4. ORDINAMENTI E PIANI DEL CORSO DI LAUREA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4. ORDINAMENTI E PIANI DEL CORSO DI LAUREA"

Transcript

1 4. ORDINAMENTI E PIANI DEL CORSO DI LAUREA In previsione della conclusione dell'iter legislativo che riguarda la riforma universitaria, Laurea e Laurea Specialistica (3+2), le Facoltà dell'università del Piemonte Orientale si impegnano a definire percorsi didattici e sistemi di riconoscimento dei crediti formativi acquisiti in modo che a tutti gli studenti sia garantita l'iscrizione al corrispondente nuovo corso di studio. (Delibera del Senato Accademico del 17 luglio 2000) In attesa della riforma che entrerà in vigore dall a.a. 2001/02, convivono attualmente nella Facoltà di Economia diversi ordinamenti del corso di laurea in Economia e Commercio: il vecchio ordinamento, risalente al R.D. n del , che con successive modifiche è rimasto in vigore sino all anno accademico 1993/94. Questo ordinamento deve essere seguito dagli studenti immatricolati nell a.a. 1993/94 o precedenti che non abbiano presentato opzione per il nuovo ordinamento. Per questo ordinamento e i relativi piani di studio si rinvia alla Guida dello studente dell a.a. 1995/96; - il nuovo ordinamento nella più recente e ampliata versione, elaborata dal nuovo Consiglio di Facoltà. Deve essere seguito dagli studenti immatricolati a partire dall a.a 1994/95. I nuovi indirizzi di laurea attivati dalla Facoltà a partire dall a.a. 1996/97 sono destinati a questi studenti che, a partire da quest anno, iscrivendosi al III anno sono tenuti a scegliere un indirizzo di laurea e, se previsto, un percorso; il nuovo ordinamento nella precedente versione, in vigore negli a.a. 1994/95 e 1995/96, che prevedeva un unico indirizzo di laurea. Deve essere seguito dagli studenti che, immatricolati nell a.a. 1993/94 o precedenti, sono passati dal vecchio al nuovo ordinamento, presentando e vedendosi approvare un apposito piano di studi. 4.1 PIANI DI STUDIO PER GLI STUDENTI IMMATRICOLATI DAL 1994/95 IN POI Criteri di formazione dei piani di studio Con l approvazione e il recepimento a Statuto del nuovo ordinamento didattico della Facoltà, che si adegua alla legge 341/90, è venuto meno il disposto dell art. 910, che consentiva la liberalizzazione dei piani di studio finché non si fosse proceduto alla riforma degli ordinamenti didattici. Gli studenti sono quindi tenuti a seguire per ciascun indirizzo il piano di studi stabilito dalla Facoltà, in conformità ai criteri definiti dalle norme statutarie. Ciascun indirizzo prevede un numero di insegnamenti pari a 19 annualità. Lo studente ha la possibilità di scegliere, nell ambito del relativo piano, tra più percorsi di studio che prevedono differenti insegnamenti ed anche di seguire un certo numero di insegnamenti facoltativi, equivalenti in genere a due annualità. Per i restanti insegnamenti (5 annualità) lo studente può completare il piano scegliendo uno dei percorsi consigliati o altri insegnamenti. Per documentate ragioni la Facoltà può autorizzare lo studente ad inserire nel proprio piano di studi fino a sei insegnamenti attivati in altre facoltà universitarie, anche straniere, fatto salvo il riconoscimento degli studi effettuati all estero nell ambito di accordi interuniversitari. In tal caso, per consentire una valutazione dei contenuti degli insegnamenti proposti e la determinazione della categoria e dell area di appartenenza degli stessi, ai fini del rispetto dei vincoli dell ordinamento statutario, lo studente dovrà allegare alla preventiva richiesta di autorizzazione (da consegnare alla Segreteria studenti) un dettagliato programma dei corsi. Per tutti gli indirizzi, il piano di studi si compone generalmente di quattro gruppi di insegnamenti: a) insegnamenti di base, per lo più nei primi due anni, pari a circa una metà delle 24 annualità, che si propongono di fornire agli studenti una solida base conoscitiva degli strumenti matematico-statistici, dei contenuti e metodi delle discipline giuridiche e delle scienze analitiche dei settori dell economia politica e dell economia aziendale, nonché delle scienze di sintesi storico-geografiche che, oltre ad essere, per i loro contenuti, l indispensabile complemento delle suddette scienze analitiche, forniscono l approccio critico necessario per interpretare correttamente il mondo economico contemporaneo ed i suoi rapidi e contraddittori sviluppi; b) insegnamenti d indirizzo, per lo più al III anno e pari a circa un quarto delle annualità, che caratterizzano l indirizzo di studi e sono pertanto essenziali e comuni a tutti i suoi possibili sbocchi professionali;

2 c) insegnamenti di percorso (consigliati) e altri insegnamenti facoltativi pari a 3-5 annualità e per lo più al IV anno, che caratterizzano il percorso degli studi necessari a conferire una data specializzazione nell ambito dell indirizzo di laurea scelto, con riferimento ai principali sbocchi professionali possibili. Sono lasciati alla libera scelta dello studente gli insegnamenti facoltativi per consentire una certa personalizzazione del curriculum. Questi insegnamenti possono essere: insegnamenti di altri percorsi dello stesso indirizzo, insegnamenti di altri indirizzi, insegnamenti non compresi (non obbligatori) in alcun indirizzo, attivati dalla Facoltà per arricchire culturalmente l offerta didattica, o anche insegnamenti attivati in altre Facoltà italiane e straniere. Scelta dell indirizzo All inizio del III anno di corso lo studente deve redigere il proprio piano di studi scegliendo un indirizzo di laurea e gli insegnamenti di percorso, consigliati o liberi, in cui può articolarsi l indirizzo scelto. Gli insegnamenti facoltativi possono essere indicati in tale occasione o all inizio di altri anni accademici come ogni altro insegnamento; debbono comunque essere riportati nel libretto dello studente. Il piano di studi sarà compilato attraverso i terminali appositamente messi a disposizione dal sistema informativo della Facoltà. Per essere iscritto al terzo anno lo studente deve aver superato almeno 4 insegnamenti tra quelli obbligatori del primo e del secondo. Per essere iscritto al IV anno, lo studente dovrà aver superato gli esami dei cinque insegnamenti obbligatori del I anno, di almeno due insegnamenti obbligatori del II anno, la prova d idoneità in Lingua inglese o francese e la prova d idoneità di Informatica di base. 2

3 INDIRIZZO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Percorso in economia e Percorso in Gestione degli Legislazione d impresa. Scambi transnazionali Libera professione di Dottore commercialista Percorso in Marketing e sviluppo aziendale Percorso in Percorso in Gestione Amministrazione Della produzione Aziendale Scopo dell indirizzo di laurea in Economia aziendale è di formare dirigenti d azienda e professionisti al servizio delle aziende, che abbiano una visione d insieme dell azienda e del suo funzionamento. L indirizzo di laurea in Economia aziendale è articolato in diversi percorsi orientati alle diverse funzioni aziendali e alla professione, al fine di agevolare l inserimento dei neo-laureati nel mondo del lavoro. Il corso si propone di formare giovani che dispongano degli strumenti tecnici e metodologici indispensabili per la gestione delle risorse aziendali; che sappiano interpretare le dinamiche aziendali collegandole a quelle dei geosistemi economico-sociali; che sappiano analizzare correttamente i mercati reali e l ambiente di sviluppo delle imprese, definirne gli obiettivi e individuare le strategie aziendali più appropriate. 3

4 Piano di studi dell indirizzo di laurea in ECONOMIA AZIENDALE 1 ) Insegnamenti di base, obbligatori del primo biennio I Anno II Anno I Semestre 1. Matematica generale 6.Geografia economica 2. Economia aziendale 7. Ragioneria generale ed applicata 3. Istituzioni di diritto privato 8. Matematica finanziaria Lingua inglese o francese Lingua inglese o francese II Semestre 2. Economia aziendale 9. Storia economica 4. Istituzioni di diritto pubblico 10. Statistica 5. Economia politica 11. Economia politica (II: corso avanzato) Lingua inglese o francese Informatica di base Lingua inglese o francese Le prove d idoneità in Informatica di base e in una Lingua straniera moderna sono obbligatorie. Per essere ammesso al IV anno lo studente deve aver superato dette prove d idoneità. Si consiglia vivamente di frequentare il corso di inglese nel primo anno e quello di informatica nel II semestre del I anno. Oltre gli insegnamenti obbligatori sopraindicati, nel primo biennio è possibile frequentare altri insegnamenti, pari ad un annualità per ciascun anno, i quali saranno scelti dallo studente (e indicati nel proprio libretto universitario) tra gli insegnamenti privi di vincoli di propedeuticità ed potranno essere sia insegnamenti obbligatori (previsti in uno degli indirizzi in cui il corso di laurea è articolato nel secondo biennio) sia insegnamenti facoltativi. 2 ) Insegnamenti obbligatori del III e IV anno, comuni a tutti gli eventuali percorsi dell indirizzo: Diritto commerciale Geografia economica (II: dell impresa) Economia e gestione delle imprese Economia degli intermediari finanziari Marketing Organizzazione aziendale (s) Economia dell impresa Finanza aziendale (s) Programmazione e controllo 3 ) 5 annualità libere Per orientare gli studenti nella scelta delle 5 annualità, che rimangono comunque libere, perché i vincoli relativi al numero degli insegnamenti caratterizzanti ed al numero degli insegnamenti per area sono già soddisfatti dai precedenti punti 1) e 2), la Facoltà ha predisposto i seguenti percorsi non vincolanti: Percorsi consigliati e relativi insegnamenti: a) Percorso in Economia e legislazione d impresa - Libera professione di dottore commercialista Diritto fallimentare (s) Diritto tributario (I modulo sem.: fondamenti; II modulo sem.: penale) Diritto penale amministrativo (s) o Diritto dell ambiente (s) Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Bilancio consolidato) (s) Tecnica professionale (s) 4

5 Diritto del lavoro Diritto privato comparato (Contrattualistica) (s) Diritto privato delle Comunità Europee (s) b) Percorso in Amministrazione e controllo aziendale Finanza aziendale II (strategie d impresa) (s) Analisi e contabilità dei costi (s) Diritto tributario (I modulo sem.: fondamenti; II modulo sem.: penale) Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Analisi di bilancio) (s) Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Bilancio consolidato) (s) Revisione aziendale (s) Organizzazione aziendale (II: gestione delle risorse umane) (s) Diritto del lavoro c) Percorso in Marketing e sviluppo aziendale Sociologia Marketing (Geografia dei mercati e strategie d impresa) (s) Marketing (Tecnica del commercio internazionale) (s) Finanza aziendale (II: strategie finanziarie) (s) Economia e gestione delle imprese commerciali (Distribuzione) (s) Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Analisi di bilancio) (s) Statistica sociale (s) Tecnica industriale e commerciale d) Percorso in Gestione degli scambi transnazionali Economia internazionale (Teoria e tecnica del commercio internazionale) (s) Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Contabilità internazionale) (s) Marketing (Geografia dei mercati e strategie d impresa) (s) Marketing (Tecnica del commercio internazionale) (s) Diritto privato delle Comunità Europee (s) Diritto privato comparato (Contrattualistica) (s) Geografia dello sviluppo Economia monetaria (I: economia e politica monetaria; II: economia monetaria internaizonale) e) Percorso in Gestione della produzione Gestione della produzione e dei materiali (s) Analisi e contabilità dei costi (s) Tecnologia dei cicli produttivi o Merceologia Statistica sociale (s) Diritto dell ambiente (s) Statistica industriale Diritto del lavoro 5

6 INDIRIZZO DI LAUREA IN ECONOMIA DELLE ISTITUZIONI E DEI MERCATI FINANZIARI Percorso in Economia Percorso in Economia dei mercati finanziari E gestione delle Istituzioni bancarie e assicurative I fattori principali che rendono necessaria una formazione economico-aziendale specifica per le attività terziarie sono rappresentati dalla crescente integrazione internazionale dei mercati finanziari, dalla crescente competizione tra gli istituti finanziari, dalla grande varietà e complessità dei meccanismi e dei prodotti finanziari, che sempre più frequentemente si intrecciano con quelli assicurativi, dalla crescente importanza che una corretta gestione finanziaria ha per le aziende e per le stesse famiglie, e quindi dalle particolarità organizzative e gestionali di istituti di credito, finanza ed assicurazione. L indirizzo di laurea in Economia delle Istituzioni e dei mercati finanziari si articola in due percorsi: uno orientato ai mercati finanziari; l altro orientato alla gestione delle istituzioni bancarie e assicurative. L indirizzo in Economia delle Istituzioni e dei mercati finanziari si propone pertanto di formare figure professionali che vanno dall analista e consulente finanziario al funzionario dirigente di banca, di assicurazione, di istituto finanziario. 6

7 Piano di studi dell Indirizzo di laurea in ECONOMIA DELLE ISTITUZIONI E DEI MERCATI FINANZIARI 1 ) Insegnamenti di base, obbligatori del primo biennio I Anno II Anno I Semestre 1. Matematica generale 6. Geografia economica 2. Economia aziendale 7. Ragioneria generale ed applicta 3. Istituzioni di diritto privato 8. Matematica finanziaria Lingua inglese o francese (f) Lingua inglese o francese (f) II Semestre 2. Economia aziendale 9. Storia economica 4. Istituzioni di diritto pubblico 10. Statistica 5. Economia politica 11. Economia politica (II: corso avanzato) Lingua inglese o francese (f) Informatica di base (f) Lingua inglese o francese (f) (f) Lezioni facoltative, destinate agli studenti bisognosi d integrare le conoscenze acquisite nella scuola superiore. Le prove d idoneità in informatica di base e in una lingua straniera moderna sono comunque obbligatorie. Per essere ammesso al IV anno lo studente deve aver superato dette prove d idoneità. Si consiglia vivamente di frequentare questi corsi nel I anno. Oltre gli insegnamenti obbligatori sopraindicati, nel primo biennio è possibile frequentare altri insegnamenti, pari ad un annualità per ciascun anno, i quali saranno scelti dallo studente (e indicati nel proprio libretto universitario) tra gli insegnamenti privi di vincoli di propedeuticità ed in particolare potranno essere sia insegnamenti obbligatori (previsti in uno degli indirizzi e percorsi in cui il corso di laurea è articolato nel secondo biennio) sia insegnamenti facoltativi. 2 ) Insegnamenti obbligatori del III e IV anno, comuni a tutti gli eventuali percorsi dell indirizzo: Diritto commerciale Geografia economica (II: mercati finanziari) (s) Economia monetaria (I: economia e politica monetaria; II: economia monetaria internazionale) Economia degli intermediari finanziari Modelli matematici per i mercati finanziari (s) Diritto degli intermediari finanziari Finanza aziendale (s) Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Analisi di bilancio) (s) Economia del mercato mobiliare (s) Economia dei mercati monetari e finanziari (s) Politica economica Organizzazione internazionale (s) 3 ) 5 annualità libere Per orientare gli studenti nella scelta delle 5 annualità, che rimangono comunque libere, perché i vincoli relativi al numero degli insegnamenti caratterizzanti ed al numero degli insegnamenti per area sono già soddisfatti dai precedenti punti 1) e 2), la Facoltà ha predisposto i seguenti percorsi non vincolanti: Percorsi consigliati e relativi insegnamenti: a) Percorso in Economia dei mercati finanziari: Storia e politica monetaria (s) 7

8 Teoria matematica del portafoglio finanziario (s) Econometria Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Bilancio consolidato) (s) Economia internazionale (Teoria e tecnica del commercio internazionale) (s) Organizzazione internazionale (Unione Europea) (s) Diritto privato delle Comunità Europee (s) Scienza delle finanze b) Percorso in Economia e gestione delle istituzioni bancarie e assicurative: Finanza aziendale (II: strategie d impresa) (s) Economia delle aziende di credito (s) Organizzazione delle aziende di credito (s) Matematica attuariale (s) Statistica (II: corso avanzato) Teoria matematica del portafoglio finanziario (s) Scienza delle finanze 8

9 INDIRIZZO DI LAUREA IN ECONOMIA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE E DELLE ISTITUZIONI INTERNAZIONALI Percorso in Gestione Percorso in Politica e degli Enti Pubblici Gestione dello sviluppo Locale Un importante sbocco professionale per i laureati in Economia e Commercio è rappresentato dalle Amministrazioni pubbliche (Uffici centrali e periferici di numerose istituzioni statali, Comuni, Province, Regioni, Consorzi tra Enti locali, Enti pubblici d erogazione di importanti servizi) e dai sempre più numerosi organismi ed istituzioni internazionali (dall Unione Europea alle varie Agenzie delle Nazioni Unite). La profonda riforma in atto nella Pubblica Amministrazione richiede e stimola sia la valorizzazione delle risorse umane in essa già operanti, sia l immissione di giovani funzionari e dirigenti qualificati, con una buona cultura giuridica ed economica, con una conoscenza di moderni sistemi e procedure per una corretta ed efficiente organizzazione e gestione, motivati dalle prospettive di una brillante carriera connesse alle nuove responsabilità attribuite al funzionario pubblico e, non ultimo, dall impegno morale che comporta la gestione della cosa pubblica. Scopo di questo specifico indirizzo di laurea attivato a Novara è dunque la formazione di figure professionali all altezza di tali importanti compiti. Tra queste figure abbiamo privilegiato due categorie principali. La prima è quella dell organizzatore, amministratore di enti pubblici territoriali e di aziende erogatrici di servizi pubblici, per la quale si sono accentuate le conoscenze giuridiche, contabili e di controllo per la gestione degli enti; la seconda è quella del programmatore, promotore e gestore dello sviluppo locale e regionale, e in particolare di quelle attività di servizio, alle famiglie e alle imprese, che costituiscono un prodotto essenziale di enti e aziende pubbliche. Queste figure, integrando i loro studi con qualche specifico insegnamento facoltativo, possono essere utilmente impiegate anche in attività di cooperazione internazionale allo sviluppo, in organismi statali ed organizzazioni nongovernative (ONG). 9

10 Piano di studi dell Indirizzo di laurea in ECONOMIA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE E DELLE ISTITUZIONI INTERNAZIONALI 1 ) Insegnamenti obbligatori del primo biennio I Anno II Anno I Semestre 1. Matematica generale 6. Geografia economica 2. Economia aziendale 7. Ragioneria generale ed applicata 3. Istituzioni di diritto privato 8. Matematica finanziaria Lingua inglese o francese Lingua inglese o francese II Semestre 2. Economia aziendale 9. Storia economica 4. Istituzioni di diritto pubblico 10. Statistica 5. Economia politica 11. Economia politica (II: corso avanzato) Lingua inglese o francese Informatica di base Lingua inglese o francese Le prove d idoneità di Informatica di base e di una Lingua straniera moderna sono obbligatorie. Per essere ammesso al IV anno lo studente deve aver superato dette prove d idoneità. Si consiglia vivamente di frequentare i relativi corsi nel I anno. Oltre gli insegnamenti obbligatori sopraindicati, nel primo biennio è possibile frequentare altri insegnamenti, pari ad un annualità per ciascun anno, che saranno scelti dallo studente (e indicati nel proprio libretto universitario) tra gli insegnamenti privi di vincoli di propedeuticità ed in particolare potranno essere sia insegnamenti obbligatori (previsti in uno degli indirizzi e percorsi in cui il corso di laurea è articolato nel secondo biennio) sia insegnamenti facoltativi. 2 ) Insegnamenti obbligatori del III e IV anno, comuni ai due percorsi dell indirizzo: Diritto amministrativo Geografia dello sviluppo Sociologia Statistica (II: corso avanzato) Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche (Ragioneria pubblica) Programmazione e controllo delle amministrazioni pubbliche (s) Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche (Gestione dei servizi pubblici) (s) Politca economica Organizzazione e pianificazione del territorio Diritto penale amministrativo (s) Organizzazione internazionale (Unione europea) (s) 3 ) 4 annualità libere Per orientare gli studenti nella scelta delle 4 annualità, che rimangono comunque libere, perché i vincoli relativi al numero degli insegnamenti caratterizzanti ed al numero degli insegnamenti per area sono già soddisfatti dai precedenti punti 1) e 2), la Facoltà ha predisposto i seguenti percorsi non vincolanti: Percorsi consigliati e relativi insegnamenti : a) Percorso in Gestione degli enti pubblici: 10

11 Diritto commerciale Organizzazione internazionale (s) Diritto tributario (I modulo sem.: fondamenti; II modulo sem.: penale) Diritto penale amministrativo (s) Antropologia economica b) Percorso in Politica e gestione dello sviluppo locale: Cartografia (I: generale; II: sistemi informativi) Antropologia economica Economia pubblica (Analisi e gestione di progetto) (s ) Politica dell ambiente (s) Diritto dell ambiente (s) Econometria 11

12 INDIRIZZO DI LAUREA IN ECONOMIA AMBIENTALE Pianificazione del territorio e Gestione dell ambiente Scopo di questo indirizzo di laurea (limitato per ora ad un solo percorso, benché attraverso la scelta tra i vari insegnamenti posti in alternativa sia possibile una certa differenziazione), è la formazione di una figura professionale capace di programmare lo sviluppo territoriale, economico e fisico, sulla base di una corretta interpretazionerappresentazione dei processi socio-economici di trasformazione del territorio. I giovani neo-laureati saranno in grado di padroneggiare le necessarie procedure e tecniche di pianificazione, di valutazione dell impatto socio-economico e ambientale dei processi in atto, di gestione delle risorse, di tutela degli ecosistemi e dei paesaggi. I principali sbocchi professionali sono costituiti, anche per quest indirizzo, dalla Pubblica Amministrazione e dagli Organismi internazionali. In prospettiva, uno sbocco interessante per questa figura professionale, che alle capacità tradizionali dell economista affianca quelle del geografo e dell urbanista, potrebbe essere rappresentato dalla libera professione, come già avviene in altri paesi. 12

13 Piano di studi dell Indirizzo di laurea in ECONOMIA AMBIENTALE 1 ) Insegnamenti di base, obbligatori del primo biennio I Anno II Anno I Semestre 1. Matematica generale 6. Geografia economica 2. Economia aziendale 7. Ragioneria generale ed applicata 3. Istituzioni di diritto privato 8. Matematica finanziaria Lingua inglese o francese Lingua inglese o francese II Semestre 2. Economia aziendale 9. Storia economica 4. Istituzioni di diritto pubblico 10. Statistica 5. Economia politica 11. Economia politica (II: corso avanzato) Lingua inglese o francese Informatica di base Lingua inglese o francese Le prove d idoneità di Informatica di base e di una Lingua straniera moderna sono obbligatorie. Per essere ammesso al IV anno lo studente deve aver superato dette prove d idoneità. Si consiglia vivamente di frequentare il corso di informatica nel II semestre del I anno. Oltre gli insegnamenti obbligatori sopraindicati, nel primo biennio è possibile frequentare altri insegnamenti, pari ad un annualità per ciascun anno, i quali saranno scelti dallo studente (e indicati nel proprio libretto universitario) tra gli insegnamenti privi di vincoli di propedeuticità ed in particolare potranno essere sia insegnamenti obbligatori (previsti in uno degli indirizzi e percorsi in cui il corso di laurea è articolato secondo biennio) sia insegnamenti facoltativi. 2 ) Insegnamenti obbligatori del III e IV anno, d indirizzo e dell unico percorso: Statistica (II: corso avanzato) Diritto dell ambiente (s) Diritto penale amministrativo (s) Geografia dello sviluppo Tecnologia dei cicli produttivi Analisi e contabilità dei costi (s) Programmazione e controllo delle amministrazioni pubbliche (Contabilità ambientale) (s) Organizzazione e pianificazione del territorio Ingegneria del territorio (Tecniche d intervento) Cartografia (I: generale; II: sistemi informativi) Urbanistica (I: estimo; II: valutazione economica dei progetti) Recupero e riciclo dei materiali Economia dell ambiente (s) Politica dell ambiente (s) 3 ) 3 annualità libere Per orientare gli studenti nella scelta delle 3 annualità, che rimangono comunque libere, perché i vincoli relativi al numero degli insegnamenti caratterizzanti ed al numero degli insegnamenti per area sono già soddisfatti dai precedenti punti 1) e 2), la Facoltà suggerisce i seguenti: Insegnamenti consigliati: Politica economica Antropologia economica Economia pubblica (Analisi e gestione di progetto) (s) 13

14 INDIRIZZO GENERALE DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO Questo indirizzo di laurea non è articolato in percorsi. Il suo scopo è di fornire un ampio spettro di conoscenze; offrendo al tempo stesso allo studente la possibilità di personalizzare il piano degli studi, attraverso la libera scelta di insegnamenti pari a 5 annualità. Piano di studi 1 ) Insegnamenti di base, obbligatori del primo biennio I Anno II Anno I Semestre 1. Matematica generale 6. Geografia economica 2. Economia aziendale 7. Ragioneria generale ed applicata 3. Istituzioni di diritto privato 8. Matematica finanziaria Lingua inglese o francese Lingua inglese o francese II Semestre 2. Economia aziendale 9. Storia economica 4. Istituzioni di diritto pubblico 10. Statistica 5. Economia politica 11. Economia politica (II: corso avanzato) Lingua inglese o francese Informatica di base Lingua inglese o francese Le prove d idoneità di Informatica di base e di una Lingua straniera moderna sono obbligatorie. Per essere ammesso al IV anno lo studente deve aver superato dette prove d idoneità. Si consiglia vivamente di frequentare i relativi corsi nel I anno. Oltre gli insegnamenti obbligatori sopraindicati, nel primo biennio è possibile frequentare altri insegnamenti, pari ad un annualità per ciascun anno, i quali saranno scelti dallo studente (e indicati nel proprio libretto universitario) tra gli insegnamenti privi di vincoli di propedeuticità ed in particolare potranno essere sia insegnamenti obbligatori (previsti in uno degli indirizzi e percorsi in cui il corso di laurea è articolato nel secondo biennio) sia insegnamenti facoltativi. 2 ) Insegnamenti obbligatori del III e IV anno Diritto commerciale Geografia dello sviluppo Politica economica Scienza delle finanze Economia e gestione delle imprese Organizzazione aziendale (s) Organizzazione aziendale (II: gestione delle risorse umane) (s) Diritto tributario (I modulo sem.: fondamenti; II modulo sem.: penale) Statistica (II: corso avanzato) 5 annualità libere 14

15 PROPEDEUTICITÀ ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO è propedeutico a: Diritto commerciale Diritto del lavoro Diritto privato delle Comunità Europee Diritto privato comparato (Contrattualistica) DIRITTO COMMERCIALE è propedeutico a: Diritto commerciale (II: diritto delle società) (vedere equivalenza) Diritto fallimentare Diritto penale commerciale (vedere equivalenza) ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO è propedeutico a: Diritto amministrativo Diritto amministrativo (Appalti) (vedere equivalenza) Diritto penale amministrativo MATEMATICA GENERALE è propedeutico a: Matematica finanziaria Metodi e modelli per le scelte economiche Metodi matematici per la gestione delle aziende (vedere equivalenza) STATISTICA è propedeutico a: Statistica (II: corso avanzato) Statistica industriale Statistica sociale GEOGRAFIA ECONOMICA è propedeutica a: Geografia dello Sviluppo Geografia Economica (Mercati Finanziari) Geografia Economica (II: dell impresa) Politica dell ambiente Organizzazione e pianificazione del territorio ECONOMIA POLITICA è propedeutico a: Economia politica (II: corso avanzato) Economia dell impresa Economia dell ambiente Econometria ECONOMIA POLITICA (II: corso avanzato) è propedeutico a: Politica economica Economia monetaria Economia dei mercati monetari e finanziari ECONOMIA AZIENDALE è propedeutico a: Ragioneria generale ed applicata. RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA è propedeutico a: Metodologie e determinazioni quantitative d aziende (Analisi di bilancio) Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Bilancio consolidato) Metodologie e determinazioni quantitative d azienda (Contabilità internazionale) Analisi e contabilità dei costi 15

16 Revisione aziendale Programmazione e controllo Programmazione e controllo delle amministrazioni pubbliche Programmazione e controllo delle amministrazioni pubbliche (Contabilità ambientale) Economia e gestione delle imprese Organizzazione aziendale (I e II) Finanza aziendale (I e II) Tecnica professionale Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche (Ragioneria pubblica) Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche (Gestione dei servizi pubblici) Economia e gestione delle imprese commerciali (Distribuzione) Organizzazione delle aziende di credito Economia delle aziende di credito Equivalenze: Diritto commerciale (II: diritto delle società) equivalente a: Diritto del lavoro oppure a Diritto tributario (C.d.F. del 15/10/98) Diritto penale commerciale equivalente a: Diritto penale amministrativo oppure Diritto dell Ambiente oppure Diritto fallimentare (C.d.F. del 15/10/98) Diritto amministrativo (Appalti) equivalente a Diritto penale amministrativo (C.d.F. del 23/06/98) Metodi matematici per la gestione delle aziende equivalente a Statistica sociale (C.d.F. del 18/09/98) N.B. Il mancato rispetto delle propedeuticità comporta l annullamento dell esame sostenuto in difetto del superamento della materia propedeutica, così come previsto dal Regolamento Didattico approvato dal Consiglio di Facoltà nella seduta dell 8 settembre Si consiglia comunque agli studenti di sostenere gli esami al termine dell anno di corso cui la materia è attribuita. La disposizione degli esami obbligatori tra i vari anni indica l ordine logico secondo il quale lo studente dovrebbe orientare la propria preparazione al fine di trarne il massimo profitto. DISTRIBUZIONE PER ANNO DI CORSO DEGLI INSEGNAMENTI 1) La ripartizione per anno di corso degli insegnamenti che lo studente può frequentare, indicandoli sul proprio libretto, è la seguente: I anno: 5 obbligatori più insegnamenti a scelta pari a 1 annualità II anno: 6 obbligatori più insegnamenti a scelta pari a 1 annualità III anno: insegnamenti pari a 7 annualità più le prove di Lingua straniera e di Informatica IV anno: insegnamenti pari a 4 annualità 2) Si consiglia di sostenere la prova d idoneità di Lingua inglese o francese entro la fine del II anno e la prova di Idoneità di Informatica di base entro la fine del I semestre del III anno. Entrambe devono comunque essere superate per poter essere iscritti al IV anno. 16

17 4.2 PIANI DI STUDIO PER GLI STUDENTI IMMATRICOLATI PRIMA DEL 1994/95 PASSATI AL NUOVO ORDINAMENTO Gli studenti immatricolati prima dell a.a. 1994/95 che hanno presentato domanda di passaggio al nuovo ordinamento conservano il piano di studi che è stato loro già approvato dalla Facoltà, che prevedeva un unico indirizzo generale, articolato nei seguenti sei percorsi: a) Ad ampio spettro b) Scambi internazionali c) Consulente giuridico-economico d) Amministrazione pubblica e) Ambientale f) Aziendale 1 ) Insegnamenti di base, obbligatori del primo biennio INDIRIZZO GENERALE I Anno II Anno I Semestre 1. Matematica generale 6. Geografia economica 2. Economia aziendale 7. Ragioneria generale ed applicata 3. Istituzioni di diritto privato 8. Matematica finanziaria Lingua inglese o francese (f) Lingua inglese o francese (f) II Semestre 2. Economia aziendale 9. Storia economica 4. Istituzioni di diritto pubblico 10. Statistica 5. Economia politica 11. Economia politica (II: corso avanzato) Lingua inglese o francese (f) Informatica di base (f) Lingua inglese o francese (f) (f) Lezioni facoltative, destinate agli studenti bisognosi d integrare le conoscenze acquisite nella scuola superiore. Le prove d idoneità di Informatica di base e di una Lingua straniera moderna sono comunque obbligatorie. Per essere ammesso al IV anno lo studente deve aver superato dette prove d idoneità. Si consiglia vivamente di frequentare tali corsi nel I anno. Oltre gli insegnamenti obbligatori sopraindicati, nel primo biennio è possibile frequentare altri insegnamenti, pari ad un annualità per ciascun anno, i quali saranno scelti dallo studente (e indicati nel proprio libretto universitario) tra gli insegnamenti privi di vincoli di propedeuticità. 2) Insegnamenti del III e IV anno, obbligatori ed opzionali Obbligatorio per tutti i percorsi: Diritto commerciale. a) Percorso ad ampio spettro Geografia economica (II: dell impresa) o Geografia dello sviluppo Economia dell impresa o Economia monetaria (I: economia e politica monetaria; II: economia monetaria internazionale) o Politica economica (Programmazione economica, Analisi costi-benefici). Scienza delle finanze. 17

18 Economia e gestione delle imprese. Economia degli intermediari finanziari. Diritto tributario (s). Diritto tributario (II: corso avanzato)(s) o Legislazione bancaria (s). Diritto fallimentare (s). Econometria o Statistica (II: Corso avanzato) o Metodi matematici per la gestione aziendale (s) e Metodi e modelli per le scelte economiche (s). Merceologia o Tecnologia dei cicli produttivi. Logica (s) o Metodologia delle scienze sociali (s). Insegnamenti liberi pari a tre annualità. b) Percorso: scambi internazionali Economia monetaria (I: Economia politica monetaria; II: Economia monetaria internazionale). Geografia dello sviluppo. Economia degli intermediari finanziari. Marketing. Marketing internazionale (Geografia dei mercati e strategie d impresa)(s). Marketing internazionale (Tecnica del commercio internazionale)(s). Merceologia. Diritto privato delle Comunità Europee (s). Diritto privato comparato (Contrattualistica)(s) o Organizzazione internazionale (s). Statistica (II: Corso avanzato) o Econometria. Sociologia o Antropologia economica Insegnamenti liberi pari a tre annualità c) Percorso: consulente giuridico-economico d impresa Economia dell impresa. Economia degli intermediari finanziari. Finanza aziendale (s). Revisione aziendale (s). Organizzazione aziendale (s) o Diritto del lavoro (s). Diritto tributario (s). Scienza delle finanze. Diritto fallimentare (s). Metodi matematici per la gestione delle aziende (s). Sociologia Tecnica industriale e commerciale. Logica (s) o Metodologia delle scienze sociali (s). Insegnamenti liberi pari a tre annualità. d) Percorso: amministrazione pubblica Diritto amministrativo. Scienza delle finanze. Diritto tributario (s). Geografia dello sviluppo. Politica economica (Programmazione economica, Analisi costi-benefici). Economia delle imprese pubbliche (Ragioneria pubblica)(s). Una annualità a scelta fra: Programmazione e controllo aziendale (Analisi e contabilità dei costi)(s), 18

19 Organizzazione aziendale (s), Diritto tributario (II: Corso avanzato)(s). Statistica (II: Corso avanzato). Sociologia o Antropologia economica. Cartografia (I: generale; II: sistemi informativi). Insegnamenti liberi pari a tre annualità. e) Percorso ambientale Diritto amministrativo. Geografia dello sviluppo. Economia dell ambiente (s). Politica economica (Programmazione economica, Analisi costi-benefici). Organizzazione e pianificazione del territorio (s). Politica dell ambiente. Merceologia o Tecnologia dei cicli produttivi. Sociologia. Statistica (II: Corso avanzato). Cartografia (I: generale; II: sistemi informativi). Insegnamenti liberi pari a tre annualità. f) Percorso aziendale Diritto commerciale. Geografia economica (II: Dell impresa). Economia e gestione delle imprese. Economia degli intermediari finanziari. Marketing. Organizzazione aziendale (s). Finanza aziendale (s). Finanza aziendale (strategie finanziarie) (s). Programmazione e controllo (Aziendale). Diritto tributario (s). Diritto tributario corso avanzato (s). Diritto fallimentare (s). Metodi matematici per la gestione delle aziende (s). Revisione aziendale (s). Statistica (II: Corso avanzato). Scienze delle finanze. Insegnamenti liberi pari ad una annualità. 19

ECONOMIA GIORGIO FUÀ

ECONOMIA GIORGIO FUÀ f a c o l t à d i E CO N O M I A GIORGIO FUÀ UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Piazzale Martelli, 8 60100 Ancona Tel. 071 2207003 presidenza.economia@univpm.it ECONOMIA GIORGIO FUÀ Corsi di

Dettagli

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2004/2005 Corso di laurea specialistica in Economia e Commercio Corso di laurea specialistica in Economia

Dettagli

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Corsi di laurea PARTE SECONDA DESCRIZIONE DEI CORSI DI LAUREA E PROGRAMMI DEGLI INSEGNAMENTI 1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Sede Venezia Treviso Amministrazione e controllo Commercio Estero Denominazione

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI ECONOMIA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI 1. Corsi di laurea L offerta formativa della Facoltà di Economia

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA E FINANZA. (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione Il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA. SEDE DI BRINDISI www.brindisi.uniba.it Via P. Longobardo, 23 - Brindisi Casale

FACOLTÀ DI ECONOMIA. SEDE DI BRINDISI www.brindisi.uniba.it Via P. Longobardo, 23 - Brindisi Casale FACOLTÀ DI ECONOMIA SEDE DI BRINDISI www.brindisi.uniba.it Via P. Longobardo, 23 - Brindisi Casale Segreteria Studenti Tel. 0831.416123-6133 Segreteria didattica Tel. 0831.416142-6124 Segreteria di Presidenza

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA PIANO DI STUDI

FACOLTA DI ECONOMIA PIANO DI STUDI FACOLTA DI ECONOMIA PIANO DI STUDI CORSO DI LAUREA ECONOMIA E COMMERCIO (Quarto anno) Bollo ANNO ACCADEMICO 2002/2003 10.33 MATR. N. AL CONSIGLIO DELLA FACOLTA DI ECONOMIA sottoscritt nat a il residente_a

Dettagli

SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1

SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 Alla Facoltà di Economia (sede di Piacenza) afferiscono i seguenti corsi di laurea e di diploma universitario: a) corso di laurea quadriennale

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea magistrale in Economia e Commercio Corso di laurea magistrale in Economia

Dettagli

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 Alla Facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative afferiscono i seguenti corsi di laurea: a) corso di laurea quadriennale

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione La Facoltà di Economia attiva il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Gli studenti che si iscrivono al I anno nell anno accademico 2003/2004 possono scegliere tra: ECONOMIA AZIENDALE - EA ECONOMIA

Dettagli

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 Alla Facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative afferiscono i seguenti corsi di laurea di specialistica: a) corso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Economia e finanza

Dettagli

Corso di laurea specialistica in Amministrazione e Controllo

Corso di laurea specialistica in Amministrazione e Controllo Corso di laurea specialistica in Amministrazione e Controllo Classe di appartenenza: Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali - Classe 84/S Articolazione degli indirizzi: l presente

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 Alla Facoltà di Economia (sede di Piacenza) afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in Economia aziendale b)

Dettagli

SEZIONE TERZA FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1

SEZIONE TERZA FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1 SEZIONE TERZA FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1 Alla Facoltà di Economia afferiscono i seguenti corsi di laurea e di diploma universitario: a) corso di laurea quadriennale in Economia e commercio b) corso di

Dettagli

http://facolta.unica.it/segp

http://facolta.unica.it/segp Giurisprudenza 111 Presidente Sede Segreteria di Presidenza Coordinatori didattici Tutor di orientamento Segreteria Studenti 1 Biblioteca orario orario orario Tutor studenti disabili 113 di laurea in Economia

Dettagli

TABELLA II. Art.1 FACOLTÀ DI ECONOMIA

TABELLA II. Art.1 FACOLTÀ DI ECONOMIA TABELLA II Art.1 FACOLTÀ DI ECONOMIA La Facoltà di Economia conferisce: - il diploma universitario in Economia e amministrazione delle imprese - il diploma universitario in Economia e gestione dei servizi

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1 SEZIONE TERZA FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1 Alla Facoltà di Economia afferiscono i seguenti corsi di laurea specialistica: a) corso di laurea specialistica in Economia b) corso di laurea specialistica in

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale L -18 Scienze dell economia e della gestione aziendale COORTE 2015-2016 approvato dal Senato Accademico nella seduta del 27 ottobre 2015 1. DATI

Dettagli

Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica

Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica Corsi di laurea triennale sede di Venezia Guida della Facoltà di Economia a.a. 004-0 Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica Classe di appartenenza: Classe delle lauree in Scienze

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali ART. 1 Istituzione del corso di laurea in Management (MGT) Presso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, MANAGEMENT E DIRITTO DELL IMPRESA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2016-2017 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4. Quadro generale delle attività formative p. 5. Struttura didattica e sistemi di valutazione

Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4. Quadro generale delle attività formative p. 5. Struttura didattica e sistemi di valutazione Sommario Caratteri e finalità del corso Obiettivi formativi p. 3 Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4 Ambiti professionali tipici p. 4 Prospettive formative successive p. 4 Quadro

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

2. ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA (Vedi parte comune)

2. ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA (Vedi parte comune) ECONOMIA E COMMERCIO A.A. 2010-11 Classe L-33 Scienze economiche http://ecom.ec.unipi.it/ 1. OBIETTIVI FORMATIVI Il corso, dal punto di vista professionale, ha lo scopo di formare esperti, dirigenti ed

Dettagli

Con il corso di laurea in Economia Aziendale la Facoltà di Economia di Urbino prepara alla professione di dottore commercialista

Con il corso di laurea in Economia Aziendale la Facoltà di Economia di Urbino prepara alla professione di dottore commercialista Con il corso di laurea in Economia Aziendale la Facoltà di Economia di Urbino prepara alla professione di dottore commercialista La Facoltà di Economia propone il corso di laurea in Economia Aziendale,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 Obiettivi formativi corsi di laurea, raggruppamenti disciplinari, insegnamenti Economia: banche, aziende e mercati Obiettivi formativi corso di laurea I laureati in Economia:

Dettagli

ECONOMIA BANCA E FINANZA

ECONOMIA BANCA E FINANZA FACOLTÀ DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA E COMMERCIO PIANO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 (immatricolati a.a. 2008/2009) PERCORSO FORMATIVO Matricola Nr....... ECONOMIA BANCA E

Dettagli

MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI. Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA

MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI. Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA Anno Accademico 2014/2015 1 ANNO 2 ANNO Economia e Finanza (Classe LM16 D.M. 270/2004) Attivato Attivato Il corso di laurea

Dettagli

LAUREA IN GIURISPRUDENZA sedi di Bari e Taranto

LAUREA IN GIURISPRUDENZA sedi di Bari e Taranto Preside: prof. Paolo GIOCOLI NACCI Il corso di laurea in Giurisprudenza, secondo l ordinamento didattico entrato in vigore dall a.a. 1999/2000, sia nella sede di Bari che in quella di Taranto, ha la durata

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Corso di Laurea Specialistica in Statistica e Informatica per l Economia e la Finanza Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (CLEA) Classe di laurea in Scienze dell Economia e della Gestione Aziendale (cl.

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (CLEA) Classe di laurea in Scienze dell Economia e della Gestione Aziendale (cl. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (CLEA) Classe di laurea in Scienze dell Economia e della Gestione Aziendale (cl.l-18) Sedi Formative e Il corso si propone di formare giovani in grado di

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Scienze del lavoro (classe delle

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56)

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico ha l obiettivo

Dettagli

Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne

Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne Classe di laurea L-18 in SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Regolamento didattico del Corso di Laurea L - 18 in Economia aziendale e bancaria usiness administration and banking ai sensi dell

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it

FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it Presidenza Via C. Rosalba, 53 - Bari Preside: prof. Giuseppe Patruno Tel. 080.5049240; fax 080.5049017 e-mail: segreteria@presecon.uniba.it Segreterie didattiche

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC) classe delle lauree Magistrali in Scienze economiche per l ambiente e la cultura (LM-76).

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Corso di Laurea di durata triennale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE LM-51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 0BII I FACOLTA DI ECONOMIA 1BREGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO (Classe L33, D.M. 270/2004) 2BArt. 1 Finalità Il presente Regolamento didattico

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L9 Ingegneria Industriale Ordine degli Studi 2014/2015 Anni attivati I, II e III Obiettivi formativi specifici Nell ambito degli

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it

FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it Presidenza Preside: prof. Vittorio Dell Atti Tel. 080.5049240; fax 080.5049017 e-mail: segreteria@presecon.uniba.it Via C. Rosalba, 53 - Bari Segreterie didattiche

Dettagli

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ECONOMICHE E FINANZIARIE

Dettagli

Accordo tra l Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Brescia e l Università degli Studi di Brescia

Accordo tra l Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Brescia e l Università degli Studi di Brescia Allegato al Verbale del Consiglio di Facoltà del 13 luglio 2011. Accordo tra l Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Brescia e l Università degli Studi di Brescia visto - l articolo

Dettagli

Architettura. Corso di Laurea magistrale in

Architettura. Corso di Laurea magistrale in Ingegneria Laurea magistrale in Architettura 135 Corso di Laurea magistrale in Architettura Classe: LM-4 Architettura DURATA 2 anni CREDITI 120 SEDE Udine ACCESSO Programmato 80 posti CONOSCENZE RICHIESTE

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in

Corso di Laurea Magistrale in Corso di Laurea Magistrale in Economia Aziendale Il nuovo Percorso Professionale: contenuti disciplinari e competenze per l accesso alla professione contabile Facoltà di Economia Università degli Studi

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA. www.economia.uniba.it Bari

FACOLTÀ DI ECONOMIA. www.economia.uniba.it Bari FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it Bari Presidenza Via Camillo Rosalba, 53-70121 Bari Preside: prof. Giuseppe Patruno Tel. 080.5049240; fax 080.5049017 e-mail: segreteria@presecon.uniba.it Segreterie

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

Economia II - Taranto

Economia II - Taranto Economia II - Taranto II FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economiataranto.uniba.it Taranto Presidenza Preside: prof. Luigi Notarnicola Tel. 099.7720648-609-650; fax 099.7763295; e-mail: preside@economiataranto.uniba.it

Dettagli

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 Corso di Laurea in VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO-CULTURALI Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE (QUADRIENNALE)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE (QUADRIENNALE) B02 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE (QUADRIENNALE) FOGLIO ESPLICATIVO DELLE NORME VALIDE PER LA PRESENTAZIONE DEL PIANO Dl STUDI DELL

Dettagli

a Treviglio Economia e amministrazione delle imprese Corso di Laurea triennale in Facoltà di Economia UNIVERSITà DEGLI STUDI DI BERGAMO

a Treviglio Economia e amministrazione delle imprese Corso di Laurea triennale in Facoltà di Economia UNIVERSITà DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITà DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTà DI ECONOMIA Corso di Laurea triennale in Economia e amministrazione delle imprese a Treviglio Anno Accademico 2007-2008 L'Università a Treviglio Dall Anno Accademico

Dettagli

Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio

Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio DIPARTIMENTO DI ECONOMIA - SCUOLA DELLE SCIENZE ECONOMICHE, AZIENDALI, GIURIDICHE E SOCIOLOGICHE- Universitá "G. d Annunzio" di Chieti-Pescara

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali di Laurea in Scienze e Tecnologie dell Informazione Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza

Facoltà di Giurisprudenza Facoltà di Giurisprudenza CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA A CICLO UNICO (classe LMG/01) Anno accademico 2011-2012 1. Caratteri, finalità e sbocchi Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza

Dettagli

Economia E Management

Economia E Management CORSO DI LAUREA TRIENNALE Economia E Management A.A. 2012 / 2013 DIPARTIMENTO Impresa e Management Economia e Management COSA STAI CERCANDO? Gennaro Olivieri DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Il corso di laurea

Dettagli

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi:

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE (EFI) - Classe LM- 77 Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 GENERALITA' Classe di

Dettagli

Corso di laurea specialistico in Marketing e Comunicazione

Corso di laurea specialistico in Marketing e Comunicazione Corso di laurea specialistico in Marketing e Comunicazione Classe di appartenenza: 84/S - Classe delle lauree specialistiche in Scienze economicoaziendali. Requisiti di ammissione: Laurea triennale o quadriennale

Dettagli

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTRUZIONE TECNICA ECONOMICA: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING, SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15 Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo intende fornire una formazione finalizzata

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 2008-2009

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 2008-2009 FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 200-2009 La Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi del Salento attiva, nell a.a. 200-2009, i seguenti Corsi di studio: Corso di Laurea

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA

Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA Finalità Formare laureati specialistici in grado di effettuare la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione dei lavori, la stima, il collaudo

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

Istituto Tecnico Economico

Istituto Tecnico Economico Il profilo dei percorsi del settore economico si caratterizza per la cultura tecnicoeconomica riferita ad ampie aree: l economia, l amministrazione delle imprese, la finanza, il marketing, le relazioni

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza

Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza Como Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2007/2008 Presentazione del

Dettagli

ACCORDO TRA L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PESARO URBINO

ACCORDO TRA L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PESARO URBINO ACCORDO TRA L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PESARO URBINO E L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTÀ DI ECONOMIA L Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti

Dettagli

Corso di Laurea Quadriennale in Giurisprudenza Nuovo Ordinamento didattico

Corso di Laurea Quadriennale in Giurisprudenza Nuovo Ordinamento didattico Corso di Laurea Quadriennale in Giurisprudenza Nuovo Ordinamento didattico La Facoltà di Giurisprudenza di Foggia conferisce la laurea in Giurisprudenza in conformità alle vigenti disposizioni. Il corso

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI STUDI AZIENDALI E GIUSPRIVATISTICI CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE AZIENDE E DEI SERVIZI TURISTICI REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2014-2015

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56)

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) Il corso di laurea in breve Il corso di laurea magistrale in Scienze Economiche, in modalità E-learning, mira a consentire l'acquisizione di conoscenze

Dettagli

LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO Presidente: prof. Giuseppe PATRUNO

LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO Presidente: prof. Giuseppe PATRUNO Preside: prof. Giovanni GIRONE La Facoltà di Economia dell Università di Bari, con tre corsi di laurea (di cui uno decentrato a Taranto), cinque corsi di diploma universitario, tre scuole di specializzazione,

Dettagli

17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Economia della banca, della borsa e delle assicurazioni Nome del corso

17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Economia della banca, della borsa e delle assicurazioni Nome del corso Università Università degli studi di Genova Classe 17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Economia della banca, della borsa e delle assicurazioni Nome del corso Modifica

Dettagli

Tabelle in corso di revisione

Tabelle in corso di revisione Propedeuticità delle materie delle lauree triennali (offerta Mussi) N.B. i corsi non indicati nelle tabelle non richiedono propedeuticità Tabelle in corso di revisione 1 Cdl CLASSE L-18 (Scienze dell'economia

Dettagli

Regolamento del Corso di laurea triennale in Scienze giuridiche (1) classe n. 31 delle Lauree in SCIENZE GIURIDICHE. I - Disposizioni generali

Regolamento del Corso di laurea triennale in Scienze giuridiche (1) classe n. 31 delle Lauree in SCIENZE GIURIDICHE. I - Disposizioni generali 1 Regolamento del Corso di laurea triennale in Scienze giuridiche (1) classe n. 31 delle Lauree in SCIENZE GIURIDICHE I - Disposizioni generali Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2007/2008 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA

ANNO ACCADEMICO 2007/2008 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA ANNO ACCADEMICO 2007/2008 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA Manifesto degli Studi Il Corso di Studi per il conseguimento della Laurea triennale in Fisica richiede l acquisizione di 180 crediti formativi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/16

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/16 Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/1 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo intende fornire una formazione finalizzata

Dettagli

17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso. Economia aziendale

17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso. Economia aziendale Università Università degli studi di Genova Classe 17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso Economia aziendale Modifica di Economia aziendale (codice=333)

Dettagli

SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE e ASSICURATIVE

SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE e ASSICURATIVE UNIVERSITÀ CATTOLICA SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE e ASSICURATIVE R Anno Accademico 2009-2010 Sede di Milano www.unicatt.it/scienzebancarie Laurea Triennale INDICE La Facoltà di Scienze bancarie, finanziarie

Dettagli

Dipartimento Economia e Impresa

Dipartimento Economia e Impresa Dipartimento Economia e Impresa 1 Dipartimento Economia e Impresa Il Dipartimento Economia e Impresa dell Università di Catania articola la propria offerta formativa in corsi di laurea, corsi di laurea

Dettagli

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Vista la legge 9.5.89, n. 168; Vista la legge 19.11.90, n. 341; Vista la legge 15.5.97, n. 127; il D.P.R. 27.1.98, n. 25; il D.M. 3.11.99, n. 509 recante norme concernenti

Dettagli

ACCORDO TRA NOVARA, ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, CASALE, TORTONA, la Facoltà di Economia dell Università degli Studi del Piemonte.

ACCORDO TRA NOVARA, ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, CASALE, TORTONA, la Facoltà di Economia dell Università degli Studi del Piemonte. 1 ACCORDO TRA gli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di: NOVARA, ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, CASALE, TORTONA, VERBANIA, VERCELLI E la Facoltà di Economia dell Università degli Studi

Dettagli

Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. Quadro generale delle attività formative p.

Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. Quadro generale delle attività formative p. Sommario Caratteri e finalità del corso Obiettivi formativi p. Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. Ambiti professionali tipici p. Prospettive formative successive p. Quadro generale

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

PON 2007-2013. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Distretto Scolastico n. 49 - GINOSA (TA)

PON 2007-2013. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Distretto Scolastico n. 49 - GINOSA (TA) PON 2007-2013 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Distretto Scolastico n. 49 - GINOSA (TA) Di cosa si occupa questo indirizzo? Si occupa di studiare i contenuti delle competenze economiche, giuridiche

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea di Amministrazione ed Economia delle Imprese Classe 17 b (Scienze dell'economia e della gestione aziendale)

Regolamento didattico del Corso di Laurea di Amministrazione ed Economia delle Imprese Classe 17 b (Scienze dell'economia e della gestione aziendale) Regolamento didattico del Corso di Laurea di Amministrazione ed Economia delle Imprese Classe 17 b (Scienze dell'economia e della gestione aziendale) Approvato dal Consiglio di Corso di Laurea nelle sedute

Dettagli

Corso di laurea in ECONOMIA AZIENDALE

Corso di laurea in ECONOMIA AZIENDALE Corsi di laurea attivati Guida della Facoltà di Economia a.a. 00- Corso di laurea in ECONOMA AZENDALE Classe: L-8 Scienze dell'economia e della gestione aziendale. Sede: Venezia, Portogruaro (Nella sede

Dettagli

PASSAGGI DI CORSO E RICONOSCIMENTO CREDITI

PASSAGGI DI CORSO E RICONOSCIMENTO CREDITI PASSAGGI DI CORSO E RICONOSCIMENTO CREDITI (Riconoscimento di crediti conseguiti nel Corso di laurea in Scienze giuridiche (classe 31) dell Università di Messina) 1. Gli studenti che hanno conseguito la

Dettagli