Micrologic MANUALE OPERATIVO PERIFERICA PVM II

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Micrologic MANUALE OPERATIVO PERIFERICA PVM II"

Transcript

1 Micrologic Sede Opera va: Via Brodolini, Crevoladossola (VB) P.IVA Tel. 0324/ Fax 0324/ Sito web: MANUALE OPERATIVO PERIFERICA PVM II MICROLOGIC AVVERTE CHE L USO DI QUESTO PRODOTTO PUO ESSERE SOGGETTO A RESTRIZIONI NAZIONALI. IN ITALIA L IMPIANTO E L ESERCIZIO DI UNA STAZIONE RADIOELETTRICA E SUBORDINATA ALLA CONCESSIONE DEL RELATIVO DIRITTO INDIVIDUALE DI USO. ART.126 DL N.259 DEL 01/08/03. PRIMA DELL USO LEGGERE IL MANUALE FORNITO. IL PRESENTE MANUALE PUO NON TENERE CONTO DI EVENTUALI MODIFICHE O AGGIORNAMENTI DEL SISTEMA, MICROLOGIC NON SI RITIENE RESPONSABILE DI EVENTUALI OMISSIONI O ERRORI.

2 INDICE 1 PRESENTAZIONE 1.1 SCHEDA PVM II.. pag MODULO DI ESPANSIONE ZONE ESP pag MODULO RXM pag MODULO GPRS pag MODULO IP/LAN pag MODULO DM1/DM pag.2 2 TEST SCHEDA 2.1 VERIFICA COLLEGAMENTO pag TEST INVIO SEGNALAZIONE pag TEST PTT MODULATO pag TEST PTT NON MODULATO pag RESET PVM II pag RESET ULTIMO STATO PVM II pag.3 3 TRASMISSIONE DATI 3.1 PVM II TRASMISSIONE DATI RADIO pag PVM II TRASMISSIONE DATI GPRS pag PVM II TRASMISSIONE DATI IP-LAN pag PVM II TRASMISSIONE DATI SMS pag PVM II TRASMISSIONE DATI MAIL pag.5 4 GENERALE E PARAMETRI 4.1 INDICATORI DI STATO pag AUTOACQUISIZIONE DEL CODICE LIBERO DA CENTRALE E ANALISI DELLA RETE pag LEGENDA PARAMETRI pag CODICI DI RETE pag FUNZIONE RIPETITORE pag PARAMETRI USCITE pag.6 5 FUNZIONI E ACCESSORI 5.1 CENTRALINA pag ABILITA MODULO RXM pag FUNZIONE RIPETITORE pag ACCESSO DA WEB pag.7 6 CENTRALINA 6.1 LEGENDA ZONE pag LEGENDA PARAMETRI pag LEGENDA TASTIERE VIA FILO pag INSERIMENTI E DISINSERIMENTI PROGRAMMATI pag MODULI RADIO AGGIUNTIVI pag.9 7 MANUALE PER SENSORISTICA RADIO 48BIT 7.1 IMPOSTAZIONE DEL CODICE IDENTIFICATIVO DEI TRASMETTITORI pag AUTOAPPRENDIMENTO DEI TRASMETTITORI pag AUTOAPPRENDIMENTO TELECOMANDI CRYPTO pag AUTOAPPRENDIMENTO TASTIERA RADIOPAD pag.10 8 UTENTI 8.1 LEGENDA UTENTI pag.10 9 CRYPTO 9.1 LEGENDA CRYPTO pag PROXY 10.1 LEGENDA IMPOSTAZIONI CHIAVI PROXY E PROXYCARD.... pag STORICO 11.1 STORICO pag APPUNTI 12.1 APPUNTI pag RADIO 13.1 LEGGERE I PARAMETRI DI UNA RADIO pag MODIFICARE I PARAMETRI DI UNA RADIO pag APRI/SALVA FREQUENZA pag STATI LOGICI 14.1 STATI LOGICI pag BARRA DEGLI STRUMENTI 15.1 FILE pag STRUMENTI pag AGGIORNAMENTI pag ? pag TABELLE DI PROGRAMMAZIONE PER GLI ACCESSORI 16.1 TABELLE DI PROGRAMMAZIONE PER GLI ACCESSORI... pag NOTE E SPECIFICHE DI INSTALLAZIONE 17.1 SPECIFICHE E CONTROLLO BATTERIA... pag SPECIFICHE PER LO SMALTIMENTO.... pag SPECIFICHE PER L INSTALLAZIONE.... pag.14

3 1 PRESENTAZIONE 1.1 SCHEDA PVM II ZONE Z1 Z2 Z3 Z4 Z5 Z6 Z7 Z8 12V GND BELL AUX BUZ A1 A2 A3 FUSE 800mA BELL POS NEG DISPLAY ESPANSIONE ZONE ESP916 MODULO RXM-4 MODEM MICRO MODULO RXM-4 R- R+ BR TAMP TAMP 1 TX 2 RX MODULO GPRS 3 IP-LAN 4 GPRS / SMS 5 USB 6 EVENTO 7 ANOMALIA 8 BATTERIA S1 S2 S3 S4 MODULO IP - LAN RADIO SCHEDA RELE RS 232 BF EXT TMP EXT SVR USB POWER RESET NTC ALIMENTAZIONE GND I1 I2 I3 I4 I5 I6 I7 I8 I9 I10 I11 I12 I13 I14 I15 I16 GND 12V U1 U2 U3 U4 U5 U6 U7 U8 U9 U10 U11 U12 U13 U14 U15 U16 12V INGRESSI USCITE La nuova periferica PVM II concentra diversi protocolli di comunicazione in modo da fornire un innova va e unica soluzione per la sicurezza. Con PVM II sarà possibile trasme ere le segnalazioni alla centrale opera va via radio, via GPRS o via ethernet a raverso il modulo IP-LAN con la possibilità di poter u lizzare tu i ve ori contemporaneamente. Tu gli ingressi sono opto isola. Micrologic ha aumentato la sicurezza del suo protocollo integrando un codice alle periferiche legato alla centrale opera va e al tecnico installatore in modo che un vigilanza concorrente non possa apportare modifiche alla periferica. Con PVM II si avranno a disposizione: Un uscita dedicata BELL per comandare una sirena (max. 100mA) con posi vo a cadere. Alimentazione per tu i radar dell impianto (anche con doppio bilanciamento) dalla scheda con un carico massimo di 2A. L uscita AUX posi va (max. 1A) per sirene e interne. L uscita BUZ nega va (max. 100mA) che riproduce il buzzer integrato nella scheda. Le uscite A1 A2 A3 nega ve open collector (max. 100mA) che rispecchiano le aree dell impianto u lizzabile per collegare delle spie esterne. Le uscite R+ e R- per u lizzare tas ere via filo Micrologic. L uscita BR nega va open collector (max. 100mA) per il blocco dei radar nel caso che la periferica in caso di trasmissione radio disturbi eventuali radar filari. Un massimo di 48 zone in totale suddivise in 16 zone via filo, 16 zone ON/OFF e 16 zone via radio. Un cavo NTC per la verifica dello stato della ba eria. Programmazione con un semplice cavo USB. Tamper a leva corta. Sensore temperatura. 1

4 1.2 MODULO DI ESPANSIONE ZONE ESP 916 Con il modulo di espansione zone MICROLOGIC ESP916 si potranno integrare sulla nostra centralina ulteriori zone via filo fino a raggiungerne 16. Ques ingressi sono tu opto isola e ada collegare accessori via filo con e senza la funzione del doppio bilanciamento. 1.3 MODULO RXM-4 Il modulo RXM-4 perme e l integrazione degli accessori radio 48bit. 1.4 MODULO GPRS Il modulo GPRS perme e alla periferica di usare come ve ore di comunicazione a raverso ad una scheda SIM da, la connessione GPRS e l invio di SMS. N.B.: Nel caso di doppio ve ore radio/gsm con frequenza in UHF si dovrà u lizzare l apposita antenna esterna installata ad almeno 2m e non parallela all antenna radio per evitare eventuali disturbi 1.5 MODULO IP/LAN Il modulo IP/LAN integra la comunicazione a raverso alla linea ADSL inviandola dire amente all indirizzo IP della centrale opera va. Questo metodo di comunicazione è il più veloce e quello con il minor costo per le vigilanze. 1.6 MODULO DM1/DM2 Micrologic DM2 10A 10A 10A 10A Sono dei moduli con dei relè 220v u lizza per comandare degli a uatori esterni alla periferica. Il DM2 monta 4 relè mentre il DM1 ne monta 8. 2

5 2 TEST SCHEDA 2.1 VERIFICA COLLEGAMENTO Premendo il tasto S1 sulla scheda è possibile inviare alla centrale un segnale di verifica collegamento 2.2 TEST INVIO SEGNALAZIONE Premendo il tasto S2 sulla scheda è possibile inviare alla centrale un segnale con l ul ma situazione 2.3 TEST PTT MODULATO Premendo il tasto S3 sulla scheda è possibile mandare in trasmissione modulata la PVM II 2.4 TEST PTT NON MODULATO Premendo il tasto S3 sulla scheda è possibile mandare in trasmissione modulata la PVM II e premendo in aggiunta il tasto S2 è possibile togliere la modulazione alla trasmissione 2.5 TEST LIVELLO SEGNALE RICEVUTO Premendo il tasto S4(fino all accensione dei led di stato) e premendo in aggiunta il tasto S3 ed infine rilasciando il tasto S4 e poi il tasto S3 è possibile fare un test di auto interrogazione della PVM II. Ad ogni risposta valida si accenderà un led sulla scheda (in altro a sinistra, quelli solitamente usa per le zone filo bilanciate) viceversa se la risposta non sarà valida non si accenderà il led 2.5 RESET PVM II Premendo il tasto S1+S4 quando viene alimentata o premendo i tas S1+S4 e tenendoli premu premere RESET quando la PVM II è già alimentata quest ul ma verrà riportata alle impostazioni di fabbrica 2.6 RESET ULTIMO STATO PVM II Premendo il tasto S1 quando viene alimentata o premendo i tas S1 e tenendolo premuto premere RESET quando la PVM II è già alimentata quest ul ma rese erà lo stato centralina e di tu e le uscite. 3 TRASMISSIONE DATI 3.1 PVM II TRASMISSIONE DATI RADIO Avviare il programma PROG PVM II e leggere la periferica Nella scheda GENERALE selezionare il codice periferico. Selezionare la pologia della frequenza in Frequenze Radio (ISO o Duplex). Con Passa da il rela vo ponte ripe tore (se la periferica transita in dire a me ere Passa da C) e a vare RADIO 1. N.B.: Per le isofrequenze il canale radio è standard mentre per le frequenze duplex il canale radio può essere scelto tra Via Rep, Dire a o Riserva E stata integrata la possibilità di mandare le segnalazioni ad un concentratore radio di backup o ad una seconda Vigilanza, abilitando RADIO 2. Abilitandolo si invierà la segnalazione su una frequenza di backup precedentemente impostata su un canale della radio nel caso si presentassero dei problemi sulla prima frequenza. Spuntando la voce Sempre online le segnalazioni verranno inviate contemporaneamente su tu e e due i canali scel. Con Radio rssi è possibile effe uare un analisi del segnale in modo da poter capire facilmente se il periferico si trova in una posizione o male, il segnale è viene indicato dall as na blu. Per vedere il livello di segnale selezionare il po di frequenza se in VHF o UHF, entrare nel menù SET e premere su analisi segnale o test con nuo. Un segnale fino a -100 dbm è considerato un buon segnale, da -100 dbm a -115 dbm mediocre e da -115 dbm a -125 dbm scarso. In Radio rssi è possibile entrando nel menù SET impostare delle verifiche sulla MANOMISSIONE ANTENNA e RILEVA PORTANTE. Con MANOMISSIONE ANTENNA viene controllato se l antenna è collegata corre amente alla PVM o se è stata tagliata/manomessa, dopo i secondi imposta viene a vata un uscita a scelta in modo impulsivo e inviata una segnalazione di allarme in centrale opera va. Con RILEVA PORTANTE viene controllato se il segnale radio viene disturbato da una altra radiofrequenza, è possibile con l as na gialla impostare il livello della portante e se un segnale persiste dopo i secondi imposta viene a vata un uscita a scelta in modo impulsivo e inviata una segnalazione di allarme in centrale opera va. 3

6 4 3.2 PVM II TRASMISSIONE DATI GPRS Avviare il programma PROG PVM II e leggere la periferica. Nella scheda GENERALE selezionare il codice periferico e abilitare GPRS 1. Nella scheda GPRS/IP WEB inserire in Parametri Centrale principale l indirizzo IP pubblico della centrale opera va e la rela va porta di comunicazione (default 5050). In Parametri GPRS inserire se è presente l eventuale codice PIN della SIM e selezionare l APN da u lizzare. E stata integrata la possibilità di mandare le segnalazioni ad una centrale opera va di backup abilitando nella scheda GENERALE la funzione GPRS 2. Abilitandolo si invierà la segnalazione ad un indirizzo IP di una centrale opera va di backup nel caso si presentassero dei problemi. Spuntando la voce Sempre online le segnalazioni verranno inviate contemporaneamente su tu e e due le centrali. L indirizzo IP della centrale di scorta va configurato nella scheda GPRS/IP WEB inserendo in Parametri Centrale di scorta l indirizzo IP pubblico della centrale opera va e la rela va porta di comunicazione (default 5050). N.B.: Non è possibile inviare le segnalazioni via GPRS soltanto alla centrale di scorta, è necessario inviarle anche alla centrale principale 3.3 PVM II TRASMISSIONE DATI IP-LAN Avviare il programma PROG PVM II e leggere la periferica. Nella scheda GENERALE selezionare il codice periferico e abilitare IP-LAN 1. Nella scheda GPRS/IP WEB inserire in Impostazioni di rete i parametri IP locali che si è deciso di assegnare alla periferica e il MAC ADRESS riportato sul modulo IP. In Parametri Centrale principale inserire l indirizzo IP pubblico della centrale opera va e la rela va porta di comunicazione (default 5050). E stata integrata la possibilità di mandare le segnalazioni ad una centrale opera va di backup abilitando nella scheda GENERALE la funzione IP-LAN 2. Abilitandolo si invierà la segnalazione ad un indirizzo IP di una centrale opera va di backup nel caso si presentassero dei problemi. Spuntando la voce Sempre online le segnalazioni verranno inviate contemporaneamente su tu e e due le centrali. L indirizzo IP della centrale di scorta va configurato nella scheda GPRS/IP WEB inserendo in Parametri Centrale di scorta l indirizzo IP pubblico della centrale opera va e la rela va porta di comunicazione (default 5050). 3.4 PVM II TRASMISSIONE DATI SMS Avviare il programma PROG PVM II e leggere la periferica. Nella scheda GENERALE selezionare il codice periferico e abilitare SMS. Nella scheda SMS SERVIZI inserire in NUMERI AUTORIZZATI il numero di cellulare abilitato. Spuntando INVIA SMS verrà inviato un sms per ogni no fica per la quale è stata spuntata NOTIFICA SMS PER: e per ogni variazione di stato delle zone spuntate nella scheda ZONE INGRESSI (dove è possibile scrivere il nome per iden ficare la zona). Selezionando un uscita in ATTIVA USCITA CON SQUILLO è possibile a vare l uscita con uno squillo del NUMERO AUTORIZZATO abbinato. Mandando un SMS al numero della periferica è possibile effe uare delle richieste: N.B. per si intende la password inserita nella scheda UTENTI Esempio SMS per interrogazione rc123456i Esempio SMS per a vare l uscita 1 rc123456a1 Esempio SMS per disa vare l uscita 1 rc123456d1 Dalla scheda SMS SERVIZI si può decidere se acce are le richieste dai soli numeri abilita spuntando Acce a solo numeri abilitata e dalla scheda UTENTI spuntando SMS ing. è possibile scegliere anche quali uten abilitare. Con il tasto INVIA SMS è possibile inviare un sms di test ad un numero dalla periferica per verificarne il corre o funzionamento.

7 3.5 PVM II TRASMISSIONE DATI MAIL Avviare il programma PROG PVM II e leggere la periferica. Nella scheda GENERALE selezionare il codice periferico e abilitare MAIL. Nella scheda MAIL in Parametri MAIL compilare i parametri richies. In Indirizzi Mail inserire nel campo Ogge o Mail l ogge o, in Mio indirizzo l indirizzo che verrà u lizzato per l invio della mail mentre nel campo Mail 1/2/3 gli indirizzi che la riceveranno. In Messaggio MAIL si può inserire facolta vamente un messaggio che verrà aggiunto in coda all evento che ha scatenato l invio della mail. Con Test invio MAIL si può inviare una mail di test per verificare il corre o funzionamento. N.B.: Per u lizzare le mail è necessario avere installato sulla PVM II il modulo IP/LAN ed aver inserito nella scheda GPRS/IP WEB in Impostazioni di rete una configurazione valida 4 GENERALE E PARAMETRI 4.1 INDICATORI DI STATO Nella scheda GENERALE è possibile visualizzare lo stato delle Zone e l eventuale situazione delle Anomalie. In alto è possibile vedere anche lo stato della rete 220V, dell alimentatore 12V, della temperatura e il livello di segnale GPRS. 4.2 AUTOACQUISIZIONE DEL CODICE LIBERO DA CENTRALE E ANALISI DELLA RETE Nella scheda GENERALE, se si è scelto di u lizzare il ve ore radio, è possibile acquisire in modo automa co un codice libero da centrale opera va, creare dire amente l anagrafica e nel caso di più ripe tori scegliere il ripe tore migliore. Premendo sulla freccia azzurra nel campo Schema Rete Radio apparirà un menù dove è possibile con il tasto + aggiungere i ripe tori mentre facendo click con il tasto destro sull icona del ripe tore e poi su ELIMINA e possibile eliminarlo. Una volta aggiunto il ripe tore e possibile modificare il nome e la fascia di ripe zione modificando le scri e preesisten. Completata l operazione premere Salva. Con un doppio click sull icone dei ripe tori o della centrale e possibile abilitarli (le onde radio sulle icone da verdi diventeranno rosse) per effe uare l analisi della rete e quindi scegliere la comunicazione migliore per la PVM II. Premendo ANALISI so o l icona della PVM II verrà effe uata l analisi della rete. Di fianco ad ogni ripe tore o alla centrale verrà visualizzato il rapporto dell analisi con un numero le trasmissioni e le ricezioni andate a buon fine. Per aiutare la scelta sono state date anche delle indicazioni con dei colori: Se il riquadro è rosso vuol dire che il ripe tore o la centrale non hanno ricevuto un segnale valido e quindi non sono da u lizzare; Se il riquadro è giallo vuol dire che il ripe tore o la centrale hanno ricevuto dei segnali validi ma mediocri e sono da u lizzare solamente se non è presente un riquadro verde; Se il riquadro è verde vuol dire che il ripe tore o la centrale hanno ricevuto tu segnali validi e quindi è quello consigliato da u lizzare; Premendo su Richiedi codice è possibile fare la richiesta di un codice libero in centrale per il ripe tore scelto (sarà visibile solo dopo un analisi). Una volta trovato un codice disponibile verrà proposto di salvare o creare un codice con SALVA E CREA CODICE oppure uscire con ESCI. Con SALVA E CREA CODICE la periferica prenderà come codice il codice ricevuto e in centrale opera va verrà creata l anagrafica del nuovo utente con il nome Nuovo codice utente creato da Tecnico xxx. N.B.: In caso di frequenza Duplex, per effe uare un analisi è necessario prima programmare la periferica come segue: in scheda GENERALE nel campo Canale selezionare Dire a nel caso di analisi verso la centrale opera va e invece Via Rep per analisi verso uno o più ripe tori. 5

8 6 4.3 LEGENDA PARAMETRI Protocollo seleziona il po di protocollo u lizzato dalla periferica. Tipo seleziona la pologia della comunicazione, monodirezionale o bidirezionale. Pre me è il tempo di aggancio ponte mol plicato per 100 millisecondi ( di standard è 1 per le frequenze in ISO e 2 per le frequenze in duplex). Tenta vi di trasmissione è il numero di tenta vi di invio della segnalazione in caso che non vada a buon fine al primo tenta vo. Pausa tra i tenta vi è la pausa in secondi tra un invio e l altro in caso di mancata risposta. Persistenza ingressi è il tempo mol plicato per 100 millisecondi in cui deve rimanere a vo o disa vo un ingresso prima che sia rilevato come cambio di stato. Ritardo mancanza rete è il tempo in minu che devono passare senza alimentazione di rete 220V prima che la PVM invii la segnalazione in allarme alla centrale opera va. Tempo blocco radar è il tempo in secondi di a vazione dell uscita BR dalla trasmissione radio. E un uscita nega va da collegare ad un relè in parallelo al radar in modo da mantenere il conta o chiuso nel caso che quest ul mo fosse eventualmente so oposto a disturbo durante una trasmissione radio della PVM. Pausa risposta è il tempo in millisecondi di a esa della PVM prima di rispondere ad un interrogazione da parte della centrale opera va. Segnalazione spontanea è il tempo in ore prima che la periferica invii alla centrale una segnalazione di sopravvivenza (consigliata solo nei sistemi monodirezionali). Controlla TAMPER se viene abilitato la periferica verifica lo stato del tamper. 4.4 CODICI DI RETE In questa sezione vengono inseri i vari codici di rete per i protocolli elenca. Il codice di rete viene u lizzato per una maggior sicurezza nella trasmissione radio perché la trasmissione oltre ad avvenire sulla propria frequenza viene anche criptata con un suo codice che deve essere univoco per tu e le periferiche e per la ricevente in centrale. 4.5 FUNZIONE RIPETITORE Questa funzione verrà spiegata nel paragrafo PARAMETRI USCITE Nei campi di testo è possibile assegnare un nome specifico all uscita. Si può inoltre decidere se l uscita è del po monostabile o bistabile e in caso di quest ul mo po la durata dell a vazione. Un uscita è de a monostabile se viene a vata o disa vata tramite un a vazione da centrale mentre è de a bistabile se viene a vata tramite un a vazione da centrale e si disa va in automa co dopo un tempo prestabilito. 5 FUNZIONI E ACCESSORI 5.1 CENTRALINA Avviare il programma PROG PVM II e leggere la periferica. Nella scheda GENERALE selezionare il codice periferico, il po di trasmissione da e abilitare CENTRALINA, se si usano accessori via radio abilitare anche MODULO RXM4. Nella scheda CENTRALINA selezionare i vari parametri in base alle necessità del cliente N.B.: Nella scheda GENERALE è possibile nel campo Centralina inserire/disinserire le tre Aree. Con click sul pulsante rosa viene inserita l area mentre sul tasto verde viene disinserita

9 N.B.: Nel caso venga u lizzata la centralina con protocollo lento la centralina invierà i seguen ingressi: AREA A AREA B AREA C ALLARME RAPINA MANOMISSIONE BATTERIE RADIO 5.2 ABILITA MODULO RXM4 Avviare il programma PROG PVM II e leggere la periferica. Nella scheda GENERALE selezionare il codice periferico, il po di trasmissione da e abilitare MODULO RXM FUNZIONE RIPETITORE Seguire le indicazioni elencate in PVM II TRASMISSIONE DATI RADIO [paragrafo 3.1]. Nella scheda GENERALE abilitare FUNZIONE RIPETITORE. Nella scheda PARAMETRI in Funzione ripe tore scegliere la fascia di ripe zione e l eventuale cambio canale per codice duplex. Esempio frequenze ISO: Codice periferica 2000; Fascia di ripe zione da Inizio ripe zione 2001 a Fine ripe zione 9999; Cambio Codice 65000; Esempio frequenze DUPLEX: Codice periferica 2000; Fascia di ripe zione da Inizio ripe zione 2001 a Fine ripe zione 9999; Cambio Codice 3000; Nella scheda PARAMETRI in Funzione ripe tore è possibile abilitare Abilitato all avvio. Questa funzione fa si che la PVM venga abilitata come ripe tore alla sua accensione senza effe uare l a vazione da centrale opera va. Nella scheda PARAMETRI in Funzione ripe tore è possibile abilitare Ripe tore intelligente. Questa funzione fa si che il ripe tore verifiche che il pacche o da trasmesso sia consegnato al ripe tore successivo, se ciò non avviene vengono fa altri 5 tenta vi di invio. 5.4 ACCESSO DA WEB Avviare il programma PROG PVM II e leggere la periferica. Nella scheda GENERALE selezionare il codice periferico, il po di trasmissione da e abilitare ACCESSO DA WEB. Nella scheda GPRS/IP WEB è possibile selezionare la porta di comunicazione h p e il nome utente per l accesso. Inoltre è possibile configurare i Parametri DynDNS in modo da poter accedere alla periferica tramite un host personalizzato su dyndns.it. La PVM II supporta solo la modalità compa bile per dyndns.org Per i test WEB, scollegare il cavo USB N.B.: Per u lizzare l accesso da Web è necessario avere installato sulla PVM II il modulo IP/LAN ed aver inserito nella scheda GPRS/IP WEB in Impostazioni di rete una configurazione valida 7

10 8 6 CENTRALINA 6.1 LEGENDA ZONE Per le Zone Filo ON/OFF si devono u lizzare i conne ori situa nella parte ingressi della PVM a riposo se chiuse a GND. Per le Zone Filo Bilanciate si devono u lizzare i conne ori situa nella parte in alto a destra della PVM in allarme (comune = 12V). Se non viene in Abilitata abilita la zona. Area A/B/C assegna la zona ad una o più aree specifiche. 24h la zona manderà ad ogni cambio di stato la segnalazione alla centrale anche ad impianto spento. Normale la zona manderà ad ogni cambio di stato la segnalazione alla centrale solo ad impianto acceso. Ritardata la zona manderà ad ogni cambio di stato la segnalazione alla centrale solo ad impianto acceso e si a verà solo dopo il ritardo preimpostato. Forzata Anche se la zona è in allarme, sarà possibile inserire la rela va area. Una volta inserito l impianto se la zona viene ripris nata da quel momento risulterà allarmata. AUX se spuntato in caso di allarme della zona abiliterà l uscita AUX. Bilanciata con questo sistema la zona deve avere una resistenza da 10 KΩ in serie al tamper e una in parallelo da 10KΩ sul conta o in modo da poter verificare un eventuale sabotaggio o taglio cavo. Supervisione la centralina verificherà dopo un tempo preimpostato l esistenza della zona radio selezionata. Auto Reset quando la zona radio viene allarmata viene ripris nata dopo 3 secondi automa camente (da impostare obbligatoriamente per i radar). N.B.: Per inviare una segnalazione alla centrale opera va ad ogni cambio stato senza generare nessun allarme di una zona filo ON/OFF abilitare la zona senza selezionare nessuna area e spuntare AUX. Per visualizzare lo stato della zona solo via WEB o con APP abilitare la zona senza selezionare nessuna area. 6.2 LEGENDA PARAMETRI Ritardo entrata questo tempo indica il tempo di preallarme in modo da poter perme ere all utente di entrare e disinserire l impianto. Ritardo uscita questo tempo indica il ritardo di inserimento dell impianto in modo da poter perme ere all utente di uscire. Timeout sirena dopo il tempo impostato la sirena in caso di allarme si spegne e in sistema si ripris na ad impianto inserito. Supervisione è ogni quanto la centralina effe ua una verifica l esistenza delle zone radio. Inseritore spuntandolo si abilita l u lizzo di una chiava impulsiva e l ingresso abbinato. Parzializzazione questo è il tempo in cui si possono dare più impulsi con una chiave impulsiva fuori il quale la periferica prenderà l impulso come un nuovo comando. Buzzer disabilita il cicalino interno della periferica. 6.3 LEGENDA TASTIERE VIA FILO Tas ere Filo indica il numero di tas ere via filo abbinate all impianto. Con un tasto Totale abilitandolo premendo il tasto OK si inserirà l impianto totale senza inserire il codice. Con un tasto area A/B/C abilitandolo premendo il tasto con la le era dell area inserirà l area scelta senza inserire il codice.

11 6.4 INSERIMENTI E DISINSERIMENTI PROGRAMMATI Abilitando la Schedulazione si potrà scegliere un eventuale inserimento/disinserimento dell area ad un orario prestabilito automa camente selezionando il giorno, il po di fascia e spuntando la rela va area da inserire/disinserire. Esistono tre pi di fasce: F1,F2 e F3. Per F1 e F2 è possibile selezionare gli orari di inserimento/disinserimento sulla destra, F3 invece viene u lizzata per non far effe uare nessun operazione all impianto. N.B.: se l orario impostato è non verrà effe uata nessuna operazione sull impianto 6.5 MODULI RADIO AGGIUNTIVI Per u lizzare i moduli radio aggiun vi abilitare il MODULO RXM4 come riportato nel paragrafo 5.2. Selezionare i moduli radio aggiun vi solo se realmente installa. N.B.: Per i moduli Telelogos o Telecheck in caso di a vazione o disa vazione dell impianto a causa della trasmissione via radio ci può essere un ritardo da 6/12 secondi prima della visualizzazione dello stato (l a vazione o disa vazione è comunque immediata) 7 MANUALE PER SENSORISTICA RADIO 48BIT 7.1 IMPOSTAZIONE DEL CODICE IDENTIFICATIVO DEI TRASMETTITORI La procedura di autoapprendimento del codice iden fica vo è molto semplice: Alimentare l accessorio con l apposita ba eria. Premere il tasto PROG per entrare in programmazione. L entrata in programmazione è visualizzata dall accensione di entrambi i led. DALL ENTRATA IN PROGRAMMAZIONE AVETE POCHI SECONDI PER LA PROGRAMMARE IL VOSTRO TRASMETTITORE. La selezione dei dip switch è visualizzata tramite l accensione dei led + o che si trovano all interno di ogni trasme tore Il pulsante prog consente di passare da una condizione all altra, mentre il pulsante ok conferma la situazione visualizzata. Per non variare la condizione visualizzata è sufficiente premere dire amente il tasto ok. Eseguire la selezione per ognuno degli o o switch di indirizzamento, ricordando che gli ul mi tre switch consentono di definire il canale interessato (tabella di riferimento paragrafo 16.1). Finita la programmazione dell o avo switch, i due led + e - lampeggeranno per significare la registrazione della programmazione. 7.2 AUTOAPPRENDIMENTO DEI TRASMETTITORI Me ere l RXM 4 in autoapprendimento (tenendo premuto il tasto RADIO su di esso per circa 2 secondi). Provocare la trasmissione di un trasme tore precedentemente programmato stando a breve distanza dalla centrale. Se i 3 led del RXM 4 scorrono velocemente il codice iden fica vo è stato programmato, in caso contrario ripetere la procedura. N.B.: U lizzando più accessori con lo stesso canale radio (i primi 5 switch uguali) è sufficiente apprendere un solo accessorio. N.B.: La manomissione dei trasme tori si ripris na dopo AUTOAPPRENDIMENTO TELECOMANDI CRYPTO Per registrare un telecomando (max. 32), premere il tasto CRYPTO per circa un secondo sul RXM 4, quando finiscono gli scorrimen dei leds, provocare l invio del codice premendo un qualsiasi tasto del telecomando. I codici dei telecomandi vengono registra in maniera sequenziale, l uno dopo l altro, così come registra. Per cancellare tu i telecomandi, premere simultaneamente per circa 1 secondo sia il tasto CRYPTO che il tasto RESET. 9

12 7.4 AUTOAPPRENDIMENTO TASTIERA RADIOPAD Seguire la procedura di autoapprendimento dei trasme tori [paragrafo 7.2] Il canale radio della tas era (i primi 5 dip virtuali) è iden co a quello dei trasme tori, ma l indirizzo radio (ul mi 3 dip) devono essere sempre allo stato. 8 UTENTI 8.1 LEGENDA UTENTI Sulla sinistra viene riportato il numero iden fica vo dell utente da 1 a 32 e con il tasto rosa è possibile visualizzare la password. Password in questo campo viene inserita la password abbinata all utente. Funzioni Tas era: Abil. abilita l utente abbinato all u lizzo della tas era. Vedi log abilita l utente abbinato alla visione degli ul mi avvenimen da tas era. Area A/B/C abilita l utente abbinato all inserimento/disinserimento delle aree da tas era. Solo Ins. abilita l utente abbinato ad inserire l impianto di allarme ma non a disinserirlo da tas era. Prog base abilita l utente abbinato ad accedere alle funzioni di programmazione base da tas era. Prog Avan. abilita l utente abbinato ad accedere alle funzioni di programmazione avanzata da tas era. HTTP abilita l utente abbinato all accesso alla PVM a raverso Web. SMS ing. consente alla PVM di autorizzare le richieste sms dell utente abbinato. Controllo accessi: Registra Accesso registra in un log gli accessi dell utente abbinato. Comando accesso a va uscita quando l utente abbinato effe ua l accesso verrà a vata l uscita abbinata alla tas era vincolata (es. tas era 1 uscita 1). Vincola Tas ere 01/16 vincola l utente abbinato all u lizzo delle tas ere spuntate, se non è presente nessuna spunta l utente potrà u lizzare qualsiasi tas era. 9 CRYPTO 9.1 LEGENDA CRYPTO Sulla sinistra viene riportato il numero iden fica vo del telecomando da 1 a 32. Abil. abilita il telecomando abbinato al numero iden fica vo. Ul mo ricevuto indica da quale telecomando è stata ricevuta l ul ma segnalazione. Centralina: TOTALE A-B-C consente al telecomando di inserire/disinserire l impianto totale. Area A/B consente al telecomando di inserire/disinserire la rela va area. Solo Ins. consente al telecomando di effe uare solo l inserimento. Opzioni: Tasto 1/4 Uscita 1/4 abilitando questa opzione alla pressione del tasto indicato verrà a vata l uscita abbinata. Tasto 4 Uscita 1 EMERGENZA abilitando questa opzione alla pressione del tasto 4 verrà a vata l uscita 1 e inviata una segnalazione di emergenza alla centrale. Tasto 1234 Uscita 1 EMERGENZA abilitando questa opzione alla pressione di qualsiasi tasto verrà a vata l uscita 1 e inviata una segnalazione di emergenza alla centrale N.B.: Nel caso si presen un anomalia o una manomissione all impianto quando si proverà ad inserire si verrà avver con una nota acus ca. Per procedere con l inserimento sarà necessario inviare una presa visione dell anomalia mandando un disinserito. 10

13 10 PROXY 10.1 LEGENDA IMPOSTAZIONI CHIAVI PROXY E PROXYCARD Sulla sinistra viene riportato il numero iden fica vo della chiave proxy da 1 a 32. Chiavi proxy: Abil. abilita la proxy card abbinata al numero iden fica vo. Area A/B/C consente alla proxy card abbinata di inserire/disinserire la rela va area. Solo Ins. consente alla proxy card abbinata di effe uare solo l inserimento. Ul mo RX indica da quale proxy è stata ricevuta l ul ma segnalazione. Presente se acceso segnala che la proxy è già stata acquisita. Acquisisci serve per acquisire una proxy card. Si deve premere su acquisisci e poi passare la proxy card sulla tas era. Controllo accessi: Registra Accesso registra in un log gli accessi della proxy card abbinata. Comando accesso a va uscita quando la proxy card abbinata effe ua l accesso verrà a vata l uscita abbinata alla tas era vincolata (es. tas era 1 uscita 1). Vincola Tas ere 01/16 vincola la proxy card abbinata all u lizzo delle tas ere spuntate, se non è presente nessuna spunta la proxy card si potrà u lizzare su qualsiasi tas era. 11 STORICO 11.1 STORICO In questa scheda è possibile visualizzare un log di tu o lo storico. Dal menù a tendina sulla destra è possibile scegliere quante segnalazioni visualizzare e se visualizzare lo STORICO SISTEMA o lo STORICO EVENTI. E possibile inoltre con il tasto SALVA STORICO esportare in un file lo storico e spuntando Elimina Storico cancellare lo storico di sistema con CANCELLA SISTEMA o cancellare lo storico degli even con CANCELLA EVENTI 12 APPUNTI 12.1 APPUNTI In questa scheda è possibile memorizzare degli appun sulla PVM II come ad esempio lo schema dei dip switch del materiale 48 BIT o lo schema dei collegamen 13 RADIO 13.1 LEGGERE I PARAMETRI DI UNA RADIO Selezionare il po di radio in alto a destra con i pulsan RADIO VHF e RADIO UHF. Click sul pulsante LEGGI RADIO. N.B.: Funziona solo con radio CTE DM10 di ul ma generazione fornite da Micrologic 11

14 13.2 MODIFICARE I PARAMETRI DI UNA RADIO Una volta le i parametri della radio [paragrafo 13.1] è possibile modificarli: Parametri Canali: AGGIUNGI perme e di aggiungere un canale radio. CANCELLA perme e di cancellare il canale radio selezionato. DUPLICA CANALE duplica il canale radio selezionato. TONI apre una nuova finestra dove è possibile inserire un tono sul canale radio selezionato. LISTA CANALI apre una nuova finestra dove è possibile visualizzare i parametri di tu i canali radio e stampare uno specchie o. Frequenza (MHz/KHz): TX qui viene impostata la frequenza in trasmissione dell apparato radio. RX qui viene impostata la frequenza in ricezione dell apparato radio. ISO (TX=RX) imposta la stessa frequenza sia in trasmissione che in ricezione. Radio Mono da selezionare se sulla PVM è installata una radio monodirezionale. Power WATT imposta la potenza in Wa dell apparato radio. Parametri generali: MODULAZIONE apre una nuova finestra dove è possibile modificare la modulazione dell apparato radio. TX TIMEOUT apre una nuova finestra dove è possibile impostare i secondi di meout nel caso che la radio rimanga bloccata in trasmissione. SQUELCH apre una nuova finestra dove è possibile modificare il livello dello squelch. Una volta effe uate le modifiche desiderate click su SCRIVI RADIO per salvare le modifiche sulla radio APRI/SALVA FREQUENZA E possibile salvare la programmazione dell apparato radio facendo SALVA FREQUENZA in modo da poter avere a disposizione la programmazione corre a e andare a riaprirla facendo clic su APRI FREQ.VHF/UHF 14 STATI LOGICI 14.1 STATI LOGICI E possibile far effe uare delle operazioni automa che alla PVM II per a vare le uscite in conseguenza a dei cambi di stato degli ingressi. I numeri sulla destra iden ficano il numero della regola che deve rispe are la periferica per avere il risultato. Per effe uare le operazioni si devono abilitare le regole con la spunta Abilita selezionare l Operando 1 (un ingresso da 1 a 16) ed il suo stato (a vato o disa vato), l Operatore (AND=E o OR=O), l Operando 2 (un ingresso da 1 a 16) con il suo stato (a vato o disa vato) ed infine il Risultato con il suo stato (a va o disa va) che funzionerà sull uscita abbinata. Se si verificherà la situazione specificata si o errà il risultato selezionato. 15 BARRA DEGLI STRUMENTI 15.1 FILE Dal menù File è possibile con: Apri aprire una configurazione salvata e visualizzarla. Salva salvare la configurazione corrente o precedentemente aperta nella stessa posizione. Salva Nuovo salvare la configurazione corrente in una nuova posizione mostra le ul me configurazioni salvate. Esci chiude il programma. 12

15 15.2 STRUMENTI Dal menù Strumen è possibile con: Aggiungi Licenza perme e di aggiungere al PROG PVM una nuova licenza per programmare le periferiche di un altra vigilanza. Mostra Licenze perme e di visualizzare le licenze installate. Parametri LAN perme e di modificare i parametri per programmare la periferica a raverso la centrale opera va via LAN o GPRS. Modifica Password perme e di modificare la password di acceso del PROG PVM II AGGIORNAMENTI Dal menù Aggiornamen è possibile con: Verifica Aggiornamen verificare se sono presen nuovi aggiornamen sia per il programma sia per la versione firmware della PVM II. Una volta scaricato l aggiornamento si deve premere sul tasto azzurro AGGIORNA Firmware Ver. x.xxx oppure con il tasto rosa AGGIORNA DA FILE prendere il firmware scaricato in precedenza da un altro pc scegliendo il percorso 15.4? Dal menù Aggiornamen è possibile con: Guida verrà visualizzata la guida in linea. Numero di serie verrà visualizzato il numero di serie della periferica. Centrale verrà visualizzato il nome della centrale abbinata alla periferica. 16 TABELLE DI PROGRAMMAZIONE PER GLI ACCESSORI 16.1 TABELLE DI PROGRAMMAZIONE PER GLI ACCESSORI NOTE: CANALE RADIO (DA PERSONALIZZARE) CANALE 1/16 CANALE INDIRIZZATO DIP 1 DIP 2 DIP 3 DIP 4 DIP 5 DIP 6 DIP 7 DIP 8 TRASMETTITORE CODICE IDENTIFICATIVO PRIMI 5 DIP CANALE RADIO ULTIMI 3 DIP ZONA e - 2 RADIOPAD A PIACERE (UGUALE A TUTTI I TRASMETTITORI) e e - + e e e e e e e e - + e e - + e - + e e - + e e N.B.: Il canale radio deve essere iden co per tu gli accessori 13

16 SPECIFICHE E CONTROLLO BATTERIA La ba eria u lizzata per l alimentazione in caso di mancanza rete è una ba eria ricaricabile 12V 7.0Ah. N.B.: ATTENZIONE! PERICOLO DI ESPLOSIONE SE LA BATTERIA E SOSTITUITA CON ALTRA DI TIPO ERRATO. Per il controllo della ba eria è necessario che il cavo nel conne ore NTC sia collegato. La ba eria viene controllata ogni 60 minu SPECIFICHE PER LO SMALTIMENTO Non essendo un rifiuto solido urbano l apparecchiatura e la ba eria vanno smal te secondo le norme vigen e locali in materia di rifiu di apparecchiature ele riche ed ele roniche (RAEE). In nessun caso i rifiu di qualsiasi natura vanno dispersi nell ambiente in quanto possono risultare dannosi per la salute e per l ambiente stesso SPECIFICHE PER L INSTALLAZIONE Il montaggio e il fissaggio dell apparecchio sono a cura dell installatore da effe uare secondo le vigen norma ve CE. L apparecchio va u lizzato in un impianto contenente un interru ore magnetotermico e un interru ore differenziale con corrente di intervento ΔN=30mA. Prevedere dei passacavi per il fissaggio del cavo di alimentazione in modo da non trasferire forze di trazione sulle connessioni ele riche. La periferica dovrà sempre essere disposta in posizione ver cale, con l antenna verso l alto, ad almeno 30/40 cm dal soffi o e se possibile accertarsi che non vi siano par in metallo ( po armature del muro o altro) nelle immediate vicinanze. La periferica deve essere alimentata con una tensione di V 50 Hz ed ha una canalizzazione di 12.5 KHz. Il modello PVM II VR ha un consumo di 0,6A mentre il modello PVMII UR ha un consumo di 0,4A. Micrologic CENTRALI OPERATIVE E SISTEMI DI SICUREZZA MODELLO PVM II UR - PVM II UR-M - PVM II VR - PVM II VR-M PVM II UR - PVM II VR : PERIFERICHE RADIO BIDIREZIONALE CON FUNZIONE CENTRALE D ALLARME E FUNZIONE RIPETITORE DIGITALE ATIPICO CON POSSIBILTA DI UTILIZZO IN BASE ALLA CONFIGURAZIONE, SINGOLARMENTE O IN CONTEMPORANEA AL VETTORE RADIO, DEI VETTORI GPRS/IP. PVM II UR-M - PVM II VR-M : PERIFERICHE RADIO MONODIREZIONALI CON FUNZIONAMENTO,STRUTTURA, CARATTERISTICHE ELETTRICHE, ELETTRONICHE E COMPONENTISTICA IDENTICHE ALLE APPARECCHIATURE PVM II UR PVM II- VR DIFFERENZIANDOSI PER LA MANCANZA DELLA PARTE RICEVITORE (SOLO TX) DELL APPARATO RADIO E DELLA MANCANZA DELLA FUNZIONE DI RIPETITORE DIGITALE ATIPICO. R&TTE Declara on of Conformity MICROLOGIC Via Brodolini n Crevoladossola (VB) declare under the sole responsibility that the following product, Model: PVM II UR / PVM II VR / PVM II UR-M / PVM II VR-M to which this declara on relates is in conformity with the essen al requirements and other relevant requirements of the R&TTE Direc ve (1995/5/EC). The product is in conformity with the following standards and/or other norma ve documents: HEALTH&SAFETY (Art.3(1)(a)): EN 55022(2009)-EN 55024(2012)-EN (2007)+A1/A2(2011) EMC (Art.3.1(b): EN V EN V SPECTRUM (Art.3.2): EN V The technical documenta on relevant to the above equipment will be held at: MICROLOGIC Via Brodolini n Crevoladossola (VB) - - tel fax Data Firma e mbro Sebas ano Caridi

Manuale utente. MIra. venitem.com

Manuale utente. MIra. venitem.com Manuale utente MIra venitem.com INDICE TASTIERA 1. Segnalazione sulla tastiera 2. Segnalazione sul display durante il normale funzionamento 3. Segnalazione sul display dopo la digitazione di un Codice

Dettagli

Sistemi di allarme serie Comfort

Sistemi di allarme serie Comfort Sintesi di programmazione dei Sistemi di allarme serie Comfort A cura dell Ing. Generoso Trisciuzzi Prima attivazione della tastiera 1. Selezionare la lingua : + OK OK Italiano 2. Selezionare il codice

Dettagli

Italiano. Manuale di uso e installazione. Serie GSM. MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso.

Italiano. Manuale di uso e installazione. Serie GSM. MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso. Italiano Serie GSM MINI Manuale di uso e installazione MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso. Indice Descrizione delle funzioni del dispositivo 3 Descrizione dei

Dettagli

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528 MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CAF528 è una centrale di semplice utilizzo da parte dell utente il quale può attivare l impianto in modo totale o parziale per mezzo dei PROGRAMMI

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli

Installazione e configurazione

Installazione e configurazione Installazione e configurazione Il sistema di archiviazione su Cloud studiato per gli Avvoca INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO SAFEBOX Prerequisi 1. SafeBox deve essere installato esclusivamente

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 30 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 30 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led giallo: se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

Guida rapida per l installazione della centrale Agility 1

Guida rapida per l installazione della centrale Agility 1 Guida rapida per l installazione della centrale Agility Per maggiori informazioni fare riferimento al manuale Installatore della Agility scaricabile sul nostro sito: www.riscogroup.it Grazie per aver acquistato

Dettagli

rx8m Manuale d installazione ricevitore DUEVI s.n.c. Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino)

rx8m Manuale d installazione ricevitore DUEVI s.n.c. Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino) ricevitore rx8m...hi-tech SECURITY DEVICES Manuale d installazione DUEVI s.n.c. d i M o r a & S a n t e s e Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino) Sede operativa: Via Bard, 12/A - 10142 Torino

Dettagli

ifish64gsm MANUALE D USO MHz CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. Italian Quality Cod. 25735 CARATTERISTICHE TECNICHE

ifish64gsm MANUALE D USO MHz CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. Italian Quality Cod. 25735 CARATTERISTICHE TECNICHE ifish64gsm Cod. 25735 CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. 868 MHz MANUALE D USO CARATTERISTICHE TECNICHE - Trasmettitore ibrido con filtro SAW 868 MHz. - Alimentazione con batteria al litio da 3,6 V 1Ah con

Dettagli

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility Procedure per l upgrade del firmware dell Agility L aggiornamento firmware, qualsiasi sia il metodo usato, normalmente non comporta il ripristino dei valori di fabbrica della Centrale tranne quando l aggiornamento

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 5. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 5. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 5 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 5 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led 1 giallo : se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME ( MANUALE PROVVISORIO DI FUNZIONAMENTO ED USO CARATTERISTICHE TECNICHE) 1.0 DESCRIZIONE GENERALE DI FUNZIONAMENTO Il ricevitore AR-32 Plus,

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB

CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB La centrale Technoweb è una centrale a con 8 ingressi di allarme. Le 8 zone/ingressi sono suddivise su 2 aree. Funzione tempo di ingresso e tempo di uscita, possibilità di

Dettagli

EasyCon GSM. Manuale di Installazione

EasyCon GSM. Manuale di Installazione Manuale di Installazione SOMMARIO Descrizione delle funzioni del dispositivo... pag. 3 Descrizione dei terminali della morsettiera... pag. 3 Istruzioni per l installazione... pag. 3 Segnalazioni LED...

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 Applicazione Integrazione di tutta la gamma di Centrali Techno (Technodin, Techno32, Techno88 e Techno200)

Dettagli

Guida Rapida Utente. 8. Per completare la registrazione aprire il messaggio e-mail ricevuto subito. 4. Cliccare su INVIO.

Guida Rapida Utente. 8. Per completare la registrazione aprire il messaggio e-mail ricevuto subito. 4. Cliccare su INVIO. Guida Rapida Utente Congratulazioni per aver scelto il Sistema di Sicurezza LightSYS di RISCO. Questa Guida Rapida descrive le funzioni utente principali del prodotto. Per consultare il manuale utente

Dettagli

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Centrale Antifurto C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Manuale per l'utente 24832301-08-02-10 GLOSSARIO Zone o Ingressi Per Zone o Ingressi, si intendono le fonti da cui provengono gli allarmi, che possono

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione marzo 2008 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Schema generale.. Descrizione morsetti. Programmazione

Dettagli

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo IInttroduziione La centrale di allarme RF5000 (LEVEL 5) nasce con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di un impianto di allarme

Dettagli

MONO-PLUS-2012 MONO M8-1 CON FUNZIONI INTEGRATE DI CENTRALINA

MONO-PLUS-2012 MONO M8-1 CON FUNZIONI INTEGRATE DI CENTRALINA EOS TECH Srl Via Melegnano, 10 20019 Settimo Milanese (MI) Tel. 02/48929280 Fax 02/48929284 DOCUMENTAZIONE TECNICA EOS TECH MONO-PLUS-2012 MONO M8-1 CON FUNZIONI INTEGRATE DI CENTRALINA Per consentire

Dettagli

LINCE ITALIA S.p.A. MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008

LINCE ITALIA S.p.A. MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 Radio RX4 Ricevitore Art.: 1780 MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO 1 Generalità...3 2 Caratteristiche Tecniche...3

Dettagli

DS38SL Centrale Radio con display

DS38SL Centrale Radio con display DS38SL Centrale Radio con display INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE La centrale è stata realizzata per permettere l installazione di un sistema d allarme dove non è possibile, o non si ritenga opportuno

Dettagli

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox Manuale di Installazione ed Uso - Versione 1.0 - Indice INTRODUZIONE 3 SCHEDA E COLLEGAMENTI 3 LED DI SEGNALAZIONE DELLO STATO OPERATIVO 4 DEFAULT RESET 4 PROGRAMMAZIONE 4 wizard tecnico 5 FUNZIONE INGRESSI

Dettagli

COMBY GSM BUS. Combinatore GSM su BUS 485. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2

COMBY GSM BUS. Combinatore GSM su BUS 485. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2 COMBY GSM BUS Combinatore GSM su BUS 485 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2 Manuale di installazione ed uso Made in Italy 1 PRIMA DI INSTALLARE IL SISTEMA LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE PARTI DEL PRESENTE MANUALE.

Dettagli

Centrale Radio S64R Manuale utente. Edizione 1.0

Centrale Radio S64R Manuale utente. Edizione 1.0 Centrale Radio S64R Manuale utente Edizione 1.0 ª2002 Tutti i diritti riservati Prodotto distribuito da: Securforce Srl - Milano Centralino: +39 02 48926456 Fax: +39 02 48919252 Internet: e-mail: Edizione

Dettagli

Manuale PC. MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY. venitem.com

Manuale PC. MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY. venitem.com Manuale PC MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY venitem.com 2 venitem.com INDICE COLLEGAMENTO DEL CAVO TRA CENTRALE E PC ABILITARE LA CENTRALE PER IL COLLEGAMENTO AVVIARE IL COLLEGAMENTO MENU DI

Dettagli

SERIE RUNNER. Manuale veloce di installazione. Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1

SERIE RUNNER. Manuale veloce di installazione. Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1 SERIE RUNNER Manuale veloce di installazione Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1 Sommario: 0.0 Avvertenze pag. 3 0.1 Introduzione pag. 3 0.2 Prima di iniziare pag. 3 1.0 Inizio

Dettagli

Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE

Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE Generalità pag. 2 Caratteristiche pag. 2 Modo di funzionamento pag. 3 Collegamenti pag. 3 Visualizzazioni pag. 4 Eventi pag. 4 Allarme pag. 4 Tamper pag. 4 Batteria scarica

Dettagli

ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1

ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1 www.sistel-elettronica.it info@sistel-elettronica.it support@sistel-elettronica.it ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1 INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE Modulare, semplice

Dettagli

Guida Rapida per l installazione

Guida Rapida per l installazione Guida Rapida per l installazione Per maggiori informazioni fare riferimento al Manuale Installatore dell Agility Scaricabile sul nostro sito: www.riscogroup.it Indice 1. INSTALLARE L UNITÀ PRINCIPALE 3

Dettagli

MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE. IS09005 Rev.B

MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE. IS09005 Rev.B MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE IS09005 Rev.B MANUALE UTENTE CENTRALI DOMINA 10 e 5 Le descrizioni fatte per la Domina 10 sono valide anche per la Domina 5 che gestisce di base solo 5 zone.

Dettagli

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS Le centrali di allarme G-Quattro plus (4 zone) e G-Otto plus (8 zone) nascono con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di impianti di allarme di

Dettagli

B0SEAL01 Sirena da esterno per sistema wireless B0

B0SEAL01 Sirena da esterno per sistema wireless B0 BPT Spa PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it B0SEAL01 Sirena da esterno per sistema

Dettagli

Manuale istruzioni. 01931 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA

Manuale istruzioni. 01931 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA Manuale istruzioni 093 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA RADIOCLIMA Indice. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Installazione 2 4. Collegamenti 3 5. Comandi e segnalazioni del comunicatore

Dettagli

Software di programmazione

Software di programmazione Software di programmazione TwinLoad MANUALE D INSTALLAZIONE E D USO Indice 1. Presentazione... 3 2. Installazione del software... 4 3. Programmazione in locale... 6 3.1 Procedura... 6 3.2 Accesso al sistema...

Dettagli

www.securemme.it E-mail: info@securemme 1

www.securemme.it E-mail: info@securemme 1 www.securemme.it E-mail: info@securemme 1 INDICE CONTENUTI Contenuto confezione Descrizione Cara eris che tecniche Avvertenze Installazione Configurazione installatore Configurazione proprietario 2 3 4

Dettagli

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione Ver. 1.1 Manuale d uso e configurazione Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, Imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Sistemi professionali di allarme senza fili.

Sistemi professionali di allarme senza fili. Sistemi professionali di allarme senza fili. PROFESSIONAL ALARM SYSTEMS OGNI PERSONA DESIDERA PROTEZIONE E SICUREZZA, CONDIZIONI INDISPENSABILI PER POTER VIVERE TRANQUILLI. GT CASA ALARM. I SENZA FILI,

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Manuale per la configurazione dei dispositivi radiofrequenza quando utilizzati con il sistema antintrusione via bus Istruzioni

Manuale per la configurazione dei dispositivi radiofrequenza quando utilizzati con il sistema antintrusione via bus Istruzioni Eikon Arké Idea Plana 20493 19493 16943 14493 Manuale per la configurazione dei dispositivi radiofrequenza quando utilizzati con il sistema antintrusione via bus Istruzioni Il presente manuale è necessario

Dettagli

Fig. 1. Fig. 2 Fig. 3 6 6 Alloggiamento S I M - C A R D. Fig. 4

Fig. 1. Fig. 2 Fig. 3 6 6 Alloggiamento S I M - C A R D. Fig. 4 Fig. 1 1 Morsetto a 6 Poli Uscite: Relè, On-Off, Aux1 - Aux2 2 J4: Ponticello di Reset Totale e Configurazione D e f a u l t 3 C o n n e t t o re 8 Poli: Alimentazione e I n g ressi 1-2-3 4 Relè Allarme:

Dettagli

Manuale MOBILE APP EVOLUZIONE UFFICIO

Manuale MOBILE APP EVOLUZIONE UFFICIO Manuale MOBILE APP EVOLUZIONE UFFICIO Guida per terminali ANDROID Release 1.1 1 Sommario 1 INTRODUZIONE... 3 2 INSTALLAZIONE DELL APP... 4 3 AVVIO DELL APP... 6 4 EFFETTUARE UNA CHIAMATA... 7 4.1 SERVIZIO

Dettagli

GESCO MOBILE per ANDROID

GESCO MOBILE per ANDROID GESCO MOBILE per ANDROID APPLICAZIONE PER LA GESTIONE DEI DISPOSITIVI GSM GESCO aggiornamenti su www.gesco.it GUIDA ALL USO Vi ringraziamo per aver scelto la qualità dei prodotti GESCO. Scopo di questa

Dettagli

CASSIOPEA MONO. Manuale d uso e d'installazione PERIFERICHE RADIO SERIE. PE PROSERVICE ELETTRONICA S.r.l. 1/41. Manuale_Cassiopea_MONO_rev1.0.

CASSIOPEA MONO. Manuale d uso e d'installazione PERIFERICHE RADIO SERIE. PE PROSERVICE ELETTRONICA S.r.l. 1/41. Manuale_Cassiopea_MONO_rev1.0. PERIFERICHE RADIO SERIE CASSIOPEA MONO Manuale d uso e d'installazione 1/41 Precauzioni di sicurezza Le seguenti precauzioni generali di sicurezza dovranno tassativamente essere osservate durante tutte

Dettagli

MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM

MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM Grazie per aver acquistato il W60. Con questo dispositivo Dual SIM potrete facilmente effettuare telefonate, mandare e ricevere SMS, con una copertura di rete

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Guida AlienMobile. ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE

Guida AlienMobile. ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE Guida AlienMobile ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE 1 Centrali anti-intrusione Indice dei contenuti Indice dei contenuti................................

Dettagli

Serie 70. The Future Starts Now. Termometro digitale Temp70. Temp70 RTD Professional

Serie 70. The Future Starts Now. Termometro digitale Temp70. Temp70 RTD Professional Serie 70 Termometro digitale Temp70 Temp70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Termometro Temp70 _ Ver. 1.0 01/2014 Indice dei contenuti

Dettagli

MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL

MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL MANUALE INSTALLATORE CAR WASH GENIO ITALIA si riserva il diritto di apportare modifiche o miglioramenti ai propri prodotti in qualsiasi momento senza alcun preavviso.

Dettagli

Ghiera per impostazione dell orario. Impostazione Numeri Rapidi 2, 3, 4, 5 & 6

Ghiera per impostazione dell orario. Impostazione Numeri Rapidi 2, 3, 4, 5 & 6 Manuale d uso Watch Phone Questo apparecchio combina la funzione di orologio e telefono. Può essere utilizzato per fare e ricevere chamate. Prima dell utilizzo è consigliabile impostare l orario tirando

Dettagli

Videocamera HD porta auto

Videocamera HD porta auto Videocamera HD porta auto Manuale d'uso per Grazie per aver scelto la nostra videocamera per auto HD720p. Si prega di leggere a entamente il presente manuale prima di u lizzare il disposi vo. Aspe o del

Dettagli

AL SICURO LA TUA CASA E IL TUO LAVORO. Assistenza Tecnica e distribuzione Italia Cell. 366 2756359 - Cunicella Massimo

AL SICURO LA TUA CASA E IL TUO LAVORO. Assistenza Tecnica e distribuzione Italia Cell. 366 2756359 - Cunicella Massimo AL SICURO LA TUA CASA E IL TUO LAVORO Assistenza Tecnica e distribuzione Italia Cell. 366 2756359 - Cunicella Massimo Caratteristiche principali Tastiera LCD retro illuminata, 4 righe Combinatore telefonico

Dettagli

Modulo GPRS per la gestione a distanza via GSM degli apparecchi a pellet MANUALE UTENTE

Modulo GPRS per la gestione a distanza via GSM degli apparecchi a pellet MANUALE UTENTE Modulo GPRS per la gestione a distanza via GSM degli apparecchi a pellet MANUALE UTENTE Per una corretta installazione ed utilizzo rispettare scrupolosamente le indicazioni riportate in questo manuale.

Dettagli

EL35.002 MANUALE UTENTE. Telecontrollo GSM

EL35.002 MANUALE UTENTE. Telecontrollo GSM EL35.002 Telecontrollo GSM MANUALE UTENTE Il dispositivo EL35.002 incorpora un engine GSM Dual Band di ultima generazione. Per una corretta installazione ed utilizzo rispettare scrupolosamente le indicazioni

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326)

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326) w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326) 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Vista D insieme.. Visualizzazione

Dettagli

ProCon GSM. Manuale di Installazione

ProCon GSM. Manuale di Installazione Manuale di Installazione SOMMARIO Descrizione delle funzioni del dispositivo... pag. 3 Descrizione dei terminali della morsettiera... pag. 3 Istruzioni per l installazione... pag. 3 Segnalazioni LED...

Dettagli

DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE

DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE La centrale è stata realizzata per permettere l installazione di un sistema d allarme dove non è possibile, o non si ritenga opportuno per vari

Dettagli

Contatto magnetico wireless

Contatto magnetico wireless Contatto magnetico wireless Il contatto magnetico wireless MAG HCS e MAG M5026 è un sensore in grado rivelare l apertura o chiusura di porte o finestre e trasmettere via radio la segnalazione d allarme.

Dettagli

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS SelCONTROL-2 OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS Il SelCONTROL è la risposta a quegli utilizzatori, stampisti in particolare, che

Dettagli

Attenzione: non procedere con nessuna operazione finché non sia stata eliminata ogni segnalazione di sabotaggio.

Attenzione: non procedere con nessuna operazione finché non sia stata eliminata ogni segnalazione di sabotaggio. 5.4.5 RIVELATORE OTTICO DI FUMO 1. Rimuovete la calotta, se il sensore non è già aperto. 2. Fissate la base del sensore a soffitto con dei tasselli, posizionandola in modo che la freccia presente sulla

Dettagli

4 ACQUISIZIONE DEI DISPOSITIVI

4 ACQUISIZIONE DEI DISPOSITIVI TELESORVEGL.iatore CHIAMATA CICLICA pag. 81 BACKUP TELESORV. pag. 81 RISPONDITORE pag. 81 SCRIVI SMS pag. 81 CANCELLA SMS pag. 81 PRIORITA INVIO PSTN pag. 81 GSM pag. 81 TIPO RETE TELEF.onica PSTN pag.

Dettagli

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MCA 808GSM Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Il codice di default è 67890 All accensione La centrale effettua una serie di TEST. Tali Test sono evidenziati dall

Dettagli

InterCom GSM. Manuale di Installazione

InterCom GSM. Manuale di Installazione Manuale di Installazione Sommario Descrizione delle funzioni del dispositivo... Pagina 3 Descrizione dei terminali della morsettiera... Pagina 3 Vantaggi... Pagina 4 Installazione e configurazione... Pagina

Dettagli

SISTEMA HS 3.33 MANUALE INSTALLAZIONE

SISTEMA HS 3.33 MANUALE INSTALLAZIONE SISTEMA HS 3.33 MANUALE INSTALLAZIONE INDICE PREMESSA. pag.1 1. Caratteristiche Tecniche..... pag.2 2. Funzioni Sistema... pag.2 2.1 Modalità di Attivazione e Disattivazione 2.2 Funzione antifurto 2.3

Dettagli

Ricevitore radio supervisionato - RX16 - Manuale utente 1.0

Ricevitore radio supervisionato - RX16 - Manuale utente 1.0 Ricevitore radio supervisionato - RX16 - Manuale utente 1.0 ª2002 Tutti i diritti riservati Prodotto distribuito da: Securforce Srl Internet: www.securforce.com e-mail: supporto.tecnico@securforce.com

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

Dimensioni (mm) Programmazione settimanale con 6 orari di ON e OFF per ogni giorno. Regolazione temperatura dell acqua: 0 100 C

Dimensioni (mm) Programmazione settimanale con 6 orari di ON e OFF per ogni giorno. Regolazione temperatura dell acqua: 0 100 C Centralina di regolazione per la gestione locale e a distanza di impianti termici e tecnologici complessi - MASTER Il regolatore è utilizzato negli impianti particolarmente complessi dove, per risolvere

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 Sistemi di installazione intelligente INDICE 1 GENERALE... 4 2 CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 2.1 DATI TECNICI... 5 3 MESSA IN SERVIZIO...

Dettagli

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it BTicino s.p.a. Via Messina, 8 054 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 99.45.45 www.bticino.it info.civ@bticino.it 6/0- SC PART. T54B Sistema antifurto Manuale di impiego INDICE IMPIANTO ANTIFURTO

Dettagli

EosX-LAN 8+8 MODULO LAN BIDIREZIONALE PRELIMINARE SIS DATA LINK

EosX-LAN 8+8 MODULO LAN BIDIREZIONALE PRELIMINARE SIS DATA LINK EosX-LAN 8+8 MODULO LAN BIDIREZIONALE PRELIMINARE CALL SERV RESET +V AL SIS DATA LINK TAM MINI USB USCITE INGRESSI +B Uscita +12 V TO Uscita di segnalazione Time Out generale Out1 USCITA di comando n 1

Dettagli

MANUALE PRATICO. CT3000 Office

MANUALE PRATICO. CT3000 Office CT3000 Office MANUALE PRATICO Via Cartesio 3/1 42100 Bagno (RE) Tel. +39 0522 262 500 Fax +39 0522 624 688 Web www.eter.it E-mail info@eter.it Data revisione: 07.2010 Schema Centralina di Cablaggio Morsetto

Dettagli

AC-1000 PRESA RADIOCOMANDATA

AC-1000 PRESA RADIOCOMANDATA MANUALE DELL UTENTE versione 1.1 Italiano AC-1000 PRESA RADIOCOMANDATA A B C * * Immagine del modello AYCT-102 (immagine non sempre rappresentativa del modello fornito; verificare le specifiche riportate

Dettagli

MiA SISTEMA DI AUTOMAZIONE RESIDENZIALE. manuale utente di supervisione MiA-SMART

MiA SISTEMA DI AUTOMAZIONE RESIDENZIALE. manuale utente di supervisione MiA-SMART MiA SISTEMA DI AUTOMAZIONE RESIDENZIALE manuale utente di supervisione MiA-SMART MiA INDICE SCHERMATA PRINCIPALE PAGINA CONTROLLI AMBIENTE MENÙ IMPOSTAZIONI CONFIGURAZIONE E SCHEDULAZIONE SCENARI Confi

Dettagli

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MANUALE D INSTALLAZIONE LEGGERE ATTENTAMENTE IL PRESENTE MANUALE PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIATURA. INDICE Caratteristiche

Dettagli

CONTENUTO Struttura grafica del prodotto Primo utilizzo Operazioni basilari dell X4000 Accesso dal computer per visualizzare file X4000

CONTENUTO Struttura grafica del prodotto Primo utilizzo Operazioni basilari dell X4000 Accesso dal computer per visualizzare file X4000 CONTENUTO Struttura grafica del prodotto... 3 Primo utilizzo... 4 Caricabatterie... 4 Preparazione della scheda memoria (TF)... 4 Regolazione posizione dell obiettivo... 4 Accensione e spegnimento... 4

Dettagli

Telefono DECT Gigaset A510

Telefono DECT Gigaset A510 Telefono DECT Gigaset A510 Manuale di Configurazione Il telefono Gigaset A510IP è un terminale DECT che supporta lo standard SIP per la comunicazione con centralini IP. Può dunque essere integrato nel

Dettagli

AMICO RADIO. Manuale istruzioni - Italiano

AMICO RADIO. Manuale istruzioni - Italiano AMICO RADIO Manuale istruzioni - Italiano 1 DESCRIZIONE AMICO RADIO 2 1 4 Foro per laccetto Tasto di chiamata 7 Torcia LED 8 10 13 16 Tasto di accensione, FINE chiamata Blocca tastiera Tasti del volume

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO Gentile Cliente, ti ringraziamo per aver scelto il servizio Linkem. Attraverso i semplici passi di seguito descritti potrai da subito iniziare a sfruttare a pieno

Dettagli

Infinity 8. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione. Centrale Allarme 8 zone. Versione Sekur

Infinity 8. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione. Centrale Allarme 8 zone. Versione Sekur Infinity 8 Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Versione Sekur PRIMA ACCENSIONE: All accensione la centrale effettua una serie di TEST. Questi ultimi sono evidenziati

Dettagli

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MARY VOX Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Caratteristiche Tecniche Centrale 8 zone parzializzabile i 2 o 3 Aree con modulo GSM integrato Zone ritardate selezionabili

Dettagli

RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16

RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16 RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16 MANUALE TECNICO SOMMARIO SENSORI RADIO PROGRAMMAZIONE SENSORI RADIO APPRENDERE UN NUOVO SENSORE RADIO CANCELLARE UN SENSORE RADIO SUPERVISIONE RISINCRONIZZARE I SENSORI

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti

Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti 5.1 Assegnazione e correzione di compiti preimpostati All interno del corso il docente, l insegnante può impostare o assegnare dei compiti, che gli studenti

Dettagli

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm)

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm) EV87 EV87 Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER Il regolatore climatico è adatto alla termoregolazione climatica con gestione a distanza di

Dettagli

Centralina di regolazione con gestione a distanza

Centralina di regolazione con gestione a distanza Centralina di regolazione con gestione a distanza L apparecchio regola la temperatura dell acqua di mandata dell impianto di riscaldamento. Adatte per tutti i tipi di impianti di riscaldamento di condomini,

Dettagli

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4)

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) MANUALE DEL SOFTWARE DI CONFIGURAZIONE IMQ APPROVED CERTIF. N :CA12.00048 (PMT200) CA12.00049 (PMT202) Sw20xa02 del 01.09.2000 INDICE GENERALE Installazione

Dettagli

LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008. GR868ONDA Art.: MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY

LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008. GR868ONDA Art.: MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 GR868ONDA Art.: 4072 MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO 1 Generalità...3 2 Caratteristiche Tecniche...3 3 Avvertenze...3

Dettagli

Guida alla configurazione

Guida alla configurazione NovaSun Log Guida alla configurazione Revisione 3.1 28/06/2010 Partita IVA / Codice Fiscale: 03034090542 pag. 1 di 16 Partita IVA / Codice Fiscale: 03034090542 pag. 2 di 16 Contenuti Il presente documento

Dettagli

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC Versione 1.0 02/08-01 PC Manuale d uso TiStereoControl Software per la configurazione del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl 2 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4

Dettagli

Telecomando Programmabile da PC Manuale d Uso (Modalità USB)

Telecomando Programmabile da PC Manuale d Uso (Modalità USB) Telecomando Programmabile da PC Manuale d Uso (Modalità USB) Guida Rapida Primo Passo Preparare il telecomando programmabile installando 3 batterie tipo AAA. (Quando lo si connette al PC togliere le batterie)

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

CENTRALE serie R. Utente. Manuale. - Versione 4.1 -

CENTRALE serie R. Utente. Manuale. - Versione 4.1 - CENTRALE serie R Manuale Utente - Versione 4.1-00 1 Menù Utente CODICE PERSONALE (DEFAULT utente 1= 111111) Frecciagi ù INSERIMENTO Invio ( ) Utilizzare i Tasti Numerici per configurare i Programmi da

Dettagli

ALTRI DISPOSITIVI DEL SISTEMA. Rivelatore volumetrico ad IR passivo

ALTRI DISPOSITIVI DEL SISTEMA. Rivelatore volumetrico ad IR passivo Rivelatore volumetrico ad IR passivo MODIFICHE PER IMPIANTO A 4 ZONE La centrale Sch.1057/008 è preimpostata per raggruppare i rivelatori in 3 zone (ad esempio Zona giorno, Zona notte e Garage). Anche

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

Sirena autoalimentata autoprotetta WLINK con lampeggiatore

Sirena autoalimentata autoprotetta WLINK con lampeggiatore Doc7Awlink Firmware 1.00 Evo Wlink Sirena autoalimentata autoprotetta WLINK con lampeggiatore Evo Wlink, di seguito abbreviata Evo, è una sirena per esterni autoalimentata autoprotetta su protocollo WLINK

Dettagli

MANUALE D USO E PROGRAMMAZIONE

MANUALE D USO E PROGRAMMAZIONE CARATTERISTICHE TECNICHE : Modulo Industriale GSM Tri-Band 8/9/8Siemens 2W (cl. 4) Programmazione SETUP e Numeri Telefonici direttamente su SIM Card e/o in modo remoto via SMS Segnalazione Allarmi ed invio

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli