Bollettino Anno III - n. 6. Giugno 2008

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bollettino Anno III - n. 6. Giugno 2008"

Transcript

1 Bollettino Anno III - n. 6 Giugno 2008

2

3 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni)

4

5 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno III - n. 6 Giugno 2008 Luglio 2008 Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.

6 ISVAP via del Quirinale, Roma tel fax

7 Indice 1. attivita provvedimentale isvap PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE... 3 Provvedimento n del 3 giugno 2008 Fusione per incorporazione del Consorzio Agenzia Generale Ina Assitalia di Roma in Gestione Diretta, con sede in Roma, in Ina Assitalia S.p.A., con sede in Roma... 5 Provvedimento n del 3 giugno 2008 Autorizzazione di Elba Compagnia di Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A., in breve Elba Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano, all esercizio dell attività assicurativa in alcuni rami danni di cui all articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n PROVVEDIMENTI AI SENSI DELL ART. 79, COMMA 3, DEL D.LGS 7 SETTEMBRE 2005, N Autorizzazione a Assicurazioni Generali S.p.A. ad assumere la partecipazione di controllo in AVS Privatkunden Versicherungsservice GmbH ed in Volksfürsorge AG Vertriebsgesellschaft für Vorsorge- und Finanzprodukte AG partecipazioni assunte dalle imprese di assicurazione PUBBLICAZIONI, ORDINATE PER SOCIETÀ ASSICURATIVA DICHIARANTE, RELATIVE ALLE COMUNICAZIONI AI SENSI DELL ART. 5 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 20, COME SOSTITUITO DALL ART. 114, COMMA 1, LETT. A), DEL DECRETO LEGISLATIVO 17 MARZO 1995, N (GIUGNO 2008) provvedimenti sanzionatori SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE sentenze Sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio n. 566/08 del 19 dicembre atti comunitari di interesse per il settore assicurativo SELEZIONE DALLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA pareri resi all autorita garante della concorrenza e del mercato (art.20, comma 4, l. 287/90) Parere dell 11 giugno 2008 Parere ai sensi dell art. 20, comma 4, della legge n. 287/90 in merito agli effetti concorrenziali sul mercato assicurativo a seguito dell operazione di acquisizione da parte di società Reale Mutua di Assicurazioni del controllo congiunto, unitamente alla società Credito Emiliano S,p.A., della società Credemassicurazioni S.p.A: Parere del 18 giugno 2008 Parere parere ai sensi dell art. 20, comma 4, della legge n. 287/90 in merito agli effetti concorrenziali sul mercato assicurativo a seguito dell operazione di acquisizione del capitale sociale di Padana Assicurazioni S.p.A. da parte di Helvetia Schweizerrische Versicherungselleschaft AG...115

8 Parere del 30 giugno 2008 Parere ai sensi dell art. 20, comma 4, della legge n. 287/90 in merito agli effetti concorrenziali sul mercato assicurativo a seguito dell operazione di acquisizione da parte della società Credito Emiliano S.p.A. di 33 sportelli bancari della Banca Popolare di Verona - San Geminiano e San Prospero altre notizie MODIFICHE STATUTARIE Aumento del capitale sociale di TUA Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano Modifica della denominazione sociale di Effe Vita Compagnia di assicurazioni sulla vita S.p.A., con sede in Firenze Modifica della denominazione sociale di Fondiprev Compagnia di assicurazioni sulla vita S.p.A., con sede in Firenze Modifica della denominazione sociale di Axa Carlink Assicurazioni - S.p.A., con sede in Milano TASSO DI INTERESSE GARANTIBILE NEI CONTRATTI RELATIVI AI RAMI VITA Determinazione dei tassi massimi di interesse da applicare ai contratti dei rami vita espressi in euro che prevedono una garanzia di tasso di interesse BILANCIO ISVAP II

9

10

11 1. attivita provvedimentale isvap

12

13 1.1 PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE

14

15 Attività provvedimentale ISVAP - Provvedimenti riguardanti singole imprese Provvedimento n del 3 giugno 2008 Fusione per incorporazione del Consorzio Agenzia Generale Ina Assitalia di Roma in Gestione Diretta, con sede in Roma, in Ina Assitalia S.p.A., con sede in Roma. L ISVAP VISTA la legge 12 agosto 1982, n. 576, recante la riforma della vigilanza sulle assicurazioni, e le successive disposizioni modificative e integrative; VISTO il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, concernente il Codice delle assicurazioni private; VISTO il Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008 recante le procedure di autorizzazioni delle fusioni; VISTO il decreto ministeriale 26 novembre 1984 di ricognizione delle autorizzazioni all esercizio dell attività assicurativa e riassicurativa rilasciate a Ina Assitalia S.p.A. con sede in Roma, Corso d Italia n. 33 ed i successivi provvedimenti autorizzativi; VISTA l istanza congiunta del 14 marzo 2008 con la quale Ina Assitalia S.p.A. e Consorzio Agenzia Generale Ina Assitalia di Roma in Gestione Diretta hanno chiesto l autorizzazione della fusione per incorporazione del Consorzio Agenzia Generale Ina Assitalia di Roma in Gestione Diretta, previamente trasformato in società a responsabilità, in Ina Assitalia S.p.A.; VISTA la documentazione allegata alla predetta istanza ed i successivi documenti integrativi, pervenuti da ultimo il 19 maggio 2008; RILEVATO che la società incorporante dispone del margine di solvibilità necessario, tenuto conto della fusione; CONSIDERATO che l operazione di fusione non contrasta con la sana e prudente gestione dell incorporante Ina Assitalia S.p.A.; RILEVATO che l operazione di fusione soddisfa le condizioni poste dalla normativa di settore per la tutela degli assicurati; VISTA la delibera con la quale il Consiglio dell ISVAP, nella seduta del 29 maggio 2008, ha espresso parere favorevole in ordine all accoglimento della citata istanza; 5

16 Bollettino ISVAP giugno 2008 Dispone E autorizzata la fusione per incorporazione del Consorzio Agenzia Generale Ina Assitalia di Roma in Gestione Diretta, previamente trasformato in società a responsabilità, in Ina Assitalia S.p.A., entrambi con sede in Roma. Il presente provvedimento è pubblicato nel Bollettino e nel sito internet dell Autorità. Il Presidente (Giancarlo Giannini) 6

17 Attività provvedimentale ISVAP - Provvedimenti riguardanti singole imprese Provvedimento n del 3 giugno 2008 Autorizzazione di Elba Compagnia di Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A., in breve Elba Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano, all esercizio dell attività assicurativa in alcuni rami danni di cui all articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n L ISVAP VISTA la legge 12 agosto 1982, n. 576, recante la riforma della vigilanza sulle assicurazioni, e le successive disposizioni modificative e integrative; VISTO il decreto ministeriale 24 aprile 1997, n. 186, recante norme per la determinazione dei requisiti di onorabilità e professionalità ai fini del rilascio dell autorizzazione all esercizio dell attività assicurativa nonché per la determinazione dei criteri per la concessione, la sospensione e la revoca delle autorizzazioni all assunzione di una partecipazione qualificata o di controllo in imprese assicuratrici; VISTO il decreto ministeriale 30 marzo 2000, n. 162, recante norme per la fissazione dei requisiti di professionalità e di onorabilità dei membri del collegio sindacale, emanato ai sensi dell art. 148, comma 4, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58; VISTO il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, recante il Codice delle assicurazioni private; VISTO il Regolamento ISVAP n. 10 del 2 gennaio 2008, recante le procedure di accesso all attività assicurativa e l albo delle imprese di assicurazione; VISTA l istanza del 3 novembre 2007 con la quale Elba Assicurazioni S.p.A. ha chiesto di essere autorizzata ad esercitare l attività assicurativa nei rami 9. Altri danni ai beni e 15. Cauzione, di cui all articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209; VISTA la documentazione allegata alla predetta istanza ed i successivi documenti integrativi, pervenuti da ultimo in data 26 maggio 2008; CONSIDERATO che il programma di attività e la relazione tecnica presentati da Elba Assicurazioni S.p.A. soddisfano le condizioni di accesso indicate negli articoli 13 e 14 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209; VISTA la delibera con la quale il Consiglio dell ISVAP, nella seduta del 29 maggio 2008, ha espresso parere favorevole in ordine all accoglimento della citata istanza; 7

18 Bollettino ISVAP giugno 2008 Dispone Elba Compagnia di Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A., in breve Elba Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano, Via Mecenate n. 90, è autorizzata ad esercitare l attività assicurativa nei rami 9. Altri danni ai beni e 15. Cauzione, di cui all articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n Il presente provvedimento è pubblicato nel Bollettino e nel sito internet dell Autorità. Il Presidente (Giancarlo Giannini) 8

19 Attività provvedimentale ISVAP - Provvedimenti riguardanti singole imprese 1.2 PROVVEDIMENTI AI SENSI DELL ART. 79, COMMA 3, DEL D.LGS 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 Autorizzazione a Assicurazioni Generali S.p.A. ad assumere la partecipazione di controllo in AVS Privatkunden Versicherungsservice GmbH ed in Volksfürsorge AG Vertriebsgesellschaft für Vorsorge- und Finanzprodukte AG. L Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo ISVAP in data 4 giugno 2008 ha autorizzato, ai sensi dell art. 79, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209, Assicurazioni Generali S.p.A. ad assumere la partecipazione di controllo, per il tramite di Generali Versicherung AG, in AVS Privatkunden Versicherungsservice GmbH e la partecipazione di controllo, per il tramite di Volksfürsorge Deutsche Lebensversicherung AG, in Volksfürsorge AG Vertriebsgesellschaft für Vorsorge - und Finanzprodukte AG. 9

20

21 2. partecipazioni assunte dalle imprese di assicurazione

22

23 Partecipazioni assunte dalle imprese di assicurazione 2.1 PUBBLICAZIONI, ORDINATE PER SOCIETÀ ASSICURATIVA DICHIARANTE, RELATIVE ALLE COMUNICAZIONI AI SENSI DELL ART. 5 1 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 20, COME SOSTITUITO DALL ART. 114, COMMA 1, LETT. A), DEL DECRETO LEGISLATIVO 17 MARZO 1995, N (GIUGNO 2008) Le imprese di assicurazione sono obbligate a comunicare all ISVAP l avvenuta assunzione di partecipazione in altra società qualora la partecipazione: - - da sola od unitamente ad altra già posseduta direttamente od indirettamente, comporti il controllo della società partecipata; assunta direttamente dall impresa di assicurazione con impiego del patrimonio libero, da sola od unitamente ad altra già posseduta direttamente, superi i limiti del 5% del capitale sociale dell impresa ovvero del capitale sociale della società partecipata o quando le variazioni in aumento di una partecipazione già comunicata comportino nuovamente il superamento dei predetti limiti. N. Albo Data Impresa di assicurazione Società partecipata operazione dichiarante Causale 441/ /05/2008 Alleanza Assicurazioni UNICREDIT S.P.A. sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 442/ /05/2008 Alleanza Assicurazioni BANCA CARIGE SPA variazione in aumento 443/ /05/2008 Alleanza Assicurazioni AUTOSTRADA TORINO-MILANO SPA sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 444/ /05/2008 Alleanza Assicurazioni BANCO SANTANDER CENTRAL HISPANO S.A. variazione in aumento 445/ /05/2008 Alleanza Assicurazioni BUZZI UNICEM variazione in aumento 446/ /05/2008 Alleanza Assicurazioni TERNA S.P.A. sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 429/ /04/2008 Antonveneta Vita BNP PARIBAS S.A. sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 430/ /04/2008 Antonveneta Vita SIEMENS AG sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 425/ /04/2008 Assicurazioni Generali N.V. NEDERLANDSCHE MAAT. VOOR TRUSTZAKEN assunzione del controllo indiretto 438/ /04/2008 Assicurazioni Generali FOUNDATIONSQUATIER GMBH assunzione del controllo indiretto 447/ /05/2008 Assicurazioni Generali INTESA SANPAOLO S.P.A. variazione in aumento 1 Le comunicazioni relative all assunzione di partecipazioni da parte delle imprese di assicurazione e riassicurazione continuano ad essere pubblicate in quanto disciplinate in via transitoria dall art. 5 della legge 20/91, in attesa della completa attuazione della normativa prevista dagli artt. 79 e 80 del d.lgs. 9 settembre 2005, n. 209 (Codice delle assicurazioni). 13

24 Bollettino ISVAP giugno 2008 N. Albo Data Impresa di assicurazione Società partecipata operazione dichiarante Causale 426/ /04/2008 Aurora CARREFOUR SA sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 427/ /04/2008 Aurora ROCHE HOLDING AG sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 434/ /04/2008 Aurora CARREFOUR SA variazione in aumento 433/ /04/2008 Avipop AVIPOP VITA assunzione del controllo 453/ /05/2008 Fata Assicurazioni Danni DEUTSCHE TELEKOM A.G. sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 454/ /05/2008 Fata Assicurazioni Danni GOODYEAR TYRE & RUBBER CO sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 455/ /05/2008 Fata Assicurazioni Danni GOODYEAR TYRE & RUBBER CO variazione in aumento 431/ /04/2008 Fondiaria - Sai DOWNALL ITALIA SRL sup al 5% del cap. soc. della partecipata 432/ /04/2008 Fondiaria - Sai MEDIORISCHI S.P.A. sup al 5% del cap. soc. della partecipata 436/ /04/2008 Fondiaria - Sai IMMOBILIARE LOMBARDA S.P.A. variazione in aumento 437/ /04/2008 Fondiaria - Sai SERVIZI SALUTE E MALATTIA S.C.R.L. assunzione del controllo 439/ /04/2008 Genertel GENERTEL SERVIZI ASSICURATIVI S.R.L. sup al 5% del cap. soc. della partecipata 452/ /05/2008 Genertel DEUTSCHE TELEKOM A.G. sup al 5% del cap. soc. della partecipata 428/ /04/2008 Ina Assitalia PHILIPS ELECTRONICS NV variazione in aumento 440/ /05/2008 Ina Assitalia IMPRE FINANZIARIA D IMPRESA S.P.A. sup al 5% del cap. soc. della partecipata 448/ /05/2008 Ina Assitalia INTESA SANPAOLO S.P.A. variazione in aumento 449/ /05/2008 Ina Assitalia DEUTSCHE TELEKOM A.G. sup. al 5% del cap. soc. della soc. assicurativa dichiarante 450/ /05/2008 Ina Assitalia AUTOGRILL S.P.A. variazione in aumento 451/ /05/2008 Ina Assitalia SARAS S.P.A. variazione in aumento 435/ /04/2008 Net Insurance GEAITALIA S.P.A. variazione in aumento 456/ /05/2008 Net Insurance GEAITALIA S.P.A. variazione in aumento 14

25 Partecipazioni assunte dalle imprese di assicurazione N. Albo Data Impresa di assicurazione Società partecipata operazione dichiarante Causale 457/ /05/2008 Net Insurance PERSONAL LOANS HOLDING S.R.L. variazione in aumento 423/ /03/2008 Unipol UNILEVER N.V. variazione in aumento 424/ /04/2008 Unipol UNILEVER N.V. variazione in aumento 15

26

27 3. provvedimenti sanzionatori

28

29 3.1 SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE

30

31 Sanzioni ORDINANZA N. 1911/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Allianz S.p.A., con sede in Trieste. art. 2 del d.l. 857/1976, come sostituito dall art. 126, comma 2, lettera a), del d.lgs. 175/ rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 1.500,00 (millecinquecento/00). ORDINANZA N. 1913/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1914/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 1915/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Zurich Insurance Company S.A. - Rappresentanza Generale per l Italia, con sede in Milano. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 21

32 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1916/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Sasa Assicurazioni Riassicurazioni S.p.A., con sede in Trieste. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 1917/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fata Assicurazioni Danni S.p.A., con sede in Roma. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 1918/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Ubi Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1919/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Sara Assicurazioni S.p.A., con sede in Roma. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimilaquattrocento/00). 22

33 Sanzioni ORDINANZA N. 1920/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (trentamila/00). ORDINANZA N. 1921/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettere a) e b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.400,00 (duemilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 1922/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (trentamila/00). ORDINANZA N. 1923/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). 23

34 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1924/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Augusta Assicurazioni S.p.A., con sede in Torino. art. 315, comma 1, lettera d) e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 3.780,00 (tremilasettecentottanta/00). ORDINANZA N. 1925/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Augusta Assicurazioni S.p.A., con sede in Torino. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1926/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Italiana Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 1927/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Toro Assicurazioni S.p.A., con sede in Torino. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 10, lettera b), punto 1, del d.l. 857/1976. euro ,33 (sedicimilasessantasette/33). 24

35 Sanzioni ORDINANZA N. 1928/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Società Reale Mutua di Assicurazioni, con sede in Torino. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 1929/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Sun Insurance Office Ltd - Rappresentanza Generale per l Italia, con sede in Genova. art. 315, comma 1, lettera c) e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 2.835,00 (duemilaottocentotrentacinque/00). ORDINANZA N. 1930/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). dei termini per formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 1931/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa, con sede in Verona. dei termini per formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (trentamila/00). 25

36 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1932/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Sasa Assicurazioni Riassicurazioni S.p.A., con sede in Trieste. dei termini per formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1933/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1934/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Sara Assicurazioni S.p.A., con sede in Roma. dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 1935/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Sara Assicurazioni S.p.A., con sede in Roma. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). 26

37 Sanzioni ORDINANZA N. 1936/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiprev S.p.A., con sede in Firenze. circolare ISVAP n. 577/D del 30 dicembre 2005 (art. 12, punto ) - omesso invio della bozza di contratto avente ad oggetto l esternalizzazione dell attività di internal auditing a Fondiaria-Sai S.p.A. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 1937/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Crédit Agricole Vita S.p.A. (già Po Vita S.p.A.), con sede in Parma. circolare ISVAP n. 577/D del 30 dicembre 2005 (art. 12, punto ) - omesso invio della bozza di contratto avente ad oggetto l esternalizzazione dell attività di internal auditing a Fondiaria-Sai S.p.A. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 1938/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Sasa Assicurazioni Riassicurazioni S.p.A., con sede in Trieste. circolare ISVAP n. 577/D del 30 dicembre 2005 (art. 12, punto ) - omesso invio della bozza di contratto avente ad oggetto l esternalizzazione dell attività di internal auditing a Fondiaria-Sai S.p.A. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 1939/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Systema Compagnia di Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. circolare ISVAP n. 577/D del 30 dicembre 2005 (art. 12, punto ) - omesso invio della bozza di contratto avente ad oggetto l esternalizzazione dell attività di internal auditing a Fondiaria-Sai S.p.A. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). 27

38 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1940/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Unipol Assicurazioni S.p.A., con sede in Bologna. art. 6, comma 1, della l. 576/ tardivo invio del verbale dell assemblea ordinaria dei soci del 1 settembre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 1941/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 6, comma 1, della l. 576/ tardivo invio del verbale dell assemblea ordinaria dei soci del 1 settembre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 1942/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Padana Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). provvedimento ISVAP n G del 6 luglio 1999 (allegato III, punto E) - mancata indicazione, nella relazione semestrale al 30 giugno 2006, del prevedibile ammontare del margine di solvibilità da costituire alla chiusura dell esercizio. art. 310, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 2.000,00 (duemila/00). ORDINANZA N. 1944/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Ina Assitalia S.p.A., con sede in Roma. art. 12 ter della l. 990/1969, introdotto dall art. 3, comma 1, della l. 57/ ritardo nell accoglimento della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di un sinistro r.c. auto. art. 317, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 7.500,00 (settemilacinquecento/00). 28

39 Sanzioni ORDINANZA N. 1948/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del Regolamento ISVAP n. 4 del 9 agosto rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1949/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Direct Line Insurance S.p.A., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del Regolamento ISVAP n. 4 del 9 agosto tardivo rilascio dell attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1950/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Navale Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 2 del d.l. 857/1976, come sostituito dall art. 126, comma 2, lettera a), del d.lgs. 175/ rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1951/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa, con sede in Verona. art. 2 del d.l. 857/1976, come sostituito dall art. 126, comma 2, lettera a), del d.lgs. 175/ rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). 29

40 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1952/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 2 del d.l. 857/1976, come sostituito dall art. 126, comma 2, lettera a), del d.lgs. 175/ rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 2 del d.l. 857/1976, come sostituito dall art. 126 del d.lgs. 175/1995. euro 516,00 (cinquecentosedici/00). ORDINANZA N. 1953/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 2 del d.l. 857/1976, come sostituito dall art. 126, comma 2, lettera a), del d.lgs. 175/ rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 2 del d.l. 857/1976, come sostituito dall art. 126 del d.lgs. 175/1995. euro 516,00 (cinquecentosedici/00). ORDINANZA N. 1954/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del Regolamento ISVAP n. 4 del 9 agosto rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1955/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del Regolamento ISVAP n. 4 del 9 agosto tardivo rilascio dell attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). 30

41 Sanzioni ORDINANZA N. 1956/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Zuritel S.p.A., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del Regolamento ISVAP n. 4 del 9 agosto rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1957/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Ina Assitalia S.p.A., con sede in Roma. combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del Regolamento ISVAP n. 4 del 9 agosto rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1958/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del Regolamento ISVAP n. 4 del 9 agosto rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1959/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Capitalia Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. circolare ISVAP n. 577/D del 30 dicembre 2005 (art. 12, punto ) - omesso invio della bozza di contratto avente ad oggetto l esternalizzazione dell attività di internal auditing a Fondiaria-Sai S.p.A. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). 31

42 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1960/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Liguria Società di Assicurazioni S.p.A., con sede in Segrate (MI). circolare ISVAP n. 577/D del 30 dicembre 2005 (art. 12, punto ) - omesso invio della bozza di contratto avente ad oggetto l esternalizzazione dell attività di internal auditing a Fondiaria-Sai S.p.A. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 1962/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettere a) e c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.650,00 (quattomilaseicentocinquanta/00). ORDINANZA N. 1963/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Assicurazioni Generali S.p.A., con sede in Trieste. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 1964/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). 32

43 Sanzioni ORDINANZA N. 1965/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1966/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 10, lettera b), punto 1, del d.l. 857/1976. euro ,00 (trentamilanovecentottantasette/00). ORDINANZA N. 1967/08 DEL 10 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 11, lettera b), del d.l. 857/1976. euro 1.164,00 (millecentosessantaquattro/00). ORDINANZA N. 1968/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa, con sede in Verona. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 33

44 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1969/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Carige R.D. Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A., con sede in Milano. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1970/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Carige R.D. Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1971/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Carige R.D. Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A., con sede in Milano. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1972/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Sasa Assicurazioni Riassicurazioni S.p.A., con sede in Trieste. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 11, lettera b), del d.l. 857/1976. euro 1.153,30 (millecentocinquantatre/30). 34

45 Sanzioni ORDINANZA N. 1973/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Toro Assicurazioni S.p.A., con sede in Torino. dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 1974/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 1975/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1976/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). 35

46 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1977/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1978/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Sun Insurance Office Ltd - Rappresentanza Generale per l Italia, con sede in Genova. dei termini per la corresponsione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1979/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Augusta Assicurazioni S.p.A., con sede in Torino. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione della domanda di integrazione degli elementi mancanti nella richiesta di risarcimento. art. 3, comma 10, lettera a), del d.l. 857/1976. euro 1.032,00 (milletrentadue/00). ORDINANZA N. 1980/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Assicurazioni Generali S.p.A., con sede in Trieste. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione della domanda di integrazione degli elementi mancanti nella richiesta di risarcimento. art. 3, comma 10, lettera a), del d.l. 857/1976. euro 1.032,00 (milletrentadue/00). 36

47 Sanzioni ORDINANZA N. 1981/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Allianz S.p.A., con sede in Trieste. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 10, lettera b), punto 1, del d.l. 857/1976. euro ,00 (trentamilanovecentottantasette/00). ORDINANZA N. 1982/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Allianz S.p.A., con sede in Trieste. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 1983/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Assimoco S.p.A., con sede in Segrate (MI). artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8, comma 1, lettera a), del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 1984/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa, con sede in Verona. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). 37

48 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1985/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Aviva Italia S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera c) e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 2.835,00 (duemilaottocentotrentacinque/00). ORDINANZA N. 1986/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Zurich Insurance Company S.A. - Rappresentanza Generale per l Italia, con sede in Milano. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8, comma 1, lettera a), del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 1987/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione della domanda di integrazione degli elementi mancanti nella richiesta di risarcimento nonché per la formulazione dell offerta al danneggiato. art. 3, comma 10, lettera a) e comma 11, lettera b), del d.l. 857/1976. euro 2.298,00 (duemiladuecentonovantotto/00). ORDINANZA N. 1988/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (settantamilaottocento/00). 38

49 Sanzioni ORDINANZA N. 1989/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Compagnia Assicuratrice Linear S.p.A., con sede in Bologna. art. 7 della l. 990/1969 e art. 16 del d.p.r. 973/ tardivo rilascio del certificato di assicurazione e del contrassegno in ordine ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 4.500,00 (quattromilacinquecento/00). ORDINANZA N. 1990/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa, con sede in Verona. dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 1991/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Fata Assicurazioni Danni S.p.A., con sede in Roma. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimila/00). ORDINANZA N. 1992/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 39

50 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 1993/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione della domanda di integrazione degli elementi mancanti nella richiesta di risarcimento. art. 3, comma 10, lettera a), del d.l. 857/1976. euro 1.032,00 (milletrentadue/00). ORDINANZA N. 1994/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 1995/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 11, lettera b), del d.l. 857/1976. euro 3.675,00 (tremilaseicentosettantacinque/00). ORDINANZA N. 1996/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). 40

51 Sanzioni ORDINANZA N. 1997/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 5.400,00 (cinquemilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 1998/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 1999/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione della domanda di integrazione degli elementi mancanti nella richiesta di risarcimento. art. 3, comma 10, lettera a), del d.l. 857/1976. euro 1.032,00 (milletrentadue/00). ORDINANZA N. 2000/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 10, lettera b), punto 2, del d.l. 857/1976. euro ,55 (sessantottomilaottocentosessanta/55). 41

52 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 2001/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (sessantamila/00). ORDINANZA N. 2002/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 5.400,00 (cinquemilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 2003/08 DEL 16 GIUGNO 2008 U.C.I. - Ufficio Centrale Italiano, con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la corresponsione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 2005/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Allianz S.p.A., con sede in Trieste. art. 2 del d.l. 857/1976, come sostituito dall art. 126, comma 2, lettera a), del d.lgs. 175/ rilascio di irregolare attestazione sullo stato del rischio relativa ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 1.500,00 (millecinquecento/00). 42

53 Sanzioni ORDINANZA N. 2006/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2007/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 5.400,00 (cinquemilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 2008/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettere a) e b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.400,00 (duemilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 2009/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Risparmio & Previdenza S.p.A., con sede in Verona. provvedimento ISVAP n. 297 del 19 luglio 1996 (art. 7) - omessa segnalazione, nella comunicazione trimestrale sulle posizioni aperte in strumenti finanziari derivati al 30 giugno 2007, di due opzioni, CCL ,65 OPT CS/BCA IMI e CLL ,76 OPT CS/UBS. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). 43

54 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 2010/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Assicurazioni Generali S.p.A., con sede in Trieste. art. 5, comma 1, della l. 20/1991, come sostituito dall art. 114 del d.lgs. 174/1995, e circolare ISVAP n. 250 del 20 giugno mancata comunicazione dell assunzione della partecipazione di controllo indiretto nelle società Tiberina s.r.l. Unipersonale e La Torre s.r.l.. art. 16, comma 1, della l. 20/1991. euro 2.064,00 (duemilasessantaquattro/00). ORDINANZA N. 2011/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2012/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2013/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Allianz S.p.A., con sede in Trieste. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8, comma 1, lettera a), del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). 44

55 Sanzioni ORDINANZA N. 2014/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettere b) e c), del d.lgs. 209/2005. euro 5.850,00 (cinquemilaottocentocinquanta/00). ORDINANZA N. 2015/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Assimoco S.p.A., con sede in Segrate (MI). art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (novantamila/00). ORDINANZA N. 2016/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Toro Assicurazioni S.p.A., con sede in Torino. dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2017/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 10, lettera b), punto 1, del d.l. 857/1976. euro 5.164,00 (cinquemilacentosessantaquattro/00). 45

56 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 2018/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2019/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa, con sede in Verona. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8, comma 1, lettera a), del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2020/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Assicurazioni Generali S.p.A., con sede in Trieste. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione della domanda di integrazione degli elementi mancanti nella richiesta di risarcimento. art. 3, comma 10, lettera a), del d.l. 857/1976. euro 1.032,00 (milletrentadue/00). ORDINANZA N. 2021/08 DEL 16 GIUGNO 2008 Aurora Assicurazioni S.p.A., con sede in San Donato Milanese (MI). art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettere a) e b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.400,00 (duemilaquattrocento/00). 46

57 Sanzioni ORDINANZA N. 2022/08 DEL 17 GIUGNO 2008 Assimoco S.p.A., con sede in Segrate (MI). art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 3, comma 10, lettera b), punto 2, del d.l. 857/1976. euro ,66 (ottantaduemilaseicentotrentadue/66). ORDINANZA N. 2023/08 DEL 17 GIUGNO 2008 Società Reale Mutua di Assicurazioni, con sede in Torino. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (novantamila/00). ORDINANZA N. 2024/08 DEL 17 GIUGNO 2008 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa, con sede in Verona. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8, comma 1, lettera a), del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2026/08 DEL 17 GIUGNO 2008 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa, con sede in Verona. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). 47

58 Bollettino ISVAP giugno 2008 ORDINANZA N. 2027/08 DEL 17 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 1.200,00 (milleduecento/00). ORDINANZA N. 2028/08 DEL 17 GIUGNO 2008 Fondiaria-Sai S.p.A., con sede in Firenze. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2029/08 DEL 17 GIUGNO 2008 Milano Assicurazioni S.p.A., con sede in Milano. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2030/08 DEL 17 GIUGNO 2008 Sasa Assicurazioni Riassicurazioni S.p.A., con sede in Trieste. art. 3 del d.l. 857/1976, come modificato dall art. 5 della l. 57/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto con due posizioni di danno, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 3, comma 11, del d.l. 857/1976. euro 6.196,00 (seimilacentonovantasei/00). 48

Bollettino Anno IV - n. 10. Ottobre 2009

Bollettino Anno IV - n. 10. Ottobre 2009 Bollettino Anno IV - n. 10 Ottobre 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO 40848 05/01/2011 Uniqa Protezione 40850 05/01/2011 Duomo Uni One Assicurazioni 40852 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40853 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40854 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 11. Novembre 2009

Bollettino Anno IV - n. 11. Novembre 2009 Bollettino Anno IV - n. 11 Novembre 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 5. Maggio 2009

Bollettino Anno IV - n. 5. Maggio 2009 Bollettino Anno IV - n. 5 Maggio 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 9/2015 pubblicato il 30 ottobre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 10/2015 pubblicato il 30 novembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ORDINANZA N. 1/14 DELL'8 GENNAIO 2014 (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. combinato disposto degli artt. 5, comma 2, 7 e 183, comma 2,

Dettagli

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00 AVVISO AI LETTORI A partire dal numero di Luglio 2006 il Bollettino in forma cartacea, unica con valore legale, è disponibile esclusivamente, singolarmente o in abbonamento, presso l Istituto Poligrafico

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno II n. 11/2014 pubblicato il 31 dicembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 10/2014

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 10/2014 I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Mensile Anno II n. 10/2014 pubblicato il 28 novembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 9/2014

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 9/2014 I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Mensile Anno II n. 9/2014 pubblicato il 31 ottobre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 8/2015 pubblicato il 30 settembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 11/2015 pubblicato il 31 dicembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00 AVVISO AI LETTORI A partire dal numero di Luglio 2006 il Bollettino in forma cartacea, unica con valore legale, è disponibile esclusivamente, singolarmente o in abbonamento, presso l Istituto Poligrafico

Dettagli

RISULTATO DI COMPETENZA DEGLI AZIONISTI DEL GRUPPO RISULTATO TECNICO

RISULTATO DI COMPETENZA DEGLI AZIONISTI DEL GRUPPO RISULTATO TECNICO DI INVESTIMENTI =^ ASSICURAZIONI GENERALI....................................... 1 ) 2010 68.435.400 1 62.865.500 47.295.500 3.692.500 1.701.900 364.243.300 372.585.200 52.430.800 323.851.000 72.758.600

Dettagli

DENOMINAZIONE SOCIALE PEC INDIRIZZO SEDE LEGALE

DENOMINAZIONE SOCIALE PEC INDIRIZZO SEDE LEGALE CODICE ISVAP DENOMINAZIONE SOCIALE PEC INDIRIZZO SEDE LEGALE A273S ABC ASSICURA SOCIETA' PER AZIONI ABC.ASSICURA@PEC.GRUPPOCATTOLICA.IT VIA CARLO EDERLE, 45-37126 VERONA A392S ALA ASSICURAZIONI SOCIETA'

Dettagli

Compagnie assicurative partner

Compagnie assicurative partner Compagnie assicurative partner Compagnie e intermediari presso le quali Agenzia Amica è accreditata. Ben Assicura Ben Assicura è il marchio di assicurazioni auto 100% online di Direct Line Insurance S.p.A.

Dettagli

Risparmiare fino a 1.951,00 scegliendo la compagnia più conveniente per la polizza RC Auto in Trentino

Risparmiare fino a 1.951,00 scegliendo la compagnia più conveniente per la polizza RC Auto in Trentino Risparmiare fino a 1.951,00 scegliendo la compagnia più conveniente per la polizza RC Auto in Trentino Un ragazzo diciottenne, celibe, residente a Trento, studente, che assicura un autovettura a benzina

Dettagli

R.C. AUTO. http://www.allianzras.it http://www.allianzsubalpina.it http://www.allianzlloydadriatico.it. http://www.assimoco.com/

R.C. AUTO. http://www.allianzras.it http://www.allianzsubalpina.it http://www.allianzlloydadriatico.it. http://www.assimoco.com/ A273S 1.00054 ABC ASSICURA SOCIETA' PER AZIONI VIA CARLO EDERLE, 45-37126 VERONA http://www.abcassicura.it/ A392S 1.00110 ALA ASSICURAZIONI SOCIETA' PER AZIONI VIA PORRO LAMBERTENGHI, 7-20159 MILANO http://www.ala-assicurazioni.it/

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 2/2015 pubblicato il 31 marzo 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 6/2015 pubblicato il 31 luglio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

1. ABC ASSICURA mediazione@pec.gruppocattolica.it. 2. ALA mediazione@ala-assicurazioni.telecompost.it

1. ABC ASSICURA mediazione@pec.gruppocattolica.it. 2. ALA mediazione@ala-assicurazioni.telecompost.it Elenco delle Imprese assicuratrici aderenti alle Linee Guida ANIA per la gestione della mediazione a fini conciliativi in materia assicurativa Aggiornato al 6 giugno 2012 N. IMPRESA CASELLA PEC A CUI INVIARE

Dettagli

ANIA. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

ANIA. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici E D I Z I O N E 2 0 1 0 P r e m i d e l l a v o r o d i r e t t o i t a l i a n o 2 0 0 9 ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici EDIZIONE 2010 Premi del lavoro diretto italiano 2009 SEZIONE

Dettagli

Bollettino Anno IX - n. 3. Marzo 2006

Bollettino Anno IX - n. 3. Marzo 2006 Bollettino Anno IX - n. 3 Marzo 2006 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno IX

Dettagli

1. CONTESTO NORMATIVO

1. CONTESTO NORMATIVO PARITÀ DI TRATTAMENTO TRA UOMINI E DONNE NEI SERVIZI ASSICURATIVI: INFORMATIVA PER L UTENZA E PER LE IMPRESE DI ASSICURAZIONE, AI SENSI DEL REGOLAMENTO ISVAP N. 30. 1. CONTESTO NORMATIVO La Direttiva 2004/113/CE,

Dettagli

Secondo semestre 2002

Secondo semestre 2002 Secondo semestre 2002 profilo A Persona fisica di sesso maschile di 18 anni di età, che si assicura per la prima volta con la formula tariffaria bonus-malus, con un massimale pari a quello minimo previsto

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 INDICE SOMMARIO Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 Il nuovo «codice delle assicurazioni» 1. D.L.vo 7 settembre 2005, n. 209. Codice delle assicurazioni

Dettagli

ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici P r e m i d e l l a v o r o d i r e t t o i t a l i a n o 2 0 0 3 ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici Premi del lavoro diretto italiano 2003 INDICE PARTE I - Premi distinti per ramo

Dettagli

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it Regolamento ISVAP n 5/2006 ALLEGATO 7B Ai sensi della vigente normativa, l intermediario

Dettagli

Allegato A - Determinazione n.

Allegato A - Determinazione n. ASSICURATRICE VAL PIAVE - S.P.A. 3356 00075940254 30/04/2014 103,72 PO 2014 3 09/05/2014 1 08/05/2014 BL ASSICURATRICE VAL PIAVE - S.P.A. 3356 00075940254 29/05/2014 0,03 PO 2013 1 07/06/2014 1 06/06/2014

Dettagli

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente Ai sensi della vigente normativa, l intermediario assicurativo ha l obbligo di consegnare al contraente il presente documento che contiene notizie sull intermediario stesso, su potenziali situazioni di

Dettagli

ELENCO DEI PREVENTIVI PERVENUTI

ELENCO DEI PREVENTIVI PERVENUTI Oggetto: confronto di preventivi per copertura RC Auto Richiedente: e.ceparano Richiesta No: REQ-39750523-0.98595200 1368048703 Data Elaborazione: 08-05-2013 ELENCO DEI PREVENTIVI PERVENUTI Gentile utente,

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 1/2015 pubblicato il 27 febbraio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi AGREA Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 194 del 23/03/2011 Proposta: DAG/2011/196 del 21/03/2011 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici P r e m i d e l l a v o r o d i r e t t o i t a l i a n o 2 0 0 2 ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici Premi del lavoro diretto italiano 2002 INDICE PARTE I - Premi distinti per ramo

Dettagli

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI DAINA FINANCE LTD 130 Shaftesbury Avenue, 2nd Floor London W1D5EU United Kingdom Branch italiana: Viale Filippo Tommaso Marinetti 221, 00143 Roma Regolamento ISVAP N. 5/2006 Modello Unico - Edizione 11/2013

Dettagli

PROVVEDIMENTO 2322 DEL 6 DICEMBRE 2004

PROVVEDIMENTO 2322 DEL 6 DICEMBRE 2004 PROVVEDIMENTO 2322 DEL 6 DICEMBRE 2004 Decreto legislativo 3 novembre 2003 n. 307, di attuazione delle direttive 2002/12 CE e 2002/13 CE, che modifica i decreti legislativi 17 marzo 1995 nn. 174 e 175

Dettagli

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI IN FORMA DI RENDITA VITALIZIA

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI IN FORMA DI RENDITA VITALIZIA POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI IN FORMA DI RENDITA VITALIZIA CONTRATTO n 9.021.307 CONTRAENTE: FONDO PENSIONE DEL GRUPPO SAN PAOLO IMI TRA FONDO PENSIONE DEL PERSONALE

Dettagli

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia sfef7_volait@0091-0096#3b_layout 1 13/03/12 09.04 Pagina 91 91 Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia di FABRIZIO VEDANA Il provvedimento con il quale la Banca d Italia,

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n.

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n. COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n.7a) Ai sensi delle disposizioni del d.lgs. n. 209/2005 (Codice delle

Dettagli

Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007)

Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007) Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007) Numero Albo Denominazione Fondo Denominazione Società 4 PREVIRAS FONDO PENSIONE

Dettagli

PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015

PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015 PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015 PROVVEDIMENTO RECANTE MODIFICHE AL REGOLAMENTO ISVAP N. 24 DEL 19 MAGGIO 2008 CONCERNENTE LA PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DEI RECLAMI ALL ISVAP E LA GESTIONE DEI RECLAMI

Dettagli

PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO EDIZIONE 2013

PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO EDIZIONE 2013 EDIZIONE 2013 ANIA 2013 EDIZIONE 2013 INDICE 1 - Premi IAS/IFRS lavoro diretto italiano e lavoro complessivo delle imprese quotate Premi del lavoro COMPLESSIVO DIRETTO, INDI- RETTO ITALIANO ED ESTERO consolidati

Dettagli

Roma, 2 agosto 2011 CIRCOLARE N. 113 / 2011 Prot. 468

Roma, 2 agosto 2011 CIRCOLARE N. 113 / 2011 Prot. 468 (K:\TRIENNIO 2009_2011\CIRCOLARI\2011\convenzione reale mutua.doc/ 09/01/12) Roma, 2 agosto 2011 CIRCOLARE N. 113 / 2011 Prot. 468 AGLI ENTI ASSOCIATI SL/AC/pb ASSICURAZIONI ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 6. Giugno 2009

Bollettino Anno IV - n. 6. Giugno 2009 Bollettino Anno IV - n. 6 Giugno 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

PARTE I Informazioni generali sull intermediario che entra in contatto con il Contraente

PARTE I Informazioni generali sull intermediario che entra in contatto con il Contraente Allegato 7B Collaboratore Iscritto (Agenzia Società) INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO, NONCHE IN CASO DI MODIFICHE

Dettagli

Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007

Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007 Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007 Numero Albo Denominazione Fondo Denominazione Società 4 PREVIRAS FONDO PENSIONE APERTO A CONTRIBUZIONE

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 21 dicembre 2015. Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull usura. Periodo di rilevazione

Dettagli

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 Montepaschi Vita Annual F orum Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 2007 I Paradigmi del Valore Assicurazioni e banche: complementarietà e competizione Come creare il massimo valore

Dettagli

REGOLAMENTO N. 37 DEL 15 MARZO 2011. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 37 DEL 15 MARZO 2011. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 37 DEL 15 MARZO 2011 REGOLAMENTO CONCERNENTE L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI VERIFICA DI SOLVIBILITA CORRETTA INTRODOTTE DALLA LEGGE 26 FEBBRAIO 2011, N.10 DI CONVERSIONE DEL

Dettagli

L ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO

L ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO REGOLAMENTO N. 40 DEL 3 MAGGIO 2012 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DEI CONTENUTI MINIMI DEL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA DI CUI ALL ARTICOLO 28, COMMA 1, DEL DECRETO LEGGE 24 GENNAIO 2012

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293)

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Misure per favorire l iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Capo III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RC AUTO 1

Dettagli

agosto Pagina 1 ORDINANZA N. Data

agosto Pagina 1 ORDINANZA N. Data 2754/12 01.08.12 Ina Assitalia S.p.A. 2755/12 01.08.12 Unipol Assicurazioni S.p.A. 2756/12 01.08.12 Alleanza Toro S.p.A. regolamento ISVAP n. 4/2006 - mancato rilascio al contraente, almeno 30 giorni prima

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO ARCA SGR SOCIETA' FONDO PENSIONE ALLIANZ AMUNDI SGR ANIMA SGR ASSIMOCO VITA - COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI SULLA VITA ALMEGLIO FONDO PENSIONE ALLEANZA A CONTRIBUZIONE DEFINITA TORO - FONDO PENSIONE A CONTRIBUZIONE

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO HELVETIA VITA - COMPAGNIA ITALO SVIZZERA D' SULLA VITA ALLIANZ ARCA SGR ALLIANZ BCC RIRMIO & SOCIETA' DI GESTIONE DEL RIRMIO DEL CREDITO COOPERATIVO (10) CREDITRAS VITA HDI ITAS VITA MEDIOLANUM GESTIONE

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 201 del 19/06/2014. Proposta n. 201

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 201 del 19/06/2014. Proposta n. 201 Estratto DETERMINAZIONE N. 201 del 19/06/2014 Proposta n. 201 Oggetto: POLIZZA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE AUTO E GARANZIE AUTO RISCHI DIVERSI (POLIZZA LIBRO MATRICOLA). AFFIDAMENTO PERIODO 30/6/2014-30/6/2015.

Dettagli

Misure di sostegno alle famiglie: dalla novità del microcredito ai fondi di prevenzione dell usura. Antonio Adinolfi, Roma 24 novembre 2010

Misure di sostegno alle famiglie: dalla novità del microcredito ai fondi di prevenzione dell usura. Antonio Adinolfi, Roma 24 novembre 2010 Misure di sostegno alle famiglie: dalla novità del microcredito ai fondi di prevenzione dell usura Antonio Adinolfi, Roma 24 novembre 2010 NORMATIVA DI RIFERIMENETO Decreto Legislativo 13 agosto 2010 n.

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI N. ALBO

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI N. ALBO Aggiornamento al 30/11/010 ALETTI GESTIELLE SGR SPA GESTIELLE PENSIONE E 8 PREVIDENZA ALICO ITALIA SPA ALLEANZA TORO SPA UNIONFONDO FONDO PENSIONE APERTO ALMEGLIO FONDO PENSIONE APERTO ALLEANZA A CONTRIBUZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A ALLEGATO N. 7A e 7B del Regolamento ISVAP n. 5/2006 INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa

Dettagli

Denominazione Impresa di Assicurazione

Denominazione Impresa di Assicurazione Piani individuali pensionistici attuati mediante contratti di assicurazione sulla vita (PIP) Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/4/2007 (Informazioni aggiornate al 15/6/2007) Denominazione

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 15 aprile 1886, n. 3818 e successive modifiche e integrazioni; Visto il decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n. 1577,

Dettagli

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DELLE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE E DEGLI ADEMPIMENTI NEI RAPPORTI CONTRATTUALI TRA IMPRESE DI ASSICURAZIONI, INTERMEDIARI

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. Allegato A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

NUOVA SICURCAP ASSIMOCO ED. 04/2014

NUOVA SICURCAP ASSIMOCO ED. 04/2014 Offerta al pubblico di NUOVA SICURCAP ASSIMOCO ED. 04/2014 Prodotto finanziario di capitalizzazione PARTE III (Mod. V944GPIII - 0714) Pagina 1 di 6 PARTE III DEL PROSPETTO D OFFERTA ALTRE INFORMAZIONI

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 5/2015 pubblicato il 30 giugno 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

RISCHI NON AGEVOLATI

RISCHI NON AGEVOLATI CAMPAGNA 2012 Contraente: CONSORZIO DI TREVISO 0604 CONVENZIONE ASSICURATIVA RISCHI NON AGEVOLATI Coperture MONORISCHIO GRANDINE PLURIRISCHIO: grandine + gelo/brina + vento forte grandine + gelo/brina

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751/2/3/4 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA AVIVA TOP PENSION - PIANO INDIVIDUALE AVIVA 5027 AVIVA PIP AZIONARIO Ramo III 100 15,86 4,79 4,58-4,09 PROGETTO PENSIONE BIS - PIANO INDIVIDUALE 5064 EV STRATEGIA INTERNAZIONALE Ramo III 100 12,79 3,72

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA RENDIMENTI MEDI ANNUI (%) N.

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA RENDIMENTI MEDI ANNUI (%) N. AVIVA PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA AXA ASSICURAZIONI AXA ASSICURAZIONI BCC VITA BCC VITA BCC VITA AVIVA TOP PENSION - PIANO INDIVIDUALE

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO HELVETIA VITA - COMPAGNIA ITALO SVIZZERA D' SULLA VITA ALLIANZ ARCA SGR ALLIANZ SOCIETA' FONDO PENSIONE FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO HELVETIA DOMANI - FONDO PENSIONE DI HELVETIA

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico 1 VISTO il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, recante il Codice delle assicurazioni private ed in particolare l articolo 132, recante Obbligo a contrarre;

Dettagli

intek SpA Documento di informazione annuale

intek SpA Documento di informazione annuale intek SpA sede legale in Ivrea (TO) via Camillo Olivetti, 8 capitale sociale Euro 35.389.362,84 i.v. Iscrizione al Registro imprese di Torino, codice fiscale e partita IVA 00470590019 Documento di informazione

Dettagli

REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009

REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009 REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLE POLIZZE CON PRESTAZIONI DIRETTAMENTE COLLEGATE AD UN INDICE AZIONARIO O ALTRO VALORE DI RIFERIMENTO DI CUI ALL ARTICOLO 41,

Dettagli

Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la cancellazione Sezione D

Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la cancellazione Sezione D SPAZI O RISERVATO ALL IVASS ALLEGATO 4 Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la cancellazione Sezione D BOLLO (applicare obbligatoriamente una marca dell importo previsto dalla disciplina vigente

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 23/15 contenente disposizioni inerenti alle modalità di verifica dell avveramento delle

Dettagli

REGOLAMENTO N. 29 DEL 16 MARZO 2009. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 29 DEL 16 MARZO 2009. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 29 DEL 16 MARZO 2009 REGOLAMENTO CONCERNENTE LE ISTRUZIONI APPLICATIVE SULLA CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI ALL INTERNO DEI RAMI DI ASSICURAZIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 2 DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 2 dicembre 2009. Aggiornamento ed istituzione dei diritti di delle camere di commercio e relativa approvazione delle tabelle A e B. IL DIRETTORE GENERALE PER

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA SOCIETA' ALLEATA PREVIDENZA - PIANO 5006 ALLEATA GARANTITA Ramo I (1) 7 3,87 3,39 ALLEATA BILANCIATA Ramo III 30

Dettagli

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap. Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.it Milano, 16 aprile 2012 OGGETTO: Osservazioni Altroconsumo su: Documento

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA AVIVA AXA ASSICURAZIONI AXA ASSICURAZIONI FINECO SERENO - PIANO INDIVIDUALE AXA PROGETTO PENSIONE PIU' - PIANO AXA PROGETTO PENSIONE PIU' - PIANO 5027 AVIVA PIP AZIONARIO Ramo III 100 4,15 11,55-9,58 5069

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Modifiche all art. 5 della L.R. 1/1998

Art. 1 Finalità. Art. 2 Modifiche all art. 5 della L.R. 1/1998 LEGGE REGIONALE 12 DICEMBRE 2003, n. 24 Modifiche ed integrazioni alla L.R. 12 gennaio 1998, n. 1 recante: Nuova normativa sulla disciplina delle agenzie di viaggi e turismo e della professione di direttore

Dettagli

28-6-2014. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 148

28-6-2014. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 148 7 RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA Nota metodologica La legge 7 marzo 1996, n. 108, volta a contrastare il fenomeno dell usura, prevede che siano

Dettagli

La responsabilitàcivile automobilistica Strategia, innovazione e normativa nei modelli di offerta

La responsabilitàcivile automobilistica Strategia, innovazione e normativa nei modelli di offerta La responsabilitàcivile automobilistica Strategia, innovazione e normativa nei modelli di offerta Consap e l R.C. Auto: il Risarcimento Diretto e la Stanza di compensazione Paolo Panarelli Direttore Generale

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. A LLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

L'ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO

L'ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO Assegnazione di quote dell utile degli investimenti nel conto economico del bilancio di esercizio e consolidato delle imprese di assicurazione e riassicurazione L'ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Regolamento (CE) N. 765/2008 del

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE 2013/4047 Modalità di fruizione del credito d imposta, in caso di accesso al finanziamento agevolato, per gli interventi di riparazione, ripristino o ricostruzione di immobili di edilizia abitativa e ad

Dettagli