Supplemento relativo al

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supplemento relativo al"

Transcript

1 PowerShares Global Funds Ireland Public Limited Company (Società di Investimento multicomparto a capitale variabile con responsabilità giuridica separata tra i Comparti ) Supplemento relativo al PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF Il presente Supplemento contiene informazioni relative al PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF, un Comparto distinto di PowerShares Global Funds Ireland public limited company (la Società ). Il presente Supplemento costituisce parte del prospetto della Società datato 6 ottobre 2014 e di eventuali supplementi modificativi dello stesso e deve essere letto nel contesto del prospetto e unitamente ad esso (il Prospetto ). In caso di dubbi su decisioni da prendere o sul contenuto del presente Supplemento, si prega di consultare il proprio agente di borsa, direttore di banca, consulente legale, commercialista o altro consulente professionale indipendente. Le Azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF sono state ammesse al Listino ufficiale della Borsa valori irlandese e sono state ammesse e sono negoziate presso la Borsa valori di Londra. Le Azioni potranno essere ammesse o negoziate presso qualsiasi altra borsa valori (ad esempio Borsa Italiana, Deutsche Börse, NYSE Euronext Paris e SIX Swiss Exchange) presso la quale gli Amministratori della Società riterranno opportuno che lo siano.

2 Società di Gestione Invesco Global Asset Management Limited Gestore Patrimoniale Invesco PowerShares Capital Management LLC I potenziali investitori sono invitati a valutare i fattori di rischio illustrati nel Prospetto e nel presente Supplemento prima di investire nel RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Gli Amministratori della Società, i cui nomi sono indicati al capitolo 6 Gestione e Amministrazione del Prospetto, si assumono la responsabilità delle informazioni contenute nel presente Supplemento. Tali informazioni sono veritiere e non omettono alcun elemento che possa alterarne la portata, per quanto a conoscenza e convinzione degli Amministratori (che hanno effettuato accurate verifiche in tal senso). Il presente Supplemento n. 13 è datato 28 luglio Il presente Supplemento n. 13 sostituisce il Supplemento n. 13 datato 6 ottobre 2014.

3 Indice 1. Definizioni 2 2. PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF Introduzione Obiettivo e Politica di Investimento Restrizioni all Investimento e all Assunzione di Prestiti Politica di Distribuzione Calcolo del Valore Patrimoniale Netto Sottoscrizione Rimborso Conversione Trasferimento di Azioni Oneri e spese Fattori di Rischio Tracking Error Previsto 7 3. L Indice 8 4. Disclaimer Relativo all Indice 9 01 Invesco PowerShares Supplemento relativo al Prospetto (PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF)

4 1. Definizioni Valuta di Base la valuta di base del RAFI All-World 3000 UCITS ETF, il Dollaro USA. Giorno Lavorativo in relazione al RAFI All-World 3000 UCITS ETF, un giorno di apertura delle banche a Dublino e New York (o altro giorno o giorni di volta in volta stabiliti dagli Amministratori e previamente comunicati agli Azionisti). All-World 3000 UCITS ETF per la pertinente Data di Contrattazione. Le espressioni con iniziale maiuscola utilizzate ma non definite nel presente Supplemento hanno lo stesso significato indicato nel Prospetto. Data di Contrattazione un giorno di apertura di una borsa valori nella quale il RAFI All-World 3000 UCITS ETF è negoziato o quotato, e un giorno di apertura di uno qualunque dei mercati nei quali gli investimenti del RAFI All-World 3000 UCITS ETF sono quotati o negoziati, salvo decisione diversa degli Amministratori previamente comunicata agli Azionisti. L elenco delle Date di Contrattazione per il RAFI All-World 3000 UCITS ETF sarà reperibile sul Sito Web. Termine di Contrattazione in relazione al RAFI All-World 3000 UCITS ETF, entro le ore GMT di ogni Data di Contrattazione (o altra scadenza anteriore o posteriore al Momento di Valutazione decisa dagli Amministratori a propria discrezione e previamente comunicata agli Azionisti). A seconda del Sistema Riconosciuto di Compensazione e Regolamento utilizzato, il termine per le transazioni in natura può essere anteriore e, in tal caso, sarà reso noto dall Agente Amministrativo. Indice il FTSE RAFI All-World 3000 Index (Net Total Return) in USD. Fornitore dell Indice in relazione al RAFI All-World 3000 UCITS ETF, FTSE International Limited. File di Composizione del Portafoglio il file indicante il tipo di Investimenti e la Componente liquida da trasferire al RAFI All-World 3000 UCITS ETF in regolamento del prezzo delle Azioni. Portafoglio Depositato il portafoglio di Investimenti, più o meno (a seconda del caso) la Componente Liquida, da consegnare al RAFI All- World 3000 UCITS ETF all atto della sottoscrizione di un Pacchetto Minimo di Azioni o che il RAFI All-World 3000 UCITS ETF deve consegnare all atto del rimborso di un Pacchetto Minimo di Azioni. Orario di Pubblicazione in relazione al File di Composizione del Portafoglio, le ore 7.00 GMT di ciascuna Data di Contrattazione. RAFI All-World 3000 UCITS ETF PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Azioni azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Momento di Valutazione per il RAFI All-World 3000 UCITS ETF, le ore (ora di New York) di ciascuna Data di Contrattazione, o altro orario di volta in volta stabilito dagli Amministratori. A scanso di equivoci, si precisa che il Momento di Valutazione è successivo all orario limite per la ricezione delle domande di sottoscrizione e rimborso relative al RAFI 02 Invesco PowerShares

5 2. PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF 2.1 Introduzione La Società è una società d investimento a capitale variabile di tipo aperto e di diritto irlandese, multicomparto, con responsabilità giuridica separata tra i Comparti. La Società è autorizzata a operare come Organismo di Investimento Collettivo in Valori Mobiliari ( OICVM ) dall Autorità di Vigilanza ai sensi delle Normative. Il capitale azionario della Società può essere suddiviso in diverse categorie di Azioni, ciascuna o alcune delle quali costituiscono un distinto Comparto della Società. Ciascun Comparto può avere più categorie di Azioni. Lo Statuto prevede che la Società possa offrire categorie distinte di Azioni, ciascuna delle quali rappresenta una partecipazione in un Comparto costituito da un distinto portafoglio di investimenti. A sua volta, ciascun Comparto può essere ulteriormente suddiviso in diverse categorie. I Comparti attualmente esistenti sono riportati nel Supplemento n. 1 al Prospetto. Il Prospetto contiene informazioni che valgono per ogni Comparto della Società. Esso illustra, tra l altro, i fattori di rischio, la gestione e amministrazione dei Comparti da parte della Società, le valutazioni degli stessi, le procedure di sottoscrizione, rimborso e trasferimento delle Azioni dei Comparti, i dettagli degli oneri e delle spese dovuti dai Comparti e il regime fiscale relativo alle loro Azioni. Il Prospetto contiene altresì una sintesi dello Statuto della Società (si veda il capitolo 11 Informazioni di carattere generale e statutario del Prospetto). Il presente Supplemento contiene informazioni specifiche relative al RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Tutti i termini e le condizioni riguardanti la Società nel suo complesso e riportati nel Prospetto si applicano al RAFI All- World 3000 UCITS ETF, salvo quando specificato nel presente Supplemento. Si raccomanda ai potenziali investitori di consultare anche la più recente Relazione Annuale e la più recente Relazione Semestrale della Società prima d investire nel RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Il RAFI All-World 3000 UCITS ETF è adatto ad investitori che ricercano, nel medio-lungo periodo, una crescita di capitale ed un profitto attraverso l investimento nell equity il cui valore potrebbe aumentare o diminuire e che sono disposti ad accettare un moderato livello di volatilità. Il RAFI All-World 3000 UCITS ETF potrebbe non essere adatto ad investitori che intendono ritirare il loro denaro entro cinque anni. La valuta di base del RAFI All-World 3000 UCITS ETF è il Dollaro USA. Alla data del presente Supplemento, il RAFI All- World 3000 UCITS ETF ha attualmente un unica categoria di Azioni, denominata in Dollari USA. Alla data del presente Supplemento, il RAFI All-World 3000 UCITS ETF non dispone di altre categorie di Azioni, che possono però essere aggiunte in futuro conformemente ai requisiti imposti dall Autorità di Vigilanza. Un investimento nel RAFI All-World 3000 UCITS ETF non dovrebbe costituire una parte sostanziale del portafoglio di investimenti e potrebbe non essere appropriato per tutti gli investitori in quanto si tratta di investire nei mercati emergenti. 2.2 Obiettivo e Politica di Investimento L obiettivo d investimento del RAFI All-World 3000 UCITS ETF è fornire agli investitori risultati d investimento corrispondenti, al lordo delle spese, alla performance in Dollari USA dell Indice, in termini di prezzo e rendimento. Il Gestore Patrimoniale adotta il metodo di campionamento ottimale della strategia index-tracking, tramite la quale il RAFI All-World 3000 UCITS ETF inserirà in portafoglio, per quanto possibile e praticabile, un campione dei componenti dell'indice. Nel replicare l'indice, il gestore Patrimoniale applica tecniche di campionamento mirate a selezionare titoli dall'indice che utilizzano fattori quali rendimenti di mercato, esposizioni settoriali e regionali, rendimenti obbligazionari e petroliferi, andamento del mercato, variabili di dimensione, valore e crescita, nonché determinati fattori statistici. In linea generale, si prevede che il RAFI All-World 3000 UCITS ETF abbia in portafoglio un numero di titoli inferiore a quello dell Indice; tuttavia, il Gestore Patrimoniale si riserva il diritto di inserire in portafoglio il numero di titoli che ritiene necessario per conseguire l obiettivo d investimento del RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Tuttavia, in talune circostanze l'accesso ai componenti dell'indice potrebbe essere vietato dalle normative vigenti o non essere comunque nell interesse degli Azionisti, come, a titolo esemplificativo ma non esclusivo, nei seguenti casi: (i) il RAFI All-World 3000 UCITS ETF è soggetto alle Normative, che prevedono tra l altro restrizioni alla quota del valore del RAFI All-World 3000 UCITS ETF che può essere investita nei singoli titoli. In funzione della concentrazione dell Indice, il RAFI All-World 3000 UCITS ETF può detenere strumenti finanziari derivati ( SFD ) (come sotto descritti) nei limiti indicati nel Prospetto, sempreché il rendimento degli SFD sia correlato a, o rifletta, quello dei titoli che compongono l Indice. (ii) i componenti dell Indice variano di volta in volta. Il Gestore Patrimoniale può adottare una serie di strategie nell attività di trading del RAFI All-World 3000 UCITS ETF, al fine di allinearlo alla variazione del benchmark. Ad esempio, in caso di non disponibilità di un titolo facente parte dell Indice o di inesistenza di un mercato per quel titolo, il RAFI All- World 3000 UCITS ETF può detenere in sua vece certificati di titoli a custodia (ADR e GDR) relativi a quel titolo. (iii) i titoli che compongono l Indice possono, di volta in volta, essere interessati da eventi societari. Il Gestore Patrimoniale ha facoltà di gestire tali eventi nel modo più opportuno; (iv) il RAFI All-World 3000 UCITS ETF può detenere liquidità su base accessoria e ha di norma crediti per dividendi. Il Gestore Patrimoniale può acquistare SFD a fini d investimento diretto per conseguire un rendimento simile a quello dell Indice; (v) i titoli detenuti dal RAFI All-World 3000 UCITS ETF e inseriti nell Indice possono, di volta in volta, diventare illiquidi o comunque non realizzabili al valore equo. In tal caso, il Gestore Patrimoniale può ricorrere a varie tecniche tra cui l acquisto di titoli i cui rendimenti, singolarmente o collettivamente, si presentano ben correlati a quelli dei titoli desiderati inseriti nell Indice, ovvero l acquisto di un campione rappresentativo dei titoli dell Indice; 03 Invesco PowerShares

6 2. PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF (vi) il Gestore Patrimoniale terrà in considerazione anche i costi dell eventuale intervento sul portafoglio. Infatti, le transazioni da eseguire per mantenere il RAFI All- World 3000 UCITS ETF sempre perfettamente in linea con l Indice potrebbero risultare inopportune; o (vii) il RAFI All-World 3000 UCITS ETF può vendere titoli inseriti nell Indice in previsione della loro eliminazione, o acquistare titoli che non figurano nell Indice in previsione del loro inserimento. Il Gestore Patrimoniale può utilizzare varie combinazioni di tecniche d investimento disponibili, nell intento di replicare l Indice. Tra queste possono figurare gli investimenti in SFD quali swap e swaption (su tassi d interesse, valuta estera, indici, credit default e total return) allo scopo di incrementare le plusvalenze, per copertura o variazione dell esposizione verso un titolo non direttamente accessibile ovvero per acquisire un esposizione verso le componenti dell Indice o verso l Indice stesso. Anche le opzioni (su tassi d interesse, obbligazioni e valuta estera) possono essere utilizzate a scopo di copertura o per acquisire un esposizione verso un particolare titolo senza investirvi direttamente. Gli SFD possono essere utilizzati a scopo d investimento diretto e/o di gestione efficiente del portafoglio, nel rispetto dei limiti indicati nell Allegato II del Prospetto. L impiego degli SFD è soggetto alle condizioni e ai limiti posti dall Autorità di Vigilanza ed è consentito unicamente se abbinato ad un RMP (risk management process, piano di gestione del rischio), preventivamente approvato dall Autorità di Vigilanza, che permetta al Comparto di misurare, monitorare e gestire i rischi insiti in tali strumenti. Il RAFI All-World 3000 UCITS ETF può inoltre far ricorso a tecniche e strumenti nuovi messi a punto di volta in volta, il cui impiego risulti adeguato, purché siano conformi ai requisiti richiesti dall Autorità di Vigilanza e siano utilizzati in abbinamento ad un RMP preventivamente approvato dalla stessa Autorità di Vigilanza. Non è nelle intenzioni del Gestore Patrimoniale applicare un effetto leva al RAFI All-World 3000 UCITS ETF, ma l eventuale effetto leva risultante dall impiego degli SFD sarà gestito nel rispetto delle Normative e come riportato nell Allegato II del Prospetto. Il RAFI All-World 3000 UCITS ETF non investirà in fully funded SFD, compresi i fully funded swap. Allo scopo di acquisire un esposizione verso i componenti dell Indice,il RAFI All-World 3000 UCITS ETF può investire in organismi di investimento colettivo, mentre per motivi di gestione della liquidità può investire in organismi d investimento collettivo o detenere, su base accessoria, mezzi liquidi quali contanti, commercial paper (ossia, titoli a breve termine emessi da istituti di credito) e obbligazioni del mercato monetario tra cui titoli di Stato a breve e medio termine (a tasso sia fisso che variabile), certificati di deposito, accettazioni bancarie e strumenti a tasso variabile (strumenti di debito con interessi attivi variabili), di categoria investment grade ovvero garantiti da un governo nazionale o da suoi enti. In talune circostanze (indicate al capitolo 4.4 Introduzione Indici del Prospetto) l Indice può essere sostituito. 2.3 Restrizioni all Investimento e all Assunzione di Prestiti Il RAFI All-World 3000 UCITS ETF non può investire oltre il 10% del suo Valore Patrimoniale Netto in quote o azioni di altri organismi d investimento collettivo. La Società è un OICVM e, di conseguenza, il RAFI All-World 3000 UCITS ETF è soggetto alle restrizioni all investimento e all assunzione di prestiti previste dalle Normative e dalle Comunicazioni dell Autorità di Vigilanza, riportate in dettaglio nell Allegato III del Prospetto. 2.4 Politica di Distribuzione I dividendi dichiarati saranno denominati nella Valuta di Base. La Società intende dichiarare e pagare dividendi sulle Azioni di categoria Dollari USA del RAFI All-World 3000 UCITS ETF per ciascun trimestre finanziario in cui il reddito totale del RAFI All- World 3000 UCITS ETF superi gli oneri e le spese di un importo superiore a quello minimo stabilito di volta in volta dagli Amministratori. I dividendi saranno di norma dichiarati in dicembre, marzo, giugno e settembre e pagati (se dovuti) l ultimo Giorno Lavorativo del mese successivo. Gli Amministratori possono di volta in volta creare categorie di Azioni con distinte politiche di distribuzione. Gli Amministratori intendono mantenere una politica di distribuzione tale da consentire alla categoria di Azioni US Dollar del RAFI All-World 3000 UCITS ETF di qualificarsi come fondo con obbligo d informativa (reporting fund) ai fini del regime fiscale del Regno Unito. I dividendi saranno pagati sul conto che l Azionista avrà comunicato all Agente Amministrativo. Per maggiori dettagli in merito alla politica di distribuzione della Società si prega di consultare il capitolo 4.5 Politica di Distribuzione del Prospetto. 2.5 Calcolo del Valore Patrimoniale Netto Il Valore Patrimoniale Netto del RAFI All-World 3000 UCITS ETF sarà espresso nella Valuta di Base e calcolato dall Agente Amministrativo al Momento di Valutazione conformemente alle disposizioni dello Statuto. Informazioni complete in materia sono riportate nel Prospetto ai capitoli 7.1 Calcolo del Valore Patrimoniale Netto e 11 Informazioni di Carattere Generale e Statutario. Il Valore Patrimoniale Netto per Azione del RAFI All-World 3000 UCITS ETF sarà pubblicato quotidianamente (nel Giorno Lavorativo successivo al Momento di Valutazione della pertinente Data di Contrattazione) sul Sito Web. 2.6 Sottoscrizione Si invitano gli investitori a consultare le procedure di sottoscrizione di e di Azioni riportate nel capitolo 7 del Prospetto. Sottoscrizione Le domande di sottoscrizione di Azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF possono essere presentate da Partecipanti Autorizzati in possesso dei requisiti specificati nel Prospetto e nel presente Supplemento e devono pervenire all Agente Amministrativo entro il Termine di Contrattazione. Per tutte le domande di sottoscrizione, il calcolo del prezzo avviene in via posticipata, ossia con riferimento al prezzo di sottoscrizione per Azione calcolato al Momento di Valutazione della rispettiva Data di Contrattazione. Per ulteriori informazioni in proposito, si invita a consultare il capitolo 7 del Prospetto. Tutte le domande di sottoscrizione iniziale di Azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF devono essere accompagnate da un modulo di sottoscrizione debitamente compilato, ottenibile presso l Agente Amministrativo. I moduli di sottoscrizione sono 04 Invesco PowerShares

7 2. PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF irrevocabili (salvo disposizione diversa della Società di Gestione); essi devono essere inviati via fax a rischio del richiedente, seguiti tempestivamente dall originale. La mancata presentazione del modulo di sottoscrizione in originale può avere come conseguenza, a discrezione della Società di Gestione, il rimborso forzoso delle Azioni interessate e il richiedente non potrà ricevere i proventi del rimborso su richiesta fintanto che il modulo originale non sia pervenuto. Le domande di sottoscrizione devono di norma pervenire ed essere accettate entro il Termine di Contrattazione. Le domande di sottoscrizione pervenute oltre tale termine sono di norma tenute in sospeso fino alla successiva Data di Contrattazione, ma potranno essere accettate per la negoziazione alla Data di Contrattazione in questione a discrezione degli Amministratori, purché pervenute prima del Momento di Valutazione. Sottoscrizione Minima Ai fini del RAFI All-World 3000 UCITS ETF, un Pacchetto Minimo di Azioni corrisponde a Azioni del RAFI All- World 3000 UCITS ETF. La Società di Gestione può modificare la dimensione del Pacchetto Minimo di Azioni, dandone preventiva comunicazione agli Azionisti, se ritiene che ciò possa aumentare l attrattiva del RAFI All-World 3000 UCITS ETF agli occhi degli investitori. Le domande di sottoscrizione di devono riguardare multipli di Azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Per le sottoscrizioni in contanti, l importo minimo di sottoscrizione è un Pacchetto Minimo di Azioni del RAFI All- World 3000 UCITS ETF (o altro importo a discrezione della Società di Gestione). Prezzo di Sottoscrizione Per le sottoscrizioni di, il prezzo per Pacchetto è pari a volte il Valore Patrimoniale Netto per Azione del RAFI All-World 3000 UCITS ETF. In ciascuna Data di Contrattazione nella quale viene accettata una domanda di sottoscrizione di, l Agente Amministrativo comunicherà al richiedente gli importi della Componente Liquida, della Commissione sulle Transazioni in Natura e delle Imposte di Trasferimento, se applicabili, che il richiedente dovrà versare alla Banca Depositaria insieme al Portafoglio Depositato. Per le sottoscrizioni in contanti, le Azioni possono essere sottoscritte in ogni Data di Contrattazione al Valore Patrimoniale Netto per Azione maggiorato di eventuali Imposte di Trasferimento, se applicabili. Le sottoscrizioni in contanti sono inoltre soggette a una Commissione sulle Transazioni in fino al 3% del Valore Patrimoniale Netto delle Azioni sottoscritte. La Società di Gestione può, tuttavia, rinunciare a tale Commissione a propria discrezione. Regolamento delle Operazioni Il Portafoglio Depositato deve pervenire alla Banca Depositaria tre Giorni Lavorativi dopo il Giorno Lavorativo in cui è stata accettata la domanda di sottoscrizione (o entro il termine anteriore stabilito dagli Amministratori e previamente comunicato al richiedente). Il termine può variare a seconda dei termini standard di regolamento delle diverse borse valori in cui sono negoziate le Azioni e a seconda della natura dei titoli inseriti nel Portafoglio Depositato, ma in nessun caso può superare i dieci Giorni Lavorativi dalla Data di Contrattazione interessata. Fintanto che la Banca Depositaria non abbia ricevuto tutti i titoli del Portafoglio Depositato, la Commissione sulle Transazioni in Natura e le eventuali Imposte di Trasferimento, non possono essere emesse Azioni di un Pacchetto Minimo di Azioni a favore del richiedente. La sottoscrizione in contanti di Azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF da parte di un investitore non s intende avvenuta fintanto che l importo in contanti della sottoscrizione non sia pervenuto alla Banca Depositaria. 2.7 Rimborso Si invitano gli Azionisti a consultare le procedure di rimborso di e di Azioni riportate nel capitolo 7.5 del Prospetto. Tutte le domande di rimborso di Azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF devono essere accompagnate da un modulo di rimborso debitamente compilato, ottenibile presso l Agente Amministrativo. I moduli di rimborso sono irrevocabili (salvo disposizione diversa della Società di Gestione); essi devono essere inviati via fax a rischio del richiedente, seguiti dall originale. Le domande di rimborso devono di norma pervenire ed essere accettate entro il Termine di Contrattazione. Le domande di rimborso pervenute oltre tale termine sono di norma tenute in sospeso fino alla successiva Data di Contrattazione, ma potranno essere accettate per la negoziazione alla Data di Contrattazione in questione a discrezione degli Amministratori, purché pervenute prima del Momento di Valutazione. Rimborso Minimo Le domande di rimborso di devono riguardare multipli di Azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Per i rimborsi in contanti non è previsto un importo minimo di rimborso. Prezzo di Rimborso Il prezzo di rimborso per Pacchetto Minimo di Azioni è pari alla somma dei Valori Patrimoniali Netti giornalieri per Azione nella Data di Contrattazione pertinente relativi alle Azioni che compongono il Pacchetto Minimo di Azioni, maggiorata o diminuita (secondo i casi) della Componente Liquida del Portafoglio Depositato, della pertinente Commissione sulle Transazioni in Natura e, se applicabili, delle eventuali Imposte di Trasferimento e di un Dividendo di Rimborso. Eventuali somme in contanti da versare relativamente a un rimborso in natura hanno valuta alla stessa data del regolamento dei titoli. Le Azioni sono rimborsate al Valore Patrimoniale Netto per Azione alla Data di Contrattazione in cui è stata presentata la domanda di rimborso unitamente a un Dividendo di Rimborso 05 Invesco PowerShares

8 2. PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF (se applicabile) e al netto di eventuali Imposte di Trasferimento (se applicabili). I proventi del rimborso sono pagati al netto di una Commissione sulle Transazioni in fino al 3% del Valore Patrimoniale Netto delle Azioni da rimborsare e di eventuali costi di bonifico telegrafico. La Società di Gestione può, tuttavia, rinunciare a tale Commissione a propria discrezione. Regolamento delle Operazioni Il termine standard di regolamento per i rimborsi in natura è di tre Giorni Lavorativi dopo il Giorno Lavorativo in cui è stata accettata la domanda di rimborso, ma può variare in funzione dei termini standard di regolamento delle diverse borse valori in cui sono negoziate le Azioni e a seconda della natura dei titoli che compongono il Portafoglio Depositato. La consegna dei titoli avviene senza addebito di spese. I proventi del rimborso per rimborsi in contanti sono pagati entro tre Giorni Lavorativi dalla pertinente Data di Valutazione, subordinatamente alla consegna delle Azioni. 2.8 Conversione Gli Azionisti della categoria di Azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF offerta ai sensi del presente Supplemento possono passare a una categoria di Azioni in essere di qualsiasi altro Comparto della Società, conformemente alle disposizioni del capitolo 7.11 del Prospetto. È da tener presente che la Società applica di norma una commissione sulla conversione di Azioni tra Comparti fino al 3% del Valore Patrimoniale Netto di ogni Azione da convertire. La Società di Gestione può, tuttavia, rinunciare a tale Commissione a propria discrezione. Immediatamente prima di una conversione può essere dovuto un Dividendo di Rimborso sul reddito maturato e incorporato nel Valore Patrimoniale Netto delle Azioni da convertire. 2.9 Trasferimento di Azioni Le Azioni sono liberamente trasferibili conformemente ai criteri e alle procedure riportati al capitolo 7.12 Trasferimento di Azioni del Prospetto Oneri e spese La Società di Gestione ha diritto a una commissione annua massima pari allo 0,50% del Valore Patrimoniale Netto del RAFI All-World 3000 UCITS ETF. Dalla sua commissione, la Società di Gestione preleva e versa tutte le commissioni dovute al Gestore Patrimoniale, all Agente Amministrativo e alla Banca Depositaria e un ragionevole importo per le loro rispettive spese vive sostenute (ad esclusione delle commissioni e delle spese di sub-deposito (alle usuali aliquote commerciali) nonché degli oneri dell Agente Amministrativo e della Banca Depositaria connessi alle transazioni). La Società di Gestione preleva inoltre dalla sua commissione e versa gli altri costi imputabili al RAFI All-World 3000 UCITS ETF, come specificato al capitolo Spese Operative del capitolo 8 del Prospetto. Spese di Costituzione Le spese di costituzione che non superino l importo di US$50.000, possono essere a carico del RAFI All-World 3000 UCITS ETF e vengono ammortizzate nei primi cinque esercizi finanziari di RAFI All-World 3000 UCITS ETF, o in un periodo diverso ritenuto adeguato dagli Amministratori, nei termini e con le modalità che gli Amministratori giudicheranno giusti e congrui. L eventuale modifica del periodo di ammortamento sarà comunicata agli Azionisti nella successiva relazione periodica della Società. Commissione sulle Transazioni in Natura In una qualunque Data di Contrattazione, un Partecipante Autorizzato che richieda uno o più sarà soggetto a una Commissione sulle Transazioni in Natura, quale descritta nel Prospetto informativo (Sezione 2. Definizioni ), nel limite dell 1% del Valore Patrimoniale Netto delle Azioni sottoscritte o rimborsate, il cui importo effettivo sarà pubblicato sul sito web. La Società di Gestione può, tuttavia, rinunciare a tale Commissione a propria discrezione Fattori di Rischio Gli investitori sono invitati a valutare, oltre ai rischi descritti nel capitolo 5 del Prospetto, anche i seguenti fattori di rischio. Rischi inerenti ai titoli dei mercati emergenti Gli investimenti nei titoli di emittenti dei mercati emergenti comportano taluni rischi e meritano riflessioni particolari non tipicamente associate agli investimenti nei titoli di emittenti di altre economie più consolidate o paesi industrializzati. Tra tali rischi figurano: (a) il rischio di nazionalizzazione o di espropriazione di beni o di tassazione confiscatoria; (b) l instabilità e l incertezza di carattere sociale, economico e politico, compresa la guerra; (c) le fluttuazioni dei prezzi e la ridotta liquidità e capitalizzazione del mercato dei titoli; (d) le fluttuazioni dei tassi di cambio delle valute; (e) i tassi di inflazione elevati; (f) i controlli sull investimento estero e le limitazioni al rimpatrio del capitale investito e alla capacità di convertire la valuta locale in Dollari USA; (g) le differenze delle norme di rendicontazione contabile e finanziaria suscettibili di comportare l indisponibilità di informazioni sostanziali in relazione agli emittenti; (h) una regolamentazione meno estensiva dei mercati finanziari; (i) (j) periodi più lunghi di regolamento delle operazioni in titoli; una legislazione societaria meno evoluta in relazione agli obblighi fiduciari dei funzionari e degli amministratori e alla tutela degli investitori; e (k) poiché il RAFI All-World 3000 UCITS ETF può effettuare investimenti in mercati in cui i sistemi di custodia e/o di regolamento non sono pienamente sviluppati, le attività del RAFI All-World 3000 UCITS ETF negoziate in tali mercati ed affidate a subdepositari, laddove si renda necessario il ricorso a questi ultimi, possono essere soggette a rischi in 06 Invesco PowerShares

9 2. PowerShares FTSE RAFI All-World 3000 UCITS ETF circostanze non imputabili alla Banca Depositaria. Rischio di campionamento L'adozione da parte del RAFI All-World 3000 UCITS ETF di un approccio di campionamento determinerà l'inserimento in portafoglio di un numero inferiore di titoli rispetto a quelli inclusi nell'indice. Ciò potrebbe incidere sulla sua capacità di replicare l'indice e dare luogo a fluttuazioni più ampie del suo valore rispetto a quelle che si verificherebbero se detenesse in portafoglio tutti i titoli compresi nell'indice Tracking Error Previsto Il tracking error è la deviazione standard della differenza dei rendimenti tra un fondo e il proprio indice di riferimento. Il tracking error previsto è basato sulla deviazione standard attesa delle differenze tra i rendimenti del fondo pertinente e quelli del suo indice di riferimento. Per un fondo negoziato in borsa (exchange traded fund) a replica fisica, uno dei principali propulsori di tracking error è la differenza tra le sue partecipazioni e gli elementi costituenti del suo indice di riferimento. Gestione dei contanti, costi di negoziazione derivanti dal ribilanciamento, indice di riferimento e differenziale di rendimento tra il fondo negoziato in borsa e l indice di riferimento possono incidere o influire sul tracking error. L impatto può essere positivo o negativo a seconda delle circostanze sottostanti. Gli ETF sono concepiti per replicare uno specifico segmento di mercato, tema d investimento o indice di riferimento ampiamente seguito. Poiché sono di natura passiva, in teoria il loro tracking error dovrebbe essere basso o inesistente. Le cause di tracking error per gli ETF possono comprendere, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, le seguenti: partecipazioni/dimensione del fondo, problematiche/vincoli normativi, flussi di cassa e commissioni. Il tracking error previsto del RAFI All-World 3000 UCITS ETF, in condizioni di mercato normali, è 0,10% - 1,00%. Il tracking error previsto di un Comparto non è necessariamente indicativo dei suoi risultati futuri. 07 Invesco PowerShares

10 3. L Indice INDICE Gli Amministratori hanno selezionato l Indice come base per la selezione dei titoli da inserire nel portafoglio del RAFI All-World 3000 UCITS ETF, in quanto ritengono che tale Indice rappresenti un segmento ampiamente diversificato di società quotate alla FTSE. Esso gode inoltre di ampia accettazione da parte sia degli investitori sia degli operatori del mercato. La metodologia utilizzata dall Indice consiste nel replicare i risultati delle prime 3000 società quotate nell Indice FTSE Global All Cap. L Indice seleziona e pondera i componenti dell indice utilizzando alcuni valori fondamentali che si basano su quattro parametri dimensionali dell azienda ( parametri fondamentali ): il valore contabile (la rappresentazione percentuale del titolo basata sul valore contabile), il reddito (la rappresentazione percentuale del titolo basata sulla media dei flussi finanziari nei cinque anni precedenti), le vendite (la rappresentazione percentuale del titolo basata unicamente sul fatturato) e i dividendi (la rappresentazione percentuale del titolo basata sui dividendi distribuiti in media nei precedenti cinque anni). I titoli azionari sono quindi classificati in ordine decrescente di valore fondamentale e il valore fondamentale di ogni società viene diviso per la sua capitalizzazione di mercato rettificata per il flottante. Vengono quindi selezionate le prime 3000 società, che rappresenteranno i costituenti dell Indice. La loro ponderazione nell Indice è proporzionale al rispettivo valore fondamentale. I titoli che compongono l Indicehanno una ponderazione basata sul flottante per far sì che solo le società che rappresentano opportunità d investimento siano inserite nell Indice. L Indice è trasparente, gestito in modo indipendente e mette gratuitamente a disposizione degli investitori le norme che lo disciplinano, soggette alla supervisione di un comitato indipendente dei migliori operatori del mercato. La metodologia dell Indice si basa, per la determinazione della ponderazione dei singoli titoli nell indice, sul valore monetario (in dollari) certificato di parametri quali i flussi di cassa, il valore contabile, il fatturato totale e i dividendi lordi. Il calcolo della ponderazione non tiene conto dei prezzi, che come parametro sono soggetti a speculazioni. Poiché le ponderazioni fondamentali sono sottoposte a revisione periodica in occasione della revisione degli indici che avviene a marzo di ogni anno, i pesi dei singoli componenti sono meno soggetti alle bolle di mercato rispetto all eccessiva esposizione di chi investe in singole società, settori o paesi. Per ulteriori informazioni, consultare il sito L Indice effettua un ribilanciamento annuale. La composizione esatta dell Indice è disponibile sul Sito Web. Alla Società è stata concessa una licenza d uso dell Indice come base per determinare la composizione del RAFI All-World 3000 UCITS ETF e per l uso, in relazione al medesimo, di alcuni marchi di servizio e marchi registrati del Fornitore dell Indice. Il Fornitore dell Indice non è responsabile né partecipa alla sottoscrizione o vendita di azioni o alla determinazione della tempistica, dei prezzi, delle quantità e delle percentuali di acquisto o di vendita dei titoli sulla base della composizione dell Indice. 08 Invesco PowerShares

11 Informazioni 4. Disclaimer di Relativo carattere all Indice generale e statutario Le azioni del RAFI All-World 3000 UCITS ETF non sono in alcun modo promosse, approvate, vendute o sponsorizzate da FTSE International Limited ( FTSE ) o da London Stock Exchange plc ( Borsa ) o da The Financial Times Limited ( FT ) o da Research Affiliates LLC ( RA ) (collettivamente le Parti Licenzianti ). Le Parti Licenzianti non rendono dichiarazioni né forniscono alcun genere di garanzia, esplicita o implicita, in merito ai risultati che possono essere ottenuti con l utilizzo dell Indice e/o in merito alla quotazione di detto Indice ad un ora particolare, in un giorno particolare o altro. L Indice è calcolato e compilato da FTSE congiuntamente a RA. Nessuna delle Parti Licenzianti risponde (per negligenza o altro) nei confronti di terzi di eventuali errori contenuti nell Indice, e nessuna delle Parti Licenzianti ha l obbligo di informare chicchessia di tali eventuali errori. FTSE è un marchio registrato di London Stock Exchange plc e The Financial Times Limited ed è utilizzato da FTSE International Limited mediante concessione di licenza. Si informano gli investitori dei rischi associati alle fonti dei dati e ai processi quantitativi utilizzati nel nostro processo di gestione degli investimenti. Nei dati acquisiti da fornitori terzi, nella costituzione dei portafogli-modello e nei codici associati all indice e al processo di costituzione del portafoglio potrebbero essere presenti errori. Research Affiliates si adopera per identificare eventuali errori in termini di dati e processo per ridurre al minimo il potenziale impatto di tali errori sulle performance dell indice e del portafoglio; tuttavia non possiamo garantire che tali errori non si verifichino. Research Affiliates ha sviluppato e potrà continuare a sviluppare indici azionari proprietari, creati e ponderati in base alla proprietà intellettuale brevettata e in attesa di brevetto di Research Affiliates, LLC, il concetto di Fundamental Index, il metodo di non capitalizzazione per la creazione e la ponderazione di un indice di titoli, (numeri di brevetto negli Stati Uniti ; ; ; 7.792,719 e ; numeri di pubblicazione in attesa di brevetto WO 2005/076812, WO 2007/ A2, WO 2008/118372, EPN e HK ). Fundamental Index e/o Research Affiliates Fundamental Index e/o RAFI e/o tutti gli altri RA marchi registrati, marchi commerciali, concetti brevettati e in attesa di brevetto sono di proprietà esclusiva di Research Affiliates, LLC. 09 Invesco PowerShares

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli