Telematica II 14. DNS Domain Name Service

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Telematica II 14. DNS Domain Name Service"

Transcript

1 Domain Name System () - finalità è un servizio per ottenere un altro servizio (HTTP, FTP, SMTP, ecc) Telematica II 14. Domain Name Service è un servizio che realizza una corrispondenza fra gli indirizzi IP numerici ed i nomi logici sisinflab.poliba.it alias di hostname: per individuare un nome di un host in forma piu semplice da ricordare (p.e. host1.reply.light.com (canonical name) light.com (alias name)) alias di posta: fornisce l indirizzo IP o l hostname del Mail Server di un dominio (query MX) Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A Semestre il permette il load distribution consente la replica di Web mediante un insieme di indirizzi IP per un hostname canonico (p.e. google.com ha diversi web replicati) Prof. Giovanni Pascoschi 2 Domain Name System () Organizzazione gerarchica dello spazio dei nomi #1 root name. il (RFC 1034 e 1035) consiste di: uno schema gerarchico di nominazione (namespace), basato sul concetto di dominio (domain) un database distribuito che implementa lo schema gerarchico di nominazione top level domains second level domains arpa in-addr 140 com edu noao tuc gov int mil net org it Ciascuna label può essere lunga 63 caratteri us va reston fr un protocollo per il mantenimento informazioni sulle corrispondenze e la distribuzione delle Interrogazione tra Interrogazione client / Usato per la conversione indirizzo IPhostname sun sun.tuc.noao.edu. (FQDN) in-addr.arpa. cnri.reston.va.us. cnri generic domains country domains 3 4

2 Organizzazione gerarchica dello spazio dei nomi #2 Root name i top level domains (TLD) vengono gestiti direttamente dal NIC (Network Information Center) che ha sede in ogni nazione (p.e. e si incarica dell'assegnazione e del mantenimento dei nomi a dominio nel country code - Top Level Domain it (ISO 3166) per le altre zone (nodi dell albero ), il NIC delega la gestione alle singole organizzazioni vi sono 13 root name nel mondo essi corrispondono al dominio di livello piu alto :. (punto o root) ogni root name mantiene le corrispondenze con gli indirizzi dei top level domains per ciascuna zona ci deve essere un primario (autoritativo per quella zona) ed uno o più secondari per scopi di ridondanza un autoritativo gestisce direttamente le corrispondenze di un dominio (garanzia di una conversione corretta) ha l autorità per farlo i secondari mantengono copia delle corrispondenze aggiornata dinamicamente mediante query periodiche al primario (allineamento automatico dei dati) per servire il nodo radice esistono i cosiddetti root name unico nodo logico 13 nodi fisici nel mondo a Verisign, Dulles, VA c Cogent, Herndon, VA (also LA) d U Maryland College Park, MD g US DoD Vienna, VA h ARL Aberdeen, MD j Verisign, ( 21 locations) e NASA Mt View, CA f Internet Software C. Palo Alto, CA (and 36 other locations) b USC-ISI Marina del Rey, CA l ICANN Los Angeles, CA k RIPE London (also 16 other locations) i Autonomica, Stockholm (plus 28 other locations) m WIDE Tokyo (also Seoul, Paris, SF) 5 6 service distribuito TLD e Autoritativi il servizio è distribuito e non centralizzato, per evitare/limitare i seguenti effetti: single point of failure se vi è un guasto singolo, si corre il rischio di perdere l intero servizio volume di traffico se fosse centralizzato si creerebbe un enorme flusso di traffico dal relativo performance ridotte il database centralizzato sarebbe molto lontano dal punto di vista geografico maggiori latenze piu semplice manutenzione Top-level domain (TLD) responsabili per i domini com, org, net, edu,..., e tutti i domini al top-level di nazione it, uk, fr, ca, jp,... l azienda Network Solutions gestisce i s per il dominio top-level com un ente no-profit Educause gestisce il top-level edu s Autoritativi di sono quei a livello di organizzazioni, che forniscono i nomi degli host mappandoli con i loro IP per tutti i della stessa organizzazione (p.e. servizio Web, mail della IBM) possono essere gestiti da organizzazioni o ISP (p.e. libero) 7 8

3 Server Local Name Livelli di gerarchia does not strictly belong to hierarchy each ISP (residential ISP, company, university) has one. questi sono anche chiamati default name when host makes query, query is sent to its local fungono da proxy di cache inoltrando le richieste nella gerarchia a livello superiore TLD name com root name (13)... TLD name it Autoritativi local name 9 10 Principi di funzionamento Risoluzione iterativa di un nome root Cosa succede quando un name non contiene le informazioni richieste? sono possibili 3 modalità risoluzione iterativa risoluzione ricorsiva risposta non autoritativa L host host1.poliba.it desidera conoscere l indirizzo di host2.mydomain.eu query iterativa il contattato risponde con il nome del da contattare non conosco questo nome, bisogna chiedere a questo occupazione di banda e carico computazionale maggiore per il local local dns.poliba.it host richiedente host1.poliba.it TLD (eu) autoritativo dns.mydomain.eu host2.mydomain.eu 11 12

4 Risoluzione ricorsiva di un nome Risposta non autoritativa root L host host1.poliba.it desidera conoscere l indirizzo di host2.mydomain.eu query ricorsiva trasferisce il carico di ricercare il nome di risoluzione al name contattato aumenta il carico di elaborazione per i vari name, mentre diminuisce per il local name anche la banda puo essere a maggior delay local dns.poliba.it host richiedente host1.poliba.it TLD (eu) autoritativo dns.mydomain.eu host2.mydomain.eu Local name 2 1 Root name I implementano meccanismi di caching la cache del local contengono precedenti risoluzioni riduzione del delay possibile non completa correttezza dei risultati a causa di meccanismi fraudolenti di alterazione della cache è necessario distinguere risposte autoritative da quelle non autoritative Query Non Authoritative Reply Meccanismi di caching e aggiornamento records Tipologia dei record ogni name (a qualsiasi livello) memorizza il mapping nella sua cache i vari record nella cache scompaiono dopo un po di tempo (timeout) le informazioni dei TLD sono normalmente conservate nelle cache dei local name s, per limitare gli accessi ai root name s i meccanismi di aggiornamento/notifica sono governate dall IETF RFC (gruppo di lavoro IETF) i record (Resource Record RR), che individuano il mapping tra nomi simbolici e indirizzi IP e che sono memorizzati nel database, adottano il seguente formato (ttl time to live) type=a name è l hostname value è l indirizzo IP type=ns name èildominio(p.e. poliba.it) value è l hostname del name autoritativo per questo dominio (p.e. dns.poliba.it) RR format: (name, value, type, ttl) type=cname name è il nome alias per alcuni nomi canonici (il nome reale) (p.e. èin realtà value èilnomecanonico type=mx value è il nome del mail associato al nome name 15 16

5 Formato di un messaggio (query e response) Flags 17 identificativo univoco intero a 16 bit del messaggio (transaction ID) numero di query (p.e. in SMTP con piu destinatari) numero di risposte autoritative numero di risposte aggiuntive risposte autoritative Identificazione Numero di domande Numero di RR assoluti Flags Numero di Risposte RR Numero di RR aggiuntivi Domande (numero di domande variabile) Risposte (numero variabile di RR) Assoluti (numero variabile di RR) Informazioni aggiuntive (numero variabile di RR) proprietà generali del pacchetto header numero di risposte convenzionali (generiche) header per ogni domanda risposte convenzionali QR opcode AA TC RD RA Z rcode QR : 0 significa che il messaggio è una query, 1 una risposta opcode: 0 standard query (name IP), 1 query inversa (IP name), 2 status, 3 non assegnato, 4 notifica, 5 update, 6-15 non assegnati AA: 1 significa che il name interrogato è autoritativo per il dominio nella query (authorative answer solo per le risposte) TC: 1 significa che le dimensioni della risposta superano i 512 bytes (dim max UDP)- truncated RD: 1 significa che si vuole una query ricorsiva, 0 iterativa (solo per query) RA: 1 significa che il supporta la risoluzione ricorsiva (solo per risposte) Z: 1 bit riservato per uso futuro (sempre a 0) + 2 bit AD (Authenticated Data) per le answer (1 authenticated data/0 no) + 3 bit CD (checking disabled) per richiesta risposta non authenticated (0 ammesso/1 non ammesso) rcode: codice di ritorno: 0 nessun errore, 1 errore formato, 2 failure, 3 errore nel nome, 4 non implementato, 5 query rifiutata, ecc 18 Formato del Resource Record (RR) Pacchetto di query di tipo A (name IP diretta) tipo Lunghezza dati nome dominio time-to-live dati classe dati No. Time Source Destination Protocol Info Standard query A Flags: 0x0100 (Standard query) = Response: Message is a query = Opcode: Standard query (0) primario poliba.it = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recurs = Z: reserved (0) = Non-authenticated data OK: tipo: 1 indica che è richiesto un indirizzo IP per quel nome di dominio (query di tipo A o diretta),12 indica che si richiede l hostname corrispondente ad un indirizzo IP (PTR query pointer query o query inversa) classe: normalmente è 1 per gli indirizzi Internet. time-to-live: tempo (in secondi) per cui il RR sarà nella cache del resolver (client) lunghezza dati: numero di bytes del campo dati Q/A/AA/AD: 1/0/0/0 Queries Name: type A, class IN Queries / Answers / Authoritative / Additional risposte non autenticate ammesse 19 20

6 Pacchetto di risposta #1 Pacchetto con la risposta #2 No. Time Source Destination Protocol Info Standard query response CNAME CNAME A A Flags: 0x8180 (Standard query response, No error) = Response: Message is a response = Opcode: Standard query (0) = Authoritative: Server is not an authority for domain = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recursively = Recursion available: Server can do recursive queries = Z: reserved (0) = Answer authenticated: Answer/authority portion was not authenticated by the = Reply code: No error (0) Questions: 1 Answer RRs: 4 Authority RRs: 4 Additional RRs: 4 21 Answers type CNAME, class IN, TTL 3d1h1m19s, cname 22 type CNAME, class IN, TTL 8m18s, cname type A, class IN, TTL 23s, addr type A, class IN, TTL 23s, addr address record : diretta IP due indirizzi per il load distribution nome canonico (alias) Pacchetto con la risposta #3 Pointer Query (query inversa IP name) Authoritative names l.google.com: type NS, class IN, ns b.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns c.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns d.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns a.l.google.com Additional records b.l.google.com: type A, class IN, addr name Dato l indirizzo IP di una macchina, si vuole conoscere l hostname A questo scopo si utilizza la parte del namespace in-addr.arpa. Il nome corrispondente, ad esempio, all indirizzo IP è in-addr.arpa. Sulle macchine Unix è possibile usare il seguente comando per fare questa query: c.l.google.com: type A, class IN, addr d.l.google.com: type A, class IN, addr a.l.google.com: type A, class IN, addr IP address dei authorative host Name: svr4.tuc.nao.edu. inverso 23 24

7 Esempio di PTR Query Esempio di PTR Query: risposta #1 No. Time Source Destination Prot. Info Standard query PTR in-addr.arpa User Datagram Protocol, Src Port: 4943 (4943), Dst Port: domain (53) Domain Name System (query) Transaction ID: 0x0004 primario Flags: 0x0100 (Standard query) poliba.it = Response: Message is a query = Opcode: Standard query (0) = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recursively = Z: reserved (0) = Non-authenticated data OK: Non-authenticated data is unacceptable Questions: 1, Answer RRs: 0, Authority RRs: 0, Additional RRs: 0 Queries in-addr.arpa: type PTR, class IN 25 No. Time Source Destination Protocol Info Standard query response PTR dee227.poliba.it User Datagram Protocol, Src Port: domain (53), Dst Port: 4943 (4943) Domain Name System (response) Transaction ID: 0x0004 Flags: 0x8580 (Standard query response, No error) = Response: Message is a response = Opcode: Standard query (0) = Authoritative: Server is an authority for domain = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recursively = Recursion available: Server can do recursive queries = Z: reserved (0) = Answer authenticated: Answer/authority portion was not authenticated by the = Reply code: No error (0) Questions: 1 Answer RRs: 1 Authority RRs: 4 Additional RRs: 4 26 Esempio di PTR Query: risposta #2 Esempio di PTR Query: risposta #3 Answers in-addr.arpa: type PTR, class IN, dee227.poliba.it Name: in-addr.arpa Type: PTR (Domain name pointer) Class: IN (0x0001) Time to live: 12 hours Data length: 18 Domain name: dee227.poliba.it Authoritative names in-addr.arpa: type NS, class IN, ns cstar.poliba.it in-addr.arpa: type NS, class IN, ns 2.garr.net in-addr.arpa: type NS, class IN, ns anthares.poliba.it in-addr.arpa: type NS, class IN, ns dns2.nic.it Additional records cstar.poliba.it: type A, class IN, addr garr.net: type A, class IN, addr primario poliba.it tutte universita second. poliba.it anthares.poliba.it: type A, class IN, addr dns2.nic.it: type A, class IN, addr TLD it 27 28

8 Query MX (Mail exchange) Comando nslookup Quando un messaggio viene inviato via Internet, il Mail Transfer Agent (MTA p.e. Outlook) del mittente effettua una query di tipo MX per il nome di dominio del destinatario, che e la porzione dell indirizzo mail che segue (p.e. Questa query restituisce una lista di host name dei mail exchange s che sono in grado di accettare la posta in ingresso per quel dominio, insieme ad un preference number. L MTA inizia ad inviare la posta al con preference number piu basso Il meccanismo di query MX fornisce la possibilita di avere mail s multipli per un singolo dominio Comando nslookup (anche in Windows) Effettua una query al per ottenere l l indirizzo IP a partire da un indirizzo dato hostname hostname: $ nslookup sisinflab.poliba.it Server: Address: #53 sisinflab.poliba.it canonical name= www-cirp.poliba.it. primario poliba.it Name: www-cirp.poliba.it Address: Comando host #1 Comando host #2 Comando host (solo Linux) Conversione hostname indirizzo IP $ host sisinflab.poliba.it sisinflab.poliba.it is an alias for www-cirp.poliba.it www-cirp.poliba.it has address Conversione indirizzo IP hostname Il comando host può essere anche utilizzato per query di tipo MX: $ host -t MX poliba.it poliba.it mail is handled by 10 mail.poliba.it poliba.it mail is handled by 20 anthares.poliba.it $ host in-addr.arpa domain name pointer dee227.poliba.it: 31 32

9 Comando dig Esempio di query di tipo A con dig #1 Il comando dig (domain information groper) è uno strumento flessibile per interrogare i name Sintassi dig name type dove name e il nome della risorsa type e il tipo di query (A, PTR, CNAME, MX ) $ dig sisinflab.poliba.it A ; <<>> DiG9.3.1 <<>> sisinflab.poliba.it A ;; globaloptions: printcmd ;; Got answer: ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: ;; flags: qraardra; QUERY: 1, ANSWER: 2, AUTHORITY: 4, ADDITIONAL: 4 ;; QUESTION SECTION: ;sisinflab.poliba.it. IN A ;; ANSWER SECTION: sisinflab.poliba.it IN CNAME www-cirp.poliba.it. www-cirp.poliba.it IN A Esempio di query di tipo A con dig #2 Esempio di PTR query con dig #1 ;; AUTHORITY SECTION: poliba.it IN NS cstar.poliba.it. poliba.it IN NS 2.garr.net. poliba.it IN NS anthares.poliba.it. poliba.it IN NS dns2.nic.it. ;; ADDITIONAL SECTION: cstar.poliba.it IN A garr.net IN A anthares.poliba.it IN A dns2.nic.it IN A ;; Querytime: 5 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Mon May29 15:51: ;; MSG SIZE rcvd: 236 dig in-addr.arpa PTR ; <<>> DiG9.3.1 <<>> in-addr.arpa PTR ;; globaloptions: printcmd ;; Gotanswer: ;; ->>HEADER<<-opcode: QUERY, status: NOERROR, id: ;; flags: qraardra; QUERY: 1, ANSWER: 1, AUTHORITY: 4, ADDITIONAL: 4 ;; QUESTION SECTION: ; in-addr.arpa. IN PTR ;; ANSWER SECTION: in-addr.arpa IN PTR www-cirp.poliba.it 35 36

10 Esempio di PTR query con dig #2 Esempio di query MX con dig #1 ;; AUTHORITY SECTION: in-addr.arpa IN NS cstar.poliba.it in-addr.arpa IN NS 2.garr.net in-addr.arpa IN NS anthares.poliba.it in-addr.arpa IN NS dns2.nic.it. ;; ADDITIONAL SECTION: cstar.poliba.it IN A garr.net IN A anthares.poliba.it IN A dns2.nic.it IN A ;; Querytime: 7 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Mon May29 16:01: ;; MSG SIZE rcvd: 236 dig poliba.it MX ; <<>> DiG9.3.1 <<>> poliba.itmx ;; globaloptions: printcmd ;; Gotanswer: ;; ->>HEADER<<-opcode: QUERY, status: NOERROR, id: ;; flags: qraardra; QUERY: 1, ANSWER: 2, AUTHORITY: 4, ADDITIONAL: 5 ;; QUESTION SECTION: ;poliba.it. IN MX ;; ANSWER SECTION: poliba.it IN MX 10 mail.poliba.it. poliba.it IN MX 20 anthares.poliba.it Esempio di query MX con dig #2 Il comando whois #1 39 ;; AUTHORITY SECTION: poliba.it IN NS cstar.poliba.it. poliba.it IN NS 2.garr.net. poliba.it IN NS anthares.poliba.it. poliba.it IN NS dns2.nic.it. ;; ADDITIONAL SECTION: mail.poliba.it IN A anthares.poliba.it IN A cstar.poliba.it IN A garr.net IN A dns2.nic.it IN A ;; Querytime: 7 msec ;; SERVER: #53( ) ;; WHEN: Mon May29 16:03: ;; MSG SIZE rcvd: Per ottenere informazioni sulla registrazione di un certo dominio, si utilizza il comando whois(interrogazione al livello del NIC): $ whois poliba.it domain: poliba.it org: Politecnico di Bari descr: TechnicalUniversity admin-c: CP1399-ITNIC tech-c: VG371-ITNIC postmaster: LG804-ITNIC zone-c: VG371-ITNIC zone-c: LG804-ITNIC n: deecom04.poliba.it n: dns2.nic.it n: area.area.ba.cnr.it dom-net: dom-net: dom-net: dom-net: remarks: Fully-managed

11 Il comando whois #2 Comandi su Windows/alternative 41 mnt-by: GARR-MNT created: before expire: source: IT-NIC person: Carmine Pappalettere address: DPPI -Politecnico di Bari address: viale Japigia, 182 address: I Bari nic-hdl: CP1399-ITNIC source: IT-NIC person: Valentino Gratton address: CECAP -Politecnico di Bari address: via Orabona, 4 address: I Bari nic-hdl: VG371-ITNIC source: IT-NIC person: Luigi Gatto address: CECAP -Politecnico di Bari address: via Orabona, 4 address: I Bari nic-hdl: LG804-ITNIC source: IT-NIC 42 esistono diversi siti internet per diagnosticare/monitorare le informazioni p.e. per simulare Linux in ambiente Windows è possibile utilizzare Cygwin (è un ambiente Linux-like per Windows) per installare l utility dig con inglobato host, whois, ecc, fare il download dell applicazione dig per Windows Server BIND Esempio di configurazione di caching name Il file di configurazione principale è /etc/named.conf: Il più diffuso è BIND (Berkeley Internet Name Domain ). Il daemon del viene chiamato named. Ci sono 2 configurazioni tipiche: Authoritative-only name Risolve solo gli indirizzi del dominio per cui è autoritativo. caching Risolve tutti gli indirizzi, memorizzandoli in una cache. Non è autoritativo. Può essere installato su una macchina personale per velocizzare le richieste grazie al caching. // directory dove vengono cercati i file di configurazione options { directory "/var/named"; }; // nel file root.hints ci sono gli indirizzi IP dei root name s zone "." { type hint; file "root.hints"; }; // Questo comando significa che stiamo defininendo la zona // in-addr.arpa, che il nostro è il primario e che le // informazioni per questa zona sono memorizzate in un file chiamato // pz/ zone " in-addr.arpa" { type master; file "pz/ "; }; 43 44

12 Configurazione di una zona Riepilogo della lezione Il file di configurazione di una zona ha il seguente formato ( Il seguente è il file pz/ ). In questo file sono definiti 3 Resource Records: SOA (Start of Authority), NS (Name ) e PTR $TTL 3D // descrive la zona, il suo name, il responsabile, la versione del file(1), // impostazioni per il caching, il name secondario ed il IN SOA ns.linux.bogus. hostmaster.linux.bogus. ( 1 ; Serial 8H ; Refresh 2H ; Retry 4W ; Expire 1D) ; Minimum TTL Domain Name Service Domain Name Service Formato messaggi Comandi s.o. legati al (nslookup, host, dig, whois) BIND // dice che il name autoritativo per questo dominio è ns.linux.bogus. NS ns.linux.bogus. // dice che l host ha come hostname localhost 1 PTR localhost Fine della lezione Domande? 47

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright 1996-2007 J.F Kurose and

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC

I servizi GARR - LIR e GARR - NIC I servizi GARR - LIR e GARR - NIC gabriella.paolini@garr.it con il contributo di Daniele Vannozzi IAT-CNR Indice GARR-LIR Il GARR-LIR Chi gestisce gli Indirizzi IP Cos e un LIR Regole di assegnazione Assegnazione

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

DNS cache poisoning e Bind

DNS cache poisoning e Bind ICT Security n. 19, Gennaio 2004 p. 1 di 5 DNS cache poisoning e Bind Il Domain Name System è fondamentale per l'accesso a internet in quanto risolve i nomi degli host nei corrispondenti numeri IP. Se

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Università degli Studi di Parma

Università degli Studi di Parma Università degli Studi di Parma Information and Communication Technology Base Esercitazione di laboratorio ultima revisione in data 30 aprile 2003 esercitazione 8 maggio 2003 Questa esercitazione ha lo

Dettagli

Fingerprinting ed attacco ad un sistema informatico

Fingerprinting ed attacco ad un sistema informatico Fingerprinting ed attacco ad un sistema informatico Ci sono più cose tra cielo e terra... Angelo Dell Aera - Guido Bolognesi 1 Free Advertising 2 Name lookup Strumenti: nslookup, host, dig Risoluzione

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Sicurezza del DNS DNSSEC & Anycast Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Perché il DNS Fino a metà degli anni '80, la traduzione da nomi a indirizzi IP era fatta con un grande file hosts Fino ad allora non

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Internet,! i domini (.it) e! il Registro!

Internet,! i domini (.it) e! il Registro! Internet, i domini (.it) e il Registro Francesca Nicolini Stefania Fabbri La rete e il Domain Name System La rete ARPANET nel 1974 1 La rete e il Domain Name System (cont) Dalle origini a oggi: Rete sperimentale

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

IP number, DNS e nomi di dominio. Lezione n. 10

IP number, DNS e nomi di dominio. Lezione n. 10 IP number, DNS e nomi di dominio Lezione n. 10 IP, Domain Name Server, nome di dominio Gli IP sono numeri che identificano una determinata macchina Poiché è difficile ricordarsi i numeri nella pratica

Dettagli

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus Lista di controllo per la migrazione del dominio a /IP-Plus Iter: : ufficio cantonale di coordinamento per Per la scuola: (nome, indirizzo e località) Migrazione di record DNS esistenti a IP-Plus nonché

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Cosa è lo spoofing. Cosa è lo spoofing. Argomenti. Spoofing conosciuti. Introduzione. Corso di Sistemi di Elaborazione: Sicurezza su Reti

Cosa è lo spoofing. Cosa è lo spoofing. Argomenti. Spoofing conosciuti. Introduzione. Corso di Sistemi di Elaborazione: Sicurezza su Reti Introduzione Corso di Sistemi di Elaborazione: Sicurezza su Reti A.A. 2001/2002 Prof. A. De Santis A cura di: Angelo Celentano matr. 53/11544 Raffaele Pisapia matr. 53/10991 Mariangela Verrecchia matr.

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel cctld it Versione 5.0

Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel cctld it Versione 5.0 26. Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio nei cctld it del 8 novembre 2006 Il testo qui publlicato è stato adotatto dalla Registration Authority italiana il 8 novembre 2006. Regolamento

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [CF] Domain & Space - Dominio di 2 Liv. (.IT,.COM) 1 1 1 - Dominio di 3 Liv. (mapping IIS/Apache) 1 10 100 - Disk

Dettagli

Linee Guida per la gestione delle operazioni sui nomi a dominio nel cctld.it in modalità asincrona. Versione 1.5

Linee Guida per la gestione delle operazioni sui nomi a dominio nel cctld.it in modalità asincrona. Versione 1.5 Linee Guida per la gestione delle operazioni sui nomi a dominio nel cctld.it in modalità asincrona Versione 1.5 19 giugno 2009 Sommario 1 Introduzione...1 1.1 Premessa e scopi...1 1.2 Revisioni di questo

Dettagli

Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel cctld.it. Versione 6.0 19 giugno 2009

Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel cctld.it. Versione 6.0 19 giugno 2009 Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio nel cctld.it Versione 6.0 19 giugno 2009 Sommario 0 Revisioni di questo documento... 1 1 Introduzione... 2 1.1 Premessa...2 1.2 Principi di base...2

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Panoramica delle richieste

Panoramica delle richieste Panoramica delle richieste 1,293 richieste in procinto di essere approvate, il 40% delle quali é previsto aperto alle registrazioni Breakdown dei nuovi gtld per tipo 1,930 1,293 1,293 1,930 453 100% 90%

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Inter Process Communication Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione Più processi o thread Concorrono alla relaizzazione di una funzione applicativa Devono poter realizzare Sincronizzazione

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Creare una applicazione Winsock di base

Creare una applicazione Winsock di base Creare una applicazione Winsock di base Usiamo le API Winsock incluse in Creare un progetto per una Socket Windows (in Dev C++) Selezionare la file New Projects Selezionare Empty Project Salvare

Dettagli

DHCP Dynamic Host Configuration Protocol

DHCP Dynamic Host Configuration Protocol DHCP Dynamic Host Configuration Protocol L assegnazione automatica dei parametri di configurazione (e.g. network address) al momento dell avvio dei client di una rete, semplifica l amministrazione della

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE 1.1 CARATTERISTICHE DEL SUPPORTO IMMODIFICABILE E SUO FILE-SYSTEM... 2 1.2 SICUREZZA

Dettagli

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta alla Rubrica PA da client di Posta Postecom S.p.A. Poste Italiane S.p.A. Telecom Italia S.p.A. 1 Indice INDICE... 2 PREMESSA... 3 CONFIGURAZIONE OUTLOOK 2007... 3 CONFIGURAZIONE EUDORA 7... 6 CONFIGURAZIONE

Dettagli

Test del funzionamento di un Rendez-vous Server mediante l implementazione InfraHIP

Test del funzionamento di un Rendez-vous Server mediante l implementazione InfraHIP Facoltá di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Protocolli per Reti Mobili Test del funzionamento di un Rendez-vous Server mediante l implementazione InfraHIP Anno Accademico

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Ultimo aggiornamento sett13

Ultimo aggiornamento sett13 Ultimo aggiornamento sett13 INDICE 1. Invio singolo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...3 1.1 - Messaggi singoli concatenati...4 2. Invio multiplo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...4 2.1 - Messaggi

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

RSYNC e la sincronizzazione dei dati

RSYNC e la sincronizzazione dei dati RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Corso Base su Linux. Basato su Fedora 7 Lezione 4

Corso Base su Linux. Basato su Fedora 7 Lezione 4 Corso Base su Linux Basato su Fedora 7 Lezione 4 Configurare la rete Esistono diversi metodi per configurare il servizio di rete: editare i singoli file di configurazione del networking (per applicare

Dettagli

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009 GARR WS9 OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità Roma 17 giugno 2009 Mario Di Ture Università degli Studi di Cassino Centro di Ateneo per i Servizi Informatici Programma Cluster Linux

Dettagli

Domini. Il Registro.it

Domini. Il Registro.it Domini. Il Registro.it Il contesto generale Il Registro italiano La natura del nome a dominio Le procedure alternative di risoluzione delle dispute: cenni L Istituto di Informatica e Telematica del CNR

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite,

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi

corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-2015 corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi Prof. S.Pizzutilo Elementi

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

DNS: Domain Name System

DNS: Domain Name System DNS: Domain Name System Persone: molte mezzi di identificazione: " CF, nome, # Passaporto Host, router Internet: " Indirizzi IP (32 bit) usati per indirizzare i datagrammi IP " Nome, es., gaia.cs.umass.edu

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli