SOMMARIO Parte I IL SISTEMA DELLE IMPOSTE SUI REDDITI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO Parte I IL SISTEMA DELLE IMPOSTE SUI REDDITI"

Transcript

1 SOMMARIO Parte I IL SISTEMA DELLE IMPOSTE SUI REDDITI Capitolo I L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TASSAZIONE DEI REDDITI DI NATURA FINANZIARIA NELL ORDINAMENTO GIURIDICO ITALIANO 1. Premessa I redditi di capitale (dividendi, interessi ed altri proventi) Le plusvalenze da negoziazione Il D.Lgs. n. 461 del Il progetto di riforma del 2001 e la Legge delega n. 80 del I tentativi di riforma alla fine della XIV legislatura I progetti di riforma durante la XV legislatura La Legge Finanziaria per il Le nuove modalità di tassazione degli utili Le nuove modalità di tassazione dei capital gain Il nuovo regime di tassazione dei fondi comuni di investimento L unificazione dell aliquota di tassazione dei redditi di natura finanziaria Capitolo II I SOGGETTI CUI SI APPLICA LA DISCIPLINA DEI REDDITI DI NATURA FINANZIARIA 1. Premessa I soggetti cui si applica la disciplina dei redditi di capitale I soggetti cui si applica la disciplina dei redditi diversi di natura finanziaria Casi particolari Lo Stato e gli enti pubblici territoriali Le società fiduciarie I trust Il trust come istituto di common law Il trust nell ordinamento italiano Il trust nel sistema delle imposte sui redditi La disciplina dei redditi del beneficiario del trust Il fondo patrimoniale Le società di investimento immobiliare quotate (SIIQ) Requisiti per l accesso al regime speciale IX

2 L applicazione del regime speciale alle SIINQ Gli effetti dell esercizio dell opzione Opzione per l inclusione nel reddito d impresa Il regime di esenzione del reddito derivante dall attività di locazione immobiliare e assimilate La disciplina delle riserve Vigenza delle presunzioni Cause di cessazione dal regime speciale Il regime speciale in capo ai partecipanti La tassazione dei conferimenti di immobili Estensione del regime previsto per le SIIQ Le organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) Capitolo III I PROVENTI IMPONIBILI COME REDDITI DI NATURA FINANZIARIA 1. I redditi di capitale La nozione di reddito di capitale Le singole fattispecie Interessi ed altri proventi derivanti da mutui, depositi e conti correnti Interessi ed altri proventi delle obbligazioni e titoli similari, degli altri titoli diversi dalle azioni e titoli similari nonché dei certificati di massa Rendite perpetue e prestazioni annue perpetue Compensi per prestazioni di fideiussione o di altra garanzia Utili da partecipazione in società ed enti soggetti all IRES Utili derivanti da contratti di associazione in partecipazione e da contratti di cointeressenza I proventi derivanti dalla gestione, nell interesse collettivo di pluralità di soggetti, di masse patrimoniali costituite con somme di denaro e beni affidati da terzi o provenienti dai relativi investimenti I proventi derivanti da riporti e pronti contro termine su titoli e valute I proventi derivanti dal mutuo di titoli garantito I redditi compresi nei capitali corrisposti in dipendenza di contratti di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione I redditi derivanti dai rendimenti delle prestazioni pensionistiche erogate in forma periodica e delle rendite vitalizie aventi funzione previdenziale X

3 I redditi imputati al beneficiario di trust (art. 44, lett. g-sexies) Gli interessi e gli altri proventi derivanti da altri rapporti aventi per oggetto l impiego del capitale, esclusi i rapporti attraverso cui possono essere realizzati differenziali positivi o negativi in dipendenza di un evento incerto I redditi diversi di natura finanziaria Le plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni e quelle assimilate La nozione di cessione a titolo oneroso La nozione di partecipazione La nozione di partecipazione qualificata Il cumulo delle cessioni effettuate nei dodici mesi La nozione di partecipazione non qualificata Le plusvalenze derivanti dalla cessione o dal rimborso di titoli non rappresentativi di merci, di certificati di massa, di valute estere e di metalli preziosi I titoli non rappresentativi di merci ed i certificati di massa diversi da quelli aventi natura partecipativa I redditi derivanti da contratti derivati eseguiti per differenziali Caratteristiche generali dei contratti derivati Le diverse tipologie di contratti derivati Le operazioni di compravendita di valuta a pronti (c.d. spot) sul Foreign Exchange Market Le plusvalenze e gli altri proventi derivanti dalla cessione ovvero dalla chiusura di rapporti produttivi di redditi di capitale o dalla cessione o dal rimborso di crediti pecuniari Le plusvalenze e i redditi realizzati mediante rimborso o chiusura della attività finanziaria o dei rapporti sottoscritti all emissione o comunque non acquistati da terzi per effetto di cessione a titolo oneroso Capitolo IV I REGIMI DI TASSAZIONE 1. Il regime della dichiarazione L imposta personale sui redditi di capitale L imposta sui redditi diversi di natura finanziaria La separata indicazione delle fattispecie imponibili nella dichiarazione dei redditi Il regime del risparmio amministrato Presupposti di applicazione XI

4 L opzione La sussistenza di un rapporto stabile con intermediari abilitati I rapporti cointestati Modalità di applicazione La determinazione della base imponibile Equalizzatore Il riporto di minusvalenze, perdite e differenziali negativi Il trasferimento di strumenti finanziari Il prelievo di strumenti finanziari Il possesso di partecipazioni qualificate L applicazione agli investimenti detenuti all estero senza intestazione Versamenti e comunicazioni all Amministrazione finanziaria Sanzioni Il regime del risparmio gestito Presupposti di applicazione Incarico di gestione ad un intermediario autorizzato L opzione del contribuente Modalità di applicazione I redditi diversi di natura finanziaria inclusi nel risultato di gestione I redditi di capitale inclusi nel risultato di gestione I redditi di capitale esclusi dal risultato di gestione La determinazione della base imponibile Il valore del patrimonio gestito all inizio ed alla fine dell anno Gli oneri e le commissioni relative al patrimonio gestito I conferimenti effettuati nell anno I prelievi effettuati nell anno I trasferimenti e la revoca dell opzione Il possesso di partecipazioni qualificate Il risultato di gestione negativo Il versamento Le comunicazioni all Amministrazione finanziaria Le sanzioni Il regime transitorio Casi particolari Patrimoni sub depositati dal gestore presso terzi intermediari Gestioni patrimoniali garantite La scelta del regime di tassazione Il regime della dichiarazione XII

5 4.2. Il regime del risparmio amministrato Il regime del risparmio gestito Capitolo V I REDDITI TRANSNAZIONALI DI NATURA FINANZIARIA 1. I redditi transnazionali I redditi transnazionali di natura finanziaria Il sistema di tassazione I redditi finanziari in uscita I redditi finanziari in entrata I soggetti cui si applica la disciplina dei redditi transnazionali di natura finanziaria La residenza delle persone fisiche Cittadini italiani trasferiti in Paesi a fiscalità privilegiata I soggetti passivi dell IRES Società ed enti esterovestiti La presunzione di residenza introdotta dal D.L. n. 112/ Capitolo VI I REDDITI PRODOTTI ALL ESTERO DA SOGGETTI RESIDENTI NEL TERRITORIO DELLO STATO 1. I redditi prodotti all estero da soggetti residenti nel territorio dello Stato I redditi di natura finanziaria di fonte estera I dividendi in entrata L indeducibilità della remunerazione ex art. 110, comma 9, del TUIR Somme erogate in caso di recesso, esclusione, riscatto, liquidazione e riduzione del capitale Utili in natura Utili provenienti da Paesi black list Dividendi distribuiti da soggetti residenti in Paesi black list Partecipazioni non qualificate Partecipazioni qualificate L interpello disapplicativo Dividendi indirettamente distribuiti da soggetti residenti in Paesi black list Il regime delle CFC Interessi in entrata XIII

6 La ritenuta sui proventi derivanti dai depositi e conti correnti costituiti all estero e dai certificati di deposito e buoni fruttiferi emessi da banche non residenti Il prelievo sui proventi da titolo obbligazionario. L imposta sostitutiva prevista dal D.Lgs. n. 239 del I proventi derivanti da operazioni di prestito titoli e operazioni di riporto o pronti contro termine su titoli o valute con controparti non residenti I proventi dei titoli atipici I redditi compresi nei capitali corrisposti a fronte di contratti di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione Il credito d imposta per le imposte pagate all estero (Il tax credit) nel TUIR Presupposti Meccanismo applicativo La per country limitation L impatto delle perdite fiscali pregresse Il riporto in avanti e all indietro del credito Scomputo del credito d imposta Disposizioni di coordinamento Il monitoraggio fiscale La disciplina prevista dal D.L. n. 167 del I trasferimenti da e verso l estero di denaro, titoli o certificati in serie o di massa realizzati tramite intermediari I soggetti monitoranti I soggetti monitorati Le operazioni monitorate I trasferimenti effettuati per il tramite di soggetti non residenti L esatta individuazione dei trasferimenti oggetto di dichiarazione Il monitoraggio degli investimenti esteri e delle attività estere di natura finanziaria L obbligo di indicare gli investimenti e le attività finanziarie detenute al termine del periodo d imposta I soggetti tenuti all indicazione Il contenuto dell indicazione L interpretazione della locuzione redditi di fonte estera : il caso dei titoli di Stato detenuti all estero Il caso degli immobili, dei preziosi e delle opere d arte detenute all estero, dei finanziamenti a società estere, delle polizze assicurative stipulate all estero Il problema della superabilità o meno dell intestazione formale delle attività estere XIV

7 Le ipotesi di insussistenza dell obbligo di indicazione L obbligo di indicare i trasferimenti che hanno interessato gli investimenti e le attività finanziarie all estero L esonero dagli obblighi di indicazione previsto dal comma 4 dell art. 4 del D.L. n. 167 del Il contenuto concreto dell obbligo di dichiarazione delle consistenze e dei flussi Capitolo VII I REDDITI PRODOTTI NEL TERRITORIO DELLO STATO DA SOGGETTI NON RESIDENTI NEL TERRITORIO STESSO 1. Principi generali I redditi di fonte estera erogati a soggetti non residenti La nozione di reddito di natura finanziaria prodotto nel territorio dello Stato I singoli redditi di fonte italiana percepiti da soggetti non residenti I proventi da mutui, depositi e conti correnti I proventi da depositi e conti correnti bancari e postali I proventi da mutui e da depositi e conti correnti diversi da quelli bancari e postali La ritenuta sugli interessi ed altri proventi corrisposti a stabili organizzazioni estere di imprese residenti I proventi da titolo obbligazionario I proventi da titoli obbligazionari soggetti al regime speciale di cui al D.Lgs. n. 239 del I proventi da titoli obbligazionari soggetti alla ritenuta del D.P.R. n. 600 del I dividendi I dividendi in uscita verso società europee Direttiva madri e figlie (90/435/CE) Condizioni di applicabilità del regime Il diritto al rimborso della ritenuta applicata ai sensi dell art. 27, comma 3, D.P.R. n. 600 del Gli utili derivanti dai contratti di associazione in partecipazione e di cointeressenza L imposta sostitutiva sui dividendi Le comunicazioni all Amministrazione finanziaria dei pagamenti di utili a soggetti non residenti La certificazione ai percettori non residenti degli utili corrisposti XV

8 5. I proventi derivanti da prestito titoli, riporti e pronti contro termine su titoli o valute Gli altri redditi di capitale L esenzione per gli interessi corrisposti a soggetti residenti in Stati membri dell Unione europea Il regime applicabile ai partecipanti a fondi immobiliari Soggetti esteri che detengono una partecipazione non qualificata Soggetti esteri che detengono una partecipazione qualificata Le plusvalenze da cessione di partecipazione sociale e gli altri redditi diversi di natura finanziaria Le plusvalenze da cessione di partecipazioni sociali non qualificate e negoziate sui mercati regolamentati e gli altri redditi diversi di natura finanziaria ad esse assimilati esclusi da imposizione ai sensi dell art. 23 del TUIR I redditi diversi di natura finanziaria esclusi da imposizione ai sensi dell art. 5, comma 5, D.Lgs. n. 461 del I redditi diversi di natura finanziaria prodotti nel territorio dello Stato e soggetti ad imposizione Capitolo VIII I REDDITI TRANSNAZIONALI DI NATURA FINANZIARIA NELLE CONVENZIONI CONTRO LE DOPPIE IMPOSIZIONI 1. Premessa La doppia residenza: le tie breaker rules La doppia residenza fiscale per le persone fisiche: tie breaker rules La doppia residenza fiscale per i soggetti diversi dalle persone fisiche L eliminazione della doppia imposizione internazionale giuridica. Le singole categorie di reddito di natura finanziaria La nozione di dividendi, interessi e plusvalenze La nozione di dividendi La nozione di interessi La nozione di plusvalenze I meccanismi per eliminare la doppia imposizione giuridica I dividendi Gli interessi Le plusvalenze L eliminazione della doppia imposizione internazionale giuridica. I metodi generali XVI

9 4.1. Tax sparing credit Procedura L applicazione dei trattati contro le doppie imposizioni con procedura diretta o mediante istanza di rimborso Il rimborso o lo sgravio a favore dei soggetti residenti in Paesi con i quali sono in vigore le convenzioni stipulate dall Italia Paesi per i quali esiste un apposita modulistica Paesi per i quali non esiste un apposita modulistica ma è applicabile la procedura delineata con riferimento alla Convenzione con la Svizzera Paesi per i quali non esiste un apposita modulistica ma non è applicabile la procedura delineata con riferimento alla Convenzione con la Svizzera Quando deve essere richiesta la certificazione Procedura di rimborso La modulistica per il rimborso o lo sgravio La documentazione necessaria ai fini dell applicazione delle convenzioni in materia di plusvalenze Il rimborso o lo sgravio a favore di soggetti che percepiscono redditi prodotti in Paesi con i quali sono in vigore le convenzioni stipulate dall Italia Redditi di fonte austriaca Redditi di fonte francese Redditi di fonte danese Redditi di fonte olandese Redditi di fonte svizzera Redditi di fonte portoghese Redditi di fonte tedesca Redditi di fonte britannica (Regno Unito) Redditi di fonte lussemburghese Capitolo IX I REDDITI TRANSNAZIONALI DI NATURA FINANZIARIA NELLA NORMATIVA DI DERIVAZIONE COMUNITARIA 1. Premessa La Direttiva interessi Il regime di esenzione Ambito oggettivo Ambito soggettivo Requisiti per l applicazione dell esenzione Modalità di applicazione dell esenzione XVII

10 Rimborso di imposte non dovute Le disposizioni antielusive Il periodo transitorio per i percipienti italiani La decorrenza La Direttiva risparmio L ambito di applicazione L agente pagatore Il beneficiario effettivo Il pagamento degli interessi Gli interessi relativi a crediti I proventi derivanti dalla partecipazione in fondi comuni Gli adempimenti a carico dell agente pagatore L ambito di applicazione territoriale L applicazione della Direttiva alle persone fisiche italiane all estero Decorrenza La Direttiva società madre-figlia Storia, obiettivo e portata Società madri che ricevono gli utili distribuiti Stabile organizzazione che riceve gli utili distribuiti Entità ibride. Il regime comune dal 1º gennaio Oneri relativi alla partecipazione ed alle perdite conseguenti alla distribuzione di utili della consociata Nessuna ritenuta alla fonte da parte dello Stato membro della società madre Imposizione fiscale a livello della filiale, impatto sui trattati fiscali Partecipazioni qualificate Soglia di partecipazione e periodo minimo possibile di mantenimento della partecipazione Criteri di forma legale e di soggezione fiscale Disposizioni anti-abuso Parte II I SINGOLI STRUMENTI DEL RISPARMIO Capitolo I GLI INTERESSI DERIVANTI DA DEPOSITI E CONTI CORRENTI, MUTUI E TITOLI OBBLIGAZIONARI 1. Gli interessi da deposito o conto corrente La base imponibile XVIII

11 Interessi compensati nei contratti di conto corrente e nelle operazioni bancarie regolate in conto corrente La tassazione La ritenuta sui proventi derivanti da conti correnti e depositi bancari e postali La ritenuta sui proventi derivanti da depositi e conti correnti diversi da quelli bancari e postali Gli interessi da mutuo La base imponibile Presunzione di percezione degli interessi derivanti dal contratto di mutuo Versamenti dei soci a società in nome collettivo ed in accomandita semplice La tassazione alla fonte Gli interessi da titolo obbligazionario e titoli similari La base imponibile L equalizzatore sui titoli zero coupon e deep discount La tassazione alla fonte dei proventi derivanti dal possesso di titoli obbligazionari L imposta sostitutiva prevista dal D.Lgs. n. 239 del 1996 anteriormente al D.L. n. 138 del L aliquota sui proventi derivanti da titoli obbligazionari domestici, non assoggettati al regime fiscale previsto dal D.Lgs. n. 239 del 1996, anteriormente al D.L. n. 138 del La risoluzione n. 271 del Il regime dell imposta sostitutiva previsto dal D.Lgs. n. 239 del 1996 e l aliquota sui proventi derivanti da titoli obbligazionari a seguito del D.L. n. 138 del I titoli obbligazionari per i quali non trova applicazione l aliquota del 20 per cento prevista in generale dal D.L. n. 138 del L aliquota sui proventi derivanti da titoli obbligazionari esteri non equiparati La ritenuta sui proventi derivanti dal possesso di cambiali finanziarie Decorrenza delle nuove disposizioni introdotte dal D.L. n. 138/ Le modifiche recate dal D.L. n. 83 del 2012 all ambito applicativo del D.Lgs. n. 239/ Le obbligazioni emesse da società diverse dai grandi emittenti Le cambiali finanziarie emesse dai grandi emittenti I project bond XIX

12 4. I proventi derivanti da titoli atipici Capitolo II GLI UTILI DERIVANTI DALLA PARTECIPAZIONE IN SOCIETÀ E I PROVENTI ASSIMILATI 1. Premessa La nozione di utili da partecipazione Dividendi percepiti da soggetti residenti nel territorio dello Stato Società in regime di trasparenza fiscale Utili e riserve formate in regime di trasparenza Le riserve costituite prima del periodo di efficacia dell opzione La presunzione legale assoluta di prioritaria distribuzione degli utili Presunzione limitata alle riserve disponibili o meglio distribuibili Riserve escluse dall applicazione della presunzione Destinazione dell utile ad aumento gratuito del capitale sociale Riduzione effettiva del capitale sociale Riserve vincolate ex art. 109, comma 4, lett. b), del TUIR La natura antielusiva della presunzione di distribuzione degli utili Distribuzione di riserve di capitale La qualificazione delle somme eccedenti il costo fiscale della partecipazione Reddito derivante da recesso, liquidazione e riduzione del capitale Tassazione del reddito derivante dal recesso Tassazione separata I proventi equiparati agli utili da partecipazione Gli strumenti finanziari Indeducibilità della remunerazione La partecipazione al risultato economico della società emittente Definizione di strumenti finanziari I contratti di associazione in partecipazione La tassazione della remunerazione in capo all associato La tassazione della remunerazione dei contratti di cointeressenza propria Assimilazione alle azioni degli strumenti finanziari La partecipazione al risultato economico della società emittente XX

13 Gli strumenti finanziari assimilabili alle partecipazioni qualificate o non qualificate La remunerazione dei finanziamenti direttamente erogati dal socio qualificato o da sue parti correlate di cui all art. 98 del TUIR ante finanziaria Il regime di tassazione degli utili derivanti dalla partecipazione in società dopo la Finanziaria per il Il criterio seguito per l adeguamento delle percentuali La disciplina dei dividendi e dei proventi assimilati Presunzione di distribuzione degli utili prodotti anteriormente al Gli adempimenti Le modalità di tassazione degli utili Capitolo III I PROVENTI DERIVANTI DA OPERAZIONI DI RIPORTO E PRONTI CONTRO TERMINE, MUTUO TITOLI E CONTRATTI DI ASSICURAZIONE SULLA VITA 1. I proventi derivanti da operazioni di pronti contro termine e riporto Base imponibile La tassazione alla fonte Le operazioni di pronti contro termine e riporto aventi ad oggetto partecipazioni Le modalità di applicazione della ritenuta I proventi derivanti da operazioni di mutuo titoli garantito Base imponibile La tassazione alla fonte Le operazioni di mutuo titoli garantito aventi ad oggetto partecipazioni Le modalità di applicazione della ritenuta Redditi compresi nei capitali corrisposti in dipendenza di contratti di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione Contratti con finalità di copertura di rischi specifici Contratti assimilati alle forme di previdenza complementare collettive Altri contratti a contenuto previdenziale Contratti con finalità prevalentemente finanziarie Prestazioni erogate in forma di capitale Prestazioni erogate in forma di rendita Base imponibile La tassazione alla fonte Soggetti tenuti ad applicare l imposta XXI

14 Misura dell imposta Momento impositivo La ritenuta sui proventi delle accettazioni bancarie Capitolo IV LE PLUSVALENZE DA CESSIONE DI PARTECIPAZIONI 1. Il regime dei capital gain ante riforma IRES del La nozione di partecipazioni qualificate e non qualificate La nozione di partecipazione qualificata La nozione di partecipazioni non qualificate La determinazione delle masse imponibili La determinazione della plusvalenza Corrispettivo in natura Oneri incrementativi del costo della partecipazione L imposta sostituiva sui redditi diversi di natura finanziaria Le modifiche alla disciplina dei capital gain con la riforma IRES e con il correttivo I riflessi sulla disciplina dei capital gain della riforma del diritto societario Le partecipazioni qualificate La concorrenza parziale delle plusvalenze alla formazione del reddito Il regime delle minusvalenze Le modifiche apportate dalla Legge finanziaria per il Le cessioni assimilate a quelle delle partecipazioni qualificate Plusvalenze derivanti dalla cessione di titoli e strumenti finanziari esteri Le partecipazioni non qualificate Il regime delle minusvalenze Il comparto delle partecipazioni in società residenti in Paesi a fiscalità privilegiata Interpello disapplicativo Il regime delle minusvalenze Determinazione del costo delle partecipazioni L affrancamento del valore al nell ambito del regime dichiarativo I metodi per la determinazione del valore delle partecipazioni Le minusvalenze latenti L affrancamento parziale Le modalità di esercizio dell opzione XXII

15 3.2. L affrancamento del valore al nell ambito del regime del risparmio amministrato La rivalutazione delle partecipazioni non negoziate possedute alla data del 1º luglio Ambito soggettivo di applicazione Ambito oggettivo di applicazione La perizia giurata di stima L imposta sostitutiva Effetti dell affrancamento Il versamento Effettuazione di successive procedure di rideterminazione Scomputo dell imposta sostitutiva Rimborso dell imposta sostitutiva Gestione del contenzioso esistente Rideterminazione «al ribasso» del costo delle partecipazioni I rapporti tra affrancamento e rivalutazione L esenzione per le plusvalenze relative a partecipazioni in imprese in fase di start up Sospensione dell imposizione e recupero della maggiore imposta eventualmente dovuta L applicazione dell esenzione nell ambito del regime del risparmio amministrato, gestito o dichiarativo Decorrenza del periodo di sospensione Limite massimo dell esenzione Capitolo V I REDDITI FINANZIARI DIVERSI DALLE PLUSVALENZE DA CESSIONE DI PARTECIPAZIONI 1. Le plusvalenze derivanti dalla cessione di valute La base imponibile La tassazione Le plusvalenze derivanti dalla cessione a titolo oneroso di metalli preziosi La base imponibile La tassazione I redditi derivanti da contratti derivati eseguiti per differenziali I redditi derivanti dai contratti derivati Le regole di determinazione della base imponibile dei redditi derivanti dai contratti derivati eseguiti per differenziale Le compravendite di valute estere effettuate sul Foreign Exchange Market XXIII

16 3.4. La tassazione L affrancamento previsto dal D.L. n. 138/ Capitolo VI I FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO 1. Premessa La tassazione degli organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) La tassazione dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti generalisti Il regime applicabile sino al 30 giugno Il regime applicabile dal 1 luglio La tassazione delle SICAV La tassazione dei fondi comuni di investimento mobiliare chiusi La tassazione dei fondi comuni di investimento di diritto estero cd. lussemburghesi storici La tassazione dei fondi comuni di investimento mobiliari di diritto estero La tassazione dei fondi comuni di investimento immobiliare Il regime fiscale dell imposta sostitutiva 1 per cento previsto dal D.L. n. 351 del Il nuovo regime fiscale dei fondi immobiliari previsto dal D.L. n. 269/ La disciplina speciale dei fondi a ristretta base e familiari introdotta dal D.L. n. 112/ L assetto definitivo della disciplina fiscale dei fondi immobiliari previsto dal D.L. 13 maggio 2011, n La tassazione degli OICR che investono in partecipazioni qualificate La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione agli organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) La tassazione dei proventi derivanti da fondi comuni di investimento mobiliare aperti Il regime fiscale delle quote di OICVM relative alle polizze cd. unit linked La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione alle SICAV La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione ai fondi comuni di investimento mobiliare chiusi La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione ai fondi comuni di investimento immobiliare La disciplina previgente Il nuovo regime fiscale dei fondi immobiliari previsto dal D.L. n. 269/ XXIV

17 L assetto definitivo della disciplina fiscale dei fondi immobiliari previsto dal D.L. 13 maggio 2011, n La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione a fondi comuni di investimento di diritto estero La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione ai cd. fondi lussemburghesi storici La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione agli OICR armonizzati UE e collocati in Italia La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione agli OICR armonizzati UE e non collocati in Italia La tassazione dei proventi derivanti dalla partecipazione agli OICR non armonizzati UE Capitolo VII GLI EXCHANGE TRADED FUNDS 1. Premessa Dividendi La negoziazione in borsa: il segmento ETF plus Nav, Bid e Ask I costi L utilizzo degli ETF Leva, Short e Pac Pregi, difetti e raffronto con altri strumenti finanziari I singoli prodotti Gli ETF standard Gli ETF azionari Il mercato italiano L area euro Azionari specializzati in commodities Azionari specializzati nel settore immobiliare Azionari specializzati/private equity Azionari specializzati/tematici ETF obbligazionari ETF strutturati Profili fiscali OICR esteri armonizzati, negoziati in borsa OICR italiani negoziati in borsa OICR esteri non armonizzati, negoziati in borsa XXV

18 Capitolo VIII I FONDI PENSIONE 1. Premessa Le modifiche alla disciplina relativa alla previdenza complementare Il regime fiscale dei fondi pensione Fondi pensione in regime di contribuzione definita I fondi pensione in regime di prestazioni definite I fondi pensione che detengono immobili I vecchi fondi pensione I nuovi principi di tassazione dei fondi pensione Il sistema di tassazione previsto dal D.Lgs. n. 252 del I contributi al fondo pensione I rendimenti dei capitali raccolti dal fondo pensione Le anticipazioni La portabilità Trasferimento volontario Trasferimento necessario I riscatti Le misure compensative per le imprese La tassazione delle prestazioni di previdenza complementare... (capitale e rendita) Regime transitorio della tassazione delle prestazioni pensionistiche complementari Il trattamento dei rendimenti finanziari maturati fino al 31 dicembre 2000: la risoluzione n. 275/E del L imposizione sui redditi derivanti da contratti di assicurazione e da prestazioni pensionistiche complementari Soggetti tenuti ad applicare l imposta Misura dell imposta Redditi erogati da soggetti non residenti XXVI

1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6

1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6 Indice Introduzione XV Parte prima PRINCIPI GENERALI 1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6 2 Redditi diversi di natura

Dettagli

Indice. Prefazione, di Victor Uckmar. Introduzione 1

Indice. Prefazione, di Victor Uckmar. Introduzione 1 Indice Prefazione, di Victor Uckmar xv Introduzione 1 1. I redditi di natura nanziaria nel sistema tributario italiano 9 1. Cenni sull evoluzione del concetto di reddito durante la vigenza dell imposta

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma Riforma della tassazione dei redditi di capitale e dei redditi diversi di natura finanziaria (D.L. n. 138/2011 convertito in L. n. 148/2011

Dettagli

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - Gli utili da partecipazione e i proventi equiparati Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 7 Prassi amministrativa... 12 Schema n. 1 - Il regime dei dividendi:

Dettagli

Periodico informativo n. 105/2014. Aumento tassazione rendite finanziarie

Periodico informativo n. 105/2014. Aumento tassazione rendite finanziarie Periodico informativo n. 105/2014 Aumento tassazione rendite finanziarie Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo informarla che dal 1 luglio è stata modificata l aliquota

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Aumento tassazione rendite finanziarie Premessa Gli articoli 3 e 4 del Decreto Legge 24 aprile 2014, n. 66 convertito, con modificazioni, dalla Legge 23 giugno 2014, n. 89 intervengono sul livello

Dettagli

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 Ai gentili clienti Loro sedi Circolare n. 27 del 4 settembre 2014 LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 ART. 3 e 4 D.L. N. 66/2014 Circolare Agenzia Entrate 27.6.2014, n. 19/E In breve:

Dettagli

Professional Investment Fund: regime fiscale. Avv. Massimo Antonini Lugano 19/20 novembre 2012

Professional Investment Fund: regime fiscale. Avv. Massimo Antonini Lugano 19/20 novembre 2012 Professional Investment Fund: regime fiscale Avv. Massimo Antonini Lugano 19/20 novembre 2012 1 I proventi derivanti dalla partecipazione in PIF 2 I proventi derivanti dalla partecipazioni in PIF Qualora

Dettagli

RENDITE FINANZIARIE NOVITA DELLA MANOVRA 2011. A cura di Fabio Giommoni

RENDITE FINANZIARIE NOVITA DELLA MANOVRA 2011. A cura di Fabio Giommoni RENDITE FINANZIARIE NOVITA DELLA MANOVRA 2011 A cura di Fabio Giommoni PROVVEDIMENTI COMMENTATI D.L. n. 138/2011 (c.d. manovra di Ferragosto ) Nuova aliquota del 20% per la tassazione delle rendite finanziarie

Dettagli

Fisco e Tributi. Newsletter luglio 2014. Aumento della tassazione delle rendite finanziarie

Fisco e Tributi. Newsletter luglio 2014. Aumento della tassazione delle rendite finanziarie Fisco e Tributi Aumento della tassazione delle rendite finanziarie Aumento della tassazione delle rendite finanziarie Dal 1 luglio è stata modificata l aliquota di tassazione dei redditi di natura finanziaria.

Dettagli

Redditi di capitale Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi di capitale

Redditi di capitale Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi di capitale Redditi di capitale Redditi di capitale - art. 44, co. 1 L art. 44 individua i redditi di capitale con una elencazione esaustiva, ma al tempo stesso si chiude (alla lett. h) del comma 1) con una fattispecie

Dettagli

Quadro RT PLUSVALENZE DI NATURA FINANZIARIA

Quadro RT PLUSVALENZE DI NATURA FINANZIARIA Quadro RT PLUSVALENZE DI NATURA FINANZIARIA ADEMPIMENTO NOVITÀ 2015 DETERMINAZIONE DELLE PLUSVALENZE SOGGETTI INTERESSATI SCADENZA COME SI COMPILA Nel Quadro RT devono essere indicati i redditi derivanti

Dettagli

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1. 1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.2 La dematerializzazione delle azioni 1.1.2.1 Profili fiscali 1.1.3

Dettagli

INDICE. Premessa... pag. 11

INDICE. Premessa... pag. 11 INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE DELLE PARTECIPAZIONI NEL REDDITO DI IMPRESA 1. La cessione delle partecipazioni nel reddito d impresa... pag. 13 1.1 I diversi regimi fiscali applicabili

Dettagli

TITOLI e PARTECIPAZIONI

TITOLI e PARTECIPAZIONI TITOLI e PARTECIPAZIONI Regole civilistiche VALUTAZIONE TITOLI DELL ATTIVO CIRCOLANTE Costo < valore di mercato Costo > valore di mercato Mantenimento del costo Valore: quotazione al 31/12 media di dicembre

Dettagli

CIRCOLARE N. 61/E. Roma, 03 novembre 2008

CIRCOLARE N. 61/E. Roma, 03 novembre 2008 CIRCOLARE N. 61/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 novembre 2008 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dei fondi immobiliari. Articolo 82, commi da 17 a 22, del decreto-legge 25 giugno

Dettagli

quadro di sintesi per la professione di Commercialista

quadro di sintesi per la professione di Commercialista La tassazione delle attività ità finanziarie: i i un quadro di sintesi per la professione di Commercialista CLAUDIA ROVINI Viterbo 3 dicembre 2015 Evento valido ai fini della F.P.C.dei dottori commercialisti

Dettagli

INDICE PREMESSA... 9. 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori

INDICE PREMESSA... 9. 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori INDICE PREMESSA... 9 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori 1. Premessa: le riforme che hanno interessato la disciplina dei

Dettagli

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI DEFINIZIONE DI UTILI ASPETTI GENERALI TRATTAMENTO FISCALE TRATTAMENTO CONTABILE TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 Art. 40 D.L. 30.09.2003, n. 269 conv. con L. 24.11.2003, n.

Dettagli

CIRCOLARE N. 19/E. Ro Roma, 27 giugno 2014

CIRCOLARE N. 19/E. Ro Roma, 27 giugno 2014 CIRCOLARE N. 19/E Direzione Centrale Normativa Ro Roma, 27 giugno 2014 OGGETTO: Modifica dell aliquota di tassazione dei redditi di natura finanziaria. Articoli 3 e 4 del decreto legge 24 aprile 2014,

Dettagli

Tassazione delle plusvalenze finanziarie e valutarie (a cura del Dott. Alessio Pistone)

Tassazione delle plusvalenze finanziarie e valutarie (a cura del Dott. Alessio Pistone) Tassazione delle plusvalenze finanziarie e valutarie (a cura del Dott. Alessio Pistone) Nel Quadro RT del modello Unico PF 2015 devono essere dichiarate le plusvalenze e le minusvalenze di natura finanziaria,

Dettagli

Riapertura dei termini per la rideterminazione del valore delle partecipazioni

Riapertura dei termini per la rideterminazione del valore delle partecipazioni Tratto da: Collana Dichiarazioni fiscali 2009 - Unico Società di persone, a cura di G. Cremona, P. Monarca, N. Tarantino Aspetti generali NOVITÀ Sezione I Imposta sostitutiva 20% Da quest anno, in seguito

Dettagli

ERRATA CORRIGE VOL. 345/3 35 COADIUTORI BANCA D ITALIA

ERRATA CORRIGE VOL. 345/3 35 COADIUTORI BANCA D ITALIA ERRATA CORRIGE VOL. 345/3 35 COADIUTORI BANCA D ITALIA Il Capitolo Quarto della Parte Prima del Libro III (Sezione V), del Volume deve intendersi sostituito dal seguente Capitolo Quarto La tassazione degli

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 13 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 13 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 2/E, Direzione Centrale Normativa Roma, 13 febbraio 2015 OGGETTO: Disposizioni in materia di previdenza complementare. Articolo 1, commi 621, 622, 624 della legge 23 dicembre 2014, n. 190

Dettagli

Regimi di tassazione Prof. Maurizio Sebastiano Messina

Regimi di tassazione Prof. Maurizio Sebastiano Messina Premessa Soggetti lordisti Soggetti nei cui confronti non si applica l imposta sostitutiva e quindi percepiscono i redditi dei titoli senza applicazione di alcuna ritenuta (al lordo). Soggetti nettisti

Dettagli

Redditi di capitale. Capitolo 7 7.1 NOZIONE DI SOCIETÀ 7.2 LA TASSAZIONE DEI RISPARMI DELLE FAMIGLIE 7.3 ALTRI REDDITI DI CAPITALE

Redditi di capitale. Capitolo 7 7.1 NOZIONE DI SOCIETÀ 7.2 LA TASSAZIONE DEI RISPARMI DELLE FAMIGLIE 7.3 ALTRI REDDITI DI CAPITALE Redditi di capitale Capitolo 7 7.1 NOZIONE DI SOCIETÀ 7.2 LA TASSAZIONE DEI RISPARMI DELLE FAMIGLIE 7.3 ALTRI REDDITI DI CAPITALE 7.4 IL POSSESSO DI PARTECIPAZIONI DI SOCIETÀ 7.5 LA TASSAZIONE DEI DIVIDENDI

Dettagli

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 I REDDITI DI CAPITALE Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 REDDITI DI CAPITALE Fondamento normativo - artt. 44-48 TUIR - artt. 26-27-ter D.P.R. n. 600/73 Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario

Dettagli

Redditi di capitale e redditi diversi. Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario

Redditi di capitale e redditi diversi. Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario Redditi di capitale e redditi diversi Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario 1 oggetto della lezione redditi di capitali: fonte e determinazione principali

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ Con la presente comunicazione si desidera fornire una breve sintesi del regime fiscale applicabile ai fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano, nonché del

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Prot.2013/151663 Modalità di attuazione delle disposizioni relative al monitoraggio fiscale contenute nell articolo 4 del decreto legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge

Dettagli

Capitolo I. Introduzione... XXVII GLI UTILI DA PARTECIPAZIONE E I PROVENTI EQUIPARATI

Capitolo I. Introduzione... XXVII GLI UTILI DA PARTECIPAZIONE E I PROVENTI EQUIPARATI Introduzione... XXVII Capitolo I GLI UTILI DA PARTECIPAZIONE E I PROVENTI EQUIPARATI 1. La Finanziaria 2008... 3 1.1 La revisione del livello di tassazione di dividendi e capital gain... 3 1.2 L imponibilità

Dettagli

La nuova fiscalità degli strumenti finanziari Prof. Marco Piazza Avv. Antonio Della Carità

La nuova fiscalità degli strumenti finanziari Prof. Marco Piazza Avv. Antonio Della Carità La nuova fiscalità degli strumenti finanziari Prof. Marco Piazza Avv. Antonio Della Carità 16 gennaio 2012- Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Le novità della riforma e le conferme S.A.F.

Dettagli

Il regime di tassazione dei fondi comuni d investimento d

Il regime di tassazione dei fondi comuni d investimento d Il regime di tassazione dei fondi comuni d investimento d italiani Relatori: Dott. Paolo Bifulco Dott. Sandro Botticelli Materiale predisposto da Assogestioni 1 Normativa di riferimento art. 2, commi da

Dettagli

Tassazione delle rendite finanziarie

Tassazione delle rendite finanziarie Tassazione delle rendite finanziarie Qual'è la normativa di riferimento per il calcolo della ritenuta fiscale sulle rendite finanziarie? Trattasi del Decreto Legge n. 66 del 24 aprile 2014 Misure urgenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

799 IL NUOVO MODULO RW

799 IL NUOVO MODULO RW 799 IL NUOVO MODULO RW La compilazione del modulo RW rientra nella più ampia disciplina del monitoraggio fiscale contenuta nel DL 167/90, il cui impianto normativo è stato riformato dalla Legge 6 agosto

Dettagli

RIFORMA DELLA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE

RIFORMA DELLA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE RIFORMA DELLA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE L articolo 2 del decreto legge 13 agosto 2011 n. 138, convertito, con modificazioni, nella legge 14 settembre 2011 n. 148, concernente ulteriori misure

Dettagli

Luglio 2014. Modifica dell aliquota di tassazione dei redditi di natura finanziaria

Luglio 2014. Modifica dell aliquota di tassazione dei redditi di natura finanziaria Luglio 2014 Modifica dell aliquota di tassazione dei redditi di natura finanziaria Olivia M. Zonca e Angelica Carlucci, Tax Product Management, BNP Paribas Securities Services La legge 23 giugno 2014,

Dettagli

CIRCOLARE N. 4/E. Roma, 18 gennaio 2006

CIRCOLARE N. 4/E. Roma, 18 gennaio 2006 CIRCOLARE N. 4/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 18 gennaio 2006 Oggetto: Disposizioni correttive ed integrative al Decreto Legislativo 12 dicembre 2003, n. 344 in materia di tassazione

Dettagli

Le nuove forme di finanziamento alle imprese

Le nuove forme di finanziamento alle imprese Le nuove forme di finanziamento alle imprese Profili fiscali Ordine Dottori Commercialisti di Padova 4 giugno 2014 Principali riferimento normativi e di prassi Art. 32 del Decreto legge 22 giugno2012,n.

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XVII PARTE PRIMA TASSAZIONE DEI REDDITI CAPITOLO 1 I REDDITI DELLE PERSONE FISICHE 1. Introduzione... 3 2. I soggetti passivi residenti in Italia: nozione di residenza delle

Dettagli

GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE

GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE Bologna, 19 giugno 2014 GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE a cura di R. Bigi Principali riferimenti normativi e di prassi Art. 32 del Decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 (c.d.

Dettagli

Decreto Sviluppo (DL 83/2012)

Decreto Sviluppo (DL 83/2012) Decreto Sviluppo (DL 83/2012) I nuovi strumenti finanziari per le imprese Profili fiscali della riforma Massimo Caldara Convegno ANDAF Milano, 10 settembre 2012 Dottori Commercialisti - Revisori Contabili

Dettagli

Imposizione sulle plusvalenze: regimi della dichiarazione, amministrato e gestito. Prof. Stefano Mazzocchi

Imposizione sulle plusvalenze: regimi della dichiarazione, amministrato e gestito. Prof. Stefano Mazzocchi Imposizione sulle plusvalenze: regimi della dichiarazione, amministrato e gestito. Prof. Stefano Mazzocchi REGIME DELLA DICHIRAZIONE Dal punto di vista soggettivo il regime della dichiarazione, disciplinato

Dettagli

LE NOVITÀ DEL DECRETO RENZI

LE NOVITÀ DEL DECRETO RENZI LE NOVITÀ DEL DECRETO RENZI Con la pubblicazione sulla G.U. 24.4.2014, n. 95 è entrato in vigore, a decorrere dal 24.4.2014, il DL n. 66/2014, Decreto Renzi, nell ambito del quale, oltre ad una serie di

Dettagli

Lo SCUDO FISCALE (C.M. 43/E del 10/10/09)

Lo SCUDO FISCALE (C.M. 43/E del 10/10/09) Professionisti Associati per l Impresa Genova - Milano Lo SCUDO FISCALE (C.M. 43/E del 10/10/09) Avv. Gian Enrico Barone PAI Sede di Genova Via XX Settembre 1/5 tel.: (+39) 010 56 47 12 fax: (+39) 010

Dettagli

3. La tassazione degli strumenti finanziari

3. La tassazione degli strumenti finanziari 3. La tassazione degli strumenti finanziari 3.1 Titoli azionari «Nessun pasto è gratis» Milton Friedmann La disciplina fiscale dei dividendi azionari, contenuta negli artt. 27, 27bis e 27ter del D.P.R.

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 17 del 28/09/2011 Oggetto: Manovra bis di ferragosto (D.L 138/2011). Conversione in legge del decreto. Il 17 settembre u.s. è entrata in vigore la legge di conversione del D.L. 138/2011

Dettagli

I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati

I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati 1 PREMESSA Una delle principali direttrici di cambiamento che caratterizzano la riforma del sistema fiscale, attuata

Dettagli

Nuova disciplina della tassazione dei dividendi

Nuova disciplina della tassazione dei dividendi L Imposta sul Reddito delle Società (IRES) Rimini, 7 febbraio 2004 Nuova disciplina della tassazione dei dividendi Dott. Giorgio Nerpiti Studio Combattelli e Nerpiti - Dottori Commercialisti Associati

Dettagli

La Voluntary Disclosure Internazionale

La Voluntary Disclosure Internazionale La Voluntary Disclosure Internazionale Analisi di convenienza tra calcolo analitico e calcolo forfettario Massimo Caldara Ordine dei Dottori Commercialisti Bergamo 28 maggio 2015 Dottori Commercialisti

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Aumento dell'aliquota di tassazione delle rendite finanziarie dal 20% al 26%, (effetti finanziari diretti).

RELAZIONE TECNICA Aumento dell'aliquota di tassazione delle rendite finanziarie dal 20% al 26%, (effetti finanziari diretti). RELAZIONE TECNICA Artt. 3 e 4, commi da 1 a 10 (Disposizioni in materia di redditi di natura finanziaria) Le disposizioni in esame prevedono l incremento di sei punti percentuali, a decorrere dal luglio

Dettagli

REDDITI DI CAPITALE LE RITENUTE SALGONO AL 20%

REDDITI DI CAPITALE LE RITENUTE SALGONO AL 20% REDDITI DI CAPITALE LE RITENUTE SALGONO AL 20% La tassazione degli altri (interessi) AUSTRIA 25,00% BELGIO 15,00% DANIMARCA 39,00% FINLANDIA 29,00% FRANCIA 25,00% GERMANIA (*) 0,00% GRECIA 10,00% IRLANDA

Dettagli

PRESENTAZIONE Il libro sulla disciplina delle partecipazioni societarie esce in edizione aggiornata alla luce delle novità normative e dei chiarimenti di prassi nel frattempo intervenuti. Così come nella

Dettagli

La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013

La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 6 14 GENNAIO 2014 La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013 Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

La tassazione dei redditi delle attività finanziarie dopo il mille proroghe e i decreti di attuazione

La tassazione dei redditi delle attività finanziarie dopo il mille proroghe e i decreti di attuazione 470 APPROFONDIMENTO La tassazione dei redditi delle attività finanziarie dopo il mille proroghe e i decreti di attuazione di Enzo Mignarri Con il D.L. n. 216/2011 c.d. mille proroghe e con tre decreti

Dettagli

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI 21.1 Generalità Il quadro RZ deve essere compilato dai soggetti che hanno corrisposto

Dettagli

RISPARMIO: LE NOVITA' FISCALI SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI RISPARMIO:LE NOVITA' FISCALI SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI

RISPARMIO: LE NOVITA' FISCALI SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI RISPARMIO:LE NOVITA' FISCALI SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI RISPARMIO: LE NOVITA' FISCALI SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI RISPARMIO:LE NOVITA' FISCALI SU INVESTIMENTI E DEPOSITO TITOLI INTRODUZIONE La tassazione è una materia in costante evoluzione,pertanto riteniamo

Dettagli

7 Informazioni riguardanti gli strumenti finanziari oggetto dell Offerta Globale

7 Informazioni riguardanti gli strumenti finanziari oggetto dell Offerta Globale 7 Informazioni riguardanti gli strumenti finanziari oggetto dell Offerta Globale 7.1 Descrizione delle Azioni I titoli oggetto dell Offerta Globale sono n. 1.750.000 azioni ordinarie ASM, da nominali Euro

Dettagli

Il regime fiscale dei fondi e delle SICAF immobiliari

Il regime fiscale dei fondi e delle SICAF immobiliari Il regime fiscale dei fondi e delle SICAF immobiliari Dott. Domenico Ponticelli (Di Tanno & Associati) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti di investimento immobiliare 21 Maggio 2015

Dettagli

Diritto Tributario. Redditi di capitale Redditi diversi. Bergamo, 27/11/15. Andrea Brignoli, LL.M. Andrea Brignoli

Diritto Tributario. Redditi di capitale Redditi diversi. Bergamo, 27/11/15. Andrea Brignoli, LL.M. Andrea Brignoli Diritto Tributario Redditi di capitale Redditi diversi Bergamo, 27/11/15, LL.M. 2015 T.U.I.R. D.P.R. 917/86 TITOLO I IRPEF 1. Disposizioni generali 2. Redditi fondiari 3. Redditi di capitale 4. Redditi

Dettagli

Chiarimenti Agenzia delle Entrate

Chiarimenti Agenzia delle Entrate Chiarimenti Agenzia delle Entrate 1. Nuova misura dell'imposta sostitutiva sui risultati di gestione. La legge di stabilità del 2015 ha aumentando l'aliquota dell'imposta sostitutiva delle imposte sui

Dettagli

TASK FORCE ASSOGESTIONI. Documento conclusivo

TASK FORCE ASSOGESTIONI. Documento conclusivo TASK FORCE ASSOGESTIONI PER L implementazione della riforma della tassazione dei fondi comuni Giugno 2011 Task force assogestioni per l implementazione della riforma della tassazione dei fondi comuni Giugno

Dettagli

CIRCOLARE N. 19/E INDICE

CIRCOLARE N. 19/E INDICE CIRCOLARE N. 19/E Direzione Centrale Normativa Roma, 4 giugno 2013 OGGETTO: Attuazione della direttiva 2009/65/CE (UCITS IV). Modifiche al regime di tassazione degli organismi di investimento collettivo

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2833

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2833 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2833 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LANNUTTI, GIAMBRONE, MASCITELLI, PEDICA, DE TONI, CARLINO, RUSSO, CAFORIO, SBARBATI, DI NARDO, MUSI e PETERLINI

Dettagli

UNICO 2015: nel quadro RW anche IVIE e IVAFE Carlotta Benigni - Dottore commercialista in Milano

UNICO 2015: nel quadro RW anche IVIE e IVAFE Carlotta Benigni - Dottore commercialista in Milano : nel quadro RW anche IVIE e IVAFE Carlotta Benigni - Dottore commercialista in Milano ADEMPIMENTO " FISCO Il quadro RW deve essere compilato dai contribuenti soggetti agli obblighi di monitoraggio fiscale

Dettagli

AVVISO ALLA CLIENTELA

AVVISO ALLA CLIENTELA novembre 2007, n.231 circa il TRASFERIMENTO DI DENARO CONTANTE O DI LIBRETTI DI DEPOSITO BANCARI O POSTALI AL PORTATORE O DI TITOLI AL PORTATORE A decorrere dal 6 dicembre 2011 è vietato il trasferimento

Dettagli

NOTA A COMMENTO ELABORATA CON L AUSILIO DELL AVV. FEDERICO RASI DELLO STUDIO VISENTINI MARCHETTI E ASSOCIATI

NOTA A COMMENTO ELABORATA CON L AUSILIO DELL AVV. FEDERICO RASI DELLO STUDIO VISENTINI MARCHETTI E ASSOCIATI NOTA A COMMENTO ELABORATA CON L AUSILIO DELL AVV. FEDERICO RASI DELLO STUDIO VISENTINI MARCHETTI E ASSOCIATI 1. Il regime fiscale delle SICAF. Tra le novità fiscali, va, innanzitutto, segnalato che l art.

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. Prot. 2012/3535 Alle Direzioni regionali e provinciali. Agli Uffici locali. Al Comando Generale della Guardia di Finanza

CIRCOLARE N. 2/E. Prot. 2012/3535 Alle Direzioni regionali e provinciali. Agli Uffici locali. Al Comando Generale della Guardia di Finanza CIRCOLARE N. 2/E Direzione Centrale Normativa Settore Imposte sui Redditi e sulle Attività Produttive Ufficio Redditi di Capitale e Diversi Roma, 15 febbraio 2012 Prot. 2012/3535 Alle Direzioni regionali

Dettagli

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA SOMMARIO Capitolo I L INTESTAZIONE FIDUCIARIA 1. Premessa... 3 2. Il negozio fiduciario... 4 3. L intestazione fiduciaria di beni a favore di società fiduciarie: il mandato fiduciario... 10 4. Le società

Dettagli

ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22

ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22 TITOLO III - RITENUTE ALLA FONTE ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22 2. REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE PRESTATO

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 15 febbraio 2012

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 15 febbraio 2012 CIRCOLARE N. 2/E Direzione Centrale Normativa Roma, 15 febbraio 2012 OGGETTO: Riorganizzazione della disciplina fiscale dei fondi immobiliari chiusi. Articolo 32 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78

Dettagli

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta Dott. Pasquale SAGGESE LA CESSIONE DI NON DETENUTE NELL ESERCIZIO DI IMPRESA QUALIFICATE E FATTISPECIE ASSIMILATE Partecipazioni che rappresentano

Dettagli

La tassazione delle rendite finanziarie

La tassazione delle rendite finanziarie La tassazione delle rendite finanziarie Commissione Tutela del Risparmio Gestito Di Emmanuela Saggese Quali sono i redditi di natura finanziaria? Riferimenti legislativi Il decreto legislativo l 461/97,

Dettagli

PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO

PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO SUPPLEMENTO per l aggiornamento dell informativa fiscale riportata nel Prospetto Completo relativo all offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano

Dettagli

Aumento dell aliquota delle rendite finanziarie: effetti e regime transitorio

Aumento dell aliquota delle rendite finanziarie: effetti e regime transitorio 1962 APPROFONDIMENTO Aumento dell aliquota delle rendite finanziarie: effetti e regime transitorio di Marco Piazza (*) e Marcella Valsecchi (**) Dal 1º luglio 2014, l aliquota normale delle ritenute e

Dettagli

REGIME FISCALE DEI MINIBOND

REGIME FISCALE DEI MINIBOND I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 REGIME FISCALE DEI MINIBOND Dr. Angelo Ragnoni Agenzia delle Entrate Angelo Ragnoni Articolo

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA FISCALE DEI DIVIDENDI E DELLE PLUSVALENZE. Di Simone De Giovanni Dottore commercialista in Milano

LA NUOVA DISCIPLINA FISCALE DEI DIVIDENDI E DELLE PLUSVALENZE. Di Simone De Giovanni Dottore commercialista in Milano LA NUOVA DISCIPLINA FISCALE DEI DIVIDENDI E DELLE PLUSVALENZE Di Simone De Giovanni Dottore commercialista in Milano 1. Premessa La legge delega 7 aprile 2003, n. 80, ha modificato radicalmente l ordinamento

Dettagli

Alla luce di quanto sopra, siamo ad apportare le seguenti modifiche al Prospetto Completo: Modifica alla Parte I del Prospetto Completo

Alla luce di quanto sopra, siamo ad apportare le seguenti modifiche al Prospetto Completo: Modifica alla Parte I del Prospetto Completo SUPPLEMENTO AL PROSPETTO COMPLETO DI OFFERTA AL PUBBLICO DI QUOTE DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI DI DIRITTO ITALIANO ARMONIZZATI APPARTENENTI AL SISTEMA INVESTITORI Investitori America

Dettagli

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Prof. Tommaso Di Tanno (Di Tanno & Associati) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti di investimento

Dettagli

MODELLO UNICO 2014 IL QUADRO RW: CON LA FIDUCIARIA SI EVITA

MODELLO UNICO 2014 IL QUADRO RW: CON LA FIDUCIARIA SI EVITA MODELLO UNICO 2014 IL QUADRO RW: CON LA FIDUCIARIA SI EVITA COS E IL QUADRO RW Il quadro o modello RW è una sezione del Modello Unico relativo alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche. In questo

Dettagli

? INQUADRAMENTO NORMATIVO. Aspetti generali QUADRO RL. Inquadramento normativo. Redditi di capitale

? INQUADRAMENTO NORMATIVO. Aspetti generali QUADRO RL. Inquadramento normativo. Redditi di capitale Tratto da: Collana Dichiarazioni Fiscali 2009, Unico Persone Fisiche, a cura di: R. Artina V. Artina P. Monarca G. Cremona N. Tarantino Aspetti generali Inquadramento normativo Il quadro RL del modello

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Il nuovo regime fiscale dei fondi di investimento immobiliari Dott. Fabio Giommoni Fondi

Dettagli

3. QUADRO RM REDDITI SOGGETTI A TASSAZIONE SEPARATA E AD IMPOSTA SOSTITUTIVA

3. QUADRO RM REDDITI SOGGETTI A TASSAZIONE SEPARATA E AD IMPOSTA SOSTITUTIVA 3. QUADRO RM REDDITI SOGGETTI A TASSAZIONE SEPARATA E AD IMPOSTA SOSTITUTIVA Generalità SEZIONE I INDENNITÀ E ANTICIPAZIONI DI CUI ALLE LETTERE D), E), F) DELL ART. 17, DEL TUIR SEZIONE II INDENNITÀ, PLUSVALENZE

Dettagli

Va d e m e cu m. Sulla tassazione delle rendite finanziarie

Va d e m e cu m. Sulla tassazione delle rendite finanziarie Va d e m e cu m Sulla tassazione delle rendite finanziarie Aggiornamento Maggio 2015 Sommario 3 LA FISCALITÀ DELLE RENDITA FINANZIARIE 5 FONDI COMUNI APERTI E SICAV 8 LA TASSAZIONE AGEVOLATA DEI FONDI

Dettagli

Scienza delle finanze 30018 Cleam2

Scienza delle finanze 30018 Cleam2 1 Scienza delle finanze 30018 Cleam2 La tassazione delle rendite finanziarie (1) Tassazione delle attività finanziarie Quadro generale 1. Problemi tradizionali. 2. Problemi nati dalla crescente integrazione

Dettagli

Circolare N.77 del 30 Maggio 2014

Circolare N.77 del 30 Maggio 2014 Circolare N.77 del 30 Maggio 2014 Interessi e capital gain. Sugli investimenti l imposta passa dal 20 al 26 per cento Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il DL n. 66/2014 il

Dettagli

Ires La tassazione degli utili da partecipazione

Ires La tassazione degli utili da partecipazione Ires La tassazione degli utili da partecipazione Thomas Tassani Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Roma - Master SSEF Tassazione della società e dei soci Soggetti distinti dal punto di vista giuridico

Dettagli

CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps. Newsletter. Revisione delle aliquote di imposta sui redditi di natura finanziaria

CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps. Newsletter. Revisione delle aliquote di imposta sui redditi di natura finanziaria CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps Newsletter Revisione delle aliquote di imposta sui redditi di natura finanziaria 25 giugno 2014 INDICE Premessa 3 1. Eccezioni 3 2. Rimborso ai soggetti non residenti 4 3. Entrata

Dettagli

Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Belluno www.csvbelluno.it 1

Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Belluno www.csvbelluno.it 1 CIRC.MIN. 213/E/2000 Modifiche alla disciplina tributaria dei redditi di capitale e dei redditi diversi di natura finanziaria. D.lgs. 505/1999 e d.lgs. 221/2000 INDICE 1 La nuova disciplina degli interessi

Dettagli

Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del patrimonio e di pianificazione successoria

Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del patrimonio e di pianificazione successoria S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Tutela del patrimonio: disamina dei diversi strumenti a disposizione e criteri di scelta Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del

Dettagli

REGIME FISCALE DEI MINIBOND

REGIME FISCALE DEI MINIBOND REGIME FISCALE DEI MINIBOND RITENUTE, IMPOSTE SOSTITUTIVE E DEDUCIBILITÀ 1 DOTT. GIOVANNI MERCANTI 1. Regime fiscale connesso ai prestiti obbligazionari prima delle modifiche agevolative Sino all introduzione

Dettagli

Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori

Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori Scissione di patrimoni netti contabili negativi: profili civilistici, contabili e fiscali in Rivista delle Operazioni Straordinarie

Dettagli

Soggetto percettore Aliquota Tipo aliquota Commento

Soggetto percettore Aliquota Tipo aliquota Commento Allegato Tabella 1 Soggetto percettore Aliquota Tipo aliquota Commento Persone fisiche Società esenti da Ires (1) (2) (3) Soggetti esclusi da Ires (art. 74 del Tuir - Stato ed enti pubblici) Società semplici,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 151/E. Roma, 11 giugno 2009

RISOLUZIONE N. 151/E. Roma, 11 giugno 2009 RISOLUZIONE N. 151/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 11 giugno 2009 OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 legge 27 luglio 2000, n. 212 - Redditi di capitale corrisposti a soggetti non

Dettagli

Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del patrimonio e di pianificazione successoria

Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del patrimonio e di pianificazione successoria S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Tutela del patrimonio: disamina dei diversi strumenti a disposizione e criteri di scelta Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del

Dettagli

Quadro RW INVESTIMENTI ALL ESTERO E/O ATTIVITÀ ESTERE DI NATURA FINANZIARIA - MONITORAGGIO IVIE/IVAFE

Quadro RW INVESTIMENTI ALL ESTERO E/O ATTIVITÀ ESTERE DI NATURA FINANZIARIA - MONITORAGGIO IVIE/IVAFE Quadro RW INVESTIMENTI ALL ESTERO E/O ATTIVITÀ ESTERE DI NATURA FINANZIARIA - MONITORAGGIO IVIE/IVAFE ADEMPIMENTO NOVITÀ 2015 SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESONERATI SCADENZA COME SI COMPILA Il Quadro

Dettagli

SICAF Immobiliari Disciplina fiscale. Milano, 16 ottobre 2014 Dott. Fabio Brunelli

SICAF Immobiliari Disciplina fiscale. Milano, 16 ottobre 2014 Dott. Fabio Brunelli SICAF Immobiliari Disciplina fiscale Milano, 16 ottobre 2014 Dott. Fabio Brunelli SICAF Immobiliari definizione Definizione di SICAF: OICR chiuso costituito in forma di società per azioni a capitale fisso

Dettagli