Criteri di dimensionamento per cilindri e servocilindri

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Criteri di dimensionamento per cilindri e servocilindri"

Transcript

1 Tabella -2/I Criteri i imensionamento per cilinri e servocilinri SWC Cyliners esigner SWC è un ottimo software per la progettazione veloce e efficace ei Cilinri e Servocilinri Atos, isponibile previo ownloa su in 4 lingue: Inglese, Italiano, Francese, Teesco. La selezione assistita el coice e il moulo i imensionamento el cilinro guiano l utente verso la efinizione ella migliore configurazione per ciascuna applicazione. Lo strumento 3 permette i inserire il moello el cilinro nel isegno complessivo ella macchina o ell impianto. Principali caratteristiche el SWC: isegno 2 el cilinro con imensioni i ingombro in formato XF Visualizzazione 3 el cilinro & esportazione ei files 3 nei formati IGES, SAT e STEP oulo imensionamento el cilinro per la verifica el carico i punta, elle frenature e ella vita i lavoro el cilinro ocumentazione tecnica e tabelle elle parti i ricambio Funzione carrello per offerte, orini, elenco componenti, ecc 2 SIBOLI, IAGRAI E FORULE BASE Cilinri a stelo singolo Cilinri a oppio stelo V2 P2 A2 A V V2 P2 A2 A2 P V2 P h2 h h2 h Area i spinta Area i tiro Area i spinta e tiro Velocità stelo in fase i uscita Velocità stelo in fase i rientro Velocità stelo in fase i uscita/rientro Forza applicata in fase i uscita Fp = (p A p2 A2) [N] Forza applicata in fase i rientro Fp = (p2 A2 p A) [N] Forza applicata in fase i uscita/rientro Fp = (p2-p)a2 [N] Quantità Forza Pressione Sezione Alesaggio iametro stelo Portata Velocità Accelerazione assa Unità N bar cm 2 l/min m/s m/s 2 kg Simbolo F p A h Q V a La forza iraulica Fp eve essere superiore alla soa algebrica i tutte le forze agenti sul cilinro per assicurare le prestazioni richieste: Fp = Fi + Ff + P Fi = a = Forze i inerzia Ff = Forze i attrito P = Forza peso (solo per carichi verticali) La formula sopra può essere utilizzata per il calcolo ella forza iraulica richiesta per ogni singola applicazione. 3 IENSIONAENTO La tabella sotto riporta le sezioni in spinta/tiro e le forze per tre ifferenti pressioni i lavoro. Una volta che le forze in spinta/tiro sono note, la imensione el cilinro può essere scelta meiante la tabella sotto. I valori in tabella sono stati eterminati utilizzano le formule in sezione 2. FORZA IN TIRO [kn] Alesaggio Stelo Sezione in tiro [cm 2 ] p= bar Forza in tiro p= bar [kn] p=2 bar ,8 2,4 6,5 4,2,0 8,8 6,4 5,8 3,5 9,5 25,0 2,0 5,3 40, 34,4 25,6 62,6 53,9 40, 3,8 2,4 6,5 4,2,0 8,8 6,4 5,8 3,5 9,5 25,0 2,0 5,3 40, 34,4 25,6 62,6 53,9 40, 6,0 3,8,4 6,8 6,0 4,0,3 25,3 2,6 5, 40,0 33,6 24,4 64, 55,0 4,0,2 86,3 64, 9,4 5,9 6,3,6 25, 2,9 6 39,6 33,7 23,6 62,5 52,5 38,2,2 85,9 64, 56,6 34,8, Alesaggio Stelo Sezione in tiro [cm 2 ] Forza in tiro [kn] p= bar p= bar p=2 bar , 84,2 59, 90,3 62,6 37,4 6,0 59,4 2,5 29,,2 336,9 236,4 549,8 424, 876,5 640,9 98, 84,2 59, 90,3 62,6 37,4 6,0 59,4 2,5 29,,2 336,9 236,4 549,8 424, 876,5 640,9 56,9 34,8 94,6 44,5 260, 29,9 69,6 255, 400,9 3,6 256,4 539, 378,2 879,6 678,6.402,4.025,4 245,2 2,6 47,8 225,8 406,4 343,6 265, 398,6 626,4 547,8 400,6 842,3 59,0.374,4.060,3 2.9,3.602,2 FORZA IN SPINTA [kn] Alesaggio Sezione in spinta [cm 2 ] 4,9 8,0 2,6 9,6 3,2,3 78,5 22,7 53,9 20, 254,5 34,2 490,9 804,2.256,6 p= bar 4,9 8,0 2,6 9,6 3,2,3 78,5 22,7 53,9 20, 254,5 34,2 490,9 804,2.256,6 Forza in spinta [kn] p= bar 7,9 2,9 20, 3,4 49,9 80,4 25,7 96,3 246,3 32,7 407,2 2,7 785,4.286,8 2.0,6 p=2 bar 2,3 20, 3,4 49, 77,9 25,7 96,3 306,8 384,8 2,7 636,2 785,4.227,2 2.0,6 3.4,6

2 4 SCELTA ELLA SERIE EL CILINRO SERIE CK/CH - tab. B37 - B40 secono ISO SERIE CH GRANI IAETRI - tab. B secono ISO Pressione i lavoro 6 Pa ( bar) - max. 25 Pa (2 bar) - Alesaggi a 25 a iametri stelo a 2 a 40 - Pressione i lavoro 6 Pa ( bar) - max. 25 Pa (2 bar) - Alesaggi a 2 a iametri stelo a 40 a 220 SERIE CN - tab. B80 secono ISO SERIE CC - tab. B24 secono ISO Pressione i lavoro 6 Pa ( bar) - max. 25 Pa (2 bar) - Alesaggi a a iametri stelo a 28 a 40 - Pressione i lavoro 25 Pa (2 bar) - max. 32 Pa (320 bar) - Alesaggi a a iametri stelo a 36 a VERIFICA EL CARICO I PUNTA 5. Calcolo ella lunghezza ieale Attacco A, E, K, N, T, W, Y, Z Connessione estremità stelo A, E, K, N, T, W, Y, Z B, P, V G Fissa e guiata rigiamente Fissa e guiata rigiamente Tipo i montaggio Fc Per cilinri che lavorano con carichi in spinta, prima i scegliere lo stelo, eve essere effettuata la verifica el carico i punta. Questa verifica viene effettuata consierano lo stelo, completamente esteso, come una barra con lo stesso iametro ello stelo (criterio i sicurezza). Seguire le seguenti inicazioni:. eterminare il fattore i corsa Fc a secona ell attacco e ella connessione estremità stelo, veere la tabella a lato 2. calcolare la lunghezza ieale con l equazione: lunghezza ieale = Fc x corsa B, P, V, L A, E, K, N, T, W, Y, Z C,, H, S B, P, V C,, H, S Se è stato selezionato un istanziale, la lunghezza el istanziale eve essere aggiunta alla corsa 3. calcolare il carico in spinta come inicato in sezione 3 o utilizzano le formule inicate in sezione 2 4. estrapolare il punto i intersezione fra la forza in spinta e la lunghezza ieale utilizzano il iagraa i selezione stelo il iametro stelo corretto viene letto sulla linea curva superiore al punto i intersezione: se il iametro ello stelo scelto risulta inferiore, eve essere selezionato un altro stelo 5.2 iagraa i selezione stelo Lunghezza ieal ieale length - - scala log scale logaritmica Forza Push in spinta[kn] force [kn] - scala - log logaritmica scale

