Lauree a indirizzo scientifico: matematica, fisica e geografia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lauree a indirizzo scientifico: matematica, fisica e geografia"

Transcript

1 Lauree a indirizzo scientifico: matematica, fisica e geografia L'indirizzo scientifico comprende le lauree della classe 22 (scienze e tecnologie della navigazione marittima e aerea), della classe 25 (scienze e tecnologie fisiche), della classe 3 (scienze geografiche) e della classe 32 (scienze matematiche). I corsi di laurea di questo gruppo mostrano oggi un minore grado di attrattività presso i giovani. Le immatricolazioni all indirizzo di studi in scienze e tecnologie fisiche, attualmente pari a poco più di 2., si sono dimezzate all inizio degli anni Novanta; analogamente, gli iscritti al primo anno del corso di laurea in scienze matematiche sono scesi nel 23 ben sotto la soglia dei 2., a fronte dei circa 4.6 di dieci anni fa. In questi casi, la riforma universitaria sembra stia cogliendo nel segno, visto che si stima per i prossimi anni un tasso di successo più elevato, che porterebbe molti degli iscritti (anche fuori corso) a conseguire in più breve tempo il titolo di primo livello. I 3.5 laureati del 23 (circa 2.4 dei quali sono orientati al lavoro dipendente) dovrebbero diventare oltre 4.7 nel prossimo biennio. Per molti di loro, il principale sbocco resta quello del settore pubblico (scuola, università, ricerca, tutte attività che non rientrano però nel campo di indagine di Excelsior), nonostante le prospettive future non siano tra le più rosee. Non sono però migliori le possibilità di lavoro offerte dalle imprese private, che per il 23 hanno programmato solo 33 assunzioni con questo titolo di studio. Si tratta per lo più di figure che hanno già esperienza lavorativa, il che penalizza ulteriormente i giovani alla ricerca del primo impiego. Una parte non trascurabile dei neolaureati dovrebbe dunque indirizzarsi verso un attività professionale autonoma, anche per farsi le ossa e poi cercare il lavoro alle dipendenze cui si aspira. Proprio per l abbondanza di offerta, le imprese dichiarano difficoltà di reperimento solo per un assunzione su cinque. E poi meno frequente il ricorso a titoli di studio concorrenti, essenzialmente riconducibili al perito informatico per alcune professioni a carattere tecnico. Nonostante le piccole aziende assorbano il 6% delle entrate, è molto diffusa anche in questa tipologia di impresa la necessità di realizzare iniziative di formazione e aggiornamento dopo l assunzione, soprattutto per l elevato grado di obsolescenza di alcune competenze caratteristiche delle professioni di sbocco. E infine da segnalare che i due terzi delle entrate fanno riferimento ad aziende localizzate nelle regioni nordoccidentali. Le informazioni sugli sbocchi professionali per chi ha seguito questo indirizzo di studi vanno interpretate considerando che si riferiscono all inserimento nel mondo del lavoro sia di coloro i quali hanno conseguito un titolo universitario secondo il vecchio ordinamento, sia dei neolaureati (dopo 3 o dopo 5 anni) secondo il nuovo ordinamento seguito alla riforma universitaria. Pertanto, non si fa distinzione né tra diplomi universitari e lauree (vecchio ordinamento), né tra classi di laurea di I e di II livello (nuovo ordinamento). Per la corrispondenza dei titoli tra vecchio e nuovo ordinamento, si veda la tavola 3 allegata a questo volume. Stima e previsione dei laureati secondo il lavoro che sono disponibili a svolgere, (1) Lavoro dipendente (stima) Lavoro indipendente (stima) 25 Fonte: nostra elaborazione dati MIUR e ISTAT (1) dal 23: valori previsti

2 Lauree a indirizzo scientifico: matematica, fisica e geografia Le assunzioni 23 Le principali professioni richieste dalle imprese Figure professionali Analista programmatore informatico Formatore informatico Respons. produzione settore elettronico Tecnico applicazioni informatiche Tecnico della comunicazione multimediale Prof. scuola media superiore materie scient. Informatore tecnico Altre professioni totali pianificate (1) con questo indirizzo di laurea giovani con meno di 25 anni (%) Di cui: Di cui: di difficile reperimento (%) assunzioni in piccole imprese (%) (2) Totale (1) totali di ciascuna figura professionale, con qualsiasi titolo di studio (2) Imprese con meno di 5 addetti Le assunzioni con questo indirizzo di laurea per regione Le prime venti province per incidenza di questo indirizzo di laurea sul totale delle lauree Regioni Nord Ovest V. d'aosta Liguria pianificate Di cui senza esperienza (%) L'Aquila Como Perugia Caserta Benevento % 1% 2% 3% 4% 5% Nord Est Trentino A. A. Friuli V. G. R Enna Milano Verona Napoli Mantova Centro Umbria Marche Sud e Isole Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Totale Italia Siena Livorno Biella Torino Savona Modena Parma Roma Cuneo Brescia Quota di assunti in questa classe di laurea per cui è necessaria un'ulteriore formazione: 83%

3 Lauree a indirizzo scientifico: matematica, fisica e geografia pianificate Istruzione 17% elettronica 14% chimica 3% Altri settori 4% Credito 38% Informatica e telecomunicazioni 24% Le prospettive di lavoro con questi titoli di studio: quadro di sintesi Numerosità delle professioni per cui è richiesta la laurea a questo indirizzo Difficoltà di reperimento di personale con questo titolo Diversificazione dei settori economici di sbocco Adeguatezza della preparazione scolastica rispetto alle mansioni da svolgere in azienda Concorrenza da parte di persone con titoli di studio simili (da poco a molto, da basso ad alto) Chi sono i tuoi concorrenti? Per le professioni più richieste con questo indirizzo di laurea, le imprese assumono anche con Diploma superiore 81% Altre lauree 19% considerano "alternativi" Perito informatico Lauree in altri indirizzi di ingegneria

4 Lauree a indirizzo scientifico: matematica, fisica e geografia I principali sbocchi professionali Difficoltà di reperimento alta (2) bassa (1) Analista programmatore informatico Respons. produzione settore elettronico Tecnico della comunicazione multimediale Tecnico applicazioni informatiche Formatore informatico Informatore tecnico Professore di scuola media superiore materie scientifiche bassa (1) alta (2) Esperienza richiesta (1) inferiore alla media di questo indirizzo di laurea (2) superiore alla media di questo indirizzo di laurea Gli sbocchi professionali più rilevanti per coloro i quali hanno conseguito una laurea appartenente a questo indirizzo fanno riferimento in primo luogo al settore pubblico (insegnamento, centri di ricerca pubblici, ecc.), che non è però incluso nel campo di osservazione dell indagine Excelsior. Con riferimento alle sole imprese private, emerge, anche se in misura non consistente, una domanda di personale in possesso di queste lauree nel campo dell informatica e delle relative applicazioni. Nel diagramma riportato, le principali professioni per cui le imprese richiedono (anche se in molti casi non in via esaustiva) una di queste lauree sono posizionate secondo la difficoltà di reperimento e l'esperienza considerata necessaria. Le professioni di sbocco appaiono concentrate in due quadranti diametralmente opposti; l unica eccezione è rappresentata dal tecnico applicazioni informatiche, che tuttavia, pur essendo una figura attrattiva per i giovani che hanno appena terminato gli studi, è a forte rischio di concorrenza, come dimostra la scarsa difficoltà di reperimento segnalata dalle imprese. Il primo quadrante comprende figure per le quali le imprese, pur disposte ad assumere candidati anche privi di esperienza, avvertono una certa difficoltà di reperimento. Tra queste spicca l analista programmatore informatico, ossia la professione più richiesta con questo indirizzo di studi universitario, anche se le imprese esprimono una chiara preferenza verso altre lauree (su poco meno di 3.8 assunzioni, solo 14 fanno riferimento a questo gruppo). All opposto si trovano alcune figure dalle competenze più vicine al campo formativoinformativo, per le quali l esperienza è un requisito necessario. La figura professionale del formatore informatico è analizzata nel dettaglio nella prossima pagina, mediante una scheda che presenta le informazioni chiave sulle prospettive di lavoro nel settore privato. La figura professionale dell'analista programmatore informatico è invece esaminata nell'ambito delle lauree a indirizzo informatico e telecomunicazioni (capitolo 7), dove registra un maggior numero di assunzioni. Sono escluse dall'analisi le altre professioni presentate del diagramma poiché, nonostante abbiano un'incidenza significativa nell'ambito delle lauree a indirizzo scientifico (matematica, fisica e geografia), il numero di assunzioni complessivo è relativamente basso.

5 Formatore informatico totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 9 L'area geografica prevalente è il Sud e Isole (con un'incidenza del 6% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la Campania (31% sul totale). Nella maggior parte dei casi (pari al 58% del totale) l'età non è considerata un fattore rilevante ai fin dell'assunzione. Il 77% delle richieste proviene da imprese che hanno da 1 a 49 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 99% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 3% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto n.d. (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua n.d.: non disponibile di personale senza esperienza Non sono previste assunzioni di personale senza esperienza per svolgere l'attività di formatore informatico. 23 Laurea in scienze matematiche 5 Perito informatico 3 Lauree in scienze e tecnologie informatiche 1 23) Campania Sicilia Umbria Campania Sicilia Umbria

6 Lauree a indirizzo di scienze naturali All'indirizzo di scienze naturali appartengono le seguenti classi di laurea: biotecnologie (classe 1), scienze biologiche (classe 12), scienze della Terra (classe 16) e scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura (classe 27). La classe delle lauree in scienze biologiche (la più consistente, in termini numerici, tra quelle presenti in questo gruppo) e quella in scienze della terra sono ancora caratterizzate da un calo delle immatricolazioni, solo in parte bilanciato da un incremento delle iscrizioni nella classe delle biotecnologie. L istituzione delle lauree triennali ha tuttavia permesso a un gran numero di iscritti di conseguire un titolo in tempi più brevi, tanto da poter stimare un offerta di laureati che, nel complesso, dovrebbe raggiungere le 1. unità nel 25. Dal momento che nel 23 sono state programmate solo 63 assunzioni di queste figure, emerge una chiara distanza tra la domanda espressa dal mondo delle imprese e l offerta di neolaureati (che nello stesso anno si aggirerebbero sugli 8., poco più della metà dei quali disposti a un lavoro dipendente). Peraltro, pressoché marginale è il peso della componente giovanile (sotto i 25 anni) nel flusso programmato delle assunzioni, raggiungendo appena il 9,4% del totale. Potrà quindi essere opportuno iniziare la carriera lavorativa svolgendo stages o accettando incarichi, anche brevi, presso laboratori di ricerca, in modo da acquisire l esperienza che le aziende ritengono necessaria. Le mansioni connesse ai titoli di studio afferenti a questa classe sono del resto caratterizzate da un elevato grado di specializzazione: basti pensare che per quasi il 7% dei neoassunti si rende opportuna un'ulteriore formazione. Il ricorso a personale che abbia già svolto un attività lavorativa varia notevolmente in base alle professioni di sbocco, con alcuni problemi conseguenti in fase di reclutamento, soprattutto per le figure a più elevata specializzazione tecnica. Le maggiori opportunità occupazionali si concentrano nel settore chimico e nella sanità privata, mentre a livello territoriale spicca il Nord Ovest, che esibisce una quota di oltre il 4% sul totale nazionale. Se le opportunità al momento offerte dal settore privato non appaiono particolarmente incoraggianti (anche per la forte concorrenza di titoli di studio simili, quali le lauree in chimica e chimica industriale), non bisogna però trascurare gli sbocchi esistenti nel mondo del pubblico impiego (ricerca e insegnamento), non rilevati però attraverso l indagine Excelsior, e nel lavoro autonomo. Le informazioni sugli sbocchi professionali per chi ha seguito questo indirizzo di studi vanno interpretate considerando che si riferiscono all inserimento nel mondo del lavoro sia di coloro i quali hanno conseguito un titolo universitario secondo il vecchio ordinamento, sia dei neolaureati (dopo 3 o dopo 5 anni) secondo il nuovo ordinamento seguito alla riforma universitaria. Pertanto, non si fa distinzione né tra diplomi universitari e lauree (vecchio ordinamento), né tra classi di laurea di I e di II livello (nuovo ordinamento). Per la corrispondenza dei titoli tra vecchio e nuovo ordinamento, si veda la tavola 3 allegata a questo volume. Stima e previsione dei laureati secondo il lavoro che sono disponibili a svolgere, (1) Lavoro dipendente (stima) Lavoro indipendente (stima) 25 Fonte: nostra elaborazione dati MIUR e ISTAT (1) dal 23: valori previsti

7 Lauree a indirizzo di scienze naturali Le assunzioni 23 Le principali professioni richieste dalle imprese Figure professionali Analista chimico Informatore medicoscientifico Biologofarmacologo Venditore rappresentante Venditore tecnico Tecnico di radiologia Assistente medico Altre professioni Di cui: Di cui: con questo assunzioni in totali giovani con di difficile indirizzo di piccole pianificate (1) meno di 25 reperimento laurea imprese (%) anni (%) (%) (2) Totale (1) totali di ciascuna figura professionale, con qualsiasi titolo di studio (2) Imprese con meno di 5 addetti Le assunzioni con questo indirizzo di laurea per regione Le prime venti province per incidenza di questo indirizzo di laurea sul totale delle lauree Regioni Nord Ovest V. d'aosta Liguria pianificate Di cui senza esperienza (%) Palermo Agrigento Reggio Di Calabria Vibo Valentia Lecce % 3% 6% 9% 12% 15% Nord Est Trentino A. A. Friuli V. G. R Perugia Crotone Taranto Salerno Frosinone Centro Umbria Marche Sud e Isole Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Totale Italia Trapani Varese Pavia Catania Viterbo Caltanissetta Ragusa Pesaro Grosseto Parma Quota di assunti in questa classe di laurea per cui è necessaria un'ulteriore formazione: 68%

8 Lauree a indirizzo di scienze naturali pianificate Servizi avanzati 18% Altri settori 1% chimica 37% Sanità 35% Le prospettive di lavoro con questi titoli di studio: quadro di sintesi Numerosità delle professioni per cui è richiesta la laurea a questo indirizzo Difficoltà di reperimento di personale con questo titolo Diversificazione dei settori economici di sbocco Adeguatezza della preparazione scolastica rispetto alle mansioni da svolgere in azienda Concorrenza da parte di persone con titoli di studio simili (da poco a molto, da basso ad alto) Chi sono i tuoi concorrenti? Per le professioni più richieste con questo indirizzo di laurea, le imprese assumono anche con considerano "alternativi" Altre lauree 95% Diploma superiore 5% Lauree in scienze e tecnologie chimiche

9 I principali sbocchi professionali Lauree a indirizzo di scienze naturali Tecnico di radiologia Difficoltà di reperimento alta (2) bassa (1) Assistente medico Analista chimico Informatore medicoscientifico Biologofarmacologo Venditore rappresentante Venditore tecnico bassa (1) alta (2) Esperienza richiesta (1) inferiore alla media di questo indirizzo di laurea (2) superiore alla media di questo indirizzo di laurea Gli sbocchi per i laureati nell indirizzo di scienze naturali riguardano non soltanto ambiti strettamente tecnicospecialistici (in questo caso molto vicini al campo medico, paramedico e farmaceutico) ma anche attività legate al campo commerciale e promozionale. Il diagramma sopra riportato presenta le principali professioni per cui è richiesta (anche se non in via esclusiva) una laurea appartenente a questo raggruppamento, posizionate secondo la difficoltà di reperimento e l'esperienza richiesta dalle imprese. Per quasi tutte le professioni, la difficoltà di reperimento riscontrata è inferiore alla media di questo specifico indirizzo di laurea, mentre è diverso l orientamento verso l assunzione di candidati che abbiano appena completato gli studi. Nel caso della figura professionale dell'analista chimico, che incide per oltre il 25% sul totale delle assunzioni di laureati a indirizzo di scienze naturali, le imprese si rivolgono ad esempio a personale che abbia già maturato una esperienza lavorativa, più di quanto non avvenga nella media delle richieste con questo titolo di studio. Questo perché il bacino dal quale preferiscono comunque attingere è rappresentato dai laureati a indirizzo chimico, la cui preparazione universitaria è vista più adeguata alle mansioni da svolgere, tanto da rivolgersi anche molto più di frequente a giovani che abbiano appena completato gli studi. Le prossime pagine sono costituite da schede che presentano le informazioni chiave sulle prospettive di lavoro relative alle figure professionali di biologofarmacologo, venditore rappresentante e venditore tecnico. La figura professionale dell'analista chimico è invece analizzata nell'ambito delle lauree a indirizzo chimico (capitolo 15), mentre quella dell'informatore medicoscientifico è inserita nel capitolo 17, che si riferisce alle lauree a indirizzo farmaceutico. Non sono presenti schede relative alle figure professionali del tecnico di radiologia e dell'assistente medico, poiché il numero di assunzioni complessivo è relativamente basso (anche se l'incidenza nell'ambito delle lauree a indirizzo di scienze naturali è abbastanza significativa).

10 Venditore rappresentante totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 1.92 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 34% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la (29% sul totale). Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 53% del totale assunzioni. Il 41% delle richieste proviene da imprese che hanno da 1 a 9 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 68% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 64% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza chimica 5% alimentare 28% Altri settori 16% Commercio all'ingrosso e di autoveicoli 51% Ragioneria, ind. tradiz., amministr., mercantile Perito meccanico e dipl. indiriz. meccanico Lauree in economia e gestione aziendale Perito elettronico e in telecomunicazioni Formazione e istruzione profess. breve Altri titoli di studio ) Puglia Marche Campania Sicilia Puglia Marche Campania Sicilia

11 Venditore tecnico totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 1.49 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 42% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la (31% sul totale). Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 73% del totale assunzioni. Il 35% delle richieste proviene da imprese che hanno da 1 a 9 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 68% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 61% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza chimica 8% Commercio al dettaglio prod. non alimentari 9% elettronica 11% Altri settori 19% meccanica 26% Servizi operativi 27% 23 Ragioneria, ind. tradiz., amministr. e mercantile 28 Perito meccanico e dipl. indiriz. meccanico 17 Perito elettrotecnico e tecnico ind. elettriche 16 Perito elettronico e in telecomunicazioni 16 Geometra e perito edile 8 Altri titoli di studio 65 23) Campania Puglia Liguria Campania Puglia Liguria

12 Biologofarmacologo totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 15 L'area geografica prevalente è il Sud e Isole (con un'incidenza del 56% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la Puglia (2% sul totale). Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 3% del totale assunzioni. Il 55% delle richieste proviene da imprese che hanno da 1 a 9 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 65% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 66% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto attraverso corsi esterni. (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza 23 Tutte le assunzioni di personale senza esperienza sono previste nel settore della sanità. Laurea in scienze biologiche 14 Lauree in farmacia e farmacia industriale 1 23) Puglia Campania Calabria Marche Puglia Campania Calabria Marche

13 Lauree a indirizzo chimico Vengono considerate in questo gruppo le lauree in scienze e tecnologie chimiche, che corrispondono alla classe, nonché la laurea in ingegneria chimica. Quest'ultima è classificata dal MIUR all'interno della classe 1 (lauree in ingegneria industriale). Il numero dei laureati a indirizzo chimico appare in calo in questi ultimi anni. Secondo le stime, si dovrebbe passare dai circa 2.7 attuali (i tre quarti dei quali interessati a un occupazione alle dipendenze) ai 2. del 25. Questo potrebbe comportare un inasprimento delle difficoltà di reperimento, che già nel 23 hanno riguardato oltre la metà delle assunzioni programmate (nel complesso pari a 1.4 unità). Tali problemi sono tuttavia riconducibili non solo a una contrazione dell offerta di laureati sul mercato del lavoro ma soprattutto a un orientamento marcato delle aziende ad avvalersi di figure che abbiano già maturato esperienza, alle quali ci si rivolge in tre casi su quattro. A conferma del carattere di elevata qualificazione connaturata a questo percorso universitario, va detto poi che per quasi i tre quarti delle assunzioni si reputa necessaria la realizzazione di specifici interventi di formazione e aggiornamento. I dati a disposizione sembrano quindi segnalare l esistenza di alcuni vincoli per chi si affaccia sul mondo del lavoro privato subito dopo aver terminato gli studi, visto poi che appena il 16% delle entrate riguarda giovani con meno di 25 anni. Bisogna però tener presente l esistenza di sbocchi ulteriori legati al settore pubblico (che l indagine Excelsior ancora non considera) e le possibilità di lavoro come libero professionista o, comunque, come lavoratore autonomo, spesso da vedere come trampolino di lancio prima di un occupazione alle dipendenze. Esiste tuttavia una concorrenza, anche se non particolarmente agguerrita, da parte di laureati in discipline affini o, nel caso di professioni a carattere tecnicooperativo, anche di diplomati (come nel caso dei periti chimici). La distribuzione territoriale delle assunzioni 23 fa emergere alcuni trend piuttosto netti. Le entrate risultano concentrate per oltre il 4% nel Nord Ovest, mentre nel Mezzogiorno la quota analoga è pari appena al 13%. Tale fenomeno potrebbe peraltro essere legato alla distribuzione delle imprese chimiche sul territorio italiano, alle quali fa riferimento il 36% delle assunzioni totali, con quote aggiuntive rappresentate dai settori in cui trovano oggi applicazione le tecnologie chimiche (dall industria della gomma e della plastica a quella tessile). Le informazioni sugli sbocchi professionali per chi ha seguito questo indirizzo di studi vanno interpretate considerando che si riferiscono all inserimento nel mondo del lavoro sia di coloro i quali hanno conseguito un titolo universitario secondo il vecchio ordinamento, sia dei neolaureati (dopo 3 o dopo 5 anni) secondo il nuovo ordinamento seguito alla riforma universitaria. Pertanto, non si fa distinzione né tra diplomi universitari e lauree (vecchio ordinamento), né tra classi di laurea di I e di II livello (nuovo ordinamento). Per la corrispondenza dei titoli tra vecchio e nuovo ordinamento, si veda la tavola 3 allegata a questo volume. Stima e previsione dei laureati secondo il lavoro che sono disponibili a svolgere, (1) Lavoro dipendente (stima) Lavoro indipendente (stima) 25 Fonte: nostra elaborazione dati MIUR e ISTAT (1) dal 23: valori previsti

14 Lauree a indirizzo chimico Le assunzioni 23 Le principali professioni richieste dalle imprese Figure professionali Analista chimico Ingegnere chimico Tecnico produz. e contr. qual. settore chimico Tecnico laboratorio chimico Ingegnere chimico produz. e controllo qualità Ricercatore chimico Assistente tecnico clienti Altre professioni totali pianificate (1) con questo indirizzo di laurea giovani con meno di 25 anni (%) Di cui: Di cui: di difficile reperimento (%) assunzioni in piccole imprese (%) (2) Totale (1) totali di ciascuna figura professionale, con qualsiasi titolo di studio (2) Imprese con meno di 5 addetti Le assunzioni con questo indirizzo di laurea per regione Le prime venti province per incidenza di questo indirizzo di laurea sul totale delle lauree Regioni Nord Ovest V. d'aosta Liguria pianificate Di cui senza esperienza (%) Vercelli Brindisi Vicenza Taranto Latina % 5% 1% 15% 2% 25% Nord Est Trentino A. A. Friuli V. G. R Genova Ferrara Chieti Siena Como Centro Umbria Marche Sud e Isole Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Totale Italia Grosseto Vibo Valentia Verona Arezzo Lucca L'Aquila Lodi Verbania Foggia Lecce Quota di assunti in questa classe di laurea per cui è necessaria un'ulteriore formazione: 74%

15 Lauree a indirizzo chimico pianificate della plastica e della gomma 4% tessile 4% Altri settori 23% meccanica 6% chimica 36% Sanità 9% Servizi avanzati 18% Le prospettive di lavoro con questi titoli di studio: quadro di sintesi Numerosità delle professioni per cui è richiesta la laurea a questo indirizzo Difficoltà di reperimento di personale con questo titolo Diversificazione dei settori economici di sbocco Adeguatezza della preparazione scolastica rispetto alle mansioni da svolgere in azienda Concorrenza da parte di persone con titoli di studio simili (da poco a molto, da basso ad alto) Chi sono i tuoi concorrenti? Per le professioni più richieste con questo indirizzo di laurea, le imprese assumono anche con Diploma superiore 53% considerano "alternativi" Perito chimico industriale e diplomi tecnici ad indirizzo chimico Altre lauree 47% Laurea in scienze biologiche

16 I principali sbocchi professionali Lauree a indirizzo chimico Difficoltà di reperimento bassa (1) alta (2) Tecnico produzione e controllo qualità Ingegnere chimico settore gommaplastica Ricercatore chimico Tecnico produzione e controllo qualità settore chimico Analista chimico Ingegnere chimico produzione e Assistente tecnico clienti controllo qualità Tecnico laboratorio chimico Responsabile produzione settore chimico bassa (1) alta (2) Esperienza richiesta (1) inferiore alla media di questa classe di laurea (2) superiore alla media di questa classe di laurea Le lauree a indirizzo chimico offrono sbocchi professionali di livello alto e medioalto, dal carattere tecnicospecialistico e concentrati in ambiti per lo più coerenti con l indirizzo di laurea. Nel diagramma sopra riportato, le principali professioni per cui le imprese possono richiedere, anche se non in via esclusiva, una laurea a indirizzo chimico sono posizionate secondo la difficoltà di reperimento e l'esperienza richiesta. Un profilo per il quale è considerata adeguata la sola preparazione scolastica è quello del tecnico di produzione e controllo nel campo della gomma e della plastica, dove tuttavia la concorrenza da parte di giovani con altri titoli di studio (soprattutto diplomi tecnici a indirizzo industriale) è molto agguerrita. L esperienza lavorativa è invece essenziale per chi aspira a intraprendere professioni "di punta" quali l'ingegnere chimico, il tecnico di produzione del settore chimico e il ricercatore chimico, dove peraltro il possesso di una laurea compresa in questo raggruppamento rappresenta senza dubbio un titolo preferenziale. Le professioni posizionate nel quadrante in basso a destra sono quelle per le quali, pur essendo anche in questo caso limitato il ricorso a candidati alle prime armi, le imprese riescono con una certa facilità a trovare candidati in possesso delle caratteristiche richieste. La maggior parte delle professioni nel diagramma è analizzata nel dettaglio nelle prossime pagine, mediante schede che presentano le informazioni chiave sulle relative prospettive di lavoro. E esclusa dall'analisi la professione di ingegnere chimico produzione e controllo qualità poiché, nonostante abbia un'incidenza significativa nell'ambito delle lauree a indirizzo chimico (collocandosi al sesto posto tra le professioni più richieste), il numero di assunzioni complessivo, indipendentemente dal titolo di studio richiesto, è relativamente basso e non consente pertanto un esame più approfondito. La figura di assistente tecnico clienti che è trasversale a più settori e per la quale possono essere richiesti diversi indirizzi di laurea è invece trattata nell'ambito delle lauree a indirizzo di ingegneria elettronica (capitolo 8), dove registra un maggior numero di assunzioni.

17 Analista chimico totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 87 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 33% sul totale delle assunzioni) tuttavia la regione con il maggior numero di assunzioni è il (18% sul totale) Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 72% del totale assunzioni. Il 28% delle richieste proviene da imprese che hanno da 1 a 9 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 59% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 71% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza Sanità 28% chimica 12% Altri settori 1% Servizi avanzati 5% Lauree in scienze e tecnologie chimiche Laurea in scienze biologiche Laurea in ingegneria chimica Lauree in scienze e tecnol. farmaceutiche Lauree in altri indirizzi di ingegneria ) Sicilia Liguria Puglia Sicilia Liguria Puglia

18 Tecnico laboratorio chimico totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 32 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 51% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la (42% sul totale). Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 64% del totale assunzioni. Il 29% delle richieste proviene da imprese che hanno da 25 a 499 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 74% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 76% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza tessile 7% Altri settori 24% Perito chimico industriale e diploma tecnico a indirizzo chimico Lauree in scienze e tecnologie chimiche 7 chimica 69% Formazione e istruzione professionale breve 1 23) Abruzzo Campania Abruzzo Campania

19 Tecnico produzione e controllo qualità settore chimico totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 21 L'area geografica prevalente è il Centro (con un'incidenza del 42% sul totale delle assunzioni) tuttavia la regione con il maggior numero di assunzioni è la (39% sul totale) Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 62% del totale assunzioni. Il 5% delle richieste proviene da imprese che hanno da 25 a 499 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 7% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per l'8% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza Tutte le assunzioni di personale senza esperienza sono previste nel settore dell'industria chimica. Perito chimico industriale e diploma tecnico a indirizzo chimico Lauree in scienze e tecnologie chimiche 23 Laurea in ingegneria chimica Lauree in scienze e tecnol. farmaceutiche 2 23) Campania Campania

20 Responsabile produzione settore chimico totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 1 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 45% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la (37% sul totale). Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 41% del totale assunzioni. Il 54% delle richieste proviene da imprese che hanno da 25 a 499 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 75% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 76% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza Altri settori 4% Lauree in scienze e tecnologie chimiche 23 3 chimica 96% Perito chimico industriale e diploma tecnico a indirizzo chimico Lauree in scienze e tecnologie farmaceutiche Altri titoli di studio ) Campania Campania

21 Tecnico produzione e controllo qualità settore gommaplastica totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 1 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 78% sul totale delle assunzioni) e la maggior parte delle assunzioni si concentra nella regione (63% sul totale) Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 52% del totale assunzioni. Il 59% delle richieste proviene da imprese che hanno da 25 a 499 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 54% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 94% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza Tutte le assunzioni di personale senza esperienza sono previste nel settore dell'industria della plastica. Perito meccanico e dipl. indiriz. meccanico Laurea in ingegneria chimica Perito chimico e dipl. tecn. indiriz. chimico Perito tessile e in confezione industriale Lauree in altri indirizzi di ingegneria Altri diplomi )

22 Ingegnere chimico totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 9 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 38% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la (27% sul totale). Nella maggior parte dei casi (pari al 51% del totale) l'età non è considerata un fattore rilevante ai fin dell'assunzione. Il 9% delle richieste proviene da imprese che hanno da 25 a 499 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 58% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 97% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza della plastica 2% 23 Laurea in ingegneria chimica 9 meccanica 3% chimica 5% 23) Abruzzo Abruzzo

23 Ricercatore chimico totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 7 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 5% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la (36% sul totale). Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 76% del totale assunzioni. L'83% delle richieste proviene da imprese che hanno da 25 a 499 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 61% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per l'82% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza 23 Tutte le assunzioni di personale senza esperienza sono previste nel settore dell'industria chimica. Lauree in scienze e tecnologie chimiche Lauree in scienze e tecnologie farmaceutiche )

24 Lauree a indirizzo di ingegneria edile, architettura e urbanistica Questo raggruppamento comprende la classe delle lauree in scienze dell'architettura e dell'ingegneria edile (classe 4) e la classe delle lauree in urbanistica e scienze della pianificazione territoriale (classe 7). I corsi di laurea appartenenti a questo raggruppamento contano un elevato numero di iscrizioni. Questo dovrebbe far sì che, nel complesso, si passi dai 1.6 laureati del 22 ai 12.8 del 25, in gran parte riferiti alle classe delle lauree in scienze dell architettura e dell ingegneria edile. La domanda espressa dalle imprese private si mantiene tuttavia molto contenuta, sfiorando le 1.2 assunzioni programmate per il 23. Anche se, secondo le stime, solo 2.5 neolaureati si dichiarano disposti a lavorare alle dipendenze (sia nel pubblico che nel privato), il rapporto tra il numero di giovani che terminano gli studi universitari e le possibilità di lavoro nelle imprese non sembra essere favorevole: è infatti pressoché nulla (solo il 4%) la quota di entrate riferite a candidati alla ricerca del primo impiego. I giovani appaiono quindi maggiormente orientati alla carriera di liberi professionisti (architetti, arredatori, scenografi, etc.), come dimostrerebbe la lieve riduzione della quota di laureati interessati al lavoro indipendente. Peraltro, il deciso orientamento delle imprese ad assumere figure già in possesso di esperienza lavorativa, da poter quindi inserire immediatamente nelle attività aziendali (solo per il 36% si reputa necessaria un'ulteriore formazione), determina spesso problemi di reperimento, avvertiti nel 53% delle entrate. Tale fenomeno è in buona parte riconducibile anche al profilo dell azienda che assume, che nell'8% dei casi è di piccole e piccolissime dimensioni. La quota più rilevante delle assunzioni si concentra nel Nord Italia (quasi il 6%); in ambito settoriale, le costruzioni rappresentano la più importante opportunità di sbocco professionale (71%), seguite dai servizi avanzati (non solo studi professionali ma anche società specializzate nell assistenza agli Enti Locali nella pianificazione del territorio) e dall industria del legno e del mobile (nel campo del design e della consulenza nell arredamento). Per lo svolgimento delle professioni dove questo indirizzo di studi è richiesto, è da segnalare una certa concorrenza da parte di candidati con lauree simili (ossia quelle appartenenti al raggruppamento dell ingegneria civile e ambientale), anche se la vera "alternativa", agli occhi degli imprenditori, è il diploma di geometra. Le informazioni sugli sbocchi professionali per chi ha seguito questo indirizzo di studi vanno interpretate considerando che si riferiscono all inserimento nel mondo del lavoro sia di coloro i quali hanno conseguito un titolo universitario secondo il vecchio ordinamento, sia dei neolaureati (dopo 3 o dopo 5 anni) secondo il nuovo ordinamento seguito alla riforma universitaria. Pertanto, non si fa distinzione né tra diplomi universitari e lauree (vecchio ordinamento), né tra classi di laurea di I e di II livello (nuovo ordinamento). Per la corrispondenza dei titoli tra vecchio e nuovo ordinamento, si veda la tavola 3 allegata a questo volume. Stima e previsione dei laureati secondo il lavoro che sono disponibili a svolgere, (1) Lavoro dipendente (stima) Lavoro indipendente (stima) 25 Fonte: nostra elaborazione dati MIUR e ISTAT (1) dal 23: valori previsti

25 Lauree a indirizzo di ingegneria edile, architettura e urbanistica Le assunzioni 23 Le principali professioni richieste dalle imprese Figure professionali Tecnico di cantiere edile Direttore di cantiere Ingegnere civile Progettista industriale Tecnico commerciale Tecnico di cantiere industriale Altre professioni Di cui: Di cui: con questo assunzioni in totali giovani con di difficile indirizzo di piccole pianificate (1) meno di 25 reperimento laurea imprese (%) anni (%) (%) (2) Totale (1) totali di ciascuna figura professionale, con qualsiasi titolo di studio (2) Imprese con meno di 5 addetti Le assunzioni con questo indirizzo di laurea per regione Le prime venti province per incidenza di questo indirizzo di laurea sul totale delle lauree Regioni Nord Ovest V. d'aosta Liguria pianificate Di cui senza esperienza (%) 6 8 Potenza Nuoro Terni Frosinone L'Aquila % 5% 1% 15% 2% Nord Est Trentino A. A. Friuli V. G. R Bolzano Vibo Valentia Parma Perugia Pesaro Centro Umbria Marche Sud e Isole Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Totale Italia Massa Matera Trieste Padova Taranto Pescara Varese Trento Oristano Reggio Di Calabria Quota di assunti in questa classe di laurea per cui è necessaria un'ulteriore formazione: 36%

26 Lauree a indirizzo di ingegneria edile, architettura e urbanistica pianificate Servizi avanzati 1% del legno e del mobile 5% dei metalli 3% Altri settori 1% Costruzioni 72% Le prospettive di lavoro con questi titoli di studio: quadro di sintesi Numerosità delle professioni per cui è richiesta la laurea a questo indirizzo Difficoltà di reperimento di personale con questo titolo Diversificazione dei settori economici di sbocco Adeguatezza della preparazione scolastica rispetto alle mansioni da svolgere in azienda Concorrenza da parte di persone con titoli di studio simili (da poco a molto, da basso ad alto) Chi sono i tuoi concorrenti? considerano "alternativi" Per le professioni più richieste, oltre a laureati a indirizzo di ingegneria edile, architettura e urbanistica, le imprese assumono diplomati. Non sono previsti altri indirizzi di laurea "alternativi". Geometra e perito edile

27 Lauree a indirizzo di ingegneria edile, architettura e urbanistica I principali sbocchi professionali Difficoltà di reperimento alta (2) bassa (1) Ingegnere civile Tecnico commerciale Tecnico di cantiere edile Direttore di cantiere Progettista industriale Tecnico di cantiere industriale bassa (1) alta (2) Esperienza richiesta (1) inferiore alla media di questo indirizzo di laurea (2) superiore alla media di questo indirizzo di laurea L andamento delle assunzioni previste con riferimento all indirizzo di laurea in ingegneria edile, architettura e urbanistica è in molti casi collegato alle tendenze del settore dell edilizia (abitativa e industriale) in senso ampio, includendo quindi anche le attività di progettazione e ristrutturazione di interni. Ne risente, quindi, anche la domanda di figure di livello dirigenziale o impiegatizio, per le quali in molti casi si richiede una formazione universitaria. Il diagramma illustra le principali professioni per cui è richiesta, anche se non in via esclusiva, una delle lauree appartenenti a questo indirizzo, posizionate secondo la difficoltà di reperimento e l'esperienza richiesta dalla imprese. Tra le professioni alle quali è possibile puntare, anche se non subito dopo il completamento degli studi universitari, compaiono il direttore di cantiere e alcune figure tecnicospecialistiche che svolgono la loro attività nell'ambito di cantieri industriali, per le quali le difficoltà di reperimento avvertite possono essere riconducibili anche all esperienza richiesta, superiore alla media di questa classe di laurea. In posizione diametralmente opposta appaiono alcune professioni con competenze che possono essere acquisite anche solo attraverso un percorso formativo di livello universitario (come è nel caso dell ingegnere civile ) o, ancora, per le quali esiste una offerta quantitativamente superiore alle effettive richieste. In questo raggruppamento è compreso il tecnico di cantiere edile, che concentra oltre la metà delle assunzioni pianificate di laureati in questo indirizzo. Alcune professioni nel diagramma (tecnico di cantiere edile, tecnico di cantiere industriale, tecnico commerciale e progettista industriale ) sono di seguito analizzate nel dettaglio mediante schede che presentano le informazioni chiave sulle relative prospettive di lavoro. Le figure professionali del direttore di cantiere e dell ingegnere civile sono invece analizzate nell'ambito delle lauree a indirizzo di ingegneria civile e ambientale (capitolo 6).

28 Tecnico di cantiere edile totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 1.87 L'area geografica prevalente è il Sud e Isole (con un'incidenza del 3% sul totale delle assunzioni) tuttavia la regione con il maggior numero di assunzioni è (22% sul totale) Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 65% del totale assunzioni. Il 54% delle richieste proviene da imprese che hanno da 1 a 9 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 69% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 49% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza Studi profess. 38% Altri settori 6% Geometra e perito edile Costruzioni 56% Lauree in architettura e ingegneria edile 66 23) Sicilia Abruzzo Sicilia Abruzzo

29 Tecnico commerciale totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 1.36 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 46% sul totale delle assunzioni e la regione con il maggior numero di assunzioni è la (35% sul totale). Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 58% del totale assunzioni. Il 3% delle richieste proviene da imprese che hanno da 1 a 49 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 62% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 59% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua di personale senza esperienza Servizi avanzati 12% minerali non metalliferi 15% del legno e del mobile 11% Altri settori 5% Altri servizi 57% 23 Ragioneria, ind. tradiz., amministr., mercantile 27 Lauree in economia e gestione aziendale 12 Ragioneria, indirizzo programmatori 11 Laurea in scienze economiche 8 Lauree in architettura e ingegneria edile 6 Laurea in ingegneria meccanica 5 23) Em. Puglia Friuli V. G. Em. Puglia Friuli V. G.

30 Tecnico di cantiere industriale totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 22 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 47% sul totale delle assunzioni e tutte le assunzioni dell'area si concentrano nella regione Nella maggior parte dei casi (pari al 76% del totale) l'età non è considerata un fattore rilevante ai fin dell'assunzione. L'8% delle richieste proviene da imprese che hanno da 25 a 499 dipendenti I contratti a tempo determinato rappresentano il 73% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per l'84% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata soprattutto Andamento della richiesta personale senza esperienza (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua n.d.: non disponibile n.d. di personale senza esperienza Non sono previste assunzioni di personale senza esperienza per svolgere l'attività di tecnico di cantiere industriale. Geometra e perito edile Lauree in architettura e ingegneria edile Perito elettrotecn. e tecnico ind. elettriche Perito meccanico e dipl. indiriz. meccanico Laurea in ingegneria meccanica Altri titoli di studio ) Marche Abruzzo Basilicata Marche Abruzzo Basilicata

31 Progettista industriale totali 23, indipendentemente dal titolo di studio: 1 L'area geografica prevalente è il NordOvest (con un'incidenza del 93% sul totale delle assunzioni e la maggior parte delle assunzioni si concentra nella regione (82% sul totale) Le assunzioni interessano soprattutto persone con età da 26 a 35 anni; queste corrispondono al 95% del totale assunzioni. L'82% delle richieste proviene da imprese che hanno da 1 a 49 dipendenti I contratti a tempo indeterminato rappresentano il 93% del totale, e sono quindi la forma contrattuale prevalente Per il 19% delle persone assunte è prevista la necessità di ulteriore formazione, che verrà realizzata (da poco a molto, da basso ad alto) (1) variazione media su base annua n.d.: non disponibile n.d. di personale senza esperienza 23 Non sono previste assunzioni di personale senza esperienza per svolgere l'attività di progettista industriale Lauree in architettura e ingegneria edile Perito meccanico e diploma a indirizzo meccanico 8 1 Geometra e perito edile 1 23)

Lauree a indirizzo medico e odontoiatrico

Lauree a indirizzo medico e odontoiatrico Lauree a indirizzo medico e odontoiatrico A questo indirizzo appartengono le lauree specialistiche in medicina e chirurgia (classe 46/S) e le lauree specialistiche in odontoiatria e protesi dentaria (classe

Dettagli

Lauree a indirizzo politico-sociologico

Lauree a indirizzo politico-sociologico Lauree a indirizzo politicosociologico A questo gruppo appartengono le lauree della classe 14 (scienze della comunicazione), della classe 15 (scienze politiche e relazioni internazionali) e della classe

Dettagli

Lauree a indirizzo letterario, filosofico, pedagogico e assimilati

Lauree a indirizzo letterario, filosofico, pedagogico e assimilati Lauree a indirizzo letterario, filosofico, pedagogico e assimilati A questo indirizzo fanno riferimento molteplici classi di laurea: lettere (classe 5), scienze del servizio sociale (classe 6), scienze

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Cod. ISTAT INT 00066 Settore di interesse: Industria, costruzioni e servizi: statistiche settoriali Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Titolare: Dipartimento

Dettagli

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA Degli oltre 74.400 immobili di lusso presenti in Italia che garantiscono alle casse dei Comuni poco più di 91 milioni di euro all anno di Imu, Firenze e Genova sono

Dettagli

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 009 Abruzzo Chieti DISTRETTO 010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 011 Abruzzo Chieti DISTRETTO 015 Chieti Conteggio 4 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 001 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 002 Abruzzo

Dettagli

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano.

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano. -5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano., 43 anni, 27 ore di lavoro a settimana per un totale di 35 dichiarate con

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

UFFICI DIREZIONE GENERALE

UFFICI DIREZIONE GENERALE OPERAZIONE TRASPARENZA (LEGGE 18 GIUGNO 2009, N. 69) DATI RELATIVI AI TASSI DI ASSENZA E PRESENZA DEL PERSONALE Maggio 2011 Assenze (Ore) 37.475,60 Area Assenze (Ore) ABRUZZO CASA SOGGIORNO PESCARA 252,10

Dettagli

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013)

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Consolati Regionali Consolati Provinciali Indirizzo Posta

Dettagli

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013 Numero certificati di malattia per settore - Anni 2012 e 2013 2012 2013 Var. % 2012/2013 Settore privato 11.738.081 11.869.521 +1,1 Settore pubblico 5.476.865 5.983.404 +9,2 Totale 17.214.946 17.807.925

Dettagli

Numero di Banche in Italia

Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE Analisi statistica Anni di riferimento: 2000-2012 Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - Tidonacomunicazione.com

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

I 15 GRUPPI DI LAUREA. Gruppo INGEGNERIA

I 15 GRUPPI DI LAUREA. Gruppo INGEGNERIA I 15 GRUPPI DI LAUREA 8. Gruppo INGEGNERIA 8. GRUPPO INGEGNERIA I corsi di laurea del gruppo di Ingegneria si articolano in quattro sottogruppi: Ingegneria civile e ambientale, Ingegneria elettronica

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a .0 c o m u n i c a t o s t a m p a Unioncamere, occupazione: nel 2009 più opportunità per laureati e diplomati Laureati in Economia e ragionieri, pur calando di numero, mantengono la prima posizione nella

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00024 AREA: Mercato del lavoro Settore di interesse: Mercato del lavoro Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico

Dettagli

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia Decreto Direttoriale 16 novembre 2000 Approvazione del piano di distribuzione territoriale delle sale destinate al gioco del Bingo. (G.U. 29 novembre 2000, n. 279, S.O.) Art. 1-1. È approvato l'allegato

Dettagli

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati Ufficio Statistiche ESITI

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR

I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR I TITOLI UNIVERSITARI E LE POSSIBILITÀ DI LAVORO NEL MONDO DELLE IMPRESE: I RISULTATI DELL INDAGINE EXCELSIOR La scuola e l università hanno oggi il compito, non sempre facile, di preparare i giovani per

Dettagli

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013 D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI ESTIMATIVI AREA OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE UFFICIO GESTIONE BANCA DATI QUOTAZIONI OMI 80,00% 20,00% D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione La classifica finale classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione 1 Verbania 85,61% 36 Aosta 54,42% 71 Grosseto 45,88% 2 Belluno 74,49% 37 Bergamo 54,07% 72 Prato 45,51% 3 Bolzano 70,65% 38 Modena

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

04/06/2014. Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014

04/06/2014. Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014 Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014 Trasferimenti Volontari Individuali - DOMANDE 2013 5.930 Domande presentate 5.810 Domande inserite in graduatoria (120 RISORSE ESCLUSE PER MANCANZA REQUISITI PREVISTI DALL

Dettagli

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale docente ed educativo

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale docente ed educativo Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale doce ed educativo Provincia Scuola infanzia Scuola primaria Scuola secondari a di I grado Scuola

Dettagli

Elettori e sezioni elettorali

Elettori e sezioni elettorali Cod. ISTAT INT 00003 AREA: Popolazione e società Settore di interesse: Struttura e dinamica della popolazione Elettori e sezioni elettorali Titolare: Dipartimento per gli Affari Interni e territoriali

Dettagli

AGRIGENTO Ass. Amministrativo 584 561 23 2 ALESSANDRIA Ass. Amministrativo 332 307 25 2 ANCONA Ass. Amministrativo 451 380 71 5 AREZZO Ass. Amministrativo 337 270 67 5 ASCOLI PICENO Ass. Amministrativo

Dettagli

LA DOMANDA DI PROFESSIONI E

LA DOMANDA DI PROFESSIONI E SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI 2015 LA DOMANDA DI PROFESSIONI E DI FORMAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE Indice Sezione 1 Flussi occupazionali complessivi in ingresso e in uscita

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA Le Delegazioni dell Amministrazione e delle sottoscritte Organizzazioni Sindacali, riunitesi il giorno 19 settembre 2007

Dettagli

COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002

COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002 COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002 SCHEDA N. 1 - MONOPOLI DI STATO Amministrazione Comune Provincia n. dipendenti al 31.12.2002 n. deleghe al 31.12.2002 schede da compilare

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Complementari 51828 Agrigento/Caltanissetta Totale Alberghiere 286547 Agrigento/Caltanissetta/Enna Totale Complementari 13157 Totale Alberghiere 339585 Alessandria

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per gli Studi, la Statistica

Dettagli

UNA POLITICA DI SVILUPPO DEL SUD PER RIPRENDERE A CRESCERE

UNA POLITICA DI SVILUPPO DEL SUD PER RIPRENDERE A CRESCERE UNA POLITICA DI SVILUPPO DEL SUD PER RIPRENDERE A CRESCERE Svimez-Fondazione Edison Intervento di MARCO FORTIS (Vicepresidente Fondazione Edison; Docente di Economia industriale e commercio estero Università

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli

Regione Retribuzioni Curricula Presenze/Assenze Evidenza sull'home page Abruzzo SI SI NO SI

Regione Retribuzioni Curricula Presenze/Assenze Evidenza sull'home page Abruzzo SI SI NO SI REGIONE ABRUZZO Abruzzo SI SI NO SI L'Aquila NO NO NO NO Chieti SI SI DATI MARZO SI Pescara SI SI NO SI Teramo SI SI DATI MARZO SI L'Aquila NO NO NO NO Chieti SI SI DATI MARZO SI Pescara SI PARZIALI NO

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

Indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale IMU: IL 17 SETTEMBRE LA 2 RATA DELLA PRIMA CASA

Indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale IMU: IL 17 SETTEMBRE LA 2 RATA DELLA PRIMA CASA Indaginedell Osservatorioperiodicosullafiscalitàlocale dellauilserviziopoliticheterritoriali IMU:IL17SETTEMBRELA2 RATADELLAPRIMACASA STANGATINAAUTUNNALEDA44EUROMEDICONPUNTEDI154EURO ADOGGI34CITTA CAPOLUOGOHANNOAUMENTATOL

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

Cooperative: 70mila quelle attive, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20% sono donne

Cooperative: 70mila quelle attive, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20% sono donne Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura c o m u n i c a t o s t a m p a Cooperative: 70mila quelle, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20%

Dettagli

FASI - Federazione Italiana Arrampicata Sportiva - 01 Dati provinciali assoluti 2001

FASI - Federazione Italiana Arrampicata Sportiva - 01 Dati provinciali assoluti 2001 PIEMONTE TORINO 12 581 123 12 5 2 7 574 581 60 47 12 59 4 123 8 8 131 VERCELLI 0 7 0 0 0 0 0 7 7 0 0 0 0 0 0 0 0 0 BIELLA 1 27 7 1 0 0 0 27 27 5 2 0 2 0 7 0 0 7 VERBANIA 0 41 2 0 1 0 1 40 41 0 2 0 2 0

Dettagli

FIPT - Federazione Italiana Palla Tamburello - 09 Dati provinciali assoluti 2001

FIPT - Federazione Italiana Palla Tamburello - 09 Dati provinciali assoluti 2001 PIEMONTE TORINO 5 39 5 5 31 8 39 4 0 1 5 2 2 7 VERCELLI 0 28 3 0 24 4 28 2 1 0 3 1 1 4 BIELLA 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 VERBANIA 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 NOVARA 1 90 11 1 67 23 90 10 0 1 11 1 1 12

Dettagli

FID - Federazione Italiana Dama - 05 Dati provinciali assoluti 1999

FID - Federazione Italiana Dama - 05 Dati provinciali assoluti 1999 PIEMONTE TORINO 1 72 7 1 47 0 47 25 72 4 3 7 4 4 11 VERCELLI 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 BIELLA 1 21 4 1 12 0 12 9 21 4 0 4 1 1 5 VERBANIA 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 NOVARA 1 27 5 1 22 0 22 5 27 4

Dettagli

FITAV - Federazione Italiana Tiro a Volo - 41 Dati provinciali assoluti 2001

FITAV - Federazione Italiana Tiro a Volo - 41 Dati provinciali assoluti 2001 PIEMONTE TORINO 16 732 149 16 712 20 732 120 7 22 149 2 2 151 VERCELLI 2 121 17 2 117 4 121 14 0 3 17 1 1 18 BIELLA 1 42 8 1 40 2 42 7 0 1 8 1 1 9 VERBANIA 1 7 8 1 7 0 7 7 0 1 8 1 1 9 NOVARA 5 246 44 5

Dettagli

FISI - Federazione Italiana Sport Invernali - 35 Dati provinciali assoluti 2001

FISI - Federazione Italiana Sport Invernali - 35 Dati provinciali assoluti 2001 PIEMONTE TORINO 67 6091 1236 67 19 86 644 199 843 3744 1504 5248 6091 617 139 414 553 66 1236 10 10 1246 VERCELLI 9 596 208 9 11 20 32 9 41 412 143 555 596 101 28 69 97 10 208 10 10 218 BIELLA 17 1112

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA FEBBRAIO 2012 A.G. ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia 1 UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le attività d interesse per il turismo

Dettagli

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Più evidente quest anno il disallineamento dovuto al numero di alcuni profili professionali o alle loro competenze

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

OGGETTO: Domanda di ammissione al piano straordinario di assunzioni a tempo. Il/la sottoscritto/a. nato/a a, Prov, il / /, residente in, C.F.

OGGETTO: Domanda di ammissione al piano straordinario di assunzioni a tempo. Il/la sottoscritto/a. nato/a a, Prov, il / /, residente in, C.F. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA Ufficio Scolastico Regionale di OGGETTO: Domanda

Dettagli

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE Piemonte Parchi in totale 87 Provincia di Torino 30 Provincia di Alessandria 5 Provincia di Asti 6 Provincia di Biella 6 Provincia di Cuneo Provincia di Novara Provincia

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono?

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono? L INFLUSSO DELLA CUCINA ETNICA SULLE ABITUDINI ALIMENTARI DEGLI ITALIANI L integrazione alimentare coinvolge di più i giovani e i residenti al Nord e al Centro A Milano, Prato e Trieste la maggiore presenza

Dettagli

A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E 2015)

A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E 2015) A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E ) NEL IL COSTO MEDIO DELLA TARI E DI 296 EURO, CON UN AUMENTO DI 10 EURO

Dettagli

Vedere tabelle allegate. Dati completi per tutte le province su www.datagiovani.it

Vedere tabelle allegate. Dati completi per tutte le province su www.datagiovani.it P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Cell. 349 8602022 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it giovani@datagiovani.it Quasi 46 mila opportunità di lavoro non stagionali per i giovani nel primo

Dettagli

FIPSAS - Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subaquee - 26 Dati provinciali assoluti 2001

FIPSAS - Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subaquee - 26 Dati provinciali assoluti 2001 sportive tesserati operatori sportive adulti omaggio tesserati societari di gara operatori federali altri generale PIEMONTE TORINO 101 7760 673 101 6974 734 52 7760 477 150 46 673 6 6 679 VERCELLI 59 3401

Dettagli

idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare

idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare Nello scenario peggiore tutti i prodotti immobiliari fruttano il doppio dei Btp a 10 anni (2%) In Italia l investimento in immobili è sempre più

Dettagli

AeCI - Aereo Club d'italia - 01 Dati provinciali assoluti 2001

AeCI - Aereo Club d'italia - 01 Dati provinciali assoluti 2001 territoriali (altri altri nuclei motore / diporto modell. (amatori) aggregati tesserati nuclei) vela o sportivo PIEMONTE TORINO 1 247 26 1 5 6 245 0 0 0 2 247 26 1093 1366 0 VERCELLI 1 150 15 1 0 1 89

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

Po Città. Fonte: Legambiente, Ecosistema Urbano (Comuni, dati 2013) Elaborazione: Ambiente Italia

Po Città. Fonte: Legambiente, Ecosistema Urbano (Comuni, dati 2013) Elaborazione: Ambiente Italia CLASSIFICA CAPOLUOGHI ECOSISTEMA URBANO XXI edizione Dei 26 parametri Ecosistema da quest anno ne prende in considerazione 18. Il set di indicatori è composto ora da tre indici sulla qualità dell aria

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

13. Gruppo POLITICO-SOCIALE

13. Gruppo POLITICO-SOCIALE I 15 GRUPPI DI LAUREA 13. Gruppo POLITICO-SOCIALE 13. GRUPPO POLITICO-SOCIALE Le prospettive per i laureati in discipline politico-sociali (tra cui, principalmente, Scienza della comunicazione, Scienze

Dettagli

Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008

Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008 Università degli Studi G. d Annunzio Facoltà di Lingue e Letterature Straniere - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008 Elaborazioni su dati di fonte

Dettagli

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI : PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI. ABITAZIONE PRINCIPALE DA 33 A 133 MEDI EURO L ANNO. SECONDE CASE SCONTI IN 59 CITTA PER I REDDITI MEDIO

Dettagli

PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO. 2013 Tutti i diritti riservati.

PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO. 2013 Tutti i diritti riservati. PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 2013 Tutti i diritti riservati. i valori scendono in campo È un percorso formativo che unisce e valorizza tante e differenziate attività. Un

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE. Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili al 29-05-2009

L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE. Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili al 29-05-2009 L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE Luglio 2009 Una analisi per i comuni capoluogo di provincia PUBBLICAZIONI Monografia A cura di Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili

Dettagli

6 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento

6 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento Allegato 1 Data limite entro cui la Provincia, in assenza del Comune capoluogo di provincia, convoca i Comuni dell ambito per la scelta della stazione appaltante e da cui decorre il tempo per un eventuale

Dettagli

La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre 2013 aprile-giugno

La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre 2013 aprile-giugno ALIA ITA MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO PROVINCIALE Dati provinciali La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre 2013 aprile-giugno

Dettagli

INFORTUNI SUL LAVORO:

INFORTUNI SUL LAVORO: INFORTUNI SUL LAVORO: PEGGIO DELLA GUERRA UNA MAPPATURA DEL FENOMENO REALIZZATA DALL EURISPES CON IL PATROCINIO DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI 1 TABELLA1

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LE CAMERE DI COMMERCIO ANNO Imprese, nel la torna ai livelli del 2007 (+0,75%) 45mila le imprese

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007 Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007 Si precisa che dal mese di Marzo 2002 le comunicazioni conteggiate sono comprensive di quelle inviate dai Centri Di Servizio non più competenti.

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

SUD, SVIMEZ: QUALITA PA MASSIMA IN TOSCANA, MINIMA IN CALABRIA

SUD, SVIMEZ: QUALITA PA MASSIMA IN TOSCANA, MINIMA IN CALABRIA Roma, 13 gennaio 2016 SUD, SVIMEZ: QUALITA PA MASSIMA IN TOSCANA, MINIMA IN CALABRIA Dal 2004 al 2012 Toscana e provincia di Firenze al top in Italia per qualità delle istituzioni La SVIMEZ: riforma PA

Dettagli

Appendici al Conto generale del patrimonio

Appendici al Conto generale del patrimonio Appendici al Conto generale del patrimonio Appendice 1 Beni mobili ATTIVITA' (Mobili) - Consistenze e variazioni di beni mobili divisi per > e > Tabella MINISTERI CATEGORIA

Dettagli

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato;

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato; Versamenti volontari del settore agricolo - Anno 2005 (Inps, Circolare 29 luglio 2005 n. 98) Si illustrano di seguito le modalità di calcolo, per l anno in corso, dei contributi volontari relative alle

Dettagli

+5,7% l aumento degli imprenditori stranieri nell ultimo anno I numeri dell imprenditoria straniera.

+5,7% l aumento degli imprenditori stranieri nell ultimo anno I numeri dell imprenditoria straniera. +5,7% l aumento degli imprenditori stranieri nell ultimo anno La sempre maggiore presenza di imprese gestite da stranieri rappresenta un ostacolo per gli imprenditori italiani, ma il vero problema rimane

Dettagli

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere.

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA OGGETTO: Domanda di ammissione alle Fasi del piano

Dettagli

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali LA MAPPA DELLE CITTA DOVE IL 16 OTTOBRE SI PAGHERA L ACCONTO TASI CITTA CITTA CITTA Agrigento Foggia Ragusa Alessandria Gorizia Ravenna Ascoli Piceno Grosseto Reggio Calabria Asti Imperia Rieti Avellino

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO

IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO Con la scadenza della prima rata della Tasi prevista per il prossimo 16 giugno, i Comuni incasseranno

Dettagli

PREVENZIONE E SOCCORSO

PREVENZIONE E SOCCORSO ANNUARIO DELLE STATISTICHE UFFICIALI DEL MINISTERO DELL INTERNO - ed. 215 a cura dell Ufficio Centrale di Statistica Cod. ISTAT INT 12 Settore di interesse: AMBIENTE E TERRITORIO Titolare ATTIVITÀ DI SOCCORSO

Dettagli

Sistema Informativo Excelsior

Sistema Informativo Excelsior Sistema Informativo Excelsior Sintesi dei principali risultati - 2011 SOMMARIO TAVOLE STATISTICHE Appendice 1 Corrispondenza tra la classificazione di attività economica ATECO 2007 e i settori EXCELSIOR

Dettagli