DataCollector. MANUALE INSTALLAZIONE e USO. Edizione 2.3 Revisione C ISO 9001 CERTIFIED

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DataCollector. MANUALE INSTALLAZIONE e USO. Edizione 2.3 Revisione C ISO 9001 CERTIFIED"

Transcript

1 MANUALE INSTALLAZIONE e USO ISO 9001 CERTIFIED DataCollector Raccolta Dati in ambiente Windows-32 bit per terminali TLK e TLK99 Edizione 2.3 Revisione C

2 Tabella Revisioni Ediz. Rev. Data Fogli modificati 1.0 A Tutti 1.0 B , 2, 6, 7, 11, 12, 13, 18, 20? A Tutti 2.0 B , 2, 12, 14 (riferim. TCP/IP port) 2.1 A Tutti 2.2 A , 2, 24 (Bypass Chiave Attivazione) 2.3 A ? 4, 8, 11, 13? 15, 17, 18, 24? 26, 43? 59 (rif. Doc. est., APB, Segn. Sinott., Operaz. Tempor.) 2.3 B , 2, 24, 38, 49 (temp. comandi, log) 2.3 C , 2, 11 (pann. Contr.), 13, 14, (DcMess Manager), + nuove form DcCfg Le informazioni contenute in questo manuale sono di esclusiva proprietà della società s.r.. eccetto dove diversamente specificato; tali informazioni non possono essere riprodotte né per intero né in parte senza l esplicita autorizzazione scritta della stessa società. Il documento può essere soggetto a variazioni senza che questo comporti alcun obbligo di preavviso da parte della s.r. Il software è fornito al cliente in termini di singola licenza d uso di durata illimitata. La proprietà e tutti i diritti sul software in oggetto sono esclusivi della società s.r. Distributore esclusivo ed autorizzato del pacchetto è la società I nomi o marchi di altri prodotti/produttori eventualmente menzionati in questo documento, sono di proprietà delle rispettive società. s.r. Modello: MP I Emissione: Registrazione Qualità Edizione: 01 Revisione 01 P. Riferim.: PO

3 Sommario MANUALE INSTALLAZIONE E USO 1 Tabella Revisioni 2 Sommario 3 Generalità 5 Introduzione 5 Descrizione del prodotto 5 Piattaforme 6 Prerequisiti 7 Composizione del prodotto 7 Documenti di riferimento 8 Stati operativi 8 Standard applicati 8 Funzionalità 9 Introduzione 9 Procedura di installazione 9 Programma di configurazione DCcfg 10 Esecuzione del programma DCcfg 10 Scheda Generale 14 Scheda Linea 15 Scheda Terminale 18 Operatività del programma DCcfg 20 Creare una Linea Seriale 21 Creare una Linea Modem Seriale 21 Creare una Linea Rete 22 Creare una Linea Modem di Rete 22 Creare un nuovo Terminale 23 Gestione Tabelle e Parametri Terminale 24 Note Aggiuntive 24 Gestione Temporizzazione Comandi 25 Gestione AntiPassBack (valida per DcEvo) 26 Configurazione DcMess Manager 28 Programma DataCollector (Lite, Full, Evo) 30 Prima esecuzione del DataCollector (Attivazione) 30 Avvio del DataCollector da linea di comando 32 Avvio automatico del DataCollector 32 Avvio del DC-Client 32 3

4 Operatività 33 Finestra principale 33 Tasto Risveglia Terminali Sospesi 36 Tasto Visualizza Stato Terminale 36 Tasto Inizializza Terminale 37 Tasto Tutti (Inizializza Terminale) 37 Tasto Scarica Dati Terminale 38 Tasto Tutti (Scarica Dati Terminale) 38 Tasto Forza Stato Terminale 39 Tasto Tutti (Forza Stato Terminale) 39 Tasto Rilascia Stato Terminale 40 Tasto Tutti (Rilascia Stato Terminale) 40 Tasto Visualizza Notifiche 41 Tasto Visualizza Notizie 42 Tasto Connessione Oracle Disponibile 43 Tasto Chiudi DC 43 Sospensione dei terminali 44 Forzatura e rilascio stato terminale 44 Inizializzazione per gruppi 45 Definizione stati operativi dei terminali 45 Scarico dati automatico 46 Operazioni temporizzate 46 Recupero connessione Oracle 46 Storicità dati su DB 47 Linea commutata 48 Linea commutata con adattatore di rete 50 Chiusura automatica del DC 50 Anti-passback 50 Struttura dei file di Log 52 Introduzione 52 DClog.mdb 52 File di Log in formato testo 54 Stato tabelle MDB 57 Procedure diagnostiche 58 Autodiagnosi all installazione 58 Procedure per la ricerca dei guasti 58 Test presenza terminali 58 Gestione errori 59 Elenco dispositivi certificati da EMK 60 Modem 60 Ethernet-adapters 60 4

5 CAPITOLO 1 Generalità Introduzione Il presente documento è redatto allo scopo di fornire le informazioni necessarie all uso del software DataCollector in grado di configurare e di raccogliere i dati dalla famiglia di terminali TLK prodotti dalla srl. Descrizione del prodotto Il prodotto in oggetto è un pacchetto software utilizzabile quale interfaccia tra il gestore di un impianto, la serie di terminali periferici TLK / TLK99 che compongono il sistema ed un software applicativo a più alto livello. In sostanza esso gestisce la comunicazione con i terminali (inizializzazione, variazioni di stato, scarico delle transazioni ecc.) consentendo alla parte applicativa di interagire con l impianto solo riguardo alle transazioni e al gestore del sistema di controllare i terminali ad alto livello. In dotazione è fornito il programma DCcfg che consente la rapida configurazione dell impianto e la sua manutenzione da parte del gestore dello stesso. Il prodotto in oggetto è protetto contro le duplicazioni; va infatti attivato all atto della sua installazione mediante una procedura in seguito descritta. 5

6 Piattaforme Le piattaforme supportate sono Windows 95/98, Windows NT 4.0, Windows Il programma è tipicamente fornito in configurazione Monostazione. Il programma è unico per tutte le piattaforme. La seguente figura mostra le tipiche configurazioni hardware supportate dal prodotto. Connessione remota (multi-punto) Connessione remota (punto-punto) TLK-14 TLK-01 TLK Convertitore RS232-RS485 RS-485 RS-232 MODEM MODEM RS mt. Connessione locale (multi-punto) TLK-14 TLK mt. RS-485 Convertitore RS232-RS485 Connessione locale (punto-punto) RS-232 TLK MODEM 15 mt. TLK TLK LAN adapter DCx RS-232 RS-232 Connessione LAN (TCP/IP) Server Ethernet 6

7 Prerequisiti Il pacchetto in oggetto funziona su piattaforma hardware avente i seguenti requisiti minimi: 1. H/W - Processore: 233 MHz min. - Ram: 32 Mb - Hard-Disk: 1.2 Gb min. - VGA colori (800 x 600 min.) - CD-Rom - Mouse - 1 Porta Seriale disponibile (per terminali in locale) - Eventuale scheda rete (per terminali in LAN) - Eventuale modem (per terminali in commutata) 2. S/W - Windows-95/98, Windows-NT 4.0 o Windows 2000 Composizione del prodotto Il prodotto in oggetto è composto dal CDrom DataCollector contenente il software e la relativa documentazione (istruzioni per l installazione e per l'attivazione del software ecc.). I terminali di raccolta dati, nelle varie configurazioni disponibili, vanno ordinati a parte. Il prodotto può essere fornito nelle seguenti versioni: - Data Collector Lite versione autonoma per monostazione - Data Collector Full versione integrata ad un gestionale - Data Collector Evo versione autonoma con tabelle di integrazione terze parti Opzioni: - Data Coll. Client pannello di controllo su postazione remota 7

8 Documenti di riferimento? Manuale di installazione terminale TLK TLK_10A_MIi.PDF? Manuale di installazione terminale TLK99 TLK99MIi_20A.PDF? Evoluzione Data Collector con DBMS di appoggio SPi DCevo Rev G.pdf (Rev. G o successiva) Stati operativi In seguito al lancio del programma (successivo alla sua corretta installazione), sussistono i seguenti due possibili stati operativi:? OPERATIVO Il programma è stato validato mediante l opportuna procedura e garantisce tutte le sue funzionalità? ATTESA VALIDAZIONE La fase di validazione non è ancora stata effettuata; il programma visualizza soltanto la finestra di validazione con la richiesta della chiave di attivazione (in seguito descritta). Standard applicati Il programma utilizza file di database che seguono lo standard MDB (formato Access 97 di Microsoft). 8

9 Introduzione Manuale di CAPITOLO 2 Funzionalità Il seguente capitolo riporta le videate più significative prodotte dai pacchetti software DCLite e DCcfg; per ciascuna di esse sono fornite le informazioni necessarie all utilizzo del software in oggetto. Il programma DCcfg, di seguito descritto, è una utility che permette la rapida configurazione delle linee di comunicazione sulle quali sono attestati uno o più terminali di raccolta dati. Procedura di installazione Il programma, fornito su CDRom, è facilmente installabile dall'utente che deve semplicemente seguire le indicazioni fornite a corredo del programma automatico di "setup". Al termine dell'installazione sarà disponibile una cartella contenente i collegamenti relativi ai programmi, presenti alternativamente, DCL.exe (Lite), DCE.exe (Evo), DCF.exe (Full) e al programma DCcfg.exe. Quest ultimo è da subito operativo mentre il DCL.exe (o DCE.exe o DCF.exe) dovrà essere adeguatamente attivato mediante apposita procedura descritta in seguito. 9

10 Programma di configurazione DCcfg E il software a corredo dei prodotti di Data-Collection per la gestione della configurazione dell impianto (DCcfg.exe). Consente la modifica dei parametri generali, delle linee e dei terminali e l aggiunta o la rimozione di linee e terminali. Il programma in oggetto, alla sua partenza, carica la configurazione corrente. Dopo aver effettuato le modifiche desiderate, l utente può salvarle oppure scartarle ricaricando la configurazione o uscendo dal programma. Ciascuna voce riporta, tra le parentesi tonde, il valore predefinito (sempre che il valore non sia obbligatorio) ed eventualmente, tra le parentesi quadre, l intervallo di valori consentito. La descrizione e il numero identificativo sono obbligatori sia per le linee sia per i terminali. Esecuzione del programma DCcfg Mandando in esecuzione il programma DCcfg si ottiene la schermata di login: La Password di installazione è admin ; inserirla e premere il pulsante Ok per accedere al programma. consiglia di personalizzare la password di accesso una volta entrati nel programma, al fine di evitare intrusioni indesiderate nei dati di sistema. 10

11 Effettuando la Login si accede alla seguente schermata: Di seguito sono elencate le funzionalità che si possono attivare dalla suddetta schermata del programma. Tasti Modifica Path mdb Compatta File mdb Connessioni DB Gestione APB Mod. Password Configurazione DCMess Manager Apri Configuratore Descrizione Consente di leggere i file di configurazione da directory diverse da quella del programma. Consente di compattare e ripristinare il file dctables.mdb e dclog.mdb in modo da ridurne le dimensioni e da migliorarne l efficienza. Apre la maschera di gestione delle connessioni al database del Data Collector (il pulsante è attivo solo se DCcfg è abbinato ad un DCevo o a un DCfull). Apre la maschera di configurazione dell AntiPassBack; è attivo solo per Dcevo. In caso di Dcfull la configurazione si effettua da AMPER-W-CA (vedi relativa documentazione). Consente di modificare la password di accesso al DCcfg Apre la maschera di configurazione dei parametri utilizzati dal software DcMess che consente di inviare notifiche e segnalazioni generate dal DC tramite . Apre la maschera di configurazione dei parametri Generali, di Linea e di Terminale; da questa maschera si effettua la configurazione dell impianto. 11

12 Premendo il pulsante Apri Configuratore si ha accesso alla seguente schermata principale: L impianto può essere suddiviso su più linee di terminali singolarmente predisposti per diversi modi di funzionamento; le linee, come in seguito descritto, possono essere di tipo: - seriale-locale (RS-232 o RS-485) - LAN - Modem (su linea commutata) 12

13 La seguente tabella descrive le funzionalità legate ai singoli oggetti (bottoni, schede, campi a tendina) che appaiono nella suddetta schermata. Tasti Scheduler Comandi Tabelle DC Salva Carica Esci Schede Generale Linea Terminale Descrizione Consente l aggiunta di una nuova linea all impianto o di un nuovo terminale alla linea selezionata (la mappa sottostante riceve la nuova informazione) Consente l eliminazione di una linea dell impianto o di un terminale (la mappa sottostante riceve la nuova informazione) Consente di duplicare una linea dell impianto o un terminale, duplicando una linea vengono copiati anche i terminali associati (la mappa sottostante riceve la nuova informazione) Apre la maschera di Schedulazione Comandi; il pulsante attiva la schedulazione a livello Generale, di Linea o di Terminale a seconda della Scheda in cui ci si trova. Apre la maschera di gestione delle tabelle da caricare sui terminali Salva la configurazione corrente sul disco Rende attiva la configurazione precedentemente salvata su disco Conclude le operazioni di configurazione Parametri generali di impianto (vedi dettagli più avanti) Per attivare questa scheda, selezionare la linea desiderata nella mappa impianto ; consente la parametrizzazione della linea selezionata (vedi dettagli più avanti) Per attivare questa scheda, selezionare il terminale desiderato nella mappa impianto ; consente la configurazione dei parametri relativi al terminale selezionato (vedi dettagli più avanti) 13

14 Scheda Generale Come evidenziato nella figura di pagina precedente, mediante l uso di tale scheda sono configurabili i seguenti parametri generali di impianto: Parametri Giorni storicità notifiche [0-365] (60) Notifica allarmi (No) Modalità Log (Standard) Connetti all avvio Max inizializzazione terminali contemporanee [0-20] (0) Max inizializzazione terminali per gruppo contemporanee [0-20] (0) Max scarichi terminali contemporanei [0-20] (0) Porta TCP Server (2323) Compatibilità log TMON (no) Orario chiusura automatica [HHMM HHMM (max 4 orari)] Controllo AntipassBack (No) Attiva Segnalazioni (No) Abilitazioni Istantantanee (No) Intervallo Abil. Ist. [1-999] (10) Descrizione Consente l impostazione del numero di giorni (tra 0=infinito e 365) durante i quali tenere in linea (file DClog.mdb) tutte le notifiche (transazioni); il valore preimpostato dal programma è 60 Non significativa per la versione Lite del prodotto Consente di variare la modalità di Log dei messaggi che il Data-Collector e i terminali si scambiano. I valori possono essere : - Standard (valore di default) - Debug Parametro che consente la connessione automatica del Terminale all avvio del Data-Collector (SI), oppure la sua sospensione (NO); in questo caso sarà l operatore che si farà carico della connessione del/dei terminali dopo l avvio del Data-Collector Definisce il numero massimo di terminali, all'interno di un impianto, contemporaneamente inizializzati (0=20) Definisce il numero massimo di terminali, all'interno di un gruppo, contemporaneamente inizializzati (0=20) Definisce il numero massimo di terminali, all'interno di un impianto, contemporaneamente scaricati Porta TCP server sulla quale il Data-Collector va in ascolto di chiamate da parte di DcClient: (valore di default): Consente di generare un file di log (formato.txt) compatibile al precedente programma di scarico dati (in ambiente Dos) Impostare qui l orario o gli orari (max 4 separati da spazi) relativi alla chiusura automatica del Data-Collector (Es.: ) Attiva la funzionalità di controllo Antipassback Attiva la funzionalità di Gestione delle Segnalazioni per Software Sinottico Attiva la funzionalità di "Abilitazioni Istantanee" Determina l intervallo, in secondi, per la verifica delle richieste di cambi di Abilitazione su una tessera 14

15 Scheda Linea La seguente figura mostra i parametri configurabili mediante tale scheda: Parametri Descrizione Numero [1-999] Indice relativo alla linea corrente Descrizione Campo alfanumerico di lunghezza massima pari a 32 caratteri per la descrizione della linea Pad [0-9] (0) Impostazione del numero di caratteri Pad da aggiungere in testa e in coda a tutti i messaggi inviati da/a terminali collegati a questa linea Minuti intervallo invio Impostazione del numero di minuti (min. 1, max 2880 pari a 48 ore, data/ora [0-9999] (30) default 30) dal lancio del Data-Collector, trascorsi i quali effettuare la sincronizzazione degli orologi dei terminali connessi su questa linea Tipo (seriale) Consente di selezionare il tipo di connessione; in base al valore selezionato si attivano dei parametri. I valori possono essere: Seriale (valore di default), Rete, Modem Seriale, Modem di Rete... (Pulsante) Mostra i parametri aggiuntivi per l adattatore di rete (attivo solo se Tipo è configurato come Rete o Modem di Rete ) Timeout lettura [1-300] Espresso in secondi; impone il tempo di attesa delle risposte (2 AMP; 15 TTYC) provenienti dai terminali prima di gestire l'errore "mancata risposta" Connetti all'avvio (sì) Parametro che consente la connessione automatica del Terminale all avvio del Data-Collector (SI), oppure la sua sospensione (NO); in questo caso sarà l operatore che si farà carico della connessione del/dei terminali dopo l avvio del Data-Collector. 15

16 In funzione del tipo di linea selezionato, si attivano automaticamente i relativi campi e si disattivano quelli non significativi per quel tipo. I parametri PAD, Velocità e Parità devono essere conformi a quelli impostati sui singoli terminali (configurazione locale dei TLK). Parametri Tipo: Seriale Porta (1) Velocità (9600) Parità (Dispari) Tipo: Rete Indirizzo IP ( ) Porta TCP (2502) Tipo: Modem Seriale Porta (1) Velocità (9600) Stringa inizializzazione (vuota) Numero telefonico Connessione permanente (no) Timeout connessione modem [30-300] (60) Descrizione Quando la linea è configurata in Seriale (connessione diretta con PC) Per le connessioni di tipo Seriale o Modem, mediante tale parametro si imposta il numero di porta (tra 1 e 9999) Velocità di linea (fino a bps) Parità dei dati in linea (Dispari o Nessuna) Quando la linea è configurata in Rete (LAN, TCP/IP) Impostazione dell indirizzo IP per la connessione su LAN Impostazione della porta TCP della linea periferica (2502 per NetQue, 9101 per XCD/Pony-100, 4660 per Ethernet-Box) Quando la linea è configurata seriale via Modem (Interno o esterno) Per le connessioni di tipo Seriale o Modem, mediante tale parametro si imposta il numero di porta (tra 1 e 9999) Velocità di linea (9600 o bps) Sequenza di comandi inviati alla linea Modem in caso di stringa vuota: ATZ - ATE0 - ATQ0 - AT&D2 - ATX3 - ATD + numero (impostato dall utente) Nel caso la stringa di inizializzazione sia impostata dall utente, deve contenere almeno i seguenti comandi: ATE0Q0 Per predisporre il numero da chiamare per la linea in oggetto Impostare "sì" solo per stabilire una connessione permanente con "modem dedicato". Per linee commutate impostare "no" (collegamento stabilito solo quando necessario) Programmabile in secondi (max 5') per definire l'attesa del DC prima di dare errore di connessione (default: 1') 16

17 Parametri Tipo: Modem di Rete Indirizzo IP ( ) Porta TCP (2502) Stringa inizializzazione (vuota) Numero telefonico Connessione permanente (no) Timeout connessione modem [30-300] (60) Descrizione Quando la linea è configurata in Rete tramite modem o dispositivi similari (es:xstream) Impostazione dell indirizzo IP per la connessione su LAN Impostazione della porta TCP della linea periferica Sequenza di comandi inviati alla linea Modem in caso di stringa vuota: ATZ - ATE0 - ATQ0 - AT&D2 - ATX3 - ATD + numero (impostato dall utente) Nel caso la stringa di inizializzazione sia impostata dall utente, deve contenere almeno i seguenti comandi: ATE0Q0 Per predisporre il numero da chiamare per la linea in oggetto Impostare "sì" solo per stabilire una connessione permanente con "modem dedicato". Per linee commutate impostare "no" (collegamento stabilito solo quando necessario) Programmabile in secondi (max 5') per definire l'attesa del DC prima di dare errore di connessione (default: 1') Di seguito la maschera con i parametri aggiuntivi per l'adattore di Rete: Parametri Utente Password Porta [ ] (23) Descrizione Utente per accesso all adattatore di rete Password di accesso all adattatore di rete Porta di accesso all adattatore di rete via LAN; default =23 (telnet port) L inserimento di questi parametri consente al Data Collector di effettuare il reboot dell adattatore di rete in caso di mal funzionamento. 17

18 Scheda Terminale La seguente figura mostra i parametri configurabili mediante tale scheda: Poiché i valori impostati per i terminali hanno la precedenza su quelli impostati per le linee, i quali hanno la precedenza su quelli impostati a livello generale, è possibile, ad esempio, impostare un valore di Pad per un singolo terminale diverso da quello predisposto per la linea di terminali sulla quale si trova (gestione particolare di un singolo terminale operante in condizioni particolari). Di seguito la tabella con la descrizione dei parametri relativi a questa scheda. 18

19 Parametri Numero [1-255] Indirizzo [(NN00+) 1-14] Descrizione Classe (Accessi) Pad [0-9] (0) Set [1-255] (1) Gruppo di sincronizzazione [1-999] (1) Stato iniziale (On-line) Stato imposto (Non forzato) Orario scarico dati [HHMM HHMM (max 8 orari)] Minuti intervallo [0,10-999] (0) Giorni abilitati allo scarico dati Descrizione Numero logico "univoco" del terminale (tra 1 e 999); individua il terminale all'interno delle tabelle di configurazione Indirizzo fisico del terminale (previsto per l uso del protocollo multipunto su linea locale RS-485); fissare a 1 per TLK99 (solo TTYC); inserire 1, 101, 201 ecc. se sulla stessa linea modem si prevedono più terminali in TTYC (ciascuno con un proprio n. telefonico) Campo alfanumerico di lunghezza massima pari a 32 caratteri per la descrizione del terminale Tipo di classe associata al singolo terminale: Accessi [Presenze o Mensa] Impostazione del numero di caratteri Pad da aggiungere in testa ed in coda a tutti i messaggi inviati da/verso il terminale corrente Identificativo di gruppo per funzione AntiPassBack (funzione non utilizzabile su versione Lite) Definisce il gruppo di appartenenza del terminale per eventuali operazioni di gruppo Impostare Off-line (la versione DCLite non funziona in On-line) E possibile forzare lo stato di un terminale (ad esempio per manutenzione) in uno dei seguenti: - Non forzato (predisposizione automatica) - Inutilizzato (ignorato dal Data-Collector) - Manutenzione (Temporaneamente Fuori Servizio) - Disattivo (Fuori Servizio) - Stand-by (non operativo) - Off-line (operativo in autonomia con tabelle locali) - On-line (non utilizzabile nella versione DCLite) Impostare qui l orario o gli orari (max 8 separati da spazi) relativi allo scarico automatico delle timbrature del terminale (Es.: ) Impostare qui i minuti di intervallo per scarichi giornalieri frequenti (0 significa "nessuno scarico automatico") Selezionare la check box dei giorni in cui si desidera lo scarico dei dati automatico (negli orari prefissati) Numero telefonico (vuoto) Campo valido per terminali connessi su linea modem (LL max = 32); è la stringa che segue il comando ATD (per chiamare a toni, iniziare la stringa con T) Connetti all avvio Inizializzazione all avvio in caso di tabelle modificate (sì) Parametro che consente la connessione automatica del Terminale all avvio del Data-Collector (SI), oppure la sua sospensione (NO); in questo caso sarà l operatore che si farà carico della connessione del/dei terminali dopo l avvio del DC Se tale campo è posto a (sì) e se il programma è lanciato con il parametro da linea di comando /pti, il terminale sarà inizializzato (se le relative tabelle nel frattempo sono state modificate); se tale campo è posto a (no), il terminale non sarà inizializzato (mantenendo attive le vecchie tabelle) 19

20 Operatività del programma DCcfg Alla prima esecuzione del DCcfg è fondamentale configurare i parametri di connessione al DBMS; se non esiste un DBMS di base il DataCollector lavora esattamente come un DCLite. Premendo il pulsante Connessioni DB si accede alla maschera di configurazione: Di seguito la tabella con la descrizione dei parametri relativi a questa scheda: Parametri Tipo DB Input Path DB Input Utente Password Servizio Tipo DB Output Path DB Output Utente Password Servizio Descrizione Indica il tipo di DB di input, può assumere i valori: None - Access - Oracle In base al tipo DB selezionato si attivano i campi sotto elencati Indica la posizione in cui si trova il DataBase di input; questo campo è attivo solo se il tipo DB input è ACCESS Utente di connessione al DB di input; questo campo è attivo solo se il tipo DB input è ORACLE Password di connessione al DB di input; questo campo è attivo solo se il tipo DB input è ORACLE Nome del Servizio DB di input; questo campo è attivo solo se il tipo DB input è ORACLE Indica il tipo di DB di Output, può assumere i valori: None - Access - Oracle In base al tipo DB selezionato si attivano i campi sotto elencati Indica la posizione in cui si trova il Database di Output; questo campo è attivo solo se il tipo DB output è ACCESS Utente di connessione al DB di output; questo campo è attivo solo se il tipo DB output è ORACLE Passwrd di connessione al DB di output; questo campo è attivo solo se il tipo DB output è ORACLE Nome del Servizio DB di output; questo campo è attivo solo se il tipo DB output è ORACLE 20

21 Dopo aver configurato i parametri di connessione ai Database si può procedere con la configurazione delle Linee. Premere il pulsante della sezione Linee di fianco all albero dell impianto; sarà visualizzata la seguente maschera di aggiunta Linea: Inserire Numero e Descrizione (descritti sopra alla sezione Linea) e premere il pulsante OK ; la nuova linea viene aggiunta all albero dell impianto, consentendo di procedere alla configurazione dei parametri di comunicazione (la nuova linea nasce con la configurazione di default: Seriale porta=1 velocità=9600 parità=dispari). Creare una Linea Seriale Se il terminale è direttamente collegato al PC tramite la COM, impostare la ListBox Tipo sul valore Seriale e la ListBox Porta sul numero corrispondente a dove si è collegato il cavo; i parametri delle ListBox Velocità e Parità devono coincidere con quelli settati sulla diagnostica e configurazione del terminale. Creare una Linea Modem Seriale Se il terminale è collegato al PC tramite linea telefonica, impostare la ListBox Tipo sul valore Modem Seriale e la ListBox Porta sul numero corrispondente a dove si è collegato il modem; il parametro della ListBox Velocità deve coincidere con quello settato sulla diagnostica e configurazione del terminale. Se il modem necessita di configurazioni particolari, inserire la Stringa di Inizializzazione ; il Data-Collector la passerà al modem chiamante prima della composizione del numero di telefono. Il Numero Telefonico corrisponde a quello del modem ricevente; inserire una T prima del numero se la linea telefonica è a Toni, una P se la linea è ad impulsi; se viene specificato un numero di telefono anche a livello terminale il Data-Collector utilizzerà solo quello associato al terminale e non alla Linea. 21

22 Creare una Linea Rete Se il terminale è collegato al PC tramite un adattatore di rete (XCD, NETQ, PONY ecc.) impostare la ListBox Tipo sul valore Rete, inserire l Indirizzo-IP corrispondente all adattore di rete e il numero di Porta TCP interno dell adattatore (il terminale è sempre collegato sulla porta seriale dell adattatore); questi 2 parametri verranno utilizzati da Data-Collector per raggiungere l adattatore di Rete; la comunicazione tra l adattore di rete e il terminale dipende esclusivamente dai parametri di diagnostica e configurazione del terminale e della porta seriale dell adattatore. Creare una Linea Modem di Rete Se il terminale è collegato al PC tramite un adattatore di rete (XCD, NETQ, PONY ecc.) e un modem, impostare la ListBox Tipo sul valore Modem Rete, inserire l Indirizzo IP corrispondente all adattore di rete e il numero di Porta TCP interno dell adattatore (il modem è sempre collegato sulla porta seriale dell adattatore); questi 2 parametri verranno utilizzati da Data- Collector per raggiungere l adattatore di Rete; la comunicazione tra l adattore di rete e il modem dipende esclusivamente dai parametri di configurazione dei due dispositivi. Se il modem necessita di configurazioni particolari inserire la Stringa di Inizializzazione ; il DataCollector la passerà al modem chiamante prima della composizione del numero di telefono. Il Numero Telefonico corrisponde a quello del modem ricevente; inserire una T prima del numero se la linea telefonica è a Toni, una P se la linea è ad impulsi; se viene specificato un numero di telefono anche a livello terminale il Data-Collector utilizzerà solo quello associato al terminale e non alla Linea. Per verificare le configurazioni dell adattatore di rete, collegarsi tramite telnet, inserire utente e password (se non variati dall utente coincidono con quelli dichiarati dal costruttore; vedere manuale dispositivo) e utilizzare i comandi di shell; i valori da verificare sono: Parity, Flow-Control, Speed, Bits e Stop. Dopo aver creato la linea procedere alla creazione del terminale/i. 22

23 Creare un nuovo Terminale Premere il pulsante della sezione Term. di fianco all albero dell impianto; verrà visualizzata la maschera di aggiunta Terminale: Inserire Numero, Indirizzo e Descrizione (descritti sopra alla sezione Terminale); il campo Linea viene proposto in automatico in base alla linea su cui si era posizionati; premere il pulsante OK ; il nuovo terminale viene aggiunto all albero dell impianto consentendo di procedere alla configurazione dei parametri (il nuovo terminale nasce con la configurazione di default). Se il terminale è collegato ad una linea di tipo Modem Seriale o Modem di Rete, il Numero Telefonico corrisponde a quello del modem ricevente; inserire una T prima del numero se la linea telefonica è a Toni, una P se la linea è ad impulsi; se viene specificato un numero di telefono i Data- Collector utilizzerà solo quello associato al terminale. Procedere alla gestione delle tabelle da caricare sul terminale: premendo il pulsante Tabelle DC si aprirà la maschera di Parametri Terminale. 23

24 Gestione Tabelle e Parametri Terminale Per ogni nuovo terminale si utilizzano i Valori generali (parametri di default) che vengono caricati nelle tabelle t00config e t01param; attivando la check-box Usa Valori Personalizzati, al salvataggio delle modifiche vengono create delle tabelle personalizzate per il terminale. Nel frame Tabelle Terminale viene riportato l elenco delle tabelle attivate per quel terminale; questo elenco è sempre personalizzato per ogni terminale. Le tabelle obbligatorie sono: t00config, t01param, t02badge e t99eventi (l evento caricato di default è ACCESSI ; la list-box consente di variare il tipo di evento mostrando quelli disponibili nella tabella t99eventi). Note Aggiuntive In ogni maschera del DCcfg le modifiche alle configurazioni vengono validate solo alla pressione del pulsante Salva o dopo eventuale richiesta di Conferma generata dalla pressione dei tasti Chiudi o Ripristina. 24

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

MANUALE D USO RTSDOREMIPOS

MANUALE D USO RTSDOREMIPOS MANUALE D USO RTSDOREMIPOS PROGRAMMA DI GESTIONE SCAMBIO IMPORTO E ALTRE FUNZIONI TRA APPLICATIVO GESTIONALE E POS INGENICO PER PAGAMENTO ELETTRONICO (prot. 17) Versione 1.0.0.0 INDICE INDICE... 2 LEGENDA...

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014)

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) Il monitoring che permette di avere la segnalazione in tempo reale dei problemi sul vostro sistema IBM System i Sommario Caratterisitche... Errore. Il segnalibro non

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Perché un software gestionale?

Perché un software gestionale? Gestionale per stabilimenti balneari Perché un software gestionale? Organizzazione efficiente, aumento della produttività, risparmio di tempo. Basato sulle più avanzate tecnologie del web, può essere installato

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Ultimo Aggiornamento: 20 settembre 2014 Installazione software Bizerba... 1 Struttura file bz00varp.dat... 5 Configurazione Area51... 6 Note tecniche... 8 Gestione

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di supporto

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

UPS Communicator. UPS Communicator - Manuale Italiano Release 1.16 1

UPS Communicator. UPS Communicator - Manuale Italiano Release 1.16 1 UPS Communicator 1 Licenza d uso L'uso del SOFTWARE prodotto da Legrand (il PRODUTTORE) è gratuito. Procedendo di spontanea volontà all'installazione l UTENTE (persona fisica o giuridica) accetta i rischi

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli