rispettivi agenti: Commissioni di gestione annue ( ) ( ) Spese di registrazione (19.101) (15.314) ( ) ( ) Da pagare al depositario o ad associate del depositario e ai rispettivi agenti: Oneri per depositario (701) (630) Oneri di custodia (1.567) (1.201) Spese di incasso proventi (358) (174) (2.626) (2.005) Altri oneri: Diritti regolatori (261) (172) Oneri di revisione (220) (261) Spese varie (6) (6) (487) (439) *Totale spese ( ) ( ) *Inclusa IVA non recuperabile, ove applicabile. 5 IMPOSTE a) Analisi degli oneri d imposta nel periodo Imposte sulle società (12) (2.527) Sgravi per doppia tassazione Imposte estere (16.491) (16.334) Imposte sulle plusvalenze (nota 5d) (1.775) Imposte non recuperabili (9) (26) Rettifiche relative a periodi precedenti (5) Totale imposte correnti (nota 5b) (18.292) (16.437) Imposte differite origine e annullamento di differenze temporanee (nota 5c) 389 Totale oneri d imposta per il periodo (18.292) (16.048) b) Fattori incidenti sugli oneri d imposta per il periodo Proventi netti al lordo di imposte Proventi netti al lordo di imposte moltiplicati per l aliquota standard del 20% delle imposte sulle società (67.771) (69.985) Effetti di: Proventi non soggetti a imposte Imposte estere (16.491) (16.334) Spese sostenute per imposte estere Sgravi per doppia tassazione Eccedenza spese (42.720) (21.701) Proventi imponibili in periodi diversi (1.639) Distribuzioni trattate come imposte detraibili Imposte sulle plusvalenze (1.775) Imposte non recuperabili (9) (26) Rettifiche relative a periodi precedenti (5) Oneri per imposte correnti per il periodo (nota 5a) (18.292) (16.437) c) Imposte differite Accantonamento a inizio periodo (389) Oneri per imposte differite nel prospetto del rendimento totale per il periodo (nota 5a) 389 Accantonamento a fine periodo d) Imposte sulle plusvalenze Accantonamento a inizio periodo Oneri per imposte sulle plusvalenze nel prospetto del rendimento totale per il periodo (nota 5a) (1.775) Accantonamento a fine periodo (1.775) 6 CREDITI Crediti per emissione di azioni Vendite in attesa di regolamento Ratei attivi Ritenute d imposta estere recuperabili Imposte sul reddito UK recuperabili Totale crediti DEBITI Debiti per annullamento di azioni (68.202) (30.174) Acquisti in attesa di regolamento ( ) ( ) Ratei passivi (574) (637) Debiti verso ACD (18.723) (16.155) Debiti per imposte sul reddito (9.177) (9.192) Debiti per imposte sul reddito delle società (3.147) (3.211) Debiti per imposte sulle plusvalenze (1.775) Totale debiti ( ) ( )

9 8 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 Note integrative al Bilancio consolidato di Threadneedle Investment Funds ICVC Note integrative al bilancio 8 OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Threadneedle Investment Services Limited, in quanto Authorised Corporate Director (ACD), è parte correlata e agisce in veste di mandante in riferimento a tutte le operazioni in azioni dei comparti. Gli importi complessivi ricevuti a seguito di emissioni e pagati a fronte di annullamenti sono riportati nel Prospetto delle variazioni nel Patrimonio netto attribuibile agli Azionisti. L analisi approfondita degli importi a debito e a credito e dovuti a Threadneedle Investment Services Limited è contenuta nei bilanci dei singoli comparti. I comparti Asia Fund e UK Institutional Fund investono in un comparto di Threadneedle Specialist Investment Funds ICVC, mentre i comparti Dollar Bond Fund e UK Corporate Bond Fund hanno liquidato le rispettive posizioni in un comparto di Threadneedle Focus Investment Funds ICVC nel corso dell esercizio. Entrambi costituiscono una parte correlata di Threadneedle Investment Services Limited; maggiori dettagli sono riportati nei bilanci di tali comparti. Tutte le operazioni sono state perfezionate nel corso dell attività ordinaria e a condizioni commerciali normali. 9 AZIONI I comparti al momento hanno sino a cinque classi di azioni: Classe 1, Classe 1 coperta, Classe 2, Classe 2 coperta e Classe X. Laddove un comparto ha più di una classe di azioni, ogni classe può essere soggetta a oneri diversi. Il livello di proventi netti attribuibili a ogni classe di azioni è pertanto differente. L analisi approfondita delle commissioni di gestione annua e delle spese di registrazione di ogni classe di azioni è contenuta nella nota Patrimonio netto dei singoli comparti. 10 PRESTITO TITOLI Durante il periodo in esame, la Società ha perfezionato alcune operazioni di prestito titoli allo scopo di aumentare le entrate dei comparti. Nel corso del periodo, i comparti di seguito elencati hanno beneficiato di tali accordi: American Fund American Select Fund American Smaller Companies Fund (US) Asia Fund Dollar Bond Fund Emerging Market Bond Fund European Bond Fund European Corporate Bond Fund European Fund European High Yield Bond Fund European Select Fund European Smaller Companies Fund Global Bond Fund Global Select Fund High Yield Bond Fund Japan Fund Japan Smaller Companies Fund Latin America Fund Monthly Extra Income Fund Pan European Fund Pan European Smaller Companies Fund Sterling Bond Fund Strategic Bond Fund UK Corporate Bond Fund UK Equity Income Fund UK Growth & Income Fund UK Fund UK Institutional Fund UK Monthly Income Fund UK Overseas Earnings Fund UK Select Fund UK Smaller Companies Fund I comparti hanno guadagnato GBP (2010: GBP ), pagando commissioni di GBP (2010: GBP ) a Threadneedle Investment Services Limited e di GBP (2010: GBP ) a J.P. Morgan per la gestione di tali operazioni. Il valore complessivo dei titoli in prestito alla fine dell anno contabile era pari a GBP 878,35 milioni (2010: GBP 941,20 milioni), mentre il valore della garanzia detenuta per tali accordi ammontava a GBP 918,48 milioni (2010: GBP 1.015,13 milioni). La garanzia è stata detenuta in veste di titoli trasferiti nell ambito CREST sotto forma di DBV (consegne per valore) o gilt DBV, oppure in veste di titoli di stato esteri, obbligazioni sopranazionali o certificati di deposito. La tabella seguente illustra la natura e il valore della garanzia detenuta, in base alla rispettiva classe di attività. Analisi delle garanzie detenute GBP/1.000 totale GBP/1.000 totale Obbligazioni qqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqq vvzzz 11 RETTIFICA DI DILUIZIONE In alcuni casi, l ACD ha la facoltà di addebitare una rettifica per diluizione all acquisto e/o al rimborso di azioni. Ove addebitata, la rettifica per diluizione viene versata nel comparto. I dettagli completi del funzionamento di questo meccanismo sono riportati nel Prospetto informativo. 12 ULTERIORI INFORMAZIONI Il bilancio consolidato include saldi relativi al comparto UK Money Securities Fund, che è stato chiuso il 14 dicembre L inclusione di tale comparto nel bilancio consolidato può essere verificata nelle sezioni seguenti dell esercizio corrente: Prospetto delle variazioni nel Patrimonio netto attribuibile agli Azionisti GBP in Patrimonio netto di apertura attribuibile agli azionisti. GBP nella voce Debiti per annullamento di azioni. 13 DERIVATI E ALTRI STRUMENTI FINANZIARI Nel perseguire i propri obiettivi di investimento, ciascun comparto può detenere svariati strumenti finanziari. Tali strumenti finanziari comprendono valori mobiliari, derivati e altri investimenti, saldi di cassa, crediti e debiti derivanti direttamente dalle operazioni del comparto, per esempio in riferimento a vendite e acquisti in attesa di regolamento, crediti e debiti per emissioni e rimborsi di azioni nonché crediti per ratei attivi. I comparti possono inoltre condurre una gamma di operazioni in derivati finalizzate alla gestione efficiente del portafoglio. Inoltre, i comparti perfezionano contratti derivati soltanto laddove lo strumento derivato e la controparte siano stati approvati dall ACD. Un analisi di sensibilità relativa ai comparti pertinenti è illustrata nelle rispettive note integrative al bilancio, incluse nei conti completi, laddove le partecipazioni in derivati possono influenzare significativamente il comparto. Di seguito vengono illustrati i principali rischi associati agli strumenti finanziari e alle politiche adottate dall ACD per gestire gli stessi. Tali politiche sono state costantemente applicate per tutto il periodo in esame e sono rimaste invariate per il periodo corrente e quello precedente a cui si riferisce il presente bilancio. Rischio del prezzo di mercato Il rischio del prezzo di mercato deriva principalmente dall incertezza sui prezzi futuri degli strumenti finanziari detenuti. Rappresenta la perdita potenziale che i comparti possono subire detenendo posizioni di mercato in presenza di fluttuazioni di prezzo. Ciò significa che il valore della partecipazione di un investitore può salire e scendere ed è possibile che l investitore non recuperi l importo originariamente investito. I comparti Select hanno uno stile di gestione maggiormente attivo e possono detenere portafogli più concentrati. I comparti Smaller Companies hanno un grado di specializzazione più elevato e possono comportare un profilo di rischio superiore rispetto ai comparti che

10 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo Note integrative al Bilancio consolidato di Threadneedle Investment Funds ICVC Note integrative al bilancio possono investire in società maggiori. I comparti obbligazionari detengono una gamma di strumenti a tasso fisso che possono essere difficili da valutare e/o liquidare. Gli investitori devono valutare il grado di esposizione di tali comparti nel contesto di tutti i rispettivi investimenti. I portafogli di investimento dei comparti sono esposti a fluttuazioni dei prezzi di mercato che l ACD è tenuto a controllare secondo le politiche definite nel Prospetto informativo. Le linee guida per gli investimenti e i poteri di investimento e assunzione di prestiti illustrati nello Statuto societario, nel Prospetto informativo e nel Financial Services Authorities Collective Investment Schemes Sourcebook descrivono la natura del rischio di mercato cui il comparto è esposto. Rischio di liquidità Il rischio di liquidità è il rischio che il comparto non riesca a raccogliere liquidità sufficiente ad onorare le passività alle rispettive scadenze. Uno dei fattori chiave che influenzano ciò è la capacità di vendere investimenti al valore equo, o a un importo prossimo a tale valore, senza realizzare una perdita significativa. I recenti problemi di mercato seguiti alla stretta creditizia hanno determinato una riduzione significativa nella liquidità dei mercati obbligazionari e soprattutto di quelli dei titoli a tasso variabile ( FRN ). In circostanze normali, un comparto si mantiene quasi completamente investito. Ove le circostanze lo richiedano, a causa di condizioni di illiquidità dei mercati mobiliari o di livelli elevati di rimborsi, il comparto può detenere liquidità e/o maggiori disponibilità liquide. Livelli temporaneamente superiori di liquidità possono inoltre riscontrarsi durante l attuazione di una variazione della politica di asset allocation oppure a seguito di un emissione consistente di quote. L ACD gestisce la liquidità dei comparti per garantirne la capacità di onorare le rispettive passività. L ACD riceve rendiconti giornalieri delle sottoscrizioni e dei rimborsi in base ai quali attinge liquidità dai portafogli dei comparti allo scopo di soddisfare le richieste di rimborso. L ACD monitora inoltre la liquidità di mercato di tutti i titoli, con particolare riguardo ai mercati della commercial paper ( CP ) e degli FRN, nell intento di garantire che i comparti mantengano liquidità sufficiente per soddisfare i rimborsi conosciuti e potenziali. I saldi di cassa dei comparti sono monitorati ogni giorno dall ACD e dall Agente amministrativo. Laddove gli investimenti non possano essere realizzati in tempo per onorare una potenziale passività, il comparto può assumere un prestito pari al massimo al 10% del suo valore, allo scopo di garantire il regolamento. Tutte le passività finanziarie dei comparti sono pagabili a vista oppure in periodi inferiori a un anno. Rischio di credito Il rischio di credito scaturisce da tre fonti principali. Innanzi tutto, la possibilità che l emittente di un titolo non sia in grado di pagare puntualmente gli interessi e il capitale. In secondo luogo, nel caso di investimenti garantiti da attività (inclusi CP ed FRN), vi è la possibilità di insolvenza dell emittente e inadempimento nelle attività sottostanti a causa dei quali il comparto può non recuperare l intero capitale originariamente investito. In terzo luogo, esiste il rischio della controparte, ossia il rischio che la controparte non consegni l investimento per un acquisto o la liquidità per una vendita dopo che il comparto ha adempiuto alle sue responsabilità, la qual cosa si traduce in una perdita per il comparto. Al fine di gestire il rischio di credito, i comparti sono soggetti a limiti di investimento per gli emittenti di titoli. I rating di credito degli emittenti sono valutati periodicamente e viene conservato un elenco degli emittenti approvati, sottoposto a un regolare controllo. Inoltre, i comparti acquistano e vendono investimenti soltanto tramite broker approvati dall ACD come controparte accettabile e vengono stabiliti e controllati limiti specifici per coprire l esposizione a un singolo broker. Le variazioni nei rating finanziari dei broker vengono riviste periodicamente. Alcuni comparti investono in obbligazioni considerate maggiormente rischiose (di qualità inferiore a investment-grade). Ciò comporta un potenziale rischio maggiore di insolvenza e può influenzare sia il reddito sia il valore di capitale del comparto. Maggiori dettagli sono riportati nei prospetti di portafoglio dei comparti. Rischio di tasso d interesse Il rischio di tasso d interesse è il rischio che il valore degli investimenti dei comparti oscilli a causa di variazioni nei tassi d interesse. Alcuni comparti investono in titoli a tasso variabile. Il reddito di tali comparti può essere influenzato da variazioni nei tassi di interesse attinenti a particolari titoli o derivanti dall incapacità dell ACD di assicurare rendimenti simili alla scadenza dei contratti o alla vendita dei titoli. Il valore dei titoli a tasso fisso può essere influenzato da fluttuazioni nei tassi d interesse o dalla previsione di loro oscillazioni in futuro. Gli interessi percepiti sui depositi bancari o dovuti sugli scoperti di conto corrente sono a loro volta influenzati dalle fluttuazioni nei tassi d interesse. Il profilo di rischio dei tassi d interesse dei comparti pertinenti è illustrato nelle rispettive note integrative al bilancio. Rischio di cambio Il rischio di cambio è il rischio che il valore degli investimenti dei comparti oscilli a causa di variazioni nei tassi di cambio. Lo stato patrimoniale dei comparti il cui patrimonio netto è in parte denominato in valute diverse dalla sterlina può essere influenzato da fluttuazioni nei tassi di cambio. L ACD monitora l esposizione alle fluttuazioni valutarie dei comparti e può cercare di gestire l esposizione a tali fluttuazioni utilizzando contratti di cambio a termine oppure coprendo il valore degli investimenti quotati in altre valute. Il profilo di rischio valutario dei comparti pertinenti è illustrato nelle rispettive note integrative al bilancio.

11 10 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 UK Fund Relazione sugli investimenti Obiettivo di investimento Conseguimento della crescita del capitale. Politica di investimento La politica di investimento dell ACD consiste nell investire il patrimonio del comparto principalmente in titoli azionari di società domiciliate oppure aventi attività operative significative nel Regno Unito. Ove lo ritenga opportuno, l ACD può inoltre investire in altri titoli (inclusi titoli a reddito fisso, altre azioni e strumenti del mercato monetario). Performance delle Azioni di Classe 1 a distribuzione netta* Nel corso dei dodici mesi chiusi al 7 marzo 2011, la quotazione azionaria pubblicata del comparto Threadneedle UK Fund è salita da 75,73 penny a 87,61 penny. In termini di performance nell ambito del gruppo di riferimento, il rendimento totale del comparto per i dodici mesi chiusi al 28 febbraio 2011, incluso il reddito netto reinvestito, è stato del 22,83% rispetto a un rendimento mediano del 17,78% nello stesso periodo. (A titolo informativo, si ricorda che nello stesso periodo l indice FTSE All-Share Total Return ha registrato un rendimento del 17,02%.) Attività del portafoglio Durante il periodo in esame, il mercato azionario del Regno Unito ha messo a segno un notevole rialzo, soprattutto nella seconda metà dell anno. Nei primi sei mesi del periodo in esame il mercato si è mosso trasversalmente a fronte dell intensificazione delle preoccupazioni per il debito sovrano e la mancata crescita delle economie globali. Nella seconda metà dell anno, il mercato ha segnato performance brillanti in quanto la redditività societaria è stata protagonista di una rapida ripresa e la domanda dei mercati emergenti è salita, in un quadro di allentamento fiscale senza precedenti, con tassi d interesse ai minimi storici e attenuazione delle preoccupazioni per la deflazione. Il comparto ha registrato buone performance rispetto al mercato, grazie all ottimo contributo apportato dalla selezione titoli. Tra i maggiori contributi apportati alle performance relative figurano quelli di svariati titoli industriali come il produttore di pompe e valvole Weir Group e il fornitore di apparecchiature per la generazione elettrica Aggreko. Entrambe le società hanno registrato performance brillanti in quanto la crescita esuberante nei mercati emergenti ha sostenuto la domanda dei loro servizi. All inizio del periodo in esame abbiamo incrementato gli investimenti del comparto nel settore industriale a scapito dell esposizione ai materiali di base. Negli ultimi mesi abbiamo tuttavia ridotto le posizioni del comparto in società esposte ai mercati mondiali a crescita elevata, come per esempio il gruppo di ingegneria internazionale Weir Group e il marchio di moda Burberry. Per contro, abbiamo incrementato le ponderazioni in imprese orientate verso l economia interna e caratterizzate da valutazioni più interessanti come il costruttore edile britannico Persimmon e la società di trasporti stradali e ferroviari Stagecoach. Nonostante il difficile quadro economico interno, manteniamo un atteggiamento positivo circa le prospettive per i titoli azionari. Investiamo in società, non nell economia e le quotazioni azionarie hanno chiaramente spazio per salire. Le valutazioni sono interessanti e il mercato è a livelli inferiori rispetto alle medie a lungo termine in base alla maggior parte delle misure. Anziché concentrarci sulle evoluzioni a breve del mercato, ci focalizziamo sul valore solido a lungo termine disponibile a livello di singoli titoli. Individuiamo numerose società con fondamentali forti e in miglioramento, bilanci solidi, dividendi robusti e valutazioni interessanti, l investimento nelle quali dovrebbe generare rendimenti superiori il prossimo anno. PROSPETTO DEL RENDIMENTO TOTALE per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Note Reddito Plusvalenze/(minusvalenze) nette Proventi Spese 4 (14.925) (13.183) Costi finanziari: interessi 6 (13) (13) Proventi/(spese) netti prima delle imposte Imposte 5 (19) (10) Proventi/(spese) netti dopo le imposte Rendimento totale prima delle distribuzioni Costi finanziari: distribuzioni 6 (16.026) (19.337) Variazione nel patrimonio netto attribuibile agli azionisti da attività di investimento PROSPETTO DELLE VARIAZIONI NEL PATRIMONIO NETTO ATTRIBUIBILE AGLI AZIONISTI per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Patrimonio netto di apertura attribuibile agli azionisti Variazione dovuta a vendite e riacquisti di azioni: Crediti per emissione di azioni Debiti per annullamento di azioni ( ) (62.050) Rettifica di diluizione Stamp duty reserve tax (SDRT) (441) (257) Variazione nel patrimonio netto attribuibile agli azionisti da attività di investimento (vedere qui sopra il prospetto del rendimento totale) Distribuzioni non ripartite su azioni ad accumulazione 699 Importi di distribuzioni non riscosse riportati in conto 3 25 Patrimonio netto di chiusura attribuibile agli azionisti STATO PATRIMONIALE al 7 marzo 2011 Note Attività Attività di investimento Crediti Saldi di cassa e banca Totale altre attività Totale attività Passività Debiti 8 (50.743) (6.190) Distribuzioni da pagare su azioni a distribuzione (4.063) (4.744) Totale passività (54.806) (10.934) Patrimonio netto attribuibile agli azionisti TABELLA DELLE DISTRIBUZIONI per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Distribuzione dividendi in penny per azione Azioni di Classe 1 Distribuzione netta Periodo Proventi Credito Proventi Distribuzione Distribuzione di distribuzione lordi d imposta netti Perequazione pagata/da pagare pagata 2010/ /2010 Gruppo 1 08/03/10 07/09/10 0,7530 0,0753 0,6777 0,6777 0, /09/10 07/03/11 0,1761 0,0176 0,1585 0,1585 0,2060 Gruppo 2 08/03/10 07/09/10 0,6074 0,0607 0,5467 0,1310 0,6777 0, /09/10 07/03/11 0,1260 0,0126 0,1134 0,0451 0,1585 0,2060 Totale distribuzioni durante il periodo 0,8362 1,0834 Azioni di Classe 2 Distribuzione netta Periodo Proventi Credito Proventi Distribuzione Distribuzione di distribuzione lordi d imposta netti Perequazione pagata/da pagare pagata 2010/ /2010 Gruppo 1 08/03/10 07/09/10 1,0240 0,1024 0,9216 0,9216 1, /09/10 07/03/11 0,4703 0,0470 0,4233 0,4233 0,4279 Gruppo 2 08/03/10 07/09/10 0,4592 0,0459 0,4133 0,5083 0,9216 1, /09/10 07/03/11 0,3094 0,0309 0,2785 0,1448 0,4233 0,4279 Totale distribuzioni durante il periodo 1,3449 1,4977 *In sterline britanniche e a fronte del gruppo di riferimento UK. Per le tabelle comparative, vedere alle pagine

12 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo UK Fund TABELLA DELLE DISTRIBUZIONI Azioni di Classe 2 Accumulazione netta* Periodo Proventi Credito Proventi Proventi netti di distribuzione lordi d imposta netti Perequazione accumulati 2010/2011 Gruppo 1 08/03/10 07/09/10 0,5593 0,0559 0,5034 0, /09/10 07/03/11 0,3100 0,0310 0,2790 0,2790 Gruppo 2 08/03/10 07/09/10 0,5184 0,0518 0,4666 0,0368 0, /09/10 07/03/11 0,2063 0,0206 0,1857 0,0933 0,2790 Totale distribuzioni durante il periodo 0,7824 Gruppo 2: azioni acquistate durante un periodo di distribuzione *Le azioni ad Accumulazione netta di Classe 2 sono state lanciate il 31 marzo 2010

13 12 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 UK Fund Note integrative al bilancio per il periodo contabile 8 marzo marzo POLITICHE CONTABILI Le politiche contabili del comparto sono identiche a quelle esposte nel bilancio consolidato a pagina 6. 2 PLUSVALENZE/(MINUSVALENZE) NETTE Le plusvalenze/(minusvalenze) nette durante il periodo comprendono: Titoli non derivati Costi di transazione (9) (10) Plusvalenze/(minusvalenze) nette PROVENTI Dividendi UK Dividendi esteri 145 Dividendi in azioni Interessi su investimenti a breve termine 47 4 Interessi bancari Commissioni di sottoscrizione Commissioni per prestito titoli Totale proventi SPESE Da pagare all ACD o ad associate dell ACD e ai rispettivi agenti: Commissioni di gestione annue (13.769) (12.110) Spese di registrazione (1.103) (1.021) (14.872) (13.131) Da pagare al depositario o ad associate del depositario e ai rispettivi agenti: Oneri per depositario (29) (26) Oneri di custodia (11) (13) (40) (39) Altri oneri: Diritti regolatori (7) (5) Oneri di revisione (6) (8) (13) (13) *Totale spese (14.925) (13.183) *Inclusa IVA non recuperabile, ove applicabile. 5 IMPOSTE a) Analisi degli oneri d imposta nel periodo Imposte estere (19) (10) Totale imposte correnti (nota 5b) (19) (10) Totale oneri d imposta per il periodo (19) (10) b) Fattori incidenti sugli oneri d imposta per il periodo Proventi netti al lordo di imposte Proventi netti al lordo di imposte moltiplicati per l aliquota standard del 20% delle imposte sulle società (3.209) (3.869) Effetti di: Proventi non soggetti a imposte Imposte estere (19) (10) Spese sostenute per imposte estere 4 2 Eccedenza spese (2.948) (2.455) Oneri per imposte correnti per il periodo (nota 5a) (19) (10) Il comparto non ha rilevato imposte differite attive pari a GBP (2010: GBP ) derivanti da spese di gestione non utilizzate. L utilizzo di queste spese in futuro è improbabile. La componente di ritenute fiscali estere, non soggetta a sgravio, delle attività fiscali differite non rilevate è stata stornata a seguito di cambiamenti nella legislazione relativa a dividendi non assoggettabili a imposta. Ciò ha determinato la rideterminazione delle imposte differite attive non rilevate del 2010, riducendole di GBP COSTI FINANZIARI Distribuzioni e interessi La distribuzione tiene conto dei proventi percepiti alla creazione di azioni e dei proventi sottratti all annullamento di azioni e comprende: Infrannuali Finali Più: detrazione dei proventi all atto di cancellazione delle azioni Meno: proventi ricevuti all atto di creazione delle azioni (546) (222) Distribuzione netta per il periodo Interessi Totale costi finanziari I dettagli della distribuzione per azione sono illustrati nella tabella alle pagine 10 e CREDITI Crediti per emissione di azioni Vendite in attesa di regolamento Ratei attivi Ritenute d imposta estere recuperabili Totale crediti

14 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo UK Fund NOTE INTEGRATIVE AL BILANCIO 8 DEBITI Debiti per annullamento di azioni (1.240) (1.722) Acquisti in attesa di regolamento (48.213) (3.350) Ratei passivi (11) (15) Debiti verso ACD (1.279) (1.103) Totale debiti (50.743) (6.190) 9 OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Threadneedle Investment Services Limited, in quanto Authorised Corporate Director (ACD), è parte correlata e agisce in veste di mandante in riferimento a tutte le operazioni in azioni del comparto. Gli importi complessivi ricevuti a seguito di emissioni e pagati a fronte di annullamenti sono riportati nel Prospetto delle variazioni nel Patrimonio netto attribuibile agli Azionisti. Tutti i crediti o debiti verso Threadneedle Investment Services Limited alla fine del periodo contabile sono illustrati nelle Note 7 e 8. Gli importi dovuti a Threadneedle Investment Services Limited in riferimento ai servizi di gestione e registrazione del comparto sono illustrati nella Nota 4. Threadneedle Investment Services Limited non ha perfezionato operazioni in titoli con il comparto durante il periodo. Tutte le operazioni sono state perfezionate nel corso dell attività ordinaria e a condizioni commerciali normali. 10 PATRIMONIO NETTO Al momento, il comparto UK Fund ha due classi di azioni: Classe 1 e Classe 2. Gli oneri relativi a ogni classe di azioni sono i seguenti: Commissioni di gestione annue Azioni di Classe 1 1,50% Azioni di Classe 2 1,00% Spese di registrazione Azioni di Classe 1 0,175% Azioni di Classe 2 0,035% Il NAV per ogni classe di azioni, il NAV per azione e il numero di azioni per ogni classe sono indicati nella tabella comparativa a pagina 255. La distribuzione per classe di azioni è riportata nella tabella delle distribuzioni alle pagine Alla liquidazione, tutte le classi hanno gli stessi diritti. 11 PRESTITO TITOLI Durante il periodo in esame, il comparto UK Fund ha perfezionato accordi di prestito titoli. Il comparto ha guadagnato GBP (2010: GBP ), pagando commissioni di GBP (2010: GBP ) a Threadneedle Investment Services Limited e di GBP (2010: GBP ) a J.P. Morgan per la gestione di tali operazioni. Il valore dei titoli in prestito alla fine del periodo contabile era pari a GBP 29,22 milioni (2010: GBP 92,28 milioni), mentre il valore della garanzia detenuta per tali accordi ammontava a GBP 31,17 milioni (2010: GBP 99,32 milioni). La garanzia è stata detenuta in veste di titoli trasferiti nell ambito CREST sotto forma di DBV (consegne per valore) o gilt DBV, oppure in veste di titoli di stato esteri, obbligazioni sopranazionali o certificati di deposito. La tabella seguente illustra la natura e il valore della garanzia detenuta, in base alla rispettiva classe di attività. Analisi delle garanzie detenute GBP/1.000 totale GBP/1.000 totale Obbligazioni qqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqq vvzzz 12 DERIVATI E ALTRI STRUMENTI FINANZIARI L analisi e le tabelle di seguito fornite si riferiscono a quanto illustrato in merito ai rischi relativi a derivati e altri strumenti finanziari alle pagine 8 e 9. Esposizioni valutarie Una percentuale ridotta del patrimonio netto del comparto è denominata in valute diverse dalla sterlina e pertanto lo stato patrimoniale e il rendimento totale possono essere influenzati dalle fluttuazioni valutarie. Attività nette in valute estere Esposizioni Esposizioni non monetarie monetarie Totale Valute 2011 GBP/1.000 Euro 1 1 Franco svizzero Valute 2010 GBP/1.000 Euro 2 2 Franco svizzero Profilo di rischio di tasso d interesse delle attività e passività finanziarie Il profilo del rischio di tasso d interesse delle attività e passività finanziarie del comparto al 7 marzo 2011 era il seguente: Attività Attività Attività finanziarie finanziarie finanziarie non maturanti a tasso variabile a tasso fisso interessi Totale Valute 2011 Euro 1 1 Franco svizzero Lira sterlina Valute 2010 Euro 2 2 Franco svizzero Lira sterlina Passività Passività Passività finanziarie finanziarie finanziarie non maturanti a tasso variabile a tasso fisso interessi Totale Valute 2011 Lira sterlina (54.806) (54.806) Valute 2010 Lira sterlina (10.934) (10.934) Le attività finanziarie a tasso fisso includono depositi aventi un tasso d interesse medio ponderato pari a 0,45% (2010: 0,40%). Valore equo di attività e passività finanziarie Non esistono differenze rilevanti tra il valore delle attività e passività finanziarie rilevato a bilancio e il rispettivo valore equo. Non vi sono importi rilevanti di attività finanziarie non fruttifere (all infuori di titoli azionari) cui non corrisponda una data di scadenza. I saldi di cassa sono tenuti in conti a tasso variabile il cui interesse è calcolato in riferimento ai tassi di mercato prevalenti.

15 14 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 UK Fund Note integrative al bilancio 13 IMPEGNI E SOPRAVVENIENZE PASSIVE Non risultano sopravvenienze passive e impegni in essere (2010: zero). 14 COSTI DI TRANSAZIONE DI PORTAFOGLIO Analisi dei costi degli acquisti totali Acquisti nel periodo prima dei costi di transazione Commissioni Imposte Totale costi acquisti Totale acquisti al lordo Analisi dei costi delle vendite totali Vendite lorde prima dei costi di transazione Commissioni (438) (470) Imposte (1) Totale costi vendite (439) (470) Totale vendite al netto di costi di transazione

16 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo UK Select Fund Relazione sugli investimenti Obiettivo di investimento Conseguimento di una crescita del capitale superiore alla media. Politica di investimento La politica di investimento dell ACD consiste nell investire il patrimonio del comparto in un portafoglio concentrato, a gestione attiva, nell ottica di conseguire la crescita. L approccio selettivo all investimento consente all ACD di assumere posizioni rilevanti in termini di titoli e settori, la qual cosa può determinare maggiori livelli di volatilità. Il portafoglio è composto prevalentemente da titoli azionari di società domiciliate ovvero aventi attività operative significative nel Regno Unito. Ove lo ritenga opportuno, l ACD può inoltre investire in altri titoli (inclusi titoli a reddito fisso, altre azioni e strumenti del mercato monetario). Performance delle Azioni di Classe 1 a distribuzione netta* Nel corso dei dodici mesi chiusi al 7 marzo 2011, la quotazione azionaria pubblicata del comparto Threadneedle UK Select Fund è salita da a 71,84 penny a 81,59 penny. In termini di performance nell ambito del gruppo di riferimento, il rendimento totale del comparto per i dodici mesi chiusi al 28 febbraio 2011, incluso il reddito netto reinvestito, è stato del 18,33% rispetto a un rendimento mediano del 17,78% nello stesso periodo. (A titolo informativo, si ricorda che nello stesso periodo l indice FTSE All-Share Total Return ha registrato un rendimento del 17,02%.) Attività del portafoglio Durante il periodo in esame, il mercato azionario del Regno Unito ha messo a segno un notevole rialzo, soprattutto nella seconda metà dell anno. Nei primi sei mesi del periodo in esame il mercato si è mosso trasversalmente a fronte dell intensificazione delle preoccupazioni per il debito sovrano e la mancata crescita delle economie globali. Nella seconda metà dell anno, il mercato ha segnato performance brillanti in quanto la redditività societaria è stata protagonista di una rapida ripresa e la domanda dei mercati emergenti è salita, in un quadro di allentamento fiscale senza precedenti, con tassi d interesse ai minimi storici e attenuazione delle preoccupazioni per la deflazione. Riteniamo che la crescita economica nel Regno Unito sia destinata a mantenersi stagnante poiché sia il governo che i consumatori continuano a cercare di controllare la spesa e ridurre i loro livelli di indebitamento. Continuiamo pertanto a concentrarci su società e aree geografiche ancora in grado di generare una crescita soddisfacente malgrado il difficile contesto economico. Abbiamo così concentrato la nostra attenzione su imprese che derivano una percentuale elevata dei rispettivi fatturati e utili da mercati esteri e aziende che vendono prodotti e servizi ad altre società anziché al governo o ai consumatori britannici. Negli ultimi mesi, abbiamo inoltre aumentato il peso del comparto nelle aree di mercato difensive che hanno notevolmente sottoperformato durante il rialzo degli ultimi due anni e offrono ora livelli estremamente elevati di valori. Abbiamo quindi rafforzato le partecipazioni del comparto in settori resilienti come il tabacco, acquistando Imperial Tobacco, il dettaglio alimentare, con Tesco e Morrisons, e le telecomunicazioni, tramite BT Group e Vodafone. Queste imprese non sono sensibili alla congiuntura economica e offrono flussi di dividendi crescenti. Per contro, abbiamo operato prese di beneficio su alcuni titoli bancari liquidando Lloyds Banking Group e Barclays, in quanto le pressioni normative rimangono elevate e la visibilità degli utili nel settore è minima. Il settore societario si mantiene in buona salute e le aziende sono al momento in grado di emettere obbligazioni a tassi d interesse estremamente bassi. Ciò è destinato a portare a una perdurante ripresa dell attività sul fronte delle fusioni e acquisizioni. Poiché la crescita delle vendite rimarrà verosimilmente difficile in un mondo a bassa crescita, numerose multinazionali potrebbero trovare più semplice acquisire una crescita tramite il mercato azionario UK. Il comparto UK Select Fund detiene pertanto varie società globali di medie dimensioni con buone tecnologie di nicchia a nostro avviso mature per l acquisizione da parte di grandi multinazionali. Tra gli esempi figurano Premier Oil, la società tecnologica Spirent e varie aziende nel settore industriale. In prospettiva, siamo ottimisti circa le prospettive per il mercato azionario del Regno Unito in quanto le società stanno conseguendo buoni risultati, le stime di utili sono oggetto di revisioni al rialzo e le valutazioni azionarie appaiono interessanti sia in prospettiva storica sia rispetto ad altre classi di asset come liquidità od obbligazioni. PROSPETTO DEL RENDIMENTO TOTALE per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Note Reddito Plusvalenze/(minusvalenze) nette Proventi Spese 4 (3.912) (3.720) Costi finanziari: interessi 6 (1) (1) Proventi/(spese) netti prima delle imposte Imposte 5 (3) 2 Proventi/(spese) netti dopo le imposte Rendimento totale prima delle distribuzioni Costi finanziari: distribuzioni 6 (2.657) (3.978) Variazione nel patrimonio netto attribuibile agli azionisti da attività di investimento STATO PATRIMONIALE al 7 marzo 2011 Note Attività Attività di investimento Crediti Saldi di cassa e banca Totale altre attività Totale attività Passività Debiti 8 (7.592) (6.660) Distribuzioni da pagare su azioni a distribuzione (434) (850) Totale passività (8.026) (7.510) Patrimonio netto attribuibile agli azionisti PROSPETTO DELLE VARIAZIONI NEL PATRIMONIO NETTO ATTRIBUIBILE AGLI AZIONISTI per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Patrimonio netto di apertura attribuibile agli azionisti Variazione dovuta a vendite e riacquisti di azioni: Crediti per emissione di azioni Debiti per annullamento di azioni (28.303) (93.868) (11.267) (70.376) Rettifica di diluizione 162 Stamp duty reserve tax (SDRT) (123) (164) Variazione nel patrimonio netto attribuibile agli azionisti da attività d investimento (vedere qui sopra il prospetto del rendimento totale) Importi di distribuzioni non riscosse riportati in conto 9 Patrimonio netto di chiusura attribuibile agli azionisti TABELLA DELLE DISTRIBUZIONI per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Distribuzione dividendi in penny per azione Azioni di Classe 1 Distribuzione netta Periodo Proventi Credito Proventi Distribuzione Distribuzione di distribuzione lordi d imposta netti Perequazione pagata/da pagare pagata 2010/ /2010 Gruppo 1 08/03/10 07/09/10 0,6430 0,0643 0,5787 0,5787 0, /09/10 07/03/11 0,0678 0,0068 0,0610 0,0610 0,1900 Gruppo 2 08/03/10 07/09/10 0,2999 0,0300 0,2699 0,3088 0,5787 0, /09/10 07/03/11 0,0329 0,0033 0,0296 0,0314 0,0610 0,1900 Totale distribuzioni durante il periodo 0,6397 0,9142 Azioni di Classe 2 Distribuzione netta Periodo Proventi Credito Proventi Distribuzione di distribuzione lordi d imposta netti Perequazione pagata/da pagare pagata 2010/ /2010 Gruppo 1 08/03/10 07/09/10 0,9039 0,0904 0,8135 0,8135 0, /09/10 07/03/11 0,3469 0,0347 0,3122 0,3122 0,4084 Gruppo 2 08/03/10 07/09/10 0,5070 0,0507 0,4563 0,3572 0,8135 0, /09/10 07/03/11 0,2168 0,0217 0,1951 0,1171 0,3122 0,4084 Totale distribuzioni durante il periodo 1,1257 1,3267 Gruppo 2: azioni acquistate durante un periodo di distribuzione *In sterline britanniche e a fronte del gruppo di riferimento UK. Per le tabelle comparative, vedere alle pagine

17 16 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 UK Select Fund Note integrative al bilancio per il periodo contabile 8 marzo marzo POLITICHE CONTABILI Le politiche contabili del comparto sono identiche a quelle esposte nel bilancio consolidato a pagina 6. 2 PLUSVALENZE/(MINUSVALENZE) NETTE Le plusvalenze/(minusvalenze) nette durante il periodo comprendono: Titoli non derivati Costi di transazione (4) (8) Plusvalenze/(minusvalenze) nette PROVENTI Dividendi UK Dividendi esteri Dividendi in azioni Interessi su investimenti a breve termine 12 6 Interessi bancari Commissioni di sottoscrizione 9 95 Commissioni per prestito titoli Totale proventi SPESE Da pagare all ACD o ad associate dell ACD e ai rispettivi agenti: Commissioni di gestione annue (3.524) (3.338) Spese di registrazione (354) (348) (3.878) (3.686) Da pagare al depositario o ad associate del depositario e ai rispettivi agenti: Oneri per depositario (19) (18) Oneri di custodia (2) (3) (21) (21) Altri oneri: Diritti regolatori (7) (5) Oneri di revisione (6) (8) (13) (13) *Totale spese (3.912) (3.720) *Inclusa IVA non recuperabile, ove applicabile. 5 IMPOSTE a) Analisi degli oneri d imposta nel periodo Imposte estere (3) 2 Totale imposte correnti (nota 5b) (3) 2 Totale oneri d imposta per il periodo (3) 2 b) Fattori incidenti sugli oneri d imposta per il periodo Proventi netti al lordo di imposte Proventi netti al lordo di imposte moltiplicati per l aliquota standard del 20% delle imposte sulle società (532) (795) Effetti di: Proventi non soggetti a imposte Imposte estere (3) 2 Spese sostenute per imposte estere 1 Eccedenza spese (774) (715) Oneri per imposte correnti per il periodo (nota 5a) (3) 2 Il comparto non ha rilevato imposte differite attive pari a GBP (2010: GBP ) derivanti da spese di gestione non utilizzate. L utilizzo di queste spese in futuro è improbabile. La componente di ritenute fiscali estere, non soggetta a sgravio, delle attività fiscali differite non rilevate è stata stornata a seguito di cambiamenti nella legislazione relativa a dividendi non assoggettabili a imposta. Ciò ha determinato la rideterminazione delle imposte differite attive non rilevate del 2010, riducendole di GBP COSTI FINANZIARI Distribuzioni e interessi La distribuzione tiene conto dei proventi percepiti alla creazione di azioni e dei proventi sottratti all annullamento di azioni e comprende: Infrannuali Finali Più: detrazione dei proventi all atto di cancellazione delle azioni Meno: proventi ricevuti all atto di creazione delle azioni (63) (97) Distribuzione netta per il periodo Interessi 1 1 Totale costi finanziari I dettagli della distribuzione per azione sono illustrati nella tabella a pagina CREDITI Crediti per emissione di azioni Vendite in attesa di regolamento Ratei attivi Ritenute d imposta estere recuperabili 3 4 Totale crediti DEBITI Debiti per annullamento di azioni (1.332) (193) Acquisti in attesa di regolamento (5.941) (6.183) Ratei passivi (7) (11) Debiti verso ACD (312) (273) Totale debiti (7.592) (6.660)

18 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo UK Select Fund NOTE INTEGRATIVE AL BILANCIO 9 OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Threadneedle Investment Services Limited, in quanto Authorised Corporate Director (ACD), è parte correlata e agisce in veste di mandante in riferimento a tutte le operazioni in azioni del comparto. Gli importi complessivi ricevuti a seguito di emissioni e pagati a fronte di annullamenti sono riportati nel Prospetto delle variazioni nel Patrimonio netto attribuibile agli Azionisti. Tutti i crediti o debiti verso Threadneedle Investment Services Limited alla fine del periodo contabile sono illustrati nelle Note 7 e 8. Gli importi dovuti a Threadneedle Investment Services Limited in riferimento ai servizi di gestione e registrazione del comparto sono illustrati nella Nota 4. Tutte le operazioni sono state perfezionate nel corso dell attività ordinaria e a condizioni commerciali normali. 10 PATRIMONIO NETTO Al momento, il comparto UK Select Fund ha due classi di azioni: Classe 1 e Classe 2. Gli oneri relativi a ogni classe di azioni sono i seguenti: Commissioni di gestione annue Azioni di Classe 1 1,50% Azioni di Classe 2 1,00% Spese di registrazione Azioni di Classe 1 0,175% Azioni di Classe 2 0,035% Il NAV per ogni classe di azioni, il NAV per azione e il numero di azioni per ogni classe sono indicati nella tabella comparativa a pagina 255. La distribuzione per classe di azioni è riportata nella tabella delle distribuzioni a pagina 15. Alla liquidazione, tutte le classi hanno gli stessi diritti. 11 PRESTITO TITOLI Durante il periodo in esame, il comparto UK Select Fund ha perfezionato accordi di prestito titoli. Il comparto ha guadagnato GBP (2010: GBP ), pagando commissioni di GBP (2010: GBP 9.000) a Threadneedle Investment Services Limited e di GBP (2010: GBP 6.000) a J.P. Morgan per la gestione di tali operazioni. Il valore dei titoli in prestito alla fine del periodo contabile era pari a GBP 4,97 milioni (2010: GBP 22,62 milioni), mentre il valore della garanzia detenuta per tali accordi ammontava a GBP 5,23 milioni (2010: GBP 24,50 milioni). La garanzia è stata detenuta in veste di titoli trasferiti nell ambito CREST sotto forma di DBV (consegne per valore) o gilt DBV, oppure in veste di titoli di stato esteri, obbligazioni sopranazionali o certificati di deposito. La tabella seguente illustra la natura e il valore della garanzia detenuta, in base alla rispettiva classe di attività. Analisi delle garanzie detenute GBP/1.000 totale GBP/1.000 totale Obbligazioni qqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqqq vvzzz 12 DERIVATI E ALTRI STRUMENTI FINANZIARI L analisi e le tabelle di seguito fornite si riferiscono a quanto illustrato in merito ai rischi relativi a derivati e altri strumenti finanziari alle pagine 8 e 9. Esposizioni valutarie Una percentuale ridotta del patrimonio netto del comparto è denominata in valute diverse dalla sterlina e pertanto lo stato patrimoniale e il rendimento totale possono essere influenzati dalle fluttuazioni valutarie. Attività nette in valute estere Esposizioni Esposizioni non monetarie monetarie Totale Valute 2011 GBP/1.000 Euro 8 8 Dollaro USA 3 3 Valute 2010 GBP/1.000 Euro 9 9 Franco svizzero 4 4 Profilo di rischio di tasso d interesse delle attività e passività finanziarie Il profilo del rischio di tasso d interesse delle attività e passività finanziarie del comparto al 7 marzo 2011 era il seguente: Attività Attività Attività finanziarie finanziarie finanziarie non maturanti a tasso variabile a tasso fisso interessi Totale Valute 2011 Euro 8 8 Lira sterlina Dollaro USA 3 3 Valute 2010 Euro 9 9 Franco svizzero 4 4 Lira sterlina Passività Passività Passività finanziarie finanziarie finanziarie non maturanti a tasso variabile a tasso fisso interessi Totale Valute 2011 Lira sterlina (8.026) (8.026) Valute 2010 Lira sterlina (7.510) (7.510) Valore equo di attività e passività finanziarie Non esistono differenze rilevanti tra il valore delle attività e passività finanziarie rilevato a bilancio e il rispettivo valore equo. Non vi sono importi rilevanti di attività finanziarie non fruttifere (all infuori di titoli azionari) cui non corrisponda una data di scadenza. I saldi di cassa sono tenuti in conti a tasso variabile il cui interesse è calcolato in riferimento ai tassi di mercato prevalenti. 13 IMPEGNI E SOPRAVVENIENZE PASSIVE Non risultano sopravvenienze passive e impegni in essere (2010: zero).

19 18 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo 2011 UK Select Fund Note integrative al bilancio 14 COSTI DI TRANSAZIONE DI PORTAFOGLIO Analisi dei costi degli acquisti totali Acquisti nel periodo prima dei costi di transazione Commissioni Imposte Totale costi acquisti Totale acquisti al lordo Analisi dei costi delle vendite totali Vendite lorde prima dei costi di transazione Commissioni (239) (439) Totale costi vendite (239) (439) Totale vendite al netto di costi di transazione

20 Threadneedle Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale marzo UK Smaller Companies Fund Relazione sugli investimenti Obiettivo di investimento Conseguimento della crescita del capitale. Politica di investimento La politica di investimento dell ACD consiste nell investire il patrimonio del comparto essenzialmente in titoli azionari di società di dimensioni minori domiciliate ovvero aventi attività operative significative nel Regno Unito. Ove lo ritenga opportuno, l ACD può inoltre investire sino a un terzo del patrimonio totale del comparto in altri titoli (inclusi titoli a reddito fisso, altre azioni e strumenti del mercato monetario). A fini di liquidità, può investire in strumenti liquidi e quasi monetari. Performance delle Azioni di Classe 1 a distribuzione netta* Nel corso dei dodici mesi chiusi al 7 marzo 2011, la quotazione azionaria pubblicata del comparto Threadneedle UK Smaller Companies Fund è salita da 101,63 penny a 136,29 penny. In termini di performance nell ambito del gruppo di riferimento, il rendimento totale del comparto per i dodici mesi chiusi al 28 febbraio 2011, incluso il reddito netto reinvestito, è stato del 35,86% rispetto a un rendimento mediano del 33,68% nello stesso periodo. (A titolo informativo, si ricorda che nello stesso periodo l indice Hoare Govett Smaller Companies (ex Investment Trusts) ha registrato un rendimento del 29,13%.) Attività del portafoglio Il mercato azionario del Regno Unito è notevolmente salito nel corso dell anno, che si è però articolato in due fasi distinte. Nei primi sei mesi del periodo in esame il mercato ha subito una flessione, muovendosi quindi trasversalmente a fronte dell intensificazione delle preoccupazioni per il debito sovrano e la mancata crescita delle economie globali. Nella seconda metà dell anno, il mercato ha segnato performance brillanti in quanto gli utili societari sono stati protagonisti di una rapida ripresa e la domanda dei mercati emergenti è salita. Dopo aver colto l importante opportunità di ristrutturare nel 2009 i propri costi, le imprese britanniche hanno tratto i conseguenti benefici sotto forma di maggiore redditività, in un quadro di allentamento fiscale senza precedenti, con tassi d interesse ai minimi storici e attenuazione delle preoccupazioni per la deflazione. I settori più performanti dell anno sono stati industriali, energia e sostanze chimiche e il comparto ha beneficiato dell esposizione a ciascuna di tali aree. Sovraperformance significative sono state segnate anche dalla più ridotta posizione del comparto in titoli del segmento del consumo, grazie a un attenta selezione titoli. Riteniamo che le performance settoriali non saranno così pronunciate nel 2011 e che le sovraperformance scaturiranno da una buona selezione titoli. Tra i maggiori contributi apportati alle performance lo scorso anno figurano quelli di Oxford Instruments e New Britain Palm Oil. Il comparto ha inoltre beneficiato della partecipazione in Chloride, destinataria di un offerta di acquisizione da parte di Emerson, nonché delle acquisizioni di BlueBay Asset Management e della società di ricerche di mercato Toluna. Nel periodo in esame, abbiamo ridotto l esposizione del comparto verso i settori industriale e delle sostanze chimiche incrementando al contempo le ponderazioni in tecnologia, media e salute. Abbiamo istituito nuove partecipazioni in società in grado di crescere con successo in un contesto economico di bassa crescita, tra le quali Mood Media, International Personal Finance e Optos, importante società di tecnologia medicale. Queste imprese stanno allargando i propri mercati di nicchia nelle economie sviluppate oppure sono esposte a mercati con opportunità di crescita migliori. Per la parte restante di quest anno, le forze inflazionistiche sono destinate ad aumentare così come le pressioni sulle banche centrali tese all aumento dei tassi d interesse. Il comparto rimane quindi esposto ad aziende con bilanci robusti, potere di determinazione dei prezzi e solide prospettive di crescita nonostante il quadro economico difficile. PROSPETTO DEL RENDIMENTO TOTALE per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Note Reddito Plusvalenze/(minusvalenze) nette Proventi Spese 4 (2.298) (1.581) Proventi/(spese) netti prima delle imposte Imposte 5 (5) (18) Proventi/(spese) netti dopo le imposte Rendimento totale prima delle distribuzioni Costi finanziari: distribuzioni 6 (600) (2.018) Variazione nel patrimonio netto attribuibile agli azionisti da attività di investimento STATO PATRIMONIALE al 7 marzo 2011 Note Attività Attività di investimento Crediti Saldi di cassa e banca Totale altre attività Totale attività Passività Debiti 8 (5.822) (1.080) Distribuzioni da pagare su azioni a distribuzione (127) (779) Totale passività (5.949) (1.859) Patrimonio netto attribuibile agli azionisti PROSPETTO DELLE VARIAZIONI NEL PATRIMONIO NETTO ATTRIBUIBILE AGLI AZIONISTI per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Patrimonio netto di apertura attribuibile agli azionisti Variazione dovuta a vendite e riacquisti di azioni: Crediti per emissione di azioni Debiti per annullamento di azioni (53.034) (9.582) Rettifica di diluizione Stamp duty reserve tax (SDRT) (100) (35) Variazione nel patrimonio netto attribuibile agli azionisti da attività d investimento (vedere qui sopra il prospetto del rendimento totale) Importi di distribuzioni non riscosse riportati in conto 3 Patrimonio netto di chiusura attribuibile agli azionisti TABELLA DELLE DISTRIBUZIONI per il periodo contabile 8 marzo marzo 2011 Distribuzione dividendi in penny per azione Azioni di Classe 1 Distribuzione netta Periodo Proventi Credito Proventi Distribuzione Distribuzione di distribuzione lordi d imposta netti Perequazione pagata/da pagare pagata 2010/ /2010 Gruppo 1 08/03/10 07/09/10 0,2274 0,0227 0,2047 0,2047 0, /09/10 07/03/11 0,4544 Gruppo 2 08/03/10 07/09/10 0,0266 0,0027 0,0239 0,1808 0,2047 0, /09/10 07/03/11 0,4544 Totale distribuzioni durante il periodo 0,2047 1,3540 Azioni di Classe 2 Distribuzione netta Periodo Proventi Credito Proventi Distribuzione Distribuzione di distribuzione lordi d imposta netti Perequazione pagata/da pagare pagata 2010/ /2010 Gruppo 1 08/03/10 07/09/10 0,6079 0,0608 0,5471 0,5471 1, /09/10 07/03/11 0,1888 0,0189 0,1699 0,1699 0,7656 Gruppo 2 08/03/10 07/09/10 0,2302 0,0230 0,2072 0,3399 0,5471 1, /09/10 07/03/11 0,0970 0,0097 0,0873 0,0826 0,1699 0,7656 Totale distribuzioni durante il periodo 0,7170 1,9347 Gruppo 2: azioni acquistate durante un periodo di distribuzione *In sterline britanniche e a fronte del gruppo di riferimento UK. Per le tabelle comparative, vedere alle pagine

Bilancio e relazione annuale Threadneedle Specialist Investment Funds ICVC aprile 2011. Specialist Investment Funds ICVC

Bilancio e relazione annuale Threadneedle Specialist Investment Funds ICVC aprile 2011. Specialist Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale Threadneedle Specialist Investment Funds ICVC aprile 2011 Threadneedle Specialist Investment Funds ICVC Threadneedle Specialist Investment Funds ICVC Bilancio e relazione annuale

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori in relazione a questo Fondo. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó=

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

Il presente Prospetto Semplificato è traduzione fedele dell ultimo Prospetto Semplificato approvato dalla competente autorità di vigilanza irlandese.

Il presente Prospetto Semplificato è traduzione fedele dell ultimo Prospetto Semplificato approvato dalla competente autorità di vigilanza irlandese. Il presente Prospetto Semplificato è traduzione fedele dell ultimo Prospetto Semplificato approvato dalla competente autorità di vigilanza irlandese. Gli Amministratori RUSSELL INVESTMENT COMPANY IV PUBLIC

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë=

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo Fondo. Non si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Global Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó=

Regolamento del fondo interno A.G. Global Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó= A) Obiettivi e descrizione del fondo La gestione ha come obiettivo la crescita del capitale investito in un orizzonte temporale lungo ed è caratterizzata

Dettagli

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 Il presente supplemento è parte integrante del Prospetto di Fidelity Funds del giugno 2014 e comprendente il supplemento dell agosto

Dettagli

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 maggio 2012.

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 maggio 2012. Pioneer Fondi Italia Regolamento Unico di Gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Valido a decorrere dal 2 maggio 2012. . A)

Dettagli

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012.

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012. Pioneer Fondi Italia Regolamento Unico di Gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012. . A)

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia

Dettagli

Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS INCOME 360 1

Dettagli

INFORMATIVA AGLI INVESTITORI. Riportiamo qui di seguito alcune modifiche deliberate dal Consiglio di Amministrazione della Sicav

INFORMATIVA AGLI INVESTITORI. Riportiamo qui di seguito alcune modifiche deliberate dal Consiglio di Amministrazione della Sicav SCHRODER INTERNATIONAL SELECTION FUND Société d'investissement à capital variable Registered office: 5, rue Höhenhof, L-1736 Senningerberg R.C. Luxembourg B 8202 INFORMATIVA AGLI INVESTITORI Gentile Cliente,

Dettagli

Regolamento dei fondi interni Data ultimo aggiornamento 06/11/2014

Regolamento dei fondi interni Data ultimo aggiornamento 06/11/2014 Data ultimo aggiornamento 06/11/2014 REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI 1 - Istituzione e denominazione del fondo La Società ha istituito e gestisce, secondo le modalità previste dal presente Regolamento, i

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Raiffplanet Aggressiva a premio unico (Mod. V70SSISRA137-0415) Pagina 1

Dettagli

Conservare e aumentare il valore reale, misurato in euro e corretto per l inflazione, nell arco di 3-5 anni.

Conservare e aumentare il valore reale, misurato in euro e corretto per l inflazione, nell arco di 3-5 anni. Fund Société d'investissement à Capital Variable 5, rue Höhenhof, L-1736 Senningerberg Granducato di Lussemburgo Tel.: (+352) 341 342 202 Fax : (+352) 341 342 342 31 maggio 2013 Gentile Azionista, Fund

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

A) Scheda identificativa

A) Scheda identificativa Pioneer Fondi Italia Regolamento Unico di Gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Valido a decorrere dal 01 marzo 2009 Il presente

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo Fondo. Non si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS F INFLAZIONE

Dettagli

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Sistema PRIMA Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Fondi Linea Mercati OICVM: Anima Fix Euro Anima Fix Obbligazionario

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione,

Dettagli

Prospetto tradotto fedelmente dall ultimo prospetto ricevuto dalla Commissione di Vigilanza del Settore Finanziario del Lussemburgo.

Prospetto tradotto fedelmente dall ultimo prospetto ricevuto dalla Commissione di Vigilanza del Settore Finanziario del Lussemburgo. EXTRA FUND SICAV TOTAL RETURN OPPORTUNITY Prospetto Informativo Semplificato Luglio 2009 Prospetto tradotto fedelmente dall ultimo prospetto ricevuto dalla Commissione di Vigilanza del Settore Finanziario

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico (Mod. V70SSISCL137-0415) Pagina

Dettagli

Copertura Valutaria Franklin Templeton Investments

Copertura Valutaria Franklin Templeton Investments Copertura Valutaria COSA E LA COPERTURA VALUTARIA? La copertura valutaria è utilizzata allo scopo di ridurre l effetto causato sui rendimenti dalle fluttuazioni dei tassi di cambio. I movimenti valutari

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro Anima Riserva Globale

Dettagli

Avviso di Fusione del Comparto

Avviso di Fusione del Comparto Avviso di Fusione del Comparto Sintesi Questa sezione evidenzia le informazioni essenziali concernenti la fusione che La riguarda in qualità di azionista. Ulteriori informazioni sono contenute nella Scheda

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO

PROSPETTO SEMPLIFICATO NEXTAM PARTNERS S i c a v Società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese PROSPETTO SEMPLIFICATO Settembre 2009 Prospetto pubblicato mediante deposito all Archivio Prospetti della

Dettagli

FULL OPTION Ed. 2009

FULL OPTION Ed. 2009 Offerta al pubblico di FULL OPTION Ed. 2009 Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Option Trend a premio unico (Mod. VM2SSISOT137-0414 ed. 04/2014)

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Anima Tricolore Sistema Open

Anima Tricolore Sistema Open Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

ZEST ASSET MANAGEMENT SICAV

ZEST ASSET MANAGEMENT SICAV ZEST ASSET MANAGEMENT SICAV Société d Investissement à Capital Variable Comparto: ZEST ASSET MANAGEMENT SICAV - Zest Global Strategy Fund S O C I E T À d i G E S T I O N E D E G R O O F G E S T I O N I

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione, denominata

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998

FONDO PENSIONE APERTO ZED OMNIFUND Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2006 - LINEA GARANTITA ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2006

Dettagli

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 PROPOSTO DIVIDENDO DI 0,10 EURO, + 15% RISPETTO AL 2000 UTILE NETTO: +12,7% A 21,4 MILIONI DI EURO RICAVI NETTI: +3,5%

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017)

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017) REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017) 1 - ISTITUZIONE, DENOMINAZIONE E CARATTERISTICHE DEL FONDO INTERNO CREDITRAS VITA S.p.A. (di seguito Società) ha istituito e gestisce,

Dettagli

L'esercizio si chiude in utile e con una netta crescita del margine di intermediazione. Proposta la distribuzione di dividendi.

L'esercizio si chiude in utile e con una netta crescita del margine di intermediazione. Proposta la distribuzione di dividendi. Comunicato Stampa Il Consiglio di Amministrazione di First Capital S.p.A. approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2011 (redatto in base ai principi contabili italiani) L'esercizio si chiude in utile

Dettagli

Agosto 2015 Marzo 2015

Agosto 2015 Marzo 2015 Agosto 2015 Marzo 2015 Caratteristiche OEIC (Sicav Inglese) Disponibili solo sulla sicav di diritto inglese 6 comparti azionari 9 comparti obbligazionari 3 valute di investimento: euro / usd / gbp Stacco

Dettagli

Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509

Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 Piano degli investimenti finanziari - 2016 art.3, comma 3, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 Piano strategico di investimento e di risk budgeting art. 4.3 e art. 7.4 del Regolamento per la

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E AZIONARIO EUROPA

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E AZIONARIO EUROPA REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO Il presente Regolamento è composto dall'allegato al Regolamento del Fondo interno e dai seguenti articoli specifici per il Fondo interno. 1 - PROFILI DI RISCHIO DEL FONDO

Dettagli

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ Con la presente comunicazione si desidera fornire una breve sintesi del regime fiscale applicabile ai fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano, nonché del

Dettagli

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 LA SOSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ GESTORE A partire dal 3 giugno

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/31 35. Informazioni sui valori contabili contenuti in differenti classificazioni di rimanenze e l ammontare delle variazioni in queste voci di attività è utile per gli utilizzatori del bilancio.

Dettagli

Esposizione dei fondi BlackRock ai titoli greci Gamme BlackRock Global Funds (BGF) e BlackRock Strategic Funds (BSF) A solo scopo informativo - Al 29

Esposizione dei fondi BlackRock ai titoli greci Gamme BlackRock Global Funds (BGF) e BlackRock Strategic Funds (BSF) A solo scopo informativo - Al 29 Esposizione dei fondi BlackRock ai titoli greci Gamme BlackRock Global Funds (BGF) e BlackRock Strategic Funds (BSF) A solo scopo informativo - Al 29 giugno 2015 Esposizione dei comparti BGF e BSF ai titoli

Dettagli

Sistema Mediolanum Fondi Italia

Sistema Mediolanum Fondi Italia Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Sistema Mediolanum Fondi Italia Società di Gestione del Risparmio Collocatore Unico retro di copertina Informazioni chiave per gli investitori (KIID) Il presente

Dettagli

OPENWORLD PLC Fondo multicomparto con separazione patrimoniale fra i comparti Prospetto Informativo Semplificato

OPENWORLD PLC Fondo multicomparto con separazione patrimoniale fra i comparti Prospetto Informativo Semplificato OPENWORLD PLC Fondo multicomparto con separazione patrimoniale fra i comparti Prospetto Informativo Semplificato 28 marzo 2012 Il presente Prospetto Informativo Semplificato contiene informazioni importanti

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

ATLANTE TARGET ITALY FUND

ATLANTE TARGET ITALY FUND Gli Amministratori di Atlante Funds plc (la Società ) i cui nominativi sono riportati nella sezione del Prospetto informativo intitolata LA SOCIETÀ si assumono ogni responsabilità in ordine alle informazioni

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo Comparto. Non si tratta di un documento

Dettagli

LEONARDO INVEST Leonardo European Bond Opportunities Société d'investissement à capital variable Lussemburgo PROSPETTO SEMPLIFICATO Maggio 2010

LEONARDO INVEST Leonardo European Bond Opportunities Société d'investissement à capital variable Lussemburgo PROSPETTO SEMPLIFICATO Maggio 2010 LEONARDO INVEST Leonardo European Bond Opportunities Société d'investissement à capital variable Lussemburgo PROSPETTO SEMPLIFICATO Maggio 2010 - 2 - Prospetto Informativo depositato presso la Consob in

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

(le SICAV ) Agli azionisti di db x-trackers Sonia Total Return Index ETF e db x-trackers II Sterling Cash ETF (i Fondi )

(le SICAV ) Agli azionisti di db x-trackers Sonia Total Return Index ETF e db x-trackers II Sterling Cash ETF (i Fondi ) db x-trackers Società di investimento a capitale variabile Sede Legale: 49, avenue J.F. Kennedy, L-1855 Lussemburgo R.C.S. Lussemburgo B.119-899 db x-trackers II Società di investimento a capitale variabile

Dettagli

L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE (RIVISTO NELLA SOSTANZA NEL 1993) Effetti delle variazioni dei cambi delle valute estere Il presente Principio

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

Fidelity Funds - Fidelity Global Global Strategic Bond Fund

Fidelity Funds - Fidelity Global Global Strategic Bond Fund Fidelity Funds - Fidelity Global Global Strategic Bond Fund Stabilizza i tuoi investimenti Tutti i vantaggi dell'obbligazionario flessibile globale Prima della sottoscrizione leggere attentamente il documento

Dettagli

COMMUNITY INVESTING FUND

COMMUNITY INVESTING FUND COMMUNITY INVESTING FUND PROSPETTO INFORMATIVO SEMPLIFICATO Giugno 2009 Prospetto pubblicato mediante deposito presso l Archivio Prospetti della Consob in data 13 novembre 2009 Il presente Prospetto è

Dettagli

Pioneer Funds - Absolute Return Currencies

Pioneer Funds - Absolute Return Currencies INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI Società di Gestione del Risparmio appartenente al Gruppo Banca Popolare Etica Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori

Dettagli

I dati riportati nella presente sezione 3 INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE sono aggiornati al 31.12.2012 e vengono rivisti annualmente.

I dati riportati nella presente sezione 3 INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE sono aggiornati al 31.12.2012 e vengono rivisti annualmente. 3. INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE AVIVA VITA - PRO FUTURO PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE Data di efficacia della presente Sezione: 1 aprile 2013 INFORMAZIONI

Dettagli

THREADNEEDLE (LUX) threadneedle.com. Bilancio e relazione semestrale non certificati Société d Investissement à Capital Variable 30 settembre 2013

THREADNEEDLE (LUX) threadneedle.com. Bilancio e relazione semestrale non certificati Société d Investissement à Capital Variable 30 settembre 2013 Bilancio e relazione semestrale non certificati Société d Investissement à Capital Variable 30 settembre 2013 THREADNEEDLE (LUX) SICAV Organismo di Investimento Collettivo in Valori Mobiliari di diritto

Dettagli

FULL OPTION ED. 2009

FULL OPTION ED. 2009 Offerta al pubblico di FULL OPTION ED. 2009 Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Euroquota Aggressiva a premio periodico limitato (Mod. VM2SSISEA138-0414

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

5,00 %. Si tratta dell'importo massimo che verrà detratto dal vostro investimento prima sottoscrizione

5,00 %. Si tratta dell'importo massimo che verrà detratto dal vostro investimento prima sottoscrizione Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIVALORE PLUS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL12UD)

Offerta al pubblico di UNIVALORE PLUS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL12UD) Società del gruppo ALLIANZ S.p.A. Offerta al pubblico di UNIVALORE PLUS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL12UD) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO

Dettagli

Approvazione della Relazione Trimestrale al 30.06.2005 da parte del Consiglio di Amministrazione.

Approvazione della Relazione Trimestrale al 30.06.2005 da parte del Consiglio di Amministrazione. 21/07/2005 - Approvazione relazione trimestrale 01.04.2005-30.06.2005 Approvazione della Relazione Trimestrale al 30.06.2005 da parte del Consiglio di Amministrazione. Sommario: Nei primi nove mesi dell

Dettagli

Note sulla gestione del fondo.

Note sulla gestione del fondo. FONDO PENSIONE DIPENDENTI GIOCHI AMERICANI Sede in Saint Vincent Via Italo Mus - presso Casino de la Vallée Codice fiscale n. 90006620075 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI IN ACCOMPAGNAMENTO AL BILANCIO DELL'ESERCIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO Collocatore Pagina 1 di 12 A) SCHEDA IDENTIFICATIVA funzionamento. Denominazione, tipologia e durata del

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti dell Aderente in base alle Condizioni di Polizza, la

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

Direzione Tecnica Vita Sistema di Offerta Vita e Previdenza Documento Commerciale ad uso interno. Report Gestionale IV Trimestre 2014 Pagina 0

Direzione Tecnica Vita Sistema di Offerta Vita e Previdenza Documento Commerciale ad uso interno. Report Gestionale IV Trimestre 2014 Pagina 0 Report Gestionale IV Trimestre 2014 Pagina 0 Report Gestionale IV Trimestre 2014 Pagina 1 La Gestione Separata è un Fondo, costituito da un insieme di Attività Finanziarie, gestito dalla Compagnia di Assicurazioni

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS 1. ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEI FONDI INTERNI Eurovita Assicurazioni S.p.A. ha istituito, secondo le modalità previste

Dettagli

SISTEMA SYMPHONIA REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL GESTITI DA SYMPHONIA SGR

SISTEMA SYMPHONIA REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL GESTITI DA SYMPHONIA SGR REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL SISTEMA SYMPHONIA GESTITI DA SYMPHONIA SGR validità 1 gennio 2012 TESTO A FRONTE PER CONFRONTO VARIAZIONI REGOLAMENTARI

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI BAPfondi Gold Art. 1 Aspetti generali Denominazione dei Fondi La Compagnia ha istituito e gestisce, secondo le modalità di cui al presente Regolamento, un portafoglio di strumenti

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo Fondo Non si tratta di un documento promozionale

Dettagli

5,00 %. Si tratta dell'importo massimo che verrà detratto dal vostro investimento prima sottoscrizione

5,00 %. Si tratta dell'importo massimo che verrà detratto dal vostro investimento prima sottoscrizione Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

1. Descrizione della fusione del comparto di Compam Fund: Europe Dynamic 0/100 nel comparto di Diaman SICAV Mathematics

1. Descrizione della fusione del comparto di Compam Fund: Europe Dynamic 0/100 nel comparto di Diaman SICAV Mathematics CompAM FUND Società d'investimento a Capitale Variabile (SICAV) Sede legale: 4, boulevard Royal, L-2449 Luxembourg Registro delle imprese lussemburghese N B92095 COMUNICAZIONE AGLI AZIONISTI I. COMPARTO

Dettagli

Anima Riserva Dollaro Sistema Anima

Anima Riserva Dollaro Sistema Anima Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Euro

Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Euro Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Aggiornamento dei dati periodici al 28/12/2012 II Indice Guida alla lettura.................................... 2 Pioneer Fondi Italia

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE INFORMAZIONI GENERALI SULL INVESTIMENTO FINANZIARIO

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE INFORMAZIONI GENERALI SULL INVESTIMENTO FINANZIARIO SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015.

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. COMUNICATO STAMPA Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. Fatturato consolidato a Euro 450,5 milioni, in crescita del 29,0% rispetto allo

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia ha costituito quattro Fondi

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RELAZIONE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RELAZIONE DELLA COMMISSIONE IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 5.6.2009 COM(2009) 258 definitivo RELAZIONE DELLA COMMISSIONE Relazione annuale della Commissione sulla situazione e la gestione del Fondo di garanzia

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 ASSET DYNAMIC. Fondo Comune di Investimento Aperto destinato alla Generalità del Pubblico

RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 ASSET DYNAMIC. Fondo Comune di Investimento Aperto destinato alla Generalità del Pubblico RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 ASSET DYNAMIC Fondo Comune di Investimento Aperto destinato alla Generalità del Pubblico ASSET SG S.p.A. A SOCIO UNICO Via Tre Settembre, 210 47891 Dogana R.S.M.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA AI SENSI DELL ART.36 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO CON DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14 MAGGIO 1999

COMUNICATO STAMPA AI SENSI DELL ART.36 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO CON DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14 MAGGIO 1999 COMUNICATO STAMPA AI SENSI DELL ART.36 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO CON DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14 MAGGIO 1999 UniCredito Immobiliare Uno: approvato il rendiconto annuale 2014 Valore complessivo netto

Dettagli

Prospetto informativo semplificato. Raiffeisen Azionario Europeo

Prospetto informativo semplificato. Raiffeisen Azionario Europeo Prospetto informativo semplificato per il fondo Raiffeisen Azionario Europeo Fondo comune ai sensi dell art. 20 della Legge sui fondi comuni d investimento ISIN a distribuzione: ISIN ad accumulazione:

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 86 MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il 29 giugno

Dettagli