Gestione dei servizi nei server Linux

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione dei servizi nei server Linux"

Transcript

1 Gestione dei servizi nei server Linux

2 Servizi e Demoni Nei server Linux ogni attività è gestita da un programma Ogni programma dispone, al minimo, di 3 possibilità di comunicazione (stdin, stdout, stderr) Ci sono programmi che dialogano direttamente con un utente in modo non grafico (stdin=tastiera, stdout e stderr=video) Ci sono programmi che usano l'interfaccia grafica Ci sono programmi che non dialogano direttamente con l'utente (demoni) Nella gestione dei servizi di rete viene fatto largo uso dei demoni

3 Schema di servizio di rete Il demone crea un socket e ci si mette in ascolto. Il socket è una struttura di comunicazione che viene connessa ad una porta IP Alla ricezione di un pacchetto di connessione il demone si duplica (fork): una parte rimane in ascolto per ulteriori connessioni, l'altra gestisce le connessioni sul socket ereditato. Esiste un programma che può ascoltare su molti socket e, dopo la duplicazione, lanciare un programma od un altro a seconda del socket su cui è stato collegato, connettendo stdin, stderr e stdout di questo programma con il socket.

4 Inetd Il programma che agisce lanciando vari programmi è detto inetd ed è controllato dal file di configurazione /etc/inetd.conf Nel file di configurazione ogni riga corrisponde alle seguente serie di informazioni: Servizio (nome della porta come in /etc/services) Tipo di socket ( stream o datagram ) Protocollo ( TCP o UDP ) Flags ( wait o nowait ) Utente ( quale utente sembrarà aver lanciato il programma ) Programma ( pathname completo ) Argomenti del programma (di solito al massimo 5 )

5 Attivazione e disattivazione in inetd La cosa più semplice da fare è disattivare un servizio attivo: Commentare la riga relativa in /etc/inetd.conf Trovare il numero del processo inetd usando il comando ps afuxwww grep inetd (il numero del processo è il primo numero che appare sulla riga) Eseguire il comando kill -1 xxx dove xxx è il numero del processo appena trovato Per riattivare il servizio: Levare il commento in /etc/inetd.conf Trovare il numero del processo inetd con il comando appena visto Eseguire il comando kill come appena visto

6 Demoni Inetd è il metodo più comodo per attivare molti servizi: ad esempio è utilizzato per: Ftp Pop Imap Swat Inetd è lento per cui alcuni servizi non lo utilizzano: Http / Https Ssh / scp Samba Sendmail

7 Configurazione di avvio con inetd ftp ftp stream tcp nowait root /usr/sbin/tcpd in.ftpd pop pop3 stream tcp nowait root /usr/sbin/tcpd /usr/sbin/popper -s imap imap stream tcp nowait root /usr/sbin/tcpd imapd swat swat stream tcp nowait.400 root /usr/sbin/swat swat tcpd è un programma che filtra l'accesso consentendo o meno l'instaurarsi della connessione

8 Http / Https I file di configurazione stanno di solito in /etc/http Il file di gran lunga più importante è /etc/httpd/httpd.conf L'installazione crea un file con dei default ragionevoli. Tale file contiene anche delle spiegazioni sul come modificarlo Nelle diapositive seguenti verranno illustrate alcune sezioni del file di configurazione Anche il server https viene configurato a partire dallo stesso file, con l'aggiunta di riferimenti ai necessari certificati crittografici.

9 Httpd - nomi dei file (1) Nella prima parte del file di configurazione sono indicati dei nomi di vari file necessari al funzionamento: File aggiuntivi di configurazione File dove registrare informazioni quali il PID del processo Non è normalmente necessario modificare tali valori Salvo la root directory del server stesso Si noti, proprio all' inizio, la selta se demone o lanciato da inetd

10 Httpd Nomi dei file (2) ### Section 1: Global Environment # ServerType is either inetd, or standalone. ServerType standalone # ServerRoot: The top of the directory tree under which the server's # configuration, error, and log files are kept. ServerRoot "/opt/web" # The LockFile directive sets the path to the lockfile LockFile /var/lock/subsys/httpd/httpd.accept.lock # PidFile: The file in which the server should record its process # identification number when it starts. PidFile /var/run/httpd.pid

11 Httpd Nomi dei file (3) # ScoreBoardFile: File used to store internal server process # information. ScoreBoardFile /var/run/httpd.scoreboard # In the standard configuration, the server will process httpd.conf # (this# file, specified by the -f command line option), srm.conf, # and access.conf in that order. The latter two files are now # distributed empty, as it is recommended that all directives be # kept in a single file for simplicity. #ResourceConfig conf/srm.conf #AccessConfig conf/access.conf

12 Httpd Prestazioni (1) Nella sezione seguente vi sono i dati che influenzano le prestazioni del server. Quanti processi sono in attesa di connessioni (il lancio di un nuovo processo può essere 'lento' per cui avere dei processi pronti aumenta le prestazioni Limite massimo al numero di processi attivi per evitare di appesantire troppo il server Limite di richieste gestite da una connessione persistente Timeout Normalmente non vi è necessità di variare i numeri: se il server tende a non rispndere si può aumentare il numero di processi in attesa.

13 Httpd Prestazioni (2) # Server-pool size regulation. Rather than making you guess # how many server processes you need, Apache dynamically adapts # to the load it sees... MinSpareServers 1 MaxSpareServers 1 # Number of servers to start initially StartServers 1 # Limit on total number of servers running, i.e., limit on the # number the system with it as it spirals down... MaxClients 150 # MaxRequestsPerChild: the number of requests each child process is # allowed to process before the child dies. MaxRequestsPerChild 0

14 Httpd Prestazioni (3) # Timeout: The number of seconds before receives and sends time out. Timeout 300 # KeepAlive: Whether or not to allow persistent connections # (more than one request per connection). # Set to "Off" to deactivate. KeepAlive On # MaxKeepAliveRequests: The maximum number of requests to allow # during a persistent connection. # Set to 0 to allow an unlimited amount. MaxKeepAliveRequests 100 # KeepAliveTimeout: Number of seconds to wait for the next request # from the same client on the same connection. KeepAliveTimeout 15

15 Httpd Connessioni (1) Quando si usa httpd come un server allora occorre indicare la porta su cui ascolta (normalmente la porta 80) L'indirizzo od il nome del server (nel caso che seguiremo viene utilizzato un asterisco che rimande alla configurazione dei server virtuali, tecnica con la quale si possono disporre di più siti all'interno dello stesso computer. Se si utilizza il nome del server allora questo deve essere risolubile da un DNS il quale fornisce il numero corrispondente. Fatta, al più, la prima installazione questi dati non necessitano ulteriori modifiche. Di solito l'installazione stessa inserisce dei dati di default già corretti.

16 Httpd Connessioni (2) # Listen: Allows you to bind Apache to specific IP addresses and/or # ports, in addition to the default. #Listen 3000 #Listen :80 # BindAddress: You can support virtual hosts with this option. # This directive is used to tell the server which IP address to # listen to. It can either contain "*", an IP address, # or a fully qualified Internet domain name. # See also the <VirtualHost> and Listen directives. #BindAddress *

17 Httpd Moduli (1) Apache permette di inserire moduli per gestire le più varie necessità: Autenticazioni Scripting basato su PERL o PHP Connessioni con database per avere pagine dinamiche SSI (server side include come le setensioni di frontpage) La sezione relativa ai moduli viene riportata qui di seguito ma non va toccata se non da persone esperte. L'installazione crea già le liste corrette evitando mali di testa

18 Httpd Moduli (2) # The following Modules are loaded when the according package has # been installed on your system. The Variables are defined in # /sbin/init.d/apache and control which modules are dynamically # loaded... <IfDefine PERL> LoadModule perl_module /usr/lib/apache/libperl.so </IfDefine> <IfDefine SSL> LoadModule ssl_module LoadModule sxnet_module /usr/lib/apache/libssl.so /usr/lib/apache/mod_sxnet.so </IfDefine>...

19 Httpd Server principale (1) Per semplificare la gestione dei siti Apache usa la configurazione di un primo 'host' in modo da permettere poi la configurazione degli host virtuali per differenza. Per questa ragione la configurazione del server principale è particolarmente completa: comunque molte cose non richiedono cambiamenti anche se è utile comprenderle Nelle diapositive che seguiranno sono contenute le varie impostazioni

20 Httpd Server principale (2) # The directives in this section set up the values used by the # 'main' server, which responds to any requests that aren't handled # by a <VirtualHost> definition. These values also provide defaults # for any <VirtualHost> containers you may define later in the file. # All of these directives may appear inside <VirtualHost> # containers, in which case these default settings will be # overridden for the virtual host being defined. # If your ServerType directive (set earlier in the 'Global # Environment'section) is set to "inetd", the next few directives # don't have any effect since their settings are defined by the # inetd configuration. Skip ahead to the ServerAdmin directive. # Port: The port to which the standalone server listens. Port 80 Questo valore non viene praticamente mai toccato

21 Httpd Server principale (3) # SSL Support When we also provide SSL we have to listen to the # standard HTTP port (see above) and to the HTTPS port <IfDefine SSL> Listen 80 Questo valore non viene praticamente mai toccato Listen 443 Questo valore non viene praticamente mai toccato </IfDefine> # User/Group: The name (or #number) of the user/group to run httpd User wwwrun Questo valore non viene praticamente mai toccato Group nogroup Questo valore non viene praticamente mai toccato # Your address, where problems with the server should # be ed. # It appears on some server-made pages, such as error documents. #ServerAdmin Questo valore dev'essere impostato all' indirizzo di mail dell'amministratore

22 Httpd Server principale (4) # ServerName allows you to set a host name which is sent back to # clients for your server if it's different than the one the program # would get (i.e., use "www" instead of the host's real name). # Note: You cannot just invent host names and hope they work. The # name you define here must be a valid DNS name for your host. If # you don't understand this, ask your network administrator. # If your host doesn't have a registered DNS name, enter its IP # address here. ServerName Questo valore dev'essere impostato # DocumentRoot: The directory out of which you will serve your # documents. By default, all requests are taken from this directory, # but symbolic links may be used to point to other locations. DocumentRoot "/opt/web/gio/it-admin-root"

23 Httpd Server principale (5) # Each directory to which Apache has access, can be configured with # respect to which services and features are allowed and/or disabled # in that directory (and its subdirectories). # First, we configure the "default" to be a very restrictive set of # permissions. <Directory "/opt/web/gio/it-admin-root"> Questo valore dev'essere impostato e corrispondere alla directory che viene usata realmente Options Indexes -FollowSymLinks +Includes MultiViews AllowOverride None Order allow,deny Allow from all <IfModule mod_dav.c> DAV Off </IfModule>

24 Httpd Server principale (6) Questi sono esempi di che tipo di impostazioni utilizzare # Enable server side includes (SSI) for the index.html pages, as # some of the content is created dynamically. Of course this should # be disabled when setting up a productive server. <Files /opt/web/gio/it-admin-root/index.htm*> Options -FollowSymLinks +Includes +MultiViews </Files> # Protect the php3 test page, so it cannot be viewed from an outside <Files test.php3> Order deny,allow deny from all allow from localhost </Files> </Directory>

25 Httpd Server principale (7) Questo è l'esempio di una directory secondaria utilizzata poi da un host virtuale <Directory "/opt/web/gio/itsecurity"> Options Indexes FollowSymLinks AllowOverride None Order allow,deny Allow from all AuthType Basic AuthName ExpertLanUse AuthUserFile /etc/httpd/passwd AuthGroupFile /etc/httpd/group require user anton berta karl </Directory>

26 Httpd Server principale (8) Questo è l'esempio di come modulare l'accesso alle pagine # AccessFileName: The name of the file to look for in each directory # for access control information. AccessFileName.htaccess # The following lines prevent.htaccess files from being viewed by # Web clients. Since.htaccess files often contain authorization # information, access is disallowed for security reasons. <Files ~ "^\.ht"> Order allow,deny Deny from all </Files>

27 Httpd Server principale (9) # ErrorLog: The location of the error log file. # If you do not specify an ErrorLog directive within a <VirtualHost> # container, error messages relating to that virtual host will be # logged here. ErrorLog /var/log/httpd/error_log Va eventualmente modificata per adattarla alla struttura del server # LogLevel: Control the number of messages logged to the error_log. # Possible values include: debug, info, notice, warn, error, crit, # alert, emerg. LogLevel warn

28 Httpd Server principale (10) Normalmente questi valori non vanno modificati # The following directives define some format nicknames for use with # a CustomLog directive (see below). LogFormat "%h %l %u %t \"%r\" %>s %b \"%{Referer}i\" \"%{User-Agent} i\"" combined LogFormat "%h %l %u %t \"%r\" %>s %b" common LogFormat "%{Referer}i -> %U" referer LogFormat "%{User-agent}i" agent # The location and format of the access logfile # (Common Logfile Format). CustomLog /var/log/httpd/access_log common #CustomLog /var/log/httpd/referer_log referer #CustomLog /var/log/httpd/agent_log agent #CustomLog /var/log/httpd/access_log combined

29 Httpd Server principale (11) Questi sono esempi di che tipo di impostazioni vengono utilizzate per gli alias (qui viene mostrato come raggruppare le icone in una directory specifica, fuori dalla root-directory, allo scopo di aumentare la protezione. Può essere necessario modificare il nome della directory. <IfModule mod_alias.c> # Note that if you include a trailing / on fakename then the server # will require it to be present in the URL. So "/icons" isn't # aliased in this example, only "/icons/".. Alias /icons/ "/usr/local/httpd/icons/" <Directory "/usr/local/httpd/icons"> Options Indexes MultiViews AllowOverride None Order allow,deny Allow from all </Directory>...

30 Httpd Server principale (12) Questo è un esempio di come viene 'spostata' la directory dei cgibin che è sempre una directory da proteggere con cura. Vedremo come questa directory venga spostata anche negli host virtuali # ScriptAlias: This controls which directories contain server # scripts. ScriptAliases are essentially the same as Aliases, except # that documents in the realname directory are treated as # applications and run by the server when requested rather than as documents sent to the client. # The same rules about trailing "/" apply to ScriptAlias directives # as to Alias. ScriptAlias /cgi-bin/ "/opt/web/apache/cgi-bin/"

31 Httpd Host virtuali (1) Gli host virtuali permettono di usare un solo server per più siti, tra di loro non legati Nell'esempio si vede come sono descritti solo alcuni valori, rimanendo gli altri identici a quelli del host principale appena visto. Ovviamente tutti i valori debbono essere inseriti a cura della persona che effettua la configurazione: l'esempio riportato è basato su un server reale e può essere utilizzato come guida per ulteriori configurazioni

32 Httpd Host virtuali (2) <VirtualHost :80> ServerAdmin DocumentRoot /opt/web/gio/www-it-administrator-it ScriptAlias /cgi-bin/ "/opt/web/gio/it-administrator-cgi-bin/" ServerName ServerPath /www.it-administrator.it ErrorLog /var/log/httpd/apache/it-administrator-error_log CustomLog /var/log/httpd/apache/it-administrator-access_log common </VirtualHost>

33 Httpd Impostazioni ssl (1) Con SSL (Secure Socket Layer) si intende il protocollo che permette il funzionamento dei server sicuri, quelli, per intenderci, nella quale l'url incomincia per https: Nella sezione generale non vi sono valori che richiedono modifiche, se non in casi particolari. Si può decidere di spostare il file di log o quello relativo ai mutex in una posizione più comoda

34 Httpd Impostazioni ssl (2) <IfDefine SSL> AddType application/x-x509-ca-cert.crt AddType application/x-pkcs7-crl.crl </IfDefine> <IfModule mod_ssl.c> # Pass Phrase Dialog: # Configure the pass phrase gathering process. SSLPassPhraseDialog exec:/etc/httpd/ciccio # Inter-Process Session Cache: # Configure the SSL Session Cache: First either `none' # and, second the expiring timeout (in seconds). SSLSessionCache none SSLSessionCacheTimeout 300

35 Httpd Impostazioni ssl (3) # Semaphore: # Configure the path to the mutual explusion semaphore the # SSL engine uses internally for inter-process synchronization. SSLMutex file:/var/run/ssl_mutex # Pseudo Random Number Generator (PRNG): # Configure one or more sources to seed the PRNG of the # SSL library. The seed data should be of good random quality. SSLRandomSeed startup builtin SSLRandomSeed connect builtin #SSLRandomSeed startup file:/dev/random 512 #SSLRandomSeed startup file:/dev/urandom 512 #SSLRandomSeed connect file:/dev/random 512 #SSLRandomSeed connect file:/dev/urandom 512

36 Httpd Impostazioni ssl (4) # Logging: # The home of the dedicated SSL protocol logfile. Errors are # additionally duplicated in the general error log file. Put # this somewhere where it cannot be used for symlink attacks on # a real server (i.e. somewhere where only root can write). # Log levels are (ascending order: higher ones include lower # ones): none, error, warn, info, trace, debug. SSLLog /var/log/httpd/ssl_engine_log SSLLogLevel debug </IfModule>

37 Httpd Host virtuali ssl (1) Anche per gli host virtuali vale il principio che il primo stabilisce dei valori che, se non modificati, valgono per tutti. La cosa più importante è generare la coppia di chiavi e poi usare la chiave pubblica per ottenere il certificato da utilizzare nello scambio di dati. Questo è comunque argomento del modulo 5. Tutte le impostazioni dei file vanno verirficate anche se molte sono già corrette.

38 Httpd Host virtuali ssl (2) <IfDefine SSL> ## SSL Virtual Host Context NameVirtualHost :443 <VirtualHost :443> DocumentRoot "/opt/web/gio/ " ServerAdmin ServerName nemo.it-admin.it ServerPath / ScriptAlias /cgi-bin/ "/opt/web/gio/ /cgi-bin/" ErrorLog /var/log/httpd/apache/ error_log CustomLog /var/log/httpd/apache/ access_log common TransferLog /var/log/httpd/apache/ access_log

39 Httpd Host virtuali ssl (3) SSLEngine on SSLCipherSuite ALL:!ADH:!EXP56:RC4+RSA:+HIGH:+MEDIUM:+LOW:!SSLv2:+EXP:+eNULL # Server Certificate: SSLCertificateFile /etc/httpd/ssl.crt/server.2002.crt # Server Private Key: SSLCertificateKeyFile /etc/httpd/ssl.key/server.2002.key # Server Certificate Chain: #SSLCertificateChainFile /etc/httpd/ssl.crt/ca.crt # Certificate Authority (CA): #SSLCACertificatePath /etc/httpd/ssl.crt # Certificate Revocation Lists (CRL): #SSLCARevocationPath /etc/httpd/ssl.crl #SSLCARevocationFile /etc/httpd/ssl.crl/ca-bundle.crl

40 Httpd Host virtuali ssl (4) # Client Authentication (Type): SSLVerifyClient none # With SSLRequire you can do per-directory access control based # on arbitrary complex boolean expressions containing server # variable checks and other lookup directives. #<Location /> #SSLRequire ( %{SSL_CIPHER}!~ m/^(exp NULL)-/ \ # and %{SSL_CLIENT_S_DN_O} eq "Snake Oil, Ltd." \ # and %{SSL_CLIENT_S_DN_OU} in {"Staff", "CA", "Dev"} \ # and %{TIME_WDAY} >= 1 and %{TIME_WDAY} <= 5 \ # and %{TIME_HOUR} >= 8 and %{TIME_HOUR} <= 20 ) \ # or %{REMOTE_ADDR} =~ m/^192\.76\.162\.[0-9]+$/ #</Location>

41 Httpd Host virtuali ssl (5) # SSL Engine Options:Set various options for the SSL engine. #SSLOptions +FakeBasicAuth +ExportCertData +CompatEnvVars +StrictRequire <Files ~ "\.(cgi shtml phtml php3?)$"> </Files> SSLOptions +StdEnvVars <Directory "/usr/local/httpd/cgi-bin"> SSLOptions +StdEnvVars </Directory> # SSL Protocol Adjustments: SetEnvIf User-Agent ".*MSIE.*" \ </VirtualHost> nokeepalive ssl-unclean-shutdown \ downgrade-1.0 force-response-1.0

42 Httpd Host virtuali ssl (6) <VirtualHost :443> ServerAdmin DocumentRoot /opt/web/gio/docenti-it-admin ServerName docenti.it-admin.it ServerPath /docenti.it-admin.it ScriptAlias /cgi-bin/ "/opt/web/gio/docenti-it-admin-cgi-bin/" ErrorLog /var/log/httpd/docenti.it-admin-it-error_log CustomLog /var/log/httpd/docenti.it-admin-it-access_log common TransferLog /var/log/httpd/access_log SSLEngine on SSLCertificateFile /etc/httpd/ssl.crt/server.crt SSLCertificateKeyFile /etc/httpd/ssl.key/server.key SetEnvIf User-Agent ".*MSIE.*" nokeepalive ssl-unclean-shutdown </VirtualHost>

43 Sendmail configurazione Il programma di gestione della posta non è semplice da configurare ma, per fortuna, viene configurato automaticamente all'atto della installazione del server. Eventuali modifiche, solo per esperti, possono essere fatte modificando il file sendmail.cf che può risiedere in /etc oppure in /etc/mail Una più semplice configurazione può essere fatta nel file aliases in modo da redirigere la posta in ingresso su altri server o differenti utenti

44 Sendmail Attivazione e disattivazione Come molti servizi anche sendmail viene lanciato automaticamente all' avvio del sistema operativo. Per attivare o disattivare questo servizio di solito si utilizza il comando /etc/init.d/mta seguito dalle parole start o stop Alle volte il comando sta in /sbin oppure si chiama sendmail

45 Samba - Configurazione Il programma samba permette ad un server Linux (o Unix o mac os X) di agire come un server Windows. Essendo molto flessibile le opzioni di confugurazione sono molteplici per cui saranno presentate solo quelle principali. Installazione quasi di default con Linux. Configurazione semplice: sia testo che web Opzioni globali ed opzioni di share

46 Samba - opzioni globali Nome del server Gruppo di lavoro Crittografia Livello di browsing Server di dominio Wins server Usare dominio Windows [global] workgroup = MGENG guest account = nobody keep alive = 30 os level = 99 kernel oplocks = false security = user encrypt passwords = yes

47 Samba - crittografia Serve per le 'nuove' versioni di Windows Da NT e 98 Comandi per disabilitarli nella registry dei sistemi windows Ma è meglio non farlo Comandi per gestire (smbpasswd) Smbpasswd -a utente

48 Samba - livello di browsing Tipo di imbustamento di SMB: in TCP/IP o in Ethernet Tutti i PC tendenzialmente cercano di divenire master browser Al cambio del master browser succede il finimondo Samba configurato per vincere: sui client o anche sui server os level = 99

49 Samba - usare i domini windows Configurare Samba per usare la validazione di NT ; Uncomment the following, if you want to use an existing ; NT-Server to authenticate users ; security = server ; password server = ; Uncomment this, if you want to integrate your server ; into an existing net e.g. with NT-WS to prevent nettraffic ; local master = no ; If you want Samba to act as a wins server, please set to yes wins support = no ; If you want Samba to use an existing wins server,uncomment ; wins server = ; Do you wan't samba to act as a logon-server for your windows clients, ; logon script =%U.bat ; domain logons = yes ; domain master = yes ; [netlogon] ; path = /netlogon

50 Samba - utenti Disabilitare le shell per limitare le possibilità di accesso In /etc/passwd la shell dev'essere /bin/false La conversione di più utenti in uno solo con smbuser Dove serve avere uno stesso schema di condivisione Utente guest Per le condivisioni generiche in lettura Home directory utenti Usa le home di Linux [homes] comment = Cartelle degli utenti read only = No create mask = 0640 directory mask = 0750 browseable = No

51 Samba - accessi Validazione con user Sul client va inserito user e password Validazione con Host Si possono inserire limitazioni basate sull'indirizzo IP (o sul nome) Permessi sui file creati Quando più utenti debbono operare sugli stessi file Mangle case / Preserve case Linux è case-sensitive, Windows no [Deposito] path=/salva comment = Salvataggi browseable = yes read only = no create mode = 0777

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

HTTPD - Server web Apache2

HTTPD - Server web Apache2 Documentazione ufficiale Documentazione di Ubuntu > Ubuntu 9.04 > Guida a Ubuntu server > Server web > HTTPD - Server web Apache2 HTTPD - Server web Apache2 Apache è il server web più utilizzato nei sistemi

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Il protocollo HTTP ed il server Apache

Il protocollo HTTP ed il server Apache Dal sito web della Software Foundation: Il progetto del server HTTP è uno sforzo di sviluppare e mantenere un server HTTP Open Source per i moderni sistemi operativi, compreso UNIX e Windows NT. L'obiettivo

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

RSYNC e la sincronizzazione dei dati

RSYNC e la sincronizzazione dei dati RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Indice. Documentazione ISPConfig

Indice. Documentazione ISPConfig Documentazione ISPConfig I Indice Generale 1 1 Cos'è ISPConfig? 1 2 Termini e struttura del manuale 1 3 Installazione/Aggiornamento/Disinstallazione 1 3.1 Installazione 1 3.2 Aggiornamento 1 3.3 Disinstallazione

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright 1996-2007 J.F Kurose and

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

DNS cache poisoning e Bind

DNS cache poisoning e Bind ICT Security n. 19, Gennaio 2004 p. 1 di 5 DNS cache poisoning e Bind Il Domain Name System è fondamentale per l'accesso a internet in quanto risolve i nomi degli host nei corrispondenti numeri IP. Se

Dettagli

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus Lista di controllo per la migrazione del dominio a /IP-Plus Iter: : ufficio cantonale di coordinamento per Per la scuola: (nome, indirizzo e località) Migrazione di record DNS esistenti a IP-Plus nonché

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

OS X come piattaforma di analisi : Diskarbitrationd

OS X come piattaforma di analisi : Diskarbitrationd Maurizio Anconelli OS X come piattaforma di analisi : Diskarbitrationd Con la crescente diffusione sui desktop di giovani e professionisti, il sistema operativo della mela morsicata inizia a rivestire

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009 GARR WS9 OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità Roma 17 giugno 2009 Mario Di Ture Università degli Studi di Cassino Centro di Ateneo per i Servizi Informatici Programma Cluster Linux

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Gestione di un server web

Gestione di un server web Gestione di un server web A cura del prof. Gennaro Cavazza Come funziona un server web Un server web è un servizio (e quindi un applicazione) in esecuzione su un computer host (server) in attesa di connessioni

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1 Networking Java permette comunicazioni in rete basate sul concetto di socket, che permette di vedere la comunicazione in termini di flusso (stream), in modo analogo all input-output di file, usando Stream

Dettagli

Corso Base su Linux. Basato su Fedora 7 Lezione 4

Corso Base su Linux. Basato su Fedora 7 Lezione 4 Corso Base su Linux Basato su Fedora 7 Lezione 4 Configurare la rete Esistono diversi metodi per configurare il servizio di rete: editare i singoli file di configurazione del networking (per applicare

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Creare una applicazione Winsock di base

Creare una applicazione Winsock di base Creare una applicazione Winsock di base Usiamo le API Winsock incluse in Creare un progetto per una Socket Windows (in Dev C++) Selezionare la file New Projects Selezionare Empty Project Salvare

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Remote Administrator v2.2

Remote Administrator v2.2 Remote Administrator v2.2 Radmin è il software più veloce per il controllo remoto. È ideale per l assistenza helpdesk e per la gestione dei network. Ultimo aggiornamento: 23 June 2005 Sito Web: www.radmin.com

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed 1 Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed Laboratorio di Sistemi Operativi I Anno Accademico 2008-2009 Copyright 2005-2007 Francesco Pedullà, Massimo Verola Copyright 2001-2005 Renzo Davoli,

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli