Tecniche e strumenti per il troubleshooting di un sistema DNS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tecniche e strumenti per il troubleshooting di un sistema DNS"

Transcript

1 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS Itroduzioe I questo capitolo vegoo presetate alcue teciche e strumeti (utility) per procedere co l aalisi e la risoluzioe di evetuali problemi riscotrati operado all itero di u ifrastruttura DNS pubblica e/o privata. I particolare, verrao prese i cosiderazioe problematiche legate alla risoluzioe dei omi. Viceversa, dei problemi, delle teciche e degli strumeti coessi alla gestioe delle zoe e dei domii DNS si è già discusso el Capitolo 5, Progettazioe, implemetazioe e gestioe di u sistema DNS. Prima di effettuare le prove idicate ei paragrafi segueti è ecessario accertarsi della dispoibilità delle porte utilizzate dai relativi protocolli (e.g.: Whois 43/tcp; DNS 53/tcp e 53/udp), el caso i cui la coessioe a Iteret è mediata da proxy e/o firewall. Iterrogazioe di u database Whois per risalire alle coordiate di registrazioe di u domiio o agli assegatari di u idirizzo IP Come trattato el Capitolo 3, Gli orgaismi che goverao Iteret, e ell Appedice C, Cliet Widows Whois, mediate u cliet Whois (sia tramite iterfaccia grafica Web che dal prompt dei comadi), è possibile otteere molte iformazioi riguardati i omi di domiio registrati, ed i particolare alcui loro attributi (e.g.: coordiate degli assegatari, admi-c, tech-c, server DNS di riferimeto, data di scadeza del cotratto di assegazioe di u ome a domiio, ecc.), come ache evetuali assegatari di idirizzi IP pubblici assegati dai Regioal Iteret Registry (RIR). Ad esempio, tramite ua query Whois su u ome di domiio è possibile accertare se u ome a domiio è già registrato oppure idividuare i server DNS autoritativi per la relativa zoa DNS Radazzo.idd :46:33

2 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica Esempio: whois guidads.it ****************************************************************************** Whois server: whois.ic.it ****************************************************************************** ************************************************** * Please ote that ay results obtaied are a * * subgroup of the data cotaied i the database * * * * The full objects data ca be visualised at: * * * ************************************************** domai: learig-solutios.it org: Silmar Cosultig sas di Radazzo Leoe admi-c: LR2916-ITNIC tech-c: AB91-ITNIC postmaster: AB91-ITNIC zoe-c: AB91-ITNIC server: ds.seeweb.it server: ds2.seeweb.it mt-by: STT-MNT created: expire: source: IT-NIC perso: Leoe Radazzo address: IT-NIC address: piazza Durate 8 address: I Milao ic-hdl: LR2916-ITNIC source: IT-NIC perso: Atoio Baldassarra address: C.so Lazio, 9/a address: I Frosioe address: Italy ic-hdl: AB91-ITNIC mt-by: STT-MNT source: IT-NIC Oppure, cooscedo u idirizzo IP, è possibile risalire all assegatario (oltre che al registro competete) DNS Radazzo.idd :46:33

3 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS C:\etc\dig>whois -r whois.ripe.et ****************************************************************************** Whois server: whois.ripe.et ****************************************************************************** % This is the RIPE Whois query server #2. % The objects are i RPSL format. % % Note: the default output of the RIPE Whois server % is chaged. Your tools may eed to be adjusted. See % % for more details. % % Rights restricted by copyright. % See % Note: This output has bee filtered. % To receive output for a database update, use the -B flag % Iformatio related to ietum: etame: IANA-BLK descr: The whole IPv4 address space coutry: EU # Coutry is really world wide org: ORG-IANA1-RIPE admi-c: IANA1-RIPE tech-c: IANA1-RIPE status: ALLOCATED UNSPECIFIED remarks: The coutry is really worldwide. remarks: This address space is assiged at various other places i remarks: the world ad might therefore ot be i the RIPE database. mt-by: RIPE-NCC-HM-MNT mt-lower: RIPE-NCC-HM-MNT mt-routes: RIPE-NCC-RPSL-MNT source: RIPE # Filtered orgaisatio: org-ame: org-type: address: remarks: remarks: remarks: ORG-IANA1-RIPE Iteret Assiged Numbers Authority IANA see The IANA allocates IP addresses ad AS umber blocks to RIRs see ad DNS Radazzo.idd :46:33

4 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica admi-c: tech-c: mt-ref: mt-by: source: role: address: admi-c: tech-c: ic-hdl: remarks: remarks: mt-by: source: IANA1-RIPE IANA1-RIPE RIPE-NCC-HM-MNT RIPE-NCC-HM-MNT RIPE # Filtered Iteret Assiged Numbers Authority see IANA1-RIPE IANA1-RIPE IANA1-RIPE For more iformatio o IANA services go to IANA web site at RIPE-NCC-MNT RIPE # Filtered Per ulteriori iformazioi sul formato di u database Whois e sull uso del cliet Whois si rimada il lettore ai capitoli ed all appedice sopra idicati. Nslookup Nslookup (il cui ome deriva da Name Server Lookup) è uo strumeto distribuito i qualsiasi sistema operativo el quale è utilizzato il protocollo TCP/IP (Liux/Uix, Novel, MAC OS X, Widows NT/2K/XP/2K3/2K3-R2/Vista, ecc.). Esso cosete di verificare il corretto fuzioameto del processo di risoluzioe dei omi tramite il servizio DNS e di simulare l ivio di query da parte di u DNS resolver (stub o full). Ifatti, è possibile far agire slookup allo stesso modo di come agirebbe u DNS cliet ormale (stub resolver) oppure u DNS server (full resolver), el caso i cui quest ultimo si trovi coivolto i u processo di risoluzioe di ua query ricorsiva per coto di u DNS resolver di tipo stub, laddove si richiede la capacità di emettere delle query iterative e seguire l iter della risoluzioe dei omi attraverso l iterazioe co i server DNS autoritativi per i domii/zoe itermedie. Gli esempi segueti soo stati effettuati i ambiete Wi2K/2K3/2K3-R2/XP/Vista, Liux Red Hat 9.0 e Fedora Core 4. Da otare che, el caso dei sistemi operativi Liux, la versioe di slookup dispoibile o implemeta tutte le fuzioalità previste per la versioe Microsoft Widows; addirittura, i alcue distribuzioi, l uso del comado slookup è deprecated a beeficio di dig, il quale o è di default compreso i ambiete Widows (trae se si effettua l istallazioe del package BIND per Widows XP/2K/2K3/2K3-R2/Vista). Come utilizzare slookup È possibile utilizzare l applicazioe slookup i due modi: o-iterattivo e iterattivo. Di seguito vegoo presetate le due modalità DNS Radazzo.idd :46:33

5 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS Qualche osservazioe relativa all uso di slookup Prestare attezioe al fatto che slookup accetta comadi solo i miuscolo. Iseredo dei comadi i maiuscolo (e.g.: SET ALL) questi vegoo cosiderati dei omi da risolvere. Naturalmete ci possoo essere degli effetti collaterali, utilizzado il comado slookup, se per caso esistoo sulla rete degli host che si chiamao set o help. Modo o-iterattivo La modalità o-iterattiva è utilizzata per verificare occasioalmete (i.e.: ua-tatum) la risoluzioe di sigoli omi, mediate l ivio di u apposito comado. La sitassi da utilizzare i tal caso è la seguete: slookup [-opzioe] hostame [server] Esempio di query slookup i modalità debug (-ds) co FQDN completo (i.e.: termiato dal domiio Root DNS (puto)) C:\>slookup -ds Got aswer: HEADER: opcode = QUERY, id = 1, rcode = NOERROR header flags: respose, auth. aswer, wat recursio, recursio avail. questios = 1, aswers = 1, authority records = 0, additioal = 0 QUESTIONS: i-addr.arpa, type = PTR, class = IN ANSWERS: -> i-addr.arpa ame = calajuco-2k3.isoleeolie2003.org ttl = 3600 (1 hour) Server: calajuco-2k3.isoleeolie2003.org Address: Got aswer: HEADER: opcode = QUERY, id = 2, rcode = NOERROR header flags: respose, wat recursio, recursio avail. questios = 1, aswers = 1, authority records = 0, additioal = 0 Da otare la query di reverse lookup scateata i fase di avvio di slookup (cf. la sezioe Troubleshootig slookup, alla fie di questo capitolo). È importate osservare che la suddetta query viee emessa solo se esiste la zoa di reverse corrispodete alla subet IP all itero della quale ricade l idirizzo IP del server DNS cotattato DNS Radazzo.idd :46:33

6 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica QUESTIONS: type = A, class = IN ANSWERS: -> iteret address = ttl = 101 (1 mi 41 secs) No-authoritative aswer: Name: Address: Esempio per il reperimeto dei record MX relativi al domiio silmarcosultig.it: slookup -querytype=mx silmarcosultig.it. ds.seeweb.it Modo iterattivo La modalità iterattiva viee utilizzata quado è ecessario effettuare ua serie di verifiche e prove di fuzioameto avazate (e.g.: simulare la modalità di risoluzioe dei omi di u DNS server). I tal caso, iseredo il comado slookup si etra ell ambiete, o shell, dell applicazioe, caratterizzato dal prompt dei comadi idetificato dal carattere >. L uscita dalla modalità iterattiva avviee tramite il comado exit oppure iviado la sequeza di cotrollo Cotrol-C. Esempio slookup Default Server: s1.isoleeolie.org Address: > Guida/Help Per otteere ua guida sui comadi dispoibili, digitare help o il carattere? dal prompt dei comadi > di slookup: >? Commads: NAME NAME1 NAME2 help or? set OPTION all [o]debug [o]d2 [o]defame [o]recurse [o]search [o]vc domai=name (idetifiers are show i uppercase, [] meas optioal) - prit ifo about the host/domai NAME usig default server - as above, but use NAME2 as server - prit ifo o commo commads - set a optio - prit optios, curret server ad host - prit debuggig iformatio - prit exhaustive debuggig iformatio - apped domai ame to each query - ask for recursive aswer to query - use domai search list - always use a virtual circuit - set default domai ame to NAME DNS Radazzo.idd :46:34

7 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS srchlist=n1[/n2/.../n6] - set domai to N1 ad search list to N1,N2, etc. root=name - set root server to NAME retry=x - set umber of retries to X timeout=x - set iitial time-out iterval to X secods type=x - set query type (ex. A,ANY,CNAME,MX,NS,PTR,SOA,SRV) querytype=x - same as type class=x - set query class (ex. IN (Iteret), ANY) [o]msxfr - use MS fast zoe trasfer ixfrver=x - curret versio to use i IXFR trasfer request server NAME - set default server to NAME, usig curret default server lserver NAME - set default server to NAME, usig iitial server figer [USER] - figer the optioal NAME at the curret default host root - set curret default server to the root ls [opt] DOMAIN [> FILE] - list addresses i DOMAIN (optioal: output to FILE) -a - list caoical ames ad aliases -d - list all records -t TYPE - list records of the give type (e.g. A,CNAME,MX,NS,PTR etc.) view FILE - sort a ls output file ad view it with pg exit - exit the program Iterpretazioe delle query: query autoritative e o-autoritative I caso di query rivolte alla risoluzioe di omi di computer remoti (i.e.: o apparteeti a essua delle zoe per le quali il DNS server locale è autoritativo), la prima risposta sarà sempre autoritativa, metre quelle successive sarao o-autoritative. Ifatti, metre la prima volta il DNS server locale cotatta il DNS server remoto autoritativo per il RR richiesto (tramite ua query ricorsiva), le volte successive che si richiederà lo stesso RR (ei limiti di valita del TTL ad esso associato) sarà il DNS server locale a rispodere o-autoritativamete, prelevado il RR dalla propria cache, ella quale era stato precedetemete iserito a seguito della prima query. I tal caso la risposta sarà esplicitamete segalata come No-authoritative aswer. Attezioe al coflitto tra cache del server e cache del cliet/resolver i ambiete Wi2K/ XP/2K3/2K3-R2/Vista Nel caso di verifica dell elaborazioe delle query ricorsive e delle query iterative i ambiete Wi2K/ XP/2K3/2K3-R2/Vista, ricordarsi sempre di azzerare, oltre alla cache DNS del server (fare clic co il pulsate destro del mouse sul DNS server e selezioare la voce Clear Cache ), ache la cache DNS del resolver/cliet, i uo dei due segueti modi: ipcofig flushds. Restart del servizio DNS Cliet, tramite il comado: et stop dscache && et start dscache. Cofigurare la modalità di debug Per visualizzare i dettaglio i messaggi di iterrogazioe e di risposta che itercorroo tra u cliet ed u DNS server, è ecessario abilitare la modalità di debug iseredo i comadi segueti dal prompt di slookup, secodo il livello di accuratezza desiderato: set debug: livello di debug base. set d2: livello di debug esaustivo o debug di livello DNS Radazzo.idd :46:34

8 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica Esempi di iterrogazioe e cofigurazioe delle opzioi avazate di slookup Cofigurado opportuamete le opzioi di slookup, è possibile modificare il suo comportameto i modo tale da simulare delle query più o meo avazate, su qualsiasi tipo di classe e di RR DNS. I particolare, è ache possibile far agire slookup allo stesso modo di u DNS server i fase di risoluzioe di query ricorsive per coto di u resolver di tipo stub. Di seguito vegoo mostrati alcui esempi di utilizzo delle opzioi avazate di slookup e di ivio di query. Tutti i comadi di seguito idicati devoo essere iseriti dalla shell (i.e.: prompt dei comadi) di slookup: Verificare le opzioi di default o cofigurate i u determiato istate durate l utilizzo di slookup i modalità iterattiva: set all. Abilitare/disabilitare l utilizzo della lista di ricerca (per default è sempre abilitata): set [o]search. Modificare la lista di ricerca: set srchlist=domiio1/domiio2/.../domiion. Cofigurazioe della lista di ricerca i ambiete Wi2K/2K3/2K3-R2/Vista Normalmete la lista di ricerca comprede il ome del domiio di apparteeza del computer, idicato come Primary suffix for this computer e specificato sulla scheda Network Idetificatio elle proprietà di My Computer (o i Cotrol Pael, System), più evetuali domii specificati come ulteriori domii da aggiugere i fase di risoluzioe dei omi. Ad esempio el caso dei sistemi operativi Wi2K/2K3/2K3-R2/Vista (cf. Fig. 1), elle proprietà di ua coessioe TCP/IP è possibile specificare: DNS suffix for this coectio Apped these DNS suffixes (i order) La lista di ricerca o viee presa i cosiderazioe el caso i cui il ome da risolvere è i formato FQDN qualificato ovvero termiato dal. fiale (www.ic.it.). Cofigurazioe della lista di ricerca i ambiete Liux/Uix I caso di utilizzo di computer co sistema operativo Uix/Liux (e.g.: Apple Mac OS X, Red Hat, Fedora Core, Suse, Koppix, ecc.), è possibile cofigurare gli idirizzi IP dei server DNS Primary, Secodary e Tertiary e i domii DNS utilizzati per la ricerca, iseredoli el file /etc/resolv.cof. U esempio di file resolv.cof è il seguete: search isoleeolie.org. silmarcosultig.it ameserver ameserver ameserver DNS Radazzo.idd :46:34

9 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS Come evideziato ella figura questa serie di tre opzioi servoo per istruire il DNS Cliet/Resolver su come agire per gestire la risoluzioe di omi DNS o qualificati (i.e.: omi o FQDN o termiati dal. ). Per default il ome o qualificato viee completato co il suffisso primario specificato ella scheda Idetificatio (el caso di Wi2K) o Computer Name (el caso di WiXP/2003) e co il suffisso specifico di questa coessioe se idicato el campo DNS suffix for this coectio seguete. Selezioado la successiva casella Apped paret suffixes of primary DNS suffix vegoo aggiuti ache i suffissi parziali preseti el suffisso primario fio al secodo livello (e.g.: se il suffisso primario è lipari. isoleeolie.org verrà aggiuto prima il suffisso lipari.isoleeolie.org e poi isoleeolie.org). Permette di specificare u suffisso DNS specifico per questa coessioe di rete. I caso di cliet DHCP, viee presa i cosiderazioe l opzioe cofigurata a livello di server DHCP el caso il campo sia vuoto. Viceversa assume priorità il valore specificato localmete (come sempre). Specifica che il computer deve tetare la registrazioe diamica del proprio idirizzo IP e del ome completo del computer, come idicato i Cotrol Pael, System, Network Idetificatio, putado al server DNS locale. Se abilitata la registrazioe diamica (casella superiore) è possibile forzare ua doppia registrazioe (RR A e PTR) oltre che i base al suffisso primario specificato ella scheda Idetificatio (el caso di Wi2K) o Computer Name (el caso di WiXP/2003) ache utilizzado il suffisso specifico di questa coessioe idicato el campo DNS suffix for this coectio. Cosete di specifica ua lista di suffissi DNS da utilizzare per la risoluzioe di omi DNS o qualificati (i.e.: FQDN o termiati co il. ). Selezioado questa opzioe o viee preso i cosiderazioe è il suffisso primario è quello specifico alla coessioe. Figura 6.1 Cofigurazioi avazate DNS/DDNS Selezioare ua porta UDP/TCP diversa da quella default (53): set port=xx: dove xx deve coicidere co la porta specificata sul server DNS. Per default è 53. Selezioare il tipo di RR da ricercare: set q=<querytype-del-rr> oppure set type=<tipo-di-rr>: dove <tipo-di-rr> può essere SOA, A, MX, CNAME, SRV, ecc. Di default viee utilizzato il tipo di RR A e l abbreviazioe q al posto di querytype DNS Radazzo.idd :46:34

10 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica Selezioare ua classe di RR da ricercare: set class=<in Hesiod Chaos Ay>. IN=Iteret è la classe di default; ANY cosidera tutte le classi. Selezioare u DNS server diverso da quello di default: server <idirizzo-ip> oppure server <Nome-Server>. Selezioare u domiio DNS server diverso da quello di default, se esistete (e.g.: computer co sistema operativo Widows XP/2K/2K3/2K3-R2/Vista, apparteete ad u domiio Active Directory): set domai=<omedomiio>. Esempio: set domai=isoleeolie2003.org. Così facedo, evetuali omi FQDN o-be-qualificati verrao completati co il suffisso specificato co la precedete direttiva. Simulare il fuzioameto di u server DNS, tracciado i vari passi di risoluzioe tra vari server DNS seguedo u percorso iterativo, a partire dai server DNS di root Iteret: Dopo aver laciato il comado slookup, posizioarsi su uo dei tredici server DNS di root di Iteret (e.g.: a.root-servers.et.). Da otare che iseredo il comado set all dal prompt di slookup viee visualizzato il ome del server DNS di root di riferimeto. set orecurse: disabilita la ricorsioe e forza slookup ad iviare query di tipo iterative. set osearch: disabilita l utilizzo da parte del resolver della search list. Ciò è ecessario, i quato u DNS server, cotrariamete ad u resolver DNS, o utilizza la fuzioe lista suffissi di ricerca. <iserire il ome host da risolvere> seguito da INVIO. Selezioare il primo server DNS della lista dei DNS autoritativi per il ome richiesto ed impostarlo come server di default tramite il comado seguete: server <ome server DNS autoritativo scelto> Ripetere la query iiziale: <iserire il ome host da risolvere> seguito da INVIO. Cotiuare fio ad arrivare all ultimo server DNS autoritativo per l hostame ricercato il quale, fialmete, risolverà la query iiziale. Forzare u operazioe di Full Zoe Trasfer: Dopo aver idetificato il server DNS autoritativo per il domiio/zoa i questioe (e.g.: ), è possibile eseguire il seguete comado: > ls d <FQDN-Domiio/Zoa> È da otare che l esito del suddetto comado dipede dalla cofigurazioe della zoa DNS. Ifatti, esso richiede l autorizzazioe allo Zoe Trasfer verso u prefissato isieme di idirizzi IP oppure verso tutti gli host (deprecabile a livello di sicurezza). Determiare la versioe di BIND utilizzata su u server UNIX/Liux remoto, tramite delle query slookup. Dal prompt di slookup (modalità iterattiva) iserire la seguete sequeza di comadi (attezioe: il risultato o sempre è garatito, i quato il RR corrispodete può essere stato ache modificato dall ammiistratore del DNS BIND remoto). > server > set class=chaos DNS Radazzo.idd :46:34

11 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS > set type=txt > versio.bid Risposta: versio.bid text = versio.bid > ameserver = versio.bid Query DNS qualificate e o-qualificate Utilizzado slookup come cliet DNS per simulare l ivio di query ad uo o più DNS server, è possibile otare dei comportameti diversi a secoda della cofigurazioe del cliet/resolver (e.g.: lista dei domii DNS da accodare ad u ome host i fase di risoluzioe (search list)) e, soprattutto, del tipo di ome utilizzato: Nome host (e.g.: paarea). Nome FQDN o-qualificato o o-be-formato, ovvero o termiato dal domiio root idicato dal carattere. (e.g.: paarea.isoleeolie.org). Nome FQDN qualificato o be-formato o completo, ovvero termiato dal domiio root (e.g.: paarea.isoleeolie.org.) come el caso del path assoluto di u file all itero di u File System (e.g.: /etc/services oppure c:\widows\system32\drivers\etc\services). A tal proposito è possibile verificare quato detto, utilizzado slookup e iviado due query, ua co FQDN o qualificato ed ua co FQDN qualificato. Negli esempi sotto riportati, la lista di ricerca impostata per il cliet DNS è costituita da isoleeolie2003.org. Esempio di query co FQDN icompleto (o termiato dal puto fiale) C:\>slookup -ds Got aswer: HEADER: opcode = QUERY, id = 1, rcode = NOERROR header flags: respose, auth. aswer, wat recursio, recursio avail. questios = 1, aswers = 1, authority records = 0, additioal = 0 QUESTIONS: i-addr.arpa, type = PTR, class = IN ANSWERS: -> i-addr.arpa ame = calajuco-2k3.isoleeolie2003.org ttl = 1200 (20 mis) DNS Radazzo.idd :46:35

12 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica Server: calajuco-2k3.isoleeolie2003.org Address: Got aswer: HEADER: opcode = QUERY, id = 2, rcode = NXDOMAIN header flags: respose, auth. aswer, wat recursio, recursio avail. questios = 1, aswers = 0, authority records = 1, additioal = 0 QUESTIONS: type = A, class = IN AUTHORITY RECORDS: -> isoleeolie2003.org ttl = 3600 (1 hour) primary ame server = calajuco-2k3.isoleeolie2003.org resposible mail addr = leoer.isoleeolie2003.org serial = 36 refresh = 900 (15 mis) retry = 600 (10 mis) expire = (1 day) default TTL = 3600 (1 hour) Got aswer: HEADER: opcode = QUERY, id = 3, rcode = NOERROR header flags: respose, wat recursio, recursio avail. questios = 1, aswers = 1, authority records = 4, additioal = 5 QUESTIONS: type = A, class = IN ANSWERS: -> iteret address = ttl = 120 (2 mis) AUTHORITY RECORDS: -> ic.it ameserver = itgeo.mix-it.et ttl = (21 hours 54 mis 59 secs) -> ic.it ameserver = ameserver.cr.it ttl = (21 hours 54 mis 59 secs) DNS Radazzo.idd :46:35

13 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS -> ic.it ameserver = DNS.ic.it ttl = (21 hours 54 mis 59 secs) -> ic.it ameserver = ds2.ic.it ttl = (21 hours 54 mis 59 secs) ADDITIONAL RECORDS: -> DNS.ic.it iteret address = ttl = (21 hours 54 mis 59 secs) -> DNS.ic.it AAAA IPv6 address = 2001:760:4000:1f5::5 ttl = (3 hours 13 mis 16 secs) -> ds2.ic.it iteret address = ttl = (21 hours 54 mis 55 secs) -> itgeo.mix-it.et iteret address = ttl = (21 hours 55 mis 2 secs) -> ameserver.cr.it iteret address = ttl = (21 hours 54 mis 53 secs) No-authoritative aswer: Name: Address: Esempio di query co FQDN completo (i.e.: termiato co il puto fiale) Got aswer: HEADER: opcode = QUERY, id = 1, rcode = NOERROR header flags: respose, auth. aswer, wat recursio, recursio avail. questios = 1, aswers = 1, authority records = 0, additioal = 0 QUESTIONS: i-addr.arpa, type = PTR, class = IN ANSWERS: -> i-addr.arpa ame = calajuco-2k3.isoleeolie2003.org ttl = 1200 (20 mis) DNS Radazzo.idd :46:35

14 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica Server: calajuco-2k3.isoleeolie2003.org Address: Got aswer: HEADER: opcode = QUERY, id = 2, rcode = NOERROR header flags: respose, wat recursio, recursio avail. questios = 1, aswers = 1, authority records = 4, additioal = 5 QUESTIONS: type = A, class = IN ANSWERS: -> iteret address = ttl = 120 (2 mis) AUTHORITY RECORDS: -> ic.it ameserver = ameserver.cr.it ttl = (21 hours 7 mis 54 secs) -> ic.it ameserver = DNS.ic.it ttl = (21 hours 7 mis 54 secs) -> ic.it ameserver = ds2.ic.it ttl = (21 hours 7 mis 54 secs) -> ic.it ameserver = itgeo.mix-it.et ttl = (21 hours 7 mis 54 secs) ADDITIONAL RECORDS: -> DNS.ic.it iteret address = ttl = (21 hours 7 mis 54 secs) -> DNS.ic.it AAAA IPv6 address = 2001:760:4000:1f5::5 ttl = 8771 (2 hours 26 mis 11 secs) -> ds2.ic.it iteret address = ttl = (21 hours 7 mis 50 secs) -> itgeo.mix-it.et iteret address = ttl = (21 hours 7 mis 57 secs) -> ameserver.cr.it iteret address = ttl = (21 hours 7 mis 48 secs) DNS Radazzo.idd :46:35

15 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS Come si può otare, el primo caso slookup esegue u tetativo di ricerca compoedo u FQDN completo, composto dal FQDN o-be-formato passato come argometo e completato di volta i volta co uo dei domii che compogoo la lista dei suffissi DNS di ricerca cofigurati sul computer utilizzato. Viceversa, el secodo caso, essedo il ome da ricercare già i formato FQDN completo, il cliet slookup ivia ua sola query. Troubleshootig slookup Laciado slookup i modalità iterattiva, viee visualizzato il seguete messaggio: Default Server: localhost Address: > Oppure quest altro: *** Default servers are ot available Default Server: UKow Address: > Causa: el primo caso è stato idicato (probabilmete forzato dal sistema operativo) come idirizzo IP del server DNS quello di loopback o localhosts ( ). Nel secodo caso, ivece, è probabile che il computer o sia acora stato cofigurato co essu idirizzo IP, è proprio è del server DNS. Ciò può verificarsi per u computer cofigurato come DHCP cliet, i attesa di ricevere u idirizzo IP dal DHCP server. Laciado slookup i modalità iterattiva, viee visualizzato il seguete messaggio di errore: *** Ca t fid server ame for address : No-existet domai *** Default servers are ot available Default Server: UKow Address: Causa: i fase di avvio il comado slookup ivia ua query di tipo reverse al proprio server DNS locale, allo scopo di risalire dall idirizzo IP del server, idicato ella cofigurazioe IP del computer, al ome. Probabili cause del problema possoo essere: No è stata creata la zoa di reverse per la subet IP di cui fa parte il server DNS (e.g.: i-addr.arpa). La zoa di reverse è stata creata, ma o esiste il RR PTR corrispodete al server DNS locale. Laciado slookup i modalità iterattiva, viee visualizzato il seguete messaggio i seguito all iserimeto di u comado set (e.g.: per cofigurare delle query di tipo MX o visualizzare le opzioi di cofigurazioe): *** Ca t fid address for server TYPE=MX: Timed out oppure: *** Ca t fid address for server ALL: Timed out Causa: il comado è stato iserito i maiuscolo metre slookup accetta solo comadi i miuscolo DNS Radazzo.idd :46:35

16 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica Dig Dig (il cui ome deriva dal verbo iglese to dig, scavare, scoprire o ivestigare) è ua utility presete i qualsiasi sistema operativo all itero del quale è istallato l ambiete DNS BIND; pertato essa è dispoibile ativamete i ambiete Liux/Uix. Cotrariamete a slookup, dig o cotempla ua modalità iterattiva, ma è dispoibile solamete i modalità o iterattiva o batch. Utilizzare dig e host i ambito Widows Per disporre i ambito Widows delle utility dig e host è ecessario scaricare dal sito org il package BIND (e.g.: e procedere co l estrazioe dei file i ua directory (e.g.: c:\bid9.3.2). Alcui esempi di utilizzo della utility dig soo mostrati di seguito. Alcui esempi di utilizzo dell utility dig Help (sitassi del comado dig): dig h Esempio: c:\etc\dig -h Usage: dig [domai] [q-type] [q-class] {q-opt} {global-d-opt} host {local-d-opt} [ host {local-d-opt} [...]] Where: domai is i the Domai Name System q-class is oe of (i,hs,ch,...) [default: i] q-type is oe of (a,ay,mx,s,soa,hifo,axfr,txt,...) [default:a] (Use ixfr=versio for type ixfr) q-opt is oe of: -x dot-otatio (shortcut for i-addr lookups) -i (IP6.INT reverse IPv6 lookups) -f fileame (batch mode) -b address[#port] (bid to source address/port) -p port (specify port umber) -t type (specify query type) -c class (specify query class) -k keyfile (specify tsig key file) -y ame:key (specify amed base64 tsig key) -4 (use IPv4 query trasport oly) -6 (use IPv6 query trasport oly) d-opt is of the form +keyword[=value], where keyword is: DNS Radazzo.idd :46:35

17 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS +[o]vc (TCP mode) +[o]tcp (TCP mode, alterate sytax) +time=### (Set query timeout) [5] +tries=### (Set umber of UDP attempts) [3] +retry=### (Set umber of UDP retries) [2] +domai=### (Set default domaiame) +bufsize=### (Set EDNS0 Max UDP packet size) +dots=### (Set NDOTS value) +[o]search (Set whether to use searchlist) +[o]defame (Ditto) +[o]recurse (Recursive mode) +[o]igore (Do t revert to TCP for TC resposes.) +[o]fail (Do t try ext server o SERVFAIL) +[o]besteffort (Try to parse eve illegal messages) +[o]aaoly (Set AA flag i query (+[o]aaflag)) +[o]adflag (Set AD flag i query) +[o]cdflag (Set CD flag i query) +[o]cl (Cotrol display of class i records) +[o]cmd (Cotrol display of commad lie) +[o]commets (Cotrol display of commet lies) +[o]questio (Cotrol display of questio) +[o]aswer (Cotrol display of aswer) +[o]authority (Cotrol display of authority) +[o]additioal (Cotrol display of additioal) +[o]stats (Cotrol display of statistics) +[o]short (Disable everythig except short form of aswer) +[o]ttlid (Cotrol display of ttls i records) +[o]all (Set or clear all display flags) +[o]qr (Prit questio before sedig) +[o]ssearch (Search all authoritative ameservers) +[o]idetify (ID respoders i short aswers) +[o]trace (Trace delegatio dow from root) +[o]dssec (Request DNSSEC records) +[o]multilie (Prit records i a expaded format) global d-opts ad servers (before host ame) affect all queries. local d-opts ad servers (after host ame) affect oly that lookup. -h (prit help ad exit) -v (prit versio ad exit) DNS Radazzo.idd :46:35

18 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica Numero di versioe della utility dig: dig v Esempio: c:\etc\dig -v DiG Come determiare la versioe di u server DNS BIND (aturalmete, come già detto a proposito del comado slookup, l esito di questo comado dipede dalla cofigurazioe del server BIND e dalla possibilità che l ammiistratore abbia o meo filtrato tale risposta): txt chaos versio.bid Esempio: - chaos txt versio.bid Oppure: - txt chaos versio.bid ; <<>> DiG txt chaos versio.bid ; (1 server foud) ;; global optios: pritcmd ;; Got aswer: ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 1003 ;; flags: qr aa rd; QUERY: 1, ANSWER: 1, AUTHORITY: 1, ADDITIONAL: 0 ;; QUESTION SECTION: ;versio.bid. CH TXT ;; ANSWER SECTION: versio.bid. 0 CH TXT ;; AUTHORITY SECTION: versio.bid. 0 CH NS versio.bid. ;; Query time: 15 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Su Feb 05 15:03: ;; MSG SIZE rcvd: Query di reverse (i.e.: a partire da u idirizzo IP risalire al ome di u host): -x <idirizzo-ip-oggetto-della-query> Esempio: c:\etc\ -x ; <<>> DiG x DNS Radazzo.idd :46:36

19 Capitolo 6 Teciche e strumeti per il troubleshootig di u sistema DNS ; (1 server foud) ;; global optios: pritcmd ;; Got aswer: ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 1537 ;; flags: qr aa rd; QUERY: 1, ANSWER: 1, AUTHORITY: 2, ADDITIONAL: 3 ;; QUESTION SECTION: ; i-addr.arpa. IN PTR ;; ANSWER SECTION: i-addr.arpa IN PTR hp4550.ic.it. ;; AUTHORITY SECTION: i-addr.arpa IN NS ds.ic.it i-addr.arpa IN NS ameserver.cr.it. ;; ADDITIONAL SECTION: ds.ic.it IN A ds.ic.it IN AAAA 2001:760:4000:1f5::5 ameserver.cr.it IN A ;; Query time: 187 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Su Feb 05 19:11: ;; MSG SIZE rcvd: 179 Query multiple: elecare tutti i RR coteuti i due zoe/domii gestite da u server DNS/ BIND: <FQDN-domiio> -t <ay> <FQDN-domiio> -t <ay> Esempio: learig-solutios.it -t ay silmarcosultig.it -t ay ;; Got aswer: ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 1776 ;; flags: qr aa rd; QUERY: 1, ANSWER: 8, AUTHORITY: 0, ADDITIONAL: 15 ;; QUESTION SECTION: ;learig-solutios.it. IN ANY ;; ANSWER SECTION: learig-solutios.it IN SOA ds.seeweb.it. hostmaster.seeweb.it DNS Radazzo.idd :46:36

20 Guida al DNS: dalla teoria alla pratica learig-solutios.it IN NS ds2.seeweb.it. learig-solutios.it IN NS ds.seeweb.it. learig-solutios.it IN MX 10 wx-5b.seeweb.it. learig-solutios.it IN MX 20 smtp-f1.seeweb.it. learig-solutios.it IN MX 20 smtp-f2.seeweb.it. learig-solutios.it IN MX 20 smtp-f3.seeweb.it. learig-solutios.it IN MX 20 smtp-f4.seeweb.it. ;; ADDITIONAL SECTION: ds.seeweb.it IN A ds2.seeweb.it IN A wx-5b.seeweb.it IN A smtp-f1.seeweb.it IN A smtp-f1.seeweb.it IN A smtp-f1.seeweb.it IN A smtp-f2.seeweb.it IN A smtp-f2.seeweb.it IN A smtp-f2.seeweb.it IN A smtp-f3.seeweb.it IN A smtp-f3.seeweb.it IN A smtp-f3.seeweb.it IN A smtp-f4.seeweb.it IN A smtp-f4.seeweb.it IN A smtp-f4.seeweb.it IN A ;; Query time: 406 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Su Feb 05 15:49: ;; MSG SIZE rcvd: 489 ; <<>> DiG learig-solutios.it -t ay silmarcosultig.it -t ay ; (1 server foud) ;; global optios: pritcmd ;; Got aswer: ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 1563 ;; flags: qr aa rd; QUERY: 1, ANSWER: 4, AUTHORITY: 0, ADDITIONAL: ;; QUESTION SECTION: ;silmarcosultig.it. IN ANY 06 DNS Radazzo.idd :46:36

Appendice C. Client Whois per sistema operativo Windows. Verificare la disponibilità dell accesso ai server Whois (porta 43 TCP/UDP)

Appendice C. Client Whois per sistema operativo Windows. Verificare la disponibilità dell accesso ai server Whois (porta 43 TCP/UDP) Appedice C Cliet Whois per sistema operativo Widows Descrizioe Il cliet Whois per Widows è u implemetazioe del protocollo Whois stadard RFC 3912, Whois Protocol Specificatio (e precedeti RFC 812 e 954,

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 8 DNS (cont)

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 8 DNS (cont) INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 8 DNS (cont) Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 DNS: Domain Name System Indirizzamento di una macchina (host)

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori I Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Giorgio Ventre (giorgio.ventre@unina.it) Protocolli applicativi: DNS I lucidi presentati

Dettagli

Telematica II 14. DNS Domain Name Service

Telematica II 14. DNS Domain Name Service Domain Name System () - finalità è un servizio per ottenere un altro servizio (HTTP, FTP, SMTP, ecc) Telematica II 14. Domain Name Service è un servizio che realizza una corrispondenza fra gli indirizzi

Dettagli

VAIO-Link Guida Cliente

VAIO-Link Guida Cliente VAIO-Lik Guida Cliete "Cosideriamo ogi sigola domada del cliete co la massima attezioe e il dovuto rispetto e facciamo del ostro meglio perché il cliete abbia u'ottima impressioe del cetro di assisteza

Dettagli

&&' & + $, $ $ ( $" $ + ! " # $ " % Numeric addr. tough for humans to remember Numeric addr. impossible to guess

&&' & + $, $ $ ( $ $ + !  # $  % Numeric addr. tough for humans to remember Numeric addr. impossible to guess Numeric addr. tough for humans to remember Numeric addr. impossible to guess Variable length (machines prefer fixed length) Potentially long! " # $ " % && & ( ( &( ) * & ( &( + $, $ $ ( $" $ + - - $. -.

Dettagli

(Domain Name System) DNS (Domain Name System) Architettura del DNS DNS. A.Lioy - Politecnico di Torino (2013) B-1. Antonio Lioy < lioy@polito.

(Domain Name System) DNS (Domain Name System) Architettura del DNS DNS. A.Lioy - Politecnico di Torino (2013) B-1. Antonio Lioy < lioy@polito. (Domain Name System) (Domain Name System) Antonio Lioy < lioy@polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica (Domain Name System) è il sistema scelto da Internet per mantenere la corrispondenza

Dettagli

Pagina del titolo. Avid ISIS Guida client

Pagina del titolo. Avid ISIS Guida client Pagia del titolo Avid ISIS Guida cliet Sommario Capitolo 1 Cofigurazioe e istallazioe di Avid ISIS Cliet Maager.................... 5 Istallazioe scheda e driver Itel Pro/1000...................................

Dettagli

Corso per Tutor C2 CEFRIEL Politecnico di Milano Relazione sull attività del 5 maggio 2003

Corso per Tutor C2 CEFRIEL Politecnico di Milano Relazione sull attività del 5 maggio 2003 Argomenti sviluppati: - Il protocollo DHCP e le sue applicazioni: - Configurazione e gestione del pool di indirizzi in Linux - Configurazione indirizzi statici in Linux - Il protocollo DNS e le sue implementazioni

Dettagli

Domain Name System (DNS)

Domain Name System (DNS) Prof. Roberto De Prisco Domain Name System (DNS) Riferimento: Comer, Cap. 24 Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica Indirizzi IP e nomi 2 Indirizzo IP identifica un host su Internet

Dettagli

che sono una l inversa dell altra; l insieme dei messaggi cifrati C i cui elementi sono indicati con la lettera c.

che sono una l inversa dell altra; l insieme dei messaggi cifrati C i cui elementi sono indicati con la lettera c. I LEZIONE Il ostro iteto è aalizzare i dettaglio i metodi di cifratura che si soo susseguiti el corso della storia prestado particolare attezioe all impiato matematico che e cosete la realizzazioe Iiziamo

Dettagli

Soluzione del tema di Informatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Mercurio 2011 Prova scritta di

Soluzione del tema di Informatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Mercurio 2011 Prova scritta di Soluzioe del tema di Iformatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Sessioe ordiaria Esame di Stato 2011 Tema di Iformatica - Progetto: Mercurio Soluzioe proposta da: Co il termie Web 2.0 si

Dettagli

dns giuseppe di battista, maurizio patrignani copyright 2012 g. di battista, m. patrignani nota di copyright

dns giuseppe di battista, maurizio patrignani copyright 2012 g. di battista, m. patrignani nota di copyright dns giuseppe di battista, maurizio patrignani nota di copyright questo insieme di slides è protetto dalle leggi sul copyright il titolo ed il copyright relativi alle slides (inclusi, ma non limitatamente,

Dettagli

Perfezionamento del riconoscimento vocale

Perfezionamento del riconoscimento vocale CAPITOL 3 Perfezioameto del ricooscimeto vocale Operazioi co il vocabolario di Drago NaturallySpeakig Se Drago NaturallySpeakig ricoosce ua parola i modo errato, è possibile che tale lemma o sia icluso

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Domain Name System. Gerarchia nomi simbolici

Domain Name System. Gerarchia nomi simbolici Domain Name System ad application L., ma usato da protocolli di L7 più che da utenti accessibile via comando di shell nslookup indirizzamento a L7: nome simbolico es: www.dico.unimi.it struttura gerarchica

Dettagli

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. nuove iniziative d impresa

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. nuove iniziative d impresa regioe puglia il lavoro e l iovazioe PO FESR 2007-2013 Asse VI Azioe 6.1.5. idi uove iiziative d impresa Regioe Puglia cosa trovo i questa scheda? Questa scheda cotiee alcue iformazioi sulla Misura Nidi

Dettagli

Le carte di controllo

Le carte di controllo Le carte di cotrollo Dott.ssa Bruella Caroleo 07 dicembre 007 Variabilità ei processi produttivi Le caratteristiche di qualsiasi processo produttivo soo caratterizzate da variabilità Le cause di variabilità

Dettagli

19 31 43 55 67 79 91 103 870,5 882,5 894,5 906,5 918,5 930,5 942,5 954,5

19 31 43 55 67 79 91 103 870,5 882,5 894,5 906,5 918,5 930,5 942,5 954,5 Il 16 dicembre 015 ero a Napoli. Ad u agolo di Piazza Date mi soo imbattuto el "matematico di strada", come egli si defiisce, Giuseppe Poloe immerso el suo armametario di tabelle di umeri. Il geiale persoaggio

Dettagli

Corso di recupero di sistemi Lezione 8

Corso di recupero di sistemi Lezione 8 Corso di recupero di sistemi Lezione 8 a.s. 2011/2012 - Prof. Fabio Ciao 24 aprile 2012 Reti TCP/IP Una rete TCP/IP è una rete locale o geografica che utilizza protocolli TCP/IP con i primi 2 livelli una

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS)

Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS) Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS) Università degli Studi di Milano Insegnamento di Terminologia - 1 ISO/OSI (Open System Interconnection) Standard de iure che organizza l'architettura di una rete

Dettagli

1. Modifica alla lista dei namespace da indicare nell operazione di Login. 2. Modifica nell intestazione delle risposte inviate dal server EPP;

1. Modifica alla lista dei namespace da indicare nell operazione di Login. 2. Modifica nell intestazione delle risposte inviate dal server EPP; 5 giugno 2012 Principali modifiche apportate alle nuove versioni dei server EPP del Registro.it (disponibili sulla piattaforma di test del Registro - epp-pub-test.nic.it, epp-deletedpub-test.nic.it) e

Dettagli

20. DNS: Il Domain Name System

20. DNS: Il Domain Name System 20. DNS: Il Domain Name System 20.1 Introduzione È un database distribuito usato dalle applicazioni TCP/IP che: Mappa hostname su IP address Mappa IP address su hostname Fornisce informazione di routing

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

Un modello di interazione tra CPU e dispositivi di I/O

Un modello di interazione tra CPU e dispositivi di I/O Idice lezioe: Richiami e otazioi: Abbiamo visto: sistema moolitico (I + E + O) dividiamo I e O da E, e affidiamo loro ua CPU replichiamo gli I e gli O per parallelizzare sigolarmete gli I e O Parallelizzazioe

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15 Corso di Laurea Magistrale i Igegeria Iformatica A.A. 014/15 Complemeti di Probabilità e Statistica Prova scritta del del 3-0-15 Puteggi: 1. 3+3+4;. +3 ; 3. 1.5 5 ; 4. 1 + 1 + 1 + 1 + 3.5. Totale = 30.

Dettagli

Calcolo Combinatorio (vers. 1/10/2014)

Calcolo Combinatorio (vers. 1/10/2014) Calcolo Combiatorio (vers. 1/10/2014 Daiela De Caditiis modulo CdP di teoria dei segali Igegeria dell Iformazioe - sede di Latia, CALCOLO COMBINATORIO Pricipio Fodametale del Calcolo Combiatorio: Si realizzio

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Sistemi e Servizi di TLC. Lezione N. 6. Il servizio DNS (Domain Name System)

Sistemi e Servizi di TLC. Lezione N. 6. Il servizio DNS (Domain Name System) Sistemi e Servizi di TLC Lezione N. 6 Il servizio DNS (Domain Name System) 1 Nomi logici e indirizzi IP Gli indirizzi IP utilizzati per identificare univocamente i dispositivi connessi alla rete (router

Dettagli

Approfondimenti di statistica e geostatistica

Approfondimenti di statistica e geostatistica Approfodimeti di statistica e geostatistica APAT Agezia per la Protezioe dell Ambiete e per i Servizi Tecici Cos è la geostatistica? Applicazioe dell aalisi di Rischio ai siti Cotamiati Geostatistica La

Dettagli

CAPITOLO SETTIMO GLI INDICI DI FORMA 1. INTRODUZIONE

CAPITOLO SETTIMO GLI INDICI DI FORMA 1. INTRODUZIONE CAPITOLO SETTIMO GLI INDICI DI FORMA SOMMARIO: 1. Itroduzioe. - 2. Asimmetria. - 3. Grafico a scatola (box plot). - 4. Curtosi. - Questioario. 1. INTRODUZIONE Dopo aver aalizzato gli idici di posizioe

Dettagli

ICT e Sistemi informativi Aziendali. ICT e Sistemi informativi Aziendali. Sommario. Materiale di supporto alla didattica

ICT e Sistemi informativi Aziendali. ICT e Sistemi informativi Aziendali. Sommario. Materiale di supporto alla didattica ICT e Sistemi iformativi Aziedali Materiale di supporto alla didattica ICT e Sistemi iformativi Aziedali CAPITOLO IV base e warehouse Sommario Modelli dei dati Modello relazioale DBMS La progettazioe di

Dettagli

Numerazione binaria Pagina 2 di 9 easy matematica di Adolfo Scimone

Numerazione binaria Pagina 2 di 9 easy matematica di Adolfo Scimone Numerazioe biaria Pagia di 9 easy matematica di Adolfo Scimoe SISTEMI DI NUMERAZIONE Sistemi di umerazioe a base fissa Facciamo ormalmete riferimeto a sistemi di umerazioe a base fissa, ad esempio el sistema

Dettagli

PageScope Enterprise Suite. End to End Printing Administration. Solutions PageScope Enterprise Suite

PageScope Enterprise Suite. End to End Printing Administration. Solutions PageScope Enterprise Suite Eterprise Suite Ed to Ed Pritig Admiistratio Solutios Eterprise Suite Eterprise Suite Gestioe cetralizzata, flessibilità co efficieza assoluta. Nel modo degli affari di oggi, il tempo ha u ruolo esseziale.

Dettagli

DISTRIBUZIONI DOPPIE

DISTRIBUZIONI DOPPIE DISTRIBUZIONI DOPPIE Fio ad ora abbiamo visto teciche di aalisi dei dati per il solo caso i cui ci si occupi di u solo carattere rilevato su u collettivo (distribuzioi semplici). I termii formali fio ad

Dettagli

Peregrine. AssetCenter. Product Documentation. Soluzione Expense Control. Part No. DAC-441-IT37. Build 40

Peregrine. AssetCenter. Product Documentation. Soluzione Expense Control. Part No. DAC-441-IT37. Build 40 Peregrie AssetCeter Product Documetatio Soluzioe Expese Cotrol Part No. DAC-441-IT37 Build 40 AssetCeter Copyright 2005 Peregrie Systems, Ic. Tutti i diritti riservati. Le iformazioi coteute el presete

Dettagli

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin Laboratorio di Reti Relazione N 2 Gruppo N 9 Mattia Vettorato Alberto Mesin Scopo dell'esercitazione Configurare un Name Server per un dominio, in particolare il nostro dominio sarà gruppo9.labreti.it.

Dettagli

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE PO FESR 2007-2013 Asse VI Azioe 6.1.5. idi uove iiziative d impresa cosa trovo i questa scheda? Questa scheda cotiee alcue iformazioi sulla Misura Nidi - Nuove Iiziative d Impresa della Regioe Puglia i

Dettagli

Successioni ricorsive di numeri

Successioni ricorsive di numeri Successioi ricorsive di umeri Getile Alessadro Laboratorio di matematica discreta A.A. 6/7 I queste pagie si voglioo predere i esame alcue tra le più famose successioi ricorsive, presetadoe alcue caratteristiche..

Dettagli

INTERFACCIA COMUNICAZIONE SERIALE PER ESA ESTRO

INTERFACCIA COMUNICAZIONE SERIALE PER ESA ESTRO Bollettio E708 rev0 7/06/0 INTERFACCIA COMUNICAZIONE SERIALE PER SERIE - CARATTERISTICHE Tesioe di alimetazioe: 90 40vac Frequeza di alimetazioe: 40 70 Hz Assorbimeto massimo: 40W Temperatura di fuzioameto:

Dettagli

Copyright 2001 2006 Hewlett-Packard Development Company, L.P.

Copyright 2001 2006 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Guida al software Media Ceter Solo le garazie per i prodotti e servizi HP soo esposte ei documeti della garazia esplicita che accompagao tali prodotti e servizi. Le iformazioi qui coteute o potrao i alcu

Dettagli

Il Domain Name System

Il Domain Name System Il Domain Name System Università di Parma - Appunti di Telematica A - per esclusivo uso interno A. Lazzari 2004 GENERALITÀ...1 LA GERARCHIA DEI NOMI DI DOMINIO...2 I RESOURCE RECORD (RR)...3 I PROTOCOLLI

Dettagli

Domini Virtual Server

Domini Virtual Server Domini Virtual Server Pannello di controllo Manuale Utente Pannello di controllo domini e virtual server - Manuale utente ver. 2.0 Pag. 1 di 18 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 Virtual Server... 3 ACCESSO

Dettagli

Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Esselibri S.p.A. (art. 64, D.Lgs. 10-2-2005, n. 30)

Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Esselibri S.p.A. (art. 64, D.Lgs. 10-2-2005, n. 30) Copyright 2005 Esselibri S.p.A. Via F. Russo, 33/D 8023 Napoli Azieda co sistema qualità certificato ISO 400: 2003 Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzioe ache parziale e co qualsiasi mezzo

Dettagli

Campi vettoriali conservativi e solenoidali

Campi vettoriali conservativi e solenoidali Campi vettoriali coservativi e soleoidali Sia (x,y,z) u campo vettoriale defiito i ua regioe di spazio Ω, e sia u cammio, di estremi A e B, defiito i Ω. Sia r (u) ua parametrizzazioe di, fuzioe della variabile

Dettagli

Navigazione tramite numeri e divertimento

Navigazione tramite numeri e divertimento 60 Chapter 6 Navigazioe tramite umeri e divertimeto Vladimir Georgiev Itroduzioe La ovità pricipale el ostro approccio e l avviciameto del lavoro dei ostri Lab ai problemi della vita reale tramite la parte

Dettagli

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri Prerequisiti: Aelli Spazi vettoriali Sia A u aello commutativo uitario PARTE QUARTA Teoria algebrica dei umeri Lezioe 7 Cei sui moduli Defiizioe 7 Si dice modulo (siistro) su A (o semplicemete, A-modulo)

Dettagli

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R.

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R. 70 Capitolo Terzo i cui α i rappreseta la rata di ammortameto del debito di u capitale uitario. Si tratta di risolvere u equazioe lieare ell icogita R. SIANO NOTI IL MONTANTE IL TASSO E IL NUMERO DELLE

Dettagli

Risoluzione dei nomi. 33.1 Indirizzi e nomi

Risoluzione dei nomi. 33.1 Indirizzi e nomi a2» 2013.11.11 --- Copyright Daniele Giacomini -- appunti2@gmail.com http://informaticalibera.net 1499 Risoluzione dei nomi Capitolo 33 33.1 Indirizzi e nomi...................................1499 33.1.1

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

DNS. (con speciale attenzione all implementazione DNS di Microsoft)

DNS. (con speciale attenzione all implementazione DNS di Microsoft) DNS (con speciale attenzione all implementazione DNS di Microsoft) 1 Concetti Generali (1) Risoluzione dei Nomi in Indirizzi e viceversa Gestione gerarchica del sistema di denominazione dei computer Database

Dettagli

DNS. I Nomi a Dominio

DNS. I Nomi a Dominio DNS I Nomi a Dominio Agenda Introduzione Organizzazione Domini Architettura DNS Registrazione Domini Propagazione dell informazione Funzionamento Client Introduzione Internet è una rete con milioni di

Dettagli

METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI VOLUMI DI INVASO PER L INVARIANZA IDRAULICA

METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI VOLUMI DI INVASO PER L INVARIANZA IDRAULICA METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI OLUMI DI INASO PER L INARIANZA IDRAULICA 1. Premessa I queste brevi ote si preseta il metodo semplificato delle piogge illustradoe l implemetazioe i u foglio di calcolo

Dettagli

Metodi statistici per l analisi dei dati

Metodi statistici per l analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due ttameti Motivazioi ttameti Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ttameti) per cui soo stati codotti gli esperimeti. due ttameti Esempio itroduttivo

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

Manuale del software

Manuale del software Mauale del software Iformazioi prelimiari Mauale del software Iformazioi prelimiari Avviso Questo prodotto cotiee software di proprietà di Soy e cocesso i liceza da altri produttori. L uso del software

Dettagli

Manuale del software

Manuale del software Mauale del software Iformazioi prelimiari Mauale del software Iformazioi prelimiari Avviso Questo prodotto cotiee software di proprietà di Soy e cocesso i liceza da altri produttori. L uso del software

Dettagli

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC I servizi GARR - LIR e GARR - NIC gabriella.paolini@garr.it con il contributo di Daniele Vannozzi IAT-CNR Indice GARR-LIR Il GARR-LIR Chi gestisce gli Indirizzi IP Cos e un LIR Regole di assegnazione Assegnazione

Dettagli

Informazioni sul software del notebook Sony PCG-SR21K

Informazioni sul software del notebook Sony PCG-SR21K Iformazioi sul software del otebook Soy PCG-SR21K Itroduzioe Iformazioi sul software del otebook Soy Itroduzioe Avviso Questo prodotto cotiee software di proprietà di SOY e cocesso i liceza da altri produttori.

Dettagli

Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. 192.168.2.12 master12 192.168.2.0/24 192.168.1.0/24

Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. 192.168.2.12 master12 192.168.2.0/24 192.168.1.0/24 Servizi DNS Esercitazione Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. Informazioni preliminari File di configurazione: {chroot}/etc/named.conf File eseguibili: named Utente

Dettagli

Indirizzi e nomi: il DNS

Indirizzi e nomi: il DNS Indirizzi e nomi: il DNS Alla base del sistema esiste il nome di dominio, che è la forma con cui si rappresenta un indirizzo attraverso una denominazione strutturata esempio 4/29/10 1 I nomi di dominio

Dettagli

Anno 5 Successioni numeriche

Anno 5 Successioni numeriche Ao 5 Successioi umeriche Itroduzioe I questa lezioe impareremo a descrivere e calcolare il limite di ua successioe. Ma cos è ua successioe? Come si calcola il suo limite? Al termie di questa lezioe sarai

Dettagli

Disposizioni semplici. Disposizioni semplici esercizi

Disposizioni semplici. Disposizioni semplici esercizi Disposizioi semplici Ua disposizioe (semplice) di oggetti i k posti (duque 1 < k < ) è ogi raggruppameto di k oggetti, seza ripetizioi, scelti fra gli oggetti dati, cioè ciascuo dei raggruppameti ordiati

Dettagli

ANALISI MATEMATICA 1 Area dell Ingegneria dell Informazione. Appello del 5.02.2013 TEMA 1. f(x) = arcsin 1 2 log 2 x.

ANALISI MATEMATICA 1 Area dell Ingegneria dell Informazione. Appello del 5.02.2013 TEMA 1. f(x) = arcsin 1 2 log 2 x. ANALISI MATEMATICA Area dell Igegeria dell Iformazioe Appello del 5.0.0 TEMA Esercizio Si cosideri la fuzioe f(x = arcsi log x. Determiare il domiio di f e discutere il sego. Discutere brevemete la cotiuità

Dettagli

Area Clienti Tiscali Hosting e Domini

Area Clienti Tiscali Hosting e Domini Area Clienti Tiscali Hosting e Domini Manuale Utente Area Clienti Tiscali Hosting e Domini - Manuale utente Pag. 1 di 20 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 ACCESSO ALL AREA CLIENTI TISCALI HOSTING E DOMINI...

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright 1996-2007 J.F Kurose and

Dettagli

Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria. Lezione 6

Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria. Lezione 6 Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Corso di Progettazione di Reti e Sistemi Informatici, a.a. 2010/2011 Dott. Emiliano Casalicchio Lezione 6 19 Maggio 2011 Argomenti di questa lezione

Dettagli

Installazione di NoCat

Installazione di NoCat Servizio Calcolo e Reti Pavia, 15 Agosto 2006 Installazione di NoCat Andrea Rappoldi 1 Introduzione 2 Migliorie apportate Quando un client stabilsce per la prima volta la connessione http o https con il

Dettagli

Serie numeriche e serie di potenze

Serie numeriche e serie di potenze Serie umeriche e serie di poteze Sommare u umero fiito di umeri reali è seza dubbio u operazioe che o può riservare molte sorprese Cosa succede però se e sommiamo u umero ifiito? Prima di dare delle defiizioi

Dettagli

SHAREPOINT INCOMING E-MAIL. Configurazione base

SHAREPOINT INCOMING E-MAIL. Configurazione base SHAREPOINT INCOMING E-MAIL Configurazione base Versione 1.0 14/11/2011 Green Team Società Cooperativa Via della Liberazione 6/c 40128 Bologna tel 051 199 351 50 fax 051 05 440 38 Documento redatto da:

Dettagli

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE 5.. Itroduzioe La Teoria della Similitudie ha pricipalmete due utilizzi: Estedere i risultati otteuti testado ua sigola macchia ad altre codizioi operative o a ua famiglia

Dettagli

Introduzione ad Active Directory. Orazio Battaglia

Introduzione ad Active Directory. Orazio Battaglia Introduzione ad Active Directory Orazio Battaglia Introduzione al DNS Il DNS (Domain Name System) è un sistema utilizzato per la risoluzione dei nomi dei nodi della rete (host) in indirizzi IP e viceversa.

Dettagli

I Sistemi ERP e l innovazione aziendale: dalle Funzioni ai Processi, aspetti innovativi ed aspetti progettuali

I Sistemi ERP e l innovazione aziendale: dalle Funzioni ai Processi, aspetti innovativi ed aspetti progettuali I Sistemi ERP e l iovazioe aziedale: dalle Fuzioi ai Processi, aspetti iovativi ed aspetti progettuali Uiversità di L Aquila, 14 maggio 2004 Ig. Nicola Pace I Sistemi ERP e l iovazioe aziedale Uiversità

Dettagli

Successioni. Grafico di una successione

Successioni. Grafico di una successione Successioi Ua successioe di umeri reali è semplicemete ua sequeza di ifiiti umeri reali:, 2, 3,...,,... dove co idichiamo il termie geerale della successioe. Ad esempio, discutedo il sigificato fiaziario

Dettagli

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia per manager. Prima versione, marzo 2013; versione aggiornata, marzo 2014)

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia per manager. Prima versione, marzo 2013; versione aggiornata, marzo 2014) Itroduzioe all assicurazioe. (Dispesa per il corso di Microecoomia per maager. Prima versioe, marzo 2013; versioe aggiorata, marzo 2014) Massimo A. De Fracesco Uiversità di Siea March 14, 2014 1 Prezzo

Dettagli

Corso di Elementi di Impianti e macchine elettriche Anno Accademico 2014-2015

Corso di Elementi di Impianti e macchine elettriche Anno Accademico 2014-2015 Corso di Elemeti di Impiati e mahie elettriche Ao Aademico 014-015 Esercizio.1 U trasformatore moofase ha i segueti dati di targa: Poteza omiale A =10 kva Tesioe omiale V 1 :V =480:10 V Frequeza omiale

Dettagli

HP OpenView AssetCenter

HP OpenView AssetCenter HP OpeView AssetCeter Versioe software: 5.0 Ammiistrazioe Numero build: 455 Note legali Garazie Soltato le garazie che si applicao ai prodotti e ai servizi HP figurao elle dichiarazioi formali che corredao

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

Successioni. Capitolo 2. 2.1 Definizione

Successioni. Capitolo 2. 2.1 Definizione Capitolo 2 Successioi 2.1 Defiizioe Ua prima descrizioe, più ituitiva che rigorosa, di quel che itediamo per successioe cosiste i: Ua successioe è ua lista ordiata di oggetti, avete u primo ma o u ultimo

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

V Tutorato 6 Novembre 2014

V Tutorato 6 Novembre 2014 1. Data la successioe V Tutorato 6 Novembre 01 determiare il lim b. Data la successioe b = a = + 1 + 1 8 6 + 1 80 + 18 se 0 se < 0 scrivere i termii a 0, a 1, a, a 0 e determiare lim a. Data la successioe

Dettagli

LE MISURE DI VARIABILITÀ DI CARATTERI QUANTITATIVI

LE MISURE DI VARIABILITÀ DI CARATTERI QUANTITATIVI Apputi di Statistica Sociale Uiversità ore di Ea LE MISURE DI VARIABILITÀ DI CARATTERI QUATITATIVI La variabilità di u isieme di osservazioi attiee all attitudie delle variabili studiate ad assumere modalità

Dettagli

Interesse e formule relative.

Interesse e formule relative. Elisa Battistoi, Adrea Frozetti Collado Iteresse e formule relative Esercizio Determiare quale somma sarà dispoibile fra 7 ai ivestedo oggi 0000 ad u tasso auale semplice del 5% Soluzioe Il diagramma del

Dettagli

Informazioni sul software del notebook Sony PCG-GRZ515G

Informazioni sul software del notebook Sony PCG-GRZ515G del otebook Soy PCG-GRZ515G Iformazioi prelimiari Iformazioi prelimiari Avviso Questo prodotto cotiee software di proprietà di Soy e cocesso i liceza da altri produttori. L uso del software è soggetto

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dai libri di testo e pertanto protette da copyright. - Copyright 2013 McGraw-Hill Education Italy

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8 Giovedì 27-03-2014 1 Protocolli di accesso

Dettagli

Sessione ordinaria Esame di Stato 2011 Tema di Informatica - Abacus Soluzione proposta da: Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Commento

Sessione ordinaria Esame di Stato 2011 Tema di Informatica - Abacus Soluzione proposta da: Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Commento Soluzioe del tema di Iformatica Abacus Esame di Stato AS 2010-2011 1 Sessioe ordiaria Esame di Stato 2011 Tema di Iformatica - Abacus Soluzioe proposta da: Il Miistero dell Ambiete commissioa lo sviluppo

Dettagli

LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI

LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI E u problema di ifereza per molti aspetti collegato a quello della stima. Rispode ad u esigeza di carattere pratico che spesso si preseta i molti campi dell attività

Dettagli

Risoluzione dei nomi. 33.1 Indirizzi e nomi...3603

Risoluzione dei nomi. 33.1 Indirizzi e nomi...3603 3601 Risoluzione dei nomi Capitolo 33 33.1 Indirizzi e nomi...................................3603 33.1.1 Configurazione del tipo di conversione: file /etc/host.conf»................................3603

Dettagli

Strumenti di indagine per la valutazione psicologica

Strumenti di indagine per la valutazione psicologica Strumeti di idagie per la valutazioe psicologica 1.2 - Richiami di statistica descrittiva Davide Massidda davide.massidda@gmail.com Descrivere i dati Dovedo scegliere u esame opzioale, uo studete ha itezioe

Dettagli

DISPENSE DI MATEMATICA FINANZIARIA

DISPENSE DI MATEMATICA FINANZIARIA SPENSE MATEMATA FNANZAA 3 Piai di ammortameto. 3. osiderazioi geerali. U piao di ammortameto cosiste ella restituzioe di u importo preso a prestito mediate il versameto d'importi distribuiti el tempo.

Dettagli

Probabilità e Statistica I

Probabilità e Statistica I Probabilità e Statistica I Elvira Di Nardo (Dipartimeto di Matematica) Uiversità degli Studi della Basilicata e-mail:diardo@uibas.it http://www.uibas.it/uteti/diardo/home.html Tel:097/05890 Prerequisiti:

Dettagli

Spazio per timbri. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (insegne, targhe, affissi pubblicitari e tende)

Spazio per timbri. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (insegne, targhe, affissi pubblicitari e tende) Spazio per timbri DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (isege, targhe, affissi pubblicitari e tede) Al Servizio Edizia Privata del Comue di PAVIA DI UDINE La D.I.A. va presetata i bollo ( 14,62) quado costituisca

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Application Layer DNS, TELNET

Application Layer DNS, TELNET Application Layer DNS, TELNET DNS: Domain Name System The Domain Name System is a hierarchical distributed database. It stores information for mapping Internet host names to IP addresses and vice versa,

Dettagli

Manuale d uso ed installazione Modulo GSM DOPPIO Ver. 1.0

Manuale d uso ed installazione Modulo GSM DOPPIO Ver. 1.0 Mauale d uso ed istallazioe Modulo GSM DOPPIO Ver. 1.0 Avverteza Tutti i prodotti Keyless soo certificati e garatiti solo se istallati da persoale qualificato. Prima di iiziare l istallazioe, accertarsi

Dettagli

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA INTRODUZIONE Apputi sulla ATEATIA FINANZIARIA La matematica fiaziaria si occupa delle operazioi fiaziarie. Per operazioe fiaziaria si itede quella operazioe ella quale avviee uo scambio di capitali, itesi

Dettagli

Guida dell utente. Serie VGC-V3 (PCV-E31M/PCV-F31M)

Guida dell utente. Serie VGC-V3 (PCV-E31M/PCV-F31M) Guida dell utete Serie VGC-V3 (PCV-E31M/PCV-F31M) 1 Leggimi subito Leggimi subito Avviso 2005 Soy Corporatio. Tutti i diritti riservati. Il presete mauale e il software ivi descritto o possoo essere riprodotti,

Dettagli