ACCADEMIA DI BELLE ARTI A C M E di MILANO FUMETTO ED ILLUSTRAZIONE, ALLA SFIDA DELLE NUOVE FRONTIERE EDITORIALI: L AUTO- PUBBLICAZIONE DIGITALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ACCADEMIA DI BELLE ARTI A C M E di MILANO FUMETTO ED ILLUSTRAZIONE, ALLA SFIDA DELLE NUOVE FRONTIERE EDITORIALI: L AUTO- PUBBLICAZIONE DIGITALE"

Transcript

1 ACCADEMIA DI BELLE ARTI A C M E di MILANO DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE E ARTI APPLICATE SCUOLA DI NUOVE TECNOLOGIE DELL ARTE Corso di laurea triennale in Fumetto e Illustrazione TESI FUMETTO ED ILLUSTRAZIONE, ALLA SFIDA DELLE NUOVE FRONTIERE EDITORIALI: L AUTO- PUBBLICAZIONE DIGITALE Relatore: Prof. Scricco Antonio Correlatore: Prof. Delvecchio Pasquale Candidato dell Aquila Adriano Matr. N 404FI Anno accademico 2010/2011 1

2 2

3 RIASSUNTO ANALITICO In un mondo editoriale completamente in evoluzione, l avvento del digitale sta profondamente cambiando i tempi e i metodi di diffusione, nuovi supporti come gli e-book, stanno diventando una realtà, e il Web sembra poter diventare il padrone anche in questo campo. Che ruolo ha l editore in tutto questo? E l autore? Una cosa è certa ormai, le strade si sono moltiplicate, la rete ha permesso a molti autori di saltare il confronto con gli editori per passare all autopubblicazione. Proprio da questo punto parte la riflessione che sta alla base di questa tesi. È quindi la mossa giusta provare ad auto-pubblicarsi? Se è si, qual è il metodo migliore per riuscirci? E quali supporti sarebbero più adatti? Questa tesi vuole cercare di dare una risposta a questi interrogativi, tenendo conto della complessità di un mercato che si evolve molto velocemente, che anche se molte volte ci offre banalità e prodotti di scarso appeal, sembra essere il miglior modo per poter rimanere al passo con i tempi. 3

4 4

5 PREFAZIONE Nel momento in cui ho iniziato a scrivere questa tesi, l argomento trattato si apprestava ad essere innovativo, infatti cercare di auto-pubblicare una propria opera, magari con un App per iphone o ipad sembrava difficile anche a me, adesso invece, dopo nemmeno un anno, le App di fumetti pervadono il mercato digitale, soprattutto sui dispositivi portatili di Apple. Mi viene da pensare quindi che, alla fine del lavoro sia solamente al passo con i tempi, e non avanti, facendoci capire quali siano i ritmi frenetici del mercato di oggi. Se lo sviluppo di questi lavori da un lato, può non far sembrare unico il mio, dall altro si può dedurre che questo tipo di mercato sta crescendo in maniera esponenziale. Perché proprio l auto-pubblicazione? Perché bisogna buttarsi, e provare! Tutte le grandi persone di successo ci hanno provato. Magari non andrà bene, ma potremo sempre dire di averci provato. Quello che ho fatto in questa tesi è stato mettermi in gioco, per vedere dove posso arrivare. Per questo, da un analisi di come e del perché è cambiato il mondo dell editoria, cercherò di trarre una conclusione finale, e capire qual è la soluzione migliore. Detto questo non mi resta che ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutato nella stesura di questo lavoro. Prima di tutto ringrazio il professor Antonio Scricco, mio docente relatore, che mi ha sempre incoraggiato, e invogliato a dare il massimo, con i suoi consigli e insegnamenti per la tesi, ma anche per tutta la durata dell esperienza accademica. Un ringraziamento particolare va anche al professor Pasquale Delvecchio, che mi ha aiutato nel progetto per la storia a fumetti, e la professoressa Roberta Giudetti, per il tempo che mi ha sempre dedicato, e per l aiuto nella stesura dell intera storia a fumetti, un grazie anche a Federico Buratti, che ha collaborato 5

6 con me colorando le tavole del fumetto. In generale ringrazio tutti gli altri docenti, ma anche tutte le altre persone che ho conosciuto all interno dell accademia, perché ognuno mi ha insegnato e dato qualcosa, che porterò sempre con me. Ringrazio Marta, la mia fidanzata, che mi ha supportato ogni giorno e mi è sempre stata accanto. E, infine, un vero ringraziamento va ai miei genitori, che nella mia vita sono sempre stati presenti, sostenendomi senza ostacolarmi, appoggiando ogni mia decisione come quella di studiare in questa accademia. Hanno sempre creduto in me, ed è giunto il momento di iniziare a ripagarli. Grazie a tutti. 6

7 INDICE Riassunto analitico... 3 Prefazione... 5 Indice... 7 Indice immagini... 9 Introduzione CAPITOLO 1: L editoria: genesi ed evoluzione L editoria La genesi dell editoria L evoluzione dell editoria La tavoletta, il papiro e la pergamena Le forme del libro La stampa ai tempi di Gutenberg Il cammino della stampa Aldo Manuzio e la rivoluzione tascabile Giambattista Bodoni Nuove macchine di stampa Dalla fotografia alla fotocomposizione La rivoluzione Informatica L editoria per Fumetti La nascita della nona arte Il giornale a Fumetti e il libretto tascabile Riviste, albi cartonati e albi popolari La fenomenologia dell Underground L Underground in Italia CAPITOLO 2: L editoria odierna Cos è oggi l editoria

8 2.1.1 L editoria Mainstream L editoria Underground in Italia La moderna editoria digitale Dalla carta, al web, all e-book Dispositivi per la lettura degli e-book: e-reader Kindle Sony Dispositivi multifunzione, ovvero la Good Enough Revolution iphone ipad CAPITOLO 3: Il mio percorso verso l auto-pubblicazione I progetti E-book a fumetti Podcast Audio Dee Calcio Quanto ne sai di Calcio? L auto-pubblicazione Amazon, Smashwords e Lulu Baker framework Laker Per raggiungere gli acquirenti, pensare come un editore Creazione di un sito Web Creazione di un Blog I Social Network Facebook Twitter Il Viral Marketing Il World Wide Rave Conclusioni Bibliografia Sitografia

9 INDICE IMMAGINI Fig.1.1 Tavoletta argilla e terracotta Fig.1.2 Libro dei morti su papiro Fig.1.3 Ritratto di Gutenberg Fig.1.4 Il primo dagherrotipo Fig.1.5 Steve Jobs con tre modelli del primo Macintosh Fig.1.6 Yellow Kid Fig.1.7 The Funnies Fig.1.8 Primo numero di Action Comics Fig.1.9 Primo numero del Corriere dei Piccoli Fig.1.10 Numero 1 di Topolino Fig.1.11 Primo numero si Spirou Fig.1.12 TinTin Au Pays De Soviets Fig.1.13 Pilote Fig.1.14 Primo numero di Linus Fig.1.15 Il primo Tex Gigante Fig.1.16 Il numero 1 di Dylan Dog Fig.1.17 Un numero recente di Mad Fig.1.18 Primo numero di Zap Comix Fig.2.1 Tre metri sopra il cielo e Calcio lo sport che ha fatto l Italia Fig.2.2 L Amazon Kindle Fig.2.3 Sony Touch Edition Fig.2.4 L iphone 3gs e iphone 4 a confronto Fig.2.5 L Apple ipad Fig.3.1 Logo Podcast Fig.3.2 Logo Dee Giallo Fig.3.3 L App di Lulu Fig.3.4 L App di Smashwords Fig.3.5 L App di Amazon Fig.3.6 Baker Framework Logo Fig.3.7 Laker Landscape

10 10

11 INTRODUZIONE Nel momento in cui si è iniziato a pensare a un argomento valido per la tesi, l attenzione si è subito focalizzata su un progetto ben preciso. La domanda posta è stata: come è possibile inserirsi nel mondo del lavoro? La risposta è la tesi che segue. Creare un fumetto, proporlo a un editore e riuscire a pubblicarlo è un impresa ardua, soprattutto se sei giovane, alle prime esperienze e con nessun lavoro precedente alle spalle. Nell argomentazione si pone l attenzione sull auto-pubblicazione, una nuova strada, che potrebbe agevolare il compito a chiunque, grazie anche alle nuove tecnologie. Prendiamo in considerazione il mondo editoriale: è in evoluzione, si sta espandendo e da qualche anno si stanno evolvendo sempre più gli e-reader : dispositivi elettronici portatili che permettono di caricare un gran numero di testi in formato digitale (e-book) e di leggerli analogamente ad un libro cartaceo. Gli e- reader sono studiati quasi esclusivamente per la lettura di testi, e nell'accezione originaria vengono identificati come aventi schermi con tecnologia E-Ink. Agli inizi del 2010 Apple, con il lancio dell'ipad (che non è un e-book reader, ma un tablet computer dotato di funzionalità e-book reader) ha annunciato la creazione dell'ibookstore, uno speciale mercato virtuale dedicato alla vendita e alla diffusione dei libri digitali. Queste mosse industriali di grandi gruppi mostrano come il mercato degli e-book si stia sempre più ampliando. Per il mercato anglofono la diffusione degli e-book ha raggiunto una massa critica sufficiente a giustificare grandi investimenti ed addirittura a ripensare il futuro dell'editoria. Si metta in disparte per un momento il mondo dell editoria per concentrarci sull iphone, perché il 10 luglio del 2008, l azienda di Cupertino ha lanciato sul 11

12 mercato una delle idee più innovative del nuovo millennio: l App Store. 1 Inizialmente era disponibile solamente per iphone e ipod Touch. App store si presenta come un negozio virtuale, dove poter scaricare applicazioni di qualsiasi tipo, ovunque ci troviamo, gratuitamente o a pagamento. La vera rivoluzione sta nell iphone SDK 2 che è stato annunciato per la prima volta il 6 marzo L'SDK permette agli sviluppatori di creare applicazioni, utilizzando il codice Xcode, 3 che verranno poi eseguite su iphone, ipod touch e ipad. Gli sviluppatori riceveranno il 70% sul fatturato di vendita delle loro applicazioni. Oggi App store conta circa Apps per un totale di di downloads (dati del 6 giugno 2011). Ma, cosa centra tutto questo con l editoria? Semplice, esistono applicazioni di qualsiasi tipo su dispositivi Apple, e con l arrivo di ipad, sono cresciute esponenzialmente anche quelle editoriali, soprattutto quelle riguardanti Libri, Fumetti o Motion Comics. In questo modo si può mescolare l evoluzione editoriale con l opportunità di sviluppare un applicazione che sia in grado di soddisfare l utente. Volendo creare un App, nello specifico un libro a fumetti, bisogna capire prima che cosa può interessare alla gente, per renderla poi completa con l aggiunta di un servizio di podcasting, o delle storie aggiuntive. Infine sarà fondamentale il marketing: Ma come sarebbe possibile se non avessimo le possibilità economiche? Il Viral Marketing è la perfetta soluzione a un pensiero innovativo. Infatti, è un tipo di marketing non convenzionale che sfrutta la capacità comunicativa di pochi soggetti interessati per trasmettere il messaggio ad un numero elevato di utenti finali. Le modalità di diffusione del messaggio seguono 1 è un servizio realizzato da Apple disponibile per iphone, ipod touch e ipad che permette agli utenti di scaricare e acquistare applicazioni disponibili in itunes Store. Le applicazioni possono essere sia gratuite che a pagamento, e possono essere scaricate direttamente dal dispositivo o su un computer. L'App Store è stato aperto il 10 luglio 2008 tramite un aggiornamento software di itunes. 2 Software Development Kit (più brevemente SDK) è un termine che in italiano si può tradurre come "pacchetto di sviluppo per applicazioni", e sta a indicare un insieme di strumenti per lo sviluppo e la documentazione di software. 3 Xcode è un ambiente di sviluppo integrato (Integrated development environment, IDE) sviluppato da Apple Inc. per agevolare lo sviluppo di software per Mac OS X e ios (precedentemente iphone OS). È fornito gratuitamente in bundle con il sistema operativo a partire da Mac OS X 10.3 Panther, sebbene sia in grado di generare programmi per qualsiasi versione di Mac OS X. 12

13 un profilo tipico che presenta un andamento esponenziale. È un'evoluzione del passaparola, ma se ne distingue per il fatto di avere un'intenzione volontaria da parte dei promotori della campagna. E fondamentale anche creare tramite i canali di comunicazione più famosi (Facebook, Twitter, YouTube) dei collegamenti da aggiornare in modo che la gente possa seguire gli sviluppi del tuo lavoro, in ogni momento. Infine creare un sito Web, in grado di fornire tutte le informazioni necessarie per chi desidera sapere tutto, dalla storia, all autore, fino ai collegamenti, download, e magari anche un piccolo store on line. Creare un App, può non essere così semplice, esistono online, alcuni tutorial o corsi veloci per riuscire a creare semplici applicazioni per iphone, ipad e ipod touch: tutto ciò a volte non è sufficiente. Per creare qualcosa di professionale e soddisfacente servirebbe sempre un programmatore esperto. Fortunatamente nuove forme digitali stanno prendendo corpo, da Push pop press al Framework 4 Open Source Baker, fino ad arrivare all ultimo nato Laker. Esse sono le nuove piattaforme per pubblicazione digitale che ridefiniranno il modo e l esperienza di vivere un libro. Chi le userà potrà integrare al testo immagini, audio, video e grafici, l utente sarà in grado di interagire in prima persona con il libro. Grazie a questo software chiunque sarà in grado di realizzare la propria App senza aver bisogno di uno sviluppatore, risparmiando tempo e denaro. Il mondo delle applicazioni non è però l unica risorsa disponibile, anche il Web ci permette di essere gli editori di noi stessi. Esistono numerosi siti disposti a concedere tutta la libertà necessaria per pubblicare le proprie opere. (ad esempio Amazon, Smashwords e Lulu garantiscono un potenziale guadagno immediato, e in pochi click). Nel corso della tesi questi elementi saranno essenziali per poter riuscire a realizzare un progetto innovativo e dare quelle risposte che vi sono sorte nella semplice lettura di questa introduzione. 4 è una struttura di supporto su cui un software può essere organizzato e progettato. Alla base di un framework c'è sempre una serie di librerie di codice utilizzabili con uno o più linguaggi di programmazione, spesso corredate da una serie di strumenti di supporto allo sviluppo del software, come ad esempio un IDE, un debugger, o altri strumenti ideati per aumentare la velocità di sviluppo del prodotto finito. 13

14 14

15 CAPITOLO 1: L EDITORIA: GENESI ED EVOLUZIONE 1.1 L editoria Per secoli gli effimeri supporti (come foglie, pezzi di corteccia o di legno) sui quali rare incerte mani vergavano messaggi, secondo codici limitati e approssimativi, andarono subito perduti, riassorbiti dalle trasformazioni della natura. Solo con la prima produzione di supporti specializzati, soprattutto le tavolette di argilla, il papiro e più tardi (ma non in Palestina) la pergamena, alcuni climi asciutti ci hanno consentito di trovare traccia di questi testi e qualche volta, di interpretarli. Non si tratta, dapprima, di testi religiosi o letterari, ma piuttosto di scritture referenziali: inventari di regge, note ed elenchi commerciali. Fin da subito, dunque, la tecnologia interferisce con la scrittura: senza l invenzione di materiali adeguati e di un apparato sociale che la producesse e la diffondesse, la parola scritta non avrebbe avuto un destino diverso da quello orale: svanire. La scrittura e la stampa rappresentano, come le armi, il primo terreno in cui la società ha elaborato uno sviluppo tecnologico coerente e interrotto. La vanga, il rastrello, come altri strumenti utili al lavoro umano, sono stati praticamente uguali per millenni, fino all invenzione delle macchine. Legata al pensiero, libera forma del comunicare informazioni e pensieri a distanza nello spazio e nel tempo, la stampa ha continuato invece a progredire fin dall inizio. Con la nascita del movimento sindacale, all inizio del Novecento, solo i tipografi furono insigniti dello spadino dell eccellenza. Solo l editore, tra gli imprenditori industriali, assume immediatamente una dimensione culturale. E ancora oggi non c è comunicazione articolata che non parta da un testo. Immaginate come sarebbe il mondo se non esistesse la scrittura. Non solo non saremmo qui, ora con questa tesi tra le mani, ma l intero percorso della giornata sarebbe diverso. Probabilmente questa mattina non avremmo usato l ascensore, e non ci saremmo spostati in macchina; in pausa pranzo, niente telefonino per chiamare casa; arrivati a sera, poi, in assenza di libri non avremmo avuto nemmeno i programmi televisivi da guardare per passare il tempo. Ascensore, macchina, telefonino e televisione: come tutte le invenzioni dell uomo, ognuna di esse è il frutto di scoperte passate e il seme di altre tante meraviglie. 15

16 Che cosa permette con facilità questo fluire di conoscenze tra tempi diversi? Che cosa rende possibile la fusione delle esperienze di un epoca con quelle di un altra? La scrittura. Essa, dunque, non è una monotona raccolta di segni convenzionali, ma si rivela una realtà dal ben più vivace carattere. Non si sbaglia se si afferma che la scrittura sia memoria. Non v è dubbio che la scrittura, fin dalle origini, sia stata memoria e carne della società. Nell universo culturale delle antiche popolazioni, la comparsa del segno scritto ha avuto la forza dirompente di una vera e propria rivoluzione, capace di modificare e innovare per sempre le dinamiche delle relazioni sociali. La comunicazione orale, infatti, non permetteva di diffondere messaggi attraverso il tempo, né in situazioni diverse dai rapporti viso-a-viso, limitando in questa maniera le possibilità di sviluppo della società. La scrittura ha reso possibile invece più fluidamente il nucleo di elementi culturali attorno ai quali si cimenta qualsiasi gruppo umano. La rafforzata e più certa condivisione di esperienze, valori, sentimenti e regole consentirono alle società di svilupparsi in maniera più complessa e articolata. Fin dall inizio, dunque, dimensione sociale e segni, sono legati a doppio filo: lo sviluppo della prima accompagnerà per sempre, con reciproche influenze, il trasformarsi dei secoli La genesi dell editoria Forme di comunicazione più complesse rispetto a quelle gestuali e vocali poterono essere sviluppate dall uomo solo con l abbandono della vita nomade. La scrittura alfabetica non è stata una conquista immediata, ma il frutto di un lungo processo di evoluzione. Un epoca importante per la storia della scrittura fu quella in cui fiorì la civiltà sumera. Furono proprio i sumeri ad abbandonare la rappresentazione pittorica del reale e a dare organizzazione nelle terre mesopotamiche al primo sistema di scrittura, basato su simboli in parte stilizzati: i pittogrammi. Il sistema pittografico consiste nella rappresentazione, di pochi tratti e priva di segni fonetici, di oggetti materiali e avvenimenti. La 16

17 necessità di scrivere più velocemente trasformò i pittogrammi in simboli sempre più stilizzati. Sulle nostre strade, sembra incredibile a dirsi, convivono le più alte vette della tecnologia e le radici dell antichità. Nessuno pensi alla propria vecchia, decrepita auto: sono altri a portare la storia lungo l asfalto. È nei cartelli stradali che si nascondono gli ideogrammi, ultima evoluzione dei pittogrammi. La scrittura ideografica è basata su una rappresentazione del reale ancor più stilizzata di quanto avveniva nei precedenti sistemi pittografici. Nei successivi sistemi di scrittura, infatti, il legame tra simbolo e il concetto espresso è spinto a livelli sempre più elevati di astrazione, consentendo una rilevante riduzione dei segni necessari ad assolvere in maniera soddisfacente i compiti narrativi ed espressivi richiesti. Nell ultima fase della loro storia, i sumeri passarono con gradualità dall utilizzo di un sistema scrittorio pittografico a quello della scrittura ideografica, che conobbe poi il massimo sviluppo con i geroglifici egiziani. Nonostante la loro lunga storia, gli ideogrammi non invecchiano e restano al centro di sistemi di scrittura utilizzati ancora oggi da antiche culture: da oltre 4000 anni i cinesi si esprimono, in forma scritta, con un gigantesco insieme di ideogrammi e simboli fonetici. Affascinante e misteriosa, la lingua degli dei usata dai faraoni è stata fonte di curiosità per secoli, fino alla decifrazione avvenuta per opera di Champollion, intorno agli anni Venti del XIX secolo. Per secoli i geroglifici sono stati visti come simboli mistici, portatori di conoscenze esoteriche e misteriose, testimonianze incomprensibili ma affascinanti di una civiltà ormai scomparsa. In verità i geroglifici non sono altro che un sistema di scrittura, per quanto molto elaborato e affascinante: l unico modo degno di rappresentare per iscritto quella che, per gli egizi, era la lingua degli dei. Il termine corretto geroglifico, infatti, viene dalle parole greche hieròs glyphos, iscrizione sacra ; questa a sua volta è una traduzione del nome dato dagli egizi al loro sistema di scrittura, chiamato appunto lingua degli dei. A differenza di altri tipi di scrittura antichi, non possediamo ancora per i geroglifici, testimonianze primitive di evoluzione: essi sembrano comparire 17

18 all incirca nel 3000 a.c. nella loro forma già perfezionata. Dalle prime iscrizioni dei nomi di re sulle tavolozze di Narmer (3000 ca a.c.) o del Re Scorpione (3250 ca a.c.), fino alle più raffinate ed elaborate produzioni degli scribi e alle iscrizioni monumentali, i geroglifici non subirono mai grandi modifiche, diventando solamente più elaborati e sempre meno comprensibili. Il principio fondamentale della scrittura egizia è la combinazione di ideogrammi e fonogrammi. Mentre un ideogramma esprime un concetto per rappresentazione diretta, o per metafora derivata da questa, il fonogramma rappresenta semplicemente un suono. Nella scrittura geroglifica queste due espressioni sono strettamente legate tra loro, al punto che non è possibile conoscere il momento del passaggio dall uno all altro, pur se questo è esistito. Un esempio classico è quello dell anitra: in egiziano, la sillaba sa è rappresentata dall immagine di un anitra di profilo, e indica sia la parola anitra che la parola figlio. L uso dell immagine dell anitra come ideogramma è chiaro ed evidente, mentre l utilizzo di tale immagine associata al concetto di figlio è un estensione e ci mostra la trasformazione di sa da ideogramma a fonogramma. L idea che un simbolo possa rappresentare suoni invece di oggetti è un principio proprio del rebus, simile a quelli che si possono trovare in oggetti sulle riviste di enigmistica, i geroglifici fanno ampio uso di tale meccanismo, che combina la rappresentazione grafica con il suono indicato da singoli segni. La differenza tra i due significati viene indicata da un segno distintivo che, posto accanto al singolo geroglifico, indica il significato in quel contesto: per esempio, accanto a sa col significato di anitra troveremo un volatile, mentre sa in quanto a figlio avrà un uomo. Tali indicazioni, chiamati determinativi, sono fondamentali per comprendere vi testi geroglifici. Alcuni segni hanno assunto una funzione specializzata nel rappresentare determinati suoni. La scrittura egizia comprende quindi un alfabeto base da ventisei lettere, mediante il quale è possibile riprodurre tutti, o quasi, i suoni necessari, oltre a segni che indicano gruppi di più lettere. 18

19 I geroglifici devono molto del loro fascino alla molteplicità delle direzioni di scrittura: disposti da destra verso sinistra, da sinistra a destra, e non solo in righe, ma anche in colonne, permettevano composizioni artistiche che esaltavano la magnificenza degli obelischi, delle tombe e dei palazzi su cui erano dipinti o incisi. I geroglifici, infatti, non si ritrovano solo dipinti su papiro dagli scribi, ma anche in iscrizioni artisticamente scolpite e decorate su tombe e monumenti testimoni della grandezza dei faraoni, nei quali ogni singolo segno era curato con attenzione, come se fosse parte di un dipinto. Tali testimonianze, più resistenti al tempo, sono quelle che hanno colpito la fantasia di moltitudini di studiosi e viaggiatori, vista la difficoltà di conservare i papiri, spesso anch essi splendidamente decorati, ma purtroppo più esposti all usura. I geroglifici artistici delle iscrizioni e dei monumenti erano, di solito, riservati all utilizzo nell arte e nell architettura; nei manoscritti su papiro, di uso più comune e non riproducenti testi sacri o atti ufficiali, gli scribi egizi svilupparono una forma di scrittura più rapida, derivata da una semplificazione dei segni, che viene oggi chiamata corsivo geroglifico. Una forma ancora più semplificata era lo ieratico; la relazione tra questo e i geroglifici originari era simile a quella che oggi possiamo trovare tra un testo stampato e la calligrafia. Lo sviluppo più lontano della forma originaria era il demotico, usato in documenti amministrativi, nel quale i geroglifici erano completamente irriconoscibili. 19

20 1.1.2 L evoluzione dell editoria L istinto di conservazione ha spinto la civiltà a inventare qualcosa che le consegnasse al futuro e permettesse loro di comprendere il presente. Ecco un breve viaggio tra i supporti e gli strumenti di scrittura dell antichità. Gli strumenti scrittori hanno avuto grande importanza nell evoluzione dei vari alfabeti: si spiega più facilmente la formazione di alcuni caratteri della scrittura se la si mette in relazione con innovazioni di tecnica di scrittoria. I primi supporti sono stati di vario genere. I materiali duri comprendevano pietra, ossi, bronzo ecc. La pietra ha favorito le iscrizioni di carattere monumentale. Il suo uso fu determinato anche dalla necessità di scrivere testi che fossero ben leggibili e visibili grazie alla loro esposizione. L argilla ben si presta alla scrittura cuneiforme, i cui caratteri vengono tracciati su materiale fresco, in seguito cotto in forno. Le notizie più antiche sull uso di supporti scrittori non duri nell area mediterranea vengono da Plinio il Vecchio, che accenna a materiali come papiro, folia (foglie i alberi), liber (parte interna della corteccia di alberi) e libri lintei, ossia di lino La tavoletta, il papiro, la pergamena Fin dai tempi di Omero, e ancora presso i romani, si adoperavano tavolette di legno dealbate (cioè ricoperte di una vernice bianca ) o più spesso cerata. Molto diffuso in età classica, le tavolette furono conosciute anche nel medioevo. Le tavolette di età romana giunte fino a noi appartengono al I, II e III secolo a.c. e contengono atti giuridici o testi di natura privata. Nell ambito privato si usarono fino al secolo XIV. Tale uso era divenuto comune in tutto l impero. Originariamente riunite a gruppi, rappresentano i primi esempi di codex 5. Erano costituite da asticelle rettangolari di legno o di avorio e portavano la scrittura tracciata a inchiostro o a graffio su un lieve strato di cera. La parte centrale era spalmata di cera mista a pece colorata. Essendo molto agevole 5 In filologia, un codice è un libro manoscritto. L'origine del nome deriva dal latino caudex "tronco d'albero", poi monottongato in codex e riferito all'uso antico di scrivere su tavolette di legno ricoperte di cera, unite insieme da anelli metallici o da una striscia di cuoio. In Ecdotica il termine può essere usato anche come sinonimo di testimone, cioè di un manoscritto che tramandi un dato testo. 20

21 cancellare e scrivere su di esse, le tavolette furono impegnate per esercitazioni scolastiche, conti, affari giornalieri, lettere. Presso i romani le tavolette erano chiamate tabulae, con termine generico, mentre codices o codicilli era detto l insieme di due o più tabulae unite da fermagli metallici. Fig. 1.1 Tavoletta in argilla e terracotta Altro tipo di supporto scrittorio nell antichità era la tavoletta in argilla e terracotta (Fig. 1.1), il materiale più diffuso in Mesopotamia, oggi nota come Iraq Meridionale. Gli scavi in questa regione, iniziati nella metà dell Ottocento, hanno portato alla luce milioni di tavolette, le cui iscrizioni hanno consentito di decifrare la scrittura cuneiforme e ricostruirne le diverse fasi. Il papiro è un supporto vegetale fabbricato con il fusto di una pianta palustre coltivata in Egitto. Il più antico papiro egizio a noi pervenuto risale al IV secolo a.c. Lo strumento di scrittura utilizzato sul papiro è lo stilo. Il papiro apparve in Grecia intorno al IV secolo a.c., dove nacque la poesia lirica, che trovò in esso lo strumento per propagarsi e perpetuarsi. I generali vincitori portavano a Roma come bottino di guerra collezioni intere di libri greci suscitando un vero e proprio interesse per il libro. Il papiro (Fig. 1.2) ebbe molta diffusione in Grecia e a Roma e la sua influenza fu determinante per lo sviluppo letterario della civiltà classica. Universalmente usato fino al III secolo d.c., il suo declino fu lento ma inesorabile. La fabbricazione del papiro in Egitto cessò intorno al IX secolo quando la siccità del Nilo rese irreperibile la pianta. 21

22 Fig. 1.2 Il libro dei Morti su papiro. Secondo la lavorazione e la dimensione si ottenevano fogli di papiro di diversa qualità e prezzo: la qualità migliore era detta Augusta, la più economica invece Emporetica, che non era buona per scrivere ma solo per avvolgere oggetti. L uso della pergamena sarebbe stato introdotto da Emanuele II Re di Pergamo ( a.c.) per sostituire il papiro che il faraone dell Egitto si rifiutava d inviargli, volendo impedirgli di creare una biblioteca che oscurasse quella di Alessandria. Certamente l uso risaliva a molto tempo prima, ma il nome stesso indica in Pergamo il centro principale della sua produzione. La pergamena è costituita da pelle di animale trattata e ridotta a fogli lisci e sottili. La morbidezza, la pesantezza e il colore dipendevano dal processo di lavorazione, che non era uguale dappertutto. Di regola la pergamena richiedeva un intervento da parte dello scriba per renderla liscia come la pomice, e per ridurla alla grandezza desiderata. I più antichi frammenti di pergamena risalgono al III secolo d.c. per quanto riguarda lo strumento di scrittura su pergamena, fu Isidoro di Siviglia a parlarne per primo, nel VII secolo citando il ricorso a penne di uccello. Dal IV secolo la pergamena divenne di uso comune; nell VIII secolo i codici divennero numerosi, e fino al XIII secolo, dominò il campo librario. Per i codici di lusso come per i documenti importanti si usava tingere la pergamena prima di scrivere: il colore più usato era la porpora (rossa o violacea). Nell alto medioevo il frequente uso portò a riutilizzare i fogli già scritti. La tecnica consisteva nel cancellare la vecchia scrittura immergendo i fogli nel latte e strofinandoli con una spugna; bisognava poi raschiarli con una pietra pomice per lisciarli nuovamente e far scomparire le tracce del vecchio inchiostro, rifilarli 22

LA SCRITTURA: memoria degli uomini

LA SCRITTURA: memoria degli uomini LA SCRITTURA: memoria degli uomini Roberto Iozzino ASL Roma A Via dei Sardi 35 tel 0677307774 ARIEE-APS Via Alvise Cadamosto 14 06 45665257 Diciassettemila anni fa alcuni uomini tracciano i primi disegni.

Dettagli

I Caratteri generali

I Caratteri generali I Caratteri generali Il libro a stampa antico Il libro a stampa antico è un manufatto, la cui produzione è precedente l introduzione dei procedimenti meccanici nella produzione della stampa. E quello che

Dettagli

STORIA DELLA PUBBLICITA Dall antichità ai tempi di internet

STORIA DELLA PUBBLICITA Dall antichità ai tempi di internet STORIA DELLA PUBBLICITA Dall antichità ai tempi di internet PICCOLA PREMESSA Se per pubblicità intendiamo qualsiasi atto di comunicazione per favorire una vendita o informare dell esistenza di una merce,

Dettagli

La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net

La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net Uno dei primi supporti per la scrittura, che precedettero la carta, fu il papiro. Questo veniva ottenuto già verso il 3500 a.c. in Egitto,

Dettagli

Nascita ed evoluzione degli alfabeti e della scrittura in occidente

Nascita ed evoluzione degli alfabeti e della scrittura in occidente Nascita ed evoluzione degli alfabeti e della scrittura in occidente I periodi fondamentali della scrittura corrispondono a tre fasi della sua evoluzione: scrittura delle idee o sintetica, scrittura delle

Dettagli

Evoluzione della carta nel corso dei secoli

Evoluzione della carta nel corso dei secoli Evoluzione della carta nel corso dei secoli Introduzione della carta Le prime iscrizioni di cui si ha notizia risalgono a 4.000 anni prima di Cristo. èin Egitto che s inizia a produrre un primo materiale

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE LA RONDINE PROGETTO CULTURALE PREMIO LETTERARIO LA RONDINE TI SCRIVO QUESTA LETTERA

ASSOCIAZIONE CULTURALE LA RONDINE PROGETTO CULTURALE PREMIO LETTERARIO LA RONDINE TI SCRIVO QUESTA LETTERA 1 ASSOCIAZIONE CULTURALE LA RONDINE PROGETTO CULTURALE PREMIO LETTERARIO LA RONDINE TI SCRIVO QUESTA LETTERA 2 REGOLAMENTO DEL PREMIO (VEDI REGOLAMENTO) Il Premio ha un proprio regolamento scaricabile,

Dettagli

Progettazione Multimediale STORIA DEI LINGUAGGI. Parte 3. Prof. Gianfranco Ciaschetti

Progettazione Multimediale STORIA DEI LINGUAGGI. Parte 3. Prof. Gianfranco Ciaschetti Progettazione Multimediale STORIA DEI LINGUAGGI Parte 3 Prof. Gianfranco Ciaschetti Evoluzione della stampa e dei caratteri Con l invenzione della stampa a caratteri mobili di Gutenberg, inizia la possibilità

Dettagli

COMUNICAZIONE. Comunicazione, cosa significa?

COMUNICAZIONE. Comunicazione, cosa significa? COMUNICAZIONE La comunicazione è un esigenza primaria dell uomo, che si è espressa nella preistoria attraverso graffiti e disegni, proseguendo fino all invenzione della stampa e della radio, per arrivare

Dettagli

UN ALFABETO MISTERIOSO

UN ALFABETO MISTERIOSO UN ALFABETO MISTERIOSO Oggi in classe i bambini hanno trovato una strana iscrizione sulla lavagna: Mattia, il più studioso, riconosce subito i simboli della scrittura utilizzata nell antico Egitto: il

Dettagli

Note per l'insegnante

Note per l'insegnante LA STAMPA Note per l'insegnante 1. Abbiamo realizzato molti disegni illustrativi del testo perché abbiamo pensato che sarebbe bello che fossero i bambini ad illustrare i testi 2. I titoli posti come domande

Dettagli

La comunicazione scritta: La Stampa. La comunicazione: LEZIONE 2

La comunicazione scritta: La Stampa. La comunicazione: LEZIONE 2 La comunicazione scritta: La Stampa La comunicazione: LEZIONE 2 Cos'è In senso proprio, la stampa è il processo che consiste nel riprodurre un numero indefinito di volte testi e immagini su una superficie

Dettagli

Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato

Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato Caprera, 16 dicembre 1877 "Desidero che l utilissima scoperta del professor Michela sia messa in opera." Giuseppe Garibaldi Questa lettera è uno dei tanti

Dettagli

Tecniche d incisione per le stampe d arte

Tecniche d incisione per le stampe d arte Tecniche d incisione per le stampe d arte Calcografia Il termine deriva dal greco"kalcos"e"graphia", ossia scrivere o incidere su rame o bronzo, con cui oggi si indica il procedimento di stampa artistica

Dettagli

Stampa TIPOGRAFICA molto in breve Il processo di stampa risale a metà del I secolo D.C. con la Dinastia Tang in Cina attraverso pannelli di legno

Stampa TIPOGRAFICA molto in breve Il processo di stampa risale a metà del I secolo D.C. con la Dinastia Tang in Cina attraverso pannelli di legno 1 2 Stampa TIPOGRAFICA molto in breve Il processo di stampa risale a metà del I secolo D.C. con la Dinastia Tang in Cina attraverso pannelli di legno impressi. Dal 1300 venne introdotta in Europa per stampare

Dettagli

INCIDENDO LABORATORIO DIDATTICO

INCIDENDO LABORATORIO DIDATTICO INCIDENDO Incidendo è un progetto didattico rivolto alle classi della Scuola Primaria. Si propone di avvicinare il bambino al mondo dell incisione, tecnica artistica che ha radici lontane nel tempo ma

Dettagli

Il disegno della scrittura

Il disegno della scrittura Laboratorio di Graphic creations prof. arch. Ornella Zerlenga Tema d anno Il disegno della scrittura SECOND UNIVERSITY OF NAPLES DEPARTMENT OF ARCHITECTURE AND INDUSTRIAL DESIGN, ITALY ORNELLA ZERLENGA

Dettagli

NEWSLETTER BIBLIOTECA

NEWSLETTER BIBLIOTECA 1 di 5 02/02/2013 10.23 LA NEWSLETTER MENSILE DELLA BIBLIOTECA PROVINCIALE PASQUALE ALBINO DI CAMPOBASSO NEWSLETTER BIBLIOTECA Agosto 2012 - numero 6 Tutti i colori della lettura in Biblioteca Albino Il

Dettagli

Scrivere o digitare? Questo è il problema

Scrivere o digitare? Questo è il problema Scrivere o digitare? Questo è il problema Alla carta stampata si è affiancato un fedele compagno: il web. Libro ed E-Book, lettera ed e-mail: la loro sarà convivenza o antagonismo? 1 / 6 Tempo addietro,

Dettagli

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 LE FONTI DELLA CATECHESI RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI Al capitolo VI il Documento di Base indica 4 fonti per la catechesi: 1. la SACRA

Dettagli

Possiamo inoltre leggere, sull invenzione della stampa, brevi testi estratti da enciclopedie online (pagine 3 e 4).

Possiamo inoltre leggere, sull invenzione della stampa, brevi testi estratti da enciclopedie online (pagine 3 e 4). Italiano-Tecnologia L INVENZIONE DELLA STAMPA ovvero come scrivere un testo storico informativo dopo aver visto un cartone animato e letto alcune pagine enciclopediche. Proponiamo ai bambini la visione

Dettagli

GRAPHIC DESIGN. 1. Cenni storici

GRAPHIC DESIGN. 1. Cenni storici GRAPHIC DESIGN 1. Cenni storici GRAPHIC DESIGN - È quell ambito artistico che sviluppa messaggi di tipo visivo utilizzando elementi grafici come caratteri, immagini, simboli, e colori; - nella storia si

Dettagli

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI IL GIORNALE Il termine giornale deriva da giorno. Tra i giornali distinguiamo i periodici (settimanali, quindicinali, mensili, trimestrali ecc.) e i quotidiani (dal latino cotidie che significa ogni giorno

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

SI VA DA UN IMMAGINE MOLTO SCHEMATICA E POCO NATURALISTICA (QUASI ASTRATTA) AD UNA IMMAGINE SEMPRE PIU REALISTICA E DETTAGLIATA, DI TIPO PITTORICO

SI VA DA UN IMMAGINE MOLTO SCHEMATICA E POCO NATURALISTICA (QUASI ASTRATTA) AD UNA IMMAGINE SEMPRE PIU REALISTICA E DETTAGLIATA, DI TIPO PITTORICO TECNICHE DI INCISIONE E STAMPA Punto di partenza è la matrice da cui si ricava la stampa Essa può essere di legno, di linoleum, di metallo, di pietra o di stoffa In base al materiale della matrice il disegno

Dettagli

CATALOGARE IL LIBRO ANTICO IN SBN TRIESTE Ottobre 2008 LA TIPOGRAFIA DI ANTICO REGIME

CATALOGARE IL LIBRO ANTICO IN SBN TRIESTE Ottobre 2008 LA TIPOGRAFIA DI ANTICO REGIME CATALOGARE IL LIBRO ANTICO IN SBN TRIESTE Ottobre 2008 LA TIPOGRAFIA DI ANTICO REGIME 1 Tipografia di antico regime Libro a stampa antico = libro prodotto manualmente prima dell introduzione di procedimenti

Dettagli

La caverna dell uomo primitivo

La caverna dell uomo primitivo 1 La Preistoria Un saluto a tutti i presenti e sentiti ringraziamenti agli organizzatori che hanno voluto invitarmi come studioso di strumenti di scrittura. Abbiamo già ascoltato esaurienti informazioni

Dettagli

L interfaccia di P.P.07

L interfaccia di P.P.07 1 L interfaccia di P.P.07 Barra Multifunzione Anteprima delle slide Corpo della Slide Qui sotto vediamo la barra multifunzione della scheda Home. Ogni barra è divisa in sezioni: la barra Home ha le sezioni

Dettagli

Ebook 2. Il Web in mano. Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO WWW.LINKEB.IT

Ebook 2. Il Web in mano. Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO WWW.LINKEB.IT Ebook 2 Il Web in mano Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO Cosa trovi in questo ebook? 1. Il web in mano 2. Come si vede il tuo sito sul telefono 3. Breve storia del mobile web

Dettagli

Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana

Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana Linee di indirizzo progettuali Percorsi didattici Biblioteca Teresiana - Biblioteca G. Baratta - a.s. 2015/2016 Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana Dal libro di carta al libro

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA

2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA 2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA Si ringrazia per il sostegno DA DOVE VIENI? DOVE VAI? RAPPRESENTAZIONI DEL SUOLO Nel suo abitare il suolo l uomo ha una prima esigenza: definirne i confini e

Dettagli

IL SEGNO SCRITTO LABORATORIO DI COMUNICAZIONE VISIVA PER IL TERRITORIO

IL SEGNO SCRITTO LABORATORIO DI COMUNICAZIONE VISIVA PER IL TERRITORIO IL SEGNO SCRITTO Fin dall antichità l uomo ha comunicato con i suoi simili. Alcuni studiosi fanno addirittura iniziare la storia dell umanità dalla comparsa della scrittura. Tuttavia, anche i nostri antenati

Dettagli

L invenzione della scrittura

L invenzione della scrittura 42 2 L invenzione della scrittura Preistoria Dal passato ci giungono solo documenti materiali. 3300 a.c. Storia Dal passato ci giungono sia documenti materiali, sia documenti scritti. 2 La scrittura nasce

Dettagli

Speciale: Apple Remote

Speciale: Apple Remote 30 Speciale: Apple Remote Un telecomando per itunes Apple Remote permette di sfruttare iphone come un telecomando capace di gestire musica, film e e-book Apple Remote è un semplice software che trasforma

Dettagli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli 01 Nei secoli, ci siamo abituati a leggere in molti modi (pietra, pergamena, libri). I cambiamenti continueranno e noi

Dettagli

Come fare un notiziario parrocchiale o una rivista di informazione

Come fare un notiziario parrocchiale o una rivista di informazione INSERTO DA STACCARE E CONSERVARE Patriarcato di Venezia, UFFICIO COMUNICAZIONI SOCIALI Dall esperienza di quest anno della Scuola di Comunicazione ecco una guida pratica per parrocchie, movimenti, gruppi,

Dettagli

Rispondi alle seguenti domande

Rispondi alle seguenti domande Gli affreschi e i rilievi delle pareti di templi e piramidi raccontano la storia dell antico Egitto. Si potrebbero paragonare a dei grandi libri illustrati di storia. Gli studiosi hanno così potuto conoscere

Dettagli

BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta

BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta Come in una storia, che permette letture sempre nuove e personali, la Bibbia si offre al lettore secondo lo stile del tempo in cui viene vissuta. Ogni lettura

Dettagli

Dialoghi con caffè sul tema: L e-book ed il futuro del libro

Dialoghi con caffè sul tema: L e-book ed il futuro del libro Dialoghi con caffè sul tema: L e-book ed il futuro del libro Serata organizzata dalla Biblioteca Comunale di Belfiore (VR) in collaborazione con distil-lab nel contesto della manifestazione Primavera letteraria

Dettagli

ORGANIZZA. interessanti workshop per chiunque desideri mettere alla prova la propria manualità e creatività sotto la guida di esperti del settore.

ORGANIZZA. interessanti workshop per chiunque desideri mettere alla prova la propria manualità e creatività sotto la guida di esperti del settore. Edizione 2014 Il Museo della Stampa e Stampa d Arte a Lodi, per non disperdere conoscenze tecniche importanti e per far risaltare gli aspetti creativi di attività artigianali in via di estinzione ORGANIZZA

Dettagli

Evoluzione della scrittura occidentale.

Evoluzione della scrittura occidentale. Evoluzione della scrittura occidentale. L esigenza di comunicare e di trasmettere idee e concetti in una maniera meno transitoria di quella orale è sempre stata una caratteristica dell umanità, fin dalle

Dettagli

Aes cuprum Il fascino del rame, metallo prezioso per l uomo e l arte

Aes cuprum Il fascino del rame, metallo prezioso per l uomo e l arte Aes cuprum Il fascino del rame, metallo prezioso per l uomo e l arte Laboratorio didattico sull antica tecnica di lavorazione del rame A cura di Mario Pessott fondazioneartistica Dall alto verso destra:

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

La carta MUSEO DELLA PERGAMENA, DEL LIBRO. Testo tratto da Pierre-Marc de Biasi, La carta. Avventura quotidiana, Parigi 1999.

La carta MUSEO DELLA PERGAMENA, DEL LIBRO. Testo tratto da Pierre-Marc de Biasi, La carta. Avventura quotidiana, Parigi 1999. CENTRO DIOCESANO DI DOCUMENTAZIONE PER LA STORIA E LA CULTURA RELIGIOSA VITERBO MUSEO DELLA PERGAMENA, DEL LIBRO E DEL DOCUMENTO D ARCHIVIO La carta Testo tratto da Pierre-Marc de Biasi, La carta. Avventura

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE. COSa diventa

Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE. COSa diventa Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE COSa diventa IL VETRO Questo importantissimo materiale si realizza con un minerale che si chiama silicio che si trova anche nella sabbia del mare. Riciclando

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 INFORMAZIONI SUL DISPOSITIVO READER...2 OPERAZIONI DI BASE...2 APPLICAZIONI E SCHERMATA [HOME]...2 Barra di stato...3 Finestra di notifica...4 OPERAZIONI DEL

Dettagli

Breve storia del corsivo

Breve storia del corsivo Breve storia del corsivo A cura di Monica Dengo Il modello di scrittura spiegato nell articolo Come imparare a scrivere meglio, ha origine nelle scritture del Rinascimento. Queste ultime si possono sommariamente

Dettagli

Le fonti della storia

Le fonti della storia Le fonti della storia Per comprendere bene queste pagine devi conoscere il significato delle parole autoctono ed editto. Aiutati con il dizionario: Autoctono:... Editto:.... La storia è una scienza che

Dettagli

1 Monica Dengo 2005 Free Hand. Studio con penna a punta di un testo di Ludovico degli Arrighi, eseguito nell originale con pennino a punta tronca.

1 Monica Dengo 2005 Free Hand. Studio con penna a punta di un testo di Ludovico degli Arrighi, eseguito nell originale con pennino a punta tronca. INTRODUZIONE La scrittura a mano è un potente mezzo di espressione della nostra personalità e della nostra umanità, coltivarla significa praticarla come una passione. Questo corso è il risultato di anni

Dettagli

6. TECNICHE DI STAMPA (da it.encarta.msn.com)

6. TECNICHE DI STAMPA (da it.encarta.msn.com) 6. TECNICHE DI STAMPA (da it.encarta.msn.com) 1. INTRODUZIONE Tecniche di stampa Insieme dei metodi utilizzati per la stampa di testi e immagini su supporti diversi. Le moderne tecniche di stampa consentono

Dettagli

INTRODUZIONE I. PROGETTI DIDATTICI SCUOLA PRIMARIA. Obiettivi

INTRODUZIONE I. PROGETTI DIDATTICI SCUOLA PRIMARIA. Obiettivi INTRODUZIONE In occasione del XVI Centenario della Lettera Decretale di papa Innocenzo I a Decenzio vescovo di Gubbio, la Diocesi di Gubbio propone un progetto formativo articolato per ogni scuola di ogni

Dettagli

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe Comune di Anzola dell Emilia Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo Nome e cognome Classe Forse avete già sentito la parola archeologia, oppure

Dettagli

Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto

Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto 2/3 di Francesca Cosi e Alessandra Repossi Continua l inchiesta sull e-book in Italia: dopo aver visto che cos è e come funziona il libro digitale,

Dettagli

E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI

E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI 1 CREARE UN VIDEO DIDATTICO GRATIS Esistono moltissime tipologie di video didattici, essi si possono distinguere in base al tempo: di breve,

Dettagli

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. LA CIVILTÀ CINESE Dove La civiltà cinese è nata lungo il iume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. Perché si chiama iume Giallo? Giallastro: un colore giallo sporco, non brillante. Perché in

Dettagli

Sommario. Introduzione...7

Sommario. Introduzione...7 Sommario Introduzione...7 1. Acquisto e sincronizzazione dell ipad...11 Con ios 5 l ipad è PC-Free...11 Requisiti di sistema... 12 Rubrica indirizzi, appuntamenti e preferiti Internet... 13 Caricare foto

Dettagli

Può succedere che il bambino utilizzi le lettere dell alfabeto scritte correttamente, ma ancora come semplice imitazione dell atto di scrivere degli

Può succedere che il bambino utilizzi le lettere dell alfabeto scritte correttamente, ma ancora come semplice imitazione dell atto di scrivere degli LA PAROLA SCRITTA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Francesco Nota Capita con una certa frequenza di incontrare bambini che sanno leggere e scrivere già alla scuola dell infanzia, scuola che finora si è per

Dettagli

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo!

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo! Lo scorso aprile la nostra scuola ha ospitato Maria Luisa Mesiano, un egittologa che ha partecipato agli scavi. Ci ha parlato di questa sua esperienza in Egitto e dei ritrovamenti effettuati. L egittologa

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

Riassunto primo focus (senior)

Riassunto primo focus (senior) Riassunto primo focus (senior) Il focus group si è svolto giovedì 25 marzo dalle 17.00 alle 18.30. I partecipanti erano persone in pensione appartenenti all associazione Amici della biblioteca. Sebbene

Dettagli

Le biblioteche raccontate a mia fi glia

Le biblioteche raccontate a mia fi glia La collana Conoscere la biblioteca si rivolge direttamente agli utenti delle biblioteche per spiegare, con un linguaggio semplice, il ruolo e i diversi aspetti di questo servizio. Per tali caratteristiche

Dettagli

ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole

ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole Marina Cabrini Membro del gruppo di lavoro ECDL presso la ECDL Foundation Dublin mcabrini@sicef.ch l mondo dell informatica è in perenne movimento ed evoluzione,

Dettagli

MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE

MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE Il workshop di make up base ed effetto speciale è tenuto da Darioloris Cerfolli, make up artist che lavora per cinema, moda, pubblicità e per tutte le donne che concepiscono

Dettagli

Documentazione dell Unità di Lavoro su Rappresentazione cartografica 1

Documentazione dell Unità di Lavoro su Rappresentazione cartografica 1 Documentazione dell Unità di Lavoro su Rappresentazione cartografica 1 Ordine di scuola Scuola Primaria De Amicis Santa Maria Nuova di Jesi: classe IV B Insegnante Silvia Cherubini Tempi A discrezione

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Visualizzazione e Composizione

Visualizzazione e Composizione Visualizzazione e Composizione Elementi Base di Visualizzazione Contenuti, Mezzi di Comunicazione e Modalità di Visualizzazione Dopo aver creato un design concept, un graphic designer deve prendere delle

Dettagli

Pratica guidata 9 Tablet

Pratica guidata 9 Tablet Pratica guidata 9 Tablet Usare l applicazione Play Store per cercare ed installare applicazioni Cercare, aggiornare e rimuovere applicazioni Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di

Dettagli

Le immagini del sole di Pietro Cerreta

Le immagini del sole di Pietro Cerreta Le immagini del sole di Pietro Cerreta Premessa. L insegnante spesso considera il raggio di luce o il raggio di sole come concetti intuitivi, poiché essi si basano sul concetto geometrico di retta, a sua

Dettagli

ElEmEnti di grafica EditorialE - layout E impaginazione 2

ElEmEnti di grafica EditorialE - layout E impaginazione 2 Gabbie La gabbia ad una colonna viene utilizzata principalmente nell impaginazione di libri di saggistica, narrativa ecc. di formato non eccessivamente grande (15x21, 17x24...) 1 2 La gabbia a due colonne

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

SEZIONE ETRUSCA (Museo Archeologico, corso Magenta 15)

SEZIONE ETRUSCA (Museo Archeologico, corso Magenta 15) INDICE Museo Archeologico: informazioni generali.....p. 2 Sezione etrusca... p. 3 Costi attività didattiche...........p. 5 Dove sono i musei e i siti... p. 5 Il Museo per gli Insegnanti....p. 6 Informazioni

Dettagli

Introduzione alla lingua cinese moderna

Introduzione alla lingua cinese moderna Introduzione alla lingua cinese moderna Per lingua cinese moderna si intende la lingua ufficiale, parlata e scritta, nella Repubblica Popolare Cinese, lingua definita dal 1956 Ptnghuà 普 通 话 (letter.: lingua

Dettagli

LEGGERE DIGITALE. Introduzione al mondo degli e-book. www.libreriearion.it

LEGGERE DIGITALE. Introduzione al mondo degli e-book. www.libreriearion.it LEGGERE DIGITALE Introduzione al mondo degli e-book www.libreriearion.it 1 I libri elettronici sono facili da acquistare, leggere e trasportare (un piccolo dispositivo di lettura ne può contenere centinaia).

Dettagli

PROGETTO DI RIFACIMENTO DEL SITO WEB DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO

PROGETTO DI RIFACIMENTO DEL SITO WEB DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO PROGETTO DI RIFACIMENTO DEL SITO WEB DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO Relazione di tirocinio di Roberta Boffi matricola 046328 Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Psicologia a.a. 2004/05

Dettagli

L e-book a scuola. 1 Al tema sono peraltro dedicati alcuni lavori specifici, fra i quali in italiano si segnala per

L e-book a scuola. 1 Al tema sono peraltro dedicati alcuni lavori specifici, fra i quali in italiano si segnala per L e-book a scuola Arriviamo così a un ultimo tema su cui vorrei spendere qualche parola. Un tema che richiederebbe peraltro, per essere trattato con l attenzione e il rigore che sarebbero necessari, ben

Dettagli

Guida rapida all'uso

Guida rapida all'uso Guida rapida all'uso versione del 17.05.2011 Indice: 1. CHE COS'E' MediaLibraryOnLine? 2. GUIDA ALL'USO 2.1 Come si accede a MediaLibraryOnLine 2.2 Come navigare 2.3 "Non ancora disponibile presso la tua

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show.

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show. Comunicazione Video Testi Slide Show Twitter Brochure Linkedin Slide Portale Immagini Editoria Newsletter Show Web Portale Editoria Editoria Flickr Digitale Device Mappe Cataloghi GPS Facebook Magazine

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

La Notizia GIORNALE. La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia

La Notizia GIORNALE. La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia o nel mondo data da un giornalista per mezzo CARTACEOLa dei giornali (stampa, trasmissione televisiva,

Dettagli

La tastiera: 105 tasti per fare (quasi) tutto

La tastiera: 105 tasti per fare (quasi) tutto di Pier Francesco Piccolomini 1 Nella scorsa puntata della nostra guida abbiamo imparato ad accendere e spegnere il PC. Adesso è il momento di passare al livello successivo: dobbiamo riuscire a dargli

Dettagli

PREPARARSI ALL ESAME DI MATURITA. SCRIVERE IN ITALIANO L2.

PREPARARSI ALL ESAME DI MATURITA. SCRIVERE IN ITALIANO L2. PREPARARSI ALL ESAME DI MATURITA. SCRIVERE IN ITALIANO L2. Gabriella Debetto Il presente fascicolo contiene le proposte didattiche elaborate dai docenti che hanno partecipato all intervento formativo Scrivere

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

* L attività è stata pensata specificamente per quelle classi che vogliono avvicinarsi all istituzione Museo.

* L attività è stata pensata specificamente per quelle classi che vogliono avvicinarsi all istituzione Museo. Associazione culturale per la tutela e la valorizzazione Tel. : 345-4418830 E-mail: info@heredia.it Web: www.heredia.it storico-ambientale della Centuriazione a nord-est di Padova. PROPOSTE DIDATTICHE

Dettagli

AMBITO ANTROPOLOGICO

AMBITO ANTROPOLOGICO ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO - SCUOLA PRIMARIA DI AVIO - AMBITO ANTROPOLOGICO classe 5^ Insegnante: Paola Martinelli Anno scolastico 2013/2014 STORIA Competenze 1 e 2 al termine del 3 biennio (classe 5^ scuola

Dettagli

PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015

PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI TAGGIA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE QUARTA Ogni équipe pedagogica organizzerà, per gli alunni della rispettiva

Dettagli

Linee guida per itunes U

Linee guida per itunes U Indice Panoramica 1 Per cominciare 2 Impostazioni del corso 3 Modificare e organizzare i contenuti 5 Aggiungere avvisi, compiti e materiali 6 Gestione e collaborazione 8 Gestire le iscrizioni 9 Best practice

Dettagli

Il web marketing non è solo per i web guru

Il web marketing non è solo per i web guru Introduzione Il web marketing non è solo per i web guru Niente trucchi da quattro soldi È necessario avere competenze informatiche approfondite per gestire in autonomia un sito web e guadagnare prima decine,

Dettagli

Introduzione. Perché disegnare in tre dimensioni

Introduzione. Perché disegnare in tre dimensioni Introduzione La natura del corpo non consiste nel peso, nella durezza, nel colore o simili, ma nella sola estensione René Descartes, 1644 Perché disegnare in tre dimensioni Molti progettisti faticano a

Dettagli

Apple Music. Linee guida identità per affiliati. Giugno 2015

Apple Music. Linee guida identità per affiliati. Giugno 2015 Informazioni generali La musica migliore si merita il miglior marketing. Il segreto per un ottima campagna di marketing è un messaggio chiaro e efficace. Per soddisfare tutti i requisiti Apple e ottenere

Dettagli

Vaccari news, la filatelia in tempo reale. è SOCIAL!

Vaccari news, la filatelia in tempo reale. è SOCIAL! Vaccari news, la filatelia in tempo reale è SOCIAL! Con la nuova versione dell App, ora anche per ANDROID, è possible condividere le notizie attraverso Facebook e Twitter oppure inviarle tramite e-mail

Dettagli

Alessandro Volta e la storia della pila

Alessandro Volta e la storia della pila Alessandro Volta e la storia della pila Alessandro Volta fu uno dei più famosi fisici della storia: visse tra il Settecento e l Ottocento, inventò e perfezionò la pila elettrochimica e scoprì caratteristiche

Dettagli

Progetto Banca d Italia

Progetto Banca d Italia Progetto Banca d Italia Educazione finanziaria nelle scuole MODULO 1 MONETA E STRUMENTI DI PAGAMENTO - Le funzioni della moneta. La storia della moneta, dalle origini all euro. Moneta bancaria: conto corrente;

Dettagli

ffllffl EO! ITr Guida alle attività didattiche MUSEO REGIONE TOSCANA Comune di Grosseto MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA

ffllffl EO! ITr Guida alle attività didattiche MUSEO REGIONE TOSCANA Comune di Grosseto MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA Comune di Grosseto AL EO! Guida alle attività didattiche REGIONE TOSCANA ITr,M :,; I i[ 1,1.A MAREMMA MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA ffllffl MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA Coordinamento:

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli