Relazione per il corso di Elaborazione di Immagini e Video

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione per il corso di Elaborazione di Immagini e Video"

Transcript

1 Università degli Studi di Udine Corso di Laurea in Linguaggi e Tecnologie dei Nuovi Media Relazione per il corso di Elaborazione di Immagini e Video di Chiara Vialmin matr Problema Il candidato sviluppi il progetto di un sistema di elaborazione audio e video per la gestione di una sala conferenze con trasmissione in remoto (videoconferenza). Il candidato identifichi i requisiti funzionali del sistema, definisca l architettura logica del sistema. Si supponga di avere a disposizione una libreria di funzioni in grado di estrarre dai sensori video e dai sensori audio i parametri di interesse per il progetto. Il sistema dovrà essere in grado di elaborare il segnale video ed i segnali audio ed effettuare le seguenti operazioni: (a) identificare la posizione della persona che parla in base al segnale audio (si utilizzi a tale proposito un microfono direzionale), (b) calcolare i parametri di pan, tilt e zoom necessari per inquadrare automaticamente la persona che nella stanza ha preso la parola attraverso l uso di una telecamera posizionata su testa mobile, (c) acquisire e memorizzare i frame di tutte le persone che hanno preso la parola durante la conferenza. Il candidato aggiunga in maniera ragionevole tutti i parametri che si ritengono utili per la progettazione del sistema in esame.

2 2. Soluzione proposta Figura 1: pianta della sala conferenze La sala conferenze è stata allestita appositamente per ottenere i migliori risultati con un sistema di gestione automatica della registrazione audiovisiva: può contenere circa 150 posti a sedere, divisi in tre zone di forma irregolare, ma convergenti verso il tavolo dei relatori, situato centralmente. Le dimensioni della sala sono di 10x 20 m, ogni posto a sedere occupa 70 cm e i corridoi laterali hanno una larghezza di 150 cm. Le tre zone del pubblico al loro interno possono essere sia sullo stesso livello oppure a gradoni per una visione migliore. L illuminazione è sempre artificiale e quindi costante e con una stessa temperatura colore, nell allestimento sono stati presi i dovuti accorgimenti per ridurre al minimo l effetto eco.

3 2.1 Posizionamento dei microfoni Figura 2: schema del posizionamento dei microfoni rivolti al pubblico e del corrispondente angolo di ripresa Per la registrazione della voce proveniente dal pubblico sono stati predisposti a parete tre microfoni superdirezionali (ipercardioidi) dietro al tavolo dei relatori, quindi in posizione centrale. Ognuno è diretto verso una delle tre zone in cui sono suddivisi i posti a sedere (qui chiamate 1, 2, 3). Un microfono ipercardioide ha un angolo di ripresa di circa 105 per cui le tre aree risultano parzialmente sovrapposte. La scelta di questo tipo di microfono deriva dalla sua forte direzionalità nella ripresa del suono (angolo molto ristretto davanti e abbastanza ampio dietro, ma nel nostro caso in tale zona non vi è nulla 1 ). La tabella sottostante confronta fra loro tutte le tipologie possibili: Figura 3: confronto fra diverse tipologie di microfoni in base alla loro direzionalità I microfoni dei relatori (in questo esempio si suppone ce ne siano tre, ma il loro numero può variare senza incidere sul modello proposto) sono cardioidi, posti sul tavolo e collegati per mezzo di cavo al computer che dirige automaticamente l intero sistema di ripresa della conferenza. La telecamera A, 1 Si deve tenere conto anche dell effetto eco, comunque minimizzabile con opportuni accorgimenti durante l allestimento della sala (ad esempio i materiali utilizzati)

4 posizionata di fronte, riceve da esso un segnale che indica quale di questi microfoni è utilizzato. Lo scopo di questa telecamera è di acquisire l immagine e l audio del relatore che sta parlando in quel momento. Nell immagine sottostante tali collegamenti sono schematizzati attraverso dei cavi che dai microfoni si dirigono direttamente alla telecamera. Figura 4: posizionamento dei microfoni dei relatori e collegamento con la telecamera A 2.2 Posizionamento delle telecamere Si propone di utilizzare tre telecamere così predisposte nella sala: A. Di fronte al tavolo dei relatori, in posizione centrale: l angolo di ripresa deve consentire l inquadratura di tutto il tavolo o di un solo relatore alla volta (è quindi dotata di obiettivo zoom e deve essere mobile). Le posizioni dei relatori sono fissate con delle coordinate (x,y,z) che il sistema automatico ha memorizzato precedentemente (le coordinate sono variabili in base al numero di persone presenti)

5 Dietro al tavolo dei relatori, fissate a parete ad un altezza di 2,5 m: B. Telecamera con zoom gestibile in automatico dal sistema, con testa mobile (per consentire i movimenti di pan e tilt): inquadra la persona del pubblico che sta parlando C. Telecamera con grandangolo su supporto fisso: inquadra continuamente il totale del pubblico Le telecamere e i microfoni sono collegati via cavo al sistema di gestione computerizzato posto in una saletta a parte. Figure 5-6: posizionamento delle telecamere e relativi angoli di visuale 3. Funzionamento del sistema 3.1 Gli eventi rilevanti in una conferenza Prendiamo in considerazione gli eventi tipici di una conferenza con tre relatori: I. Monologo del relatore centrale (contraddistinto dal microfono 5) II. Monologo del relatore a sinistra / destra (contraddistinto dal microfono 4 / 6) III. Dialogo fra il relatore a destra e quello a sinistra IV. Domanda da parte di una persona del pubblico (che si suppone si trovi nella zona 2). Condizione necessaria per prendere la parola è di alzarsi in piedi. V. Risposta del relatore centrale VI. Intervento di un altra persona del pubblico (che si suppone si trovi nella zona 3) 3.2 La rilevazione degli eventi Evento I: il relatore centrale parla nel microfono n. 5 Il microfono n. 5 registra un volume di entrata superiore ad una soglia fissata per la voce (sotto alla quale si suppone che la persona non parli) La telecamera A si sposta e zooma su di lui, in base alla posizione già prefissata. Evento II: inizia a parlare il relatore a sinistra /destra nel microfono n. 4 / 6

6 Il volume del suono del microfono n. 5 va sotto la soglia, mentre la supera quello del microfono n. 4 / 6 La telecamera A si sposta e zooma verso la posizione 4 / 6 Evento III: due relatori (4 e 6) iniziano un dialogo serrato fra loro Entrambi i microfoni (4 e 6) registrano un volume superiore alla soglia per un determinato lasso di tempo stabilito a priori ( s) La telecamera A si sposta in posizione centrale e allarga l inquadratura per comprendere entrambi i relatori Evento IV: domanda da parte di una persona del pubblico (nella figura sottostante la sua posizione in sala è contraddistinta dall asterisco) Il relatore centrale, per indicare al sistema computerizzato che lascia la parola al pubblico, preme un pulsante posto sul supporto del suo microfono 2 Il volume di tutti i microfoni dei relatori si abbassa e il computer passa ad analizzare quello proveniente dai microfoni 1, 2, 3 rivolti verso la sala. Il risultato all istante t è ad esempio il seguente: Mic 1 Mic 2 Mic 3 Volume (%) I valori sono in percentuale e sono calcolati ponendo al 100% il volume proveniente dalla prima fila della zona di ciascun microfono. Poiché sono del tipo ipercardioide, essi registrano con intensità maggiore i suoni provenienti dalla zona frontale e minore quelli laterali. Tutti e tre i microfoni della sala, quindi, sono in grado di recepire la voce della persona che si trova nel settore 2, ma con intensità diverse: 85 per il mic 2 (la persona si trova in quel settore), 30 per il mic 3 (è nella metà più vicina al settore 3), 20 per il mic 1. Va considerata anche la profondità di ciascuna zona: le voci di due persone poste sulla linea centrale, ma una in prima fila e l altra nella 15, saranno recepite con volumi diversi. Nel calcolo del posizionamento sulla pianta della sala va quindi considerata anche la variabile z, che indica l abbassamento del volume in base alla distanza. 2 Il ricorso all utilizzo di un pulsante si ritiene necessario per evitare che il sistema computerizzato venga ingannato da rumori e movimenti naturalmente presenti nella platea, ma che non corrispondono alla presa di parola da parte di una persona del pubblico.

7 Figura 7: suddivisione della platea in base alla variabile z In questo caso si è scelto di utilizzare 5 valori per la variabile z, il che consente di suddividere la profondità con una granularità media. Un altro fattore da prendere in considerazione è il volume della voce proprio di ciascuna persona: questo può ingannare il sistema relativamente alla localizzazione sulla mappa, ma non all area di provenienza ( 1, 2 o 3) perché le percentuali non cambierebbero. Purtroppo questa variabile è casuale e non determinabile a priori. Ci si dovrà quindi affidare ad un confronto più attento con l analisi visiva (spiegata in seguito). A questo punto, il sistema localizza sulla mappa i possibili punti da cui una fonte sonora con tale volume può provenire: Si possono aggiungere delle aree probabili considerando anche il volume proprio (nel caso soprastante si è aggiunta un area più in profondità nella sala rispetto ai relatori nel caso la persona abbia un alto volume di voce). Si passa quindi ad una conferma visiva. La telecamera C (quella con grandangolo) è sempre rimasta in funzione e ha continuamente analizzato i movimenti del pubblico, aggiornando l immagine di background. All istante t avrà registrato delle zone che sono cambiate rispetto all istante precedente: persone che si sono mosse di poco o alzate per uscire, oppure che si sono alzate in piedi per prendere la parola.

8 Per questa rilevazione è necessario un programma che sia in grado di analizzare l immagine e ricavarne i dati richiesti. Lo schema generale di funzionamento è il seguente: Figura 8: schema di funzionamento generico di un programma di videosorveglianza real-time Per quanto concerne il nostro caso, i dati richiesti sono l identificazione del movimento in platea e la sua localizzazione su di una mappa 2D. Fondamentale è anche l aggiornamento del background. Non ci interessano invece i moduli di classificazione (si suppone siano presenti solo persone) e di inseguimento (le persone stanno ferme al loro posto e comunque non è necessario seguirle). La classificazione degli eventi è invece utile, ma, come si vedrà più avanti, deriva dall intersecazione dei dati audio-visivi L analisi del movimento e aggiornamento del background L analisi del movimento in platea avviene confrontando continuamente il frame dell istante in questione con il precedente e calcolando la loro differenza D. I (x,y, t k ) e I 0 (x,y, t 0 ) sono le due immagini di riferimento: I è l immagine dell istante attuale e I 0 l immagine considerata come background. L intervallo di acquisizione per il nostro caso può essere di 0.5, in quanto non è essenziale un analisi eccessivamente dettagliata dei movimenti, ma non ci si può neppure permettere un ritardo troppo elevato. Le due immagini sono analizzate pixel per pixel con la formula: D (x,y, t k ) = I (x,y, t k ) I 0 (x,y, t 0 ) (x,y) I Se D= 0 non si registra movimento Se D 0 c è stata una variazione fra un frame e l altro e quindi probabile movimento. Va inserita anche una soglia t h per distinguere l effettivo movimento dal rumore di fondo. L algoritmo da usare è quindi quello di Simple Difference.

9 Figura 9: immagine D (x,y,t k ) Le zone considerate movimento vengono individuate singolarmente attraverso il rettangolo minimo d ingombro (blob). Ad ogni blob viene assegnato un identificatore. Figura 10: immagine D (x,y, t k ) con blob e ID L immagine di background va continuamente aggiornata per una corretta analisi del movimento in quel preciso istante e questo avviene introducendo una variabile α, che ha un valore incrementale (dopo un certo periodo di tempo in cui in una zona non si registra più movimento, la si considera background) Localizzazione Le zone dell immagine D dove si è registrato movimento vengono proiettate su una mappa dall alto della sala. Si ha quindi una rappresentazione 2D e ½, in cui informazioni provenienti da una visualizzazione 3D vengono situate su una mappa 2D. Questo avviene calcolando il baricentro del blob e il punto di intersezione della sua ascissa con l ordinata del punto a terra, proiettando il tutto su una mappa in prospettiva della sala che ha memorizzati con precisione i riferimenti con quella dall alto. La telecamera è facilitata in questo calcolo dal fatto che i posti a sedere sono fissi Confronto audio e video Il sistema situa quindi le zone di variazione su di una pianta della sala e al segnale ricevuto in input dai microfoni 1, 2, 3 (presenza di una fonte sonora in sala) confronta le probabili localizzazioni sonore con le zone dove si registra anche un cambiamento del background (la persona si è alzata in piedi per parlare).

10 Figura 11: intersezione dei dati audio-visivi sulla mappa della sala Dove riscontra sia movimento sia fonte sonora, allora il sistema conclude che lì si trova la persona che sta parlando. Una volta individuata una persona che sta parlando, a questa zona viene assegnato un identificatore speciale con una variabile incrementale β, che resterà memorizzato per tutta la conferenza. La stessa persona potrà infatti riprendere la parola dopo una risposta del relatore: in questo caso, se il sistema individua in quella zona movimento e suono, la probabilità che si tratti della stessa persona è tanto più alta quanto più elevato è β. La risposta del computer sarà quindi più veloce Spostamento della telecamera B Una volta individuata una persona che parla e la zona in cui si trova, la telecamera B si sposta quindi verso di essa (i parametri di pan e tilt derivano dalla localizzazione in sala) e zooma fino a quando l area di differenza rispetto al background (ora si fa riferimento all ultimo background in cui non si era riscontrato movimento) copre almeno 1/4 dell inquadratura. Figura 12: Immagine D con zoom sul blob che individua la persona che parla L area di copertura del blob rispetto all inquadratura (ovvero il grado di zoom) è calcolata in modo da compensare eventuali errori nel posizionamento. Viene quindi avviato il comando di registrazione per quella telecamera.

11 Evento V: Risposta del relatore centrale Il relatore per riprendere la parola preme di nuovo il pulsante e questo segnale fa partire la registrazione da parte della telecamera A. Evento VI: Intervento di un altra persona del pubblico (che si suppone si trovi nella zona 3) Il procedimento è lo stesso descritto al punto IV Registrazione e trasmissione in remoto Il sistema centrale controlla il montaggio della registrazione audiovisiva: quando gli giunge il segnale che sta parlando uno dei relatori (informazione ad alto livello) manda in registrazione la telecamera A; nel caso stia parlando qualcuno del pubblico, aziona la telecamera C col grandangolo per dare il tempo di determinare la posizione della persona e di puntare verso di essa la telecamera B, che entrerà subito dopo in funzione. Il video viene immediatamente compresso in MPEG4 e inviato in streaming sulla rete, verso i computer remoti, per mezzo di un server dedicato. 4. Strumentazione necessaria Immagine Descrizione Caratteristiche tecniche AXIS 213 PTZ Telecamera pan/tilt/zoom con compressione MPEG4 istantanea Zoom ottico 26x - lente autofocus Sensibilità IR per riprese nel buio completo faretto IR integrato Fino a 25/30 fps - risoluzione fino a 768x576 Supporta simultaneamente la compressione Motion JPEG e MPEG-4 Sensore di immagine: CCD Sony ExView HAD interlacciato da 1/4" Dimensioni: 130 x 104 x 130 mm (5,12" x 4,09" x 5,12") Audio technica AT897 Microfono professionale direzionale ipercardioide RISPOSTA IN FREQUENZA Hz ATTENUAZIONE GRADUALE 80 Hz, 12 db/ottava SENSIBILITA DEL CIRCUITO APERTO Phantom: 40 db (10,0 mv) re 1V a 1 Pa Batteria:?41 db (8,9 mv) re 1V a 1 Pa IMPEDENZA Phantom: 200 ohms Batería: 300 ohms RANGE DINÁMICO (TÍPICO) Phantom: 112 db, 1 khz al max SPL Batteria: 98 db, 1 khz al max SPL RELAZIONE SUONO/RUMORE 77 db, 1 khz a 1 Pa PESO 145 g (5,1 oz)

12 Microfono da conferenza per relatori Microfono a collo d'oca cardioide da conferenza dotato di led luminoso, completo di base con interruttore. Lunghezza stelo 40cm. PC Server COLUMBIA Server COLUMBIA Serie ITD / Intel PentiumD GHz (Dual-Core/2*2MB/EM64T/EIST), 1GB DDR-2 533MHz, n.2 Hard Disk 250GB Serial-ATA2, Buffer 8Mb, 7.200g/m, Raid 0/1, n.2 Supporti Removibili 5,25" per unità HD Serial-ATA, Masterizz. Super Multi Write DVD-CD, Alimentazione 600W ATX Videoregistratore digitale Panasonic WJ- RT416/ ips Field Size Recording (704 x 240 pixels) Video Recording of 30 ips per camera MPEG-4 Format Full Network Capability Monitor Panasonic WVLC1710 Type: 17 inc LCD Monitor Horizontal Resolution: 500 TV lines Power Source: 100 V V AC, 50/60 Hz (with AC Adapter) Actual Visual Size: 43.2 cm 17 inch diagonal actual visual size (H: 338 mm, V: 270 mm) Cavo XLR Bilanciato per la connessione dei microfoni col computer Cable Type: Triple screened twin core (Balanced) Conductor Material: HYBRID: High purity dense Silver coated high purity Matched Crystal OFC + Linear Structured Carbon saturated layer(s) Design Purpose/ Application Area(s): Balanced and unbalanced audio interconnect Eff. Conductor Ø/Eq. AWG No./Strands: Cores: 0.31 mm² / Cores: ~AWG 22 / Cores: 40; Screen: 180 External Diameter / - Dimensions: 7.25 mm. Resistance 20 C / 68 F: Cores: 5.5 Ohm/100 m.; Screen: 0.62 Ohm/100 m. Capacitance: Core-core: 37 pf/m. Characteristic Impedance: ~110 Ohm (in balanced configuration); Interruttore per il relatore centrale (moderatore)

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INDICE 1. PREMESSA 4 2. TELECAMERE 4 3. UNITA' DI STORAGE

Dettagli

SRG-120DU. Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto con USB 3.0. Presentazione

SRG-120DU. Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto con USB 3.0. Presentazione SRG-120DU Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto con USB 3.0 Presentazione Telecamera PTZ da tavolo adatta a PC con zoom ottico 12x e High Frame Rate di 60 fps, ideale per i settori corporate, education

Dettagli

INDICE. INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4. 2 Altezza della telecamera...5. 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa...

INDICE. INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4. 2 Altezza della telecamera...5. 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa... INDICE INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4 2 Altezza della telecamera...5 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa...6 4 Puntamento dell illuminatore IR...7 5 Installazione...8 6 Parametri

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

SRG-120DH. Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto. Presentazione

SRG-120DH. Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto. Presentazione SRG-120DH Telecamera PTZ Full HD gestita in remoto Presentazione Telecamera PTZ a colori da tavolo con zoom ottico 12x e frame rate elevato di 60 fps, ideale per i settori corporate, education e della

Dettagli

Analisi video intelligente

Analisi video intelligente Analisi video intelligente (versione 1.4) pag. 1 di 17 INDICE 1. PRESENTAZIONE ANALISI VIDEO... 3 2. PROSPETTIVA... 4 3. AREE DI INTERESSE... 6 4. PARAMETRI BASE... 7 5. PEOPLE DETECTOR... 10 6. PERCORSI...

Dettagli

PLATEVIEW ZOOM. Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO

PLATEVIEW ZOOM. Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO PLATEVIEW ZOOM Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO Contenuto Prima di procedere all installazione del dispositivo, verificare che il contenuto della confezione sia tutto presente

Dettagli

Piattaforma di Videosorveglianza

Piattaforma di Videosorveglianza Piattaforma di Videosorveglianza Avigilon Control Center 4.10 Avigilon Control Center Core Avigilon Control Center Standard Avigilon Control Center Enterprise Supporto Streaming in HDSM L architettura

Dettagli

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE Facoltà di Ingegneria Master in Sicurezza e Protezione Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA TVCC Docente Fabio Garzia Ingegneria della Sicurezza w3.uniroma1.it/sicurezza

Dettagli

Sistemi di Video Sorveglianza

Sistemi di Video Sorveglianza Sistemi di Video Sorveglianza WEB Based Technology Il sistema di video-sorveglianza è basato su un sistema di visualizzazione-registrazione costituito da un Camera Server e da una o più telecamere Digitali

Dettagli

SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE. Sistema SAFECAM

SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE. Sistema SAFECAM SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE Sistema SAFECAM Il sistema per video sorveglianza SafeCam consente di effettuare il controllo e la video registrazione, in remoto, costantemente ed in tempo

Dettagli

La Videosorveglianza di nuova generazione

La Videosorveglianza di nuova generazione La Videosorveglianza di nuova generazione Configurazioni e caratteristiche tecniche ed estetiche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Salvo errori ed omissioni. Tutti i marchi sono registrati

Dettagli

La Videosorveglianza di nuova generazione

La Videosorveglianza di nuova generazione La Videosorveglianza di nuova generazione Configurazioni e caratteristiche tecniche ed estetiche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Salvo errori ed omissioni. Tutti i marchi sono registrati

Dettagli

di un monitor. Uscita audio max. 2 Vpp; alimentazione 12Vdc/20mA (adattatore wireless Dip-switch per selezione canale su telecamera e ricevitore.

di un monitor. Uscita audio max. 2 Vpp; alimentazione 12Vdc/20mA (adattatore wireless Dip-switch per selezione canale su telecamera e ricevitore. Staffa con snodo - 3kg Microfono per telecamere 6 Staffa metallica con snodo e prolunga. Lunghezza 1/160mm, carico massimo 3 kg, angolo d inclinazione 90, peso 80g. FR115 6, Microfono ambientale (completo

Dettagli

EzyDrive V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E

EzyDrive V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E Versione 01/10 - In vigore dal 1 GIUGNO 2010 L INNOVATIVO SISTEMA VIDEO E TVCC POWERLINE EzyDrive è l innovativa soluzione per la realizzazione di sistemi

Dettagli

399 Eu Installazione a Roma GRATIS!

399 Eu Installazione a Roma GRATIS! 34 8344 1101 D.R Impianti di Dario Reggimenti P.I 07123690724 Rivenditore ufficiale бесплатный шаблон сайта psdsite.ru 399 Eu Installazione a Roma GRATIS! + 2 4 0 4 4 6 3 3 GIORNI ORE MINUTI SECONDI Solo

Dettagli

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Premessa Le telecamere MOBOTIX non hanno a bordo un software in grado di effettuare la lettura dei caratteri della targa (OCR Optical Character Recognition) ma possono

Dettagli

SRG-300SE. Telecamera a colori PTZ Full HD controllabile a distanza con streaming IP. Presentazione

SRG-300SE. Telecamera a colori PTZ Full HD controllabile a distanza con streaming IP. Presentazione SRG-300SE Telecamera a colori PTZ Full HD controllabile a distanza con streaming IP Presentazione Registrazione e condivisione di immagini Full HD di qualità elevata e streaming simultaneo tramite IP e

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

8209AW Cod. 559590574

8209AW Cod. 559590574 8209AW Cod. 559590574 Kit telecamera wireless con 9 Ied infrarosso microfono integrato e ricevitore 4 canali da 2.4 GHz con funzione motion detection MANUALE D USO 16/07/2008 I prodotti le cui immagini

Dettagli

TELECAMERE DI LETTURA TARGHE AUTOMATICA

TELECAMERE DI LETTURA TARGHE AUTOMATICA TELECAMERE DI LETTURA TARGHE AUTOMATICA AutoVu Pagina 116 Tattile Accessori Vega M3 Accessori Vega Plus Accessori Vega 2H Software di gestione telecamere Vega Pagina 117 Pagina 117 Pagina 1 Pagina 1 Pagina

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

Applicazione per smartphone DSE SmartLive per ios e Android

Applicazione per smartphone DSE SmartLive per ios e Android Pagina:1 Applicazione per smartphone DSE SmartLive per ios e Android RH-TCC1 RH-BCC1 RH-DCC1 RH-DCC2 Telecamere IP Full HD 1080p RH-SD20IR Telecamere IP Full HD 1080p Speed dome Pagina:2 Introduzione Le

Dettagli

Telecamere TD7301. Telecamera WDR Day & Night 960H Effio-P con rimozione del filtro IR. Telecamere Day & Night WDR 960H Effio-P

Telecamere TD7301. Telecamera WDR Day & Night 960H Effio-P con rimozione del filtro IR. Telecamere Day & Night WDR 960H Effio-P Telecamera WDR Day & Night 960H Effio-P con rimozione del filtro IR L eccellente telecamera Day & Night WDR con rimozione del filtro IR, si rinnova tecnologicamente grazie al nuovissimo CCD Sony Super

Dettagli

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione --------------- RX-AUDIO-2.4 Caratteristiche Nessuna compressione per alta qualità del suono, latenza di 0.5 ms. Audio digitale con frequenza di campionamento a 44.1 KHz e 16-bit di risoluzione. Demodulazione

Dettagli

La stazione video di Nicolosi

La stazione video di Nicolosi Prot. int. n UFSO 2005 /002 La stazione video di Nicolosi E. Pecora, E. Biale, S. Mangiagli, M. Sassano, A. Amantia Per avere una visuale completa del versante sud dell Etna, con particolare riferimento

Dettagli

GAMMA AHD SI ARRICCHISCE DI DVR

GAMMA AHD SI ARRICCHISCE DI DVR in collaborazione con Sistemi AHD DVR e Telecamere LA GAMMA AHD SI ARRICCHISCE DI DVR e TELECAMERE 1080p e Formati Video La flessibilità degli impianti AHD consente di collegare non solo telecamere AHD

Dettagli

ALLEGATO TECNICO. B-2-B FESR-2008-121 Primo Laboratorio Linguistico

ALLEGATO TECNICO. B-2-B FESR-2008-121 Primo Laboratorio Linguistico ALLEGATO TECNICO Codice CIG: B-2-B FESR-2008-2 Primo Laboratorio Linguistico Attrezzature richieste o equivalenti Pezzi Prezzo unitario Prezzo totale Lavagna Interattiva multimediale con tecnologia infrarosso

Dettagli

Realizzare un sensore di visione per applicazioni semplici e complesse. Ing. Marco Mina, Ing. Cor Maas ARS s.r.l. / LMI Technologies

Realizzare un sensore di visione per applicazioni semplici e complesse. Ing. Marco Mina, Ing. Cor Maas ARS s.r.l. / LMI Technologies Realizzare un sensore di visione per applicazioni semplici e complesse Ing. Marco Mina, Ing. Cor Maas ARS s.r.l. / LMI Technologies Applicazioni Complesse? Ispezione Di Tronchi Ispezione di Pneumatici

Dettagli

WHITE PAPER. Perché Sony per la qualità delle immagini?

WHITE PAPER. Perché Sony per la qualità delle immagini? WHITE PAPER Perché Sony per la qualità delle immagini? Introduzione Perché Sony per la qualità delle immagini? Il futuro della videosorveglianza IP punta decisamente verso il Full HD. Molti produttori

Dettagli

ITG.-IPC. M.P. VITRUVIO

ITG.-IPC. M.P. VITRUVIO allegato A laboratorio multimediale E Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ITG.-IPC. M.P. VITRUVIO Sede. Via D Annunzio n. 25 80053 Castellammare

Dettagli

L alta definizione. su cavo coassiale

L alta definizione. su cavo coassiale L alta definizione su cavo coassiale Sistemi di Videosorveglianza AHD Fracarro fracarro.com Tutta la qualità del digitale con la semplicità di un impianto analogico. L offerta Fracarro per la videosorveglianza

Dettagli

Le network camera sono cambiate. E voi?

Le network camera sono cambiate. E voi? SNC-P1 Network Camera Le network camera sono cambiate. E voi? You make it a Sony Entrate nel mondo del Network Video Monitoring con Sony SNC-P1 La network camera all-in-one Sony presenta la sua nuova network

Dettagli

Progetto di Domotica

Progetto di Domotica Progetto di Domotica Titolo dell esercitazione: Progetto di Domotica Descrizione sommaria dell esperienza: Realizzazione di un circuito che permette il controllo di vari sensori all interno di un edificio.

Dettagli

Videocamera SD con grandangolo da 33 mm e Ultra Zoom 78x SDR-S50 è una camcorder ideale per l'uso di tutti i giorni:

Videocamera SD con grandangolo da 33 mm e Ultra Zoom 78x SDR-S50 è una camcorder ideale per l'uso di tutti i giorni: Videocamera SD con grandangolo da 33 mm e Ultra Zoom 78x SDR-S50 è una camcorder ideale per l'uso di tutti i giorni: l'ottima resistenza agli urti (come supporto di memoria utilizza le SDXC/SDHC/SD Memory

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

Sorveglianza a distanza via Internet

Sorveglianza a distanza via Internet La Vita é più Bella con Extel Sorveglianza a distanza via Internet Gamma IP VIDEOSORVEGLIANZA IP 4 TELECAMERE CON HARD DISK INTEGRATO DA 320 GB Schermo TFT a colori 43 cm extra piatto multi visione Risoluzione

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SISTEMA GV-LPR IN STRADA

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SISTEMA GV-LPR IN STRADA GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SISTEMA GV-LPR IN STRADA 1. Scopo: lo scopo di questa guida è di fornire alcune indicazioni e suggerimenti sia per l installazione del sistema di controllo basato su PC sia

Dettagli

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti 2015 Un sistema di sicurezza evoluto 01 LA VIDEOSORVEGLIANZA 02 A COSA SERVE? 03 PERCHE GLOBAL SISTEMI La videosorveglianza è un evoluto sistema di

Dettagli

MINI DV D001 MINI DV D001... 1. Manuale d'uso... 2. Caratteristiche del Prodotto... 2. Contenuto della confezione... 3. Guida all'uso...

MINI DV D001 MINI DV D001... 1. Manuale d'uso... 2. Caratteristiche del Prodotto... 2. Contenuto della confezione... 3. Guida all'uso... MINI DV D001 MINI DV D001... 1 Manuale d'uso... 2 Caratteristiche del Prodotto... 2 Contenuto della confezione... 3 Guida all'uso... 4 Carica... 4 L'accensione e il video... 5 Video Sound Control Attivazione

Dettagli

VIDEOSORVEGLIANZA 2014

VIDEOSORVEGLIANZA 2014 2014 KIT DI SORVEGLIANZA 74700 806840 CF 1 1 art. 432311 Il kit comprende i seguenti prodotti: A) DVR a 4 canali video, 1 uscita video BNC, 1 uscita video VGA, funzione QUAD (visione contemporanea di 4

Dettagli

Telecamera Speed Dome Full HD Super Dynamic Weather Resistant WV-SW598

Telecamera Speed Dome Full HD Super Dynamic Weather Resistant WV-SW598 Telecamera Speed Dome Full HD Super Dynamic Weather Resistant WV-SW598 Telecamera Speed Dome Full HD / 1920x1080 H.264 Weather Proof con ottica 30x di zoom e Super Dynamic Caratteristiche Principali Full

Dettagli

Videosorveglianza. Collezione 2013. Gamma IP - Senza filo - Con filo - Telecamere dissuasive - Accessori

Videosorveglianza. Collezione 2013. Gamma IP - Senza filo - Con filo - Telecamere dissuasive - Accessori Videosorveglianza Collezione 2013 Gamma IP - Senza filo - Con filo - Telecamere dissuasive - Accessori Gamma IP: Sorveglianza a distanza via Internet KIT IP 4 TELECAMERE CON HARD DISK INTEGRATO DA 500Gb

Dettagli

Centrale combinata CC-6000. Videosorveglianza - Televigilanza - Antifurto - Wireless

Centrale combinata CC-6000. Videosorveglianza - Televigilanza - Antifurto - Wireless Centrale combinata CC-6000 Videosorveglianza - Televigilanza - Antifurto - Wireless CC-6000 La centrale combinata CC-6000 è un dispositivo composto da 6 sezioni distinte ma interconnesse, in grado di colloquiare

Dettagli

IL QUAD: VISIONE D INSIEME DELLE TELECAMERE PANNELLO DI CONTROLLO

IL QUAD: VISIONE D INSIEME DELLE TELECAMERE PANNELLO DI CONTROLLO N@Video è un software progettato per l utilizzo in rete e ottimizza il rapporto tra risorse hardware e prestazioni. è un sistema aperto, modulare, ampliabile, aggiornabile e rende semplice la creazione

Dettagli

scheda wireless 802.11b per una connessione IP senza fili sheda GSM/Gprs per una comunicazione attraverso telefonia cellulare.

scheda wireless 802.11b per una connessione IP senza fili sheda GSM/Gprs per una comunicazione attraverso telefonia cellulare. EVO 410: protagonista di una nuova serie di telecamere Ip in qualità Motion Jpeg. Gioiello della tecnologia all interno della quale Selea ha saputo legare, al made in Italy, un know how di elevatissimo

Dettagli

CARATTERISTICHE APPLICAZIONI

CARATTERISTICHE APPLICAZIONI TAGARNO MAGNUS HD TREND MAGNUS HD TREND è l'ultimo sistema di visione prodotto da TAGARNO. Esso combina un ineguagliabile qualità delle immagini in HD con le caratteristiche di un microscopio. Grazie alla

Dettagli

Mixer stereo Professionale

Mixer stereo Professionale NOIZ MX 600 USB/DSP Mixer stereo Professionale Manuale d'uso WORLDWIDE DISTRIBUTION AUDIO4 & C srl - Via Polidoro da Caravaggio 33-20156 MILANO - ITALY Tel. +39-0233402760 - Fax +39-0233402221 - Web: www.audio4.it

Dettagli

MOD-LAN & Mappe grafiche

MOD-LAN & Mappe grafiche MOD-LAN & Mappe grafiche Il nuovo MOD-LAN Connette via BUS tutte le centrali Defender ad una LAN o Ethernet MOD-LAN Semplice configurazione Controllo Locale/Remoto Migliore qualità del servizio MOD-LAN

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del cavo di alimentazione di rete sono colorati secondo

Dettagli

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053 Guida Tecnica Obiettivi - 1 - Cos è un Obiettivo Un obiettivo è un insieme di una o più lenti che rifrangono la luce sull elemento sensibile, permettendo di focalizzare l immagine da riprendere sul sensore

Dettagli

FUORI TUTTO!! Ottica fissa

FUORI TUTTO!! Ottica fissa FUORI TUTTO!! Ottica fissa 22,00 Art. 1101 Telecamera a colori completa di ottica fissa, Mini Lens, racchiusa in mini contenitore metallico. Dalle dimensioni molto contenute, con una buona qualità di immagine

Dettagli

HUNTING HD. manuale d istruzioni

HUNTING HD. manuale d istruzioni HUNTING HD manuale d istruzioni 1 Sommario PRECAUZIONI... 3 STRUTTURA... 4 CARATTERISTICHE... 4 SPECIFICHE TECNICHE... 5 GUIDA VELOCE... 5 Registrare... 5 Playback... 5 PC telecamera... 6 Ricarica delle

Dettagli

BRC-Z330. Telecamera robotica SD/HD con sensore CMOS da 1/3" Presentazione

BRC-Z330. Telecamera robotica SD/HD con sensore CMOS da 1/3 Presentazione BRC-Z330 Telecamera robotica SD/HD con sensore CMOS da 1/3" Presentazione La BRC-Z330 è stata progettata per soddisfare la crescente richiesta di immagini Full HD da telecamere robotiche. È dotata di un

Dettagli

099/4509916 320/2948282 320/2987362 Via Berardi,44/C 74123 - Taranto

099/4509916 320/2948282 320/2987362 Via Berardi,44/C 74123 - Taranto 099/4509916 320/2948282 320/2987362 Via Berardi,44/C 74123 - Taranto Videosorveglianza Ip Telecamere Coolcam, affidabili e tecnologicamente avanzate, con costi contenuti. Telecamere IP Wi-fi con possibilità

Dettagli

Vidia La soluzione di videoconferenza di Swisscom. consigli. trucchi

Vidia La soluzione di videoconferenza di Swisscom. consigli. trucchi La soluzione di videoconferenza di Swisscom consigli & trucchi Indice 1 Videoconferenze efficaci con Vidia 3 2 Qualità audio e video ottimale 3 1.1 Qualità video 3 1.1.1 Videocamera 3 1.1.2 Condizioni

Dettagli

Listino Prodotti 2014.. 05 Videoregistratori Digitali 960H. 19 Dispositivi HD. 39 Dispositivi Speciali. 44

Listino Prodotti 2014.. 05 Videoregistratori Digitali 960H. 19 Dispositivi HD. 39 Dispositivi Speciali. 44 Listino Prodotti 2014. 05 Videoregistratori Digitali 960H. 19 Dispositivi HD. 39 Dispositivi Speciali. 44 2 Videoregistratori Digitali 960 H DVR 4 / 8 / 16 / 32 Ch. Video H.264 4 5 Videoregistratori 960H

Dettagli

LA VIDEOSORVEGLIANZA MEGAPIXEL

LA VIDEOSORVEGLIANZA MEGAPIXEL LA VIDEOSORVEGLIANZA MEGAPIXEL Documento tecnico Autore: Giuseppe Storniolo Sommario LA VIDEOSORVEGLIANZA MEGAPIXEL 3 GENERALITÀ 3 CARATTERISTICHE TECNICHE RIASSUNTIVE DEL SISTEMA 4 LE TELECAMERE 5 IL

Dettagli

Telecamere IP TB60M231-I/IR. Telecamere IP Megapixel Bullet a Led Day & Night Standard

Telecamere IP TB60M231-I/IR. Telecamere IP Megapixel Bullet a Led Day & Night Standard La nuova telecamera IP Megapixel Full HD linea MASTER Bettini rappresenta in termini di affidabilità e prestazioni un punto di riferimento nel mondo dei dispositivi dedicati ai sistemi di videosorveglianza

Dettagli

GUIDA RAPIDA. NOTES DIGITALE DOPPIA FUNZIONE AUTO DV 640 x 480 / VIDEO NOTES 320 x 240 REGISTRA SU MEMORIE MICRO SD Monitor LCD TFT 2,5

GUIDA RAPIDA. NOTES DIGITALE DOPPIA FUNZIONE AUTO DV 640 x 480 / VIDEO NOTES 320 x 240 REGISTRA SU MEMORIE MICRO SD Monitor LCD TFT 2,5 GUIDA RAPIDA NOTES DIGITALE DOPPIA FUNZIONE AUTO DV 640 x 480 / VIDEO NOTES 320 x 240 REGISTRA SU MEMORIE MICRO SD Monitor LCD TFT 2,5 9240003 Leggere attentamente il presente manuale e conservarlo per

Dettagli

CODEC CON MCU A TRE SITI PER VIDEOCONFERENZA MULTI PROTOCOLLO Particolarmente adatto per Scuole Università o PMI

CODEC CON MCU A TRE SITI PER VIDEOCONFERENZA MULTI PROTOCOLLO Particolarmente adatto per Scuole Università o PMI CODEC CON MCU A TRE SITI PER VIDEOCONFERENZA MULTI PROTOCOLLO Particolarmente adatto per Scuole Università o PMI CODIFICATORE SKOD1000 PER CHIAMATE SU RETE IP CON MULTIPROTOCOLLI : H323 O SIP SECONDO NORMATIVA

Dettagli

LA VIDEOCAMERA DIGITALE DI QUALITA BROADCAST

LA VIDEOCAMERA DIGITALE DI QUALITA BROADCAST LA VIDEOCAMERA DIGITALE DI QUALITA BROADCAST Canon XL1s: nata per soddisfare gli utenti più esigenti Canon è alla continua ricerca di sistemi in grado di offrire una qualità d immagine superiore. Da questa

Dettagli

Casper Vision FUNZIONI PRINCIPALI :

Casper Vision FUNZIONI PRINCIPALI : Casper Vision FUNZIONI PRINCIPALI : Professional Motion detection Registrazione 15 giorni (HD 80 Gbyte) Mappa degli eventi e delle registrazioni Allert su evento Invio allarmi via SMS, Email, MODEM, Ftp

Dettagli

ITALIANO TVK510. Sistema TVCC b/n 10 con ciclico a 4 canali MANUALE PER L'UTENTE

ITALIANO TVK510. Sistema TVCC b/n 10 con ciclico a 4 canali MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TVK510 Sistema TVCC b/n 10 con ciclico a 4 canali MANUALE PER L'UTENTE TVK510 - Manuale per l'utente 1 Introduzione Gentile cliente, desideriamo ringraziarla per aver acquistato un prodotto CIA.

Dettagli

Desktop & Application Sharing Quick Start Guide

Desktop & Application Sharing Quick Start Guide Desktop & Application Sharing Quick Start Guide 1 Introduzione La funzionalità Application sharing integrata nella piattaforma di videoconferenza skymeeting TM consente al conduttore di condividere il

Dettagli

VISTA PANNELLO POSTERIORE

VISTA PANNELLO POSTERIORE DVR 16 INGRESSI H264-WEB-USB Videoregistratore digitale real-time dotato del nuovo formato di compressione H.264. Dispone di sedici ingressi video e quattro audio, interfaccia Ethernet (10-100 Base-T),

Dettagli

IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita

IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Maggio 2002 Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita 1 IL SISTEMA CTP DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO Premessa

Dettagli

Video Tracking Universale con Zoom-me

Video Tracking Universale con Zoom-me Video Tracking Universale con Zoom-me Sistemi di Tracker per telecamere - La storia Sino ad alcuni anni fa, diversi fabbricanti di sistemi di Videoconferenza, proponevano soluzioni con telecamere dotate

Dettagli

Flussi Multimediali. Introduzione

Flussi Multimediali. Introduzione Flussi Multimediali 1 Introduzione Film digitali, video clip e musica stanno diventando un modo sempre più comune di presentare l informazione e l intrattenimento per mezzo del computer I file audio e

Dettagli

I principali vantaggi economici di un sistema Mobotix

I principali vantaggi economici di un sistema Mobotix I principali vantaggi economici di un sistema Mobotix Meno videocamere grazie alla risoluzione più elevata I sensori a 1536 linee e ad alta definizione offrono una panoramica migliore e consentono di monitorare

Dettagli

guida. Può registrare immagini ad alta risoluzione pixel FULL HD 1920x1080P, tecnologia avanzata Wide Dynamic, e scattare

guida. Può registrare immagini ad alta risoluzione pixel FULL HD 1920x1080P, tecnologia avanzata Wide Dynamic, e scattare Panoramica Registratore videocamera digitale HD (alta definizione) di tecnologia più avanzata; questo dispositivo è una comune videocamera HD come anche un registratore professionale di guida. Può registrare

Dettagli

Dome motorizzate Serie ZC-PT212P/XT

Dome motorizzate Serie ZC-PT212P/XT Dome motorizzate 12x Dome motorizzate Serie ZC-PT212P/XT 14/04/2014- G228/3/I Dome motorizzate Caratteristiche principali La serie ZC-PT comprende diversi modelli dalle differenti specifiche a seconda

Dettagli

Kodak 1500. Telecamera intraorale. Il modo migliore per aprire il discorso

Kodak 1500. Telecamera intraorale. Il modo migliore per aprire il discorso Kodak 1500 Telecamera intraorale Il modo migliore per aprire il discorso Immagini eccellenti, tutte, sempre Vero autofocus Come l occhio umano, la tecnologia brevettata* a lente liquida della telecamera

Dettagli

SHARP Aquos LC-40LE700E

SHARP Aquos LC-40LE700E SHARP Aquos LC-40LE700E DESCRIZIONE TV LCD con Retroilluminazione LED 40" - Formato 16:9 Risoluzione: 1920x1080 - Contrasto 3.000.000:1 Luminosità 450 cd/mq - Tempo di risposta 4 ms Connessioni Scart -

Dettagli

CONFERENCE SYSTEM PER CAPITOLO

CONFERENCE SYSTEM PER CAPITOLO SLBC450CAP Base microfonica delegato per CAPITOLO con nuovo design esclusivo, da appoggio o semi incasso, a controllo digitale, con microfono gooseneck da 46 cm con anello a LED rosso luminoso che ne indica

Dettagli

WebRoom Quick User Guide Conference Manager

WebRoom Quick User Guide Conference Manager WebRoom Quick User Guide Conference Manager Marzo 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del servizio...3

Dettagli

CCTV Videosorveglianza

CCTV Videosorveglianza 144 Ulteriori informazioni, datasheet e acquisti on-line: www.futurashop.it DVR, la tecnologia digitale per la tua SICUREZZA... Internet DVR CCTV e sistemi Videosorveglianza di registrazione 145 146 Ulteriori

Dettagli

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Indice 1. Introduzione... 2 2. Requisiti di sistema... 2 3. Installa Podium View... 3 4. Connessione all

Dettagli

SNC-DF40P SNC-DF70P Telecamere mini dome fisse collegabili in rete. www.sonybiz.net/networkvideo

SNC-DF40P SNC-DF70P Telecamere mini dome fisse collegabili in rete. www.sonybiz.net/networkvideo Telecamere mini dome fisse collegabili in rete www.sonybiz.net/networkvideo Sorveglianza ad elevate prestazioni, in interni e in esterni. Per 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Sony presenta due nuove telecamere

Dettagli

Gli elementi di caratterizzazione dello strumento. (in funzione delle applicazioni Edilizia/Verifica dispersioni energetiche)

Gli elementi di caratterizzazione dello strumento. (in funzione delle applicazioni Edilizia/Verifica dispersioni energetiche) Gli elementi di caratterizzazione dello strumento. (in funzione delle applicazioni Edilizia/Verifica dispersioni energetiche) Appunti di TERMOGRAFIA CARLESI STRUMENTI - Firenze 1 Premessa L offerta di

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA KIT FOTOVOLTAICO PER VIDEOSORVEGLIANZA WESTERN CO. SSL-TVCC. Codice prodotto: SSL-TVCC_130; SSL-TVCC_160; SSL-TVCC_200

DESCRIZIONE TECNICA KIT FOTOVOLTAICO PER VIDEOSORVEGLIANZA WESTERN CO. SSL-TVCC. Codice prodotto: SSL-TVCC_130; SSL-TVCC_160; SSL-TVCC_200 DESCRIZIONE TECNICA KIT FOTOVOLTAICO PER VIDEOSORVEGLIANZA WESTERN CO. SSL-TVCC Codice prodotto: SSL-TVCC_130; SSL-TVCC_160; SSL-TVCC_200 versione 01/2013 Il Kitfotovoltaico WESTERN CO. dovrà essere dotato

Dettagli

Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox

Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox Grandi prestazioni, affidabilità, flessibilità totale: i sistemi di videosorveglianza della gamma Promelit Eox

Dettagli

Blu Sky. Security System

Blu Sky. Security System Blu Sky Security System blu sky Chi siamo Blu Sky sviluppa e vende sistemi esclusivi per la visione e per i processi di immagine, realizza inoltre strumenti per il real time video e lo streaming. Elemento

Dettagli

Classificazione delle applicazioni multimediali su rete

Classificazione delle applicazioni multimediali su rete Universita' di Verona Dipartimento di Informatica Classificazione delle applicazioni multimediali su rete Davide Quaglia a.a. 2006/2007 1 Sommario Architettura di riferimento Classificazione per funzionalità

Dettagli

Proteggete il personale, i clienti e i valori della banca dai bancomat alle camere blindate

Proteggete il personale, i clienti e i valori della banca dai bancomat alle camere blindate Proteggete il personale, i clienti e i valori della banca dai bancomat alle camere blindate Videosorveglianza affidabile grazie a soluzioni con tecnologia video di rete all avanguardia Sistemi affidabili

Dettagli

AVCHD: PCM lineare a 2 canali, 16 bit, 48kHz / Dolby Digital a 2 canali, 16 bit, 48 khz DV: PCM lineare a 2 canali, 16 bit, 48 khz

AVCHD: PCM lineare a 2 canali, 16 bit, 48kHz / Dolby Digital a 2 canali, 16 bit, 48 khz DV: PCM lineare a 2 canali, 16 bit, 48 khz HXR-NX100 Camcorder NXCAM con sensore CMOS Exmor R da 1" con ottica zoom 48x e 3 ghiere di ottica manuale indipendenti che consentono di registrare in XAVC S, AVCHD e DV Specifiche tecniche Generale Attenzione:

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

BORESCOPE. sistema di video ispezione portatile. Manuale d uso

BORESCOPE. sistema di video ispezione portatile. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

ELENCO E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E DELLA FORNITURA (ALLEGATO A)

ELENCO E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E DELLA FORNITURA (ALLEGATO A) REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA Direzione generale Servizio tecnico e della prevenzione ELENCO E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E DELLA FORNITURA (ALLEGATO A) Pubblico Incanto Det.

Dettagli

Manuale WMG SHE MANUALE WMG SHE. Distribuito da Skynet Italia s.r.l. Pag. 1

Manuale WMG SHE MANUALE WMG SHE. Distribuito da Skynet Italia s.r.l. Pag. 1 MANUALE WMG SHE Distribuito da Skynet Italia s.r.l. Pag. 1 INDICE PREFAZIONE SICUREZZA DEL PRODOTTO ANTEPRIMA DEL PRODOTTO CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO STRUTTURA DEL PRODOTTO INSTALLAZIONE PER L USO PROCEDURA

Dettagli

DualCam Memory 16.32. MANUALE D USO vers. 19/03/2014

DualCam Memory 16.32. MANUALE D USO vers. 19/03/2014 DualCam Memory 16.32 MANUALE D USO vers. 19/03/2014 INDICE Misure di sicurezza Parti e componenti Equipaggiamento Telecomando Registrazione Menu principale Videoregistratore Cattura foto istantanee: Riproduzione

Dettagli

Telecamera infrarosso a colori da esterno impermeabile night & day Art. 7515. Manuale d uso ed installazione

Telecamera infrarosso a colori da esterno impermeabile night & day Art. 7515. Manuale d uso ed installazione Telecamera infrarosso a colori da esterno impermeabile night & day Art. 7515 Manuale d uso ed installazione SOMMARIO Informazioni per l utente... 3 Precauzioni importanti... 4 Composizione del sistema...

Dettagli

Manuale sala video. 1 Impostazioni e funzioni principali delle apparecchiature. 2 Come procedere per: 3 Procedure comuni:

Manuale sala video. 1 Impostazioni e funzioni principali delle apparecchiature. 2 Come procedere per: 3 Procedure comuni: Manuale sala video Vers. 1,3 del 24 02 2006 1 Impostazioni e funzioni principali delle apparecchiature. 1.1 Monitor 1, monitor 2 e monitor 3 1.2 Registratore mini DV1 1.3 Masterizzatore DVD 1 DVD2 1.4

Dettagli

Telecamere Full HD per ottiche CS

Telecamere Full HD per ottiche CS Telecamere Full HD per ottiche CS SANYO, la prima a proporre sistemi in Full HD Design ultra compatto 1.080p Full HD, 25 ips, massimo framerate in H.264 Risoluzione 4 megapixel (2.288 x 1.712) in MJPEG

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Ottobre 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del

Dettagli

Cablaggio e progettazione tutte le novità

Cablaggio e progettazione tutte le novità Cablaggio e progettazione tutte le novità di Adalberto Biasiotti Nell'impiantistica di sicurezza il cablaggio gioca spesso un ruolo significativo. Oggi sono disponibili numerose alternative, con pregi

Dettagli

Via Leonardo da Vinci, 6 20057 Vedano al Lambro (MB) proaudio@exhibo.it - www.exhibo.it

Via Leonardo da Vinci, 6 20057 Vedano al Lambro (MB) proaudio@exhibo.it - www.exhibo.it DISTRIBUITO E GARANTITO DA: Via Leonardo da Vinci, 6 20057 Vedano al Lambro (MB) proaudio@exhibo.it - www.exhibo.it 538380 05/10 Stampato in Italia. Sennheiser è un marchio registrato di Sennheiser electronic

Dettagli

Guida Introduzione Prodotto

Guida Introduzione Prodotto GE Security Truvision TVR10 VideoRegistratore Digitale in Tempo Reale. Informazioni Prodotto Descrizione Prodotto: Videoregistratore Digitale a 4 ingressi della serie Truvision TVR10 con compressione H264

Dettagli

Promelit Eox. Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox.

Promelit Eox. Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox. Promelit Eox Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox. Grandi prestazioni, affidabilità, flessibilità totale: i sistemi di videosorveglianza della gamma Promelit

Dettagli

Videoregistratori ETVision

Videoregistratori ETVision Guida Rapida Videoregistratori ETVision Guida di riferimento per i modelli: DARKxxLIGHT, DARKxxHYBRID, DARKxxHYBRID-PRO, DARK16NVR, NVR/DVR da RACK INDICE 1. Collegamenti-Uscite pag.3 2. Panoramica del

Dettagli