FAQ Lavoro ridotto. Data

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FAQ Lavoro ridotto. Data 03.11.2011"

Transcript

1 Dipartimento federale dell economia DFE Segreteria di Stato dell economia SECO Comunicazione FAQ Lavoro ridotto Data I motivi economici sono il presupposto per poter introdurre il lavoro ridotto? Se vi sono motivi strutturali preponderanti, il lavoro ridotto può essere autorizzato? Dopo la sua valutazione, l Ufficio competente decide se le condizioni sono soddisfatte? Tra i vari presupposti che danno diritto all'indennità per lavoro ridotto (ILR) è contemplato anche quello in cui è riconosciuta una perdita di lavoro. Una perdita di lavoro è computabile se è dovuta a motivi economici ed è inevitabile (art. 32 cpv. 1 lett. a LADI). Le autorità cantonali competenti, ossia i servizi cantonali, decidono se tale condizione è soddisfatta. 2. Da quando le imprese possono far valere l apprezzamento del franco quale motivo per inoltrare la domanda? Dal 1 settembre Di regola le fluttuazioni valutarie fanno parte del rischio aziendale normale, per cui il calo delle commesse motivato dalle fluttuazioni valutarie non dà diritto all ILR. A causa dell attuale situazione monetaria straordinaria, la SECO ha emanato una nuova direttiva che ammette l apprezzamento del franco quale presupposto al diritto all ILR. Va tuttavia osservato che un calo del fatturato non seguito da perdite di lavoro non dà diritto all ILR. La nuova direttiva è valevole fintanto che la SECO riterrà la situazione valutaria straordinaria. 3. In quale modo viene richiesto il lavoro ridotto? Il diritto al lavoro ridotto deve essere fatto valere dal datore di lavoro. A tale scopo il datore di lavoro deve inoltrare un preannuncio al servizio cantonale competente (di regola almeno 10 giorni prima dell inizio del lavoro ridotto). L organo competente è il servizio cantonale del Cantone nel quale l azienda o il settore d esercizio ha la sua sede. Con il preannuncio viene anche scelta la cassa competente (libera scelta della cassa). Se il servizio cantonale autorizza il lavoro ridotto, il datore di lavoro fa valere i diritti alle prestazioni presso la cassa scelta. Quest ultima verifica dettagliatamente i presupposti del diritto all indennità e la versa al datore di lavoro. Gli indirizzi dei servizi cantonali e delle casse di disoccupazione sono disponibili sul seguente link: /478 \ COO

2 4. Cosa verifica il servizio cantonale competente e cosa verifica la cassa? Viene effettuata una verifica in due parti: al momento del preannuncio il servizio cantonale controlla se vi sono i presupposti del diritto all indennità, ossia se la perdita di lavoro è computabile, e se è presumibile che con questa misura temporanea possono essere conservati posti di lavoro. Va inoltre verificato se la perdita di lavoro è causata da interruzioni di lavoro o fluttuazioni usuali nell azienda o nel ramo poiché in tale caso l indennità non sarebbe presa in considerazione. Alla presentazione del conteggio la cassa di disoccupazione verifica il numero di ore perse e il diritto all indennità dei lavoratori interessati. Importante: i conteggi devono essere inoltrati alla cassa entro i termini previsti anche se il servizio cantonale o le autorità di vigilanza si oppongono al lavoro ridotto previsto e l azienda adisce le vie legali contro tale opposizione. 5. Quanto dura il periodo d attesa per il datore di lavoro? Ai sensi l articolo 32 capoverso 2 LADI, per ogni periodo di conteggio, dalla perdita di lavoro computabile è dedotto un periodo d attesa di tre giorni al massimo, stabilito dal Consiglio federale, che è a carico del datore di lavoro. Per i primi sei periodi di conteggio l articolo 50 capoverso 2 OADI prevede un periodo d attesa di due giorni e a partire dal settimo periodo di conteggio un periodo d attesa di tre giorni. In deroga a tale disposizione, fino al 31 dicembre 2011 e sulla base dell articolo 50 capoverso 3 OADI vale il periodo d attesa di un giorno per periodo di conteggio. Con la decisione del Consiglio federale del 19 ottobre 2011 la regolamentazione speciale (art. 50 cpv. 3 OADI), secondo la quale i datori di lavoro assumono soltanto un giorno di attesa invece dei due o tre stabiliti inizialmente, rimane valida fino al 31 dicembre Il numero di preannunci corrisponde al numero di aziende che vogliono annunciare il lavoro ridotto? No. I preannunci non possono essere paragonati al numero di aziende poiché, per esempio, un azienda può preannunciare il lavoro ridotto di due sezioni (= due preannunci). Nella pratica è possibile che un azienda abbia annunciato 30 sezioni (= 30 preannunci). Inoltre, a un preannuncio non segue necessariamente anche un introduzione di lavoro ridotto poiché, a volte non è stato autorizzato e, a volte, in ultima analisi non è stato necessario. 7. Perché alla fine di un mese non può essere precisato il numero esatto di lavoratori o di aziende che nel mese in questione sono stati interessati dal lavoro ridotto? Il diritto al lavoro ridotto annunciato e autorizzato può essere fatto valere entro tre mesi. Il numero esatto di aziende e lavoratori interessati può essere conosciuto soltanto dopo che il lavoro ridotto è stato computato, ossia al più presto dopo due mesi. 8. Quando non è ammissibile il lavoro ridotto? L introduzione del lavoro ridotto è innanzitutto una decisione di un azienda. Le disposizioni della legge sull assicurazione contro la disoccupazione (LADI) disciplinano soltanto il diritto all indennità per lavoro ridotto. La riscossione dell ILR è possibile soltanto se sono soddisfatti i presupposti del diritto all indennità conformemente alla LADI. La legge prevede inoltre anche il sistema di controlli successivi in loco /478 \ COO /6

3 9. Chi è assicurato e chi ha diritto all indennità? Il datore di lavoro può far vale un diritto all indennità per quei lavoratori che hanno concluso la scuola dell'obbligo ma non hanno ancora raggiunto l età ordinaria che dà diritto alla rendita AVS. Inoltre, i lavoratori interessati devono ancora essere vincolati da un rapporto di lavoro. In particolare, non hanno diritto all indennità i lavoratori: che sono vincolati da un rapporto di lavoro a tempo determinato; che lavorano a chiamata; che svolgono un tirocinio; che lavorano nell ambito di un impiego temporaneo; la cui perdita di lavoro non è determinabile o il cui tempo di lavoro non è sufficientemente controllabile. Inoltre, la perdita di lavoro di persone impiegate in una funzione analoga a quella del datore di lavoro (p. es. gerente) non viene indennizzata (cfr. anche art. 31 cpv. 3 lett. c LADI). 10. Come si può impedire che si faccia ricorso abusivo all ILR e quanto è diffuso tale fenomeno? L ispettorato effettua controlli a campione dei datori di lavoro presso la sede dell imprese che hanno percepito ILR o indennità per intemperie (IPI). I controlli a campione vengono effettuati tenendo conto di una distribuzione uniforme tra Cantoni, settori e dimensioni delle aziende. I settori che per esperienza sono considerati maggiormente inclini a commettere abusi sono controllati in modo più rigoroso. Spesso arrivano anche denunce di violazioni, che vengono sempre verificate. Sovente vengono riscontrate riscossioni indebite delle prestazioni per le quali è richiesta la restituzione, tuttavia senza che l impresa debba essere accusata di riscossione abusiva. Una piccola parte delle imprese controllate deve tuttavia aspettarsi di essere accusata di riscossione indebita che, oltre alla restituzione dell indennità, comporta una denuncia. 11. Quindi, anche per i lavoratori ad interim non è possibile introdurre il lavoro ridotto? Vero. Conformemente all art. 33 cpv. 1 lett. e LADI, un perdita di lavoro non è computabile in quanto concerne persone vincolate da un rapporto di lavoro di durata determinata o da un rapporto di tirocinio o al servizio di un organizzazione per lavoro temporaneo. 12. Perché per i lavoratori ad interim non può essere introdotto il lavoro ridotto? Tramite il lavoro ridotto è possibile mantenere posti di lavoro, più precisamente, è possibile mantenere i posti di lavoro ordinari ma non quelli creati ad hoc per far fronte a un sovraccarico di lavoro. A ciò si aggiunge il fatto che i periodi di inattività delle persone impiegate nel settore della fornitura di personale a prestito, ossia dei lavoratori temporanei, fanno parte del "tempo di lavoro normale"; non è il caso, eccettuate le vacanze, per le persone impiegate a tempo indeterminato /478 \ COO /6

4 13. È necessario avere il consenso di tutti i lavoratori interessati o è sufficiente l accordo di una parte di loro? Se è necessario solo un consenso parziale, che ne è dei lavoratori che non accettano? Se un lavoratore non è d accordo con il lavoro ridotto deve essere remunerato secondo il contratto di lavoro. 14. Di quanto può essere ridotto il tasso d occupazione? L entità della riduzione dipende dalla situazione economica dell azienda. La LADI non prevede alcun limite massimo, ciò significa che il lavoro ridotto può consistere anche in un interruzione completa del lavoro di durata limitata. (cfr. n. 13 e segg.). 15. Per il lavoro ridotto è fissata una durata massima oppure essa dipende dalla riduzione dei tassi d occupazione? Di regola l ILR può essere richiesta nell arco di due anni per al massimo 12 periodi di conteggio. Dal 1 aprile 2010 e fino al 31 dicembre 2011 l ILR è versata, nell arco di due anni, per al massimo 24 periodi di conteggio (di regola mesi civili). Si tratta di una regolamentazione speciale a tempo determinato (misure di stabilizzazione ). In base della decisione del Consiglio federale del 19 settembre 2011, la durata dell indennità per lavoro ridotto per il periodo dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2013 è fissata a 18 mesi, di cui può essere indennizzata la perdita di lavoro pari all 85 per cento del normale orario di lavoro per un periodo di quattro mesi al massimo (apprezzamento del franco). 16. La perdita di guadagno è indennizzata all 80% direttamente dalla cassa di disoccupazione? No. Il datore di lavoro deve versare l'ilr il giorno usuale di paga. Questo importo in seguito sarà indennizzato dall'assicurazione contro la disoccupazione. Il salario spettante per la perdita di ore di lavoro è indennizzato all 80%. 17. Una persona con un orario di lavoro ridotto può ricevere aiuti dai servizi dell'urc per la ricerca d'impiego o per partecipare a corsi di perfezionamento? Di regola ogni persona residente in Svizzera ha diritto ai servizi dell URC. Durante un periodo di lavoro ridotto i corsi di perfezionamento devono essere organizzati dal datore di lavoro dopo aver ricevuto l autorizzazione dal servizio cantonale competente (le persone interessate devono poter essere a disposizione del datore di lavoro in ogni momento). 18. I lavoratori devono eventualmente accettare occupazioni provvisorie indipendentemente dall entità del lavoro ridotto? I lavoratori toccati dalla perdita di lavoro totale o parziale, ossia la cui perdita di lavoro impedisce temporaneamente lo svolgimento del lavoro, sono tenuti ad accettare un occupazione provvisoria. 19. In quale settore si verifica più frequentemente il fenomeno del lavoro ridotto? Si sono verificati cambiamenti recentemente? Dipende quali settori sono confrontati con problemi economici, è praticamente impossibile citare settori specifici. Una valutazione affidabile può avvenire solo con ritardo poiché le aziende sono tenute a far valere il loro diritto per un periodo di conteggio dato entro tre mesi dalla fine del periodo in questione /478 \ COO /6

5 20. Il prolungamento da 12 a 18 mesi della durata massima dell indennità per lavoro ridotto è finanziariamente sostenibile dall assicurazione contro la disoccupazione? Il 31 agosto 2011 il Consiglio federale ha adottato il pacchetto di misure 2011 a sostegno delle imprese colpite dall apprezzamento del franco. Inoltre, l assicurazione contro la disoccupazione viene finanziata con 500 milioni di franchi per consentire il versamento di indennità per lavoro ridotto, qualora ciò risultasse necessario. Per l AD l introduzione dell ILR è finanziariamente sostenibile. Una gestione più restrittiva dell ILR porterebbe a una rapida riduzione di posti di lavoro che a sua volta causerebbe un aumento dei costi dell AD per le indennità di disoccupazione. In questo caso i costi per perdita di lavoro sarebbero completamente a carico dell AD e dei lavoratori. 21. Cosa succede quando i lavoratori interessati dal lavoro ridotto vengono comunque licenziati? La durata del lavoro ridotto viene computata? No. La riscossione dell indennità per lavoro ridotto non ha alcun influsso sulla durata di riscossione dell indennità di disoccupazione delle singole persone. 22. Come vengono computate le indennità di disoccupazione quando un licenziamento avviene durante un periodo di lavoro ridotto? Qual è il salario rilevante, quello reale o quello percepito durante il lavoro ridotto? L indennità di disoccupazione viene calcolata sulla base del salario reale. 23. Quale ruolo ha svolto nell ultima crisi lo strumento del lavoro ridotto? Durante l ultima recessione lo strumento del lavoro ridotto ha svolto un ruolo considerevole. Nel 2009 la perdita media di ore di lavoro nei settori secondario e terziario è stata dello 0,7 per cento (equivalenti a tempo pieno). Durante la crisi il tasso di disoccupazione, rapportato al calo del PIL più marcato, non è aumentato in modo particolarmente rilevante e lo strumento del lavoro ridotto ha evitato un suo aumento più importante. Secondo le valutazioni, senza lo strumento del lavoro ridotto durante l ultima crisi il tasso di disoccupazione sarebbe stato dello 0,6 per cento superiore. Tre motivi per l impiego massiccio del lavoro ridotto durante la recessione più recente: a) l industria è stata particolarmente colpita; b) più rapido e forte calo accompagnato da un più elevato grado di insicurezza; c) lo strumento è stato reso ancor più attrattivo. Valutazione: a) l ultima crisi è stata il caso tipico per l impiego del lavoro ridotto, ossia breve e acuta; b) lo Stato era vincolato alle misure di stabilizzazione, il lavoro ridotto può essere comparato a tali misure. 24. Dallo studio del Centro di ricerche congiunturali (KOF) sulle conseguenze del lavoro ridotto durante la recessione emerge che il lavoro ridotto non ha potuto evitare licenziamenti. Il dispositivo lavoro ridotto non è quindi efficace? L effetto dell indennità per lavoro ridotto (ILR) è stato analizzato l ultima volta nel 2005 dal Centro di ricerche congiunturali del Politecnico federale (PF) di Zurigo, su mandato della SECO. Lo studio ha concluso che sovente l ILR non evita i licenziamenti, però li differisce. Questo risultato è inoltre spiegato dalla durata della recessione. Con il lavoro ridotto vengono superati quei periodi di calo della domanda che durano poco più di un anno. Le /478 \ COO /6

6 fasi di recessione, alle quali si rifà lo studio del Centro di ricerche congiunturali (KOF), sono tuttavia durate particolarmente a lungo. Il risultato tuttavia mostra anche che durante i rallentamenti degli anni novanta non si sono verificati movimenti ciclici veri e propri ma si sono sempre avuti degli adeguamenti strutturali. Come spiegato alla domanda precedente, il lavoro ridotto è uno strumento efficace contro i licenziamenti a condizione che la crisi sia breve e acuta. 25. Perché nell ottica della politica congiunturale l indennità per lavoro ridotto è uno stabilizzatore automatico? Sono considerati stabilizzatori automatici quei sistemi che, grazie alla loro struttura, provocano automaticamente un effetto fiscale anticiclico. Come i costi dell assicurazione contro la disoccupazione in generale, durante un peggioramento della situazione del mercato del lavoro aumentano notevolmente anche i costi dell indennità per lavoro ridotto (ILR), dando così un impulso positivo all economia. L indennità per lavoro ridotto soddisfa i tre criteri di un buon provvedimento di politica congiunturale. Interviene in un modo tempestivo ancor più marcatamente dell indennità di disoccupazione. Garantisce il reddito del lavoratore prima del licenziamento. Rispetto alle misure di riduzione del personale, ha un effetto psicologico positivo e quindi favorisce il consumo. L ILR funziona in modo mirato. Le aziende devono dimostrare in modo credibile ai servizi cantonali che l ILR a condizione che il calo della domanda sia temporaneo - può garantire posti di lavoro. Contribuiscono a sostenere il reddito dei propri lavoratori poiché si fanno carico di una parte dei costi causati dalla perdita di lavoro. L ILR è limitata nel tempo. Nell ottica della politica congiunturale questo principio è pertinente. Infatti, più a lungo dura un calo della domanda, più è probabile che siano necessari adeguamenti strutturali /478 \ COO /6

Foglio informativo: l assicurazione contro la disoccupazione

Foglio informativo: l assicurazione contro la disoccupazione Dipartimento federale dell economia, della formazione e della ricerca DEFR Segreteria di Stato dell economia SECO Mercato del lavoro / Assicurazione contro la disoccupazione Foglio informativo: l assicurazione

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza

Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza (Ordinanza sull assicurazione contro la disoccupazione, OADI) Modifica del 24 novembre 1999 Il Consiglio

Dettagli

951.91 Legge federale

951.91 Legge federale Legge federale sulle misure temporanee di stabilizzazione congiunturale nei settori del mercato del lavoro, delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nonché del potere d acquisto del 25

Dettagli

Informazioni generali riguardo alle. intemperie e per lavoro ridotto in relazione alle imprese edili

Informazioni generali riguardo alle. intemperie e per lavoro ridotto in relazione alle imprese edili Informazioni generali riguardo alle domande d indennità per intemperie e per lavoro ridotto in relazione alle imprese edili Gordola, 12 febbraio 2009 Dipartimento delle finanze e dell'economia Divisione

Dettagli

Diritto alle prestazioni per gli Svizzeri e le Svizzere all estero. Informazione complementare all Info-Service «Disoccupazione»

Diritto alle prestazioni per gli Svizzeri e le Svizzere all estero. Informazione complementare all Info-Service «Disoccupazione» Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2011 Informazione complementare all Info-Service «Disoccupazione» Un opuscolo per i disoccupati Diritto alle prestazioni per gli Svizzeri e le Svizzere

Dettagli

Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza

Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza Dipartimento federale dell'economia DFE Edizione 2011 Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza 2 OSSERVAZIONI Il presente opuscolo si basa sulle disposizioni della legge sull'assicurazione

Dettagli

Circolare sui contributi all assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione (AD)

Circolare sui contributi all assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione (AD) Circolare sui contributi all assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione (AD) Valida dal 1 gennaio 2004 Stato: 1 gennaio 2007 318.102.05 i AD 4.08 2 Premessa Con l entrata in vigore della LADI,

Dettagli

Promemoria relativo alle notifiche di licenziamenti collettivi o cessazione dell attività per motivi economici

Promemoria relativo alle notifiche di licenziamenti collettivi o cessazione dell attività per motivi economici telefono fax e-mail Ufficio giuridico Residenza governativa Piazza Governo 6501 Bellinzona 091 814 31 03 091 814 44 96 dfe-ug@ti.ch Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento delle finanze e dell'economia

Dettagli

Circolare sui contributi all assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione (AD)

Circolare sui contributi all assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione (AD) Circolare sui contributi all assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione (AD) Valida dal 1 gennaio 2004 Stato: 1 gennaio 2011 318.102.05 i AD 9.12 2 di 17 Premessa Con l entrata in vigore della

Dettagli

L Indennità per intemperie

L Indennità per intemperie Promemoria L Indennità per intemperie Che cos è l Indennità per intemperie? Qual è lo scopo dell Indennità per intemperie? Qual è la procedura di annuncio? Per quanto tempo viene versata e in quale misura?

Dettagli

Il lavoro è essenziale

Il lavoro è essenziale Il lavoro è essenziale L autorità federale del mercato del lavoro Il coraggioso: «Prima controllavo i conteggi.» Frank Vögelin tira le somme: il bilancio è positivo. Oggi l ex-controllore dei conteggi

Dettagli

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2014

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2014 FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 04 Assicurazione contro la disoccupazione (AD) Numero della/del candidata/o: Durata

Dettagli

2.08 Stato al 1 gennaio 2011

2.08 Stato al 1 gennaio 2011 2.08 Stato al 1 gennaio 2011 Contributi all assicurazione contro la disoccupazione L assicurazione contro la disoccupazione è obbligatoria 1 Come l assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS),

Dettagli

Informazione per i datori di lavoro Indennità per intemperie

Informazione per i datori di lavoro Indennità per intemperie Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2011 Informazione per i datori di lavoro Indennità per intemperie Avvertenze Il presente opuscolo offre ai datori di lavoro una panoramica dei loro diritti

Dettagli

823.20 Legge federale concernente condizioni lavorative e salariali minime per lavoratori distaccati in Svizzera e misure collaterali

823.20 Legge federale concernente condizioni lavorative e salariali minime per lavoratori distaccati in Svizzera e misure collaterali Legge federale concernente condizioni lavorative e salariali minime per lavoratori distaccati in Svizzera e misure collaterali (Legge federale sui lavoratori distaccati in Svizzera) dell 8 ottobre 1999

Dettagli

Regole per la gestione dello stato di disoccupazione. In vigore dal 1 gennaio 2014

Regole per la gestione dello stato di disoccupazione. In vigore dal 1 gennaio 2014 Regole per la gestione dello stato di disoccupazione In vigore dal 1 gennaio 2014 Stato di disoccupazione Dal 1 gennaio 2014 sono entrate in vigore nuove regole per la gestione dello stato di disoccupazione,

Dettagli

del 31 ottobre 2007 (Stato 1 gennaio 2013)

del 31 ottobre 2007 (Stato 1 gennaio 2013) Ordinanza sugli assegni familiari (OAFami) 836.21 del 31 ottobre 2007 (Stato 1 gennaio 2013) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 4 capoverso 3, 13 capoverso 4, 21b capoverso 1, 21e e 27

Dettagli

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2009 716.201 i Informazione complementare all Info-Service Disoccupazione Un opuscolo per i disoccupati Previdenza professionale delle persone disoccupate

Dettagli

Aspetti specifici. Il contratto di apprendistato

Aspetti specifici. Il contratto di apprendistato Stato: agosto 2008 Aspetti specifici del contratto di apprendistato SCHEDA INFORMATIVA www.sse-sbv-ssic.ch Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo determinato la cui particolarità

Dettagli

Legge federale sull assicurazione per la maternità

Legge federale sull assicurazione per la maternità Termine di referendum: 9 aprile 1999 Legge federale sull assicurazione per la maternità (LAMat) del 18 dicembre 1998 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34 quinquies capoverso

Dettagli

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal)

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal) Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal) Edizione 1.7.2005 www.egk.ch Condizioni aggiuntive per l assicurazione

Dettagli

Disoccupati registrati (+368, +5.2%)

Disoccupati registrati (+368, +5.2%) Disoccupati registrati (+368, +5.2%) Persone in cerca di impiego registrate (+319, +3.0%) Tasso di disoccupazione (+0.2 punti percentuali) Documentazione per la stampa della Sezione del lavoro / 9 gennaio

Dettagli

837.02 Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza

837.02 Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza (Ordinanza sull assicurazione contro la disoccupazione, OADI 1 ) del 31 agosto 1983 (Stato 1 gennaio 2013)

Dettagli

2.03 Contributi Contributi delle persone senza attività lucrativa all AVS, all AI e alle IPG

2.03 Contributi Contributi delle persone senza attività lucrativa all AVS, all AI e alle IPG 2.03 Contributi Contributi delle persone senza attività lucrativa all AVS, all AI e alle IPG Stato al 1 gennaio 2016 In breve L assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS), l assicurazione invalidità (AI)

Dettagli

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE Informazioni generali sull assicurazione contro la disoccupazione 1. Disdetta del rapporto di lavoro 2. Annuncio 3. Diritto alle indennità 4. Informazioni varie 1.

Dettagli

Ingresso e soggiorno in Europa

Ingresso e soggiorno in Europa Ingresso e soggiorno in Europa CH-4501 Soletta Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 Telefono 032 346 18 18 Telefax 032 346 18 02 info@ch-go.ch www.ch-go.ch Indice Introduzione... 3 1. Entrata in Europa...

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO INTERMITTENTE

Scheda approfondita LAVORO INTERMITTENTE Scheda approfondita LAVORO INTERMITTENTE Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento

Dettagli

837.02 Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza

837.02 Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza Ordinanza sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza (Ordinanza sull assicurazione contro la disoccupazione, OADI 1 ) del 31 agosto 1983 (Stato 1 aprile 2011)

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

FAQ per i datori di lavoro

FAQ per i datori di lavoro FAQ per i datori di lavoro - Perché io, imprenditore, dovrei aspettarmi aiuto da un istituzione come l ufficio AI? L ufficio AI si impegna a mantenere o reinserire nel mondo del lavoro le persone diversamente

Dettagli

Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero

Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero (Ordinanza sull istruzione degli Svizzeri all estero, OISE) 418.01 del 29 giugno 1988 (Stato 1 gennaio 2008) Il Consiglio

Dettagli

6.09 Stato al 1 gennaio 2013

6.09 Stato al 1 gennaio 2013 6.09 Stato al 1 gennaio 2013 Assegni familiari nell agricoltura In generale 1 Panoramica Per le persone attive nell agricoltura vige la legge federale sugli assegni familiari nell agricoltura (LAF), cui

Dettagli

del 6 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2008)

del 6 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2008) Legge federale sulla politica regionale 901.0 del 6 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2008) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 103 della Costituzione federale 1 ; visto il

Dettagli

1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi

1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi 2.09 Stato al 1 gennaio 2010 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA)

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA) Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA) Edizione 1.7.2005 www.egk.ch Condizioni aggiuntive per l assicurazione

Dettagli

Legge federale sulla Cassa pensioni della Confederazione

Legge federale sulla Cassa pensioni della Confederazione Legge federale sulla Cassa pensioni della Confederazione (Legge sulla CPC) Disegno del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 34 quater e 85 numeri 1 e 3 della Costituzione

Dettagli

Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG

Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG 2.02 Contributi Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve L assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS), l assicurazione invalidità (AI) e

Dettagli

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia.

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia. Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale importanti per tutti coloro che lavorano a tempo parziale e allevano figli o assistono familiari. sull AVS, l AI, la previdenza professionale, nonché sull

Dettagli

6.01 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità di perdita di guadagno

6.01 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità di perdita di guadagno 6.01 Prestazioni dell'ipg ( e maternità) perdita di guadagno Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le persone che prestano nell esercito svizzero, nel di protezione civile, nel civile, nel della Croce Rossa

Dettagli

2.09 Stato al 1 gennaio 2013

2.09 Stato al 1 gennaio 2013 2.09 Stato al 1 gennaio 2013 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

L EFFICACIA DELLE MISURE DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO REALIZZATE IN PROVINCIA DI TORINO NEL 2007-08

L EFFICACIA DELLE MISURE DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO REALIZZATE IN PROVINCIA DI TORINO NEL 2007-08 1 La valutazione L EFFICACIA DELLE MISURE DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO REALIZZATE IN PROVINCIA DI TORINO NEL 2007-08 Esiti occupazionali a 24 dalla partecipazione Vengono qui riassunti i risultati della

Dettagli

Zurigo, 26 maggio 2008. Gentili Signore, Egregi Signori,

Zurigo, 26 maggio 2008. Gentili Signore, Egregi Signori, Vostra ref.: Nostra ref.: Resp.: Zurigo, 26 maggio 2008 Informazione agli affiliati numero 162/2008 Informazioni dettagliate relative all affiliazione alla Cassa assegni familiari «Assicurazione», alla

Dettagli

Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte

Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte SCHEDA D INFORMAZIONE N 3: QUESTIONI SULLA RIDISTRIBUZIONE Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte Parlare della riforma dell imposizione delle imprese significa anche affrontare i timori relativi

Dettagli

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2014

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2014 FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 04 Assicurazione contro la disoccupazione (AD) Numero della/del candidata/o: Durata

Dettagli

Introduzione alla macroeconomia

Introduzione alla macroeconomia Corso di Economia italiana AA 2013-2014 Prima parte Introduzione alla macroeconomia Prof. Silvia Nenci silvia.nenci@uniroma3.it Cosa cerca di spiegare la macroeconomia Mentre la microeconomia ci mostra

Dettagli

Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno

Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno (OIPG) 834.11 del 24 novembre 2004 (Stato 15 marzo 2005) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 81 della legge federale del 6 ottobre 2000 1 sulla

Dettagli

SISTEMA PREVIDENZIALE PER LA VECCHIAIA Scheda di lavoro

SISTEMA PREVIDENZIALE PER LA VECCHIAIA Scheda di lavoro Esercizio 1: Domande di controllo sul testo. a. A che età le persone attive sono obbligate a versare i contributi AVS? b. A che età i giovani che NON svolgono alcuna attività professionale devono pagare

Dettagli

Disoccupati registrati (-444, -7.2%)

Disoccupati registrati (-444, -7.2%) Disoccupati registrati (-444, -7.2%) Persone in cerca di impiego registrate (-556, -5.7%) Tasso di disoccupazione (-0.3 punti percentuali) Disoccupati ai sensi dell Organizzazione Internazionale del Lavoro

Dettagli

Esportazioni 110 Vendite a B 200. Vendite al pubblico 600. Calcolate il valore del PIL di questa economia usando le tre definizioni possibili.

Esportazioni 110 Vendite a B 200. Vendite al pubblico 600. Calcolate il valore del PIL di questa economia usando le tre definizioni possibili. Esercizi 2014-2015 IL BREVE PERIODO Esercizio 1 Si consideri il seguente sistema economico in cui operano solamente due (categorie di) imprese, e la cui attività può essere sintetizzata come segue: Impresa

Dettagli

Comunicazione della CAV PP C 05/2012

Comunicazione della CAV PP C 05/2012 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Comunicazione della CAV PP C 05/2012 Finanziamento degli istituti di previdenza degli enti di diritto pubblico Edizione del:

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1

CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1 Convenzione 158 CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1 La Conferenza generale dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, Convocata a Ginevra

Dettagli

Legge federale sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza

Legge federale sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza Legge federale sull assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l indennità per insolvenza (Legge sull assicurazione contro la disoccupazione, LADI 1 ) 837.0 del 25 giugno 1982 (Stato 1 gennaio

Dettagli

L ASSICURAZIONE PER L INVALIDITÀ. Un assicurazione per la reintegrazione

L ASSICURAZIONE PER L INVALIDITÀ. Un assicurazione per la reintegrazione L ASSICURAZIONE PER L INVALIDITÀ Un assicurazione per la reintegrazione SCOPO DELL AI Prevenire, ridurre o eliminare l invalidità mediante provvedimenti d integrazione adeguati, semplici e appropriati

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2187

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2187 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2187 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori MICHELONI, BARBOLINI, PEGORER, BERTUZZI e RANDAZZO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 14 MAGGIO 2010 Modifiche alla

Dettagli

Valida dal 1 gennaio 1994. Stato: 1 gennaio 2005. 318.102.07 i 6.07

Valida dal 1 gennaio 1994. Stato: 1 gennaio 2005. 318.102.07 i 6.07 Circolare sui contributi dovuti all AVS AI e IPG, dalle persone esercitanti un attività lucrativa che hanno raggiunto l età conferente il diritto alla rendita di vecchiaia Valida dal 1 gennaio 1994 Stato:

Dettagli

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a Stato al 5 novembre 2014 Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a

Dettagli

Indicazioni per l attività di infermiere/i indipendenti secondo la LAMal 1

Indicazioni per l attività di infermiere/i indipendenti secondo la LAMal 1 07-2011 Cure infermieristiche indipendenti Indicazioni per l attività di infermiere/i indipendenti secondo la LAMal 1 Contratti e prestazioni secondo l asicurazione malattia 2011 l Associazione svizzera

Dettagli

Istruzioni agli organi d esecuzione del servizio civile sull attestazione del numero di giorni di servizio

Istruzioni agli organi d esecuzione del servizio civile sull attestazione del numero di giorni di servizio Ufficio federale delle assicurazioni sociali Indennità di perdita di guadagno Istruzioni agli organi d esecuzione del servizio civile sull attestazione del numero di giorni di servizio Valide dal 1 o gennaio

Dettagli

412.106.141 Regolamento del Consiglio dello IUFFP concernente il personale dell Istituto universitario federale per la formazione professionale

412.106.141 Regolamento del Consiglio dello IUFFP concernente il personale dell Istituto universitario federale per la formazione professionale Regolamento del Consiglio dello IUFFP concernente il personale dell Istituto universitario federale per la formazione professionale (Regolamento del personale IUFFP) del 22 settembre 2006 (Stato 27 dicembre

Dettagli

(Ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori, OLL 5) del 28 settembre 2007 (Stato 1 agosto 2014)

(Ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori, OLL 5) del 28 settembre 2007 (Stato 1 agosto 2014) Ordinanza 5 concernente la legge sul lavoro (Ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori, OLL 5) 822.115 del 28 settembre 2007 (Stato 1 agosto 2014) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo

Dettagli

I formatori sono tenuti a rispettare la salute della donna incinta, della madre e del bambino (permettendo brevi pause ed evitando lavori pesanti).

I formatori sono tenuti a rispettare la salute della donna incinta, della madre e del bambino (permettendo brevi pause ed evitando lavori pesanti). Promemoria 208 Gravidanza e maternità Una donna in formazione professionale di base che resta incinta o partorisce gode di una protezione legale particolare. Come formatori siete responsabili che tale

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

Ordinanza sugli aiuti finanziari alle organizzazioni che concedono fideiussioni alle piccole e medie imprese

Ordinanza sugli aiuti finanziari alle organizzazioni che concedono fideiussioni alle piccole e medie imprese Spiegazioni relative all avamprogetto del 3 novembre 2006 Sezione 1: Procedura di riconoscimento (art. 1 e 2) Questa sezione contiene le disposizioni esecutive concernenti il riconoscimento delle organizzazioni

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE INTRODUZIONE IL TFR LA PREVVIDENZA COMPLEMENTARE IL FINANZIAMENTO DELLE FORME PENSIONISTICHE FORME DI ADESIONE AGEVOLAZIONI FISCALI TASSAZIONE DELLE PRESTAZIONI TRASFERIMENTO

Dettagli

916.351.0 Ordinanza concernente l assicurazione della qualità e il controllo di qualità nell economia lattiera

916.351.0 Ordinanza concernente l assicurazione della qualità e il controllo di qualità nell economia lattiera Ordinanza concernente l assicurazione della qualità e il controllo di qualità nell economia lattiera (Ordinanza sulla qualità del latte, OQL) del 7 dicembre 1998 (Stato 15 maggio 2001) Il Consiglio federale

Dettagli

RIFORMA DEI TRATTAMENTI DI DISOCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE AGRICOLA

RIFORMA DEI TRATTAMENTI DI DISOCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE AGRICOLA PROTOCOLLO 23 LUGLIO 2007 GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE PRESENTAZIONE Il protocollo concordato tra Governo e Parti Sociali il 23 luglio 2007 è stato approvato con alcune modifiche

Dettagli

6.02 Stato al 1 gennaio 2010

6.02 Stato al 1 gennaio 2010 6.02 Stato al 1 gennaio 2010 Indennità in caso di maternità Aventi diritto 1 Hanno diritto all indennità di maternità le donne che al momento della nascita del bambino: esercitano un attività lucrativa

Dettagli

Ordinanza sulla protezione dei marchi

Ordinanza sulla protezione dei marchi Ordinanza sulla protezione dei marchi (OPM) Modifica del 2 settembre 2015 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 23 dicembre 1992 1 sulla protezione dei marchi è modificata come segue:

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

2.06 Contributi. Lavoro domestico. Stato al 1 gennaio 2015

2.06 Contributi. Lavoro domestico. Stato al 1 gennaio 2015 2.06 Contributi Lavoro domestico Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Chi occupa lavoratori domestici è tenuto a versare contributi alle assicurazioni sociali, anche se il salario in denaro o in natura è

Dettagli

Revisione della comunicazione sull assicurazione del credito all esportazione a breve termine. Documento di consultazione

Revisione della comunicazione sull assicurazione del credito all esportazione a breve termine. Documento di consultazione Revisione della comunicazione sull assicurazione del credito all esportazione a breve termine 1. Introduzione Documento di consultazione In alcuni Stati membri esistono agenzie ufficiali di credito all

Dettagli

Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014

Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014 Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014 Dal 1 gennaio 2014 sono entrate in vigore nuove regole sull'acquisizione, conservazione e perdita dello stato di disoccupazione, approvate

Dettagli

2 1 0 2 E L IA C O S O T N E M A L O G E R REGOLAMENTO SOCIALE

2 1 0 2 E L IA C O S O T N E M A L O G E R REGOLAMENTO SOCIALE REGOLAMENTO SOCIALE 2012 REGOLAMENTO SOCIALE valido a partire dal 1 o gennaio 2012 S U I S A Regolamento sociale 3 Indice 1 Scopo 5 2 Finanziamento della fondazione 5 3 Prestazioni della fondazione 5

Dettagli

Un primo passo verso il reinserimento Provvedimenti inerenti al mercato del lavoro

Un primo passo verso il reinserimento Provvedimenti inerenti al mercato del lavoro Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2011 Un primo passo verso il reinserimento Provvedimenti inerenti al mercato del lavoro 2 Cara lettrice, caro lettore, il lavoro è una parte importante

Dettagli

Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali

Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali Oltre che ad evidenti obiettivi di equità, un sistema di assicurazione sociale contro la disoccupazione risponde a motivazioni di efficienza economica,

Dettagli

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015 Guida all assicurazione sociale per i dipendenti Edizione 2015 Indice Introduzione...3 Cambiamento di impiego...4 Disoccupazione...6 Congedo non pagato, perfezionamento professionale, soggiorni linguistici,

Dettagli

Legge federale sugli assegni familiari

Legge federale sugli assegni familiari Termine di referendum: 13 luglio 2006 Legge federale sugli assegni familiari (Legge sugli assegni familiari, LAFam) del 24 marzo 2006 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo

Dettagli

Cassa di compensazione militare Società Svizzera Impresari Costruttori. Statuto e regolamento

Cassa di compensazione militare Società Svizzera Impresari Costruttori. Statuto e regolamento Cassa di compensazione militare Società Svizzera Impresari Costruttori Statuto e regolamento Edizione 2002 Statuto Art. 1 Nome, sede e scopo 1.1. La Società Svizzera degli Impresari Costruttori costituisce

Dettagli

Regolamento sul pensionamento anticipato

Regolamento sul pensionamento anticipato 70.0 Regolamento sul pensionamento anticipato del 9 marzo 0 (stato aprile 0) emanato dal Governo il 9 marzo 0 visto l'art. 5 cpv. della legge sul rapporto di lavoro dei collaboratori del Cantone dei Grigioni

Dettagli

Disoccupazione e infortunio L ABC dell assicurazione

Disoccupazione e infortunio L ABC dell assicurazione Disoccupazione e infortunio L ABC dell assicurazione Le persone disoccupate con diritto all'indennità di disoccupazione sono assicurate contro gli infortuni alla Suva. In caso di infortunio è opportuno

Dettagli

attività SdL - indicatori statistici 2014

attività SdL - indicatori statistici 2014 Bellinzona, 06 marzo 2015 U utenti persone in cerca di impiego pag. 2 P prestazioni fornite colloqui di consulenza, posti vacanti, assegnazioni di posto vacante, sanzioni implicanti sospensione, provvedimenti

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO 1. Servizi finanziari e assicurativi STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI

Dettagli

Il mercato del lavoro

Il mercato del lavoro Il mercato del lavoro Dati mercato del lavoro: Un confronto (2012) Italia Francia Germania OECD Tasso disoccupazione 10.7 10.3 5.5 8.0 Tasso occupazione (*) 57.6 63.9 72.8 65.1 Femminile 47.8 60 68 57.2

Dettagli

FAQ. P:\100 TempTraining\Marketing_Kommunikation\Website\FAQ_i.docx 1/6

FAQ. P:\100 TempTraining\Marketing_Kommunikation\Website\FAQ_i.docx 1/6 FAQ Domande generali... 2 Qual è lo scopo di temptraining?... 2 Chi sono i partner sociali del contratto collettivo di lavoro (CCL) Personale a prestito?... 2 Chi beneficia di temptraining?... 2 Cercate

Dettagli

La moneta. La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa.

La moneta. La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa. La moneta La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa. ECONOMIA MONETARIA E FINANZIARIA La moneta e le istituzioni monetarie Le forme fisiche assunte dalla moneta sono diverse,

Dettagli

852.11 Ordinanza sull aiuto sociale e i prestiti ai cittadini svizzeri all estero

852.11 Ordinanza sull aiuto sociale e i prestiti ai cittadini svizzeri all estero Ordinanza sull aiuto sociale e i prestiti ai cittadini svizzeri all estero (OAPE) del 4 novembre 2009 (Stato 1 gennaio 2010) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 25 della legge federale del

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA

AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA MOBILITÀ COLLETTIVA E' un ammortizzatore sociale per l'accompagnamento dei lavoratori licenziati per: riduzione di attività o lavoro trasformazione di attività cessazione

Dettagli

2.01 Stato al 1 o gennaio 2013

2.01 Stato al 1 o gennaio 2013 2.01 Stato al 1 o gennaio 2013 Contributi paritetici all AVS, all AI e alle IPG Obbligo contributivo 1 Sono tenute a pagare i contributi sul proprio salario all AVS, all AI e alle IPG le persone che esercitano

Dettagli

CAPITOLO 10 I SINDACATI

CAPITOLO 10 I SINDACATI CAPITOLO 10 I SINDACATI 10-1. Fate l ipotesi che la curva di domanda di lavoro di una impresa sia data da: 20 0,01 E, dove è il salario orario e E il livello di occupazione. Ipotizzate inoltre che la funzione

Dettagli

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA Ricerca a cura di Confcommercio Format Milano 22 maggio 2009 Il 73,7% delle imprese avverte un peggioramento della situazione economica

Dettagli

LA CASSA DI DISOCCUPAZIONE OCS

LA CASSA DI DISOCCUPAZIONE OCS LA CASSA DI DISOCCUPAZIONE OCS LE VOSTRE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE. www.ocsv.ch 1 COSA FARE SE PERDO IL MIO IMPIEGO? Sono stato licenziato o il mio contratto si è concluso Non perdete tempo : prima intraprenderete

Dettagli

aggiuntivo bis Ü ³»² ±

aggiuntivo bis Ü ³»² ± Ó» ¹¹ ± aggiuntivo bis ²«³» ± ¼ Ü ³»² ± 6775 B 8 ottobre 2013 FINANZE E ECONOMIA ݱ²½» ²» Modifica della Legge cantonale di applicazione della Legge federale sull approvvigionamento elettrico del 23 marzo

Dettagli

EDIZIONE 2013. Un primo passo verso il reinserimento Provvedimenti inerenti al mercato del lavoro

EDIZIONE 2013. Un primo passo verso il reinserimento Provvedimenti inerenti al mercato del lavoro EDIZIONE 2013 Un primo passo verso il reinserimento Provvedimenti inerenti al mercato del lavoro 1 Cara lettrice, caro lettore, il lavoro è una parte importante della nostra vita. Chi si trova senza un

Dettagli

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Redditi di lavoro dipendente Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo è il contratto mediante il quale l impresa fornitrice pone uno o più lavoratori,

Dettagli