Telematica II 14. DNS Domain Name Service

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Telematica II 14. DNS Domain Name Service"

Transcript

1 Domain Name System () - finalità è un servizio per ottenere un altro servizio (HTTP, FTP, SMTP, ecc) Telematica II 14. Domain Name Service è un servizio che realizza una corrispondenza fra gli indirizzi IP numerici ed i nomi logici sisinflab.poliba.it alias di hostname: per individuare un nome di un host in forma piu semplice da ricordare (p.e. host1.reply.light.com (canonical name) light.com (alias name)) alias di posta: fornisce l indirizzo IP o l hostname del Mail Server di un dominio (query MX) Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A Semestre il permette il load distribution consente la replica di Web mediante un insieme di indirizzi IP per un hostname canonico (p.e. google.com ha diversi web replicati) Prof. Giovanni Pascoschi 2 Domain Name System () Organizzazione gerarchica dello spazio dei nomi #1 root name. il (RFC 1034 e 1035) consiste di: uno schema gerarchico di nominazione (namespace), basato sul concetto di dominio (domain) un database distribuito che implementa lo schema gerarchico di nominazione top level domains second level domains arpa in-addr 140 com edu noao tuc gov int mil net org it Ciascuna label può essere lunga 63 caratteri us va reston fr un protocollo per il mantenimento informazioni sulle corrispondenze e la distribuzione delle Interrogazione tra Interrogazione client / Usato per la conversione indirizzo IPhostname sun sun.tuc.noao.edu. (FQDN) in-addr.arpa. cnri.reston.va.us. cnri generic domains country domains 3 4

2 Organizzazione gerarchica dello spazio dei nomi #2 Root name i top level domains (TLD) vengono gestiti direttamente dal NIC (Network Information Center) che ha sede in ogni nazione (p.e. e si incarica dell'assegnazione e del mantenimento dei nomi a dominio nel country code - Top Level Domain it (ISO 3166) per le altre zone (nodi dell albero ), il NIC delega la gestione alle singole organizzazioni vi sono 13 root name nel mondo essi corrispondono al dominio di livello piu alto :. (punto o root) ogni root name mantiene le corrispondenze con gli indirizzi dei top level domains per ciascuna zona ci deve essere un primario (autoritativo per quella zona) ed uno o più secondari per scopi di ridondanza un autoritativo gestisce direttamente le corrispondenze di un dominio (garanzia di una conversione corretta) ha l autorità per farlo i secondari mantengono copia delle corrispondenze aggiornata dinamicamente mediante query periodiche al primario (allineamento automatico dei dati) per servire il nodo radice esistono i cosiddetti root name unico nodo logico 13 nodi fisici nel mondo a Verisign, Dulles, VA c Cogent, Herndon, VA (also LA) d U Maryland College Park, MD g US DoD Vienna, VA h ARL Aberdeen, MD j Verisign, ( 21 locations) e NASA Mt View, CA f Internet Software C. Palo Alto, CA (and 36 other locations) b USC-ISI Marina del Rey, CA l ICANN Los Angeles, CA k RIPE London (also 16 other locations) i Autonomica, Stockholm (plus 28 other locations) m WIDE Tokyo (also Seoul, Paris, SF) 5 6 service distribuito TLD e Autoritativi il servizio è distribuito e non centralizzato, per evitare/limitare i seguenti effetti: single point of failure se vi è un guasto singolo, si corre il rischio di perdere l intero servizio volume di traffico se fosse centralizzato si creerebbe un enorme flusso di traffico dal relativo performance ridotte il database centralizzato sarebbe molto lontano dal punto di vista geografico maggiori latenze piu semplice manutenzione Top-level domain (TLD) responsabili per i domini com, org, net, edu,..., e tutti i domini al top-level di nazione it, uk, fr, ca, jp,... l azienda Network Solutions gestisce i s per il dominio top-level com un ente no-profit Educause gestisce il top-level edu s Autoritativi di sono quei a livello di organizzazioni, che forniscono i nomi degli host mappandoli con i loro IP per tutti i della stessa organizzazione (p.e. servizio Web, mail della IBM) possono essere gestiti da organizzazioni o ISP (p.e. libero) 7 8

3 Server Local Name Livelli di gerarchia does not strictly belong to hierarchy each ISP (residential ISP, company, university) has one. questi sono anche chiamati default name when host makes query, query is sent to its local fungono da proxy di cache inoltrando le richieste nella gerarchia a livello superiore TLD name com root name (13)... TLD name it Autoritativi local name 9 10 Principi di funzionamento Risoluzione iterativa di un nome root Cosa succede quando un name non contiene le informazioni richieste? sono possibili 3 modalità risoluzione iterativa risoluzione ricorsiva risposta non autoritativa L host host1.poliba.it desidera conoscere l indirizzo di host2.mydomain.eu query iterativa il contattato risponde con il nome del da contattare non conosco questo nome, bisogna chiedere a questo occupazione di banda e carico computazionale maggiore per il local local dns.poliba.it host richiedente host1.poliba.it TLD (eu) autoritativo dns.mydomain.eu host2.mydomain.eu 11 12

4 Risoluzione ricorsiva di un nome Risposta non autoritativa root L host host1.poliba.it desidera conoscere l indirizzo di host2.mydomain.eu query ricorsiva trasferisce il carico di ricercare il nome di risoluzione al name contattato aumenta il carico di elaborazione per i vari name, mentre diminuisce per il local name anche la banda puo essere a maggior delay local dns.poliba.it host richiedente host1.poliba.it TLD (eu) autoritativo dns.mydomain.eu host2.mydomain.eu Local name 2 1 Root name I implementano meccanismi di caching la cache del local contengono precedenti risoluzioni riduzione del delay possibile non completa correttezza dei risultati a causa di meccanismi fraudolenti di alterazione della cache è necessario distinguere risposte autoritative da quelle non autoritative Query Non Authoritative Reply Meccanismi di caching e aggiornamento records Tipologia dei record ogni name (a qualsiasi livello) memorizza il mapping nella sua cache i vari record nella cache scompaiono dopo un po di tempo (timeout) le informazioni dei TLD sono normalmente conservate nelle cache dei local name s, per limitare gli accessi ai root name s i meccanismi di aggiornamento/notifica sono governate dall IETF RFC (gruppo di lavoro IETF) i record (Resource Record RR), che individuano il mapping tra nomi simbolici e indirizzi IP e che sono memorizzati nel database, adottano il seguente formato (ttl time to live) type=a name è l hostname value è l indirizzo IP type=ns name èildominio(p.e. poliba.it) value è l hostname del name autoritativo per questo dominio (p.e. dns.poliba.it) RR format: (name, value, type, ttl) type=cname name è il nome alias per alcuni nomi canonici (il nome reale) (p.e. èin realtà value èilnomecanonico type=mx value è il nome del mail associato al nome name 15 16

5 Formato di un messaggio (query e response) Flags 17 identificativo univoco intero a 16 bit del messaggio (transaction ID) numero di query (p.e. in SMTP con piu destinatari) numero di risposte autoritative numero di risposte aggiuntive risposte autoritative Identificazione Numero di domande Numero di RR assoluti Flags Numero di Risposte RR Numero di RR aggiuntivi Domande (numero di domande variabile) Risposte (numero variabile di RR) Assoluti (numero variabile di RR) Informazioni aggiuntive (numero variabile di RR) proprietà generali del pacchetto header numero di risposte convenzionali (generiche) header per ogni domanda risposte convenzionali QR opcode AA TC RD RA Z rcode QR : 0 significa che il messaggio è una query, 1 una risposta opcode: 0 standard query (name IP), 1 query inversa (IP name), 2 status, 3 non assegnato, 4 notifica, 5 update, 6-15 non assegnati AA: 1 significa che il name interrogato è autoritativo per il dominio nella query (authorative answer solo per le risposte) TC: 1 significa che le dimensioni della risposta superano i 512 bytes (dim max UDP)- truncated RD: 1 significa che si vuole una query ricorsiva, 0 iterativa (solo per query) RA: 1 significa che il supporta la risoluzione ricorsiva (solo per risposte) Z: 1 bit riservato per uso futuro (sempre a 0) + 2 bit AD (Authenticated Data) per le answer (1 authenticated data/0 no) + 3 bit CD (checking disabled) per richiesta risposta non authenticated (0 ammesso/1 non ammesso) rcode: codice di ritorno: 0 nessun errore, 1 errore formato, 2 failure, 3 errore nel nome, 4 non implementato, 5 query rifiutata, ecc 18 Formato del Resource Record (RR) Pacchetto di query di tipo A (name IP diretta) tipo Lunghezza dati nome dominio time-to-live dati classe dati No. Time Source Destination Protocol Info Standard query A Flags: 0x0100 (Standard query) = Response: Message is a query = Opcode: Standard query (0) primario poliba.it = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recurs = Z: reserved (0) = Non-authenticated data OK: tipo: 1 indica che è richiesto un indirizzo IP per quel nome di dominio (query di tipo A o diretta),12 indica che si richiede l hostname corrispondente ad un indirizzo IP (PTR query pointer query o query inversa) classe: normalmente è 1 per gli indirizzi Internet. time-to-live: tempo (in secondi) per cui il RR sarà nella cache del resolver (client) lunghezza dati: numero di bytes del campo dati Q/A/AA/AD: 1/0/0/0 Queries Name: type A, class IN Queries / Answers / Authoritative / Additional risposte non autenticate ammesse 19 20

6 Pacchetto di risposta #1 Pacchetto con la risposta #2 No. Time Source Destination Protocol Info Standard query response CNAME CNAME A A Flags: 0x8180 (Standard query response, No error) = Response: Message is a response = Opcode: Standard query (0) = Authoritative: Server is not an authority for domain = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recursively = Recursion available: Server can do recursive queries = Z: reserved (0) = Answer authenticated: Answer/authority portion was not authenticated by the = Reply code: No error (0) Questions: 1 Answer RRs: 4 Authority RRs: 4 Additional RRs: 4 21 Answers type CNAME, class IN, TTL 3d1h1m19s, cname 22 type CNAME, class IN, TTL 8m18s, cname type A, class IN, TTL 23s, addr type A, class IN, TTL 23s, addr address record : diretta IP due indirizzi per il load distribution nome canonico (alias) Pacchetto con la risposta #3 Pointer Query (query inversa IP name) Authoritative names l.google.com: type NS, class IN, ns b.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns c.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns d.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns a.l.google.com Additional records b.l.google.com: type A, class IN, addr name Dato l indirizzo IP di una macchina, si vuole conoscere l hostname A questo scopo si utilizza la parte del namespace in-addr.arpa. Il nome corrispondente, ad esempio, all indirizzo IP è in-addr.arpa. Sulle macchine Unix è possibile usare il seguente comando per fare questa query: c.l.google.com: type A, class IN, addr d.l.google.com: type A, class IN, addr a.l.google.com: type A, class IN, addr IP address dei authorative host Name: svr4.tuc.nao.edu. inverso 23 24

7 Esempio di PTR Query Esempio di PTR Query: risposta #1 No. Time Source Destination Prot. Info Standard query PTR in-addr.arpa User Datagram Protocol, Src Port: 4943 (4943), Dst Port: domain (53) Domain Name System (query) Transaction ID: 0x0004 primario Flags: 0x0100 (Standard query) poliba.it = Response: Message is a query = Opcode: Standard query (0) = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recursively = Z: reserved (0) = Non-authenticated data OK: Non-authenticated data is unacceptable Questions: 1, Answer RRs: 0, Authority RRs: 0, Additional RRs: 0 Queries in-addr.arpa: type PTR, class IN 25 No. Time Source Destination Protocol Info Standard query response PTR dee227.poliba.it User Datagram Protocol, Src Port: domain (53), Dst Port: 4943 (4943) Domain Name System (response) Transaction ID: 0x0004 Flags: 0x8580 (Standard query response, No error) = Response: Message is a response = Opcode: Standard query (0) = Authoritative: Server is an authority for domain = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recursively = Recursion available: Server can do recursive queries = Z: reserved (0) = Answer authenticated: Answer/authority portion was not authenticated by the = Reply code: No error (0) Questions: 1 Answer RRs: 1 Authority RRs: 4 Additional RRs: 4 26 Esempio di PTR Query: risposta #2 Esempio di PTR Query: risposta #3 Answers in-addr.arpa: type PTR, class IN, dee227.poliba.it Name: in-addr.arpa Type: PTR (Domain name pointer) Class: IN (0x0001) Time to live: 12 hours Data length: 18 Domain name: dee227.poliba.it Authoritative names in-addr.arpa: type NS, class IN, ns cstar.poliba.it in-addr.arpa: type NS, class IN, ns 2.garr.net in-addr.arpa: type NS, class IN, ns anthares.poliba.it in-addr.arpa: type NS, class IN, ns dns2.nic.it Additional records cstar.poliba.it: type A, class IN, addr garr.net: type A, class IN, addr primario poliba.it tutte universita second. poliba.it anthares.poliba.it: type A, class IN, addr dns2.nic.it: type A, class IN, addr TLD it 27 28

8 Query MX (Mail exchange) Comando nslookup Quando un messaggio viene inviato via Internet, il Mail Transfer Agent (MTA p.e. Outlook) del mittente effettua una query di tipo MX per il nome di dominio del destinatario, che e la porzione dell indirizzo mail che segue (p.e. Questa query restituisce una lista di host name dei mail exchange s che sono in grado di accettare la posta in ingresso per quel dominio, insieme ad un preference number. L MTA inizia ad inviare la posta al con preference number piu basso Il meccanismo di query MX fornisce la possibilita di avere mail s multipli per un singolo dominio Comando nslookup (anche in Windows) Effettua una query al per ottenere l l indirizzo IP a partire da un indirizzo dato hostname hostname: $ nslookup sisinflab.poliba.it Server: Address: #53 sisinflab.poliba.it canonical name= www-cirp.poliba.it. primario poliba.it Name: www-cirp.poliba.it Address: Comando host #1 Comando host #2 Comando host (solo Linux) Conversione hostname indirizzo IP $ host sisinflab.poliba.it sisinflab.poliba.it is an alias for www-cirp.poliba.it www-cirp.poliba.it has address Conversione indirizzo IP hostname Il comando host può essere anche utilizzato per query di tipo MX: $ host -t MX poliba.it poliba.it mail is handled by 10 mail.poliba.it poliba.it mail is handled by 20 anthares.poliba.it $ host in-addr.arpa domain name pointer dee227.poliba.it: 31 32

9 Comando dig Esempio di query di tipo A con dig #1 Il comando dig (domain information groper) è uno strumento flessibile per interrogare i name Sintassi dig name type dove name e il nome della risorsa type e il tipo di query (A, PTR, CNAME, MX ) $ dig sisinflab.poliba.it A ; <<>> DiG9.3.1 <<>> sisinflab.poliba.it A ;; globaloptions: printcmd ;; Got answer: ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: ;; flags: qraardra; QUERY: 1, ANSWER: 2, AUTHORITY: 4, ADDITIONAL: 4 ;; QUESTION SECTION: ;sisinflab.poliba.it. IN A ;; ANSWER SECTION: sisinflab.poliba.it IN CNAME www-cirp.poliba.it. www-cirp.poliba.it IN A Esempio di query di tipo A con dig #2 Esempio di PTR query con dig #1 ;; AUTHORITY SECTION: poliba.it IN NS cstar.poliba.it. poliba.it IN NS 2.garr.net. poliba.it IN NS anthares.poliba.it. poliba.it IN NS dns2.nic.it. ;; ADDITIONAL SECTION: cstar.poliba.it IN A garr.net IN A anthares.poliba.it IN A dns2.nic.it IN A ;; Querytime: 5 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Mon May29 15:51: ;; MSG SIZE rcvd: 236 dig in-addr.arpa PTR ; <<>> DiG9.3.1 <<>> in-addr.arpa PTR ;; globaloptions: printcmd ;; Gotanswer: ;; ->>HEADER<<-opcode: QUERY, status: NOERROR, id: ;; flags: qraardra; QUERY: 1, ANSWER: 1, AUTHORITY: 4, ADDITIONAL: 4 ;; QUESTION SECTION: ; in-addr.arpa. IN PTR ;; ANSWER SECTION: in-addr.arpa IN PTR www-cirp.poliba.it 35 36

10 Esempio di PTR query con dig #2 Esempio di query MX con dig #1 ;; AUTHORITY SECTION: in-addr.arpa IN NS cstar.poliba.it in-addr.arpa IN NS 2.garr.net in-addr.arpa IN NS anthares.poliba.it in-addr.arpa IN NS dns2.nic.it. ;; ADDITIONAL SECTION: cstar.poliba.it IN A garr.net IN A anthares.poliba.it IN A dns2.nic.it IN A ;; Querytime: 7 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Mon May29 16:01: ;; MSG SIZE rcvd: 236 dig poliba.it MX ; <<>> DiG9.3.1 <<>> poliba.itmx ;; globaloptions: printcmd ;; Gotanswer: ;; ->>HEADER<<-opcode: QUERY, status: NOERROR, id: ;; flags: qraardra; QUERY: 1, ANSWER: 2, AUTHORITY: 4, ADDITIONAL: 5 ;; QUESTION SECTION: ;poliba.it. IN MX ;; ANSWER SECTION: poliba.it IN MX 10 mail.poliba.it. poliba.it IN MX 20 anthares.poliba.it Esempio di query MX con dig #2 Il comando whois #1 39 ;; AUTHORITY SECTION: poliba.it IN NS cstar.poliba.it. poliba.it IN NS 2.garr.net. poliba.it IN NS anthares.poliba.it. poliba.it IN NS dns2.nic.it. ;; ADDITIONAL SECTION: mail.poliba.it IN A anthares.poliba.it IN A cstar.poliba.it IN A garr.net IN A dns2.nic.it IN A ;; Querytime: 7 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Mon May29 16:03: ;; MSG SIZE rcvd: Per ottenere informazioni sulla registrazione di un certo dominio, si utilizza il comando whois(interrogazione al livello del NIC): $ whois poliba.it domain: poliba.it org: Politecnico di Bari descr: TechnicalUniversity admin-c: CP1399-ITNIC tech-c: VG371-ITNIC postmaster: LG804-ITNIC zone-c: VG371-ITNIC zone-c: LG804-ITNIC n: deecom04.poliba.it n: dns2.nic.it n: area.area.ba.cnr.it dom-net: dom-net: dom-net: dom-net: remarks: Fully-managed

11 Il comando whois #2 Comandi su Windows/alternative 41 mnt-by: GARR-MNT created: before expire: source: IT-NIC person: Carmine Pappalettere address: DPPI -Politecnico di Bari address: viale Japigia, 182 address: I Bari nic-hdl: CP1399-ITNIC source: IT-NIC person: Valentino Gratton address: CECAP -Politecnico di Bari address: via Orabona, 4 address: I Bari nic-hdl: VG371-ITNIC source: IT-NIC person: Luigi Gatto address: CECAP -Politecnico di Bari address: via Orabona, 4 address: I Bari nic-hdl: LG804-ITNIC source: IT-NIC 42 esistono diversi siti internet per diagnosticare/monitorare le informazioni p.e. per simulare Linux in ambiente Windows è possibile utilizzare Cygwin (è un ambiente Linux-like per Windows) per installare l utility dig con inglobato host, whois, ecc, fare il download dell applicazione dig per Windows Server BIND Esempio di configurazione di caching name Il file di configurazione principale è /etc/named.conf: Il più diffuso è BIND (Berkeley Internet Name Domain ). Il daemon del viene chiamato named. Ci sono 2 configurazioni tipiche: Authoritative-only name Risolve solo gli indirizzi del dominio per cui è autoritativo. caching Risolve tutti gli indirizzi, memorizzandoli in una cache. Non è autoritativo. Può essere installato su una macchina personale per velocizzare le richieste grazie al caching. // directory dove vengono cercati i file di configurazione options { directory "/var/named"; }; // nel file root.hints ci sono gli indirizzi IP dei root name s zone "." { type hint; file "root.hints"; }; // Questo comando significa che stiamo defininendo la zona // in-addr.arpa, che il nostro è il primario e che le // informazioni per questa zona sono memorizzate in un file chiamato // pz/ zone " in-addr.arpa" { type master; file "pz/ "; }; 43 44

12 Configurazione di una zona Riepilogo della lezione Il file di configurazione di una zona ha il seguente formato ( Il seguente è il file pz/ ). In questo file sono definiti 3 Resource Records: SOA (Start of Authority), NS (Name ) e PTR $TTL 3D // descrive la zona, il suo name, il responsabile, la versione del file(1), // impostazioni per il caching, il name secondario ed il IN SOA ns.linux.bogus. hostmaster.linux.bogus. ( 1 ; Serial 8H ; Refresh 2H ; Retry 4W ; Expire 1D) ; Minimum TTL Domain Name Service Domain Name Service Formato messaggi Comandi s.o. legati al (nslookup, host, dig, whois) BIND // dice che il name autoritativo per questo dominio è ns.linux.bogus. NS ns.linux.bogus. // dice che l host ha come hostname localhost 1 PTR localhost Fine della lezione Domande? 47

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 8 DNS (cont)

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 8 DNS (cont) INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 8 DNS (cont) Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 DNS: Domain Name System Indirizzamento di una macchina (host)

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10 Giovedì 9-04-2015 1 Database distribuiti e gerarchici

Dettagli

Domain Name System. Gerarchia nomi simbolici

Domain Name System. Gerarchia nomi simbolici Domain Name System ad application L., ma usato da protocolli di L7 più che da utenti accessibile via comando di shell nslookup indirizzamento a L7: nome simbolico es: www.dico.unimi.it struttura gerarchica

Dettagli

20. DNS: Il Domain Name System

20. DNS: Il Domain Name System 20. DNS: Il Domain Name System 20.1 Introduzione È un database distribuito usato dalle applicazioni TCP/IP che: Mappa hostname su IP address Mappa IP address su hostname Fornisce informazione di routing

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori I Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Giorgio Ventre (giorgio.ventre@unina.it) Protocolli applicativi: DNS I lucidi presentati

Dettagli

Domain Name System (DNS)

Domain Name System (DNS) Prof. Roberto De Prisco Domain Name System (DNS) Riferimento: Comer, Cap. 24 Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica Indirizzi IP e nomi 2 Indirizzo IP identifica un host su Internet

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8 Giovedì 27-03-2014 1 Protocolli di accesso

Dettagli

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Funzionamento del DNS. Soluzione centralizzata

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Funzionamento del DNS. Soluzione centralizzata SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Ad ogni calcolatore collegato a Internet (host) è associato un indirizzo IP Utilizzo di nomi simbolici da parte degli utenti Necessità di una traduzione dei nomi simbolici

Dettagli

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS)

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Ad ogni calcolatore collegato a Internet (host) è associato un indirizzo IP Utilizzo di nomi simbolici da parte degli utenti Necessità di una traduzione dei nomi simbolici

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Corso di recupero di sistemi Lezione 8

Corso di recupero di sistemi Lezione 8 Corso di recupero di sistemi Lezione 8 a.s. 2011/2012 - Prof. Fabio Ciao 24 aprile 2012 Reti TCP/IP Una rete TCP/IP è una rete locale o geografica che utilizza protocolli TCP/IP con i primi 2 livelli una

Dettagli

Sistemi e Servizi di TLC. Lezione N. 6. Il servizio DNS (Domain Name System)

Sistemi e Servizi di TLC. Lezione N. 6. Il servizio DNS (Domain Name System) Sistemi e Servizi di TLC Lezione N. 6 Il servizio DNS (Domain Name System) 1 Nomi logici e indirizzi IP Gli indirizzi IP utilizzati per identificare univocamente i dispositivi connessi alla rete (router

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Domain Name System: DNS

Domain Name System: DNS Domain Name System: DNS Nomi simbolici Gerarchia dei nomi Gerarchia dei DNS Risoluzione dei nomi Caching e abbreviazioni Descrittori di risorsa Nomi simbolici Tutte le applicazioni Internet usano indirizzi

Dettagli

Corso per Tutor C2 CEFRIEL Politecnico di Milano Relazione sull attività del 5 maggio 2003

Corso per Tutor C2 CEFRIEL Politecnico di Milano Relazione sull attività del 5 maggio 2003 Argomenti sviluppati: - Il protocollo DHCP e le sue applicazioni: - Configurazione e gestione del pool di indirizzi in Linux - Configurazione indirizzi statici in Linux - Il protocollo DNS e le sue implementazioni

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS)

Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS) Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS) Università degli Studi di Milano Insegnamento di Terminologia - 1 ISO/OSI (Open System Interconnection) Standard de iure che organizza l'architettura di una rete

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright 1996-2007 J.F Kurose and

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dai libri di testo e pertanto protette da copyright. - Copyright 2013 McGraw-Hill Education Italy

Dettagli

dns giuseppe di battista, maurizio patrignani copyright 2012 g. di battista, m. patrignani nota di copyright

dns giuseppe di battista, maurizio patrignani copyright 2012 g. di battista, m. patrignani nota di copyright dns giuseppe di battista, maurizio patrignani nota di copyright questo insieme di slides è protetto dalle leggi sul copyright il titolo ed il copyright relativi alle slides (inclusi, ma non limitatamente,

Dettagli

Il Domain Name System

Il Domain Name System Il Domain Name System Università di Parma - Appunti di Telematica A - per esclusivo uso interno A. Lazzari 2004 GENERALITÀ...1 LA GERARCHIA DEI NOMI DI DOMINIO...2 I RESOURCE RECORD (RR)...3 I PROTOCOLLI

Dettagli

Domain Name System: DNS

Domain Name System: DNS Domain Name System: DNS Nomi simbolici Gerarchia dei nomi Gerarchia dei DNS Risoluzione dei nomi Caching e abbreviazioni Descrittori risorsa Nomi simbolici Tutte le applicazioni Internet usano inrizzi

Dettagli

DOMAIN NAME SYSTEM (DNS)

DOMAIN NAME SYSTEM (DNS) PARTE 4 DOMAIN NAME SYSTEM (DNS) Domain Name System (Un esempio di sistema distribuito geograficamente che funziona molto bene) Indice Identificatori degli host e alternative nel naming Organizzazione

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

(Domain Name System) DNS (Domain Name System) Architettura del DNS DNS. A.Lioy - Politecnico di Torino (2013) B-1. Antonio Lioy < lioy@polito.

(Domain Name System) DNS (Domain Name System) Architettura del DNS DNS. A.Lioy - Politecnico di Torino (2013) B-1. Antonio Lioy < lioy@polito. (Domain Name System) (Domain Name System) Antonio Lioy < lioy@polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica (Domain Name System) è il sistema scelto da Internet per mantenere la corrispondenza

Dettagli

Protocolli applicativi basati su TCP/IP

Protocolli applicativi basati su TCP/IP Protocolli applicativi basati su TCP/IP A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Protocolli applicativi Sono i protocolli utilizzati dalle applicazioni per scambiarsi informazioni attraverso la rete Esempi: HTTP

Dettagli

Domain Name Service. Mario BALDI. Silvano GAI. Fulvio RISSO. http://staff.polito.it/mario.baldi. sgai[at]cisco.com. fulvio.risso[at]polito.

Domain Name Service. Mario BALDI. Silvano GAI. Fulvio RISSO. http://staff.polito.it/mario.baldi. sgai[at]cisco.com. fulvio.risso[at]polito. Domain Name Service Mario BALDI http://staff.polito.it/mario.baldi Silvano GAI sgai[at]cisco.com Fulvio RISSO fulvio.risso[at]polito.it DNS - 1 Copyright: si veda nota a pag. 2 Nomi e Indirizzi Nomi mnemonici:

Dettagli

Application layer. Protocolli a livello applicativo. Identificatori in Internet. Protocolli a livello applicativo, esempi. Francesco Dalla Libera

Application layer. Protocolli a livello applicativo. Identificatori in Internet. Protocolli a livello applicativo, esempi. Francesco Dalla Libera Protocolli a livello applicativo Application layer Francesco Dalla Libera! In questo livello si trovano diverse tipologie di oggetti: " protocolli di supporto a tutte le applicazioni: # DNS (Domain Name

Dettagli

CORSO DI RETI SSIS. Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci

CORSO DI RETI SSIS. Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci CORSO DI RETI SSIS Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci IL DOMAIN NAME SYSTEM (DNS) Indirizzi IP poco adatti per essere memorizzati da utenti umani è prevista la possibiltà di associare nomi simbolici

Dettagli

Domain Name System. Nomi ed indirizzi. Esempio. DNS: Domain Name System

Domain Name System. Nomi ed indirizzi. Esempio. DNS: Domain Name System Domain Name System GianLuigi Ferrari 1 DNS: Domain Name System Persone: diversi codici di identificazione: CF, SSN, Passport # Internet: hosts/routers: IP address (2 bit): l indirizzo dei datagrams nome

Dettagli

OCCHIO AL DOWNLOAD E UPLOAD!!!

OCCHIO AL DOWNLOAD E UPLOAD!!! OCCHIO AL DOWNLOAD E UPLOAD!!! DIRITTI DI PROPRIETA INDUSTRIALE TUTELANO ANCHE TE!!! Lezione n 8 RETE INTERNET DOMAIN NAME -Nativi digitali e Internet- Prof.ssa Cristina Daperno Prof. Aldo Ribero Prof.

Dettagli

Sulla risoluzione degli indirizzi IP Parte II Domain Name System

Sulla risoluzione degli indirizzi IP Parte II Domain Name System Sulla risoluzione degli indirizzi IP Parte II Domain Name System Stefano Bonacina (*), Francesca Giuratrabocchetti (**), Davide Stefanoni (***) (*) Dottorato di Ricerca in Bioingegneria XVI ciclo Politecnico

Dettagli

Indirizzi e nomi: il DNS

Indirizzi e nomi: il DNS Indirizzi e nomi: il DNS Alla base del sistema esiste il nome di dominio, che è la forma con cui si rappresenta un indirizzo attraverso una denominazione strutturata esempio 4/29/10 1 I nomi di dominio

Dettagli

Reti di calcolatori. Lezione del 24 giugno 2004

Reti di calcolatori. Lezione del 24 giugno 2004 Reti di calcolatori Lezione del 24 giugno 2004 Il livello applicativo Nel livello 5 (ultimo livello in TCP/IP) ci sono le applicazioni utente protocolli di supporto a tutte le applicazioni, come per esempio

Dettagli

&&' & + $, $ $ ( $" $ + ! " # $ " % Numeric addr. tough for humans to remember Numeric addr. impossible to guess

&&' & + $, $ $ ( $ $ + !  # $  % Numeric addr. tough for humans to remember Numeric addr. impossible to guess Numeric addr. tough for humans to remember Numeric addr. impossible to guess Variable length (machines prefer fixed length) Potentially long! " # $ " % && & ( ( &( ) * & ( &( + $, $ $ ( $" $ + - - $. -.