3 6 PREVISIONE ELLA VITA I LAVORO EL CILINRO L estremità filettata ello stelo è la parte più critica el cilinro, la vita i lavoro el cilinro può quini essere valutata attraverso la previsione ella vita a fatica el filetto ello stelo. Le rotture a fatica hanno luogo improvvisamente e senza alcun avvertimento, unque è sempre raccomanato verificare se lo stelo è soggetto a fatica (non necessario se il cilinro lavora in spinta) e se la vita a fatica prevista per l estremità filettata può iventare un problema in funzione ei cicli i lavoro richiesti al cilinro. Gli steli che resistono a fatica per pressioni i lavoro superiori a 2 bar non sono riportati nei grafici sotto. Le curve si riferiscono a conizioni i lavoro ieali e non tengono conto i isallineamenti e carichi trasversali che potrebbero riurre i cicli i vita previsti. I grafici si intenono valii per tutte le serie i cilinri e servocilinri con materiali e imensioni stanar. Per la valutazione ella vita a fatica prevista i steli con trattamento i nichelatura e cromatura (opzione K) e steli in acciaio inossiabile (serie CNX), contattare il nostro ufficio tecnico. In caso i cilinri a oppio stelo è raccomanato l utilizzo ello stelo seconario solo per la compensazione elle aree in spinta, se questa conizione è verificata la vita a fatica ello stelo può essere eterminata tramite le curve in sezione Proceura i calcolo. Ientificare la curva sul grafico ella vita a fatica a secona ella imensione alesaggio/stelo selezionata. Le coppie alesaggio/stelo che resistono a fatica non sono riportate nei grafici. 2. Intersecare la pressione i lavoro con la curva corrisponente allo stelo in esame e eterminare i cicli i vita previsti. Se la vita a fatica calcolata risulta inferiore a cicli è suggerita una accurata analisi a parte el nostro ufficio tecnico. 6.2 iagrai i vita fatica egli steli Pressione Working pressure i lavoro [bar] [bar] Vita a fatica egli Bore steli sizes per from alesaggi 25 to a 25 a Cicli i vita ello Cycles stelo - log - scala scale logaritmica 40/22 32/22 H 25/2 40/28 H 32/4 80/56 H /36 H &/70 H 40/8 & 80/36 63/45 H 63/28 & /45 /22 Pressione Pressure i lavoro [bar] [bar] Vita a fatica egli Bore steli size per from alesaggi 25 to 400 a 25 a / / / & 2/80 320/ Cicli i vita ello Cycles stelo - log - scala scale logaritmica 25/56 /90 /70 25/90 H 200/, 2/40 & 400/ /80 200/90 200/40 H / H Nota: le curve sono ientificate in base alla imensione alesaggio/stelo. Il filetto maschio minorato (opzione H) è inicato alla lettera H opo lo stelo Esempio: l inicazione 25/90 H significa alesaggio = 25, stelo = 90 con opzione H

4 7 LIITI INAICI NELLA APPLICAZIONE I CILINRI IRAULICI Il calcolo ella pulsazione propria wo el sistema massa-cilinro permette i efinire il tempo minimo i accelerazione/ecelerazione, la massima velocità e il minimo spazio i accelerazione/ecelerazione per non compromettere la stabilità el sistema.. Calcolare la pulsazione propria el sistema wo 40 E A + a wo = c 2 2. Calcolare il tempo minimo i accelerazione 35 tmin = wo [s] 3. Calcolare la velocità massima Stot Vmax = ttot - tmin [/s] ra s Vmax tmin Smin = 2 I valori wo, tmin, Vmax e Smin sono calcolati in moo conservativo. La formula è valia se si consiera una accelerazione costante urante tmin 4. eterminare lo spazio minimo i accelerazione/ecelerazione Ciclo Velocità Vmax tmin amax t tot tmin ove: E = moulo i elasticità per olio minerale E = kg/cm s 2 c = corsa = massa A = sezione pistone a = A2/A rapporto sezioni in tiro/spinta Stot = spazio totale t tot = tempo a isposizione Tempo [kg/cm s 2 ] [kg] [cm 2 ] [s] 8 VERIFICA ELLA FRENATURA IRAULICA Le frenature irauliche sono aortizzatori progettati per issipare l energia ella massa collegata allo stelo e iretta verso i fine corsa, riuceno la sua velocità prima el contatto meccanico, unque evitano urti meccanici che potrebbero riurre la vita meia el cilinro e ell intero sistema. Le frenature sono raccomanate in caso i velocità superiori a 0,05 m/s e quano non è utilizzato alcun sistema i smorzamento esterno. Le frenature i finecorsa riucono notevolmente gli urti meccanici, incrementano la vita meia el cilinro e ell intero sistema. La frenatura iraulica agisce su una lunghezza variabile, a secona ell alesaggio, isolano un volume i olio interno, ientificato come camera i frenatura. La issipazione i energia nel sistema cilinro/massa è ottenuta grazie all efflusso el volume i olio, contenuto nella camera i frenatura, attraverso sezioni i passaggio calibrate. 8. Caratteristiche i funzionamento La frenatura risulta essere tanto più efficace quanto più la pressione interna alla camera i frenatura si avvicina all anamento ieale inicato nel grafico a lato. Il grafico paragona l anamento ieale ella pressione al profilo i pressione tipico ei cilinri Atos, ottenuto ottimizzano il profilo elle sezioni i passaggio calibrate. In questo moo sono state ottenute alte prestazioni in termini i energia issipata con una grane ripetibilità, anche in caso i variazioni ella viscosità el fluio ovute alla temperatura o a tipi i fluii ifferenti. Il profilo ei freni Atos è progettato per sfruttare al meglio l intera corsa el cilinro e per compiere una frenatura morbia (veere figura a lato), in cui la massima ecelerazione è limitata e tenuta costante per tutta la sua lunghezza. Quano vengono selezionate le versioni veloci o lente regolabili, il cilinro viene fornito con una cartuccia i regolazione, rappresentata in figura a lato, per ottimizzare le prestazioni i frenatura; sono raccomanate per cilinri con alte velocità e bassi carichi ineriali. 8.2 Caratteristiche ell applicazione Le seguenti linee guia si riferiscono a cilinri CK e CH: per cilinri CN, CC, e CH grani iametri, contattare il nostro ufficio tecnico. Per permettere l utilizzo ella frenatura nelle varie applicazioni, sono state sviluppate tre versioni i frenatura: - versione lenta, con regolazione, per velocità V 0,5 Vmax - versione veloce, senza regolazione, per velocità V > 0,5 Vmax - versione veloce, con regolazione, per velocità V > 0,5 Vmax Il valore massimo permesso i velocità Vmax varia a secona ell alesaggio, veere la tabella sotto. ø Alesaggio Pressione in camera i frenatura Pressione Velcoità Pmax orbia Violenta Reale Ieale Velocità urante la frenatura Cartuccia i regolazione Fine-corsa Fine-corsa Vmax [m/s] 0,8 0,8 0,6 0,6 0,5 0,5 8.3 Proceura i calcolo Verificare l energia massima che può essere assorbita alla frenatura selezionata come segue:. calcolare l energia che eve essere issipata E alla soa ella energia cinetica Ec e ella energia potenziale Ep (per applicazioni orizzontali l energia potenziale è: Ep = 0) Simboli E = Ec + Ep - Ec (energia cinetica) ovuta alla velocità i spostamento ella massa Ec =/2 V 2 [Joule] V - Ep (energia potenziale) ovuta alla gravità e legata alla inclinazione el cilinro α come mostrato a lato Per frenatura anteriore: Per frenatura posteriore: Ep= -Lf g sen α [Joule] Ep= + Lf g sen α [Joule] ientificare il grafico elle frenature in sezione 8.4 a secona el tipo i stelo e el lato ella frenatura (anteriore o posteriore). I grafici i frenatura sono stati ottenuti limitano la pressione massima in camera i frenatura a 2 bar 3. intersecare la presisone i lavoro con la curva relativa alla corretta imensione alesaggio/stelo e estrarre il corrisponente valore i Emax 4. confrontare il valore i Emax ottenuto con l energia E che eve essere issipata e verificare che: E Emax 5. in caso i applicazioni critiche con alte velocità e spazi i frenatura riotti è fortemente suggerita una accurata valutazione ella frenatura, contattare il nostro ufficio tecnico E = energia a issipare Emax = energia massima issipabile = massa V = velocità ello stelo Lf = lunghezza i frenatura (veere sezione 2 elle tab. B37, B40) g = accelerazione i gravità consierare g=9,8 m/s 2 a = angolo i inclinazione α p [J] [J] [kg] [m/s] [m/s 2 ] [ ]

5 8.4 Grafici i frenatura.000 Frenature Front cushioning anteriori --steli stanar stanar ro Working Pressione pressure i lavoro [bar] [bar].000 Frenature Front cushioning anteriori -- intermeiate steli intermei an & ifferential ifferenziali ro Working Pressione pressure i lavoro [bar] [bar].000 Rear Frenature cushioning posteriori Working Pressione pressure i lavoro [bar] [bar] Note: - le curve elle frenature anteriori sono ientificate a secona ella imensione alesaggio/stelo, le curve elle frenature posteriori sono ientificate a secona ell alesaggio - le curve son valie per olio minerale ISO 46: l utilizzo i acqua o fluii a base i acqua possono conizionare le prestazioni i frenatura a causa elle forti variazioni i viscosità rispetto all olio minerale stanar 0/4

Criteri di dimensionamento per cilindri e servocilindri

Criteri di dimensionamento per cilindri e servocilindri www.atos.com Tabella B15-15/I Criteri di dimensionamento per cilindri e servocilindri 1 SWC Cylinders Designer SWC è un ottimo software per la progettazione veloce ed efficace dei Cilindri e Servocilindri

Dettagli

Barriere paramassi rigide ed elastiche

Barriere paramassi rigide ed elastiche GeoStru Sotware www.geostru.com Barriere paramassi rigie e elastiche Le barriere paramassi a rete sono generalmente composte a una struttura intercettazione, a una struttura i sostegno, a una struttura

Dettagli

Le molle. M. Guagliano

Le molle. M. Guagliano Le molle M. Guagliano Introuzione Le molle sono organi meccanici che hanno la proprietà i eformarsi molto sotto carico, ma rimaneno nel campo elastico el materiale i cui sono costituite, ovvero non accumulano

Dettagli

Codice [m 3 /h] DN [mm] H7200W630-S7 630 200 GV12-24-SR-T GV12-230-3-T H7250W1000-S7 1000 250 GV12-24-SR-T GV12-230-3-T

Codice [m 3 /h] DN [mm] H7200W630-S7 630 200 GV12-24-SR-T GV12-230-3-T H7250W1000-S7 1000 250 GV12-24-SR-T GV12-230-3-T Schea ecnica 7..W..S7 Valvole a globo 3-vie N 200 / N 250 con flange PN 16 Per circuiti iraulici chiusi a acqua frea e acqua cala a bassa temperatura Per la regolazione moulante ella portata in sistemi

Dettagli

PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE DI: CILINDRI OLEODINAMICI STANDARD, CILINDRI TELESCOPICI, CILINDRI A NORME ISO 6022, 6020/1, 6020/2, 6020/3, CILINDRI

PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE DI: CILINDRI OLEODINAMICI STANDARD, CILINDRI TELESCOPICI, CILINDRI A NORME ISO 6022, 6020/1, 6020/2, 6020/3, CILINDRI CATALOO CILINRI STANAR PROETTAZIONE E COSTRUZIONE I: CILINRI OLEOINAMICI STANAR, CILINRI TELESCOPICI, CILINRI A NORME ISO, /1, /2, /3, CILINRI SPECIALI A ISENO, COMPONENTI NORMALI E SPECIALI, RIPRISTINI.

Dettagli

Target standard per sensori di prossimità induttivi. Target. 1mm

Target standard per sensori di prossimità induttivi. Target. 1mm ensori i prossimità inuttivi Introuzione Principi i funzionamento ei sensori i prossimità inuttivi Bobina Oscillatore Circuito i attivazione Circuito elettrico i uscita I sensori i prossimità inuttivi

Dettagli

Viti a ricircolazione di sfere standard

Viti a ricircolazione di sfere standard Viti a ricircolazione i stanar KURODA prouce viti a ricircolazione i nelle versioni rullate stanar, rettificate stanar e rettificate secono isegno cliente; la gamma completa comprene chiocciole singole

Dettagli

SISTEMA DI SOLLEVAMENTO DEHA KKT 07-IT EDILIZIA

SISTEMA DI SOLLEVAMENTO DEHA KKT 07-IT EDILIZIA SISTEMA DI SOLLEVAMENTO DEHA KKT 07-IT EDILIZIA Informazioni sul prootto Il chioo i sollevamento DEHA a testa sferica è annegato nel calcestruzzo con una guaina che viene successivamente rimossa. Il sollemento

Dettagli

Nozioni generali. Tipi di cuscinetti 6. Normalizzazione ed intercambiabilità 12. Dimensioni e codifica 14. Precisione di esecuzione dei cuscinetti 18

Nozioni generali. Tipi di cuscinetti 6. Normalizzazione ed intercambiabilità 12. Dimensioni e codifica 14. Precisione di esecuzione dei cuscinetti 18 Nozioni generali Tipi i cuscinetti 6 efinizioni 6 Vocabolario 8 Attituini 9 Normalizzazione e intercambiabilità 12 Le norme 12 Intercambiabilità 12 imensioni e coifica 14 Coifica generale 14 Coice completo

Dettagli

Catalogo tecnico boccole autolubrificanti e rilubrificabili

Catalogo tecnico boccole autolubrificanti e rilubrificabili MBI METAL BUSHINGS ITALIA - MBI METAL BUSHINGS ITALIA Catalogo tecnico boccole autolubrificanti e rilubrificabili 1 MBI METAL BUSHINGS ITALIA - MBI METAL BUSHINGS ITALIA e Il nuovo materiale privo i piombo

Dettagli

CILINDRI OLEODINAMICI

CILINDRI OLEODINAMICI CILINDRI OLEODINMICI I cilindri oleodinamici sono degli attuatori lineari che realizzando la conversione dell energia idraulica in energia meccanica producono una forza e lo spostamento lineare del carico.

Dettagli

Linea sistemi di tubazioni/ linea raccorderia Acciaio

Linea sistemi di tubazioni/ linea raccorderia Acciaio Prestabo IT / Catalogo 0 Con riserva i moifiche. Linea sistemi i tubazioni/ linea raccoreria Acciaio F Sistema a pressare con raccori a pressare e tubi i acciaio al carbonio non legato.0308 (E3), secono

Dettagli

Progetto di un solaio in legno a semplice orditura (a cura di: ing. E. Grande)

Progetto di un solaio in legno a semplice orditura (a cura di: ing. E. Grande) Progetto i un solaio in legno a semplice oritura (a cura i: ing. E. Grane) 1. PREMESSA Il presente elaborato concerne la progettazione i un solaio in legno a semplice oritura con estinazione uso i civile

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DEI CILINDRI PNEUMATICI DI SERIE A NORME ISO 6431, NORME CETOP RP 43 P (DAL Ø 32 AL 200)

DESCRIZIONE TECNICA DEI CILINDRI PNEUMATICI DI SERIE A NORME ISO 6431, NORME CETOP RP 43 P (DAL Ø 32 AL 200) CILINDRI A TIRANTI OMLAC S.n.c. Via Treves, - 4143 Formigine (MO) - Italy Tel. +39 59 5595 - Fax +39 59 5728 DESCRIZIONE TECNICA DEI CILINDRI PNEUMATICI DI SERIE A NORME ISO 6431, NORME CETOP RP 43 P (DAL

Dettagli

HBT-ISOL AG Postfach 5620 Bremgarten 2

HBT-ISOL AG Postfach 5620 Bremgarten 2 Moulo i orinazione ISOTREPP, pagina 33 Manufatto: Inirizzo i consegna: Ingegnere: Architetto: Costruttore: Cellulare capomastro: Data i consegna: Fax: 0 48 4 8 Compilato a: Elenco materiali n.: Progetto

Dettagli

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo Catalogo isowel Il sistema i fissaggio a inuzione Nuovo isowel l innovativo sistema i fissaggio a inuzione i SFS intec Il nuovo sistema isowel TM i SFS intec è un sistema i fissaggio a inuzione innovativo

Dettagli

La prima gamma di cuscinetti per impieghi gravosi correntemente prodotti e disponibili. SNR - Industry

La prima gamma di cuscinetti per impieghi gravosi correntemente prodotti e disponibili. SNR - Industry La prima gamma i cuscinetti per impieghi gravosi correntemente prootti e isponibili. SNR - Inustry I N U S T R Y TN21Ia:TN21Ia 4/12/08 14:01 Page 2 Una gamma aeguata alle applicazioni più impegnative.

Dettagli

Cilindri idraulici tipo CH - grandi diametri secondo ISO 6020-3 - pressione nominale 16 MPa (160 bar) - max 25 MPa (250 bar)

Cilindri idraulici tipo CH - grandi diametri secondo ISO 6020-3 - pressione nominale 16 MPa (160 bar) - max 25 MPa (250 bar) www.atos.com Tabella B60-/I Cilindri idraulici tipo CH - grandi diametri secondo ISO 600- - pressione nominale 6 MPa (60 bar) - max 5 MPa (50 bar) SWC Cylinders Designer Software per la selezione assistita

Dettagli

Geberit PE-HD 6.1 Sistema........................................... 198 6.2 Montaggio.........................................

Geberit PE-HD 6.1 Sistema........................................... 198 6.2 Montaggio......................................... 6.1 Sistema........................................... 198 6.1.1 Descrizione el sistema.............................. 198 6.1.2 Settori 'impiego..................................... 198 6.1.3 Dati tecnici...........................................

Dettagli

5 Geberit Silent-db20

5 Geberit Silent-db20 5 Geberit Silent-b20 5.1 Sistema............................................ 144 5.1.1 Descrizione el sistema............................... 144 5.1.2 Dati tecnici............................................

Dettagli

Dotazione Valigia - Pressatrice a batteria 12 V - 2 accumulatori agli ioni di litio 12 V DC 1,5 Ah - Caricabatteria - Spray WD-40

Dotazione Valigia - Pressatrice a batteria 12 V - 2 accumulatori agli ioni di litio 12 V DC 1,5 Ah - Caricabatteria - Spray WD-40 Mapress: attrezzi per la lavorazione Pressatrice a batteria ACO 102 [1], in valigia Per pressare i sistemi Geberit Mepla e Geberit Mapress - Con la pressatrice elettroiraulica ACO 102 si possono pressare

Dettagli

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri www.atos.com Tabella /I Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri Questo manuale di uso e manutenzione è valido solo per cilindri idraulici Atos e si propone di fornire utili informazioni

Dettagli

CILINDRO SENZA STELO SERIE PU ATTUATORI

CILINDRO SENZA STELO SERIE PU ATTUATORI CILINDRO SENZA STELO SERIE PU 1 CILINDRO SENZA STELO SERIE PU CILINDRO SENZA STELO SERIE PU I cilindri senza stelo della serie PU sono caratterizzati dalla bandella interna, per la tenuta longitudinale,

Dettagli

r i =. 100 In generale faremo riferimento al tasso unitario.

r i =. 100 In generale faremo riferimento al tasso unitario. . Operazioni finanziarie Si efinisce operazione finanziaria (O.F.) ogni operazione relativa a impegni monetari e si efinisce operazione finanziaria elementare uno scambio, tra ue iniviui, i capitali iversi.

Dettagli

Condizionamento, congestione e capacità economica delle strade.

Condizionamento, congestione e capacità economica delle strade. Conizionamento, congestione e capacità economica elle strae. µ 3 4 ε (-Q) m (-Q) M : Equilibrio spontaneo in corrisponenza el traffico Q : volume i traffico Q E, corrisponente alla capacità economica ella

Dettagli

Studio di una funzione razionale fratta (autore Carlo Elce)

Studio di una funzione razionale fratta (autore Carlo Elce) Stuio i funzioni Carlo Elce 1 Stuio i una funzione razionale fratta (autore Carlo Elce) Per rappresentare graficamente una funzione reale i una variabile reale bisogna seguire i seguenti passi: Passo 1)

Dettagli

Nuova generazione! We measure it. Misure sempre più professionali con i nuovi data logger Testo. Data logger serie testo 174

Nuova generazione! We measure it. Misure sempre più professionali con i nuovi data logger Testo. Data logger serie testo 174 We measure it. Nuova generazione! Misure sempre più professionali con i nuovi ata logger Testo Data logger serie testo 174 Data logger serie testo 175 Data logger serie testo 176 La nuova generazione i

Dettagli

Movimentazioni lineari. Si eseguono lavorazioni a disegno

Movimentazioni lineari. Si eseguono lavorazioni a disegno Movimentazioni lineari Si eseuono lavorazioni a iseno Movimentazioni lineari Sistemi lineari I sistemi lineari ACK sono costituiti a 2 barre acciaio a sezione circolare temprate e rettificate in tolleranza

Dettagli

STRATEGIA DI CAMPIONAMENTO E VALUTAZIONE DEGLI ERRORI CAMPIONARI 1

STRATEGIA DI CAMPIONAMENTO E VALUTAZIONE DEGLI ERRORI CAMPIONARI 1 INDAGINE MULTISCOPO SULLA SICUREZZA DELLE DONNE STRATEGIA DI CAMPIONAMENTO E VALUTAZIONE DEGLI ERRORI CAMPIONARI - INTRODUZIONE La popolazione i interesse ell inagine è costituita alle onne i età compresa

Dettagli

APPENDICE TECNICA. 1. SUDDIVISIONE DEI CUSCINETTI VOLVENTI 1.1 Denominazione dei cuscinetti volventi - Pag.3

APPENDICE TECNICA. 1. SUDDIVISIONE DEI CUSCINETTI VOLVENTI 1.1 Denominazione dei cuscinetti volventi - Pag.3 1 APPENDICE TECNICA 1. SUDDIVISIONE DEI CUSCINETTI VOLVENTI 1.1 Denominazione ei cuscinetti volventi Pag.3 2. APPELLATIVO DEI CUSCINETTI VOLVENTI 2.1 Sigle ei cuscinetti volventi Pag.4 2.2 Schermi e anelli

Dettagli

IL SISTEMA DEI PREZZI DI LEON WALRAS

IL SISTEMA DEI PREZZI DI LEON WALRAS IL SISTEMA DEI PREZZI DI LEON WALRAS E L EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE Sommario: 1. Introuzione 2. Il sistema ei prezzi i Walras e l equilibrio economico generale 3. Le contraizioni implicite nel sistema

Dettagli

Termometri a capillare Conformi a DIN 16206 Riempimento di azoto Opzione: Contatti

Termometri a capillare Conformi a DIN 16206 Riempimento di azoto Opzione: Contatti Termometri a capillare Conformi a DIN 16206 Riempimento i azoto Opzione: Contatti Misurare Monitorare Analizzare Sistema i misura rispettoso ell'ambiente con riempimento non tossico in azoto Tempo i risposta

Dettagli

Forze, leggi della dinamica, diagramma del. 28 febbraio 2009 (PIACENTINO - PREITE) Fisica per Scienze Motorie

Forze, leggi della dinamica, diagramma del. 28 febbraio 2009 (PIACENTINO - PREITE) Fisica per Scienze Motorie Forze, leggi della dinamica, diagramma del corpo libero 1 FORZE Grandezza fisica definibile come l' agente in grado di modificare lo stato di quiete o di moto di un corpo. Ci troviamo di fronte ad una

Dettagli

Cilindri a norme ISO 15552 ECOLIGHT

Cilindri a norme ISO 15552 ECOLIGHT Serie 19 192 Cilindri a norme ISO 12 COIHT Caratteristiche costruttive Testate Stelo Camicia Boccole guida stelo Semipistoni uarnizioni Viti regolazione ammortizzi Alluminio pressofuso Acciaio C cromato

Dettagli

CONCETTO di GRANDEZZA

CONCETTO di GRANDEZZA CONCETTO di GRANDEZZA Le GRANDEZZE FISICHE sono qualità misurabili di un corpo o di un fenomeno Esempi di grandezze Per misurare una grandezza occorre un adeguato strumento di misura GRANDEZZA Lunghezza

Dettagli

Lezione n. 9 del 28 marzo 2012

Lezione n. 9 del 28 marzo 2012 Alessanro Manolini Diartimento i Ingegneria Civile Corso i OPERE DI SOSTEGNO A.A. 0-0 Muro a mensola Muro a gravità Terre rinforzate Paratia Gabbionate Crib wall Lezione n. 9 el 8 marzo 0 Paratie i sostegno:

Dettagli

Indice. Presentazione. Controllo qualità. Applicazioni. Descrizione tecnica. Molla a gas 16-1. Molla a gas 16-2. Molla a gas 16-4.

Indice. Presentazione. Controllo qualità. Applicazioni. Descrizione tecnica. Molla a gas 16-1. Molla a gas 16-2. Molla a gas 16-4. Indice 2 Presentazione 3 Controllo qualità 4 Applicazioni 5 Descrizione tecnica 7 Molla a gas 16-1 8 Molla a gas 16-2 9 Molla a gas 16-4 10 Molla a gas 16-6 11 Attacchi 12 Supporti 1 Applicazioni Le

Dettagli

Sicc Spa - V.le Porta Po 89 z.i. 45100 Rovigo Italy Tel. +39.0425.403111 r.a. Fax +39.0425.403177 www.siccspa.it - info@siccspa.it CT.

Sicc Spa - V.le Porta Po 89 z.i. 45100 Rovigo Italy Tel. +39.0425.403111 r.a. Fax +39.0425.403177 www.siccspa.it - info@siccspa.it CT. Sicc Spa - V.le Porta Po 89 z.i. 45100 Rovigo Italy Tel. +39.0425.403111 r.a. Fax +39.0425.403177 www.siccspa.it - info@siccspa.it CT. 02-11 Catalogo Tecnico termo energie alternative acqua aria Costruire

Dettagli

Valvole di controllo movimento

Valvole di controllo movimento Valvole di controllo movimento Ulteriori informazioni Il catalogo mostra il prodotto nelle configurazioni più comuni. Per informazioni più dettagliate o richieste particolari non a catalogo, contattare

Dettagli

H ds = 2πRH = Ni H = Ni 2πR. N(k m 1) M = 0.05A

H ds = 2πRH = Ni H = Ni 2πR. N(k m 1) M = 0.05A Esercizio Un anello toroiale i piccola sezione avente raggio meio R = 0cm è fatto i ferro con permeabilità magnetica relativa = 5000. Una bobina con N = 000 spire è avvolta sulla superficie ell anello.

Dettagli

Nota metodologica. Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati dell indagine Multiscopo Aspetti della vita quotidiana

Nota metodologica. Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati dell indagine Multiscopo Aspetti della vita quotidiana Nota metoologica I ati vengono raccolti nell ambito ell inagine campionaria sulle famiglie Aspetti ella vita quotiiana, ce fa parte i un sistema integrato i inagini sociali (Inagini Multiscopo) e è volta

Dettagli

SENSORI PER GRANDEZZE MECCANICHE

SENSORI PER GRANDEZZE MECCANICHE Sono utili per la misura i: SENSORI PER GRANDEZZE MECCANICHE granezze legate al moto, come posizione, spostamento, rugosità superficiale, velocità i flusso, velocità i rotazione,... granezze legate alle

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BOLOGNA. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BOLOGNA. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio UNVERSA DEGL SUD D BOLOGNA FACOLA D NGEGNERA Corso i Laurea in ngegneria per l Ambiente e il erritorio CORSO D FSCA ECNCA AMBENALE Docente: Prof. Massimo Garai SSEM PER LO SFRUAMENO DELL ENERGA SOLARE

Dettagli

Problemi di dinamica del punto materiale (moto oscillatorio) A Sistemi di riferimento inerziali

Problemi di dinamica del punto materiale (moto oscillatorio) A Sistemi di riferimento inerziali Problemi di dinamica del punto materiale (moto oscillatorio) A Sistemi di riferimento inerziali Problema n. 1: Un corpo puntiforme di massa m = 2.5 kg pende verticalmente dal soffitto di una stanza essendo

Dettagli

[ significa: Design to Cost. EMCOMILL E1200 E900 E600 E350. Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi

[ significa: Design to Cost. EMCOMILL E1200 E900 E600 E350. Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi [ E[M]CONOMY] significa: Design to Cost. EMCOMILL E200 E900 E600 E350 Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi EMCOMILL E200 Test di collaudo UNI ISO 079-7 Distributore

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

Cap. 8 Sistemi di controllo

Cap. 8 Sistemi di controllo Cap. 8 Sistemi i controllo Come già etto, in generale, un sistema è solo potenzialmente in grao i soisfare gli obiettivi per i quali è stato costruito, e cioè i comportarsi nella maniera esierata. Per

Dettagli

PROVE DI RESISTENZA A TORSIONE PROVE DI RESILIENZA CHARPY PROVE DI RESISTENZA A TAGLIO SCHEDA DI APPROFONDIMENTO. Prove di laboratorio

PROVE DI RESISTENZA A TORSIONE PROVE DI RESILIENZA CHARPY PROVE DI RESISTENZA A TAGLIO SCHEDA DI APPROFONDIMENTO. Prove di laboratorio SCHEDA DI APPROONDIMENTO Prove i laoratorio PROVE DI RESISTENZA A TRAZIONE Le prove i resistenza a trazione sono essenziali per valutare le caratteristiche fonamentali e il comportamento el materiale sia

Dettagli

Corso di Laurea in Farmacia Verifica in itinere 3 dicembre 2014 TURNO 1

Corso di Laurea in Farmacia Verifica in itinere 3 dicembre 2014 TURNO 1 Corso di Laurea in Farmacia Verifica in itinere 3 dicembre 2014 TURNO 1 COMPITO A Un blocco di massa m 1 = 1, 5 kg si muove lungo una superficie orizzontale priva di attrito alla velocità v 1 = 8,2 m/s.

Dettagli

CILINDRI OLEODINAMICI - serie COMPATTI

CILINDRI OLEODINAMICI - serie COMPATTI CILINDRI OLEODINAMICI - serie COMPATTI INDICE CILINDRI COMPATTI CARATTERISTICHE TECNICHE pag. 2-3 o ALIMENTAZIONE pag. 2 o GUARNIZIONI pag. 3 o PRESSIONE DI UTILIZZO pag. 3 CODICE DI ORDINAZIONE pag. 4

Dettagli

DFP 13 100/112 ID POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA SERIE 20 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO CARATTERISTICHE TECNICHE SIMBOLO IDRAULICO.

DFP 13 100/112 ID POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA SERIE 20 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO CARATTERISTICHE TECNICHE SIMBOLO IDRAULICO. 3 00/ ID DFP POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO Le pompe DFP sono pompe a palette a cilindrata fissa, realizzate in quattro diverse grandezze, divise a loro volta in cinque dimensioni

Dettagli

Dinamica II Lavoro di una forza costante

Dinamica II Lavoro di una forza costante Dinamica II Lavoro di una forza costante Se il punto di applicazione di una forza subisce uno spostamento ed esiste una componente della forza che sia parallela allo spostamento, la forza compie un lavoro.

Dettagli

Cuscinetti a rullini CG 101

Cuscinetti a rullini CG 101 uscinetti a rullini Linear an Motion Solutions G 11 USINETTI A RULLINI atalogo Generale Principali unità i misura Granezze UNITÀ S.I. Multipli o sottomultipli enominazione simbolo enominazione simbolo

Dettagli

N. Art. Articolo Prezzo [Euro] PCE-WS 30 Bilancia industriale PCE-WS 30 165,00

N. Art. Articolo Prezzo [Euro] PCE-WS 30 Bilancia industriale PCE-WS 30 165,00 PCE-WS 30 Bilancia inustriale economica fino a 30 k e i alta precisione Bilancia compatta per la pesatura professionale con funzione i memoria. Questa bilancia compatta è lo strumento ieale quano si ha

Dettagli

Cilindri Idraulici. Cilindri idraulici avvitabili a doppio effetto. 23.1 Possibilità di variazioni di ordine tecnico DE-STA-CO

Cilindri Idraulici. Cilindri idraulici avvitabili a doppio effetto. 23.1 Possibilità di variazioni di ordine tecnico DE-STA-CO Cilindri Idraulici Cilindri idraulici avvitabili a doppio effetto Pressione di esercizio max. 350 bar I cilindri idraulici avvitabili sono fondamentali nell industria automobilistica e nelle attrezzature.

Dettagli

3 Sifoni e accessori Geberit

3 Sifoni e accessori Geberit 3. Sistema............................................. 68 3.. Descrizione el sistema............................... 68 3.. Funzione.............................................. 73 3. Progettazione.......................................

Dettagli

Codice Desc. D mm. Codice Desc. D mm. Codice Desc. D mm. Codice Desc. A mm 2970013310 86/P 30 45 64-70 30 2970013320 86/G 45 60 64-73 35

Codice Desc. D mm. Codice Desc. D mm. Codice Desc. D mm. Codice Desc. A mm 2970013310 86/P 30 45 64-70 30 2970013320 86/G 45 60 64-73 35 ccessori per portoni e cancelli arine a salare arine a salare interamente in acciaio zincato, perno sfilabile per la regolazione e per la lubrificazione. G min/max I. 97001350 83/18 1 14 M18 47-70 18 36

Dettagli

1 INTRODUZIONE... 3 2 CORSE DISPONIBILI... 3 3 STRUTTURA DEL MODULO LINEARE... 3 4 PRESTAZIONI E SPECIFICHE... 4

1 INTRODUZIONE... 3 2 CORSE DISPONIBILI... 3 3 STRUTTURA DEL MODULO LINEARE... 3 4 PRESTAZIONI E SPECIFICHE... 4 Catalogo moduli lineari GHR Catalogo moduli lineari GHR 1 INTRODUZIONE... 3 2 CORSE DISPONIBILI... 3 3 STRUTTURA DEL MODULO LINEARE... 3 4 PRESTAZIONI E SPECIFICHE... 4 5 MOMENTI AMMISSIBILI SUL CARRELLO...

Dettagli

- LAVORO - - ENERGIA MECCANICA - - POTENZA -

- LAVORO - - ENERGIA MECCANICA - - POTENZA - Danilo Saccoccioni - LAVORO - - ENERGIA MECCANICA - - POTENZA - Indice Lavoro compiuto da una forza relativo ad uno spostamento pag. 1 Lavoro ed energia cinetica 3 Energia potenziale 4 Teorema di conservazione

Dettagli

Cilindri senza stelo Serie 52

Cilindri senza stelo Serie 52 > Cilindri Serie 52 CATALOGO > Release 8.6 Cilindri senza stelo Serie 52 Doppio effetto, magnetici ammortizzati Ø 25, 32,40, 50, 63 mm»» Tre versioni principali: standard, guidato a strisciamento e guidato

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia Meccanica Modulo 3.7 Deformazione plastica LIUC - Ingegneria Gestionale 1 Macchine per la fucinatura e lo stampaggio LIUC - Ingegneria Gestionale 2 Classificazione Macchine ad energia

Dettagli

Punto 1. q Trovare il momento torcente adatto e conforme all'operazione di rotazione. Esercizio. Moto statico. Moto dinamico(1)

Punto 1. q Trovare il momento torcente adatto e conforme all'operazione di rotazione. Esercizio. Moto statico. Moto dinamico(1) Criteri di Scelta Esecuzione a paletta Punto 1 1 Segliere il momento adatto per gli attuatori. (Vedere diagrammi 1 e 2.) q Trovare il momento torcente adatto e conforme all'operazione di rotazione. Serie

Dettagli

Aumento 6% dal 3 marzo 2008. Aumento 7% dal 10 novembre 2008

Aumento 6% dal 3 marzo 2008. Aumento 7% dal 10 novembre 2008 Aumento 6% al 3 marzo 2008 Aumento 7% al 10 novembre 2008 Aumento 7% al 2/11/2010 Consegne I prootti elencati nel presente listino sono generalmente isponibili presso il nostro magazzino o presso il nostro

Dettagli

Criteri di selezione martinetti

Criteri di selezione martinetti Criteri di selezione martinetti I martinetti meccanici trasformano il moto rotatorio in un movimento lineare. Questa trasformazione avviene con una perdita di potenza fra vite e madrevite. Questa perdita

Dettagli

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Problema 1 Due carrelli A e B, di massa m A = 104 kg e m B = 128 kg, collegati da una molla di costante elastica k = 3100

Dettagli

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B )

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B ) Questa attrezzatura Meyer soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

Circuiti idraulici integrati

Circuiti idraulici integrati Circuiti idraulici integrati Ulteriori informazioni Il catalogo mostra il prodotto nelle configurazioni più comuni. Per informazioni più dettagliate o richieste particolari non a catalogo, contattare il

Dettagli

Nome..Cognome.. Classe 4G 4 dicembre 2008. VERIFICA DI FISICA: lavoro ed energia

Nome..Cognome.. Classe 4G 4 dicembre 2008. VERIFICA DI FISICA: lavoro ed energia Nome..Cognome.. Classe 4G 4 dicembre 8 VERIFIC DI FISIC: lavoro ed energia Domande ) Energia cinetica: (punti:.5) a) fornisci la definizione più generale possibile di energia cinetica, specificando l equazione

Dettagli

Parliamo di cilindri a staffa rotante, pneumatici

Parliamo di cilindri a staffa rotante, pneumatici Parliamo di cilindri a staffa rotante, pneumatici Campi di impiego: I cilindri pneumatici a staffa rotante sono impiegati nei casi dove sono sufficienti forze minime di bloccaggio (per esempio per il lavoro

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO 5 Premettiamo una Definizione: si chiama atto i moto i un sistema materiale in un ato istante t, l insieme elle velocità i tutti i punti el sistema all istante t. E errato parlare

Dettagli

FILTRI IN MANDATA. VALVOLA DI BYPASS Pressione differenziale di apertura: 600 kpa (6 bar) ± 10% TEMPERATURA DI ESERCIZIO Da -25 a +110 C

FILTRI IN MANDATA. VALVOLA DI BYPASS Pressione differenziale di apertura: 600 kpa (6 bar) ± 10% TEMPERATURA DI ESERCIZIO Da -25 a +110 C COMPOETI ILTRI I MADATA PM MATERIALI Corpo: Lega di alluminio anodizzata Valvola di bypass: Acciaio Tenute: R itrile (KM - luoroelastomero a richiesta) Corpo indicatore: Ottone PRESSIOE (ISO 10771-1:2002)

Dettagli

Elettrovalvole a sicurezza intrinseca a comando on/off - a norme ATEX

Elettrovalvole a sicurezza intrinseca a comando on/off - a norme ATEX www.atos.com Tabella E0-6/I Elettrovalvole a sicurezza intrinseca a comando on/off - a norme ATEX corpo cursore solenoide a sicurezza intrinseca connettore elettrico comando manuale -06/6 Valvole on/off

Dettagli

SEALING PARTS S.p.A. GUARNIZIONI DI TENUTA. Sezione B

SEALING PARTS S.p.A. GUARNIZIONI DI TENUTA. Sezione B SEALING PARTS S.p.A. GUARNIZIONI I TENUTA Sezione B GUARNIZIONI PER STELO E PER PISTONE La grane varietà i impieghi ha portato allo sviluppo i varie gamme i guarnizioni per soisfare conizioni i esercizio

Dettagli

CILINDRI PNEUMATICI COMPATTI ø12 ø100

CILINDRI PNEUMATICI COMPATTI ø12 ø100 Page 1 of 9 COMPONENTI PNEUMATICI ed OLEODINAMICI - AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Via G.Rossini 80-20025 LEGNANO (MI) - ITALY - Tel:+39.0331.455647 - Fax:+39.0331.457175 VAT (P.IVA): 12627630150 - www.generalmatic.com

Dettagli

Cilindri idraulici ISO 6022

Cilindri idraulici ISO 6022 Cilindri idraulici ISO 6022 INDICE: Caratteristiche generali 3 Tipi di fissaggio 5 Caratteristiche dello stelo 6 Dimensioni dei cilindri a semplice stelo 8 Dimensioni dei cilindri a doppio stelo 10 Tipi

Dettagli

DINAMICA. 1. La macchina di Atwood è composta da due masse m

DINAMICA. 1. La macchina di Atwood è composta da due masse m DINAMICA. La macchina di Atwood è composta da due masse m e m sospese verticalmente su di una puleggia liscia e di massa trascurabile. i calcolino: a. l accelerazione del sistema; b. la tensione della

Dettagli

Tenute per pneumatica TDUOP

Tenute per pneumatica TDUOP Tenute per pneumatica TUOP TENUTA PISTONE TUOP OPPIO EFFETTO TENUTA PISTONE OPPIO EFFETTO 1 1 1 1 2 1 2 2 2 ESCRIZIONE ESCRIZIONE Pistone completo oppio effetto per pneumatica Pistone completo oppio effetto

Dettagli

Adempimenti e procedure

Adempimenti e procedure Aempimenti e proceure Fusioni i società: semplificazioni e aempimenti pratici i Roberto Moro Visconti * Il D.Lgs. n.123/12 (in G.U. n.180 el 3 agosto 2012) ha previsto una serie i semplificazioni proceurali

Dettagli

Gestione economico aziendale

Gestione economico aziendale Gestione economico azienale La ue iligence nelle operazioni straorinarie: funzione, tipologie e moalità i esecuzione i Massimo Buongiorno e Marco Capra Il presente lavoro vuole tracciare un quaro introuttivo,

Dettagli

Teorema di Sostituzione

Teorema di Sostituzione Teorema i Sostituzione Le Fiure (a) e (b) i seuito riportate, si riferiscono al Teorema i sostituzione che afferma: Una impeenza Z a percorsa a una corrente, può essere sostituita un eneratore i tensione

Dettagli

Intensificatori ad alta pressione Cilindri idraulici

Intensificatori ad alta pressione Cilindri idraulici Intensificatori ad alta pressione Cilindri idraulici Increase your fluid power INTENSIFICTORI DI PRESSIONE Gli intensificatori di pressione sono stati progettati per raggiungere con affidabilità una pressione

Dettagli

Cilindri a norma ISO 1 5552 con tiranti 1 25 320 DESCRIZIONE I cilindri serie XL sono conformi alla normativa ISO 1 5552 che ne assicura la completa intercambiabilità con i precedenti cilindri a norma

Dettagli

Impianto di Sollevamento Acqua

Impianto di Sollevamento Acqua CORSO DI FISICA TECNICA e SISTEMI ENERGETICI Esercitazione 3 Proff. P. Silva e G. Valenti - A.A. 2009/2010 Impianto di Sollevamento Acqua Dimensionare un impianto di sollevamento acqua in grado di soddisfare

Dettagli

SERIE: IRS-V. INTERCAMBIABILITÀ: ISO 7241-1 serie A APPLICAZIONI PRINCIPALI. Macchine agricole

SERIE: IRS-V. INTERCAMBIABILITÀ: ISO 7241-1 serie A APPLICAZIONI PRINCIPALI. Macchine agricole SERIE: IRS-V INTERCAMBIABILITÀ: ISO 7241-1 serie A APPLICAZIONI PRINCIPALI Macchine agricole IRS-V è l innesto femmina con sistema di tenuta a funghetto, ghiera a doppia azione da montare a parete che

Dettagli

percorso fatto sul tratto orizzontale). Determinare il lavoro (minimo) e la potenza minima del motore per percorrere un tratto.

percorso fatto sul tratto orizzontale). Determinare il lavoro (minimo) e la potenza minima del motore per percorrere un tratto. Esercizio 1 Una pietra viene lanciata con una velocità iniziale di 20.0 m/s contro una pigna all'altezza di 5.0 m rispetto al punto di lancio. Trascurando ogni resistenza, calcolare la velocità della pietra

Dettagli

Supporti in due parti

Supporti in due parti Supporti in ue parti Definizione e attituini 644 Serie 645 Varianti 645 Elementi i calcolo: carichi e coppie 646 Elementi i montaggio: scelta elle guarnizioni 647 Caratteristiche 648 Supporti ritti per

Dettagli

CILINDRI DOPPIO STELO / DOPPIO PISTONE A SUPPORTI LISCI O CON GUIDA A SFERE Tipi : P2L-P2B

CILINDRI DOPPIO STELO / DOPPIO PISTONE A SUPPORTI LISCI O CON GUIDA A SFERE Tipi : P2L-P2B CILINDRI DOPPIO STELO / DOPPIO PISTONE A SUPPORTI LISCI O CON GUIDA A SERE Tipi : PL-PB SISTEMA DI GUIDA E ANTIROTAZIONE INTEGRATI SEMPLICITA' DI ADATTAMENTO soluzione compatta, corpo riotto, assemblabile,

Dettagli

Istruzioni per l uso ed il montaggio. Montaggio ADS

Istruzioni per l uso ed il montaggio. Montaggio ADS ADS La serie ADS è stata progettata sulla base della comprovata serie di ammortizzatori per carichi pesanti LDS da utilizzare su ascensori per persone e carichi. La prova di omologazione garantisce che

Dettagli

NITÀ DI GUIDA SERIE UG

NITÀ DI GUIDA SERIE UG 606_082-093 Serie UG-CC* 18-10-2004 18:19 Pagina 82 82 U NITÀ DI GUIDA SERIE UG Unità di guida per cilindri a normativa ISO 6431 e ISO 6432 Diametri 12, 16, 20, 25, 32, 40, 50, 63, (80, 100 solo per serie

Dettagli

DL3B 41 220/015 ID ELETTROVALVOLA DIREZIONALE A BASSO CONSUMO (8 WATT) SERIE 10 ATTACCHI A PARETE ISO 4401-03 (CETOP 03) p max 280 bar Q max 60 l/min

DL3B 41 220/015 ID ELETTROVALVOLA DIREZIONALE A BASSO CONSUMO (8 WATT) SERIE 10 ATTACCHI A PARETE ISO 4401-03 (CETOP 03) p max 280 bar Q max 60 l/min 41 220/015 ID DL3B ELETTROVALVOLA DIREZIONALE A BASSO CONSUMO (8 WATT) ATTACCHI A PARETE ISO 4401-03 (CETOP 03) p max 280 bar Q max 60 l/min PIANO DI POSA PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO ISO 4401-03-02-0-05

Dettagli

Esercitazione 5 Dinamica del punto materiale

Esercitazione 5 Dinamica del punto materiale Problema 1 Un corpo puntiforme di massa m = 1.0 kg viene lanciato lungo la superficie di un cuneo avente un inclinazione θ = 40 rispetto all orizzontale e altezza h = 80 cm. Il corpo viene lanciato dal

Dettagli

Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15

Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Sistemi per automazione industriale Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact BAT-H 15 Banco di assemblaggio e collaudo cilindri Compact

Dettagli

PLASTIC TESTING SCHEDA TECNICA. Visualizzazione dei risultati. Programmi disponibili. Dati ottenibili. Controllo. Posizionamento preliminare

PLASTIC TESTING SCHEDA TECNICA. Visualizzazione dei risultati. Programmi disponibili. Dati ottenibili. Controllo. Posizionamento preliminare DINAMOMETRI ELETTRONICI SERIE TCS SCHEDA TECNICA Strumenti da banco completamente governati da Personal Computer per prove di trazione, compressione, flessione su una vasta gamma di materiali: tessili,

Dettagli

VERSIONE. / Doppio effetto. TIPO PISTONE N Non magnetico. VARIANTE 2 1 Stelo e dado in INOX. 2 Guarnizioni Viton VARIANTE 3 RICAMBI KIT GUARNIZIONI

VERSIONE. / Doppio effetto. TIPO PISTONE N Non magnetico. VARIANTE 2 1 Stelo e dado in INOX. 2 Guarnizioni Viton VARIANTE 3 RICAMBI KIT GUARNIZIONI a norma ISO 5552 DESCRIZIONE I cilindri pneumatici della sono conformi alla norma ISO 5552, che ne assicura la completa intercambiabilità con i precedenti cilindri a norma ISO 643 e VDMA 24562. Sono fornibili

Dettagli

L interferenza e la natura ondulatoria della luce

L interferenza e la natura ondulatoria della luce CAPITOLO 5 L interferenza e la natura onulatoria ella luce Un serpentone lungo più i 6 mila chilometri, che corre a oltre mila anni nel cuore ella Cina. È sicuramente grazie alla sua graniosità e alla

Dettagli

Le trasmissioni a cinghia dentata

Le trasmissioni a cinghia dentata Le trasmissioni a cinghia entata FALCON TC : new generation Le cinghie entate FALCON TC ella GOODEAR rappresentano il nuovo punto i riferimento nella tecnologia elle trasmissioni sincrone i potenza. Grazie

Dettagli

A B B GIUNTI FLESSIBILI A LAMELLE. Introduzione

A B B GIUNTI FLESSIBILI A LAMELLE. Introduzione GIUNTI FLSSIBILI A LALL Introuzione Negli ultimi anni la crescente utilizzazione (anche e soprattutto per alte velocità e grani potenze) el giunto a lamelle imostra che la relativa limitata capacità i

Dettagli

L'equazione di continuità

L'equazione di continuità L'equazione i continuità Una prima imostrazione. Consieriamo il volume occupato a una istribuzione i cariche ρ (t, x). È possibile esprimere la proprietà i conservazione ella carica nel seguente moo t

Dettagli

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 0/0 - Docente: Prof. Carlo Isetti LAVORO D NRGIA 5. GNRALITÀ In questo capitolo si farà riferimento a concetto quali lavoro ed energia termini che hanno nella

Dettagli

Catalogo guide lineari a 4 ricircoli di rulli HIWIN

Catalogo guide lineari a 4 ricircoli di rulli HIWIN Catalogo guide lineari a 4 ricircoli di rulli HIWIN Serie RG - Trasmissioni Industriali S.a.s. - Via Lago di Annone,15 3615 Z.I. Schio ( VI ) Tel. 445/5142-511 Fax. 445/518 info@trasmissioniindustriali.com

Dettagli