Dettagli

RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System. Prof. Andrea Borghesan

RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System. Prof. Andrea Borghesan RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System Prof. Andrea Borghesan http://venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: mercoledì, 10.00-11.00. Studio 34, primo piano. Dip. Statistica 1 Modalità esame:

Dettagli

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin Laboratorio di Reti Relazione N 2 Gruppo N 9 Mattia Vettorato Alberto Mesin Scopo dell'esercitazione Configurare un Name Server per un dominio, in particolare il nostro dominio sarà gruppo9.labreti.it.

Dettagli

P2-09: Domain Name System (Cap. 24)

P2-09: Domain Name System (Cap. 24) Autunno 2002 Prof. Roberto De Prisco -09: Domain Name System (Cap. 24) Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica Inidirizzi IP: nomi e numeri 09.2 Indirizzo IP: stringa di 32 bit

Dettagli

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC I servizi GARR - LIR e GARR - NIC gabriella.paolini@garr.it con il contributo di Daniele Vannozzi IAT-CNR Indice GARR-LIR Il GARR-LIR Chi gestisce gli Indirizzi IP Cos e un LIR Regole di assegnazione Assegnazione

Dettagli

Application Layer DNS, TELNET

Application Layer DNS, TELNET Application Layer DNS, TELNET DNS: Domain Name System The Domain Name System is a hierarchical distributed database. It stores information for mapping Internet host names to IP addresses and vice versa,

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 18 Protocolli di rete e vulnerabilità. Chiara Braghin

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 18 Protocolli di rete e vulnerabilità. Chiara Braghin Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 18 Protocolli di rete e vulnerabilità Chiara Braghin IPv6: quanti lo usano? http://v6asns.ripe.net/ RIPE (Réseaux IP Européens) http://www.ipv6actnow.org/info/statistics/

Dettagli

Il DNS e la gestione degli indirizzi IP. Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano

Il DNS e la gestione degli indirizzi IP. Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano Il DNS e la gestione degli indirizzi IP Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano Indirizzi fisici e indirizzi astratti Ogni macchina all interno di una rete è identificata da un indirizzo hardware

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

voice call web browser email client streaming video application address? port LAN IP layer 193.205.7.124 LAN card driver Application Layer

voice call web browser email client streaming video application address? port LAN IP layer 193.205.7.124 LAN card driver Application Layer web browser email client voice call streaming video SO application address? port IP layer 193.205.7.124 LAN card driver LAN Programmi applicativi che utilizzano i servizi di rete Sono spesso basati sul

Dettagli

Daniele Vannozzi Istituto Applicazioni Telematiche Via S. Maria, 36 56126 Pisa Daniele.Vannozzi@iat.cnr.it

Daniele Vannozzi Istituto Applicazioni Telematiche Via S. Maria, 36 56126 Pisa Daniele.Vannozzi@iat.cnr.it Daniele Vannozzi Istituto Applicazioni Telematiche Via S. Maria, 36 56126 Pisa Daniele.Vannozzi@iat.cnr.it Argomenti trattati le funzioni del lo spazio dei nomi interazioni tra nameserver e resolver configurazione

Dettagli

Application layer. Protocolli a livello applicativo. Identificatori in Internet. Protocolli a livello applicativo, esempi. Francesco Dalla Libera

Application layer. Protocolli a livello applicativo. Identificatori in Internet. Protocolli a livello applicativo, esempi. Francesco Dalla Libera Protocolli a livello applicativo Application layer Francesco Dalla Libera! In questo livello si trovano diverse tipologie di oggetti: " protocolli di supporto a tutte le applicazioni: # DNS (Domain Name

Dettagli

Protocollo FTP Posta Elettronica (SMTP, POP3, IMAP) Protocollo DNS Reti peer-to. to-peer, BitTorrent. Sommario. Telematica II A.A. 2006-07.

Protocollo FTP Posta Elettronica (SMTP, POP3, IMAP) Protocollo DNS Reti peer-to. to-peer, BitTorrent. Sommario. Telematica II A.A. 2006-07. A.A. 2006- Sommario Protocollo FTP Posta Elettronica (SMTP, POP3, IMAP) Protocollo DNS Reti peer-to to-peer, BitTorrent 1 di 100 A.A. 2006- File Transfer Protocol (FTP) Consente il trasferimento di file

Dettagli

1. Modifica alla lista dei namespace da indicare nell operazione di Login. 2. Modifica nell intestazione delle risposte inviate dal server EPP;

1. Modifica alla lista dei namespace da indicare nell operazione di Login. 2. Modifica nell intestazione delle risposte inviate dal server EPP; 5 giugno 2012 Principali modifiche apportate alle nuove versioni dei server EPP del Registro.it (disponibili sulla piattaforma di test del Registro - epp-pub-test.nic.it, epp-deletedpub-test.nic.it) e

Dettagli

Networking. Notare che le modifiche apportate attraverso ifconfig riguardano lo stato attuale del sistema e non sono persistenti.

Networking. Notare che le modifiche apportate attraverso ifconfig riguardano lo stato attuale del sistema e non sono persistenti. Networking A ogni scheda di rete e' assegnata una o piu' interfacce di rete. Su linux le interfacce di tipo ethernet sono enumerate a partire da eth0. Possiamo alterare la configurazione dell'interfaccia

Dettagli

Risoluzione dei nomi. 33.1 Indirizzi e nomi

Risoluzione dei nomi. 33.1 Indirizzi e nomi a2» 2013.11.11 --- Copyright Daniele Giacomini -- appunti2@gmail.com http://informaticalibera.net 1499 Risoluzione dei nomi Capitolo 33 33.1 Indirizzi e nomi...................................1499 33.1.1

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. 192.168.2.12 master12 192.168.2.0/24 192.168.1.0/24

Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. 192.168.2.12 master12 192.168.2.0/24 192.168.1.0/24 Servizi DNS Esercitazione Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. Informazioni preliminari File di configurazione: {chroot}/etc/named.conf File eseguibili: named Utente

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2009/10)

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2009/10) Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2009/10) Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Antonio Pescapè (pescape@unina.it) SMTP-POP3-DNS Il protocollo SMTP Una

Dettagli

DNS Domain Name System Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.2 del 28/02/2013

DNS Domain Name System Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.2 del 28/02/2013 DNS Domain Name System Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.2 del 28/02/2013 1/17 Copyright 2013 Dott.Ing. Ivan Ferrazzi Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of

Dettagli

Introduzione ad Active Directory. Orazio Battaglia

Introduzione ad Active Directory. Orazio Battaglia Introduzione ad Active Directory Orazio Battaglia Introduzione al DNS Il DNS (Domain Name System) è un sistema utilizzato per la risoluzione dei nomi dei nodi della rete (host) in indirizzi IP e viceversa.

Dettagli

NOMI di DNS gerarchici Ogni nome rappresenta un dominio e può identificare sia un host sia un ulteriore insieme di nodi

NOMI di DNS gerarchici Ogni nome rappresenta un dominio e può identificare sia un host sia un ulteriore insieme di nodi DOMAIN NAME SYSTEM (DNS) Insieme di gestori di tabella di nomi logici e di indirizzi IP obiettivo principale => attuare corrispondenze tra nomi di host e indirizzi IP Primo passo: /etc/hosts Non sufficiente

Dettagli

Naming nei Sistemi Distribuiti

Naming nei Sistemi Distribuiti Naming nei Sistemi Distribuiti Naming (1) La risoluzione dei nomi permette ad un processo di accedere ad una entità in un sistema distribuito. Un sistema di naming è necessario per avere un modello comune

Dettagli

Naming nei Sistemi Distribuiti

Naming nei Sistemi Distribuiti Naming nei Sistemi Distribuiti Naming (1) La risoluzione dei nomi permette ad un processo di accedere ad una entità in un sistema distribuito. Un sistema di naming è necessario per avere un modello comune

Dettagli

Risoluzione dei nomi. 33.1 Indirizzi e nomi...3603

Risoluzione dei nomi. 33.1 Indirizzi e nomi...3603 3601 Risoluzione dei nomi Capitolo 33 33.1 Indirizzi e nomi...................................3603 33.1.1 Configurazione del tipo di conversione: file /etc/host.conf»................................3603

Dettagli

DNS: Domain Name System

DNS: Domain Name System DNS: Domain Name System Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP (32 bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., mario.lit.unicas.it - usati

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Giovedì 2-04-2015 1 Come per una pagina Web, anche

Dettagli

Indirizzamento e DNS (Domain Name System)

Indirizzamento e DNS (Domain Name System) Corso di Fondamenti di Telematica AA. 2006-2007 Indirizzamento e DNS (Domain Name System) Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per usi didattici Vedere i termini di uso in appendice

Dettagli

Il Servizio GARR-NIC: cosa c e di nuovo?

Il Servizio GARR-NIC: cosa c e di nuovo? Il Servizio GARR-NIC: cosa c e di nuovo? Marco Gallo marco.gallo@garr.it Consortium GARR [WS7-Sala Conferenze APAT - Roma-16-11-2006] Parleremo di Chi puo richiedere un dominio a GARR-NIC Come registrare

Dettagli

TESINA DI SISTEMI. DNS (Domain Name System)

TESINA DI SISTEMI. DNS (Domain Name System) TESINA DI SISTEMI DNS (Domain Name System) Storia Di tutti i servizi Internet, il Domain Name System (DNS) è uno tra i meno compresi ma allo stesso tempo uno tra i più importanti. Definito negli RFC 1034

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

Introduzione al Dns. Loredana Pillitteri. Semplificazione della gestione e delega amministrativa Pisa - CNR - ISTI dicembre 2003

Introduzione al Dns. Loredana Pillitteri. Semplificazione della gestione e delega amministrativa Pisa - CNR - ISTI dicembre 2003 Introduzione al Dns Semplificazione della gestione e delega amministrativa Pisa - CNR - ISTI dicembre 2003 Cos è il DNS Lo spazio dei nomi ed indirizzi IP Tipi record migrazione nuovo dominio ISTI migrazione

Dettagli

PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET

PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET IC3N 2000 N. 5 La famiglia dei protocolli TCP/IP Applicazioni e-mail,ftp,ssh,www TCP UDP ICMP IP ARP RARP IEEE 802-Ethernet-X25-Aloha ecc. Collegamento fisico 6 1 Protocolli

Dettagli

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address CAPITOLO 11. INDIRIZZI E DOMAIN NAME SYSTEM 76 Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31 A B C D E 0 net id host id 1 0 net id host id 1 1 0 net id host id 1 1 1 0 multicast address 1 1 1 1 0 riservato per usi

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia PARTE 3 - COMUNICAZIONI INFORMATICHE (Internet) Importanza delle comunicazioni Tutti vogliono comunicare Oggi un computer che non è in

Dettagli

Reti 4 Posta elettronica La posta elettronica o email, serve per mandare messaggi ad amici e colleghi. Con essa le aziende mandano pubblicità a costo zero (spam). La parola spam (spiced ham) era usata

Dettagli

DNS: Domain Name System

DNS: Domain Name System DNS: Domain Name System Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP (32 bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

DNS. I Nomi a Dominio

DNS. I Nomi a Dominio DNS I Nomi a Dominio Agenda Introduzione Organizzazione Domini Architettura DNS Registrazione Domini Propagazione dell informazione Funzionamento Client Introduzione Internet è una rete con milioni di

Dettagli

DHCP-DNS Di Giuseppe Latini

DHCP-DNS Di Giuseppe Latini DHCP-DNS Di Giuseppe Latini Prima di entrare nel vivo della configurazione dei demoni, spendiamo due parole per spiegare l utilità di questi due servizi di rete. DHCP vuol dire: Dynamic Host Configuration

Dettagli

32 bit. Version IHL Type of service Total length. Time to live Protocol Header checksum. Source address. Destination address.

32 bit. Version IHL Type of service Total length. Time to live Protocol Header checksum. Source address. Destination address. La trasmissione con il protocollo IP Lo header IP (versione 4) Un pacchetto IP è costituito da un header e da una parte dati. L'header ha una parte fissa di 20 byte e una parte, opzionale, di lunghezza

Dettagli

Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria. Lezione 6

Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria. Lezione 6 Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Corso di Progettazione di Reti e Sistemi Informatici, a.a. 2010/2011 Dott. Emiliano Casalicchio Lezione 6 19 Maggio 2011 Argomenti di questa lezione

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria I nomi in un SD sono usati per: condividere risorse, servizi o applicazioni identificare univocamente entità far riferimento alla posizione

Dettagli

Reti di Calcolatori AA 2011/2012. Protocolli di applicazione. Livello di applicazione (3) Capitolo 2: Livello di applicazione (3)

Reti di Calcolatori AA 2011/2012. Protocolli di applicazione. Livello di applicazione (3) Capitolo 2: Livello di applicazione (3) Reti di Calcolatori AA 2011/2012 http://disi.unitn.it/locigno/index.php/teaching-duties/computer-networks Protocolli di applicazione (3) Csaba Kiraly Renato Lo Cigno Livello di applicazione (3) A note

Dettagli

Protocolli di applicazione

Protocolli di applicazione Reti di Calcolatori AA 2011/2012 http://disi.unitn.it/locigno/index.php/teaching-duties/computer-networks Protocolli di applicazione (3) Csaba Kiraly Renato Lo Cigno Livello di applicazione (3) A note

Dettagli

Introduzione al DHCP

Introduzione al DHCP Modulo 8: Applicativi Parte 1: DHCP, Bootp 1 Introduzione al DHCP Per comunicare via TCP/IP un host deve conoscere il proprio indirizzo IP conoscere la propria rete (netmask) conoscere l indirizzo l di

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

T.A.R.I. Applicazioni (ICT, AL)

T.A.R.I. Applicazioni (ICT, AL) Applicazioni Internet Domain Name System Posta Elettronica Remote login File transfer World Wide Web Tutti usano il modello Client-Server DNS Le comunicazioni Internet usano gli indirizzi IP, mentre per

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Reti di Calcolatori. IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

Reti di Calcolatori. IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Computazione su Rete Applicazioni Applicazioni Internet Domain Name System Posta Elettronica Remote login File transfer World Wide Web

Computazione su Rete Applicazioni Applicazioni Internet Domain Name System Posta Elettronica Remote login File transfer World Wide Web Tutti usano il modello Client-Server Computazione su Rete Applicazioni Applicazioni Internet Domain Name System Posta Elettronica Remote login File transfer World Wide Web Giulio Concas 1 DNS Le comunicazioni

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Parte II - Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica Multipurpose Internet Mail

Dettagli

TELNET [RFC 854,855 1983]

TELNET [RFC 854,855 1983] TELNET [RFC 854,855 1983] NOTA: un RFC (Request For Comment) è un documento pubblico sottoposto alla comunità Internet al fine di essere valutato. Il contenuto di un RFC rappresenta uno standard de facto

Dettagli

Installazione di NoCat

Installazione di NoCat Servizio Calcolo e Reti Pavia, 15 Agosto 2006 Installazione di NoCat Andrea Rappoldi 1 Introduzione 2 Migliorie apportate Quando un client stabilsce per la prima volta la connessione http o https con il

Dettagli

Capitolo 2 Livello di applicazione

Capitolo 2 Livello di applicazione Capitolo 2 Livello di applicazione Reti di calcolatori e Internet: Un approccio top-down 4 a edizione Jim Kurose, Keith Ross Pearson Paravia Bruno Mondadori Spa 2008 All material copyright 1996-2007 J.F

Dettagli

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Punto di vista fisico: insieme di hardware, collegamenti, e protocolli che permettono la comunicazione tra macchine remote

Dettagli

Internet. Cos'è internet? I parte

Internet. Cos'è internet? I parte Internet Da leggere: Cap.6, in particolare par. 6.4 del Console Ribaudo (testo B) I parte Cos'è internet? Milioni di dispositivi di calcolo tra loro interconnessi: host o end-systems Pc, workstation, server

Dettagli

DNSSEC Security of Domain Name Systems

DNSSEC Security of Domain Name Systems DNSSEC Security of Domain Name Systems Venezia, 27 maggio 2003 Enrico Martin 782142 1. Introduzione - perché DNSSEC Il protocollo DNS [Domain Name System] definisce le specifiche per fornire un servizio

Dettagli

DNS. (con speciale attenzione all implementazione DNS di Microsoft)

DNS. (con speciale attenzione all implementazione DNS di Microsoft) DNS (con speciale attenzione all implementazione DNS di Microsoft) 1 Concetti Generali (1) Risoluzione dei Nomi in Indirizzi e viceversa Gestione gerarchica del sistema di denominazione dei computer Database

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Parte II - Reti di Calcolatori Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica Multipurpose Internet Mail

Dettagli

Sicurezza delle reti 1. Lezione XVIII: La protezione del DNS. Separazione di servizi DNS. La protezione del DNS. Mattia Monga. a.a.

Sicurezza delle reti 1. Lezione XVIII: La protezione del DNS. Separazione di servizi DNS. La protezione del DNS. Mattia Monga. a.a. 1 cache cache Mattia Lezione XVIII: La protezione del Dip. di Informatica e Comunicazione Università degli Studi di Milano, Italia mattia.monga@unimi.it a.a. 2010/11 1 c 2011 M.. Creative Commons Attribuzione-Condividi

Dettagli

Domain Name Service. Mario BALDI. Silvano GAI. Fulvio RISSO. staff.polito.it/mario.baldi. sgai[at]cisco.com. fulvio.risso[at]polito.

Domain Name Service. Mario BALDI. Silvano GAI. Fulvio RISSO. staff.polito.it/mario.baldi. sgai[at]cisco.com. fulvio.risso[at]polito. Domain Name Service Mario BALDI staff.polito.it/mario.baldi Silvano GAI sgai[at]cisco.com Fulvio RISSO fulvio.risso[at]polito.it DNS - 1 Copyright: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright Questo insieme

Dettagli

DOMOTICA ED EDIFICI INTELLIGENTI UNIVERSITA DI URBINO

DOMOTICA ED EDIFICI INTELLIGENTI UNIVERSITA DI URBINO Corso DOMOTICA ED EDIFICI INTELLIGENTI UNIVERSITA DI URBINO Docente: Ing. Luca Romanelli Mail: romanelli@baxsrl.com Networking Fase di inizializzazione, il sistema DNS 1 Inizializzazione L insieme delle

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli